HP strangola i virus

Un nuovo software presentato in questi giorni dal colosso californiano promette di ostacolare la diffusione di virus e worm studiando i loro comportamenti e prevenendo le loro mosse


Palo Alto (USA) – Si chiama Virus Throttler, ovvero “strangolatore di virus”, il nuovo software per la sicurezza con cui HP promette di ridurre, anche drasticamente, la pericolosità e l’efficacia dei molteplici worm che scorrazzano per la Rete.

Il sistema, studiato per proteggere le reti aziendali, ha il compito di ostacolare la diffusione dei codici virali anche nei casi in cui antivirus e firewall siano assenti o si rivelino inefficaci: ad esempio, quando un virus non è ancora riconosciuto dagli strumenti per la sicurezza tradizionali.

HP ha spiegato che Virus Throttler è in grado di rilevare una vasta gamma di attività sospette o anomale, quale ad esempio la crescita esponenziale del numero di connessioni ad una particolare porta: comportamenti generalmente riconducibili alla presenza di un virus nel sistema. In tali evenienze il software attiva automaticamente una serie di difese atte ad ostacolare la diffusione del presunto worm verso altre macchine: lo scopo di Virus Throttler, infatti, non è quello di prevenire l’infezione o il danneggiamento del singolo server, ma quello di impedire che la minaccia possa rapidamente propagarsi attraverso tutta la rete locale e su altri host di Internet.

La tecnologia di “strangolamento” dei virus di HP è coperta da 16 brevetti, ma segue un sentiero percorso anche da altre società del settore; un sentiero che si affianca alle tecnologie di autonomic computing e alla ricerche sui cosiddetti ” anticorpi digitali “.

HP commercializzerà Virus Throttler all’inizio del prossimo anno insieme ai suoi server ProLiant e ai suoi dispositivi di rete ProCurve, rilasciandolo anche come aggiornamento per i server ProLiant già in circolazione basati su Windows 2000 e 2003. L’azienda ha detto di non avere piani circa l’eventuale porting del proprio software verso altri sistemi operativi, come Linux, tuttavia ha rivelato di essere al lavoro su di una versione adatta a girare sui computer desktop.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • PaoloC scrive:
    Re: non è giusto

    Hai mai trovato un azienda che ti obbligava
    a *non* mandare un curriculum in formato
    word? Non penso.Ne esiste almeno una, vedihttp://www.a-consulting.it/a_ricerca/cv.La parte che riguarda Word è alla fine della pagina.
  • Anonimo scrive:
    Re: Liberalizzazione software
    - Scritto da: Anonimo
    Gli ultimi accordi della PA italiana (prima
    della liberalizzazione di Stanca dove ogni
    PA sceglie in base alle proprie esigenze, e
    speriamo che serva) con l'azienda di Bill
    Gates sono stati firmati da Prodi e Dalema
    quando erano al governo e al fianco vi era
    pure Bertinotti.Occhio non vede cuore non duole.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: vince65
    - Scritto da: Anonimo



    ricordo che è consentito
    espatriare a

    chi

    non si trova bene in Italia

    Ma perché farli espatriare? Meglio
    sottoporli ad un corso intensivo ed
    accelerato su quanto il Grande Fratello
    Silvio ed il Buon Zio Bill facciano il bene
    degli Italiani...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=821444
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo
    e su SW Open Source sia per risparmiare che
    per la sicurezza te pareva che gli ITALIOTI
    già nella merda con le finanze non ti
    andavano dalla parte opposta?
    Gli Italiani ringraziano gli ITALIOTI!La solita retorica sinistronza. TUTTI si buttano su Linux. Non mi risulta. Tant'è che fa ancora notizia quando qualcuno adotta Linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    Inoltre ho come la sensazione che sia anche il paese dove maghi e veggenti facciano piu affari... Questi windosauri per screditare il pinguino si inventerebbero qualsiasi cosa!
  • Anonimo scrive:
    Re: In italia si fanno...
    se seguivi la conferenza sai di che parlo, vuoi dire forse il contrario?
  • pikappa scrive:
    e intanto....
    http://story.news.yahoo.com/news?tmpl=story&cid=1093&ncid=738&e=11&u=/pcworld/20041201/tc_pcworld/118765bello vero? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    e su SW Open Source sia per risparmiare
    che

    per la sicurezza te pareva che gli
    ITALIOTI

    già nella merda con le finanze
    non ti

    andavano dalla parte opposta?

