Il chip cerebrale che legge nel pensiero

Un'interfaccia uomo-macchina sperimentale è in grado di leggere nel pensiero le parole, di interpretarle e trasformarle in input per il controllo di un computer

Roma – Mentre i ricercatori della Brown University lavorano ai chip cerebrali in grado di interpretare i segnali neurali legati al movimento, quelli della Washington University School of Medicine di St. Louis in Missouri sperimentano interfacce transumane imparentate al linguaggio – o per meglio dire alla interpretazione dei segnali sinaptici corrispondenti della comunicazione umana.

L’esperimento condotto dagli scienziati statunitensi consiste in un impianto chirurgico messo a contatto diretto con le aree del cervello deputate alla comunicazione. Gli impianti hanno permesso l’analisi di quelle aree della corteccia, con la conseguente identificazione delle onde cerebrali corrispondenti a quattro suoni ben distinti.

La fase successiva dell’esperimento è consistita nella programmazione dell’interfaccia digitale impiantata nel cervello del paziente di modo che essa potesse identificare i quattro comandi. A quel punto il paziente non doveva fare altro che pronunciare a viva voce i comandi sonori o pensare alla loro articolazione per muovere e controllare il puntatore sullo schermo di un computer .

Le implicazioni dello studio – sin qui spintosi nell’impianto temporaneo e nella sperimentazione dell’interfaccia cerebrale – sono di importanza notevole: la capacità di “leggere” e interpretare i suoni all’interno della mente potrebbe fornire le conoscenze necessarie a ripristinare le funzionalità di comunicazione basilari nelle persone a cui tali funzionalità sono state portate via per incidenti o degenerazioni di tipo biologico.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    Per nr: ABOLIRE IL COPYRIGHT, off topic
    Ti ricordi cos'hai scritto un paio di settimane fa?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3118765&m=3120181#p3120181 Scolpiscitelo bene in testa:TEOREMI MATEMATICI E SCOPERTE SCIENTIFICHE NON SONO BREVETTABILI http://punto-informatico.it/3130973/PI/News/fusione-fredda-uppsala-chiama-bologna.aspxOra cos'hai da dire, trollone?
    • panda rossa scrive:
      Re: Per nr: ABOLIRE IL COPYRIGHT, off topic
      - Scritto da: ruppolo
      Ti ricordi cos'hai scritto un paio di settimane
      fa?

      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3118765&m=312

      Scolpiscitelo bene in testa:

      TEOREMI MATEMATICI E SCOPERTE SCIENTIFICHE NON
      SONO
      BREVETTABILI

      http://punto-informatico.it/3130973/PI/News/fusion

      Ora cos'hai da dire, trollone?Purtroppo la funzione di ricerca di firefox non mi ha trovato la parola "brevetto" in quella pagina.Tu che hai safari, mi sai dire a che riga la trovo?
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: Per nr: ABOLIRE IL COPYRIGHT, off topic
      Io troll? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Comunque te lo ripeto (quanta pazienza che ci vuole...) TEOREMI MATEMATICI E SCOPERTE SCIENTIFICHE NON SONO BREVETTABILI Quello che, purtroppo, può ancora essere brevettato è l'applicazione che si basa su di una scoperta scientifica.Vediamo se questa volta lo capisci!
    • Anticopyrig ht scrive:
      Re: Per nr: ABOLIRE IL COPYRIGHT, off topic

      Ti ricordi cos'hai scritto un paio di settimane fa?
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3118765&m=3120181#p3120181
      Scolpiscitelo bene in testa:
      TEOREMI MATEMATICI E SCOPERTE SCIENTIFICHE NON
      SONO BREVETTABILI
      http://punto-informatico.it/3130973/PI/News/fusione-fredda-uppsala-chiama-bologna.aspx
      Ora cos'hai da dire, trollone?http://www.law.duke.edu/cspd/publicdomainday/pddfaq#q09 What material goes immediately into the public domain? Material that is not protectable by copyrights or patents goes immediately into the public domain. This includes the basic building blocks described above - ideas, facts, plotlines, genres, themes, basic chord progressions, scientific principles , theories , formulae , and laws of nature - even if they are part of a larger protected work. It also includes unprotectable works such as US government works and unoriginal databases.
  • ruppolo scrive:
    Re: non è una novità o.O
    La pirateria è un CRIMINE.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: non è una novità o.O
      Abbordare e depredare le navi, sì, è un crimine.Condividere i files no. Se non ti piace, non creare files. Nessuno ti costringe.
      • ruppolo scrive:
        Re: non è una novità o.O
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Abbordare e depredare le navi, sì, è un crimine.

        Condividere i files no.Certo che lo è. Condividere il bottino frutto di illecito è una azione criminale.
        Se non ti piace, non
        creare files. Nessuno ti
        costringe.Nessuno mi costringe ma nessuno me lo impedisce. Quindi se lo voglio fare, lo faccio. E se voglio vendere il frutto del mio lavoro, lo vendo. E tu non hai alcun diritto, zero, sulle mie opere. Se le prendi senza il mio consenso commetti un illecito, quindi un delitto, quindi un crimine. Se hai dubbi, consulta pure un dizionario.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: non è una novità o.O
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Abbordare e depredare le navi, sì, è un crimine.



          Condividere i files no.

          Certo che lo è. Condividere il bottino frutto di
          illecito è una azione
          criminale.Visto che chi condivide un file l'aveva comprato, stai dicendo che comprarlo è un illecito? Quindi, è illecito anche venderlo.


          Se non ti piace, non

          creare files. Nessuno ti

          costringe.

          Nessuno mi costringe ma nessuno me lo impedisce.E a me nessuno costringe a vedere il film, e nessuno me lo impedisce.
          Quindi se lo voglio fare, lo faccio.Idem.
          E se voglio
          vendere il frutto del mio lavoro, lo vendo.Se lo vendi non è più tuo.
          E tu
          non hai alcun diritto, zero, sulle mie opere.Finchè restano tue, no.
          Se
          le prendi senza il mio consenso commetti un
          illecitoVero: infatti, ti prometto che non entrerò mai in casa tua per copiare quello che tieni sul tuo hard disk.
          • ruppolo scrive:
            Re: non è una novità o.O
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uno qualsiasi


            Abbordare e depredare le navi, sì, è un
            crimine.





            Condividere i files no.



            Certo che lo è. Condividere il bottino frutto di

            illecito è una azione

            criminale.

            Visto che chi condivide un file l'aveva comprato,Ma anche no. Nel 99,999% dei casi non è così: chi condivide non è colui che ha acquistato.
            stai dicendo che comprarlo è un illecito? Quindi,
            è illecito anche
            venderlo.Comprarlo da chi ha il diritto di venderlo, non è un illecito. Venderlo (o cederlo) è ovviamente un illecito, se la licenza lo vieta.


            Se non ti piace, non


            creare files. Nessuno ti


            costringe.



            Nessuno mi costringe ma nessuno me lo impedisce.

            E a me nessuno costringe a vedere il film, e
            nessuno me lo
            impedisce.Sono in tanti, invece, a impedirtelo: sono praticamente tutti i detentori dei diritti. Parliamo sempre del desiderio di fruire senza averne diritto, naturalmente.


            Quindi se lo voglio fare, lo faccio.

            Idem.No. Quello che voglio fare io, produrre un contenuto, non è vietato dalla legge.Quello che vuoi invece fare tu, fruire senza averne diritto, è vietato dalla legge.


            E se voglio

            vendere il frutto del mio lavoro, lo vendo.

            Se lo vendi non è più tuo.Se vendo i diritti annessi e connessi, si. Altrimenti rimane mio.(dobbiamo rifare la tiritera del biglietto del treno? Con l'acquisto del biglietto le FFSS non ti hanno venduto il treno).

            E tu

            non hai alcun diritto, zero, sulle mie opere.

            Finchè restano tue, no.Restano sempre mie, finché non le vendo.

            Se

            le prendi senza il mio consenso commetti un

            illecito

            Vero: infatti, ti prometto che non entrerò mai in
            casa tua per copiare quello che tieni sul tuo
            hard
            disk.Promessa inutile: c'è una legge che te lo impedisce.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: non è una novità o.O


            Visto che chi condivide un file l'aveva
            comprato,

            Ma anche no. Nel 99,999% dei casi non è così: chi
            condivide non è colui che ha
            acquistato.Allora, teoricamente è a posto, visto che non aveva accettato nessuna licenza, e quindi non l'ha violata.


            stai dicendo che comprarlo è un illecito?
            Quindi,

            è illecito anche

            venderlo.

            Comprarlo da chi ha il diritto di venderlo, non è
            un illecito. Venderlo (o cederlo) è ovviamente un
            illecito, se la licenza lo
            vieta.E se avevi accettato la licenza. Quindi, chi compra e condivide commette illecito. Chi scarica e condivide no. E tanto meno chi scarica e basta.


            E a me nessuno costringe a vedere il film, e

            nessuno me lo

            impedisce.

            Sono in tanti, invece, a impedirtelo: sono
            praticamente tutti i detentori dei diritti.
            Parliamo sempre del desiderio di fruire senza
            averne diritto,
            naturalmente.Non ho diritto a fruire di un bene solo se l'unica copia di tale bene è in tuo possesso, e tu non vuoi darmela.Se esiste una copia in possesso a qualcuno che è disposto a farmela usare, io ho il diritto di fruirne, e tu non hai il diritto di interferire.
            No. Quello che voglio fare io, produrre un
            contenuto, non è vietato dalla
            legge.E se ti dicessi che lo è?
            Quello che vuoi invece fare tu, fruire senza
            averne diritto, è vietato dalla
            legge.O mi citi la legge che lo proibisce, oppure la tua affermazione vale quanto la mia: io dico che non hai il diritto di produrre un contenuto. Me lo sono inventato, ma per quanto ne so potresti esserti inventato anche tu il tuo divieto.


            E se voglio


            vendere il frutto del mio lavoro, lo vendo.



            Se lo vendi non è più tuo.

            Se vendo i diritti annessi e connessi, si.
            Altrimenti rimane
            mio.E allora, se rimane tuo, non l'hai venduto. E non ti spetta di essere pagato. Semplice.

            (dobbiamo rifare la tiritera del biglietto del
            treno? Con l'acquisto del biglietto le FFSS non
            ti hanno venduto il
            treno).Ma infatti io non duplico il biglietto: io duplico proprio il treno. E la copia del treno è mia... perciò per andarci sopra non ho bisogno di nessun biglietto.Ti pare forse che qualcuno faccia le copie delle licenze?
          • krane scrive:
            Re: non è una novità o.O
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Visto che chi condivide un file l'aveva

            comprato,

            Ma anche no. Nel 99,999% dei casi non è

            così: chi condivide non è colui che ha

            acquistato.
            Allora, teoricamente è a posto, visto che non
            aveva accettato nessuna licenza, e quindi non
            l'ha violata.Oppure aveva un'eula nel portafoglio che scatta appena tiri fuori i soldi, questo e' ovviamente dichiarato nel foglietto stesso e dice che chiunque accetti denaro estratto da li' lo libera da qualsiasi vincolo sui prodotti acquistati; se questo non avvienisse allora non potra' spendere i soldi ne' metterli in banca o trasferirli ad altri. L'unico uso autorizzato e' bruciarli nel caminetto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: non è una novità o.O
            Meglio una banconota con drm: puoi usarla solo per un tempo limitato, poi si cancella. Basterebbe stamparla con inchiostro simpatico...
    • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
      Re: non è una novità o.O

      La pirateria è un CRIMINE. NO , è una BENEDIZIONE per il Progresso Umano.
      • ruppolo scrive:
        Re: non è una novità o.O
        - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        La pirateria è un CRIMINE.

        NO , è una BENEDIZIONE per il
        Progresso
        Umano.Certo, una benedizione per i PARASSITI .
        • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
          Re: non è una novità o.O



          La pirateria è un CRIMINE.

          NO , è una BENEDIZIONE per il

          Progresso Umano.
          Certo, una benedizione per i PARASSITI .No, la gente ha il DIRITTO di accedere liberamente alla conoscenza.Ormai fai quasi tenerezza nella tua battaglia contro i mulini a vento...Rassegnati, il mondo è cambiato e NON tornerà mai indietro.
        • krane scrive:
          Re: non è una novità o.O
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT


          La pirateria è un CRIMINE.



          NO , è una BENEDIZIONE per il

          Progresso

          Umano.

          Certo, una benedizione per i
          PARASSITI .Intendi come quei parassiti che vendono applicazioni infrangendo la GPL ?
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Re: non è una novità o.O
    Quale parte di "il XXXXXXXXX non è illegale" non ti è chiara?????????
    • ruppolo scrive:
      Re: non è una novità o.O
      - Scritto da: ciccio quanta ciccia
      Quale parte di "il XXXXXXXXX non è illegale" non
      ti è
      chiara?????????Dove sta scritto che non è illegale?Violare un contratto, questo è illegale. E il JB è una violazione del contratto.
      • p4bl0 scrive:
        Re: non è una novità o.O
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia

        Quale parte di "il XXXXXXXXX non è illegale" non

        ti è

        chiara?????????

        Dove sta scritto che non è illegale?

        Violare un contratto, questo è illegale. E il JB
        è una violazione del
        contratto.sbagliato, violare un contratto porta alla rottura del contratto, ma non è illegale. il JB è una violazione del contratto quindi il contratto con apple viene meno -
        no garanzia, no appstore ecc. e lì finisce.
      • Funz scrive:
        Re: non è una novità o.O
        - Scritto da: ruppolo
        Violare un contratto, questo è illegale. E il JB
        è una violazione del
        contratto.Ma quando compri l'iphone devi firmare un contratto con Apple?Se si, hai ragione. Se no, un foglietto dentro la scatola o una scritta a schermo non hanno nessun valore come contratto.
  • waka_jawaka scrive:
    Precisazioni
    Se compro un'auto ci posso fare quello che voglio. Ci posso mettere il motore della ritmo, i freni di una bicicletta, le luci di ingresso del vialetto di casa mia e così via. La casa madre non può impedirmelo. Chi mi impone limitazioni è lo Stato Italiano che, guarda un pò, non mi ha venduto la macchina, ma detta delle regole per l'incolumità degli altri utenti delle strade e NON per salvaguardare la "purezza" dell'auto. Se ho una pista privata e uso l'auto solo là neanche lo Stato può mettere bocca. Se la casa è mia ci posso fare quello che voglio senza che il costruttore (o il venditore) possano impedirmelo. Chi mi pone limitazioni è lo Stato Italiano, che, ancora, non è il soggetto che mi ha venduto la casa, per salvaguardare l'incolumità di eventuali altri condomini (e della mia) o il semplice decoro della via. Anche in questo caso le limitazioni non servono a tutelare la "purezza" della casa o le disposizioni d'uso del venditore.Se compro un cellulare diventa mio: lo posso prendere a martellate, usarlo per piantare chiodi, per pareggiare i piedi di un tavolo, come disco di hockey su ghiaccio. Posso metterci la batteria di un camion (la garanzia decade perché l'ho modificato nelle parti essenziali, ma nonostante ciò il produttore non mi puo impedire di camminarci tenendolo attaccato ad una borsa da 60 chili).Se non fa qualche cosa che mi serve lo modifico in modo che me lo permetta. Se l'applicazione che mi consente di usarlo come modem per pc è LIBERAMANTE utilizzabile (non necessariamente gratis e sicuramente non a sbafo) la installo senza alcun problema sul MIO cellulare.Se poi non mi si permette più di scaricare applicazioni dallo store ufficiale, pazienza. Lo store, come detto in altri post, non è casa mia: se per entrarci mi impongono regole che non condivido, ciao ciao.In ogni caso il consiglio è sempre: non comprare mele.
    • MacBoy scrive:
      Re: Precisazioni
      - Scritto da: waka_jawaka
      Se compro un'auto ci posso fare quello che
      voglio. Ci posso mettere il motore della ritmo, i
      freni di una bicicletta, le luci di ingresso del
      vialetto di casa mia e così via. La casa madre
      non può impedirmelo.Premessa sbagliata. Te lo impedisce il codice della strada.
      • panda rossa scrive:
        Re: Precisazioni
        - Scritto da: MacBoy
        - Scritto da: waka_jawaka

        Se compro un'auto ci posso fare quello che

        voglio. Ci posso mettere il motore della ritmo,
        i

        freni di una bicicletta, le luci di ingresso del

        vialetto di casa mia e così via. La casa madre

        non può impedirmelo.

        Premessa sbagliata. Te lo impedisce il codice
        della
        strada.Il codice della strada regolamenta i veicoli che circolano in strada .Se non circola in strada ma solo nel cortile di casa mia il codice della strada non impedisce proprio niente.
        • kinder_ping ui scrive:
          Re: Precisazioni
          2 pesi e 2 misurecome sempre
          • p4bl0 scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: kinder_ping ui
            2 pesi e 2 misure

            come semprema cosa stai dicendo?
          • Funz scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: p4bl0
            - Scritto da: kinder_ping ui

            2 pesi e 2 misure



            come sempre

            ma cosa stai dicendo?E' una delle 5-6 risposte preconfezionate degli astroturfer macachi. E' un riflesso pavloviano: sirena =
            2 pesi e 2 misure! =
            banana sirena =
            la volpe e l'uva! =
            banana
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Precisazioni

          Il codice della strada regolamenta i veicoli
          che circolano in
          strada .E, cosa più importante, lo fa per la sicurezza di tutti gli utenti della strada, non per consentire un ulteriore arricchimento dell'azienda che ha impresso il marchio !
          • ruppolo scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: Joe Tornado

            Il codice della strada regolamenta i veicoli

            che circolano in

            strada .

