I 64 bit di Intel (quasi) uguali a quelli AMD

Uno studio indipendente ha messo a confronto le architetture x86 a 64 bit di Intel e AMD e ha scoperto che differiscono per alcuni piccoli particolari che potrebbero inficiare la compatibilità software


Scottsdale (USA) – L’ architettura x86 a 64 bit recentemente annunciata da Intel è quasi del tutto identica a quella dei processori Opteron e Athlon 64 di AMD . A dirlo è uno studio pubblicato da In-Stat/MDR sull’ultimo numero della rivista tecnica Microprocessor Report , studio in cui si sostiene che la compatibilità fra le due estensioni a 64 bit potrebbe avvicinarsi, ma non raggiungere, il 100%.

Microprocessor Report afferma di aver sviscerato entrambe le tecnologie, comparando fra loro istruzioni, registri, schemi di indirizzamento della memoria e altri aspetti tecnici, quali il supporto alle vecchie applicazioni a 16 e 32 bit. Dai risultati sembra emergere la conferma che Intel abbia modellato la propria estensione a 64 bit su quella di AMD nel tentativo di fornire la maggiore compatibilità possibile fra le due soluzioni.

Lo studio ha tuttavia evidenziato alcune piccole differenze che potrebbero rendere i software scritti per un’architettura incapaci di girare sull’altra. Gli esperti del Microprocessor Report affermano che queste differenze sarebbero così nascoste da non essere note neppure ad Intel e AMD (!). Alcune disparità implementative potranno essere risolte apportando piccole modifiche ai prossimi step delle CPU x86 a 64 bit, mentre altre potrebbero facilmente essere aggirate, con pochi accorgimenti, direttamente via software.

“Non abbiamo scoperto nulla che contraddica la promessa di Intel di rilasciare processori x86 in grado di girare sui sistemi operativi scritti per l’architettura AMD64”, ha detto Tom R. Halfhill, senior editor del Microprocessor Report. “Allo stesso tempo, la riluttanza di Intel nel garantire la mutua compatibilità fra le applicazioni a 64 bit è giustificata dalla scoperta di minime differenze fra le due estensioni”.

Halfhill ha poi fatto notare che ogni qual volta Intel o AMD implementano nei loro chip nuove versioni delle proprie estensioni multimediali, come SSE e 3DNow!, introducono lievi incompatibilità paragonabili a quelle che oggi interessano le proprie architetture a 64 bit. “Il problema, dunque, oltre a non costituire una novità, potrà essere facilmente superato”, ha aggiunto l’esperto.

La novità senza dubbio più interessante, secondo lo studio, è che Intel sembra aver forgiato la propria architettura a 64 bit studiando accuratamente la documentazione rilasciata da AMD e facendo il reverse-engineering della tecnologia AMD64. Questa è la prima volta che un produttore differente da Intel ha apportato nel mondo delle CPU x86 un’innovazione di tale calibro, forse persino la più importante – secondo Halfhill – dall’introduzione, quasi trent’anni fa, del primo chip x86.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    MA PORCA MISERIA NON RIESCO A CAPIRE
    "La nuova versione del decreto-legge elimina la sanzione amministrativa inizialmente prevista, riconducendo la trasgressione nell'ambito della vigente normativa sul diritto d'autore: la sanzione amministrativa è stata ridotta da 1.500 a 154 euro, che salgono a 1.032 soltanto in caso di recidiva.Posso riprendere a scaricare i pornazzi e a farmi le seghe si o nooooo?!?!?!?!??!?!?!?
  • Anonimo scrive:
    Chiarimenti di Paolo Attivissimo
    Paolo Attivissimo su http://www.apogeonline.com/webzine/2004/03/17/01/200403170101 da risposte a molte disinformazioni sul Decreto Urbani. Ve ne scarto qualcuna.______________Il fatto che i circuiti di scambio si prestino a usi perfettamente legali fa precipitare nel ridicolo l'altra apparente novità del decreto Urbani: l'obbligo, per i provider e per i fornitori di servizi, di segnalare alle autorità di polizia chi viola il diritto d'autore usando il P2P o siti Web (e a dire il vero il decreto sembra pensare più al Web che al P2P).[...]Il ridicolo deriva dal dubbio che sta tormentando in questi giorni i provider: di preciso come dovrebbero rispettare quest'obbligo? Devono pattugliare attivamente la Rete, o limitarsi a segnalare i casi di violazione in cui si imbattono? Non si sa. E in entrambi i casi, come fanno a verificare che si tratti davvero di violazione? Per sapere se un utente sta violando il diritto d'autore in un circuito P2P, occorre intercettare il suo traffico di dati, ma già questo pone seri problemi di legalità, perché la riservatezza della comunicazione telematica è tutelata dalla legge.[...]resta il problema non trascurabile di associare il nickname dell'utente con una persona. E' inutile denunciare l'utente pincopalla732 alle autorità di polizia, se non si sa a chi corrisponde. Il provider può risalire facilmente all'indirizzo IP di pincopalla732, ma qui si ferma: solo le autorità di polizia possono associare un indirizzo IP, magari dinamico, all'utente al quale era assegnato in un dato momento, seguendo un iter non certo semplice.[...]Insomma, il provider, trasformato in improvvisato gendarme senza stipendio, può al massimo presentare alle autorità di polizia una lista di nickname e di indirizzi IP. Il fatto è che la lista, come ben sa chiunque apra anche una singola schermata di WinMX, rischia di essere talmente lunga e continuamente aggiornata da rendere impraticabile ogni azione. Come possono reagire le autorità di polizia se ricevono tutti i giorni dieci o ventimila segnalazioni di nickname di scambiatori illegali? Da chi cominciano le indagini? Che si fa, si tira a sorte?[...]Oltretutto sabotare un sistema di sorveglianza di questo genere è banale, come ben sanno quelli della RIAA, che tentarono di bloccare Napster imponendo un filtro che conteneva i titoli delle canzoni: gli utenti le rinominarono usando l'alfabeto farfallino. E' altrettanto banale saturare i circuiti di file i cui nomi corrispondono a titoli di film (il decreto Urbani, curiosamente, tutela soltanto le "opere cinematografiche e assimilate") ma contengono tutt'altro, magari un filmetto amatoriale: il gendarme dovrà scaricarsi tutto il file e guardarselo per intero, perché potrebbe contenere spezzoni di opere vincolate. Se poi il filmetto è a luci rosse o mostra due ore di traffico autostradale, tedio e imbarazzo avranno presto la meglio anche sul tenente Sheridan più ligio.Ciliegina sulla torta, queste leggi di tutela del diritto d'autore si estendono a tutti i film. Compresi, dunque, i film porno, ai quali è obiettivamente difficile abbinare il concetto di proprietà intellettuale, ma che sono comunque "opere cinematografiche e assimilate". I diritti violati dei pornografi potranno finalmente essere salvaguardati con tutto il rigore della legge. Forse non era proprio questo che il ministro aveva in mente, ma vedo già i titoli: "Decreto Urbani salva Cicciolina. E il suo cavallo".[...]Nonostante tutti questi bei tentativi di vietare per legge al vento di soffiare, gli utenti dei circuiti P2P che scambiano file vincolati sono troppi per poterli rincorrere tutti. Se ne potrà forse bastonare qualcuno per educarne altri, come è già stato fatto con patetici effetti boomerang negli USA, ma il fenomeno non cesserà di certo: semplicemente si evolverà come ha già fatto in passato, introducendo altre forme di scambio non intercettabili, per esempio creando reti di utenti che scambiano file cifrati e lo fanno soltanto con altri utenti la cui identità è loro nota, in modo da tener fuori gli spioni. Una sorta di grande circolo privato, ai quali si accede soltanto su invito, come già si fa con i circuiti di amici come Orkut.
  • Anonimo scrive:
    DUBBIO IMPORTANTE
    Ho letto l'emendamento della CArlucci seconda versione, e in esso si dice che mettere a disposizione del pubblico per fini di lucro un'opera è punito con 154 euro di multa...Mentre si lascia l'articolo precedente della legge sul diritto d'autore così com'è, nel quale si parla di chi fruisce di un opera senza menzionare il fine di lucro, anch'esso punito con 154 euro di multa...Ora questo significa che chi condivide in buona fede non viene multato, mentre chi scarica da questa persona in buona fede prende 154 euro di multa.... non vi sembra quantomeno singolare?!? Spiegatemi.....
  • Anonimo scrive:
    uso personale legale???
    Forse non ho capito: cosa diventa legale per uso personale: lo scarico di mp3 e film o *tutto*, compreso che ne so il porno vietato e le istruzioni per costruire bombe atomiche? :-(
  • mottavio scrive:
    E un mese fa ci definivano utopisti...
    Invece adesso tutti a citare le trentamila mila (ormai 35.000) firme raccolte dal sito no-urbani.plugs.it... senza pubblicità, senza soldi, solo con un sito creato alla ben'e meglio! Tutti a citare le proteste in Rete, tra cui questo forum! Tutti a dire che le sanzioni erano spropositate, che non si può assimilare chi condivide con chi produce industrialmente copie taroccate,... C'erano, un mese fù, molti coniglietti che avevano anche paura di mettere il loro indirizzo e-mail e qualcun'altro che affermava che il decreto era giusto... a proposito, dove sono finiti i sostenitori del decreto di FdP? (Per un nuovo amico forumaro: FdP vuol dire Faccia di Pitale e non Figlio di Puttana, perchè non sappiamo nulla della progenitrice della mammoletta!). Conclusione: cancellate le sanzioni, vittoria (forse tattica), ma vittoria!!! Godiamoci questo bel momento, amici della Tortuga, e scorrazziamo nel bel mare dei files condivisi...Comunque, adesso mi stò godendo un momento
    • Anonimo scrive:
      Re: E un mese fa ci definivano utopisti...
      Lo hai letto l'intervento della Carlucci di ieri?Le sanzioni sono solo ridotte, ed il decreto sembra quasi più liberticida di prima.Vai alla home page, trovi l'intervento(cmq nulla è ancora certo, sono come s.tommaso, finchè non tocco con mano...)
  • Anonimo scrive:
    boh
    http://news2000.libero.it/speciali/sp156/pg1.html ma nn doveva essere penalizzato un sito che parlava di p2p?????????
  • Anonimo scrive:
    domanda
    ma ditemi un po come possono beccare una persona... devono per forza perquisire la casa..e se nn trovano nulla?
    • Anonimo scrive:
      Re: domanda
      - Scritto da: Anonimo
      ma ditemi un po come possono beccare una
      persona... devono per forza perquisire la
      casa..e se nn trovano nulla?ti salutano e se ne vanno
  • Anonimo scrive:
    da leggere subito far girare !
    ho finalmente scoperto la relazione dell'esperto che ha parlato in parlamento a favore del p2phttp://italy.indymedia.org/news/2004/04/521492.phphttp://www.yakom.it/new_p2p_ways.htmper fortuna che c'è qualcuno che ha parlato in nostra difesa !:|8)
  • Anonimo scrive:
    Proposta per 2 referendum!
    Proposta per 2 referendum:1) ABROGAZIONE del DECRETO URBANI2) ABROGAZIONE della SIAE
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta per 2 referendum!
      - Scritto da: Anonimo
      Proposta per 2 referendum:

      1) ABROGAZIONE del DECRETO URBANI
      2) ABROGAZIONE della SIAEIl referendum abrogativo è disciplinato dall'art.75 della nostra costituzione, si ricorre a questo tipo di referendum per deliberare l'abrogazione parziale o totale di una legge quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque consigli regionali. Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati. La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi. Non è ammesso il referendum su leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.
  • Anonimo scrive:
    Ma quanto mi costi...
    Dalla notizia:"Da parte sua il produttore Aurelio De Laurentiis nelle scorse ore ha sottolineato che, quando si viene alla repressione della pirateria, "non si tratta di limitare le libertà individuali o di criminalizzare i provider. Semplicemente di ribadire che la proprietà intellettuale deve essere garantita anche in rete: i contenuti non possono essere gratuiti"."Si ma non si può nemmeno continuare a far pagare un DVD dai 20 ai 50 euro!!Visto che fabbricare un DVD costa +o- dai 0,2 ai 0.5 ?.Se li vednessero dai 5 ai 10 ? la gente li comprerebbe, al posto di scaricarli da internet. E senza dover fare leggi che assomigliano tanto a quelle di una dittatura!!!P.S: Ai DVD che si vendono poco o alle scorte invendute ferme nei magazzini abbassano il prezzo fino a 7 - 8 ? per poterle smerciare. Ma io dubito che sia una vendita in perdita!! Per cui...
    • Anonimo scrive:
      ...tanto, ma tanto !!!!!
      Per chi ha letto sopra volevo insere un'altra rifelssione:In pratica le case cinematografiche sono delle monopoliste esattmente come le case farmaceutiche!!Mi spiego: un film è di proprieta di una sola casa; la quale ne fissa il prezzo di vendita al pubblico. Le uniche variazioni dipendono dalla decisione del rivenditore finale di diminuire la propria provigione.In pratica non esiste un concorrente che può mettere in commercio lo stesso film ad un prezzo diverso.Io sono daccordo con l'eliminazione della pirateria; però devono esserci delle regole o dei sistemi che favoriscano una sana concorrenza (aumento delle vendite attraverso riduzioni di prezzo per conquistare più ampie fasce di mercato).Altrimenti nulla impedirebbe alle case di aumentare i profitti innalzando i prezzi e vendendo ad una predefinita elite di soggtti; fregandosene di chi pur volendo acquistare non può permetterselo!
      • Anonimo scrive:
        Re: ...tanto, ma tanto !!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        In pratica le case cinematografiche sono
        delle monopoliste esattmente come le case
        farmaceutiche!!

        Mi spiego: un film è di proprieta di
        una sola casa; I film sono di chi li produce, ossia della casa di produzione che ci ha messo montagne di milioni di dollari per realizzarloMi sembra giusto
  • Anonimo scrive:
    il decreto Ciquita....
  • Anonimo scrive:
    Che confusione
  • Anonimo scrive:
    ma che cavolo è sto bollino blu???
    vi riporto questo link...http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040408&ediz=01_NAZIONALE&npag=28&file=PIRATI.xml&type=STANDARD vorrei sapere chi ha generato questa stronzata...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che cavolo è sto bollino blu???
      - Scritto da: Anonimo
      vi riporto questo link...

      ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=200404

      vorrei sapere chi ha generato questa
      stronzata...In pratica il provider (cosi' si legge sul Messaggero) dovrebbe mettere il bollino blu su ogni file messo in sharing...Ma sono bit o banane? Mi pare sempre piu' di sognare
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che cavolo è sto bollino blu???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        vi riporto questo link...




        ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=200404



        vorrei sapere chi ha generato questa

        stronzata...

        In pratica il provider (cosi' si legge sul
        Messaggero) dovrebbe mettere il bollino blu
        su ogni file messo in sharing...di grazia...come farebbe il provider a mettere un bollino blu su un file? se questa storia del bollino non è un semplice qui pro quo prevedo un ulteriore bufera...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che cavolo è sto bollino blu???
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        vi riporto questo link...




        ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=200404



        vorrei sapere chi ha generato questa

        stronzata...

        In pratica il provider (cosi' si legge sul
        Messaggero) dovrebbe mettere il bollino blu
        su ogni file messo in sharing...

        Ma sono bit o banane?

        Mi pare sempre piu' di sognareChe siano nuove forme di vita e non terrestri?
  • Anonimo scrive:
    ma che cavolo è sto bollino blu?????
    vi riporto questo link...http://ilmessaggero.caltanet.it/view.php?data=20040408&ediz=01_NAZIONALE&npag=28&file=PIRATI.xml&type=STANDARDvorrei sapere chi ha generato questa stronzata...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma che cavolo è sto bollino blu?????
      Direi che non lo so! chi ne sa qualcosa ci faccia sapere al più presto !!!
  • Anonimo scrive:
    Cortiana: segni di schiarita
    http://www.ecquologia.it/sito/pag181.map?action=single&field.joined.id=26418&field.joined.singleid=30321
  • Anonimo scrive:
    Dl Urbani
    http://www.ecquologia.it/sito/pag181.map?action=single&field.joined.id=26418&field.joined.singleid=30321
  • Anonimo scrive:
    Mi piacerebbe sapere....
    ... cosa va ai limiti della legalità e cosa ai limiti dell'illegalità: il Download ad uso personale è depenalizzato. Giusto? Ma ci sono limiti di qualche genere per capire se è legale o illegale ? che ne so, tipo "il film è uscito ieri al cinema ed è illegale" oppure anche "questo scarica 5 Gb al giorno di materiale ed è illegale" ?Qualcuno sa illuminarmi !??!?! :GrazieG.
  • Anonimo scrive:
    Meno tasse per tutti...
    ...quelli che non utilizzeranno Internet! :@
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
    Se verranno eliminate le sanzioni non comprero' mai piu' CD e DVD.Perche'comprarli se il furbo di turno le scarica dalla rete gratis?Il Governo non riesce proprio a farne una buona !!Benvenuti in Italia, il paese dove l'illegalita' e' legale.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
      - Scritto da: Anonimo
      Se verranno eliminate le sanzioni non
      comprero' mai piu' CD e DVD.un bel chissenefrega dove lo metti?
      • Anonimo scrive:
        Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
        - Scritto da: Anonimo
        un bel chissenefrega dove lo metti?Povero illuso.Le major avranno sempre meno incassi, la disoccupazione aumentera' nel mondo della musica e nel mondo del cinema, il fisco ricevera' meno entrate ed invece di diminuirle le tasse aumenteranno.POVERO ILLUSOOOOOO
        • Anonimo scrive:
          Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo


          un bel chissenefrega dove lo metti?

          Povero illuso.
          Le major avranno sempre meno incassi, la
          disoccupazione aumentera' nel mondo della
          musica e nel mondo del cinema, il fisco
          ricevera' meno entrate ed invece di
          diminuirle le tasse aumenteranno.

          POVERO ILLUSOOOOOOhai ragione, mi ero dimenticato che l'economia gira con me, anzi ti consiglio di comprare al più presto una ventina di metri di stoffa, mi raccomando una ventina di metri al mese, anche se non ti serve ad un tubo, perché se non lo fai la disoccupazione aumentera' nell'industria tessile, il fisco ricevera' meno entrate ed invece di diminuirle le tasse aumenteranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
      Ti senti solo eh?! vuoi chiacchierare un po?! attirare l'attenzione su di te?! e sia... Sono d'accordo con te.. non comperare più ne cd ne dvd. Fai bene... anzi benissimo.e speriamo che rimettano le sanzioni.. così quei ladri lche rubano la musica e i film la pagano cara...Ora hai avuto la'ttenzione che cercavi... ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
      - Scritto da: Anonimo
      Se verranno eliminate le sanzioni non
      comprero' mai piu' CD e DVD.Spiacera' ai tuo amici delle majorsPensa, neppure io ne comprero' piu' se invece rimarranno le sanzioni
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRERO' MAI + CD E DVD
      - Scritto da: Anonimo
      Benvenuti in Italia, il paese dove
      l'illegalita' e' legale.Pago una tassa alla SIAE sui CD vergini, pago una tassa alla SIAE sulle card di memoria... anche se poi questi supporti li utilizzo per memorizzarci le mie foto, la mia musica (mia nel senso fatta da me) o per il backup di dati.Se io scarico qualche brano musicale non vedo perché dovrei avere la coscienza sporca: i diritti d'autore li ho già pagati in anticipo.
  • Anonimo scrive:
    Insomma.... in conclusione
    il p2p per usi personali com'è regolato??? è lecito scaricare per sè?
  • Anonimo scrive:
    Per tutti quelli che godevano del decret
  • Anonimo scrive:
    Re: domanda
    - Scritto da: Anonimo
    ragazzi ditemi una cosa come fanno a beccare
    una persona ora? per denunciarti e farti la
    multa devono trovarti roba in casa o
    sbaglio?quasi quasi era meglio il dl urbani originale...
  • Anonimo scrive:
    Leggete..
    http://news2000.libero.it/index_news.jhtml?id=5934764
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete..
      " La nuova norma prevede che qualsiasi opera dell'ingegno resa disponibile su internet, anche con sistemi di condivisione (file-sharing), debba recare un avviso relativo l'avvenuto rispetto degli obblighi previsti dalla legge sul diritto d'autore."Io questa non la ho ancora capita, aiutatemi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete..
        Devi essere già contento, io oltre a quello non ho capito nemmeno questo passo:"La nuova versione del decreto-legge elimina la sanzione amministrativa inizialmente prevista, riconducendo la trasgressione nell'ambito della vigente normativa sul diritto d'autore: la sanzione amministrativa e' stata ridotta da 1.500 a 154 euro, che salgono a 1.032 soltanto in caso di recidiva." ..........."Il decreto conferma la liceità della cosiddetta ''copia privata'', ovvero della riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi, effettuata da persona fisica per uso esclusivamente personale, senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali."Ed inoltre vogliono pure mettere il 3% sui masterizzatori??questi so' pazzi.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete..
        lo dicevo io che la carlucci non sa distinguere un mp3 da pizza margherita... Non si capisce come ogni files presente dovrebbe recare l'indicazione che i diritti di autore sono stati pagati... Forse pretendono che zippiamo ogni files e mettiamo un readme con scritto:" Abbiamo già dato".A me spaventa anche la questione della reclusione, dato che la carlucci parla sempre di scaricare... Forse per lei quello che si scarica cresce spontaneamente sugli alberi e noi sempliciamente lo raccogliamo. Si spera che lei intenda lo stesso della legge europea.... ma non si sa mai.Bisogna tenere presente che la suddetta showgirl (perchè chiamarla deputato è metterla in un ruolo che non le compete) aveva già proposto di inondare le reti p2p di virus letali per i pc, quindi mi sembra chiaro chi abbiamo di fronte.Continuo a sostenere che i bei tempi sono finiti.. A ridateci Urbani!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete..
          ma smettiamola su di dire stupidaggini... nn t possono dare la galera x scaricare a uso personale dato che hanno detto che nn verrano piu perseguiti con le multe d 1500 ecc..
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete..
          aveva già proposto di
          inondare le reti p2p di virus letali per i
          pc, quindi mi sembra chiaro chi abbiamo di
          fronte.Stai scherzando vero?????? :|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|:|Aiutoooooooooooooooo!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete..
            E basta con questi falsi allarmi!C'è scritto che la galera è prevista solo per chi scarica NON PER USO PERSONALE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete..
            si ma come non finirò mai di ripetere che per chi mette roba in upload (molta roba), per chi gestisce un server... chi ha siti dedicati al p2p, si fanno tempi molto duri. E questo scusate tocca tutti... comunque.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete..
            - Scritto da: Anonimo
            si ma come non finirò mai di ripetere
            che per chi mette roba in upload (molta
            roba), per chi gestisce un server... chi ha
            siti dedicati al p2p, si fanno tempi molto
            duri. E questo scusate tocca tutti...
            comunque.Infatti molti qui non hanno ancora capito la differenza tra copia personale o privata (era già lecita prima sicchè ci stanno regalando quello che già avevamo ovvero il nulla...) e copia non personale (illegale ed illecita) di ciò di cui non è stato pagato alcun diritto di copyright.Mi sbaglierò ma a me sembra che così formulato il Decretolasci poco spazio ad interpretazioni favorevoli, anche perchèse esistesse davvero una zona franca non si spiega il permanere cmq della sanzione da 154 ?.L'unica zona franca è quella del c.d. backup personale cioè la copia privata dei ns. originali; NON la copia ad uso personale di ciò di cui non disponiamo i diritti....Inoltre la sanzione seppur minima è rafforzata dal fatto di estendere la sua operatività non soltanto x fini non direttamente commerciali ma anche x quelli indiretti;Il che vuol dire che il lucro potrebbe essere ravvisato cmq a prescindere....soltanto per il fatto di condividere, con la conseguenza che scatterebbero sanzioni ben più pesanti;Cmq qui la norma è lacunosa xchè ad ogni modo non spiega che cosa s'intenda o quali siano i parametri per una corretta interpretazione del fine indiretto.Il concetto di uso va purtroppo ed invece letto in relazione al diritto da cui ne scaturisce non in modo a sè stante come qualcuno ha inteso. Posso solo dire questo: ricordatevi di loro quando andrete a votare e di quegl'altri prima di comprare i loro DVD o cdAudio. Il diritto di autore così come è strutturato oggi è ormai un fatto anacronistico ed antistorico (perchè non favorisce il progresso ma soltanto la difesa di posizioni di rendita) ed inoltre non ricompensa il vero autore dell'opera ma soltanto avidi intermediari senza scrupoli che sfruttano il lavoro altrui magari ottenendo i finanziamenti dallo Stato e dalle Banche cioè ancora i ns. soldi.....(Andy)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma ci fanno ic sono???
    in italia le linee sono troppo lente1/4 d'italia viaggia ancora in analogicoprogetto destinato a fallire in partenza
  • Anonimo scrive:
    domanda
    ragazzi ditemi una cosa come fanno a beccare una persona ora? per denunciarti e farti la multa devono trovarti roba in casa o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    er gaio e er furbo
    diciamo che gli isp vede che sharo 30 giga di roba.....(diciamo che è tutta di produzione brasiliana o altri paesi del terzo mondo) i quali non hanno depositato i diritti in nessun paese del globo compreso il loro.....:D:D:Ddiciamo che l' ISP fa la denuncia ,arriva la PSpostale o la GdiF dato che sharo 30 giga ...avro certamente qualcosa che incorre nei diritti d'autore.......cavolo..........che belleza non possono fare nulla evviva.....:(:(:( OPS........!!!!!Mi stanno chiedendo le licenze dei vari software......mer...luzzo...
  • Anonimo scrive:
    Ma ci fanno ic sono???
    Dal sito della Stampa sulla prossima Playstation 3:Due modelli, due prezzi, tecnologia Cell, supporto BD-ROM e gioco online a banda larga. Potrebbero essere queste le caratteristiche principali della futura PlayStation3, in fase di sviluppo da circa due anni e il cui lancio sarebbe previsto per il 2006. David Reeves, presidente di Sony Computer Entertainment Europe, ha annunciato che la nuova PlayStation3 potrebbe essere commercializzata in due differenti modelli.Il primo modello, pensato per i videogiocatori, dovrebbe permettere la riproduzione di film e l'utilizzo dei giochi di nuova generazione. Il secondo, oltre a contare sulla presenza di un hard disk, potrebbe invece garantire altre funzioni multimediali, come la possibilità di riprodurre e registrare video e musica. Differenti anche i prezzi, ipotizzati in circa 200 euro per il primo modello e in circa 650 euro per il secondo.capito??? il secondo modello avrà un hard disk per "riprodurre e registrare video e musica"..che vuol dire questo??? che con la prossima PS3 potrai scaricare DivX e MP3???? maaahhh..a questo punto penso proprio che pure la Sony piglia per il culo...
  • Anonimo scrive:
    Re: La dimostrazione
    - Scritto da: Anonimo
    www.corriere.it/Primo_Piano/Spettacoli/2004/0

    Questa è la dimostrazione che quando
    un film vale, la gente lo vede al cinema. E,
    aggiungo, si compra pure il dvd originale.
    Quell'articolo non dimostra nulla Occorrerebbe sapere quante, tra le persone che hanno avuto la possibilità di scaricarsi il film con il P2P, hanno preferito andare a vederselo al cinema.
  • Anonimo scrive:
    Re: La dimostrazione
    - Scritto da: Anonimo
    www.corriere.it/Primo_Piano/Spettacoli/2004/0

    Questa è la dimostrazione che quando
    un film vale, la gente lo vede al cinema. E,
    aggiungo, si compra pure il dvd originale.

    Se il film non vende, non è per il
    filesharing. E' perchè probabilmente
    fa schifo.O non piace!Il che fa poca differenza ai fini dell'incasso! ;-)In ambedue i casi il P2P non cambia certo il risultato!
  • Anonimo scrive:
    La dimostrazione
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Spettacoli/2004/04_Aprile/08/thepassion.shtmlQuesta è la dimostrazione che quando un film vale, la gente lo vede al cinema. E, aggiungo, si compra pure il dvd originale.Se il film non vende, non è per il filesharing. E' perchè probabilmente fa schifo.
  • Anonimo scrive:
    Re: :-)))))))
    - Scritto da: Anonimo
    grande!!!! p2p free!!! siate komunisti
    raga!!!! ;pppppSto ridendo per non piangere:D
  • Anonimo scrive:
    Re: :-)))))))
    - Scritto da: Anonimo
    grande!!!! p2p free!!! siate komunisti
    raga!!!! ;pppppcerto che si trova sempre qualcuno che dimostra nei fatti di essere piu' intelligente degli altri! azzzz che genio! sono impressionato! :-|
  • Anonimo scrive:
    :-)))))))
    grande!!!! p2p free!!! siate komunisti raga!!!! ;ppppp
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa
    - Scritto da: Anonimo
    Ne abbiamo poche vero ? Segnamoci il nome di
    questa signora e del suo partito che vediamo
    di regolare la cosa in cabina elettorale !Perche' si presenta alle europee ? :-|
  • Anonimo scrive:
    Tassa
    Ne abbiamo poche vero ? Segnamoci il nome di questa signora e del suo partito che vediamo di regolare la cosa in cabina elettorale !
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    Senti Mizio...non ho capito se sei ingenuo oppure se hai le idee poco chiare in proposito quindi spari quello che ti passa per la testa......Sto cercando di capire cosa ti fa pensare che pagando 5/10 euro di tassa mensile che Microsoft ti metta a disposizione i suoi sistemi operativi da downloadare gratuitamente......oppure office...Sveglia eh? Se ti legge Bill Gates si fa una di quelle risate che durano almeno un anno!!!!==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 16.31.49
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      - Scritto da: Miry
      Senti Mizio...non ho capito se sei ingenuo
      oppure se hai le idee poco chiare in
      proposito quindi spari quello che ti passa
      per la testa......
      Sto cercando di capire cosa ti fa pensare
      che pagando 5/10 euro di tassa mensile che
      Microsoft ti metta a disposizione i suoi
      sistemi operativi da downloadare
      gratuitamente......oppure office...

      Sveglia eh? Se ti legge Bill Gates si fa una
      di quelle risate che durano almeno un
      anno!!!!Sei tu che hai bisogno della sveglia! non hai capito che e' la Carlucci (nota intellettuale) che sta postando a sostegno della sua proposta? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
        Riciao a tutti:non sono la Carlucci, ma sto tentando di dire che questa potrebbe essere una soluzione che riesca ad arginare un po' la falla:facciamo 2 conti:Punto 1) il 90% dell'utenza domestica che possiede un windows con licenza è perchè ha comperato il pc al supermercato o in una catena di grande distribuzione dove è obbligatoriamente venduto con il computer. Gli eventuali upgrade di sistema operativo non li paga praticamente NESSUNO (oh, è venuto un mio amico e mi ha messo XO al posto di Win me...)Quasi la totalità di coloro che si comprano il pc scegliendo i pezzi (io li ho venduti, anche se adesso faccio un altro lavoro) chiede espressamente di NON avere windows insieme.punto 2) la quasi totalità dell'utenza domestica (e potrei togliere anche il quasi) ha Office copiato. è un dato di fatto che perdura dalla notte dei tempi. io ho ancora qui i dischetti di word ed excel 5.0. E me li hanno passati gli amici a scuola quando facevo ancora le superiori.Io non penso che nessuno dei produttori, microsoft in testa sia felice di un compromesso simile, ma se le cose finiranno a tarallucci e vino come sembrerebbe e non sarà reato scaricare ad uso privato e condividere, e la legge, come dichiarato, comprenderà tutte le opere dell'ingegno, allora NESSUN UTENTE DOMESTICO compererà più alcun software, ma se lo scaricherà essendo LEGALMENTE AUTORIZZATO. Per cui o questa legge non passerà, oppure la tassa potrebbe sembrare l'unico compromesso sensato capace di rinfondere le software houses e non solo di un danno che perdura da quando è uscito sugli scaffali il primo registratore a cassett con chi copiare i vecchi vinili o i giochi su nastro del commodore 64!Rispondo inoltre a chi sostiene che sarebbe ingiusto pagare se non si scarica: in linea di massima ha ragione, ma ricordatevi che in questo paese si paga la tassa alla televisione per sovvenzionare la rai anche se non la si guarda mai.Il punto è diverso, sempre a mio parere. La banda larga in questo modo darà accesso ai privati ad una serie infinita di servizi multimediali: musica, giochi, films, programmi.Un pacchetto da fare impallidire per esempio l'offerta cinematografica di sky. E' nel diritto e nella libertà di ogni singolo trarne frutto o no, come posso per esempio fare l'abbonamento a sky per vedermi le partite della squadra del cuore, e pagare obbligatoriamente pure l'abbonamento ad una serie enorme di canali di cui non mi frega un benemerico cavolo.Chi non scarica potà farlo in qualsiasi momento. Sta a lui deciderlo. Intanto con la banda larga utilizza solo una parte dei servizi offerti. perchè in questo caso il P2P non si può criptare...D'altro canto sarebbe pure impossibile tassare solo chi dichiara di utilizzare il p2p, perchè scatenerebbe solo una nuova caccia alle streghe per beccare chi lo fa senza dichiararlo, impegnando le forze dell'ordine che in questo periodo hanno davvero bisogno di concentrare i loro sforzi per questioni ben più importanti.Chi non volesse essere tassato allora potrà utilizzare le vecchie connessioni analogiche e isdn: dopotutto per scaricare la posta e circolare nel web per mezz'ora al giorno vanno ancora benissimo.In ultimo: una soluzione alternativa sarebbe di tassare solo gli abbonamenti "Flat". Chi scarica molto di sicuro non paga una connessione a ore, con buona pace e tutela di chi invece (ma vorrei vederne uno) da internet non ha mai scaricato nemmeno un mp3... ma anche in questo caso qualcuno protesterebbe, perchè un mp3 si scarica in pochi minuti e ne può trarre vantaggio anche chi ha solo un modem analogico a 56k... Far contenti tutti non è possibile e questo lo sapete bene.Se qualcuno vede una soluzione più intelligente e vantaggiosa per tutti non ha che da proporla. Il mio è e vuole solo essere un parere personale che grazie a Dio in un paese libero può essere condiviso o meno. Questa è la bellezza della vita.Se fossimo sempre tutti d'accordo sai che palle...Ciao a tuttiMizio
        • Anonimo scrive:
          Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
          ti faccio presente che riguardo la tassa tv ....la signora RAI e' intenzionata a chiedere l'abbonamento per tutti i pc in uso in luoghi non casalinghi perchè dato che hanno un monitor atto a vedere segnali televisivi dovranno pagare il canone.....tu ti chiederai cosa ha fermato questo pagamento preventivo ( bush alla rai gli fa un baffo altro che guerra preventiva)il tutto e stato fermato perchè lo stato e il più grande usufruitore di questi cosidetti monitor tv....ehehehehehehcomunque fortunatamente non hanno capito come pagare il minimo ...altrimewnti sai che batostina ............e ricordiamoci che dopo la rai arriverebbe anche la siae a chiedere la loro....
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    bah figurati che stavo meditando di seccare (chiudere) l'abbonamento perche' mi costa troppo di canone. Se mi aggiungono una tassa, la decisione si velocizza alla grande.:))Certo e' una grave perdita, anche in termini di accesso gratuito alla cultura (in senso ampio), ma d'altra parte che ci vuoi fare? Non per fare il solito piagnone che si lamenta di non riuscire ad arrivare a fine mese, ma con uno stipendio di 1047 euri al mese ed un muto da pagare (ed una moglie) ho iniziato a chiedermi se non mi sto concedendo dei lussi oltre le mie possibilita'.Perche' invece di una tassa da 5 a 20 euri a tutti non si faccia una rete p2p "governativa" ? Se vuoi scaricare e uploadare paghi, ti connetti al server / rete pubblica e sei in regola. Se no continui come ora ma sia che scarichi che uploadi sei perseguibile alla stessa maniera.No?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      bah figurati che stavo meditando di seccare
      (chiudere) l'abbonamento perche' mi costa
      troppo di canone. Se mi aggiungono una
      tassa, la decisione si velocizza alla
      grande.
      :))
      Certo e' una grave perdita, anche in termini
      di accesso gratuito alla cultura (in senso
      ampio), ma d'altra parte che ci vuoi fare?
      Non per fare il solito piagnone che si
      lamenta di non riuscire ad arrivare a fine
      mese, ma con uno stipendio di 1047 euri al
      mese ed un muto da pagare (ed una moglie) ho
      iniziato a chiedermi se non mi sto
      concedendo dei lussi oltre le mie
      possibilita'.

      Perche' invece di una tassa da 5 a 20 euri a
      tutti non si faccia una rete p2p
      "governativa" ? Se vuoi scaricare e
      uploadare paghi, ti connetti al server /
      rete pubblica e sei in regola. Se no
      continui come ora ma sia che scarichi che
      uploadi sei perseguibile alla stessa
      maniera.

      No?Si! ma in compenso hai fatto felice La SIAE le majors la Carlucci e il nano (che ha la medusa)!Ti pare poco? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
        Come no? in Italia ci manca solo una rete P2P governativa per levarci anche le sole mutande che ci hanno ormai lasciato!!!! il tuo stipendio mi sembra equivalga solo ad avere appena appena le mutande... e comunque..se questi P2P sono illegali...invece di cercare di tartassare l'utente..come mai non pensano a farli chiudere?? l'hanno fatto con Napster..perche' non rifarlo? forse perche' ora i P2P sono troppi e di difficile controllo? Mi viene da pensare che la presa di posizione per farli chiudere pesterebbe i calli a qualcuno che potrebbe infastidirsi!!....eeeegggià!!!!Ma per favore!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
          - Scritto da: Miry
          Come no? in Italia ci manca solo una rete
          P2P governativa per levarci anche le sole
          mutande che ci hanno ormai lasciato!!!! il
          tuo stipendio mi sembra equivalga solo ad
          avere appena appena le mutande...Se non se le cambia troppo spesso senno' neppure quelle!
          e comunque..se questi P2P sono
          illegali...invece di cercare di tartassare
          l'utente..come mai non pensano a farli
          chiudere?? l'hanno fatto con
          Napster..perche' non rifarlo? forse perche'
          ora i P2P sono troppi e di difficile
          controllo?Volpoooone! cosa hai mangiato stamattina?
          Mi viene da pensare che la presa di
          posizione per farli chiudere pesterebbe i
          calli a qualcuno che potrebbe
          infastidirsi!!....eeeegggià!!!!

          Ma per favore!!!!!Gia' per favoreee! mi chiedo una volta tolte anche le mutande cosa gli rimane da tentare! ....Sono sicuro che con un po' di fantasia gli viene in mente qualcosa ... bhuaaaaa:'(
  • Zenzero scrive:
    G.U.
    ....attenzione gente.... fra poco tempo anche solo sbirciare la Gazzetta Ufficiale sarà perseguibile........;) ...e lo stato (noi) ci chiederà i diritti d'autore!!! :s
  • Anonimo scrive:
    Re: La cicogna
    a me non interessa che sia legale, mi basta che io diventi abbastanza insignificante che nessuno mi venga a rompere le scatole. Il senso è quello, so come nascono i bambini
    • Anonimo scrive:
      Re: La cicogna
      - Scritto da: Anonimo
      a me non interessa che sia legale, mi basta
      che io diventi abbastanza insignificante che
      nessuno mi venga a rompere le scatole. Il
      senso è quello, so come nascono i
      bambiniPerò è molto diverso : prova a chiederlo agli amministratori di Enkeywebsite
      • TPK scrive:
        Re: La cicogna
        - Scritto da: Anonimo
        Però è molto diverso : prova a
        chiederlo agli amministratori di
        EnkeywebsiteQuello era diverso per due motivi:- scala: sebbene non tenessero file sui loro server, diffondevano migliaia di link- reato/illecito: favoreggiamento di attivita' illegali (guardati le multe proposte per i provider con il DL)Come era diverso per gli amministratori opennap.
        • Anonimo scrive:
          Re: La cicogna
          - Scritto da: TPK


          Quello era diverso per due motivi:

          - scala: sebbene non tenessero file sui loro
          server, diffondevano migliaia di link
          - reato/illecito: favoreggiamento di
          attivita' illegali (guardati le multe
          proposte per i provider con il DL)
          Da Punto Informatico :"Il sequestro del sito Enkeywebsite è stato causato sostanzialmente da due elementi centrali: il primo relativo ai gestori del sito stesso, individuati perché grandi condivisori di materiale protetto da diritto d'autore e specificamente denunciati da un'azienda titolare di quei diritti........"Due soggetti sono stati quindi individuati e denunciati per violazione delle leggi sul diritto d'autore e per ricettazione. Si tratta del gestore del portale e del moderatore di uno dei forum ospitati dal sito. Sui loro computer sarebbe stato individuato materiale protetto e posto in condivisione attraverso la piattaforma eDonkey."Se fosse stato legale i due ragazzi avrebbero potuto spernacchiare i finanzieri al momento del ritrovamento di quei files e questo mi conferma che c'è molta differenza tra legalizzare e consentire fino a quando non decido di punire.
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna
            - Scritto da: Anonimo
            questo mi conferma che c'è molta
            differenza tra legalizzare e consentire fino
            a quando non decido di punire.Per la serie "la patria del diritto"...Vi abbiamo presentato in che modo trasformando la norma in discrezionalita' ricattatoria si trasforma il cittadino in suddito! :'(
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: TPKMa che fai ti dai i voti da solo?.... che gente! :-|
          • TPK scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            I registrati pare prendano 2 automaticamente!Mi correggo:Pare prendano 2 automaticamente se non mettono un voto, e da ieri non essendomi mai votato ma avendo votato solo altri credo di essere pieno di 2... :$==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 16.32.58
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: TPK
            I registrati pare prendano 2 automaticamente!

