Hollywood: distruggete quel software!

L'unica arma che rimane in mano ai grandi studios è prendersela con chi produce un software per fare il backup dei DVD. Un programma da cancellare dalla storia


Roma – Appaiono sempre più spuntate le armi in mano agli studios di Hollywood che negli USA, con la complicità della criticatissima legge sul copyright DMCA, stanno tentando di tenere la storia fuori dalla porta. L’ultima novità è la causa intentata contro la piccola 321studios.com , softwarehouse colpevole di voler dare con i propri programmi la possibilità a chi possiede un DVD di farne una copia, come previsto dal “fair use”.

Secondo i sette grandi studios hollywoodiani che hanno denunciato l’azienda, invece, i suoi programmi XCopy e Copy Plus sono illegali sotto la DMCA e causano “enorme e irreparabile danno” ai legittimi interessi economici dei produttori cinematografici. Si tratta di due software che consentono, in particolare XCopy, di ottenere la riproduzione esatta di un DVD a chi possiede un masterizzatore adatto.

Gli studios ora vogliono i computer, i dischi e qualsiasi altro materiale informatico sui quali si trovino questi software in modo che possano essere distrutti. La speranza è che, distruggendo quei supporti, si distrugga anche l’ispirazione dell’azienda o di altre parti dal realizzare questo genere di software. Il fatto che i DVD si possano copiare anche in molti diversi modi a fini di pirateria è, evidentemente, del tutto secondario nel caso specifico affrontato dalle majors del cinema.

Va detto che, però, gli studios hanno molte frecce nel loro arco. A cominciare proprio dal DMCA, una legge che rende illegale la creazione di strumenti o di software che possano violare i sistemi di protezione antipirateria, anche quando questi tool siano realizzati allo scopo di permettere copie personali di supporti regolarmente acquistati.

Proprio agitando il DMCA, il Ministero della Giustizia nei mesi scorsi aveva portato in giudizio l’azienda russa ElcomSoft, produttrice di un software capace di superare le protezioni di un reader di ebook di Adobe. Ma, almeno in quel caso, il DMCA ha perso .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A tutti quelli che sono intervenuti.
    A chi parla di comunismo ma soprattutto a chi dice a PI di vergognarsi.Vergognatevi voi, perche':1) un qualsiasi giornalista, per quanto oggettivo possa essere, inevitabilmente scrive parole filtrandole con la propria personalità. Discorso totalmente diverso per quello che e' Mantellini: un opinionista. Ovvero dice la propria opinione. Un opinionista, come tale, dice la propria opinione e...basta. Un buon opinionista e' una persona che studia la situazione e motiva la propria opinione con fatti concreti ed eventualmente le fonti da cui sono nate le proprie idee. Un cattivo opinionista e' praticamente l'italiano medio: parla senza sapere e quando sa non ricorda perchè ne e' venuto a conoscenza. A me sembra che Mantellini sa il fatto suo.2) il lato politico dell'articolo. Se ci fai caso, nel testo, proprio all'inizio, eguaglia l'operato del governo Berlusconi a quello dei governi precedenti. Quindi tu come tutti gli altri scemi che invece di prendere atto delle cose concrete volete ancora bollare comunisti quelli che additano la vostra affinità politica, fareste bene a leggere, studiare, comprnedere e poi aprire bocca... altrimenti, come tutti gli italiani medi, sareste solo dei cattivi opinionisti.E se proprio vogliamo dirla tutta: la campagna elettorale è finita 18 mesi fa, ora siamo in pieno governo di maggioranza assoluta... le chiacchiere sono rimaste a 18 mesi fa, oggi si valutano i fatti.Ed i fatti, realizzati dalla sola maggioranza (che ricordiamo essere assoluta, al contrario del governo precedente), ci dicono che la I di Internet chiamata in causa dal governo Berlusconi, è stata solo una delle tante promesse da marinaio utili in campagna elettorale...fumo... questo indipendentemente se io ho votato Berlusconi o no...Quello che sto cercando di dire è che dovremmo, tutti me compreso, essere realisti e concreti: signori, siamo in un mercato globale dove anche i modestissimi call center vengono messi in india od in olanda perchè in Italia non conviene investire. Mercato globale significa che dobbiamo creare quello che tedeschi, inglesi ed americani hanno già.Pragmatismo.Io ho votato Berlusconi ma solo perchè ho seguito le parole della buon'anima di Montanelli (vero fascista, da sempre e fino alla fine), "è una malattia alla quale bisogna lasciar fare il proprio decorso": a mio parere ce lo ha messo in quel posto... mea culpa, basta, cambierò fino a trovare qualcuno che si presenta con un programma elettorale che mi aggrada e poi mantiene quel programma.A voi, cosa importa se nel parlamento c'e' Berlusca Fini e Bossi o quel pesce morto di Rutelli? Che ve ne importa se li avete votati? Non bisogna più difendere il partito, quella politica è morta con la globalizzazione... bisogna difendere il paese!Ed il paese siamo noi; dobbiamo difenderci da chi non lavora bene, da chi promette e non mantiene (l'attuale governo), da chi non fa nulla (come per esempio l'ex governo di sinistra) quando dovrebbe rimboccarsi le maniche.Fatevi un'analisi di coscienza e pensate se, tra l'economia che va a rotoli, i diritti basilari calpestati ed un futuro incerto, dobbiamo ancora additare il comunista ed il fascista con un fare retrò di dubbio gusto oppure rimboccarci le maniche dal nostro piccolo (il nostro lavoro) al nostro grande (il voto) e dare un cambiamento a quello che sappiamo essere sbagliato ed inconcludente.ciaoMik
    • Anonimo scrive:
      Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
      - Scritto da: Anonimo
      Quello che sto cercando di dire è che
      dovremmo, tutti me compreso, essere realisti
      e concreti: signori, siamo in un mercato
      globale dove anche i modestissimi call
      center vengono messi in india od in olanda
      perchè in Italia non conviene investire.E sarà sempre più così se non si aboliscono tutte le rendite di posizione e i privilegi corporativi (Ordini vari, antitrust, art. 18 dello Statuto del Lavoro, pensioni di anzianità, sovvenzioni a fondo perduto alla grande industria ecc. ecc.).
      Mercato globale significa che dobbiamo
      creare quello che tedeschi, inglesi ed
      americani hanno già.
      Pragmatismo.
      Io ho votato Berlusconi ma solo perchè ho
      seguito le parole della buon'anima di
      Montanelli (vero fascista, da sempre e fino
      alla fine), "è una malattia alla qualeMa come fai a dire un'eresia simile?Montanelli (del quale sento sempre più la mancanza), oltre ad essero un maestro di giornalismo, era anche un maestro di libertà, un liberale autentico (che non ha nulla a che spartire con il populismo forzista o il fascismo).
      bisogna lasciar fare il proprio decorso": a
      mio parere ce lo ha messo in quel posto...
      mea culpa, basta, cambierò fino a trovare
      qualcuno che si presenta con un programma
      elettorale che mi aggrada e poi mantiene
      quel programma.Finché continuerà ad esistere quel 25% di quota proporzionale nell'attuale sistema elettorale, purtroppo ci sarà sempre una forte partitocrazia in Italia ed i programmi elettorali non saranno mai mantenuti.
      • maks scrive:
        Re: A tutti quelli che sono intervenuti.

        E sarà sempre più così se non si aboliscono
        tutte le rendite di posizione e i privilegi
        corporativi (Ordini vari, antitrust, art. 18
        dello Statuto del Lavoro, pensioni di
        anzianità, sovvenzioni a fondo perduto alla
        grande industria ecc. ecc.).adesso l'antitrust va abolito?e l'art 18 e' un privilegio corporativo come i soldi dati alle aziende a fondo perduto stile cassa del mezzogiorno?stai scherzando spero...e guarda che la pensione di anzianita' esiste anche nei civilissimi USA..ma perche' parlate a vanvera?dopo aver pagato per 42 anni fior di contributi, mio padre non dovrebbe avere la pensione che gli spetta?ma scherziamo davvero?ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
          - Scritto da: maks

          E sarà sempre più così se non si

          aboliscono tutte le rendite di posizione e i

          privilegi corporativi (Ordini vari, antitrust, art.

          18 dello Statuto del Lavoro, pensioni di

          anzianità, sovvenzioni a fondo perduto alla

          grande industria ecc. ecc.).

          adesso l'antitrust va abolito?No, l'antitrust in Italia non esiste (come ben sa il cavaliere nano che vi si oppone da sempre), intendevo dire ovviamente che va introdotta.
          e l'art 18 e' un privilegio corporativo come
          i soldi dati alle aziende a fondo perduto
          stile cassa del mezzogiorno?Sì.
          stai scherzando spero...No.
          e guarda che la pensione di anzianita'
          esiste anche nei civilissimi USA..No, mi spiace, negli USA (come nel resto del mondo) esiste solo la pensione di vecchiaia.Forse intendi riferirti ai fondi pensione (ancora assenti in Italia) che sono però previdenza integrativa privata.Una pseudo-pensione di anzianità esiste solo in Germania ma si può avere solo *due* anni prima della pensione di vecchiaia (63 al posto di 65 anni).E si pensa pure di abolire anche quella in vista di una uniformazione futura dei sistemi pensionistrici in tutta la UE.
          ma perche' parlate a vanvera?
          dopo aver pagato per 42 anni fior di
          contributi, mio padre non dovrebbe avere la
          pensione che gli spetta?A parte che l'abolizione delle pensioni di anzianità non toccherebbe ovviamente i diritti acquisiti, visto che una legge non può essere retroattiva, comunque anche ipotizzando uno scenario di assenza da sempre in Italia di tale priviiegio, se tuo padre avesse l'età per la pensione di vecchiaia (mettiamo 65 anni) riceverebbe una fior di pensione ogni mese rispetto a chi, avendo ugualmente 65 anni, si trovasse invece ad aver pagato solo dieci anni di contributi per esempio.
          ma scherziamo davvero?Io no.Per gli altri non posso rispondere :-)
          ciaoCiao a te.
          • maks scrive:
            Re: A tutti quelli che sono intervenuti.

            A parte che l'abolizione delle pensioni di
            anzianità non toccherebbe ovviamente i
            diritti acquisiti, visto che una legge non
            può essere retroattiva, comunque anche
            ipotizzando uno scenario di assenza da
            sempre in Italia di tale priviiegio, se tuo
            padre avesse l'età per la pensione di
            vecchiaia (mettiamo 65 anni) riceverebbe una
            fior di pensione ogni mese rispetto a chi,
            avendo ugualmente 65 anni, si trovasse
            invece ad aver pagato solo dieci anni di
            contributi per esempio.
            e questo per te e' strano?mio padre ha versato contributi per 42 anni...lavora da quando ne aveva 14... quindi siamo ben oltre i 50 di servizio..si e' ripagato di tasca sua gli anni di militare e quelli che ha potuto dimostrare aver lavorato, pur non avendo ricevuto contributi dal suo datore.mi pare ovvio che prenda di piu' di chi ha versato solo per 10 anni...basterebbe che lo stato restituisse cio' che ognuno ha versato...per esempio trovo una buffonata l'aumento delle pensioni minime...conosco persone che hanno lavorato una vita e prendono meno di 800 euro al mese di pensione e persone che senza aver fatto nulla arrivano al fatidico milione di lire...la riforma delle pensioni deve andare in direzione di maggior equita', non deve spingere sempre verso le solite forme di integrazione privata ....modernita' non vuol dire soltanto facciamo fare tutto ai privati perche' lo stato non ne e' capace...volendo gia' oggi si puo' integrare la propria pensione con fondi privati...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
            - Scritto da: maks

            A parte che l'abolizione delle pensioni di

            anzianità non toccherebbe ovviamente i

            diritti acquisiti, visto che una legge non

            può essere retroattiva, comunque anche

            ipotizzando uno scenario di assenza da

            sempre in Italia di tale priviiegio, se
            tuo

            padre avesse l'età per la pensione di

            vecchiaia (mettiamo 65 anni) riceverebbe
            una

            fior di pensione ogni mese rispetto a chi,

            avendo ugualmente 65 anni, si trovasse

            invece ad aver pagato solo dieci anni di

            contributi per esempio.



            e questo per te e' strano?No anzi, il sistema contributivo, al posto dell'attuale iniquo sistema retributivo, lo trovo giustissimo.Quello che è sbagliato è andare in pensione prima dell'età prevista per la pensione di vecchiaia.
            mio padre ha versato contributi per 42
            anni...
            lavora da quando ne aveva 14... quindi siamo
            ben oltre i 50 di servizio..
            si e' ripagato di tasca sua gli anni di
            militare e quelli che ha potuto dimostrare
            aver lavorato, pur non avendo ricevuto
            contributi dal suo datore.
            mi pare ovvio che prenda di piu' di chi ha
            versato solo per 10 anni...E infatti non ho mai detto il contrario, non travisare le mie parole.
            basterebbe che lo stato restituisse cio' che
            ognuno ha versato...
            per esempio trovo una buffonata l'aumento
            delle pensioni minime...
            conosco persone che hanno lavorato una vita
            e prendono meno di 800 euro al mese di
            pensione e persone che senza aver fatto
            nulla arrivano al fatidico milione di
            lire...Questa succede per colpa di due cose:1) le pensioni di anzianità2) il sistema retributivo
            la riforma delle pensioni deve andare in
            direzione di maggior equita', non deve
            spingere sempre verso le solite forme di
            integrazione privata ....
            modernita' non vuol dire soltanto facciamo
            fare tutto ai privati perche' lo stato non
            ne e' capace...
            volendo gia' oggi si puo' integrare la
            propria pensione con fondi privati...Sono d'accordo, ma ripeto che non era questo che volevo mettere in discussione, bensì l'esistenza in Italia del privilegio delle pensioni di anzianità.Ciao.Sigma
      • Anonimo scrive:
        Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Quello che sto cercando di dire è che


        dovremmo, tutti me compreso, essere

        realisti


        e concreti: signori, siamo in un
        mercato


        globale dove anche i modestissimi call


        center vengono messi in india od in
        olanda


        perchè in Italia non conviene
        investire.



