Il chip neurosinaptico di IBM

Il colosso statunitense procede sulla strada del computing cognitivo con un nuovo chip "neurosinaptico", una CPU costruita con il silicio ma pensata per simulare il comportamento dei neuroni del cervello

Roma – Il nuovo processore cognitivo di IBM si chiama TrueNorth, utilizza una logica di calcolo completamente diversa da quelle delle tradizionali CPU anche se è stato costruito a partire dallo stesso materiale di base, e cioè il silicio.

TrueNorth è parte integrante del progetto SyNAPSE (Systems of Neuromorphic Adaptive Plastic Scalable Electronics), la ricerca di Big Blue che ha l’ambizioso obiettivo di simulare in digitale il funzionamento dei neuroni alla base di un cervello pensante.

Il processore TrueNorth è appunto composto da una rete di 4.096 core neurosinaptici indipendenti, dove ogni core include elementi dedicati al calcolo, alla memoria e alla comunicazione con gli altri core della rete-CPU. Tutti i core lavorano in parallelo, e IBM ha utilizzato 16 CPU TrueNorth per realizzare un supercomputer.

I core di TrueNorth sono in grado di riconoscere forme ed elementi caratteristici alla stessa maniera dei neuroni di un cervello, dice IBM, e in termini di complessità il chip ha a disposizione un milione di neuroni digitali contro i 100 miliardi di un cervello umano.

TrueNorth sarebbe in sostanza dotato del livello di intelligenza di un’ape da miele, con una capacità di calcolo che Big Blue stima in 46 miliardi di SOPS, o operazioni sinaptiche al secondo per Watt. Il progetto SyNAPSE vuole infatti realizzare un cervello digitale in grado di funzionare con un alto livello di efficienza energetica.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • I Love Piracy scrive:
    Epic Fail
    EPIC FAIL Immunicity resurrected by anti-censorship suppoters https://torrentfreak.com/immunicity-resurrected-by-anti-censorship-supporters-140810Police Intellectual Property Crime Unit... che sfigati. p)
  • ... scrive:
    BIMBIMINKIA E WALFARE!
    BIMBIMINKIA E WALFARE! [yt]lOg2IKM329o [/yt]
  • Allibito scrive:
    Mi sembra più che sensato.
    Se da sempre si dice che le sentenze vanno rispettate, vi pare normale che un sito reso irraggiungibile dall'autorità giudiziaria possa continuare indisturbato perchè qualcuno mette a disposizione il sistema per aggirare il blocco? Se si tolgono i sigilli per entrare in un locale sequestrato è così diverso? perchè guardate le cose sempre dal punto di vista della convenienza personale? In un paese civile degno di questo nome le regole vanno rispettate.
    • cicciobello scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      - Scritto da: Allibito
      Se da sempre si dice che le sentenze vanno
      rispettate, vi pare normale che un sito reso
      irraggiungibile dall'autorità giudiziaria possa
      continuare indisturbato perchè qualcuno mette a
      disposizione il sistema per aggirare il blocco?Se il blocco è fatto da capre, è naturale.
      • Allibito scrive:
        Re: Mi sembra più che sensato.
        - Scritto da: cicciobello
        - Scritto da: Allibito

        Se da sempre si dice che le sentenze vanno

        rispettate, vi pare normale che un sito reso

        irraggiungibile dall'autorità giudiziaria
        possa

        continuare indisturbato perchè qualcuno
        mette
        a

        disposizione il sistema per aggirare il
        blocco?

        Se il blocco è fatto da capre, è naturale.Scommetto che se bloccassero l'IP non faresti commenti... Se in altri paesi è consentito è giusto che per quelli sia visibile. E' sempre un reciproco rispetto delle regole.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          Infatti il blocco ip è cosi impenetrabile....
          • Lorenzo scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            se bloccano l'ip dall'italia resta raggiungibile perfettamente dal resto del mondo .
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Lorenzo
            se bloccano l'ip dall'italia resta raggiungibile
            perfettamente dal resto del mondo
            .Senza proxy?
          • Lorenzo scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            si senza proxy ... l'ip non puo' essere sequestrato ... solo i collegamenti dall'italia verso quell'ip dirottati .
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Lorenzo

