Grande fratello metropolitano, la risposta al Garante

L'Authority scrive a Punto Informatico per chiarire le azioni già intraprese dall'organismo. All'orizzonte è già in lavorazione un nuovo provvedimento specifico. La risposta di Fulvio Sarzana di S.Ippolito

Roma – Nello stesso giorno di pubblicazione dell’ articolo “Il Grande Fratello è arrivato in città” a firma dello scrivente è arrivata una precisazione dal capo dell’ufficio stampa del garante della Privacy, Dottor Baldo Meo, sotto forma di lettera a Punto Informatico .
Nel testo si precisa che:

In risposta all’intervento di Fulvio Sarzana di S. Ippolito, riguardante il tema della videosorveglianza alla luce dei nuovi poteri recentemente attributi ai Comuni (“Italia, il Grande Fratello è arrivato in città”, 8 maggio), va precisato che il Presidente dell’Autorità per la privacy, Francesco Pizzetti, ha da tempo ben presente la questione – ben prima che altri vi appuntassero lo sguardo – tanto da essere stato il primo a parlare di “federalismo della sicurezza” (Relazione annuale dell’Authority, 16 luglio 2008) e a richiamare sul fenomeno l’attenzione di istituzioni e opinione pubblica in diversi convegni e con diverse interviste. Citiamo solo le ultime: “La Repubblica” del 6 marzo 2009, “L’Espresso” del 13 marzo 2009. In tutte queste occasioni Pizzetti ha analizzato le implicazioni giuridiche e sociali, di ciò che può comportare la sovrapposizione di diverse finalità nell’uso delle telecamere così come l’interconnessione delle telecamere private alla rete pubblica. Ma soprattutto ha annunciato che l’Autorità sta già lavorando ad un provvedimento che integri quello adottato dal Garante nel 2004 sulla videosorveglianza, a partire dall’obbligo di segnalazione anche per le telecamere installate a fini di sicurezza.

Roma, 8 maggio 2009

Baldo Meo
Capo Ufficio stampa
del Garante per la protezione dei dati personali

Dunque il problema sarebbe stato tenuto presente già da diverso tempo dal presidente dell’Autorità Garante che avrebbe segnalato da diverso tempo sulla stampa i pericoli di una sovrapposizione di poteri tra enti locali e forze di polizia nonché dei pericoli della interconnessione tra reti private e reti pubbliche di videosorveglianza.

Non dubito affatto della profonda conoscenza del problema da parte del presidente dell’Autorità Garante né ho mai messo in discussione il ruolo, le funzioni o i rapporti con la stampa di quest’ultimo.

Quello che ho ritenuto opportuno segnalare ai lettori è il quesito, se sia stato posto in maniera adeguata a livello istituzionale, in occasione dell’iter di approvazione del decreto legge 11/2009 (volgarmente detto decreto sicurezza), stanti gli obblighi gravanti sullo stesso Garante, il problema della privacy dei cittadini.

Proviamo verificare se questo, quantomeno stando ai documenti ufficiali, sia avvenuto.

Innanzitutto va rilevato come il Garante privacy sia intervenuto due volte, nel 2000 e nel 2004 con provvedimenti (denominati anche decaloghi) sulla videosorveglianza in ambito pubblico e privato.

Per quanto riguarda poi i poteri spettanti al Garante Privacy va detto che quest’ultimo ha, come autorità amministrativa indipendente, alcuni poteri istituzionali e fra questi vi sono anche quelli previsti dall’Art. 154 del cosiddetto Codice della Privacy (ovvero il dlgs 196/2003), che così recita:

Compiti (del Garante, ndr):

1. Oltre a quanto previsto da specifiche disposizioni, il Garante, anche avvalendosi dell’Ufficio e in conformità al presente codice, ha il compito di:

(…)

f) segnalare al Parlamento e al Governo l’opportunità di interventi normativi richiesti dalla necessità di tutelare i diritti di cui all’articolo 2 (ovvero i diritti e delle libertà fondamentali, la dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali, ndr) anche a seguito dell’evoluzione del settore

Proseguendo nella lettura dello stesso art 154 leggiamo che:

4. Il Presidente del Consiglio dei ministri e ciascun ministro consultano il Garante all’atto della predisposizione delle norme regolamentari e degli atti amministrativi suscettibili di incidere sulle materie disciplinate dal presente codice

Pur trattandosi quest’ultimo di un parere preventivo reso in occasione di un atto regolamentare il presidente dell’Autorità dimostra di avere le idee chiare su come si debba interpretare tale disposizione, lo stesso presidente Pizzetti infatti afferma nella relazione annuale presentata al Parlamento nel 2006, a pagina 22 :

Il rapporto con le Istituzioni
17. Qualche considerazione infine sul rapporto tra il Garante e le Istituzioni.
La normativa ci affida non solo il potere e il dovere di fare segnalazioni al Parlamento, ma stabilisce anche che l’attività regolatoria del Governo, quando tocca aspetti connessi con il trattamento dei dati, deve essere necessariamente sottoposta al nostro parere

Andiamo dunque a vedere se e come vi sia stato quest’intervento previsto dalla normativa, e interpretato dal presidente Pizzetti come un obbligo normativo di parere preventivo ovvero se via stata quantomeno una segnalazione al Governo o al Parlamento.

Per far ciò basta andare a vedere i lavori preparatori relativi al decreto sicurezza, quello appunto che ha introdotto la videosorveglianza ad opera degli enti locali, poi convertito in legge, qui disponibili .

Come è agevole notare, e, stando a questi documenti che dovrebbero rivestire il carattere dell’ufficialità, non c’è alcun riferimento ad intervento del Garante della privacy, né in sede consultiva né in sede di segnalazione al Governo o al Parlamento, neppure viene menzionata una eventuale audizione in tema del Garante ad opera delle Commissioni competenti.

Possibile che nei due mesi di vigenza del decreto sicurezza nessuno, all’interno di un’Autorità amministrativa indipendente presieduta da un illustre costituzionalista, che sarebbe stato di lì a poco confermato come presidente dei Garanti europei per la tutela dei cittadini in ordine ai dati di polizia, abbia sentito il dovere di comunicare alla istituzioni (Governo e Parlamento) qualche dubbio su una normativa che avrebbe cambiato profondamente i ruoli e le attribuzioni dei sindaci e la tutela dei diritti costituzionalmente tutelati dei cittadini?

Possibile che la modifica, di riflesso, del diritto costituzionale “ad essere lasciati soli” e la contrarietà del testo normativo rispetto ai provvedimenti dello stesso Garante emanati nel 2000 e nel 2004 non abbiano spinto il Garante ad usare i canali istituzionali che pure esistono, ed a ammonire il legislatore sulle conseguenze dell’entrata in vigore di tali norme?

Il problema è tutto qui.

Fulvio Sarzana di S.Ippolito
www.lidis.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jordi scrive:
    klauss
    BuongiornoSono il direttore di un gruppo di finanzieri. Concediamo prestiti che vanno da 2.000 a 8.000.000 . Se sei interessato, facci sapere di cosa hai bisogno per il tuo progetto e ti aiuteremo a realizzarlo.La nostra e-mail: jordiklaussverna@gmail.comCordiali saluti                  Jordi Klaus Verena
  • Lyne marie Harvey scrive:
    finanziarie
    CiaoSiamo un gruppo di operatore economico. Tuttavia ci sono un azionista di istituzioni finanziarie bancarie.A seguito della crisi finanziaria che minaccia le economie contemporanee, il tasso di disoccupazione che continua ad aumentare nelle nostre nazioni, seguendo gli acquisti del potere della famiglia che continua a diminuire, in partnership con mia banchieri ha deciso di concedere prestiti a breve, medio e lungo termine alla gente onesta che, nonostante il loro reddito mensile, stanno lottando per soddisfare le loro esigenze di base. Il nostro tasso di interesse di credito varia dal 2% al 4% nel complesso del prestito e le condizioni di prestito sono molto semplici. Prestiti richiesti sono ottenuti entro un periodo di 48 ore a 72 ore dopo il deposito. Se siete necessitante soldi, siamo disposti a farvi un importo del prestito eccezionale deve essere compreso tra Euro 1.000 ed Euro 100.000.000.Vi preghiamo di contattarci per la vostra richiesta: lyneharvey@outlook.comNB: Vietato truffatori o clienti disonesti.
  • Giovanni Pignolo scrive:
    Incapaci ed inetti
    Basta andare al gabinetto del Ministero della salute per avere le idee chiare della incapacita` e dell'ignoranza che regna sovrana;persone senza arte ne' parte che occupano poltrone senza titoli e senza alcun merito. come puo` essere possibile questo spreco di danaro pubblico?
  • mara tortone scrive:
    facebook
    a me facebook piace molto
  • mara tortone scrive:
    facebook
    a me facebook piace molto
  • Pikachu95 scrive:
    La mia impressione su Facebook
    Trovo ridicolo il fatto di condividere molti file che si trovano per vari siti.Va bene, certo, può anche essere divertente pubblicare qualche file, ma usufruire di facebook in questo modo impiegandoci oltretutto del tempo per delle cose che non rimarranno nemmeno in archivio nella bacheca è veramente ridicolo.Poi, anche la chat di facebook la trovo al quanto inutile.Per comunicare rapidamente via internet esiste Windows Live Messenger, non delle chat che si trovano nei social network come facebook.Questo social network, secondo me, ha fatto così tanto sucXXXXX perchè gli utenti che usufruiscono di internet hanno voluto stabilire un punto di ritrovo per quando sono in internet e non sanno cosa fare.Ammetto che anche io utilizzo un profilo su Facebook, ma non lo uso per condividerci parecchi file o per impiegarci del tempo.Lo uso per aggiungere qualche amico o conoscente che conosco di persona.L'unica utilità di questo social network, secondo me, è ritrovare delle persone (digitando il suo nome e cognome) e aggiungerlo nella lista di amici per poi fissare un incontro.Poi, comunque, un utente che possiede una posta elettronica e si iscrive solo a siti come Facebook e Netlog allora vuol dire che dell'internet (a parte fare ricerche) non glie ne importa assolutamente niente.Io sono un utente che usufruisce parecchie volte del servizio ADSL, infatti sono iscritto in molti social network, e possiedo anche dei siti web che aggiorno frequentemente.Un altro social network simile a Facebook è Netlog.Su Netlog accetto ogni richiesta di amicizia, dato che come sito mi sembra abbastanza ridicolo.Mi sembra ridicolo per il fatto che ci sono fin troppe persone che non si comportano seriamente (infatti a molti piace scrivere utilizzando le abbreviazioni, a mettere dei dati falsi, e a ritoccare la propria pagina personale su Netlog dove poi alla fine non si capisce nemmeno quello che c'è scritto)Insomma, tra i due il più serio è Facebook.Comunque, in poche parole, secondo me Facebook è solo utile per ritrovare amici di vecchia conoscenza.Per gli altri servizi di Facebook come i giochi, i test, la chat, mi pare che non siano molto utili.
  • letizia bensaja scrive:
    fannulloni solo colpa di face-book
    p.s. ki non vuole lavorare non lavora, con o senza face-book. Eppoi tanti non sanno forse ke anke dai propri cellulari si può fare qualsiasi kosa? C è ancora qualcuno ke forse non ha un cellulare?
  • pasticcere anonimo scrive:
    basta un firewall
    e ablitare solo servizi e siti , per il lavoro tutto il resto ....BLOCCATO !!
  • LOL scrive:
    :-)
    http://www.youtube.com/watch?v=XLXuPMjD1UM
  • pandadisoss ato _ scrive:
    Tanto fumo e niente arrosto
    Mi ci è voluto un pò ma sono riuscito a leggere le varie risposte comprese quelle nate dal mio commento e credo che chi mi ha risposto o citato non ha compreso a cosa alludevo.Il problema non è bloccare fb o yt che giustamente un amministratore di rete blocca come bloccherebbe siti simili se ciò garantisce un migliore funzionamento complessivo della rete, questo anche nel caso del mio tanto amato flusso audio in streaming, e lo accetto cmq.In Corea, il controllo su internet è terrificante, e pensate che tutto è incominciato con il blocco di alcuni siti di social networking negli uffici statali (mi ricorda qualcosa...)ufficialmente per un incremento di produttività in realtà perchè gli uffici governativi erano i più semplici, in ordine, da gestire per il blocco della libera informazione, in particolare visto e considerato che i governativi non devono e non possono essere in qualche modo influenzati da idee inadeguate a quelle dei capi di governo.Per questo parlavo di pericoloso precedente.Ripeto e ribadisco che non vedo in essi uno strumento utile al lavoro quindi trovo giustificato una sua limitazione o eventualmente in casi d'uso particolarmente eccessivo il suo blocco.Per legge i video terminalisti devono prendere una pausa ogni 2 ore di circa 15 minuti io rientro nella categoria dei video terminalisti e la mia pausa anche se non dovrei me la consumo in questo modo, dividendola in alt+tab di un minuto circa per leggere qua e la news ed info.Come mi gestireste? Io uso coscientemente lo strumento internet e tutto quello che mi può garantire la possibilità di lavorare velocemente e meglio, anche perchè se finisco un task prima ho più tempo per rilassarmi online in attesa del task successivo.Nel blocco sconsiderato dell'acXXXXX ad internet ci vedo solo una perdita per la persona e l'azienda, questo perchè purtroppo a porre questi blocchi esagerati nella maggior parte dei casi non sono i sistemisti ma bensì i dirigenti o i loro lacchè, chiaramente troppo poco scaltri per comprendere a pieno questo strumento e le sue potenzialità.Come già detto un lavoratore più cosciente dello strumento sarebbe meno problematico dell'utente che l'unica cosa che sa farvici e chiacchierare in facebook.Parlando di brunetta e dei suoi fantastici lavori per migliorare la pa e la sua produttività magari sarebbe meglio che tutti quelli che li hanno additati quali fanfaroni fanXXXXXsti lettori di gazzette si informassero meglio.I fanXXXXXsti esistono ovunque, sia nel privato che nel pubblico.Gli statali non si occupano solo di fare pratiche, vi è chi scrive software, chi disegna mappe, chi protocolla fax dalla mattina alla sera, chi risponde al telefono chi testa la qualità dei prodotti interni ed esterni.Per esperienza diretta posso assicurarvi che un azienda esterna di privati quale HP può creare tanti problemi e ritardi quanti vantaggi in una PA eppure è privata... (perchè?)Quindi proporre una valutazione della produttività che vada al di fuori dell'attuale sistema di valutazione eseguita dai singoli dirigenti è altamente impraticabile per il semplice motivo che il lavoro e i compiti delle varie direzioni sono troppo eterogenei.Gli statali non sono una categoria protetta, hanno solo quello che tutti dovrebbero avere, le ferie e le malattie pagate (e non totalmente pagate ma solo una parte).Se il lavoro precario ha preso tanto piede è solo perchè qualcuno ha trovato la formula alchemica che da un posto di lavoro ne conta 4 perchè in un anno vi hanno lavorato per 3 mesi 4 persone, e a fine anno ci racconta che come promesso, ha quadruplicato i posti di lavoro...Gente svegliatevi, è vero che c'è gente che non lavora nella PA come ovunque. Quante volte in banca per un cavolo di versamento nonostante lo sportello prioritario per aziende ho dovuto attendere anche ore che si svegliasse un commesso intento a chiacchierare con un collega? decine... e mica sono statali quelli.E' altrettanto vero che ci sono statali che lavorano e si fanno il mazzuolo e che mi crediate o meno sono la maggior parte, per uno che va a fare la spesa durante l'orario di lavoro ce ne sono 100 che si fermano solo 15 minuti per il caffè... ma di loro non parla nessuno perchè non fa notizia.Qualche tempo fa ho fatto la conta durante un servizio del telegiornale sui fannulloni ne ho contati 11 solo nella regione dove vivo io ci sono 3mila statali facciamo due conti? Anche se OT vorrei far presente a chi ha detto che l'intervento di brunetta sulle malattie ha ridotto del 40% le assenze che il 40% era calcolato rispetto al totale dell'anno precedente, senza considerare che l'influenza invernale non era ancora arrivata e l'anno non era finito... praticamente un rapporto senza senso... 12 mesi di assenze contro 4 o 5 mesi e senza i mesi di fuoco...bello.Senza dimenticare comunque che tale provvedimento, spettacolare per chi nn sa come stanno le cose, della PA tocca solo gli "schiavi" come qualcuno li ha chiamati, dalle dirigenze alle classi politiche invece non è valido, se non mi credete verificate.Guardatevi intorno, cercando di filtrare quello che vi dicono usando il cervello, quando al telegiornale vi parlano della tettona del gf chiedetevi perchè non vi dicono nulla del perchè (del vero perchè) al magistrato antimafia di palermo è stato tolto l'incarico...Questo tam tam mediatico su facebook è solo il solito fumo negli occhi per noi fessi italiani.Tanto rumore, nessuna soluzione.p.s. I fortunati della PA che non hanno dirigenza ma hanno l'ufficio dopo 20 anni di servizio possono contare calcolando premi ed indennizzi 1500 euro al mese (DOPO 20 anni).Pandadisossato
    • logicaMente scrive:
      Re: Tanto fumo e niente arrosto
      Caro panda, permettimi qualche appunto qua e la.- Scritto da: pandadisoss ato _
      In Corea, il controllo su internet è
      terrificante, e pensate che tutto è incominciato
      con il blocco di alcuni siti di social networking
      negli uffici statali (mi ricorda
      qualcosa...)ufficialmente per un incremento di
      produttività [cut]
      Per questo parlavo di pericoloso precedente.Non mi risulta. Nella Corea del Nord (immagino ti riferissi a quella) internet per la massa non c'è mai stata, la grandissima maggioranza della popolazione non dispone nemmeno dell'energia elettrica ad uso privato... tra l'altro i pochissimi accessi ad internet si trovano proprio e solo negli uffici statalihttp://www.ibls.com/internet_law_news_portal_view.aspx?s=latestnews&id=1900Sono contrario alla censura, quando cioè come in Nord Corea si impedisce lo scambio di idee. Il blocco di FB nella PA non mi sembra paragonabile.
      Ripeto e ribadisco che non vedo in essi uno
      strumento utile al lavoro quindi trovo
      giustificato una sua limitazione o eventualmente
      in casi d'uso particolarmente eccessivo il suo
      blocco.Concordo. Si tratta di una questione di misura
      Per legge i video terminalisti devono prendere
      una pausa ogni 2 ore di circa 15 minuti io
      rientro nella categoria dei video terminalisti e
      la mia pausa anche se non dovrei me la consumo in
      questo modo, dividendola in alt+tab di un minuto
      circa per leggere qua e la news ed
      info.
      Come mi gestireste? (newbie) metterei una policy che ti abbuia lo schermo per 15 minuti ogni due ore. Non per impedirti di navigare su FB. Per evitare che tra qualche anno un abbassamento della vista possa essere attribuito a cause di servizio e pagato lautamente...[cut]
      I fanXXXXXsti esistono ovunque, sia nel privato
      che nel
      pubblico.Vero. Statisticamente posso pensare che siano anche nella stessa proporzione rispetto agli occupati. Quanti vengono licenziati nel privato per questo? Quanti nel pubblico? Tutta qua la differenza.
      Per esperienza diretta posso assicurarvi che un
      azienda esterna di privati quale HP può creare
      tanti problemi e ritardi quanti vantaggi in una
      PA eppure è privata...
      (perchè?)Il problema non è il perchè? La dirigenza HP deve rendere conto ai suoi azionisti, altrimenti viene messa alla porta come già tante volte è sucXXXXX. Nel pubblico invece...
      Gli statali non sono una categoria protetta,
      hanno solo quello che tutti dovrebbero avere, le
      ferie e le malattie pagate (e non totalmente
      pagate ma solo una
      parte).Con "tutti" includi anche naturalmente i professionisti e le partite iva che ad oggi non hanno questi benefici, vero?
      Anche se OT vorrei far presente a chi ha detto
      che l'intervento di brunetta sulle malattie ha
      ridotto del 40% le assenze che il 40% era
      calcolato rispetto al totale dell'anno
      precedente, senza considerare che l'influenza
      invernale non era ancora arrivata e l'anno non
      era finito... praticamente un rapporto senza
      senso... 12 mesi di assenze contro 4 o 5 mesi e
      senza i mesi di
      fuoco...bello.Ecco un confronto parziale limitato al Comune di Milano, preso da un giornale che di certo non è tenero con il governo:http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/02/24/effetto-brunetta-crolla-assenteismo.htmlI confronti, mese per mese, dicono l'opposto di quanto hai sostenuto.[cut]
      p.s. I fortunati della PA che non hanno dirigenza
      ma hanno l'ufficio dopo 20 anni di servizio
      possono contare calcolando premi ed indennizzi
      1500 euro al mese (DOPO 20
      anni).Già, però chissa perchè ogni volta che c'è un concorso per un posticino pubblico (tanto lavoro, stipendio da fame) ci sono decine di migliaia di aspiranti.edit: corretto un link sbagliato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 15.50-----------------------------------------------------------
      • kakkola scrive:
        Re: Tanto fumo e niente arrosto
        Rispondo solo ad alcuni punti:

        I fanXXXXXsti esistono ovunque, sia nel privato

        che nel

        pubblico.

        Vero. Statisticamente posso pensare che siano
        anche nella stessa proporzione rispetto agli
        occupati. Quanti vengono licenziati nel privato
        per questo? Quanti nel pubblico? Tutta qua la
        differenza.
        Questo succede dove non viene applicato il principio di responsabilità. Perché gli strumenti per licenziare chi non lavora ci sono, ma se i dirigenti (designati e protetti dai politici) sono i primi a non fare niente, allora è un disastro. Se i dirigenti fossero remunerati in base ai risultati e licenziati in caso di mancato raggiungimento allora le cose funzionerebbero come nel privato.

        Per esperienza diretta posso assicurarvi che un

        azienda esterna di privati quale HP può creare

        tanti problemi e ritardi quanti vantaggi in una

        PA eppure è privata...

        (perchè?)

        Il problema non è il perchè? La dirigenza HP deve
        rendere conto ai suoi azionisti, altrimenti viene
        messa alla porta come già tante volte è sucXXXXX.
        Nel pubblico invece...Nel pubblico invece l'azionista di riferimento (la politica) deve proteggere i propri interessi e i propri protetti


        Gli statali non sono una categoria protetta,

        hanno solo quello che tutti dovrebbero
        avere,
        le

        ferie e le malattie pagate (e non totalmente

        pagate ma solo una

        parte).

        Con "tutti" includi anche naturalmente i
        professionisti e le partite iva che ad oggi non
        hanno questi benefici,
        vero?
        I lavoratori (statali o no) pagano i vari enti previdenziali per questo, Tant'è che in busta paga ci sono fior di trattenute verso i vari enti previdenziali.I professionisti e le partite iva pagano le assicurazioni per avere lo stesso servizio. Se non stipulano assicurazioni ad hoc è una loro scelta. I lavoratori dipendenti, invece non possono scegliere.


        p.s. I fortunati della PA che non hanno
        dirigenza

        ma hanno l'ufficio dopo 20 anni di servizio

        possono contare calcolando premi ed indennizzi

        1500 euro al mese (DOPO 20

        anni).

        Già, però chissa perchè ogni volta che c'è un
        concorso per un posticino pubblico (tanto lavoro,
        stipendio da fame) ci sono decine di migliaia di
        aspiranti.
        Semplicemente perché il lavoro non c'è e il massimo che viene offerto è una collaborazione a termine mal pagata. E per metter su famiglia ci vuole ben altro.Ma se non ti rendi conto di queste cose, in che paese vivi?
        • logicaMente scrive:
          Re: Tanto fumo e niente arrosto
          Non ci siamo.- Scritto da: kakkola
          Rispondo solo ad alcuni punti:[cut]


          Gli statali non sono una categoria protetta,


          hanno solo quello che tutti dovrebbero

          avere,

          le


          ferie e le malattie pagate (e non totalmente


          pagate ma solo una


          parte).



          Con "tutti" includi anche naturalmente i

          professionisti e le partite iva che ad oggi non

          hanno questi benefici,

          vero?



          I lavoratori (statali o no) pagano i vari enti
          previdenziali per questo, Tant'è che in busta
          paga ci sono fior di trattenute verso i vari enti
          previdenziali.
          I professionisti e le partite iva pagano le
          assicurazioni per avere lo stesso servizio. Se
          non stipulano assicurazioni ad hoc è una loro
          scelta. I lavoratori dipendenti, invece non
          possono
          scegliere.Ma dove? Puoi cortesemente indicarmi una polizza sottoscrivibile in Italia che copra un professionista informatico che non lavora per una decina di giorni perchè si prende un'influenza? (ti aiuto, non esiste).Riguardo alle ferie, invece?E bada che con "professionista" non mi riferisco solo al notaio, parlo anche del giovane che tecnicamente lavora in proprio ma praticamente ha un solo committente.


          p.s. I fortunati della PA che non hanno

          dirigenza


          ma hanno l'ufficio dopo 20 anni di servizio


          possono contare calcolando premi ed indennizzi


          1500 euro al mese (DOPO 20


          anni).



          Già, però chissa perchè ogni volta che c'è un

          concorso per un posticino pubblico (tanto
          lavoro,

          stipendio da fame) ci sono decine di migliaia di

          aspiranti.



          Semplicemente perché il lavoro non c'è e il
          massimo che viene offerto è una collaborazione a
          termine mal pagata. E per metter su famiglia ci
          vuole ben
          altro.
          Ma se non ti rendi conto di queste cose, in che
          paese
          vivi?In Italia; dal tono delle tue risposte direi che ci abito da qualche anno prima di te. Dal dopoguerra ad oggi (compresi gli anni del boom economico) hai mai sentito di concorsi pubblici dove non abbiano partecipato pletore di aspiranti?Solo per la cronaca: negli ultimi quindici anni le retribuzioni nel pubblico impiego sono salite molto più di quelle nel privato. Aumento di produttività nel settore pubblico o clientela?
          • kakkola scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            Non ci siamo.

            - Scritto da: kakkola

            Rispondo solo ad alcuni punti:

            [cut]




            Gli statali non sono una categoria protetta,



            hanno solo quello che tutti
            dovrebbero


            avere,


            le



            ferie e le malattie pagate (e non totalmente



            pagate ma solo una



            parte).





            Con "tutti" includi anche naturalmente i


            professionisti e le partite iva che ad oggi
            non


            hanno questi benefici,


            vero?






            I lavoratori (statali o no) pagano i vari enti

            previdenziali per questo, Tant'è che in busta

            paga ci sono fior di trattenute verso i vari
            enti

            previdenziali.

            I professionisti e le partite iva pagano le

            assicurazioni per avere lo stesso servizio. Se

            non stipulano assicurazioni ad hoc è una loro

            scelta. I lavoratori dipendenti, invece non

            possono

            scegliere.

            Ma dove? Puoi cortesemente indicarmi una polizza
            sottoscrivibile in Italia che copra un
            professionista informatico che non lavora per una
            decina di giorni perchè si prende un'influenza?
            (ti aiuto, non
            esiste).
            Riguardo alle ferie, invece?http://www.assiprofessionisti.it/infortuni.htmCopre infortuni e ricoveri.Un dipendente pubblico tecnico informatico, profilo tecnico da laureato (laurea magistrale) prende meno di 9 euro l'ora. Un mio amico tecnico informatico libero professionista laureato (laurea triennale) prende sui 50 euro l'ora.Nella differenza ci rientrano ampiamente ferie e malattia. E la macchina da 50.000 euro.
            Solo per la cronaca: negli ultimi quindici anni
            le retribuzioni nel pubblico impiego sono salite
            molto più di quelle nel privato. Confronto: contratto enti locali, cat D1 (laurea) sistemista CED con circa 20 server e 200 client da gestire: compenso 1250 Euro mensiliprofilo equivalente in azienda privata di dimensioni comaprabili: 1500 Euro mensili + superminimo produttività 7.000 annui una tantum.Fai te il confronto.Comunque se pensi che il pubblico impiego sia tutta questa pacchia, fai un concorso, vincilo e vai a fare la fame da dipendete pubblico.
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: kakkola
            - Scritto da: logicaMente


            I lavoratori (statali o no) pagano i vari enti


            previdenziali per questo, Tant'è che in busta


            paga ci sono fior di trattenute verso i vari

            enti


            previdenziali.