        E sarà sempre più così se non si
        aboliscono

        tutte le rendite di posizione e i
        privilegi

        corporativi (Ordini vari, antitrust, art.
        18

        dello Statuto del Lavoro, pensioni di

        anzianità, sovvenzioni a fondo perduto
        alla

        grande industria ecc. ecc.).

        Calma.
        Riguardo alle rendite di posizione posso
        essere d'accordo, ma i privilegi corporativi
        non del tutto.
        Un esempio sono gli ordini: una classe di
        professionisti va tutelata da chi, senza
        avere la capacità, vuole fare lo stesso
        mestiere... altrimenti non c'e' modo di
        sapere se un avvocato e' veramente in grado
        di svolgere l'attività forense o meno (io te
        lo dico da tecnico informatico freelance non
        laureato, non e' assolutamente un parere
        interessato).Uhm... in linea teorica su questo hai ragione, ma nella pratica "italiana" il discorso cambia un po'...
        Discorso analogo per l'art.18. Prima si
        stabiliscono delle procedure alternative e
        SOLO DOPO si modifica l'art.18; bisogna
        mandare a casa chi non lavora bene e
        riciclare chi non serve piu' in quel posto
        di lavoro riqualificandolo e reimpiegandolo
        altrove... ma non disfarsi della gente come
        fosse un pedalino sporco che non si ha
        voglia di lavare. Troppo comodo.
        Prima si obbliga un'azienda a trovare un
        altro posto di lavoro od a riqualificare
        "l'operaio" e poi la si autorizza a mandarlo
        via senza giusta causa...Di nuovo sento parlare di "possibilità di licenziare senza giusta causa", non è questo che succederebbe abolendo l'art.18.Sarebbe sempre vietato licenziare senza giusta causa, solamente che nel caso il giudice del lavoro decida che non vi sia stata giusta causa, la pena per il datore di lavoro sarebbe il rimborso economico, anche cospicuo, e non l'obbligo al reintegro (come avviene in tutti gli altri paesi del mondo).Altrimenti sarebbe come dire che in Italia è consentito passare con il semaforo rosso (rischiando di ammazzare una persona, che è cosa ancora più grave di un licenziamento senza giusta causa) solamente perché la pena per tale tipo di reato è esclusivamente pecuniaria.E comunque anche ora nella pressocché totalità dei casi licenziato e licenziatore patteggiano il risarcimento economico senza andare dal giudice in quanto conviene ad entrambi tale soluzione (o forse tu preferisci rimanere per anni in un'azienda dove dopo il reintegro ti viene fatta vedere una scrivania completamente vuota e ti viene detto "Quello è il suo posto e il suo compito è quello di non fare assolutamente niente tutto il giorno" ?).


        Mercato globale significa che dobbiamo


        creare quello che tedeschi, inglesi ed


        americani hanno già.


        Pragmatismo.


        Io ho votato Berlusconi ma solo perchè
        ho


        seguito le parole della buon'anima di


        Montanelli (vero fascista, da sempre e

        fino


        alla fine), "è una malattia alla quale



        Ma come fai a dire un'eresia simile?

        Montanelli (del quale sento sempre più la

        mancanza), oltre ad essero un maestro di

        giornalismo, era anche un maestro di

        libertà, un liberale autentico (che non ha

        nulla a che spartire con il populismo

        forzista o il fascismo).

        Non ho parlato di populismo forzista, ho
        parlato di fascismo. Leggi la storia e vedi
        che Montanelli è sempre stato un
        simpatizzante della destra Italiana, tant'e'Destra liberal-democratica e non destra fascista.
        vero che fino al 1994 appoggiava il polo...
        poi c'e' stata la rottura perchè quel
        vecchio saggio ha capito quanto di marcio
        c'era in quei delinquenti prima di tutto il
        resto del popolo italiano.Già, è stato lungimirante anche in questo.

        Finché continuerà ad esistere quel 25% di

        quota proporzionale nell'attuale sistema

        elettorale, purtroppo ci sarà sempre una

        forte partitocrazia in Italia ed i
        programmi

        elettorali non saranno mai mantenuti.

        No, aspetta. Fino a che continueranno ad
        esserci:
        1) italiani che votano per simpatia o per
        finti miti (come il fascismo ed il comunismo
        che sono acqua passata, come il politico che
        vedono di piu' in televisione il giorno
        prima delle elezioni, o come la promessa di
        un benessere assoluto) piuttosto per il
        programma elettorale presentato. Dimmi,
        l'anno scorso quanti italiani hanno votato
        perchè soddisfatti dal programma politico
        presentato? Il polo addirittura non aveva
        stilato uno straccio di programma fino a
        pochi giorni dalle elezioni, si è limitato a
        promettere tutto a tutti; ed il programma è
        uscito fuori solo dopo che questa mancanza è
        stata rinfacciata dalla sinistra... ed è
        uscito fuori con uno spettacolo degno del
        miglior cabarettista: "il contratto con gli
        italiani, firmato in televisione". Secondo
        me molti hanno votato solo perchè, stanchi
        di una sinistra nullafacente, hanno cercato
        la svolta nell'altra parte.Tutto vero, ma rimane sempre il fatto che mentre il 75% dei deputati e senatori eletti nei collegi uninominali maggioritari viene scelto dagli elettori dei singoli collegi (e il partito non può farci nulla), il restante 25% eletto con la quota proporzionale è invece scelto dai partiti (e gli elettori non posso farci quasi nulla).
        2) politici che una volta presa una poltrona
        non la mollano piu', nonostante che abbiano
        fallito su tutta la linea: o pensando ad
        intascare contratti potere e soldi invece di
        lavorare per il paese oppure semplicemente
        non mantenendo le promesse fatte. Non si
        capisce come mai sulla scena politica
        italiana ci sono sempre le stesse facce...
        sempre... non si tolgono mai dalle scatole
        nonostante non hanno saputo fare il loro
        lavoro. CHI NON HA SAPUTO FARE IL MEGLIO
        QUANDO E' STATO IL SUO TURNO, DEVE ANDARE
        VIA!
        Destra sinistra, simpatico od antipatico...
        se promette e se fa, va avanti; se non fa o
        manca le promesse, lo si butta fuori a
        calci. Questo è essere pragmatici.Ma se gli elettori non votano più il deputato X nel collegio Y perchè non ha mantenuto gli impegni elettorali ma il partito di appartenzenza lo recupera con la quota proporzionale, come si fa a mandarlo a casa?Guarda tutte le "vecchie facce" della politica italiana e poi controlla come sono stati rieletti al Parlamento, troverai che sono quasi tutti stati recuperati nella quota proporzionale.
        • Anonimo scrive:
          Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
          Dimenticavo di dire (ma mi sembrava ovvio)...
          - Scritto da: Anonimo

          Discorso analogo per l'art.18. Prima si

          stabiliscono delle procedure alternative e

          SOLO DOPO si modifica l'art.18; bisogna

          mandare a casa chi non lavora bene e

          riciclare chi non serve piu' in quel posto

          di lavoro riqualificandolo e reimpiegandolo

          altrove... ma non disfarsi della gente come

          fosse un pedalino sporco che non si ha

          voglia di lavare. Troppo comodo.

          Prima si obbliga un'azienda a trovare un

          altro posto di lavoro od a riqualificare

          "l'operaio" e poi la si autorizza a mandarlo

          via senza giusta causa...Ovviamente la riqualificazione e il rimpiego dei licenziati vanno più che bene ma devono essere a carico dello Stato sociale e non dell'azienda.E con i soldi risparmiati dall'abolizione delle pensioni di anzianità e dei finanziamenti a fondo perduto alla grande industria, non ci sarebbero problemi di copertura economica per tale importante funzione di sostegno.Buona giornata.Sigma
        • maks scrive:
          Re: A tutti quelli che sono intervenuti.


          Discorso analogo per l'art.18. Prima si

          stabiliscono delle procedure alternative e

          SOLO DOPO si modifica l'art.18; bisogna

          mandare a casa chi non lavora bene e

          riciclare chi non serve piu' in quel posto

          di lavoro riqualificandolo e
          reimpiegandolo

          altrove... ma non disfarsi della gente
          come

          fosse un pedalino sporco che non si ha

          voglia di lavare. Troppo comodo.

          Prima si obbliga un'azienda a trovare un

          altro posto di lavoro od a riqualificare

          "l'operaio" e poi la si autorizza a
          mandarlo

          via senza giusta causa...

          Di nuovo sento parlare di "possibilità di
          licenziare senza giusta causa", non è questo
          che succederebbe abolendo l'art.18.ah no?
          Sarebbe sempre vietato licenziare senza
          giusta causa, solamente che nel caso il
          giudice del lavoro decida che non vi sia
          stata giusta causa, la pena per il datore di
          lavoro sarebbe il rimborso economico, anche
          cospicuo, e non l'obbligo al reintegro (come
          avviene in tutti gli altri paesi del mondo).in tutti quali?e soprattuto, visto che lo fanno tutti allora e' giusto?piu' di un miliardo di persone al mondo parla mandarino.. perche' ci ostiniamo con l'italiano?e comunquela liberta' sta nella scelta.Non nella imposizione dall'alto.L'impiegato oggi puo' patteggiare un rimborso o chiedere il reintegro.Con quella modifica non puo' piu' chiedere il reintegro.Saremmo meno liberi.Evidentemente se c'e' qualcuno che chiede il reintegro vuol dire che c'e' qualcosa che i soldi non possono pagare.E il risultato per l'azienda e' sempre quello di essersi liberato di un impiegato a costo quasi zero...
          Altrimenti sarebbe come dire che in Italia è
          consentito passare con il semaforo rosso
          (rischiando di ammazzare una persona, che è
          cosa ancora più grave di un licenziamento
          senza giusta causa) solamente perché la pena
          per tale tipo di reato è esclusivamente
          pecuniaria.si certo..come no..metti sotto qualcuno... e magari ammazzalo...magari in stato di ebrezza...il carcere ti aspetta figliolo...si chiama omicidio
          E comunque anche ora nella pressocché
          totalità dei casi licenziato e licenziatore
          patteggiano il risarcimento economico senza
          andare dal giudice in quanto conviene ad
          entrambi tale soluzione (o forse tu
          preferisci rimanere per anni in un'azienda
          dove dopo il reintegro ti viene fatta vedere
          una scrivania completamente vuota e ti viene
          detto "Quello è il suo posto e il suo
          compito è quello di non fare assolutamente
          niente tutto il giorno" ?).
          ESATTO!allora perche' accanirsi se la via d'uscita c'e'?semplice.... perche' senza art 18 si potrebbe patteggiare una cifra molto piu' bassa per l'azienda!!!!!!!che intanto ti ha cacciato... senza il dovere di riprenderti...ti da due lire dopo anni di causa legale.... e tu sei senza lavoro... e senza stipendio..quando il patteggiamento conviene ad entrambi, va a buon fine, lo dici anche tu.Quindi oggi con il reintegro ci sono due vie... domani senza ce ne sarebbe una sola.A tutto vantaggio di una sola parte.
          Non solo sono ideologie vecchie,
          fallimentari ed antidemocratiche, ma
          parlando ancora di nazismo, fascismo e
          comunismo non si ha neanche rispetto per le
          centinaia di milioni di morti che tali
          ideologie hanno provocato.beh insomma...parlarne e' un conto.farne motivo di scontro giornaliero e' sbagliato.E la caccia al comunista e' rinata a causa di un ben noto personaggio..fino a pochi anni fa nn si parlava piu' di comunisti e fascisti...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
            - Scritto da: maks


            Discorso analogo per l'art.18. Prima si


            stabiliscono delle procedure
            alternative e


            SOLO DOPO si modifica l'art.18; bisogna


            mandare a casa chi non lavora bene e


            riciclare chi non serve piu' in quel
            posto


            di lavoro riqualificandolo e

            reimpiegandolo


            altrove... ma non disfarsi della gente

            come


            fosse un pedalino sporco che non si ha


            voglia di lavare. Troppo comodo.


            Prima si obbliga un'azienda a trovare
            un


            altro posto di lavoro od a
            riqualificare


            "l'operaio" e poi la si autorizza a

            mandarlo


            via senza giusta causa...



            Di nuovo sento parlare di "possibilità di

            licenziare senza giusta causa", non è
            questo

            che succederebbe abolendo l'art.18.

            ah no?No.

            Sarebbe sempre vietato licenziare senza

            giusta causa, solamente che nel caso il

            giudice del lavoro decida che non vi sia

            stata giusta causa, la pena per il datore
            di

            lavoro sarebbe il rimborso economico,
            anche

            cospicuo, e non l'obbligo al reintegro
            (come

            avviene in tutti gli altri paesi del
            mondo).

            in tutti quali?Tutti, scegli tu la nazione che più ti aggrada.Anzi, in molti stati non è prevista neanche la sanzione economica per il datore di lavoro.
            e soprattuto, visto che lo fanno tutti
            allora e' giusto?
            piu' di un miliardo di persone al mondo
            parla mandarino.. perche' ci ostiniamo con
            l'italiano?Quindi per te in Italia esiste la miglior classe politica del mondo visto che siamo l'unico paese al mondo ad avere questa norma di civiltà, giusto?
            e comunque
            la liberta' sta nella scelta.
            Non nella imposizione dall'alto.
            L'impiegato oggi puo' patteggiare un
            rimborso o chiedere il reintegro.
            Con quella modifica non puo' piu' chiedere
            il reintegro.
            Saremmo meno liberi.
            Evidentemente se c'e' qualcuno che chiede il
            reintegro vuol dire che c'e' qualcosa che i
            soldi non possono pagare.
            E il risultato per l'azienda e' sempre
            quello di essersi liberato di un impiegato a
            costo quasi zero...Le prima proposte di pena pecuniaria prevista per il licenziamento senza giusta causa a seguito dell'abrogazione dell'art. 18 parlavano addirittura di 24 mensilità e cioé oltre 3/4 volte quello normalmente licenziato e licenziatore patteggiano.Inoltre essendo una pena pecuniaria, così come la multa per il divieto di sosta ad esempio, non è possibile pateggiarla e dare quindi di meno.A proposito, lo sai che i dipendenti dei sindacati possono essere licenziati senza giusta causa senza *alcun* rimborso economico?Sarebbe ora di eliminare anche questa disparità di trattamento, non trovi? (ma forse i sindacati stessi farebbero forte opposizione nelle piazze, quando si dice predicare bene e razzolare male).

