Il 2.0 per i diritti dei pugliesi

Ci si prova: più comunicazione interna alla Pubblica Amministrazione, nuovi strumenti da e verso i cittadini. Un progetto con un cuore open source. I dettagli

Roma – Succede che i cittadini non sappiano a chi rivolgersi per risolvere un problema o veder riconosciuti i propri diritti. Oppure succede che gli enti locali non dialoghino tra di loro, e quindi informazioni preziose sulla realtà del territorio vadano perdute. È per rispondere a questo tipo di questioni che la Regione Puglia ha dato vita al progetto Puglia 2.0 : una piattaforma che è un po’ social network e un po’ strumento di comunicazione, ma che offre soprattutto la possibilità di creare una rete di informazioni utili a rendere più trasparente il lavoro della Pubblica Amministrazione .

La home page del portale Puglia 2.0 “Abbiamo sentito l’esigenza di costruire un percorso con gli uffici della relazione con il pubblico (URP), ma anche con gli sportelli unici per le imprese o quelli di informagiovani – spiega a Punto Informatico Eugenio Iorio , dirigente del settore comunicazione istituzionale della Regione Puglia – Il progetto ha soprattutto il compito di abilitare la nascita di un sapere complesso nella PA: un modo per superare i limiti della Legge 150/00 , visto che spesso si confonde comunicazione politica con comunicazione pubblica”.

L’idea non è tanto quella di integrare i canali di comunicazione su un unico sito, quanto piuttosto unificare standard e procedure tra le diverse realtà attraverso il dialogo e la condivisione delle best practice : “La piattaforma diventerà una sorta di raccordo tra le strutture pubbliche: un mezzo per razionalizzare l’economia degli strumenti da utilizzare e standardizzare le pratiche”. Un principio che “si integra con la legge sulla trasparenza della Pubblica Amministrazione”, con l’obiettivo di garantire ai cittadini l’ accesso alle informazioni di cui hanno bisogno grazie ad un circolo virtuoso che fa fluire le informazioni stesse all’interno dell’amministrazione.

La situazione attuale di molte realtà locali non è rosea: “La regione è come un grosso elefante, che non sempre riesce a capire in tempo i reali problemi del territorio – racconta Iorio – Se costruiamo un sistema in grado di far propagare l’informazione attraverso i nodi di una rete, questi ci forniranno un feedback su quello che accade realmente”. Fornendo un maggior numero di informazioni a sempre più uffici di ogni livello e di ogni comparto, sarà possibile offrire ai residenti un servizio migliore : “Il cittadino non è in grado di identificare la struttura competente tra comune, provincia e regione per un determinato argomento: occorre articolare meglio il rapporto tra cittadino e istituzioni, informandolo su chi è il giusto interlocutore per vedere riconosciuti i propri diritti”.

Puglia 2.0 servirà dunque a migliorare la comunicazione tra la popolazione e gli enti locali. Ma servirà anche a razionalizzare la spesa sul territorio, troppo spesso dispersa in rivoli privi di qualsiasi coordinamento: “Abbiamo costituito un Centro Acquisti Telematici (CAT), un albo che tutti nella PA possono usare per acquisire informazioni sulle aziende che possono entrare a far parte dei bandi di concorso: in questo modo nessuno può fare pressioni sulla Pubblica Amministrazione perché le competenze di ciascuno sono note, e gli atti pubblici possono venire espletati in maniera più veloce”.

Per l’infrastruttura tecnologica, poi, la Regione Puglia ha scelto un prodotto open source appositamente sviluppato, integrato ad altre tecnologie già presenti sul mercato ma comunque disponibili con i sorgenti: “Si tratta di una piattaforma che abbiamo fatto personalizzare: l’abbiamo scelta perché possa garantirci una evoluzione nel nostro progetto, perché una volta che sia stata popolata di sapere pubblico creativo si possa intervenire su di essa, ed eventualmente cederla ad altri soggetti della PA che in futuro entreranno a far parte di questa rete”. Un circolo virtuoso, quindi, nel quale il software non viene replicato all’infinito ma sviluppato una sola volta, tenendo conto delle esigenze di ridistribuzione ed espandibilità.