            I professionisti e le partite iva pagano le


            assicurazioni per avere lo stesso servizio. Se


            non stipulano assicurazioni ad hoc è una loro


            scelta. I lavoratori dipendenti, invece non


            possono


            scegliere.



            Ma dove? Puoi cortesemente indicarmi una polizza

            sottoscrivibile in Italia che copra un

            professionista informatico che non lavora per
            una

            decina di giorni perchè si prende un'influenza?

            (ti aiuto, non

            esiste).

            Riguardo alle ferie, invece?

            http://www.assiprofessionisti.it/infortuni.htm
            Copre infortuni e ricoveri.Ti ho chiesto una cosa precisa. MI hai risposto con una cosa ben diversa. Ti fai forse ricoverare per un'influenza o basta il certificato del medico e poi stai a casa? Noto poi che nelle condizioni mettono in chiaro che l'assicurazione copre solo dal 30° giorno di ricovero in poi... proprio come la mutua dei dipendenti, eh!

            Un dipendente pubblico tecnico informatico,
            profilo tecnico da laureato (laurea magistrale)
            prende meno di 9 euro l'ora.per otto ore al giorno, tutti i giorni, comprese le festività soppresse, le malattie, le ferie. E se naviga su FB per 8 ore prende ancora la stessa somma. Giusto?

            Un mio amico tecnico informatico libero
            professionista laureato (laurea triennale) prende
            sui 50 euro
            l'ora.
            Nella differenza ci rientrano ampiamente ferie e
            malattia.Ah, ecco. Non hai mai lavorato in proprio, vero?

            Solo per la cronaca: negli ultimi quindici anni

            le retribuzioni nel pubblico impiego sono salite

            molto più di quelle nel privato.

            Confronto: contratto enti locali, cat D1 (laurea)
            sistemista CED con circa 20 server e 200 client
            da gestire: compenso 1250 Euro
            mensili

            profilo equivalente in azienda privata di
            dimensioni comaprabili: 1500 Euro mensili +
            superminimo produttività 7.000 annui una
            tantum.

            Fai te il confronto.Si lo faccio, qual'è l'azienda di "dimensioni comparabili" con lo Stato italiano?Strano poi che queste cifre non escano mai quando si parla di sfruttamento degli informatici e tutti, nel privato, dicono di prendere 800 al mese come Co.Co.Co.
            Comunque se pensi che il pubblico impiego sia
            tutta questa pacchia, fai un concorso, vincilo e
            vai a fare la fame da dipendete
            pubblico.Non girare nel manico. Non parlo di pacchia. Parlo di grosse sacche di gente che riscuote uno stipendio sicuro ogni mese e durante l'orario di lavoro gioca su FB.
          • kakkola scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto

            Non girare nel manico. Non parlo di pacchia.
            Parlo di grosse sacche di gente che riscuote uno
            stipendio sicuro ogni mese e durante l'orario di
            lavoro gioca su
            FB.e io invece parlo di chi durante l'orario di lavoro lavora e viene additato comunque come fannullone da buzzurri incapaci di una qualunque analisi critica degna di questo nome. Gente che odia gli altri. Cmq ripeto: se pensi che lavorare nel pubblico sia una pacchia prova a fare un concorso e a vincerlo se sei capace. O ti hanno escluso sempre per manifesta incapacità?
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: kakkola

            Non girare nel manico. Non parlo di pacchia.

            Parlo di grosse sacche di gente che riscuote uno

            stipendio sicuro ogni mese e durante l'orario di

            lavoro gioca su

            FB.

            e io invece parlo di chi durante l'orario di
            lavoro lavora e viene additato comunque come
            fannullone da buzzurri incapaci di una qualunque
            analisi critica degna di questo nome. Gente che
            odia gli altri. Cmq ripeto: se pensi che lavorare
            nel pubblico sia una pacchia prova a fare un
            concorso e a vincerlo se sei capace. O ti hanno
            escluso sempre per manifesta
            incapacità?Se ti dicessi che un concorso l'ho vinto (correva l'anno 1998 - funzionario di Polizia) ma poi ho deciso di tornare a fare la libera professione per lo schifo che ho visto nella PA mi crederesti? Forse no, si fa prima ad offendere dando dell'incapace... permettimi di girarti la questione: quanto penseresti di reggere a fare un lavoro vero? Da quanto scrivevi qualche post sopra anche gli incapaci guadagnano il quintuplo di un impiegatino che ha vinto un concorso quindi...Mi raccomando, posta qua solo dentro all'orario di lavoro, così avvalori la mia tesi, eh!
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: kakkola

            Non girare nel manico. Non parlo di pacchia.

            Parlo di grosse sacche di gente che riscuote uno

            stipendio sicuro ogni mese e durante l'orario di

            lavoro gioca su

            FB.

            e io invece parlo di chi durante l'orario di
            lavoro lavora e viene additato comunque come
            fannullone da buzzurri incapaci di una qualunque
            analisi critica degna di questo nome. Gente che
            odia gli altri. Cmq ripeto: se pensi che lavorare
            nel pubblico sia una pacchia prova a fare un
            concorso e a vincerlo se sei capace. O ti hanno
            escluso sempre per manifesta
            incapacità?Se ti dicessi che un concorso l'ho vinto (correva l'anno 1998 - funzionario di Polizia) ma poi ho deciso di tornare a fare la libera professione per lo schifo che ho visto nella PA mi crederesti? Forse no, si fa prima ad offendere dando dell'incapace... permettimi di girarti la questione: quanto penseresti di reggere a fare un lavoro vero? Da quanto scrivevi qualche post sopra anche gli incapaci guadagnano il quintuplo di un impiegatino che ha vinto un concorso quindi...Mi raccomando, posta qua solo dentro all'orario di lavoro, così avvalori la mia tesi, eh!
          • kakkola scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto


            Se ti dicessi che un concorso l'ho vinto (correva
            l'anno 1998 - funzionario di Polizia) ma poi ho
            deciso di tornare a fare la libera professione
            per lo schifo che ho visto nella PA mi
            crederesti?si, ti crederei perché ci sono alcune PA che sono dei baracconi immensi (hai detto che eri funzionari di polizia, vero?) e altre che funzionano benino. Di solito quelle che funzionano benino sono quelle più piccole.


            Forse no, si fa prima ad offendere dando
            dell'incapace... permettimi di girarti la
            questione: quanto penseresti di reggere a fare un
            lavoro vero? Fino a due anni fa lavoravo in media 70 ore alla settimana, fai te! sabato e domenica erano tutte pari.Al solito, sono tutti capaci di riempirsi la bocca senza sapere come stanno le cose

            Mi raccomando, posta qua solo dentro all'orario
            di lavoro, così avvalori la mia tesi,
            eh!Veramente questa settimana sono a casa in recupero forzato, visto che ho 128 ore dello scorso anno da recuperare. E questo grazie all'inutile burocrazia soffocante che il tuo amico Brunetta continua ad attuare..Saluti.
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: kakkola

            Forse no, si fa prima ad offendere dando

            dell'incapace... permettimi di girarti la

            questione: quanto penseresti di reggere a fare
            un

            lavoro vero?

            Fino a due anni fa lavoravo in media 70 ore alla
            settimana, fai te! sabato e domenica erano tutte
            pari.Quindi hai confermato che nel pubblico si lavora meno...

            Al solito, sono tutti capaci di riempirsi la
            bocca senza sapere come stanno le
            coseConcordo.




            Mi raccomando, posta qua solo dentro all'orario

            di lavoro, così avvalori la mia tesi,

            eh!

            Veramente questa settimana sono a casa in
            recupero forzato, visto che ho 128 ore dello
            scorso anno da recuperare. Quindi hai confermato che nel pubblico si lavora meno...
            E questo grazie
            all'inutile burocrazia soffocante che il tuo
            amico Brunetta continua ad
            attuare..Poverino, obbligato a farsi le ferie.PLONK
          • kakkola scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: kakkola



            Forse no, si fa prima ad offendere dando


            dell'incapace... permettimi di girarti la


            questione: quanto penseresti di reggere a fare

            un


            lavoro vero?



            Fino a due anni fa lavoravo in media 70 ore alla

            settimana, fai te! sabato e domenica erano tutte

            pari.

            Quindi hai confermato che nel pubblico si lavora
            meno...


            Veramente ero impiegato presso una pubblica amministrazione...

            Al solito, sono tutti capaci di riempirsi la

            bocca senza sapere come stanno le

            cose

            Concordo.








            Mi raccomando, posta qua solo dentro
            all'orario


            di lavoro, così avvalori la mia tesi,


            eh!



            Veramente questa settimana sono a casa in

            recupero forzato, visto che ho 128 ore dello

            scorso anno da recuperare.

            Quindi hai confermato che nel pubblico si lavora
            meno...
            Avrei preferito riscuotere denaro contante per il lavoro fatto invece di essere preso in giro con riposi forzati

            E questo grazie

            all'inutile burocrazia soffocante che il tuo

            amico Brunetta continua ad

            attuare..

            Poverino, obbligato a farsi le ferie.
            Ripeto: avrei preferito ricevere moneta sonante, visto che erano ore lavorate...
          • kakkola scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: kakkola



            Forse no, si fa prima ad offendere dando


            dell'incapace... permettimi di girarti la


            questione: quanto penseresti di reggere a fare

            un


            lavoro vero?



            Fino a due anni fa lavoravo in media 70 ore alla

            settimana, fai te! sabato e domenica erano tutte

            pari.

            Quindi hai confermato che nel pubblico si lavora
            meno...
            Sicuramente lavoravo meno ore quando ero socio in una s.r.l, qualche tempo fa...
          • pandadisoss ato _ scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower
            Spero che questo post tu l'abbia scritto in un
            paio di fadici 15 minuti di riposo ogni due ore e
            non ti sia dedicato al tuo solito tab switching
            da 1 minuto col cervello in multitasking che
            tanto giova alla
            produttività.E' praticamente inutile cercare di far capire come stanno le cose, nella PA Io ho visto entrambi i mondi è l'unica differenza è che nel privato hai meno certezze... nel mantenere il lavoroCuriosamente però i pc più infetti e più ricchi di giochini erano proprio quelli delle aziende private...- Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: kakkola

            - Scritto da: logicaMente




            I lavoratori (statali o no) pagano i vari
            enti



            previdenziali per questo, Tant'è che in
            busta



            paga ci sono fior di trattenute verso i vari


            enti



            previdenziali.



            I professionisti e le partite iva pagano le



            assicurazioni per avere lo stesso servizio.
            Se



            non stipulano assicurazioni ad hoc è una
            loro



            scelta. I lavoratori dipendenti, invece non



            possono



            scegliere.





            Ma dove? Puoi cortesemente indicarmi una
            polizza


            sottoscrivibile in Italia che copra un


            professionista informatico che non lavora per

            una


            decina di giorni perchè si prende
            un'influenza?


            (ti aiuto, non


            esiste).


            Riguardo alle ferie, invece?



            http://www.assiprofessionisti.it/infortuni.htm

            Copre infortuni e ricoveri.

            Ti ho chiesto una cosa precisa. MI hai risposto
            con una cosa ben diversa. Ti fai forse ricoverare
            per un'influenza o basta il certificato del
            medico e poi stai a casa? Noto poi che nelle
            condizioni mettono in chiaro che l'assicurazione
            copre solo dal 30° giorno di ricovero in poi...
            proprio come la mutua dei dipendenti,
            eh!
            Visto che lavori nel privato dovresti conoscere molto bene tutte le polize di questo tipo a me le proponevano almeno una volta la settimanaSe guardi persino la tua banca garantisce contratti agevolati di questo genere, cerca nei pacchetti all inclusive.Se malattia e ferie non ti sono retribuite il problema non è della pa ma tuo, se tu e come te tutti si rifiutassero di fare lavori sottopagati e con contratti a progetto i datori di lavoro sarebbero costretti a fare contratti più adeguati.Anche io per una vita ho lavorato come co.co.co. sotto pagato e sotto stimato, tanto da decidermi a mettermi in proprio, se devi faticare e farti le malattie gratis che almeno i compensi veri entrino nelle mie tasche e non nelle tasche di uno che ti vende a 100 e ti da 8 promettendoun contratto che non ti darà mai.Magari se lo stato (che non sono i dipendenti che tanto disprezzi ma la classe politica) non ti portasse via il 51% dei tuoi introiti, non ti costringesse ad anticipare l'iva, ti venisse in contro con qualche agevolazione o supporto non necessariamente monetario, forse potresti permettertianche tu (se datore di lavoro) di pagare le ferie o le malattie dei tuoi dipendenti (se dipendente) di pagarti una poliza privata aggiuntiva.Sono quelli i problemi nn gli strombazzamenti, su facebook.



            Un dipendente pubblico tecnico informatico,

            profilo tecnico da laureato (laurea magistrale)

            prende meno di 9 euro l'ora.

            per otto ore al giorno, tutti i giorni, comprese
            le festività soppresse, le malattie, le ferie. E
            se naviga su FB per 8 ore prende ancora la stessa
            somma.
            Giusto?
            Sulla base di quale dato reale hai dichiari che tutti i dipendenti pubblici fanno tutti uso di facebook 8 ore al giorno?Cosa ti fa pensare che sia certo che un dipendente privato non faccia la stessa cosa?Conosco parecchi dipendenti privati che lo fanno (FB, come myspace, youtube, badoo etc) ma nn sono mai stati licenziati perchè?




            Un mio amico tecnico informatico libero

            professionista laureato (laurea triennale)
            prende

            sui 50 euro

            l'ora.

            Nella differenza ci rientrano ampiamente ferie e

            malattia.

            Ah, ecco. Non hai mai lavorato in proprio, vero?
            Magari non hai fatto bene i conti... 8 ore di lavoro:Dipendente pubblico: 72 Euro LordeAutonomo Privato: 400 Euro LordeA quei 400 euro ci togliamo l'iva al 20%? fanno circa ~333 euroCi togliamo le tasse? facciamo il 50%? fanno circa ~166 euroSiamo praticamente al netto e mi pare proprio che sono più del doppio... del lordo di un dipendente pubblico.Se poi non hai l'abilità di procurati clienti non dipende di sicuro dai dipendenti pubblici.



            Solo per la cronaca: negli ultimi quindici
            anni


            le retribuzioni nel pubblico impiego sono
            salite


            molto più di quelle nel privato.



            Confronto: contratto enti locali, cat D1
            (laurea)

            sistemista CED con circa 20 server e 200 client

            da gestire: compenso 1250 Euro

            mensili



            profilo equivalente in azienda privata di

            dimensioni comaprabili: 1500 Euro mensili +

            superminimo produttività 7.000 annui una

            tantum.



            Fai te il confronto.

            Si lo faccio, qual'è l'azienda di "dimensioni
            comparabili" con lo Stato
            italiano?
            La tua risposta non ha senso, mi vuoi dire che date le dimensioni della società italia non si possono fare confronti?La "Deloitte &. Touche" a fine 2007 contava 150.000 impiegati ben più del totale degli impiegati ministeriali (i fannulloni in oggetto della discussione) un tecntico IT facendo il suo lavoro percepisce nelle stesse proporzionidel confronto sopra citato, se volevi un aziende di dimensioni comparabili ce l'hai.Non dimenticare poi che già dal 2006 viene applicata una politica di riduzione dei posti di lavoro pubblici per per cui ogni 5 dipendenti che vanno in pensione 1 solo posto viene nuovamento reso disponibile, il che implica che il dipendente pubblico che puntualmente riceve un rinnovo (aumento) di contratto con un ritardo di soli 4 anni sui due previsti deve da solo sobbarcarsi il lavoro di chi è andato in pensione con un rapporto tendente a 1lavoratore per le mansioni di 5.Con questa logica in pochi anni un dipendente (quindi uno stipendio) farà o dovra cercare di fare, il lavoro di 5 dipendenti, cosa forse accettabile in regioni come la campania dove l'esubero è evidente e ben conosciuto ma non applicabile in altre regioni quali la lombardia o il veneto ove invece il numero di dipendenti pubblici è anzi al disotto del necessario.Il bello di tutto ciò e che (regioni a statuto speciale escluse) quando si applicano sistemi come quello sopra citato al fine di ridurre gli esuberi, tali sistemi vengono applicati a tutti, le conseguenze sono una forse ottimizzazione in alcune regioni (i cui politici subito gridano alla crisi di posti di lavoro = voti) ed un evidente ed avvilente calo qualitativo delle altre regioni... fai tu
        • shevathas scrive:
          Re: Tanto fumo e niente arrosto

          disastro. Se i dirigenti fossero remunerati in
          base ai risultati e licenziati in caso di mancato
          raggiungimento allora le cose funzionerebbero
          come nel
          privato.
          è il politico che decide se il dirigente ha fatto bene o meno.E l'unica soluzione è: se il politico che fa male perde la cadrega allora controllerà e farà funzionare i dirigenti e questi, a cascata, faranno funzionare il tutto.
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            Un po OT...Hai notato come dopo le 17:30 sono spariti i difensori del pubblico impiego?Finito l'orario di lavoro, finito il cazzeggio. Uhmm :D
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            Un po OT...

            Hai notato come dopo le 17:30 sono spariti i
            difensori del pubblico
            impiego?

            Finito l'orario di lavoro, finito il cazzeggio.
            Uhmm
            :DUahahah Verissimo! Lo volevo scrivere alle 17.10 ma ho avuto attendere un po' per sicurezza e me ne sono dimenticato! (rotfl)
          • CCC scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            Un po OT...

            Hai notato come dopo le 17:30 sono spariti i
            difensori del pubblico
            impiego?

            Finito l'orario di lavoro, finito il cazzeggio.
            Uhmm
            :Din compenso sono rimasti i "laoratori" autonomi...cazzeggio perenne
      • pandadisoss ato _ scrive:
        Re: Tanto fumo e niente arrosto
        - Scritto da: logicaMente
        Caro panda, permettimi qualche appunto qua e la.

        - Scritto da: pandadisoss ato _


        In Corea, il controllo su internet è

        terrificante, e pensate che tutto è incominciato

        con il blocco di alcuni siti di social
        networking

        negli uffici statali (mi ricorda

        qualcosa...)ufficialmente per un incremento di

        produttività [cut]

        Per questo parlavo di pericoloso precedente.

        Non mi risulta. Nella Corea del Nord (immagino ti
        riferissi a quella) internet per la massa non c'è
        mai stata, la grandissima maggioranza della
        popolazione non dispone nemmeno dell'energia
        elettrica ad uso privato... tra l'altro i
        pochissimi accessi ad internet si trovano proprio
        e solo negli uffici
        statali

        http://www.ibls.com/internet_law_news_portal_view.

        Sono contrario alla censura, quando cioè come in
        Nord Corea si impedisce lo scambio di idee. Il
        blocco di FB nella PA non mi sembra
        paragonabile.
        Guarda questa serie di commenti e dimmi se da una pu??ana?a come questa non emerge una sensazione di "necessità" di controllo e verificadel lavoratore (chiunque esso sia) al fine di migliorarne la produttività.Come già detto se a porre il filtro è il nostro tecnico responsabile della rete, lui sa cosa sta facendo e perchè, quindi ha un senso se è un politico a deciderlo da adito a seri dubbi.Cosa ci vedo di paragonabile, bhè! data tale necessità sarà dovere dei politici dare una regolamentazione a quel caos anarchico che è internetCito (Testo introduttivo dell'inizziativa "freeblogger")"Il senatore D'Alia dell'UDC vuole oscurare la Rete. Ha proposto un emendamento, approvato in Senato, a un disegno di legge di Brunetta che obbligherà i provider a oscurare siti, blog o social media come YouTube e Facebook su richiesta del ministero degli Interni per reati di opinione, ad esempio un filmato o un gruppo che invitano a non osservare una legge considerata ingiusta. Senza nessuna sentenza della magistratura. Questo, oggi, avviene solo in Cina. e (aggiungo io) in Corea."Guarda oltre alla polemica, hai dimostrato d'essere sveglio a sufficenza.

        (newbie) metterei una policy che ti abbuia lo
        schermo per 15 minuti ogni due ore. Non per
        impedirti di navigare su FB. Per evitare che tra
        qualche anno un abbassamento della vista possa
        essere attribuito a cause di servizio e pagato
        lautamente...
        Pensi sul serio che la cosa sia fattibile? Come avvolte capita anche nel privato, tutti i dipendenti sono obbligati a seguire corsi d'aggiornamento con verifica finale delle conoscenze acquisite e relativo certificato, riguardanti le leggi sulla sicurezza nel posto di lavoro e le norme comportamentali conseguenti.Se uno si acceca a stare al pc, anche se la colpa è del monitor troppo vetusto o qualitativamente pessimo (le aziende private le gare d'appalto le vincono con i prezzi ultra bassi non per la qualità dei prodotti offerti) vi è la conprova (legalmente valida) che egli era coscenza dei pericoli ed era stato sufficientemente informato/formato dal datore di lavoro (non sono mica scemi come si crede).


        I fanXXXXXsti esistono ovunque, sia nel privato

        che nel

        pubblico.

        Vero. Statisticamente posso pensare che siano
        anche nella stessa proporzione rispetto agli
        occupati. Quanti vengono licenziati nel privato
        per questo? Quanti nel pubblico? Tutta qua la
        differenza.
        Le probabilità sarebbero le stesse se i datori di lavoro privati non usassero i mezzi che il governo ha dato loro per sottopagare e sfruttare idipendenti ed i lavoratori fossero anche solo un minimo conschi di quali sono i loro diritti in quanto tali.


        Per esperienza diretta posso assicurarvi che un

        azienda esterna di privati quale HP può creare

        tanti problemi e ritardi quanti vantaggi in una

        PA eppure è privata...

        (perchè?)

        Il problema non è il perchè? La dirigenza HP deve
        rendere conto ai suoi azionisti, altrimenti viene
        messa alla porta come già tante volte è sucXXXXX.
        Nel pubblico
        invece...
        Credo ti sia sfuggito che in quel caso HP lavorava come azienda esterna alla PA per la PA e prima degli azionisti in un azienda privata vengonoi clienti, che i dindi per gli azionisti li tirano fuori in prima mano.Il loro lavoro in molti casi è risultato lento inefficace e assolutamente inadeguato, eppure sono dei privati (tutti santi) tanto che soluzioni interne molto grezze ma pratiche, fatte in nottate di lavoro a casa (non retribuite) di alcuni dipendenti hanno permesso di velocizzare molti processi di elaborazione/conversione dati interni in molto meno tempo ed a costi nettamente inferiori.La domanda non è perchè? si lo è! Perchè loro lavorano così? Perchè in 6 mesi di presenza hanno fatto girare un numero incredibile di giovani assunti a tempo determinato e a costi da miserabili per portare avanti il progetto, ho visto neo laureati, diplomati e tanti altri sbattersi per risolvere problemi anche di una certa entità per meno di 800 euro al mese, dei co.co.co. anche se ora non si chiamano più così come me quando iniziai a lavorare (sono un informatico pure io) senza un minimo di speranza di crescere o di poter costruire qualcosa nel loro futuro, senza certezze.Se questi sono i veri lavoratori allora abbattiamo i dipendenti pubblici ultimo blando esempio di quello che dovrebbe essere il diritto al lavoro edalla dignità di TUTTI i lavoratori dipendenti.I dipendenti delle PA non sono privilegiati, hanno quello che i nostri genitori si sono guadagnati a suon di scioperi e legnate ma che molti delle nuove generazioni non sanno nemmeno d'avere dei diritti.

        Gli statali non sono una categoria protetta,

        hanno solo quello che tutti dovrebbero
        avere,
        le

        ferie e le malattie pagate (e non totalmente

        pagate ma solo una

        parte).

        Con "tutti" includi anche naturalmente i
        professionisti e le partite iva che ad oggi non
        hanno questi benefici,
        vero?
        No non li comprendo, se decidi di lavorare in proprio sei tu l'imprenditore di te stesso sei il tuo datore di lavoro e sei tu che devi garantirti le ferie e le malattie pagate.Questi benefici li devi garantire ai tuoi lavoratori dipendenti anche perchè quando ne avrai saranno loro a produrre per te quando sarai malato o in ferie.
        • panda_disos sato scrive:
          Re: Tanto fumo e niente arrosto



          Anche se OT vorrei far presente a chi ha detto

          che l'intervento di brunetta sulle malattie ha

          ridotto del 40% le assenze che il 40% era

          calcolato rispetto al totale dell'anno

          precedente, senza considerare che l'influenza

          invernale non era ancora arrivata e l'anno non

          era finito... praticamente un rapporto senza

          senso... 12 mesi di assenze contro 4 o 5 mesi e

          senza i mesi di

          fuoco...bello.

          Ecco un confronto parziale limitato al Comune di
          Milano, preso da un giornale che di certo non è
          tenero con il
          governo:
          http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/r

          I confronti, mese per mese, dicono l'opposto di
          quanto hai
          sostenuto.
          La Repubblica è un giornale che non è tenero con il governo? Lo sai vero che è il giornale è controllato dal gruppo Mondadori vero? Lo sai chi è l'azionista di maggioranza della mondadori? il nostro attuale capo del governo... non sia mai che io dica che La repubblic è controllata, non lo è la rai che è governativa e ufficialmente superpartes figurati la repubblica. Avendo lavorato per molto tempo a stetto contatto con enti statistici ti posso assicurare che gli stessi dati posso dire il bello ed il cattivo tempoa seconda di chi li illustra.Giusto per fare un esempio banale ma vero (cito, rapporto statistico annuale del veneto):"l'Istituto di ricerca Prometeia stima per il Veneto una crescita complessiva del PIL pari a un +1,8% nel 2007 e una prospettiva di +0,7% per il 2008"Io ci vedo un calo, ma se poi vai a vedere l'esposizione del rapporto te lo intornano come un dato positivo in quanto non negativo, persino i graficisembrano fatti apposta... E' facile falsare l'idea della gente se questi non usano il loro cervello per capire quello che ascoltano, troppo facile, sopratutto qui in italia.


          p.s. I fortunati della PA che non hanno
          dirigenza

          ma hanno l'ufficio dopo 20 anni di servizio

          possono contare calcolando premi ed indennizzi

          1500 euro al mese (DOPO 20

          anni).

          Già, però chissa perchè ogni volta che c'è un
          concorso per un posticino pubblico (tanto lavoro,
          stipendio da fame) ci sono decine di migliaia di
          aspiranti.
          Da quel che ho capito c'eri anche tu tra quelli... capita anche a me è sucXXXXX...
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            Di tutte le sciocchezze che hai messo nei vari post commento solo questa.- Scritto da: panda_disos sato
            La Repubblica è un giornale che non è tenero con
            il governo?