            Mi correggo:
            Pare prendano 2 automaticamente se non
            mettono un voto, e da ieri non essendomi mai
            votato ma avendo votato solo altri credo di
            essere pieno di 2... :$

            ==================================
            Modificato dall'autore il 08/04/2004 16.32.58Mannnnno mannnnnno! no fare cosi' lo so che sei 'nocente e' che ti e' rimasto settato il cookie e tutte le volte che posti viene "2" e' colpa di P.I. non tua... in realta' parlavo alla nuora perche suocera intendesse!;-)
          • TPK scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo
            Mannnnno mannnnnno! no fare cosi' lo so che
            sei 'nocente e' che ti e' rimasto settato il
            cookie e tutte le volte che posti viene "2"
            e' colpa di P.I. non tua... in realta'
            parlavo alla nuora perche suocera
            intendesse!
            ;)Mmm ideona, ora cerco un modo per avere sui miei post sempre 5 utile! :DChissa' poi cosa vinco...
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: TPK

            - Scritto da: Anonimo


            Mannnnno mannnnnno! no fare cosi' lo so
            che

            sei 'nocente e' che ti e' rimasto
            settato il

            cookie e tutte le volte che posti viene
            "2"

            e' colpa di P.I. non tua... in realta'

            parlavo alla nuora perche suocera

            intendesse!

            ;)

            Mmm ideona, ora cerco un modo per avere sui
            miei post sempre 5 utile! :D
            Chissa' poi cosa vinco...L'oscar del troll! :s
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo





            Mmm ideona, ora cerco un modo per avere
            sui

            miei post sempre 5 utile! :D

            Chissa' poi cosa vinco...

            L'oscar del troll! :sIo ho scritto il post iniziale e non mi sono votatoDi solito la gallina che canta ha fatto l'uovo.....
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo








            Mmm ideona, ora cerco un modo per
            avere

            sui


            miei post sempre 5 utile! :D


            Chissa' poi cosa vinco...



            L'oscar del troll! :s

            Io ho scritto il post iniziale e non mi sono
            votato
            Di solito la gallina che canta ha fatto
            l'uovo.....Stamattina hai mangiato pane e volpe? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo

            Stamattina hai mangiato pane e volpe? :DSei per caso parente di Woody Allen ?
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Stamattina hai mangiato pane e volpe? :D

            Sei per caso parente di Woody Allen ?Si lui e' uno dei miei cuggini! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna buffona....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            Stamattina hai mangiato pane e
            volpe? :D



            Sei per caso parente di Woody Allen ?
            Si lui e' uno dei miei cuggini! :DMi sembrava...
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna
            - Scritto da: TPK


            Ovvimamente, quando gli hanno perquisito
            casa, qualcosa hanno trovato.Ma l'hai letto quello che ho scritto ?Ho detto che c'è una grossa differenza tra legalizzare un determinato comportamento e decidere di non punirlo pur vietandolo.Nel secondo caso va tutto bene fino a quando, per un motivo o per l'altro, non ti guardano nel computerA quei due è andata male.
          • TPK scrive:
            Re: La cicogna
            Quello che voglio dire e' che sono andati a casa loro in qualita' di amministratori di EWS, e non di uploader.
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna
            - Scritto da: TPK
            Quello che voglio dire e' che sono andati a
            casa loro in qualita' di amministratori di
            EWS, e non di uploader.Su questo concordoSe si tiene un basso profilo nessun problema
          • Anonimo scrive:
            Re: La cicogna
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: TPK

            Quello che voglio dire e' che sono
            andati a

            casa loro in qualita' di amministratori
            di

            EWS, e non di uploader.

            Su questo concordo
            Se si tiene un basso profilo nessun problema
            Dipende... a discrezione fino a quando non decidono che ... "volano bassi" tu la sai vero la storia dell'uccello padulo? :D
  • Anonimo scrive:
    La cicogna
    Per tutti coloro che continuano a scrivere che il decreto Urbani legalizzarebbe il P2P eliminando di fatto il copyright ricordo che i bambini non li porta la cicogna
    • Anonimo scrive:
      Re: La cicogna
      - Scritto da: Anonimo
      Per tutti coloro che continuano a scrivere
      che il decreto Urbani legalizzarebbe il P2P
      eliminando di fatto il copyright ricordo che
      i bambini non li porta la cicognaChe e' lecito lo dicevano ieri il TG5 e l'Unita :Dmeno male che c'e' PI
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    Ed io che non scarico dovrei pagare la tassa anche per te ?!!Ma va a quel p....!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      Ed io che non scarico dovrei pagare la tassa
      anche per te ?!!

      Ma va a quel p....!Si e gia' che ci siamo ... avrei un pai di caffe' in "sospeso" da pagare qui' sottocasa e poi mi farebbe comodo ... sai il mutuo... per la casa ho la banca che mi rompe un po' i c..ni se potessi provvedere ti mando le mie coordinate bancarie!Grazie! :D
  • TPK scrive:
    Rimozione delle sanzioni per chi scarica
    Come fanno a individuare chi scarica?Gli sniffano i pacchetti? (nemmeno gli ISP riuscirebbero a capire cosa contengono)Condividono loro i film e aspettavano che li scarichi da loro per avere il tuo IP?Anche la RIAA denuncia solo gli uploader!Quindi la rimozione delle sanzioni per chi scarica e' solo una farsa, visto che non avrebbero potuto applicarle comunque!Sarebbe come (scusate l'esempio) se fosse vietato sputare per terra.Ad un certo punto tolgono le sanzioni se sputi a casa tua, ma rimangono se sputi in pubblico.Per beccarti nel primo caso servirebbero delle telecamere...
    • Anonimo scrive:
      Re: Rimozione delle sanzioni per chi scarica
      - Scritto da: TPK
      Come fanno a individuare chi scarica?
      Gli sniffano i pacchetti? (nemmeno gli ISP
      riuscirebbero a capire cosa contengono)
      Condividono loro i film e aspettavano che li
      scarichi da loro per avere il tuo IP?

      Anche la RIAA denuncia solo gli uploader!

      Quindi la rimozione delle sanzioni per chi
      scarica e' solo una farsa, visto che non
      avrebbero potuto applicarle comunque!

      Sarebbe come (scusate l'esempio) se fosse
      vietato sputare per terra.
      Ad un certo punto tolgono le sanzioni se
      sputi a casa tua, ma rimangono se sputi in
      pubblico.
      Per beccarti nel primo caso servirebbero
      delle telecamere...
      Infatti lo scopo era dire:"va bene va bene saremo buoni... invece di perseguirvi vi facciamo pagare una tassa che compensa l'illecito... che pero' rimane ... bla bla bla...Visto come siamo buoni?"E intanto SIAE e major ridono e incassano alla faccia nostra! :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Rimozione delle sanzioni per chi scarica

      Per beccarti nel primo caso servirebbero
      delle telecamere...Infatti saranno installati dopo i SORPASSOMETRI... i SPUTOMETRI...
      • Anonimo scrive:
        Re: Rimozione delle sanzioni per chi scarica
        - Scritto da: Anonimo

        Per beccarti nel primo caso servirebbero

        delle telecamere...

        Infatti saranno installati dopo i
        SORPASSOMETRI... i SPUTOMETRI...i trollometri... (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Rimozione delle sanzioni per chi sca
          ....ok, non sarà perseguito chi scarica; e quelli che condividono? D'altronde se qualcuno scarica, ci sarà qualcuno che condivide....per questi ultimi?? Vale lo stesso principio?? non credo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Rimozione delle sanzioni per chi scarica
      - Scritto da: TPK
      Come fanno a individuare chi scarica?mah, una buona scrematura sono i controlli sul traffico delle porte standard usate per il P2P... questo è facilissimo.
  • Anonimo scrive:
    Carlucci: non l'avrei mai detto
    Oddio, la credevo una deficiente totale ma a quanto pare, una volta di più, l'apparenza inganna.La verità è che questo decreto come una serie di altre leggi sono scritte da ignoranti totali che magari nemmeno possiedono un computer e non hanno idea del molteplice uso che persone diverse possono fare della tecnologia. Voglio dire: esistono hard downloaders che magari -ma ci credo poco- lucrano sulla vendita di divx o cd (ma chi compra divx o cd masterizzati da sorgenti mp3? Si scambiano più che altro...) mentre gran parte della gente scarica mp3 per ascoltarli in ufficio, sul cellulare, mentre studia e magari successivamente compra anche i cd originali.Questa (parlo della feccia tipo Urbani) è gente che non ha nemmeno idea di come si avvii un programma p2p, e come tutte le cose che non si conoscono il p2p fa paura. Specialmente a dei bacchettoni ladri come i parlamentari.Proporrei a questi idioti di devolvere la spesa bimestrale del loro cellulare "istituzionale" -che al momento paghiamo NOI!- alla Riia o alla Siae per metterli a tacere: il problema sarebbe risolto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Carlucci: non l'avrei mai detto

      Oddio, la credevo una deficiente totale ma a
      quanto pare, una volta di più,
      l'apparenza inganna......Hmmm ravvedimento postumo? A quanto mi consta la summenzionata è stata le "relatrice" del DL !La Commissione inizia l'esame. Gabriella CARLUCCI (FI), relatore, illustra il provvedimento in titolo, richiamandone in primo luogo le finalità essenziali: lotta alla pirateria audiovisiva, revisione degli strumenti di finanziamento pubblico alla cinematografia e delle procedure per l'utilizzazione delle risorse integrative a favore della cultura gestite dalla Arcus S.p.a., previsione di specifici interventi finanziari nei settori dei beni e delle attività culturali, dello spettacolo e dello sport. Dopo aver sottolineato come l'attenzione dell'opinione pubblica si sia fin qui concentrata quasi esclusivamente sul primo degli argomenti trattati dal decreto, sottolinea che, al proposito, l'intervento del Governo appare volto ad imprimere una radicale svolta repressiva nei confronti della pirateria audiovisiva per via telematica. Illustra quindi alcuni dati relativi alla diffusione del fenomeno e descrive nel dettaglio le norme introdotte dal decreto-legge, richiamando altresì la disciplina comunitaria vigente in materia, la struttura del mercato degli operatori del settore e le critiche avanzate da questi ultimi. Preannuncia l'intenzione di presentare emendamenti migliorativi del testo in esame, volti a rendere meglio compatibili due interessi apparentemente contrapposti, ma entrambi finalizzati a garantire un sano sviluppo della società dell'informazione: quello di non innescare meccanismi normativi che possano rallentare lo sviluppo della banda larga, fondamentale dal punto di vista economico; e quello di reprimere usi illeciti di INTERNET, contrastando la violazione delle norme sul diritto d'autore. In relazione alle disposizioni sul finanziamento pubblico alla cinematografia, sottolinea che l'intervento in esame risponde ad esigenze di carattere emergenziale che appaiono condivisibili. Auspica peraltro che si possano in questa sede superare le contrapposizioni emerse in passato tra Parlamento e Governo, richiamando elementi del dibattito parlamentare svoltosi sulle proposte di legge in materia di cinematografia e sullo schema di decreto legislativo, recentemente approvato in via definitiva, sulla medesima materia. Ritiene in particolare necessario giungere al più presto all'approvazione delle norme richieste dalla Commissione che non hanno potuto essere introdotte in tale provvedimento. Dopo aver richiamato dati e vicende relativi alla gestione dei fondi per la cinematografia nel corso dell'ultimo decennio, sottolinea quindi la necessità di intervenire con decisione in tale materia, nonché di valutare la possibilità di introdurre nel decreto disposizioni relative alle fondazioni lirico-sinfoniche e l'istituzione di un registro dei professionisti dello spettacolo. Illustra quindi i contenuti degli articoli 3 e 4 e, concludendo, sottolinea che principale merito del provvedimento è quello di avere avuto il coraggio di affrontare una materia di strettissima attualità e in continua evoluzione, ribadendo peraltro la disponibilità della maggioranza ad introdurre modifiche anche significative del testo, fermo restando l'obiettivo di raggiungere un punto di equilibrio tra le esigenze della tutela del diritto d'autore, di quella della privacy del cittadino, dell'evoluzione della tecnologica e del costume e del rispetto della normativa europea. Chiede infine che si proceda allo svolgimento di una serie di audizioni informali, volte ad acquisire le valutazioni dei soggetti coinvolti dal provvedimento, nonché l'autorizzazione a consegnare il testo integrale del proprio intervento introduttivo, ai fini della sua pubblicazione in allegato al resoconto della seduta odierna (vedi allegato 2). TESTO COMPLETO:http://new.camera.it/chiosco.asp?cp=2&source=http%3A//new.camera.it/organiparlamentariSM/242/4413/4547/6129/documentotesto.ASP&position=Organi%20ParlamentariCommissioni%20Permanenti&content=/_dati/leg14/lavori/bollet/200403/0330/html/07/frame.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    mi giunge nuovo il fatto che si possa scaricare le versioni di windows....non mi risulta proprio che Microsoft permetta questo!!! In quanto alla tua opinione...fa acqua da tutte le parti!
  • Anonimo scrive:
    situazione inestricabile
    E' dal 12 marzo che navigo in questi forum, e mi sono reso conto che una situazione gia nebulosa è diventata inestricabile.Cancellate le sanzioni ?C'era già la legge sul diritto d'autore che sitemerà tutto: quando vorrà, come vorrà, con chi vorrà (come già anticipato dai relatori).Questo è un paese indescrivibile, da molti, troppi anni, altro che "bel paese". Un paese fatto di cosucce, politichine, riformine, ministrucci. Tecnologicamente arretrato, culturalmente bloccato; dove da sempre, le deboli speranze di progresso vegono sistematicamente spazzate via dai politicanti di turno, o per populismo, o per negligenza, o per bieco interesse.Sarò pessimista ma per l'iternet italiana, a mio avviso, quello che non era roseo diventerà il medioevo.Mi sento prigioniero. Agogno vincere al superenalotto ed espatriare in Canada, che tra boschi e laghi è anche l'ultima frontiera di grande, vera civiltà (magari ci riuscissi).In tema con l'argomento, voglio sharare con tutti voi dei numeri.- manicomio: 23-45- pitale, orinale, vaso da notte, fogna: 21- Funzeca (la puttana del film Rosa Funzeca): 70-78- cinema: 48-20-90- scandalo: 1-27- insurrezione, protesta: 6-10-89("Antica Smorfia Napoletana")A Punto Informatico, nel ringraziarlo per l'ospitalità, il privilegio di tentare (la sorte) per primo.Buona fortuna a tutti !
    • Anonimo scrive:
      Re: situazione inestricabile
      - Scritto da: Anonimo
      E' dal 12 marzo che navigo in questi forum,
      e mi sono reso conto che una situazione gia
      nebulosa è diventata inestricabile.
      Cancellate le sanzioni ?
      C'era già la legge sul diritto
      d'autore che sitemerà tutto: quando
      vorrà, come vorrà, con chi
      vorrà (come già anticipato dai
      relatori).
      Questo è un paese indescrivibile, da
      molti, troppi anni, altro che "bel paese".
      Un paese fatto di cosucce, politichine,
      riformine, ministrucci. Tecnologicamente
      arretrato, culturalmente bloccato; dove da
      sempre, le deboli speranze di progresso
      vegono sistematicamente spazzate via dai
      politicanti di turno, o per populismo, o per
      negligenza, o per bieco interesse.
      Sarò pessimista ma per l'iternet
      italiana, a mio avviso, quello che non era
      roseo diventerà il medioevo.
      Mi sento prigioniero. Agogno vincere al
      superenalotto ed espatriare in Canada, che
      tra boschi e laghi è anche l'ultima
      frontiera di grande, vera civiltà
      (magari ci riuscissi).

      In tema con l'argomento, voglio sharare con
      tutti voi dei numeri.

      - manicomio: 23-45
      - pitale, orinale, vaso da notte, fogna: 21
      - Funzeca (la puttana del film Rosa
      Funzeca): 70-78
      - cinema: 48-20-90
      - scandalo: 1-27
      - insurrezione, protesta: 6-10-89

      ("Antica Smorfia Napoletana")

      A Punto Informatico, nel ringraziarlo per
      l'ospitalità, il privilegio di
      tentare (la sorte) per primo.

      Buona fortuna a tutti !Daccordo su tutto tranne che io preferisco Tonga al Canada ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: situazione inestricabile
      - Scritto da: Anonimo
      . Agogno vincere al
      superenalotto ed espatriare in CanadaSpendili meglio quei soldihttp://punto-informatico.it/p.asp?i=47714
  • Anonimo scrive:
    A PROPOSITO DI TASSA
    sono d'accordo di lasciar stare la tassa di cui persino il governo si vuole impossessare firmato IL TASSO
  • Anonimo scrive:
    Attenzione
    "Oggi in Commissione - ha confermato Ferdinando Adornato, presidente della commissione Cultura - abbiamo presentato il testo di modifica dell'articolo 1. Sono state quindi eliminate le sanzioni per chi scarica file da internet per uso personale!!!!!!e x chi condivide???????qualcuno mi sà spiegare cosa gli succede?
  • Anonimo scrive:
    nuovo testo!!!!!
    che ne dite se in attesa del nuovo testo, invece di far perdere tempo a chi cerca post di VERA INFORMAZIONE, utilizzassimo il nostro magari per cercare qualcosa scaricare?mi interessano post SERIAMENTE INFORMATIVI!senza togliere niente a nessuno, preferisco scegliere da solo con chi chiacchierare invece che postare con chi chiacchiera!
  • Anonimo scrive:
    Anche su l'Unità...
    http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=33426
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche su l'Unità...
      - Scritto da: Anonimo
      www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_Taltro esempio di cattiva informazione
  • Anonimo scrive:
    Vorrei che chi non è d'accordo....
    Per rispondere a chi "compra i CD ORGINALI" e considera il p2p una abberrazione vorrei aggiungere che: se presti un tuo cd originale alla tua fidanzata o a un tuo amico fai illecito. Se dimostri che sei un estimatore mettendo in condivisione matriale di cui possiedi il copyright, senza autorizzare per questo gli altri a scaricarlo, commetti illecito. Se ti fai una copia di sicurezza, permessa dalla legge di un DVD, commetti illecito perchè devi necessariamente usare un software che toglie la protezione e questo è un illecito penale indipendentemente dal motivo e dai diritti che hai acquisito. Se il tuo cd o dvd originale non funziona su un qualsiasi supporto che tu hai, difficilmente potrai fartene dare uno che funzioni. Se di fai una copia di sicurezza di un CD audio, paghi due o tre volte la tassa siae ad autore ed editore. Il cinema è la musica sono due dei pochi settori in cui vige uno stato di TRUST all'aperto e legalizzato: come mai i dvd e i cd hanno prezzi "fissi", tranne che le riedizioni dei giornali, indipendentemente dalla legge della domanda e dell'offerta? e come mai se compri lo stesso cd audio appena uscito a Siena lo paghi di più che a Milano? E come mai le compagnie assicurative sono state accusate di fare cartello e le compagnie audio-visive no? e perchè un libro che hai acquistato lo puoi prestare e un cd o dvd no? e perchè le biblioteche possono prestare cd audio o dvd e il privato no? e perchè i dvd si possono noleggiare nelle videoteche a pagamento e non esistono audioteche (tranne che per sei mesi dieci anni fa) che prestano a pagamento i cd audio? e se voglio vedere la "corazzata Potemkin" perchè non ne esiste una copia facilmente rintracciabile in qualche videoteca?Rispondete se potete voi che difendete il copyright come è considerato oraGrazieAlfioPS: ogni tanto cercare di "grattare la superficie delle cose" e farsi delle domande può servire a qualcosa
    • Kremmerz scrive:
      Re: Vorrei che chi non è d'accordo....
      Visto che sei in tema, aggiungo anche il mio sfogo critto ieri sul forum di un'altra notizia....così giusto per darti man forte!Sono stanco di sentir parlare di scrocconi e quant?altro, di ferrari da rubare e che la musica non è il pane e se ne può fare a meno. Sono stufo, voglio metterci una pietra sopra con quanto segue. Magari non ci riesco, non sono per il p2p a prescindere da tutto, ma allo stato attuale delle cose mi sento di stare con il p2p. Magari sarò smentito....Voglio partire dal presupposto che mettendo in relazione gli utenti del p2p, le major e chi controlla i diritti d?autore, non si debba pensare a due ambiti distinti ma a fenomeni che si creano di conseguenza.Faccio un semplice esempio: se subisco un furto non sarò proprio contento di andarmi a ricomprare il maltolto, quindi di sicuro se ho la possibilità di braccare il rapinatore con la refurtiva lo faccio sicuramente. Non si possono distinguere i due eventi: io vengo rapinato e, conseguentemente a questo, posso trovarmi nella situazione di riavere il maltolto oppure di rimetter mano al portafoglio; fatto quest?ultimo che non si porrebbe nel momento in cui il rapinatore non si intromettesse nella mia vita.Parlando di dischi e p2p si commette sempre un errore fondamentale. Non si può pensare alle major che vengono derubate. E? come se si invertisse la catena di eventi che creano una situazione; è come se colpendo il rapinatore per recuperare la mia roba venissi a mia volta accusato di essere un ladro. Questo mi sembra un fatto, io compro dischi da quando avevo 12 anni (ora ne ho 24) e i prezzi erano e sono rimasti folli, soprattutto come per chi come me è patito di musica. Posso senz?altro dire di essere stato derubato in tutti questi anni...e la cosa continua. Non ho voglia che mi venga detto: ?questa è una tua opinione, una tua sensazione?. Per evitare questo ho fatto una piccola comparazione di prezzi tra amazon.com e un sito italiano molto ben fornito (oltretutto un sito segnalato da Ekleptycal!). Il risultato è disarmante e evidente. Segnalo solo una cosa che mi da fastidio (oltre al prezzo in se che anche in America, a parte per Sting, dovrebbe essere ritoccato verso il basso), ovvero che oltretutto in America c?è una certa omogeneità tra artisti minori e grandi star ma a volte, come dovrebbe essere, i dischi di chi vende milioni di copie costano meno. In Italia questo non avviene, Sting e un artista culto come Michael Hedges costano uguali! Ma dove sta la logica di questo se non in politiche deliberatamente mirate al furto? Damien Rice "0"Usa: 13,49$ http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/stores/artist/glance/-/249014/ref=pd_ap_gut/103-1326753-8127003 Ita: 19,50?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=damien+rice&select=artist&products_id=962016 Sting "Sacred Love"Usa: 9,99$ (!!!!)http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000C23DP/qid=1081250959/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 20,26?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=sting&select=artist&products_id=972426 David Bowie "Reality"Usa: 13,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000AR8NK/qid=1081251092/sr=2-2/ref=sr_2_2/103-1326753-8127003 Ita: 14,66?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=david+bowie&select=artist&products_id=953296 Chris Whitley (andiamo sul complicato!) "Hotel Vast Horizon"Usa: 14,99$http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000AVT9Q/qid=1081251223/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 16,77?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=chris+whitley&select=artist&products_id=265948 John Gorka "Old FUtures Gone"Usa: 13,99http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000BWVOP/qid=1081251486/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-1326753-8127003 Ita: 19,27?http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=john+gorka&select=artist&products_id=975710 Dave Matthews Band "Busted Stuff"Usa: 14,99http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00006696R/qid=1081251594/sr=1-5/ref=sr_1_5/103-1326753-8127003?v=glance&s=music Ita: 20,28http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=dave+matthews+band&select=artist&products_id=286880 Michael Hedges "Torched"Usa: 16,98http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00000HZOK/qid=1081251710/sr=1-11/ref=sr_1_11/103-1326753-8127003?v=glance&s=music Ita: 20,90http://www.fandangomusicshop.net/catalog/product_info.php?art=michael+hedges&select=artist&products_id=661710Quindi come si può accusare l?utente p2p amante della musica di essere un ladro? Ma facciamo due conti, se tutti i dischi costassero 9,99$ (circa 8? con il cambio attuale Euro Dollaro), cosa evidentemente possibile visto che appartiene al mondo reale e posso acquistare un disco recente a quel prezzo, un patito di musica spendendo 160? al mese 10 anni accumulerebbe 2000 dischi....un patito sentirebbe sicuramente appagata la sua sete di musica e la cifra complessiva potrebbe sicuramente rientrare, seppure di poco, in qualcosa di fattibile per molti (magari rinunciando a qualcosa). Come se non bastasse probabilmente scomparirebbe anche la pirateria e lo scambio di file si limiterebbe solo alle rarità. Ma nella realtà italiana per avere 2000 dischi uno dovrebbe spendere tra 36.000 e 40.000? in dieci anni, la metà di un monolocale in periferia! Qualcosa non va, mi pare evidente.E che dire di chi non potrebbe permettirsi i cd nemmeno a 8?? E giusto che debba accedere alla musica con il contagoccie (e non parliamo della radio per favore)? Un?ultima considerazione. Fin qui non si è parlato di macchine o vestiti firmati....ma di arte, se non la si vuole classificare come linfa vitale è un problema ulteriore. Avere accesso alla cultura dovrebbe essere qualcosa di acquisito, che tutti dovrebbero poter fare....non dico senza guadagno, anzi, ma purchè il guadagno sia ragionevole visto il campo di cui si occupa e nella realtà non lo è di certo. Con tutti i settori in cui si può guadagnare milioni di euro (per chi avesse queste inclinazioni e capacità ovviamente), perchè bisogna infestare anche ciò che riguarda la parte più nobile dell?uomo (ovviamente poi ci sono un sacco di casi in cui la definizione ?artista? stride, ma questo è un altro problema)? Perchè chi cerca di forzare questi limiti imposti dai prezzi deve anche sentirsi chiamare ladro? In definitiva credo che prima di accusare normali cittadini di essere ladri e tentare di reprimere un fenomeno, dovrebbero avvenire le seguenti cose:1.Mea culpa di chi gestisce il mercato discografico.2.Abbassamento dei prezzi3.Repressione della pirateria a fine di lucroFino ad allora che stiano in silenzio....Scusate lo sfogo
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrei che chi non è d'accordo....
      Hai ragione su tutta la linea.Bisogna riformare tutto il principio di diffusione della cultura audiovisiva.Anche perchè in p2p trovi tutto quello che vuoi, a pagamento trovi solo quel che conviene vendere. Per esempio, il prodotto di nicchia o il film di banfi di 30 anni fa o lo trovi in p2p o non lo trovi proprio!CiaoMizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrei che chi non è d'accordo....
      A proposito di ragionamenti....Se compri il vino nel "cartone" e lo paghi come champagne....Se compri un panino e lo paghi come una cena di pesce....Se compri una Panda e la paghi come una Ferrari...I cd li compri tutti a 25 - 30 euroSe questo non si chama "cartello" qual'è il suo nome?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vorrei che chi non è d'accordo....
        - Scritto da: Anonimo
        A proposito di ragionamenti....

        Se compri il vino nel "cartone" e lo paghi
        come champagne....
        Se compri un panino e lo paghi come una cena
        di pesce....
        Se compri una Panda e la paghi come una
        Ferrari...

        I cd li compri tutti a 25 - 30 euro

        Se questo non si chama "cartello"
        qual'è il suo nome?italia
        • Anonimo scrive:
          Re: Vorrei che chi non è d'accordo....
          Sono a favore di tutto ciò che dite, ma v'invito a non esagerare, un cd costa 15 ~ 22 euro. Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Vorrei che chi non è d'accordo....

            ma v'invito a non esagerare, un cd costa 15
            ~ 22 euro. E ti pare poco ? beato te allora i soldi ti escono dalle orecchie.Io, a casa mia con la mia famiglia, una normalissima famiglia media (anche se genitori medici), tra spese di gasolio alla macchina (10-12 ? al giorno ora anche aumentati a causa del caro benzina), pranzare all'università (4-7 ? al giorno) ecc ecc., un centone alla settimana esce. E dove li trovo i soldi x un cd di cui mi piacciono al max 2-3 canzoni ? ad andare bene vado sotto i 20, ma al negozio nella mia città costano da 20 a 24 ? (e qualcuno dice: se ti piacciono 2 o 3 tracce perchè non ti catti il singolo ? COSTA da 4 a 7 euro una canzone di m***a, NDR).Tutto questo perchè? perchè mamma siae si attacca in qualsiasi maniera alla tetta del nostro portafogli !P.s. Se per te non sono un problema quei soldi mi regaleresti per il compleanno:Vasco RossiIron MaidenHit mania DanceM2O compilation (no quella no è la più bella soprattutto perchè costa solo 9 ? :))Antonello VendittiAerosmithElio e Le storie teseDe gregoriEccEcc..
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    Il massimo a cui si puo puntare è la creazione di network legalmente riconosciuti da cui scaricare files sotto copyright, previo abbonamento. tale abbonamento mensile non sarà certamente 5 ? ma molto di più... 20 o 25 nel più ottimista dei casi. A chi crede che se mai avverrà, se la cavera con pochi ? in più sulla sua connessione, mi sento di dirgli che i sogni sono belli ma la realtà è un po più "dura".Se fossi nelle majors viste le prospettive dell'attuale mercato dei supporti fisici come cd e dvd mi muoverei in siffata direzione. Di sicuro non lo faranno se non si accorgeranno che la loro posizione è divenuta veramanete precaria e attualmente siamo lontanisimi da tale miracoloso evento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      Il problema è che un network da cui si può scaricare con un abbonamento di X euro al mese non offrirà mai la vastità di informazioni reperibili in peer to peer, perchè possedere certi files di nicchia non sarà per il network in questione vantaggioso economicamente... se poiu il p2p sarà legale, perchè pagare un abbonamento ad un network?Perchè dovrei pagare il films e i giochi a RossoAlice se posso scalicarli gratis e nella piena legalità? e siamo daccapo.Senza tassa sulla connessione nessuno svilupperà più un gioco in italiano, perchè nessuno entro un paio d'anni, comprerà un gioco, potendolo scaricare grais ed avendo ppraticamente tutti l'adsl.Bisogna pagare la tassa per tutelare i nostri interessi.Un software utility può campare su utenze professionali come aziende, uffici... I films forse con i profitti di sale e pay tv (ma mooolto forse).Giochi, e musica non camperebbero di sicuro...Mizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      Il massimo a cui si puo puntare è la
      creazione di network legalmente riconosciuti
      da cui scaricare files sotto copyright,
      previo abbonamento. tale abbonamento mensileSi', potrebbe essere una soluzione...Ma le majors non accetterebbero mai...Ti lasciano masterizzare solo tre volte il WMA acquistato dai vari siti... Non penso ceh accetterebbero mai simili abbonamenti.Ma come si dice e' l'ingordigia un vizio...
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
    Ok, è un punto di vista, ma più sovvenzioni, giuste o no, più roba da scaricare, e di migliore qualità.Meno software house che chiudono, ecc ecc.Altrimenti, di questo passo, sopravviveranno solo i "big", e la scelta diminuirà in maniera esponenziale.Chi si comprerà più un cd originale se il download sarà legale? solo il fan più incallito dell'artista in questione.Senza questa tassa si rischia che in una decina d'anni si possano scaricare solo più prodotto "microsoft"!Ciao a tuttiMizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      Ok, è un punto di vista, ma
      più sovvenzioni, giuste o no,
      più roba da scaricare, e di migliore
      qualità.
      Meno software house che chiudono, ecc ecc.
      Altrimenti, di questo passo, sopravviveranno
      solo i "big", e la scelta diminuirà
      in maniera esponenziale.
      Chi si comprerà più un cd
      originale se il download sarà legale?
      solo il fan più incallito
      dell'artista in questione.
      Senza questa tassa si rischia che in una
      decina d'anni si possano scaricare solo
      più prodotto "microsoft"!

      Ciao a tutti

      MizioBah! le major sono nate dopo "gli artisti" e moriranno prima dei cosidetti artisti pensare che dargli soldi aiuti "l'artista" (non l'editore a sopravvivere e' una delle falsita' piu' ovvie e piu' smentite dai fatti!Per non parlare della singolare "postura" mentale secondo cui finanziando i monopoli (questa e' la tua tesi) li si combatte e si aumenta la liberta' di scelta! :-|Ribadisco ... povera italia! :'(:|:|:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sulla connessione: perchè no?
  • Tony Sarnano scrive:
    Software masterizzazione open-source
    Uhm... vorrei proprio sapere come la sig.ra Carlucci pensa di imporre una tassa su cdrecord , K3b o su qualunque altro software open-source idoneo alla masterizzazione. Ci sarà da ridere (spero!).Come al solito i politici parlano senza conoscere adeguatamente la materia in discussione.http://www.linux.org/apps/all/Multimedia/CD_Writing.html(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Software masterizzazione open-source
      già...e se facessero K3B per Windows in open source??? lo tasserebbero???
      • Tony Sarnano scrive:
        Re: Software masterizzazione open-source
        - Scritto da: Anonimo
        già...e se facessero K3B per Windows
        in open source??? lo tasserebbero???Il problema sarebbe immutato, cosa c'entra il sistema operativo?A parte che ci sono già moltissimi software open-source per Windows (Mozilla e OpenOffice sono solo i più famosi).
        • Anonimo scrive:
          Re: Software masterizzazione open-source
          - Scritto da: Tony Sarnano
          - Scritto da: Anonimo

          già...e se facessero K3B per
          Windows

          in open source??? lo tasserebbero???

          Il problema sarebbe immutato, cosa c'entra
          il sistema operativo?

          A parte che ci sono già moltissimi
          software open-source per Windows (Mozilla e
          OpenOffice sono solo i più famosi).
          yes yes ma la modifica del DL parla espressamente di software per masterizzatori, mozilla e openoffice non c'entrano per niente..quindi se uso K3B dovrebbero tassarmi o no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Software masterizzazione open-source
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Tony Sarnano

            - Scritto da: Anonimo


            già...e se facessero K3B per

            Windows


            in open source??? lo
            tasserebbero???



            Il problema sarebbe immutato, cosa
            c'entra

            il sistema operativo?



            A parte che ci sono già
            moltissimi

            software open-source per Windows
            (Mozilla e

            OpenOffice sono solo i più
            famosi).


            yes yes ma la modifica del DL parla
            espressamente di software per
            masterizzatori, mozilla e openoffice non
            c'entrano per niente..quindi se uso K3B
            dovrebbero tassarmi o no?Ke tread di m... tanto fra un po' si accorgono che questa e' impossibile o di improbabile applicazione e la sostituiranno con una tassa sulla connessione internet e una sulle orekkie (quelle le hanno tutti) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Software masterizzazione open-source
      - Scritto da: Tony Sarnano
      Uhm... vorrei proprio sapere come la sig.ra
      Carlucci pensa di imporre una tassa su
      cdrecord, K3b o su qualunque
      altro software open-source idoneo alla
      masterizzazione. Ci sarà da ridere
      (spero!).
      Come al solito i politici parlano senza
      conoscere adeguatamente la materia in
      discussione.

      www.linux.org/apps/all/Multimedia/CD_Writing.