            Altrimenti sarebbe come dire che in
            Italia è

            consentito passare con il semaforo rosso

            (rischiando di ammazzare una persona, che
            è

            cosa ancora più grave di un licenziamento

            senza giusta causa) solamente perché la
            pena

            per tale tipo di reato è esclusivamente

            pecuniaria.

            si certo..
            come no..
            metti sotto qualcuno... e magari ammazzalo...
            magari in stato di ebrezza...
            il carcere ti aspetta figliolo...
            si chiama omicidioParlavo del reato di passare con il semaforo rosso (potenzialmente molto pericoloso), non del reato di omicidio.

            E comunque anche ora nella pressocché

            totalità dei casi licenziato e
            licenziatore

            patteggiano il risarcimento economico
            senza

            andare dal giudice in quanto conviene ad

            entrambi tale soluzione (o forse tu

            preferisci rimanere per anni in un'azienda

            dove dopo il reintegro ti viene fatta
            vedere

            una scrivania completamente vuota e ti
            viene

            detto "Quello è il suo posto e il suo

            compito è quello di non fare assolutamente

            niente tutto il giorno" ?).



            ESATTO!
            allora perche' accanirsi se la via d'uscita
            c'e'?
            semplice.... perche' senza art 18 si
            potrebbe patteggiare una cifra molto piu'
            bassa per l'azienda!!!!!!!Vedi due risposte sopra.
            che intanto ti ha cacciato... senza il
            dovere di riprenderti...
            ti da due lire dopo anni di causa legale....
            e tu sei senza lavoro... e senza stipendio..
            quando il patteggiamento conviene ad
            entrambi, va a buon fine, lo dici anche tu.
            Quindi oggi con il reintegro ci sono due
            vie... domani senza ce ne sarebbe una sola.
            A tutto vantaggio di una sola parte.Non sarebbe così, come ti ho già spiegato.

            Non solo sono ideologie vecchie,

            fallimentari ed antidemocratiche, ma

            parlando ancora di nazismo, fascismo e

            comunismo non si ha neanche rispetto per
            le

            centinaia di milioni di morti che tali

            ideologie hanno provocato.

            beh insomma...
            parlarne e' un conto.
            farne motivo di scontro giornaliero e'
            sbagliato.
            E la caccia al comunista e' rinata a causa
            di un ben noto personaggio..
            fino a pochi anni fa nn si parlava piu' di
            comunisti e fascisti...Se parli del mafioso, corruttore, tangentaro che ci ritroviamo come presidente del Consiglio, la pochezza delle sue parole è pari alla pochezza della sua persona, su questo siamo d'accordo.E la pochezza della sua persona è inversamente proporzionale alla concentrazione di potere politico-economico-mediatico che gestisce.Ma quando parlavo che in Italia c'è una feroce opposizione all'abolizione delle rendite di posizione e dei privilegi ingiusti, mi riferivo anche a tutto quello che il cavaliere ha fatto per opporsi ad una seria legge antitrust oppure all'applicazione di ben due sentenze della Corte costituzionale ecc. ecc.Buona serata.Sigma
          • Anonimo scrive:
            Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
            scusa... ma se io sono un'azienda e non ti voglio + come dipendente, per quale motivo devo tenerti?
    • Anonimo scrive:
      Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
      - Scritto da: Anonimo
      1) un qualsiasi giornalista, per quanto
      oggettivo possa essere, inevitabilmente
      scrive parole filtrandole con la propria
      personalità. Discorso totalmente diverso per
      quello che e' Mantellini: un opinionista.MHUAHUAHAUHAAUHAUAHAHUGiornalaio.
      • Anonimo scrive:
        Re: A tutti quelli che sono intervenuti.
        Invece di ridere, esprimiti... così magari ridiamo anche noi.Troppo facile ridere senza mettere due parole in fila... dicevo appunto che l'italiano medio sputa opinioni spesso senza sapere neanche quello che sta dicendo.Aggiungo anche che Mantellini, oltre ad essere un giornalista in grado di fare opinione, ha le palle per scrivere. Basta che leggi tutti i suoi contributi a PI.ciaoMik- Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        1) un qualsiasi giornalista, per quanto

        oggettivo possa essere, inevitabilmente

        scrive parole filtrandole con la propria

        personalità. Discorso totalmente diverso
        per

        quello che e' Mantellini: un opinionista.

        MHUAHUAHAUHAAUHAUAHAHU

        Giornalaio.
  • Anonimo scrive:
    Ma che vi aspettavate da 'sto governo?!?
    Che mantenesse le promesse elettorali?...Poveri allocchi... :(((((((E Mantellini fa benissimo a sottolinearlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che vi aspettavate da 'sto governo?!?
      Accendere il cervello, mai?L'importante è parlare male, poco importa se sia vero o no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che vi aspettavate da 'sto governo?!?
        Ti rispondo volentieri, dato che per 5 anni ci siamo sorbiti i manifesti del dracula comunista (mi viene da ridere) che ci succhiava il sangue, i tax day e altre STRONZATE.Lasciate che la sinistra parli per pregiuduzio,a cervello spento, facendo pure disinformazione, male del governo, dato che per 5 anni lo ha fatto la destra. La faziosità ormai l'abbiamo imparata, da voi...
      • maks scrive:
        Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern

        Accendere il cervello, mai?
        L'importante è parlare male, poco importa se
        sia vero o no.di la verita'.. sei un evasore o uno che ha una casa da condonare vero? :)))))
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
          - Scritto da: maks

          Accendere il cervello, mai?

          L'importante è parlare male, poco importa
          se

          sia vero o no.

          di la verita'.. sei un evasore o uno che ha
          una casa da condonare vero? :)))))Beh, ci sarebbe il sistema dei tuoi "compagni", tipo minimun tax o studi di settore dove i veri evasori alla fine si fregano le mani in quanto adeguandosi a tali parametri sono "a posto", anche se in realtà hanno guadagnato molto di più, chi invece si è trovato in difficoltà deve pagare una quantità di tasse a volte anche superiore al reddito (reale!!!) che ha avuto......Ah scusa dimenticavo.... è vero che per voi come uno apre una partita iva si apre automaticamente un buco nel soffitto da cui incominciano piovergli dentro soldi!Oppure parliamo di errori dei vari uffici tributari che non vengono riconosciuti e vengono fatti pagare ai cittadini......La giustizia non sarebbe ne quella dei condoni ne quella delle "minimun tax" o similari, la giustizia sarebbe che ci fosse un fisco più giusto, più equo e più funzionale, sia nei confronti dei lavoratori subordinati che dei lavoratori autonomi, a quel punto chi frega dovrebbe pagare caro e salato, magari anche col penale (vale per tutte e due le categorie ovviamente), la giustizia sarebbe che in Italia tutte le persone sane e adulte lavorassero per produrre e non solo per prendersi uno stipendio, uno non deve sicuramente essere sfruttato, però la sua parte la deve fare, altrimenti le cose prima o poi collassano! ;)Saluti
          • maks scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern


            di la verita'.. sei un evasore o uno che
            ha

            una casa da condonare vero? :)))))

            Beh, ci sarebbe il sistema dei tuoi
            "compagni", tipo minimun tax o studi di
            settore dove i veri evasori alla fine si zero umorismo eh...
            Ah scusa dimenticavo.... è vero che per voi
            come uno apre una partita iva si apre
            automaticamente un buco nel soffitto da cui
            incominciano piovergli dentro soldi!un dipendente non puo' evadere...ciao
          • LockOne scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: maks

            un dipendente non puo' evadere...finiamola con questa balla. le tasse dei dipendenti sono finzioni contabili. qualcuno nel sindacato ha deciso che tu devi intascarti mille euro al mese? in bustapaga scrivete millecinquecento euro lordi. ma i cinquecento euro di tasse sono virtuali, sono finzioni contabili. le vere tasse le paga chi, come me, apre il registratore di cassa, toglie le banconote dal suo portafogli, e poi si mette in coda, e aspetta il suo turno (e la coda e' pure lunga, e l'impiegata dell'ufficio postale e' inefficente) per pagare le tasse.come si evince, l'impiegata di cui sopra NON paga le tasse. ma crede di si. che ingenua.
          • maks scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern

            finiamola con questa balla. le tasse dei
            dipendenti sono finzioni contabili. qualcuno
            nel sindacato ha deciso che tu devi
            intascarti mille euro al mese? in bustapaga
            scrivete millecinquecento euro lordi. ma i
            cinquecento euro di tasse sono virtuali,
            sono finzioni contabili. le vere tasse le
            paga chi, come me, apre il registratore di
            cassa, toglie le banconote dal suo
            portafogli, e poi si mette in coda, e
            aspetta il suo turno (e la coda e' pure
            lunga, e l'impiegata dell'ufficio postale e'
            inefficente) per pagare le tasse.
            come si evince, l'impiegata di cui sopra NON
            paga le tasse. ma crede di si. che ingenua.bella barzellettavalla a raccontare agli operai di termini imerese :)certo.. io voglio 1500 euro al mese vado dal mio capo e dico: ok facciamo 2000 lordi... e lui i 500 euro in piu' li mette senza battere ciglio... dato che lil mette lui fisicamente... giusto?ah.. poi mi spieghi come mai dalla mia busta paga spariscono dei soldi sotto la voce conguaglio irpefciao va
          • LockOne scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: maks
            valla a raccontare agli operai di termini
            imerese :)bell'esempio, quelli andranno in cassintegrazione coi miei soldi delle tasse, dopo aver prodotto auto scadenti. io se lavoro alla czz chiudo. bell'esempio, va.
          • Physyko scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            mika è kolpa degli operai se la fiat va a rotoli. Loro hanno fatto semplicemente ciò ke gli è stato detto di fare. Se poi Agnelli non vuole spendere per produrre auto decenti, loro che kolpa ne hanno? Han fatto tutti il loro lavoro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: Physyko
            mika è kolpa degli operai se la fiat va a
            rotoli. Loro hanno fatto semplicemente ciò
            ke gli è stato detto di fare. Se poi Agnelli
            non vuole spendere per produrre auto
            decenti, loro che kolpa ne hanno? Han fatto
            tutti il loro lavoro.Se io o i miei soci in azienda non lavoriamo bene, e non guadagnamo, non abbiamo la cassa integrazione.... c'è una bella differenza mi pare no?
          • Physyko scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            Infatti. La differenza stà nel fatto che se la tua azienda va male, siete tu e i tuoi soci cha lavorate male. Voi fate le scelte e voi avete in mano il potere. Gli operai fiat no...
          • maks scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern


            valla a raccontare agli operai di termini

            imerese :)

            bell'esempio, quelli andranno in
            cassintegrazione coi miei soldi delle tasse,
            dopo aver prodotto auto scadenti. io se
            lavoro alla czz chiudo. bell'esempio, va.lo vedi che parli in malafedei fondi per la cassaintegrazione sono finanziati dalle aziendecome i fondi per la mobilita'ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: maks
            lo vedi che parli in malafede
            i fondi per la cassaintegrazione sono
            finanziati dalle aziende
            come i fondi per la mobilita'Ossia portano a casa 1.700.000 anzichè 2.100.000 pur non lavorando... e l'azienda paga... che brutto essere dipendenti no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern

            paga chi, come me, apre il registratore di
            cassa, toglie le banconote dal suo
            portafogli, e poi si mette in coda, e
            aspetta il suo turno (e la coda e' pure
            lunga, e l'impiegata dell'ufficio postale e'
            inefficente) per pagare le tasse.
            come si evince, l'impiegata di cui sopra NON
            paga le tasse. ma crede di si. che ingenua.certo.. come no.semplicemente a te passano i soldi per le mani (ma per quanto ancora?)ma ragionando alla tua maniera, anche il tuo e' un artificio contabile.Quanto voglio guadagnare da quel maglione? 20 euro? io l'ho pagato 80, lo vendo a 100...e' la stessa cosa...non te ne rendi conto?semplicemente il mio capo mi da x soldi al mese, che io non vedro' mai, ma che lui sborsa.anche per te esistera' un reddito lordo e uno netto no?la differenza sono proprio i soldi che togli dal registratore di cassa, come per me sono quelli che il datore alla fonte mi toglie dalla busta...se mi pagassero il lordo in contanti (come accade ai commercianti) anche io farei la fila per versare quanto dovuto..si evince che hai detto una cazzata
          • LockOne scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: Anonimo
            semplicemente a te passano i soldi per le
            mani (ma per quanto ancora?)cheffai, gufi?
            ma ragionando alla tua maniera, anche il tuo
            e' un artificio contabile.
            Quanto voglio guadagnare da quel maglione?
            20 euro? io l'ho pagato 80, lo vendo a
            100...
            e' la stessa cosa...
            non te ne rendi conto?ma nemmeno per idea. rileggiti.
            se mi pagassero il lordo in contanti (come
            accade ai commercianti) anche io farei la
            fila per versare quanto dovuto..uh, uh, uh, certo.
            si evince che hai detto una cazzatase, se.
          • maks scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern


            semplicemente a te passano i soldi per le

            mani (ma per quanto ancora?)
            cheffai, gufi?
            nel senso che con la moneta elettronica neanche tu dovrai piu' togliere i soldi dal registratore e portarli in banca..ci andranno da soli...e in quel momento evadere sara' piu' difficle...

            ma ragionando alla tua maniera, anche il
            tuo

            e' un artificio contabile.

            Quanto voglio guadagnare da quel maglione?