            Lo sai vero che è il giornale è controllato dal
            gruppo Mondadori vero? Lo sai chi è l'azionista
            di maggioranza della mondadori?

            il nostro attuale capo del governo... non sia mai
            che io dica che La repubblic è controllata, non
            lo è la rai che è governativa e

            ufficialmente superpartes figurati la repubblica. Il giornale "La Repubblica" fa parte del gruppo editoriale L'Espresso.http://www.gruppoespresso.it/gruppoesp/ita/index.jspIl presidente del gruppo L'Espresso (e quello che quindi ne detta alla fine la linea editoriale) è un certo Carlo De Benedetti che ha piantato alcune delle più pesante grane legali al signor B. negli ultimi trent'anni. La Mondadori ha tanti giornali, ma non Repubblica che - magari non ti ricordi - è stata quella che ha coniato il termine "Cavaliere Nero" quando Berlusconi (non ancora ufficialmente in politica) appoggiò per la prima volta Fini a candidato sindaco di Roma.Mi fermo qua anche con te, continua a difendere il tuo orticello.
          • panda_disos sato scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            - Scritto da: logicaMente
            Di tutte le sciocchezze che hai messo nei vari
            post commento solo
            questa.
            [...]
            Mi fermo qua anche con te, continua a difendere il tuo
            orticello.Ti tutte le sciocchezze VERE che ho detto commenti l'unica inesattezza, mea culpa, Il mondadori rappresenta solo il 14% del controllo del gruppo editoriale...Questo chiaramente per sviare l'attenzione dai punti in cui era sconveniente replicare. E' molto più semplice replicare basandosi su esempi inventati e criticando ciecamente un ragazzino che difende suo padre dal linciaggio pubblico che rivalutare il proprio punto di vista accettando che forse le cose non stanno proprio come pensavi, l'autocritica è vietata...Io ho fatto il possibile per giustificate con esempi reali non supposti il mio pensiero, non mi sono limitato a fomentare la gente con affermazioni basate sull'aria o luoghi comuni a fare di tutta l'erba un fascio e cercare magari di dargli fuoco (parlo simbolicamente, ovviamente). Ho spiegato dove, sta il vero problema, e cosa si nasconde dietro a tale plateale azione politica. L'unica cosa che hai saputo fare è tentare di portare il discorso verso qualcosa che non centra molto, tralasciando i punti importanti (non scaricabili con una battuta sarcastica o saccente), bravo.Essendo il tuo commento largamente OT ti rifocalizzo su cosa in vero si nasconde dietro a tante fanfare ed esili giustificazioni contro l'ultima ruota del carro statale, i dipendenti e il social network del momento.Cito nuovamente (Testo introduttivo dell'iniziativa "freeblogger")"Il senatore D'Alia dell'UDC vuole oscurare la Rete. Ha proposto un emendamento, approvato in Senato, a un disegno di legge di Brunetta che obbligherài provider a oscurare siti, blog o social media come YouTube e Facebook SU RICHIESTA DEL MINISTERO DEGLI INTERNI per reati di opinione, ad esempio unfilmato o un gruppo che invitano a non osservare una legge considerata ingiusta. SENZA NESSUNA SENTENZA DELLA MAGISTRATURA.Questo, oggi, avviene solo in Cina. e (aggiungo io) in Corea."E cioè una struttura di governo che a suo piacimento decide cosa possiamo o non possiamo vedere e o ascoltare.Dietro alla paura per i fannulloni si nasconde solo il primo palese passo (e non è la prima volta che ci provano, prima il male si chiamava p2p...), alla creazione di regole per filtrare quanto possibile anche questo mezzo di comunicazione.Pandadisossato
          • logicaMente scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto

            Essendo il tuo commento largamente OT ti
            rifocalizzo su cosa in vero si nasconde dietro a
            tante fanfare ed esili giustificazioni contro
            l'ultima ruota del carro statale, i dipendenti e
            il social network del
            momento.[cut]Argomento interessante, veramente. Ma è questo ad essere OT. Il malcostume nella PA e la censura sono due cose diverse, sono contro ad entrambe ma non si può nascondersi dietro la scusa della censura (di FB, poi?) per evitare il problema dell'inefficienza della PA.
            E cioè una struttura di governo che a suo
            piacimento decide cosa possiamo o non possiamo
            vedere e o
            ascoltare.mentre lavori per la suddetta struttura, pagato per fare altro si, of course. Trovami un solo articolo del codice del lavoro dove si dica che al dipendente è conXXXXX di farsi i ca@@i propri durante l'orario di lavoro.
            Dietro alla paura per i fannulloni si nasconde
            solo il primo palese passo (e non è la prima
            volta che ci provano, prima il male si chiamava
            p2p...), alla creazione di regole per filtrare
            quanto possibile anche questo mezzo di
            comunicazione.Dimostri anche scarsa conoscenza di internet. Basta.P.S. giusto riguardo agli "esempi reali" dove parli di statistiche, matematica e spacci competenze: Giusto per fare un esempio banale ma vero (cito, rapporto statistico annuale del veneto):"l'Istituto di ricerca Prometeia stima per il Veneto una crescita complessiva del PIL pari a un +1,8% nel 2007 e una prospettiva di +0,7% per il 2008"Io ci vedo un calo Una minore crescita è e rimane una crescita, non un calo. (vedi alla voce: derivata prima - una volta si studiava al liceo, in diversi istituti tecnici ed anche al primo anno di università).
          • pandadisoss ato_ scrive:
            Re: Tanto fumo e niente arrosto
            Non ho offeso nessuno se poi hai trovato offensive le mie parole che descrivevano i tuoi atteggiamenti per quello che erano è affar tuo.In quanto ad invenzioni bislacche, ad inventarsi una storia a supporto delle tue illazioni sei stato tu non io.Il mio errore è stato non verificare in maniera approfondita i dati in mio possesso.

            Argomento interessante, veramente. Ma è questo ad
            essere OT. Il malcostume nella PA e la censura
            sono due cose diverse, sono contro ad entrambe ma
            non si può nascondersi dietro la scusa della
            censura (di FB, poi?) per evitare il problema
            dell'inefficienza della PA.


            E cioè una struttura di governo che a suo

            piacimento decide cosa possiamo o non possiamo

            vedere e o

            ascoltare.

            mentre lavori per la suddetta struttura, pagato
            per fare altro si, of course. Trovami un solo
            articolo del codice del lavoro dove si dica che
            al dipendente è conXXXXX di farsi i ca@@i propri
            durante l'orario di
            lavoro.
            Il mio non è OT in quanto strettamente connesso a questa notizia, rileggiti cosa comprende l'intervento di legge, con la scusa di FB e il consenso popolare dato dal preconcetto che nella PA sono tutti fannulloni. Si vogliono creare un organismo di governo che decidere a cosa tu, come tutti noi, potremo accedere in futuro via internet, se i contenuti di un sito non piaceranno al governo, li renderanno inaccessibili... SEMPRE non solo quando lavori ma anche quando sei a casa.

            Dietro alla paura per i fannulloni si nasconde

            solo il primo palese passo (e non è la prima

            volta che ci provano, prima il male si chiamava

            p2p...), alla creazione di regole per filtrare

            quanto possibile anche questo mezzo di

            comunicazione.

            Dimostri anche scarsa conoscenza di internet.
            Basta.
            La conosco quanto basta per sapere che per uno che sa come aggirare certi filtri, altri 10(e più) invece no, in certi casi ignorano persino l'esistenza di tali filtri.Questo tu non l'hai considerato, ovviamente.

            P.S. giusto riguardo agli "esempi reali" dove
            parli di statistiche, matematica e spacci
            competenze:

            Giusto per fare un esempio banale ma vero
            (cito, rapporto statistico annuale del
            veneto):

            "l'Istituto di ricerca Prometeia stima per il
            Veneto una crescita complessiva del PIL pari a un
            +1,8% nel 2007 e una prospettiva di +0,7% per il
            2008"
            Io ci vedo un calo

            Una minore crescita è e rimane una crescita, non
            un calo. (vedi alla voce: derivata prima - una
            volta si studiava al liceo, in diversi istituti
            tecnici ed anche al primo anno di
            università).Il dato di persè è come è stato esposto e commentato ufficialmente, se provi a calcolarti il trend di crescita degli ultimi 10 anni(se sai cos'è una derivata prima, sai anche calcolarti il delta (o differenza) anno per anno e vedrai che è negativo purtroppo non solo per il veneto.Se questo trend non è messo in evidenza è solo perché la classe politica preferisce, indorare la pillola che perdere voti.Io non spaccio ne competenze ne termini poco consueti, come fai tu, invito gli altri a pensare con la propria testa per non farsi manipolare.
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: Tanto fumo e niente arrosto
      Spero che questo post tu l'abbia scritto in un paio di fadici 15 minuti di riposo ogni due ore e non ti sia dedicato al tuo solito tab switching da 1 minuto col cervello in multitasking che tanto giova alla produttività.
  • Thomas Stocco scrive:
    si è pagati per lavorare
    penso che la formazione personale (gazzetta.it) e il divertimento debba collocarsi nel tempo privato. Si è al lavoro per lavorare, bisogna produrre, dare servizi, si ricopre un ruolo in quanto formati ed informati per svolgere quel lavoro. Il datore di lavoro deve orientare a questo proposito la struttura e i dipendenti.
  • Maurizio scrive:
    Nemmeno internet
    Ma per quale motivo i dipendenti pubblici hanno acXXXXX a internet?Ovvio che devi togliergli Facebook, gazzetta & company, se non sanno regolamentarsi e perdono più di 3 minuti giornalieri del proprio lavoro in fandonie, invece di assolvere i propri compiti.5 minuti d'email - mezzo di comunicazione che può essere paragonato al telefonino a mio avviso ormai al gioro d'oggi - due volte al giorno, e basta.Via internet totalmente se non sanno autoregolamentarsi e non hanno un po' di pudore.
    • Gipippo scrive:
      Re: Nemmeno internet
      E' evidente che non sai di cosa stai parlando.Sono un pubblico dipendente ed uso internet.Se non lo avessi perderei un sacco di tempo a cercare numeri di telefono, non risprmierei un sacco di soldi dell'amministrazione (quindi anche tuoi) perchè dovrei mandare fax invece di files, dovrei aspettare che i files di cui ho bisogno mi vengano portati a mano in ufficio, non potrei cercare l'esito delle raccomandate che spedisco, i miei superiori (quelli che decidono di bloccare internet) non potrebbero lavorare da casa e mandarmi il lavoro in ufficio, dovrei chiedere ore di permesso per fare cose che online faccio in 5 minuti (è vero sono cose personali, me all'aministrazione conviene che io faccia queste cose seduto alla mia scrivania, magari nella pausa caffè, piuttosto che prendendo dei permessi...).Quindi stai dicendo delle fesserie, come tutti coloro che criticano i dipendenti pubblici senza essere a conoscenza di quello che succede negli uffici (per riassumere in una battuta siamo mandati alla guerra con le armi giocattolo, però da noi si pretende la vittoria...).PS: detto questo devo anche dire che sono d'accordo a togliere l'acXXXXX a Facebook, almeno io ho salutato questa decisione presa nel mio ufficio come una cosa positiva.
  • invasore scrive:
    giustissimo
    Non è una questione di pubblico o privato. Facebook va eliminato da tutti i posti di lavoro. Conosco un sacco di gente che ne fa uso e quasi tutti lo usano sul posto di lavoro per cazzeggiare invece che lavorare. Le aziende accorte lo hanno già eliminato, quelle ancora più accorte lo concedono durante la pausa pranzo.
  • marvin scrive:
    Esistono i proxy e i buoni sistemisti
    La pubblica amministrazione (come del resto la maggior parte delle aziende) ha bisogno di buoni sistemisti e di un PROXY ben configurato.C'è modo di limitare l'uso di FaceBook e di altri siti per un quantitativo di tempo limitato giornaliero appunto utilizzando un buon PROXY. Non capisco tutto questo piagnisteo.Se l'italiano medio fa il furbo "rubando" tempo prezioso al lavoro, c'è modo di "educarlo" senza imporgli la punizione di togliere la macchinetta del caffé, chiudere definitivamente la saletta fumatori, impedire completamente l'acXXXXX a Facebook, ...Per me che faccio il sysAdmin questo è un "non problema".
    • kakkola scrive:
      Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti
      - Scritto da: marvin
      La pubblica amministrazione (come del resto la
      maggior parte delle aziende) ha bisogno di buoni
      sistemisti e di un PROXY ben
      configurato.

      C'è modo di limitare l'uso di FaceBook e di altri
      siti per un quantitativo di tempo limitato
      giornaliero appunto utilizzando un buon PROXY.
      Non capisco tutto questo
      piagnisteo.

      Se l'italiano medio fa il furbo "rubando" tempo
      prezioso al lavoro, c'è modo di "educarlo" senza
      imporgli la punizione di togliere la macchinetta
      del caffé, chiudere definitivamente la saletta
      fumatori, impedire completamente l'acXXXXX a
      Facebook,
      ...

      Per me che faccio il sysAdmin questo è un "non
      problema".Il problema non è tecnico, ma "politico".Già otto anni fa usando Squid con Calamaris per le statistiche e squidguard per definire ACL utilizzate per filtrare e limitare la banda, mi trovai davanti ad un numero smodato di accessi al sito del Grande Fratello. La prima cosa che feci fu quella di bloccare il sito. Poi però mi chiesi in base a quale criterio e in base a quale diritto divino fossi autorizzato a bloccare un qualunque sito per un utente? Allora feci scalare il problema ai piani alti che iniziarono a ipotizzare blocchi su blocchi, ACL e similari. Fu creata una commissione ad hoc che dopo due mesi di lavoro stabilì che era troppo dispendioso mantenere ACL e che una politica troppo restrittiva avrebbe avuto ricadute molto negative sul lavoro corrente, perché Internet era uno strumento indispensabile.
      • Lemon scrive:
        Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti



        Il problema non è tecnico, ma "politico".
        Già otto anni fa usando Squid con Calamaris per
        le statistiche e squidguard per definire ACL
        utilizzate per filtrare e limitare la banda, mi
        trovai davanti ad un numero smodato di accessi al
        sito del Grande Fratello. La prima cosa che feci
        fu quella di bloccare il sito. Poi però mi chiesi
        in base a quale criterio e in base a quale
        diritto divino fossi autorizzato a bloccare un
        qualunque sito per un utente? Te lo dico io: tu come sysadmin hai il dovere di far funzionare al meglio l'infrastruttura informatica, tu puoi anche fregartene del fatto che l'utente A guarda il sito del Grande Fratello, però appena l'utente B deve fare una teleconferenza con un cliente remoto, o una teleassistenza, o un corso on-line ecc ecc e si trova la rete lenta... allora a quel punto entri in gioco tu.Quello che non bisogna fare è giudicare credo, ma mettere filtri per migliorare uno strumento di lavoro è comunque lodevole, senza voler fare i censori, semplicemente per limitare l'abuso dello strumento.
        Allora feci scalare
        il problema ai piani alti che iniziarono a
        ipotizzare blocchi su blocchi, ACL e similari. Fu
        creata una commissione ad hoc che dopo due mesi
        di lavoro stabilì che era troppo dispendioso
        mantenere ACL e che una politica troppo
        restrittiva avrebbe avuto ricadute molto negative
        sul lavoro corrente, perché Internet era uno
        strumento
        indispensabile.E' vero se vuoi bloccare TUTTO quello che è extra lavorativo. Se però vuoi bloccare la gran parte delle XXXXXte (inteso come siti rischiosi per la sicurezza informatica) più qualche sito particolarmente trafficato, si tratta allora di poche ore di configurazione e un monitoraggio settimanale o mensile di qualche decina di minuti.
        • kakkola scrive:
          Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti


          E' vero se vuoi bloccare TUTTO quello che è extra
          lavorativo. Se però vuoi bloccare la gran parte
          delle XXXXXte (inteso come siti rischiosi per la
          sicurezza informatica) più qualche sito
          particolarmente trafficato, si tratta allora di
          poche ore di configurazione e un monitoraggio
          settimanale o mensile di qualche decina di
          minuti.Si, ma ribadisco che la scelta su cosa bloccare è una scelta politica che deve essere presa dalla dirigenza. Altrimenti tu come sysadmin potresti decidere di bloccare repubblica.it solo perché tu leggi PI e non Repubblica, tralasciando il fatto che per qualche altro ufficio (ufficio stampa e comunicazione per esempio) i quotidiani di informazione sono uno strumento essenziale per il lavoro.Fare il "Master" della situazione non rientra nei compiti di un sysadmin. Ognuno abbia l'umiltà di rimanere nei confini del proprio ruolo.Saluti
          • Lemon scrive:
            Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti

            Si, ma ribadisco che la scelta su cosa bloccare è
            una scelta politica che deve essere presa dalla
            dirigenza. Altrimenti tu come sysadmin potresti
            decidere di bloccare repubblica.it solo perché tu
            leggi PI e non Repubblica, tralasciando il fatto
            che per qualche altro ufficio (ufficio stampa e
            comunicazione per esempio) i quotidiani di
            informazione sono uno strumento essenziale per il
            lavoro.

            Fare il "Master" della situazione non rientra nei
            compiti di un sysadmin. Ognuno abbia l'umiltà di
            rimanere nei confini del proprio
            ruolo.

            SalutiConcordo solo in parte. Quando configuri il firewall non vai dalla dirigenza a chidere cosa chiudere o cosa aprire, semplicemente conosci la realtà aziendale e fai al meglio il tuo lavoro. Così come quando configuri un antivirus o un antispam.Credo che la stessa cosa sia per i filtri proxy. Certo è che ci sono cose che vanno bloccate senza bisogno di chiedere mentre altre è meglio concordare con la dirigenza (e non mi apre ci voglia una vita).Da ma XXXXX, warez, p2p, virus, spyware, adsense, webmail e tanti altri sono stati bloccati da me, altri invece li ha scelti la dirigenza. Io credo che l'approccio migliore sia sempre dettato dal buon senso, senza quindi fare i "master" come dici tu.
      • invasore scrive:
        Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti
        tradotto: quelli della commissione guardavono il grande fratello...Scherzi a parte. Sono pienamente d'accordo con te che non è lavoro da SysAdmin quello di censurare internet, ma 2 mesi di commissione? mi paiono un po troppi. Probabilemtne ora sarebbe diverso ci sono sturmenti molto semplici e immediate con costi veramente contenuti per limitare e monitorare il traffico. Credo sia possibilissimo raggiungere un buon compromesso che soddisfi (un po) tutti.
    • invasore scrive:
      Re: Esistono i proxy e i buoni sistemisti
      anche io sono un sysadmin e ti assicuro che i miei dipendenti fanno un uso di facebook letteralemnte INDEGNO. Tu sei fortunato che evidentemente hai dei dipendenti responsabili, io no (non tutti almeno) quindi entro breve limiteremo l'accessibilità a facebook alla pausa pranzo... P.S.Nell'articolo si fa cenno al fatto che un servizio bloccato non può essere utilizzato a favore dell'azienda. Per quella che è la mia esperienza questa evenienza con facebook non esiste.
  • Gabbriellla Carrrluccc cci scrive:
    Io sono d'accordo
    Bisogna bloccare facebook, è il male.
  • z f k scrive:
    ammortizzatore sociale
    Facile dire "licenziamo chi non fa abbastanza" nella PA.Ma non bisogna dimenticare che il pubblico impiego ha anche una funzione di ammortizzatore sociale, dando un lavoro anche a chi non raggiunge l'efficenza media.Che si fa? Si licenziano tutti alla prima verifica? Si stila una lista delle eccezioni? E chi la stila e come decide chi e' dentro e chi e' fuori? Le conoscete bene le vicende dei falsi invalidi...Vogliamo ridurre il numero degli impiegati pubblici? Se quelli delle categorie protette non si possono liceziare, finisce che il loro peso percentuale cresce man mano e indovinate che fine fa l'efficienza dell'Ufficio?Una soluzione potrebbe essere l'obbligo per i privati di assumersi la loro quota di appartenenti alle cat. protette... Sempre che non ci sia gia' (ma allora aumentiamogliela).Premiare chi lavora meglio o di piu'? E come si determinano? Con qualche metrica? Non fatemi ridere: la valutazione basata su metriche e' sempre stata un fallimento: i lavoratori si concentrano sulla metrica lasciando andare a peripatetiche tutto il resto e a lungo andare la situazione peggiora per poi precipitare.Auguri.CYA
    • logicaMente scrive:
      Re: ammortizzatore sociale
      - Scritto da: z f k
      Facile dire "licenziamo chi non fa abbastanza"
      nella
      PA.

      Ma non bisogna dimenticare che il pubblico
      impiego ha anche una funzione di ammortizzatore
      sociale, dando un lavoro anche a chi non
      raggiunge l'efficenza
      media.Vero. E giusto.

      Che si fa? Si licenziano tutti alla prima
      verifica? Si stila una lista delle eccezioni? E
      chi la stila e come decide chi e' dentro e chi e'
      fuori? Le conoscete bene le vicende dei falsi
      invalidi...Si potrebbe ad esempio fare una stima (una "media") del numero di pratiche per ufficio in tutto il paese per poter confrontare la "produttività" - qualcosa del genere viene già fatto per confrontare i tribunali - e poi, ad esempio, dare un premio di produttività ai dirigenti degli uffici virtuosi e licenziare quelli che non lo sono. Il dirigente licenziato dovrebbe essere sostituito da uno "promosso" nell'ufficio stesso; ogni anno si replica. Scommettiamo che qualcosa si muoverebbe?
      Vogliamo ridurre il numero degli impiegati
      pubblici?Vogliamo (vorremmo) che lavorassero.
      Una soluzione potrebbe essere l'obbligo per i
      privati di assumersi la loro quota di
      appartenenti alle cat. protette... Sempre che non
      ci sia gia' (ma allora
      aumentiamogliela).C'è già, per le aziende di certe dimensioni che possono assorbirli in mansioni adeguate senza risentirne. Potrebbe essere una buona idea prevedere ulteriori sgravi fiscali per chi ne assume in sovrannumero, in modo da incentivarne l'ingresso nel privato.
      Premiare chi lavora meglio o di piu'? E come si
      determinano? Con qualche metrica? Non fatemi
      ridere: la valutazione basata su metriche e'
      sempre stata un fallimento: i lavoratori si
      concentrano sulla metrica lasciando andare a
      peripatetiche tutto il resto e a lungo andare la
      situazione peggiora per poi
      precipitare.Meglio fare come adesso quindi? O hai qualche suggerimento? A me pare che la situazione sia già peggiorata e già precipitata da tempo.
    • gino scrive:
      Re: ammortizzatore sociale
      - Scritto da: z f k
      Facile dire "licenziamo chi non fa abbastanza"
      nella
      PA.

      Ma non bisogna dimenticare che il pubblico
      impiego ha anche una funzione di ammortizzatore
      sociale, dando un lavoro anche a chi non
      raggiunge l'efficenza
      media.
      Guarda che per accedere al pubblico impiego occorre aver superato un concorso. Solitamente sono concorsi estenuanti con migliaia di candidati, dove alla fine arrivano in pochi. Anche chi è raccomandato deve comunque avere un buon livello di prepatazione, altrimenti viene cassato alle prime prove.
      • Mr.God scrive:
        Re: ammortizzatore sociale
        - Scritto da: gino
        Anche chi è raccomandato deve comunque avere un
        buon livello di prepatazione, altrimenti viene
        cassato alle prime
        prove.Buongiorno ingenuitá. I raccomandati consegnano in bianco, il test viene opportunamente compilato dopo.
        • kakkola scrive:
          Re: ammortizzatore sociale
          - Scritto da: Mr.God
          - Scritto da: gino

          Anche chi è raccomandato deve comunque avere un

          buon livello di prepatazione, altrimenti viene

          cassato alle prime

          prove.

          Buongiorno ingenuitá. I raccomandati consegnano
          in bianco, il test viene opportunamente compilato
          dopo.Sicuramente capitano anche queste cose ma la mia esperienza personale è che senza alcuna raccomandazione ho vinto 4 concorsi e mi sono piazzato in graduatoria in altrettanti...
    • MeX scrive:
      Re: ammortizzatore sociale
      ma infatti la soluzione non c'é.Questa é l'Italia, sono gli Italiani e la societá italiana.Vincono i furbi, gli affabulatori, i venditori di fumo... io ho realizzato questo é ho cambiato paese, lo so é un po'drastico, ma lottare una vita per dare alla popó il sapor del cioccolato non é gratificante!PS: per farci le vacanze resta il mio paese preferito! ;)
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: ammortizzatore sociale
      Ti hanno risposto in pochi perché hai scritto benissimo.Ti faccio solo una domanda e sono molto curioso di leggere la risposta che sicuramente sarà interessante.A quelli che devono sopperire alle carenze delle persone più sfortunate, che giustamente hanno il diritto di essere tutelate ed avere un lavoro, ai primi che riconoscimento diamo?Se gli individui problematici fanno quello che possono, a volte danno il 100% delle loro capacità ma il risultato è scarso, chi rimane si sobbarca il loro lavoro ed il proprio.Credo tu sappia che nelle pubbliche amministrazioni si ragiona a numeri, pertanto 100 dipendenti = 100 pratiche al giorno.Ma se dai 100 togliamo il 20% di persone "mutuate" per così dire e senza offesa alcunapoi togliamo il 25% di fannullonipoi togliamo il 10% di malati o in ferie o in recupero...ti renderai conto che i circa 50 che rimangono lavorano per 100.E non è una stupidata, è quasi una realtà se consideri che il blocco del turnover è in opera da oltre 20 anni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 12.36-----------------------------------------------------------
  • Stein Franken scrive:
    LOL
    I commenti di oggi sono veramente spassosi :D(si sto ca**eggiando anch'io ora...) (rotfl)
  • Io io scrive:
    Viva Brunetta! Abbasso i fannulloni
    L'uso improprio e personale degli strumenti di lavoro dovrebbe portare ad un richiamo, una censura e poi al licenziamento.Oltre giustamente a filtrare alla fonte ciò che di sicuro non serve per fini di servizio pubblico come chattare con gli amici.
    • kakkola scrive:
      Re: Viva Brunetta! Abbasso i fannulloni
      - Scritto da: Io io
      L'uso improprio e personale degli strumenti di
      lavoro dovrebbe portare ad un richiamo, una
      censura e poi al
      licenziamento.