      (linux)
      Questo non e' mai stato un problema e non gli ha mai impedito di continuare a sparare c..te, tanto e' a carico nostro! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Software masterizzazione open-source
      • Anonimo scrive:
        Re: Software masterizzazione open-source
        - Scritto da: Anonimo
        Ma la Carlucci non saprebbe distinguere un
        monitor da una lavatrice... figurati se ha
        presente il software open source...
        Cicciolina almeno come deputato era
        più credibile e almeno in qualcosa
        era competente...Qualcosa ti fa pensare che la Carlucci sia meno competente in materia? :DIo credo di no! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Software masterizzazione open-source
          Il bello e' che anche Windows XP ha il suo software di masterizzazione integrato...Tasseranno anche quello?
      • Anonimo scrive:
        Re: Software masterizzazione open-source
        - Scritto da: Anonimo
        Ma la Carlucci non saprebbe distinguere un
        monitor da una lavatrice...Almeno la sorella Milly distingue il frigorifero; non penso che metterebbe il Nuovo Prealpi nel drive del CD-Rom!:D
    • TPK scrive:
      Re: Software masterizzazione open-source
      Ovviamente non possono farti dichiarare i software per masterizzare che possiedi nella tua dichiarazione dei redditi.Quindi la farebbero pagare ai negozianti, che la scaricherebbero sull'acquirente.Niente negoziante, niente tassa.==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 14.08.06
    • lupz scrive:
      Re: Software masterizzazione open-source
      - Scritto da: Tony Sarnano
      Uhm... vorrei proprio sapere come la sig.ra
      Carlucci pensa di imporre una tassa su
      cdrecord , K3b o su qualunque
      altro software open-source idoneo alla
      masterizzazione. Ci sarà da ridere
      (spero!). A parere della Commissione, infatti, il 3 per cento sul prezzo di listino Semplice, il 3% di 0 ? è 0 ?.Forse gli sarà più difficile reperire un listino prezzi di software open-source.
      Come al solito i politici parlano senza
      conoscere adeguatamente la materia in
      discussione.Si, infatti, stavolta gli ha solo detto bene.
  • Anonimo scrive:
    Tassa sui masterizzatori???
    Ragazzi ma ci rendiamo conto????a parte che io sapevo che la tassa esistesse già! comunque a parte questo la vera questione diventa:1) niente più multe a chis carica per uso personale;2) la GdF o Pol.Postale COMUNQUE se beccano qualcuno che scarica, cosa fanno????? gli guastano la vita!3) dobbiamo pagare la tassa sui masterizzatori oltre a quella su cd e dvd già presente! quindi se io lavoro in un negozio fotografico e uso il masterizzatore dvd per fare copie dei filmini di matrimoni e comunioni et similia... PERCHè DEVO PAGARE LA TASSA????????ancora una volta questa è la dimostrazione di come un Italia si cerca di fare un passo in avanti e uno indietro e siamo alla situazione di prima.... con un'altra tassa in più!!!NON SE NE PUO' PIU'!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sui masterizzatori???
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi ma ci rendiamo conto????
      a parte che io sapevo che la tassa esistesse
      già! comunque a parte questo la vera
      questione diventa:
      1) niente più multe a chis carica per
      uso personale;Non è veroSanzioni da 154 euro a 1033 euro in caso di recidiva (le sanzioni che c'erano prima)
      2) la GdF o Pol.Postale COMUNQUE se beccano
      qualcuno che scarica, cosa fanno????? gli
      guastano la vita!Gli fanno un multa come quando passi con il rosso
      3) dobbiamo pagare la tassa sui
      masterizzatori oltre a quella su cd e dvd
      già presente! quindi se io lavoro in
      un negozio fotografico e uso il
      masterizzatore dvd per fare copie dei
      filmini di matrimoni e comunioni et
      similia... PERCHè DEVO PAGARE LA
      TASSA????????perchè il governo ha calato le braghe e le major battono cassa
      siamo alla situazione di prima.... con
      un'altra tassa in più!!!e il bollino blu dove lo metti ?
  • Anonimo scrive:
    Beeeelloooo
    ANSA) - ROMA, 8 APR - Partenza record per 'La passione di Cristo'. Nella sola giornata di ieri, la prima di programmazione in Italia, il film di Mel Gibson e' stato visto da 250.000 spettatori su 663 schermi sparsi su tutta la penisola. L'incasso totale e' stato di 1.218.000 Euro. 2004-04-08 - 12:17:00insomma, di che si lamenta De laurentiis proprio non lo so...
    • Anonimo scrive:
      Re: Beeeelloooo
      io mi lamento dei fessi che sulla base di un battage pubblicitario e su un 'onda di polemiche gonfiate ad arte abbocca e regala i suoi soldi allo star system.Di film sul cristo ne han fatti a iosa, ci mancava quello splattter...
      • Anonimo scrive:
        Re: Beeeelloooo
        - Scritto da: Anonimo
        io mi lamento dei fessi che sulla base di un
        battage pubblicitario e su un 'onda di
        polemiche gonfiate ad arte abbocca e regala
        i suoi soldi allo star system.
        Di film sul cristo ne han fatti a iosa, ci
        mancava quello splattter...Oh gesù, gesù...effettivamente quello splatter mancava sul serio...così affluiranno anche gli atei amanti del genere e magariqualcuno di questi avrà anche una folgorazione mistica.Ora resta solo da fare la versione porno ("the real passion") ma qui ci vuole un esperto del genere: Tinto Brass fatti avanti!
    • TPK scrive:
      Re: Beeeelloooo
      Mi hanno detto che nella mia citta' alle 18:30 c'era la coda fuori dal cinema... :s-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 23.32-----------------------------------------------------------
  • Fenix scrive:
    Divx come opere d'arte????
    In questi giorni mi sta sorgendo una domanda: il cinema (e la musica) viene fatto passare come arte (quindi soggetto al diritto d'autore), quindi viene equiparato a pittura, scultura e a tutte le altre forme di arte?Se così non è, liberi di offendermi.........:)Ma se così fosse ci sono cose che non capisco:Nella pittura e nella scultura l' opera d'arte è una sola (la Gioconda per fare un esempio), se io ho in casa una fotocopia sbiadita e scolorita non è certo come avere l'originale, e nello stesso modo nessuno può venirmi a dire di buttarla via perchè potrebbe danneggiare l'autore o il museo che la espone portandogli via visitatori che invece di andare al Louvre vengono a vedere la copia a casa mia!!Allo stesso modo il cinema: l'arte è vedere Il signore degli anelli su uno schermo di un cinema, con un ottimo impianto audio e la giusta atmosfera.Una copiaccia scolorita e con un pessimo audio non è certamente arte, è solo un'imitazione e nessuno (potrei mettere la mano sul fuoco....) non è andato al cinema a vedere il Signore degli anelli per guardarselo in Divx.Quindi direi che le opere d'arte come il signore degli anelli non risentono minimamente delle copie, certo che se mi vogliono spacciare come opera d'arte roba tipo Le Barzellette.........
    • Anonimo scrive:
      Re: Divx come opere d'arte????
      - Scritto da: Fenix
      In questi giorni mi sta sorgendo una
      domanda: il cinema (e la musica) viene fatto
      passare come arte (quindi soggetto al
      diritto d'autore), quindi viene equiparato a
      pittura, scultura e a tutte le altre forme
      di arte?
      Se così non è, liberi di
      offendermi.........:)
      Ma se così fosse ci sono cose che non
      capisco:
      Nella pittura e nella scultura l' opera
      d'arte è una sola (la Gioconda per
      fare un esempio), se io ho in casa una
      fotocopia sbiadita e scolorita non è
      certo come avere l'originale, e nello stesso
      modo nessuno può venirmi a dire di
      buttarla via perchè potrebbe
      danneggiare l'autore o il museo che la
      espone portandogli via visitatori che invece
      di andare al Louvre vengono a vedere la
      copia a casa mia!!Sei sicuro di quello che dici ?http://www.siae.it/Faq_sezione.asp?sezione=Utilizzatori&divisione=Arti%20Visive
    • Anonimo scrive:
      Re: Divx come opere d'arte????
      ti rispondo dicendo che molti divx sono tratti dai dvd oppure da versioni promo dei dvd. C'è un notevole lasso di tempo tra la programmazione italiana e quella americana. Spesso il film arriva nei cinema italiani quando il dvd è già uscito all'estero. Ovvio che traendolo da li la qualità video è molto buona, solo l'audio va sostituito con uno registrato in sala.
      • Anonimo scrive:
        Re: Divx come opere d'arte????
        - Scritto da: Anonimo
        ti rispondo dicendo che molti divx sono
        tratti dai dvd oppure da versioni promo dei
        dvd. C'è un notevole lasso di tempo
        tra la programmazione italiana e quella
        americana. Spesso il film arriva nei cinema
        italiani quando il dvd è già
        uscito all'estero. Ovvio che traendolo da li
        la qualità video è molto
        buona, solo l'audio va sostituito con uno
        registrato in sala.
        mi viene però un dubbio...spesso si scaricano film appena usciti al cinema con qualità video da DVD il che vuol dire che lo stesso DVD è già pronto per la distribuzione...e chi è pronto a rippare un DVD di preproduzione se non qualcuno interno alla stessa casa produttrice?? ma allora lo fanno apposta LORO, le major, a diffondere subito un film che sanno potrà sicuramente avere un bel successo al cinema...
        • Anonimo scrive:
          Re: Divx come opere d'arte????
          no non credo.. io penso invece che ci sia sempre qualche dipendente che ha voglia di fare qualche scherzetto...basta uno..
    • Anonimo scrive:
      Re: Divx come opere d'arte????
      ahi ahi mi sa che ti sei scottatoIo l'ho visto solo in divx....il motivo è semplice, dalle mie parti i cinema sono talmente squallidi, che sia il video che l'audio risultano migliori in un divx ben realizzato!!!!
  • Anonimo scrive:
    legge degna di torquemada
    anzi degna di torchiomada il grande torchiatore che torchia color che già torchiati son.
  • Anonimo scrive:
    Vietato consultare documentazione online
    La Associazione Italiana Enciclopedici ha presentato una documento in cui si dimostra che, a causa dell'avvento di internet e della possibilità di fare ricerca velocemente con i motori di ricerca, è calata la vendita delle enciclopedie.Per questo sono state presentate 3 soluzioni:- la censura di tutti i siti che offrano informazioni che possono essere reperite anche nelle enciclopedie- una tassa sui browser e sui mouse del 3%- una tassa/multa sulla connettività (proposta dalla disonorevole Carlucci) che sarà devoluta agli editori.;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      bella battutona ona ona.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      e quindi sono costretti ad aumentare i prezzi dei libri e delle enciclopedie, con la conseguenza che tutti si scaricheranno gli ebook per risparmiare..e saremo tutti considerati ladri.. :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      - Scritto da: Anonimo
      La Associazione Italiana Enciclopedici ha
      presentato una documento in cui si dimostra
      che, a causa dell'avvento di internet e
      della possibilità di fare ricerca
      velocemente con i motori di ricerca,
      è calata la vendita delle
      enciclopedie.
      Per questo sono state presentate 3 soluzioni:
      - la censura di tutti i siti che offrano
      informazioni che possono essere reperite
      anche nelle enciclopedie
      - una tassa sui browser e sui mouse del 3%
      - una tassa/multa sulla connettività
      (proposta dalla disonorevole Carlucci) che
      sarà devoluta agli editori.

      ;)Nel frattempo si e' svolta una manifestazione di "marocchini" e venditori di cd "tarocchi" che lamentando il calo dei prima "fiorenti affari e commercio" del tarocco hanno proposto di aggiungere una ulteriore quota alla tassa da devolvere alla SMETI (Societa' Marocchini E Tarocchi Italiana) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      - Scritto da: Anonimo
      La Associazione Italiana Enciclopedici ha
      presentato una documento in cui si dimostra
      che, a causa dell'avvento di internet e
      della possibilità di fare ricerca
      velocemente con i motori di ricerca,
      è calata la vendita delle
      enciclopedie.
      Per questo sono state presentate 3 soluzioni:
      - la censura di tutti i siti che offrano
      informazioni che possono essere reperite
      anche nelle enciclopedie
      - una tassa sui browser e sui mouse del 3%
      - una tassa/multa sulla connettività
      (proposta dalla disonorevole Carlucci) che
      sarà devoluta agli editori.

      ;)Nel frattempo si e' svolta una manifestazione di "marocchini" e venditori di cd "tarocchi" che lamentando il calo dei prima "fiorenti affari e commercio" del tarocco hanno proposto di aggiungere una ulteriore quota alla tassa da devolvere alla SMETTI (Societa' Marocchini E Taroccati Tarocchi Italiana) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      -
      - una tassa/multa sulla connettività
      (proposta dalla disonorevole Carlucci) che
      sarà devoluta agli editori.Voi ritete ma la Durex e la Hatu hanno evidenziato come, a causa del proliferare di siti a contenuti pronografici, la popolazione che ha rapporti sessuali con prostitute sia diminuita del 18%.Di conseguenza, e' stata introdotta una PIP TAX per cui per ogni pagina pornografica visitata' dovra essere versato l'importo di Euro 0.50 (cinquanta) a favore della Durex o della Hatu
      • Anonimo scrive:
        E il 3% per le prostitute in strada?
        - Scritto da: Anonimo
        Voi ritete ma la Durex e la Hatu hanno
        evidenziato come, a causa del proliferare di
        siti a contenuti pronografici, la
        popolazione che ha rapporti sessuali con
        prostitute sia diminuita del 18%.

        Di conseguenza, e' stata introdotta una PIP
        TAX per cui per ogni pagina pornografica
        visitata' dovra essere versato l'importo di
        Euro 0.50 (cinquanta) a favore della Durex o
        della HatuVogliono legalizzare la prostituzione!Secondo voi le prostitute che hanno un sito internet dovranno pagare un 3% a quelle che si "pubblicizzano" in strada?In fondo anche loro anno dei mancati guadagni...
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      ma allora non sapete che dato che semrpe più gente fa la spesa virtuale da Esselunga, le bancarelle al mercato di frutta e verdura lamentano una diminuzione delle vendite del 20%, quindi l'associazione ortofrutticoli ha chiesto l'introduzione di una tassa sui pomodori, lattughe, cavoli ecc pari al 3% da devolvere agli ambulanti ridotti in miseria da Esselunga
    • Anonimo scrive:
      Re: Vietato consultare documentazione online
      Non ci posso credere !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Ma che senso ha?
    scusate togliendo la sanzione per l'uso personale, che senso ha questo decreto?Chi commerciava copie pirata non era già sanzionabile con la legge in vigore?Boohh Ste cose non le capisco!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che senso ha?
      - Scritto da: Anonimo
      scusate togliendo la sanzione per l'uso
      personale, che senso ha questo decreto?Hanno tolto l'inasprimento delle sanzioni, restano quelle previste dalla legge del diritto d'autoreVi siete già dimenticati che hanno chiuso Enkey e hanno arrestato due moderatori ?Non era ancora in vigore il decreto Urbani.Torna tutto come allora, rischiate lo stesso
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che senso ha?

        Vi siete già dimenticati che hanno
        chiuso Enkey e hanno arrestato due
        moderatori ?
        Non era ancora in vigore il decreto Urbani.

        Torna tutto come allora, rischiate lo stessoNon hanno arrestato nessuno, semplicemente indagati e comunque loro sono stati incriminati in base alla legge sul software che è già attiva da diverso tempo, e che permette di indagare x ricettazione in caso che uno venga beccato con software piratato, il p2p non centra niente è stato solo il mezzo con cui sono stati beccati.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che senso ha?
          - Scritto da: Anonimo
          Non hanno arrestato nessuno, semplicemente
          indagati e comunque loro sono stati
          incriminati in base alla legge sul software
          che è già attiva da diverso
          tempo, e che permette di indagare x
          ricettazione in caso che uno venga beccato
          con software piratato, il p2p non centra
          niente è stato solo il mezzo con cui
          sono stati beccati.
          Vuoi dire che se mi trovano il computer pieno di musica e film scaricati con il P2P non mi fanno nulla ?Mah....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che senso ha?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Non hanno arrestato nessuno,
            semplicemente

            indagati e comunque loro sono stati

            incriminati in base alla legge sul
            software

            che è già attiva da
            diverso

            tempo, e che permette di indagare x

            ricettazione in caso che uno venga
            beccato

            con software piratato, il p2p non centra

            niente è stato solo il mezzo con
            cui

            sono stati beccati.



            Vuoi dire che se mi trovano il computer
            pieno di musica e film scaricati con il P2P
            non mi fanno nulla ?
            Mah....Se li possiedi "legalmente" non ti possono fare nulla! ;-) il punto e'... come fai a possederli "legalmente" ? ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che senso ha?
      mi sa tanto che il buon Giuliano non si è mai preso la briga di dare una occhiata alla legge sul diritto d'autore a dimostrazione della sua abissale ignoranza in materia... :D
  • Anonimo scrive:
    Perche' la tassa e' "intelligente"
    La proposta della tassa (che e' quella che finira' per passare) e' una proposta di grande Intelligenza, vediamo perche'Tutto nasce dal pianto delle majors che si stracciano le vesti e piangono miseria (cosa che molti di noi potrebbero fare con qualche ragione piu' valida).Preso atto di cio' il giullare/servo di turno fa un decreto cosi' imbecille che ottiene lo scopo (non confessabile pubblicamente) di fare imbufalire tutti! utonti per la minaccia di multe tonanti e perquisizioni, providers perche' gli impone cose impossibili, garante privacy e associazioni per le patenti violazioni e via elencando.A fronte della "sollevazione popolare" e dell'unanime sdegno! ;-) finalmente si luce il buon senso (sic!) della ineffabile Carlucci (Nota intelletuale e esponente della commisione cultura!) che propone una tassa,... si ma piccola piccola.... Lo sdegno rientra, l'utonto dice "massi' per un paio di euro che vuoi che sia"!I difensori della privacy e delle liberta' civili sono tacitati, i providers si fregano le mani (fare l'esattore ha i suoi vantaggi) le majors ricevono le solite laute prebende! (torneranno a stracciarsi le vesti alla prossima indagine di mercato) e tutti sono felici e contenti!Persino il trombato "pantalone" che paga e chissa' perche' si bea dello "scampato pericolo"! Pvera italia! :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
      già aggiungi pure, che le major fra qualche tempo ritorneranno alla carica, ci sarà un qualche urbani lontano dalla campagna elettorale e alè ci ritroveremo con divieti e aggiungiamoci pure anche la tassa (danno e beffe) un classico del ns. paese
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
      - Scritto da: Anonimo
      La proposta della tassa (che e' quella che
      finira' per passare) e' una proposta di
      grande Intelligenza, vediamo perche'

      Tutto nasce dal pianto delle majors che si
      stracciano le vesti e piangono miseria (cosa
      che molti di noi potrebbero fare con qualche
      ragione piu' valida).

      Preso atto di cio' il giullare/servo di
      turno fa un decreto cosi' imbecille che
      ottiene lo scopo (non confessabile
      pubblicamente) di fare imbufalire tutti!
      utonti per la minaccia di multe tonanti e
      perquisizioni, providers perche' gli impone
      cose impossibili, garante privacy e
      associazioni per le patenti violazioni e via
      elencando.

      A fronte della "sollevazione popolare" e
      dell'unanime sdegno! ;) finalmente si luce
      il buon senso (sic!) della ineffabile
      Carlucci (Nota intelletuale e esponente
      della commisione cultura!) che propone una
      tassa,... si ma piccola piccola....
      Lo sdegno rientra, l'utonto dice "massi' per
      un paio di euro che vuoi che sia"!
      I difensori della privacy e delle liberta'
      civili sono tacitati, i providers si fregano
      le mani (fare l'esattore ha i suoi vantaggi)
      le majors ricevono le solite laute prebende!
      (torneranno a stracciarsi le vesti alla
      prossima indagine di mercato) e tutti sono
      felici e contenti!
      Persino il trombato "pantalone" che paga e
      chissa' perche' si bea dello "scampato
      pericolo"!

      Pvera italia! :'(Sei un grande! il povero pantalone (quello che vive di stiendio) le tasse le ha sempre pagate. Chissa quanti sanno che anche sui CELLULARI c'è una tassa che si piglia il GOVERNO eppure tanti "pantaloni" continuano a comprarselo.Qui le cose sono molto semplici o lasciamo il P2P cos'ì com'è legalizzato per suo personale (up e down) o se no la tassa :(( anche se triste però risolve tutti i problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
        il p2p non può venire legalizzato.. perchè la norativa europea lo impedisce di fatto. la tassa se e quando arriverà sarà solo un altro balzello su noi poveri italiani. Quindi pagheresti la tassa, e se scarichi e ti beccano anche la multa e chissà cos'altro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
          - Scritto da: Anonimo
          il p2p non può venire legalizzato..
          perchè la norativa europea lo
          impedisce di fatto. la tassa se e quando
          arriverà sarà solo un altro
          balzello su noi poveri italiani. Quindi
          pagheresti la tassa, e se scarichi e ti
          beccano anche la multa e chissà
          cos'altro.E chi ha mai detto che la tassa legalizza il P2P?Lo scopo e' quello di farti pagare il tuo contributo alle "povere majors" mica di legalizzare !Tu pagherai contento perche' non ci saranno i "controlli obbligatori per legge" e ti sentirai contento per lo "scampato" pericolo comunque! ma tutto rimane come era prima sul piano della "legalita'" e' solo un modo per dare i tui soldi alle majors chiaro ? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo

            Lo scopo e' quello di farti pagare il tuo
            contributo alle "povere majors" mica di
            legalizzare !
            Tu pagherai contento perche' non ci saranno
            i "controlli obbligatori per legge" e ti
            sentirai contento per lo "scampato" pericolo
            comunque! ma tutto rimane come era prima sul
            piano della "legalita'" e' solo un modo per
            dare i tui soldi alle majors chiaro ? :Din pratica dopo il condono fiscale ora il governo ci da il condono per scaricare, basta pagare...e poi dite che il governo Berlusconi non fa mai nulla di buono!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Lo scopo e' quello di farti pagare il
            tuo

            contributo alle "povere majors" mica di

            legalizzare !

            Tu pagherai contento perche' non ci
            saranno

            i "controlli obbligatori per legge" e ti

            sentirai contento per lo "scampato"
            pericolo

            comunque! ma tutto rimane come era
            prima sul

            piano della "legalita'" e' solo un modo
            per

            dare i tui soldi alle majors chiaro ? :D

            in pratica dopo il condono fiscale ora il
            governo ci da il condono per scaricare,
            basta pagare...e poi dite che il governo
            Berlusconi non fa mai nulla di buono!!!E chi lo dice? la Medusa e' sua e i finanziamenti li becca lui non ti pare che questo sia buono?Forse non sara' buono per te ma per lui e' buono! eccome se e' buono! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            Il sistema delle tasse&gabelle&altro è ormai talmente perfettoe capillare che manco na vasca di piranhas regge il paragoneDenunciamo il radioamatore che intercetta la musica che stiamo ascoltando perchè è nostro dovere! Per denunciare comporre il numero verde alla tariffa di 2 euro al minuto! a questo si arriverà :|L'anno scorso ho acquistato in UK 2 cd di un grande della musica pop degli anni 70. Introvabili in Italia in quanto non piùdistribuiti. Tutti i diritti erano stati "acquistati" da un colossogiapponese. Costo 40 euro. Voi direte, niente di nuovo?Confermo, niente di nuovo...non mi firmo và, lo avrebbe potuto scrivere chiunque :
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
          Guarda che la normativa europea dice che è legale l'uso personale. E sanziona solo quello commerciale.Quindi il decreto così fa chiarezza. Poi non ci saranno nuove tasse, sarà solo estesa ai masterizzatori quella del 3% che già si pagava sui supporti di masterizzazione e sui videoregistratori....ma li leggete gli articoli prima di commentarli?- Scritto da: Anonimo
          il p2p non può venire legalizzato..
          perchè la norativa europea lo
          impedisce di fatto. la tassa se e quando
          arriverà sarà solo un altro
          balzello su noi poveri italiani. Quindi
          pagheresti la tassa, e se scarichi e ti
          beccano anche la multa e chissà
          cos'altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che la normativa europea dice che
            è legale l'uso personale. ....e magari prendi anche dei soldi dalle major
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Guarda che la normativa europea dice che

            è legale l'uso personale.

            ....e magari prendi anche dei soldi dalle
            majorinfatti la direttiva europea la ha fatta approvare Jennelly Fortou moglie di Jean Fortou presidente della Vivendi international proprietaria fra l'altro della Universal Pictures...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che la normativa europea dice che
            è legale l'uso personale. E sanziona
            solo quello commerciale.
            Quindi il decreto così fa chiarezza.
            Poi non ci saranno nuove tasse, sarà
            solo estesa ai masterizzatori quella del 3%
            che già si pagava sui supporti di
            masterizzazione e sui
            videoregistratori....ma li leggete gli
            articoli prima di commentarli?E cosi' paghi una doppia tassa una sul masterizzatore e una sul CD e gia' che ci siamo una sul cd reader (potresti usarlo per ascoltare un CD tarocco) e una sull'aria che respiri (mentre ascolti i CD tarocchi) e direi, questa e' fondamentale, una per ogni orecchio (i sordi SENZA apparecchio acustico sono esentati) :DMa tu colleghi il cervello prima di parlare?
          • Arroso scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            asd... il tuo motto è brodini 4ever :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
      sei troppo ottimista..presupponi che chi legifera sia gente machiavellica e pure con un certo buon senso..ma al governo ora c'è gente che non sa neanche di che sta parlando...il DLç Urbani è solo al dimostrazione lampante che è stato buttato giù in fretta e furia dietro pressioni di De laurentiis e della De benedetto senza che il buon Giuliano si sia preso la briga di sentire nessuno..ed ora stanno cercando di correre ai ripari epr rimediare ai danni fatti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
        - Scritto da: Anonimo
        sei troppo ottimista..presupponi che chi
        legifera sia gente machiavellica e pure con
        un certo buon senso..ma al governo ora
        c'è gente che non sa neanche di che
        sta parlando...

        il DLç Urbani è solo al dimostrazione
        lampante che è stato buttato
        giù in fretta e furia dietro
        pressioni di De laurentiis e della De
        benedetto senza che il buon Giuliano si sia
        preso la briga di sentire nessuno..ed ora
        stanno cercando di correre ai ripari epr
        rimediare ai danni fatti...Non sono ottimista sono "realista" vuoi fare una scommessina su dove gira gira gira vola la colombina?Scommetti che finisce (chissa' perche') in c..o al solito pantalone in forma di tassa ? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
          - Scritto da: Anonimo

          Non sono ottimista sono "realista" vuoi fare
          una scommessina su dove gira gira gira vola
          la colombina?
          Scommetti che finisce (chissa' perche') in
          c..o al solito pantalone in forma di tassa ?
          :Dcome ho già messo prima dopo il condono fiscale il governo ora ci da il condono per scaricare dietro congruo esborso..caro vecchio Berlusca, se non ci fossi tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Non sono ottimista sono "realista" vuoi
            fare

            una scommessina su dove gira gira gira
            vola

            la colombina?

            Scommetti che finisce (chissa' perche')
            in

            c..o al solito pantalone in forma di
            tassa ?

            :D

            come ho già messo prima dopo il
            condono fiscale il governo ora ci da il
            condono per scaricare dietro congruo
            esborso..caro vecchio Berlusca, se non ci
            fossi tu...E perche' alla Carlucci un bel voto (col permesso del berlusca) non glie lo vogliamo dare?Scommetti che si presenta alle europee? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
        magari fosse come dici tu, io invece direi... ok te lo dicodopo lo stacco pubblicitario (dove la $iae incassa e incassianche tu, all'inizio fa male poi col tempo ti piace pure...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' la tassa e' "intelligente"
          - Scritto da: Anonimo
          magari fosse come dici tu, io invece
          direi... ok te lo dico
          dopo lo stacco pubblicitario (dove la $iae
          incassa e incassi
          anche tu, all'inizio fa male poi col tempo
          ti piace pure...)ahhhh! ora Capisco perche' perche' in parlamento ci finisce sempre certa gente!In questo paese dove "all'inizio fa male poi col tempo ti piace pure" evidentemente la legge suprema e' quella del "cornuto e mazziato" :'(
  • Anonimo scrive:
    Legislatore fai chiarezza!!
    Legislatore che ti leggi i vari post fai un testo di legge CHIARO!Il download per uso personale mi dici che è legale... OK grazie. :-))Il problema che rimane da chiarire è l'Upload.In un sitema P2P non c'è download senza Upload.AIIPA e Assoprovider tenete bene gli occhi aperti, qui l'unico che SEMBRA rischiare è l'ISP.Se vi arriva una mail della RIAA di turno (e statene certi che vi arriverà) che vi denuncia un file in condivisone protetto che fai?? Te la rischi con la multa o dici al tuo cliente ke non si può fare rischiando che ti disdice l'abbonamento??
    • Anonimo scrive:
      Re: Legislatore fai chiarezza!!
      - Scritto da: Anonimo
      Il download per uso personale mi dici che
      è legale... OK grazie. :))Ma dove te lo dice ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Legislatore fai chiarezza!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Il download per uso personale mi dici
        che

        è legale... OK grazie. :))

        Ma dove te lo dice ?


        Se non mi multa è legale NO??
        • Anonimo scrive:
          Re: Legislatore fai chiarezza!!
          - Scritto da: Anonimo




          Se non mi multa è legale NO??Se non ti multa sì, il problema è che ti multa.Ecco cosa dice il governo :"Al proposito, fa presente che la modifica contenuta nel decreto-legge, infatti, aveva il solo scopo di specificare, con fattispecie tipiche, le condotte lesive commesse per via telematica, condotte, peraltro, già sanzionabili ai sensi delle attuali previsioni del medesimo articolo."
    • Anonimo scrive:
      Re: Legislatore fai chiarezza!!
  • Anonimo scrive:
    Brutte notizie
    "Al proposito, segnala che si intende recepire il contenuto dell'emendamento del relatore (Carlucci ndr) quanto alla previsione dell'obbligo di corredare l'immissione in rete di opere protette dal diritto d'autore con idonea comunicazione circa l'assolvimento degli obblighi relativi al diritto medesimo e che è stata, altresì, condivisa la proposta di prevedere sanzioni corrispettive alla violazione di tale obbligo di comunicazione" Dice che il governo accetta il suggerimento della Carlucci di prevedere che "l'immissione di un'opera dell'ingegno in un sistema di reti telematiche debba essere accompagnata da un avviso relativo all'avvenuto assolvimento degli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore"Questo per evitare che qualcuno faccia il furbo e dica che ha scaricato in buona fede"Evidenzia pertanto che l'introduzione di una regolamentazione che consenta agli utenti di conoscere la legittimità o meno della diffusione dell'opera in rete rende non più necessaria una modifica dell'articolo 174-ter della legge sul diritto d'autore, relativa alle violazioni per scopo non di lucro. Al proposito, fa presente che la modifica contenuta nel decreto-legge, infatti, aveva il solo scopo di specificare, con fattispecie tipiche, le condotte lesive commesse per via telematica, condotte, peraltro, già sanzionabili ai sensi delle attuali previsioni del medesimo articolo. "Il Governo specifica che restano pertanto in vigore le sanzioni previste dal 174-ter (da 154 euro a 1033 euro)Inoltre, ai fini di una più chiara scrittura della norma, si prevede l'eliminazione, dalla descrizione della fattispecie, dell'inciso «anche mediante programmi di condivisione di file tra utenti», non considerandosi tale espressione indispensabile ai fini del raggiungimento degli obiettivi del Governo, ossia il perseguimento delle condotte lesive del diritto d'autore, comunque descritte dalla restante formulazione del commaCavano l'inciso perchè inutile (ed in effetti fino ad ora è stato così)Segnala quindi l'intenzione di prevedere una rivisitazione delle sanzioni, corrispettive alla violazione dei predetti obblighi, al fine di armonizzarne gli importi con quelli previsti nel decreto legislativo n. 70 del 2003.Ossia da 154 euro a 1033 euro
    • Anonimo scrive:
      Re: Brutte notizie
      - Scritto da: Anonimo
      "Al proposito, segnala che si intende
      recepire il contenuto dell'emendamento del
      relatore (Carlucci ndr) quanto alla
      previsione dell'obbligo di corredare
      l'immissione in rete di opere protette dal
      diritto d'autore con idonea comunicazione
      circa l'assolvimento degli obblighi relativi
      al diritto medesimo e che è stata,
      altresì, condivisa la proposta di
      prevedere sanzioni corrispettive alla
      violazione di tale obbligo di comunicazione"


      Dice che il governo accetta il suggerimento
      della Carlucci di prevedere che
      "l'immissione di un'opera dell'ingegno in un
      sistema di reti telematiche debba essere
      accompagnata da un avviso relativo
      all'avvenuto assolvimento degli obblighi
      derivanti dalla normativa sul diritto
      d'autore"
      Questo per evitare che qualcuno faccia il
      furbo e dica che ha scaricato in buona fede


      "Evidenzia pertanto che l'introduzione di
      una regolamentazione che consenta agli
      utenti di conoscere la legittimità o
      meno della diffusione dell'opera in rete
      rende non più necessaria una modifica
      dell'articolo 174-ter della legge sul
      diritto d'autore, relativa alle violazioni
      per scopo non di lucro. Al proposito, fa
      presente che la modifica contenuta nel
      decreto-legge, infatti, aveva il solo scopo
      di specificare, con fattispecie tipiche, le
      condotte lesive commesse per via telematica,
      condotte, peraltro, già sanzionabili
      ai sensi delle attuali previsioni del
      medesimo articolo. "

      Il Governo specifica che restano pertanto in
      vigore le sanzioni previste dal 174-ter (da
      154 euro a 1033 euro)

      Inoltre, ai fini di una più chiara
      scrittura della norma, si prevede
      l'eliminazione, dalla descrizione della
      fattispecie, dell'inciso «anche mediante
      programmi di condivisione di file tra
      utenti», non considerandosi tale espressione
      indispensabile ai fini del raggiungimento
      degli obiettivi del Governo, ossia il
      perseguimento delle condotte lesive del
      diritto d'autore, comunque descritte dalla
      restante formulazione del comma

      Cavano l'inciso perchè inutile (ed in
      effetti fino ad ora è stato
      così)

      Segnala quindi l'intenzione di prevedere una
      rivisitazione delle sanzioni, corrispettive
      alla violazione dei predetti obblighi, al
      fine di armonizzarne gli importi con quelli
      previsti nel decreto legislativo n. 70 del
      2003.

      Ossia da 154 euro a 1033 euroma che dici sono belle notizie! :Dhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=597026



    • Anonimo scrive:
      Re: Brutte notizie
      - Scritto da: Anonimo

      "i soggetti tenuti all'assolvimento di tale
      obbligo saranno definiti con apposito
      decreto del Presidente del Consiglio dei
      ministri, di concerto con il Ministro delle
      comunicazioni"e qui prevedo proteste a non finire...insomma allegri, il DL non passerà mai così com'è!!!!
  • Anonimo scrive:
    Altre considerazioni
    Per rispondere a chi "compra i CD ORGINALI" e considera il p2p una abberrazione vorrei aggiungere che: se presti un tuo cd originale alla tua fidanzata o a un tuo amico fai illecito. Se dimostri che sei un estimatore mettendo in condivisione matriale di cui possiedi il copyright, senza autorizzare per questo gli altri a scaricarlo, commetti illecito. Se ti fai una copia di sicurezza, permessa dalla legge di un DVD, commetti illecito perchè devi necessariamente usare un software che toglie la protezione e questo è un illecito penale indipendentemente dal motivo e dai diritti che hai acquisito. Se il tuo cd o dvd originale non funziona su un qualsiasi supporto che tu hai, difficilmente potrai fartene dare uno che funzioni. Se di fai una copia di sicurezza di un CD audio, paghi due o tre volte la tassa siae ad autore ed editore. Il cinema è la musica sono due dei pochi settori in cui vige uno stato di TRUST all'aperto e legalizzato: come mai i dvd e i cd hanno prezzi "fissi", tranne che le riedizioni dei giornali, indipendentemente dalla legge della domanda e dell'offerta? e come mai se compri lo stesso cd audio appena uscito a Siena lo paghi di più che a Milano? E come mai le compagnie assicurative sono state accusate di fare cartello e le compagnie audio-visive no? e perchè un libro che hai acquistato lo puoi prestare e un cd o dvd no? e perchè le biblioteche possono prestare cd audio o dvd e il privato no? e perchè i dvd si possono noleggiare nelle videoteche a pagamento e non esistono audioteche (tranne che per sei mesi dieci anni fa) che prestano a pagamento i cd audio? e se voglio vedere la "corazzata Potemkin" perchè non ne esiste una copia facilmente rintracciabile in qualche videoteca?Rispondete se potete voi che difendete il copyright come è considerato oraGrazieAlfioPS: ogni tanto cercare di "grattare la superficie delle cose" e farsi delle domande può servire a qualcosa
    • Anonimo scrive:
      Re: Altre considerazioni
      una inesattezza : le major in italia sono già state multate dall'antitrust italiano (2-3 anni fa) hanno pagato la multe e hanno aumentato il prezzo dei cd ... bello vero ? Rompere un meccanismo di criptaggio in italia non e' ancora reato se rientra nell'eccezione di copia privata, l'eccezione di copia privata e' ancora valida se tu fai una copia di un cd e te lo teni ad esempio in auto non fai illeciti se lo regali alla fidanzata compi un illecito amministrativo punibile da 154 a 1033 euro se li vendi fino a 30000 euro e 6 mesi di carcere (i 6 mesi di carcere sono incredibili !), se compri un cd protetto da un sistema di criptaggio che non viene letto dal tuo lettore: per i discografici la colpa e' dei produttore di hardware, per i produttori di hw e' colpa dei discografici... recentemente una persona aveva citato in giudizio una major (non ricordo in che paese) per aver fornito una copia di un cd di nataly imbruglia che non veniva letto dal lettore cd della sua auto... il giudice ha disposto che la major non togliesse la protezione dai cd in commercio ma che desse alla persona una copia non protetta .....una recente sentenza ha imposto ai DJ di portarsi a spasso tutti gli originali, invece delle compilation fatte da loro nonstante avessero gli originali a casa ..... oppure di farsi bollare dalla siae le compilation da loro create ( naturalmente dopo aver chiesto il permesso ai detentori dei diritti di creare una compilation... e dopo aver pagato il bollino).Per non parlare di quando l'anno scorso mi e' stata distrutta la macchina fotografica da un tipo della sicurenza durante un concerto (come se gli organizzatori fossero padroni della realtà in cui mi muovoe che stavo cercando di fissare).... follia totale ...Diciamo pure che le norme in materia di diritto d'autore sono al limite della follia più totale ci manca solo che mettano in vendita i cd a metà prezzo che dopo 5 gg si autodistruggono ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Fino a 50 opere...
    Quindi in teoria....secondo la vecchia legge....anche se beccano uno che condivide moltissimi file protetti dal diritto d'autore rischia (sempre che ne faccia un uso personale e' chiaro) 300.000 lire di multa?(se beccato fra i milioni di utenti che lo fanno e' chiaro)
  • Anonimo scrive:
    Legge truffa? Ma chi ha vinto?
    Questa presunta vittoria era inevitabile per arginare un potenziale esodo dalla banda larga degli utenti italiani (si legga: cambio contratto da flat a consumo e riduzione drastica del consumo stesso).Ma se l'utente finale non è multabile e il provider si (e salatamente) che succede?Che saranno gli ISP stessi a prevenire le azioni della polizia postale? Da ieri a oggi cos'è cambiato? Io ho seri dubbi che nella sostanza sia cambiato pochissimo. Ho l'impressione che anche abilmente ritoccata questa legge apra inequivocabilmente la strada ai carnefici del P2P. Fabio (vorrei tanto registrarmi, ma ci ho provato e non mi arriva nessuna mail di conferma)
    • Anonimo scrive:
      Re: Legge truffa? Ma chi ha vinto?
      Finchè non avremo in mano la nuova versione del decreto si può dire poco, ma è anche vero che con la massiva diffusione del p2p prima o poi doveva accadere che il sitema reagisse di conseguenza. Continuo a sostenere che Telecom sta a facendo il doppio gioco, da una parte fa pressioni per ridurre l'incombenza e dall'altra sa che il decreto finisce per danneggiare molto più la concorrenza che lei che già si muove per vendere files online. Basta notare il completo silenzio di Fastweb in merito, che come sappiamo deve la sua fortuna più al p2p che alla tv digitale.Dalatra parte rivela anche la debolezza della comunity del p2p, che al primo segno di crisi, si da al fuggi fuggi generale.La nostra vera colpa, è che se anche non lo siamo, ci sentiamo ladri... ci hanno inculcato nel dna i valori del mercato, ed è una malattia da cui non è facile guarire
      • Anonimo scrive:
        Re: Legge truffa? Ma chi ha vinto?
        - Scritto da: Anonimo
        Finchè non avremo in mano la nuova
        versione del decreto si può dire
        poco, ma è anche vero che con la
        massiva diffusione del p2p prima o poi
        doveva accadere che il sitema reagisse di
        conseguenza.
        Continuo a sostenere che Telecom sta a
        facendo il doppio gioco, da una parte fa
        pressioni per ridurre l'incombenza e
        dall'altra sa che il decreto finisce per
        danneggiare molto più la concorrenza
        che lei che già si muove per vendere
        files online. Basta notare il completo
        silenzio di Fastweb in merito, che come
        sappiamo deve la sua fortuna più al
        p2p che alla tv digitale.
        Dalatra parte rivela anche la debolezza
        della comunity del p2p, che al primo segno
        di crisi, si da al fuggi fuggi generale.
        La nostra vera colpa, è che se anche
        non lo siamo, ci sentiamo ladri... ci hanno
        inculcato nel dna i valori del mercato, ed
        è una malattia da cui non è
        facile guarireNella prima parte del tuo commento ci sono cose molto vere, nell'ultima meno...tranne 2-3 giorni di confusione i network p2p sono frequentatissimi e sempre pieni di contenuti....qualcuno e' scappato vero...ma meglio cosi' :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Legge truffa? Ma chi ha vinto?

        Dalatra parte rivela anche la debolezza della comunity del
        p2p, che al primo segno di crisi, si da al fuggi fuggi generale.Che non sia stata proprio questa la forza della protesta?Si è parlato tanto di boicottaggio. Quello poco consistente di smettere di acquistare opere originali, smettere di noleggiare, smettere di andare al cinema.Poi quello più naturale e dannoso, che porta gli utenti se non proprio a disdettare quantomeno a ridurre l'uso della banda larga. Il fuggi fuggi ha destato, in questo senso e a mio parere, una riduzione di traffico broadband.Nell'immediato, considerando che gli "sharisti" tendono a sottoscrivere flat, non provoca nessuno svantaggio agli isp.Ma in un più che mai prossimo futuro in tanti potrebbero rivalutare il vantaggio derivante dall'abbonamento flat, usare internet meno, navigare anche meno, acquistare on-line ancor meno.Il p2p vuol dire pc perennemente connessi, cazzeggi in chat, letture on line, apertura di siti, banner cliccati, acquisti, insomma internet!Staccando tante flat a vantaggio (?) degli abbonamenti a consumo si ridurrebbe di tanto il traffico in italia.La morte del P2p frenerebbe lo sviluppo del web tanto agognato (contributi statali ecc.)Sempre fabio. Ancora in attesa di registrazione ('mazza che burocrazia, è una settimana che ho richiesto la registrazione! forse ho sbagliato qualcosa!)
        • Anonimo scrive:
          Re: Legge truffa? Ma chi ha vinto?
          effettivamernte la tua analisi mi sembra giusta... non avevo valutato che il calo di traffico sarebbe stato subito notato.Resta il fatto che secondo me Telecom vive di sogni... e finchè non si rende conto che Rosso Alice è un fallimento non si muoverà troppo contro il decreto. almeno secondo me
    • Anonimo scrive:
      Re: Legge truffa? Ma chi ha vinto?
      - Scritto da: Anonimo
      Questa presunta vittoria era inevitabile per
      arginare un potenziale esodo dalla banda
      larga degli utenti italiani (si legga:
      cambio contratto da flat a consumo e
      riduzione drastica del consumo stesso).