            20 euro? io l'ho pagato 80, lo vendo a

            100...

            e' la stessa cosa...

            non te ne rendi conto?
            ma nemmeno per idea. rileggiti.
            dimmi perche' non e' uguale...se io contratto un salario, lo faccio al netto delle "spese" (contributi, tasse etc. etc)se tu devi fare un prezzo lo fai al netto delle spese (acquisto, trasporto, etc. etc.)e nel prezzo del maglione e' compresa una quota per le tasse che ci pagherai sopra..perche' devi dire che non e' vero?

            se mi pagassero il lordo in contanti (come

            accade ai commercianti) anche io farei la

            fila per versare quanto dovuto..
            uh, uh, uh, certo.dimostrami che non e' vero...sto aspettandoil problema e' che io potrei anche non versare quei soldi, ma le mie buste paga sarebbero una prova inconfutabile che io quei soldi li ho ricevuti. Perche' l'ho firmata.tu puoi non fare lo scontrino o la fattura... e' fin troppo facile.Non dico che sia la norma, ma di certo e' molto piu' semplice...


            si evince che hai detto una cazzata
            se, se.infatti non hai confutato una sola delle cose che ho detto :)cio' conferma che ho ragione :))ciao
          • LockOne scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: maks
            infatti non hai confutato una sola delle
            cose che ho detto :)macche' ti confuto?? proprio non la capisci, eh?
            cio' conferma che ho ragione :))
            ciaobuona pippa.
          • maks scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern


            infatti non hai confutato una sola delle

            cose che ho detto :)
            macche' ti confuto?? proprio non la capisci,
            eh?
            no, sei tu che non dai spiegazioni plausibili :)))))

            cio' conferma che ho ragione :))

            ciao
            buona pippa.seeeeeeeeeevabbe'...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: Anonimo
            se mi pagassero il lordo in contanti (come
            accade ai commercianti) anche io farei la
            fila per versare quanto dovuto..Se mi pagassero un fisso mensile, io farei a pugni per non fare quella fila :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vi aspettavate da 'sto govern
            - Scritto da: maks

            un dipendente non puo' evadere...

            ciaoIl lavoro nero dove lo metti? Guarda che anche quella è evasione ;), lavoro nero inteso sia come stato di disoccupazione + lavoro totalmente in nero, oppure malattia, cassa integrazione o similari + lavoro in nero, oppure straordinari in nero, non è il primo che si lamenta del fatto che vorrebbe gli straordinari fuori busta perchè così "prende di più", se è vero che da una parte il datore di lavoro non paga le tasse su questi straordinari è altrettanto vero che il dipendente del caso è perfettamente d'accordo a percepirli in tale modo, perciò tutti e due sono colpevoli. Al di là del fatto che chi vuole fregare il modo se lo inventa sia che lavori come autonomo che come subordinato, ritorniamo sul discorso che se il fisco fosse più equo ed efficiente forse alla fine sia autonomi che dipendenti avrebbero meno l'esigenza di evadere la legalità per poter sopravvivere, ovviamente non sto parlando degli eccessi in cui non c'è più un discorso di sopravvivenza ma solo un volere accaparrare sempre più alla faccia e sulle spalle degli altri (e sì, perchè se uno non paga le tasse qualcun'altro dovrà pagarle per lui, così come chi non fa un ca@@o e non si guadagna il proprio stipendio qualcun'altro dovrà lavorare anche per il suo di stipendio, capito ciò che intendo? ;))Ciao
  • Anonimo scrive:
    The day after
    Ho aspettato il giorno dopo appunto per far sì che si arricchisse la lista dei commenti.Allora Mantellini cita dei numeri, dati di fatto, e lo si accusa semplicemente di essere un bolscevico. Si risponde che il precedente governo ha fatto peggio, ma lui mica diceva che aveva fatto meglio, diceva che QUESTO governo, se considerato dal punto di vista del rapporto promesse/risultati nel campo della telematica e dell'innovazione tecnologica è scarso assai. Le critiche non hanno riguardato questioni politiche come le pensioni o il disavanzo o i tagli alle spese sociali, nei quali pure il governo naviga a casaccio, sperando ogni sera in un domani migliore. Si nota per l'attivismo una schiera di fans di Berlusconi che ha orrore di qualunque critica al governo e la taccia di "bolscevismo". Ma se siete innamorati di quell'ometto e avete tanta paura di una cosa che è stata 85 anni fa questo dovrebbe essere un proiblema solo vostro, cari fans di Berlusca. Ci siamo noi invece che senza essere bolscevichi ma senza nemmeno credere alle fandonie del piazzista abbiamo sotto gli occhi una realtà preoccupante che non ha nulla a che vedere con l'attentato di New York ma che è frutto dell'incapacità, l'approssimazione e l'ignoranza di questo governo da burletta (aver atteso oggi ha fornito l'episodio del vice primo ministro che chiama coglioni l'opposizione...). Il declino dell'Italia non fa altro che accellerare su questo piano inclinato: imbarbarimento di ogni aspetto della vita sociale, discredito delle istituzioni, crisi economica, fine della ricerca scentifica e frenata dell'innovazione tecnologica (per la quale ormai dipendiamo interamente dall'estero), assottigliamento dello spessore culturale medio della popolazione. E mi pare che in nessuno di questi problemi il governo brilli per incisività di azione, invocando solo attenuanti(la sinistra, bin laden, la mala sorte...).Perciò tenetevi l'ometto al governo ma lasciateci criticare liberamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: The day after
      - Scritto da: Anonimo
      Ho aspettato il giorno dopo appunto per far
      sì che si arricchisse la lista dei commenti.nel frattempo avresti potuto anche riflettere sulle cose dette da M.
      Allora Mantellini cita dei numeri, dati di
      fatto, e lo si accusa semplicemente di
      essere un bolscevico. Forse faresti meglio a leggere tutti i commenti.L'accusa principale è di aver contraffatto i dati, minimizzando cifre [6000 Mldi di £ire] che a suo dire sono"il prevedibile vuoto dei fatti".Andando poi a vedere quei 6000 Mldi di £ire sono la cifra più alta finanziata nell'ultimo decennio, ma intanto per lui sono "il prevedibile vuoto dei fatti".Nota poi bene quel fazioso "prevedibile"."Stanca [...ZAC...] è stato - dicono i gossip - più volte ad un passo dalle dimissioni"Ci mancavano poi i gossip. Fonte? Novella3000?Che dire: complimenti per l'analisi! Seia, obiettiva con tanto di dati fasulli e gossip mondani.
      Perciò tenetevi l'ometto al governo ma
      lasciateci criticare liberamente.Sempre liberi di criticare, ma per favore su fatti veri, non su bugie inventate ad arte!
    • BSD_like scrive:
      Re: The day after
      Mantellini non cita assoulutamente nessun numero, e personalmente già l'ho fatto notare alla persona.Mantellini è a conoscenza come lei oltretutto (ma si fà ben finta di non sapere nulla) che quasi 6.000 mldi di ³ire sono una cosa diversa dal nulla a cui delle persone (comprese Mantellini e lei accennate).Siccome Mantellini come lei legge PI (o almeno si presuppone), dovrebbe sapere le notizie in merito pubblicate, allora Mantellini mente.http://punto-informatico.it/p.asp?i=41601http://punto-informatico.it/p.asp?i=41065http://punto-informatico.it/p.asp?i=39419http://punto-informatico.it/p.asp?i=36301http://punto-informatico.it/p.asp?i=42541http://punto-informatico.it/p.asp?i=40773Come leggi dall'ultimo in fase di preparazione del DPEF all'ITC erano stati preventivati 4000 Mldi di £ire, successivamente (non sono riuscito a trovare l'articolo) sono stati portati a meno di 6000 Mldi di £ire quando Stanca ne aveva richiesti e ritenuti strettamente necessari più di 12000 Mldi di £ire.Se meno della metà vuol dire nulla per il sig. Mantellini, allora Mantellini (ed anche lei) sta mentendo.Eppure Mantellini è consulente di PI e non conosce gli articoli di PI?Questo non vuol dire che siano sufficienti quei fondi (non lo sono nemmeno per Stanca), solo che Mantellini e altri come lei mentono confondendo volutamente quei pochi fondi con il nulla, che era esattamente (quest'ultimo) il fondo erogato dal gov. precedente.Queste erano le intenzioni reclamate dall'esecutivo, in carica:http://punto-informatico.it/p.asp?i=36826Ciò non vuol dire che qualche migliaio di Mldi di £ire in più possa far dire all'attuale esecutivo "siamo diversi dal precedete", vuol solo dire che qualcosa (poco) in più rispetto al precedente esecutivo questo esecutivo l'ha varato.
  • Anonimo scrive:
    Caro Massimo...
    ...apprezzo quello che scrivi, leggo spesso il tuo blog.Sono di sinistra [giusto per precisarlo, anche se poi non significa molto] ma intendo la politica in modo diverso da come la intende sia Mastella [e non ci vuole molto] sia Dalema.Io la intendo come pratica quotidiana di confronto e di verifica di idee, ci "spalmo" sopra una robusta passata di etica e di onestà intellettuale a cui faccio seguire una farcitura di spirito critico: il "panino" che ne viene fuori è spesso di sapore sgradevole, a volte decisamente vomitevole.Credo che tu abbia avuto modo di provare sapori simili: ricordo il sapore di muffa e catenacci arrugginiti della legge sull'editoria [Vannino Chiti, DS], quello dell'accoglienza [premier Dalema] di un signore [un piazzista] proveniente da Redmond... e questo per restare nel campo dell'IT.In campi decisamente OT in questo contesto, la notte che sono stato svegliato dalla polizia per aver violato la legge antiterrorismo [dormivo a casa di una mia amica, anzi ero a letto con una mia amica e se questo succede per più di 3 notti di fila la polizia deve essere avvisata, in Italia] mi è venuto in mente che, sinistra al governo, una legge FASCISTA non solo non veniva abrogata ma neanche considerata.Il tuo articolo non aggiunge nulla di nuovo a quanto già vado pensando da un bel po', il forum apre invece scenari interessanti.A parte alcuni interventi [BDS_like, per esempio] , per il resto si evidenziano approcci contrari non al mio considerarmi di sinistra [sarebbero graditi] ma agli altri ingredienti con cui condisco il mio modo di vedere e comprendere il tempo che mi è dato vivere.Questo mio intervento non vuole aggiungere nulla alla questione [c'è poco da aggiungere... o forse no, ma l'ora è tarda e forse lo strumento necessario sarebbe una sorta di blog, un muro della vergogna su cui appuntare giorno per giorno impegni disattesi, chiacchiere a vuoto, stupidaggini varie, di destra come di sinistra]: ha solo lo scopo di esprimere il mio apprezzamento per il tuo articolo, visto che sul forum si è scatenata, e non è la prima volta, una sorta di bagarre in cui ti si dà addosso, usando come unica base culturale il tg di Emilio Fede.[Pancho]
    • Anonimo scrive:
      Re: Caro Massimo...
      - Scritto da: Anonimo
      Questo mio intervento non vuole aggiungere
      nulla alla questione [c'è poco da
      aggiungere... o forse no, ma l'ora è tarda e
      forse lo strumento necessario sarebbe una
      sorta di blog, un muro della vergogna su cui
      appuntare giorno per giorno impegni
      disattesi, chiacchiere a vuoto, stupidaggini
      varie, di destra come di sinistra]: ha solo
      lo scopo di esprimere il mio apprezzamento
      per il tuo articolo, visto che sul forum si
      è scatenata, e non è la prima volta, una
      sorta di bagarre in cui ti si dà addosso,
      usando come unica base culturale il tg di
      Emilio Fede.

      [Pancho]Anche te però sai divertire, leggi il Foglio?Buon Natale!M.Hart
  • Vertigo scrive:
    Se P.I. continua cosi'...
    . sicuramente raccogliera' parecchi consensi tra le persone che non hanno votato questo governo, ma di certo non fa informazione tecnologica, ma politica.Al giorno d'oggi lo sport piu' comune e' sparare su Berlusconi e l'attuale governo, niente da dire, ma che P.I. dia spazio ai post chiaramente di parte come quello di Mantellini non e' accettabile.Sicuramente se continuera' a pubblicare articoli simili, non leggero' piu' P.I., perche' da troppo tempo si lasciano correre cose come quelle evidenziate da bsd_like (i 6000 mld invece di 12000), che se veritiere (e sicuramente mi fido di piu' di bsd_like che di mantellini) significano che l'articolo contiene UN FALSO.E non ho mai tollerato articoli contenenti falsi.Sono anni che leggo P.I, ma da un'anno a questa parte il livello sta scadendo, e mi dispiace che sia cosi'.Spero che vogliate lasciare questo post in questo forum, invece che spostarlo nel forum pro-contro.
  • Anonimo scrive:
    naaah
    non sono daccordo con massimo mantellini su alcuni punti:802.11b ne parlano tutti a sproposito; e' un protocollo insicuro, lento (10Mbps per canale) e caro... ,meglio aspettare 802.11a, o investiresu qualcosa di gia' conosciuto (ponti laser ?) se proprio si e' interessati alla "cablatura" di tutta l'italia piuttosto che alla wi-fi MAN; ma si sa' .. fintanto che la situazione UMTS non si sblocchera' credete che i gestori di tali soluzioni aiuteranno il wi-fi (che attualmente gira su frequenze gratuite) a crescere ? Il Governo delle tre I: tralascio stanca di cui so poco del suo operato,preferisco parlare di Gasparri; mi sono strappato i capelli quando ho saputo che sarebbe stato lui il ministro delle comunicazioni.Eppure ha lavorato, e anche bene, limitando quel monopolio che tutti credono non esista piu' (ma c'e' ) chiamato Telecom(a) Italia .Forse pochi lo sanno ma le tariffe per la connettivita' si sono molto abbassate (wireline.telecomitalia.it) e questo grazie anche al lavoro che ha fatto questo ministro.Per il resto vorrei ricordare a tutti gli amanti dell'Open Source, come la sx abbia "scoperto" questo movimento solo dopo aver perso le elezioni, che gli unici a sostenere nel loro programma elettorale tale movimento sono stati i radicali, e che se questo movimento che si dichiara APOLITICO, si muovesse per cercare appoggi nel governo attuale magari li troverebbe.Pensate forse che alle prossime elezioni quando andra' su l'attuale opposizione (visto che giocano a darsi il cambio) l'open source verra' veramente considerato ? ciao
  • Massimo Mantellini scrive:
    Qualche risposta
    Buongiorno a tutti. Vorrei puntualizzare un paio di cose soprassiedendo ad ogni polemica politica che davvero non mi appartiene ne' mi interessa. La prima attiene alle proteste di quanti lamentano l'esistenza su Pi di articoli "politici" come quello a mia firma odierno. Comprendo che ciascuno di noi abbia aspettative differenti su cosa trovare su un quotidiano di informatica e comunicazione. E' evidente che esistono persone che riescono con facilita' a scindere la propria vita politica ( se l'hanno) da quella biologica. Beh, fortunati loro. Si tratta di un equilibrismo che a me personalmente non riesce e che nemmeno vorrei tentare. Dico solo che completezza vuole che su un giornale di informatica e comunicazione si tenti di avere un respiro un po' piu' ampio di quello legato alle eventuali problematiche delle nuove directx 9, tanto per fare un esempio. In questo senso credo che Pi sia - per volere del suo direttore e di quanti vi collaborano - un giornale aperto e completo. Se questo da qualcuno e' vissuto come un limite o serve a incasellare PI ( ao anche solo me) in un ambito politico ben definito, pazienza. Ognuno si fa male come crede. Ma la politica delle reti e le formidabili problematiche politiche che porta con se' (liberta' di espressione, diritto alla conoscenza, privacy etc) sono oggi parte della nostra vita. E parlarne significa fare politica. Certo non nel senso di Clemente Mastella :)A BDS_like che cita numeri che smentirebbero alcune mie valutazioni politiche ricordo che Il Ministro Stanca per l'anno 2003 ha chiesto al governo un fondo per l'innovazione di 500 milioni di euro. Gliene sono stati concessi solo 100. Questa io con molto pudore la chiamo "una sforbiciata". Si tratta in realta' di una vera debacle. La fonte per i san tommasi e' ilsole24ore del 25 ottobre.....non Il Manifesto.E' certamente vero come ha scritto qualcuno che il momento e' difficile un po' ovunque ma il governo ha scelto di tagliare dove ha potuto e l'innovazione e' uno dei rami potabili...a dispetto di quanto si continua ad affermare.E visto che BDS cita un bel caso di nepotismo al CNR del precedente governo (del quale - basterebbe andare a leggere - ho sempre parlato in maniera assai critica per quanto attiene a queste problematiche) ne approfitto per ricordare che L'Italia e' oggi il paese che in Europa investe meno di tutti in ricerca ...i fondi in tal senso per il 2003 sono stati ulteriormente decurtati........Non c'e' da stare allegri . Ci si riempie come al solito la bocca di frasi ad effetto sapendo bene che non se ne fara' nulla......salutiM.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualche risposta

