Grafica, VIA ci vede doppio

VIA ha mostrato in azione DualGFX Express, tecnologia che rivaleggia con la SLI di Nvidia e, come questa, permette di collegare al PC due schede video per combinarne la potenza di calcolo


Los Angeles (USA) – Alla conferenza E3 VIA ha tenuto una dimostrazione della sua nuova tecnologia DualGFX Express all’opera su una piattaforma basata sul giovane chipset K8T890 Pro.

La tecnologia DualGFX Express rivaleggia con la Scan Line Interleaving (SLI) di Nvidia e l’imminente ATi Multi Rendering (AMR): come queste, infatti, consente di utilizzare due schede grafiche PCI Express in parallelo , incrementando così le performance delle applicazioni e dei giochi con grafica 3D.

La tecnologia dual-card di VIA potrà anche essere sfruttata per pilotare fino a 4 monitor contemporaneamente : sarà possibile effettuare rendering 3D su tutti i display oppure dedicare a questo compito un solo display e riservare gli altri alla visualizzazione del desktop di Windows o dell’interfaccia di una o più applicazioni: questa caratteristica, che oggi è in genere presente solo sulle workstation grafiche, torna particolarmente utile a chi utilizza programmi di CAD e modellazione 3D. VIA sostiene tuttavia che tale funzionalità potrebbe diventare molto popolare anche tra i videogiocatori, ad esempio per visualizzare costantemente in uno schermo separato mappe, chat o porzioni d’interfaccia di giochi MMORG (Multiplayer Online Roleplaying Game).

DualGFX Express, a cui VIA ha dedicato questa pagina del proprio sito, è supportata dalle schede madri basate sul nuovo chipset PT880 Pro e dall’imminente K8T890 Pro : il primo è compatibile con la piattaforma Pentium 4, il secondo con quella AMD64.

All’E3 VIA ha anche mostrato la nuova GPU GammaChromeS18, prodotta dalla propria sussidiaria S3 Graphics , e il software Grease Monkey , in grado di cercare e scaricare automaticamente gli aggiornamenti per i più noti videogiochi per PC.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Retroilluminazione
    Qualcuno di voi sa perchè Nintendo non è mai riuscita a realizzare una reale retroilluminazione per il Gameboy Advance? Se c'erano costi di produzione o altri motivi simili, perchè non hanno preso a prestito una tecnologia già esistente come quella dei display dei cellulari (che di illuminazione ne hanno persino troppa).La retroilluminazione non è mai esistita sui Gameboy, nemmeno sull'Advance SP. E' solo un espediente che genera un fascio luminoso dal basso verso l'alto sul fronte del pannello LCD, un po come (anzi uguale) alla modifica in commercio per il GBA. Quei busoni della Nokkia hanno messo un bel neon dietro al pannello nel loro enGAYge, perchè noi Nintendoboyfanultraplus non possiamo avere una retro decente?Ciao a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Ma quanti soldi hanno guadagnatoooo?????
    28 milioni x 10 dollari = 280 milioni di dollari = 500 MILIARDI DI LIREEEEEEEEMadonna santa.....non avevo mai valutato in sti termini il discorso "giochini"e' una cifra incredibile....e 10 dollari di "guadagno" puro sono una stima molto prudente!!!poi vuoi mettere le economie di scala di produrre 28 MILIONI di giochini???e le licenze x i giochi??madonna!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quanti soldi hanno guadagnatoooo?

      28 milioni x 10 dollari = 280 milioni di dollari
      = 500 MILIARDI DI LIREEEEEEEE
      co sti 4 spicci nintendo non ci paga manco gli stipendi...
      • Margherita scrive:
        Re: Ma quanti soldi hanno guadagnatoooo?
        i 10 dollari sono di guadagno netto, al netto delle spese, il gameboy non viene venduto a 10 $ ma di più, togliendo le varie spese e considerando un guadagno netto di 10$ a unità, c'è un guadagno nel solo stato americano del nord di 500 milioni di dollari
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quanti soldi hanno guadagnatoooo?

          i 10 dollari sono di guadagno netto, al netto
          delle spese, il gameboy non viene venduto a 10 $
          ma di più, togliendo le varie spese e
          considerando un guadagno netto di 10$ a unità,
          c'è un guadagno nel solo stato americano del nord
          di 500 milioni di dollari28 milioni di unita x 10 dollari = 500 milioni di dollari???di certo non con la matematica che conosco io...in ogni caso un guadagno netto di 10 dollari a unita mi sembra ancora alto (circa 1/13 del costo finale al pubblico)in realta guadagnano molto di piu' sui giochi
  • Anonimo scrive:
    Non l'avete già data?
    ieri?http://www.highscore.it/p.asp?i=52827cosa mi sfugge? :(
    • la redazione scrive:
      Re: Non l'avete già data?
      Ciao, PI e HS da qualche giorno corrono su binari paralleli. Il lavoro delle due redazioni adesso è indipendente, ma in ogni caso mantengono un rapporto di "buon vicinato": ed infatti, come hai notato, oggi PI ha ripubblicato un loro pezzo su Nintendo. Un salutone, ciao!- Scritto da: Anonimo
      ieri?
      http://www.highscore.it/p.asp?i=52827
      cosa mi sfugge? :(
Chiudi i commenti