      Oltre giustamente a filtrare alla fonte ciò che
      di sicuro non serve per fini di servizio pubblico
      come chattare con gli
      amici.O scrivere messaggi nei forum di PI.
  • MeX scrive:
    ad ogni modo...
    si vede che il problema non é FB... guarda in quanti stiamo a cazzeggiare su PI! :D
  • ZombyWoof scrive:
    non prendiamoci in giro
    nei posti di lavoro c'è un abuso evidente di facebook, ed è inaccettabile e puerile dire "se non mi fai andare su facebook gioco a tetris". al lavoro si lavora, sei pagato per lavorare, un conto è una pausa di 5-10 minuti ogni tanto, ma c'è gente che ci sta praticamente tutto il giorno.
    • sixam scrive:
      Re: non prendiamoci in giro
      - Scritto da: ZombyWoof
      ...al
      lavoro si lavora, sei pagato per lavorare, un
      conto è una pausa di 5-10 minuti ogni tanto, ma
      c'è gente che ci sta praticamente tutto il
      giorno.D'accordo. Pero' il problema non si risolve bloccando l'acXXXXX alla rete:- chi dirige dovrebbe prendersi la responsabilita' (anche xche' e' pagato per quello) di "mettere i dipendenti in condizioni di lavorare", cioe' "di dargli del lavoro da fare". Se il mio capo si fa i c@##i suoi, e non da' niente da fare ai dipendenti, si merita solo dipendenti che cazzeggiano.- sempre chi dirige dovrebbe essere in grado di valutare il rendimento dei sottoposti, ed adattare il lavoro. Se do un lavoro da consegnare entro 10 gg, e me lo consegnano in tempo, non mi interessa come lo hanno portato a termine. Se pero' scopro che il 90% del tempo hanno cazzeggiato, sara' mia responsabilita' ridurre i tempi di consegna, xche' questo significa che ho sovrastimato i tempi di realizzazione.Bye by SixaM 8-]
  • Vanjkos scrive:
    banda
    Nel mio caso, abbiamo dovuto chiudere l'acXXXXX a Facebook in quanto saturava la banda Internet. Quotidianamente, 40-60% del traffico finiva verso o veniva da server di Facebook.Se qualcuno vuole perdere tempo in ufficio, può farlo benissimo anche senza FB .FB è un fenomeno passeggero,e l'amministrazione farebbe meglio a preoccuparsi di altre cose!
  • Lo Schiavista scrive:
    SCHIAVI LAVORATE !!!
    Cosa puoi aspettarti da degli SCHIAVI??????????Essere un "dipendente".....lo dice la parola stessa, signigifa non essere "liberi ed indipendenti"!Essere un "dipendente" significa essere uno SCHIAVO!!!E fino a quando la legislazione non cambierà per LIBERARE DAVVERO IL LAVORO......cosa puoi aspettarti da uno SCHIAVO???
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
      Appunto. Se sei dipendente devi lavora'.Altrimenti apriti na partita IVA, fai della tua vita ciò che vuoi e vedi se riesci a campare navigando su Facebook.
    • MeX scrive:
      Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
      esatto!Ora ti consiglio di andare su un isolotto e:- coltivare la terra (cosí non dipendi dalle multinazionali del cibo)- studiare medicina e visitarti da solo (cosí non dipendi dalla sanitá PUBBLICA, che tanto son dei fannulloni)e via discorrendo...Tutti dipendiamo da tutti... siamo una societá... in una rete di servizi e relazioni economiche che ci "affezionano" a vicenda... ma se per te, essere schiavo diretto dal tuo lavoro e dagli incassi di danaro é libertá tanto meglio per te... ;)
      • MeX scrive:
        Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
        perché?Perhcé al chirurgo fa comodo sfruttare a suo favore la lungaggine della sanitá pubblica, in questo modo, ti puó offrire il servizio "subito" ma privatamente, incassando molti piú soldi... se poi non fai la ricevuta c'é pure uno sconticino ;)eh si... il privato é sempre meglio :D
        • Nathaniel Hornblower scrive:
          Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
          - Scritto da: MeX
          perché?
          Perhcé al chirurgo fa comodo sfruttare a suo
          favore la lungaggine della sanitá pubblica, in
          questo modo, ti puó offrire il servizio "subito"
          ma privatamente, incassando molti piú soldi... se
          poi non fai la ricevuta c'é pure uno sconticino
          ;)

          eh si... il privato é sempre meglio :DEsattamente. Vedo che cominci anche tu ad essere meno garantista...
          • MeX scrive:
            Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
            ma infatti guarda che il decreto brunetta sposta l'attenzione su chi subisci la mala organizzazione del settore pubblico, ossia, distoglie la plebe e "garantisce" i veri fannulloni :)
    • poipoi scrive:
      Re: SCHIAVI LAVORATE !!!
      "Essere un "dipendente".....lo dice la parola stessa, signigifa non essere "liberi ed indipendenti"!Essere un "dipendente" significa essere uno SCHIAVO!!!"AAAH... che ragionamento sublime! Che capacità logico/analitiche incredibili! Ma te... ammettilo, dai... sei una luce che rischiara l'oscurità e si erge a Faro nel buio abisso dell'ignoranza di noi tutti, affinché possiamo seguire la retta via...No, dai, dillo, parli seriamente?
  • afiorillo scrive:
    Siamo alle solite
    Riecco il relativismo della responsabilità: "non è questo il problema".A parte il fatto che fare i blasé di fronte allo scempio dell'efficienza nella PA è - quello sì! - un ricercare facili ribalte, lo spostare continuamente la responsabilità da un aspetto ad un altro, come se ve ne fosse una sola, serve solo a non individuarne nessuna, mantenendo lo status quo. È proprio con ragionamenti come quello di Mantellini che si permette l'anarchia, presupponendo che il "popolo" contenga in sé una sorta di autocontrollo, di controreazione in grado di limitarne gli svarioni in nome del bene comune. XXXXXXX.Non è tessendo sperticate lodi a Facebook che si nasconde sotto il tappeto il monte ore di fanXXXXXsmo, che col portalone è semplicemente cresciuto, non ha certo mutato natura. Così come non è facendo passare Brunetta per una sorta di buffo nano da giardino in cerca del quarto d'ora di notorietà (vecchissima tecnica staliniana: se non puoi battere il tuo nemico sul campo, ridicolizzalo) che si aiuta questo Paese a risalire la china della civiltà. Piuttosto, sfruttando l'autorevolezza e la diffusione di una testata come questa - e contribuendo così al passaparola della verità e non della disinformazione e dello scaricabarile - si deve rendere noto il rapporto che esiste tra social network e vita reale, e come le due cose siano sotto moltissimi punti di vista sovrapponibili (cambia solo il medium). Che se non è "socialmente accettabile" che un impiegato se ne vada a zonzo con gli amici durante l'orario di lavoro, così non lo è se lo fa tramite Facebook. Altrimenti si nega la natura "sociale" dello strumento e bisogna cercarne un'altra.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 09.54-----------------------------------------------------------
    • kakkola scrive:
      Re: Siamo alle solite
      - Scritto da: afiorillo
      Riecco il relativismo della responsabilità: "non
      è questo il
      problema".E invece è proprio questo il problema. Se lavoro in un'azionda con una stuttura gerarchica, il mio responsabile deve essere capace di gestirmi, dandomi lavori adeguarti alle mie capacità e controllando i risultati del mio lavoro. Se non lavoro significa che lui non si cura di quello che faccio; cioè non fa il proprio lavoro. E questo si propaga a salire nella catena di responsabilità.
      È proprio con ragionamenti come
      quello di Mantellini che si permette l'anarchia,
      presupponendo che il "popolo" contenga in sé una
      sorta di autocontrollo, di controreazione in
      grado di limitarne gli svarioni in nome del bene
      comune.La struttura gerarchca delle aziende (pubbliche o private) non mi pare né anarchica né incline ad alcun "autocontrollo". Chi sta sopra gestisce ed è responsabile del avoro di chi sta sotto. In caso di problemi nella gestione del rapporo tra "capo" e "subordinato" il problema scala alle gerarchie più alte.
      XXXXXXX.
      Non è tessendo sperticate lodi a Facebook che si
      nasconde sotto il tappeto il monte ore di
      fanXXXXXsmo, che col portalone è semplicemente
      cresciuto, non ha certo mutato natura. Così come
      non è facendo passare Brunetta per una sorta di
      buffo nano da giardino in cerca del quarto d'ora
      di notorietà (vecchissima tecnica staliniana: se
      non puoi battere il tuo nemico sul campo,
      ridicolizzalo) che si aiuta questo Paese a
      risalire la china della civiltà. Beh, fin'ora non è che abbi afatto cose utili, tranne fare prove di azzeramento di alcuni di ritti fondamentali dei lavoratori conquistati tra il 1800 e il 1900 come il diritto alla malattia. Diritti che per ora sono negati nel pubblico, m apresto lo saranno per tutti i lavoratori.
      Piuttosto,
      sfruttando l'autorevolezza e la diffusione di una
      testata come questa - e contribuendo così al
      passaparola della verità e non della
      disinformazione e dello scaricabarile - si deve
      rendere noto il rapporto che esiste tra social
      network e vita reale, e come le due cose siano
      sotto moltissimi punti di vista sovrapponibili
      (cambia solo il medium). Che se non è
      "socialmente accettabile" che un impiegato se ne
      vada a zonzo con gli amici durante l'orario di
      lavoro, così non lo è se lo fa tramite Facebook.Sono d'accordo. Ma non è con politiche proibizioniste che si ottiene il risultato. Se un impiegato se neva a zonzo con gli amici durante l'orario di lavoro significa che c'è un responasbile mooooolto "distratto" (usando un eufemismo). Responsabile che nelle proprie mansioni ha nache quella della gestione dei lavoratori assegnati al proprio gruppo.
      • logicaMente scrive:
        Re: Siamo alle solite
        - Scritto da: kakkola
        - Scritto da: afiorillo

        Riecco il relativismo della responsabilità: "non

        è questo il

        problema".

        E invece è proprio questo il problema. Se lavoro
        in un'azionda con una stuttura gerarchica, il mio
        responsabile deve essere capace di gestirmi,
        dandomi lavori adeguarti alle mie capacità e
        controllando i risultati del mio lavoro. Se non
        lavoro significa che lui non si cura di quello
        che faccio; cioè non fa il proprio lavoro. E
        questo si propaga a salire nella catena di
        responsabilità.LOL, cioè stai dicendo che se passi le giornate a cazzeggiare invece che a lavorare la colpa non è tua, ma di chi ti deve controllare? (rotfl)Come a dire che se uno commette un omicidio la colpa non è sua, ma delle forze dell'ordine che non lo stavano controllando a sufficienza.Se il responsabile non fa il suo lavoro è da punire a sua volta, ma questo non giustifica certo il subordinato che non fa il suo dovere.
        • kakkola scrive:
          Re: Siamo alle solite
          - Scritto da: logicaMente
          - Scritto da: kakkola

          - Scritto da: afiorillo


          Riecco il relativismo della responsabilità:
          "non


          è questo il


          problema".



          E invece è proprio questo il problema. Se lavoro

          in un'azionda con una stuttura gerarchica, il
          mio

          responsabile deve essere capace di gestirmi,

          dandomi lavori adeguarti alle mie capacità e

          controllando i risultati del mio lavoro. Se non

          lavoro significa che lui non si cura di quello

          che faccio; cioè non fa il proprio lavoro. E

          questo si propaga a salire nella catena di

          responsabilità.

          LOL, cioè stai dicendo che se passi le giornate a
          cazzeggiare invece che a lavorare la colpa non è
          tua, ma di chi ti deve controllare?
          (rotfl)
          No, sto dicendo che il mio responsabile deve organizzarmi il lavoro ed essere cosciente di ciò che ho fatto.Se io non lavoro il mio responsabile è in grado di accorgersene immediatamente (se fa il suo dovere) e deve prendere provvedimenti in merito (la normativa vignete lo permette già)Invece si stanno facendo campagne mediatiche su provvedimenti inutili ed i provvedimenti che sarebbero da prendere (come responsabilizzare chi organizza il lavoro) non vengono neanche presi in considerazione....
          Se il responsabile non fa il suo lavoro è da
          punire a sua volta, ma questo non giustifica
          certo il subordinato che non fa il suo
          dovere.Non ho detto che il subordinato è giustificato. Ho dettosolo che deve essere punito chi non fa niente e chi lo mette in condizione di non fare niente.Senza andare a cercare inefficaci provvedimenti esoterici calati dall'alto.
      • pauroso OT scrive:
        Re: Siamo alle solite
        certo certo, se tu cazzeggi è OVVIAMENTE colpa del padrone che non ti da abbastanza lavoro, è ovvio.Aspetta però...se ti danno troppo lavoro e non hai tempo per cazzeggiare allora diventi lo schiavo sottopagato.mah....avete la capacità di dire cose talmente ridicole che non mi sembra vero...
        • kakkola scrive:
          Re: Siamo alle solite
          - Scritto da: pauroso OT
          certo certo, se tu cazzeggi è OVVIAMENTE colpa
          del padrone che non ti da abbastanza lavoro, è
          ovvio.
          Forse parli un'altra lingua? Perché mi metti in bocca frasi che non ho detto? Non ho detto che se uno cazzeggia significa che il padrone non gli da abbastanza lavoro, perché questa è una emerita sciocchezza. Uno può essere oberato di lavoro e stare a cazzeggiare tutto il giorno infischiandosene del lavoro che deve fare. La colpa del "padrone" è quella di non essere capace di sapere cosa fa il proprio dipendente.
          Aspetta però...se ti danno troppo lavoro e non
          hai tempo per cazzeggiare allora diventi lo
          schiavo
          sottopagato.
          Infatti non è giusto. Ma io non ho parlato di carico di lavoro. Lo hai tirato in ballo tu a sproposito, visto che stavamo parlando di altro...
          mah....avete la capacità di dire cose talmente
          ridicole che non mi sembra
          vero...Certo che se capisci fischi per fiaschi...
      • Mauro scrive:
        Re: Siamo alle solite
        Quindi stai dicendo che se te non lavori non è colpa tua ma di chi non ti controlla a dovere? Troppo facile. Questo vuol dire non prendersi le proprie responsabilità. In qualsiasi lavoro se ne hanno e qualsiasi ruolo si ricopre bisogna fare in modo di rispettare e adempire alle proprie mansioni.
        • kakkola scrive:
          Re: Siamo alle solite
          - Scritto da: Mauro
          Quindi stai dicendo che se te non lavori non è
          colpa tua ma di chi non ti controlla a dovere?
          No, sto dicendo che la colpa è anche di chi deve gestire la "risorsa umana" che non lavora a dovere. L'aggravante è che nei contesti dove chi gestisce le risorse umane fa il propri o dovere questo non succede.
          Troppo facile. Questo vuol dire non prendersi le
          proprie responsabilità. In qualsiasi lavoro se ne
          hanno e qualsiasi ruolo si ricopre bisogna fare
          in modo di rispettare e adempire alle proprie
          mansioni.No. Secondo il principio di responsabilità ognuno è responsabile delle proprie azioni. Quindi chi non fa il proprio dovere è in fallo e lo è altrettanto chi per lavoro deve gestire quella risorsa. Anzi, visto il ruolo di responsabilità che deve coprire la responsabilità dei dirigenti è sicuramente maggiore.
          • Mauro scrive:
            Re: Siamo alle solite
            Secondo me stai rigirando un pò la frittata. Prima affermi che è colpa di chi deve controllare. Poi affermi che è ANCHE colpa di chi deve controllare.
  • Mimmus scrive:
    Si, ok, ma...
    ...che senso ha avere dei pezzi di carne insoddisfatti e repressi dietro una scrivania?A furia di vietare, l'impiegato medio risponderà con una inerzia altrettanto vigorosa!Ricordate che un impiegato ha sempre il coltello dalla parte dle manico: in tutta legalità, può rendere i tempi di un servizio veramente insopportabili.Ricordate i dipendenti Alitalia precettati che, per reazione, applicavano alla lettera le procedure, provocando enormi ritardi?
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: Si, ok, ma...
      Quindi conviene mettegli delle massaggiatrici thailandesi alle sue spalle e implorarlo di migliorare il servizio per l'Azienda?
      • MeX scrive:
        Re: Si, ok, ma...
        in molti casi basterebbero contratti degnitosi e uno stipendio che permetta di arrivare a fine mese ;)
        • recapito disperso scrive:
          Re: Si, ok, ma...
          purtoppo come normale cittadino sono testimone di tanti orrori della pubblica burocrazia, ma il problema esiste anche per chi lavora dal di dentro, non dico chi si vuole immolare alla causa ma anche chi vuole darsi da fare e fare un lavoro un minimo dignitoso.. la frustrazione esiste anche per chi vi lavora, e se non giustifico pure capisco chi dopo un tot di esempi di inefficenze e nepotismi dice "ma chi me lo fa fare?"
    • Mauro scrive:
      Re: Si, ok, ma...
      Perchè si dovrebbero creare disservizi dato che l'impiegato, invece di fare il suo lavoro, fa i suoi comodi?Iniziamo a togliere il manico agli impiegati. Facciamo in modo che chi lavora onestamente viene pagato e chi no va fuori.Iniziamo a fare capire che durante le ore di lavoro si lavora. Se vuoi farti i comodi tuoi li fai a casa.Conosco persone che non sottoscrivono un abonamento internet per la casa solo perchè ce l'hanno in ufficio, dimenticando che in ufficio internet viene fornito come strumento di lavoro e non per svago.
      • yenaplyskyn scrive:
        Re: Si, ok, ma...
        Bravo.Facciamo i distinguo che è meglio.Se iniziamo seriamente a distinguere i comportamenti, le capacità e la serietà di ogni singolo dipendente forse certe cose non accadrebbero.Il vero problema è che per fare questo devi coinvolgere i dirigenti...e qui casca l'asino.Come qualcuno ha detto in altro post, così come su Repubblica disse a suo tempo l'articolo di fondo: "Caro sig. Brunetta, non le pare il caso di iniziare dall'alto? Magari farà meno grancassa nei media ma sicuramente avremmo un'amministrazione più efficiente, inutile prendersela con chi non si può difendere e che non decide nulla".E cosa ne direbbero i nostri cari e amati sindacati di iniziare ad accettare la logica della meritocrazia? Magari si incentiva chi veramente vale. Fino ad oggi invece è sempre sopravvissuta la logica del tutto uguale per tutti, così lo sgobbone si ritrovava sempre alla pari con il fannullone oppure ironia della sorte, anche meno pagato nella maggior parte dei casi. Non sto a spiegare quest'ultimo fatto perché sarebbe lunga, ma sappiate che esiste anche questa realtà.
        • Joliet Jake scrive:
          Re: Si, ok, ma...
          Se uno non lavora, si licenzia.Se uno lavora bene, si promuove.Punto.
          • yenaplyskyn scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Ma NON è così....!!!Magari lo fosse.
          • Superman scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Probabilmente ai ragione per quanto riguarda gli uffici pubblici, amministrazioni... magari anche banche/assicurazioni.... ma nel settore privato chi lavora fa guadagnare di piu' "al capo" ... chi non lavora "ruba" uno stipendio .... in quel caso sono sicuro che le cose sono molto diverse
          • yenaplyskyn scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Ti dirò che le cose nelle pubbliche amministrazioni non sono molto diverse.Chi ha premi spettacolari, fino al raddoppio dello stipendio che già di suo è almeno triplo rispetto ai sottoposti, è sempre e solo il capo.Chi gli permette di raggiungere i risultati, nonostante sia spesso palesemente incapace, sono i sottoposti che per gli stessi risultati percepiscono un extra tra i 250 ed i 300 euro lordi annui (non un extra stipendio di ulteriori 35.000,00 - 85.000,00 euro lordi annui come i loro dirigenti).
          • pandadisoss ato scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Se uno lavora bene ma è solo un diplomato qualsiasi nella PA non va da nessuna parte... il privato in questo senso è migliore.
          • yenaplyskyn scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            altra verità...!La bravura non conta!
          • Mauro scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Con la sola differenza che nel privato paghi se sbagli.Nelle PA è sempre colpa di quello che ti dirige vero? Ma perfavore
          • pandadisoss ato _ scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            - Scritto da: Mauro
            Con la sola differenza che nel privato paghi se
            sbagli.
            Nelle PA è sempre colpa di quello che ti dirige
            vero? Ma
            perfavoreSbagliato, data l'eterogeneità dei servizi e dei compiti che ogni singola direzione possiede è fondamentale il lavoro dei dirigenti (li difendete ma sono proprio loro che hanno i megastipendi e non hanno limitazioni nel timbrare o nel fare attività private quali corsi consulenze etc... diversamente dai dipendenti che devono sopravvivere con i loro 1150 euro al mese, di sicuro non pochi rispetto a chi ne prende di meno ma certamente pochi per vivere e mantenere dei figli decorosamente) nel verificare l'effettiva produttività dei dipendenti.Nel caso di giustificata inefficienza produttiva di un lavoratore statale vi sono i presupposti per il licenziamento esattamente come nel privato.Forse vi siete dimenticati che i diritti di un dipendente privato e di un dipendente pubblico sono gli stessi, sanciti da oltre 50 anni di lotte sindacali, e se oggi il privato vive su un precariato così mobile nn è certo colpa di chi ha un "datore di lavoro che sta ai patti sanciti in seguito a tali lotte".Vi fate abbindolare da una minoranza di reali nullafacenti e trattate come immondizia chi invece lavora tutti i giorni esattamente come voi.Se invidiate le loro ferie e malattie pagate, fate valere i vostri diritti come lavoratori, perchè quelli sono diritti non vantaggi degli statali.
          • Mauro scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            So benissimo che i diritti dei lavoratori sono uguali in tutte e due le parti. Solo che a volte i dipendenti pubblici tendono a giustificare la loro inadempienza al lavoro con il pretesto dei dirigenti che non controllano. Io non difendo nesusno. Dico soltanto che è giustissimo che ci siano delle limitazioni e controllo (controllo inteso come strumento per migliorare il servizio) e che il dipendente o dirigente, chiunque esso sia, non approfitti delle situazioni.
      • kakkola scrive:
        Re: Si, ok, ma...
        - Scritto da: Mauro
        Iniziamo a fare capire che durante le ore di
        lavoro si lavora. Se vuoi farti i comodi tuoi li
        fai a
        casa.Ma questo non dovrebbe rientrare nelle mansioni dei "capi" o "responsabili" o "dirigenti" o chi per loro?Si parla di gestione delle "risorse umane" ed esistono laute indennità per chi dovrebbe essere proposto a questo. Ma evidentemente non fa il proprio dovere. O no?
        • Mauro scrive:
          Re: Si, ok, ma...
          ovvio che rientra nelle mansioni dei dirignti o responsabili. E' per questo che si adottano determinate soluzioni. Il problema è che spesso pensiamo che tutto ci è dovuto in determinate circostanze. A volte si perde il senso di responsabilità e questo ne è un esempio.
          • kakkola scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            - Scritto da: Mauro
            ovvio che rientra nelle mansioni dei dirignti o
            responsabili. E' per questo che si adottano
            determinate soluzioni.
            E' talmente ovvio che il ministro Brunetta non ci ha nenache pensato... semplice disattenzione o colpa grave?
          • Mauro scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            Colpa grave. Ma non solo la sua ma anche di chi decide e prende decisioni. In qualsiasi caso non sei autorizzato a fare i tuoi comodi. Se qualcuno tira un sasso ad una finestra te lo imiti solo perchè sai che non ti può succedere nulla? Questa è pura manzanza di responsabilità, dall'alto verso il basso.
          • kakkola scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            - Scritto da: Mauro
            Colpa grave. Ma non solo la sua ma anche di chi
            decide e prende decisioni. In qualsiasi caso non
            sei autorizzato a fare i tuoi comodi. Se qualcuno
            tira un sasso ad una finestra te lo imiti solo
            perchè sai che non ti può succedere nulla? Questa
            è pura manzanza di responsabilità, dall'alto
            verso il
            basso.concordo!
          • Mauro scrive:
            Re: Si, ok, ma...
            allora se concordi con me perchè dovresti essere tanto contraria/o nell'attuare queste procedure?
  • kakkola scrive:
    Ignorato il principio di responsabilità
    Sembra che il buon senso si sia estinto.Facebook, il solitario, il bar, fare la spesa, cazzeggiare tutto il giorno... Tutti hanno la propria soluzione ad ognuno di questi aspetti. Soluzione basata sulle proprie esperienze e fatta su misure per le proprie esigenze. Nessuno che prova a guardare un palmo più in la dal priprio naso. Piccole inutili restrizioni... come diceva il vecchio adagio: "fatta la legge trovato l'inganno".Alla fine dell amia giornata lavorativa, il mio capo vuole il resoconto di ciò che ho fatto, perché abbbiamo degli obiettivi e lui deve rendere conto al suo capo, il quale dovrà rendere conto a qualcun'altro. E' la catena delle responsabilità. Se passo tutto il giorno a cazzeggiare (facebook, twitter, tetris, bar, parlare con i colleghi, leggere il giornale, etc) a fin egiornata il mio capo mi cazzeggia perché non ho fatto il mio lavoro. Se c'è qualcuno che cazzeggia tutto il giorno (su facebook o da qualche altra parte) significa che c'è un caposquadra che non fa il suo dovere, e così via risalendo la catena delle responsabilità.E bloccare facebook non serivrà assolutamente a niente.
    • MeX scrive:
      Re: Ignorato il principio di responsabilità
      QUOTO!- Scritto da: kakkola
      Sembra che il buon senso si sia estinto.
      Facebook, il solitario, il bar, fare la spesa,
      cazzeggiare tutto il giorno...

      Tutti hanno la propria soluzione ad ognuno di
      questi aspetti. Soluzione basata sulle proprie
      esperienze e fatta su misure per le proprie
      esigenze. Nessuno che prova a guardare un palmo
      più in la dal priprio naso.

      Piccole inutili restrizioni... come diceva il
      vecchio adagio: "fatta la legge trovato
      l'inganno".

      Alla fine dell amia giornata lavorativa, il mio
      capo vuole il resoconto di ciò che ho fatto,
      perché abbbiamo degli obiettivi e lui deve
      rendere conto al suo capo, il quale dovrà rendere
      conto a qualcun'altro. E' la catena delle
      responsabilità.

      Se passo tutto il giorno a cazzeggiare (facebook,
      twitter, tetris, bar, parlare con i colleghi,
      leggere il giornale, etc) a fin egiornata il mio
      capo mi cazzeggia perché non ho fatto il mio
      lavoro. Se c'è qualcuno che cazzeggia tutto il
      giorno (su facebook o da qualche altra parte)
      significa che c'è un caposquadra che non fa il
      suo dovere, e così via risalendo la catena delle
      responsabilità.
      E bloccare facebook non serivrà assolutamente a
      niente.
    • sixam scrive:
      Re: Ignorato il principio di responsabilità
      - Scritto da: kakkola...
      perché abbbiamo degli obiettivi(sigh!) Beato te che riesci a lavorare per obiettivi...
      Se passo tutto il giorno a cazzeggiare (facebook,
      twitter, tetris, bar, parlare con i colleghi,
      leggere il giornale, etc) a fin egiornata il mio
      capo mi cazzeggia perché non ho fatto il mio
      lavoro. Piu' che giusto. Lo dico semplicemente xche' ho avuto esperienze di posti in cui il tuo cazzeggio era una giustificazione per il cazzeggio del capo, e viceversa.
      Se c'è qualcuno che cazzeggia tutto il
      giorno (su facebook o da qualche altra parte)
      significa che c'è un caposquadra che non fa il
      suo dovere, e così via risalendo la catena delle
      responsabilità.Quoto. E' inutile lamentarsi che i dipendenti cazzeggiano, quando non viene dato loro da fare. dopo tre volte che segnalo al mio responsabile di essere scarico, e che lui risponde '...si, ora vediamo...dovrebbe partire qualcosa...' (e lo vedo che anche lui si fa i fatti suoi), inizio a farmi anch'io i c@##i miei.Bye by SixaM 8-]
      • recapito disperso scrive:
        Re: Ignorato il principio di responsabilità
        il bello che a volte quando dici di essere scarico c'è chi si incavola pure, come se gli stessi rompendo le scatole con la tua troppa voglia di fare :-(e chissa' se nel momento a loro opportuno invece non ti rinfaccino di non fare un tubosono cose che succedono tranquillamente..
        • sixam scrive:
          Re: Ignorato il principio di responsabilità
          - Scritto da: recapito disperso
          il bello che a volte quando dici di essere
          scarico c'è chi si incavola pure, come se gli
          stessi rompendo le scatole con la tua troppa
          voglia di fare
          :-(..mi sa che lavoriamo in un posto simile... Bye by SixaM 8-]
    • Jayne Cobb scrive:
      Re: Ignorato il principio di responsabilità
      Il principio di responsabilità nel pubblico impiego è impossibile perchè i lavoratori sono di fatto, edingiustamente, intoccabili.E tutti gli altri ne fanno le spese...
      • kakkola scrive:
        Re: Ignorato il principio di responsabilità
        - Scritto da: Jayne Cobb
        Il principio di responsabilità nel pubblico
        impiego è

        impossibile perchè i lavoratori sono di fatto, ed
        ingiustamente, intoccabili.

        E tutti gli altri ne fanno le spese...Beata ignoranza!Se ti leggi il contratto nazionale vedi che non è così. Ci sono tutti gli strumenti per richiamare all'ordine chi non lavora (dal richiamo verbale al richiamo scritto, alla censura alla sospensione fino al licenziamento). O il semplice cambio di mansioni/ufficio. Tanto c'è sempre un ufficio/sede in cui nessuno vorrebbe stare!Però queste cose in televisione non le raccontano... è più facile e fa più audience bollare tutti come fannulloni.
    • poipoi scrive:
      Re: Ignorato il principio di responsabilità
      Quoto. Uno dei pochi (pochissimi) che ragiona e dice cose sensate.
  • MeX scrive:
    l'italietta...
    ha scoperto Facebook... e la prima reazione é la caccia alle streghe... che tristezza...Secondo me un'azienda deve scegliere una linea:- tolleranza zero verso internet- apertura verso internetPerché se il tuo lavoratore é un fannullone se gli togli Facebook fará flames su PI, se gli chiudi PI andrá su www.giochiniflash.it se gli chiudi quello si sollazza sui blog di wordpress... ... adesso é per colpa di Facebook che uno non ha voglia di lavorare?Forse c'é questa "antipatia" verso Facebook per le discussioni e i gruppi con migliaia di iscritti contro la "vera" informazioni in Italia?Che paese ridicolo!SVEGLIA!!!!
    • Nathaniel Hornblower scrive:
      Re: l'italietta...
      - Scritto da: MeX
      ha scoperto Facebook... e la prima reazione é la
      caccia alle streghe... che
      tristezza...

