Il 3D che si tocca

Un effetto tridimensionale, visibile ad occhio nudo, che consente anche di interagire con le immagini. È il sistema RePro3D progettato dalla Keio University di Tokyo

Roma – La visione 3D genera la magica illusione di poter toccare con mano le immagini che “escono” dallo schermo. I ricercatori giapponesi della Keio University stanno provando ad amplificare ulteriormente questa sensazione, implementando un’interfaccia touch in ambito stereoscopico.

Il dispositivo RePro3D messo a punto dal team universitario consente davvero di utilizzare il tatto per giocare con le immagini digitali proiettate sullo schermo, utilizzando un mix tra diverse e collaudate tecnologie.

Il voluminoso display utilizza ad esempio la tecnica retro-flettente, vista in ambito olografico, per piazzare le immagini in un punto diverso da quello della sorgente luminosa ed aggiungere profondità alla scena. Senza bisogno di occhialini.

Una termocamera ad infrarossi rileva invece la mano dell’utente che si muove liberamente in uno spazio tridimensionale, la stessa filosofia “naturale” su cui è basato Microsoft Kinect, mentre dei sensori posti sulle dita si occupano di aggiungere feedback tattile.

Per il momento il RePro3D è stato testato su piccoli e semplici oggetti tridimensionali, pensando prevalentemente all’industria dei videogame, ma una tecnologia di questo tipo potrebbe essere utilizzata anche in ambiti diversi dall’entertainment. Il prossimo traguardo da raggiungere consiste nel far interagire due utenti distinti con lo stesso oggetto virtuale “solido” che reagisce agli stimoli esterni.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mr_caos scrive:
    Ma dai....
    Dove le hanno fatte ste statistiche? In un centro di recupero per i dipendenti da cellulare?109 SMS al giorno tra i ragazzi e 50 gli adulti?Ma dai...
    • zi1024 scrive:
      Re: Ma dai....
      ah ah io ne mandero' 50 l'anno...anche a me sembrano statisctiche senza senso: 100 sms al giorno significa un sms ogni 10 minuti dalle 8 alle 24...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 settembre 2011 15.35-----------------------------------------------------------
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ma dai....
        - Scritto da: zi1024
        ah ah io ne mandero' 50 l'anno...io anche meno. Avendo un cellulare con Android e 9 euro al mese per internet, l'sms è l'ultima soluzione per comunicare
        anche a me sembrano statisctiche senza senso: 100 sms al
        giorno significa un sms ogni 10 minuti dalle 8
        alle
        24...è <i
        possibboli </i
        -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2011 14.02-----------------------------------------------------------
    • PuzzettaSoporifera scrive:
      Re: Ma dai....
      - Scritto da: mr_caos
      Dove le hanno fatte ste statistiche? In un centro
      di recupero per i dipendenti da
      cellulare?
      109 SMS al giorno tra i ragazzi e 50 gli adulti?

      Ma dai...U.s.a.Non aggiungo altro :D
      • pippo romano scrive:
        Re: Ma dai....
        O lo stesso SMS mandato a 50 persone nella rubrica, con gli invii multipli si fa presto ad arrivare a 50.Poi ci sono anche quelli (pazzi) che ci chattano....
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Ma dai....
          - Scritto da: pippo romano
          O lo stesso SMS mandato a 50 persone nella
          rubrica, con gli invii multipli si fa presto ad
          arrivare a
          50.
          Poi ci sono anche quelli (pazzi) che ci
          chattano....... sul televideo!
Chiudi i commenti