            E, cosa più importante, lo fa per la sicurezza di
            tutti gli utenti della strada, non per consentire
            un ulteriore arricchimento dell'azienda che ha
            impresso il marchio
            !Quindi il divieto di montare un motore più potente (o installare un turbo, o un impianto a protossido di azoto) non è riferito all'evasione di bollo e frode assicurativa, ma per la sicurezza di tutti gli utenti della strada, vero?
        • ruppolo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: MacBoy

          - Scritto da: waka_jawaka


          Se compro un'auto ci posso fare quello che


          voglio. Ci posso mettere il motore della
          ritmo,

          i


          freni di una bicicletta, le luci di ingresso
          del


          vialetto di casa mia e così via. La casa madre


          non può impedirmelo.



          Premessa sbagliata. Te lo impedisce il codice

          della

          strada.

          Il codice della strada regolamenta i veicoli
          che circolano in
          strada .
          Se non circola in strada ma solo nel cortile di
          casa mia il codice della strada non impedisce
          proprio
          niente.Prova a dargli fuoco sul cortile di casa, poi vedi.
      • waka_jawaka scrive:
        Re: Precisazioni
        Ma leggi le cose prima di rispondere, o spari a ca**o?Subito dopo il testo da te citato ho scritto: "Chi mi impone limitazioni è lo Stato Italiano che, guarda un pò, non mi ha venduto la macchina, ma detta delle regole per l'incolumità degli altri utenti delle strade e NON per salvaguardare la "purezza" dell'auto. Se ho una pista privata e uso l'auto solo là neanche lo Stato può mettere bocca."Occasione sprecata per tacere...
        • ruppolo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da: waka_jawaka
          Ma leggi le cose prima di rispondere, o spari a
          ca**o?
          Subito dopo il testo da te citato ho scritto:
          "Chi mi impone limitazioni è lo Stato Italiano
          che, guarda un pò, non mi ha venduto la macchina,
          ma detta delle regole per l'incolumità degli
          altri utenti delle strade e NON per salvaguardare
          la "purezza" dell'auto.Non solo, le regole ci sono anche per i "furbi", che magari vorrebbero un motore più potente senza pagare di più bollo e assicurazione.
          Se ho una pista privata e
          uso l'auto solo là neanche lo Stato può mettere
          bocca."Certo che può.
          Occasione sprecata per tacere...Verissimo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Precisazioni


            Se ho una pista privata e

            uso l'auto solo là neanche lo Stato può mettere

            bocca."

            Certo che può.Te la sei inventata? Se ho una pista privata, non mi serve nè targa nè patente.
    • ruppolo scrive:
      Re: Precisazioni
      Direi che hai sbagliato su tutta la linea, iniziando con l'esempio peggiore, l'automobile. L'automobile è il bene che più di ogni altro è soggetto a limitazioni d'uso.Non può essere liberamente venduto né acquistato senza un passaggio di proprietà vidimato da un pubblico ufficiale. Non può essere normalmente utilizzato senza un collaudo, una targa, un'assicurazione. Chi lo utilizza deve prima conseguire una patente e un esame medico. Non si possono eseguire modifiche di nessun genere salvo piccoli dettagli. Non si possono trasportare certi tipi di merce. Certe persone non possono viaggiare se non dotate di particolari acXXXXXri (i bambini). Ogni 2 anni è obbligatori una revisione. Su certe strade non si può andare. La lista potrebbe continuare molto a lungo, ma penso che questo possa bastare.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Precisazioni
        Non sono le condizioni d'uso dell'automobile, ma della strada. Se vuoi portare un'auto sulla strada (che non è tua) devi seguire certe regole.
        • ruppolo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Non sono le condizioni d'uso dell'automobile, ma
          della strada. Se vuoi portare un'auto sulla
          strada (che non è tua) devi seguire certe
          regole.La strada? Allora perché devo pagare il bollo anche se non circolo per la strada?Perché se voglio rottamarla devo seguire una procedura amministrativa?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Precisazioni

            La strada? Allora perché devo pagare il bollo
            anche se non circolo per la
            strada?Perchè potresti circolare... e lo stato non può sapere se vuoi farlo o no.Se non circoli e non vuoi pagare il bollo, riconsegna la targa.
          • ruppolo scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: uno qualsiasi

            La strada? Allora perché devo pagare il bollo

            anche se non circolo per la

            strada?

            Perchè potresti circolare... e lo stato non può
            sapere se vuoi farlo o
            no.
            Se non circoli e non vuoi pagare il bollo,
            riconsegna la
            targa.La targa? Ma guarda, sembra una licenza...Ora ribalto la frittata: a me non serve la targa, mi basta la macchina :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: ruppolo
            La targa? Ma guarda, sembra una licenza...
            Ora ribalto la frittata: a me non serve la targa,
            mi basta la macchina
            :De dove sta il problema? prendi una macchina senza immatricolarla e la puoi usare a piacimento nei vialetti del tuo giardino privato e recintato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Precisazioni

            La targa? Ma guarda, sembra una licenza...
            Ora ribalto la frittata: a me non serve la targa,
            mi basta la macchina
            :DNeanche a me serve la targa: per il mio go-kart, ad esempio, non ne ho nessun bisogno: quando vado sulla pista (privata) nessun go-kart ha la targa.
          • Marco scrive:
            Re: Precisazioni
            Vedi caro Ruppolo,come al solito hai confuso un po' di nozioni e concetti a forza di "pensare differente"...Le limitazioni sugli autoveicoli italiani sono imposte dalla Republica Italiana, non da FIAT, VW o altri marchi.Le limitazioni che tu subisci per poter usare/esibire la "mela-morsicata" sono state ideate da un soggetto privato; tant'e' che appena questo soggetto ("Steve" per i devoti) e' andato davanti ad un tribunale per difendere le propie idee, la risposta che ha avuto e' stata "Ma sei scemo!?!?!?" [cfr. http://www.fullpress.info/Telefonia-e-App/XXXXXXXXX-iPhone-legale-negli-Stati-Uniti/7-38981-1.html].E' perfettamente legale, NEI LIMITI DELLE NORMATIVE della Nazione (per Nazione intendo USA, ITALIA, Francia...non Apple) a cui si appartiene, disporre liberamente di un bene acquistato; MA il venditore del bene puo' (IN TUTTA LIBERTA') cessare di fornirmi servizi acXXXXXri se ritiene che il mio diritto di disporre del MIO bene vada in contrasto con il suo diritto di fare business.Ti spiego meglio: posso aprire, smontare, sbloccare l'iphone. E' mio!Ma, se lo faccio, so che non potro' accedere a servizi acXXXXXri quali iTunes Store.Tutto chiaro? Ci arrivi a capirlo?
          • Funz scrive:
            Re: Precisazioni
            Per Ruppolo la Parola di Apple E' Legge, e prevale sulle leggi della repubblica.
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: Precisazioni

        L'automobile è il bene che più di ogni altro è
        soggetto a limitazioni d'uso.Per circolare.Ma della mia automobile, in quanto tale, ci posso fare quello che mi pare.
        • ruppolo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT

          L'automobile è il bene che più di ogni altro è

          soggetto a limitazioni d'uso.

          Per circolare.

          Ma della mia automobile, in quanto tale, ci posso
          fare quello che mi
          pare.Prova a dargli fuoco.
          • panda rossa scrive:
            Re: Precisazioni
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT


            L'automobile è il bene che più di ogni altro è


            soggetto a limitazioni d'uso.



            Per circolare.



            Ma della mia automobile, in quanto tale, ci
            posso

            fare quello che mi

            pare.

            Prova a dargli fuoco.[img]http://cdn.zedomax.com/blog/wp-content/uploads/2009/06/burning-car.jpg[/img]
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: Precisazioni


            Ma della mia automobile, in quanto tale, ci

            posso fare quello che mi pare.
            Prova a dargli fuoco.Oh, beata ingenuità. (rotfl)Se mi vengono a dire qualcosa è perché inquino o perché metto potenzialmente a rischio l'incolumità delle persone, di certo NON perché ho fatto quello che ho voluto della mia automobile.
  • Gasogen scrive:
    Se l'iPad è il pc 2.0
    ... il JailBreak è il format 2.0 :D
  • Charlie Sheen scrive:
    E' uno schifo
    Mi son comprato una lamborghini e non capisco perche' debba spendere un tridello di soldi per un motore 12 cilindri. Voglio metterci un motore di una ritmo e la marmitta truccata ma sti ladroni non me lo permettono. Garanzia va a putt*** se lo faccio. Ma che liberta' e'? ma dove viviamoooo? meglio in nord corea, uno sa che la liberta' non c'e' e si mette l'anima in pace!
    • kinder_ping ui scrive:
      Re: E' uno schifo
      Eppure tu l'hai comprata !! DEVI poter fare quello che ti pare ........ ma a che livelli !! ;)
    • giudice scrive:
      Re: E' uno schifo
      - Scritto da: Charlie Sheen
      Mi son comprato una lamborghini e non capisco
      perche' debba spendere un tridello di soldi per
      un motore 12 cilindri. Voglio metterci un motore
      di una ritmo e la marmitta truccata ma sti
      ladroni non me lo permettono. Garanzia va a
      putt*** se lo faccio. Ma che liberta' e'? ma dove
      viviamoooo? meglio in nord corea, uno sa che la
      liberta' non c'e' e si mette l'anima in
      pace!certo che modificare la lamborghini per metterci il motore di una ritmo è da criminali veramente, almeno quando fanno il JB è per migliorare le cose, come dovrebbe essere fatto quando uno modifica una lamborghini.dimenticavo, è da criminali anche paragonare l'iphone con una lamborghini, la giusta pena dovrebbe essere una martellata sulle OO
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: E' uno schifo

      Mi son comprato una lamborghini e non capisco
      perche' debba spendere un tridello di soldi per
      un motore 12 cilindri.Se lo vuoi gratis, puoi farlo. Ti basta duplicarne uno esistente... magari usando questo apparecchio:[yt]r18DvO_VDiM[/yt]
      Voglio metterci un motore
      di una ritmo e la marmitta truccata ma sti
      ladroni non me lo permettono. La lamborghini te lo proibisce? Da quando?Nessuno te lo impedisce.Lo stato ti impedisce solo di andare sulle sue strade con una macchina non immatricolata.
      • kinder_ping ui scrive:
        Re: E' uno schifo
        - Scritto da: uno qualsiasi
        La Apple te lo proibisce? Da quando?
        Nessuno te lo impedisce.

        La Apple ti impedisce solo di andare sui suoi circuiti
        con un device jailbreackato.
        • p4bl0 scrive:
          Re: E' uno schifo
          - Scritto da: kinder_ping ui
          - Scritto da: uno qualsiasi

          La Apple te lo proibisce? Da quando?

          Nessuno te lo impedisce.



          La Apple ti impedisce solo di andare sui
          suoi circuiti
          con un device
          jailbreackato.infatti nessuno sta dicendo il contrario
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: E' uno schifo
          - Scritto da: kinder_ping ui
          - Scritto da: uno qualsiasi

          La Apple te lo proibisce? Da quando?

          Nessuno te lo impedisce.



          La Apple ti impedisce solo di andare sui
          suoi circuiti
          con un device
          jailbreackato.E quali sono i circuiti della apple? Se parli di itunes e appstore, hai ragione.Ma i circuiti all'interno dell'iphone non sono di apple: sono dell'utente, perchè l'utente li ha comprati.
    • Funz scrive:
      Re: E' uno schifo
      - Scritto da: Charlie Sheen
      Mi son comprato una lamborghini e non capisco
      perche' debba spendere un tridello di soldi per
      un motore 12 cilindri. Voglio metterci un motore
      di una ritmo e la marmitta truccata ma sti
      ladroni non me lo permettono. Garanzia va a
      putt*** se lo faccio. Ma che liberta' e'? ma dove
      viviamoooo? meglio in nord corea, uno sa che la
      liberta' non c'e' e si mette l'anima in
      pace!No, il fatto è che hai comprato una Panda col logo Lamborghini, non puoi metterci il telepass, i cerchi che vuoi e devi pagare un patrimonio persino i tappetini, a meno di non andare da un'officina indipendente / illegale. Però sei un gran figo col tuo logo Lambo e la tua Panda carrozzeria unibody :p
  • Pietro scrive:
    Alternative?
    Come pc ho il mio fido portatile (con il quale lavoro tutto il giorno) l'idea di un tablet da usare la sera sXXXXXto sul divano o in tutte quelle situazioni in cui non c'è una superficie d'appoggio stabile mi piace molto.1° ipotesi: netbook ma lenti ad accendersi, Atom (devo ammettere di non aver testato gli ultimi, ma visti i precedenti...) touchpad scomodo (e comunque odio il touchpad), la tastiera è d'impaccio..2° ipotesi: tablet android, sono millemila, quelli di cui si parla bene costano di più dell'iPad, degli altri (pochi) ci sono giudizi troppo contrastanti non mi fido a scommettere 300..3° ipotesi: un tablet vero e proprio (pennino, digitalizzatore wacom, proXXXXXre potente), però costa oltre 1000, pesa almeno 2 kg, è grosso e poco maneggevole..Conscio delle limitazioni imposte da Apple, da mesi cerco una valida alternativa...e cerco e aspetto ... Las Vegas ... Barcellona ... e aspetto ...Adesso PRETENDO consigli. (tra un po' compio gli anni e volevo farmi un regalo)
  • Utouti scrive:
    Fico
    Cioè il geilbrec dell'aifon?
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: non è una novità o.O


    Usare cosa? Il cervello? Quale cervello?

    In teoria sta nella scatola cranica, non so se lo
    hai impegnato per comprarti
    l'iphone.Gli avrebbero dato un bel po' di soldi... il suo è un ottimo cervello. In perfette condizioni, poi.... è stato usato pochissimo.
  • Jacopo Monegato scrive:
    Re: non è una novità o.O
    crimine? BUHUBUBUHUHUAHUAHAUHAUHAUHAUHAUAHAHUAUAHse è un dispositivo programmabile per definizione devo poter cambiare programma in qualche modo. sennò scrivi tutto su ROM così l'unica sarà sostituire pezzi, invalidare la garanzia e costringerti a comprarlo nuovo se vui tornare indietro. che sia legale o meno e' paragonabile che sia morale o meno. in entrambi i casi legalita' e moralita' generali si adattano nel tempo al pensiero delle masse, o dovrebbero. per loro e' illegale fare il XXXXXXXXX per me e' immorale vendere a prezzi decuplicati e piu' acXXXXXri hardware piu' o meno essenziali (adattatore usb per caricabatterie, apple? cavo dock, apple? cavo usb con presa non proprietaria ma che usi solo te e un paio di fotocamere panasonic, nokia? (mi vengono in mente solo queste tre))come la mettiamo? ci rubano da una parte? noi ci riprendiamo da un'altra se la vuoi mettere cosi' e fermarti a questo punto
    • ruppolo scrive:
      Re: non è una novità o.O
      - Scritto da: Jacopo Monegato
      crimine? BUHUBUBUHUHUAHUAHAUHAUHAUHAUHAUAHAHUAUAH

      se è un dispositivo programmabile per definizione
      devo poter cambiare programma in qualche modo.E perché tu? Chi ti ha dato tale diritto?
      sennò scrivi tutto su ROM così l'unica sarà
      sostituire pezzi, invalidare la garanzia e
      costringerti a comprarlo nuovo se vui tornare
      indietro. che sia legale o meno e' paragonabile
      che sia morale o meno. in entrambi i casi
      legalita' e moralita' generali si adattano nel
      tempo al pensiero delle masse,Tu non fai parte della massa, se sei un pirata.
      o dovrebbero. per
      loro e' illegale fare il XXXXXXXXX per me e'
      immorale vendere a prezzi decuplicati e piu'
      acXXXXXri hardware piu' o meno essenziali
      (adattatore usb per caricabatterie, apple? cavo
      dock, apple? cavo usb con presa non proprietaria
      ma che usi solo te e un paio di fotocamere
      panasonic, nokia? (mi vengono in mente solo
      queste
      tre))Qualche dottore ti ha ordinato che devi avere il tal smartphone di moda?
      come la mettiamo? ci rubano da una parte? Nessuno ti ruba, sei tu che liberamente scegli se acquistare o meno.
      noi ci
      riprendiamo da un'altra se la vuoi mettere cosi'
      e fermarti a questo
      puntoNo, tu non riprendi, tu rubi. Il titolare dei diritti non ha scelto di farsi derubare da te.La tua è solo la scusa del parassita.
  • deactive scrive:
    Re: non è una novità o.O
    di quale crimine parli ?http://www.cnet.com/8301-17918_1-20011824-85.htmlse e' legale in USA perche' da noi dovrebbe essere un crimine ?
    • ruppolo scrive:
      Re: non è una novità o.O
      - Scritto da: deactive
      di quale crimine parli ?

      http://www.cnet.com/8301-17918_1-20011824-85.html

      se e' legale in USA perche' da noi dovrebbe
      essere un crimine
      ?Se è legale in USA, perché da noi dovrebbe essere legale?
  • deactive scrive:
    Re: non è una novità o.O
    non era la wii sbloccabile tramite zelda o indiana jones? io ho la wii sbloccata con softmod e psp sbloccata con Hen-chicken.A parte tutto, non si tratta solo di saper usare il cervello imho.Sbloccare una console implica prima di tutto di conoscere i fondamenti dell'uso del PC. Figuriamoci quando si tratta di alternare due o piu' software per ottenere un'unica cosa.Cosa vuoi che siano 5/10 euro contro tutto quello sbattimento ? ( che a me piace farmi per puro piacere di smanettare )
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: non è una novità o.O
      anche anche :D un mio amico aveva il wind walker prima versione... poi ha scoperto la magia ma non è ruscito a sbloccarla ;)
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: non è una novità o.O
      ma lasciando stare i primi che sbloccano, poi diventa solamente una proceduretta meccanica da seguire su una guida trovata in un forum da uno che l'ha tradotta da un altro forum e così via..tornando IT col mio messaggio.. NON E' UNA NOVITA'
  • uno qualsiasi scrive:
    Re: non è una novità o.O

    Io mi chiedo invece perché si parla di atti
    criminali come se si stesse parlando di pizza e
    birra.Quali atti criminali?
    • cimurro scrive:
      Re: non è una novità o.O
      - Scritto da: uno qualsiasi

      Io mi chiedo invece perché si parla di atti

      criminali come se si stesse parlando di pizza e

      birra.