      Secondo me un'azienda deve scegliere una linea:
      - tolleranza zero verso internet
      - apertura verso internet

      Perché se il tuo lavoratore é un fannullone se
      gli togli Facebook fará flames su PI, se gli
      chiudi PI andrá su www.giochiniflash.it se gli
      chiudi quello si sollazza sui blog di
      wordpress... ... adesso é per colpa di Facebook
      che uno non ha voglia di
      lavorare?

      Forse c'é questa "antipatia" verso Facebook per
      le discussioni e i gruppi con migliaia di
      iscritti contro la "vera" informazioni in
      Italia?

      Che paese ridicolo!
      SVEGLIA!!!!E' più facile ragionare all'inverso. Bloccare tutto per poi aprire i siti richiesti dagli utenti e verificati attinenti con il lavoro. SVEGLIA!!!!!!
      • MeX scrive:
        Re: l'italietta...

        E' più facile ragionare all'inverso. Bloccare
        tutto per poi aprire i siti richiesti dagli
        utenti e verificati attinenti con il lavoro.

        SVEGLIA!!!!!!ti é sfuggito questo mio paragrafo:
        Secondo me un'azienda deve scegliere una linea:
        - tolleranza zero verso internet
        - apertura verso internet
        • Nathaniel Hornblower scrive:
          Re: l'italietta...
          - Scritto da: MeX

          E' più facile ragionare all'inverso. Bloccare

          tutto per poi aprire i siti richiesti dagli

          utenti e verificati attinenti con il lavoro.



          SVEGLIA!!!!!!

          ti é sfuggito questo mio paragrafo:

          Secondo me un'azienda deve scegliere una linea:

          - tolleranza zero verso internet

          - apertura verso internetNo, l'avevo letto ma mi pareva troppo una stvonzata! (rotfl)
          • MeX scrive:
            Re: l'italietta...
            cioé "tolleranza 0" verso internet, ossia tutto chiuso eccetto ció che serve all'azienda?No perché mi semrba che poi tu avessi detto proprio questo :)
    • Pruffolo scrive:
      Re: l'italietta...
      E' evro che l'informazione è sotto controllo di capitalisti ed è pesantemente in conflitto di interesse, però facebook (ammesso che ci si possa leggere qualcosa di furbo) te lo puoi guardare a casa tua.
      • MeX scrive:
        Re: l'italietta...
        giá... ma com'é possibile che si censuri FB e nessuno censura www.gazzetta.it o il forum del Milan?Allora se si decide che internet é fonte di cazzeggio si lasciano aperti solo i siti utili al lavoroSe i tuoi dipendenti giocano a ping-pong e monopoli in ufficio, guardi il gioco che usano di piú e lo proibisci o proibisci di giocare in ufficio?
        • shevathas scrive:
          Re: l'italietta...
          - Scritto da: MeX
          giá... ma com'é possibile che si censuri FB e
          nessuno censura www.gazzetta.it o il forum del
          Milan?
          è una questione di fair use per dirlo all'americana. Se FB o gazzetta o che_cavolo.it si guardano per due minuti e poi si torna a lavorare nessuno protesta, se si rimane ore ed ore allora è anche giusto proibirlo.
          Allora se si decide che internet é fonte di
          cazzeggio si lasciano aperti solo i siti utili al
          lavoro
          rovescio la frase, se troppi cazzeggiano su internet allora si lasciano aperti solo i siti istituzionali.
          Se i tuoi dipendenti giocano a ping-pong e
          monopoli in ufficio, guardi il gioco che usano di
          piú e lo proibisci o proibisci di giocare in
          ufficio?Se passano ore a farsi i tornei di ping - pong in ufficio ordine di servizio che nel PC può essere presente solo il software autorizzato dall'azienda e una settimana dopo ordine ai sistemisti di disinstallare qualsiasi cosa non sia autorizzata.Se ci giocano 10 minuti in periodo di stanca chiudo un occhio.
          • MeX scrive:
            Re: l'italietta...



            è una questione di fair use per dirlo
            all'americana. Se FB o gazzetta o che_cavolo.it
            si guardano per due minuti e poi si torna a
            lavorare nessuno protesta, se si rimane ore ed
            ore allora è anche giusto
            proibirlo.beh molti siti apparentemente innocui possono essere grande fonte di cazzeggio... pensa a PI ;)Comunque capisco cosa intendi

            Allora se si decide che internet é fonte di

            cazzeggio si lasciano aperti solo i siti utili
            al

            lavoro


            rovescio la frase, se troppi cazzeggiano su
            internet allora si lasciano aperti solo i siti
            istituzionali.passeranno ad altre forme di cazzeggio meno appariscenti... tipo leggersi un libro... o giocare con l'iPod Touch ;)
            Se passano ore a farsi i tornei di ping - pong in
            ufficio ordine di servizio che nel PC può essere
            presente solo il software autorizzato
            dall'azienda e una settimana dopo ordine ai
            sistemisti di disinstallare qualsiasi cosa non
            sia
            autorizzata.
            Se ci giocano 10 minuti in periodo di stanca
            chiudo un
            occhio.mi sembra un giusto compromesso... qui però visto che 30 usano troppo facebook, 70 stanno senza... poi voglio dire... alla fine non è che contesto in se il bloccare FB... ci sta... cosa contesto e che con queste "buffonate" di parla di "riforma" della PA... bastasse questo! :)
  • mr.miao scrive:
    Nel pubblico...
    Ciao, sono ormai qualche anno che lavoro con le istituzioni locali, e ti posso garantire che già da molto tempo, dove vi è un direttore generale leggermente conscio delle capacità tecnologiche: si sono implementate black-list di siti "frivoli" e inutili. E si... gazzetta.it è uno dei primi richiesti. E a tutti quelli che stanno già venendo a dirmi, che alcuni sono strumenti indispensabili di comunicazione, io vi dico che i buoni dipendenti (in quasi tutte le occasioni) hanno già i loro bei programmini di gestione dei flussi documentali e delle procedure a loro assegnate (in cui di solito hanno speso una fortuna, senza mai sapere ben-bene usarli appieno). Inoltre la motivazione non è solamente che i dipendenti non perdano tempo, ma (visto che qui è un sito di tecnici) anche l'utilizzo di banda: facebook, gazzetta, megaupload-video, e soprattutto youtube... se usati da una buona quantità di personale, riempiono la banda e limitano la velocità a chi sta lavorando veramente... e poi vengono a chiamarmi che la linea è una XXXXX!PS: ...e sì: in molti comuni la banda non è illimitata, anzi tutto l'opposto.
  • Nathaniel Hornblower scrive:
    Professionale?
    Davvero c'è chi lo usa per interfaccia professionale?Specialmente ora che hanno fatto il restyling della home page, e appaiono a tutto campo le scemenze di quei quiz tipo "quale gioiello sei", "quale tipo di pneumatico sei", "guera de bande".Tassativamente bloccato sul posto di lavoro.
    • puppo scrive:
      Re: Professionale?
      - Scritto da: Nathaniel Hornblower
      Davvero c'è chi lo usa per interfaccia
      professionale?
      Specialmente ora che hanno fatto il restyling
      della home page, e appaiono a tutto campo le
      scemenze di quei quiz tipo "quale gioiello sei",
      "quale tipo di pneumatico sei", "guera de
      bande".

      Tassativamente bloccato sul posto di lavoro.Il ministo Brunetta (pluri dipendente pubblico) è su facebook in maniera professionale; lo utilizza per creare il consenso intorno alle proprie iniziative.
      • MeX scrive:
        Re: Professionale?
        azz lo hai UCCISO! :D
      • Nathaniel Hornblower scrive:
        Re: Professionale?
        E così fanno tutti i lavoratori aziendali, a partire dal ragioniere, giusto?
        • kakkola scrive:
          Re: Professionale?
          - Scritto da: Nathaniel Hornblower
          E così fanno tutti i lavoratori aziendali, a
          partire dal ragioniere,
          giusto?Il ragioniere no, ma quello riportato nei link sottostanti è un uso professionale (ed aggiungerei istituzionale) di Facebook. Si può essere d'accordo o contrari, su questo non discuto. Ma il fatto rimane.http://www.ilreporter.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5534:la-toscana-e-su-facebook&catid=76:cronaca-e-attualita&Itemid=83http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/comunicazione_internet/nuove_tecnologie/visualizza_asset.html_1027498366.html
  • Fan della Mela scrive:
    Bravo Brunetta
    Non capisco che ci sia da stupirsi se chiudono l'accasso a Facebook.Lavoro in un'azienda privata e non posso permettermi di passare il tempo su Facebook o su altri siti di intrattenimento: devo lavorare!Nella mia azienda, inteernet è bloccata, nel senso che è possibile accedere a tutti i siti istituzionali che hanno collegamenti col mio lavoro (imprese collegate e concorrenti, autorità garante...), mentre se voglio andare su un altro sito devo prima chiedere l'autorizzazione online con apposito modulo elettronico, spiegando cosa c'entra quel sito col mio lavoro.Sarebbe l'ora di un adeguamento dei dipendenti pubblici a quelle "piccole cose" già "normali" in qualsiasi azienda privata.
    • AranBanjo scrive:
      Re: Bravo Brunetta
      Ma guarda che anche nel pubblico lavorano e basta!Mai provato a chiamare la motorizzazione civile? Non rispondono praticamente mai!Vorrà dire che sono oberati dal lavoro. E se vai lì, perdendo mezze giornate di lavoro, e trovi chiuso per chissà quale sciopero/assemblea/maldipancia è giusto!Come potranno mai perdere tempo in facebook e/o qualche altro sito?Ovviamente questo post è ironico: per avere indietro il libretto dell'auto sono passati 20 giorni. Chiamate su chiamate, nessuno che risponda. Giornate perse per avere INFORMAZIONI.Bah, sicuramente molti dipendenti pubblici lavorano alacremente, ma i fannulloni sono più visibili.Ciao
      • MeX scrive:
        Re: Bravo Brunetta
        guarda, mio padre lavora nel comune di una cittadina in provincia di Torino... ci sono i fannulloni come ci sono i fannulloni negli uffici della Lavazza o della Fiat... il problema é le condizioni degli uffici!Se entri nell'ufficio di mio padre (che é il responsabile dell'ufficio tecnico atto a elargire i permessi edilizi per costruzioni private) vedrai nell'ordine:- scrivania sfondata risalente agli anni 70- computer IBM 486- muri scrostati- infissi rottiecco, questa é anche la condizione in cui brunetta lascia i "fannulloni" a lavorare...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 09.07-----------------------------------------------------------
      • yenaplyskyn scrive:
        Re: Bravo Brunetta
        Ecco...bravo.Questo è il problema.Si guarda solo chi non lavora e non quelli che si fanno un mazzo tanto.Purtroppo questo è un momento storico in cui non è possibile addentrarsi in ragioni e/o scuse, è inutile affrontare seriamente i problemi del pubblico impiego.La guerra al massacro della morale del pubblico dipendente, iniziata circa 20 anni fa, sta dando i suoi frutti.Era previsto, niente di nuovo sotto il sole.Dispiace però tutto questo astio, sapeste quanti ce ne sono che non se lo meritano.E' evidente che in momenti economicamente difficili come questo si cada facilmente in inutili invidie e piccole stupide gelosie.Non è affatto oro quel che luccica ma, ripeto, adesso chi lo vuole sapere che cos'è in realtà?Nessuno!!!
    • kakkola scrive:
      Re: Bravo Brunetta
      - Scritto da: Fan della Mela

      Nella mia azienda, inteernet è bloccata, nel
      senso che è possibile accedere a tutti i siti
      istituzionali che hanno collegamenti col mio
      lavoro (imprese collegate e concorrenti,
      autorità garante...), mentre se voglio andare su
      un altro sito devo prima chiedere
      l'autorizzazione online con apposito modulo
      elettronico, spiegando cosa c'entra quel sito col
      mio
      lavoro.
      3/4 delle informazioni necessarie per il mio lavoro le trovo in siti tecnici/forum tecnici sparsi nel mondo. E prima di consultare questi siti non ho idea se possano contenere informazioni per me valide o no. Un meccanismo come quello presente nella tua azienda sarebbe devastante per il mio lavoro e comporterebbe inutili ritardi.Quello che va bene per te può non andare bene per altri. Imporre una regola generale sarebbe una emerita sciocchezza.Ricordati che non c'è cosa più stupida che trattare allo stesso modo situazioni diverse! saluti
      • Fan della Mela scrive:
        Re: Bravo Brunetta

        3/4 delle informazioni necessarie per il mio
        lavoro le trovo in siti tecnici/forum tecnici
        sparsi nel mondo.Se hai letto bene, si fa richiesta e internet viene aperta.Se per il **TUO** lavoro serve internet, ovviamente è giusto che la usi, ma non mi dire che chi passa il tempo su youtube e su facebook lo fa perché ha bisogno di code per il proprio lavoro!Si parla di PA in generale, mica di programmatori in particolare.I casi particolari si trattano come tali, per il resto ha senso chiudere internet.
        Quello che va bene per te può non andare bene per
        altri.Appunto. Per te si apre la rete, per chi non ha bisogno di ricercare informazioni per lavoro la Rete va chiusa.
        Imporre una regola generale sarebbe una
        emerita
        sciocchezza.E chi l'ha detto?
        Ricordati che non c'è cosa più stupida che
        trattare allo stesso modo situazioni diverse!Ma chi ha detto che tutti i casi sono uguali?Un ricercatore ha NECESSARIAMENTE bisogno di internet e dell'acXXXXX ai motori di ricerca, uno che studia fenomeni comportamentali può persino aver bisogno di andare su facebook, ma ciò non vuol dire che tutti abbiano necessità PER LAVORO di passare ore intere in multitasking fra FB e la propria attività lavorativa.
        • kakkola scrive:
          Re: Bravo Brunetta


          Imporre una regola generale sarebbe una

          emerita

          sciocchezza.
          E chi l'ha detto?

          Ti faccio un semplice esempio. Qualche anno fa, quando il fenomeno dello spam era all'inizio il provider di una serie di pubbliche amministrazioni, tra cui diversi comuni, provincie e diverse ASL iniziò ad utilizzare filtri antispam automatici basati su parole chiave. Il risultato fu che metà delle mail "buone" in ingresso ed uscita dalle ASL venivano filtrate perché contenevano le parole "sesso" e "droga". Era stata imposta una regola generale che non contemplava le esigenze particolari del settore sanitario.Personalmente non sono contrario al blocco di facebook (o Youtube o gazzetta o quello che è) sono solo contrario a tutti i tipi di filtri. Non è questa la risposta corretta ad un problema che effettivamente c'è. Blocca internet e chi vuole continuare a cazzeggiare (e soprattutto chi ha la possibilità di cazzeggiare grazie all'incapacità o complicità dei propri superiori) farà il solitario, parlerà tutto il giorno con i colleghi, paserà la mattinata al telefonino, leggerà il giornale, dormirà sulla scrivania, guarderà dalla finestra, farà sesso con la collega, etc, etc, etc.Alla fine di tutto, quanti divieti dovrebbero essere messi?
    • Giulia scrive:
      Re: Bravo Brunetta
      - Scritto da: Fan della Mela
      Non capisco che ci sia da stupirsi se chiudono
      l'accasso a
      Facebook.
      Lavoro in un'azienda privata e non posso
      permettermi di passare il tempo su Facebook o su
      altri siti di intrattenimento: devo
      lavorare!

      Nella mia azienda, inteernet è bloccata, nel
      senso che è possibile accedere a tutti i siti
      istituzionali che hanno collegamenti col mio
      lavoro (imprese collegate e concorrenti,
      autorità garante...), mentre se voglio andare su
      un altro sito devo prima chiedere
      l'autorizzazione online con apposito modulo
      elettronico, spiegando cosa c'entra quel sito col
      mio
      lavoro.

      Sarebbe l'ora di un adeguamento dei dipendenti
      pubblici a quelle "piccole cose" già "normali" in
      qualsiasi azienda
      privata.La tua azienda e' "MALATA" (o siete malati voi), oramai nei primi dieci risultati di una ricerca su Google trovi riferimenti a qualsiasi argomento (Fisco,Giurisprudenza,Vita Quotidiana,Procedure Amministrative, Documentazione Tecnica),come fai a saperese un sito contiene quello che ti serve se non riesci nemmeno a vederlo!!!?E' una policy ridicola e non riesco ad immaginare un lavoro in cui internet serva cosi' parzialmente!!!Giulia
      • poipoi scrive:
        Re: Bravo Brunetta
        Quoto!
      • Fan della Mela scrive:
        Re: Bravo Brunetta
        - Scritto da: Giulia
        - Scritto da: Fan della Mela

        Non capisco che ci sia da stupirsi se chiudono

        l'accasso a

        Facebook.

        Lavoro in un'azienda privata e non posso

        permettermi di passare il tempo su Facebook o su

        altri siti di intrattenimento: devo

        lavorare!



        Nella mia azienda, inteernet è bloccata, nel

        senso che è possibile accedere a tutti i siti

        istituzionali che hanno collegamenti col mio

        lavoro (imprese collegate e concorrenti,

        autorità garante...), mentre se voglio andare su

        un altro sito devo prima chiedere

        l'autorizzazione online con apposito modulo

        elettronico, spiegando cosa c'entra quel sito
        col

        mio

        lavoro.



        Sarebbe l'ora di un adeguamento dei dipendenti

        pubblici a quelle "piccole cose" già "normali"
        in

        qualsiasi azienda

        privata.
        La tua azienda e' "MALATA" (o siete malati voi),
        oramai nei primi dieci risultati di una ricerca
        su Google trovi riferimenti a qualsiasi argomento
        (Fisco,Giurisprudenza,Vita Quotidiana,Procedure
        Amministrative, Documentazione Tecnica),come fai
        a
        sapere
        se un sito contiene quello che ti serve se non
        riesci nemmeno a
        vederlo!!!?
        E' una policy ridicola e non riesco ad immaginare
        un lavoro

        in cui internet serva cosi' parzialmente!!!Se ho bisogno di qualcosa, faccio richiesta su quel che mi serve, mi aprono internet e posso usarla, mica devo richiedere l'autorizzazione a visitare un sito particolare.Il punto è che devo scrivere il motivo per cui vado in Rete e sotto le mie motivazioni, poi al capoccia arriva anche l'elenco dei siti che ho visitato: facebook è sicuramente fra i siti esclusi a priori dal mio tipo di lavoro.Ammetto che dover compilare la richiesta è una vera rottura di balle, ma così stanno le cose e sicuramente funziona (anche troppo).in generale sono dell'idea che un po' di surf in rete (cazzeggio) può anche aumentare la produttivitá, perché permette un po' di rilassamento.
  • Den Lord Troll scrive:
    la soluzione unica....
    ...è il collo senza testa!Sponsored by Nuovo Fronte per la Liberazione DALL'uomo italico.не италянский, не проблема.
  • Bic Indolor scrive:
    Basta con sto facciabuco!
    Che coj**i, su SL ci ho trovato sì i compagni di scuola, ma solo quelli che seguivano acriticamente tutte le mode (e che all'epoca non avrebbero toccato un PC manco con un palo lungo 300 km.) Vorra pur dire qualcosa?E' sempre la stessa menata, l'anno scorso la rete doveva essere rimpiazzata da second life... ebbene?
    • Bic Indolor scrive:
      Re: Basta con sto facciabuco!
      - Scritto da: Bic Indolor
      Che coj**i, su SL Oops... volevo scrivere FB. Mea Culpa
    • Dupoint scrive:
      Re: Basta con sto facciabuco!
      second life si è castrata da sola :Dtogliendo tutto ciò che attirava di più :D
    • recapito disperso scrive:
      Re: Basta con sto facciabuco!
      me sembra che molte reazioni siano di questo tenore... il che non depone certo a favore della popolazione media... vabbè, togliamo fb, lasciamo questi bellissimi forum che ci caricano di intelligenza..
  • Antonello Damiano scrive:
    Finalmente la gente sta rinsavendo..
    Io che lavoro in un'azienda non pubblica da quando ho messo un bel filtrino sul proxy si è visto un incremento del lavoro ampio assai, meno gente a scambiare informazioni INUTILI, fotine e poke che bloccavano la nostra produttività o comunque che erano chiaramente state complici di un certo calo visibile e avertibile senza parlare dell'attenzione che è un'altra componente determinante e che chiaramente va a picco se devi stare in multitasking d'attenzione tutto il giorno tra gli amichetti e il tuo progetto del momento...Questa cosa della necessità del dipendete di farsi i fatti suoi mentre lavora è assolutamente demenziale oltre un certo livello. Noi apriamo i filtri in pausa pranzo, così tu fai quello che ti pare, mandi le foto, fumi il toscano, fai yoga, dai da mangiare al cane, vai a casa... quel che diavolo vuoi FUORI dall'orario di lavoro.E' così incredibilmente difficile da accettare?
    • PANDADISOSS ATO scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      BHA! Secondo te filtrare cose come quelle incrementano veramente la produttività? bhe un tempo giocavano a tetris ed a solitario ora stanno su facebook domani, forse, torneranno su facebook.Più o meno come bloccare le radio in streaming, ne hai un vantaggio se paghi il traffico (tu azzienda) ma impedendo alla gente di ascoltar musica metre lavora (molti lo fanno) li porti a caricare mp3 nei computer aziendali...Gli pulisci le macchine e blocchi l'audio bhe, sicuramente lo stress durante le ore di lavoro, porterà altri problemi specialmente nei raporti tra colleghi che si concluderanno con una riduzione della produttività e della qualità dei prodotti/servizi offerti.Anni fa mi fu chiusa la connessione irc xkè ritenuta inutile e secondo i sistemisti il traffico era continuo tutto il giorno, tanto da farmi additare come fannullone (dietro alle spalle naturalmente, mica avevo diritto di replica) in vero irc partiva regolarmente al mio login e stava in tray sin tanto che non avevo la necessità di contattare i miei amici!!! arg! il privato durante il lavoro? NO! erano tutti coders e quando necessitavo di un tips veloce per il mio lavoro chiedevo a loro, spesso mi evitavano ore di ricerca ed analisi... bhe chi ci ha veramente perso? La mia vecchia azienda, uno che passa 2 ore sui libri a strudiare nuove soluzioni appare sicuramente più produttivo di uno che in quelle due ore meno i 5 minuti per ottenere la soluzione ha continuato a lavorare alla conclusione del progetto...Comunque credo che apparte facebook (che nn uso e nn userò in ogni caso) questo tipo di blocchi nn siano altro che degli eclatanti precedenti ad un controllo "giustificato" da motivi farlocchi sui lavoratori chiaramente eccessivi.Ricordo che meno di un anno fa si parlava del fatto che il datore di lavoro non più e non deve sapere cosa fa il lavoratore durante la navigazione in quanto tale controllo equivale a spiarlo, ma la gente ha la memoria corta.Oggi facebook e youtube domani qualsiasi sito di libera comunicazione... la Corea è vicina gente.
      • Antonello Damiano scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        "porterà altri problemi specialmente nei raporti tra colleghi che si concluderanno con una riduzione della produttività e della qualità dei prodotti/servizi offerti."Lo puoi dimostrare o lo affermi come tua "opinione"? Perchè io posso farlo nella nostra di azienda, visto che è quello che faccio di lavoro che sia vero con tanto di grafico. Da che MySpace, Facebook e una marea di altre troi**e sono state negate vi è un visibile e dimostrabile aumento della produttività.Se un'azienda non è in grado di bloccare tetris, solitario, gli mp3 su un hd, l'inserimento di periferiche esterne o altre cose ancora O se la passa talmente bene che si può permettere di non ristrutturare il suo personale con buona pace di tutti OPPURE ha degli incapaci nel settore informatico. Non ci sono milioni di altre possibilità... Da noi a tetris la gente ci giocava nella pausa pranzo e oggi visita i propri siti personali / blog / social network / musica o torna a giocare a tetris e solitario. Non c'è bisogno di essere in Corea per avere un approccio razionale ai problemi.
      • Nathaniel Hornblower scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        - Scritto da: PANDADISOSS ATO
        Ricordo che meno di un anno fa si parlava del
        fatto che il datore di lavoro non più e non deve
        sapere cosa fa il lavoratore durante la
        navigazione in quanto tale controllo equivale a
        spiarlo, ma la gente ha la memoria
        corta.
        Oggi facebook e youtube domani qualsiasi sito di
        libera comunicazione... la Corea è vicina
        gente.Conviene che studi la normativa prima di scrivere:http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1387522a) Internet: la navigazione webIl datore di lavoro, per ridurre il rischio di usi impropri della "navigazione" in Internet (consistenti in attività non correlate alla prestazione lavorativa quali la visione di siti non pertinenti, l'upload o il download di file, l'uso di servizi di rete con finalità ludiche o estranee all'attività), deve adottare opportune misure che possono, così, prevenire controlli successivi sul lavoratore. Tali controlli, leciti o meno a seconda dei casi, possono determinare il trattamento di informazioni personali, anche non pertinenti o idonei a rivelare convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, opinioni politiche, lo stato di salute o la vita sessuale (art. 8 l. n. 300/1970; artt. 26 e 113 del Codice; Provv. 2 febbraio 2006, cit. ).In particolare, il datore di lavoro può adottare una o più delle seguenti misure opportune, tenendo conto delle peculiarità proprie di ciascuna organizzazione produttiva e dei diversi profili professionali: * individuazione di categorie di siti considerati correlati o meno con la prestazione lavorativa; * configurazione di sistemi o utilizzo di filtri che prevengano determinate operazioni reputate inconferenti con l'attività lavorativa quali l'upload o l'acXXXXX a determinati siti (inseriti in una sorta di black list) e/o il download di file o software aventi particolari caratteristiche (dimensionali o di tipologia di dato); * trattamento di dati in forma anonima o tale da precludere l'immediata identificazione di utenti mediante loro opportune aggregazioni (ad es., con riguardo ai file di log riferiti al traffico web, su base collettiva o per gruppi sufficientemente ampi di lavoratori); * eventuale conservazione nel tempo dei dati strettamente limitata al perseguimento di finalità organizzative, produttive e di sicurezza.
      • Lemon scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        - Scritto da: PANDADISOSS ATO
        BHA! Secondo te filtrare cose come quelle
        incrementano veramente la produttività? bhe un
        tempo giocavano a tetris ed a solitario ora
        stanno su facebook domani, forse, torneranno su
        facebook.Dipende sempre da come viene utilizzato un sito, se l'utente ci passa un sacco di tempo e si concentra molto sui vari botta e risposta è ovvio che ci sarà un danno per l'azienda, se va a guardarselo due volte al giorno per 10 min allora è diverso. Tuttavia i social-network vengono bloccati anche da noi, sono parecchio "dispersivi", gli utenti hanno milioni di altri siti che possono visitare liberamente.
        Più o meno come bloccare le radio in streaming,
        ne hai un vantaggio se paghi il traffico (tu
        azzienda) ma impedendo alla gente di ascoltar
        musica metre lavora (molti lo fanno) li porti a
        caricare mp3 nei computer
        aziendali...Si portano una radio da casa, da noi fannno così, il computer e la banda internet servono ad altro.
        Gli pulisci le macchine e blocchi l'audio bhe,
        sicuramente lo stress durante le ore di lavoro,
        porterà altri problemi specialmente nei raporti
        tra colleghi che si concluderanno con una
        riduzione della produttività e della qualità dei
        prodotti/servizi
        offerti.Non credo, ci sono tanti altri strumenti per distrarsi che non sono sicuramente facebook o lo streaming audio, anzi, più li stacchi dal PC nelle pause e più migliori i rapporti tra colleghi. Ad esempio, metti che ognuno si ascolta la radio che vuole in Internet, alla fine non sai neppure i gusti dei tuoi colleghi, magari quel tizio magrolino e occhialuto appena arrivato è il cantante di una band punk ma tu non lo sai perchè non ti confronti con lui e stai solo dietro al tuo streaming.
        Anni fa mi fu chiusa la connessione irc xkè
        ritenuta inutile e secondo i sistemisti il
        traffico era continuo tutto il giorno, tanto da
        farmi additare come fannullone (dietro alle
        spalle naturalmente, mica avevo diritto di
        replica) in vero irc partiva regolarmente al mio
        login e stava in tray sin tanto che non avevo la
        necessità di contattare i miei amici!!! arg! il
        privato durante il lavoro? NO! erano tutti coders
        e quando necessitavo di un tips veloce per il mio
        lavoro chiedevo a loro, spesso mi evitavano ore
        di ricerca ed analisi... bhe chi ci ha veramente
        perso? La mia vecchia azienda, uno che passa 2
        ore sui libri a strudiare nuove soluzioni appare
        sicuramente più produttivo di uno che in quelle
        due ore meno i 5 minuti per ottenere la soluzione
        ha continuato a lavorare alla conclusione del
        progetto...Ci hai perso tu. Quando uno ha la coscienza pulita non fa altro che alzarsi, andare dal responsabile dell'ufficio o del personale e dirgli: "guarda che io IRC lo uso per lavoro, se non ci credete mettetemi uno dietro la sedia per una settimana e guardate, ci guadagno in tempo di sviluppo". A quel punto le cose sono due: o l'azienda non capisce ed allora è meglio cambiare aria, oppure lo capisce e ci guadagnate entrambi.
        Comunque credo che apparte facebook (che nn uso e
        nn userò in ogni caso) questo tipo di blocchi nn
        siano altro che degli eclatanti precedenti ad un
        controllo "giustificato" da motivi farlocchi sui
        lavoratori chiaramente
        eccessivi.Io non credo e parlo da utente. Non lo credo perchè, come già ho scritto, da noi i siti visitabili sono milioni eppure gli utenti si lamentano perchè vogliono sempre quei due tre, solitamente webmail e streaming audio/video (naturalmente richieste non ufficiali ma fatte direttamente ai sistemisti). A me se l'utente vuole stare tutto il giorno a grattarsi i marroni non me ne frega niente, c'è già della gente pagata anche bene che si occupa di produttività, raggiungimento degli obbiettivi ed altro ancora, non è certo compito mio fare da moralizzatore o paladino della giustizia aziendale, semplicemente un buon amministratore si deve preoccupare dei rischi per la sicurezza informatica e quindi niente webmail (canale per virus e peggio ancora) e consumi di banda inutili (DoS umano non volontario).
        Ricordo che meno di un anno fa si parlava del
        fatto che il datore di lavoro non più e non deve
        sapere cosa fa il lavoratore durante la
        navigazione in quanto tale controllo equivale a
        spiarlo, ma la gente ha la memoria
        corta.Noi non sappiamo cosa fa il lavoratore (anche se lo memorizziamo in caso di richiesta da parte delle forze dell'ordine), però sappiamo quali sono i siti più visitati al giorno. Non mi importa sapere chi ha fatto il 20% del traffico giornaliero per youtube o video.libero.it, io so solo che li blocco e se a qualcuno serve per lavoro non ti preoccupare che viene a chiedermelo.
        Oggi facebook e youtube domani qualsiasi sito di
        libera comunicazione... la Corea è vicina
        gente.Non facciamo gli estremisti, al lavoro si lavora, non si fa comunicazione con il mondo. Allora a questo punto diventa tutto lecito, che discorsi sono? ci sono codici di comportamento che dovrebbero essere naturali, senza bisogno di filtri.
        • pandadisoss ato scrive:
          Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
          - Scritto da: Lemon

          Dipende sempre da come viene utilizzato un sito,
          se l'utente ci passa un sacco di tempo e si
          concentra molto sui vari botta e risposta è ovvio
          che ci sarà un danno per l'azienda, se va a
          guardarselo due volte al giorno per 10 min allora
          è diverso. Tuttavia i social-network vengono
          bloccati anche da noi, sono parecchio
          "dispersivi", gli utenti hanno milioni di altri
          siti che possono visitare
          liberamente.
          Forse sarebbe quindi più opportuno responsabilizzare i lavoratori piuttosto...

