IBM, dati sempre più sicuri

I laboratori israeliani dell'azienda hanno ideato un nuovo sistema per proteggere informazioni riservate

Roma – L’ultima idea di IBM in materia di protezione dati e tutela della privacy viene dai laboratori di ricerca di Haifa, si chiama Masking Gateway for Enterprises (MAGEN) e dovrebbe agire direttamente sullo schermo , oscurando le informazioni impostate come riservate.

Uno dei vantaggi di MAGEN, secondo IBM, sta nella capacità di questa tecnologia di non modificare nulla a livello di software interno, intervenendo sui dati prima che vengano visualizzati sullo schermo: questi vengono recepiti come un’immagine le cui parti ritenute sensibili possono essere riconosciute attraverso un sistema di riconoscimento ottico in grado di decifrare caratteri alfanumerici.

Si tratta inoltre di una soluzione multipiattaforma : l’unico requisito richiesto per il suo funzionamento è la presenza nel sistema di almeno un display.

Haim Nelken, uno dei responsabili del progetto presso l’ Israel Research Lab IBM di Haifa, sostiene che l’approccio di MAGEN elimini la necessità di mettere in opera pesanti infrastrutture di data masking , diminuendo i costi e aumentando le prestazioni. (G.P.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • E.D. scrive:
    Re: Questa scelta mi fa veramente piacere!
    Dubito sarà così semplice installare la versione open source sul telefono che abbiamo in mano e vederlo funzionare alla perfezione.In sostanza sospetto che non cambi niente che il codice sia open o no, soprattutto se è l'hardware ad essere closed.ciao
  • bene scrive:
    Questa scelta mi fa veramente piacere!
    Sono un utilizzatore di nokia da parecchio, mi fa piacere questa scelta, sapere che inizierò ad usare un SO open è decisamente la cigliegina sulla torta.Per quanto riguarda l'iPhone è decisamente il miglior smart sulla piazza, ma la concorrenza esiste per questo, io preferisco l'approccio più aperto e meno legato a doppio filo a mamma apple che lascia Nokia, indi aspetto e mi tengo il mio N82 ;)Ciao
  • Lord Kap scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: Nenno
    Tipico degli stolti: prendersela con i troll.Correggerei in "Tipico degli stolti: discutere con i troll."-- Saluti, Kap
  • nome e cognome scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: ruppolo
    Concordo, i risultati parlano da soli.Già, questa Nokia che fa solo cellulari e fattura il doppio di apple che fa computer, os, server, ipod e cellulari.
  • MarcOsX scrive:
    Sperando che non finisca come OpenMoko..
    Io uso l'iPhone e lo reputo il miglior dispositivo in circolazione che fa quello che mi serve.Ma sperare che nokia coli a picco è da deficienti. Ha sempre fatto ottimi prodotti, inciampando qua e la come tutti.Io credo che non potrò più tornare indietro ad un nokia, ma spero che lo sviluppo porti a fare dei dispositivi sempre più belli. Perchè sperare il contrario?
    • LaNberto scrive:
      Re: Sperando che non finisca come OpenMoko..
      - Scritto da: MarcOsX
      Io uso l'iPhone e lo reputo il miglior
      dispositivo in circolazione che fa quello che mi
      serve.
      Ma sperare che nokia coli a picco è da
      deficienti. Ha sempre fatto ottimi prodotti,
      inciampando qua e la come
      tutti.

      Io credo che non potrò più tornare indietro ad un
      nokia, ma spero che lo sviluppo porti a fare dei
      dispositivi sempre più belli. Perchè sperare il
      contrario?è vero, per di più si spera che Symbian venga migliorato ed aggiornato, visto che da vecchio utente lo reputo poco efficiente e obsoleto.
  • ciao anche a te scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    - Scritto da: ciao[...]
    Sì, come no, così poi ti bucano tutto.
    Se non chiudi ti esponi al pubblico e chiunque
    può far cadere il tuo castello di
    sabbial'hai detto..Se hai un castello di sabbia, casca anche da solo.
    • Scettico scrive:
      Re: Crittografia piu' sicura se open!
      Mah...La crittografia, mi immagino, sia utilizzata AMPIAMENTE in ambito militare.Non mi pare che nessun esercito rilasci il codice...Così come non mi pare che la NSA rilasci pubblicamente la suite A dei suoi algoritmi crittografici, usati per cifrare informazioni più riservate di quelli della suite B (che è pubblica).Quindi io ci andrei piano a dire che OPEN è sempre più sicuro... la NSA avrà i suoi buoni motivi per tenersi segreta la SUITE A, non credete?
      • Gino scrive:
        Re: Crittografia piu' sicura se open!

