HTTP/2 è quasi standard

Annunciata la finalizzazione del nuovo protocollo di trasmissione dati per i servizi e i siti Web, una revisione focalizzata sulle performance e che deve molto al lavoro di sviluppo degli ingegneri di Google su SPDY

Roma – L’Internet Engineering Task Force (IETF), per voce di Mark Nottingham, che presiede all’HTTPBIS Working Group, ha annunciato la conclusione dei lavori su HTTP/2, nuova versione del protocollo di trasmissione dati a mezzo Web che arriva a 16 anni dall’adozione HTTP 1.1.

La bozza di HTTP/2 è stata completata, e ora entra nella fase di editing per la pubblicazione definitiva sotto forma di documento RFC (Request for Comment) ufficiale dell’IETF. HTTP/2 non è una riscrittura completa del protocollo HTTP, spiega l’organizzazione, e permette quindi (almeno in teoria) di adoperare le stesse API di HTTP 1.1 con qualche piccola aggiunta qua e là.

Non che le novità manchino , visto che HTTP/2 è un protocollo binario invece che testuale, supporta l’invio di dati in multiplexing , usa la compressione dell’header per ridurre lo spreco di banda (secondo la specifica HPACK) e permette ai server di “spingere” proattivamente le proprie risposte alle richieste dei client.

HTTP/2 è stato sviluppato per migliorare lo standard precedente soprattutto sul fronte delle prestazioni, spiegano da IETF, in un mondo telematico (prevalentemente Web-centrico) con esigenze molto diverse rispetto agli albori della rete mondiale.

IETF riconosce l’importanza del lavoro svolto da Google su SPDY, tecnologia nata come miglioramento di HTTP 1.1 e poi divenuta la base su cui l’organizzazione ha implementato HTTP/2. Non è un caso che Google stessa abbia già annunciato l’abbandono di SPDY a favore di HTTP/2 su Chrome.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • filippo Ho scrive:
    COLONIZZAZIONE DI MARTE : SFRUTTAMENTO E
    COLONIZZAZIONE DI MARTE : SFRUTTAMENTO E ABORTO TOTALE !IL problema è la politica e la cattiveria egoista dell'uomo !IL BILDERBERG, la societá criminale, speculatrice fallimentare e guerrafondaia, finanziante tutte le guerre DA AMBO LE PARTI da Napoleone ad oggi capitanata dalla dinastia ROTHSCHILD, giá responsabile della recessione economica mondiale FORZATA, corrompitrice e minacciatrice di tutii governi UE per far sopprimere il diritto alla sovranitá monetaria nazionale per far prendere l'Euro a prestito E FARE FALLIRE TUTTE LE NAZIONI E TUTTI I POPOLI, mirano giá a far depopolare questo pianeta a meno di 500 milioni di persone !Una volta ottenuto tutto lo sfruttamento minerario (oro, titatnio, uranio) di Marte, lasceranno crepare a sè stessi tutti coloni di Marte !Garantito !
  • ... scrive:
    composizione equipaggio
    se e' un reality allora l'equipaggio dovra' essere composto da:- il bello ma scemo- quello un pelo meno bello antagonista del primo- il grassone quattrocchi intelligentissimo- un paio di mignotte pronte a darla via appena usciti dall'orbita- la saccente cozza antipaticase non ci sono questi sei caratteri il reality non se lo caca nessuno...
  • Utente scrive:
    ecco i veri candidati da mandare...
    ...I politici!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • nicocuea scrive:
    l'italiano non e' triestino
    http://www.oggitreviso.it/coneglianese-lunico-marziano-ditalia-106364
Chiudi i commenti