      E visto che BDS cita un bel caso di
      nepotismo al CNR del precedente governo (del
      quale - basterebbe andare a leggere - ho
      sempre parlato in maniera assai critica per
      quanto attiene a queste problematiche) ne
      approfitto per ricordare che L'Italia e'
      OGGI lo era anche ieri
      il paese che in Europa investe meno di
      tutti in ricerca ...i fondi in tal senso per
      il 2003 sono stati ulteriormente
      decurtati........
    • BSD_like scrive:
      Re: Qualche risposta
      Caro sig. Mantellini, la sforbiciata gli e lo ricordata anch'io:Stanca ha chiesto 12000 Mldi di £ire, ne sono stati concessi la metà 6000 Mldi di £ire; e Stanca ne riteneva 12.000 strettamente necessari (sono parole di Stanca non mie e apparse anche su PI).Il problema è che lei ha "confuso" 6000 Mldi (o 50% se le piace) con il nulla che mi sembra un pò diverso.Confrontate rispetto all'esecutivo precedente qualcosa di meglio è, anche se occorrerebbero almeno 20.000 Mldi di £ire nel campo da investire all'Italia.
    • BSD_like scrive:
      Re: Qualche risposta
      Mi dimenticavo sig. Mantellini di aggiungere sul caso degli investimenti sulla ricerca scientifica: il gov. ha tagliato questi investimenti di 190 Milioni di ?uro, poi rientrati, davanti alla protesta giusta dei rettori univ. (rettori di cui la maggioranza sono stati decisi dal centro-SX), riportandoli a quelli precedenti.Ciò che è stato lasciato invariato sulla finanziaria erano i progettati aumenti per i ricercatori che viene scaricato sulle univ.; e siccome gli aumenti più sostanziosi li percepiranno i professori più noti (meritatamnete, nulla da dire), ecco che essi si preoccupano del loro borsello e continuano con la solfa dei finanziamenti alla ricerca, anche quando i fondi sono ritornati gli stessi dell'anno precedente o se piace del periodo precedente di gov.Hanno tutte le ragioni di temere per i loro aumenti: ciò che mi disgusta è coprire i loro interessi con altri falsi problemi dato che il provvedimento per la riduzione sugli inv. nei progetti è rientrato, in 1 gg di protesta.Visto che studio fisica teorica, questi problemi mi sono noti, e non è che mi piace che i vari gov. dell'Italia sottostipendiano i suoi ricercatori e li facciano fare la gavetta a correggere scritti di esami (gli assistenti dottorandi sono gli unici a "sgobbare") nei quali si entra in una logica di macchina in cui invece di giudicare lo scritto nel suo complesso, appena fai 7-8 errori di distrazione sul tipo "scritto male la formula" o "sbagliato segno" sei fuori (sono le disposizioni dei rettori, dei direttori di dipartimento, e del titolare della cattedra), con scritti che teoricamente meritano 30 (questa è la realtà delle facoltà scientifiche e ingegneristiche italiane, Eistein fece nella sua teoria della relatività un banale errore una divisione per 0: secondo questi signori sarebbe da buttare la teoria se ubidissimo alla loro logica. Potrei cosi citare Newton e altri); dico che non accetto di mascherare i miei motivi con altri.Se si informasse di più saprebbe, caro sig. Mantellini del rientro del provvedimento taglia fondi.
      • BSD_like scrive:
        Re: Qualche risposta
        Scusate: erano 190 Mldi di £ire il previsto e poi ritirato taglio ai progetti di ricerca scientifica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualche risposta
          ...se poi aggiungiamo che il mio prof prende soldi per effettuare ricerche biologiche marine che non servono a una mazza e ci tiene in laboratorio a sgobbare sperando solo nelle più belle pubblicazioni della sua vita, il quadretto della ricerca in Italia è completo.Ecco cos' è la ricerca in Italia all' 80%: dottori in ricerca che sgobbano e Prof che magnano, viaggiano e poi pubbliacano pure il lavoro altrui.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualche risposta
            Bravo!Fatti assumere dall'ISTAT!Buona Natale, piccolo statisticoricercatorpopolare :-)
    • BSD_like scrive:
      Re: Qualche risposta
      Caro sig. Mantellini, siccome mi accusa di citare numeri inventati (cosi si deduce dal suo post) e siccome lei legge, essendo consulente tematico di PI, gli art. di PI, ho il piacere di presentarle i numeri che io fantastico. Numeri presentati da PI stesso.Ho cervcato precedentemente gli art. su PI, ma essendo impegnato non ho potuto pubblicarli in un post; tuttavia non avrei rinunciato al piacere di pubblicarli, a dire il vero non sono riuscito a trovarne 1 particolare, ma ritengo questi sufficienti.punto-informatico.it/p.asp?i=41601punto-informatico.it/p.asp?i=41065punto-informatico.it/p.asp?i=39419punto-informatico.it/p.asp?i=36301punto-informatico.it/p.asp?i=42541punto-informatico.it/p.asp?i=40773Come si legge dall'ultimo in fase di preparazione del DPEF all'ITC erano stati preventivati 4000 Mldi di £ire, successivamente (non sono riuscito a trovare l'articolo) sono stati portati a meno di 6000 Mldi di £ire quando Stanca ne aveva richiesti e ritenuti strettamente necessari più di 12000 Mldi di £ire.Se meno della metà vuol dire nulla per lei sig. Mantellini, allora debbo dedurre che lei stia mentendo, o debbo mettere in dubbio la sua capacità di analisi, o debbo mettere in dubbio (cosa effettiva) l'obbiettività del suo intervento.Eppure Mantellinilei è consulente di PI e non conosce gli articoli di PI?Questo non vuol dire che siano sufficienti quei fondi (non lo sono nemmeno per Stanca), solo che lei sig. Mantellini e altri come lei mentono confondendo volutamente quei pochi fondi con il nulla, che era esattamente (quest'ultimo) il fondo erogato dal gov. precedente.Queste erano le intenzioni reclamate dall'esecutivo, in carica:punto-informatico.it/p.asp?i=36826Ciò non vuol dire che qualche migliaio di Mldi di £ire in più possa far dire all'attuale esecutivo "siamo diversi dal precedete", vuol solo dire che qualcosa (poco) in più rispetto al precedente esecutivo questo esecutivo l'ha varato; a differenza di ciò che lei sostiene.Sà sig. Mantellini che quando afferma, riferendosi ad una persona che questa fantastica quando riferisce dei dati (i quali invece come avrà avuto il piacere di leggere sono reali), lei può incappare nel reato di diffamazione?
      • maks scrive:
        Re: Qualche risposta

        Sà sig. Mantellini che quando afferma,
        riferendosi ad una persona che questa
        fantastica quando riferisce dei dati (i
        quali invece come avrà avuto il piacere di
        leggere sono reali), lei può incappare nel
        reato di diffamazione?il governo delle 3 I non ha fatto nulla per internet...tanto e' vero che la situazione italiana e' peggiorata notevolmente nell'ultimo anno...perche'?perche' si sono rafforzati i grandi (TIN, Wind infostrada e pochi altri) e stanno sparendo i piccoli, gli unici in grado di dare connettivita' capillare sul territorio, cosa che pare non interessi ai grandi gruppise non stai a roma, milano, bologna, napoli e firenze non sei un cittadino uguale agli altri...e lo dice uno che da 6 anni lavora per provider nazionali e a casa ha comunque fibra a 10 mbit...se quei soldi, pochi o tanti che siano, piu' o meno di zero, non servono a dare pari opportunita' a tutti, sono inutili.Se quei soldi andranno sempre ai soliti noti, se non si liberalizza davvero l'ultimo miglio, se a reggio emilia non posso avere neanche l'isdn, si puo' dire che qualcosa sia stato fatto davvero?ciao
        • BSD_like scrive:
          Re: Qualche risposta
          Se Stanca stesso definiva il minimo necessario un pò più di 12.000 mldi di £ire da investire nel settore e ne sono stati investiti meno della metà; significa che l'investimento non è sufficiente.Il punto è che il sig. Mantellini afferma il nulla, che è falso e diverso da poco. Si può criticare la decisione d'investire meno di quanto un min. del gov. (nonchè esperto del settore) ritiene necessario, ma non è corretto mentire affermando che gli investimenti sono 0 perchè al sig. Mantellini fà comodo politicamente.Per quanto attiene alla banda larga fuori dalle grandi città, si credeva che la privatizzazione e la concorrenza avrebbero portato l'e-tecno dappertutto o quasi, come è accaduto negli USA. Purtroppo si è scartato il fatto che noi (come altri paesi) abbiamo fatto la privatizzazione fuori tempo max., cioè quando l'e-tecno cominciava a pesare sulla vita della società: andava fatta in questi termini al max. alla fine degli anni 70 e inizio anni 80; più tardi occorreva una diversa privatizzazione. Ma in questo anche il precedente gov. si è sbagliato, anzi le priivatizzazioni cosi fatte non sono colpa della forza politica attualmente al gov., sul piano decisionale, sicuramente si su quello morale visto che l'hanno cmq sostenute.Ma tutto questo non permette al sig. Mantellini di affermare il falso e dire che gli altri fantasticano quando viceversa afferamno la realtà diversa da quella che lui vorrebbe. Anche perchè lui legge PI.
          • maks scrive:
            Re: Qualche risposta

            Ma tutto questo non permette al sig.
            Mantellini di affermare il falso e dire che
            gli altri fantasticano quando viceversa
            afferamno la realtà diversa da quella che
            lui vorrebbe. Anche perchè lui legge PI.aridaie...non sto dicendo che i governi precedenti abbiano fatto di piu'...sto dicendo che anche questo governo, pur investendo qualche cosa in piu' degli altri, non ha fatto niente...e i risultati sono sotto gli occhi di tutti...ricordiamoci che telecomunicazioni non e' solo internet..e' anche TV digitale, telefonia mobile etc. etc.ciao
  • Vaira scrive:
    Propaganda bolscevica
    La crisi economica mondiale che è venuta fuori successivamente all' insediamento del governo e che non era prevedibile ai tempi delle elezioni ha portato problemi che hanno una priorità decisamente più alta rispetto alla copertura a macchie di leopardo dell' adsl.
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      ma quale propaganda......vedi il nemico ovunque?e' una semplice constatazione dei fatti! esiste un ministero assolutamente INUTILE chiamato della INNOVAZIONE TECNOLOGICA... con un ministro assolutamente IMPARZIALE nelle scelte (ironico...) infatti arriva guarda caso dalla IBM....Sul fatto che Gasparri parli TROPPO, non e' questione di partito, ma e' un dato di fatto! Ti ricordo le sue sparate sulla abolizione della tassa di concessione governativa per gli abbonamenti dei telefonini (io aspetto.....), sui telefonini Tacs, sui telefonini WInd che non prendono... E come dimenticare il suo IMPEGNO per far rinascere le tariffe FLAT???devo continuare ???????donato
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      A te di olio di ricino non ne hanno dato abbastanza i tuoi amici camerati.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      - Scritto da: Vaira
      La crisi economica mondiale che è venuta
      fuori successivamente all' insediamento del
      governo e che non era prevedibile ai tempi
      delle elezioni ha portato problemi che hanno
      una priorità decisamente più alta rispetto
      alla copertura a macchie di leopardo dell'
      adsl.Il che e' un errore. A meno che non si consideri piu' importante dare 30 milioni di euro alla scuola privata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      - Scritto da: Vaira
      La crisi economica mondiale che è venuta
      fuori successivamente all' insediamento del
      governo e che non era prevedibile ai tempi
      delle elezioni ha portato problemi che hanno
      una priorità decisamente più alta rispetto
      alla copertura a macchie di leopardo dell'
      adsl.Vero, i problemi con priorità più alta sono stati la depenalizzazione del falso in bilancio, il rientro dei capitali sporchi dall'estero, l'esclusione del reato di corruzione dal mandato di cattura europeo, la legge Cirami (per la quale si era addirittura ipotizzata per la prima volta nella storia della Repubblica di svolegere una seduta parlamentare ad agosto per approvarla con maggior celerità), il condono generalizzato ecc. ecc.Ma queste cose sarebbero state al primo posto della scala delle priorità indipendentemente dall'avvento della crisi economica mondiale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Propaganda bolscevica
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Vaira

        La crisi economica mondiale che è venuta

        fuori successivamente all' insediamento
        del

        governo e che non era prevedibile ai tempi

        delle elezioni ha portato problemi che
        hanno

        una priorità decisamente più alta rispetto

        alla copertura a macchie di leopardo dell'

        adsl.