        "Non mi pare che nessun esercito rilasci il codice..."Questo penso isa falso. Sia in passato che ora l'esercito ha contribuito al codice di alcuni algoritmi di criptazione (che usa o ha usato).L'AES (ma mi potrei sbagliare) dovrebbe esserne un esempio.Per quanto riguarda la sicurezza i fatti sono:- "security through obscurity" è un concetto abbandonato.- Una volta ottenuto un sistema sicuro per progettazione lo si può rendere noto o no.Se lo rendi noto, hai più gente che lo verifica e sei in grado di scoprire prima se ha delle falle (concettuali e di implementazione).Viceversa, se hai degli esperti di criptazione e sei già ragionevolmente sicuro di avere un sistema robusto, è probabilmente più sicuro non divulgare alcun chè...Direi che la seconda opzione è la migliore per pochi, mentre l'opzione "open" è la migliore per tutti gli altri.
        • Pr0n scrive:
          Re: Crittografia piu' sicura se open!
          è vero, il codice dell'AES è disponibile e liberamente usabile fin dalla sua introduzione, così come la stragrande maggioranza degli algoritmi di cifratura.
          • Scettico scrive:
            Re: Crittografia piu' sicura se open!
            AES non è stato inventato da militari, ed è passato per un concorso pubblico.I militari non dicono neanche cosa usano, se non è obscurity questa...Non mi venite a dire che è un concetto obsoleto, perchè se lo usano per la cose più confidenziali ci sarà un motivo..Ditemi piuttosto che per il settore civile è più comodo e affidabile l'open.
          • panda rossa scrive:
            Re: Crittografia piu' sicura se open!
            - Scritto da: Scettico
            AES non è stato inventato da militari, ed è
            passato per un concorso
            pubblico.

            I militari non dicono neanche cosa usano, se non
            è obscurity
            questa...I militari non dicono niente per questioni diverse dalla "obscurity".Non dicono niente per la comodita di poter dire "segreto militare".Ma useranno sistemi di crittografia open, con chiavi spropositatamente lunghe, e non certo il ROT13 pesando di incrementarne l'affidabilita' con l'obscurity.
            Non mi venite a dire che è un concetto obsoleto,
            perchè se lo usano per la cose più confidenziali
            ci sarà un
            motivo..Il motivo e' che il generale a 4 stelle ne sa' di informatica come l'amministratore delegato di qualunque azienda, ovvero zero.E quindi nasconde la propria ignoranza informatica dietro un comodo "segreto militare".
            Ditemi piuttosto che per il settore civile è più
            comodo e affidabile
            l'open.Ovunque e' piu' comodo e affidabile l'open.Solo chi ignora i piu' elementari principi di trattamento dell'informazione potrebbe ancora pensare che l'obscurity offra un incremento di sicurezza.
          • Gino scrive:
            Re: Crittografia piu' sicura se open!
            I militari, secondo quanto affermi nel tuo post, non usano la ""security through obscurity"!Mi sembrava di essere stato chiaro... ma forse non è così.Una cosa è basarsi solo sulla non conoscenza dell'algoritmo di criptazione come metodo di sicurezza. Una cosa è creare un sistema sicuro indipendentemente dalla conoscenza o meno dell'algoritmo.Se non ho capito male i "militari" hanno algoritmi solidi e nascosti... non nascosti e quindi solidi! Sono 2 concetti completamente diversi!Inoltre facevo notare nel post prima che secondo me:- se sei ragionevolmente sicuro della robustezza del sistema di criptazione, puoi tenerlo nascosto ed hai un vantaggio in più.- Se non sei sicuro della robustezza, usare l'"open" significa scoprire falle dannose prima che sia troppo tardi.Per cui è una questione di scelte... che propendono verso l'open nel 99% dei casi.
  • robyz scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    assolutamente. chiunque abbia una minima cultura informatica sa che i principali software su cui si basa la sicurezza di tutte le transazioni sono OPEN: non vedo altra possibile granzia di assenza di backdoors, e verifica e correzione collettiva dei buchi.
  • Liutaio scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    - Scritto da: ciao
    Se non chiudi ti esponi al pubblico e chiunque
    può far cadere il tuo castello di
    sabbiaSe ti chiudi ed il tuo software ha qualche problema che viene sfruttato da un hacker, invece, sei nella XXXXX a tempo indefinito.
  • Lord Kap scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: ruppolo
    Concordo, i risultati parlano da soli.Dovuppolo o Ruppovella? ;)-- Saluti, Kap
  • Lord Kap scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: ciao
    Tipico degli integralisti: quando uno non la
    pensa come te è un trollTipico dei troll: quando vengono sgamati intervengono ovunque a ripetere le stesse cose per dare una parvenza di serietà. ;)-- Saluti, Kap
  • GoodSpeed scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    - Scritto da: ciao
    Sì, come no, così poi ti bucano tutto.
    Se non chiudi ti esponi al pubblico e chiunque
    può far cadere il tuo castello di
    sabbiaI sistemi OPEN sono i più sicuri al mondo...Leggi prima di sparare caxxate. E senza FreeBSD il tuo Mac non esisterebbe nemmeno.
  • GoodSpeed scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: ruppolo
    Concordo, i risultati parlano da soli.Si si parlano proprio da soli... NOKIA = MOBILE PHONE.Apple? Ah, sì fa anche UN telefono.Il puff-discorso che "codice blindato che è la sola garanzia di qualità sopraffina" mi fa scomXXXXXXre dalle risate... (rotfl)(rotfl)(rotfl)Commento ridicolo di un Troll ancora più ridicolo...
  • lol scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    ahahah ci sono ancora in giro dei fans della security through obscurity :Devolve or die amico, come packetstorm.
  • p4bl0 scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    e chiunque può fartelo notare per permetterti di chiudere i buchi
  • Thescare scrive:
    Re: Crittografia piu' sicura se open!
    Se il sistema crittografico non è "forte" prima o poi cade anche se l'algoritmo rimane chiuso. La sicurezza in crittografia non si può basare sulla segretezza dell'algoritmo
    • fanculostev e scrive:
      Re: Crittografia piu' sicura se open!
      - Scritto da: Thescare
      Se il sistema crittografico non è "forte" prima o
      poi cade anche se l'algoritmo rimane chiuso. La
      sicurezza in crittografia non si può basare sulla
      segretezza
      dell'algoritmoMa stai anche a rispondere a quel flamer da strapazzo?
  • Uby scrive:
    Re: Un passo verso la cantina
    - Scritto da: ciao