Un principio , quello dell’utilizzo software open source, che la Puglia ha inserito anche in un disegno di legge regionale: “È un modo per garantire la razionalizzazione e l’omogeneizzazione degli uffici” precisa Iorio. È proprio su questo principio di razionalizzazione che la regione punta per ridurre le spese di tutti gli enti locali: “Difficile in un clima di questo tipo immaginare di non usare l’open source – prosegue – Fare questa scelta significa che il lavoro svolto per personalizzarlo resta in dote alla PA, garantendo un processo di ammodernamento e digitalizzazione”.

Uno sforzo fatto anche per scavalcare tutti i limiti imposti dall’eventuale dispersione degli uffici sul territorio , così da rendere più semplice – sia per gli operatori della PA che per i cittadini – l’interazione con le diverse strutture. E i benefici sono molteplici, sia per quanto riguarda i servizi erogabili, sia per quanto attiene all’efficienza: “Una volta che il software è attivo e funziona, come regione possiamo mettere queste competenze al servizio di tutti – conclude Iorio – anche delle realtà sul territorio più piccole delle altre: tutto appartiene allo stesso sistema reticolare interconnesso, e in questo modo diventa possibile coordinare gli sforzi della Pubblica Amministrazione”.

a cura di Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • chattambulo scrive:
    Colpevoli le società telefoniche
    Non capisco perchè vengano ammesse e permesse queste numerazioni alle società telefoniche, io condannerei loro che sono le prime a truffare gli utenti con questi numeri:sono veri e propro complici perchè forniscono i mezzi "materiali" per le varie truffe. Ma come al solito nessuno pagherà.
  • Faina scrive:
    Il blocco automatico torna ad Ottobre!!
    Notizia fresca fresca.L'AGCOM replica alla sospensiva del Tar Lazio con un nuovo provvedimento.Il Blocco automatico tornerà ad Ottobre.Nel frattempo:"una capillare e tempestiva campagna informativa (spot televisivi, annunci sulla stampa e sui siti web, comunicazioni in bolletta, opuscoli) che sarà realizzata non solo dagli operatori, ma anche direttamente da Agcom insieme alle associazioni dei consumatori, con le quali è stato definito un apposito protocollo d'intesa". Da qui a ottobre, insomma, le famiglie verranno informate in modo esaustivo sul blocco, in modo che non vengano colte di sorpresa."Notare bene:"Resta comunque ferma, ricorda l'Autorità, la possibilità per gli utenti di anticipare sin d'ora il blocco, chiedendolo espressamente al proprio operatore di telefonia fissa, che è tenuto a fornirlo."E mo se non prendiamo la palla al balzo si che sono fatti nostri!!!http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/altrenotizie/visualizza_new.html_102020001.html
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Il blocco automatico torna ad Ottobre!!
      Speriamo bene che non ci siano altri ritardi!- Scritto da: Faina
      Notizia fresca fresca.

      L'AGCOM replica alla sospensiva del Tar Lazio con
      un nuovo
      provvedimento.

      Il Blocco automatico tornerà ad Ottobre.

      Nel frattempo:

      "una capillare e tempestiva campagna informativa
      (spot televisivi, annunci sulla stampa e sui siti
      web, comunicazioni in bolletta, opuscoli) che
      sarà realizzata non solo dagli operatori, ma
      anche direttamente da Agcom insieme alle
      associazioni dei consumatori, con le quali è
      stato definito un apposito protocollo d'intesa".
      Da qui a ottobre, insomma, le famiglie verranno
      informate in modo esaustivo sul blocco, in modo
      che non vengano colte di
      sorpresa."

      Notare bene:

      "Resta comunque ferma, ricorda l'Autorità, la
      possibilità per gli utenti di anticipare sin
      d'ora il blocco, chiedendolo espressamente al
      proprio operatore di telefonia fissa, che è
      tenuto a
      fornirlo."