            se bloccano l'ip dall'italia resta raggiungibile

            perfettamente dal resto del mondo

            .
            Senza proxy?Esatto, dal resto del mondo senza proxy.Se così non fosse non sarebbe raggiungibile dall'Italia neanche con il proxy, visto che il proxy da qualche parte dovrà pur trovarsi, e se da lì il sito è bloccato, non si riuscirà ad andarci lo stesso.Ecco perché la censura è stupida.L'unico modo per impedire ad un sito di funzionare è di spegnere fisicamente i server su cui si trova.Sempre che qualcuno non abbia predisposto dei backup che vadano su in automatico in casi del genere, magari situati dall'altra parte del mondo (TPB è così da anni).
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: Lorenzo


            se bloccano l'ip dall'italia resta
            raggiungibile


            perfettamente dal resto del mondo


            .

            Senza proxy?

            Esatto, dal resto del mondo senza proxy.
            Se così non fosse non sarebbe raggiungibile
            dall'Italia neanche con il proxy, visto che il
            proxy da qualche parte dovrà pur trovarsi, e se
            da lì il sito è bloccato, non si riuscirà ad
            andarci lo
            stesso.
            Ecco perché la censura è stupida.
            L'unico modo per impedire ad un sito di
            funzionare è di spegnere fisicamente i server su
            cui si
            trova.
            Sempre che qualcuno non abbia predisposto dei
            backup che vadano su in automatico in casi del
            genere, magari situati dall'altra parte del mondo
            (TPB è così da
            anni).Oppure bloccare i DNS e bastonare tutti quelli che tentano di aggirare una disposizione. :-)
          • bubba scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Lorenzo



            se bloccano l'ip dall'italia resta

            raggiungibile



            perfettamente dal resto del mondo



            .


            Senza proxy?



            Esatto, dal resto del mondo senza proxy.

            Se così non fosse non sarebbe raggiungibile

            dall'Italia neanche con il proxy, visto che il

            proxy da qualche parte dovrà pur trovarsi, e se

            da lì il sito è bloccato, non si riuscirà ad

            andarci lo

            stesso.

            Ecco perché la censura è stupida.

            L'unico modo per impedire ad un sito di

            funzionare è di spegnere fisicamente i server su

            cui si

            trova.

            Sempre che qualcuno non abbia predisposto dei

            backup che vadano su in automatico in casi del

            genere, magari situati dall'altra parte del
            mondo

            (TPB è così da

            anni).

            Oppure bloccare i DNS e bastonare tutti quelli
            che tentano di aggirare una disposizione.
            :-)Oppure preoccuparsi di qualcosa di dannoso per i contribuenti (che li "pagano"), invece di inquinare 'il sistema', dando retta alle paturnie degli hollywoodiani. Tipo questo http://punto-informatico.it/4117027/PI/News/epic-turla-spioni-russi-che-spiano-spie.aspx
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            Oppure bloccare i DNS e bastonare tutti quelli
            che tentano di aggirare una disposizione.
            :-)Non puoi neanche questo.Il DNS è autoritativo solo sui domini che gestisce direttamente.Su tutti gli altri ha lo stesso valore dell'elenco telefonico.Non dell'anagrafe o della banca dati della Questura, ma dell'elenco telefonico.E bada che sull'elenco telefonico uno ci può far scrivere quello che vuole...
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      Non è la stessa cosa, non sequestrano nulla, il sito è bello che funzionante e accessibile all'estero, vi prego è stato spiegato mille mila volte che l'oscuramente di un sito non è come il suo sequestro.
      • Allibito scrive:
        Re: Mi sembra più che sensato.
        - Scritto da: Sg@bbio
        Non è la stessa cosa, non sequestrano nulla, il
        sito è bello che funzionante e accessibile
        all'estero, vi prego è stato spiegato mille mila
        volte che l'oscuramente di un sito non è come il
        suo
        sequestro.Come ho già scritto milioni di volte, se un sito non infrange la legge del paese che lo ospita, è giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato dai paesi in cui quella stessa pratica è definita illegale.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          Come ho già scritto milioni di volte, se un sito
          non infrange la legge del paese che lo ospita, è
          giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato
          dai paesi in cui quella stessa pratica è definita
          illegale.Quindi giustifichi le censure degli stati dittatoriali come Cina e Iran ? Oltre al fatto che stai ignorando l'argomento principale, ovvero che tu dici che l'oscuramento verso un paese di un determinato simile è uguale al suo sequestro fisico.
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: Allibito


            Come ho già scritto milioni di volte, se un sito

            non infrange la legge del paese che lo ospita, è

            giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato

            dai paesi in cui quella stessa pratica è
            definita

            illegale.