      Quali atti criminali?Uno solo: il crimine di lesa maestà.
  • NO apple scrive:
    Mela Marcia
    Mela Marcia http://www.agenziax.it/imgProdotti/43D.pdf
  • panda rossa scrive:
    La gente vuole possedere cio' che e' suo
    Persino gli utenti apple, che sono notoriamente meno addentro alle questioni tecniche e i piu' indottrinati dal marchio, sono consapevoli del millenario concetto che cio' che si acquista diventa cosa propria.E che delle proprie cose ognuno deve essere libero di disporre come piu' gli aggrada.Lucchetti, catene e drm non fanno altro che trasformare apple & c in moderni schiavisti che pretendono di togliere ai loro clienti le piu' basilari liberta' d'utilizzo.Siccome ritengo un abominio la pratica di mercificare cultura e conoscenza, e quindi non posso tollerare che ci sia gente che venda le informazioni per XXXXXXXXXare apparecchi, ci sono solo due possibilita':o apple & c si mettono a vendere apparecchi liberi, oppure la rete deve pubblicare queste informazioni in modo da rendere la gente autonoma e non costringerla a rivolgersi a simili strozzini.
    • bertuccia scrive:
      Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
      - Scritto da: panda rossa

      Persino gli utenti apple, che sono notoriamente
      meno addentro alle questioni tecniche e i piu'
      indottrinati dal marchio, sono consapevoli del
      millenario concetto che cio' che si acquista
      diventa cosa
      propria.nel magico mondo fatato di panda rossa.nella realtà il 90% lo fa per piratare le App / fare il figoil rimanente, sono d'accordo, lo fa per mille altre validissime ragioni, e hanno il sacrosanto diritto a farlo
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo

        nel magico mondo fatato di panda rossa.

        nella realtà il 90% lo fa per piratare le AppO meglio: per installare sul tuo telefono le app che altri ti hanno ceduto volontariamente , senza dover chiedere il permesso a apple che non ha nessun diritto di interferire, ma lo fa per fregarti dei soldi
        fare il
        figoPerchè avrebbe comprato l'iphone, sennò?

        il rimanente, sono d'accordo, lo fa per mille
        altre validissime ragioni, e hanno il sacrosanto
        diritto a
        farlo
        • ruppolo scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: uno qualsiasi

          nel magico mondo fatato di panda rossa.



          nella realtà il 90% lo fa per piratare le App


          O meglio: per installare sul tuo telefono
          le app che altri ti hanno ceduto
          volontariamente , senza dover chiedere il
          permesso a apple che non ha nessun diritto di
          interferire, ma lo fa per fregarti dei
          soldi Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare del ladro al prossimo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo

            Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare
            del ladro al
            prossimo.Dal momento che tu dai del ladro a tutti, cosa dobbiamo dedurre?
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare

            del ladro al

            prossimo.

            Dal momento che tu dai del ladro a tutti, cosa
            dobbiamo
            dedurre?Che siete tutti* ladri.* il mio "tutti" vale quanto il tuo "tutti".
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Puro e semplice sillogismo:Ruppolo dice: Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare del ladro al prossimo. Ruppolo dice: siete tutti* ladri. Conclusione logica: ruppolo è un ladro.Almeno, questo si evince dalle tue parole.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Puro e semplice sillogismo:
            Ruppolo dice: Curioso come i LADRI siano
            subito pronti a dare del ladro al
            prossimo.

            Ruppolo dice: siete tutti* ladri.

            Conclusione logica: ruppolo è un ladro.

            Almeno, questo si evince dalle tue parole.Certo, ma le mie parole continuano: " * il mio "tutti" vale quanto il tuo "tutti" ."
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Puro e semplice sillogismo:

            Ruppolo dice: Curioso come i LADRI siano

            subito pronti a dare del ladro al prossimo.

            Ruppolo dice: siete tutti* ladri.

            Conclusione logica: ruppolo è un ladro.In effetti usa strumenti che gli forniscono dei ladri.

            Almeno, questo si evince dalle tue parole.
            Certo, ma le mie parole continuano: " * il mio
            "tutti" vale quanto il tuo "tutti" ."Anche per apple store.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Puro e semplice sillogismo:

            Ruppolo dice: Curioso come i LADRI siano

            subito pronti a dare del ladro al

            prossimo.



            Ruppolo dice: siete tutti* ladri.



            Conclusione logica: ruppolo è un ladro.



            Almeno, questo si evince dalle tue parole.

            Certo, ma le mie parole continuano: " * il mio
            "tutti" vale quanto il tuo
            "tutti" ."E allora? Il mio "tutti" vale come "il prossimo". Sostituisci, e vedi che funziona lo stesso.
          • informatico scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3125957&m=3126964#p3126964ipad è il personal computer per gente normale+gente normale = tutti tranne gli informaticisegue cheipad è il personal computer per tutti tranne gli informaticie dato che lui ha un ipad (forse anche più di uno) non è un informatico (ma a quanto pare un ladro)
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Curioso come qui sopra ad insultare siano sempre i fanboy della mela...
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            Curioso come qui sopra ad insultare siano sempre
            i fanboy della
            mela...Insultare? Ma quale insulto, questo è un dato di fatto.
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: hermanhesse

            Curioso come qui sopra ad insultare siano sempre

            i fanboy della mela...
            Insultare? Ma quale insulto, questo è un dato di
            fatto.Infatti un ladro e' un ladro: vedi apple store che infrange la licenza GNU; dopvrebbero farli chiudere altro che !!!
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: krane

            Infatti un ladro e' un ladro: vedi apple store
            che infrange la licenza GNU; dopvrebbero farli
            chiudere altro che !!!scusa ma è chi carica l'App che infrange la licenza..infatti nel caso ad esempio di VLC, una volta segnalata l'infrazione, Apple ha rimosso l'AppApple non infrange proprio nulla, in Lion abbandoneranno Samba proprio per problemi con la GPLv3
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane



            Infatti un ladro e' un ladro: vedi apple store

            che infrange la licenza GNU; dopvrebbero farli

            chiudere altro che !!!

            scusa ma è chi carica l'App che infrange la
            licenza..
            infatti nel caso ad esempio di VLC, una volta
            segnalata l'infrazione, Apple ha rimosso
            l'App

            Apple non infrange proprio nulla, in Lion
            abbandoneranno Samba proprio per problemi con la
            GPLv3http://punto-informatico.it/3106839/PI/News/app-store-nemici-dell-open-source.aspxApple = Criminali, ' bantini, 'sassini !
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: krane

            Criminali, ' bantini, 'sassini !gli sviluppatori che non rispettano la licenza?vero!apple? non credo esista un modo per verificare che il codice compilato che arriva ad apple contenga frammenti di codice open..
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane

            Criminali, ' bantini, 'sassini !
            gli sviluppatori che non rispettano la licenza?
            vero!
            apple? non credo esista un modo per verificare
            che il codice compilato che arriva ad apple
            contenga frammenti di codice open..Si, ma io stavo rispondendo a Ruppolo, quello che da dei ladri ai distributori di servizi.
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            LADRO a casa mia è un insulto.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            LADRO a casa mia è un insulto.A casa mia invece è molto peggio, ma ognuno ha la sua casa.
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse

            Curioso come qui sopra ad insultare siano sempre
            i fanboy della mela...curioso come qua sopra, pur essendo bene o male tutti nell'ambito informatico, si faccia spesso le verginelle ingenue..nella maggioranza dei casi, chi fa jb lo fa per piratare
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia

            nella maggioranza dei casi, chi fa jb lo fa per
            piratareE quindi chi compra una pistola, dobbiamo supporre che lo faccia per ammazzare?Non facciamo processi alle intenzioni.Uno compra un device e deve essere libero di smontarlo e rimontarlo come vuole.Il piratare e' una cosa diversa che e' regolamentata da apposite leggi.Se tu presumi che chi XXXXXXXXXa, poi piratera' allora devi vietare anche la vendita di pistole, perche' puoi altrettanto presumere che chi compra una pistola poi commettera' un reato.E invece non e' cosi'.Uno compra una pistola perche' e' libero di farlo.Un eventuale reato successivo verra' perseguito dalla legge, ma non c'e' nessuna presunzione, ne' nessuna relazione di causa/effetto.
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa

            E quindi chi compra una pistola, dobbiamo
            supporre che lo faccia per
            ammazzare?

            Non facciamo processi alle intenzioni.ricordati cosa ho scritto nel mio primo interventohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3129253&m=3130297#p3130297 "il rimanente, sono d'accordo, lo fa per mille altre validissime ragioni, e hanno il sacrosanto diritto a farlo "
          • argh scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bertuccia




            nella maggioranza dei casi, chi fa jb lo fa per

            piratare

            E quindi chi compra una pistola, dobbiamo
            supporre che lo faccia per
            ammazzare?
            ah già è vero, con una pistola ci posso accendere/spegnere (definitivamente) la tv, azionare l'interruttore della luce etc...:)
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Io la uso come spessore per la gamba del tavolo che é corta. :D
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bertuccia




            nella maggioranza dei casi, chi fa jb lo fa per

            piratare

            E quindi chi compra una pistola, dobbiamo
            supporre che lo faccia per
            ammazzare?Ovvio, mica serve al tiro al piattello.
            Non facciamo processi alle intenzioni.Concordo, anche se siamo in un paese dove esiste il reato di apologia, quindi alle intenzioni.
            Uno compra un device e deve essere libero di
            smontarlo e rimontarlo come
            vuole.Dipende. Vale per quasi tutto, ma non per tutto. Se, ad esempio, acquisto un misuratore fiscale, non posso smontarlo.
            Il piratare e' una cosa diversa che e'
            regolamentata da apposite
            leggi.MA NON MI DIRE...
            Se tu presumi che chi XXXXXXXXXa, poi piratera'
            allora devi vietare anche la vendita di pistole,
            perche' puoi altrettanto presumere che chi compra
            una pistola poi commettera' un
            reato.Chi XXXXXXXXXa compie già un illecito, che si chiama "violazione contrattuale". I contratti hanno valore in Legge, se non lo sai.
            E invece non e' cosi'.
            Uno compra una pistola perche' e' libero di farlo.MA NON MI DIRE...Prova ad andare in armeria a comprare una pistola, poi vedi quanto libero sei...
            Un eventuale reato successivo verra' perseguito
            dalla legge, ma non c'e' nessuna presunzione, ne'
            nessuna relazione di
            causa/effetto.Il semplice possesso, nella maggior parte dei casi, è già un reato.Cambia esempi, ti stai dando zappate sui piedi.
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE APPLE==COMPRARETUTTO^19 POTENZA.No, non mi si è incastrato il caps, è proprio che magari urlando vi entra nella testaccia!
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE
            APPLE==COMPRARETUTTO^19
            POTENZA.ma allora non fa prima a comprare altro? :)
            No, non mi si è incastrato il caps, è proprio che
            magari urlando vi entra nella
            testaccia!ah ho capito, sei in missione..una specie di predicatore religioso dell'informatica,morte agli infedeli!! :Dma hai poco stile
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: hermanhesse

            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE

            APPLE==COMPRARETUTTO^19

            POTENZA.

            ma allora non fa prima a comprare altro? :)Dopo aver speso 700 cucchi (quanto costa adesso l'iPhone???) fa prima a fare JB.


            No, non mi si è incastrato il caps, è proprio
            che

            magari urlando vi entra nella

            testaccia!

            ah ho capito, sei in missione..
            una specie di predicatore religioso
            dell'informatica,
            morte agli infedeli!! :DNo, quello sei tu ed i tuoi amici. Ma essendo che importunate con le vostre discussioni mi diverto un sacco a farvi dannare :D

            ma hai poco stileSe lo dici tu, scimmione!
          • mura scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE
            APPLE==COMPRARETUTTO^19
            POTENZA.

            No, non mi si è incastrato il caps, è proprio che
            magari urlando vi entra nella
            testaccia!Va bene il tuo punto di vista è chiaro, ma quello che non è chiaro è perchè te la prendi tanto per una cosa del genere in fondo in fondo nessuno ti obbliga a comprare prodotti apple, ci sono validissime alternative che non ti impongono i capricci di Jobs per cui ti si potrebbe rispondere anche 'zzo vuoi non coprare apple e vivi felice la tua vita.
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: hermanhesse

            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE

            APPLE==COMPRARETUTTO^19

            POTENZA.



            No, non mi si è incastrato il caps, è proprio
            che

            magari urlando vi entra nella

            testaccia!

            Va bene il tuo punto di vista è chiaro, ma quello
            che non è chiaro è perchè te la prendi tanto per
            una cosa del genere in fondo in fondo nessuno ti
            obbliga a comprare prodotti apple, ci sono
            validissime alternative che non ti impongono i
            capricci di Jobs per cui ti si potrebbe
            rispondere anche 'zzo vuoi non coprare apple e
            vivi felice la tua
            vita.Difatti io non lo compro... ma forse leggere tutto il psot per capire da dove viene la mia risposta non ti farebbe male.Non hai tempo / volgia? Tanti saluti!
          • mura scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            Difatti io non lo compro... ma forse leggere
            tutto il psot per capire da dove viene la mia
            risposta non ti farebbe
            male.
            Non hai tempo / volgia? Tanti saluti!Scusa quale resto del post ? Quello in cui inveisci contro gli utenti apple ? Molto costruttivo devo dire.Forse di ti riferisci ai tuoi post dove ti difendi da delle offese offendendo o accusando a tua volta ? Poco costruttivi pure quelli.Hai altri post che dovrei leggere oppure la finiamo qua con le bambinate ?
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            La butto lí .... é un risikone !
          • giudice scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: hermanhesse

            CHI FA JB LO FA PERCHE' HA SCOPERTO CHE

            APPLE==COMPRARETUTTO^19

            POTENZA.



            No, non mi si è incastrato il caps, è proprio
            che

            magari urlando vi entra nella

            testaccia!

            Va bene il tuo punto di vista è chiaro, ma quello
            che non è chiaro è perchè te la prendi tanto per
            una cosa del genere in fondo in fondo nessuno ti
            obbliga a comprare prodotti apple, ci sono
            validissime alternative che non ti impongono i
            capricci di Jobs per cui ti si potrebbe
            rispondere anche 'zzo vuoi non coprare apple e
            vivi felice la tua
            vita.ma stai rispondendo in questo modo perchè lui è convinto che le politiche di apple siano tiranniche che uno compri o meno qualcosa con una mela sopra o stai rispondendo solamente per difendere apple come ogni buon applefan è addestrato a fare?
          • mura scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: giudice
            ma stai rispondendo in questo modo perchè lui è
            convinto che le politiche di apple siano
            tiranniche che uno compri o meno qualcosa con una
            mela sopra o stai rispondendo solamente per
            difendere apple come ogni buon applefan è
            addestrato a fare?Guarda per quanto considero apple per certi versi geniale in alcune sue scelte commerciali non la difendo a spada tratta come fanno alcuni anzi, la poca obiettività di alcuni mi infastidisce siano essi pro o contro da qui il mio discorso che se nessuno ti obbliga a fare una cosa che va contro la tua linea di pensiero non farla e basta ma non lamentarti a tutto spiano solo per il gusto di farlo perchè rompi i coXlioni (non mi riferisco a te sia chiaro era solo per dire).
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Nella stessa misura in cui chi ha installato un client torrent lo fa per scambiarsi files legitttimi. ;)
          • Marco scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            io ci scarico le ISO di Debian.E adesso venitemi a dire qualcosa...
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: Marco
            io ci scarico le ISO di Debian.
            E adesso venitemi a dire qualcosa...Lo stesso word of worcraft utilizza il torrent per far scaricare gli aggiornamenti agli utenti.
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            nel magico mondo fatato di panda rossa.





            nella realtà il 90% lo fa per piratare le App





            O meglio: per installare sul tuo telefono

            le app che altri ti hanno ceduto

            volontariamente , senza dover chiedere il

            permesso a apple che non ha nessun diritto di

            interferire, ma lo fa per fregarti dei

            soldi

            Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare
            del ladro al prossimo.Stai parlando di quei ladri che infrangono le licenze ? Apple store e la licenza GNU tipo ?
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: krane

            Stai parlando di quei ladri che infrangono le
            licenze ? Apple store e la licenza GNU tipo ?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3129253&m=3130433#p3130433
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: krane



            Stai parlando di quei ladri che infrangono le

            licenze ? Apple store e la licenza GNU tipo ?