      Ma se l'utente finale non è multabile
      e il provider si (e salatamente) che
      succede?
      Che saranno gli ISP stessi a prevenire le
      azioni della polizia postale?
      Da ieri a oggi cos'è cambiato? Io ho
      seri dubbi che nella sostanza sia cambiato
      pochissimo. Ho l'impressione che anche
      abilmente ritoccata questa legge apra
      inequivocabilmente la strada ai carnefici
      del P2P. Infatti hai inteso giusto e come ho già ribadito nel thread precedente "Basta con sti msg...(post 18.52)" la riformulazione del decreto è soltanto una truffa, e analizzandolo dal Lato provider è forse peggio xchè l'inasprimento delle sanzioni a loro carico di fatto è un cappio al collo peggiore dei fantomatici obblighi di polizia inizialmente previsti ma inattuabili nella pratica e giuridicamente:Adesso invece formalmente li esonerano da tali obblighi (anche per non dar adito a estremi d'incostituzionalità) in pratica con le sanzioni li fanno rientrare "dalla finestra" cioè di fatto.Visto che questi signori ci prendono per fessi se non posso scaricare "legalmente" altrettanto legalmente non comprerò più un "media originale", soltanto con il crollo delle venditelorsignori capiranno che ciò che viene scaricato (ma in realtà lo sanno benissimo) non corrisponde ad un mancato introitoma anzi spesso è pubblicità gratuita.D'altronde cosa volevate aspettarVi da gente come URBANi e la Carlucci, pensate veramente che questi furfanti legalizzati facciano un piacere al popolo del P2P sfavorendoi loro compagni di affari?
  • Anonimo scrive:
    Re: Fino a 50 opere...
    Non credo...perchè scusa non potrei lucrare su 49 copie?sinceramente non me ne interessano nemmeno 2 di copie,me ne basta una (la mia) e stop.quindi dovrebbe essere tollerata anche la copia di software a questo punto... o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Un giorno di galera...
    Sulla scia del "mettiamo una tassa (=una multa) sui masterizzatatori perchè qualcuno li usa per pirateria"........propongo di mettere un giorno di galera obbligatorio per chi compra un coltello... si sa che spesso i coltelli vengono usati per gli omicidi, quindi, dato che non sempre siamo in grado di scoprire i colpevoli, distribuiamo la pena su tutti quelli che comprano coltelli, così siamo a posto... propongo di ritirare a tutti la patente per un giorno all'anno... cosiì non c'è più bisogno che la polizia stradale faccia improbabili inseguimenti ai contravventori... dividiamo la multa su tutti...
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito un tubo
    Sarò ritardato ma io non ho capito.1. ok scaricare per uso personale non mi fanno la multa quindi penso sia legale2. se faccio fare up-load se no non sacrico che succede??3. Il mio provider mi sniffa i pacchetti e si fa i cavoli miei??4. Se faccio up-load il mio provider mi chiude l'ADSL??grazie per i chiarimenti.
    • nefasto scrive:
      Re: Non ho capito un tubo

      2. se faccio fare up-load se no non sacrico
      che succede??"Il nuovo testo del decreto antipirateria che il governo porterà alla discussione dell'Aula - ha dichiarato Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in commissione Cultura - rappresenta una vittoria per i Democratici di Sinistra. La riformulazione non prevedrà le sanzioni destinate agli utenti di Internet che scambiano file per uso privato , sarà allineata alle norme europee e riguarderà tutte le opere protette dal diritto di autore". "Il governo - ha proseguito Grignaffini - dopo il ritiro delle pregiudiziali di costituzionalità da noi presentate ha eliminato, infatti, il comma 2 che prevedeva pene pecuniarie fino a 1500 euro a chi effettua il così detto filesharing. "
      3. Il mio provider mi sniffa i pacchetti e
      si fa i cavoli miei??
      4. Se faccio up-load il mio provider mi
      chiude l'ADSL??"A fronte delle rassicurazioni e dell'impegno assunto dal Governo sul decreto, restano da chiarire ancora alcuni aspetti. In particolare i temi che riguardano le funzioni di controllo attribuite ai provider"la 2 è abbastanza chiara sul 3 e 4 non so che dirti ma sembrano assorbite in un discorso di vigilanza su un uso commerciale del file sharing (?!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito un tubo
        ma che caxxo significa "scambiare file per uso privato"???se li metto a disposizione del mondo (p2p) diventano pubblici???Allora dite che non è reato se scambio o condivido file non a fini di lucro.Posso fare quello che volgio basta che non li rivendo????Per me stanno a fare una legge che dice tutto e niente così la interpretano come gli pare, a seconda della moda.ariciao
        • nefasto scrive:
          Re: Non ho capito un tubo

          Per me stanno a fare una legge che dice
          tutto e niente così la interpretano
          come gli pare, a seconda della moda.Al Legislatore piace così. Vedessi poi i Giudici quante interpretazioni possibili si inventano :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito un tubo
        .....
        la 2 è abbastanza chiara sul 3 e 4
        non so che dirti ma sembrano assorbite in un
        discorso di vigilanza su un uso commerciale
        del file sharing (?!)No dico se si può fare Up-Load e Down-load per uso personale ma ... allora.... VITTORIA!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito un tubo

        "Il nuovo testo del decreto antipirateria
        che il governo porterà alla
        discussione dell'Aula - ha dichiarato
        Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in
        commissione Cultura - rappresenta una
        vittoria per i Democratici di Sinistra. La
        riformulazione non prevedrà le
        sanzioni destinate agli utenti di Internet
        che scambiano file per uso privato,
        sarà allineata alle norme europee e
        riguarderà tutte le opere protette
        dal diritto di autore". "Il governo - ha
        proseguito Grignaffini - dopo il ritiro
        delle pregiudiziali di
        costituzionalità da noi presentate ha
        eliminato, infatti, il comma 2 che prevedeva
        pene pecuniarie fino a 1500 euro a chi
        effettua il così detto filesharing. "Infatti..quindi down o up per uso personale non e' sanzionato, poi bisognera' vedere il testo della legge
        "A fronte delle rassicurazioni e
        dell'impegno assunto dal Governo sul
        decreto, restano da chiarire ancora alcuni
        aspetti. In particolare i temi che
        riguardano le funzioni di controllo
        attribuite ai provider"

        la 2 è abbastanza chiara sul 3 e 4
        non so che dirti ma sembrano assorbite in un
        discorso di vigilanza su un uso commerciale
        del file sharing (?!)Anche io la vedo cosi'...il provider dovra' segnalare (senza controllo preventivo e' stato piu' volte spiegato) se sa di attivita' commerciali
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ho capito un tubo
          Anche io la vedo cosi'...il provider dovra' segnalare (senza controllo preventivo e' stato piu' volte spiegato) se sa di attivita' commerciali________________________--appunto... chiunque (major) dice al provider che tu scharichi e lui ti denuncia??bellona figata
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ho capito un tubo
          il loro problema è che vogliono salvare capra cavoli e tutto il resto.vogliono aiutare il loro capo che ha le produzioni,le distribuzioni,le sale cinematografiche,le major americane ed italiane,i provider che devono vendere gli abbonamenti adsl,gli utenti adsl che sono tutti potenzialmente anche loro elettori e specie a due mesi da importanti elezioni nn si possono contrariare,vogliono evitare che l'europa o la corte costituzionale gli cancelli la legge.per tutte queste cose stanno facendo una legge all'italiana che dice e nn dice,cioè nn ti autorizza poichè nn potrebbe farlo a scaricare,ma ti dice che anche se illegale se lo fai per te cercherà di chiudere gli occhi.però lo scopo è proprio quello di nn essere chiari augurandosi che nn scarichino volontariamente in molti.pensate a che succederebbe se la legge autorizzasse questa cosa...inizierebbe a farlo anche chi nn ha mai avuto o usato un pc in casa sua.insomma sa tanto di quelle norme calcistiche dove l'arbitro se si difende la grande squadra chiama sempre il fuorigioco avversario,o il fallo di confusione e lo stesso fuorigioco,il fallo di mano in area o altri episodi sono sempre a sua totale discrezione.scusatemi per la lunghezza ,ma penso di essere stato molto chiaro.
          • gatsu99 scrive:
            Re: Non ho capito un tubo
            in pratica non è chiaro una tuboil provider controlla se commetti un illecito okcome ? ti sniffa tutti i pacchetti e se si come controlla e distingue il p2p dal resto ? e ancora per farlo avrà delle speseche ovviamente saranno appiopate a noi ergo i costi di connessione aumenterebbero di un bel pò ...se si basa su quello che dicono le major apriti cielo in quantobasta che loro dicano l'utente x scarica x mp3 e fine
  • Anonimo scrive:
    SAPETE COME LA PENSO?
  • Anonimo scrive:
    Testimonianza...
    Ieri mi è successa una cosa che mi ha fatto riflettere: un mio collega è arrivato in ufficio, portando con se l'ultimo cd originale di un noto cantante, che è uscito proprio in questi giorni (tanto per non fare nomi le iniziali sono V.R.). Il cd, come detto era originale ed era stato acquistato dal mio collega, il quale subito lo ha rippato in file mp3 e l'ho ha uploadato su un server raggiungibile da tutti i client della nostra lan; nel mio ufficio molte persone lo hanno scaricato sul loro pc, altri lo hanno masterizzato in loco; io personalmente non l'ho fatto perché il cantante in questione non mi piace, tuttavia l'ho fatto in occasioni precedenti con altri dischi. Ebbene, cos'è il p2p se non una rivisitazione in grande stile di fenomeni come questo? Nessuno ha accusato nessuno di essere un criminale, il possessore del cd l'ho ha messo in condivisione sua sponte e non ha accusato nessuno di essere un "puzzone" che sfrutta li acquisti degli altri. Sarà ma a pensare che i miei 20 colleghi sono criminali proprio non ci riesco...
    • Anonimo scrive:
      Re: Testimonianza...
      Hai la mia solidarietà fratello.Lo faccio anche io.Nella LAN del TRIBUNALE.
      • TPK scrive:
        Re: Testimonianza...
        - Scritto da: Anonimo
        Hai la mia solidarietà fratello.

        Lo faccio anche io.

        Nella LAN del TRIBUNALE.Di "giuro"!
    • Anonimo scrive:
      Re: Testimonianza...
      Guarda che se stiamo alle leggi è reato prestare un dvd o un cd anche al tuo vicino di casa... puoi usufruire di tali beni solo in ambito familiare....fossi in te andrei a denunciare i tuoi colleghi ai carabinieri....
      • Anonimo scrive:
        Re: Testimonianza...
      • Anonimo scrive:
        Re: Testimonianza...
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che se stiamo alle leggi è
        reato prestare un dvd o un cd anche al tuo
        vicino di casa... puoi usufruire di tali
        beni solo in ambito familiare....
        fossi in te andrei a denunciare i tuoi
        colleghi ai carabinieri....Ok, ma non era questo che volevo mettere in evidenza, volevo semplicemente dire che anche bloccando il p2p si risolve poco; quanti miei colleghi ora compreranno il cd? nessuno, quanti usano il p2p? nessuno (non hanno adsl), ma il danno è fatto lo stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Testimonianza...
      - Scritto da: Anonimo
      Ieri mi è successa una cosa che mi ha
      fatto riflettere: un mio collega è
      arrivato in ufficio, portando con se
      l'ultimo cd originale di un noto cantante,
      che è uscito proprio in questi giorni
      (tanto per non fare nomi le iniziali sono
      V.R.). Il cd, come detto era originale ed
      era stato acquistato dal mio collega, il
      quale subito lo ha rippato in file mp3 e
      l'ho ha uploadato su un server raggiungibile
      da tutti i client della nostra lan; nel mio
      ufficio molte persone lo hanno scaricato sul
      loro pc, altri lo hanno masterizzato in
      loco; io personalmente non l'ho fatto
      perché il cantante in questione non
      mi piace, tuttavia l'ho fatto in occasioni
      precedenti con altri dischi.
      Ebbene, cos'è il p2p se non una
      rivisitazione in grande stile di fenomeni
      come questo? Nessuno ha accusato nessuno di
      essere un criminale, il possessore del cd
      l'ho ha messo in condivisione sua sponte e
      non ha accusato nessuno di essere un
      "puzzone" che sfrutta li acquisti degli
      altri. Sarà ma a pensare che i miei
      20 colleghi sono criminali proprio non ci
      riesco...Ed e' bene tenere presente che il cd di Vasco Rossi essendo una di quelle copie "non compact disc" sono "contro al pirateria" ma non sono cd a tutti gli effetti ma una cosa simile, non funzionano in una larga percentuale di sterei e soprattutto autoradio...mentre se rippi e ti fai tu il cd funziona dappertutto...quindi perche' devo pagare 25 euro per una cosa che nbon funziona? (e vi assicuro che la frustazione di mio cugino per sta cosa e' tremenda visto che non gli funziona ne' nello stereo di casa ne in auto) perche' comprarlo originale quando la copia si sente bene a differenza dell'originale?
    • gerry scrive:
      Re: Testimonianza...
      - Scritto da: Anonimo
      l'ultimo cd originale di un noto cantante,
      che è uscito proprio in questi giorni
      (tanto per non fare nomi le iniziali sono
      V.R.). Il cd, come detto era originale ed
      era stato acquistato dal mio collega, il
      quale subito lo ha rippato in file mp3 Ma questo CD non dovrebbe essere protetto da sofisticatissime tecnologie anticopia?
      • TPK scrive:
        Re: Testimonianza...
        - Scritto da: gerry
        Ma questo CD non dovrebbe essere protetto da
        sofisticatissime tecnologie anticopia?Si, ma in realta' sono tecnologie antiascolto!
      • Anonimo scrive:
        Considerazioni
        Ricordate che:* la semplice tassa su qualcosa, che nel caso della tassa sui cd vergini e sui supporti masterizzazione diventa "tassa sull'illegalità", non garantisce la legalità.* a mio parere si dovrebbe considerare meglio la questione della differenza semantica tra "condividere" e "distribuire": come fatto notare da molti, anche avvocati, il condividere su un hub, simile a una sorta di circolo privato, non è assimilabile al "distribuire" poichè la messa in condivisione è l'unico modo per dimostrare di essere un "estimatore" di un particolare argomento, ad esempio gli Anime.Purtroppo non sono un avvocato ma credo che sarebbero spunti interessanti da considerare.Saluti a tuttiAlfio
  • Anonimo scrive:
    LAVORI DELLA COMMISSIONE CULTURA
    Si veda quanto affermato dal sottosegretario Nicola Bono a nome del governo e riportatato ufficialmente sul resuconto dei lavori della Commissione stessa del 07 aprile 2004http://www.camera.it/chiosco.asp?cp=2&position=Documenti|barraindietro|Resoconti%20parlamentari|barraindietro|Bollettino%20Giunte%20e%20Commissioni&source=http%3A//www.camera.it/Docesta/312/6201/6202/documentotesto.ASP&content=/_dati/leg14/lavori/bollet/200404/0407/html/07/frame.htm. In particolare alla pagina 166 sul ruolo dei provider. Ne riporto uno stralcio:"Osserva inoltre che il comma 6, relativo all'obbligo di comunicazione, conseguente all'»effettiva conoscenza» di situazioni potenzialmente illecite, verrebbe più attentamente formulato, al fine di evitare equivoci sulla reale portata della disposizione. La conoscenza delle situazioni, in sostanza, prescinde da qualsiasi obbligo di controllo attivo sui contenuti della rete. Segnala quindi l'intenzione di prevedere una rivisitazione delle sanzioni, corrispettive alla violazione dei predetti obblighi, al fine di armonizzarne gli importi con quelli previsti nel decreto legislativo n. 70 del 2003".Nell'emendamento che il Governo ha intenzione di portare si esclude qualsiasi obbligo di controllo attivo sui contenuti della rete, mitigando alquanto il ruolo di "sceriffi di Internet", contrariamente invece a quanto affermato dall'articolo di Punto Informatico, se non ho capito male.
    • Anonimo scrive:
      Re: LAVORI DELLA COMMISSIONE CULTURA
      Altrettanto importante appare, a suo giudizio, la prevista soppressione delle norme volte a sanzionare l'attività di condivisione di file fra utenti. Si stempera in tal modo l'eccessiva rigidità, cui pare ispirarsi il provvedimento in titolo, in materia sanzionatoria. Nel rinviare alla lettura dell'emendamento per la valutazione delle ulteriori innovazioni che si propone di introdurre, ne raccomanda pertanto l'approvazione, invitando al ritiro dei restanti emendamenti riferiti all'articolo 1quindi la CONDIVISIONE non verrà punita...capito Ekleptical??? TIE' !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LAVORI DELLA COMMISSIONE CULTURA
      Voglio aggiungere peraltro che restando comunque in piedi i commi 4,5,6 dell'art. 1, i provider resterebbero comunque gli sceriffi di Internet, anche se in modo mitigato, per cui mi sembra giusto quanto sottolineato dall'On. Graffagnini di non ritirare gli emendamenti a meno che non venga elimnato il ruolo attivo dei Previder.
  • nefasto scrive:
    punto su DL Urbani
    Essendo un decreto per diventare legge deve essere convertito entro 60 gg dalla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. Inoltre deve essere presentato alle camere entro 15gg un disegno di legge. Tuttavia questo è stato ritirato per palese incostituzionalità. Per quel poco che ne capisco e usando un po' di logica mi sembra che in questo momento il decreto sia come se non esistesse o almeno "sospeso" nei suoi effetti, visto che la pregiudiziale di incostituzionalità dei DS è stata accettatadal Governo. In caso contrario questi parlamentari si sarebbero rivolti alla Consulta che avrebbe dato loro ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: punto su DL Urbani
      ma dove vivi??la pregiudiziole di costituzionalità è stata ritirata dai DS appena 2 ore dopo la sua presentazione.voglio solo ricordare che il decreto è stato approvato e pubblicato sulla G.U. e non è MAI stato ritirato.QUINDI è ANCORA LEGGE!!
      • nefasto scrive:
        Re: punto su DL Urbani
        - Scritto da: Anonimo
        ma dove vivi??In Italia
        la pregiudiziole di costituzionalità
        è stata ritirata dai DS appena 2 ore
        dopo la sua presentazione.Perchè il Governo aveva accettato di modificarlo condividendone i motivi
        voglio solo ricordare che il decreto
        è stato approvato e pubblicato sulla
        G.U. e non è MAI stato ritirato.
        QUINDI è ANCORA LEGGE!!al massimo ha valora di legge. Studiati Diritto Costituzionale.
        • Anonimo scrive:
          Re: punto su DL Urbani
          caro principe del foro alias studentello scroccone al 2 anno di giurisprudenzanon so perchè perdo tempo a risponderti....cmq ti ripeto che la pregiudiziale di costituzionalità non è stata neanche votata quindi la tua frase "visto che la pregiudiziale di incostituzionalità dei DS è stata accettatadal Governo" non è corretta.quindi non venirmi a trovare il pelo nell'uovo con "ha valore di legge o è una legge" perkè allo stato dei fatti è la stessa cosa visto che nei 60 giorni come dici te "ha valore di legge.....buona vita
          • nefasto scrive:
            Re: punto su DL Urbani

            caro principe del foro alias studentello
            scroccone al 2 anno di giurisprudenzaMi mancano 2 esami. Diritto Costituzionale l'ho fatto e tu non sai neanche dove sta di casa. Sullo scroccone potrei denunciarti per diffamazione ma soprassediamo.
            quindi non venirmi a trovare il pelo
            nell'uovo con "ha valore di legge o è
            una legge" perkè allo stato dei fatti
            è la stessa cosa visto che nei 60
            giorni come dici te "ha valore di legge.....Se vai in una biblioteca la Costituzione è a tua disposizione magari impari qualcosa di utile, visto che consideri pelo nell'uovo un principio costituzionale. Se un giorno pelo nell'uovo fosse considerato qualcos'altro tipo il diritto al voto che diresti?
            non so perchè perdo tempo a
            risponderti....Evidentemente non hai meglio da fare o sei uno scioperato
            cmq ti ripeto che la pregiudiziale di
            costituzionalità non è stata
            neanche votata quindi la tua frase "visto
            che la pregiudiziale di
            incostituzionalità dei DS è
            stata accettata dal Governo" non è
            corretta.Mi sono espresso male la pregiudiziale dei DS in effetti non è stata votata su promessa del Governo di riformulare il DL in modo da renderlo non palesemente incostituzionale, in conseguenza di ciò il Disegno di Legge di conversione del Decreto Urbani è stato ritirato.
            buona vitaAnche a te==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 12.09.38
          • Anonimo scrive:
            Re: punto su DL Urbani
            a me risulta che il decreto è stato pubblicato sulla G.U.se fosse stato ritirato "credo", nella mia ignoranza, che una comunicazione in tal senso sarebbe apparsa proprio sulla gazzetta ufficiale.se questo non è stato fatto presumo, sempre nella mia ignoranza, che se ti pescano 1500 euri di multa etc etc etc non te li toglie nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: punto su DL Urbani
            Non litigate per cretinate... state attenti, il DL è pienamente efficacem quindi, improbabile perchè c'è una marea di "se" ma se vi dovessero beccare sarete sottoposti alle misure amm.ve previste dal Decreto stesso. Pazientate fino al 19Aprile, fino a quel giorno e qualora non ci siano modifiche e/o ritiro stesso il DL Urbani è pienamente efficace.
          • Anonimo scrive:
            Re: punto su DL Urbani
            - Scritto da: Anonimo
            Non litigate per cretinate... state attenti,
            il DL è pienamente efficacem quindi,
            improbabile perchè c'è una
            marea di "se" ma se vi dovessero beccare
            sarete sottoposti alle misure amm.ve
            previste dal Decreto stesso. Pazientate fino
            al 19Aprile, fino a quel giorno e qualora
            non ci siano modifiche e/o ritiro stesso il
            DL Urbani è pienamente efficace.Magari! ho qui il bocconcino avvelenato! che vengano che vengano! che ci facciamo 4 risate! :-P
  • Anonimo scrive:
    Tasse sul Software di masterizzazione?
    Ma scusate perchè c'è qualche pollo qui che può permettersi di pagare il software? Avete presente quanto vi costerebbe avere un pc se doveste pagare le licenze di ogni singolo software che possedete? ma non scherziamo dai...
    • zibo scrive:
      Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma scusate perchè c'è qualche
      pollo qui che può permettersi di
      pagare il software? Avete presente quanto vi
      costerebbe avere un pc se doveste pagare le
      licenze di ogni singolo software che
      possedete? ma non scherziamo dai...esistono anche software free. ora io vorrei capire se mi scarico una distro di linux con dentro un cdrecord devo pagare una tassa??!!?? mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
        Io pago il software, ci lavoro, guadagno e margino.Sono un pollo?:(
        • Anonimo scrive:
          Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
          no perchè ci lavori... un conto e lavorarci, un conto e averlo a casa per hobby. Solo un pazzo compera office per tenerlo a casa e scriverci i pensierini. L'utente medio non è in grado di pagare tutto il software che ha nemmeno volendo. Voglio vedere chi paga l'abbonamento annuale all'antivirus...Enon mi venite a dire che dietro ai pacchetti che paghimigliai di euro c'è più lavoro di quello presente sui videogiochi perchè vi rido in faccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
            qualcuno ha considerato il perchè si debba apgare una tassa sul software di masterizzazione?Per carità, come concetto è giusto, forse sacrosanto, visto che ci potremo scaricare e masterizzare tutti i film, gli mp3, i giochi e programmi che vogliamo GRATIS e legalmente, ma a questo punto chi ci vieta di scaricare in eguale maniera Nero e affini sempre gratis, con la benedizione del nostro (finalmente caro) legislatore?La tassa varrà solo per chi utilizzerà tali software ad uso professionale.Per una volta, davvero VIVA L'ITALIA e l'attuale governo, che con questa legge mi ha fatto quasi digerire la nuova patente a punti!Buon dopo-Urbani a tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
            Ma sapete leggere? ALLORA non è perchè vi mettono la tassa sul masterizzatore legalizzano lo scaricamento di files sotto copyright... masono settimane che se ne parla e c'è gente che non ha ancora capito un tubo...Dai venitemi a dire magari che votate Berlusconi e ne siete fieri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse sul Software di masterizzazione?
      - Scritto da: Anonimo
      Ma scusate perchè c'è qualche
      pollo qui che può permettersi di
      pagare il software? Avete presente quanto vi
      costerebbe avere un pc se doveste pagare le
      licenze di ogni singolo software che
      possedete? ma non scherziamo dai...Ma il bello e' dove va la tassa? all'autore del software? Nooooo quello non e' un AUTORE con la A maiuscola non ha neppure un contratto con le major! ma scherziamo! i soldi vanno alle major cosa pensavate!E' giusto e' buono ed e' sacrosanto!Pagaaaaareeeeee popolo di "consumatori" utonti e sempre meno cittadini!Pagaaareeee siete al mondo per questo! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Tasse sul Software di masterizzazion

      Ma scusate perchè c'è qualche
      pollo qui che può permettersi di
      pagare il software?se nella scatola del masterizzatore hai trovato una versione "omaggio" di Nero o altro, pensi di non averla pagata ? E' compresa nel prezzo del masterizzatore, ovviamente, l'unico vantaggio che probabilmente la Plextor/Yamaha/LG, etc, la pagano molto meno di quanto la dovresti pagare tu se la compri a parte, ma comunque un tot la paghi, per cui, se passa la tassa, probabilmente aumenteranno un po' i prezzi dei masterizzatori, perchè ci sarà una tassa sull'apparecchio e una sul software dato insieme.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tasse sul Software di masterizzazion
        - Scritto da: Anonimo


        Ma scusate perchè c'è
        qualche

        pollo qui che può permettersi di

        pagare il software?

        se nella scatola del masterizzatore hai
        trovato una versione "omaggio" di Nero o
        altro, pensi di non averla pagata ? E'
        compresa nel prezzo del masterizzatore,
        ovviamente, l'unico vantaggio che
        probabilmente la Plextor/Yamaha/LG, etc, la
        pagano molto meno di quanto la dovresti
        pagare tu se la compri a parte, ma comunque
        un tot la paghi, per cui, se passa la tassa,
        probabilmente aumenteranno un po' i prezzi
        dei masterizzatori, perchè ci
        sarà una tassa sull'apparecchio e una
        sul software dato insieme.
        Io non ho trovato, non voglio trovare, ne voglio pagare ne nero ne altro!Cio' che uso (linux nella fattispecie) son c..i miei e totalmente miei e non pago ne paghero' mai un ciufolo di questa ipotizzata tassa se credono che vengano pure a incassare! Sempre che ci riescano! :-P
  • Anonimo scrive:
    Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
    Masterizzare materiale coperto da copyright e' leggittimato, visto che pago codesto materiale dal supporto all'hardware, quindi posso farlo e in qualsiasi tribunale andro' il giudice mi dara' ragione visto che pagando la siae 2 volte e' come se avessi pagato il film, disco o altro...quindi l'uso del P2p per uso personale, masterizzazione personale, senza vendere, e' legale e leggittimato a tutti gli effetti.Fondamentalmente questa e' la strada seguita dal parlamento e pensandoci bene un 3% sul masterizzatore che comprero' probabilmente una volta ogni 2-3 anni non e' che pesa molto...quindi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
      Ma non dire castronerie... Scaricare non è legale affatto. il concetto di uso personale è una bufala. basta che metti qualcosa in share è sei fregato. Hanno solo tacitato gli Utonti che credono di aver vinto. L'unica speranza è che i provider facciano pressioni per essere sollevate dal ruolo che il decreto gli appioppa. Il problema è che Telecom, che ha ancora il monopolio, è perfettamente d'accordo col decreto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
        - Scritto da: Anonimo
        Ma non dire castronerie... Scaricare non
        è legale affatto. il concetto di uso
        personale è una bufala. basta che
        metti qualcosa in share è sei
        fregato. Hanno solo tacitato gli Utonti che
        credono di aver vinto. L'unica speranza
        è che i provider facciano pressioni
        per essere sollevate dal ruolo che il
        decreto gli appioppa. Il problema è
        che Telecom, che ha ancora il monopolio,
        è perfettamente d'accordo col
        decreto...Avevo risposto spiegandoti perche' le "castronerie" (io le chiamo stronzate) le dici tu che vivi in un mondo che non esiste...ma il moderatore ha spostato il messaggio...si vede che a PI fa comodo far capire cose non vere alla gente...come e' sempre stato del resto
        • t1000 scrive:
          Re: Scaricare e masterizzare ora e' lega
          Il mesg è stato spostato perché:I messaggi inseriti non devono contenere pubblicità, essere offensivi, ledere la dignità altrui o essere palesemente off topic.LEGGI LA POLICY DEI FORUM
        • Anonimo scrive:
          Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
          Non era mia intenzione offenderti, è solo che la realtà è questa: il decreto è volutamente oscuro.. un po perchè chi lo ha fatto ne capisce poco, un po perchè così può essere interpretato ad hoc per ogni occasione. "uso personale" è un concetto non applicabile allo share.... nel momento che metti in upload qualcosa POTRESTI ESSERE GIA' NELLO SPACCIO... e quindi sanzionabile a volontà. L'unico vantaggio che abbiamo avuto dalla revisione del decreto è di natura economica. Se ti beccano non pagherai più 1500 ? comunque, ma restano comunque in vigore le vecchie normative.Anzi ti dico di più.. che stanno vincendo loro perchè basta vedere quanti utenti hanno smesso di condividere, quanti server sono chiusi o hanno disabilitato lo share. per non parlare dei siti dedicati al p2p che sono chiusi, con i loro admin spariti nel nulla.Il terrorismo è un metodo che funziona... Forse sei tu che dovresti rtenderti conto che il mondo in cui vivo io è più vicino alla realtà del tuo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
            - Scritto da: Anonimo
            Non era mia intenzione offenderti, è
            solo che la realtà è questa:
            il decreto è volutamente oscuro.. un
            po perchè chi lo ha fatto ne capisce
            poco, un po perchè così
            può essere interpretato ad hoc per
            ogni occasione. "uso personale" è un
            concetto non applicabile allo share.... nel
            momento che metti in upload qualcosa
            POTRESTI ESSERE GIA' NELLO SPACCIO... e
            quindi sanzionabile a volontà.
            L'unico vantaggio che abbiamo avuto dalla
            revisione del decreto è di natura
            economica. Se ti beccano non pagherai
            più 1500 ? comunque, ma restano
            comunque in vigore le vecchie normative.
            Anzi ti dico di più.. che stanno
            vincendo loro perchè basta vedere
            quanti utenti hanno smesso di condividere,
            quanti server sono chiusi o hanno
            disabilitato lo share. per non parlare dei
            siti dedicati al p2p che sono chiusi, con i
            loro admin spariti nel nulla.
            Il terrorismo è un metodo che
            funziona... Forse sei tu che dovresti
            rtenderti conto che il mondo in cui vivo io
            è più vicino alla
            realtà del tuo.Ok..se la metti cosi' ti do ragione...pero' da qui a dire che Telecom vede di buon occhio il decreto..ce ne passa....fondamentalmente e' vero...ma presto molti si accorgeranno che e' mero "terrorismo psicologico" e allora pian piano si tornera' tutti a scaricare....anche se devo dire la verita' pensavo "scappasse" piu' gente in questo periodo...invece i network (almeno quello che frequento io) sono belli pieni di contenuti e di gente :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Scaricare e masterizzare ora e' legale!!
            io continuo a sostenere che nulla avviene per caso... 1) Telecom raddoppia la banda minima da 256 a 640.2) Nasce in fretta e furia Rosso Alice3) I provider concorrenti sono costretti a raddoppiare la banda anche loro, andando incontro a parecchi disservizi, causa impreparazione dela loro rete.4)Esce il decreto: multone per chi scarica film (Berlusconi è più interessato a colpire il divx che l'mp3 vedi "Medusa", e obbligo ai provider di vigilare pena multazza anche per loro5)ci sono proteste da parte delle aziende di telefonia fissa, la prevista ammenda per gli utenti viene tolta, ma resta (pare) la parte che riguarda i provider.6)possibile che non riescano a fare pressioni per levare anche quella?7) non è che magari a telecom che può già vendere mp3 online, il decreto faccia comodo.8)non è che magari il decreto colpisca molto di più la concorrenza?Naturalmente è solo una mia opinione
  • Anonimo scrive:
    Il vero problema...
    Il vero problema è che stiamo cercando di interpretare "a rigor di logica" quanto scritto da persone che non hanno per niente le idee chiare sull'argomento che stanno trattando!...mi riferisco a chi sta pateticamente tentando di legiferare sull'argomento, sommando una brutta figura sull'altra!La realtà è sempre quella: sono dei dilettanti! :)
  • Anonimo scrive:
    p2p avanti tutta
    tasse sui cd, tasse sui masterizzatori, magari in futuro anche una tassa sulle connessioni (anche se per adesso dicono di no)...tutto ciò non fa che incentivare l'uso del p2p, perchè è chiaro che i più che non scaricano nulla si sentiranno dei fessi. Come al solito c'è sempre molta iprocrisia da parte dei governanti e dalle case cinematografiche e discografiche. E' chiaro che la crisi del mercato discografico non è imputabile al file sharing (o almeno non solo ad esso) e che questi signori stanno cercando di fare i quattrini su internet. Siccome non possono impedire alla gente di condividere ecco se ne escono con odiosi balzelli per lucrare ancora di più. La soluzione è trovare il modo di svincolare sempre più la musica dai supporti fisici....
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p avanti tutta
      - Scritto da: Anonimo
      tasse sui cd, tasse sui masterizzatori,
      magari in futuro anche una tassa sulle
      connessioni (anche se per adesso dicono di
      no)...tutto ciò non fa che
      incentivare l'uso del p2p, perchè
      è chiaro che i più che non
      scaricano nulla si sentiranno dei fessi.
      Come al solito c'è sempre molta
      iprocrisia da parte dei governanti e dalle
      case cinematografiche e discografiche. E'
      chiaro che la crisi del mercato discografico
      non è imputabile al file sharing (o
      almeno non solo ad esso) e che questi
      signori stanno cercando di fare i quattrini
      su internet. Siccome non possono impedire
      alla gente di condividere ecco se ne escono
      con odiosi balzelli per lucrare ancora di
      più. La soluzione è trovare il
      modo di svincolare sempre più la
      musica dai supporti fisici....Infatti...masterizzare materiale coperto da copyright e' leggittimato, visto che pago codesto materiale dal supporto all'hardware, quindi posso farlo e in qualsiasi tribunale andro' il giudice mi dara' ragione visto che pagando la siae 2 volte e' come se avessi pagato il film, disco o altro...quindi l'uso del P2p per uso personale, masterizzazione personale, senza vendere, e' legale e leggittimato a tutti gli effetti
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p avanti tutta
      adesso non stiamo sempre a lamentarci... se tuttosommato (ma dubito sara' cosi') si potra' scaricare nuovamente, io la pagherei una tassetta' sui masterizzatori e altro (di masterizzatore ne compre uno ogni 2 anni seppure..), e riprenderei pure a frequentare i cinema (ho smesso per protesta), ma ho paura che le cose andranno diversamente, non si potra' scaricare piu', e magari ci terremo pure le nostre belle tasse...per adesso bisogna attendere, poi, quando sara' delineato tutto per bene decideremo se insorgere o no.per adeso bisognerebbe solo evitare inutili commenti..
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p avanti tutta
      -
      incentivare l'uso del p2p, perchè
      è chiaro che i più che non
      scaricano nulla si sentiranno dei fessi.
      Come al solito c'è sempre molta
      iprocrisia da parte dei governanti e dalle
      case cinematografiche e discografiche. E'
      chiaro che la crisi del mercato discografico
      non è imputabile al file sharing (o
      almeno non solo ad esso)Concordo in pieno. Quando introdussero la tassa sui supporti, molta gente la scambio' erroneametne per una legittimazione a scambiare. Altrettanta gente la prese per una legittimazione "morale".E' chiaro che adesso la maggior parte delle persone si sentira' presa in giro a pagare una doppia tassa (sui masterizzatori e sui cd) e a non poter scaricare nulla!Continuera' a scaricare con magno gaudio prendendo come carta igienica gli "avvisi" sulle home page dei providers.
  • Anonimo scrive:
    Ma che idea geniale!!!
    Imporre una tassa sul software di masterizzazione è un'idea così geniale che solo potrebbe averla un politico. Così sorge una motivazione in più per piratare il software di masterizzazione.Sveglia, politici!!! :
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che idea geniale!!!
      dopo la tassa sui CD vergini (ricordiamoci che cazzata...la atssa è stata messa perchè siamo tutti pirati fetenti e la tassa dovrebbe andare agli autori per ricompensare i mancati introiti..già, come se Lucio Dalla e Jovanotti hanno biosgno di questi soldi altrimenti vanno in giro a mendicare...) ora la tassa sui masterizzatori e software per masterizzare..il prossimo passo quale sarà??? metteranno la tassa sui PC comprati perchè li compriamo per usare l'ADSL e quindi scaricare film & company e poi amsterizzarli???
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che idea geniale!!!
        Forse è una (troll)(troll)ata ...Per la "tassa" sui pc, corre voce che ci stia pensando Mamma RAI (e una voce e non so quanto fondata). Pare che gli ispettori RAI pretendano il canone anche sul computer visto che potrebbe essere adattato a ricevere trasmissioni radiotelevisive (scheda tv). La "pretesa" pare avvallata da un regio decreto (!!!)Non ho la televisione (durante la naja ho scoperto che si vive meglio senza - i notiziari me li vedo in streaming su internet). Voglio proprio vedere come riescono a farmi pagare il canone.Ciaose qualcuno sa qualcosa di questa faccenda mi risponsa pls.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che idea geniale!!!
          - Scritto da: Anonimo
          Forse è una (troll)(troll)ata ...

          Per la "tassa" sui pc, corre voce che ci
          stia pensando Mamma RAI (e una voce e non so
          quanto fondata). Pare che gli ispettori RAI
          pretendano il canone anche sul computer
          visto che potrebbe essere adattato a
          ricevere trasmissioni radiotelevisive
          (scheda tv). La "pretesa" pare avvallata da
          un regio decreto (!!!)

          Non ho la televisione (durante la naja ho
          scoperto che si vive meglio senza - i
          notiziari me li vedo in streaming su
          internet). Voglio proprio vedere come
          riescono a farmi pagare il canone.