        Vero, i problemi con priorità più alta sono
        stati la depenalizzazione del falso in
        bilancio, il rientro dei capitali sporchi
        dall'estero, l'esclusione del reato di
        corruzione dal mandato di cattura europeo,
        la legge Cirami (per la quale si era
        addirittura ipotizzata per la prima volta
        nella storia della Repubblica di svolegere
        una seduta parlamentare ad agosto per
        approvarla con maggior celerità), il condono
        generalizzato ecc. ecc.
        Ma queste cose sarebbero state al primo
        posto della scala delle priorità
        indipendentemente dall'avvento della crisi
        economica mondiale.Ma xchè scrivi quello che non vorrebbero mai leggere e ancor meno ammettere?Ma lo sai che il prosciutto qui abbonda?
    • lkl scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      Il mancato mantenimento delle promesse sbandierate ai quattro venti durante la propaganda elettorale è sotto gli occhi di tutti, il fatto che la gente ancora non voglia rendersene conto e continui nella caccia al rosso mi riempie di orrore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Propaganda bolscevica
        - Scritto da: lkl
        Il mancato mantenimento delle promesse
        sbandierate ai quattro venti durante la
        propaganda elettorale è sotto gli occhi di
        tutti, il fatto che la gente ancora non
        voglia rendersene conto e continui nella
        caccia al rosso mi riempie di orrore.Dai non esagerare, non è vero.Tutti i corruttori, i tangentari e gli evasori fiscali ad esempio sono molto soddisfatti dell'azione di questo governo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      Vorrei tanto poterti dire che non è necessariamente un bolscevico chi critica il governo, che ci sono fondati motivi per criticare, e che è la democrazia che è fatta così... ma dal profondo del mio cuore parte un forte, limpido, sonoro MAVATTENAFFANCULO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Propaganda bolscevica
      Ma tu sei uno dei protagonisti di "Fascisti su Marte" vero ?
  • Anonimo scrive:
    Mantellini, non è vero...
    ...basta sparare a zero sul cavaliere, "diamo a Cesare quello che è di Cesare", l'attuale governo ha avuto in questo anno e mezzo di governo punte di efficenza mai raggiunte prima.Non si era mai visto infatti prima d'ora un governo che riuscisse a far approvare tante leggi in così breve tempo: la depenalizzazione del falso in bilancio, l'esclusione del reato di corruzione dal mandato di cattura europeo, la legge Cirami, la legge sul rientro dei capitali sporchi dall'estero, il condono generalizzato ecc. ecc.Come dice? La legge antitrust? Beh, per quella c'è tempo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini, non è vero...
      Da quale segreteria politica posta il suo messaggio?Da qualche sede di Forza Italia addobbata a festa per il Santo Natale?Ciò che questo governo ha fatto per il Paese in un anno e mezzo di "lavoro" è roba da codice penale, per quel che riguarda poi l'attenzione rivolta al mercato IT, bene ha fatto Mantellini a sottolineare l'inerzia ed il disinteresse dell'esecutivo nei confronti di tutto ciò che concerne l'informatica in Italia.D'altronde, se la ricerca scientifica nel nostro paese ha uno sviluppo pari a quella di un paese del terzo mondo, non c'è da stupirsi degli insuccessi di Stanca e colleghi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mantellini, non è vero...
        - Scritto da: Anonimo
        Da quale segreteria politica posta il suo
        messaggio?
        (...)
        di un paese del terzo mondo, non c'è da
        stupirsi degli insuccessi di Stanca e
        colleghi.Eppure non mi sembrava difficile capire che il mio messaggio era di tono molto sarcastico...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mantellini, non è vero...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Da quale segreteria politica posta il suo

          messaggio?

          (...)

          di un paese del terzo mondo, non c'è da

          stupirsi degli insuccessi di Stanca e

          colleghi.

          Eppure non mi sembrava difficile capire che
          il mio messaggio era di tono molto
          sarcastico...No, non era difficile.Bastava togliere il cervello dalla naftalina.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mantellini, non è vero...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Da quale segreteria politica posta il suo

          messaggio?

          (...)

          di un paese del terzo mondo, non c'è da

          stupirsi degli insuccessi di Stanca e

          colleghi.
          Eppure non mi sembrava difficile capire che
          il mio messaggio era di tono molto
          sarcastico...Attento: ci sono persone che se non hanno il Wizard che gli spiega passo passo cosa devono fare non ci arrivano.
        • ghost scrive:
          [OT] Re: Mantellini, non è vero...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Da quale segreteria politica posta il suo

          messaggio?

          (...)

          di un paese del terzo mondo, non c'è da

          stupirsi degli insuccessi di Stanca e

          colleghi.

          Eppure non mi sembrava difficile capire che
          il mio messaggio era di tono molto
          sarcastico...Ehi, redazione, e se metteste una faccina vicino al titolo dei testi ironici e sarcastici???
        • Anonimo scrive:
          Re: Mantellini, non è vero...
          - Scritto da: Anonimo
          Eppure non mi sembrava difficile capire che
          il mio messaggio era di tono molto
          sarcastico...Ti sbagli, era difficilissimo! Non hai messo neanche un emoticon ;-)ricordati che se parli ad un pubblico di informatici e vuoi che capiscano ciò che intendevi dire (specialmente l'ironia) devi abbassare il tuo livello di comunicazione al loro (e qui non ci metto nessun emoticon perchè non è una battuta ma la triste verità).
          • Anonimo scrive:
            Re: Mantellini, non è vero...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Eppure non mi sembrava difficile capire

            che il mio messaggio era di tono molto

            sarcastico...

            Ti sbagli, era difficilissimo! Non hai messo
            neanche un emoticon ;-)