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3129253&m=313http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3129253&m=3130482#p3130482
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            ok ho risposto di là
          • giudice scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            nel magico mondo fatato di panda rossa.





            nella realtà il 90% lo fa per piratare le App





            O meglio: per installare sul tuo telefono

            le app che altri ti hanno ceduto

            volontariamente , senza dover chiedere il

            permesso a apple che non ha nessun diritto di

            interferire, ma lo fa per fregarti dei

            soldi

            Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare
            del ladro al
            prossimo.Così per capire se sei stupido o meno, cosa sarebbe stato rubato?Nel caso della apple è facile che pur rubando sia lei stessa a gridare "ladro" agli altri.
          • NO apple scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            O meglio: per installare sul tuo telefono

            le app che altri ti hanno ceduto

            volontariamente , senza dover chiedere il

            permesso a apple che non ha nessun diritto di

            interferire, ma lo fa per fregarti dei

            soldi
            Curioso come i LADRI siano subito pronti a dare
            del ladro al prossimo.Mi sa che non duri tanto se continui a rosicare così... (rotfl)Rassegnati, il mondo sta cambiando e se ne frega beatamente di voi.Ma credete davvero di poter riportare indietro le lancette dell'orologio ora che la gente sta cominciando a capire l'immenso potenziale che la LIBERA circolazione dell'informazione e della cultura è in grado di portare nella vita di ognuno? Oh, Beata ingenuità....
        • bertuccia scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: uno qualsiasi

          O meglio: per installare sul tuo telefono
          le app che altri ti hanno ceduto
          volontariamente , senza dover chiedere il
          permesso a apple che non ha nessun diritto di
          interferire, ma lo fa per fregarti dei
          soldi puoi spiegare meglio?allora vediamo se ti seguo.. hai parlato di app cedute volontariamente.. quindi immagino gratuite.io ci vedo 2 scenari:1. l'app è sullo store, l'utente la scarica gratis, quali soldi vengono fregati?2. l'app non è sullo store, quindi stiamo parlando di un'app di nicchia: non siamo nel 90% indicato da me, ma nel restante 10%, che ha tutte le ragioni di questo mondo di fare jb

          Perchè avrebbe comprato l'iphone, sennò?che visione limitata :sc'è chi si sente un figo solo perché ha l'iPhone, e chi si sente doppiamente più figo solo perché ha un android.. ti prendi la briga di dare peso a individui così piccoli?
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            2. l'app non è sullo store, quindi stiamo
            parlando di un'app di nicchia: Perche' deve essere un'app di nicchia?Magari e' solo un'app di uno sviluppatore che non vuole farsi incatenare a sua volta da apple, visto che per poter finire sullo store occorre pagare, pagare e ancora pagare.La liberta' di distribuire libere applicazioni senza subire le vessazioni di apple non e' nicchia.
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Certo, basta poi comunicare agli interessati che la app non la trovano sul canale ufficiale ma su http://lamiaapp.nonlatrovi.com Complimentoni :D
          • giudice scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: kinder_ping ui
            Certo, basta poi comunicare agli interessati che
            la app non la trovano sul canale ufficiale ma su
            http://lamiaapp.nonlatrovi.com


            Complimentoni :Dma veramente sei cosi stupido da non conoscere cydia che oramai qualunque utente apple conosce e ogni applefan odia o la tua è solo una trollata piena di fud come ogni applefan applecorinato è addestrato a fare?
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            ma veramente sei cosi stupido da pensare che cydia sia piu' conosciuto di AppStore ?
          • mura scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bertuccia


            2. l'app non è sullo store, quindi stiamo

            parlando di un'app di nicchia:

            Perche' deve essere un'app di nicchia?
            Magari e' solo un'app di uno sviluppatore che non
            vuole farsi incatenare a sua volta da apple,
            visto che per poter finire sullo store occorre
            pagare, pagare e ancora
            pagare.

            La liberta' di distribuire libere applicazioni
            senza subire le vessazioni di apple non e'
            nicchia.No ma se il tuo scopo (come molti del resto) è quello di venderlo il tuo programma, caspita essere su una vetrina come iTunes è qualcosa di inimmaginabile come visibilità quindi, secondo me ci tengo a precisare, ben venga la apple tax se poi a fronte di un 30% che pago ne vendo 1000 in più, alla fine il mio tornaconto personale ne giova alla grande.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: mura
            No ma se il tuo scopo (come molti del resto) è
            quello di venderlo il tuo programma, caspita
            essere su una vetrina come iTunes è qualcosa di
            inimmaginabile come visibilità quindi, secondo me
            ci tengo a precisare, ben venga la apple tax se
            poi a fronte di un 30% che pago ne vendo 1000 in
            più, alla fine il mio tornaconto personale ne
            giova alla
            grande.Quindi si viene a creare uno sXXXXX circolo vizioso in cui il software gratuito, libero e scritto per passione viene tagliato fuori, lasciando lo spazio solo ai profittatori, ai bottegai e al giro di soldi.E chi ci va di mezzo (e probabilmente la cosa e' voluta) e' l'utente, che viene cosi' plagiato dall'idea che il software va sempre pagato e che non e' mai gratis.E questo e' molto ma molto grave.
          • mura scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: mura


            No ma se il tuo scopo (come molti del resto) è

            quello di venderlo il tuo programma, caspita

            essere su una vetrina come iTunes è qualcosa di

            inimmaginabile come visibilità quindi, secondo
            me

            ci tengo a precisare, ben venga la apple tax se

            poi a fronte di un 30% che pago ne vendo 1000 in

            più, alla fine il mio tornaconto personale ne

            giova alla

            grande.

            Quindi si viene a creare uno sXXXXX circolo
            vizioso in cui il software gratuito, libero e
            scritto per passione viene tagliato fuori,
            lasciando lo spazio solo ai profittatori, ai
            bottegai e al giro di soldi.Non è vero il software gratuito continua ad esserci e ci sarà sempre sia esso open o closed source, tanto è vero che sui vari marketplace ci sono sempre stati.
            E chi ci va di mezzo (e probabilmente la cosa e'
            voluta) e' l'utente, che viene cosi' plagiato
            dall'idea che il software va sempre pagato e che
            non e' mai gratis.Guarda io la vedo così: il software è qualcosa che mi risolve un problema o un'esigenza, se quest'ottica la riporti in un qualunque ambito al di fuori dell'informatica otterrai che è così dappertutto.Se, ad esempio, hai l'esigenza di sbattere delle uova per fare una torta ti servono le fruste (siano esse elettriche o manuali) e se non le hai che fai ? Le vai a comprare in un negozio che, giustamente, pretende di essere pagato per quel prodotto.
            E questo e' molto ma molto grave.Secondo me no ma il mondo è bello perché è vario quindi chi sono io per giudicare il tuo punto di vista.
    • quota scrive:
      Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
      - Scritto da: panda rossa
      o apple & c si mettono a vendere apparecchi
      liberi, oppure la rete deve pubblicare queste
      informazioni in modo da rendere la gente autonoma
      e non costringerla a rivolgersi a simili
      strozzini.Sulla prima non vedo possibilità, mentre da quanto so per la seconda ci sono parecchie guide in giro, il problema è che le persone in generale non hanno la capacità tecnica di fare un jail autonomamente, devi considerare che per il 90% della popolazione mondiale l'informatica è come la religione... ignota.
    • ruppolo scrive:
      Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
      - Scritto da: panda rossa
      Persino gli utenti apple, che sono notoriamente
      meno addentro alle questioni tecniche e i piu'
      indottrinati dal marchio, sono consapevoli del
      millenario concetto che cio' che si acquista
      diventa cosa
      propria.Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia non diventa cosa propria.
      E che delle proprie cose ognuno deve essere
      libero di disporre come piu' gli
      aggrada.

      Lucchetti, catene e drm non fanno altro che
      trasformare apple & c in moderni schiavisti che
      pretendono di togliere ai loro clienti le piu'
      basilari liberta'
      d'utilizzo.Lucchetti, catene, serrature, sono dispositivi che esistono da quando l'uomo ha capito che esistono i criminali: esseri simili ma privi del rispetto per il prossimo.
      Siccome ritengo un abominio la pratica di
      mercificare cultura e conoscenza,Beh ovvio, da buon parassita vorresti che fossero gli altri a farsi il XXXX.
      e quindi non
      posso tollerare che ci sia gente che venda
      le informazioni per XXXXXXXXXare apparecchi, ci
      sono solo due
      possibilita':

      o apple & c si mettono a vendere apparecchi
      liberi, oppure la rete deve pubblicare queste
      informazioni in modo da rendere la gente autonoma
      e non costringerla a rivolgersi a simili
      strozzini.Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure loro? Nonostante cultura e conoscenza siano pubbliche, loro chiedono soldi per impartirle.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo

        Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia
        non diventa cosa
        propria.L'ipad è a noleggio?Allora perchè dicono che lo vendono?
        • ruppolo scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia

          non diventa cosa

          propria.

          L'ipad è a noleggio?

          Allora perchè dicono che lo vendono?Anche il biglietto del treno, te lo vendono.
          • hermanhesse scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Ti vendono il costo del tragitto, non la carta.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: hermanhesse
            Ti vendono il costo del tragitto, non la carta.Sul cartello sta scritto "biglietteria", non "tragitti".
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: hermanhesse

            Ti vendono il costo del tragitto, non la carta.

            Sul cartello sta scritto "biglietteria", non
            "tragitti".E infatti vendono biglietti.E quel biglietto e' tuo, lo puoi piegare, arrotolare, usarlo come filtro per canne, farci un aeroplanino di carta, usarlo per pulirsi dove sai...Non ti impediscono nessuno di questi usi.Inoltre se lo esibisci al controllore, puoi pure fare un viaggio in treno.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: hermanhesse


            Ti vendono il costo del tragitto, non la
            carta.



            Sul cartello sta scritto "biglietteria", non

            "tragitti".

            E infatti vendono biglietti.
            E quel biglietto e' tuo, lo puoi piegare,
            arrotolare, usarlo come filtro per canne, farci
            un aeroplanino di carta, usarlo per pulirsi dove
            sai...Certo, ma quello è solo un titolo. Farne quello che vuoi significa solo tenerlo o perderlo. "Arrotolarlo" non ne cambia le proprietà.
            Non ti impediscono nessuno di questi usi.Non te lo impediscono perché non sono usi.
            Inoltre se lo esibisci al controllore, puoi pure
            fare un viaggio in
            treno.Appunto, è solo un titolo per un servizio.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            Appunto, è solo anche un titolo per un servizio.Bisogna sempre spiegarti tutto. 8)
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Appunto, è solo anche SOLO un titolo
            per un
            servizio.

            Bisogna sempre spiegarti tutto. 8)Bisogna sempre correggere tutto...
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo




            Appunto, è solo anche
            SOLO ANCHE un
            titolo

            per un

            servizio.



            Bisogna sempre spiegarti tutto. 8)

            Bisogna sempre correggere tutto...Bisogna sempre sbatterti in faccia la realta'...http://cgi.ebay.it/LOTTO-8-BIGLIETTI-FOOTBALL-AMERICANO-ANNI-80-/260764274920?pt=Collezionismo_Sportivo&hash=item3cb6c310e8
          • MeX scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            non puoi scriverci sopra, cambiare la data, usarlo senza prima timbrarlo... ...
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: hermanhesse


            Ti vendono il costo del tragitto, non la
            carta.



            Sul cartello sta scritto "biglietteria", non

            "tragitti".

            E infatti vendono biglietti.
            E quel biglietto e' tuo, lo puoi piegare,
            arrotolare, usarlo come filtro per canne, farci
            un aeroplanino di carta, usarlo per pulirsi dove
            sai...
            E chi ti vieta di fare queste cose con un iPad/iPhone ?
            Non ti impediscono nessuno di questi usi.Neanche Apple, se ci vuoi uccidere le mosche fai pure.Prova a cambiare la data o la valore del biglietto e vediamo cosa ti dice il controllore.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: kinder_ping ui
            Prova a cambiare la data o la valore del
            biglietto e vediamo cosa ti dice il
            controllore.Che cosa mi deve dire?Io non posso modificare il biglietto se voglio usufruire del servizio di trasporto, esattamente come non posso modificare un device se voglio usufruire dell'assistenza e dell'acXXXXX al loro store.Ma nessun controllore puo' impedirmi di usare il biglietto come cartina per le canne se io non intendo usare il treno.Invece qui Jobs chiede il carcere per quelli che usano il biglietto per rollare le canne.Ma non perche' sia illegale la canna, ma perche' il biglietto dice che e' suo!!!
          • kinder_ping ui scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            Se vivessi anch'io , come te, in un mondo parallelo ti darei ragione.Ma in questo mondo le tue parole sono semplici idiozie.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: kinder_ping ui
            Se vivessi anch'io , come te, in un mondo
            parallelo ti darei
            ragione.

            Ma in questo mondo le tue parole sono semplici
            idiozie.Dove sarebbe l'idiozia, scusa?
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: kinder_ping ui

            Se vivessi anch'io , come te, in un mondo

            parallelo ti darei

            ragione.



            Ma in questo mondo le tue parole sono semplici

            idiozie.

            Dove sarebbe l'idiozia, scusa?te lo spiego io dov'è l'idiozia: rubare agli altri e credere di essere nel giusto, questa è idiozia. Idiozia pura.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: kinder_ping ui


            Se vivessi anch'io , come te, in un mondo


            parallelo ti darei


            ragione.





            Ma in questo mondo le tue parole sono semplici


            idiozie.



            Dove sarebbe l'idiozia, scusa?

            te lo spiego io dov'è l'idiozia: rubare agli
            altri e credere di essere nel giusto, questa è
            idiozia. Idiozia
            pura.Riformulo la domanda, vostro onore: dove sarebbe il "rubare"?
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia


            non diventa cosa


            propria.



            L'ipad è a noleggio?



            Allora perchè dicono che lo vendono?

            Anche il biglietto del treno, te lo vendono.E in cambio del biglietto, le ferrovie mi fanno il servizio di portarmi dove ho chiesto, con il bagaglio che voglio.E quindi?
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uno qualsiasi



            Come siamo consapevoli che ciò che si
            noleggia



            non diventa cosa



            propria.





            L'ipad è a noleggio?





            Allora perchè dicono che lo vendono?



            Anche il biglietto del treno, te lo vendono.

            E in cambio del biglietto, le ferrovie mi fanno
            il servizio di portarmi dove ho chiesto, con il
            bagaglio che
            voglio.
            E quindi?E quindi non hai comprato il treno. Ma qualcosa hai comprato, no?
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            E quindi non hai comprato il treno. Ma qualcosa
            hai comprato,
            no?Ho comprato un biglietto.
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa

            Ho comprato un biglietto.hai comprato un servizio.altrimenti, ti faccio un biglietto preciso identico, a 10cent in meno. Lo compri da me? Bada bene, io ti sto vendendo un biglietto, nè più nè meno
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Ho comprato un biglietto.

            hai comprato un servizio.

            altrimenti, ti faccio un biglietto preciso
            identico, a 10cent in meno. Lo compri da me? Bada
            bene, io ti sto vendendo un biglietto, nè più nè
            menoSe e' un biglietto per dove devo andare e non ancora usato, posso prendere l'offerta in considerazione, ma non a 10 cent in meno.Minimo devi farmelo pagare il 10% in meno.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: panda rossa





            Ho comprato un biglietto.



            hai comprato un servizio.



            altrimenti, ti faccio un biglietto preciso

            identico, a 10cent in meno. Lo compri da me?
            Bada

            bene, io ti sto vendendo un biglietto, nè più nè

            meno

            Se e' un biglietto per dove devo andare e non
            ancora usato, posso prendere l'offerta in
            considerazione, ma non a 10 cent in
            meno.
            Minimo devi farmelo pagare il 10% in meno.Ma se è un biglietto emesso da chi non ha titolo, tale biglietto è senza valore. Una banconota falsa, perché non ha valore?
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            Ma se è un biglietto emesso da chi non ha titolo,
            tale biglietto è senza valore. Chi lo ha emesso paghera' le conseguenze.Perche' se il biglietto e' contraffatto e il controllore mi chiede come faccio ad averlo io glielo dico.Ho pagato con una transazione di paypal, quindi il venditore e' rintracciabile.
            Una banconota
            falsa, perché non ha valore?Non lo so, dimmelo tu.Per me una banconota falsa ha, come tutte le cose, il valore che uno gli attribuisce.Se sei disposto a pagare 5 euro per una banconota falsa da 10, per te avra' quel valore, per altri magari non vale la carta su cui e' stampata sopra.Come per l'ipad: per te vale 500 euro, per me non vale la plastica e l'alluminio di cui e' fatto.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Ma se è un biglietto emesso da chi non ha
            titolo,

            tale biglietto è senza valore.