            Quindi giustifichi le censure degli stati
            dittatoriali come Cina e Iran ? Oltre al fatto
            che stai ignorando l'argomento principale, ovvero
            che tu dici che l'oscuramento verso un paese di
            un determinato simile è uguale al suo sequestro
            fisico.Mai detta una cosa del genere. Sono due provvedimenti diversi e il secondo è impossibile da disporre in paesi stranieri.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Sg@bbio

            - Scritto da: Allibito




            Come ho già scritto milioni di volte, se un
            sito


            non infrange la legge del paese che lo
            ospita,
            è


            giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato


            dai paesi in cui quella stessa pratica è

            definita


            illegale.



            Quindi giustifichi le censure degli stati

            dittatoriali come Cina e Iran ? Oltre al fatto

            che stai ignorando l'argomento principale,
            ovvero

            che tu dici che l'oscuramento verso un paese di

            un determinato simile è uguale al suo sequestro

            fisico.
            Mai detta una cosa del genere. Sono due
            provvedimenti diversi e il secondo è impossibile
            da disporre in paesi
            stranieri.http://it.wikipedia.org/wiki/InterpolAh beh certo, <b
            SE IN QUEL PAESE NON E' REATO </b
            allora non si può fare.Infatti guarda caso quando censurano non seguono mai quella strada. Hanno paura di fare le figuracce a livello mondiale, di passare per dittatori che pretendono di comandare su tutto il pianeta e non solo sui loro territori...
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: Sg@bbio


            - Scritto da: Allibito






            Come ho già scritto milioni di
            volte, se
            un

            sito



            non infrange la legge del paese
            che
            lo

            ospita,

            è



            giusto che rimanga in piedi, ma
            venga
            oscurato



            dai paesi in cui quella stessa
            pratica
            è


            definita



            illegale.





            Quindi giustifichi le censure degli
            stati


            dittatoriali come Cina e Iran ? Oltre
            al
            fatto


            che stai ignorando l'argomento
            principale,

            ovvero


            che tu dici che l'oscuramento verso un
            paese
            di


            un determinato simile è uguale al suo
            sequestro


            fisico.

            Mai detta una cosa del genere. Sono due

            provvedimenti diversi e il secondo è
            impossibile

            da disporre in paesi

            stranieri.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Interpol
            Ah beh certo, <b
            SE IN QUEL PAESE NON E'
            REATO </b
            allora non si può
            fare.
            Infatti guarda caso quando censurano non seguono
            mai quella strada. Hanno paura di fare le
            figuracce a livello mondiale, di passare per
            dittatori che pretendono di comandare su tutto il
            pianeta e non solo sui loro
            territori...Se il reato è internazionale, certo.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Sg@bbio



            - Scritto da: Allibito








            Come ho già scritto milioni di

            volte, se

            un


            sito




            non infrange la legge del paese

            che

            lo


            ospita,


            è




            giusto che rimanga in piedi, ma

            venga

            oscurato




            dai paesi in cui quella stessa

            pratica

            è



            definita




            illegale.







            Quindi giustifichi le censure degli

            stati



            dittatoriali come Cina e Iran ? Oltre

            al

            fatto



            che stai ignorando l'argomento

            principale,


            ovvero



            che tu dici che l'oscuramento verso un

            paese

            di



            un determinato simile è uguale al suo

            sequestro



            fisico.


            Mai detta una cosa del genere. Sono due


            provvedimenti diversi e il secondo è

            impossibile


            da disporre in paesi


            stranieri.



            http://it.wikipedia.org/wiki/Interpol

            Ah beh certo, <b
            SE IN QUEL PAESE NON E'

            REATO </b
            allora non si può

            fare.