      E mo se non prendiamo la palla al balzo si che
      sono fatti
      nostri!!!

      http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rub
      • nicola scrive:
        Re: Il blocco automatico torna ad Ottobre!!
        che dire......avete ragione voi.....anche se io ribadisco che lavoro onestamente,,,,,se avete letto bene questi soggetti non è che non esponevano i costi ecc,ecc addirittura si attaccavano alle centraline telecom....e facevano partire telefonate....all'insaputa dell'utente.....RIPETO non offendetevi e non prendetemi per pirla.....io lavoro in questo settore non ho mai truffato nessuno......e spero vivamente che questi truffatori....la paghino cara e amara...per il blocco....alla fine penso che sia giusto il pin...che comunque credetemi esiste già gratuitamente da qualche anno...questi lestofanti....truffatori...farabutti....a noi che operiamo con codici 899 e affini regolarmente arrecano un gravissimo danno.....e per ultimo...potete anche non crederci....tutte le truffe negli ultimi 5 anni sono state fatte sempre e solo dagli stessi soggetti!!assurdo...assurdo...assurdo...assurdo..assurdo....tanto poi con indulto escono.io sono disposto a metterci la faccia...e ad andare in qualunque trasmissione televisiva...(tipo attenti al lupo) a spiegare una volta per tutte......come agiscono questi lestofanti.....ma vi prego per una volta una sola volta non fate di tutta l'erba un fascio......come quell'azienda famosa del LATTE che ha truffato milioni d'italiani con azioni false....oggi i titolari e gli amministratori sono nelle loro piscine a rinfrescarsi...non per questo tutte le aziende quotate in borsa ecc.....rubano.....non è il servizio sbagliato...sono gli uomini che sbagliano....il valore aggiunto in tutto il mondo è regolato....al 100%esistono linne per pipparoli,per studi medici,compagnie aeree ,hotel,ogni servizio ha un codice assegnato....e se fai il furbo...chiudi all'istante.....e mai più lavorerai nel settore,,,solo in italia ho sentito che ignoti possono attaccarsi alle centraline telekom e far partire telefonate....a tutto un condominio....a me non mi è mai neanche passato dall'anticamera del cervello.....scusate il mio sfogoma le truffe e i truffatori esistono in tutti i campi...guardate notizie di ospedali che asprtavano organi....hahahah pazzesco......COMUNQUE VI DO PIENAMENTE RAGIONE PULTROPPO E UN LAVORO CHE SI PRESTA FACILMENTE ALLE TRUFFE......MA CREDETEMI VI GIURO CHE NON TUTTI SIAMO COSI!saluti nico
        • bubba scrive:
          Re: Il blocco automatico torna ad Ottobre!!
          COMUNQUE VI DO
          PIENAMENTE RAGIONE PULTROPPO E UN LAVORO CHE SI
          PRESTA FACILMENTE ALLE TRUFFE......MA CREDETEMI
          VI GIURO CHE NON TUTTI SIAMO
          COSI!
          saluti
          nicoah ma noi ci crediamo. sarebbe assurdo pensare che tutti quelli che lavorano con dei numeri a val.aggiunto siano dei truffatori. Personalmente un 70-80% dei servizi su quelle numerazioni che vengono pubblicizzati sono penosi, ma cmq di per se legali. Va bene lasciarli. Il problema nasce appunto dal fatto che, non essendo io il solo a pensarli come penosi, alcuni(troppi) furboni pensano di agevolare i propri numeri che languono (mentre la pubblicita gli costa) con tecniche ingannevoli o decisamente truffaldine.
          • nico scrive:
            Re: Il blocco automatico torna ad Ottobre!!
            hai ragione....e cavolo se costa....pagata poi anticipata...comunque da parte mia sono contento che arrestano i truffatori...finalmente si regolarizzerà un mercato di cui se vuole potra usufruire altrimenti no...senza bollette gonfiate.....non telefonandobuona serata a tutti...ciaoooooooo
  • Faina scrive:
    Flynet
    Ma avete visto chi sono?AhahaNon hanno nemmeno un dominio loro. Hanno il sito ospitato sui server di altervista.org, quelli che offrono spazi web, database mysql e supporto php a gratis per tutti.http://flynet.altervista.org/E il banner l'avete visto?"Scopri il tuo futuro coi tarocchi, clicca qui."E scrivono:"Niente Truffe... Prezzi chiari, semplici, minori ad un'urbana e una totale copertura del territorio nazionale, tramite numero unico, per farvi risparmiare sulla bolletta telefonica! niente truffe".Allucinogeno!!!!!
    • superciuk scrive:
      Re: Flynet
      - Scritto da: Faina
      Ma avete visto chi sono?