            Chi lo ha emesso paghera' le conseguenze.
            Perche' se il biglietto e' contraffatto e il
            controllore mi chiede come faccio ad averlo io
            glielo
            dico.
            Ho pagato con una transazione di paypal, quindi
            il venditore e'
            rintracciabile.


            Una banconota

            falsa, perché non ha valore?

            Non lo so, dimmelo tu.Perché non è il pezzo di carta, il valore, ma il contenuto inserito da qualcuno. Se il qualcuno non ha il diritto di farlo, il contenuto non ha valore.
            Per me una banconota falsa ha, come tutte le
            cose, il valore che uno gli
            attribuisce.No, il valore è attribuito da chi ne ha diritto. Tu non ce l'hai, quindi non puoi attribuire alcin valore (o se lo fai, vale solo per te).
            Se sei disposto a pagare 5 euro per una banconota
            falsa da 10, per te avra' quel valore, per altri
            magari non vale la carta su cui e' stampata
            sopra.La questione non è di alcun interesse.
            Come per l'ipad: per te vale 500 euro, per me non
            vale la plastica e l'alluminio di cui e'
            fatto.Certo, ma per l'agenzia delle entrate ha invece un valore ben definito, come lo ha per le forze dell'ordine e la dogana.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            No, il valore è attribuito da chi ne ha diritto.
            Tu non ce l'hai, quindi non puoi attribuire alcin
            valore (o se lo fai, vale solo per
            te).Il valore e' attribuito da chi compra, non da chi vende.Chi vende riesce a vendere solo se vende ad un valore corrispondente a quello di chi compra.E naturalmente non tutti attribuiscono lo stesso valore alle cose.

            Come per l'ipad: per te vale 500 euro, per me
            non

            vale la plastica e l'alluminio di cui e'

            fatto.

            Certo, ma per l'agenzia delle entrate ha invece
            un valore ben definito, come lo ha per le forze
            dell'ordine e la dogana.Non e' di alcun interesse.Se tu mi proponi un oggetto ad un prezzo che io ritengo di volerci spendere lo compro, a prescindere da forze dell'ordine o della dogana che nulla hanno a che vedere con una transazione tra privati.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            No, il valore è attribuito da chi ne ha diritto.

            Tu non ce l'hai, quindi non puoi attribuire
            alcin

            valore (o se lo fai, vale solo per

            te).

            Il valore e' attribuito da chi compra, non da chi
            vende.Esattamente il contrario.Ma se non credi, vai pure al supermercato, e scrivi tu a penna il prezzo del valore delle cose che metti nel carrello. Poi alla cassa gli dici che è chi compra che stabilisce il valore. Se funziona, dimmi dove sei stato, che ci vado anch'io.
            Chi vende riesce a vendere solo se vende ad un
            valore corrispondente a quello di chi
            compra.Embé?
            E naturalmente non tutti attribuiscono lo stesso
            valore alle
            cose.Ovvio. Ma l'attribuzione del valore che tu dai ad un bene materiale o immateriale riguarda solo te stesso, non il venditore.


            Come per l'ipad: per te vale 500 euro, per me

            non


            vale la plastica e l'alluminio di cui e'


            fatto.



            Certo, ma per l'agenzia delle entrate ha invece

            un valore ben definito, come lo ha per le forze

            dell'ordine e la dogana.

            Non e' di alcun interesse.Certo che ha interesse: dimostra che il valore non sei tu a stabilirlo.
            Se tu mi proponi un oggetto ad un prezzo che io
            ritengo di volerci spendere lo compro, a
            prescindere da forze dell'ordine o della dogana
            che nulla hanno a che vedere con una transazione
            tra
            privati.Tra privati? Cosa c'entrano le transazioni tra privati? Qui si parla di altro.Ma se vuoi parlare di cos'hanno a che fare le forze dell'ordine nelle transazioni tra privati, prova a transare droga, armi, merce rubata, poi ne riparliamo.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo

            Esattamente il contrario.
            Ma se non credi, vai pure al supermercato, e
            scrivi tu a penna il prezzo del valore delle cose
            che metti nel carrello. Poi alla cassa gli dici
            che è chi compra che stabilisce il valore. Se
            funziona, dimmi dove sei stato, che ci vado
            anch'io.Che idiota che sei!Quando dico che e' il compratore che decide il prezzo intendo dire che se il supermercato vende a 5 euro una bottiglia per la quale io non intendo spendere piu' di 3, NON LA COMPRO.Per me vale 3, tu la vendi a 5, tientela!
            Ovvio. Ma l'attribuzione del valore che tu dai ad
            un bene materiale o immateriale riguarda solo te
            stesso, non il
            venditore.Riguarda anche il venditore, se il venditore intende vendere.
            Tra privati? Cosa c'entrano le transazioni tra
            privati? Qui si parla di
            altro.Quindi non hai capito niente di tutto il discorso, come al solito.
          • bertuccia scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa

            Se e' un biglietto per dove devo andare e non
            ancora usatoè un biglietto pe' anna' afff.... :Dnon hai letto bene, io ti vendo il biglietto, non il servizio.dato che tu sostieni che da trenitalia acquisti un biglietto e non un servizio.maledetto troll e io abbocco anche :Dciao ciao
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            E quindi non hai comprato il treno. Ma qualcosa

            hai comprato,

            no?

            Ho comprato un biglietto.Appunto, quindi ha comprato il diritto ad usufruire un servizio nei termini di un contratto.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo




            E quindi non hai comprato il treno. Ma
            qualcosa


            hai comprato,


            no?



            Ho comprato un biglietto.

            Appunto, quindi ha comprato il diritto ad
            usufruire un servizio nei termini di un
            contratto.No, ho comprato un biglietto non un diritto.Il biglietto mi permette di usufruire di un servizio, ma anche no, e comunque potrebbe essere un ricordo di una vacanza o un oggetto di collezione, quindi qualcosa che assume un valore aggiunto.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ruppolo






            E quindi non hai comprato il treno. Ma

            qualcosa



            hai comprato,



            no?





            Ho comprato un biglietto.



            Appunto, quindi ha comprato il diritto ad

            usufruire un servizio nei termini di un

            contratto.

            No, ho comprato un biglietto non un diritto.Allora torna a scuola, iniziando dalla prima elementare. Non hai imparato le fondamenta della civiltà contemporanea.
            Il biglietto mi permette di usufruire di un
            servizio, ma anche no,Ma anche si. È questa la sua funzione.
            e comunque potrebbe essere
            un ricordo di una vacanza o un oggetto di
            collezione, quindi qualcosa che assume un valore
            aggiunto.Embé?
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            esempio fail
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            esempio failFai tu un esempio migliore.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Allora perchè dicono che lo vendono?

            Anche il biglietto del treno, te lo vendono.E su quel biglietto (e l'inchiostro che c'è sopra) posso farci cosa voglio. Alla peggio, non me lo lasceranno più usare per salire sul treno, se l'ho scarabocchiato, perchè il treno non è mio.Quindi, anche con l'ipad (e il software che c'è sopra) posso fare cosa voglio. Alla peggio, hai il diritto di non farmi più connettere ad appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè appstore non è mio.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Allora perchè dicono che lo vendono?



            Anche il biglietto del treno, te lo vendono.

            E su quel biglietto (e l'inchiostro che c'è
            sopra) posso farci cosa voglio.Proprio per niente.Su quel biglietto c'è scritto che è valido per UNA corsa DA un punto preciso AD un'altro punto preciso. E ha pure una scadenza.
            Alla peggio, non
            me lo lasceranno più usare per salire sul treno,
            se l'ho scarabocchiato, perchè il treno non è
            mio.Non ha alcuna attinenza il fatto che il treno non è tuo con gli scarabocchi sul biglietto.
            Quindi, anche con l'ipad (e il software che c'è
            sopra) posso fare cosa voglio.Ovviamente no. Come per il treno, puoi fare alcune cose. Alla peggio, hai
            il diritto di non farmi più connettere ad
            appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè appstore
            non è
            mio.Ho diritto anche a farti scendere dal treno.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            E su quel biglietto (e l'inchiostro che c'è

            sopra) posso farci cosa voglio.

            Proprio per niente.
            Su quel biglietto c'è scritto che è valido per
            UNA corsa DA un punto preciso AD un'altro punto
            preciso. E ha pure una
            scadenza.Questo non toglie che posso farci comunque cosa voglio. Se lo scarabocchio il biglietto perde validità, ma resta mio. Non potrò usarlo per salire sul treno, ma posso usarlo per altro.


            Alla peggio, non

            me lo lasceranno più usare per salire sul treno,

            se l'ho scarabocchiato, perchè il treno non è

            mio.

            Non ha alcuna attinenza il fatto che il treno non
            è tuo con gli scarabocchi sul
            biglietto.Certo che ha attinenza: puoi farmi scendere dal treno, ma non puoi togliermi il biglietto.


            Quindi, anche con l'ipad (e il software che c'è

            sopra) posso fare cosa voglio.

            Ovviamente no. Come per il treno, puoi fare
            alcune
            cose.L'ipad non corrisponde al treno, corrisponde al biglietto. Il treno corrisponde ad appstore.Tu compri l'ipad, e compri il biglietto del treno. Non compri il treno.

            Alla peggio, hai

            il diritto di non farmi più connettere ad

            appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè appstore

            non è

            mio.

            Ho diritto anche a farti scendere dal treno.È quello che ho detto. Il treno è appstore, e tu puoi sbattermi fuori. Non ho mai comprato appstore, come non ho mai comprato il treno. Ma ciò che ho comprato è mio.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            E su quel biglietto (e l'inchiostro che c'è


            sopra) posso farci cosa voglio.



            Proprio per niente.

            Su quel biglietto c'è scritto che è valido per

            UNA corsa DA un punto preciso AD un'altro punto

            preciso. E ha pure una

            scadenza.

            Questo non toglie che posso farci comunque cosa
            voglio.No, non puoi.
            Se lo scarabocchio il biglietto perde
            validità, ma resta mio.Confondi il contenitore col contenuto.Ciò che tu ha comprato è il titolo per avere un determinato servizio, ovvero il servizio.
            Non potrò usarlo per
            salire sul treno, ma posso usarlo per
            altro.Si, ma non per tutto quello che vuoi. Non sempre. Ad esempio certi titoli non sono trasferibili.


            Alla peggio, non


            me lo lasceranno più usare per salire sul
            treno,


            se l'ho scarabocchiato, perchè il treno non è


            mio.



            Non ha alcuna attinenza il fatto che il treno
            non

            è tuo con gli scarabocchi sul

            biglietto.

            Certo che ha attinenza: puoi farmi scendere dal
            treno, ma non puoi togliermi il
            biglietto.Nessun problema, è il servizio il valore acquistato.


            Quindi, anche con l'ipad (e il software che
            c'è


            sopra) posso fare cosa voglio.



            Ovviamente no. Come per il treno, puoi fare

            alcune

            cose.

            L'ipad non corrisponde al treno, corrisponde al
            biglietto. Il treno corrisponde ad
            appstore.Il treno corrisponde al software.
            Tu compri l'ipad, e compri il biglietto del
            treno. Non compri il
            treno.Esatto, il treno lo posso solo fruire in un certo modo per un certo tempo.Lo stesso vale per il software. Tutto il software, anche quello compreso con l'iPad.

            Alla peggio, hai


            il diritto di non farmi più connettere ad


            appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè
            appstore


            non è


            mio.



            Ho diritto anche a farti scendere dal treno.

            È quello che ho detto. Il treno è appstore,No, è il software.
            e tu
            puoi sbattermi fuori.Esatto, ovvero posso revocarti la licenza d'uso.
            Non ho mai comprato
            appstore, come non ho mai comprato il treno. Ma
            ciò che ho comprato è
            mio.Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.
          • Papple scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.Quindi riassumendo quando compri roba Apple compri il nulla
          • giudice scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: Papple
            - Scritto da: ruppolo


            Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.

            Quindi riassumendo quando compri roba Apple
            compri il
            nullaNon è esattamente così, tu paghi per avere un guinzaglio, guarda quel cagnolino di nome ruppolo come scodinzola quando legge la parola apple.
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: Papple
            - Scritto da: ruppolo


            Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.

            Quindi riassumendo quando compri roba Apple
            compri il
            nullaRiassumi quello che ti pare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            L'ipad non corrisponde al treno, corrisponde al

            biglietto. Il treno corrisponde ad

            appstore.

            Il treno corrisponde al software.No, affatto. Il treno non mi viene consegnato, e non è duplicabile.Inoltre, il treno richiede il personale (macchinista, capotreno...) per funzionare. Il software no.


            Tu compri l'ipad, e compri il biglietto del

            treno. Non compri il

            treno.

            Esatto, il treno lo posso solo fruire in un certo
            modo per un certo
            tempo.Perchè richiede il personale che lo fa andare. Ciò non vale per il software.
            Lo stesso vale per il software. Tutto il
            software, anche quello compreso con
            l'iPad.Falso: il software mi viene consegnato. Anzi, mi dicono pure che mi viene venduto. Quindi, diventa mio. Per il treno... anche se riesco a procurarmi, per vie traverse, una locomotiva (suppongo che non sia impossibile acquistarne una destinata alla demolizione, ad esempio), poi non dispongo nè della ferrovia, nè del macchinista, quindi non posso usarla.Il software, posso usarlo.



            Alla peggio, hai



            il diritto di non farmi più connettere ad



            appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè

            appstore



            non è



            mio.





            Ho diritto anche a farti scendere dal treno.



            È quello che ho detto. Il treno è appstore,

            No, è il software.Non lo è; come fai a farmi scendere dal software?


            e tu

            puoi sbattermi fuori.

            Esatto, ovvero posso revocarti la licenza d'uso.Una licenza è un contratto... e io non ho mai sottoscritto contratti con te. Non hai niente da revocare.


            Non ho mai comprato

            appstore, come non ho mai comprato il treno. Ma

            ciò che ho comprato è

            mio.

            Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.Visto che non ho comprato nulla, se mi hai chiesto dei soldi me li devi ricacciare indietro. Anzi, li devi ridare a tutti quelli a cui li hai chiesti.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            L'ipad non corrisponde al treno, corrisponde
            al


            biglietto. Il treno corrisponde ad


            appstore.



            Il treno corrisponde al software.

            No, affatto. Il treno non mi viene consegnato,Nemmeno il software ti viene consegnato. Sei tu che te lo devi andare a prendere.
            e
            non è
            duplicabile.Embe'?
            Inoltre, il treno richiede il personale
            (macchinista, capotreno...) per funzionare.Embé?
            Il software no.Embé?


            Tu compri l'ipad, e compri il biglietto del


            treno. Non compri il


            treno.



            Esatto, il treno lo posso solo fruire in un
            certo

            modo per un certo

            tempo.

            Perchè richiede il personale che lo fa andare.Ma anche no. Le metropolitane, ad esempio, non hanno bisogno di macchinista.
            Ciò non vale per il
            software.E ALLORA? Stai cercando delle differenze tra il treno e il software? Guarda che è una arrampicata sugli specchi!

            Lo stesso vale per il software. Tutto il

            software, anche quello compreso con

            l'iPad.

            Falso: il software mi viene consegnato. Anzi, mi
            dicono pure che mi viene venduto. Quindi, diventa
            mio.Quindi un paio di balle è tuo. Ti viene anche consegnata una licenza d'uso, lì sta scritto cosa è tuo e cosa no.
            Per il treno... anche se riesco a procurarmi, per
            vie traverse, una locomotiva (suppongo che non
            sia impossibile acquistarne una destinata alla
            demolizione, ad esempio), poi non dispongo nè
            della ferrovia, nè del macchinista, quindi non
            posso
            usarla.
            Il software, posso usarlo."posso"? Se per potere intendi potere al di sopra della legge e al di sopra degli altri, allora certo che puoi. Come gli altri possono tirarti sotto con la macchina.



            Alla peggio, hai




            il diritto di non farmi più connettere ad




            appstore, se l'ho XXXXXXXXXato, perchè


            appstore




            non è




            mio.







            Ho diritto anche a farti scendere dal treno.





            È quello che ho detto. Il treno è appstore,



            No, è il software.