          Si portano una radio da casa, da noi fannno così,
          il computer e la banda internet servono ad
          altro.
          Punti di vista, in questo caso non posso darti sicuramente torto, sono certo che anche tu fai così... hai un bel magia-cassette di fianco al computer con cui ascolti la tua musica preferita.
          Non credo, ci sono tanti altri strumenti per
          distrarsi che non sono sicuramente facebook o lo
          streaming audio, anzi, più li stacchi dal PC
          nelle pause e più migliori i rapporti tra
          colleghi. Ad esempio, metti che ognuno si ascolta
          la radio che vuole in Internet, alla fine non sai
          neppure i gusti dei tuoi colleghi, magari quel
          tizio magrolino e occhialuto appena arrivato è il
          cantante di una band punk ma tu non lo sai perchè
          non ti confronti con lui e stai solo dietro al
          tuo
          streaming.
          Il confronto personale tra colleghi lo si fa durante le pause dal lavoro, quando vi è il tempo per farle, se poi il nuovo occhialuto collega vorrà parlarti dei suoi hobby extra lavorativi, sarà il benvenuto, per il resto se mi bloccano sribd perchè lo considerano nocivo alla mia produttività come tanti altri siti di contenuti, al primo "mi server per lavoro" i ben pagati addetti alla produttività che come ben saprai nel 90% dei casi nn sanno assolutamente nulla di come funzionano le cose, sicuramente ti diranno che non puoi cmq farne uso perchè i metodi tradizionali funzionano meglio.
          Ci hai perso tu. Quando uno ha la coscienza
          pulita non fa altro che alzarsi, andare dal
          responsabile dell'ufficio o del personale e
          dirgli: "guarda che io IRC lo uso per lavoro, se
          non ci credete mettetemi uno dietro la sedia per
          una settimana e guardate, ci guadagno in tempo di
          sviluppo". A quel punto le cose sono due: o
          l'azienda non capisce ed allora è meglio cambiare
          aria, oppure lo capisce e ci guadagnate
          entrambi.
          L'ordine giunse proprio dalla dirigenza, con cui mi scontrai apertamente chiarendo bene la mia posizione i pro ed i contro di tale blocco. La risposta fu, vale per tutti quindi non possiamo fare un eccezione solo per te. Ero l'unico utilizzatore di irc in tutta l'azienda...
          Io non credo e parlo da utente. Non lo credo
          perchè, come già ho scritto, da noi i siti
          visitabili sono milioni eppure gli utenti si
          lamentano perchè vogliono sempre quei due tre,
          solitamente webmail e streaming audio/video
          (naturalmente richieste non ufficiali ma fatte
          direttamente ai sistemisti). A me se l'utente
          vuole stare tutto il giorno a grattarsi i marroni
          non me ne frega niente, c'è già della gente
          pagata anche bene che si occupa di produttività,
          raggiungimento degli obbiettivi ed altro ancora,
          non è certo compito mio fare da moralizzatore o
          paladino della giustizia aziendale, semplicemente
          un buon amministratore si deve preoccupare dei
          rischi per la sicurezza informatica e quindi
          niente webmail (canale per virus e peggio ancora)
          e consumi di banda inutili (DoS umano non
          volontario).Nulla da dire a proposito del tuo lavoro, e dei motivi che ti spingono a fare determinate scelte, per altro ben più che giustificate, il problema come detto prima sta proprio in quelle persone addette alla produttività. Se devo scaricare 600 mega di documentazione per la stesura del progetto di fattibilità di un nuovo software non posso essere contattato 10 minuti dopo perché ho raggiunto un picco sospetto di download, e pure venir ripreso nonostante ciò fosse pienamente giustificato da necessità tecniche e sottolineo lavorative.Chi lavora responsabilmente cercando di sfruttare a pieno le potenzialità della rete al fine di portare a termine i propri progetti al meglio e nel minor tempo possibile, non gradirà mai l'ombra di un controllo troppo restrittivo da parte non dei sistemisti che non fanno altro che il loro mestiere, ma da parte di certi così detti esperti di produttività, certo certi sistemisti sembrano tarati sul fatto che se uno naviga sta già andando oltre il suo lavoro, ma per fortuna sono pochi, i più comprendono a pieno le potenzialità intrinseche di un uso coscienzioso della rete.

          Noi non sappiamo cosa fa il lavoratore (anche se
          lo memorizziamo in caso di richiesta da parte
          delle forze dell'ordine), però sappiamo quali
          sono i siti più visitati al giorno. Non mi
          importa sapere chi ha fatto il 20% del traffico
          giornaliero per youtube o video.libero.it, io so
          solo che li blocco e se a qualcuno serve per
          lavoro non ti preoccupare che viene a
          chiedermelo.
          Io dopo anni, ormai ho rinunciato a queste guerre.

          Non facciamo gli estremisti, al lavoro si lavora,
          non si fa comunicazione con il mondo. Allora a
          questo punto diventa tutto lecito, che discorsi
          sono? ci sono codici di comportamento che
          dovrebbero essere naturali, senza bisogno di
          filtri.
          Come già detto, il problema sarebbe già risolto se i lavoratori fossero seriamente formati e responsabilizzati sull'uso dello strumento internet.Pandadisossato
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..


            Come già detto, il problema sarebbe già risolto
            se i lavoratori fossero seriamente formati e
            responsabilizzati sull'uso dello strumento
            internet.

            PandadisossatoHo capito che tu forse lavoravi per una azienda poco flessibile, da noi come ti ripeto vengono dati tutti gli strumenti di cui uno ha bisogno però si cerca di non permettere gli abusi, sempre per motivi tecnici sto dicendo, il tempo perso a cazze..are non è compito mio.Sono daccordo nel responsabilizzare gli utenti, però dalla mia esperienza vedo che la gente tende ad approfittare soprattutto quando pensa di non essere beccata.
      • Pruffolo scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        Ma youtube te lo vadi a casa, scusa, anche se è vero che anche su youtube ci sono dei tutorial di programmazione e corsi delle univeristà americane.Cmq facebook è il tool di cazzeggio del momento... può essere seccante anche per chi ci passa 5 minuti a al giorno per fare pausa (e davvero in questo non ci sarebbe nulla di male) ma in effetti non riesco proprio a vedere a cosa servirebbe per fini lavorativi. Se ho bisogno di un contatto professionale non uso facebook, uso l'email o il telefono che sono -appunto- più professionali.
    • sacco lallo scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      per me si è inaccettabile ciò che diciah una cosama tu che ci guadagni a lavorare di più e di conseguenza a obbligare a lavorare anche gli altri?sono tre le coseo tu non fai un XXXXX, ti sei fatto amico il direttore e fai lavorare gli altri a manetta per farti bello e dire "visto capo? :)"oppure sei uno zitello che non ha passione in niente e per nessuno (tantomeno quindi si mette a navigare su facebook o altri servizi) e quindi sfoghi la tua rabbia al lavoro con gli altri e li obblighi poi i tuoi colleghi a seguirti per non continuare a invidiarli perchè loro hanno una vita fuori e dentro e tu no.oppure ultima, potrebbe essere che tu sei uno di quelli padri di famiglia con figli a carico e con carichi del mutuo,prestiti e cosi pensi, se ora lavoro di brutto e mi invento un "filtro" per far lavorare gli altri da mostrare al direttore , lui mi vedrà bello e cazzuto e mi promuoverà, cosi guadagnerò di più e risolverò molti dei miei problemi a quale profilo corrispondi?no perchè sinceramente finora non ne vedo uno positivo, data la tua rispostainoltre parli dell'orario fuori lavoro.....e mi dici quale sarebbe, quello in cui si prendono i mezzi per ritornare a casa, quello che usano per mangiare, oppure quello che usano per l'unica ora di relax dopo una giornata di lavoro, oppure quello che usano per andare in bagno o a dormire presto, visto che il giorno dopo si aspettano uno come te?credo che prima o poi i dipendenti li nell'azienda saranno costretti a crearsi un sindacato se continuerete con l'uso di questi filtri (che vanno oltre qualsiasi e inimmaginabile libertà umana) la violazione di queste libertà dell'individuo dovrebbero essere altrettanto punite civilmente.il diritto di guardarsi facebook e di leggere mail è intoccabile, è come andare al XXXXX, come prendersi 30 minuti di pausa (poichè dopo ore continue davanti ai monitor la vista può sforzarsi), come leggere il giornale, come parlare tra dipendenti e quindi non interrompere relazioni sociali, come avere il permesso di fumarsi una sigaretta fuori, come avere la propria privacy nell'ambito del proprio ufficio e dei suoi mezzi.riflettinon siamo in cina!
      • Antonello Damiano scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        Rispondo anche a te, anche se credo sia un po' una perdita di tempo.Sono felicemente sposato grazie, shareholder della mia azienda e gli orari cosiderati di pausa sono stati determinati in un lasso di tempo che ci è sembrato ragionevole tra le 12.00 e le 14.00 in cui i dipendenti dell'azienda possono liberamente girare il web, se hanno esigenze particolari durante il giorno lo richiedono ai servizi informatici che pervia autorizzazione dei loro superiori a seconda del settore in cui lavorano aggiungono una regolina. Sono 20 righe in squid.conf in tutto. Niente Cina, niente Cuba, niente fascismo, niente nazismo nessuna ideologia. Razionalità per limitare le perdite di tempo non inerenti in orario di lavoro.
        • Johnny scrive:
          Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

          gli orari cosiderati di pausa
          sono stati determinati in un lasso di tempo che
          ci è sembrato ragionevole tra le 12.00 e le 14.00
          in cui i dipendenti dell'azienda possono
          liberamente girare il webEcco a me fa piacere che una persona che lavora nel privato (come penso che sia) scriva queste cose.Perché?Perché io lavoro nel pubblico (in questo momento mentre scrivo sono a casa), cioè sono uno di quei tre milioni e mezzo di italiani che Brunetta tra gli applausi degli altri 57 milioni di italiani in delirio chiama fannulloni, sanguisughe, pesi per la società, truffatori, mangiapane a tradimento e altre piacevolezze.Eppure nell'ente pubblico in cui lavoro da un anno QUALSIASI acXXXXX a qualsiasi sito Internet non strettamente inerente all'attività lavorativa è proibito 24 ore su 24. Non soltanto i siti di per sé censurabili (XXXXX, ecc.) sono inaccessibili dalle postazioni di lavoro, ma il dipendente non può visitare anche tutti quelli "normali" e accessibili ad eccezione di quei pochi riconosciuti attinenti al lavoro. Se lo fa e finisce nei controlli a campione dei log di navigazione può passare dei guai. Fa ridere che adesso certuni vietino Facebook. Da noi e' vietato TUTTO, siti, chat, VoiP, audio in streaming, perfino accedere alla casella di posta elettronica personale su web (Hotmail ecc.). E non esistono pause pranzo in cui il divieto è sospeso: il divieto è in vigore SEMPRE.Quindi ecco perché mi fa piacere che tu dica come stanno le cose nella tua azienda. Libertà di navigazione per due ore al giorno, ecc.Perché dimostri - alla faccia di Brunetta e dei suoi ruffiani - che a confronto di certe situazioni nel pubblico, nel privato è una cuccagna.
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Johnny[cut]
            Perché dimostri - alla faccia di Brunetta e dei
            suoi ruffiani - che a confronto di certe
            situazioni nel pubblico, nel privato è una
            cuccagna.Ma forse la differenza è da cercarsi anche un po' più a monte: negli ultimi cinquanta anni quanti dipendenti pubblici sono stati mandati a casa per scarsa produttività? Il fatto che molti (non tutti) si siano approfittati alla grande della totale mancanza di controlli e di sanzioni ha fatto si che oggi abbiamo una PA praticamente allo sbando: se adesso si tenta (blandamente) di rimettere il tutto in carreggiata non mi sembra che si debba lamentare.Io, ad un ufficio comunale dove per avere un certificato (tempo richiesto 30 secondi al terminale + attesa per la stampa) devo ripassare tra cinque giorni toglierei larghe fette di stipendio, altro che facebook!
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            certo, perhcé é il dipendente allo sportello a determinare le procedure burocratiche... il tiro va alzato sulla dirigenza... non certo sullo sportellista...Sarebbe come lamentarsi con il bancario che il bonifico ti costa 50 cents e ci mette 4 giorni ad arrivare :)
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            certo, perhcé é il dipendente allo sportello a
            determinare le procedure burocratiche... il tiro
            va alzato sulla dirigenza... non certo sullo
            sportellista...

            Sarebbe come lamentarsi con il bancario che il
            bonifico ti costa 50 cents e ci mette 4 giorni ad
            arrivare
            :)Il dirigente, quando il lavoratore è troppo tutelato, dopo un po' si rompe gli zebedei di sbattere contro i muri di gomma.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            quindi il dirigente evita di fare il suo lavoro (dirigire) perché l'utente é troppo tutelato? ossia é un fannullone anche lui
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            quindi il dirigente evita di fare il suo lavoro
            (dirigire) perché l'utente é troppo tutelato?
            ossia é un fannullone anche
            luipotrebbe essero ANCHE lui. Ma è un dato di fatto che il lavoratore pubblico è tendenzialmente un fannullone. Altrimenti non si spiegherebbe come sia registrato 40% delle assenze per malattia in meno, non appena Brunetta ha sbraitato.Ora lorsignori pretendono anche facebook aperto, perché potrebbe essere usato per uso professionale... ma mi faccino il piacere...
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            forse perché giá non arrivando a fine mese con lo stipendio che hanno anche con due linee di febbre sono andati in ufficio?Guarda, qui in Irlanda per esempio i giorni di malattia pagati sono solo 6 ogni sei mesi, ma con lo stipendio che prendo posso permettermi di stare a casa malato anche oltre i 6 giorni... ecco, giusto dare meno giorni di malattia, sarebbe anche ora di alzare gli stipendi...Se hai una XXXXX che produce poco latte... le dai piú biada o meno ore d'aria?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 09.56----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2009 09.57-----------------------------------------------------------
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            Non so se hai idea di quanto sia lo stipendo del lavoratore pubblico.
          • Name and Surname scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            Tu sicuramente sì...E allora, dai forza, dammi un motivo per ridere oggi...
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Name and Surname
            Tu sicuramente sì...
            E allora, dai forza, dammi un motivo per ridere
            oggi...RETRIBUZIONE MEDIA MENSILE DEI DIPENDENTI PUBBLICI.Diplomatici e Prefetti 4.405 euroUniversità 2.782Enti di ricerca 2.603Forze armate 2.407Enti pubblici non economici 2.405Corpi di polizia 2.214Aziende autonome 1.892Regioni ed autonomie locali 1.769Totale pubblico impiego 2.091.Vuoi sapere quanto guadagna un analista programmatore?
          • Name and Surname scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            No, mi basta la tua risposta, sostanzialmente imprecisa ed inutile, perchè, ad esempio, nel comparto università, fare una media tra il bidello (900 ) ed il professore ordinario (4-5000 ), non vuol dire un emerita cippa sulle reali condizioni di lavoro. E vuoi indovinare chi tra le 2 figure si fa di più il cuxo?Oppure vuoi che ti dica quanto guadagno io con una laurea, 2 specializzazioni e 15 anni di anzianità nel campo della ricerca scientifica?P.S.: e il tuo caro amico Renato Brunetta NON lavora nel privato, ma è un docente universitario e ti assicuro che quelli penalizzati dagli orari da "arresti domiciliari" in caso di malattia non sono certo i suoi colleghi docenti, che possono starsene a casa quando più gli aggrada (tanto a loro non li controlla nessuno: NON HANNO IL CARTELLINO!)
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Name and Surname

            Oppure vuoi che ti dica quanto guadagno io con
            una laurea, 2 specializzazioni e 15 anni di
            anzianità nel campo della ricerca
            scientifica?
            Vuol dire che sei fesso.
          • Nathaniel Hornblower scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower
            - Scritto da: Name and Surname




            Oppure vuoi che ti dica quanto guadagno io con

            una laurea, 2 specializzazioni e 15 anni di

            anzianità nel campo della ricerca

            scientifica?



            Vuol dire che sei fesso.Con fesso intendo dire che lo stoicismo non porta da nessuna parte.Sei pieno di lustrini ma insoddisfatto. Chi te lo fa fare?
          • Name and Surname scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            Risposta degna del tuo livello intellettivo.Ah, la prossima volta che ti sentirai male per qualcosa, lascia stare la sanità pubblica: lì sono tutti fessi e fannulloni. Ti consiglio invece modelli di efficienza come la Clinica Santa Rita di Milano: lì è privato...ti troverai sicuramente bene
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Name and Surname
            Ah, la prossima volta che ti sentirai male per
            qualcosa, lascia stare la sanità pubblica: lì
            sono tutti fessi e fannulloni. LOL, la prossima volta che ti fanno male i denti prenota in ospedale mi raccomando. Poi facci sapere...
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            beh, la lobby dentistica si é fatta bene i suoi conti ;)In Lettonia incapsulare un dente costa 30 ;)
          • Lord Kap scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower
            RETRIBUZIONE MEDIA MENSILE DEI DIPENDENTI
            PUBBLICI.
            Università 2.782ROTFL... Non so che stipendio sia quello, ma io (se vuoi ti mando il PDF dell'ultimo cedolino) quando è grassa arrivo a 1200.Certo, per carità, ora come ora non mi lamento, anche perché per tre anni sono stato in co.co.co. a 800 euro al mese, ma se permetti...-- Saluti, Kap
          • kakkola scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Nathaniel Hornblower
            - Scritto da: Name and Surname

            Tu sicuramente sì...

            E allora, dai forza, dammi un motivo per ridere

            oggi...

            RETRIBUZIONE MEDIA MENSILE DEI DIPENDENTI
            PUBBLICI.
            Diplomatici e Prefetti 4.405 euro
            Università 2.782
            Enti di ricerca 2.603
            Forze armate 2.407
            Enti pubblici non economici 2.405
            Corpi di polizia 2.214
            Aziende autonome 1.892
            Regioni ed autonomie locali 1.769
            Totale pubblico impiego 2.091.
            Dove li hai presi, su Topolino?Cat D1 (laurea) comparto enti locali. Che tu sia al rpotocollo o a gestire sistemi, lo stipendio mensile è di euro 1.150. E' ovvio che se faccio la media tra i 1.150 e i 10.000 e passa del Direttore Generale...
            Vuoi sapere quanto guadagna un analista
            programmatore?
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            agguingerei lo stipendio del ministro dell'istruzione... e i la sua pensione a vita dopo due anni di mandato... cosí arriviamo a 20.000 al mese per sti fannulloni ricercatori! :D
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Dove li hai presi, su Topolino?
            Cat D1 (laurea) comparto enti locali. Che tu sia
            al rpotocollo o a gestire sistemi, lo stipendio
            mensile è di euro 1.150.

            E' ovvio che se faccio la media tra i 1.150 e i
            10.000 e passa del Direttore
            Generale...

            Guarda che un D1 prende qualcosina in più, diciamo sui 1285. Poi contano anche le tasse locali.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            se parli degli "ultimi assunti" ti posso dire che hanno contratti di 3 / 6 mesi puntualmente lasicati scadere e non confermati con stipendi che toccano se va bene i 700, almeno questo nel comune in provincia di Torino dove lavora mio padre...Sempre mio padre che ha 40 anni di servizio e gestisce l'ufficio tecnico dell'intero comune tocca i 2000... parliamo di QUARANTANNI e responsabilitá che arrivano anche al penale (ha anche dovuto rendere conto in due processi contro il comune...)
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            Se hai una XXXXX che produce poco latte... le dai
            piú biada o meno ore
            d'aria?Una mucca che non da latte si macella per ricavarne almeno la carne. Poi si compera una nuova mucca da latte... @^
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            se peró il tuo lavoro é produrre latte significa che stai chiudendo la baracca e fai l'asta degli asset aziendali :)
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            certo, perhcé é il dipendente allo sportello a
            determinare le procedure burocratiche... il tiro
            va alzato sulla dirigenza... non certo sullo
            sportellista...Questura X: richiesta rilascio porto d'armi -
            ripassi tra quattro settimane.Questura X: richiesta rilascio porto d'armi + "telefonata dell'amico" -
            aspetta che tra un quarto d'ora te lo consegno.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            come ti ho detto, se uno "scavalca" le procedure ti da subito ció che ti serve... se invece l'impiegato deve seguire l'iter burocratico ecco la differenza.Per rinnovare il passaporto a torino 30 giorni (un timbro e una firma sulla seconda pagina!)Se ero amico del comandante che fa il timbro me lo faceva in 10 minuti... ma che ci guadagnavo a urlare addosso al carabiniere allo sportello? mica é colpa sua!
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            come ti ho detto, se uno "scavalca" le procedure
            ti da subito ció che ti serve... se invece
            l'impiegato deve seguire l'iter burocratico ecco
            la
            differenza.

            Per rinnovare il passaporto a torino 30 giorni
            (un timbro e una firma sulla seconda
            pagina!)

            Se ero amico del comandante che fa il timbro me
            lo faceva in 10 minuti... ma che ci guadagnavo a
            urlare addosso al carabiniere allo sportello?
            mica é colpa
            sua!Forse non mi sono spiegato bene. L'esempio che porti è identico al mio. Ora la domanda è semplice: se per fare quel lavoro occorrono meno di 10 minuti (timbro, firma, aggiunta di una riga in un registro) perchè normalmente ti chiedono un tempo incomparabilmente più lungo? La risposta - a mio avviso - è che non interessa nulla a nessuno (dall'ultimo impiegato al primo dirigente) di "quanto" lavoro viene svolto e, in altri ambiti, neanche della sua qualità. Chiediamoci anche quanto durerebbe, in una piccola azienda, un impiegato che, per mettere un timbro su un foglio, impiegasse un mese invece di pochi minuti...
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            perhcé sono troppo impegnati a fare prima quelli degli amici :)Ora ti faccio io una domanda.Se un dipendente pubblico fa 1000 passaporti in un mese e il suo collega ne fa 10, lo stipendio cambia?Se un comandante dei vigili alla sua prefettura fa produrre 10.000 passaporti in un mese o 500 in un mese... il suo stipendio cambia?Ecco... si inizi a premiare e incentivare chi produce, invece di mettere tutti sullo stesso rogo, questa sarebbe una cosa seria!
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            perhcé sono troppo impegnati a fare prima quelli
            degli amici
            :)

            Ora ti faccio io una domanda.

            Se un dipendente pubblico fa 1000 passaporti in
            un mese e il suo collega ne fa 10, lo stipendio
            cambia?

            Se un comandante dei vigili alla sua prefettura
            fa produrre 10.000 passaporti in un mese o 500 in
            un mese... il suo stipendio
            cambia?

            Ecco... si inizi a premiare e incentivare chi
            produce, invece di mettere tutti sullo stesso
            rogo, questa sarebbe una cosa
            seria!D'accordo, si premi chi lavora molto (ma è già stato fatto, tutti i dirigenti si sono autoconcessi il premio di produzione) ma, al contempo, si licenzino i fannulloni ed i dirigenti che hanno permesso loro di esserlo (questo invece stranamente non lo hanno mai fatto).
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            D'accordo, si premi chi lavora molto (ma è già
            stato fatto, tutti i dirigenti si sono
            autoconcessi il premio di produzione) ma, al
            contempo, si licenzino i fannulloni ed i
            dirigenti che hanno permesso loro di esserlo
            (questo invece stranamente non lo hanno mai
            fatto).facessero questo invece della caccia al dipendente pubblico sarebbe grandioso ed epocale!
          • nome e cognome scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Ecco... si inizi a premiare e incentivare chi
            produce, invece di mettere tutti sullo stesso
            rogo, questa sarebbe una cosa
            seria!Iniziare a disincentivare chi non produce come succede nel privato no? Mi fa veramente girare le scatole sentir dire cose tipo diamo X a chi non fa niente e X+1 a chi fa qualcosa, X+2 a chi si sbatte e X+3 a chi lavora veramente bene...Il discorso deve essere fuori dalle palle chi non fa niente, diamo X a chi lavora bene e X+3 a chi lavora veramente bene... stop.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            come fai a "disincentivare" uno con un contratto di 3 mesi che prende 650 al mese? gli pisci in testa quando timbra il cartellino?
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            come fai a "disincentivare" uno con un contratto
            di 3 mesi che prende 650 al mese? gli pisci in
            testa quando timbra il
            cartellino?Attento a non fare confusione: gli assunti a progetto o a tempo determinato sono proprio quelli costretti a lavorare per sperare di vedersi rinnovato il contratto. Quelli che invece hanno il posto sicuro (e prendono un bel po' di più) spesso li stanno a guardare.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            si infatti contestavo il "disincentivo" bisognerebbe "incentivare" basandosi sul merito!Il fatto é che due assunti con contratto a 3 mesi.Uno lavora 100Uno lavora 10Quello che lavora 10 é amico dell'assessore comunale... secondo te a chi rinnovano il contratto? :)
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            si infatti contestavo il "disincentivo"
            bisognerebbe "incentivare" basandosi sul
            merito!

