HP rilancia di smartbook

Sul sito del produttore ha fatto capolino il Compaq AirLife 100, uno dei primi smartbook basati su Android. Il cuore del sistema è il chipset Snapdragon di Qualcomm

Roma – HP è stato uno dei primi big del settore, in occasione dello scorso CES di Las Vegas, a mostrare uno smartbook, vale a dire un netbook a basso costo basato su una CPU ARM. Se all’epoca HP fu parca di dettagli, rivelando soltanto che il suo nuovo pargolo aveva uno schermo touch screen da 10,1 pollici e faceva girare Android, negli scorsi giorni l’azienda ha dedicato al Compaq AirLife 100 – questo il nome dello smartbook – una pagina web .

Compaq AirLife 100 Dal sito di HP si apprende che l’AirLife 100 utilizzerà il system-on-chip Qualcomm Snapdragon QSD8250 a 1 GHz, lo stesso adottato anche da Lenovo per il suo Skylight , e sarà equipaggiato con 512 MB di RAM, 512 MB di memoria flash e un disco a stato solido da 16 GB. Come si può osservare, la configurazione hardware di base è identica a quella del Nexus One di Google e simile a quella di altri recenti smartphone Android.

Come ogni smartbook che si rispetti, anche quello di HP include un modulo WiFi, un modem 3G e uno slot per schede SD. La batteria come precedentemente dichiarato da HP dovrebbe garantire un’autonomia massima di 12 ore in stato di operatività e 10 giorni in modalità standby.

Le specifiche confermano infine la presenza di una tastiera QWERTY quasi full-size (92 per cento) e di un display LCD TFT da 1024×600 pixel con tecnologia touch screen di tipo resistivo.

Come detto il sistema operativo è Android, e include molte delle tipiche applicazioni che già si trovano sugli smartphone basati sulla stessa piattaforma open source: client email, agenda, registratore video e audio, player multimediale e browser web. Presenti anche i software commerciali RoadSync Exchange (che sincronizza messaggi, contatti e appuntamenti con Microsoft Exchange), la suite per l’ufficio Quickoffice (compatibile con i file di Word, Excel, PowerPoint e PDF) e il software per la navigazione satellitare NDrive.

HP non ha ancora rivelato la data di lancio del suo Compaq AirLife 100, ma il fatto che ne abbia approntato la pagina ufficiale sembra suggerire che la sua commercializzazione sia ormai imminente.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cesare scrive:
    LASCIATEMI GIOCARE IN PACE!!!
    Voglio solo giocare, non me ne frega niente di fare giochi istruttivi, che mi rendono un genio o che mi fanno diventare un toro a letto (beh, questo magari...) - VOGLIO SOLO GIOCARE IN PACE!!! :D
    • Davide G scrive:
      Re: LASCIATEMI GIOCARE IN PACE!!!
      significa che visto che gioco a counter strike source da 4 anni, potrei essere un soldato già parzialmente allenato?:Otipo Metal Gear SOL... la realtà virtuale per allenare la mente dei soggetti XD
  • monnalisa monamour scrive:
    Videogiochi e Televisione
    Propongo uno studio serio tra videogamer attivi e spettatori televisivi passivi... vorrei che si tirassero le somme in questo senso.. :)
    • MaestroX scrive:
      Re: Videogiochi e Televisione
      Magari videogiocatori non migliorano ma i telespettatori sarebbe già tanto se rimanessero uguali.Fatevi un'ora di grande fratello al giorno: probabilmente otterrete lo stesso risultato di una lobotomia.
      • Xenon scrive:
        Re: Videogiochi e Televisione
        Per esperienza personale, giocare ai videogiochi mi ha aiutato a:- Imparare l'inglese (e anche a parlarlo correttamente giocando ai giochi con audio originale)- Imparare il DOS e il computer in generale (se volevo giocare!)- Incontrare altri giocatori con il multiplayer- Imparare un minimo di scripting e 3d per modificare alcuni giochi (mappe principalmente)Direi che proprio inutile non sia videogiocare...
        • MaestroX scrive:
          Re: Videogiochi e Televisione
          Sono d'accordo però sarebbe anche interessante sapere se è possibile creare giochi che permettono di allenare la mente come obbiettivo primario. Quello di cui parli tu sono effetti di natura indiretta da parte del videogioco.Il test citato nell'articolo non pare essere molto significativo soprattutto per via del tempo dedicato.
          • angros scrive:
            Re: Videogiochi e Televisione

            Sono d'accordo però sarebbe anche interessante
            sapere se è possibile creare giochi che
            permettono di allenare la mente come obbiettivo
            primario.Sicuramente sì, ma probabilmente sarebbero giochi noiosissimi.
        • Andrea P scrive:
          Re: Videogiochi e Televisione
          Se fai un Rome Total War tutto in latino, e metti gli studenti uno contro l'altro, alla fine dell'anno voglio vedere se hanno imparato di piu' con quello o con delle lezioni pallose :D
    • Difensore scrive:
      Re: Videogiochi e Televisione
      Da studi e' emerso che quando si guarda la TV, il cervello e' men oattivo di quando si dorme.
  • Undertaker scrive:
    Studio ridicolo
    Fare qualsiasi cosa mezz'ora al giorno per tre settimane non ha alcun effetto misurabile.Evidentemente il professore in questione non ama i videogiochi ed ha voluto pubblicare questo studio-patacca
    • PinguinoCattivo scrive:
      Re: Studio ridicolo
      Difficile giudicare, risultati e feedback sono sempre soggettivi.Ad ogni modo mi piacerebbe vedere i risultati di uno studio comparato tra videogiochi e fruizione passiva della trash tv...
    • panda rossa scrive:
      Re: Studio ridicolo
      - Scritto da: Undertaker
      Fare qualsiasi cosa mezz'ora al giorno per tre
      settimane non ha alcun effetto
      misurabile.Concordo. E' lo stesso conto che ho fatto pure io.10 minuti al giorno per tre giorni la settimana, che corrispondono a mezz'ora la settimana NON SERVONO a migliorare alcunche'.Avrebbe potuto predere alcuni di quelli e far loro studiare una lingua straniera per mezz'ora la settimana, e poi constatare come non avrebbero imparato neanche a salutare.Questo studio dimostra solo che con mezz'ora la settimana non si conclude niente.
      • Cortex scrive:
        Re: Studio ridicolo
        - Scritto da: panda rossa
        Questo studio dimostra solo che con mezz'ora la
        settimana non si conclude
        niente....e che serve uno studio sul cervello di certi "ricercatori".
Chiudi i commenti