    Non ci sono più i troll di una volta, che

    mascheravano le trollate dietro una parvenza di

    reale convinzione... :P
    Tipico degli integralisti: quando uno non la
    pensa come te è un
    trollDai, siamo saliti un po' di livello.Vedi che se ti impegni ce la fai? :D
  • panda rossa scrive:
    Crittografia piu' sicura se open!
    La mossa della Symbian e' la dimostrazione che il loro sistema e' sicuro e che non ha niente da nascondere, in un'epoca di tracciamenti, intrusioni governative e quant'altro.Il codice aperto e' garanzia di sicurezza.Il codice chiuso potrebbe avere qualcosa da nascondere.
    • ciao scrive:
      Re: Crittografia piu' sicura se open!
      - Scritto da: panda rossa
      La mossa della Symbian e' la dimostrazione che il
      loro sistema e' sicuro e che non ha niente da
      nascondere, in un'epoca di tracciamenti,
      intrusioni governative e quant'altro.

      Il codice aperto e' garanzia di sicurezza.
      Il codice chiuso potrebbe avere qualcosa da
      nascondere.Sì, come no, così poi ti bucano tutto.Se non chiudi ti esponi al pubblico e chiunque può far cadere il tuo castello di sabbia
    • Illo Illi scrive:
      Re: Crittografia piu' sicura se open!
      Aggiungo che in crittografia se un algoritmo non e' pubblico non dovrebbe assolutamente essere utilizzato inquanto non affidabile a priori.
  • ciao scrive:
    Un passo verso la cantina
    Con questa mossa Nokia fa un ulteriore passo verso il baratro. Regalando il suo codice dimostra quanto scarso fosse, umiliato da iPhone, unico vero e puro distillato di chiusura assoluta, codice blindato che è la sola garanzia di qualità sopraffina.Auguri a tutti gli azionisti Nokia...
    • Stein Franken scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      Peccato :) mi aspettavo una trollata un pizzico piu' sofisticata, ma cosi ritorniamo indietro di 10 anni.Un'occasione persa.
      • Uby scrive:
        Re: Un passo verso la cantina
        - Scritto da: Stein Franken
        Peccato :) mi aspettavo una trollata un pizzico
        piu' sofisticata, ma cosi ritorniamo indietro di
        10
        anni.