      Ahaha

      Non hanno nemmeno un dominio loro. Hanno il sito
      ospitato sui server di altervista.org, quelli che
      offrono spazi web, database mysql e supporto php
      a gratis per
      tutti.

      http://flynet.altervista.org/

      E il banner l'avete visto?

      "Scopri il tuo futuro coi tarocchi, clicca qui."

      E scrivono:

      "Niente Truffe... Prezzi chiari, semplici, minori
      ad un'urbana e una totale copertura del
      territorio nazionale, tramite numero unico, per
      farvi risparmiare sulla bolletta telefonica!
      niente
      truffe".

      Allucinogeno!!!!!cazzate, il loro sito è http://www.f2n.it/home/index.phpsicuramente hanno fatto tutto quello di cui vengono accusati, ma non quello che dici te
      • maramao scrive:
        Re: Flynet
        Google fake, o meglio....un furbone che s'è piazzato un sito su altervista con lo stesso nome e che opera anche lui "nel settore".Cose che capitano.
    • massi scrive:
      Re: Flynet
      per Faina... prima di scrivere informati che sia l'indirizzo corretto....comunque l'indirizzo della società è:http://www.f2n.it/home/index.phpcordiali saluti
  • Nilok scrive:
    RESTITUIRE IL MALTOLTO!!!
    Augh,non c'è "giustizia" nè "riabilitazione" senza che costoro RESTITUISCANO IL MALTOLTO, comprensivo di interessi e "danni collaterali a TERZI".So che sono un illuso...Ho parlatoNilok
    • Sentenza scrive:
      Re: RESTITUIRE IL MALTOLTO!!!
      Bravissimo!!Niente galera per questi signori. Il carcere solo a chi commette reati contro le persone (omicidi, violenze, etc.), delitti di mafia, e qualche altro "grave" per la salute di chi ne è vittima.A questi invece li si metta a lavorare come muratori (ottimo mestiere, ci si fà anche il fisico per la gioia delle girls e di converso la nostra :-D ) con vitto e alloggio, e paga al minimo sindacale da destinarsi integralmente a risarcire le persone truffate.Magari in Africa, che di una mano ne hanno davvero bisogno. Cosi' al rientro saranno pure abbronzati.Oppure un pò li e in Italia: cosi risolviamo il problema dell'edilizia residenziale: case a buon prezzo anche per chi guadagna 1000 euro al mese.
  • Max Payne scrive:
    Ecco a cosa serve il blocco automatico.
    Altro che le menate che si son sentite nei commenti agli articoli di PI nei giorni scorsi a proposito degli 899.E' di appena un anno fa una notizia analoga a questa."Dirottavano le telefonate di ignari utenti su numeri con prefisso 899: tredici persone sono state arrestate a Napoli in flagranza di reato."http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/cronaca/frode-informatica-899/frode-informatica-899/frode-informatica-899.htmlDa notare il riferimento agli "IGNARI UTENTI". Altro che pipparoli che non vogliono pagare."L'Aduc denuncia anche il traffico dei numeri speciali 899. Il ministero ne ha concessi 133.000. I numeri vengono poi rivenduti dai gestori telefonici ad altre società. come le due di Avellino sotto inchiesta."Altro che storie: a tutto questo bisogna porre fine non solo con la repressione, ma anche con la prevenzione. Altrimenti ne sentiremo ancora delle belle.Blocco automatico con codice PIN verso tutte le numerazioni premium. Per TUTTI!!E finiscono immediatamente le frodi e le truffe.
    • pabloski scrive:
      Re: Ecco a cosa serve il blocco automatico.
      benissimo, allora blocchiamo immediatamente la vendita delle automobili, perchè c'è gente in giro che le usa per investire pedoninon è così che funziona uno Stato serio, semmai le repubbliche delle banane fanno cosìvuoi la verità?guarda i nomi coinvolti dell'inchiesta?è tutto chiaro? bloccano i numeri per mettere tutto in sordina e salvare quella gentaglia
      • Max Payne scrive:
        Re: Ecco a cosa serve il blocco automatico.
        Ops, prima ho sbagliato interlocutore, ahaha ...rispondevo a me stesso.----------------------------------@pabloskyMa non dire fesserie!Siamo già nella repubblica delle banane e da diverso tempo. E grazie anche a queste cose.Cosa c'entrano le macchine?La macchina è dotata di una chiave per aprire la portiera e accendere il motore.Qui la faccenda è diversa: non sei tu che guidi, ma "altri che ridirezionano il tuo traffico verso numeri a pagamento senza che tu te ne accorga.E' come se tu giri il volante a destra e la tua macchina svolta a sinistra e investi un pedone. E poi vengono a chiedere il "conto" a te dei danni che hai fatto, non a chi ha prodotto il "veicolo".Sveglia!!- Scritto da: pabloski
        benissimo, allora blocchiamo immediatamente la
        vendita delle automobili, perchè c'è gente in
        giro che le usa per investire
        pedoni