            Non lo è; come fai a farmi scendere dal software?Ti stai arrampicando sugli specchi, e questo è il segno che non sai più cosa dire, hai perso. Anzi, la tua coscienza ha perso.


            e tu


            puoi sbattermi fuori.



            Esatto, ovvero posso revocarti la licenza d'uso.

            Una licenza è un contratto... e io non ho mai
            sottoscritto contratti con te.Si chiama accettazione implicita con l'acquisto (e spesso anche con l'apertura della confezione). È previsto dalla legge.
            Non hai niente da
            revocare.Ho la licenza, da revocare. Come da contratto, che tu sei tenuto per legge a rispettare.


            Non ho mai comprato


            appstore, come non ho mai comprato il treno.
            Ma


            ciò che ho comprato è


            mio.



            Visto che non hai comprato nulla, non hai nulla.

            Visto che non ho comprato nulla, se mi hai
            chiesto dei soldi me li devi ricacciare indietro.
            Anzi, li devi ridare a tutti quelli a cui li hai
            chiesti.E perché glieli hai dati? Perché glieli hanno dati? Si vede che qualcosa in cambio c'era...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            e

            non è

            duplicabile.

            Embe'?E quindi, non posso farmi le copie a costo zero. Con il software si può.


            Inoltre, il treno richiede il personale

            (macchinista, capotreno...) per funzionare.

            Embé?E quindi, se non pago il personale, il treno non va. Il software sì.

            Perchè richiede il personale che lo fa andare.

            Ma anche no. Le metropolitane, ad esempio, non
            hanno bisogno di
            macchinista.Non c'è personale per una metropolitana? Una volta attivata, fa tutto da sola per sempre?


            Ciò non vale per il

            software.

            E ALLORA? Stai cercando delle differenze tra il
            treno e il software? Guarda che è una arrampicata
            sugli
            specchi!È il tuo paragone ad essere una arrampicata sugli specchi.

            Falso: il software mi viene consegnato. Anzi, mi

            dicono pure che mi viene venduto. Quindi,
            diventa

            mio.

            Quindi un paio di balle è tuo.Se non è mio, non me l'hai venduto. Quindi, ricaccia indietro i soldi.
            Ti viene anche
            consegnata una licenza d'usoTientela, ne faccio a meno, della licenza.

            Il software, posso usarlo.

            "posso"? Se per potere intendi potere al di sopra
            della leggeLa legge non dispone cosa faccio con il mio computer in casa mia.
            e al di sopra degli altriA casa mia ci sono solo io. Non ci sono altri. Quindi non calpesto i diritti di nessuno.
            , allora
            certo che puoi. Come gli altri possono tirarti
            sotto con la
            macchina.Se sono entrato nel tuo cortile, può darsi, visto che non dovevo essere lì.

            Non lo è; come fai a farmi scendere dal
            software?

            Ti stai arrampicando sugli specchi, e questo è il
            segno che non sai più cosa dire, hai perso. Anzi,
            la tua coscienza ha
            perso.Io ho vinto, sei tu che ti stai inca22ando, perchè sei alle corde.

            Una licenza è un contratto... e io non ho mai

            sottoscritto contratti con te.

            Si chiama accettazione implicita con l'acquisto
            (e spesso anche con l'apertura della confezione).
            È previsto dalla
            legge.Se chi me lo vende lo scrive sulla confezione. Ma se chi mi ha dato il software non ha messo nessun limite (ad esempio, il mio vicino di casa), io non ho accettato nulla. Da te non ho comprato nulla.


            Non hai niente da

            revocare.

            Ho la licenza, da revocare. Come da contratto,
            che tu sei tenuto per legge a
            rispettare.Solo se l'avevo accettato.

            Anzi, li devi ridare a tutti quelli a cui li hai

            chiesti.

            E perché glieli hai dati? Perché glieli hanno
            dati?Perchè hanno dato soldi al maestro do Nascimento?
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            e


            non è


            duplicabile.



            Embe'?

            E quindi, non posso farmi le copie a costo zero.
            Con il software si
            può.E allora? Anche un tipografo alla zecca può mettersi in tasca un po' di banconote, quindi diventa lecito? Se una cosa è facile da fare, o possibile, diventa lecita?


            Inoltre, il treno richiede il personale


            (macchinista, capotreno...) per funzionare.



            Embé?

            E quindi, se non pago il personale, il treno non
            va. Il software
            sì.Il treno va anche senza personale: non è il personale che lo spinge.


            Perchè richiede il personale che lo fa andare.



            Ma anche no. Le metropolitane, ad esempio, non

            hanno bisogno di

            macchinista.

            Non c'è personale per una metropolitana? Una
            volta attivata, fa tutto da sola per
            sempre?E anche se fosse, cambia qualcosa? Ti stai arrampicando sugli specchi.





            Ciò non vale per il


            software.



            E ALLORA? Stai cercando delle differenze tra il

            treno e il software? Guarda che è una
            arrampicata

            sugli

            specchi!

            È il tuo paragone ad essere una arrampicata sugli
            specchi.Il mio paragone riguarda l'acquisto di un contenuto con l'acquisto di un servizio: in entrambi i casi la parte materiale acquistata è solo il contenitore di un diritto. Contenitore senza alcun valore, la cui libertà di utilizzo non interessa nessuno, tanto meno il Diritto.


            Falso: il software mi viene consegnato. Anzi,
            mi


            dicono pure che mi viene venduto. Quindi,

            diventa


            mio.



            Quindi un paio di balle è tuo.

            Se non è mio, non me l'hai venduto. Quindi,
            ricaccia indietro i
            soldi.Si sta parlando di beni immateriali, inutile che continui a trollare.

            Ti viene anche

            consegnata una licenza d'uso

            Tientela, ne faccio a meno, della licenza.Ne fai a meno per quale ragione?


            Il software, posso usarlo.



            "posso"? Se per potere intendi potere al di
            sopra

            della legge

            La legge non dispone cosa faccio con il mio
            computer in casa
            mia.Prova a scaricare foto di bambini nudi, poi dei tizi in divisa suoneranno alla tua porta e ti illumineranno su alcune disposizioni di cosa puoi o non puoi fare con il tuo computer a casa tua.

            e al di sopra degli altri

            A casa mia ci sono solo io. Non ci sono altri.
            Quindi non calpesto i diritti di
            nessuno.Da casa tua potresti sparare al vicino, oppure diffamare via Internet qualcun altro. Ad esempio.

            , allora

            certo che puoi. Come gli altri possono tirarti

            sotto con la

            macchina.

            Se sono entrato nel tuo cortile, può darsi, visto
            che non dovevo essere
            lì.Vedo che stai finendo le cartucce...



            Non lo è; come fai a farmi scendere dal

            software?



            Ti stai arrampicando sugli specchi, e questo è
            il

            segno che non sai più cosa dire, hai perso.
            Anzi,

            la tua coscienza ha

            perso.

            Io ho vinto, sei tu che ti stai inca22ando,
            perchè sei alle
            corde.Tu hai vinto la medaglia dell'idiozia. Questo hai vinto.Comunque continua pure a calpestare i diritti altrui, vedrai che prima o poi incontri quello giusto.


            Una licenza è un contratto... e io non ho mai


            sottoscritto contratti con te.



            Si chiama accettazione implicita con l'acquisto

            (e spesso anche con l'apertura della
            confezione).

            È previsto dalla

            legge.

            Se chi me lo vende lo scrive sulla confezione.Anche se non lo scrive sulla confezione, il contratto resta valido. Ma tu puoi sempre non accettarlo, facendoti restituire l'eventuale importo pagato. E naturalmente anche il contenitore.
            Ma
            se chi mi ha dato il software non ha messo nessun
            limite (ad esempio, il mio vicino di casa), io
            non ho accettato nulla. Da te non ho comprato
            nulla.La ricettazione è anch'essa punita.




            Non hai niente da


            revocare.



            Ho la licenza, da revocare. Come da contratto,

            che tu sei tenuto per legge a

            rispettare.

            Solo se l'avevo accettato.Pagando hai perfezionato il contratto. Così dice la legge.




            Anzi, li devi ridare a tutti quelli a cui li
            hai


            chiesti.



            E perché glieli hai dati? Perché glieli hanno

            dati?

            Perchè hanno dato soldi al maestro do Nascimento????
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Solo se l'avevo accettato.

            Pagando hai perfezionato il contratto. Così dice
            la
            legge.Ragione di più per non pagare.Comunque, tu hai creato una gran confusione con i tuoi paragoni tra biglietti, licenze, software e servizi.Vediamo di fare chiarezza: il biglietto equivale alla licenza, il software equivale al servizio, giusto?Ora, se io compro un biglietto dell'autobus, posso usarlo per accedere a un servizio: il trasporto su un mezzo (che può essere autobus o tram, il biglietto vale per entrambi).Commetto un illecito se duplico il biglietto. Siamo d'accordo.Ma non commetto un illecito se duplico il servizio, cioè, se prendo una "copia" del trasporto, facendomela offrire da altri (ad esempio, se faccio l'autostop: ottengo un trasporto gratis); e non mi serve più il biglietto.Analogamente, se duplico la licenza commetto un illecito: ma se duplico il software, non ho duplicato la licenza; e non mi serve più.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Solo se l'avevo accettato.



            Pagando hai perfezionato il contratto. Così dice

            la

            legge.

            Ragione di più per non pagare.Direi che hai toccato il fondo, hai perso.
            Comunque, tu hai creato una gran confusione con i
            tuoi paragoni tra biglietti, licenze, software e
            servizi.La confusione l'avete creata tu e Panda Rossa, nella ricerca di una scappatoia che possa giustificare la pirateria.
            Vediamo di fare chiarezza: il biglietto equivale
            alla licenza, il software equivale al servizio,
            giusto?

            Ora, se io compro un biglietto dell'autobus,
            posso usarlo per accedere a un servizio: il
            trasporto su un mezzo (che può essere autobus o
            tram, il biglietto vale per
            entrambi).

            Commetto un illecito se duplico il biglietto.
            Siamo
            d'accordo.
            Ma non commetto un illecito se duplico il
            servizio,E qui casca l'asino: il servizio non lo puoi duplicare TU.
            cioè, se prendo una "copia" del
            trasporto, facendomela offrire da altri (ad
            esempio, se faccio l'autostop: ottengo un
            trasporto gratis); e non mi serve più il
            biglietto.Si, ma se chi ti offre il servizio sta usando un'auto rubata?
            Analogamente, se duplico la licenza commetto un
            illecito: ma se duplico il software, non ho
            duplicato la licenza; e non mi serve
            più.Il tuo escamotage è da bambini. L'esempio del mezzo di trasporto serve per evidenziare che ciò che acquisti è una licenza d'uso: col biglietto non compri l'autobus o il tram (e quindi puoi farci quello che vuoi), ma solo una licenza d'uso.Ovviamente il software è replicabile mentre il servizio no (l'autostop non è la replica di un viaggio in treno o autobus o tram), ma questo non significa che se è possibile fare allora è lecito. La liceità di una azione non ha alcuna attinenza né con la possibilità di compierla né con l'eventuale facilità di compierla.Per un impiegato di banca allo sportello è estremamente facile prendere il denaro della cassa e metterlo in tasca (quindi rubare in banca), questo non significa che sia lecito.Tutta la questione è meramente una questione di "l'occasione fa l'uomo ladro". Piratare contenuti è facilissimo: vai su pirate bay, inserisci il nome di un film, clicchi sul torrent, apri il torrent e attendi.Ma anche uccidere una persona è altrettanto semplice. Anzi, è più semplice e più veloce: punti la pistola e premi il grilletto. Per un poliziotto o carabiniere, è questione di 3 secondi. Ma questa possibilità unita alla facilità dell'azione, non rende tale azione di per se stessa lecita.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Ragione di più per non pagare.

            Direi che hai toccato il fondo, hai perso.Sei tu che hai toccato il fondo.


            Comunque, tu hai creato una gran confusione con
            i

            tuoi paragoni tra biglietti, licenze, software e

            servizi.

            La confusione l'avete creata tu e Panda Rossa,
            nella ricerca di una scappatoia che possa
            giustificare la
            pirateria.La confusione l'ha creata chi cerca di convincere gli altri che la copia sia uguale al furto.


            Vediamo di fare chiarezza: il biglietto equivale

            alla licenza, il software equivale al servizio,

            giusto?



            Ora, se io compro un biglietto dell'autobus,

            posso usarlo per accedere a un servizio: il

            trasporto su un mezzo (che può essere autobus o

            tram, il biglietto vale per

            entrambi).



            Commetto un illecito se duplico il biglietto.

            Siamo

            d'accordo.

            Ma non commetto un illecito se duplico il

            servizio,

            E qui casca l'asino: il servizio non lo puoi
            duplicare
            TU.Certo che posso: ho i mezzi per farlo.Se il servizio è un trasporto, mi basta una semplice auto per duplicarlo.


            cioè, se prendo una "copia" del

            trasporto, facendomela offrire da altri (ad

            esempio, se faccio l'autostop: ottengo un

            trasporto gratis); e non mi serve più il

            biglietto.

            Si, ma se chi ti offre il servizio sta usando
            un'auto
            rubata?Non sta usando un'auto rubata, non uscire dal seminato.


            Analogamente, se duplico la licenza commetto un

            illecito: ma se duplico il software, non ho

            duplicato la licenza; e non mi serve

            più.

            Il tuo escamotage è da bambini.Ovvio: volevo essere sicuro che tu potessi capirlo.
            L'esempio del
            mezzo di trasporto serve per evidenziare che ciò
            che acquisti è una licenza d'uso: col biglietto
            non compri l'autobus o il tram (e quindi puoi
            farci quello che vuoi), ma solo una licenza
            d'uso.Ho capito: e il mio controesempio era per chiarirti che quando si duplica un film non si duplica il biglietto del tram, ma si duplica proprio il tram.Quindi, tutto il tuo discorso successivo cade.
          • p4bl0 scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi



            E su quel biglietto (e l'inchiostro che c'è



            sopra) posso farci cosa voglio.





            Proprio per niente.


            Su quel biglietto c'è scritto che è valido per


            UNA corsa DA un punto preciso AD un'altro
            punto


            preciso. E ha pure una


            scadenza.



            Questo non toglie che posso farci comunque cosa

            voglio.

            No, non puoi.sì che può: è un pezzo di carta, quindi se vuole può usarlo per accendere il caminetto


            Se lo scarabocchio il biglietto perde

            validità, ma resta mio.

            Confondi il contenitore col contenuto.
            Ciò che tu ha comprato è il titolo per avere un
            determinato servizio, ovvero il
            servizio.forse sei tu a confondere le cose, lui sta parlando del pezzo di carta, non di cioò che rappresenta


            Non potrò usarlo per

            salire sul treno, ma posso usarlo per

            altro.

            Si, ma non per tutto quello che vuoi. Non sempre.
            Ad esempio certi titoli non sono
            trasferibili.questo non toglie che può farne coriandoli, se gli va
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: p4bl0
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uno qualsiasi




            E su quel biglietto (e l'inchiostro che
            c'è




            sopra) posso farci cosa voglio.







            Proprio per niente.



            Su quel biglietto c'è scritto che è valido
            per



            UNA corsa DA un punto preciso AD un'altro

            punto



            preciso. E ha pure una



            scadenza.





            Questo non toglie che posso farci comunque
            cosa


            voglio.



            No, non puoi.

            sì che può: è un pezzo di carta, quindi se vuole
            può usarlo per accendere il
            caminettoIrrilevante, il bene non è il biglietto, ma il contenuto.Per farti capire meglio, è come se volessi usare un mp3 per accendere il caminetto. Posso accendere il caminetto con un servizio?


            Se lo scarabocchio il biglietto perde


            validità, ma resta mio.



            Confondi il contenitore col contenuto.

            Ciò che tu ha comprato è il titolo per avere un

            determinato servizio, ovvero il

            servizio.

            forse sei tu a confondere le cose, lui sta
            parlando del pezzo di carta, non di cioò che
            rappresentaIl pezzo di carta non ha alcun valore, è solo il contenuto che ha valore. Ed è il contenuto l'oggetto del diritto, non il contenitore.


            Non potrò usarlo per


            salire sul treno, ma posso usarlo per


            altro.



            Si, ma non per tutto quello che vuoi. Non
            sempre.

