Gratis un player di macchine virtuali

Semplificare al massimo l'uso e la condivisione delle macchine virtuali. È quanto spera di ottenere VMware con il suo nuovo player gratuito, capace di aprire le immagini create con i suoi software e MS Virtual PC


Palo Alto (USA) – Un player gratuito in grado di far girare su Windows e Linux le macchine virtuali create con altri software. L’idea è di VMware , che in questo modo spera di dare un’ulteriore spinta alle tecnologie di virtualizzazione e farne un fenomeno di massa.

Il VMware Player , attualmente disponibile in versione beta, è un programma che permette a chiunque, compresi coloro che non dispongono di un software per la virtualizzazione, di far girare sui loro PC le immagini create con i prodotti della stessa VMWare (VMware Workstation, GSX Server or ESX Server), con Microsoft Virtual PC e con Symantec LiveState Recovery.

Il tentativo di VMware è quello di celare all’utente finale la complessità delle tecnologie di virtualizzazione e fare delle macchine virtuali un formato digitale non più difficile da utilizzare e scambiare di quanto lo siano i celebri file Zip. Lo scopo non è soltanto quello di semplificare al massimo la migrazione e la condivisione delle immagini create con i software di virtualizzazione, ma anche di incoraggiare l’uso delle macchine virtuali come contenitori per la distribuzione di applicazioni e sistemi operativi: il vantaggio, in questo caso, è dato dalla possibilità di usare un software all’interno di un ambiente preconfigurato e isolato dal resto del sistema.

VMware suggerisce, ad esempio, l’uso del proprio player per la distribuzione di software in beta testing o in versione dimostrativa, ma il suo sogno è che le macchine virtuali possano un giorno divenire un’alternativa diffusa ai pacchetti d’installazione: per lo meno là dove le performance non siano una priorità e le risorse di sistema abbondino. Del resto il nuovo concetto associato da VMware alle macchine virtuali è oggi concretizzabile proprio grazie all’ampia disponibilità di memoria e potenza di calcolo degli odierni PC.

Sul proprio sito, VMware fornisce una pagina da cui è possibile scaricare immagini contenenti versioni pre-installate di alcuni noti software: tra questi, le distribuzioni Linux di Novell e Red Hat, Oracle Database 10g, IBM Workplace Services Express e un web browser: quest’ultimo può servire sia quando si desidera navigare su Internet senza rischiare di infettare il PC con spyware e malware, sia quando non si vuole lasciare tracce sul sistema (log, file temporanei e cronologie vengono infatti distrutti con lo spegnimento della macchina virtuale).

VMware Player è in grado di supportare sistemi operativi x86 – sia guest che host – a 32 e a 64 bit, inoltre permette agli utenti scegliere la quantità di memoria RAM destinata alla macchina virtuale, di sospendere il sistema virtualizzato, di copiare file tra host e guest per mezzo del drag and drop, e di configurare l’accesso alla rete della macchina virtuale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Rimane sempre quello che è...
    Provata anche questa versione con la speranza che sia più veloce di Firefox e Internet explorer, niente da fare.Problemi di lettura in molte pagine web.Al momento la miglior soluzione è Maxthon su motore di IE. E non venitemi a parlare di bug di IE, lo uso in maniera pesante su 3 pc in rete e non ho MAI avuto un problema.Provate Maxthon e configuratelo secondo le vostre esigenze, non ve ne staccherete più.E tenete d'occhio anche la versione 1.5 di firefox, al momento in versione beta.
  • Anonimo scrive:
    ng e bug
    avranno correto il bug dei NG (per chi non lo sa, opera in alcuni casi scarica i messgi dal NG ignorando il limite dei 250, rrivando a un numero elevato)
  • Anonimo scrive:
    novità nell'identificazione?
    mah.. io non ho ancora provato sta versione 9, ma l'dentificazione come altri browser si può scegliere anche con l'attuale 8.5non capisco quale sia esattamente la novità... (e peraltro non mi pare che scegliere l'una o l'altra identificazione sortisca qualche effetto reale).
    • Anonimo scrive:
      Re: novità nell'identificazione?
      - Scritto da: Anonimo
      mah.. io non ho ancora provato sta versione 9, ma
      l'dentificazione come altri browser si può
      scegliere anche con l'attuale 8.5