        non è così che funziona uno Stato serio, semmai
        le repubbliche delle banane fanno
        così

        vuoi la verità?

        guarda i nomi coinvolti dell'inchiesta?

        è tutto chiaro? bloccano i numeri per mettere
        tutto in sordina e salvare quella
        gentaglia
    • Max Payne scrive:
      Re: Ecco a cosa serve il blocco automatico.
      Ma non dire fesserie!Siamo già nella repubblica delle banane e da diverso tempo. E grazie anche a queste cose.Cosa c'entrano le macchine?La macchina è dotata di una chiave per aprire la portiera e accendere il motore.Qui la faccenda è diversa: non sei tu che guidi, ma "altri che ridirezionano il tuo traffico verso numeri a pagamento senza che tu te ne accorga.E' come se tu giri il volante a destra e la tua macchina svolta a sinistra e investi un pedone. E poi vengono a chiedere il "conto" a te dei danni che hai fatto, non a chi ha prodotto il "veicolo".Sveglia!!
      • rotfl scrive:
        Re: Ecco a cosa serve il blocco automatico.
        - Scritto da: Max Payne
        Ma non dire fesserie!

        Siamo già nella repubblica delle banane e da
        diverso tempo. E grazie anche a queste
        cose.

        Cosa c'entrano le macchine?

        La macchina è dotata di una chiave per aprire la
        portiera e accendere il
        motore.

        Qui la faccenda è diversa: non sei tu che guidi,
        ma "altri che ridirezionano il tuo traffico verso
        numeri a pagamento senza che tu te ne
        accorga.
        E' come se tu giri il volante a destra e la tua
        macchina svolta a sinistra e investi un pedone. E
        poi vengono a chiedere il "conto" a te dei danni
        che hai fatto, non a chi ha prodotto il
        "veicolo".