        Un'occasione persa.Non ci sono più i troll di una volta, che mascheravano le trollate dietro una parvenza di reale convinzione... :P
        • ciao scrive:
          Re: Un passo verso la cantina

          Non ci sono più i troll di una volta, che
          mascheravano le trollate dietro una parvenza di
          reale convinzione... :PTipico degli integralisti: quando uno non la pensa come te è un troll
      • ciao scrive:
        Re: Un passo verso la cantina
        - Scritto da: Stein Franken
        Peccato :) mi aspettavo una trollata un pizzico
        piu' sofisticata, ma cosi ritorniamo indietro di
        10
        anni.

        Un'occasione persa.Tipico degli integralisti: quando uno non la pensa come te è un troll
    • ruppolo scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      Concordo, i risultati parlano da soli.
    • XFILE scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      Ma gli OS della apple sono stati presi da freebsd, loro hanno scritto driver e librerie grafiche, non molto altro credo...ormai nelle cantine si fa' poco visto l'elevata specializzazione tutto si svolge nelle università.
      • Brando scrive:
        Re: Un passo verso la cantina
        A parte il fatto che scrivere drivers e librerie grafiche non è un lavoro da poco, ciò che hai detto non è proprio corretto. Il kernel si chiama XNU ed è un mix di Mach e FreeBSD 4.3, originariamente pensato per Openstep. Poi ci sono le parti proprietarie come Aqua e tutti i programmi di contorno come ad esempio Finder, Time Machine, etc.E poi ci sono tutti i progetti open a cui Apple collabora attivamente, quali OpenCL, WebKit (Safari), etc.
    • Liutaio scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      - Scritto da: ciao
      Con questa mossa Nokia fa un ulteriore passo
      verso il baratro. Regalando il suo codice
      dimostra quanto scarso fosse, umiliato da iPhone,
      unico vero e puro distillato di chiusura
      assoluta, codice blindato che è la sola garanzia
      di qualità
      sopraffina.Partendo dal presupposto che non esiste un software perfetto, se un baco di sicurezza viene scoperto da un malintenzionato è un grave pericolo per tutti coloro che lo utilizzano, il baco viene allo scoperto non certo perchè egli ha un' etica (è un malintenzionato...), ma perchè ha bucato qualche malcapitato, poi la casa madre deve capire come ha fatto, il che non è semplice.Nel codice aperto, invece, il sorgente è sotto gli occhi di tutti =
      Se c'è un problema, spesso viene pubblicato dagli stessi sviluppatori, cosa che può sembrarti paradossale, e risolto prima che possa essere sfruttato.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Un passo verso la cantina

        Nel codice aperto, invece, il sorgente è sotto
        gli occhi di tutti =
        Se c'è un problema, spesso
        viene pubblicato dagli stessi sviluppatori, cosa
        che può sembrarti paradossale, e risolto prima
        che possa essere
        sfruttato.Che parlando di firmware è una cosa fichissima, un bug viene scoperto, risolto e pubblicato. Nessuno aggiorna il firmware e il 90% dei cellulari viene trapanato.
        • Liutaio scrive:
          Re: Un passo verso la cantina
          - Scritto da: nome e cognome
          Nessuno aggiorna il firmware e il 90% dei
          cellulari viene
          trapanato....cosa che trascende l'essere open o meno.Di che stai parlando?
    • Gix scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      quando l'iphone si avvicinerà solo un poco ai dati di vendita di nokia, potrai parlare...
      • LaNberto scrive:
        Re: Un passo verso la cantina
        - Scritto da: Gix
        quando l'iphone si avvicinerà solo un poco ai
        dati di vendita di nokia, potrai
        parlare...aspetta un altro anno
        • Gix scrive:
          Re: Un passo verso la cantina
          - Scritto da: LaNberto
          - Scritto da: Gix

          quando l'iphone si avvicinerà solo un poco ai

          dati di vendita di nokia, potrai

          parlare...

          aspetta un altro annosi, aspetta e spera!
    • anonim scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      - Scritto da: ciao
      Con questa mossa Nokia fa un ulteriore passo
      verso il baratro. Regalando il suo codice
      dimostra quanto scarso fosse, umiliato da iPhone,
      unico vero e puro distillato di chiusura
      assoluta, codice blindato che è la sola garanzia
      di qualità
      sopraffina.
      Auguri a tutti gli azionisti Nokia...Evvai di troll...Ma a che serve ormai tutto questo???
    • darkat scrive:
      Re: Un passo verso la cantina
      rode vedere gli altri che passano all'open e tu che rimani al close eh :)
Chiudi i commenti