    forse perchè gli italioti sono meno
    creduloni?ipotesi errata, dato che il nostro è il paese più legato all'ortodossia religiosa dell'Europa intera
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    Infatti la soluzione minore la scelta tanto per cambiare il governo Cinese. Le cose che esistono rimangono così come sono, ma alla prossima migrazione/aggiornamento, che sia fra 6 mesi o fra 6 anni, per un qualunque motivo, occorre prendere una decsione lora hanno scelto linux, noi dovremmo prendere in considerazione chea win98 /vecchia distro linux non è supportatob quel pc ormani non trova più pezzi di ricambioc il fornitore dei cartellini è uno solo e quindi sceglie lui i prezzi.Quindi da oggi in avanti al fine di non precluderti una possibile scelta, i sw ed i formati ti linei multipiattaforma ed in formato aperto.standardizzare come documento standard word, cosa comporta sul lungo periodo sul fronte di un possibile cambio? secondo qualcuno li ha mai fatti questi conti? noquindi, non sto dicendo che word come sw faccia schifo, voglio solo che o zio bill o una sw house di terze parti mi sviluppi un plugin che mi permetta di salvare i dati nel formato che dico io. cos' se domani wordperfect ( giusto per non citare sempre openoffice) mi fa una super mega offerta tra training supporto e licenze, senza problemi possa dire, si accettiamo questa offerta, e non come oggi che occorre dire ci dispiace siamo obbligati a pagare 500 euro per una licenza office ( che per come la vedo io non è un prezzo alto) è il principio che dve passare.pena anche al catasto, ti sembra normale che tutto debba essere in standard DWG, e che essendo un formato più o meno aperto, funzioni bene solo su autocad? e se mi voglio usare microstation? o un sw tipo linuxcad, che ha 3 funzioni in croce , ma costa 2 lire, tantyo ame serve solo stampare e farmici qualche note sopra.non so se rendo l'idea
  • vince65 scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo

    ricordo che è consentito espatriare a
    chi
    non si trova bene in ItaliaMa perché farli espatriare? Meglio sottoporli ad un corso intensivo ed accelerato su quanto il Grande Fratello Silvio ed il Buon Zio Bill facciano il bene degli Italiani...
  • Anonimo scrive:
    Abbasso il software incatenante!!!
    Ma non vorranno micca ammanettare i servizi pubblici con dei server winzoz....
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Terra2




    ricordo che è consentito

    espatriare a


    chi non si trova bene in Italia



    Ricordo anche che le elezioni servono a

    prendere a calci in culo chi governa (e

    vive) in maniera infame.
    si e fra meno di un mese passa babbo natale;)ok, solo che lui non è cittadino italiano, per cui non voterà.Noi che votiamo possiamo prendere a calci in culo chi governa in maniera infame
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Terra2


