I dipendenti IBM vogliono Mac

Alcuni già ce l'hanno ma l'azienda vuole spingere di più. In ballo anche Linux

Roma – Il PC “IBM compatibile” ha fatto la storia dell’informatica ma non sembra proprio poter rappresentare il presente e forse anche il futuro della produttività aziendale all’interno di IBM. Che va con sempre maggior energia verso nuove architetture, in particolare il Mac.

È una notizia che rimbalza in queste ore sui siti di settore: la divisione Research Information Services del colosso di Armonk sta studiando la possibilità di spostare su piattaforma Mac un numero elevato di dipendenti, dipendenti che dimostrerebbero peraltro persino entusiasmo per l’iniziativa.

IBM, che da tempo ha lasciato il mondo PC , ha confermato che intende spingere un centinaio di ricercatori verso Mac ma che più in generale intende consentire ai propri dipendenti di scegliere alternative a Windows, Mac ma anche Linux. “Vogliamo dare ai nostri dipendenti – ha dichiarato un portavoce – la possibilità di scegliere le tecnologie più adatte al proprio lavoro. Una piattaforma di computing adatta a tutte le stagioni non fornisce più alle attività globali di IBM la flessibilità per innovare ed essere produttiva garantendo anche un contenimento delle spese IT”.

Tra le altre ragioni citate per cambiare piattaforma la ricerca di una maggiore sicurezza, una migliore interazione con le architetture usate in ambienti accademici, una crescente popolarità dei Mac tra i nuovi assunti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rosss scrive:
    elitel
    plexia è subentrata ad una società di nome elitel che ha rischiato il fallimento per debiti non pagati a telecom.io ero loro cliente busuness: tariffe molto convenienti sia per fisso che per cell (ZERO EURO SCATTO ALLA RISPOSTA!! ideale per che faceva tante brevi telefonate verso cell). poi ad un tratto il servizio è stato sospeso e mi sono trovato tutte le telefonate con telecom (pagando un botto!): elitel al call center rimaneva sul vago fino a quando su internet si è sparsa la notizia che era morosa verso telecom e gli è stato disattivato il servizio!le tariffe erano buone ma quella situazione è stata gestita in malo modo!
  • info please scrive:
    ma plexia non è
    un operatore nazionale, non risulta nella lista del ministero delle comunicazioni, da chi compera quindi il traffico che fa in cps?
Chiudi i commenti