            ricordati che se parli ad un pubblico di
            informatici e vuoi che capiscano ciò che
            intendevi dire (specialmente l'ironia) devi
            abbassare il tuo livello di comunicazione al
            loro (e qui non ci metto nessun emoticon
            perchè non è una battuta ma la triste
            verità).Eheheheh. sono un informatico, ma devo dire che hai proprio ragione :-)In genere chi lavora nell'ITC tende a "tirarsela da svizzeri" solo per il fatto di conoscere qualche linguaggio di programmazione e considera ingnoranti chiunque non sappia il significato dell'ennesima sigla uscita fuori nel settore.E si sa che tra la saccenza e l'ironia c'è di mezzo il mare :-)
    • Vertigo scrive:
      Re: Mantellini, non è vero...
      Mi sembrava strano che qualche sveglione non riuscisse a infilare la politica in questo forum.complimenti, primo premio per l'inutilita'.
  • ghost scrive:
    da che parte sta?
    Finalmente ho capito come fanno i lettori di PI ad associare una persona al suo lato politico: se scrive in buon italiano, dice quello che pensa lui, si lamenta di questo governo e anche di quelli prima, etc. allora è di SXaltrimenti è di DXWOW!!!Mi pare che non sia il sistema giusto, molta gente ha le sue idee, che trovano riscontri talvolta qua talvolta la, ma almeno sono "sue". Quanta paura fanno l'intelligenza e l'onestà altrui...
  • BSD_like scrive:
    Sig. Mantellini
    Il suo "post" è politico e non lo nasconde!Ciò che invece è incorretto, è ciò che lei nasconde per la sua parte politica.Si può avere opinioni di parte ma parzializzare i dati è sbagliato, anche perchè lei è letto da tante persone che si fanno un'idea della (sua) opinione, giustamente; ma ingiustamente acquisiscono dei dati che sono fasulli.Non è vero che questo gov. non ha investito niente nell'e-tecno, è vero che ha investito la metà di quanto richiesto dal min. Stanca: 6.000 Mldi (circa) di £ire davanti alla richiesta di 12.000 in 3 anni.Del fatto che il min. Stanca sia sempre stato sull'orlo di dimettersi lo apprendiamo da lei, anche se non mi sento di escludere eventuali tensioni: un conto è dire che siamo sull'orlo delle dimissioni.Ma la cosa ancora più grave è che lei si dimentica (volutamente, credo) di citare quanto ha investito in materia il gov. precedente: 0 £ire (o ?uro che dir si voglia) se si escludono alcuni studi su possibili progetti.Anche se ritengo che un'analisi corretta debba giustamente attendere l'anno finale del mandato gov. per valutare; i dati che lei presenta sono cmq un miscuglio di dati corretti, parziali e falsi, la metà non è il nulla come lei accenna.Dovrei correttamete parlare dell'apertura al sw open source, scoperto casualmente dal centro-SX proprio quando si trova all'opposizione pur avendo tra le sue file gente che lo ha richiesto nella PA da anni, e che sono stati sbeffeggiati e ignorati (tanto da firmare ben 2 volte i contratti con Bill Gates per la PA, davanti alle proteste di questi esponenti di SX); ma tralascio la cosa.Le voglio solo ricordare chi mise il gov. precedente a dirigere il CNR, che è l'organo preposto in primis a guidare l'avanzata tecnologica dell'Italia (quindi anche dell'e-tecno), casualmente ci andò il fratello di Gerardo Bianco (geologo), allora segretario del PPI. Ma allora nessuno protestò se non pochi accademici di parte opposta e di non-parte, ne protestò nemmeno lei, che non pretese assolutamente che vi fosse messo in quel posto una persona in base alla sua preparazione. Le voglio ricordare anche ciò che lei riporta e cioè che questo gov. ha creato dei ministeri ad hoc per l'e-tecno, quello precedente no.Concludo dicendo che mi meraviglio con PI: ho letto generalmente su PI argomentazioni di parte come le sue e orientate verso il centro-SX, segno che la redazione ha assunto a livello politico quell'orientazione e non ho nulla da dire in proposito, è una scelta e come tale è nel loro diritto. Ma non ho mai letto argomentazioni cosi di parte e spiattellate in "prima pagina" come le sue. È una nota stonata nello stile di PI che merita pochi commenti, si giudica da sola.Ciò che mi ha sempre dato più fastidio, proprio da parte di chi critica cmq un gov. di qualsiasi istituzione, è presentare i dati soli che interessano (anche solo su un'argomento) o parziali, dipingendo la realtà diversa da ciò che è vero e che può cmq (come anche in questo caso) essere criticabile. Mi ricorda un'ultimo caso a cui ho assistito su una trasmissione di RaiTre "ballarò" in cui vi era Rutelli: questi su un'argomento aveva portato le sue critiche (corrette o meno a seconda dei punti di vista), ma mischiandole con dei fatti e dati giusti, ma anche parziali e fasulli. Finchè il suo interlocutore di parte opposta non riuscì a far notare l'inconsistenza di alcuni fatti presentati da Rutelli e questi ammesso implicitamente la cosa continuò con le sue critiche come doveva essere fin dall'inizio. Vero è che anche gli "altri" all'opposizione si comportano cosi, ma non mi sembra un motivo sufficiente per continuare a farlo.** Un'ultima nota: non c'è l'ho assolutamente con i geologi, mettevo in evidenza la qualifica.
    • x - : scrive:
      Re: Sig. Mantellini
      - Scritto da: BSD_like
      Il suo "post" è politico e non lo nasconde!
      Ciò che invece è incorretto, è ciò che lei
      nasconde per la sua parte politica.Complimenti per l'analisi e la buona memoria.:-)Sai per caso cosa diceva Mantellini all'epoca della famosalegge sull'editoria?Ciao.
      • BSD_like scrive:
        Re: Sig. Mantellini
        No, di solito tralascio questo genere di post; il fatto che PI l'abbia messo in "prima pagina" e che sia cosi di parte mi ha fatto intervenire.
    • kensan scrive:
      Re: Sig. Mantellini
      - Scritto da: BSD_like
      Il suo "post" è politico e non lo nasconde!
      Ciò che invece è incorretto, è ciò che lei
      nasconde per la sua parte politica.Un po' di cultura per riuscire a scrivere meglio, no?
      Non è vero che questo gov. non ha investito
      niente nell'e-tecno, Leggere quello che Mantellini scrive ti pare sbagliato?Palava di una delle tre "I", esattamente di Internet.
      Del fatto che il min. Stanca sia sempre
      stato sull'orlo di dimettersi lo apprendiamo
      da lei, anche se non mi sento di escludere
      eventuali tensioni: un conto è dire che
      siamo sull'orlo delle dimissioni.Non sarebbe il primo ministro tecnico a dimettersi.
      Ma la cosa ancora più grave è che lei si
      dimentica (volutamente, credo) di citare
      quanto ha investito in materia il gov.
      precedente: 0 £ire (o ?uro che dir si
      voglia) se si escludono alcuni studi su
      possibili progetti.Questo non è vero (allora si pensava ai computer ed è stata fatta una legge in quel senso poi disattesa dal presente governo) ma contemporaneamente non è utile per capire se stiamo facendo avanzare il paese o meno. Tu, immagino, viva con i fatti e non con le parole, Mantellini precisava questo: tante parole ma fatti nessuno. Non era meglio dire alle elezioni che non si sarebbero comportati diversamente dal governo precedente?
      Anche se ritengo che un'analisi corretta
      debba giustamente attendere l'anno finale
      del mandato gov. per valutare; Mi dispiace ma io la connessione ad internet a tempo, la famosa TUT, la pago ogni giorno e non ogni 5 anni perciò pretendo che il governo in carica mi faccia arrivare l'ADSL subito, appena giura, al massimo attendo il tempo tecnico per convertire le centraline. Ma tu vivi solo ogni 5 anni? E il resto del tempo che fai? vai in letargo?
      i dati che
      lei presenta sono cmq un miscuglio di dati
      corretti, parziali e falsi, la metà non è il
      nulla come lei accenna.Guarda che per Internet il governo non ha fatto nulla!
      Dovrei correttamete parlare dell'apertura al
      sw open source, scoperto casualmente dal
      centro-SX proprio quando si trova
      all'opposizione pur avendo tra le sue file
      gente che lo ha richiesto nella PA da anni,
      e che sono stati sbeffeggiati e ignorati
      (tanto da firmare ben 2 volte i contratti
      con Bill Gates per la PA, davanti alle
      proteste di questi esponenti di SX); ma
      tralascio la cosa.
      Le voglio solo ricordare chi mise il gov.
      precedente a dirigere il CNR, che è l'organo
      preposto in primis a guidare l'avanzata
      tecnologica dell'Italia (quindi anche
      dell'e-tecno), casualmente ci andò il
      fratello di Gerardo Bianco (geologo), allora
      segretario del PPI. Ma allora nessuno
      protestò se non pochi accademici di parte
      opposta e di non-parte, ne protestò nemmeno
      lei, che non pretese assolutamente che vi
      fosse messo in quel posto una persona in
      base alla sua preparazione.Stai dicendo che il governo attuale sta facendo quello che ha fatto il precedente: nulla. Sarebbe stato onesto dirlo alle elezioni e non prendere in giro gli elettori con la storia delle tre I.
      Le voglio
      ricordare anche ciò che lei riporta e cioè
      che questo gov. ha creato dei ministeri ad
      hoc per l'e-tecno, quello precedente no.Ma lo hai letto l'articolo? C'è scritto nero su bianco che le chiacchere abbondano in questo governo, se tu a pranzo mangi parole dovresti essere bello grasso:)
      Concludo dicendo che mi meraviglio con PI:
      ho letto generalmente su PI argomentazioni
      di parte come le sue e orientate verso il
      centro-SX, segno che la redazione ha assunto
      a livello politico quell'orientazione e non
      ho nulla da dire in proposito, è una scelta
      e come tale è nel loro diritto. Ma non ho
      mai letto argomentazioni cosi di parte e
      spiattellate in "prima pagina" come le sue.Mi dispiace per te ma esiste la libertà di criticare il governo in carica in Italia, soprattutto quando promette e non mantiene.
      • BSD_like scrive:
        Re: Sig. Mantellini
        La libertà di criticare esiste; il punto è che precedentemente PI ha tenuto comportamenti più di "gusto" sul tema; pur nella libertà di essere orientati verso il centro-SX.Per ciò che attiene ai 5 anni di mandato; è il solo modo che sarebbe corretto per valutare un'operato di un gov.; ciònondimeno ho accettato pienamente una valutazione attuale, tenendo presente cmq che la valutazione finale sarebbe più corretta.E veniamo al merito: nessuno qui non accetta le critiche di Mantellini, ciò che non si accetta è la menzogna: dire che il gov. non ha investito nulla (come affermi anche tu) e dire che il gov. ha investito (comè la realtà) 6.000 Mldi di £ire invece dei 12.000 richiesti da Stanca sono 2 cose diverse.Criticare l'investimento di 6000 Mldi invece che di 12000 è corretto, dire che non è stato investito nulla è scorretto ed è una menzogna.Infine proprio l'investimento di 6000 Mldi (inferiore a quanto chiesto e ritenuto necessario da Stanca), invece che niente è la differenza tra il precedente esecutivo e l'attuale; quindi non è vero che non vi era differenza. Ma non voglio dire che basta qualche migliaio di Mldi in più nel campo per pareggiare l'Italia agli USA (non bastano nemmeno per Stanca), ne voglio dire che bastino per dire "siamo diversi dal precedente governo", dico che qualche investimento in più è stato pianificato dal gov. attuale rispetto al precedente.Ma questo il sig. Mantellini non solo non l'ha detto: ha detto il contrario cioè nulla, il che è falso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sig. Mantellini - Bravo BSD_like
      Concordo in tutto.An Happy Linux User
  • Anonimo scrive:
    P.I. Censurato
    hanno segato il post per qualche strano motivo spostandolo qua...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=300389Il mio intervento mi sembrava educato ed in linea con il resto dei essaggi postati. Assolutamente I.T.Forse preferite far sparire chi vi critica, bel modo di lavorare!
  • Anonimo scrive:
    Quale progetto per il nostro paese?
    L'incentivo governativo per la banda larga andrà a favore per l'80% a favore di mamma Telecom, alice e company. Il tesoro nel frattempo vende la sua partecipazione in telecom capitalizzando il favore fatto con la leva dei 30 milioni facendo comunque un buon affare. I soldi per i comuni vengono tagliati e dunque gli investimenti in tecnologia che potevano andare sulle PMI locali vanno a farsi friggere (idem per le regioni). Restano i soldi e-governement che andranno ai soliti noti (filiali di redmond etc..). Il problema vero è che l'Italia non ha un tessuto di Pmi nel settore dei servizi avanzati. I cervelli ci sono e qualche centro di eccellenza anche (vedi il centro di ricerca di Telecom..), non ci sono però gli elementi per fare sistema. Proprio un'italietta .... sempre più piccola la cui massima aspirazione è quella di galleggiare.... Io mi chiedo e vi chiedo qual'è il progetto per il futuro dell'Italia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quale progetto per il nostro paese?
      - Scritto da: Anonimo
      L'incentivo governativo per la banda larga
      andrà a favore per l'80% a favore di mamma
      Telecom, alice e company. Il tesoro nel
      frattempo vende la sua partecipazione in
      telecom capitalizzando il favore fatto con
      la leva dei 30 milioni facendo comunque un
      buon affare. I soldi per i comuni vengonoMaledizione, il governo non poteva regalare a Telecom il suo 3,6% di partecipazione azionaria in cambio del passaggio dell'ultimo miglio in mano pubblica in maniera tale da creare la vera concorrenza tra gli operatori telefonici?I valori di mercato erano quasi equivalenti, possibile che Gasparri & C. siano così ciechi da non vedere la storura di un mercarto dove uno degli operatori è anche padrone della infrastruttura di rete?
  • Anonimo scrive:
    Averle da guerra
    Già solo questo passo conferma la non faziosita':"...Lo stile utilizzato per farlo, per mascherare un ciclopico insuccesso, è quello al quale già ci hanno abituato i governi precedenti del paese: molte chiacchere e pochissimi fatti concreti..."E leggere, pensare e argomentare prima di scagliarsi come delle Averle da guerra?!?!Buon natale anche a chi non pensa con la propria testa ma con quella del proprio capo/leader. :-)Ciaooooo
  • Anonimo scrive:
    Ennesimo aumento dell'occupazione...
    ...tasso di discoccupazione mai così basso dal 1992, Mantellini: questo è il governo delle parole. Ma a te che importa?
    • gnappetto scrive:
      Re: Ennesimo aumento dell'occupazione...
      Ma cosa centra? Qui si discute di banda larga, non di tutto ciò che ha fatto il governo!!! Coma hanno già detto altri su questo si deve dibattere.[OT]Cmq se vuoi si può discutere dei 2.500.000 contratti di lavoro come CO.CO.CO. che abbassano il tasso di disoccupazione, ma che sono tutti posti precari, come i contratti interinali (sulla cui introduzione indiscrimanata e senza regole anche la sinistra ha molte colpe).[FINE OT]
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesimo aumento dell'occupazione...
        - Scritto da: gnappetto
        [OT]

        Cmq se vuoi si può discutere dei 2.500.000
        contratti di lavoro come CO.CO.CO. che
        abbassano il tasso di disoccupazione, ma che
        sono tutti posti precari, come i contratti
        interinali (sulla cui introduzione
        indiscrimanata e senza regole anche la
        sinistra ha molte colpe).

        [FINE OT]Scusa, io detesto il "nano mafioso plurinquisito", ho votato a sinistra alle ultime politiche e trovo che l'attuale governo si sia distinto solo per approvare in fretta leggi che garantissero l'impunità al cavaliere e ai suoi "compagni di merende" e che consentissero di continuare a gestire i loro sporchi affari, però sarebbe anche ora che in Italia la si smettesse di avere il mito del posto fisso (e più in generale delle rendite di posizione) e si pensasse di più al "lavoro".Sotto questo punto di vista critico il governo per non aver abrogato l'articolo 18 dello statuto del lavoro come invece aveva *promesso* in campagna elettorale.Il "patto per l'Italia" è una grande rivoluzione che porterà grossi benefici al mercato del lavoro ma purtroppo senza il punto di cui sopra si rivelerà un'arma spuntata.Nei paesi dove la flessibilità del mercato del lavoro è la più alta ci sono sempre i più bassi indici di disoccupazione e la più alta redditività.Finiamola con gli interessi corporativi di qualunque genere (accidenti, mi tocca pure difendere, anche se parzialmente, il governo del corruttore tangentaro, è la prima volta che mi capita, dove andremo a finire...).
  • Anonimo scrive:
    ...ci ammaliavano...
    A chi????????????????
  • Anonimo scrive:
    Vergona P.I.!
    Ho letto le prime tre righe e mi sono bastate: via la politica dalle argomentazioni tecniche!I commenti gratuiti, falsi, strumentalizzati e squallidamente personali credo sia bene se l'autore dell'articolo se li gode a casa per Natale, nel suo nido.Il mio parere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vergona P.I.!
      E perchè "via la politica?". Ti toccano il governicchio e non vuoi nemmeno leggere?Non devi vergognarti di aver votato questo governo, era tuo diritto e poi tutti possiamo farci fregare, una volta nella vita. Ma una volta sola, però...
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergona P.I.!
        Veramente, quelli che ci hanno fregato una sola volta sono stati quelli del governo precedente.Una sola volta pero'!ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Vergona P.I.!
        r carità, non me la prendo... sui governi, tutti, se ne sentono dire di cotte e di crude. Ritengo, però, che questo non sia il luogo adatto dove fare propaganda: il "titolo" (Punto Informatico) credevo avesse un senso.
    • Anonimo scrive:
      R: L'uso della parola "strumentalizzare"
      - Scritto da: Anonimo
      Ho letto le prime tre righe e mi sono
      bastate: via la politica dalle
      argomentazioni tecniche!Perché mai?L'articolo non è tecnico. E' politico - e non lo nasconde.
      I commenti gratuiti, falsi, strumentalizzati
      e squallidamente personali credo sia bene se
      l'autore dell'articolo se li gode a casa per
      Natale, nel suo nido.
      Il mio parere.Sarebbe interessante un approfondimento. Perché non individui i punti in cui il brillante Mantellini si dimostra gratuito e falso? In che passi strumentalizza - e cosa strumentalizza?Il verbo "strumentalizzare".Va di moda, lo uano tutti a destra e a manca. Quando si tratta di zittire qualcun viene facile dirgli "strumentalizzatore".Inoltre: dici dei commenti che sono "squallidamente personali". In che punti? Non riesco proprio a trovarlo, questo tornaconto personale.Sarà che sono limitato: immagino già le controdeduzioni a questa mia. Mi si dirà che "basta leggere l'articolo", che è tutto "evidente". che sono anch'io della cricca comunista, come il pericoloso Compagno Mantellini.Argomenti, gente mia: o reimpariamo a contrapporre argomenti agli argomenti, o la barbarie in cui già nuotiamo ci seppellirà definitivamente.axel
      • Anonimo scrive:
        Re: L'uso della parola "strumentalizzare"
        Ciao,
        Perché mai?
        L'articolo non è tecnico. E' politico - e non lo nasconde. Allora non è questa la testata giusta.
        Sarebbe interessante un approfondimento.Il lavor che mi chiedi, pur essendo sicuramente interessante, è troppo lungo e non posso dedicarmici: poi farlo da solo... rileggi l'intero articolo immaginando al Governo la sinistra che hai votato e in cui credi, sono sicuro capirai la mia delusione.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'uso della parola "strumentalizzare"


          Perché mai?

          L'articolo non è tecnico. E' politico - e
          non lo nasconde.
          Allora non è questa la testata giusta.Sei il redattore della testata?

          Mi si dirà che "basta leggere l'articolo"

          che è tutto "evidente".

          Sarebbe interessante un approfondimento.
          Il lavor che mi chiedi, pur essendo
          sicuramente interessante, è troppo lungo e
          non posso dedicarmici: poi farlo da solo...Come volevasi dimostrare...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'uso della parola "strumentalizzare"
          Ciao.- Scritto da: Anonimo
          Ciao,


          Perché mai?

          L'articolo non è tecnico. E' politico - e
          non lo nasconde.

          Allora non è questa la testata giusta.Di nuovo: perché mai?Dove siparla di tecnica non si parla di politica?Ehm... Mi sembra limitante.