          Ciao

          se qualcuno sa qualcosa di questa faccenda
          mi risponsa pls.Mamma Rai ci sta pensando???A quanto ne so c'e' gia' la legge:CHI DEVE PAGARE IL CANONE:Secondo quanto dispone l'Art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, il canone dev'essere corrisposto da chiunque detenga uno o piu' apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualita' o dalla quantita' del relativo utilizzo (Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 - Sentenza cassazione 3/8/1993 n.8549).se vuoi il link :http://www.abbonamenti.rai.it/generici/FAQ.asp?codarea=24in pratica anche chi possiede cellulari (non solo computer) predisposti appunto alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive ... dovrebbero pagare il canone.Insomma, la legge c'e' gia', che poi venga applicata ...spero di esserti stato di aiuto Ciao
  • Anonimo scrive:
    Facciamo un po' di chiarezza...
    Visto che ultimamente ho letto topicin cui si parla di sanzioni penali reintrodotte a causa della modifica del decreto, vediamo di dare informazioni un po' più chiare...PRIMA del DL URbani era in vigore la Legge 18 agosto 2000, n. 248, che sanziona la diffusione illecita tramite qualunque mezzo, anche via cavo e quindi P2P (senza scopo di lucro), o la distribuzione gratuita di un numero inferiore alle 51 copie di un materiale protetto da DdA con la sanzione AMMINISTRATIVA di 300.000 lire (sinceramente ignoro eventuali aggiornamenti all'euro).Quindi parlare di reintroduzione di sanzioni penali mi sembra un po' fuori luogo...Per chi volesse approfondire (e per tutti quelli che non si fermano alle chiacchere) qui c'è l'URL del testo di legge, che ognumo può leggere e commentare da sé: http://www.interlex.it/testi/l00_248.htm#14 (articoli 14 e seguenti).Apero di esser stato utile, a presto!! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo un po' di chiarezza...
      Ah, dimenticavo... una lettura utile ed illuminante è anche questa: http://www.monteleone-morra.com/art2.shtmlAncora ciao, e scusate gli errori d'ortografia del messaggio precedente: ho le dita incerottate... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Facciamo un po' di chiarezza...
      - Scritto da: AnonimoQuesto è il commento dell'avvocato Mnotti riguardo l'art.174-ter del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 68 che prima del decreto Urbani regolava tutto il file sharing (attualmente in vigore esclusivamente per i file musicali e le altre opere escluso i file cinematografici ed affini)Il nuovo art. 174-ter l.d.a.La seconda novità incidente sulla materia penale è rappresentata dall?art. 174-ter l.d.a. il quale si applica "purché il fatto non concorra con i reati di cui agli articoli 171, 171-bis, 171-ter, 171-quater, 171-quinquies, 171-septies e 171-octies".Si tratta di una fattispecie amministrativa, opportunamente ricondotta nel corpus della l. 633/1941, figlia del previgente art. 16 l. 248/2000, disposizione abrogata proprio dal decreto in commento, dal quale, però, si distingue sia per l?adozione di una formula leggermente diversa[11], sia per l?"aggiornamento" alle misure tecnologiche e che sanziona la "sprotezione" di opere e materiali mediante "strumenti atti ad eludere le misure tecnologiche di protezione" nonché l?acquisto o il noleggio di "attrezzature, prodotti o componenti atti ad eludere misure di protezione tecnologiche".In buona sostanza, dunque, la sanzione amministrativa può essere applicata al fruitore ultimo[12] peraltro prevalendo, in rapporto di specialità amministrativa ex art. 9 l. 689/1981, sul reato di ricettazione già di dubbia applicazione attesa l?immaterialità delle opere dell?ingegno[13].La disposizione prevede una sanzione pari a 154 euro[14] e quelle accessorie della confisca del materiale e della pubblicazione del provvedimento su un giornale quotidiano a diffusione nazionale.In caso di recidiva o di fatto grave per la quantità delle violazioni o delle copie acquistate o noleggiate, la sanzione amministrativa è aumentata sino a 1032 euro con applicazione della confisca degli strumenti e del materiale nonché della pubblicazione del provvedimento su due o più giornali quotidiani a diffusione nazionale o su uno o più periodici specializzati nel settore dello spettacolo; se si tratta di attività imprenditoriale, è prevista la revoca della concessione o dell'autorizzazione di diffusione radiotelevisiva o dell'autorizzazione per l'esercizio dell'attività produttiva o commerciale.In concreto ? e volendo trattare un argomento molto dibattuto, spesso confusamente, nei mesi scorsi - la fattispecie amministrativa è applicabile anche al fenomeno del file sharing di opere protette e va smentito recisamente che, attesa l?ordinaria assenza di fini lucrativi, possano applicarsi le sanzioni penali[15] anche per i c.d. "heavy uploaders"[16].
  • Anonimo scrive:
    Re: un attimo di relax
    Stai zitto non dargli idee.. che questi ti mettono come limite 50 kb... e poi scusa è illegale. Nessuno vieta credo di mettere files legali in share... vogliamo anche limitare la quantità fisica? ma perfavore... non dite fesserie
  • Anonimo scrive:
    Questa è la verità!
    Molti parlano di carcere invece delle sanzioni...Ma che grossa cavolata!Ma se il decreto verrà cambiato per tutte le pressioni che ci sono state vi sembra credibile che sia cambiato in peggio...ma non diciamo baggianate .. il carcere per un download, siamo ridicoli!Da quello che sembra si potrà continuare a scambiare files per uso personale e i SP dovranno segnalare i casi di pirateria per lucro e segnalarli alle autorità (La qual cosa è impossibile)Punto e basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è la verità!
      [cut]
      Da quello che sembra si potrà
      continuare a scambiare files per uso
      personale e i SP dovranno segnalare i casi
      di pirateria per lucro e segnalarli alle
      autorità (La qual cosa è
      impossibile)
      Punto e basta.quello che no nsi capisce e' se l'upload e' sanzionato si o no?ricordo che se nessuno offre nulla allora non c'e' nulla da scaricare, potrebbero tentare questa via per avere lo stesso risultato (almeno per i film).o tocchera' scambiarsi i soli mp3 dell'audio italiano?
      • eMuLe scrive:
        Re: Questa è la verità!
        ma se si parla di CONDIVIDERE cosa significa secondo te? non sarà + perseguibile la condivisione per uso personale dunque se io faccio download faccio anche upload capito? sarà legale punto e basta non vedo il problema
  • Anonimo scrive:
    FATE PENA!
    Il concetto di "uso personale" usato nel decreto è apparentemente incomprensibile... Come si può parlare di uso personale quando lo Share ha come filosofia la condivisione tra più utenti? E' uso personale scaricare, ma se metto qualcosa in share, vado probabilmente già oltre.. E' già spaccio... Sembra di essere tornati ai tempi in cui l'uso di droghe leggere era depenalizzato sotto i 5 grammi, poco di più e si era spacciatori incalliti.La questione sui provider come poliziotti, oltre ad essere abbastanza inattuabile, viste le risorse che le aziende di telefonia dovrebbero impiegare (pagare le multe forse gli converrebbe) è possibile che venga ammorbidita o sparisca del tutto.In pratica non è cambiato molto, solo il bieco tentativo di mettere il terrore nell'utenza, cosa che gli è decisamente riuscita, ma non so per quanto posso durare. E' ovvio che fa parte di una strategia, non è un caso che sia in concomitanza con il raddoppio della banda delle dsl, l'apertura di Rosso Alice. Come Ribadisco la miglior risposta che si può dare è NON COMPRARE. Mettete su tutti i servizi di vendita online che volete, tanto io non compro... Solo un idiota acquisterebbe mp3 per pagarli a prezzi folli, vedere film che si bloccano con una qualità di immagine pessima, o scaricare giochi che si trovano a prezzi stracciati su qualsiasi rivista di vg. FATE PENA.Ah dimenticavo vedere i Cartelloni pubblicitari con il faccione rifatto di berlusconi (lo scritto minuscolo apposta) che inneggia alla diffusione di Internet è Tragicomico. Certo che pensare di mettere una tassina sui masterizzatori per ridurre l'Irpef è un po misero... lo ripeto FATE PENA!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: FATE PENA!

      Ah dimenticavo vedere i Cartelloni
      pubblicitari con il faccione rifatto di
      berlusconi (lo scritto minuscolo apposta)
      che inneggia alla diffusione di Internet
      è Tragicomico. Certo che pensare di
      mettere una tassina sui masterizzatori per
      ridurre l'Irpef è un po misero... lo
      ripeto FATE PENA!!!
      (lo scritto minuscolo apposta)Il lo così l'hai scritto volutamente anche questo, vero? Spero
  • Anonimo scrive:
    insomma, non ci si capisce più una sega!
    Mi sono letto e riletto la notizia ("DL Urbani, cancellate le sanzioni")...;Mi sono letto e riletto i commenti e le elucubrazioni di tutti voi...;Morale: Non si capisce quali dovrebbero essere le ripercussioni per la "condivisione", che è cosa ben diversa dallo "scaricare per uso personale"!Io non mi sento tanto contento... non ancora perlomeno!
  • TPK scrive:
    BASTA!!!!!
    Mi spiegate come fa il mio ISP a controllare il mio traffico?Guarda tutti i pacchetti uno ad uno?E non venite fuori con la solita menata sulla quantita' di traffico generato, se uno non vuole far traffico non si prende l'ADSL!
    • Anonimo scrive:
      Re: BASTA!!!!!
      questo è stato detto di continuo, se tu condividi un file protetto, il provider lo scarica da te e recupera il to IP
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTA!!!!!
        o yes, ma visto che non è punibile chi non scarica per scopi di lucro..come si fa a sapere se sto scarciando un film per poi venderlo per strada o per vedermelo in santa pace col mio lettore DVD-DIVX????
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTA!!!!!
          il problema è che questo non è mai stato detto, infatti le modifiche al decreto tolgono le sanzioni per chi SCARICA per fini personali e non dice niente per chi CONDIVIDE! che come tu saprai è la base per il P2P...è questo ciò su cui si sta discutendo!
          • Anonimo scrive:
            Re: BASTA!!!!!
            Quello che accadrà secondo me, è la creazione di circuiti privati in cui sarà molto difficile entrare. il p2p in italia subirà sicuramente una battuta di arresto, il fatto che nessuno può impedire di scambiare tra singoli utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTA!!!!!
        si agirà come in italia si è sempre agito... si cercherà di far vedere che il decreto viene applicato all'inizio poi col passare del tempo ci si dimenticherà persino della sua esistenza.Sto pensando a Fastweb, che ha messo su addirttura un programma propietario di p2p, che anche se non ufficilamente aveva messo su i primi server di winmx curandosi di spiegare anche comne configurarlo al meglio.Cosa faranno ora? la situzione è veramente ridicola
      • TPK scrive:
        Re: BASTA!!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Non credo sappiano nemmeno loro (gli ISP) la
        modalità con cui faranno i controlli,
        non credo potranno controllare
        sistematicamente tutti, si limiteranno a
        fare dei controlli a campione che comunque
        avranno un certo effetto su coloro che
        condividono!!Si, quello di disdire l'abbonamento...Nell'articolo c'e' scritto che i cybercop segnalano agli ISP, i quali prendono misure per impedire il protrarsi dell'illegalita'.Quindi gli sceriffi continuano ad essere le forze dell'ordine, al massimi gli ISP sono quelli che infliggono la pena (chiusura porte, rescissione del contratto...).
      • Anonimo scrive:
        Re: BASTA!!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        questo è stato detto di continuo, se
        tu condividi un file protetto, il provider
        lo scarica da te e recupera il to IPMa la smettiamo con queste emerite boiate??!!
        • Anonimo scrive:
          Re: BASTA!!!!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          questo è stato detto di
          continuo, se

          tu condividi un file protetto, il
          provider

          lo scarica da te e recupera il to IP


          Ma la smettiamo con queste emerite boiate??!!Si basta veramente! il controllo del traffico!.... e il bianconiglio dove si e cacciato? per favoreeee!
  • Anonimo scrive:
    A questo punto, era meglio il Decreto!
    Può sembrare folle, ma analizzando i fatti che si sono susseguiti negli ultimi mesi, per me è di fatto così.Proviamo a fare un pò di luce:- [fino a 2-3 mesi fa] scambiarsi materiali protetti da copyright era illegale (illecito penale per violazione normativa diritto d'autore), ma il Provider si faceva i fatti suoi e le autorità giudiziarie avevano ben altro da fare che perseguire milioni di utenti che si scambiavano canzoni compressi e film scadenti.Risultato: tutti scaricavano tutto con un certo grado di tranquillità.- [1-2 mesi fa] Urbani discute e fa approvare un DL che trasforma i Provider in sceriffi; lo share rimane illegale, ma è prevista una semplice sanzione (max 1500?, oltre che sequestro e pubblicazione), e specificamente per le opere cinematografiche.Risultato: scaricare in tranquillità si fa complicato (se il Provider non ti segnala è rovinato), ma puoi pensare di cavartela solo con una multa ed una brutta figura.- [futuro?] Ritiro delle sanzioni amministrative, ma permane l'obbligo investigativo del Provider. Viene inoltre introdotta un'ulteriore tassa sui supporti.Risultato: il Provider è obbligato a sorvegliare il tuo traffico e a segnalarti; di lì a poco ti trovi le autorità a casa e sei RO-VI-NA-TO. Non so quanti preferiscano sporcarsi la fedina penale che perdere qualche soldo.A voi non risulta che sia così?
    • Anonimo scrive:
      Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
      Non so quanti preferiscano sporcarsi la
      fedina penale che perdere qualche soldo.

      A voi non risulta che sia così?confermo... io sono per le multe ai pirati e il carcere ai recidivi e nessuna tassa! Ho sempre comprato materiale originale e non vedo perche' pagare per permettere ai soliti 4 puzzoni di scaricare a scrocco .. non possiamo fare una petizione anche noi?
      • Anonimo scrive:
        Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
        Mi permetto di ricordarti che non viviamo più nella società industriale, ma in quella dell'informazione dove lo scambio di cultura, dati e informazione appunto ne è la base. Se i prezzi delle opere d'autore (cinema, dvd, cdrom, ...) restano così alti per molti non è possibile potervi accedere rischiamo di rimanere indietro.

        Non so quanti preferiscano sporcarsi la

        fedina penale che perdere qualche soldo.



        A voi non risulta che sia così?

        confermo... io sono per le multe ai pirati e
        il carcere ai recidivi e nessuna tassa! Ho
        sempre comprato materiale originale e non
        vedo perche' pagare per permettere ai soliti
        4 puzzoni di scaricare a scrocco .. non
        possiamo fare una petizione anche noi?
        • Anonimo scrive:
          Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
          Per rispondere al tipo che "compra i CD ORGINALI" vorrei aggiungere che: se presti un tuo cd originale alla tua fidanzata o a un tuo amico fai illecito. Se dimostri che sei un estimatore mettendo in condivisione matriale di cui possiedi il copyright, senza autorizzare per questo gli altri a scaricarlo, commetti illecito. Se ti fai una copia di sicurezza, permessa dalla legge di un DVD, commetti illecito perchè devi necessariamente usare un software che toglie la protezione e questo è un illecito penale indipendentemente dal motivo e dai diritti che hai acquisito. Se il tuo cd o dvd originale non funziona su un qualsiasi supporto che tu hai, difficilmente potrai fartene dare uno che funzioni. Se di fai una copia di sicurezza di un CD audio, paghi due o tre volte la tassa siae ad autore ed editore. Il cinema è la musica sono due dei pochi settori in cui vige uno stato di TRUST all'aperto e legalizzato: come mai i dvd e i cd hanno prezzi "fissi", tranne che le riedizioni dei giornali, indipendentemente dalla legge della domanda e dell'offerta? e come mai se compri lo stesso cd audio appena uscito a Siena lo paghi di più che a Milano? E come mai le compagnie assicurative sono state accusate di fare cartello e le compagnie audio-visive no? e perchè un libro che hai acquistato lo puoi prestare e un cd o dvd no? e perchè le biblioteche possono prestare cd audio o dvd e il privato no? e perchè i dvd si possono noleggiare nelle videoteche a pagamento e non esistono audioteche (tranne che per sei mesi dieci anni fa) che prestano a pagamento i cd audio? e se voglio vedere la "corazzata Potemkin" perchè non ne esiste una copia facilmente rintracciabile in qualche videoteca?Rispondete se potete voi che difendete il copyrightGrazieAlfio
      • Anonimo scrive:
        Re: A questo punto, era meglio il Decret
        ma che significa "carcere per i recidivi?" chi sarebbero costoro? qiali sono i parametri per identificarli? ti faccio presente che il decreto è stato criticato, tra le altre cose, per la mancanza di chiarezza e l'ambiguità attribuita ai termini in questione.... e tu col tuo post fai peggio di urbani.ancora.... se sono davvero "4 puzzoni che vanno a scrocco" pensi davvero che cosi poca gente possa determinare un calo delle vendite pari a quanto affermato dai signorotti che controllano il mercato? pensa prima di rispondere....infine.... da quando ho la possibilità di scaricare qualche divx, vado molto di piu al cinema. Nessuno è depositario della verità assoluta, prima di parlare attivare i (o il ) neuroni, grazie.
      • TPK scrive:
        Re: A questo punto, era meglio il Decret
        - Scritto da: Anonimo
        confermo... io sono per le multe ai pirati e
        il carcere ai recidivi e nessuna tassa! Ho
        sempre comprato materiale originale e non
        vedo perche' pagare per permettere ai soliti
        4 puzzoni di scaricare a scrocco .. non
        possiamo fare una petizione anche noi?Tanto stai gia' pagando la tassa sui supporti, che ti frega...
      • Anonimo scrive:
        Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
    • Anonimo scrive:
      Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
      si esatto anche a me sembra una presa in giro; se i provider dovessero avere sempre il ruolo di investigatori per coloro che condividono dei file "SENZA SCOPO DI LUCRO"? allora ha ancora meno senso parlare di P2P
    • Anonimo scrive:
      Re: A questo punto, era meglio il Decreto!
      Infatti, se tolgono la multa ma mi sequestrano il pc, mi segnalano alla digos, mi bloccano l'accesso a internet e pubblicano il mio nome sul giornale (magari), mi fanno pagare una tassa sul masterizzatoreCOSA CAMBIAAAAAAAAAAA????E ci sarebbe pure qualcuno felice?Dicessero che posso scaricare e condividere senza che nessuno si intrufoli nei fatti miei (provider), non mi sequestrino nulla, allora si.I controlli, da parte delle forze dell'ordine, ci sono sempre stati ed è giusto che ci siano (pedofilia, terrorismo...) ma non ditemi che chiunque (i provider sono soggetti privati) potrà aprire tutta la mia posta per vedere se ho spedito a mio nipote un cd!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A questo punto, era meglio il Decreto!

      - [futuro?] Ritiro delle sanzioni
      amministrative, ma permane l'obbligo
      investigativo del Provider. Viene inoltre
      introdotta un'ulteriore tassa sui supporti.
      Risultato: il Provider è obbligato a
      sorvegliare il tuo traffico e a segnalarti;
      di lì a poco ti trovi le
      autorità a casa e sei RO-VI-NA-TO.
      Non so quanti preferiscano sporcarsi la
      fedina penale che perdere qualche soldo.

      A voi non risulta che sia così?Per niente..spiegami dove hai letto del penale e dove hai letto che l'ISP deve segnalare te che scarichi all'autorita' giudiziaria.L'ISP deve segnalare se sa di attivita' commerciale fatta da un suo abbonato, quindi se tu vendi ben venga l'arresto, altrimenti ti lasciano stare
  • Anonimo scrive:
    Managgia la miseria!!
    Ed ora io come faccio?Una tassa sui Masterizzatori??Il 3%?Di 60 Euro?1 euro di tassa??E mi posso scaricare tutto???IO SONO ROVINATOOOOOO!!!He he he he he he!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Managgia la miseria!!
      e come fai a scaricare tutto?condividerai prima o poi qualcosa... e allora è illegale.Preso... e poi?boh, lo fai solo per uso personale... condividi per uso personale????? ke significa? Chiedilo alla Carlucci
    • Anonimo scrive:
      Re: Managgia la miseria!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ed ora io come faccio?
      Una tassa sui Masterizzatori??
      Il 3%?
      Di 60 Euro?
      1 euro di tassa??
      E mi posso scaricare tutto???

      IO SONO ROVINATOOOOOO!!!

      He he he he he he!!!questo e' il genere di persona che metterei in carcere per poi buttare la chiave Urbani ripensaci!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Managgia la miseria!!
        francamente non capisco perchè "Urbani ripensaci"... se diventa legale scaricare con poca spesa perchè prendersela con chi gioisce? A mio avviso è un passo avanti verso il pregresso, un progresso in cui muterà molto il concetto di copyright a beneficio di tutti e ad un prezzo accessibile a tutti.chiaro che chi può fruire degli stessi servizi, per di più in questo caso non commettendo un illecito, pagando una piccola tassa sia contento. è legittimo.
  • Anonimo scrive:
    film in prima visione nei P2P
    Dunque...voglio prendere come esempio il film "l'ultimo samurai" di Tom Cruise...credo lo conoscete tutti...Considerato il fatto che questo film..come tanti altri..si trovava nei P2P addirittura svariati giorni prima che uscisse la prima visione nei cinema...se ne deduce che chi lo ha messo in circolazione sia QUALCUNO della casa cinematografica stessa.. che ci marcia...eccome se ci marcia!!!!Quindi invece di scassare l'anima a chi lo scarica...perche' non cominciano a chiedersi come mai succede questo andando a fondo della cosa????Probabilmente perche' chiederselo non conviene!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: film in prima visione nei P2P
      bhè non ho notato questo caso specifico però ti posso dire che molti film escono in contemporanea a quando escono al cinema (o subito dopo la prima prima visione) questo è dovuto al fatto che chi fa il DivX prende il DVD americano e poi ci mette l'audio registrato al cinema in Italiano.Alcuni DivX erano addirittura fatti da Cam usate dentro il cinema stesso.Spesso i file con il nome del film che deve ancora uscire sono bufale (e spessissimo sono porno).
      • Anonimo scrive:
        Re: film in prima visione nei P2P
        - Scritto da: Anonimo
        bhè non ho notato questo caso
        specifico però ti posso dire che
        molti film escono in contemporanea a quando
        escono al cinema (o subito dopo la prima
        prima visione) questo è dovuto al
        fatto che chi fa il DivX prende il DVD
        americano e poi ci mette l'audio registrato
        al cinema in Italiano.
        Alcuni DivX erano addirittura fatti da Cam
        usate dentro il cinema stesso.
        Spesso i file con il nome del film che deve
        ancora uscire sono bufale (e spessissimo
        sono porno).Guarda che la gente che lavora nelle multinazionali mette in rete le copie dei DVD transcodificati da DVD-9 a DVD-5 (e spesso con transcodificatori professionali ben migliori di programmi freeware che fanno la stessa cosa con qualità inferiore ed in più tempo), e questo a casa mia si chiama marciarci.Le multinazionali hanno spie interne preposte a combattere spionaggio industriale e atti di sabotaggio da parte di dipendenti.. Ora, possibile che sistematicamente i film di maggiore interesse finiscano in rete in versione DVD praticamente completa anche 3/4 mesi prima dell'uscita ufficiale ? Per la cronaca questo è successo a Matrix Reloaded, Matrix Revolutions, Gothika, Finding Nemo e moltissimi altri.... e si sono visti anche in circuiti P2P e Torrent.... e non parlo di conversioni DVD-
        DiVX ma DVD-
        DVD come quelle che la gente si fa quando affitta un DVD o ne fa una copia per un amico di quelli che ha... Parliamoci chiaro, qui c'è chi ci marcia di brutto su tutta questa storia e non è possibile che le multinazionali facciano tutto ciò perchè sanno bene che alla fine porta loro maggiori introiti, sarà paradossale ma è così (altrimenti non lo farebbero e lo impedirebbero, no?! I mezzi per impedirlo certo non gli mancano!), e poi le associazioni RIAA/MPAA degli stessi piangono ai governi e chiedono sanzioni punitive, carcere e fra un pò pure la ghigliottina in pubblica piazza come nel medioevo ?!? :|Stesso discorso vale per i CD Audio.. Gli album si trovano addirittura in pre-release con svariati mesi di anticipo rispetto alle uscite ufficiali, copie uscite dagli studi di produzione... Al solito, le spie le hanno, la sicurezza la hanno, se non gli convenisse divulgare le copie le bloccherebbero, no? Come mai per anni non si trovavano copie ? Se fosse stato un fenomeno incontrollabile le copie di pre-release sarebbero state diffuse anche prima del boom del P2P in rete... è che ovviamente non gli conveniva "divulgarle" perchè in quel caso ci rimettevano, invece ora con il giro di soldi creato da milioni di utilizzatori sanno di farci più soldi sul giro di copie illegali alla fine che non su quello di quelle legali prezzate a livelli osceni !Che schifo di politica commerciale ! :(Se licenziassero questi geni di manager senza cervello forse avremmo prezzi degli originali bassissimi ed onesti e la pirateria resterebbe ma diverrebbe un fattore secondario, anche senza fini di lucro, perchè almeno il 70% delle persone a prezzi bassi (tipo un CD completo a 2-3 euro massimo o un DVD a 6-9 euro) comprerebbe un buon 80-90% originale e comunque si sentirebbe quasi in colpa per non riuscire a collezionare tutto quello che gli piace e quindi magari dopo aver avuto la copia si comprerà comunque l'originale perchè sa che con il prossimo stipendio (o paghetta dei genitori per chi non lavora) potrà permettersi di rimettersi in pari con gli acquisti anzichè dover accendere un mutuo per comprarsi magari i cofanetti di una serie Tv....
        • Anonimo scrive:
          Re: film in prima visione nei P2P
          Hai perfettamente ragione anche io la pensocosi'....se ne vedono troppi di dvdrip prima ancora che esca il film addirittura in usa...ma chi credono di prendere in giro!?ed e' una vergogna davvero che se ti piacestar trek ad asempio cercano di vendertii cofanetti a prezzi stellari ....io non capiscoma cosa pensano che guadagni la gente ?oppure si va sempre piu verso la venditadi prodotti solo per ricchi ? fregandosenedegli altri ?a me pare un po cosi'...F.
          Se licenziassero questi geni di manager
          senza cervello forse avremmo prezzi degli
          originali bassissimi ed onesti e la
          pirateria resterebbe ma diverrebbe un
          fattore secondario, anche senza fini di
          lucro, perchè almeno il 70% delle
          persone a prezzi bassi (tipo un CD completo
          a 2-3 euro massimo o un DVD a 6-9 euro)
          comprerebbe un buon 80-90% originale e
          comunque si sentirebbe quasi in colpa per
          non riuscire a collezionare tutto quello che
          gli piace e quindi magari dopo aver avuto la
          copia si comprerà comunque
          l'originale perchè sa che con il
          prossimo stipendio (o paghetta dei genitori
          per chi non lavora) potrà permettersi
          di rimettersi in pari con gli acquisti
          anzichè dover accendere un mutuo per
          comprarsi magari i cofanetti di una serie
          Tv....
          • JRoger scrive:
            Re: film in prima visione nei P2P

            oppure si va sempre piu verso la vendita
            di prodotti solo per ricchi ? fregandosene
            degli altri ?

            a me pare un po cosi'...Ma infatti, e secondo me e' una tendenza iniziata molto tempo fa....Io ricordo ancora che quando comprai la casa mi sentii a disagio dovendo accendere un mutuo.Lo so che e' cosa normalissima, ma fino ad allora non avevo MAI comprato a rate, e a parte quel caso non ho MAI comprato se non avevo pronte le palanche. Tutte.Guarda poi come e' andata... Prestiti, finanziarie anche per la tivvu' o la lavatrice, gente magari un po' ingenuotta che vuol tutto subito e crede pure di far l'affare.... E poco tempo fa -ricordi?- anche lo spot, di uno che vuol comprare e la commessa chiama lo stupefatto direttore, che si calma solo quando si parla d'affittare... Bleah....
    • Anonimo scrive:
      Re: film in prima visione nei P2P
      Questo l`ho pensato anche visto che mi e` capitato con diversi film e anche con diversi cd musicali usciti su interne quasi un mese prima della loro uscita in commercio (eminem)e comunque... non c`e` da chiedersi perche` e` lo share... io ne sarei felce se fossi in tePuro spirito di share!- Scritto da: Miry
      Dunque...voglio prendere come esempio il
      film "l'ultimo samurai" di Tom
      Cruise...credo lo conoscete tutti...
      Considerato il fatto che questo film..come
      tanti altri..si trovava nei P2P addirittura
      svariati giorni prima che uscisse la prima
      visione nei cinema...se ne deduce che chi lo
      ha messo in circolazione sia QUALCUNO della
      casa cinematografica stessa.. che ci
      marcia...eccome se ci marcia!!!!

      Quindi invece di scassare l'anima a chi lo
      scarica...perche' non cominciano a chiedersi
      come mai succede questo andando a fondo
      della cosa????

      Probabilmente perche' chiederselo non
      conviene!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: film in prima visione nei P2P
      - Scritto da: Miry
      Dunque...voglio prendere come esempio il
      film "l'ultimo samurai" di Tom
      Cruise...credo lo conoscete tutti...
      Considerato il fatto che questo film..come
      tanti altri..si trovava nei P2P addirittura
      svariati giorni prima che uscisse la prima
      visione nei cinema...se ne deduce che chi lo
      ha messo in circolazione sia QUALCUNO della
      casa cinematografica stessa.. che ci
      marcia...eccome se ci marcia!!!!
      WASHINGTON, 23 GEN - L'Fbi ha arrestato il pirata degli Oscar, dopo avere scoperto su Internet una copia pirata del film di Tom Cruise 'L'Ultimo Samurai'.La copia era collegata da un codice ad un membro della Academy. Gli agenti dell'Fbi hanno fatto irruzione a Chicago nella abitazione di Russell Sprague, trovando centinaia di film illegali e apparecchiature per copiare i video. La cattura agevolata da una innovazione anti-pirateria: i video inviati ai membri della Academy recano un codice individuale. © ANSA
  • Anonimo scrive:
    "uso per sonale"... italian style
    Mi collego ad una qualunque rete P2P e mi scarico Photoshop 8 completo. Lo uso a casa.Nessun problema? Questo sarebbe l'uso "personale"?Ditemi che non è vero, dai...
    • Anonimo scrive:
      Re: "uso per sonale"... italian style
      Uso personale???? accidenti!!! ma tu sei un pirata..pericolosissimo...della rete altro che personale!!!!!!!!! hahahahahaMa finiamola!!!!!Tante baggianate di decreti e contro decreti solo per far capire alla gente (come se non lo sapesse gia') chi sono quelli che comandano sulla terra!!!!Lo sappiamo lo sappiamo..eccome se lo sappiamo!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: "uso per sonale"... italian style
      spero proprio che sia così invece !!!! ..... già da tempo sul mio pc girano solo programmi free o con una politica di licenza differente (e' stato duro ...) .... linux red hat, openoffice, ... non sono gratis si pagano le licenze solo se se ne fa un uso non personale... non sono totalmente connvinto della loro superiorità soprattutto di linux che rispetto a winozzo risulta essere molto grezzo e primitivo ....
      • Anonimo scrive:
        3Dsmax
        I prodotti open non c'entrano, parlavo di copie illegali. Se scarico 3D Studio Max completo "ma lo uso solo io, a casa" allora va tutto bene. Questa sarebbe la tutela dei diritti d'autore?
        • Anonimo scrive:
          Re: 3Dsmax
          se lo usi a casa in maniera non professionale non lo avresti mai acquistato - anche perché ci sono altri programmi freeware che per un utente non professionale vanno altrettanto benein compenso arricchisci le tue conoscenze
          • Anonimo scrive:
            Re: 3Dsmax
            - Scritto da: Anonimo
            se lo usi a casa in maniera non
            professionale non lo avresti mai acquistato
            - anche perché ci sono altri
            programmi freeware che per un utente non
            professionale vanno altrettanto bene

            in compenso arricchisci le tue conoscenzeIo sto facendo un corso di maya, ma mi devo pure esercitare a casa cosa faccio lo compro??? ma sei matto sai quanto costa, lo comprerò un giorno se grazie a quel programma posso lavorare, ma ora come ora per comprarlo mi devo prostituire e credo che vado nell'illegalità nell'altro senso!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: 3Dsmax

            Io sto facendo un corso di maya, ma mi devo
            pure esercitare a casa cosa faccio lo
            compro??? se veramente stessi facendo un corso di maya, sapresti che esiste, appunto, la Personal Learning Edition, che è scaaricabile gratuitamente, oppure ordinabile su CD al modico prezzo di 19$http://www.alias.com/eng/products-services/maya/maya_ple/index.shtmlStesso discorso per 3DS, esiste la versione Gmax, che è completamente gratuita.http://www.discreet.com/products/gmax/
    • Anonimo scrive:
      Re: "uso per sonale"... italian style
      se lo usi a casa in maniera non professionale non lo avresti mai acquistato - anche perché ci sono altri programmi freeware che per un utente non professionale vanno altrettanto benein compenso arricchisci le tue conoscenze
      • Anonimo scrive:
        Re: "uso per sonale"... italian style
        io scarico un programma per farci il qualcosa di non professionale non vuol dire che debba fare qualcosa di limitato o brutto e non mi possano servire pacchetti come 3dstudio max .... mi sembra invece totalmente fuori dal mondo che una persona spenda migliaia di euro per 3dstudio max per farci magari un bellissimo paesaggio 3d da mostrare agli amici o da mettere sul suo sito web per farsi lodare dai visitatori ... e magari farsi assumere da una società di CG che a mio avviso invece DEVE spendere migliaia di euro per quel pacchetto, ma che acquista di fatto anche assistenza, patch, un help desk e di solito pacchetti di consulenza gratuiti e anche personalizzazioni.....!
  • Anonimo scrive:
    Re: Confusione, ma perchè?
    Condividio pienamente quello che hai scritto, visto che una vittoria completa e assoluta è molto difficile ottenerla accontentiamoci di una "pace armata".Però questo non deve farci dimenticare le altre cause (oltre al "terribile" pitupi) della crisi di musica e cinema, principalmente i prezzi troppo alti e i contenuti molte volte troppo bassi.La nostra protesta contro SIAE e Major per adesso continua, vedremo come andrà a finire.Pato -GK-Thematika - Open Music Projecthttp://www.onda.it/thematika
    • sh4d scrive:
      Re: Confusione, ma perchè?
      - Scritto da: Anonimo
      Condividio pienamente quello che hai
      scritto, visto che una vittoria completa e
      assoluta è molto difficile ottenerla
      accontentiamoci di una "pace armata".

      Però questo non deve farci
      dimenticare le altre cause (oltre al
      "terribile" pitupi) della crisi di musica e
      cinema, principalmente i prezzi troppo alti
      e i contenuti molte volte troppo bassi.

      La nostra protesta contro SIAE e Major per
      adesso continua, vedremo come andrà a
      finire.

      Pato -GK-
      Thematika - Open Music Project
      www.onda.it/thematika Tu ad esempio verresti visto dalla SIAE sicuramente come un sovversivo, uno che mina all'inviolabile sistema di distribuzione musicale, dribblando di fatto tutte quelle entità che rincarano sul prezzo finale del prodotto. Magari non becchi un centesimo ma credo che sia nel tuo interesse la notorietà più che il mero denaro, e questo è da ammirare profondamente. Non credo che Mozart a suo tempo componeva per mere questioni economiche (e stiamo parlando di arte *vera*), e sinceramente considerare la musica alla stregua di un qualsiasi altro prodotto commerciale, come potrebbe essere un detersivo o il radicchio dall'ortofrutta è abbastanza deludente. Ti auguro miglior fortuna.
    • numerone scrive:
      Re: Confusione, ma perchè?
      - Scritto da: Anonimo
      Condividio pienamente quello che hai
      scritto, visto che una vittoria completa e
      assoluta è molto difficile ottenerla
      accontentiamoci di una "pace armata".

      ....

      Pato -GK-
      Thematika - Open Music Project
      www.onda.it/thematika Il sistema di distribuzione attuale é nato all'incirca nel 1800 ed aveva come scopo il difendere i produttori dal fallimento.Ormai stiamo nel 2000, il mercato é globalizzato, i guadagni pure. Le aziende come Microsoft, 20th Century Fox ecc... in questo periodo rischiano tutto tranne il fallimento.Noi ci chiediamo perché dobbiamo dare ogni volta una barca di soldi a questi signori e per di più dobbiamo anche limitare le nostre libertà personali per garantire loro questa serie di profitti "globalizzati"?Se intendi questo per "pace armata" io non ci sto...Il sistema é diventato obsoleto per quest'epoca. Se loro non vogliono cambiare le cose dobbiamo costringerli a farlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Confusione, ma perchè?


        Il sistema é diventato obsoleto per
        quest'epoca. Se loro non vogliono cambiare
        le cose dobbiamo costringerli a farlo...è questa la vera battaglia da combattere, mi trovi in perfetta sintonia!!!!smoked
  • Anonimo scrive:
    il decreto urbani
    Quello che ora dico è solo la mia personale opinione..questo decreto urbani ha sollevato un gran baccanale...inutilmente a mio parere perche' non sara' un decreto a eliminare la pirateria online...come sempre questo tipo di leggi servono solo a fregare il piccolo utente che tutto è fuorche' pirata....Si presume che un pirata della rete non sia un imbecille..quindi trova sicuramente il modo per non farsi beccare e proseguire la sua opera fregandosene delle leggi...In secondo luogo..dobbiamo tenere presente che lo stato ha il monopolio sui settori con grandi entrate...tipo sigarette benzina e cosi' via...(entrate a dir poco PAUROSE)!!!!quindi essendo (gli onorevoli statali) sempre alla ricerca di fonti di guadagno enormi...in modo da poter cosi' ingrassare..quello che penso io (non solo io ma anche onorevoli con cui concordo) è che alla base di tutto...decreto compreso..ci sia solo l'intenzione dello stato di mettere le mani sull'Internet italiano monopolizzandolo.....fonte inesauribile di guadagno..a passi lenti ma sta cercando di farlo....un classico ormai..Mi sembra strano che non vi rendiate tutti conto di questa manovra che lo stato sta cercando di fare...Dubito ci riesca...ma non si sa mai...sta solo a noi permetterlo o meno...ma sono cosciente che per non permetterlo serve una buona dose di spina dorsale..cosa che da parecchio tempo manca al popolo italiano che ormai allo stato permette di fare tutto..anche di levargli le mutande (cosa gia' permessa in questi tempi attuali)==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 10.15.57==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 10.17.25
    • void() scrive:
      Re: il decreto urbani

      In secondo luogo..dobbiamo tenere presente
      che lo stato ha il monopolio sui settori con
      grandi entrate...tipo sigarette benzina e
      cosi' via...(entrate a dir poco
      PAUROSE)!!!!quindi essendo (gli onorevoli
      statali) sempre alla ricerca di fonti di
      guadagno enormi...in modo da poter cosi'
      ingrassare..Per le sigarette purtroppo non e' vero: lo stato spende tutto (e deve aggiungerci dei soldi) per pagare le chemioterapie ed altre cure mediche. Ma vallo a spiegare a quegli intelligentoni dei fumatori...
  • Anonimo scrive:
    sarebbe così
    il coppo o come si chiama ti manda un ragno in rete che si insinua nel tuo computer, poi tu lo vedi perchè esce dal box e lo schiacci al che il coppo non riceve più bit dal ragno e si insospettisce, identifica il tuo computer si collega al database con i dati di tutta la tua vita si fa quattro risate nel vedere che bischero che sei stato , controlla che tu non sia un suo parente o il suo capo o un suo collega di lavoro(se non lo odia), e poi ti manda un messaggio dove dice che biricchino biricchino stavi facendo le puzzette in rete e che se lo fai di nuovo ti segna nella lavagna tra i cattivi e poi quando arriva l'insegnante ci pensa lui a punirti come si deve magari facendoti scrivere in rete per tre milioni di volte che non farai più le puzzette.
    • Anonimo scrive:
      Re: sarebbe così
      esatto!!Con questa legge, sostituisci alla parola "coppo" la parola provider... e il gioco è fatto!!
      • Anonimo scrive:
        Re: sarebbe così
        in questo modo il provider avrebbe in mano la vostra vita, ora mi domando: mettereste la vostra esistenza in mano ad una persona che non conoscete bene e che per paura che il bubù lo torchi come un'oliva sottraendogli in 7 minuti il guadagno di due anni potrebbe smettere di volervi bene?
  • Anonimo scrive:
    Non sappiamo nulla: inutile commentare
    E' inutile commentare, perche' per il momento non si sa nulla di cosa verra' proposto al Parlamento.La soddisfazione della FIMI mi fa pensare al peggio del peggio...L'unica cosa certa e' la nuova tassa sui masterizzatori, assurda ed iniqua perche' se una tassa per il traffico P2P poteva essere ipotizzabile, almeno astrattamente, solo a carico di chi effettivamente lo usa, la tassa sui masterizzatori la pagheremo TUTTI: un'ennesima vergogna!Aspettiamo a commentare, ripeto, ma se verra' anche confermato il ruolo dei provider poliziotto, c'e' ben poco da stare allegri (anche se le dichiarazioni della Carlucci a proposito sono farraginose e incomprensibili, probabilmente qui non e' ancora stato trovato un accordo perche' i provider staranno continuando a fare pressione)Non lo so, ma secondo me stiamo andando sempre piu' verso la vendita di contenuti in streaming.Sono pessimista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sappiamo nulla: inutile commentare
      eh si.. è come la tassa sui cd-r,dvd-r ecc. ecc. è estesa a "tutti", quindi il cittadino occasionale che compra magari 4-5 dvd per mettere i suoi filmini della domenica paga la tassa, il sottoscritto invece li compra in austria o germania che comprese le spede di spedizione ed eventuali tasse li paga 3 volte meno che in Italia. Masterizzatori... compreremo in germania. Piuttosto sono un po' perplesso, forse ho capito male, ma eliminano le sanzioni per chi scarica e chi fa un uso personale, ma non tolgono le sanzioni ai provvider. Mah... Una cosa è certa, le firme raccolte nella petizione nella stragrande maggioranza significheranno: Signori di forza italia, forse 30.000 firme non sono moltissime, pero' rappresenta circa 30.000 voti in meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sappiamo nulla: inutile commentare
      - Scritto da: Anonimo
      E' inutile commentare, perche' per il
      momento non si sa nulla di cosa verra'
      proposto al Parlamento.Quoto e concordo in pieno. Se ne è fatto un gran parlare... fra di noi, ma fuori dalla mischia del p2p se ne sa pochissimo, anche da parte di utenti che programmano e che fanno uso intensivo del web, e ovviamente i media televisivi ne parlano il meno possibile e quasi sempre in negativo, e la carta stampata... "intanto non la legge nemmeno la casalinga di... " (non mi ricordo di che città fosse) ne parla poco.Della querela a Report non se ne è saputo + nulla.
      L'unica cosa certa e' la nuova tassa sui
      masterizzatori, assurda ed iniqua perche' se
      una tassa per il traffico P2P poteva essere
      ipotizzabile, almeno astrattamente, solo a
      carico di chi effettivamente lo usa, la
      tassa sui masterizzatori la pagheremo TUTTI:
      un'ennesima vergogna!Ma la tassa su masterizzatori non c'è già insieme a quella sui supporti? Ci ritroveremo a situazioni tipo la benzina tassa della tassa della tassa + l'iva sulla tassa tasste e così via?[OT] ottime le valutazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Non sappiamo nulla: inutile commentare


