Grande alleanza sugli HDD ibridi

Grande alleanza sugli HDD ibridi

Alcuni dei più grossi produttori di hard disk hanno unito le forze per promuovere e accelerare l'adozione dei dischi ibridi, che ai classici piattelli magnetici affiancano una memoria flash. Vecchio hard disk addio?
Alcuni dei più grossi produttori di hard disk hanno unito le forze per promuovere e accelerare l'adozione dei dischi ibridi, che ai classici piattelli magnetici affiancano una memoria flash. Vecchio hard disk addio?

Cinque fra i più grandi produttori di hard disk – Fujitsu, Hitachi, Samsung, Seagate e Toshiba – si sono uniti in un'alleanza che promuoverà lo sviluppo e la diffusione dei cosiddetti “hard disk ibridi”, che come noto includono una certa quantità di memoria non volatile (flash) per accelerare l'avvio del sistema applicativo e l'accesso a dati e applicazioni.

Almeno inizialmente la Hybrid Storage Alliance (HSA) si focalizzerà sul mercato dei notebook , dove gli hard disk ibridi e quelli a stato solido hanno più chance di affermarsi in tempi brevi.

Gli obiettivi della HSA sono sostanzialmente due: mostrare i benefici apportati dagli hard disk ibridi nel mondo dei computer portatili, e accelerare l'adozione di questa nuova tecnologia.

“L'industria degli hard disk è alla costante ricerca di soluzioni in grado di portare valore ai sistemi (e agli utilizzatori di questi sistemi) nei quali la tecnologia ibrida viene implementata”, ha dichiarato Joni Clark, presidente di HSA. “L'integrazione di memoria non volatile negli hard drive comporta, per gli utenti dei PC portatili, molteplici vantaggi: una durata maggiore della carica
della batteria, tempi di risposta più rapidi, maggiore affidabilità del sistema”.

La società di analisi IDC prevede che entro il 2010 il 35% degli hard disk installati sui PC portatili saranno ibridi. A favorire l'ascesa di questa nuova evoluzione dell'hard disk sarà anche e soprattutto Windows Vista , che integra alcune tecnologie studiate appositamente per sfruttare i dischi ibridi e, più in generale, i dispositivi di memoria flash.

“Microsoft è soddisfatta dell'alleanza nata tra queste aziende produttrici di hard disk a sostegno dei dischi fissi ibridi”, ha commentato Bill Mitchell, corporate vice president della “Mobile and Tailored Platform Division” di Microsoft . “Grazie alla funzione ReadyDrive di Windows Vista e agli hard disk ibridi sarà disponibile una nuova generazione di PC portatili più affidabili e resistenti, in grado di far avviare e riavviare più velocemente il sistema dopo l'ibernazione, ottimizzare la durata della batteria e superare le prestazioni della precedente generazione di hard disk”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 01 2007
Link copiato negli appunti