    ricordo che è consentito
    espatriare a

    chi non si trova bene in Italia

    Ricordo anche che le elezioni servono a
    prendere a calci in culo chi governa (e
    vive) in maniera infame.si e fra meno di un mese passa babbo natale;)
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    - Scritto da: Anonimo
    nemmeno obbligare ad usare l'open source
    discriminando i venditori di software (non
    esiste solo microsoft).
    L'ufficio dovrebbe decidere, non il politico
    che lo fa spesso per ingraziarsi o l'una o
    l'altra. I politici stiano al loro posto
    perchè tanto non ne capiscono nulla.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=821444
  • Anonimo scrive:
    Liberalizzazione software
    Gli ultimi accordi della PA italiana (prima della liberalizzazione di Stanca dove ogni PA sceglie in base alle proprie esigenze, e speriamo che serva) con l'azienda di Bill Gates sono stati firmati da Prodi e Dalema quando erano al governo e al fianco vi era pure Bertinotti.
  • Anonimo scrive:
    e CONSIP?
    Ma le pubbliche amministrazioni non devono acquistare tramite CONSIP?E quindi questo accordo tra MS e CNIPA produrrà uno sconto verso CONSIP oppure lo sconto ci sarà solo se le PPAA acquisteranno direttamente da MS?
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo
    e su SW Open Source sia per risparmiare che
    per la sicurezza te pareva che gli ITALIOTI
    già nella merda con le finanze non ti
    andavano dalla parte opposta?forse perchè gli italioti sono meno creduloni?(win)
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    quello che ho detto vale anche per prodotti microsoft. Non si deve obbligare ad usare neanche microsoft. Ogni ufficio ha un suo esperto e questo deve decidere in base alle sue esigenze. Qualcuno comunque dice, nella pubblica amministrazione bisogna usare sistemi open, free o altre cose simili. Perchè scusa. L'impiegato mica è un programmatore? L'impiegato deve avere uno strumento comodo per lavorare. Questi dettagli devono essere scelti dal tecnico del posto che saprà, per ogni esigenza, cosa fare. Ci sono magari uffici dove i prodotti closed sarebbero più comodi (e non parlo dei soli applicativi office) e altri dove magari sarebbe meglio una piattaforma linux. Prendiamo un ufficio che ha come lavoro archiviare dei documenti di contabilità. Entrambi si possono fare benissimo con office che con open office. A questo punto qualcuno potrebbe dire di risparmiare sulle licenze windows ed usare linux obbligando ad usare formati aperti. Primi problemi:1)assumere una persona in grado di installare e fare manutenzione linux mentre con windows ci pensava il collega "smanettone". Un nuovo impiegato da assumere2)conversione di documenti o problemi alla ricezione di file (la gente magari deve mandare un foglio e per errore, per comodità o perchè è un povero cristo che non sa neanche usare il computer ma deve mandare questo documento word).3)costi di aggiornamento(l'impiegato deve saper imparare ad usare strumenti nuovi).Tutto questo siamo sicuri che sia un risparmio di una licenza office o addirittura di windows? Se si allora si cambia, altrimenti forse è meglio di no.Altro caso. In una azienda ho visto un sistema di controllo degli accessi tramite tessera realizzato per windows (ce ne sono parecchi in giro). C'è questo computer con windows 98 che, finchè qualche impiegato non ci mette mano per giocare, và tranquillo e fa il suo dovere. Un sistema che l'azienda ha pagato all'epoca diversi milioni e per cui ha un contratto di assistenza. Se lo Stato li obbliga a cambiare OS per passare all'open source dovrà: 1)cambiare il software2)cambiare i dispositivi di lettura (sono inclusi nel pacchetto totale)3)passare ad un prodotto free di cui magari non hanno assistenza. di questo il politico si è occupato? Il prezzo dell'operazione è di circa 25mila euro oppure nell'assunzione di programmatori molto bravi che senza alcuna specifica sui lettori devono ricreare un applicativo che metta in connessione questi lettori che si trovano in tutto il palazzo con il database centrale. Qualcuno mi dirà che magari ci sono già questi software ma se sono freeware chi mi fa assistenza? L'assistenza linux costa di più.Questo è solo uno dei programmi che hanno e che devono cambiare. Al contrario ci sono uffici che fanno magari solo stampa di documenti interni dove 500 euro di software potrebbero essere risparmiati (magari anche pc molto meno potenti).Il politico non sà l'esigenze di ogni singolo ufficio e può quindi creare disagi a prescindere della decisione.
  • Terra2 scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX

    ricordo che è consentito espatriare a
    chi non si trova bene in ItaliaRicordo anche che le elezioni servono a prendere a calci in culo chi governa (e vive) in maniera infame.
  • Anonimo scrive:
    Re: In italia si fanno...
    - Scritto da: Anonimo
    laconferenza cnipa che si è tenuta
    una settimana fa è stata quindi una
    buffonata la mossa finale gia si sapeva,
    mazzette mazzette si fanno passi in
    qualunque direzione ...una chiarezza di esposizione degna di un premio nobel!e visti i nobel per la letteratura che sono stati elargiti negli ultimi anni...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
  • Anonimo scrive:
    NOn a forfait ma soldi per ogni copia!
    Non capisco proprio:Ogni copia di sw di m$ l'ente della pubblica amministrazione se lo deve comperare.Il Silvio e il Bill non potevano fare un accordo del tipo:Ok, Bill ti diamo un tot di Euro e in cambio su OGNI pc della ditta che mi paga lo stipendio (la pubblica amministrazione) possiamo installare un qualsiasi prodotto che produci, senza doverlo comperare ogni volta; facciamo un bel forfat e morta li'.Oppure mi metto a fare installare quella roba dei tuoi nemici comunisti, quelli che usano i (linux)...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Finalmente uno che capisce non è

    giusto obbligare ad usare l'open
    source!!!

    Finalmente!!! Mamma mia, a forza di
    sentire

    sti pinguini che vogliono imporre alla
    gente

    la LORO LIBERTA' sembra di vivere in un

    racconto di Kafka!!!

    Ma de che? :|

    Hai mai trovato un azienda che ti obbligava
    a *non* mandare un curriculum in formato
    word? Non penso. Invece il contrario accade,
    accade eccome... e ci sono decine di esempi

    Vuoi usare windows? Tienitelo, ma in
    pubblica amministrazione dovresti usare
    formati aperti per farli vedere a tutti.
    Mica esiste solo x86 e windows!

    I formati aperti li puoi vedere anche tu su
    win, e nessuno ti obbliga ad usare linux!
    Mentre se tu usi solo formati proprietari,
    mi obblighi a prendere il tuo prodotto o ad
    aspettare che qualche sviluppatore faccia il
    miracolo di reverse engineering.Quoto e aggiungo: il miracolo di reverse engineering ti espone a rischi penali.
  • Anonimo scrive:
    Ben venga CNIPA ...
    CNIPA fa accrodi con M$, bene basta non lavorare per CNIPA.Loro comprano e loro tengono.Poi lo mettereranno in uno scaffale a prendere polvere.;)
  • Anonimo scrive:
    Re: In italia si fanno...
    laconferenza cnipa che si è tenuta una settimana fa è stata quindi una buffonata la mossa finale gia si sapeva, mazzette mazzette si fanno passi in qualunque direzione ...
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    - Scritto da: Anonimo
    Finalmente uno che capisce non è
    giusto obbligare ad usare l'open source!!!
    Finalmente!!! Mamma mia, a forza di sentire
    sti pinguini che vogliono imporre alla gente
    la LORO LIBERTA' sembra di vivere in un
    racconto di Kafka!!!Ma de che? :|Hai mai trovato un azienda che ti obbligava a *non* mandare un curriculum in formato word? Non penso. Invece il contrario accade, accade eccome... e ci sono decine di esempiVuoi usare windows? Tienitelo, ma in pubblica amministrazione dovresti usare formati aperti per farli vedere a tutti. Mica esiste solo x86 e windows!I formati aperti li puoi vedere anche tu su win, e nessuno ti obbliga ad usare linux! Mentre se tu usi solo formati proprietari, mi obblighi a prendere il tuo prodotto o ad aspettare che qualche sviluppatore faccia il miracolo di reverse engineering.
  • Anonimo scrive:
    Re: non è giusto
    - Scritto da: Anonimo
    nemmeno obbligare ad usare l'open source
    discriminando i venditori di software (non
    esiste solo microsoft).Finalmente uno che capisce non è giusto obbligare ad usare l'open source!!! Finalmente!!! Mamma mia, a forza di sentire sti pinguini che vogliono imporre alla gente la LORO LIBERTA' sembra di vivere in un racconto di Kafka!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
    - Scritto da: Anonimo
    ma è risaputo che i toscanacci son
    comunisti!No ma che scherzi??? Tutti i pinguini ti giurano che non è VERO!!! e poi direbbero "ma perché si parla sempre di politica ma perché ... ma perché ma perché... non è vero.. non è vero..."Finalmente te ne sei accorto!!!
  • AdessoBasta scrive:
    In italia si fanno...
    ...sempre le cose incomplete:
    il CNIPA, il braccio informatico del Governo italianopotrebbe darsi che il suddetto ente sia privo di comunicazione con apposito ente complementare "cervello informatico"?! ;)
  • Anonimo scrive:
    non è giusto
    nemmeno obbligare ad usare l'open source discriminando i venditori di software (non esiste solo microsoft). L'ufficio dovrebbe decidere, non il politico che lo fa spesso per ingraziarsi o l'una o l'altra. I politici stiano al loro posto perchè tanto non ne capiscono nulla.
  • Anonimo scrive:
    avevate dei dubbi?
    magic Bill e magic micro?oft
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    e su SW Open Source sia per risparmiare
    che