        L'unica cosa certa e' la nuova tassa sui

        masterizzatori, assurda ed iniqua
        perche' se

        una tassa per il traffico P2P poteva
        Ma la tassa su masterizzatori non c'è
        già insieme a quella sui supporti? Ci
        ritroveremo a situazioni tipo la benzina
        tassa della tassa della tassa + l'iva sulla
        tassa tasste e così via?Esatto: tassa su masterizzatori piu' tassa su CD.Cosi' se vuoi masterizzarti le foto delle vacanze, paghi doppia tassa
    • Anonimo scrive:
      Re: Non sappiamo nulla: inutile commentare
      se nessuno acquista , possono vendere poco.facciano quello che vogliono , è ora di svegliarsi , il mercato lo fa ' il "c......e che acquista"
  • Anonimo scrive:
    Credo di non aver capito...
    ...scaricare da internet per uso personale non è perseguibile, ma scambiare? Non è la stessa cosa...
  • Anonimo scrive:
    secondo me...
    ... è solo un problema di 'visibilità'... nel senso che è chiaro che al massimo la GdF starà attenta a chi mette in condivisione le ultimissime novità di hollywood o le ultime novità in ccampo musicale... non avrebbe senso andare a prendere chi mette in condivisione mp3 di musica anno '80 o qualche pornazzo...
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me...
      - Scritto da: Anonimo
      ... è solo un problema di
      'visibilità'... nel senso che
      è chiaro che al massimo la GdF
      starà attenta a chi mette in
      condivisione le ultimissime novità di
      hollywood o le ultime novità in
      ccampo musicale... non avrebbe senso andare
      a prendere chi mette in condivisione mp3 di
      musica anno '80 o qualche pornazzo...Si', questo lo penso anche io.Dipende molto da cio' che si condivide. Un conto e'condividere film in prima visione dove l'interesse economico del titolare e' forte.Un conto e' condividere film gia' passati 100 volte in TV che magari neppure esistono in DVD, un conto e' condividere film presenti in prima visione o appena usciti in DVD
      • TPK scrive:
        Re: secondo me...
        - Scritto da: Anonimo
        Un conto e' condividere film gia' passati
        100 volte in TV che magari neppure esistono
        in DVD, un conto e' condividere film
        presenti in prima visione o appena usciti in
        DVDInfatti i film vecchi sono belli, quelli nuovi sono solo esplosioni...
  • Anonimo scrive:
    Una tassa anche sui masterizzatori?
    Vogliono mettere una tassa anche sui masterizzatori? Bene, vuol dire che li compro all'estero... Già lo faccio per i suporti registrabili...Però è una vergogna, uno scandalo, un altro regalo alla SIAE
    • Anonimo scrive:
      Re: Una tassa anche sui masterizzatori?
      ma smettila.. cosa te ne frega di pagare 3? in più un mast dvd daiiiii
      • Anonimo scrive:
        Re: Una tassa anche sui masterizzatori?
        3? a masterizzatore che vanno nelle tasce di Jack Valente e soci....Io nelle loro tasche infilerei volentieri un panetto di plastico.....
        • Locke scrive:
          Re: Una tassa anche sui masterizzatori?
          - Scritto da: Anonimo

          3? a masterizzatore che vanno nelle tasce di
          Jack Valente e soci....
          Io nelle loro tasche infilerei volentieri un
          panetto di plastico.....Suvvia... non comprerai mica un masterizzatore ogni 5 giorni no? Se ne compri uno ogni anno la spesa è irrisoria...Se poi scarichi 100 brani gratis, quei 3 euro servono come una confessione in chiesa... puf! Via tutti i peccati.Avresti preferito pagare una tariffa flat di 20 ? che ti autorizzava a condividere?
      • Anonimo scrive:
        Re: Una tassa anche sui masterizzatori?

        ma smettila.. cosa te ne frega di pagare 3?
        in più un mast dvd daiiiiiMa si', cosa te ne frega di pagare 70 centesimi in piu' un litro di benzina...
      • Anonimo scrive:
        Re: Una tassa anche sui masterizzatori?
        - Scritto da: Anonimo
        ma smettila.. cosa te ne frega di pagare 3?
        in più un mast dvd daiiiiiVa bene sono daccordo basta che li diano a me che ne ho piu' bisogno della SIAE! :D
  • samu scrive:
    lo prendiamo sempre li'
    Quello che negli articoli di punto informatico non e' mai statoben evidenziato e' che il decreto urbani era stato un modo per evitare che vi fossero sprechi nei soldi che lo stato spende per i film italiani.Eh si, l'italia finanzia il suo cinema, perche' altrimenti nessuno lo farebbe (cosi' almeno dicono gli "esperti" del settore) .Problema, con il p2p le case di distribuzione e i registi ci stavano andando a nozze con frasi del tipo: "Il p2p rovina le vendite del mio film .. ahh sono rovinato, stato ! dammi + finanziamenti" .Da qui il decreto urbani (che non a caso parlava unicamente di film) .Quindi c'e' stata la rivolta popolare (per una cosa comunque che, ricordo a tutti e' illegale ) e subito il dietrofront di urbani .Magicamente compare la sig. Carlucci, la sorella di miss famiglia "pizzottella anche nel caffe' perche' cosi' la mia famiglia e' felice" con proposte di tasse, balzelli, pedaggi per "prevenire" la pirateria (ricordatevi! prevenire e' meglio che curare) .Ora finalmente tutto si e' risolto: il p2p "privato" e' legale( meglio, non sanzionato ) e avremo tasse e sovratasse "invisibili" che pagheremo tutti senza rendercene conto, contenti la sera di fo**ere il sistema scaricando "natale a timbuctu' 3000" in 320x200 audio mono e scoregge in sottofondo perche' il tizio con la telecamera quella sera aveva mangiato fagioli e salsiccia..
    • Anonimo scrive:
      Re: lo prendiamo sempre li'
      - Scritto da: samu
      Quello che negli articoli di punto
      informatico non e' mai stato
      ben evidenziato e' che il decreto urbani era
      stato un modo per evitare che vi fossero
      sprechi nei soldi che lo stato spende per i
      film italiani.
      Eh si, l'italia finanzia il suo cinema,
      perche' altrimenti nessuno
      lo farebbe (cosi' almeno dicono gli
      "esperti" del settore) .
      Problema, con il p2p le case di
      distribuzione e i registi ci stavano andando
      a nozze con frasi del tipo: "Il p2p rovina
      le vendite del mio film .. ahh sono
      rovinato, stato ! dammi + finanziamenti" .
      Da qui il decreto urbani (che non a caso
      parlava unicamente di film) .
      Quindi c'e' stata la rivolta popolare (per
      una cosa comunque che, ricordo a tutti e'
      illegale ) e subito il dietrofront di urbani
      .

      Magicamente compare la sig. Carlucci, la
      sorella di miss famiglia "pizzottella anche
      nel caffe' perche' cosi' la mia famiglia e'
      felice" con proposte di tasse, balzelli,
      pedaggi
      per "prevenire" la pirateria (ricordatevi!
      prevenire e' meglio che curare) .

      Ora finalmente tutto si e' risolto: il p2p
      "privato" e' legale
      ( meglio, non sanzionato ) e avremo tasse e
      sovratasse "invisibili" che pagheremo tutti
      senza rendercene conto, contenti la sera di
      fo**ere il sistema scaricando "natale a
      timbuctu' 3000" in 320x200 audio mono e
      scoregge in sottofondo perche' il tizio con
      la telecamera quella sera aveva mangiato
      fagioli e salsiccia..

      LoL Grande!!!
  • Anonimo scrive:
    peccato per De Laurentis :D
    Finalmente qualcuno con un po' si sentimento esiste ancora....Intanto grazie alla carlucci che si è dimostrata sensibile alle direttive europee che non prevedono la persecuzione in caso di uso personale...abbiamo imboccato una buona strada...continuate così...la tassa sui masterizzati mi sta anche bene, basta che ci lasciate scaricare e paghiamo anke il 20% di tassa :pcyauz
  • Anonimo scrive:
    Neanche io ho capito
    ABBIAMO CAPITO CHE:- Il Download è e rimane illegale come prima MA non sono più previste sanzioni.- E' confermato il ruolo di sceriffi per i ProviderMa se un'azione non viene sanzionata, che illecito è?Es.: il Provider becca Tizio a scaricare una canzone per uso personale: che cosa succede poi?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Neanche io ho capito
      lo arrestano direttamente: infatti si parlava di sanzioni amministrative ..........ricorda
    • Anonimo scrive:
      Re: Neanche io ho capito
      Se nessuno ha capito, allora hanno raggiunto il risultato voluto. In Italia le leggi le fanno degli incompetenti che sanno di esserlo, quindi bisogna farle in maniera che tutti le interpretino come gli pare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Neanche io ho capito
      - Scritto da: Anonimo
      ABBIAMO CAPITO CHE:

      - Il Download è e rimane illegale
      come prima MA non sono più previste
      sanzioni.Se il decreto non conterrà sanzioni specifiche (come sembra) allora a chi condivide senza scopo di lucro saranno applicabili le sanzioni del 174-ter ossia sanzione amministrativa da 154 a 1033 euro
  • maciste scrive:
    S. Tommaso
    Se non vedo (in questo caso leggo...) non credo; mi sembra che siamo ancora in alto mare perché si parla di dicharazioni, punto e basta. In questi giorni se ne sono sentite molte, quindi non darei molto peso a queste di oggi; inoltre parrebbe che gli oneri a carico dei provider rimangano e questa non è una bella cosa, secondo me era molto più importante eliminare questi oneri piuttosto che le sanzioni agli utenti, visto che queste c'erano anche prima del DL.
  • Anonimo scrive:
    Caro Aurelio De Laurentiis
    Attaccati a sto ceppo di .....:D pagare per scaricare un film in 640x480 che che si vede male e si sente peggio, per poi accorgermi che e' una ciofeca di film !?!?! ma stiamo scherzando ?e se poi il film e' una stronxata chi mi rida' i soldi ed il tempo pero ? O_o'
  • Anonimo scrive:
    E' illegale COMUNQUE
    Una cosa che avrebbe dovuto essere detta e' che RIMANE ASSOLUTAMENTE VIETATO trasmettere a terzi brani musicali e via dicendo. E' VIETATO dalle leggi sul diritto d'autore e non c'entra niente il DL URBANI.Giusto per chiarire.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' illegale COMUNQUE
      - Scritto da: Anonimo
      Una cosa che avrebbe dovuto essere detta e'
      che RIMANE ASSOLUTAMENTE VIETATO trasmettere
      a terzi brani musicali e via dicendo. E'
      VIETATO dalle leggi sul diritto d'autore e
      non c'entra niente il DL URBANI.

      Giusto per chiarire.Certamente. Cosi' come e' vietato guidare senza cinture o mentre si parla al telefonino, come e' vietato fumare nei locali pubblici, parcheggiare sulle strisce e in doppia fila.E' vietato superare il limite di velocita'.Persino chiedere l'elemosina e' vietato, soprattutto quelli che lo fanno intralciando il traffico agli incroci.Inoltre e' vietato farsi timbrare il cartellino dal collega che esce piu' tardi.E' vietato parlare al conducente ed e' vietato dare cibo agli animali.E' vietato calpestare l'erba, pescare dove c'e' il divieto di pesca e cacciare quando c'e' il divieto di caccia.E' vietato l'uso dell'ascensore ai minori di anni 12.Ci sono i film vietati ai minori.Quante cose sono vietate...Vogliamo aggiungere alla lista che e' vietato scaricare quei files da internet? Aggiungiamocelo.L'importante e' aver restituito al fenomeno il suo livello di pericolosita' sociale, cioe' zero.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' illegale COMUNQUE
        c'e quella che viene definita eccezione di copia privata ... e penso da quello che ho capito la si voglia estendere al p2p questa eccezione di copia privata (perche' altrimenti aumentare il prezzo dei masterizzatori e dei supporti ?)..... quindi farlo diventare 'Legale'
        • Anonimo scrive:
          Re: E' illegale COMUNQUE
          - Scritto da: Anonimo
          c'e quella che viene definita eccezione di
          copia privata ... e penso da quello che ho
          capito la si voglia estendere al p2p questa
          eccezione di copia privata (perche'
          altrimenti aumentare il prezzo dei
          masterizzatori e dei supporti ?)..... quindi
          farlo diventare 'Legale'Bene, ora... mi verrebbe da fare tutto un discorso su come si possiede posteriormente la gente, ma sarebbe scabroso e mi astengo, dico solo che non si fa in quattro e quattr'otto.Intanto "legalizzano".Ma poi? Una volta legalizzato lo devi regolamentare, eh si... non puoi mica lasciare una cosa legale senza regole... ehhh :$
          • Anonimo scrive:
            Re: E' illegale COMUNQUE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            c'e quella che viene definita eccezione
            di

            copia privata ... e penso da quello che
            ho

            capito la si voglia estendere al p2p
            questa

            eccezione di copia privata (perche'

            altrimenti aumentare il prezzo dei

            masterizzatori e dei supporti ?).....
            quindi

            farlo diventare 'Legale'

            Bene, ora... mi verrebbe da fare tutto un
            discorso su come si possiede posteriormente
            la gente, ma sarebbe scabroso e mi astengo,
            dico solo che non si fa in quattro e
            quattr'otto.

            Intanto "legalizzano".

            Ma poi? Una volta legalizzato lo devi
            regolamentare, eh si... non puoi mica
            lasciare una cosa legale senza regole...
            ehhh :$http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=597056
      • Anonimo scrive:
        Re: E' illegale COMUNQUE
        - E' vietato calpestare l'erba, pescare dove
        c'e' il divieto di pesca e cacciare quando
        c'e' il divieto di caccia.
        E' vietato l'uso dell'ascensore ai minori di
        anni 12.
        Quante cose sono vietate...
        Vogliamo aggiungere alla lista che e'
        vietato scaricare quei files da internet?
        Aggiungiamocelo.Hai ragione. Ma il problema e' che le majors invece hanno tutto l'interesse a perseguire chi condivideSe a chi scarica fai un buffetto come a chi va sull'ascensore da solo a 9 anni., ma a chi condivide vai in casa e gli sequestri il PC, il P2P lo hai ucciso lo stesso.Aspettiamo avedere cosa verra' fuori, certo che sara' l'ennesimo pastrocchio all'italiana: tutto vietato, nessuno ceh fa rispettare, salvo che in alcuni casi, quando il "reo" e' antipatico a chi deve far rispettare il divieto
        • Anonimo scrive:
          Re: E' illegale COMUNQUE
          Persino chiedere l'elemosina e' vietato, soprattutto quelli che lo fanno intralciando il traffico agli incroci.Errore questo non e più vietato :)
          • TPK scrive:
            Re: E' illegale COMUNQUE
            - Scritto da: Anonimo
            Persino chiedere l'elemosina e' vietato,
            soprattutto quelli che lo fanno intralciando
            il traffico agli incroci.

            Errore questo non e più vietato :)A me risultava che nella Bologna di Guazzaloca lo sia...
  • Anonimo scrive:
    fatemi capire
    Cosa ci sarà di diverso?La multa non la pago, e va bene. Poi?I provider saranno sempre costretti a fare i poliziotti?:)Posso CONDIVIDERE tutto quello che voglio?Oppure posso solo scaricare senza condividere? (e come faccio col p2p?)Se condivido file illegalmente mi sequestrano il PC?O solo se lo faccio a scopo di lucro?Quindi il p2p diventa totalmente legale?:$Cosa è allora illegale?Mah, non capisco
    • Anonimo scrive:
      Re: fatemi capire
      E quanti problemi ti stai a fare !!!Ma fai quello che ti pare, come hai sempre fatto, e chi se ne frega di Urbani e Company. E chi li ha mai visti i controlli ? Quando mai in Italia le cose si fanno seriamente ? Sono tutte cazzate !
      • Anonimo scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: Anonimo
        E quanti problemi ti stai a fare !!!
        Ma fai quello che ti pare, come hai sempre
        fatto, e chi se ne frega di Urbani e
        Company. E chi li ha mai visti i controlli ?
        Quando mai in Italia le cose si fanno
        seriamente ? Sono tutte cazzate !Questo é il solito atteggiamento "all'italiana", ossia di cercare di fregare finchè si può. Personalmente, sono un musicista non professionista, ritengo giusto corrispondere i diritti d'autore nel momento che l'opera prodotta viene utilizzata da terzi (case discografiche, teatri, radio, tv, etc.) a scopo di lucro. Nel caso di "uso personale" (manco fosse uno spinello), quindi per fruizione, per personale godimento, ritengo assolutamente che sia giusta la liberalizzazione delle opere in quanto CHIUNQUE deve poter accedere ad opere DI CULTURA.Quindi i fondamenti del DL possono ritenersi giusti in linea di principio.Ciò che tuttavia é sbagliato é l'atteggiamento delle grandi major di proteggere a spada tratta i propri profitti senza tenere conto che sono proprio loro che spingono alla pirateria a causa dei costi troppo alti dei CD/DVD.Buona giornata
      • Anonimo scrive:
        Re: fatemi capire
        E allora perché, se non è cambiato nulla e non cambierà, questi bei politici (sx e dx) si stanno facendo belli??E' qui il punto, hanno solo tolto le multe, tutto il resto rimane, anzi, hanno convogliato i soldi probabili delle multe verso la certezza della riscossione sui masterizzatori!!Quindi per noi è andata peggioooooooooooooooooooosveglia
        • Anonimo scrive:
          Re: fatemi capire
          Inutile commentare finche' non uscira' la legge....infatti se il DL non cambiera' niente rispetto alla vecchia legge tutto tornera' come se Urbani non fosse mai esistito solo che i masterizzatori costeranno un po' di piu'....altrimenti vedremo...
    • Anonimo scrive:
      Re: fatemi capire
      Corretto, è da ieri che si lasciano sul forum messaggi di questo tipo, sembra ci stiano prendendo in giro. Se anche l'upload sarà condannato allora il P2P non avrà nessun senso...- Scritto da: Anonimo
      Cosa ci sarà di diverso?
      La multa non la pago, e va bene. Poi?
      I provider saranno sempre costretti a fare i
      poliziotti?:)

      Posso CONDIVIDERE tutto quello che voglio?
      Oppure posso solo scaricare senza
      condividere? (e come faccio col p2p?)
      Se condivido file illegalmente mi
      sequestrano il PC?
      O solo se lo faccio a scopo di lucro?
      Quindi il p2p diventa totalmente legale?:$
      Cosa è allora illegale?

      Mah, non capisco
  • gpl scrive:
    ma se....
    Premesso che si dovra' sicuramente aspettare la legge finale.L'ipotesi o provocazione e' questa,se sara' considerata legale la copia ad uso privato, si potra' aprire un centro di masterizzazione per uso privato, nel senso che i masterizzatori duplicano i cd o dvd solo uno alla volta, magari in qualche decina di secondi ?Sarebbe come un centro per le fotocopie, anzi, magari saranno proprio questi centri ad attrezzarsi.Vi immaginate il negozio ?Fotocopie b/n 10 centesimi, a colori 50 centesimi, "fotocopie" cd e dvd a partire da 1 euro, sviluppo e stampa in 2 minuti!La pubblicita ? Venite al centro commerciale xyz, mentre voi fate la spesa vostro figlio vi aspettera' nel nostro nuovo centro "Supercopy" dove potra' trovare tutte le comodita' e realizzare copie ad uso privato dei suoi cd o dvd ! :)
  • Anonimo scrive:
    Acquisti in germania
    Semplice,d'ora in poi acquistero' cd/dvd vergini e masterizzatori da store online in Germania. I prezzi sono bassi, ma soprattutto non dovro' pagare NESSUNA TASSA!:D (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: Acquisti in germania
      - Scritto da: Anonimo
      Semplice,
      d'ora in poi acquistero' cd/dvd vergini e
      masterizzatori da store online in Germania.
      I prezzi sono bassi, ma soprattutto non
      dovro' pagare NESSUNA TASSA!
      :D (apple)Hai qualche URL interessante?
      • Anonimo scrive:
        Re: Acquisti in germania
        Mha,fai un giro su www.kelkoo.de, ne trovi a centinaia...Io per esempio ho acquistato su http://www.digitalo.de/ un paio di cuffie Sennheiser HD600 a 193,90 ? + pochi euro di spedizione che ti posso assicurare e' un prezzo molto basso!;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Acquisti in germania
          AHAHAHmolto divertentein Germania la tassa sui masterizzatori esiste da anni!!!!Ragazzi.... ma dove vivete?
      • Anonimo scrive:
        Re: Acquisti in germania
        ciao, io in germania ci sono stato per lavoro,ed in valigia non avevo souvenir, ma tre contenitori da 100 cddella verbatim aquistati in un supermercato, dal costo per cd di 0.20 euro cent........vi sembra normale?????in italia non si trovano a meno di 0,40................
    • Anonimo scrive:
      Re: Acquisti in germania
      - Scritto da: Anonimo
      Semplice,
      d'ora in poi acquistero' cd/dvd vergini e
      masterizzatori da store online in Germania.
      I prezzi sono bassi, ma soprattutto non
      dovro' pagare NESSUNA TASSA!
      :D (apple) io aquisto i cd originali ,,,, mi costano un terzo di quanto si paghino in italia :)
  • Anonimo scrive:
    bhe... mi stà bene ...
    aumentare le tasse sui supporti e sui masterizzatori mi stà anche bene mi starebbe bene anche una tassa sulla connetività.... tanto ormai si può fare quello che si vuole basta condonare (siamo nella casa della libertà) ... non mi sta bene la punizione del provider ... non mi sta bene che un provider debba verificare giudicare e impedire di fare determinate cose ad un utente ... altrimenti paga una multa ... è come se in un bar se si calunnia (si scrive così ?) una persona, il barista debba impedire che la calunia continui .......OT:comunque mi devo ricredere, pensavo che la Carlucci oltre ad andare in giro con Raspelli a strafogarsi (mitico Raspelli ^_^) facesse il soprammobile in parlamento e invece qualcosa di importante lo fà....
  • Anonimo scrive:
    Sono d'accordo sulle imposte
    Le imposte proposte sono giuste ma insufficienti. Io metterei una tassa sulle orecchie e sulle labbra perché possono essere usate per riprodurre opere protette dal diritto d'autore e una tassa di 399000 euro su ogni bambino prodotto, data l'elevata capacità della memoria di massa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono d'accordo sulle imposte
      ci siamo dimenticati la tassa sull'uso delle corde vocali, quanta roba riproduciamo con quelle!!!
  • Anonimo scrive:
    tassa sui masterizzatori ???
    siamo alle solite eh?appena si scorge una fessura per arricchire le auto blu...tutti in picchiata!...ma io mi domando...ma se questa tassa venisse versata ai tutori del copyright,per abbassare della stessa percentuale (o di un valore approssimativamente uguale) i prezzi del materiale protetto...non sarebbe una soluzione quantomeno logica?(pirati pagano di piu ---
    compratori risparmiano)invece così a cosa serve.....?...per caso a disincentivare l'acquisto di un masterizzatore? il 3%?... ma non diventate ridicoli più di quanto lo siete già!
    • Anonimo scrive:
      Re: tassa sui masterizzatori ???
      tassa = impotenza (del Governo)infatti non sanno fare altro che mettere una tassa come pezza a colore non potendo fare altro.A questo punto, visto che tutti paghiamo già queste gabelle su supporti vergini, videoregistratori, masterizzatori, sw, ecc, che LO DICANO UNA VOLTA PER TUTTE CHE LA COPIA DI BACKUP PER USO PERSONALE PRIVATO E' UN DIRITTO E CHE LA COPIA E LO SHARING PER USO PERSONALE NON SONO SANZIONABILI NE' PENALMENTE NE' AMMINISTRATIVAMENTE !Non si può avere la batte piena (le tasse) e la moglie ubriaca (comunque vietare la copia)
    • Anonimo scrive:
      Re: tassa sui masterizzatori ???
      Al solito, visto che sappiamo tutti che la siae e' una associazione a delinquere, perche' non chiediamo il suo scioglimento+ricostituzione. E perche' 'sta tassa (ma non c'era gia??) non la mandiamo piuttosto al ministero della sanita' che ne ha bisogno? O all'esercito? O a Medici senza Frontiere, emergency, etc.. ?
  • cla scrive:
    [report] Ripartizione proventi SIAE
    C'era un bellissimo servizio su Report che parlava di come vengono redistribuiti i proventi SIAE, ad esempio che il 50% di tutta la musica dance suonata in discoteca va alla federazione ballo liscio perché uno di loro è nel CDA e altre mafiosate.Il servizio completo è qui: http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82 A chi andranno i soldi delle tasse sulla masterizzazione?Cla!
  • Anonimo scrive:
    carlucci.....................
    Brava Gabriella............ il tuo amico NANO dice..............di voler diminuire le tasse, e tu le AUMENTI!LA MANO DESTRA NON SA COSA FA LA SINISTRA,O UNA MANO LAVA L'ALTRA................??????????
    • Anonimo scrive:
      Re: carlucci.....................
      - Scritto da: Anonimo
      Brava Gabriella............ il tuo amico
      NANO dice..............
      di voler diminuire le tasse, e tu le AUMENTI!

      LA MANO DESTRA NON SA COSA FA LA SINISTRA,

      O UNA MANO LAVA
      L'ALTRA................??????????la seconda che hai detto... :|
    • Anonimo scrive:
      Re: carlucci.....................
      - Scritto da: Anonimo
      Brava Gabriella............ il tuo amico
      NANO dice..............
      di voler diminuire le tasse,........il quale, anche se parla sempre di ''tasse'', si riferisce a quelle che in realta' sono definite ''imposte''...Clipper
      • Anonimo scrive:
        Re: carlucci.....................
        beh in ogni caso chi si compra una masterizzatore non muore certo di fame, bisogna salvaguardare le categorie a rischio dalle tasse, voi avete un'adsl condividete file, postate su punto informatico e avete i soldi x un masterizzatore... pagate el tasse così che non debba pagarle chi non ha nemmeno i soldi x mangiare. saluti!
        • Anonimo scrive:
          Re: carlucci.....................
          - Scritto da: Anonimo
          beh in ogni caso chi si compra una
          masterizzatore non muore certo di fame,
          bisogna salvaguardare le categorie a rischio
          dalle tasse, voi avete un'adsl condividete
          file, postate su punto informatico e avete i
          soldi x un masterizzatore... pagate el tasse
          così che non debba pagarle chi non ha
          nemmeno i soldi x mangiare. saluti!Certo chi ha adsl e masterizzatore (praticamente quasi ogni pc) e' ricco!E le tasse invece di fargliele pagare in modo normale (irpef) glile facciamo pagare sul prodotto!1) bel modo di "incentivare i consumi"!2) le tasse vanno allo stato! (se devi "aiutare i poveri") queste invece vanno ad aiutare la SIAE e le major! (poverine).3) aumentiamo pure i prezzi di ADSL e tecnologie cosi' siamo ben sicuri che nessuno di quei puzzoni poveri e a basso reddito possa accedere alla rete! ben gli sta!Propongo inoltre di mettere il copyright su questa trovata la chiameremo robin hood alla rovescia!certo che questo mondo e' pieno di geni! :'(
  • Anonimo scrive:
    mi sembra una legge folle...
    ...come folle è il prezzo dei cd e dei dvd.depenalizzare il download ad uso privato e' incentivare la pirateria.fossi un artista sarei inca**ato nero.se i dischi costano troppo, non comprateli! ascoltate la radio! c'e' gente che si fa l'adsl solo per scaricare musica o film... ma non avete altro da fare, nella vita? ma che ci fate con quelle pile di cd masterizzati, dentro casa...io trovo tutto questo molto ridicolo.cortiana e carlucci, quello che non si fa per prendere voti, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra una legge folle...
      nessuno ti costringe a fare altrettanto !
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra una legge folle...
      - Scritto da: Anonimo
      c'e' gente che si fa
      l'adsl solo per scaricare musica o film...
      ma non avete altro da fare, nella vita? ma
      che ci fate con quelle pile di cd
      masterizzati, dentro casa...Sto aspettando che mi arrivi il fermacarte in avorio che degli amici bracconieri dovrebbero portarmi dal kenya..Preso direttamente in un'area protetta!!!:D
      • Anonimo scrive:
        Re: mi sembra una legge folle...

        Sto aspettando che mi arrivi il fermacarte
        in avorio che degli amici bracconieri
        dovrebbero portarmi dal kenya..
        Preso direttamente in un'area protetta!!!:Dio spero tanto che scherzi, ma la mano sul fuoco mica ce la metto...di gente del genere ce n'e'...
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra una legge folle...
      - Scritto da: Anonimo
      ...come folle è il prezzo dei cd e
      dei dvd.Daccordo.
      depenalizzare il download ad uso privato e'
      incentivare la pirateria.Non daccordo. Se io posso scaricare la musica AGGRATIS non vado a comprarla dal marocco sotto casa e quindi non incentivo la pirateria.
      fossi un artista sarei inca**ato nero.Fossi un artista lavora! Suona ai concerti, dal vivo, fai l'artista.Troppo comodo campare come un magnaccia.
      se i dischi costano troppo, non comprateli!
      ascoltate la radio! c'e' gente che si fa
      l'adsl solo per scaricare musica o film...L'adsl e' una ottima alternativa alla radio.
      ma non avete altro da fare, nella vita? ma
      che ci fate con quelle pile di cd
      masterizzati, dentro casa...Pile di cd masterizzati???Basta un HD da 100GB e un paio di CD riscrivibili.Ci metto sopra quello che mi va di sentire oggi, e domani si cambia compilation
      io trovo tutto questo molto ridicolo.Padronissimo delle tue opinioni.
      cortiana e carlucci, quello che non si fa
      per prendere voti, eh?Perche' invece quello che fa urbani, secondo te e' utile per prendere voti?
    • Anonimo scrive:
      Re: mi sembra una legge folle...
      di folle c'è ben altro.... pensa a quella che doveva essere la formulazione originale del decreto: da sei a trenta mesi di reclusione per chi condivideva files.... cosi io magari mi beccavo il max della pena e marcivo in cella, mentre chi ha ucciso Marta Russo dopo 28 mesi è libero!!!!!i signori delle major devono convincersi che l'attuale modello di business è obsoleto, e sono loro che devono cambiarlo.... non gli utenti della rete. e gli artisti facciano gli artisti (come ben diceva qualcuno in un altro post) , cioè facciano concerti e un album all'anno, ecc.... troppo comodo fare un cd di me**a che, pompato da una radio compiacente, vende un buon numero di copie e si vive da nababbi una vita, mentre io devo lavorare due giorni per guadagnare i soldi per comprare quel cd.e cmq, anche la nuova formulazione (nelle sue premesse) presenta punti oscuri.... non è ancora giunto il momento di abbassare la guardia.
      • Anonimo scrive:
        Re: mi sembra una legge folle...
        - Scritto da: Anonimo

        i signori delle major devono convincersi che
        l'attuale modello di business è
        obsoleto, e sono loro che devono
        cambiarlo.... non gli utenti della rete. e
        gli artisti facciano gli artisti (come ben
        diceva qualcuno in un altro post) ,i signori delle major HANNO creato l'attuale modello dibusiness a scopo di lucro e nulla più.Più che "obsoleto", purtroppo, è "collaudato"
  • Anonimo scrive:
    Re: Confusione, ma perchè?
    - Scritto da: sh4d
    Certa gente davvero non la capisco...
    Ma come, prima fuoco e fiamme a causa del
    decreto urbani e ora che in qualche modo la
    situazione verte a favore dell'utente vi
    fate prendere dagli scrupoli di coscienza?La prima versione del decreto era palesemente insostenibile. Questo significa che si puntava veramente alla seconda.
    A parte che da adesso fino all'entrata in
    vigore del testo definitivo ogni
    supposizione è campata per aria credoOK
    Suvvia, l'ultimo masterizzatore della LG
    (52x) l'ho pagato 42 euro, seppure l'avessi
    pagato il 3% di piu sai che me ne frega...Questo e' un ragionamento da pecora, che merita di essere tosata.Il punto non sono i pochi centesimi che tu spendi, ma le migliaia di euro che vanno in tasca non si sa a chi non si sa perche'.
    A me non comporta alcun onere economico in
    più, e allo stato arrivano tanti bei
    dindi che sedano altri eventuali tentativi
    di rompere le palle agli *scaricatori*.Penoso. Fondamentalmente tu sai di fare qualcosa di illegale, e speri di mettere il culo al sicuro con una manciata di centesimi...Voglio dire, ti rendi conto che e' una ca##ata solo pensarlo?
    • sh4d scrive:
      Re: Confusione, ma perchè?


      A me non comporta alcun onere economico
      in

      più, e allo stato arrivano tanti
      bei

      dindi che sedano altri eventuali
      tentativi

      di rompere le palle agli *scaricatori*.

      Penoso. Fondamentalmente tu sai di fare
      qualcosa di illegale, e speri di mettere il
      culo al sicuro con una manciata di
      centesimi...
      Voglio dire, ti rendi conto che e' una
      ca##ata solo pensarlo?E certo, perchè vivo in un paese in cui il cittadino normale le cazzate non le puo fare, invece un Tanzi qualunque ruba miliardi impunemente dalle tasche della gente.Spiacente ciccio, ma per una volta tiro l'acqua al mio mulino, e come sicuramente avrai evinto dalle mie precedenti disquisizioni in italia c'è una concezione di "illegale" abbastanza mal compresa da chiunque. Da piccolo non le scambiavi le audiocassette con i tuoi amici? ti sentivi un ladro? Ma al di là di questo la cosa che veramente non digerisco è il concetto di mancato acquisto: si dà per scontato il fatto che se non avessi scaricato un dato brano lo avrei sicuramente comprato al negozio. Ma dove! ma quando! Scaricare=Rubare. Rubare che cosa ? il pane di bocca a un povero metalmeccanico? qui stiamo parlando di multinazionali stramiliardarie, le stesse che impongono alla massa cosa devono ascoltare. Francamente mi sono rotto ampiamente le scatole della gente che decide per me, se poi tu vuoi sottostare ad un sistema del genere affari tuoi..
  • Anonimo scrive:
    Ancora???
    Ma la sorpresina, per così dire, destinata a colpire molti è l'introduzione, con il nuovo comma 6-quater, di una tassa sui masterizzatori e sul software di masterizzazione.Ancora?Ma i masterizzatori non sono già tassati?Finiranno come la benzina:* 1,90 lire per la guerra di Abissinia del 1935;* 14 lire per la crisi di Suez del 1956;* 10 lire per il disastro del Vajont del 1963;* 10 lire per l'alluvione di Firenze del 1966;* 10 lire per il terremoto del Belice del 1968;* 99 lire per il terremoto del Friuli del 1976;* 75 lire per il terremoto dell'Irpinia del 1980;* 205 lire per la missione in Libano del 1983;* 22 lire per la missione in Bosnia del 1996;* 39 lire (0.020 euro) per il rinnovo del contratto degli autoferrotranviari del 2004W l'Italiaciao Bilbo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora???
      Devono aumentare i masterizzatori ?Sempre aumentano e mai diminuiscono sempre tasse in più e basta che vergogna sempre pensano a tassare gli italiani ma dove andremo a finire ?:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora???
        Ma ... la guerra in Abissinia c'è ancora????e noi però continuiamo a versare lire 1,90...Chissà dove andremo a finire!!!!!
  • Anonimo scrive:
    [OT] Elio e le storie tese...
    Qui ci sarebbero i presupposti per un nuovo brano di Elio...Ogni commento ormai e' superfluo...Chissà se ogni tanto qualcuno consiglia i nostri politici a dare un occhiata ai vari forum (vox populi). Oppure se terminata la seduta si sentono soddisfatti per aver contribuito in modo equo e giusto al governo di un paese democratico...P.S. Non parteggio per nessuno, quindi evitate commenti politici.
  • Anonimo scrive:
    Una legge..tante ipotesi.
    Penso che resterà illegale condividere; del resto in tutto ilmondo si prosegue nella stessa direzione: eliminare il p2p(almeno per come lo intendono loro) e basta.Se non si potrà condividere, non ci sarà nulla da scaricare.E il problema è del tutto risolto (alla faccia degli utenti econ tanto di congratulazioni da parte di majors, BSA ecc.).Questa legge è stata fatta proprio per i potenti, ma da potereanche agli ISPs.In effetti, grazie anche al raddoppio di banda, sono non pochii problemi che gli ISPs stanno affrontando (TI inclusa).Modificando parzialmente la legge si evita (buttando polvere negli occhi) che gli utenti disdicano le loro adsl, e nello stesso tempo se uno fa molto traffico viene tagliato fuori.Per non parlare di eventuali ritorsioni verso chi protesta perservizi di qualità scadente.Si vedrà cosa dice il testo di legge.La migliore cosa a questo punto è ECONOMIZZARE.La linea adsl si avrà solo se realmente necessaria.Il dvd si compra dal marocchino, oppure si andrà al cinemauna volta ogni tanto (quando ci sarà qualcosa di veramente valido).Meglio ancora se uno lo vede in tv.Il cd si compra dal marocchino oppure si ascolterà la radio.Insomma il punto è che stiamo buttando via i nostri soldi in cose non sempre (e tutte) utili.E ci guadagnano sempre gli stessi: majors, providers, e Onorevoli vari.Con cosa comprano ville, Ferrari, yacht, azioni ecc.:con i nostri soldi che stupidamente buttiamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una legge..tante ipotesi.
      Anche io sono d' accordo.In fondo che valore aggiunto hanno 4 note strimpellateo film con sole scene d' azione ?Male che vada senza musica o film non si muore.L' adsl è utile a chi lavora, a chi studia, a chi effettivamente ne trae giovamento.Scaricare film di scarsa qualità poteva essere una sorta di promo. Qua si parla di condanne invece.Non capisco perchè ci si accanisce contro Internet e si tralascia la pirateria più grave, quella che alimenta la criminalità. Per strada, ai mercatini vari ci sarà sempremateriale contraffatto e nessuno farà niente per eliminare tuttoquesto. Non esiste un modo assoluto per salvaguardare laproprietà intellettuale, proprio per la natura delle opere.Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una legge..tante ipotesi.
        - Scritto da: Anonimo
        Non capisco perchè ci si accanisce
        contro Internet e si tralascia la pirateria
        più grave, quella che alimenta la
        criminalità. Per strada, ai mercatini
        vari ci sarà sempre
        materiale contraffatto e nessuno farà
        niente per eliminare tutto
        questo. Perchè per strada e ai mercatini ci guadagna anche il controllore (che viene corrotto).
    • Anonimo scrive:
      Re: Una legge..tante ipotesi.
      La commissione europea ha recentemente varato una direttiva in cui si dice che scaricare contenuti con copyright da internet per uso personale e non lucrativo è legale. Detto questo: 1) non si capisce come sia stato possibile varare un decreto come questo...2) come sia stato possibile anche solo pensare di controllare tutto il traffico degli utenti... se permettete c'è un grossissimo problema di violazione della privacy!3) se i prezzi di cd e dvd scendessero ad un livello "umano" il problema p2p non esisterebbe, come non esisterebbe il problema pirateria in genere. Chiunque comprerebbe un supporto orginale per avere la miglior qualità possibile.4) pensare di fermare il p2p è utopia. I mezzi e le soluzioni per aggirare il problema utilizzando la crittografia dei dati e un modello diverso per il routing dei dati ci sono... per cui sarebbe stato solo questione di tempo prima di ritornare al numero di utenti "scambisti" di prima.
  • numerone scrive:
    Re: Confusione, ma perchè?
    Il tuo discorso é chiarissimo e parte da un concetto chiaro e semplice: tutto gratis non si può avere.I prezzi sono alti, lo sappiamo tutti, però le industrie non possono non ricevere almeno quanto spendono, se no molti fallirebbero e l'intero sistema andrebbe crisi.Mettiamo subito in chiaro una cosa: i diritti d'autore sono un sacrosanto diritto di chi produce, però allo stesso tempo vedere il signor paramount che si fa la ferrari enzo e pretende che anche chi non ha i soldi per mandare i figli ad una scuola decente paghi 30 euro per star trek nemesys, sinceramente, non mi fa tanto piacere...Bisogna saper scendere a compromessi: io la mia parte l'ho fatta...==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 3.43.00
    • sh4d scrive:
      Re: Confusione, ma perchè?
      - Scritto da: numerone
      Il tuo discorso é chiarissimo e parte
      da un concetto chiaro e semplice: tutto
      gratis non si può avere.