            Ad esempio certi titoli non sono

            trasferibili.

            questo non toglie che può farne coriandoli, se
            gli
            vaIl che equivale a fare cordiandoli un film.
          • p4bl0 scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo[...]guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: il contenuto=oggetto del diritto è una cosa e non puoi farci quello che vuoi, il contenitore è un'altra e invece puoi.dipendentemente dai termini del contratto per il contenuto, è probabile che la manomissione del contenitore comporti la perdita al diritto sul contenuto.quello che stiamo (mi permetto di usare il plurale) dicendo è che:sapendo ciò uno può decidere LIBERAMENTE di manomettere il contenitore e quindi perdere il diritto al contenuto
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: p4bl0
            - Scritto da: ruppolo
            [...]

            guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: il
            contenuto=oggetto del diritto è una cosa e non
            puoi farci quello che vuoi, il contenitore è
            un'altra e invece
            puoi.
            dipendentemente dai termini del contratto per il
            contenuto, è probabile che la manomissione del
            contenitore comporti la perdita al diritto sul
            contenuto.Non sempre. Se, ad esempio, rovino il contenitore "file" di una App scaricata da Apple, posso riavere contenitore e contenuto. Ma questa è una gentilezza di Apple, se rovini un CD nessuno ti riconosce la licenza.
            quello che stiamo (mi permetto di usare il
            plurale) dicendo è
            che:

            sapendo ciò uno può decidere LIBERAMENTE di
            manomettere il contenitore e quindi perdere il
            diritto al
            contenutoSi, ma questo ci interessa in che modo?
          • p4bl0 scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: p4bl0

            - Scritto da: ruppolo

            [...]



            guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: il

            contenuto=oggetto del diritto è una cosa e non

            puoi farci quello che vuoi, il contenitore è

            un'altra e invece

            puoi.

            dipendentemente dai termini del contratto per il

            contenuto, è probabile che la manomissione del

            contenitore comporti la perdita al diritto sul

            contenuto.

            Non sempre. Se, ad esempio, rovino il contenitore
            "file" di una App scaricata da Apple, posso
            riavere contenitore e contenuto. Ma questa è una
            gentilezza di Apple, se rovini un CD nessuno ti
            riconosce la
            licenza.esatto, ho scritto "è probabile"


            quello che stiamo (mi permetto di usare il

            plurale) dicendo è

            che:



            sapendo ciò uno può decidere LIBERAMENTE di

            manomettere il contenitore e quindi perdere il

            diritto al

            contenuto

            Si, ma questo ci interessa in che modo?ci interessa perché tutto si riconduce alla cosa che tu stai negando in svariati post: il XXXXXXXXX corrisponde alla manomissione del contenitore e alla perdita del diritto al contenuto (garanzia, appstore), ma io sono libero di farlo, non è ILLEGALE
          • krane scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: p4bl0
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: p4bl0


            - Scritto da: ruppolo


            [...]





            guarda che stiamo dicendo la stessa cosa: il


            contenuto=oggetto del diritto è una cosa e non


            puoi farci quello che vuoi, il contenitore è


            un'altra e invece


            puoi.


            dipendentemente dai termini del contratto per
            il


            contenuto, è probabile che la manomissione del


            contenitore comporti la perdita al diritto sul


            contenuto.



            Non sempre. Se, ad esempio, rovino il
            contenitore

            "file" di una App scaricata da Apple, posso

            riavere contenitore e contenuto. Ma questa è una

            gentilezza di Apple, se rovini un CD nessuno ti

            riconosce la

            licenza.

            esatto, ho scritto "è probabile"





            quello che stiamo (mi permetto di usare il


            plurale) dicendo è


            che:





            sapendo ciò uno può decidere LIBERAMENTE di


            manomettere il contenitore e quindi perdere il


            diritto al


            contenuto



            Si, ma questo ci interessa in che modo?

            ci interessa perché tutto si riconduce alla cosa
            che tu stai negando in svariati post: il
            XXXXXXXXX corrisponde alla manomissione del
            contenitore e alla perdita del diritto al
            contenuto (garanzia, appstore), ma io sono libero
            di farlo, non è ILLEGALEE poi sai, alla fine nello store la meta' delle applicazioni sono illegali: violano la GPL, quindi secondo la definizione ruppolesca sono un branco di criminali, 'sassini, 'elinquenti, ladri&banditi anche loro...
      • panda rossa scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Persino gli utenti apple, che sono notoriamente

        meno addentro alle questioni tecniche e i piu'

        indottrinati dal marchio, sono consapevoli del

        millenario concetto che cio' che si acquista

        diventa cosa

        propria.

        Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia
        non diventa cosa
        propria.Lo rimane nel periodo del noleggio, con l'accordo di restituire al termine del noleggio il bene nelle stesse condizioni in cui e' stato preso.Hai mai noleggiato un'auto, ruppolo?Nessun autonoleggiatore ti dice chi puoi caricare in macchina, che cosa puoi trasportare, e dove puoi o non puoi recarti.Tutti ti dicono: "questa e' l'auto, queste sono le chiavi, faccia buon viaggio."

        E che delle proprie cose ognuno deve essere

        libero di disporre come piu' gli

        aggrada.



        Lucchetti, catene e drm non fanno altro che

        trasformare apple & c in moderni schiavisti che

        pretendono di togliere ai loro clienti le piu'

        basilari liberta'

        d'utilizzo.

        Lucchetti, catene, serrature, sono dispositivi
        che esistono da quando l'uomo ha capito che
        esistono i criminali: esseri simili ma privi del
        rispetto per il prossimo.Io metto il lucchetto alle mie cose, per proteggerle dagli altri.Non metto il lucchetto alle tue cose per impedire che tu le usi perche' magari non voglio che tu le usi.

        Siccome ritengo un abominio la pratica di

        mercificare cultura e conoscenza,

        Beh ovvio, da buon parassita vorresti che fossero
        gli altri a farsi il XXXX.Complimenti per la brillante manifestazione della tua intelligenza.
        Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure
        loro? Nonostante cultura e conoscenza siano
        pubbliche, loro chiedono soldi per
        impartirle.Mi stupisco ruppolo. Sono veramente impressionato.Sapevo che avevi toccato il fondo da un pezzo, sapevo anche che stavi ulteriormente scavando per affondare ancora di piu'.Ma arrivare a paragonare un insegnante ad uno strozzino deve proprio essere il punto infimo della dignita' umana.Ma so che domani riuscirai a stupirmi scrivendone un'altra peggiore.
        • ruppolo scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: panda rossa


          Persino gli utenti apple, che sono
          notoriamente


          meno addentro alle questioni tecniche e i piu'


          indottrinati dal marchio, sono consapevoli del


          millenario concetto che cio' che si acquista


          diventa cosa


          propria.



          Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia

          non diventa cosa

          propria.

          Lo rimane nel periodo del noleggio, con l'accordo
          di restituire al termine del noleggio il bene
          nelle stesse condizioni in cui e' stato
          preso.Dipende, non c'è una regola fissa. Per questo ragione esistono i CONTRATTI.
          Hai mai noleggiato un'auto, ruppolo?
          Nessun autonoleggiatore ti dice chi puoi caricare
          in macchina, che cosa puoi trasportare, e dove
          puoi o non puoi
          recarti.Certo che si. Si vede che sei tu a non aver mai noleggiato una macchina.
          Tutti ti dicono: "questa e' l'auto, queste sono
          le chiavi, faccia buon
          viaggio."SI certo, ma non prima di aver messo la tua bella firma su un contratto, dove sono ben scritti tutti i limiti di utilizzo.


          E che delle proprie cose ognuno deve essere


          libero di disporre come piu' gli


          aggrada.





          Lucchetti, catene e drm non fanno altro che


          trasformare apple & c in moderni schiavisti
          che


          pretendono di togliere ai loro clienti le piu'


          basilari liberta'


          d'utilizzo.



          Lucchetti, catene, serrature, sono dispositivi

          che esistono da quando l'uomo ha capito che

          esistono i criminali: esseri simili ma privi del

          rispetto per il prossimo.

          Io metto il lucchetto alle mie cose, per
          proteggerle dagli
          altri.
          Non metto il lucchetto alle tue cose per impedire
          che tu le usi perche' magari non voglio che tu le
          usi.Ma se mie cose non sono mie, il lucchetto ha tutto il diritto ad esserci.Se compri un film, hai solo comprato una licenza (a meno che tu non lo abbia pagato alcuni milioni di euro). Quindi non è tuo, quindi il lucchetto è lecito.Anche in molti cinema ci sono lucchetti: dalla porta da cui esci, non puoi rientrare. Serve appunto per i ladri (o criminali, o "furbi", chiamali come tu pare: gente che vorrebbe avere il servizio senza pagare il corrispettivo).


          Siccome ritengo un abominio la pratica di


          mercificare cultura e conoscenza,



          Beh ovvio, da buon parassita vorresti che
          fossero

          gli altri a farsi il XXXX.

          Complimenti per la brillante manifestazione della
          tua
          intelligenza.Non c'è bisogno che ti complimenti, ti sei già dichiarato parassita da tempo.

          Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure

          loro? Nonostante cultura e conoscenza siano

          pubbliche, loro chiedono soldi per

          impartirle.

          Mi stupisco ruppolo. Sono veramente impressionato.
          Sapevo che avevi toccato il fondo da un pezzo,
          sapevo anche che stavi ulteriormente scavando per
          affondare ancora di
          piu'.
          Ma arrivare a paragonare un insegnante ad uno
          strozzino deve proprio essere il punto infimo
          della dignita'
          umana.Sto solo seguendo il tuo modo di pensare (deviato): chi aiuta gli altri a fare una cosa che tutti possono fare da soli (XXXXXXXXX, ad esempio) chiedendo soldi, sono mercificatori della cultura.Quindi ti ho prospettato la figura dell'insegnante, il mercificatore di cultura per eccellenza. Non è mica necessario un insegnante per imparare qualcosa, no? Quindi?
          Ma so che domani riuscirai a stupirmi scrivendone
          un'altra
          peggiore.Io invece ho la speranza di farti capire qualcosa della vita. Forse sarà vana, ma ci provo ugualmente.
          • panda rossa scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            Dipende, non c'è una regola fissa. Per questo
            ragione esistono i
            CONTRATTI.


            Hai mai noleggiato un'auto, ruppolo?

            Nessun autonoleggiatore ti dice chi puoi
            caricare

            in macchina, che cosa puoi trasportare, e dove

            puoi o non puoi

            recarti.

            Certo che si. Si vede che sei tu a non aver mai
            noleggiato una
            macchina.


            Tutti ti dicono: "questa e' l'auto, queste sono

            le chiavi, faccia buon

            viaggio."

            SI certo, ma non prima di aver messo la tua bella
            firma su un contratto, dove sono ben scritti
            tutti i limiti di
            utilizzo.Citami un esempio di contratto dove il noleggiatore mi pone dei vincoli di destinazione, o di trasporto, piu' restrittivi di quelli che la legge prevede per quella categoria di veicolo che ho noleggiato.(Anzi, spesso le auto a noleggio hanno delle deroghe alla legge, tipo il poter circolare nelle zone a traffico limitato)
            Ma se mie cose non sono mie, il lucchetto ha
            tutto il diritto ad
            esserci.Se non sono tue non le hai acquistate.
            Se compri un film, hai solo comprato una licenza
            (a meno che tu non lo abbia pagato alcuni milioni
            di euro). Quindi non è tuo, quindi il lucchetto è
            lecito.Se compro un film, e' mio.E l'ho pagato il prezzo indicato sulla custodia.
            Anche in molti cinema ci sono lucchetti: dalla
            porta da cui esci, non puoi rientrare. Serve
            appunto per i ladri (o criminali, o "furbi",
            chiamali come tu pare: gente che vorrebbe avere
            il servizio senza pagare il
            corrispettivo).Serve per la sicurezza, e per migliorare il flusso delle persone.Per evitare i "furbi" come te, e' sufficiente il posto numerato che oggi c'e' in tutte le rappresentazioni, cinema, teatro e perfino lo stadio.E non e' per i "furbi", ma per l'ordine pubblico e la sicurezza.Cinema e stadi hanno funzionato per anni senza posti numerati, e questi "furbi" non sono una invenzione recente.Se c'erano, c'erano anche prima.
          • aracosta scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Dipende, non c'è una regola fissa. Per questo

            ragione esistono i

            CONTRATTI.




            Hai mai noleggiato un'auto, ruppolo?


            Nessun autonoleggiatore ti dice chi puoi

            caricare


            in macchina, che cosa puoi trasportare, e dove


            puoi o non puoi


            recarti.



            Certo che si. Si vede che sei tu a non aver mai

            noleggiato una

            macchina.




            Tutti ti dicono: "questa e' l'auto, queste
            sono


            le chiavi, faccia buon


            viaggio."



            SI certo, ma non prima di aver messo la tua
            bella

            firma su un contratto, dove sono ben scritti

            tutti i limiti di

            utilizzo.

            Citami un esempio di contratto dove il
            noleggiatore mi pone dei vincoli di destinazione,
            o di trasporto, piu' restrittivi di quelli che la
            legge prevede per quella categoria di veicolo che
            ho
            noleggiato.

            (Anzi, spesso le auto a noleggio hanno delle
            deroghe alla legge, tipo il poter circolare nelle
            zone a traffico
            limitato)
            Il conducente deve essere stato dichiarato al momento del noleggio, per conducenti aggiuntivi di solito paghi una quota aggiuntiva.Spesso è richiesta una età minima del conducente superiore ai 21 anni, altrimenti paghi di più.Spesso non è ammesso uscire dai confini nazionali.Magari se i contratti di noleggio li leggessi anche nelle scritte piccole piccole scopriresti che ci sono molte limitazioni.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: aracosta
            Magari se i contratti di noleggio li leggessi
            anche nelle scritte piccole piccole scopriresti
            che ci sono molte
            limitazioni.Non credo che abbia nemmeno l'età per noleggiare una vettura, figuriamoci se l'hai mai noleggiata.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Dipende, non c'è una regola fissa. Per questo

            ragione esistono i

            CONTRATTI.




            Hai mai noleggiato un'auto, ruppolo?


            Nessun autonoleggiatore ti dice chi puoi

            caricare


            in macchina, che cosa puoi trasportare, e dove


            puoi o non puoi


            recarti.



            Certo che si. Si vede che sei tu a non aver mai

            noleggiato una

            macchina.




            Tutti ti dicono: "questa e' l'auto, queste
            sono


            le chiavi, faccia buon


            viaggio."



            SI certo, ma non prima di aver messo la tua
            bella

            firma su un contratto, dove sono ben scritti

            tutti i limiti di

            utilizzo.

            Citami un esempio di contratto dove il
            noleggiatore mi pone dei vincoli di destinazione,
            o di trasporto, piu' restrittivi di quelli che la
            legge prevede per quella categoria di veicolo che
            ho
            noleggiato.Tutti.Il noleggiatore può porre tutti i vincoli che desidera.
            (Anzi, spesso le auto a noleggio hanno delle
            deroghe alla legge, tipo il poter circolare nelle
            zone a traffico
            limitato)Nessun privato può auto-derogare un obbligo o limitazione di legge.

            Ma se mie cose non sono mie, il lucchetto ha

            tutto il diritto ad

            esserci.

            Se non sono tue non le hai acquistate.Certo che le acquistate. Le ho acquistate e ho accettato implicitamente il contratto.

            Se compri un film, hai solo comprato una licenza

            (a meno che tu non lo abbia pagato alcuni
            milioni

            di euro). Quindi non è tuo, quindi il lucchetto
            è

            lecito.

            Se compro un film, e' mio.
            E l'ho pagato il prezzo indicato sulla custodia.Non hai comprato un film, hai comprato una licenza d'uso, ovvero il diritto a guardarlo. Niente di più.

            Anche in molti cinema ci sono lucchetti: dalla

            porta da cui esci, non puoi rientrare. Serve

            appunto per i ladri (o criminali, o "furbi",

            chiamali come tu pare: gente che vorrebbe avere

            il servizio senza pagare il

            corrispettivo).

            Serve per la sicurezza, e per migliorare il
            flusso delle
            persone.No, l'allarme se apri la porta durante la proiezione del film è messo per i "furbi", non per la sicurezza.
            Per evitare i "furbi" come te, e' sufficiente il
            posto numerato che oggi c'e' in tutte le
            rappresentazioni, cinema, teatro e perfino lo
            stadio.Il che presuppone un controllo persona per persona. Non accade nemmeno nei teatri, dove il prezzo del biglietto è molto più elevato. No, si previene la criminalità predisponendo porte, serrature, allarmi, telecamere e quant'altro.
            E non e' per i "furbi", ma per l'ordine pubblico
            e la
            sicurezza.No no, è fatto tutto in onore dei "furbi". In un cinema non ci sono particolari problemi di ordine pubblico, non è una piazza di manifestanti. Ci sono invece problemi con i "furbi".
            Cinema e stadi hanno funzionato per anni senza
            posti numerati, e questi "furbi" non sono una
            invenzione
            recente.Infatti.
            Se c'erano, c'erano anche prima.Infatti, ma questo non sposta di un millimetro la questione.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Se non sono tue non le hai acquistate.

            Certo che le acquistate. Le ho acquistate e ho
            accettato implicitamente il contratto.Se le ho acquistate, sono mie. E se tu dici il contrario, sei un ladro.



            Se compro un film, e' mio.

            E l'ho pagato il prezzo indicato sulla custodia.

            Non hai comprato un film, hai comprato una
            licenza d'usoBastava dirlo: la licenza te la puoi tenere. Non interessa a nessuno. Se vendi licenze, il tuo negozio resta vuoto. E se fallisci, nessuno se ne accorge, perchè a nessuno serve una licenza.
            , ovvero il diritto a guardarlo.Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se sostieni il contrario, dimmi quale articolo di legge proibisce di guardare un film.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Se non sono tue non le hai acquistate.



