Ian Clarke dà lezione a Stanford

Il creatore di Freenet al centro di un forum della prestigiosa università americana. Dovrà spiegare perché la Rete totalmente anonima è una novità e una necessità


Roma – Il 14 febbraio, mercoledì, Ian Clarke sarà ospitato dalla Stanford University, uno degli atenei più importanti negli Stati Uniti. Lo scozzese di Edinburgo, creatore della rete Freenet, dovrà spiegare perché un network totalmente anonimo non solo è una novità ma è, soprattutto, una necessità.

Clarke presenzierà al “Computer Systems Laboratory Colloquium” e il suo intervento avrà per titolo “Il Progetto Freenet: un sistema distribuito e decentralizzato di archiviazione e recupero di informazioni”. L’evento è di grande interesse perché porta Freenet e la sua rivoluzione al centro del lavoro accademico e al centro di Stanford, da sempre una delle “fabbriche” dei maggiori talenti scientifici americani.

Esplicativo il comunicato di presentazione dell’evento: “Freenet è studiata per consentire la distribuzione dell’informazione su Internet senza timori di censura. Per ottenere questo scopo, Freenet fornisce anonimato a coloro che vi introducono informazioni e a coloro che vi accedono. Totalmente decentralizzata, nessuno controlla Freenet, neppure i suoi creatori. Questo fa sì che sia pressoché impossibile obbligare alla rimozione di una certa informazione dal sistema. In più, Freenet offre qualità notevoli su mezzi tradizionali di distribuzione delle informazioni come il World Wide Web, proprio grazie al caching dinamico e al mirroring dei contenuti”.

Clarke, che sarà relatore a Stanford, si trova ormai da tempo negli Stati Uniti, dopo aver accettato di mettere in piedi con un partner americano la Uprizer, società di Santa Monica che si occupa di sviluppare applicazioni da far girare su Freenet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    servizi segreti brutta gente
    Hey gente, la CIA e la DIA vogliono spillare denaro ai senatori americani, inoltre sono invidiosi del fatto che settimana scorsa gli ospedali di Cuba sono stati classificati migliori delle cliniche di New York.
  • Anonimo scrive:
    assumiamoli subito!
    Io dico, se in un regime di povertà come quello cubano, con i computer che chissà chi se li può permettere, con l'embargo che vieta tutti i più importanti programmi di sviluppo, questi riescono a preoccupare i grandi americani, beh... siamo di fronte a dei fuori classe, dei grandi... (dal punto di vista della bravura a programmare, **biasimo naturalmente** i fini illegali) convertiamili al lecito, assumiamoli e facciamogli scrivere il nuovo Windows ;-D
  • Anonimo scrive:
    La terza guerra mondiale
    Sarà combattuta su Internet!P.S. Vado a mettermi l'elmetto...
  • Anonimo scrive:
    ...poverini
    Gli stati uniti temono cuba, il resto del mondoinvece teme come certi delinquenti comandano dei sottomarini nucleari.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...poverini
      - Scritto da: .
      Gli stati uniti temono cuba, il resto del
      mondo
      invece teme come certi delinquenti comandano
      dei sottomarini nucleari.Adesso anche i Giapponesi hanno il loro Cermis!
    • Anonimo scrive:
      Re: ...poverini
      - Scritto da: .
      Gli stati uniti temono cuba, il resto del
      mondo
      invece teme come certi delinquenti comandano
      dei sottomarini nucleari.Adesso anche i Giapponesi hanno il loro Cermis!
  • Anonimo scrive:
    Da non crederci!!!
    Beh, vista la grande diffusione che hanno i computer all'Havana almeno sarebbe facile capire da dove è partito l'attacco.Certo che sti' americani sono sempre più ridicoli e quelli della NSA non sanno più cosa inventare per giustificare le loro spese!
  • Anonimo scrive:
    Fidel=terrorista, atto secondo.
    Eh, si...avevano cominciato in tanti a difendere Cuba ed a criticare l'embargo USA... Bisogna reinventare il "nemico" e visto che non fa niente di provocatorio, addossiamogli le colpe della "guerra informatica". Serve ancora inventare terroristi agli USA per sentirsi forti, e sopratutto "pacifisti".Scusate l'italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fidel=terrorista, atto secondo.
      comunista- Scritto da: "think"
      Eh, si...avevano cominciato in tanti a
      difendere Cuba ed a criticare l'embargo
      USA... Bisogna reinventare il "nemico" e
      visto che non fa niente di provocatorio,
      addossiamogli le colpe della "guerra
      informatica". Serve ancora inventare
      terroristi agli USA per sentirsi forti, e
      sopratutto "pacifisti".


      Scusate l'italiano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fidel=terrorista, atto secondo.
        IDIOTA!
      • Anonimo scrive:
        Re: Fidel=terrorista, atto secondo.
        Caro mkl, piccolo ignorante massificato, non insultare con questi epiteti, semplicemente perchè non sono insulti...Forse per un povero ignorante che nella vita sua sa fare due più due perchè glielo hanno insegnato alle elementari, probabilmente che non ha mai letto un libro che vada oltre alle avventure di tarzan nella jungla, è complicato concepire la variabilità di pensiero.Lo sai che ti dico?I problemi del mondo li crea la gente come te, ignorante e che fa commenti su cose che neanche capisce, che crede dalla sua torre di avorio di ignoranza di poter giudicarele opinioni di altri..Forse ho divagato (ansi di sicuro)ma comunque "comunista" non è un'insulto solo perchè lo usa il tuo beneamato Berlusconi, pensa con la tua testa cristo santo...Se mi vuoi rispondere fallo, ma cerca di articolare un'opinione che vada oltre allo "stronzo", al "gay" o al "vaffanculo".- Scritto da: mkl
        comunista


        - Scritto da: "think"

        Eh, si...avevano cominciato in tanti a

        difendere Cuba ed a criticare l'embargo

        USA... Bisogna reinventare il "nemico" e
      • Anonimo scrive:
        Re: Fidel=terrorista, atto secondo.
        - Scritto da: mkl
        comunistaE proprio per questo ha detto qualcosa di giusto (contrariamente a te che non hai detto niente di rilevante)
        • Anonimo scrive:
          Re: Fidel=terrorista, atto secondo.
          - Scritto da: Simone Freato


          - Scritto da: mkl

          comunista

          E proprio per questo ha detto qualcosa di
          giustobeh, d'accordo che 'sto mkl non sembra un tipo da MENSA, ma adesso non esageriamo... anche i comunisti dicono delle vaccate a volte, non solo quelli di destra... nessuno e' perfetto...
          (contrariamente a te che non hai
          detto niente di rilevante)
  • Anonimo scrive:
    ma va?
    Ma si preoccupino maggiormente degli sbarbatelli dell'ohio che a undici anni già forzano siti governativi....Hanno paura di Fidel? Io mi preoccuperei degli adolescenti statunitensi.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma va?
      chi c'è come presidente? ...un repubblicano mi pare mmm... serve altro?- Scritto da: du.demon@tin.it
      Ma si preoccupino maggiormente degli
      sbarbatelli dell'ohio che a undici anni già
      forzano siti governativi....Hanno paura di
      Fidel? Io mi preoccuperei degli adolescenti
      statunitensi.
Chiudi i commenti