      I prezzi sono alti, lo sappiamo tutti,
      però le industrie non possono non
      ricevere almeno quanto spendono, se no molti
      fallirebbero e l'intero sistema andrebbe
      crisi.

      Mettiamo subito in chiaro una cosa: i
      diritti d'autore sono un sacrosanto diritto
      di chi produce, però allo stesso
      tempo vedere il signor paramount che si fa
      la ferrari enzo e pretende che anche chi non
      ha i soldi per mandare i figli ad una scuola
      decente paghi 30 euro per star trek nemesys,
      sinceramente, non mi fa tanto piacere...

      Bisogna saper scendere a compromessi: io la
      mia parte l'ho fatta...I nostri amati signori del commercio musicale dovranno adattare i loro regimi di spese personali (ferrari, ville ecc.) ai nuovi trend di mercato ed a più efficienti modelli di business.Tralasciando filippiche sull'aberrante connubio tra musica (arte) e business (mero commercio di beni qualsiasi) arrivo subito al punto: come giustamente puntualizzi è nella natura stessa della sopravvivenza del marketing che i ricavi siano superiori alle spese, ma per meglio adattare questo bilanciamento al mondo che cambia è necessaria una profonda revisione del percorso che fa la musica dalla chitarra o voce dell'artista fino al cd in casa del consumatore finale, tentando di evidenziare e tagliare tutti quei nodi che nell'era delle comunicazioni globali sono diventati per forza di cose obsoleti . Mi riferisco ai canali di distribuzione e ai mille giri nelle tasche di impresari discografici che lucrano fino all'ultima nota facendo lievitare ai prezzi che ben conosciamo i cd al negozio. Non è pensabile che un circuito del genere, pensato e progettato quando internet nemmeno esisteva, possa coesistere in un mondo che di fatto digitalmente non ha più alcuna barriera. Certo è che pochi, anzi nessuno dei ricconi in gioco è disposto a rinunciare alle cospicue entrate che questo arcaico marchingegno garantisce. Ma prima o poi dovranno rassegnarsi al cambiamento. Dove s'è mai sentito che se non compro patate dal fruttivendolo lo stato mi multa se scambio le mie carote che costano meno con le patate del vicino? spero che il paragone ortofrutticolo sia abbastanza chiaro :)
      • numerone scrive:
        Re: Confusione, ma perchè?

        I nostri amati signori del commercio
        musicale dovranno adattare i loro regimi di
        spese personali (ferrari, ville ecc.) ai
        nuovi trend di mercato ed a più
        efficienti modelli di business.
        Tralasciando filippiche sull'aberrante
        connubio tra musica (arte) e business (mero
        commercio di beni qualsiasi) arrivo subito
        al punto: come giustamente puntualizzi
        è nella natura stessa della
        sopravvivenza del marketing che i ricavi
        siano superiori alle spese, ma per meglio
        adattare questo bilanciamento al mondo che
        cambia è necessaria una profonda
        revisione del percorso che fa la musica
        dalla chitarra o voce dell'artista fino al
        cd in casa del consumatore finale, tentando
        di evidenziare e tagliare tutti quei nodi
        che nell'era delle comunicazioni globali
        sono diventati per forza di cose
        obsoleti . Mi riferisco ai canali di
        distribuzione e ai mille giri nelle tasche
        di impresari discografici che lucrano fino
        all'ultima nota facendo lievitare ai prezzi
        che ben conosciamo i cd al negozio. Non
        è pensabile che un circuito del
        genere, pensato e progettato quando internet
        nemmeno esisteva, possa coesistere in un
        mondo che di fatto digitalmente non ha
        più alcuna barriera. Certo è
        che pochi, anzi nessuno dei ricconi in gioco
        è disposto a rinunciare alle cospicue
        entrate che questo arcaico marchingegno
        garantisce. Ma prima o poi dovranno
        rassegnarsi al cambiamento. Dove s'è
        mai sentito che se non compro patate dal
        fruttivendolo lo stato mi multa se scambio
        le mie carote che costano meno con le patate
        del vicino? spero che il paragone
        ortofrutticolo sia abbastanza chiaro :)Mi permetto di parlare in modo più chiaro.Secondo la mentalità attuale é ritenuto giusto che chi crei un oggetto possa decidere chi lo deve usare, quando e molte volte hanno cercato d'imporre anche il dove...In pratica se tu fai un qualcosa per lui (tutti noi siamo abituati a pagare, ma un collezionatore di francobolli può richiedere l'invio di un francobollo, un collezionatore di schede telefoniche può richiedere l'invio di una scheda ecc..), lui fa qualcosa per te (ti concede il permesso di utilizzare il prodotto).Allo stesso tempo, però, ti vieta di poterlo distribuire in modo tale che lui, essendo l'autore, possa ricevere quanti più "favori" (chiamiamoli così) possibile.Tanto per citare Morpheus: sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha confini, che non ha odore.Il problema, quindi, non é lo stato; bensì l'autore: esso non usa, ma bensì abusa della sua "posizione dominante".Lo stato può essere visto come "problema" solo se si ritiene che esso debba evitare tali abusi (cosa da me non condivisa).Fortunatamente un "embrione del mercato non antidiluviano" (se così lo vogliamo chiamare) esiste già (tanto per "indicare la soglia" all'utonto, OpenSource non é GPL e GPL non é linux, quindi non necessariamente quello che ho detto dev'essere letto come abbandonare windows ;), ma il semplice non volere word a tutti i costi o ricodificare i propri mp3 in ogg vorbis , o ancora chiedere al proprio docente di usare octave al posto dello strafamoso e stracostoso matlab allo stato attuale é utilissimo...).Tanto per fissare meglio le idee e per uscire dal campo informatico andate a sentire un po' di musica diversa dal solito baglioni, serena grandi, shakira (http://punto-informatico.it/p.asp?i=47695 ;))...Come ho detto prima, l'importante é saper scendere a compromessi: abbiamo iniziato a muovere i passi in una nuova frontiera; da che mondo é mondo l'uomo ha paura dei cambiamenti ed é normale che allo stato attuale le cose siano così. Il vero problema é saper indirizzare le cose nella direzione giusta per evitare i classici "spargimenti di sangue" che spesso avvengono in questi casi...==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 5.07.01
    • Anonimo scrive:
      Re: Confusione, ma perchè?
      - Scritto da: numerone
      però allo stesso
      tempo vedere il signor paramount che si fa
      la ferrari enzo e pretende che anche chi non
      ha i soldi per mandare i figli ad una scuola
      decente paghi 30 euro per star trek nemesys,
      sinceramente, non mi fa tanto piacere...sempre detto io, i prezzi vanno calcolati in base alla ricchezza di chi compra... così come le tasse vengono calcolate in base a quanto guadagni.e allora: il dirigente di industria paghi 200 euro un cd, l'operaio (che mantiene lavorando il posto al dirigente di industria) si sollazzi ascoltando musica a gratis...e tra dirigenti diranno: "ah, l'ultimo di vasco... io l'ho comprato... e quei poveracci devono scaricarselo dalla rete..."dicano pure, a me va bene così
  • numerone scrive:
    Che s'intende per "Atto Illegale"?
    Riporto dall'articolo:
    Al contrario, qualora i cybercop ravvedano l'utilizzo illegale
    del network da parte di un abbonato, il corrispondente
    provider verrà informato affinché possa mettere in atto
    misure atte ad impedire la prosecuzione del comportamento
    illegale.In pratica se un pinco pallino qualunque viene beccato a scaricare i provider sono obbligati ad impedirgli di continuare?
    • sh4d scrive:
      Re: Che s'intende per "Atto Illegale"?
      - Scritto da: numerone
      Riporto dall'articolo:

      Al contrario, qualora i cybercop
      ravvedano l'utilizzo illegale

      del network da parte di un abbonato, il
      corrispondente

      provider verrà informato
      affinché possa mettere in atto

      misure atte ad impedire la prosecuzione
      del comportamento

      illegale.

      In pratica se un pinco pallino qualunque
      viene beccato a scaricare i provider sono
      obbligati ad impedirgli di continuare?Se non è illegale farlo hanno ben poco da segnalare..
      • numerone scrive:
        Re: Che s'intende per "Atto Illegale"?
        - Scritto da: sh4d

        Se non è illegale farlo hanno ben
        poco da segnalare..Proprio questo sto cercando di capire.Nell'articolo legge si é parlato di eliminare le sanzioni ma non di rendere legale il download .Mi son risposto da solo o mi sfugge qualcosa?==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 5.09.42
        • An@kin scrive:
          Re: Che s'intende per "Atto Illegale"?
          a me sembra proprio che non diventi legale, ma che si eliminino le sanzioni. In teoria quindi non ti requisiscono + nulla, e non ti fanno multe però il provider deve terminare la tua conessione O.oBeh ma allora basta cambiare provider :D
  • Anonimo scrive:
    Caro Forrester, è il progresso.
    "secondo Forrester, il 40 per cento dei "downloader" compra meno musica di quanto faceva prima dell'avvento del P2P"Bella scoperta, anch'io da quando sono apparsi i CD Audio ho comprato meno dischi in vinile e musicassette, fino a non comprarne più... Caro Forrester, è il progresso... bisogna adeguarsi!
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla

    Sono però curioso di leggere se e
    come cambierà l'articolo 4:

    4. Chiunque pone in essere iniziative
    dirette a promuovere o ad
    incentivare la diffusione delle
    condotte di cui al comma 3 è punito
    con la sanzione amministrativa pecuniaria di
    euro 2000 e con le sanzioni accessorie
    previste al medesimo comma.".

    che è stato scritto apposta per
    punire i gestori dei server, ma, in pratica,
    punisce non tanto per un reato commesso, ma
    solo per la possibilità che questo
    reato avvenga (IMHO assolutamente
    inaccettabile... formalmente
    anticostituzionale e politica utilizzata in
    italia (credo) solo per la lotta alle BR
    -.-)A naso ti direi che cadrà anche quella sanzione.. che senso avrebbe mantenerla, se l'illecito principale non è più sanzionabile?CiaoEugen
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73

    - Scritto da: Anonimo

    A me sembrava che dicesse proprio che
    l'uso

    personale è consentito,ma ho
    letto 1

    miliardo di cose e posso ricordare male.

    Comunque che passi l'assunto scala

    commerciale=scambio senza lucro la vedo

    dura: scaricare e pirateria a scopo di
    lucro

    sarebbero equiparate.

    Come ho detto rispondendo in un post sopra,
    secondo me sarà una questione
    più formale che altro. Formalmente il
    condividere rimarrà illegale...
    praticamente, se non ci guadagni sopra,
    nessuno verrà a romperti le scatole
    (esattamente come fino a ieri).
    Sono però curioso di leggere se e
    come cambierà l'articolo 4:

    4. Chiunque pone in essere iniziative
    dirette a promuovere o ad
    incentivare la diffusione delle
    condotte di cui al comma 3 è punito
    con la sanzione amministrativa pecuniaria di
    euro 2000 e con le sanzioni accessorie
    previste al medesimo comma.".

    che è stato scritto apposta per
    punire i gestori dei server, ma, in pratica,
    punisce non tanto per un reato commesso, ma
    solo per la possibilità che questo
    reato avvenga (IMHO assolutamente
    inaccettabile... formalmente
    anticostituzionale e politica utilizzata in
    italia (credo) solo per la lotta alle BR
    -.-)Sono d'accordo: per legge formalmente illecito,di fatto consentito.Penso che sia altamente probabile(altrimenti tutte le tasse introdotte rischiano di essere inutili perchè i supporti su cui gravano sono vengono più acquistati da molta gente).Sull'articolo 4 sono ancora d'accordo: è il reato d'intenzione,cosa assurda,dato che,virtualmente,qualsiasi cosa può essere vista come reato d'intenzione.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    A me sembrava che dicesse proprio che l'uso
    personale è consentito,ma ho letto 1
    miliardo di cose e posso ricordare male.
    Comunque che passi l'assunto scala
    commerciale=scambio senza lucro la vedo
    dura: scaricare e pirateria a scopo di lucro
    sarebbero equiparate.Come ho detto rispondendo in un post sopra, secondo me sarà una questione più formale che altro. Formalmente il condividere rimarrà illegale... praticamente, se non ci guadagni sopra, nessuno verrà a romperti le scatole (esattamente come fino a ieri). Sono però curioso di leggere se e come cambierà l'articolo 4:4. Chiunque pone in essere iniziative dirette a promuovere o ad incentivare la diffusione delle condotte di cui al comma 3 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria di euro 2000 e con le sanzioni accessorie previste al medesimo comma.".che è stato scritto apposta per punire i gestori dei server, ma, in pratica, punisce non tanto per un reato commesso, ma solo per la possibilità che questo reato avvenga (IMHO assolutamente inaccettabile... formalmente anticostituzionale e politica utilizzata in italia (credo) solo per la lotta alle BR -.-)
  • Anonimo scrive:
    come volevasi dimostrare
    il tutto era solo una manfrina per mettere la nuova tassa che quindi fara' arrivare i quattrini direttamente nelle tasche degli sciacalli, senza neppure avere il bisogno di vendere davvero delle copie.
    • Anonimo scrive:
      Re: come volevasi dimostrare
      Complimenti.... poche parole ma chiare.Concordo con te al 100%.Tuttavia non credo mirassero così in basso...sono ancora convinto che vogliano legittimare lo spionaggio sulla rete.
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla

    A me sembrava che dicesse proprio che l'uso
    personale è consentito,ma ho letto 1
    miliardo di cose e posso ricordare male.
    Comunque che passi l'assunto scala
    commerciale=scambio senza lucro la vedo
    dura: scaricare e pirateria a scopo di lucro
    sarebbero equiparate.In questo senso, IMHO, in Italia abbiamo una situazione potenzialmente favorevole, perché la legislazione distingue chiaramente tra lucro e assenza di lucro, escludendo dal primo caso anche il cosiddetto "mancato guadagno" (quello su cui puntano le major... un disco scaricato è un disco non comprato). Il p2p, in qualche modo "deregolato" a livello europeo, potrebbe tranquillamente sopravvivere così com'è in Italia... Urbani permettendo.CiaoEugen
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73

    - Scritto da: Anonimo

    Bè,non è che per far
    passare

    l'ide di p2p legale serva eliminare il

    copyright.

    Beh, il p2p in se non è illegale
    nemmeno oggi.
    Il copyright dichiara semplicemente che una
    certa opera è stata fatta da una
    certa persona. Questa persona però
    (nella fattispecie la major) può
    mettere dei vincoli alla copia,
    distribuzione ecc. e, di fatto, queste
    limitazioni si applicano sempre. Questo
    è il motivo della nascita del
    "copyleft".


    Oltretutto la direttiva UE dice che
    l'uso

    personale è consentito e poi
    parla di

    scala commerciale in relazione alla

    pirateria.

    Anche questa è una assunzione. Parla
    solo di "scala commerciale"... sta ai
    legislatori dei vari stati interpretare cosa
    sia la "scala commerciale".A me sembrava che dicesse proprio che l'uso personale è consentito,ma ho letto 1 miliardo di cose e posso ricordare male.Comunque che passi l'assunto scala commerciale=scambio senza lucro la vedo dura: scaricare e pirateria a scopo di lucro sarebbero equiparate.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    La liberalizzazione potrebbe diventare una
    situazione "di fatto" (come già
    è, tutto sommato), avallata da leggi
    che appunto non sanzionano né
    definiscono precisamente la non
    liceità del comportamento...Concordo. Anche secondo me questa è la visione più probabile. Anche perchè, a meno di non istituire veramente uno stato di polizia (in America pare ci stiano provando, ma i risultati li abbiamo tutti davanti agli occhi), è praticamente impossibile controllare il p2p (Napster docet).
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    Bè,non è che per far passare
    l'ide di p2p legale serva eliminare il
    copyright.Beh, il p2p in se non è illegale nemmeno oggi. Il copyright dichiara semplicemente che una certa opera è stata fatta da una certa persona. Questa persona però (nella fattispecie la major) può mettere dei vincoli alla copia, distribuzione ecc. e, di fatto, queste limitazioni si applicano sempre. Questo è il motivo della nascita del "copyleft".
    Oltretutto la direttiva UE dice che l'uso
    personale è consentito e poi parla di
    scala commerciale in relazione alla
    pirateria.Anche questa è una assunzione. Parla solo di "scala commerciale"... sta ai legislatori dei vari stati interpretare cosa sia la "scala commerciale".
  • Anonimo scrive:
    Carlucci, succhiami...
  • Anonimo scrive:
    Usare il FAX
    Se uso un fax per faxare un documento fondamentalmente stabilisco una connessione diretta da me ad un'altro individuo... quindi è una connessione P2P!Non ho mai faxato un MP3 ma in termini "larghi" il FAX è realmente un sistema P2P e faxare equivale ad uploader un contenuto... (che può anche essere protetto da copyright).
    • TPK scrive:
      Re: Usare il FAX
      E se canti al telefono fai streaming audio...
    • Anonimo scrive:
      Re: Usare il FAX
      - Scritto da: Anonimo
      Se uso un fax per faxare un documento
      fondamentalmente stabilisco una connessione
      diretta da me ad un'altro individuo...
      quindi è una connessione P2P!
      Non ho mai faxato un MP3 ma in termini
      "larghi" il FAX è realmente un
      sistema P2P e faxare equivale ad uploader un
      contenuto... (che può anche essere
      protetto da copyright).Infatti se faxi un libro o spartiti musicali commetti un illecito... dov'è la scoperta, scusa?CiaoEugen
      • Anonimo scrive:
        Re: Usare il FAX
        Allora, se vendi il tuo vecchio PC a un amico....Visto che non gli fai pagare l'IVA nè tu la versi allo stato allora sei un EVASORE FISCALE ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Usare il FAX
          tanto quanto non puoi prestare CD o farli ascoltare a persone al di fuori della tua famiglia perché hai acquistato il _diritto_ di ascoltarli per conto tuo ... eh, i privilegi feudali, il diritto di respirare, il diritto della musica in pubblico, il diritto dei supporti che contengono musica ...
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla

    Vero anche questo... però,
    sinceramente, mi sambra _estremamente_
    difficile (eufemismo) che la politica del
    "liberalizziamo tutto" possa passare. La liberalizzazione alla luce del sole forse no, ma bisogna tenere conto (e qui il dl Urbani farà scuola) che i tentatvi di repressione del p2p portano ai governi conseguenze e imbarazzi ben più gravi sotto il profilo della privacy, sotto altri aspetti economici come quello degli ISP, ecc...La liberalizzazione potrebbe diventare una situazione "di fatto" (come già è, tutto sommato), avallata da leggi che appunto non sanzionano né definiscono precisamente la non liceità del comportamento...CiaoEugen
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73

    - Scritto da: Anonimo




    La legge non va per interpretazioni


    personali(fortunatamente): fino a
    che


    nessuno stabilisce che scala
    commerciale


    è anche il non lucro non
    vedo

    proprio


    nessuna contraddizione.



    Concordo, se "on a commercial scale" non

    è interpretabile immediatamente
    come

    "a scopo di lucro" non significa che sia

    interprteabile come "anche non a scopo
    di

    lucro"... Altrimenti avrebbero messo
    "on a

    planetary scale" e non ci sarebbero
    stati

    dubbi...

    Vero anche questo... però,
    sinceramente, mi sambra _estremamente_
    difficile (eufemismo) che la politica del
    "liberalizziamo tutto" possa passare.
    Sarebbe bello se il copyright non esistesse
    e l'utente potesse scegliere liberamente se
    pagare per la distribuzione o rivolgersi ad
    alternative free (e non solo per i SO), ma
    ci sono decisamente troppi interessi in
    gioco e, se un giorno questa visione si
    avvererà, ci vorranno dei tempi
    tecnici di decenni per arruarla.
    Comunque, come si dice, chi vivrà
    vedrà :p (del resto dobbiamo
    aspettare solo pochi giorni :)) Bè,non è che per far passare l'ide di p2p legale serva eliminare il copyright.Oltretutto la direttiva UE dice che l'uso personale è consentito e poi parla di scala commerciale in relazione alla pirateria.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: TPK
    E poi scala commerciale non vuol dire
    niente.
    Vendere 1 cd e' commerciare, venderne
    1,000,000 e' commerciare, peccato che ci sia
    una differenza di diversi ordini di
    grandezza. Non esiste una scala commerciale.
    Piu' corretto sarebbe stato scrivere fini
    commerciali Più corretto, ma troppo preciso. E' ambiguo apposta per lasciare libertà di interpretazione agli stati membri dell'Unione, che devono poi recepire la norma localmente.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo


    La legge non va per interpretazioni

    personali(fortunatamente): fino a che

    nessuno stabilisce che scala commerciale

    è anche il non lucro non vedo
    proprio

    nessuna contraddizione.

    Concordo, se "on a commercial scale" non
    è interpretabile immediatamente come
    "a scopo di lucro" non significa che sia
    interprteabile come "anche non a scopo di
    lucro"... Altrimenti avrebbero messo "on a
    planetary scale" e non ci sarebbero stati
    dubbi...Vero anche questo... però, sinceramente, mi sambra _estremamente_ difficile (eufemismo) che la politica del "liberalizziamo tutto" possa passare. Sarebbe bello se il copyright non esistesse e l'utente potesse scegliere liberamente se pagare per la distribuzione o rivolgersi ad alternative free (e non solo per i SO), ma ci sono decisamente troppi interessi in gioco e, se un giorno questa visione si avvererà, ci vorranno dei tempi tecnici di decenni per arruarla.Comunque, come si dice, chi vivrà vedrà :p (del resto dobbiamo aspettare solo pochi giorni :))
  • MaurizioB scrive:
    Re: Tassa sui software di masterizzazion
    - Scritto da: Anonimo
    www.gnu.org/philosophy/free-software-for-free


    Le possibilità non sono molte,
    tra

    queste c'è l'eventualità
    che

    software free diventi più famoso

    per "free" cosa intendi ?
    www.gnu.org/philosophy/free-sw.html

    ``Free software'' is a matter of liberty,
    not price. To understand the concept, you
    should think of ``free'' as in ``free
    speech,'' not as in ``free beer.''Oh, finalmente qualcuno che ne sappia qualcosa... Ho volutamente lasciato il "dubbio", usando la parola free, anche per vedere chi/come reagiva. Sono benissimo consapevole del fatto che opensource significhi free ma non gratis.La polemica cmq nasceva dal software gratuito in particolare (anche non per forza opensource): come funziona in tal caso? Lo sviluppatore può mantenere il software gratuito ma deve pagare di tasca sua? Ne dubito!A questo punto il rischio sarebbe che non sarebbe più possibile creare software di masterizzazione gratuito in italia... Un po' paradossale, ma non totalmente impossibile, sfortunatamente, viste le sbandate di cui il nostro governo è capace...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sui software di masterizzazion
      - Scritto da: MaurizioB
      La polemica cmq nasceva dal software
      gratuito in particolare (anche non per forza
      opensource): come funziona in tal caso? Lo
      sviluppatore può mantenere il
      software gratuito ma deve pagare di tasca
      sua? Ne dubito!Basta fare due conti.... il 3 per cento di 0 quanto fa ?? ;)Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo





    E infatti io cosa ho detto?

    O tolgono in toto le sanzioni o fanno

    riferimento alla vecchia legge.

    Hai scritto un o di troppo
    Se tolgono le sanzioni previste da Urbani
    scatta automaticamente la vecchia legge (che
    vecchia non è perchè
    attualemente in vigore)
    Pensare che inseriscano un'articolo
    propositivo che specifichi che scaricare
    senza scopo di lucro è legale
    è fantapolitica.La UE quindi fa fantapolitica(e noi ne facciamo parte).Io tutte queste certezze non capisco da cosa nascano(una volta che dicono che tolgono qualcosa è già ovvio che ritorneranno le altre sanzioni).
  • Anonimo scrive:
    Già c'era !!!
    Ma la tassa sui masterizzatori e sui supporti già c'era !!E che scatole che hanno fattoHo il masterizzatore per archiviare le 19000 foto che faccio all'anno con le mie digitali...E pensare che già pago anche le tasse sulle Memorie Flash perchè potrei metterci degli MP3... anche all'ipotesi di reato siamo arrivati... ed orà giù, altre tasse.... che schifo
  • TPK scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    La legge non va per interpretazioni
    personali(fortunatamente): fino a che
    nessuno stabilisce che scala commerciale
    è anche il non lucro non vedo proprio
    nessuna contraddizione.E poi scala commerciale non vuol dire niente.Vendere 1 cd e' commerciare, venderne 1,000,000 e' commerciare, peccato che ci sia una differenza di diversi ordini di grandezza. Non esiste una scala commerciale.Piu' corretto sarebbe stato scrivere fini commerciali
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla

    La legge non va per interpretazioni
    personali(fortunatamente): fino a che
    nessuno stabilisce che scala commerciale
    è anche il non lucro non vedo proprio
    nessuna contraddizione.Concordo, se "on a commercial scale" non è interpretabile immediatamente come "a scopo di lucro" non significa che sia interprteabile come "anche non a scopo di lucro"... Altrimenti avrebbero messo "on a planetary scale" e non ci sarebbero stati dubbi...CiaoEugen
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73
    - Scritto da: Anonimo

    Veramente la normativa europea va
    proprio

    verso la liberalizzazione

    1a. In cases of infringement committed on a
    commercial scale, the Member States shall
    ensure that, if the injured party
    demonstrates circumstances likely to
    endanger the recovery of damages, the
    judicial authorities may order the
    precautionary seizure of the movable and
    immovable property of the alleged infringer,
    including the blocking of his bank accounts
    and other assets. To this end, the competent
    authorities may order the communication of
    bank, financial or commercial documents, or
    appropriate access to the relevant
    information.

    Nota che non dice "a scopo di lucro", ma "su
    scala commerciale". IMHO condividere un film
    ai 2 milioni di utenti abituali di ed2k si
    prefigura come "scala commerciale" -.-

    ==================================
    Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.21.30La legge non va per interpretazioni personali(fortunatamente): fino a che nessuno stabilisce che scala commerciale è anche il non lucro non vedo proprio nessuna contraddizione.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    Veramente la normativa europea va proprio
    verso la liberalizzazione1a. In cases of infringement committed on a commercial scale, the Member States shall ensure that, if the injured party demonstrates circumstances likely to endanger the recovery of damages, the judicial authorities may order the precautionary seizure of the movable and immovable property of the alleged infringer, including the blocking of his bank accounts and other assets. To this end, the competent authorities may order the communication of bank, financial or commercial documents, or appropriate access to the relevant information.Nota che non dice "a scopo di lucro", ma "su scala commerciale". IMHO condividere un film ai 2 milioni di utenti abituali di ed2k si prefigura come "scala commerciale" -.-==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.21.30
  • Anonimo scrive:
    Io aspetto la legge
    e nel frattempo mi stò scarìcando la cinematografia di Kubrik. Altro che le porcherie tip "Jeepers Creepers 2" o "Barzellette"!!!
    • TPK scrive:
      Re: Io aspetto la legge
      Vabbe', se ti e' piaciuto Eyes Wide Shut... :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Io aspetto la legge
        - Scritto da: TPK
        Vabbe', se ti e' piaciuto Eyes Wide Shut...
        :s Caspita, su 12 films mi citi il meno riuscito.... che comun que è sempre meglio di tante cavolate super-elogiate come "L'ultimo samurai"... quindi concordo con te. Ti informo che poi passo alla cinematografia di Marco Ferreri, tanto prima che approvino la legge di tempo ne ho. Ciao, criticone!
        • TPK scrive:
          Re: Io aspetto la legge
          Ho citato quello brutto apposta... ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io aspetto la legge
            Eyes Wide Shut resta comunque 1000 volte meglio di "Barzellette pasquo-natalizie sul Rio delle Fiandre" o roba simile.
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73

    - Scritto da: Anonimo

    Non lo puoi sapere adesso cosa
    toglieranno e

    cosa itegreranno.

    Volendo ci metti poco a liberalizzare il

    tutto.

    Si aspetta e si vede,commentare adesso
    non

    ha senso(non abbiamo informazioni).

    Vero, ma IMHO la probabilità che
    liberizzino tutto è assolutamente
    pari a zero :p (anche perchè
    c'è una norma europea che lo vieta).
    La cosa di gran lunga più probabile
    è che rimarrà la legge
    precedente con qualche cambiamento... quindi
    niente di (troppo) nuovo sotto il sole.Veramente la normativa europea va proprio verso la liberalizzazione
  • Anonimo scrive:
    Nebuloso

    Le sanzioni previste dal decreto, infatti, saranno abolite per chi fa uso personale di quanto scaricato.Uso personale in che senso? Che non si può condividere? Che non ci puoi guadagnare?
    La riformulazione non prevedrà le sanzioni destinate agli utenti di Internet che scambiano file per uso privato, sarà allineata alle norme europee e riguarderà tutte le opere protette dal diritto di autoreIn base a quest'altra affermazione sembra che si possa condividere. Ma allora i provider cosa devono controllare?
    Al contrario, qualora i cybercop ravvedano l'utilizzo illegale del network da parte di un abbonato, il corrispondente provider verrà informato affinché possa mettere in atto misure atte ad impedire la prosecuzione del comportamento illegaleUso illegale in che senso? Stiamo ancora parlando del file sharing? Allora è illegale? Evvai un'altra legge all'italiana che ognuno interpreterà come vuole :-(
    • nefasto scrive:
      l'utilizzo illegale del network
      sostanzialmente il lucro
    • Anonimo scrive:
      Re: Nebuloso
      - Scritto da: Jack Rackham

      Le sanzioni previste dal decreto,
      infatti, saranno abolite per chi fa uso
      personale di quanto scaricato.

      Uso personale in che senso? Che non si
      può condividere? Che non ci puoi
      guadagnare?


      La riformulazione non prevedrà
      le sanzioni destinate agli utenti di
      Internet che scambiano file per uso privato,
      sarà allineata alle norme europee e
      riguarderà tutte le opere protette
      dal diritto di autore

      In base a quest'altra affermazione sembra
      che si possa condividere. Ma allora i
      provider cosa devono controllare?


      Al contrario, qualora i cybercop
      ravvedano l'utilizzo illegale del network da
      parte di un abbonato, il corrispondente
      provider verrà informato
      affinché possa mettere in atto misure
      atte ad impedire la prosecuzione del
      comportamento illegale

      Uso illegale in che senso? Stiamo ancora
      parlando del file sharing? Allora è
      illegale?

      Evvai un'altra legge all'italiana che ognuno
      interpreterà come vuole :(E' ancora un'idea in testa solo a chi la dovrà trasformare in legge,ci credo che sia nebulosa(si spera non lo sia la stesura): se non lo fosse avremmo già la legge.Pretendere di avere tutte le informazioni da dichiarazioni di intenti ed esternazioni di idee è pretendere troppo.
  • Ataru73 scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo
    Non lo puoi sapere adesso cosa toglieranno e
    cosa itegreranno.
    Volendo ci metti poco a liberalizzare il
    tutto.
    Si aspetta e si vede,commentare adesso non
    ha senso(non abbiamo informazioni).Vero, ma IMHO la probabilità che liberizzino tutto è assolutamente pari a zero :p (anche perchè c'è una norma europea che lo vieta).La cosa di gran lunga più probabile è che rimarrà la legge precedente con qualche cambiamento... quindi niente di (troppo) nuovo sotto il sole.
  • Anonimo scrive:
    Anche le telefonate erotiche a rischio!!
    Tratto dall'Unità:http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=33426"Resta tuttavia il problema del ruolo da attribuire ai provider Internet. Nel decreto si affida ai fornitori di connettività Internet il ruolo di ?cani da guardia?. Secondo la norma, essi dovrebbero segnalare alla polizia eventuali attività di scambio illegale di file. Un ruolo che i gestori rifiutano (sarebbe come se le società telefoniche dovessero comunicare alla polizia le telefonate erotiche), ma che non è stato tolto dalla norma".E io che non lo sapevo!!!!!!!Eugen:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:|:|:|:|
  • nefasto scrive:
    opinione personale su questione upload
    "Le sanzioni previste dal decreto, infatti, saranno abolite per chi fa uso personale di quanto scaricato"Secondo il mio modesto parere finchè non c'è lucro l'uso sarà considerato personale quindi anche l'upload permesso.Ricordo prima di facili entusiasmi che siamo ancora ad un idea non ad una legge.Ritengo che i provider abbiano sostanzialmente vinto perchè una sanzione del p2p li avrebbe spiazzati.Noi utenti perdiamo sempre perchè trovano il modo di farci pagare qualcosa più cara. Penso anche a chi il software di masterizzazione per motivi di lavoro dovrà acquistarlo e pagarlo più salato e magari non sa manco cos'è il p2p. (a questi suggerisco di non utilizzare il "favoloso" processo guidato di XP per tragiche esperienze personali)Ma forse è il male minore, forse la tecnologia non si fermerà come si er rischiato che avvenisse e probabilmente gli aumenti saranno riassorbiti dai cali di prezzi.Speriamo==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.06.44
    • Anonimo scrive:
      Re: opinione personale su questione uplo
      ma ti rendi conto di cosa dici ?????vorrebbe dire che il P2P senza scopo di lucro non solo è permesso ma è pure legale !!!!!!!!!non lo approveranno mai, gli USA ci manderebbero i SEALS domani stesso,senza calcolare il resto dell'EUROPA
      • nefasto scrive:
        Re: opinione personale su questione uplo
        - Scritto da: Anonimo
        ma ti rendi conto di cosa dici ?????

        vorrebbe dire che il P2P senza scopo di
        lucro non solo è permesso ma è
        pure legale !!!!!!!!!
        ti rispondo con "Il nuovo testo del decreto antipirateria che il governo porterà alla discussione dell'Aula - ha dichiarato Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in commissione Cultura - rappresenta una vittoria per i Democratici di Sinistra. La riformulazione non prevedrà le sanzioni destinate agli utenti di Internet che scambiano file per uso privato , sarà allineata alle norme europee e riguarderà tutte le opere protette dal diritto di autore".
        non lo approveranno mai, gli USA ci
        manderebbero i SEALS
        domani stesso,senza calcolare il resto
        dell'EUROPAgli USA in Italia non hanno giurisdizione.l'Italia si è allineata all'Europa con il suo atteggiamento di non punire l'uso privato (se davvero queste saranno le norme che entreranno in vigore)
        • Anonimo scrive:
          Re: opinione personale su questione uplo
          - Scritto da: nefasto

          ti rispondo con
          "Il nuovo testo del decreto antipirateria
          che il governo porterà alla
          discussione dell'Aula - ha dichiarato
          Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in
          commissione Cultura - rappresenta una
          vittoria per i Democratici di Sinistra. La
          riformulazione non prevedrà le
          sanzioni destinate agli utenti di Internet
          che scambiano file per uso privato,
          sarà allineata alle norme europee e
          riguarderà tutte le opere protette
          dal diritto di autore". La riformulazione del DECRETO
          gli USA in Italia non hanno giurisdizione.
          l'Italia si è allineata all'EuropaIn Europa è legale scambiarsi file coperti da copyright ?Ma dove ?
    • Anonimo scrive:
      Re: opinione personale su questione upload
      - Scritto da: nefasto
      "Le sanzioni previste dal decreto, infatti,
      saranno abolite per chi fa uso personale di
      quanto scaricato"
      le sanzioni previste DAL DECRETO saranno abolite restano le altre
      • Anonimo scrive:
        Re: opinione personale su questione upload
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: nefasto

        "Le sanzioni previste dal decreto,
        infatti,

        saranno abolite per chi fa uso
        personale di

        quanto scaricato"



        le sanzioni previste DAL DECRETO saranno
        abolite
        restano le altreEntrmbe le ipotesi sono ugualmente valide senza niente di concreto in mano: evitiamo di fare commenti come se avessimo già sotto il testo di legge.
        • Anonimo scrive:
          Re: opinione personale su questione upload
          - Scritto da: Anonimo


          Entrmbe le ipotesi sono ugualmente valide
          senza niente di concreto in mano: evitiamo
          di fare commenti come se avessimo già
          sotto il testo di legge.Non abbiamo la legge ma abbiamo il cervello, usiamolo
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Entrmbe le ipotesi sono ugualmente
            valide

            senza niente di concreto in mano:
            evitiamo

            di fare commenti come se avessimo
            già

            sotto il testo di legge.

            Non abbiamo la legge ma abbiamo il cervello,
            usiamoloIl mio cervello purtroppo non prevede il futuro nè legge il pensiero: evidentemente sono limitato.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo



            Il mio cervello purtroppo non prevede il
            futuro nè legge il pensiero:
            evidentemente sono limitato.Davvero pensi che sia possibile che decidano che scambiarsi i file protetti da copyright sia perfettamente lecito ?In questo caso Urbani si merita un monumento altro che ingiurie
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Il mio cervello purtroppo non prevede il

            futuro nè legge il pensiero:

            evidentemente sono limitato.


            Davvero pensi che sia possibile che decidano
            che scambiarsi i file protetti da copyright
            sia perfettamente lecito ?
            In questo caso Urbani si merita un monumento
            altro che ingiurie Invece di lanciarsi in ipotesi basate su niente(e no,le frasi tipo "Davvero pensi che sia possibile che decidano che scambiarsi i file protetti da copyright sia perfettamente lecito ?" non sono argomenti sufficienti),aspetto.Quando avrò letto la legge commenterò.La direttiva UE comunque di fatto liberalizza,quindi Urbani non si inventa proprio niente nel caso(e comunque colpire pesantemente il p2p sarebbe un boomerang economico molto pesante).
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo



            Invece di lanciarsi in ipotesi basate su
            niente(e no,le frasi tipo "Davvero pensi che
            sia possibile che decidano che scambiarsi i
            file protetti da copyright sia perfettamente
            lecito ?" non sono argomenti
            sufficienti),aspetto.
            Quando avrò letto la legge
            commenterò.
            La direttiva UE comunque di fatto
            liberalizza,quindi Urbani non si inventa
            proprio niente nel caso(e comunque colpire
            pesantemente il p2p sarebbe un boomerang
            economico molto pesante).Secondo te è plausibile che Urbani decida dapprima di punire con 1500 euro di multa , confisca del computer, pubblicazione della sentenza chi condivide senza scopo di lucro file protetti dal diritto d'autore, e poi accetti, mantenendo il suo nome al decreto, modifiche che prevedono la LEGALIZZAZIONE dello stesso comportamento, eliminando anche quelle sanzioni che prima voleva inasprire.Da un decreto "contro" il P2P il decreto Urbani diventerebbe il decreto "DEL" P2P con conseguente autosodomizzazione del ministro.A me il buon senso mi dice che è impossibile, però, dato che insisti tanto, aspettiamo il testo.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            fatevi un calcolo.spesa mensile per adsl circa 40 euro.moltiplicatela per 2.500.000 di abbonati...per ora......e infine per i 12 mesi dell'anno.il totale sarà la risposta al fatto che ci permettono di scaricare per uso personale....
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo
            fatevi un calcolo.spesa mensile per adsl
            circa 40 euro.moltiplicatela per 2.500.000
            di abbonati...per ora......e infine per i 12
            mesi dell'anno.il totale sarà la
            risposta al fatto che ci permettono di
            scaricare per uso personale....certo che te lo permettono, l'hanno sempre fatto fino ad oraperò resta illegale
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            fatevi un calcolo.spesa mensile per adsl

            circa 40 euro.moltiplicatela per
            2.500.000

            di abbonati...per ora......e infine per
            i 12

            mesi dell'anno.il totale sarà la

            risposta al fatto che ci permettono di

            scaricare per uso personale....

            certo che te lo permettono, l'hanno sempre
            fatto fino ad ora
            però resta illegaleComincio a credere che se mai legalizzassero luso personale qualcuno ci rimarrebbe male.......
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo



            Comincio a credere che se mai legalizzassero
            luso personale qualcuno ci rimarrebbe
            male.......Di sicuro gli autori e le major.Ma ti rendi conto che se legalizzassero il P2P così com'è le major e gli autori sono destinati nel giro di pochi anni a chiudere bottega ?E tu pensi che la classe politica desideri questo ?Pensi che abbia le palle per distruggere un businness del genere e l'indotto che c'è dietro ?La tassa sui provider non è passata e passerebbe la legalizzazione dell'uso personale.Mah....
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo






            Comincio a credere che se mai
            legalizzassero

            luso personale qualcuno ci rimarrebbe

            male.......