        Sveglia!!Si' davvero, il paragone con la macchina non aveva veramente il minimo senso...
  • Andonio scrive:
    Non saranno neanche processati
    Forse con le nuove norme salva-berlusca, questi gentiluomini non saranno neanche processati perche' il loro reato non e' di "allarme sociale".Solo ladri di galline, extracomunitari e scippatori di strada andranno in galera.Certo che, con la trovata dell'allarme sociale, tutti i processi per reati che si commettono in giacca e cravatta saranno automaticamente rinviati fino alla dimenticanza completa....L'altro governo invece aveva messo fuori di galera quelli che erano gia' dentro.Ma perche' chi ci governa ha cosi' a cuore le sorti dei delinquenti, mentre alle le persone normali non pensa nessuno?Che siano loro i primi delinquenti?????
    • Sentenza scrive:
      Re: Non saranno neanche processati
      E' + sottile la cosa.Tutta l'economia Italiana è fondata sulla truffa.E' l'unico modello di business che vige dalle nostre parti. L'Italiano si adopera dalla mattina alla sera nel cercare il modo di metterla nel culø agli altri.Da coloro che occupano i gradini + bassi della scala sociale sino alle sfere altolocate incravattate e infiocchettate.La politica rappresenta ed esprime questo modo di operare.Quando andiamo all'estero a lavorare, siamo considerati e rispettati per le nostre qualità e capacità. Perché li non è permesso guadagnare truffandogli altri. Le regole le devi rispettare altrimenti ti fanno (stavolta loro) il culø. Da noi invece vale l'opposto.
      • pabloski scrive:
        Re: Non saranno neanche processati
        è vero e alla fine quando proprio la massa grida vendetta a gran voce che facciamo?arrestiamo i truffatori?no, ce la prendiamo con le numerazioni e le blocchiamo, così che le poche aziende oneste falliscano e i truffatori migrino verso altre numerazioni, sicuri di poter truffare per altri 2-3 anni prima che anche queste vengano bloccateil blocco c'è già stato ai tempi degli 144 e degli 166 e che è successo? sono nati gli 899 e la truffa è continuata allegramente
        • Sentenza scrive:
          Re: Non saranno neanche processati
          Appunto.D'ora in avanti (30 Giugno) si mette un PIN su tutte le numerazioni a sovrapprezzo, presenti passate e future: ed una volta per tutte.Dopodiché per accedervi, devi sbloccarle.Cosi siamo sicuri tutti che la chiamata parte per mia volontà e non di altri.Nel frattempo arrestiamo pure i truffatori.Principio semplice chiaro e lineare. Come i firewall per i computer.Fine delle truffe e della storia.- Scritto da: pabloski
          è vero e alla fine quando proprio la massa grida
          vendetta a gran voce che
          facciamo?

          arrestiamo i truffatori?

          no, ce la prendiamo con le numerazioni e le
          blocchiamo, così che le poche aziende oneste
          falliscano e i truffatori migrino verso altre
          numerazioni, sicuri di poter truffare per altri
          2-3 anni prima che anche queste vengano
          bloccate

          il blocco c'è già stato ai tempi degli 144 e
          degli 166 e che è successo? sono nati gli 899 e
          la truffa è continuata
          allegramente
          • Andonio scrive:
            Re: Non saranno neanche processati
            Ma vuoi scherzare?Se l'accesso alle numerazioni "a valore aggiunto" fosse effettuabile solo per volonta' dell'utente, come si farebbe a fregare i soldi ai cittadini?Anche la "Class Action" deve essere abolita, non solo rimandata, altrimenti il cittadino potrebbe pretendere la restituzione di tutte le spese per "spedizione della bolletta" chieste da Telecom a milioni di cittadini ad ogni bimestre nonostante sentenze contrarie, e dovrebbe restituire i soldi in un sol colpo a tutti quanti CON UNA SOLA CAUSA GRATUTA.Un collega che ha vissuto negli USA per diversi anni, si e' visto rimborsare in Italia una somma di denaro per una truffa subita negli USA in seguito ad una class action di cui non era neppure a conoscenza; li' infatti le aziende sono obbligate a rilasciare l'elenco dei clienti truffati al giudice e la "class action" e' del tutto gratuita: gli studi legali trattengono solo una piccola percentuale del risarcimento, che su grandi numeri e' una bella cifra, ma, per ogni cittadino truffato e' solo una piccolissima riduzione del risarcimento ricevuto: NON DEVI FARE ALCUNA DOMANDA O COMPILARE MODULI IN CARTA BOLLATA CHE DEVONO PERVENIRE ALL'UFFCIO ENTRO E NON OLTRE..................In Italia siamo ancora nel medioevo.
          • Sentenza scrive:
            Re: Non saranno neanche processati
            Chiaro!In Italia la class action (pessima per come è stata disciplinata) pare verrà sospesa sino a Gennaio dell'anno prossimo. Insomma la vogliono affossare sul nascere. E proprio ora che all'orizzonte appaiono una serie di azioni collettive contro - ma guarda un pò - Telecom Italia e le bollette gonfiate.Dobbiamo ringraziare - tra gli altri - il Ministro delle Attività Produttive.Com'è che si chiama? Sfagiola? Scabbiola? Scaj.... ...insomma quello che (ricordate?) all'epoca in cui era Ministro di non so cosa defini' Marco Biagi - il quale chiedeva a tutti i politici con cariche di governo il ripristino della sua scorta perché aveva paura di essere ammazzato - "un rompicoglioni che pensava solo al rinnovo del contratto di consulenza". E poi Biagi venne ucciso.Memoria corta o gambe corte?Italiani, sveglia!!!!Mari@ de Filipppi è già in vacanza in Costa Smeralda con tutti gli Amici. Alla faccia vostra e dei soldi che vi fottono da sotto il naso senza che diciate nulla.
    • 0verture scrive:
      Re: Non saranno neanche processati

