Il braccio robotico riceve comandi dal cervello

Ricercatori statunitensi restituiscono la capacità di muovere oggetti a una persona tetraplegica. Il braccio, per il momento, è robotico e non collegato al corpo, ma per il futuro si lavora a un braccio bionico propriamente detto.

Roma – Grazie al lavoro di ricerca svolto presso la University of Pittsburgh, una donna tetraplegica di 53 anni è ora in grado di controllare un braccio robotico con il pensiero. Il merito, oltre alle qualità meccaniche del braccio in sé, sta nell’interfaccia cerebrale sviluppata per recepire e interpretare i segnali neuronali corrispondenti.

Jan Scheuermann, la donna che nel 1998 si è vista diagnosticare l’atassia spinocerebellare, si è fatta impiantare due griglie quadrate di elettrodi da 4 pollici con 96 punti di contatto ciascuno: gli impianti sono stati eseguiti dopo aver individuato le zone del cervello della paziente deputate al controllo di braccia e gambe.

Gli elettrodi hanno il compito di percepire i segnali provenienti dai singoli neuroni, di trasferire tali segnali a un computer (via connessione wireless) e interpretarli come movimenti tramite appositi algoritmi software. Il risultato finale è la capacità per Jan Scheuermann, di muovere e raccogliere oggetti o servirsi delle barrette di cioccolata tutta da sola.

Le braccia robotiche controllate col pensiero non sono una novità assoluta, ma la ricerca statunitense si distingue per la complessità dei movimenti replicabili dal paziente. Per il futuro, gli scienziati di Pittsburgh pensano a trasformare il braccio robotico in un sistema di autosufficienza installabile a domicilio, o persino di usare l’interfaccia cerebrale per trasmettere impulsi direttamente ai muscoli tagliati fuori dalla comunicazione con il sistema nervoso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    Smentita
    Il cofondatore di Instagram ha emesso un comunicato nel quale smentisce la vendita di utenti ad inserzionisti, e sostiene di essere stata frainteso. "Legal documents are easy to misinterpret" sostiene Kevin Systrom, "So Id like to address specific concerns weve heard from everyone".http://blog.instagram.com/post/38252135408/thank-you-and-were-listening
  • Vaas scrive:
    Retromarcia
    Instagram ha cambiato idea.Ma dai?
  • stanza 108 scrive:
    che schifezza
    Mi auguro che in tanti lascino instagram.In ogni caso mi pare davvero una scelta stupida da parte del management di facebook, e la trovo strana, visto che in teoria non sono un'azienda vecchio stile.
    • sbrotfl scrive:
      Re: che schifezza
      - Scritto da: stanza 108
      Mi auguro che in tanti lascino instagram.
      In ogni caso mi pare davvero una scelta stupida
      da parte del management di facebook, e la trovo
      strana, visto che in teoria non sono un'azienda
      vecchio
      stile.Tutto quello che vuoi.Comunque gran parte degli utenti li ha persi (visto che è da un po' che gira la notizia) e, visto che ora è di facebook, non puo' che farmi piacere :)
Chiudi i commenti