            Certo che le acquistate. Le ho acquistate e ho

            accettato implicitamente il contratto.

            Se le ho acquistate, sono mie. E se tu dici il
            contrario, sei un
            ladro.Tutto dipende da cosa hai acquistato. È ladro è colui che prende le cose altrui senza il suo consenso. Idee comprese.


            Se compro un film, e' mio.


            E l'ho pagato il prezzo indicato sulla
            custodia.



            Non hai comprato un film, hai comprato una

            licenza d'uso

            Bastava dirlo: la licenza te la puoi tenere. Non
            interessa a nessuno.Interessa solo a coloro i quali vogliono fruire del contenuto.
            Se vendi licenze, il tuo
            negozio resta vuoto.Certo, e allora?
            E se fallisci, nessuno se ne
            accorge, perchè a nessuno serve una
            licenza.Le licenze servono a molti.Se a te non serve, nessun problema. O per caso il dottore ti ha ordinato la fruizione su licenza di qualche opera?

            , ovvero il diritto a guardarlo.

            Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se sostieni
            il contrario, dimmi quale articolo di legge
            proibisce di guardare un
            film.Non è necessario un articolo di legge, è sufficiente che lo vieti il proprietario del bene.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Se le ho acquistate, sono mie. E se tu dici il

            contrario, sei un

            ladro.

            Tutto dipende da cosa hai acquistato. È ladro è
            colui che prende le cose altrui senza il suo
            consenso. Idee
            comprese.Infatti, chi scarica chiede il consenso: dal p2p scarichi solo ciò che gli altri utenti hanno messo in condivisione, e se metti in condivisione hai dato il consenso.Nessuno scarica un file che è sul tuo computer senza il tuo consenso.

            Bastava dirlo: la licenza te la puoi tenere. Non

            interessa a nessuno.

            Interessa solo a coloro i quali vogliono fruire
            del
            contenuto.Direi di no, isto che si può fruire del contenuto senza licenza.E i fatti lo dimostrano.


            Se vendi licenze, il tuo

            negozio resta vuoto.

            Certo, e allora?Contento tu...


            E se fallisci, nessuno se ne

            accorge, perchè a nessuno serve una

            licenza.

            Le licenze servono a molti.
            Se a te non serve, nessun problema. O per caso il
            dottore ti ha ordinato la fruizione su licenza di
            qualche
            opera?Certo che no. Non mi ha mai detto che devo avere per forza la licenza, posso fruire dell'opera anche senza.

            Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se sostieni

            il contrario, dimmi quale articolo di legge

            proibisce di guardare un

            film.

            Non è necessario un articolo di legge, è
            sufficiente che lo vieti il proprietario del
            bene.Ok: io sono il proprietario di questa frase, e ti vieto di leggerla se non mi paghi 20000 euro.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Se le ho acquistate, sono mie. E se tu dici il


            contrario, sei un


            ladro.



            Tutto dipende da cosa hai acquistato. È ladro è

            colui che prende le cose altrui senza il suo

            consenso. Idee

            comprese.

            Infatti, chi scarica chiede il consenso: dal p2p
            scarichi solo ciò che gli altri utenti hanno
            messo in condivisione, e se metti in condivisione
            hai dato il
            consenso.Sono scambi tra ricettatori.
            Nessuno scarica un file che è sul tuo computer
            senza il tuo
            consenso.Ovvio, ma io non posso dare tale consenso su contenuti che non mi appartengono.


            Bastava dirlo: la licenza te la puoi tenere.
            Non


            interessa a nessuno.



            Interessa solo a coloro i quali vogliono fruire

            del

            contenuto.

            Direi di no, isto che si può fruire del contenuto
            senza
            licenza.Certo, come si può tirar sotto qualcuno con la macchina. Poi vai in galera, però è possibile.
            E i fatti lo dimostrano.I fatti dimostrano infatti che le carceri traboccano.


            Se vendi licenze, il tuo


            negozio resta vuoto.



            Certo, e allora?

            Contento tu...Ti riguarda?





            E se fallisci, nessuno se ne


            accorge, perchè a nessuno serve una


            licenza.



            Le licenze servono a molti.

            Se a te non serve, nessun problema. O per caso
            il

            dottore ti ha ordinato la fruizione su licenza
            di

            qualche

            opera?

            Certo che no. Non mi ha mai detto che devo avere
            per forza la licenza, posso fruire dell'opera
            anche
            senza.No che non puoi, è illegale.


            Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se
            sostieni


            il contrario, dimmi quale articolo di legge


            proibisce di guardare un


            film.



            Non è necessario un articolo di legge, è

            sufficiente che lo vieti il proprietario del

            bene.

            Ok: io sono il proprietario di questa frase, e ti
            vieto di leggerla se non mi paghi 20000
            euro.Credo che non accetterò la tua proposta commerciale.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Infatti, chi scarica chiede il consenso: dal p2p

            scarichi solo ciò che gli altri utenti hanno

            messo in condivisione, e se metti in
            condivisione

            hai dato il

            consenso.

            Sono scambi tra ricettatori.Il ricettatore è colui che compra roba rubata. Quindi stai dicendo che chi gliel'ha venduta ha venduto roba rubata? Anche se chi l'ha venduta è il venditore ufficiale (o lo stesso autore)?


            Nessuno scarica un file che è sul tuo computer

            senza il tuo

            consenso.

            Ovvio, ma io non posso dare tale consenso su
            contenuti che non mi
            appartengono.Se non ti appartengono, che ci facevano sul tuo computer?

            Direi di no, isto che si può fruire del
            contenuto

            senza

            licenza.

            Certo, come si può tirar sotto qualcuno con la
            macchina. Poi vai in galera, però è
            possibile.Citami l'articolo che proibisce di vedere un film senza licenza. Oppure hai detto una ca22ata.



            Se vendi licenze, il tuo



            negozio resta vuoto.





            Certo, e allora?



            Contento tu...

            Ti riguarda?No, anzi, mi fa pure piacere.

            Certo che no. Non mi ha mai detto che devo avere

            per forza la licenza, posso fruire dell'opera

            anche

            senza.

            No che non puoi, è illegale.Se è illegale, dimmi quale legge infrangerei.




            Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se

            sostieni



            il contrario, dimmi quale articolo di legge



            proibisce di guardare un



            film.





            Non è necessario un articolo di legge, è


            sufficiente che lo vieti il proprietario del


            bene.



            Ok: io sono il proprietario di questa frase, e
            ti

            vieto di leggerla se non mi paghi 20000

            euro.

            Credo che non accetterò la tua proposta
            commerciale.Allora non dovevi leggere la frase. Visto che l'hai letta (e so che l'hai letta, altrimenti non avresti potuto rispondere), ora devi pagare.Oppure, non devi pagare... così come noi non dobbiamo pagare: ci vediamo il film, e poi alla fine diciamo "credo che non accetterò di comprare il biglietto". È la stessa cosa.
          • ruppolo scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Infatti, chi scarica chiede il consenso: dal
            p2p


            scarichi solo ciò che gli altri utenti hanno


            messo in condivisione, e se metti in

            condivisione


            hai dato il


            consenso.



            Sono scambi tra ricettatori.

            Il ricettatore è colui che compra roba rubata.Non è necessario che la compri, basta che la riceva.
            Quindi stai dicendo che chi gliel'ha venduta ha
            venduto roba rubata? Anche se chi l'ha venduta è
            il venditore ufficiale (o lo stesso
            autore)?Se l'ha venduta il titolare del diritto, allora è un regolare acquisto (del bene immateriale o della licenza di utilizzo).


            Nessuno scarica un file che è sul tuo computer


            senza il tuo


            consenso.



            Ovvio, ma io non posso dare tale consenso su

            contenuti che non mi

            appartengono.

            Se non ti appartengono, che ci facevano sul tuo
            computer?Una domanda che potrebbe farti un tizio in divisa.


            Direi di no, isto che si può fruire del

            contenuto


            senza


            licenza.



            Certo, come si può tirar sotto qualcuno con la

            macchina. Poi vai in galera, però è

            possibile.

            Citami l'articolo che proibisce di vedere un film
            senza licenza. Oppure hai detto una
            ca22ata.Ti stai arrampicando sugli specchi.Vedere un film non significa nulla, potrei vederlo a casa di amici alla TV.Averne una copia su un contenitore a mia disposizione è invece un BENEFIT soggetto al pagamento di una licenza.




            Se vendi licenze, il tuo




            negozio resta vuoto.







            Certo, e allora?





            Contento tu...



            Ti riguarda?

            No, anzi, mi fa pure piacere.Questo non fa che delineare meglio il tuo profilo.


            Certo che no. Non mi ha mai detto che devo
            avere


            per forza la licenza, posso fruire dell'opera


            anche


            senza.



            No che non puoi, è illegale.

            Se è illegale, dimmi quale legge infrangerei.La legge, anzi LE leggi che TUTELANO i contratti (sono ben 886).




            Il diritto a guardarlo ce l'hai già. Se


            sostieni




            il contrario, dimmi quale articolo di
            legge




            proibisce di guardare un




            film.







            Non è necessario un articolo di legge, è



            sufficiente che lo vieti il proprietario del



            bene.





            Ok: io sono il proprietario di questa frase, e

            ti


            vieto di leggerla se non mi paghi 20000


            euro.



            Credo che non accetterò la tua proposta

            commerciale.

            Allora non dovevi leggere la frase. Visto che
            l'hai letta (e so che l'hai letta, altrimenti non
            avresti potuto rispondere), ora devi
            pagare.No, non devo pagare. Ma sei convinto di avere ragione, querelami pure: un giudice deciderà se hai ragione o meno.
            Oppure, non devi pagare... così come noi non
            dobbiamo pagare: ci vediamo il film, e poi alla
            fine diciamo "credo che non accetterò di comprare
            il biglietto". È la stessa
            cosa.No che non lo è: tu puoi scegliere se vedere un film o meno. Nessuno ti costringe a guardarlo e pagare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo


            Citami l'articolo che proibisce di vedere un
            film

            senza licenza. Oppure hai detto una

            ca22ata.

            Ti stai arrampicando sugli specchi.Dimostri di aver detto una ca22ata.

            Vedere un film non significa nulla, potrei
            vederlo a casa di amici alla
            TV.O su megavideo.
            Averne una copia su un contenitore a mia
            disposizione è invece un BENEFIT soggetto al
            pagamento di una
            licenza.E allora cosa ci fanno i file nella cache del browser?

            Se è illegale, dimmi quale legge infrangerei.

            La legge, anzi LE leggi che TUTELANO i contratti
            (sono ben
            886).Come ti ho già detto, chi scarica non ha accettato nessun contratto con l'autore. E quindi non lo infrange.

            Oppure, non devi pagare... così come noi non

            dobbiamo pagare: ci vediamo il film, e poi alla

            fine diciamo "credo che non accetterò di
            comprare

            il biglietto". È la stessa

            cosa.

            No che non lo è: tu puoi scegliere se vedere un
            film o meno. Nessuno ti costringe a guardarlo e
            pagare.Anche tu potevi scegliere: nessuno ti ha costretto a cliccare sul mio messaggio. E tu sapevi bene che l'autore ero io. Nessuno ti aveva costretto a leggerlo.
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
        E' da quando esistono lucchetti che esistono quelli che li vogliono aprire per il gusto di farlo e quelli che li vogliono aprire perché criminali... hai presente le idee sullo stato di natura?
        • ruppolo scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: Jacopo Monegato
          E' da quando esistono lucchetti che esistono
          quelli che li vogliono aprire per il gusto di
          farlo e quelli che li vogliono aprire perché
          criminali...La natura dell'individuo in questione è la stessa.
          hai presente le idee sullo stato di
          natura?No, illuminami.
          • p4bl0 scrive:
            Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Jacopo Monegato

            E' da quando esistono lucchetti che esistono

            quelli che li vogliono aprire per il gusto di

            farlo e quelli che li vogliono aprire perché

            criminali...

            La natura dell'individuo in questione è la stessa.neanche per idea!se io a casa mia scassino i MIEI lucchetti per passare il tempo (o semplicemente perchè ne ho voglia) è ben diverso dallo scassinare i TUOI per svuotarti casa


            hai presente le idee sullo stato di

            natura?

            No, illuminami.
      • . . . scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
        - Scritto da: ruppolo
        Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure
        loro? Nonostante cultura e conoscenza siano
        pubbliche, loro chiedono soldi per
        impartirle.Questa ce la potevi anche risparmiare.L'educazione E' pubblica e l'insegnate viene stipendiato dallo stato, non dalla famiglia dell'alunno.A me o che tu non ti riferisca alle scuole private, ma in questo caso è una scelta della famiglia quella di pagare lo stipendio all'insegnante.Ed in ogni caso E' giusto che vengano retribuiti, perché loro sono (dovrebbero essere) una guida (quelli che lavorano bene s'intende), sei tu che ci devi mettere del tuo nello studio della materia.
        • ruppolo scrive:
          Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
          - Scritto da: . . .
          - Scritto da: ruppolo

          Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure

          loro? Nonostante cultura e conoscenza siano

          pubbliche, loro chiedono soldi per

          impartirle.

          Questa ce la potevi anche risparmiare.Purtroppo sto conversando con persone con capacità intellettuali molto sotto la media, pertanto gli esempi sono estremizzati e adattati alla bisogna.
          L'educazione E' pubblica e l'insegnate viene
          stipendiato dallo stato, non dalla famiglia
          dell'alunno.Lo stato pagante siamo tutti noi, non dimenticarlo.
          A me o che tu non ti riferisca alle scuole
          private, ma in questo caso è una scelta della
          famiglia quella di pagare lo stipendio
          all'insegnante.

          Ed in ogni caso E' giusto che vengano retribuiti,
          perché loro sono (dovrebbero essere) una guida
          (quelli che lavorano bene s'intende), sei tu che
          ci devi mettere del tuo nello studio della
          materia.Ovvio.Ripeto, l'esempio serve a far capire a persone poco dotate di cervello che farsi pagare per aiutare altre persone su compiti di natura immateriale non è "mercificazione della cultura".
      • giudice scrive:
        Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Persino gli utenti apple, che sono notoriamente

        meno addentro alle questioni tecniche e i piu'

        indottrinati dal marchio, sono consapevoli del

        millenario concetto che cio' che si acquista

        diventa cosa

        propria.

        Come siamo consapevoli che ciò che si noleggia
        non diventa cosa
        propria.tu l'iphone lo noleggi o lo compri?è una domanda per capire il tuo grado di stupidità


        E che delle proprie cose ognuno deve essere

        libero di disporre come piu' gli

        aggrada.



        Lucchetti, catene e drm non fanno altro che

        trasformare apple & c in moderni schiavisti che

        pretendono di togliere ai loro clienti le piu'

        basilari liberta'

        d'utilizzo.

        Lucchetti, catene, serrature, sono dispositivi
        che esistono da quando l'uomo ha capito che
        esistono i criminali: esseri simili ma privi del
        rispetto per il
        prossimo.non mi pare che una persona che compra il dispositivo possa essere considerato un criminale, un criminale non sborserebbe del danaro.a meno che tu non sia veramente cosi stupido da crederlo.


        Siccome ritengo un abominio la pratica di

        mercificare cultura e conoscenza,

        Beh ovvio, da buon parassita vorresti che fossero
        gli altri a farsi il
        XXXX.vuoi dire come fa apple quando viola i brevetti degli altri? o forse intendi che gli applefan che difendono apple in questa battaglia non riescono a capire perchè è giusto poter fare il JB? faziosità a parte ruppolo, sei sicuro di essere davvero cosi stupido da voler difendere apple ad ogni costo contro ogni vergogna che ti sta investendo? considera che se la gente potesse sputarti addosso a quest'ora saresti affogato per quanto sei idiota


        e quindi non

        posso tollerare che ci sia gente che
        venda

        le informazioni per XXXXXXXXXare apparecchi, ci

        sono solo due

        possibilita':



        o apple & c si mettono a vendere apparecchi

        liberi, oppure la rete deve pubblicare queste

        informazioni in modo da rendere la gente
        autonoma

        e non costringerla a rivolgersi a simili

        strozzini.

        Beh, e gli insegnanti non sono strozzini pure
        loro? Nonostante cultura e conoscenza siano
        pubbliche, loro chiedono soldi per
        impartirle.hai mai visto un insegnante che si avvicina ad un bambino chiedendogli del danaro per svolgere una lezione? a meno che tu non sia completamente rinXXXXXXXXto ed inebetito dubito che tu possa crederlo o si?
    • batman scrive:
      Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
      ti sfugge il fatto che il tizio si fa pagare NON per informazioni reperibili tranquillamente su internet, ma per ciò che fa.ma evidentemente non ci arrivi.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: La gente vuole possedere cio' che e' suo
      Non credo proprio che le venda le info per il XXXXXXXXX - che comunque si trovano in giro da anni - ma che semplicemente offra di fare il XXXXXXXXX a chi smanettone non è. Semplice consulenza, nessuna mercificazione.
Chiudi i commenti