    per la sicurezza te pareva che gli
    ITALIOTI

    già nella merda con le finanze
    non ti

    andavano dalla parte opposta?

    Gli Italiani ringraziano gli ITALIOTI!
    ricordo che è consentito espatriare a
    chi
    non si trova bene in ItaliaAlien è un Rimba
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
    - Scritto da: Anonimo
    Se è per questo anche il server web
    di mediaset e di Forza Italia gira su
    Apache/Linux.Ma è risaputo che http://www.repubblica.it/2003/h/sezioni/politica/imisir/bondi/stor_4056701_155806.jpgfosse comunista!
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca: Toscana troppo open source
    Se è per questo anche il server web di mediaset e di Forza Italia gira su Apache/Linux.
  • BSD_like scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    La legge approvata qualche anno fà in materia, permette alle singole P.A. di sceglere il proprio o.s. e il proprio sw in relazione alle proprie esigenze; non è più una scelta centralizzata sia per quanto attiene alle P.A. statali, sia per quanto attiene alle P.A. locali.Un'ulteriore legge approvata alcuni mesi prima, permette alle singole P.A. di poter scegliere tra sw open e sw closed source; ed un decreto (min. innovazione), convertito in legge, successivo, impone alle varie P.A. di scambiare doc. tra di loro e con l'esterno in formati aperti.L'accordo siglato tra M$ e CNIPA, consente solo alle P.A. che volessero scegliere sw M$ di risparmiare sugli stessi.Si può obbiettare che un'accordo simile esiste solo con M$; e quindi di spronare il CNIPA a farne altri simili con altri operatori closed ed open.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mentre tutti di buttano su LINUX
    - Scritto da: Anonimo
    e su SW Open Source sia per risparmiare che
    per la sicurezza te pareva che gli ITALIOTI
    già nella merda con le finanze non ti
    andavano dalla parte opposta?
    Gli Italiani ringraziano gli ITALIOTI!ricordo che è consentito espatriare a chinon si trova bene in Italia
  • Anonimo scrive:
    Mentre tutti di buttano su LINUX
    e su SW Open Source sia per risparmiare che per la sicurezza te pareva che gli ITALIOTI già nella merda con le finanze non ti andavano dalla parte opposta?Gli Italiani ringraziano gli ITALIOTI!
  • Anonimo scrive:
    Stanca: Toscana troppo open source
    ma è risaputo che i toscanacci son comunisti!
Chiudi i commenti