            Il fatto é che due assunti con contratto a 3 mesi.
            Uno lavora 100
            Uno lavora 10

            Quello che lavora 10 é amico dell'assessore
            comunale... secondo te a chi rinnovano il
            contratto?
            :)Il fatto che la risposta sia scontata mi rende ancora più arrabbiato nei confronti del "sistema".In un mondo ideale si dovrebbe mollare il nullafacente e l'assessore che magari ha favorito l'assunzione dovrebbe dimettersi. Temo che non vivrò abbastanza per vedere una cosa del genere in Italia. :p
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            anche perché é facile che l'assessore sia l'amico di Brunetta... che mentre si fanno un massaggio in orario di lavoro nella sala massaggio del quirinale se la ridono dei dipendenti pubblicci fannulloni
          • MegaJock scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            come fai a "disincentivare" uno con un contratto
            di 3 mesi che prende 650 al mese? gli pisci in
            testa quando timbra il
            cartellino?Potrebbe essere un'idea, ma dovrei assumere qualcuno per XXXXXXrgli in testa.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            che tanto stará in ufficio a guardare FB invece che fare il suo lavoro :D
          • pandadisoss ato scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: MeX

            certo, perhcé é il dipendente allo sportello a

            determinare le procedure burocratiche... il tiro

            va alzato sulla dirigenza... non certo sullo

            sportellista...

            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi -

            ripassi tra quattro
            settimane.

            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi +
            "telefonata dell'amico" -
            aspetta che tra un
            quarto d'ora te lo
            consegno.Dimmi ma a secondo te sei l'unico che fa una richiesta di porto d'armi? Quando porti tutti gli incartamenti pensi che nessuno faccia i dovuti controlli su gli stessi?Ritieni che per fare ciò per te e per gli altri ci vogliano solo i 15 minuti per consegnartelo?Sei bravo a parlare, ma intanto sei altrettanto bravo ad aggirare il sistema.I 15 minuti che hai perso per il tuo porto d'armi, si sono diventati 15 minuti di ritardo per qualcun altro che invece attendeva rispettando i tempi richiesti.Che succede se come te altri 25 fanno la stessa cosa? bhe considerato che certi uffici non lavorano per tutto il giorno, direi che chiaramente grazie ai furbi come te, si accumula un giorno di ritardo per tutti gli altri... bello.
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: pandadisoss ato

            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi -


            ripassi tra quattro

            settimane.



            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi +

            "telefonata dell'amico" -
            aspetta che tra un

            quarto d'ora te lo

            consegno.

            Dimmi ma a secondo te sei l'unico che fa una
            richiesta di porto d'armi?No, pensa che addirittura non ho il porto d'armi. Ho fatto un esempio verosimile di procedura per il rilascio di un $documento a caso$ ed è esperienza comune che il meccanismo sia questo. Tanto che non ti è nemmeno passato per la zucca che fosse un esempio inventato.

            Quando porti tutti gli incartamenti pensi che
            nessuno faccia i dovuti controlli su gli
            stessi?Chissà... nel caso del porto d'armi il dubbio mi è venuto in varie circostanze: gente che possiede un'arma regolarmente denunciata, che è autorizzata ad usarla e che ad un certo punto fa fuori il vicino/amico/moglie mi fanno pensare che tutti 'sti controlli non ci siano.
            Ritieni che per fare ciò per te e per gli altri
            ci vogliano solo i 15 minuti per
            consegnartelo?Sai, chiedo un preventivo ad un privato e me lo mandano nel giro di pochissime ore, chiedo un foglietto (premi, stampa) ad un ufficio pubblico e ci mettono settimante. Si, ritengo che bastino i 15 minuti del tempo minimo.
            Sei bravo a parlare, ma intanto sei altrettanto
            bravo ad aggirare il
            sistema.Ti ho scritto sopra che era solo un esempio. Ma dimmi tu se le cose non funzionano davvero così.
            I 15 minuti che hai perso per il tuo porto
            d'armi, si sono diventati 15 minuti di ritardo
            per qualcun altro che invece attendeva
            rispettando i tempi
            richiesti.Già, se si guardano altri ambiti dove esiste una scelta tra pubblico e privato però il ragionamento non regge, a meno che non si arrivi alla conclusione che ci sono persone che lavorano poco e male: i tempi per avere una visita medica in strutture pubbliche e private sono sotto agli occhi di tutti, ad esempio.
            Che succede se come te altri 25 fanno la stessa
            cosa? bhe considerato che certi uffici non
            lavorano per tutto il giorno, direi che
            chiaramente grazie ai furbi come te, si accumula
            un giorno di ritardo per tutti gli altri...
            bello.Una cosa è giusta in ciò che hai scritto: il problema è dei "furbi". Quelli che si fanno pagare lo stipendio per chattare e navigare su facebook, ad esempio.
          • pandadisoss ato _ scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: pandadisoss ato



            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi -



            ripassi tra quattro


            settimane.





            Questura X: richiesta rilascio porto d'armi +


            "telefonata dell'amico" -
            aspetta che tra un


            quarto d'ora te lo


            consegno.



            Dimmi ma a secondo te sei l'unico che fa una

            richiesta di porto d'armi?

            No, pensa che addirittura non ho il porto d'armi.
            Ho fatto un esempio verosimile di procedura per
            il rilascio di un $documento a caso$ ed è
            esperienza comune che il meccanismo sia questo.
            Tanto che non ti è nemmeno passato per la zucca
            che fosse un esempio
            inventato.
            Allora per giustificare una tua affermazione illatoria nei confronti di qualcuno ti inventi delle storielle che comprovino il tuo punto di vista?



            Quando porti tutti gli incartamenti pensi che

            nessuno faccia i dovuti controlli su gli

            stessi?

            Chissà... nel caso del porto d'armi il dubbio mi
            è venuto in varie circostanze: gente che possiede
            un'arma regolarmente denunciata, che è
            autorizzata ad usarla e che ad un certo punto fa
            fuori il vicino/amico/moglie mi fanno pensare che
            tutti 'sti controlli non ci
            siano.
            Il fatto che ci siano dei matti in giro non implica necessariamente che la colpa sia di chi effettua i controlli. Oggi uno e sano, domani la moglie lo lascia cade in depressione e domani si spara... succede, ma all'atto della verifica della persona (con tanto di visita medica) lui stava ancora bene.In quest'ottica il medico che mi ha rilasciato un attestato di buon stato fisico per la palestra, domani quando mi becco un'influenza dovrebbe essere multato e licenziato per aver dichiarato il falso?

            Ritieni che per fare ciò per te e per gli altri

            ci vogliano solo i 15 minuti per

            consegnartelo?

            Sai, chiedo un preventivo ad un privato e me lo
            mandano nel giro di pochissime ore, chiedo un
            foglietto (premi, stampa) ad un ufficio pubblico
            e ci mettono settimante. Si, ritengo che bastino
            i 15 minuti del tempo
            minimo.
            Hai appena detto che non hai mai fatto tale richiesta come fai a sapere che un privato (non esiste per il porto d'armi non puoi non passare che per gli stessi uffici o tu o un azienda che lo fa per te) fa un click e ti stampa il permesso?Continui a sostenere il tuo punto basandoti su una storiella.Ma anche ammesso che sia come dici, allora per te 15 minuti sono sufficienti per dare in mano ad una persona un arma da fuoco e per verificare che le carte che certificano il suo stato di salute fisica e mentale sono vere... forse è peggio quello che sostieni... del sistema attuale.

            Sei bravo a parlare, ma intanto sei altrettanto

            bravo ad aggirare il

            sistema.

            Ti ho scritto sopra che era solo un esempio. Ma
            dimmi tu se le cose non funzionano davvero
            così.
            Come ho detto i furbi sono esistiti esistono ed esisteranno ma esendo un esempio quindi pura invenzione non posso sicuramente dire che funziona così.Dillo ad un poliziotto o ad un carabiniere e vedrai che ti dicono.


            I 15 minuti che hai perso per il tuo porto

            d'armi, si sono diventati 15 minuti di ritardo

            per qualcun altro che invece attendeva

            rispettando i tempi

            richiesti.

            Già, se si guardano altri ambiti dove esiste una
            scelta tra pubblico e privato però il
            ragionamento non regge, a meno che non si arrivi
            alla conclusione che ci sono persone che lavorano
            poco e male: i tempi per avere una visita medica
            in strutture pubbliche e private sono sotto agli
            occhi di tutti, ad
            esempio.
            Una cosa che hai dimenticato di considerare è che negli ambiti statali vi è l'obbligo di seguire le procedure burocratiche subito e passo passo, e se vi è uno stato dove la burocrazia è esagerata è proprio l'Italia.Noi italiani siamo bravi a lamentarci (le sinistre sanno fare solo quello) poi però quanti propongono vere soluzioni? quanti valutano realmente quali sono i problemi? e quanti invece si limitano a cercare un capro espiatorio?Già solo snellire la burocrazia garantirebbe vantaggi enormi nel velocizzare ed ottimizzare le cose.


            Che succede se come te altri 25 fanno la stessa

            cosa? bhe considerato che certi uffici non

            lavorano per tutto il giorno, direi che

            chiaramente grazie ai furbi come te, si accumula

            un giorno di ritardo per tutti gli altri...

            bello.

            Una cosa è giusta in ciò che hai scritto: il
            problema è dei "furbi". Quelli che si fanno
            pagare lo stipendio per chattare e navigare su
            facebook, ad
            esempio.Il problema sono le persone che fanno di tutta l'erba un fascio come te, e a supporto delle loro parole pongono esempi farlocchi inventati appositamente.La decisione di bloccare facebook deve essere dei sistemisti e dei responsabili tecnici non di un politico.Solo loro hanno la competenza per decidere cosa è importante bloccare e cosa no ed il tutto con lo scopo di garantire un corretto funzionamento del network aziendale privato o pubblico che sia.Se brunetta vuole veramente fare qualcosa allora che si metta a lavorare sui veri problemi e la smetta di smenarla sul fatto che sono tutti fannulloni, i lavoratori sono tutti lavoratori, pa o Dr. Pincopalla cambia solo la dimensione dell'azienda ed il nome del proprietario.Secondo te, tutto sto chiasso sul blocco di fb ha un vero ritorno pratico (è una soluzione?) o solo un modo per farsi pubblicità e far credere che sta facendo qualcosa? Giusto per incertivarti all'informazione e non alla disinformazione dai un occhiata a questi link:http://www.facebook.com/pages/RENATO-BRUNETTA-Ministro-Pubblica-Amministrazione-e-Innovazione/18110615670http://www.reportonline.it/200809218486/politica/de-pierro-sui-fannulloni-brunetta-predica-bene-e-razzola-male.htmlpandadisossato
          • nome e cognome scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            certo, perhcé é il dipendente allo sportello a
            determinare le procedure burocratiche... il tiro
            va alzato sulla dirigenza... non certo sullo
            sportellista...Capitato giusto settimana scorsa: sede periferica del comune di Milano, 6 sportelli solo 3 presidiati, 50 persone in attesa, 4 impiegate fuori nella guardiola a chiacchierare.Alziamo il tiro sulla dirigenza? Si è sicuramente colpa della dirigenza che non ha spedito fuori dalle palle queste persone, ma volendo ha gli strumenti per farlo?
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            certo che ce li ha gli strumenti, ma il manager tu l'hai visto?Sai come si chiama? lo hai mai incontrato?Sará in qualche casa in montagna o al mare che gli ha prestato l'amico "assesore" del consiglio comunale ;)
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            Indipendentemente dall'origine dei problemi, d facebook si o facebook no, XXXXX si, XXXXX no. Perchè dev'essere il cittadino a smenarci ? Se il problema è il dirigente o l'impiegato o tutt'e due, al cittadino che paga le tasse per un servizio che non ha o lo ha, ma scarso, che razzo gliene frega ? Perche deve subire lui le storture del pubblico impiego ?E allora ben vengano i Brunetta di sto mondo !
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            perché Brunetta é il primo a garantire il posto ai dirigenti delle PA spostando il problema sull'ultima ruota del carro (i dipendenti)Perhcé la gestione clientelare degli incarichi di prestigio nella PA fanno comodo a Brunetta e Co. per raccogliere voti...E il bello, é che sono riusciti a farti credere che stanno cambiando le cose! devo ammettere che sono davvero in gamba!
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX
            perché Brunetta é il primo a garantire il posto
            ai dirigenti delle PA spostando il problema
            sull'ultima ruota del carro (i dipendenti)Ok, hai delle prove su questo ?
            Perhcé la gestione clientelare degli incarichi di
            prestigio nella PA fanno comodo a Brunetta e Co.
            per raccogliere voti...A be. Da che mondo e mondo ai politici fa comodo raccogliere voti. Non ho mai visto un politico che non applichi questa regola.
            E il bello, é che sono riusciti a farti credere
            che stanno cambiando le cose! devo ammettere che
            sono davvero in gamba!Forse perchè è proprio cosi.Comunque torniamo alla domanda di prima. Ma al cittadino deve XXXXXXX qualcosa di come vengono lavati i panni sporchi nelle PA ? Ti do gia la risposa. No. Per lui conta solo il servizio e se le beghe interne alle PA compromettono il servizio che il cittadino paga allora c'è qualcosa che non va e se il cittadino s'inrazza magari ha anche ragione. Ti pare ?
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Ok, hai delle prove su questo ?no, ho l'esperienza diretta di mio padre che lavora da 40 anni in comune

            E il bello, é che sono riusciti a farti credere

            che stanno cambiando le cose! devo ammettere che

            sono davvero in gamba!

            Forse perchè è proprio cosi.

            Comunque torniamo alla domanda di prima. Ma al
            cittadino deve XXXXXXX qualcosa di come vengono
            lavati i panni sporchi nelle PA ? Ti do gia la
            risposa. No. Per lui conta solo il servizio e se
            le beghe interne alle PA compromettono il
            servizio che il cittadino paga allora c'è
            qualcosa che non va e se il cittadino s'inrazza
            magari ha anche ragione. Ti pare
            ?certo! infatti il cittadino ha ragione a XXXXXXXrsi!Cosa dovrebbero fare? evitare il clientelismo e l'assegnazione di ruoli chiave dati agli amici degli amici invece che a persone valide!Peró questo sarebbe controproducente per chi legifira.Come fare dunque?Mettere alla gogna il dipendente pubblico in modo da dare sapore di vendetta al cittadino insoddisfatto, lasciando peró il problema irrissolto, come ti ho detto sono stati in gamba!Vedrai che sicuramente, tra qualche mese grazie a Brunetta tutto funzionerá meglio!Tu continua a non preoccuparti cosa fa chi ti governa per risolverti i problemi! ;)
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX

            Ok, hai delle prove su questo ?

            no, ho l'esperienza diretta di mio padre che
            lavora da 40 anni in comunePubblicare please !


            E il bello, é che sono riusciti a farti
            credere


            che stanno cambiando le cose! devo ammettere
            che


            sono davvero in gamba!



            Forse perchè è proprio cosi.



            Comunque torniamo alla domanda di prima. Ma al

            cittadino deve XXXXXXX qualcosa di come vengono

            lavati i panni sporchi nelle PA ? Ti do gia la

            risposa. No. Per lui conta solo il servizio e se

            le beghe interne alle PA compromettono il

            servizio che il cittadino paga allora c'è

            qualcosa che non va e se il cittadino s'inrazza

            magari ha anche ragione. Ti pare

            ?

            certo! infatti il cittadino ha ragione a
            XXXXXXXrsi!Be vedi un pò.
            Cosa dovrebbero fare? evitare il clientelismo e
            l'assegnazione di ruoli chiave dati agli amici
            degli amici invece che a persone valide!Scusa dove hai detto che lavori ?
            Peró questo sarebbe controproducente per chi
            legifira.E non solo. Ma anche per chi ha i parenti. ;)
            Come fare dunque?
            Mettere alla gogna il dipendente pubblico in modo
            da dare sapore di vendetta al cittadino
            insoddisfatto, lasciando peró il problema
            irrissolto, come ti ho detto sono stati in
            gamba!Chiaro. La colpa è sempre di qualcun'altro. E il cittadino intando ci smena.
            Vedrai che sicuramente, tra qualche mese grazie a
            Brunetta tutto funzionerá meglio!Magari si. Magari è la volta buona.
            Tu continua a non preoccuparti cosa fa chi ti
            governa per risolverti i problemi! ;)E chi ti ha detto che non mi preoccupo ? ;)
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Pubblicare please !cosa ti pubblico? il numero di cel di mio padre cosí gli parli?



            certo! infatti il cittadino ha ragione a

            XXXXXXXrsi!

            Be vedi un pò.ripeto che infatti ha ragione :)
            Scusa dove hai detto che lavori ?in Irlanda presso la SIEMENS SPA, perché?

            Peró questo sarebbe controproducente per chi

            legifira.

            E non solo. Ma anche per chi ha i parenti. ;)per chi ha parenti fannulloni sicuramente! ma se lo meritano!
            Chiaro.
            La colpa è sempre di qualcun'altro.
            E il cittadino intando ci smena.no no, la compra é sempre degli stessi, ma viene fatta ricadere su quelli piú facili da incolpare ;)
            Magari si. Magari è la volta buona.si guarda, ne sono sicuro! vedrai, il servizio pubblico migliorerá, ne sono certo! hanno fatto la cosa giusta!

            Tu continua a non preoccuparti cosa fa chi ti

            governa per risolverti i problemi! ;)

            E chi ti ha detto che non mi preoccupo ? ;)dicevi che non di importa come la PA lava i panni sporchi... anche i tedeschi non si preoccupavano di dove andavano a finire tutti quegli ebrei antipatici... ;)
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX

            Pubblicare please !

            cosa ti pubblico? il numero di cel di mio padre
            cosí gli parli? No, che pubblichi le prove di quanto sostiene. Altrimenti rimangono chiacchiere da bar. Sempre con rispetto s'intende. Ci mancherebbe. Però è facile puntare il dito. Chiaro che poi il nepotismo è una piaga di questo paese e non solo per il pubblico.

            Scusa dove hai detto che lavori ?

            in Irlanda presso la SIEMENS SPA, perché?
            Cosi, tanto per sapere...
            no no, la compra é sempre degli stessi, ma viene
            fatta ricadere su quelli piú facili da incolpare
            ;)Si eh ? Non ti viene in mente che forse la colpa non è mai da una parte sola ?

            Magari si. Magari è la volta buona.

            si guarda, ne sono sicuro! vedrai, il servizio
            pubblico migliorerá, ne sono certo! hanno fatto
            la cosa giusta!Almeno ci prova.


            Tu continua a non preoccuparti cosa fa chi ti


            governa per risolverti i problemi! ;)



            E chi ti ha detto che non mi preoccupo ? ;)

            dicevi che non di importa come la PA lava i panni
            sporchi... anche i tedeschi non si preoccupavano
            di dove andavano a finire tutti quegli ebrei
            antipatici... ;)A be certo. Mo sono un nazzista. Ma per piacere eh ?Ho detto, anzi scritto, che al cittadino può non interessare nulla delle beghe interne alla PA. Al cittadino, ripeto, visto che PAGA per avere un servizio, indipendentemente da chi ha ragione o torto, ha il sacrosanto diritto che l'erogazione di tale servizio funzioni al meglio. Non c'è molto da capire. Cavolo c'entrano i nazi lo sai solo tu ?!! Un'esempio più stupido non lo potevi trovare. Poi se uno vuole interessarsti s'interessa. Ma questa è un'altra storia. Il servizio deve essere comunque erogato al meglio. Punto e basta.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            No, che pubblichi le prove di quanto sostiene.
            Altrimenti rimangono chiacchiere da bar. Sempre
            con rispetto s'intende. Ci mancherebbe. Però è
            facile puntare il dito. Chiaro che poi il
            nepotismo è una piaga di questo paese e non solo
            per il
            pubblico.eh ma mica puó cazzeggiare come noi in ufficio e mettersi a scrivere un libro sui suoi 40 anni in comune :)E poi, ovvio che qui sono chiacchiere da BAR... che credevi che fosse il forum di PI?


            Scusa dove hai detto che lavori ?



            in Irlanda presso la SIEMENS SPA, perché?



            Cosi, tanto per sapere...perhcé giá pensavi di potermi accusare di nepotismo? mi spiace, buco nell'acqua ;)
            Si eh ? Non ti viene in mente che forse la colpa
            non è mai da una parte sola
            ?giustissimo! peró mi sembra che qui si stia punendo una parte sola (che é pure la meno "incidente")
            Almeno ci prova.no no, ma ci é riuscito, a farvi credere che tutto migliorerá, quando non é stato fatto nulla per migliorare davvero ;)Ma poi, saranno i fatti a parlare, vediamo tra un anno anche due, dai sono buono, come tutto funzionerá meglio!


            E chi ti ha detto che non mi preoccupo ? ;)



            dicevi che non di importa come la PA lava i
            panni

            sporchi... anche i tedeschi non si preoccupavano

            di dove andavano a finire tutti quegli ebrei

            antipatici... ;)

            A be certo. Mo sono un nazzista. Ma per piacere
            eh
            ?
            Ho detto, anzi scritto, che al cittadino può non
            interessare nulla delle beghe interne alla PA. Al
            cittadino, ripeto, visto che PAGA per avere un
            servizio, indipendentemente da chi ha ragione o
            torto, ha il sacrosanto diritto che l'erogazione
            di tale servizio funzioni al meglio. Non c'è
            molto da capire. Cavolo c'entrano i nazi lo sai
            solo tu ?!! Un'esempio più stupido non lo potevi
            trovare. Poi se uno vuole interessarsti
            s'interessa. Ma questa è un'altra storia. Il
            servizio deve essere comunque erogato al meglio.
            Punto e
            basta.chi ti ha dato del nazista? ti ho fatto un esempio su come a volte é bene interessarsi su come vengono risolti certi problemi... che hai la coda di paglia?Se sanassero il debito pubblico in Italia rimpiazzando le risaie del nordest con piantagioni di coca ti starebbe bene?
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX

            No, che pubblichi le prove di quanto sostiene.

            Altrimenti rimangono chiacchiere da bar. Sempre

            con rispetto s'intende. Ci mancherebbe. Però è

            facile puntare il dito. Chiaro che poi il

            nepotismo è una piaga di questo paese e non solo

            per il

            pubblico.

            eh ma mica puó cazzeggiare come noi in ufficio e
            mettersi a scrivere un libro sui suoi 40 anni in
            comune :)Può sempre scriverlo a casa. ;)
            E poi, ovvio che qui sono chiacchiere da BAR...
            che credevi che fosse il forum di PI?Non mi riferivo a PI in particolare, anche se in questo caso ti do ragione.



            Scusa dove hai detto che lavori ?





            in Irlanda presso la SIEMENS SPA, perché?






            Cosi, tanto per sapere...

            perhcé giá pensavi di potermi accusare di
            nepotismo? mi spiace, buco nell'acqua ;)Hai ragione mi è andata male. :)

            Si eh ? Non ti viene in mente che forse la colpa

            non è mai da una parte sola

            ?

            giustissimo! peró mi sembra che qui si stia
            punendo una parte sola (che é pure la meno
            "incidente")E certo, perchè l'impiegato non ci arriva da solo che passando due ore alla macchina del caffè a parlare del campionato di calcio invece di stare al suo posto a lavorare è come rubare i soldi ai contribuenti. No non ci arriva poverino. Ci vuole il cane da guardia che ogni due minuti gli dica cosa deve o non deve fare e vigili costantemente sul suo operato. E la privacy dove la mettiamo. Tutti starebbero a urlare la loro lesa privacy. Che scherzi ?!! Basarsi sulla fiducia ? No perchè c'è sempre chi mne approfitta. E mandare fuori a calci nel sedere chi fa il furbo ? No eh ?!!

            Almeno ci prova.

            no no, ma ci é riuscito, a farvi credere che
            tutto migliorerá, quando non é stato fatto nulla
            per migliorare davvero ;)Io non credo ancora a nulla. Ho solo detto che ci sta provando.
            Ma poi, saranno i fatti a parlare, vediamo tra un
            anno anche due, dai sono buono, come tutto
            funzionerá meglio!Vedremo.



            E chi ti ha detto che non mi preoccupo ? ;)





            dicevi che non di importa come la PA lava i

            panni


            sporchi... anche i tedeschi non si
            preoccupavano


            di dove andavano a finire tutti quegli ebrei


            antipatici... ;)



            A be certo. Mo sono un nazzista. Ma per piacere

            eh

            ?

            Ho detto, anzi scritto, che al cittadino può non

            interessare nulla delle beghe interne alla PA.
            Al

            cittadino, ripeto, visto che PAGA per avere un

            servizio, indipendentemente da chi ha ragione o

            torto, ha il sacrosanto diritto che l'erogazione

            di tale servizio funzioni al meglio. Non c'è

            molto da capire. Cavolo c'entrano i nazi lo sai

            solo tu ?!! Un'esempio più stupido non lo potevi

            trovare. Poi se uno vuole interessarsti

            s'interessa. Ma questa è un'altra storia. Il

            servizio deve essere comunque erogato al meglio.

            Punto e

            basta.

            chi ti ha dato del nazista? ti ho fatto un
            esempio su come a volte é bene interessarsi su
            come vengono risolti certi problemi... che hai la
            coda di paglia?No, ma che razza di paragone è scusa ?!!
            Se sanassero il debito pubblico in Italia
            rimpiazzando le risaie del nordest con
            piantagioni di coca ti starebbe bene?No, ma è un'altro paragone che non c'entra una cippa.
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Può sempre scriverlo a casa. ;)eh dai stasera lo chiamo e gli dico di scrivere le sue memorie che me le ha chieste Eretico su PI :D
            Hai ragione mi è andata male. :);)
            E certo, perchè l'impiegato non ci arriva da solo
            che passando due ore alla macchina del caffè a
            parlare del campionato di calcio invece di stare
            al suo posto a lavorare è come rubare i soldi ai
            contribuenti. No non ci arriva poverino. Ci vuole
            il cane da guardia che ogni due minuti gli dica
            cosa deve o non deve fare e vigili costantemente
            sul suo operato. E la privacy dove la mettiamo.
            Tutti starebbero a urlare la loro lesa privacy.
            Che scherzi ?!! Basarsi sulla fiducia ? No perchè
            c'è sempre chi mne approfitta. E mandare fuori a
            calci nel sedere chi fa il furbo ? No eh
            ?!!pensa che c'é anche chi non si rende conto che ha non emettere fattura, dichiararsi nulla tenente per pagare di meno le tasse universitarie della figlia, usare la partita IVA per scaricare le spese carburante quando vanno nella seconda casa al mare con la macchina aziendale é rubare...Fare quello che sta vuole fare Brunetta é come tacciare di evasione fiscale tutti quelli con partita iva in Italia, una stupida generalizzazione
            Io non credo ancora a nulla. Ho solo detto che ci
            sta
            provando.sempre che poi la riforma passi... visto che tutti fanno finta di niente e Brunetta ha minacciato che se non passa entro 60 giorni di dimette :) sará che ci sono i fannulloni anche in parlamento? :D

            coda di paglia?

            No, ma che razza di paragone è scusa ?!!


            Se sanassero il debito pubblico in Italia

            rimpiazzando le risaie del nordest con

            piantagioni di coca ti starebbe bene?

