IE7, una beta in libera degustazione

Microsoft ha rilasciato una nuova versione preliminare di Internet Explorer 7 che, oltre a rappresentare la prima release pubblica del browser, fornisce un assaggio di ciò che sarà l'ormai imminente Beta 2. Le novità
Microsoft ha rilasciato una nuova versione preliminare di Internet Explorer 7 che, oltre a rappresentare la prima release pubblica del browser, fornisce un assaggio di ciò che sarà l'ormai imminente Beta 2. Le novità

Redmond (USA) – Per provare il nuovo Internet Explorer 7 non è più necessario andare a caccia di qualche versione di test trafugata. Da ieri, tutti gli utenti di Windows XP possono infatti scaricare da qui la prima beta pubblica del browser , ufficialmente battezzata Internet Explorer 7 Beta 2 Preview . Una preview pubblica per Windows Server 2003 e per le versioni x64 di Windows XP verranno rilasciate nelle prossime settimane.

Da notare che quella appena resa disponibile da Microsoft non è la Beta 2 ufficiale di IE7 ma un’anteprima che, secondo quanto dichiarato dallo stesso big di Redmond, richiede ancora qualche aggiustatina qui e là. È per questa ragione che il colosso ne suggerisce l’installazione solo agli sviluppatori e agli utenti più esperti: una versione pubblica più adatta agli utenti consumer verrà rilasciata nei prossimi mesi.

Il numero di build nella nuova release è 5296, e ciò significa che si tratta di una versione un po’ meno “fresca” della build 5299 che ha fatto capolino su Internet la scorsa settimana.

La nuova preview è disponibile solo in lingua inglese e ha una dimensione di 11,2 MB. Funziona solo in congiunzione con il Service Pack 2 per Windows XP e contiene tutte le funzionalità che faranno parte della release finale .

La novità forse più importante, rispetto alla Beta 1, è data dall’integrazione del browser con la piattaforma Windows RSS , la stessa che permetterà una gestione dei feed RSS a livello di sistema operativo: ad esempio, gli utenti potranno accedere alle risorse RSS a cui sono iscritti da tutte le applicazioni che supportano il nuovo framework di Microsoft. IE7 include poi le funzioni base per la gestione e la lettura dei feed , ma di certo non ambisce a rimpiazzare i tanti lettori stand-alone in circolazione.

È ormai noto come Microsoft, con la nuova versione di IE, si sia focalizzata in modo particolare sulle funzionalità di sicurezza. Dunque non stupisce se la prima cosa che viene chiesta all’utente dopo l’installazione del browser è se desidera attivare la protezione anti-phishing : questa consiste di un controllo lato server, che in modo trasparente all’utente compara l’URL visitato con quelli contenuti in una black-list di siti fraudolenti; e di un controllo lato client, che analizza l’URL e il sito che l’utente intende visitare alla ricerca di anomalie sospette e caratteristiche comuni ai siti di phishing.

Il filtro protegge inoltre dagli attacchi di tipo cross-domain scripting , che spesso permettono ad un sito di manipolare il contenuto di un differente dominio di Internet, e dalle vulnerabilità legate agli URL in standard International Domain Name ( IDN ).

Un altro importante meccanismo di prevenzione è dato dal cosiddetto ActiveX Opt-In , che impedisce il caricamento automatico dei controlli ActiveX e chiede di volta in volta all’utente l’autorizzazione ad eseguire questi componenti.

IE7 contiene poi un controllo parentale, un blocco per i pop-up, una toolbar di ricerca, una più avanzata anteprima di stampa e una funzione che permette di zoomare “al volo” le pagine web. Il box per la ricerca su Internet ricorda da vicino, per funzionalità e posizione, quello presente in Firefox: come in quest’ultimo browser, anche Internet Explorer ora consente di gestire più motori di ricerca attraverso un’unica interfaccia.

Di default IE7 non mostra la tradizionale barra degli strumenti con i menu File , Modifica , Visualizza ecc. Questa può tuttavia essere aggiunta selezionando, fra le toolbar disponibili, la voce Classic Menu . Tra le altre toolbar vi sono quella dei preferiti, dei link, di Google, della cronologia e dei feed RSS.

Come noto, IE7 include finalmente un sistema di navigazione a schede (tabbed browsing) accompagnato da una funzione, chiamata Quick Tab , che permette di navigare fra le miniature (thumbnail) dei tab aperti. Il browser consente inoltre di aprire un insieme di bookmark all’interno di più tab, creando un cosiddetto “tab group”, e di ripristinare i gruppi anche dopo che sono stati chiusi.

Tra le novità sotto al cofano c’è una più completa implementazione delle specifiche CSS, il supporto alle immagini PNG trasparenti e il supporto nativo a XMLHTTP e alle applicazioni AJAX (Asynchronous JavaScript and XML): quest’ultima è una tecnologia che permette di costruire servizi e applicazioni web-based interattivi senza l’utilizzo dei controversi controlli ActiveX.

Una panoramica dettagliata delle caratteristiche di IE7 Beta 2 Preview può essere scaricata dal sito di Microsoft in formato Word.

Update (ore 11,45) – Nelle scorse ore sono emersi diversi problemi di incompatibilità fra l’attuale preview di IE7 Beta 2 e alcuni software per la sicurezza, tra cui quelli di McAfee. In taluni casi potrebbe risultare impossibile installare il software. Secondo quanto riportato qui dall’esperto di sicurezza Tom Ferris, IE7 Beta 2 Preview soffrirebbe anche di una vulnerabilità di sicurezza che potrebbe essere sfruttata via Web per mandare in crash il browser o eseguire del codice.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 02 2006
Link copiato negli appunti