      non capisco quale sia esattamente la novità... (e
      peraltro non mi pare che scegliere l'una o
      l'altra identificazione sortisca qualche effetto
      reale).
      La novità è che DI DEFAULT quella opzione è impostata su Opera ;)
    • MaurizioB scrive:
      Re: novità nell'identificazione?
      - Scritto da: Anonimo
      non capisco quale sia esattamente la novità... (e
      peraltro non mi pare che scegliere l'una o
      l'altra identificazione sortisca qualche effetto
      reale).Come già detto la novità sta nel fatto che di default l'identificazione non è più quella di IE. Le differenze, al di là della questione statistiche, stanno anche su alcuni siti che per una ragione o per l'altra si comportano in maniera differente a seconda del browser in uso, per quanto riguarda il layout ma non solo.Saluti
      • CoD scrive:
        Re: novità nell'identificazione?
        Si' confermo.Io sviluppo siti dinamici per l'univerista' e in base allo user-agent carico diversi piccoli accorgimenti per evitare quei fastidiosi crash di IE quando incontra una pagina XHTML strict, per le png o per i javascript.Sinceramente, pero', non avevo mai notato che di default fosse impostato su Internet Explorer... Su questa macchina ho un Opera 7.54 (su linux) e non ho mai cambiato lo user agent...Siete sicuri? Mi confermate che di default e' IE?Da che versione accade cio'?
        • Anonimo scrive:
          Re: novità nell'identificazione?
          - Scritto da: CoD
          Sinceramente, pero', non avevo mai notato che di
          default fosse impostato su Internet Explorer...

          Su questa macchina ho un Opera 7.54 (su linux) e
          non ho mai cambiato lo user agent...

          Siete sicuri? Mi confermate che di default e' IE?
          Da che versione accade cio'?Opera si è sempre identificata com IE, mi pare solo con la 8.10 aveva deciso di identificarsi come Opera, ma con la 8.50 è tornata ad IE.Ora con dalla 9.00 in poi sembra decisa ad identificarsi di default com Opera e con la versione definitiva dovrebbe tornare il supporto a BitTorrent che è momentaneamente sparito.
          • Anonimo scrive:
            Re: novità nell'identificazione?

            Opera si è sempre identificata com IE, mi pare
            solo con la 8.10 aveva deciso di identificarsi
            come Opera, ma con la 8.50 è tornata ad IE.
            Ora con dalla 9.00 in poi sembra decisa ad
            identificarsi di default com Opera e con la
            versione definitiva dovrebbe tornare il supporto
            a BitTorrent che è momentaneamente sparito.Hai fatto un pò di confusione. la 8.10 e una versione sperimentale, per il supporto del bittorrent. e altre cosine, quindi e una cosa a se.
        • Anonimo scrive:
          Re: novità nell'identificazione?

          Siete sicuri? Mi confermate che di default e' IE?Premi F12 per sincerarteneOlmo
          • CoD scrive:
            Re: novità nell'identificazione?
            - Scritto da: Anonimo


            Siete sicuri? Mi confermate che di default e'
            IE?

            Premi F12 per sincerartene

            OlmoFaccio di meglio: visualizzo la lista completa degli headers e a me risulta opera, ma puo' darsi che la versione per linux sia leggermente diversa o che quando l'ho installata abbia cambiato lo user agent senza pensarci troppo su.Ad ogni modo grazie per le varie delucidazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: novità nell'identificazione?
        - Scritto da: MaurizioB
        - Scritto da: Anonimo

        non capisco quale sia esattamente la novità...
        (e

        peraltro non mi pare che scegliere l'una o

        l'altra identificazione sortisca qualche effetto

        reale).

        Come già detto la novità sta nel fatto che di
        default l'identificazione non è più quella di IE.
        Le differenze, al di là della questione
        statistiche, stanno anche su alcuni siti che per
        una ragione o per l'altra si comportano in
        maniera differente a seconda del browser in uso,
        per quanto riguarda il layout ma non solo.

        Salutiok non avevo compreso l'implicito "di default", che peraltro non è proprio chiarissimo, dall'articolo.però ribadisco di non aver riscontrato reali differenze. lo so che esistono numerosi siti multiversione, che forniscono contenuti più o meno diversi a seconda del browser con il quale li si interroga (microsoft.com per dirne uno dei più ovvi). da microsoft me lo posso anche aspettare, ma a costo di passare per fulminato sono dell'idea che se un sito non si vede con Opera allora non merita di essere visto.ciao
  • Anonimo scrive:
    io gli ho già detto di identificarsi
    la versione free l'ho scaricata subito e SUBITO ho detto di identificarsi come sé stessa.molte altre voci invece devo ancora analizzarle :)
    • danieleNA scrive:
      Re: io gli ho già detto di identificarsi
      io sto usando ancora la 8.5 però anche a me è sembrato opportuno andare in Strumeti, Preferenze veloci (F12 per i pigri) e dirgli di identificarsi come Opera.
Chiudi i commenti