            No, ma è un'altro paragone che non c'entra una
            cippa.boh allora lasicamo stare i paragoni... di solito si usano per semplificare, ma tra me e te non funziona... amen ;)
          • Eretico scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: MeX

            Può sempre scriverlo a casa. ;)

            eh dai stasera lo chiamo e gli dico di scrivere
            le sue memorie che me le ha chieste Eretico su PI
            :DDai, poi fammi sapere quando lo pubblica. :D

            Hai ragione mi è andata male. :)

            ;)


            E certo, perchè l'impiegato non ci arriva da
            solo

            che passando due ore alla macchina del caffè a

            parlare del campionato di calcio invece di stare

            al suo posto a lavorare è come rubare i soldi ai

            contribuenti. No non ci arriva poverino. Ci
            vuole

            il cane da guardia che ogni due minuti gli dica

            cosa deve o non deve fare e vigili costantemente

            sul suo operato. E la privacy dove la mettiamo.

            Tutti starebbero a urlare la loro lesa privacy.

            Che scherzi ?!! Basarsi sulla fiducia ? No
            perchè

            c'è sempre chi mne approfitta. E mandare fuori a

            calci nel sedere chi fa il furbo ? No eh

            ?!!

            pensa che c'é anche chi non si rende conto che ha
            non emettere fattura, dichiararsi nulla tenente
            per pagare di meno le tasse universitarie della
            figlia, usare la partita IVA per scaricare le
            spese carburante quando vanno nella seconda casa
            al mare con la macchina aziendale é rubare...Vero, e quindi ? Se li beccano li mazzuolano mica male, cosa credi. Allora se mazzuolano i furbi con P.I. è giusto mazzuolare anche quelli di stato. Ti pare ?!! ;)
            Fare quello che sta vuole fare Brunetta é come
            tacciare di evasione fiscale tutti quelli con
            partita iva in Italia, una stupida generalizzazioneBe insomma. Quando c'è gente che timbra comperti dai colleghi e poi va a farsi gli affari suoi tutto il giorno...

            Io non credo ancora a nulla. Ho solo detto che

            ci sta provando.

            sempre che poi la riforma passi... visto che
            tutti fanno finta di niente e Brunetta ha
            minacciato che se non passa entro 60 giorni di
            dimette :) sará che ci sono i fannulloni anche in
            parlamento? :DMa non mi dire... :D


            coda di paglia?



            No, ma che razza di paragone è scusa ?!!




            Se sanassero il debito pubblico in Italia


            rimpiazzando le risaie del nordest con


            piantagioni di coca ti starebbe bene?



            No, ma è un'altro paragone che non c'entra una

            cippa.

            boh allora lasicamo stare i paragoni... di solito
            si usano per semplificare, ma tra me e te non
            funziona... amen ;)Si ho capito dai !!! Mi fai dei paragoni anche tu... "Se mi nonno aveva le ruote era una formula uno". :s
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            guarda, essere contro chi sbaglia è giusto e mi sembra che siamo d'accordo su questo.A me sembra comunque giusto fa notare che "riformare" la Pubblica Amministrazione togliendo giorni di malattia e limitando l'uso di internet... ecco.. magari serve, ma non mi sembra il punto di partenza
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            . E
            non esistono pause pranzo in cui il divieto è
            sospeso: il divieto è in vigore
            SEMPRE.
            Ciao, anche io lavoro nel pubblico ma anche nel privato. Te lo spiego io perchè da te il divieto c'è sempre: perchè nel pubblico tu timbri le tue entrate e le tue uscite, se sei al lavoro non c'è motivo per il quale dovresti fare gli affari tuoi, se sei fuori o in pausa a maggior ragione non c'è motivo per il quale dovresti stare seduto in ufficio. Guarda, non te lo dico in tono polemico, anzi, i lavoratori pubblicci hanno (abbiamo) dei vantaggi enormi ed anche per questo che certa gente ce l'ha con noi, perchè tutto sommato siamo fortunati. Ci sono tante aziende private dove ai lavoratori non vengono pagati gli straordinari e quindi, anche se gli dai facebook dopo le 18.30, tanto meglio, magari hanno un motivo in più per stare fino le 20, tra una XXXXXXXta e l'altra magari vanno avanti con qualche lavoro, tanto è gratis!
          • nome e cognome scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

            Perché dimostri - alla faccia di Brunetta e dei
            suoi ruffiani - che a confronto di certe
            situazioni nel pubblico, nel privato è una
            cuccagna.Già nel privato si può probabilmente navigare su facebook... in compenso adesso quanti nel pubblico hanno paura di perdere il posto di lavoro? Quanti si stanno facendo un XXXX gigante per non risultare inutili agli occhi di un capo che deve tagliare i costi? Dai su, che nel pubblico anche senza facebook continuate a passarvela molto meglio, poi dopo che ho letto che i commessi del senato vanno in pensione a 57 anni con 8000 euro di pensione direi che Brunetta può tranquillamente sparare nel mucchio, al 90% fa centro.
          • wylem scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            Tagliamo il gettone di presenza al consigliere comunale di un paese di 10000 abitanti che prende 75 Euro all'anno e non ci paga nemmeno le spese del cellulare. (sul giornale "tagliato i soldi ai politici")Se si vuole fare qualcosa di utile la freccia deve andare magari non proprio sul centro ma nemmeno sul paglione perchè è solo facile da colpire ma non da punti.
      • Lemon scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..

        il diritto di guardarsi facebook e di leggere
        mail è intoccabile, è come andare al XXXXX, come
        prendersi 30 minuti di pausa (poichè dopo ore
        continue davanti ai monitor la vista può
        sforzarsi), come leggere il giornale, come
        parlare tra dipendenti e quindi non interrompere
        relazioni sociali, come avere il permesso di
        fumarsi una sigaretta fuori, come avere la
        propria privacy nell'ambito del proprio ufficio e
        dei suoi
        mezzi.

        rifletti

        non siamo in cina!Innanzi tutto il fatto che sia un diritto è tutto da vedere. Se a te viene dato uno strumento aziendale, ad esempio una automobile, non vuol dire che ci devi esercitare i tuoi diritti umani, tipo andare a prendere i tuoi figli a scuola in orario di lavoro o farci i rally perchè sei appassionato. E' la stessa cosa dei computer e di internet, è uno strumento e lo devi usare per lavoro, è già tanto se ci riesci a navigare in siti non prettamente aziendali, figurati se è un tuo diritto facebook o la webmail, senza contare che soprattutto la webmail è un grosso rischio per la sicurezza informatica. Come hai scritto ci sono tanti mezzi per distrarsi e socializzare, lascia perdere il computer, fidati.Ricorda che su facebook ci puoi anche andare a spese tue con il telefonino.
        • logicaMente scrive:
          Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
          - Scritto da: Lemon[cut della parte che quoto]
          Ricorda che su facebook ci puoi anche andare a
          spese tue con il
          telefonino.E fuori dall'orario in cui noi contribuenti ti paghiamo lo stipendio, aggiungo io.
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: logicaMente
            - Scritto da: Lemon

            [cut della parte che quoto]


            Ricorda che su facebook ci puoi anche andare a

            spese tue con il

            telefonino.

            E fuori dall'orario in cui noi contribuenti ti
            paghiamo lo stipendio, aggiungo
            io.Si, ti ricordo però che anchi i dipendenti pubblici pagano le tasse, magari pagano il tuo assegno di disoccupazione mentre in realtà lavori in nero...
          • logicaMente scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: logicaMente

            - Scritto da: Lemon



            [cut della parte che quoto]




            Ricorda che su facebook ci puoi anche andare a


            spese tue con il


            telefonino.



            E fuori dall'orario in cui noi contribuenti ti

            paghiamo lo stipendio, aggiungo

            io.

            Si, ti ricordo però che anchi i dipendenti
            pubblici pagano le tasse,Autoreferenziali, il datore di lavoro che paga le tasse per i dipendenti pubblici è anche lo stesso che poi le utilizza.
            magari pagano il tuo
            assegno di disoccupazione mentre in realtà lavori
            in
            nero...Magari no. Lo Stato drena risorse al privato per finanziare il pubblico e non viceversa .Invece, con quante tasse pago (per avere dei servizi scadenti), di fatto mi trovo a pagare lo stipendio a più di un fannullone stipendiato per passare le sue giornate su facebook.
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..


            Autoreferenziali, il datore di lavoro che paga le
            tasse per i dipendenti pubblici è anche lo stesso
            che poi le
            utilizza.
            E' sempre stipendio in meno al lavoratore che magari fa anche bene il suo lavoro

            magari pagano il tuo

            assegno di disoccupazione mentre in realtà
            lavori

            in

            nero...

            Magari no. Lo Stato drena risorse al privato per
            finanziare il pubblico e non viceversa .Invece,
            con quante tasse pago (per avere dei servizi
            scadenti), di fatto mi trovo a pagare lo
            stipendio a più di un fannullone stipendiato per
            passare le sue giornate su
            facebook.Si, il pubblico è l'insieme di privati, non è che con i soldi delle tasse tue ci pagano solo i dipendenti. Riguardo i servizi io ti consiglio di rompere le scatole, spesso le cose che non funzionano sono frutto di scelte amministrative sbagliate. Quando la Ferrari non vince non puoi dare la colpa solamente a Massa o Raikoneen, guarda quest'ultimo ad esempio, ieri è stato pagato per lavorare solo metà del tempo. Sono sempre i pesci piccoli a rimetterci per primi (e forse solo loro)
      • Pruffolo scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        Il tuo profilo invece è quello di chi non ha voglia di fare un XXXXX.
    • Paolo scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Sono d'accordo con te!Al corso di informatica stiamo affrontando tematiche interessanti e fondamentali per il nostro futuro lavoro (sistemista di rete).Quello che mi allibisce è vedere particolarmente una persona collegata su facebook dalle 09.00 della mattina alle 18.00 di sera ignorando totalmente la lezione e facendo interventi inutili e controproducenti.Che si possa dare un occhiata alle proprie mail ok...ma qui ragazzi cè gente malata sul serio!
      • FDG scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        - Scritto da: Paolo
        Quello che mi allibisce è vedere particolarmente
        una persona collegata su facebook dalle 09.00
        della mattina alle 18.00 di sera ignorando
        totalmente la lezione e facendo interventi
        inutili e controproducenti.Anche se non vedessi il suo schermo capiresti comunque che questa persona non sta imparando molto... vero?
      • MeX scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        e secondo te é colpa di FB o é il tuo compagno che é un'idiota?Continuate a mettere l'attenzione sul giochino e non sugli stupidi...
        • Paolo scrive:
          Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
          O facebook nella maggior parte degli utenti provoca dipendenza?Caro Mex dalla tua risposta mi dai tanto l impressione che anche tu sei uno di quelli che appena gli tocchi facebook si appigliano a fandonie per giustificare l evidenza dei fatti.Paragonare il solitario con facebook è a dir poco anacronistico.Distinti saluti
          • MeX scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Paolo
            O facebook nella maggior parte degli utenti
            provoca
            dipendenza?internet di per se puó creare dipendenza... sai quanti browser game intossicanti ci sono? tipo Travian per dirne uno...
            Caro Mex dalla tua risposta mi dai tanto l
            impressione che anche tu sei uno di quelli che
            appena gli tocchi facebook si appigliano a
            fandonie per giustificare l evidenza dei
            fatti.pensa che nel mio ufficio non ci si puó accedere :) missá che sono piú dipendente da PI per il cazzeggio lavorativo ;)
            Paragonare il solitario con facebook è a dir poco
            anacronistico.anche paragonare un lavoratore dipendente ad uno studente delle elementari :)
            Distinti salutiSaluti alla signora... vo a pranzo! ;)
          • Paolo scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            LoL io e te non ci capiamo tanto =)
      • MegaJock scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        - Scritto da: Paolo
        Sono d'accordo con te!

        Al corso di informatica stiamo affrontando
        tematiche interessanti e fondamentali per il
        nostro futuro lavoro (sistemista di
        rete).Sicuro che sarà il tuo futuro lavoro?
    • FDG scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Io ho l'impressione che al datore di lavoro italiano non interessa la produttività reale.Quella la riesci a capire. Se controlli il dipendente misurando il sul lavoro, non hai motivo di limitare alcunché, se non nell'abuso dell'occupazione delle risorse (ma questo è anche un problema relativo). Quello che all'azienda si presume dovrebbe interessare è la capacità del dipendente di produrre lavoro.Al contrario la cultura diffusa è:- devi fare le tue otto ore negli orari di lavoro previsti... come non importa?- non usare facebook... il solitario è meglio?- non vi è mai capitato di vedere gente che perde tempo a chiaccherare, a volte nascondendo queste chiacchere sotto l'innocuo aspetto di inutili riunioni sul sesso degli angeli?- chi si preoccupa di verificare che le condizioni di lavoro siano tali da garantire adeguati livelli di produttività?- come misurate la produttività? Stiamo parlando di produttività reale o fittizia tipo scavare buche per terra e poi riempirle?- siamo sicuri che la gente è capace di fare il lavoro per cui è pagata? Oppure mettiamo la gente sbagliata al posto sbagliato (perché magari quella gente renderebbe di più facendo altro)?Cioè, pare ci sia una sorta di deresponsabilizzazione rispetto al lavoro per rifugiarsi dietro al rispetto delle apparenze (una serie di regole formali che non necessariamente hanno a che fare con la sostanza delle cose). Perché sono certo che io se volessi veramente riuscirei ad essere a posto con le regole pur non facendo un cavolo.p.s.: buon tor/vidaliap.s.2: come limiterete facebook sul mobile?
      • MeX scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        OTTIMO POST!- Scritto da: FDG
        Io ho l'impressione che al datore di lavoro
        italiano non interessa la produttività
        reale.

        Quella la riesci a capire. Se controlli il
        dipendente misurando il sul lavoro, non hai
        motivo di limitare alcunché, se non nell'abuso
        dell'occupazione delle risorse (ma questo è anche
        un problema relativo). Quello che all'azienda si
        presume dovrebbe interessare è la capacità del
        dipendente di produrre
        lavoro.

        Al contrario la cultura diffusa è:
        - devi fare le tue otto ore negli orari di lavoro
        previsti... come non
        importa?
        - non usare facebook... il solitario è meglio?
        - non vi è mai capitato di vedere gente che perde
        tempo a chiaccherare, a volte nascondendo queste
        chiacchere sotto l'innocuo aspetto di inutili
        riunioni sul sesso degli
        angeli?
        - chi si preoccupa di verificare che le
        condizioni di lavoro siano tali da garantire
        adeguati livelli di
        produttività?
        - come misurate la produttività? Stiamo parlando
        di produttività reale o fittizia tipo scavare
        buche per terra e poi
        riempirle?
        - siamo sicuri che la gente è capace di fare il
        lavoro per cui è pagata? Oppure mettiamo la gente
        sbagliata al posto sbagliato (perché magari
        quella gente renderebbe di più facendo
        altro)?

        Cioè, pare ci sia una sorta di
        deresponsabilizzazione rispetto al lavoro per
        rifugiarsi dietro al rispetto delle apparenze
        (una serie di regole formali che non
        necessariamente hanno a che fare con la sostanza
        delle cose). Perché sono certo che io se volessi
        veramente riuscirei ad essere a posto con le
        regole pur non facendo un
        cavolo.

        p.s.: buon tor/vidalia
        p.s.2: come limiterete facebook sul mobile?
      • Lemon scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        - Scritto da: FDG
        Io ho l'impressione che al datore di lavoro
        italiano non interessa la produttività
        reale.

        Quella la riesci a capire. Se controlli il
        dipendente misurando il sul lavoro, non hai
        motivo di limitare alcunché, se non nell'abuso
        dell'occupazione delle risorse (ma questo è anche
        un problema relativo). Quello che all'azienda si
        presume dovrebbe interessare è la capacità del
        dipendente di produrre
        lavoro.

        Al contrario la cultura diffusa è:
        - devi fare le tue otto ore negli orari di lavoro
        previsti... come non
        importa?
        - non usare facebook... il solitario è meglio?
        - non vi è mai capitato di vedere gente che perde
        tempo a chiaccherare, a volte nascondendo queste
        chiacchere sotto l'innocuo aspetto di inutili
        riunioni sul sesso degli
        angeli?
        - chi si preoccupa di verificare che le
        condizioni di lavoro siano tali da garantire
        adeguati livelli di
        produttività?
        - come misurate la produttività? Stiamo parlando
        di produttività reale o fittizia tipo scavare
        buche per terra e poi
        riempirle?
        - siamo sicuri che la gente è capace di fare il
        lavoro per cui è pagata? Oppure mettiamo la gente
        sbagliata al posto sbagliato (perché magari
        quella gente renderebbe di più facendo
        altro)?

        Cioè, pare ci sia una sorta di
        deresponsabilizzazione rispetto al lavoro per
        rifugiarsi dietro al rispetto delle apparenze
        (una serie di regole formali che non
        necessariamente hanno a che fare con la sostanza
        delle cose). Perché sono certo che io se volessi
        veramente riuscirei ad essere a posto con le
        regole pur non facendo un
        cavolo.

        p.s.: buon tor/vidalia
        p.s.2: come limiterete facebook sul mobile?Sono perfettamente in linea con il tuo pensiero, tuttavia il problema è da suddividere in due parti: il controllo del datore di lavoro e il controllo del sistemista.Tu giustamente fai una analisi sul datore di lavoro che magari adotta mezzi subdoli per ottenere un aumento di produzione che non ci sarà mai, ok, ci siamo. Ma io che sono un sistemista e magari un security manager, voglio non prendere virus, malware ecc ecc, risparmiare banda internet per gli usi lavorativi (e peggio ancora se pago a consumo), evitare l'esansione dello spam (quindi bloccare mail personali mandate alla casso tipo 50 nomi nel campo "a" o "cc"), evitare che gli IP pubblici aziendali risultino loggati in siti di dubbia moralità o coinvolti in situazioni imbarazzanti.Quindi, in sostanza, io vedo l'utilizzo di certi filtri come una esigenza tecnica e non come una censura o un tentativo di far produrre di più i miei colleghi di lavoro. Ci sono milioni di siti navigabili presso l'azienda dove lavoro, è possibile non ce ne siano di gradimento a parte facebook, youtube o webmail?
        • recapito disperso scrive:
          Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
          se hanno sucXXXXX un motivo c'e'... persino una mezza ciofeca come fb è interessante, dal punto di vista dello studio di un'applicazione di social networking, il fatto che pochi lo capiscano e ancor meglio ne sfruttino i paradigmi per scopi ANCHE produttivi è un problema di chi sta dall'altra parte della barricata (visto che così vi vedete)problemi ci sono, non dico di no, ma il taglio netto non e' sempre la soluzione idealeil sistemista deve essere ascoltato, ma il punto di vista del sistemista non e' quello dell'azienda (e francamente non credo che facebook sia un tale problema, sbaglio?)
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: recapito disperso
            se hanno sucXXXXX un motivo c'e'... persino una
            mezza ciofeca come fb è interessante, dal punto
            di vista dello studio di un'applicazione di
            social networking, il fatto che pochi lo
            capiscano e ancor meglio ne sfruttino i paradigmi
            per scopi ANCHE produttivi è un problema di chi
            sta dall'altra parte della barricata (visto che
            così vi
            vedete)
            problemi ci sono, non dico di no, ma il taglio
            netto non e' sempre la soluzione
            ideale
            il sistemista deve essere ascoltato, ma il punto
            di vista del sistemista non e' quello
            dell'azienda (e francamente non credo che
            facebook sia un tale problema,
            sbaglio?)Aspetta un attimo, io non dico mica che fb non serve o che non possa essere utile, sono anche io registrato e per quanto ti possa sembrare strano non accedo mai in orario di lavoro. Io dico solo che non è utile a tutti, al magazziniere o all'amministrativo non serve, magari può esser utile al reparto marketing... non lo so. Le scelte fatte dal reparto CED non sono universali, se qualcuno domani si presenta chiedendomi di sbloccare questo o quel sito per me non c'è nessun problema, solo che di default non li posso lasciare attivi. Anche playboy potrebbe risultare utile, dipende da che lavoro fai...
          • recapito disperso scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
            - Scritto da: Lemon
            Aspetta un attimo, io non dico mica che fb non
            serve o che non possa essere utile, sono anche io
            registrato e per quanto ti possa sembrare strano
            non accedo mai in orario di lavoro. Io dico solo
            che non è utile a tutti, al magazziniere o
            all'amministrativo non serve, magari può esser
            utile al reparto marketing... non lo so. Le
            scelte fatte dal reparto CED non sono universali,
            se qualcuno domani si presenta chiedendomi di
            sbloccare questo o quel sito per me non c'è
            nessun problema, solo che di default non li posso
            lasciare attivi. Anche playboy potrebbe risultare
            utile, dipende da che lavoro
            fai...non è utile a tutti e non è utile sempre, ma il fatto è che il tuo approccio è limitato, giudichi solo dal tuo punto di vistavedi http://www.trackback.it/articolo/facebook-aiuta-a-lavorare-meglio/9479/io, anche per esperienza personale, credo che quello che i ricercatori hanno evidenziato sia giusto: fb (ma perchè no, anche prodotti analoghi), aiutano anche a lavorare meglionon è che l'adesione a questo modello sia da fare in modo del tutto acritico e basato sulla fiducia: non aiuta SEMPRE, e del resto lo dicono gli stessi ricercatori "Se il tempo passato online su questi siti non è eccessivamente elevato"l'impressione è che le aziende siano sempre pronte a calcolare e ottimizzare i tempi di produzione delle macchine, ma che considerino una perdita di tempo capire le proprie risorse umane, come funzionano, come e quando i lavoratori producano meglio e di più, è molto più facile chiudere fb e darlo in certe ore come "contentino"secondo me non ci sono scuse per questo comportamento, lo trovo del tutto miope, di persone che riescono a gestire le risorse umane solo in posizione di netta superiorita', su base auoritaristica e verticalizzata (molto antiquata, oltretutto), se devo giudicare molti dei commenti che ho letto dovrei dire che si tratta di persone che in posizione di responsabilità risulterebbero degli inetti
          • Lemon scrive:
            Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..


            non è utile a tutti e non è utile sempre, ma il
            fatto è che il tuo approccio è limitato, giudichi
            solo dal tuo punto di
            vista
            vedi
            http://www.trackback.it/articolo/facebook-aiuta-a-

            io, anche per esperienza personale, credo che
            quello che i ricercatori hanno evidenziato sia
            giusto: fb (ma perchè no, anche prodotti
            analoghi), aiutano anche a lavorare
            meglio
            Gli utenti della nostra rete possono accedere a milioni di siti in tutto il mondo ad eccezione di varie categorie quali XXXXX, warez, p2p, webmail, e, giusto appunto, social-network. Non è impedito loro di usare il cellulare, andare al bagno, guardare fuori dalla finestra o andarsi a bere un caffè. Perchè queste limitazioni? per ragioni di sicurezza e per limitare l'utilizzo di banda per siti non lavorativi. Io non credo che SOLO guardando facebook o myspace gli utenti saranno il 9% più produttivi, del resto ci sono altrettanti studi che dicono la stessa cosa senza citare facebook, in poche parole l'utente ogni tot di tempo deve farsi un attimino di cassi suoi... da noi questa possibilità la hanno.
            non è che l'adesione a questo modello sia da fare
            in modo del tutto acritico e basato sulla
            fiducia: non aiuta SEMPRE, e del resto lo dicono
            gli stessi ricercatori "Se il tempo passato
            online su questi siti non è eccessivamente
            elevato"e questo è ovvio per qualsiasi sito o attività, anche andare alla macchinetta del caffè troppo spesso non è proprio positivo.

            l'impressione è che le aziende siano sempre
            pronte a calcolare e ottimizzare i tempi di
            produzione delle macchine, ma che considerino una
            perdita di tempo capire le proprie risorse umane,
            come funzionano, come e quando i lavoratori
            producano meglio e di più, è molto più facile
            chiudere fb e darlo in certe ore come
            "contentino"l'impressione è una idea, da me la realtà è che con facebook aperto il mio consumo di banda aumenta notevolmente, per fortuna non c'è streaming ma i vari video postabili ecc contribuiscono di certo

            secondo me non ci sono scuse per questo
            comportamento, lo trovo del tutto miope, di
            persone che riescono a gestire le risorse umane
            solo in posizione di netta superiorita', su base
            auoritaristica e verticalizzata (molto antiquata,
            oltretutto), se devo giudicare molti dei commenti
            che ho letto dovrei dire che si tratta di persone
            che in posizione di responsabilità risulterebbero
            degli
            inettiA me battere i piedi per terra per vedere facebook mi sembra invece un capriccio da bambini, neppure da adolescenti, quest'ultimi probabilmente troverebbero presto uno svago alternativo.E parliamo sempre di utenti che hanno l'acXXXXX ad internet, pensa che i sono pure quelli che non lo hanno, loro cosa dovrebbero fare? una class-action?Io rispondo dei sistemi informativi, come ho già scritto in altri post per me gli utenti possono anche grattarsi gli zebedei tutto il giorno, il mio compito è proteggere la rete da virus e tutto quello che ci va dietro e dare banda internet a chi serve per lavorare, questo è far bene il mio lavoro. Dio sceso in terra non è solamente chi decide di bloccare in virtù della sua posizione dominante, ma anche chi decide di lasciare aperto credendo di fare meglio, di migliorare la vita delle persone. Io non ho questa autorità e neppure questa illusione.
      • Pruffolo scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        Le riunioni sul sesso degli angeli eheh. Io però non le sopporto le riunioni, figurarsi quelle dove non si conclude niente.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      - Scritto da: Antonello Damiano
      E' così incredibilmente difficile da accettare?No, io gli darei un pc con ms-dos, se devono fare solo contabilità.Per altro, tutto chiuso in intranet.I fanXXXXXsti, se non hanno volgia di lavorare, devono essere mandati a casa. Ce la fila che aspetta un impiego, altrochè facciabucodiXXXX.
      • Pruffolo scrive:
        Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
        Bhe però secono me la maggior parte di quelli che sono in fila non sarebbero meglio di quelli che se ne vannno :P
    • PdG scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Ti quoto volentieri.Anche se io sarei molto piu' drastico: licenziamento per i rubastipendio che passano GIORNATE a scrivere XXXXXXX sulle 5 migliori tette della storia o amenita' del genere.C'e' gente che e' disoccupata e altra gente che viene PAGATA per riempire di ciarpame la rete.
    • -ToM- scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Vuoi vedere allora un incremento del 100%?blocca anche messenger.
    • Lo Schiavista scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Cosa puoi aspettarti da degli SCHIAVI??????????Essere un "dipendente".....lo dice la parola stessa, signigifa non essere "liberi ed indipendenti"!Essere un "dipendente" significa essere uno SCHIAVO!!!E fino a quando la legislazione non cambierà per LIBERARE DAVVERO IL LAVORO......cosa puoi aspettarti da uno SCHIAVO???
    • Alessio scrive:
      Re: Finalmente la gente sta rinsavendo..
      Sì, è così incredibilmente difficile da accettare. Infatti il primo a lamentarsi del provvedimento è stato un consigliere della maggioranza al quale la decisione di non poter accedere a facebook ha dato fastidio. Si vede che nemmeno lui ha l'ADSL a casa."12:29 - regioni: fvg; asquini,blocco facebook censorio e antistorico(ANSA) - TRIETE, 9 MAG - Per il consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia Roberto Asquini (Gruppo misto), la decisione della Regione di bloccare l'acXXXXX a Fecbook ai propri dipendenti e' ''censorio, inopportuno e antistorico, oltreche' privo di effetti reali positivi''. In un'interpellanza al Presidente della Regione, Renzo Tondo, e all'Assessore al personale, Elio De Anna, Asquini chiede ''se il divieto sia stato messo in atto perche' sfuggito alla normale supervisione dirigenziale o politica'' e ''se sia da considerarsi come un rifiuto all'uso delle tecnologie informatiche ispirato da incapacita' di utilizzo delle stesse''. A Tondo e De Anna, infine, Asquini chiede se ''la Giunta intenda revocare immediatamente il divieto di utilizzo di Facebook'' e ''valutare provvedimenti per l'inopportuno divieto''. (ANSA). DF"
Chiudi i commenti