            Di sicuro gli autori e le major.
            Ma ti rendi conto che se legalizzassero il
            P2P così com'è le major e gli
            autori sono destinati nel giro di pochi anni
            a chiudere bottega ?
            E tu pensi che la classe politica desideri
            questo ?
            Pensi che abbia le palle per distruggere un
            businness del genere e l'indotto che
            c'è dietro ?
            La tassa sui provider non è passata e
            passerebbe la legalizzazione dell'uso
            personale.
            Mah....Un discorso che non sta in piedi e che infatti hanno il coraggio di usare solo le major: fino ad ora il p2p ERA legale DI FATTO,perchè nessuno aveva mai fatto nulla contro chi scaricava(una legge disapplicata dalla consuetudine non ha valore): non vedo artisti e major a chiedere l'elemosina,come mai?
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo


            Un discorso che non sta in piedi e che
            infatti hanno il coraggio di usare solo le
            major: fino ad ora il p2p ERA legale DI
            FATTO,perchè nessuno aveva mai fatto
            nulla contro chi scaricava(una legge
            disapplicata dalla consuetudine non ha
            valore): non vedo artisti e major a chiedere
            l'elemosina,come mai?Ma è comunque un comportamento illegale e quindi ristretto.Una legge che affermi che ci si può scambiare gratuitamente materiale protetto dal diritto d'autore sarebbe una rivoluzione che neppure Cortiana ed i verdi avrebbero il coraggio di fare in questi termini.Un conto sarebbe prevedere un' abbonamento, una tassa o qualche altra diavoleria che compensi in qualche modo autori e produttori, ma nessuno sano di mente deciderebbe di punto in bianco che da domani sia lecito che una persona compri un cd e lo possa LEGALMENTE mettere a disposizione di tutti quelli che lo vogliono.Se fosse così in un potenziale prossimo futuro, quando tutti avrenno l'adsl in casa, nessuno comprerà più un cd o un dvd perchè tutti potranno LEGALMENTE copiarselo con il P2PE tutto questo senza che all'autore o alla major, che ne cura la produzione, vada LEGALEMENTE una misera lira.Credo che sia troppo anche per Urbani.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Un discorso che non sta in piedi e che

            infatti hanno il coraggio di usare solo
            le

            major: fino ad ora il p2p ERA legale DI

            FATTO,perchè nessuno aveva mai
            fatto

            nulla contro chi scaricava(una legge

            disapplicata dalla consuetudine non ha

            valore): non vedo artisti e major a
            chiedere

            l'elemosina,come mai?

            Ma è comunque un comportamento
            illegale e quindi ristretto.
            Una legge che affermi che ci si può
            scambiare gratuitamente materiale protetto
            dal diritto d'autore sarebbe una rivoluzione
            che neppure Cortiana ed i verdi avrebbero il
            coraggio di fare in questi termini.
            Un conto sarebbe prevedere un' abbonamento,
            una tassa o qualche altra diavoleria che
            compensi in qualche modo autori e
            produttori, ma nessuno sano di mente
            deciderebbe di punto in bianco che da domani
            sia lecito che una persona compri un cd e lo
            possa LEGALMENTE mettere a disposizione di
            tutti quelli che lo vogliono.
            Se fosse così in un potenziale
            prossimo futuro, quando tutti avrenno l'adsl
            in casa, nessuno comprerà più
            un cd o un dvd perchè tutti potranno
            LEGALMENTE copiarselo con il P2P
            E tutto questo senza che all'autore o alla
            major, che ne cura la produzione, vada
            LEGALEMENTE una misera lira.
            Credo che sia troppo anche per Urbani.Ma infatti le major penso proprio che si debbano rassegnare: o si blocca lo sviluppo tecnologico o spariranno a favore di distribuzione fatta direttamente dall'artista.Per il resto era di fatto legale anche prima,dato che nessuno puniva e molti non sapevano neanche che fosse reato.Aggiungo anche che la copia non è nata col file sharing,che si copia da sempre di fatto legalmente(controlli casa per casa sono impensabili)e che neanche in quel caso la gente ha smesso di comprare.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo


            Ma infatti le major penso proprio che si
            debbano rassegnare: o si blocca lo sviluppo
            tecnologico o spariranno a favore di
            distribuzione fatta direttamente
            dall'artista.
            Per il resto era di fatto legale anche
            prima,dato che nessuno puniva e molti non
            sapevano neanche che fosse reato.
            Aggiungo anche che la copia non è
            nata col file sharing,che si copia da sempre
            di fatto legalmente(controlli casa per casa
            sono impensabili)e che neanche in quel caso
            la gente ha smesso di comprare.Si stava parlando del decreto Urbani.Tu credi che Urbani in questi giorni abbia maturato il pensiero che
            le major penso proprio che si
            debbano rassegnare: o si blocca lo sviluppo
            tecnologico o spariranno a favore di
            distribuzione fatta direttamente
            dall'artista.Io no
            Per il resto era di fatto legale anche
            prima,dato che nessuno puniva e molti non
            sapevano neanche che fosse reato.Non è la stessa cosaTu stai dicendo che devi dire a gruppi industriali che versano centinai di miliardi l'anno di Iva allo Stato che da domani non hanno più alcuna protezione giuridicaPer me Urbani non lo farà mai e neppure la Carlucci
            Aggiungo anche che la copia non è
            nata col file sharing,che si copia da sempre
            di fatto legalmente(controlli casa per casa
            sono impensabili)e che neanche in quel caso
            la gente ha smesso di comprareMa per favore, un conto è scambiarsi un cd con un amico (che non avrà mai tutto quello che cerchi) un conto è riuscire a trovare con Internet tutto quello che esiste sul mercato MONDIALE.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo
            Aggiungo anche che la copia non è
            nata col file sharing,che si copia da sempre
            di fatto legalmente(controlli casa per casa
            sono impensabili)e che neanche in quel caso
            la gente ha smesso di comprare.Anche perché copiare su cassetta non restituiva la stessa qualità di un CD acquistato, come d'altronde (almeno finché non avremo tutti dischi da 1 terabyte e linee da 100 MB/s) l'MP3 fornisce una qualità inferiore al CD originale. È per questo (oltre che perché c'è un'intera generazione che ancora non ha confidenza col PC) che le vendite non hanno subito particolari flessioni, almeno a mio parere!! Un domani, quando queste condizioni non sussisteranno più, ci sarà comunque chi continua a comprare: solo che saranno gruppi di persone, che magari comprano comunitariamente per poi condividere fra sé e (eventualmente) via P2P. Flessione delle vendite magari ci sarà anche, ma collasso del mercato credo proprio mai...;)
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo


            (una legge
            disapplicata dalla consuetudine non ha
            valore)questa non l'avevo mai sentita ma dove l'hai letto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            (una legge

            disapplicata dalla consuetudine non ha

            valore)

            questa non l'avevo mai sentita
            ma dove l'hai letto ?Lascia perdere, e' una stupidaggine.Per la cronaca vale il contrario: la consuetudine non puo' essere 'contra legem'.
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo
            fino ad ora il p2p ERA legale DI
            FATTO,Ah ah ah ah ah ahSenti ma invece di perdere tempo a scrivere ca##ate qui, non ti compri un bel mattonazzo di diritto e cominci a studiartelo?
            (una legge disapplicata dalla consuetudine
            non ha valore)Ah ah ah ah ah ahTi prego ti prego ti prego: quando ti beccano e ti portano davanti al giudice, scrivilo sul forum!Voglio vedere la faccia di quel pover'uomo (e quella del tuo avvocato) quando sparerai simili stupidaggini... :D
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo







            Invece di lanciarsi in ipotesi basate su

            niente(e no,le frasi tipo "Davvero
            pensi che

            sia possibile che decidano che
            scambiarsi i

            file protetti da copyright sia
            perfettamente

            lecito ?" non sono argomenti

            sufficienti),aspetto.

            Quando avrò letto la legge

            commenterò.

            La direttiva UE comunque di fatto

            liberalizza,quindi Urbani non si inventa

            proprio niente nel caso(e comunque
            colpire

            pesantemente il p2p sarebbe un boomerang

            economico molto pesante).

            Secondo te è plausibile che Urbani
            decida dapprima di punire con 1500 euro di
            multa , confisca del computer, pubblicazione
            della sentenza chi condivide senza scopo di
            lucro file protetti dal diritto d'autore, e
            poi accetti, mantenendo il suo nome al
            decreto, modifiche che prevedono la
            LEGALIZZAZIONE dello stesso comportamento,
            eliminando anche quelle sanzioni che prima
            voleva inasprire.
            Da un decreto "contro" il P2P il decreto
            Urbani diventerebbe il decreto "DEL" P2P
            con conseguente autosodomizzazione del
            ministro.
            A me il buon senso mi dice che è
            impossibile, però, dato che insisti
            tanto, aspettiamo il testo.A me il buon senso non dice nulla,perchè il buon senso non funziona in mancanza di input,non può sostituire le informazioni.Due cose sicure però ci sono: il DL era fatto tanto per fare,non perchè ci fossero delle idee dietro(se avessero voluto punire davvero avrebbero fatto qualcosa di meno raffazzonato e più applicabile)e seconda cosa non vedo il senso di riscrivere un DL per rifarlo uguale.Capisco essere realisti,ma il pessimismo a priori a tutti i costi lo trovo esagerato: facciamo anche parte della UE e sono stati tirati in ballo anche le direttive UE.
          • nefasto scrive:
            Re: opinione personale su questione upload

            Capisco essere realisti,ma il pessimismo a
            priori a tutti i costi lo trovo esagerato:
            facciamo anche parte della UE e sono stati
            tirati in ballo anche le direttive UE.un'associazione ha pure denunciato Urbani all'UE per aver violato la direttiva ==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.57.47
          • nefasto scrive:
            Re: opinione personale su questione upload

            Davvero pensi che sia possibile che decidano
            che scambiarsi i file protetti da copyright
            sia perfettamente lecito ?
            In questo caso Urbani si merita un monumento
            altro che ingiurie Io a Urbani non gli do nemmeno 2 lire visto che le modifiche se mai ci saranno non sono certo merito suo. Non so quello che succederànel futuro. So solo leggere quello che ha pubblicato PI: le frasi della capogruppo dei DS in commissione Cultura, se poi se le rimangia non ci posso fare nulla. Cmq ricordo a tutti che l'Europa ha deciso di non perseguire il p2p a scopo personale inasprendo la pirateria commerciale nella sua ultima direttiva. Se non vi risulta parliamone.==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.34.01
          • Anonimo scrive:
            Re: opinione personale su questione upload
            - Scritto da: nefasto
            Cmq ricordo a tutti che l'Europa ha deciso
            di non perseguire il p2p a scopo personale
            inasprendo la pirateria commerciale nella
            sua ultima direttiva. Se non vi risulta
            parliamone.Non mi risulta: dopo essermi studiato attentamente il testo della direttiva europea mi risulta invece che sia stato deciso di non perseguire PENALMENTE la copia per uso personale!! Qualcuno dovrebbe cominciare a sfatare la diceria (ultimamente molto in voga su questo forum) che l'UE permetta il P2P legale... è fuorviante e non aiuta certo a comprendere meglio la situazione!!
    • Anonimo scrive:
      Re: opinione personale su questione uplo
      - Scritto da: nefasto
      Penso anche a chi il
      software di masterizzazione per motivi di
      lavoro dovrà acquistarlo e pagarlo
      più salatomi domando come faranno a tassare il software di masterizzazione Open Source, tipo mkisofs, xcdroast, etc....
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo


    E infatti io cosa ho detto?
    O tolgono in toto le sanzioni o fanno
    riferimento alla vecchia legge.Hai scritto un o di troppoSe tolgono le sanzioni previste da Urbani scatta automaticamente la vecchia legge (che vecchia non è perchè attualemente in vigore)Pensare che inseriscano un'articolo propositivo che specifichi che scaricare senza scopo di lucro è legale è fantapolitica.
  • Anonimo scrive:
    Lettera Carlucci ed ipotesi
    Tratto da una lettera della Carlucci a Punto.it :"E' inoltre mia intenzione sottoporre all'attenzione del ministro la possibilità di inserire una gradualità nella sanzione, prevedendo solo un "avviso" in caso di prima violazione e poi, in caso di reiterazione del reato, prevedere la sanzione amministrativa. Evidente è la mia volontà di non criminalizzare l'uso di uno strumento tecnologicamente innovativo come il peer to peer, limitando gli interventi a chi fa di questo strumento un uso massiccio e di vera "pirateria" criminale."A me non sembra che la Carlucci parli di legalizzazione del P2P, mi sembra più probabile che le cose continuino come prima della sparata del genio Urbani....Per cui, con un pò di attenzione e moderazione......Il testo della lettera completa la trovate qui :http://www.puntoit.org/interna.asp?sez=48&info=612&orig=48
    • nefasto scrive:
      Re: Lettera Carlucci ed ipotesi

      "E' inoltre mia intenzione sottoporre
      all'attenzione del ministro la
      possibilità di inserire una
      gradualità nella sanzione, prevedendo
      solo un "avviso" in caso di prima violazione
      e poi, in caso di reiterazione del reato,
      prevedere la sanzione amministrativa.
      Evidente è la mia volontà di
      non criminalizzare l'uso di uno strumento
      tecnologicamente innovativo come il peer to
      peer, limitando gli interventi a chi fa di
      questo strumento un uso massiccio e di vera
      "pirateria" criminale."

      A me non sembra che la Carlucci parli di
      legalizzazione del P2P, mi sembra più
      probabile che le cose continuino come prima
      della sparata del genio Urbani....
      Per cui, con un pò di attenzione e
      moderazione......roba vecchia. l'articolo su PI è più aggiornato
      • Anonimo scrive:
        Re: Lettera Carlucci ed ipotesi
        - Scritto da: nefasto


        roba vecchia. l'articolo su PI è
        più aggiornatoE' vero.Resta il fatto che mai nessuno si è espresso nel senso di legalizzare lo share di materiale protetto da diritto d'autore.O in commissione hanno festeggiato a lambrusco oppure 1+1 fa 2.
        • nefasto scrive:
          Re: Lettera Carlucci ed ipotesi

          Resta il fatto che mai nessuno si è
          espresso nel senso di legalizzare lo share
          di materiale protetto da diritto d'autore.Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in commissione Cultura . "La riformulazione non prevedrà le sanzioni destinate agli utenti di Internet che scambiano file per uso privato, sarà allineata alle norme europee e riguarderà tutte le opere protette dal diritto di autore"scambiano file per uso privato=sharano senza rivendere.un parlamentare non può dire sharare deve esprimersi in modo comprensibile anche a Emilio Fede:D==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 1.26.25
          • Anonimo scrive:
            Re: Lettera Carlucci ed ipotesi
            - Scritto da: nefasto
            Giovanna Grignaffini, capogruppo dei DS in
            commissione Cultura . "La riformulazione non
            prevedrà le sanzioni destinate agli
            utenti di Internet che scambiano file per
            uso privato, sarà allineata alle
            norme europee e riguarderà tutte le
            opere protette dal diritto di autore"
            La riformulazione del decreto non prevederà.....Il decreto non la legge.Ma davvero pensate che dall'idea di inserire sanzioni penali per chi usa il P2P senza scopo di lucro si passi ad una legalizzazione ?Con lo stesso decreto ?Natale è ancora lontano......
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Ataru73

    - Scritto da: Anonimo

    Eh no,cambia eccome: se tolgono le
    sanzioni

    vuol dire che non ci sarà
    più

    nessuna sanzione,non che sono in vigore

    sanzioni precedenti.

    Non ci saranno sanzioni per _scaricare_, ma
    quelle per condividere rimangono eccome
    (legge 633/41). E si sa che sul p2p per
    scaricare devi anche condividere
    (bittorrent, ed2k ecc. ecc.)
    Più che altro la cosa importante
    è il punto di vista. Se fosse passata
    una legge che permetteva (obbligava a dire
    il vero) agli operatri di intervettare il
    traffico senza un mandato formale sarebbe
    stato grave... molto grave.Non lo puoi sapere adesso cosa toglieranno e cosa itegreranno.Volendo ci metti poco a liberalizzare il tutto.Si aspetta e si vede,commentare adesso non ha senso(non abbiamo informazioni).
  • Anonimo scrive:
    Queste tasse assomigliano...
    ... al sistema per votare i post or ora introdotto da PI.A prescindere da quello che scriverà, a un autore registrato gli danno 2 punti, così come a prescindere da quello che ne farà con cd vergini, masterizzatori e sw di masterizzazione vari, all'utente ... tolgono 2 euro... :DP.S. - P.I., continua così che sei forte!CiaoEugen
  • Anonimo scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo






    No,qualcosa lo devi scrivere,non puoi
    avere

    una legge sul copyright con sanzioni

    rimandate ad un'altra legge.

    Quanto meno,nel caso,richiameranno
    quelle

    sanzioni.

    In ogni caso cancellare le sanzioni e

    permettere il download privato non lo

    interpreto come un ritorno alla legge

    vecchia.

    Leggi il decreto :

    1. Al comma 2 dell'articolo 171-ter della
    legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive
    modificazioni, dopo la lettera a) e'
    inserita la seguente:............
    2. All'articolo 174-ter della legge 22
    aprile 1941, n. 633, e
    successive modificazioni, sono aggiunti, in
    fine, i seguenti commi:.......

    Come puoi vedere il decreto integra con
    appositi commi la legge legge 22 aprile
    1941, n. 633 e successive integrazioni, che
    altro non è che la legge che tutela
    il diritto d'autore.
    Legge che è in vigore e sempre lo
    sarà.
    Sono le modifiche di Urbani che cadranno o
    saranno modificate.E infatti io cosa ho detto?O tolgono in toto le sanzioni o fanno riferimento alla vecchia legge.Non credo che al momento nessuno possa sapere cosa scriveranno del DL,ma certo che se con consentire l'uso personale intendono idre reintrodurre le vecchie sanzioni per tutto,bè,consiglio un bel corso di italiano.
  • Anonimo scrive:
    E tra poco avremo...
    ... nuove docce e gabinetti, rigorosamente certificati con bollino SIAE, che provvederanno a detrarti dal conto 1 euro per ogni motivetto cantato durante l'utilizzo...
    • Anonimo scrive:
      Re: E tra poco avremo...
      e se mi scappa una scoreggina con la stessa tonalità di L'ITALIANO di Toto Cutugno è plagio o violazione del diritto d'autore???
      • Anonimo scrive:
        Re: E tra poco avremo...
        - Scritto da: Anonimo
        e se mi scappa una scoreggina con la stessa
        tonalità di L'ITALIANO di Toto
        Cutugno è plagio o violazione del
        diritto d'autore???Dovrai applicarti il bollino SIAE sulle chiappe per evitare questi rischi ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: E tra poco avremo...
          - Scritto da: Anonimo
          Dovrai applicarti il bollino SIAE sulle
          chiappe per evitare questi rischi ;)Dimenticavo: viene marchiato a fuoco ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: E tra poco avremo...
        - Scritto da: Anonimo
        e se mi scappa una scoreggina con la stessa
        tonalità di L'ITALIANO di Toto
        Cutugno è plagio o violazione del
        diritto d'autore???Okkio che dal water non salti fuori Papi dicendo che la indovina con una... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Tassa sui software di masterizzazione?
    potrebbe essere un buon metodo per tassare pure i programmi open source e quindi snaturare la licenza GPL..tranquillo va che la Carlucci non sa neanche che sià l'open source: per lei il GPL è solo il gas per far funzionare certe macchine...
    • TPK scrive:
      Re: Tassa sui software di masterizzazion
      - Scritto da: Anonimo
      per lei il GPL
      è solo il gas per far funzionare
      certe macchine...Si, le macchine dei poveracci che pensano che la benzina sia cara...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassa sui software di masterizzazione?
      Ottimista ! Chissà se la Carlucci a fare la figona al centro di Roma con la Porsche ci andava con il bombolotto di GPL che inquina meno delle benzine ...Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: A questo punto...

    questa mi sembra grossa...su DC++ se non
    condividi qualche giga di roba col cavolo
    che ti fanno entrare in uno hub....infatti avevo scritto "oppure shari solo roba free"...Certo per certe tipologie di files è un po' dura trovare roba free... vedi DVX, ma per la musica ad es...CiaoEugen
  • TPK scrive:
    Re: tanto non cambia nulla
    Infatti faranno riferimento alla vecchia legge.E' IMPOSSIBILE che l'Italia renda legale il file sharing di materiale protetto: gli USA ci bombarderebbero subito!
  • Anonimo scrive:
    Re: A questo punto...
    se non condividi che P2P stai facendo?forse ancora a molti di voi non e' chiaro il concetto, questa non e' una battaglia per scaricare liberamente, ma per condividere liberamente, se vuoi scaricare trovati un sito warez
    • Anonimo scrive:
      Re: A questo punto...
      guarda che dal loro punto di vista è la stessa cosa !!!tu perchè condividi ? per scaricare !!quindi ....
    • Anonimo scrive:
      Chiarisco
      Sono quello che ha aperto il 3d.Il mio era un semplice ragionamento sulla base del fatto che, a quanto sembra, la condivisione di materiale protetto rimarrà cmq sanzionabile... non posso pensare che FIMI e company siano soddisfatte di un decreto che depenalizza il file-sharing (download E upload) in toto...CI STANNO FREGANDO, lo capite? Altro che vittoria!Lo so anche io che il p2p non esiste senza upload, dicevo soltanto che, per lo meno, la non sanzionabilità del dl pone i vari sw p2p in posizioni differenti.CaoEugen
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiarisco
        Ancora non si possono trarre conclusioni; nell'articolo odierno di P.I. si leggono frasi come questa:"La riformulazione non prevedrà le sanzioni destinate agli utenti di Internet che scambiano file per uso privato"che presa alla lettera metterebbe tutti i SW di filesharing sullo stesso piano; non resta che aspettare la riformulazione del decreto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiarisco
        - Scritto da: Anonimo
        Sono quello che ha aperto il 3d.

        Il mio era un semplice ragionamento sulla
        base del fatto che, a quanto sembra, la
        condivisione di materiale protetto
        rimarrà cmq sanzionabile... non posso
        pensare che FIMI e company siano soddisfatte
        di un decreto che depenalizza il
        file-sharing (download E upload) in toto...
        CI STANNO FREGANDO, lo capite? Altro che
        vittoria!
        Lo so anche io che il p2p non esiste senza
        upload, dicevo soltanto che, per lo meno, la
        non sanzionabilità del dl pone i vari
        sw p2p in posizioni differenti.

        Cao
        EugenA me sembra proprio che non abbiano detto nulla di nulla,per cui non mi sembra il caso di fasciarsi la testa prima di essersela rotta.Ci sono troppi punti non chiari e prima di vedere il testo finale non ci si può pronunciare(non abbiamo le basi).
  • Anonimo scrive:
    Così non va bene, regole per l'upload?!
    Il non aver avuto il coraggio di proporre la tassa rivoluzionaria che avrebbe legalizzato formalmente al 100% la condivisione e lo scambio non a fini di lucro mi ha deluso dalla Carlucci, speravo avesse più coraggio...e l'attuare una simile rivoluzione avrebbe causato solo un bene al mercato, rigenerando una concorrenza attualmente inesistente ed un conseguente crollo dei prezzi--oltre al fatto che l' Italia sarebbe stato il primo paese al mondo ad attuare una simile tassa originariamente pensata negli USA da un pò di tempo come totale revisione del copyright.Il decreto con queste modifiche resta profondamente ambiguo perchè non specifica chiaramente che upload e condivisione/invio di materiale coperto da copyright non equivale ad un anche solo sospetto di uso a fini di lucro!La legge DEVE essere chiarissima su questo punto, altrimenti è anche peggio di prima perchè se i cybercop iniziano a prendere ed indagare su chi condivide/trasferisce, magari in base alla quantità di traffico o altre amenità invece di fare vere indagini e controlli preliminari per vedere se l'utilizzatore fa parte di un giro di vendita di materiale pirata (tipo essere un fornitore degli extracomunitari che vendono copie ovunque per strada, nelle stazioni e via dicendo...), ecco che ci ritroveremmo in una situazione critica che comporterebbe una serie di denunce a carico di privati che con la vendita di copie pirata non hanno nulla a che vedere....L' On. Carlucci deve impegnarsi per rendere la legge chiara al 100% e priva di equivoci onde evitare che la magistratura o le forze di polizia possano, anche solo per sbaglio, indagare e denunciare persone innocenti che non sono coinvolte in commerci illegali !
    • Anonimo scrive:
      Re: Così non va bene, regole per l'upload?!
      E' che le major non sono disposte ad accettare una tassa sulla connessione in cambio della liberalizzazione del file sharing di qualunque materiale. Eppure questa è la strada che metterebbe d'accordo tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Così non va bene, regole per l'uploa
        le major hanno capito che il web ora è la gallina dalle uova d'orovogliono far partire i jukebox online tipo itunes ma finchè esiste il p2p la cosa non ha senso in quanto nessuno pagherebbe ciò che può avere gratis !!!e visto che L'ITALIA è sempre stata sotto l'AMERICA (vediSilvio) .....
        • Anonimo scrive:
          Re: Così non va bene, regole per l'uploa
          - Scritto da: Anonimo
          le major hanno capito che il web ora
          è la gallina dalle uova d'oro
          vogliono far partire i jukebox online tipo
          itunes ma finchè esiste il
          p2p la cosa non ha senso in quanto nessuno
          pagherebbe ciò che può avere
          gratis !!!

          e visto che L'ITALIA è sempre stata
          sotto l'AMERICA (vedi
          Silvio) .....
          hai colto in pieno secondo me
      • Anonimo scrive:
        Re: Così non va bene, regole per l'upload?!
        - Scritto da: Anonimo
        Eppure
        questa è la strada che metterebbe
        d'accordo tutti.Proprio no.Mi rendo conto che tu non vedi al di la' del tuo limitato orizzonte, ma ti rendo edotto del fatto che c'e' gente che utilizza la propria connessione ADSL per cose che con il P2P non c'entrano nulla.Costoro dovrebbero pagare la tassa per...?
  • Anonimo scrive:
    Non vogliono punire
    Non conosciamo il testo definitivo del decreto ma sembra ormai chiaro che la volontà politica è di non punire chi usa il P2P.La tassa è indicativa : le Major smettono per un pò di rompere i c...... e si prendono un bel pò di soldi succhiandoli ai produttori di hardware e software di masterizzazione.Secondo me per altri due o tre anni si può stare tranquilli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vogliono punire
      - Scritto da: Anonimo
      Non conosciamo il testo definitivo del
      decreto ma sembra ormai chiaro che la
      volontà politica è di non
      punire chi usa il P2P.
      La tassa è indicativa : le Major
      smettono per un pò di rompere i
      c...... e si prendono un bel pò di
      soldi succhiandoli ai produttori di hardware
      e software di masterizzazione.
      Secondo me per altri due o tre anni si
      può stare tranquilli.E indovina un po` achi prenderanno i soldi i produttori di HW e SW per recuperare le perdite.... ovviamente con gli interessi.
  • TPK scrive:
    cybercop e ISP
    Al contrario, qualora i cybercop ravvedano l'utilizzo illegale del network da parte di un abbonato, il corrispondente provider verrà informato affinché possa mettere in atto misure atte ad impedire la prosecuzione del comportamento illegale. Vuol dire che la GdF non andra' piu' a perquisire case, ma che i provider ti manderanno un'email di diffida/ti chiuderanno tutte le porte?Dovesse succedere una cosa del genere basterebbe cambiare provider...
    • Anonimo scrive:
      Re: cybercop e ISP
      novuol dire che si il provider ti taglia dalla rete E avverte le autorità della tuà violazione !! se no perchècavolo gli isp sarebbero sceriffi scusa ????
      • TPK scrive:
        Re: cybercop e ISP
        - Scritto da: Anonimo
        no

        vuol dire che si il provider ti taglia dalla
        rete
        E avverte le autorità della
        tuà violazione !! se no perchè
        cavolo gli isp sarebbero sceriffi scusa ????Puo' anche darsi che mi tagli la rete, ma che avverta le autorita' della mia violazione non c'e' scritto.Dalla frase citata sembra che gli investigatori se ne lavino le mani e dicano agli ISP "puniteli voi, noi abbiamo altro da fare".
    • Anonimo scrive:
      Re: cybercop e ISP
      - Scritto da: TPK
      Al contrario, qualora i cybercop
      ravvedano l'utilizzo illegale del network da
      parte di un abbonato, il corrispondente
      provider verrà informato
      affinché possa mettere in atto misure
      atte ad impedire la prosecuzione del
      comportamento illegale.

      Vuol dire che la GdF non andra' piu' a
      perquisire case, ma che i provider ti
      manderanno un'email di diffida/ti
      chiuderanno tutte le porte?

      Dovesse succedere una cosa del genere
      basterebbe cambiare provider...Sì, e cambiare paese....NON devono diffidare nessuno ! Non devono sanzionare in alcun modo lo scambio se non è accertato un fine di lucro !E come si accerta il fine di lucro ?Semplice! Con i vecchi metodi di indagine ! Si fa un controllo preliminare in 2-3gg per vedere se si tratta di semplici privati , se sono incensurati, se hanno introiti sospetti e nel caso si fa un controllo più approfondito,si controlla sul posto se vi sono giri strani di extracomunitari o persone che si riforniscono a casa del possibile sospetto e SOLO SE si riscontrano fatti di gravità sufficiente a dimostrare che vi sono ovvi fini di lucro allora si deve proseguire denunciando i sospettati !Il che significa che perchè questo decreto abbia un senso DEVE essere chiarissimo il come ed il quando la magistratura deve intervenire per accertare eventuali usi illeciti, altrimenti le denunce contro privati che semplicemente tengono il PC acceso su network P2P in condivisione 24 ore su 24 ogni singolo giorno si sprecherebbero !
    • nefasto scrive:
      significato
      - Scritto da: TPK
      Al contrario, qualora i cybercop
      ravvedano l'utilizzo illegale del network da
      parte di un abbonato, il corrispondente
      provider verrà informato
      affinché possa mettere in atto misure
      atte ad impedire la prosecuzione del
      comportamento illegale.

      Vuol dire che la GdF non andra' piu' a
      perquisire case, ma che i provider ti
      manderanno un'email di diffida/ti
      chiuderanno tutte le porte?Dovrebbe intendersi che qualora la Polizia Postale rilevi un abbonato che fa uso a scopo di lucro del materiale scaricato es.: un sito che consente una diffusione dietro compenso, anche credo con ricorso a sponsorizzazioni, di materiale protetto da copyright.essa notificherà la cosa al Provider che per legge deve collaborare staccando l'accesso. Questo perchè ad esempio l'ISP senza alcun obbligo poteva non rifiutarsi di aiutare le forze dell'ordine.==================================Modificato dall'autore il 08/04/2004 0.51.18
      • TPK scrive:
        Re: significato
        Ma poiche' rimarra' comunque illegale sia il dl che l'ul (visto che non hanno intenzione di cambiare la legge sul diritto d'autore)...
        • Anonimo scrive:
          Re: significato
          - Scritto da: TPK
          Ma poiche' rimarra' comunque illegale sia il
          dl che l'ul (visto che non hanno intenzione
          di cambiare la legge sul diritto
          d'autore)...Questa è già la quarta-quinta interpretazione(su un decreto fantasma: il testo adesso non lo abbiamo)che leggo in questi post: direi che la dice lunga su quanto ne sappiamo(zero).Piuttosto che lanciarsi ognuno in una sua teoria,aspetterei e commenterei il decreto vero e proprio.
          • TPK scrive:
            Re: significato
            Perche' tu credi che un qualsiasi governo (dx/sx) cancellerebbe la legge sulla violazione del diritto d'autore?
          • Anonimo scrive:
            Re: significato
            - Scritto da: TPK
            Perche' tu credi che un qualsiasi governo
            (dx/sx) cancellerebbe la legge sulla
            violazione del diritto d'autore?Non è questione di cosa creda o non creda io,è questione di cosa vogliono fare e soprattutto di come lo vogliono fare.Fare ipotesi senza un testo di legge è parlare di aria fritta(anche perchè si diceva,fino a poco tempo fa,che il DL sarebbe sicuramente diventato legge così com'era).
          • Anonimo scrive:
            Re: significato
            - Scritto da: Anonimo
            Non è questione di cosa creda o non
            creda io,è questione di cosa vogliono
            fare e soprattutto di come lo vogliono fare.Discorso concreto
  • Anonimo scrive:
    TASSA SIAE
    Se guardate sul sito siae, almeno le ditte possono farsi risarcire la tassa siae sui cd e dvd usati per backup...ovviamente a fronte di fatture.....
    • Anonimo scrive:
      Re: TASSA SIAE
      ahaahah sisi sono ridicoli...possonofare cose illegali senza che nessunoli possa denunciare...tipo che il risarcimento vale solo se laspesa e' superiore ai 50 euro !!! ahahah capito se son meno ve li rubiamo...e ZITTI! :Dsiae = vergogna - Scritto da: Anonimo
      Se guardate sul sito siae, almeno le ditte
      possono farsi risarcire la tassa siae sui cd
      e dvd usati per backup...

      ovviamente a fronte di fatture.....(apple)
  • Anonimo scrive:
    POSSIAMO RISCARICARE???
    Domanda: adesso possiamo riscaricare o dobbiamo aspettare il nuovo decreto???:|
  • Anonimo scrive:
    e l'upload???
    sanzionabile o no???
    • Anonimo scrive:
      Re: e l'upload???
      questa al momento per noi utenti è la questione di maggior rilievo.... ok, , non è sanzionabile il download per uso personale , ma l'upload? è bene che tutto sia chiaro, perchè forse il ministro non conosce la differenza.... mentre noi sappiamo bene che senza upload, che cavolo scarichi?
  • Anonimo scrive:
    Trovatemi altri esempi...
    ... di tasse che non sono volte a finanziare un servizio o un'istituzione, ma a compensare un (presunto) danno.Queste *non* sono tasse, ma *sanzioni anticipate*, con l'aggravante che sono generalizzate e non sono conseguenti all'accertamento di un danno... IMHO siamo al di fuori di ogni diritto costituito, e sarebbe bene che ci concentrassimo su questo aspetto vergognoso di tuta la faccenda.
  • Anonimo scrive:
    che ????
    Semplicemente di ribadire che la proprietà intellettuale deve essere garantita anche in rete: i contenuti non possono essere gratuiti".i contenuti non possono essere gratuiti ???da quando uno non puo piu scaricarsi i contenuti ma li deve pagare ?esiste l'open source, e anche chi NON si vuole iscrivere alla siaeci hanno preso tutti per deficenti, dato che abbiamo visto che si puo ottenerequalcosa quando si fa rumore e' ora di chiederci anche il bracciocome fa il governo ( il governo e' l'industria )
    • Anonimo scrive:
      Re: che ????
      - Scritto da: Anonimo

      i contenuti non possono essere gratuiti ???

      da quando uno non puo piu scaricarsi i
      contenuti ma li deve pagare ?
      esiste l'open source, e anche chi NON si
      vuole iscrivere alla siae

      ci hanno preso tutti per deficenti, dato che
      abbiamo visto che si puo ottenere
      qualcosa quando si fa rumore e' ora di
      chiederci anche il braccio
      come fa il governo ( il governo e'
      l'industria )quoto appieno e aggiungerei che cose simili le dice solo chi ha visto in vita sua solo Windows e non sa neanche cos'è Linux e l'open source parole che al massimo epr loro sembrerebbero delle bestemmie..
  • Anonimo scrive:
    Condividere e' illegale si' o no?
    C'e' qualche giurista capace di rispondere? Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Condividere e' illegale si' o no?
      - Scritto da: Anonimo
      C'e' qualche giurista capace di rispondere?
      GrazieSenza avere un testo definitivo è impossibile
      • Anonimo scrive:
        Re: Condividere e' illegale si' o no?
        teoricamente (non uccidetemi please) se condividi materialeprotetto dal diritto d'autore (quindi in pratica ogni cosa) rischigrosso in caso contrario dovrebbe (CREDO) essere permessoil prob è che non esiste quasi nulla non coperto da copyright ergo .....
    • Anonimo scrive:
      Re: Condividere e' illegale si' o no?
      - Scritto da: Anonimo
      C'e' qualche giurista capace di rispondere?
      Graziee' ancora presto per parlare, ma sembra che non si sia parlato ne' di depenalizzare chi condivide, ne' abbiano tolto l'obbligo ai provider di controllare su segnalazione;ho il dubbio che vogliano fare i furbi, ammettere il download ma tagliare le sorgenti in modo da renderlo impossibile, altrimenti non si spiegherebbe il fatto che vogliano lasciare l'obbligo dei provider al controllo su segnalazione.
  • CoreDump scrive:
    Intanto altre tasse....
    L'unica cosa sicura è che dopo tutta questa storia metterannoancora altre tasse, addirittura sui software di masterizzazioneche come per i supporti vergini, possono essere usati per altriscopi.Inoltre la cosa non è molto chiara, in quanto si parla poco difilesharing, e molto di donwload, come se scaricare è legalee condividere no e intanto estendono il tutto alla musica e alsoftware mantenendo le multe ai provider..perche ???saluti :@
  • liberx scrive:
    naturale evoluzione?
    di naturale mi sembra che non c'e' nulla, quando c'erano le cassette tutto era diverso, ora parliamo di file che vanno di qua e di la' in un battibalenoi crtieri dovrebbero essere diversi
  • Anonimo scrive:
    go home
    questa rivisitazione mi sembra proprio una caxxta !!!meno male che frà un pò se ne tornano a casa, di danni ne hanno fatti pochi.
  • Anonimo scrive:
    Ma questi 30...
    ...se lo meritavano o no?cioè: sono 30 che hanno messo in piedi un giro di vendita illegale (e quindi ben gli sta) oppure disgraziati che si sono scaricati qualche film che magari non avrebbero comunque mai noleggiato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questi 30...
      - Scritto da: Anonimo
      ...se lo meritavano o no?

      cioè: sono 30 che hanno messo in
      piedi un giro di vendita illegale (e quindi
      ben gli sta) oppure disgraziati che si sono
      scaricati qualche film che magari non
      avrebbero comunque mai noleggiato?Non vendevano
  • Anonimo scrive:
    tanto non cambia nulla
    era reato prima, resta reato ora.con o senza il decretohanno ben denunciato 30 persone no?questo A PRESCINDERE dal decreto.quindi non illudiamoci troppo.e riguardo a questa cosa qui sotto, mi raccomandoVOTATE, VOTATE, VOTATE!!!!by Antonio.
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto non cambia nulla
      - Scritto da: Anonimo
      era reato prima, resta reato ora.
      con o senza il decreto

      hanno ben denunciato 30 persone no?

      questo A PRESCINDERE dal decreto.

      quindi non illudiamoci troppo.



      e riguardo a questa cosa qui sotto, mi
      raccomando

      VOTATE, VOTATE, VOTATE!!!!
      by Antonio.Eh no,cambia eccome: se tolgono le sanzioni vuol dire che non ci sarà più nessuna sanzione,non che sono in vigore sanzioni precedenti.Come adesso valgono i 1500 euro di multa per i film(solo formalmente ormai),dopo varrà nessuna sanzione presumibilmente per nessun tipo di file(dubito che lascieranno l'ambito del decreto al solo cinema)e quindi se nel decreto scrivono che l'uso personale è consentito quella e solo quella norma resterà.Non può esistere una legge che prevede una sanzione e una che non la prevede.Sarebbe stato diverso se avessero detto di voler cancellare il decreto e tornare alla legge dell'anno scorso.
      • Anonimo scrive:
        Re: tanto non cambia nulla
        - Scritto da: Anonimo


        quindi se nel
        decreto scrivono che l'uso personale
        è consentito quella e solo quella
        norma resterà.Non scriveranno mai una cosa del genereSemplicemente toglieranno dal decreto l'articolo riguardante l'inesprimento delle sanzioni amministrative.