          Sarebbe interessante un approfondimento.
          Il lavor che mi chiedi, pur essendo
          sicuramente interessante, è troppo lungo e
          non posso dedicarmici: poi farlo da solo...
          rileggi l'intero articolo immaginando al
          Governo la sinistra che hai votato e in cui
          credi, sono sicuro capirai la mia delusione.Non sai cosa ho votato, non sai nulla di ciò in cui credo.Io chiedo argomenti. Tu dici: "rileggiti l'articolo". Se fosse la sinistra al governo e se le cose fatte o non fatte fossero le stesse, il giudizio sarebbe il medesimo.Argomenti. Per favore.Axel
    • Anonimo scrive:
      Re: Vergona P.I.!
      Sono perfettamente d'accordo con Axel. Argomentiamo cio' che diciamo e, anche contrapponendoci duramente, diamo motivazioni valide ai nostri assunti.Per quanto riguarda la "I" di "inglese" vi posso dire che a scuola di mio figlio (elementari) e' a rischio l'insegnamento della lingua causa mancanza di fondi. Risultato finale: chi avra' la possibilita' di pagarsi il corso lo fara'.Viva la scuola per tutti.
  • avvelenato scrive:
    Una voce contraria?
    ancora non ho visto un'argomentazione seria che vada contro a Mantellini.io lo apprezzo molto, e concordo in linea di massima con quello che dice, ma tutti quelli che lo criticano, perchè non perdono anche un po' del loro tempo a criticare ciò che lui scrive, adducendo argomentazioni e nuovi elementi?ciao a tutti da avvelenato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una voce contraria?
      - Scritto da: avvelenato
      ancora non ho visto un'argomentazione seria
      che vada contro a Mantellini.
      io lo apprezzo molto, e concordo in linea di
      massima con quello che dice, ma tutti quelli
      che lo criticano, perchè non perdono anche
      un po' del loro tempo a criticare ciò che
      lui scrive, adducendo argomentazioni e nuovi
      elementi?xchè non ne hanno!Sono programmati solo per dargli addosso mica per fare proposte alternative!Sono in serie non li vedi? Quando inizia uno...poi tutti dietro!Che massa di piopio!

      ciao a tutti da avvelenato.ciao Sibilla
  • Anonimo scrive:
    mantellini...
    avanti così!!!;-)))facci divertì!
  • piopio scrive:
    Mantellini, il solito comunista
    Articoli sempre a senso unico, zero disponibilità a modificare anche minimamente il proprio punto di vista, incapacità cronica di analizzare obiettivamente le vicende, concezioni utopistiche per una italia che deve affrontare ben altri problemi, tendenza all'esagerazione esasperata degli aspetti negativi delle situazioni e alla sottile modificazione degli eventi per renderli funzionali alla propria dimostrazione dell'assoluta incapacità del governo, fanno sicuramente di Mantellini uno dei collaboratori di PI piu' apprezzati dalla sinistra italiana.
    • DPY scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista
      - Scritto da: piopio
      Articoli sempre a senso unico, zero
      disponibilità a modificare anche minimamente
      il proprio punto di vista, incapacità
      cronica di analizzare obiettivamente le
      vicende, concezioni utopistiche per una
      italia che deve affrontare ben altri
      problemi,ecc, ecc...Sì ok, mi può anche stare bene, se non fosse che... poche idee e ben confuse? Una spiegazione del perché questo articolo non va, e principalmente di cosa ha fatto il governo di positivo per l'IT in Italia, sarebbe stato probabilmente più utile di uno stroncamento della persona. Dalle mie parti si usa pensare che quando uno non entra nel merito della questione, ma si limita a parlare male dell'avversario, o si tratta di una questione così ovvia e lampante che anche un bambino di 5 anni la capirebbe (ma non è questo il caso) oppure questo qualcuno sta facendo un gioco sporco, in mancanza di argomenti concreti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mantellini, il solito comunista
        - Scritto da: DPY
        - Scritto da: piopio

        Articoli sempre a senso unico, zero

        disponibilità a modificare anche
        minimamente

        il proprio punto di vista, incapacità

        cronica di analizzare obiettivamente le

        vicende, concezioni utopistiche per una

        italia che deve affrontare ben altri

        problemi,

        ecc, ecc...
        Sì ok, mi può anche stare bene, se non fosse
        che... poche idee e ben confuse? Una
        spiegazione del perché questo
        articolo non va, e principalmente di cosa ha
        fatto il governo di positivo per l'IT in
        Italia, sarebbe stato probabilmente più
        utile di uno stroncamento della persona.
        Dalle mie parti si usa pensare che quando
        uno non entra nel merito della questione, ma
        si limita a parlare male dell'avversario, o
        si tratta di una questione così ovvia e
        lampante che anche un bambino di 5 anni la
        capirebbe (ma non è questo il caso) oppure
        questo qualcuno sta facendo un gioco sporco,
        in mancanza di argomenti concreti.è fiato sprecato, basta limitarsi a leggere l'articolo per capirne la faziosità; mi chiedo comunque cosa diceva Mantellini fino a 2 anni fa.
        • avvelenato scrive:
          Re: Mantellini, il solito comunista
          secondo me confondi la faziosità con l'avere un pensiero concreto.cosa avrebbe dovuto dire, che va tutto bene? se non lo crede perchè lo dovrebbe dire!e se crede in determinate cose, e le argomenta con molta cura(a differenza di tanti criticoni), ben venga...e se questo vuol dire essere faziosi, allora ben venga la faziosità!
        • DPY scrive:
          Re: Mantellini, il solito comunista

          è fiato sprecato, basta limitarsi a leggere
          l'articolo per capirne la faziosità; mi
          chiedo comunque cosa diceva Mantellini fino
          a 2 anni fa.Insisto: io non l'ho capita. Al contrario invece chiedo, di nuovo di sapere cosa ha fatto di positivo il governo, nel campo dell'IT, in questo anno e mezzo: cose concrete, non aria fritta. Per il momento ho visto solo il contributo per la banda larga, che sappiamo già che andrà in mano dei 'soliti noti', ovvero di quei 3..4 operatori in grado di fornirla. Nel frattempo, sempre parlando di quello che ho visto io, la marcia indietro sul Wi-Fi, che doveva essere libero e invece, non si sa come, sono riusciti a bloccarlo ben oltre la portata della legge originaria. Oltre a questo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mantellini, il solito comunista

            chiedo, di nuovo di sapere cosa ha fatto di positivo il
            governo, nel campo dell'ITMagari tra poco esce un articolo su Punto Informatico e sarai accontentato... :-)Tuttavia, anche non avesse fatto *niente* non è questa la sede... ci sono gruppi di discussione politici, le piazze ecc... solo che bisogna avere il coraggio di farlo... troppo semplice scrivere un articolo a senso unico!
          • DPY scrive:
            Re: Mantellini, il solito comunista

            Tuttavia, anche non avesse fatto *niente*
            non è questa la sede... ci sono gruppi di
            discussione politici, le piazze ecc... solo
            che bisogna avere il coraggio di farlo...
            troppo semplice scrivere un articolo a senso
            unico!Peccato che come discorso mi ricordi tanto il detto "Qui non si fa politica, si lavora." tanto in uso nel ventennio. Anch'io, qualche tempo fa, pensavo che la politica potesse starsene fuori dalla tecnica e dal mondo dei computer, gli avvenimenti degli ultimi anni mi hanno fatto ampiamente cambiare idea.L'idea di andare a discutere in piazza di cose che riguardano il nostro mondo, poi, è solo che ridicola: lasciamo che sia chi ci capisce qualcosa a parlarne, e non chi non sa neanche cosa sia questo mondo. E' banale che mentre in piazza si trova un pubblico eterogeneo e non necessariamente interessato a questi argomenti, qui forse c'è un target un po' più appropriato.In ogni caso, il tuo intervento non centra il problema: l'assunto iniziare era che 'Martellini è spostato a sinistra', non riguardava l'opportunità di parlarne qui, ma solo la sua faziosità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mantellini, il solito comunista
            - Scritto da: DPY
            L'idea di andare a discutere in
            piazza di cose che riguardano il nostro
            mondo, poi, è solo che ridicola: lasciamo
            che sia chi ci capisce qualcosa a parlarne,
            e non chi non sa neanche cosa sia questo
            mondo. E' banale che mentre in piazza
            si trova un pubblico eterogeneo e non
            necessariamente interessato a questi
            argomenti, qui forse c'è un target un po'
            più appropriato.

            In ogni caso, il tuo intervento non centra
            il problema: l'assunto iniziare era che
            'Martellini è spostato a sinistra', non
            riguardava l'opportunità di parlarne qui, ma
            solo la sua faziosità.caspita!Mi elevo a leggere che mantellini è fazioso e magari di sinistra!E' importante saperlo altrimenti non riesco a trarre le mie conclusioni.Ma se anzichè firmarsi avesse scritto "elettore di questo governo" mi gioco le aureole che nessuno di voi avrebbe osato tanto.Ridicoli!Nereo
      • Anonimo scrive:
        Re: Mantellini, il solito comunista
        Non è certo "piopio" a doversi preoccupare del perchè l'articolo non va. Mantellini è stato il primo ad essere generalista, a parlare dei soliti "problemoni" senza offrire un minimo di dati attendibili/verificabili. Spero ci sia qualcuno che si prenda cura di lui e del suo lavoro...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mantellini, il solito comunista
          - Scritto da: Anonimo
          Non è certo "piopio" a doversi preoccupare
          del perchè l'articolo non va. Mantellini è
          stato il primo ad essere generalista, a
          parlare dei soliti "problemoni" senza
          offrire un minimo di dati
          attendibili/verificabili.
          Spero ci sia
          qualcuno che si prenda cura di lui e del suo
          lavoro...Con l'olio di ricino?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista
      - Scritto da: piopio
      concezioni utopistiche per una
      italia che deve affrontare ben altri
      problemi, E di che problemi dovrebbe parlare secondo un giornalista di PI? Gia' questo basta a dimostrare chi sia il vero fazioso qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mantellini, il solito comunista
        dovrebbe parlare di tecnlogia, non di politicae se proprio deve parlare di politica almeno finga di essere imparzialeciao
        • ghost scrive:
          Re: Mantellini, il solito comunista
          - Scritto da: Anonimo
          dovrebbe parlare di tecnlogia, non di
          politicaSe due argomenti sono legati non si può parlare solo di uno...

          e se proprio deve parlare di politica almeno
          finga di essere imparzialePreferisco chi non finge ma dice chiaramente quello che pensa: la politica è anche schierarsi...

          ciaoVaffanculo
        • maks scrive:
          Re: Mantellini, il solito comunista

          dovrebbe parlare di tecnlogia, non di
          politica

          e se proprio deve parlare di politica almeno
          finga di essere imparziale

          ciaonon sei d'accordo?scrivi il tuo articolo e mandalo a PIcredo non avranno problemi a pubblicarlo se e' fatto in modo serioanche se sara' fazioso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista

      concezioni utopistiche per una
      italia che deve affrontare ben altri
      problemiMa in campagna elettorale non si era detto che sivoleva far ripartire l'Italia dopo il malgoverno dellasinistra?E adesso vieni a dirci che l'Italia non puo' occuparsidello sviluppo tecnologico (cui la destra ha datoforte risalto in campagna elettorale) perche' ci sonoben altri problemi da risolvere?Per fortuna non tutti quelli che hanno votato Berlusconimancano di tanto senso critico da difendere ancorail governo.Una curiosita'. Gli altri problemi da risolvere quali sono:legittimo sospetto?legge sulle rogatorie internazionali?depenalizzazione del falso in bilancio?presidenzialismo?devolution?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista
      - Scritto da: piopio
      Articoli sempre a senso unico, zero
      disponibilità a modificare anche minimamente
      il proprio punto di vista, incapacità
      cronica di analizzare obiettivamente le
      vicende, concezioni utopistiche per una
      italia che deve affrontare ben altri
      problemi, tendenza all'esagerazione
      esasperata degli aspetti negativi delle
      situazioni e alla sottile modificazione
      degli eventi per renderli funzionali alla
      propria dimostrazione dell'assoluta
      incapacità del governo, fanno sicuramente di
      Mantellini uno dei collaboratori di PI piu'
      apprezzati dalla sinistra italiana.Quando non avete di meglio da esprimere, date sempre del comunista!Non aggiungo altro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista
      - Scritto da: piopio
      Articoli sempre a senso unico, zero
      disponibilità a modificare anche minimamente
      il proprio punto di vista, incapacità
      cronica di analizzare obiettivamente le
      vicende, concezioni utopistiche per una
      italia che deve affrontare ben altri
      problemi, tendenza all'esagerazione
      esasperata degli aspetti negativi delle
      situazioni e alla sottile modificazione
      degli eventi per renderli funzionali alla
      propria dimostrazione dell'assoluta
      incapacità del governo, fanno sicuramente di
      Mantellini uno dei collaboratori di PI piu'
      apprezzati dalla sinistra italiana.Quando non avete di meglio da esprimere, date sempre del comunista!Non aggiungo altro!
    • maks scrive:
      Re: Mantellini, il solito comunista

      Mantellini uno dei collaboratori di PI piu'
      apprezzati dalla sinistra italiana.come se fosse una vergogna...ma il punto e' un altro..il Maccartismo e' passato di moda da quasi 40 anni...ormai non basta piu' dare del comunista a qualcuno per vederlo finire in prigione..bisogna che inventiate un nuovo metodo...buon natale ci..
      • Anonimo scrive:
        Re: Mantellini, il solito comunista
        Guardate che voi comunisti da un secolo appestando il pianeta...io parlo del comunismo serio quello antidemocratico e violento dei paesi dell'est, ma sia pure cosi' diverso non ho mai visto da parte dei partiti comunisti democratici una vera e propria presa di posizione contro questo tipo di comuismo. Qui in Italia abbiamo ancora un Cossuta orgoglioso.....se avessimo dovuto applicare lo stesso parmentro del partito fascista dopo la guerra, dopo la caduta del muro di Berlino si sarebbe dovuto dichiarare illegale il partito comunista...non credo basti cambiare solo il nome.Rientrando nel tema del'articolo di Mantellini, mi da fastidio che un ottimo editorialista come lui prenda a base di ogni critica quello che si dice nel programma elettorale o in tv...poi ogni giorno sento dire da studi che gli elettori se ne sbattono del programma. E che il programma è al 90% propagandistico sia a destra che a sinistra.Quindi prendiamo tutto con le dovute misure, non confondiamo propaganda ed effettività dell'azione di governo che deve misurarsi con problemi e priorità, in una situazione di crisi generalizzata in Italia come all'estero (andate a sentire un po' in Germania, Francia, Irlanda) certe promesse non possono essere mantenute all'istante. Io spero nel futuro che le cose migliorino. L'Italia va male? Ma all'estero va meglio? Certovi darei mille volte ragione se all'estero l'economia andasse bene e i diritti floridi e vivaci ma a me non sembrache sia cosi'.ciao
Chiudi i commenti