      Che siano loro i primi delinquenti?????Shhh... non lo dire che poi se la prendono...
  • antifrode scrive:
    Ma va?
    Ma che strano.In questi giorni abbiamo sentito intervenire operatori "onesti e laboriosi" che campano dagli 899.Che tra questi arrestati o denunciati ci sia anche qualcuno di loro?A dimostrazione - se ce ne fosse ancora bisogno - della serietà e dell'urgenza del provvedimento dell'AGCOM.Il resto son chiacchiere.
    • pabloski scrive:
      Re: Ma va?
      - Scritto da: antifrode
      Ma che strano.

      In questi giorni abbiamo sentito intervenire
      operatori "onesti e laboriosi" che campano dagli
      899.

      Che tra questi arrestati o denunciati ci sia
      anche qualcuno di
      loro?

      A dimostrazione - se ce ne fosse ancora bisogno -
      della serietà e dell'urgenza del provvedimento
      dell'AGCOM.

      Il resto son chiacchiere.benissimo, allora blocchiamo immediatamente la vendita delle automobili, perchè c'è gente in giro che le usa per investire pedoninon è così che funziona uno Stato serio, semmai le repubbliche delle banane fanno cosìvuoi la verità?guarda i nomi coinvolti dell'inchiesta?è tutto chiaro? bloccano i numeri per mettere tutto in sordina e salvare quella gentaglia
      • antifrode scrive:
        Re: Ma va?
        Caxxo, ma rispondi per tre volte copiando e incollando la stessa cosa?Lasciamo stare i paragoni deliranti.Non bloccano un tubo di niente.Si mette un PIN per accedere agli 899 e i suoi "fratelli".Punto e a capo.Se m'interessa un servizio telefonico, non mi ferma certo un codice a N cifre. Come quando installo una Sim Card su un telefono mobile.Fine della storia.- Scritto da: pabloski
        - Scritto da: antifrode

        Ma che strano.



        In questi giorni abbiamo sentito intervenire

        operatori "onesti e laboriosi" che campano dagli

        899.



        Che tra questi arrestati o denunciati ci sia

        anche qualcuno di

        loro?



        A dimostrazione - se ce ne fosse ancora bisogno
        -

        della serietà e dell'urgenza del provvedimento

        dell'AGCOM.



        Il resto son chiacchiere.

        benissimo, allora blocchiamo immediatamente la
        vendita delle automobili, perchè c'è gente in
        giro che le usa per investire
        pedoni

        non è così che funziona uno Stato serio, semmai
        le repubbliche delle banane fanno
        così

        vuoi la verità?

        guarda i nomi coinvolti dell'inchiesta?

        è tutto chiaro? bloccano i numeri per mettere
        tutto in sordina e salvare quella
        gentaglia
Chiudi i commenti