            Infatti guarda caso quando censurano non seguono

            mai quella strada. Hanno paura di fare le

            figuracce a livello mondiale, di passare per

            dittatori che pretendono di comandare su tutto
            il

            pianeta e non solo sui loro

            territori...
            Se il reato è internazionale, certo.Non esiste il "reato internazionale", tranne quelli riguardanti le guerre, commessi da uno stato nei confronti di un altro stato, che rispondono, in linea di massima, al tribunale militare dell'ONU...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 agosto 2014 02.54-----------------------------------------------------------
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: Sg@bbio

          Non è la stessa cosa, non sequestrano nulla, il

          sito è bello che funzionante e accessibile

          all'estero, vi prego è stato spiegato mille mila

          volte che l'oscuramente di un sito non è come il

          suo

          sequestro.
          Come ho già scritto milioni di volte, se un sito
          non infrange la legge del paese che lo ospita, è
          giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato
          dai paesi in cui quella stessa pratica è definita
          illegale.Non si capisce perché un sito debba rispondere alle leggi di tutto il mondo (pena l'oscuramento) quando nel suo paese è assolutamente legale.Si criticava tanto la Cina, Cuba e la Corea del Nord che censurano i siti dei dissidenti, e ora si sta facendo lo stesso.Nessuna scusa è buona per censurare.Se un sito è illegale, deve esserlo (illegale) nel posto dove si trova (o dove si trova chi lo gestisce). In caso contrario DEVE essere accesssibile DA TUTTO IL PIANETA, altrimenti chi impedisce ciò è una XXXXX ignorante ed è giusto porre in atto tutto il possibile per rendere l'operato della XXXXX ignorante del tutto inutile ed anche controproducente (perché la gente sta imparando, e poi voglio capire come faranno...).Il protocollo TCP/IP è stato creato APPOSTA per resistere ad ogni tentativo di censura.Se non vi sta bene, cari censori dei miei stivali, prendetevela con la guerra fredda, che tra l'altro voleste sempre voi...
        • I Love Piracy scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.

          Come ho già scritto milioni di volte, se un sito
          non infrange la legge del paese che lo ospita, è
          giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato
          dai paesi in cui quella stessa pratica è definita
          illegale ma giusta FixedEd essendo la legalità subordinata alla giustizia, la pratica deve essere resa legale.Solved p)
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: I Love Piracy

            Come ho già scritto milioni di volte, se un sito

            non infrange la legge del paese che lo ospita, è

            giusto che rimanga in piedi, ma venga oscurato

            dai paesi in cui quella stessa pratica è
            definita

            illegale ma giusta

            Fixed

            Ed essendo la legalità subordinata alla
            giustizia, la pratica deve essere resa
            legale.

            Solved

            p)Forse volevi dire che la pratica illegale va perseguita... ora ci capiamo.Non è che possiamo decidere noi, in base ai bisogni cosa deve essere legalizzato.
    • Lorenzo scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      Mi sembra completamente fuori di senno invece , il proxy di per se e' neutro, tra un po' vieteranno internet , le linee telefoniche ed il libero pensiero ... e qualcuno li difendera' anche !
      • Allibito scrive:
        Re: Mi sembra più che sensato.
        - Scritto da: Lorenzo
        Mi sembra completamente fuori di senno invece ,
        il proxy di per se e' neutro, tra un po'
        vieteranno internet , le linee telefoniche ed il
        libero pensiero ... e qualcuno li difendera'
        anche
        !Riesci ad immaginare un mondo in cui tutti coloro che rispettano le regole siano liberi di fare tutto quello che vogliono, mentre un controllo continuo impedisce a chi non le rispetta di avere vita facile.nessuno vuole vietare nulla, si vuole solo impedire di aggirare disposizioni di un giudice. Se si accettano le sentenze PRO si deve fare altrettanto per quelle CONTRO.
        • Etype scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          Riesci ad immaginare un mondo in cui tutti coloro
          che rispettano le regole siano liberi di fare
          tutto quello che voglionoè non è il caso reale....
          mentre un controllo
          continuo impedisce a chi non le rispetta di avere
          vita
          facile.anche qui non è il caso reale + le forze dell'ordine sono sempre inferiori rispetto a chi compie un crimine,ma,la cosa più bella è che possono agire solo per vie legali cosa che invece il criminale se ne frega altamente.
          nessuno vuole vietare nullae quello nell'articolo come lo chiami ?Dai per scontato che chiunque usi un proxy stia facendo qualcosa di illegale..
          si vuole solo
          impedire di aggirare disposizioni di un giudice.Che nella vita reale sono carta straccia,in particolar modo in ambito informatico dove conta l'abilità dell'utente non quello che ordina il giudice.
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Allibito

            Riesci ad immaginare un mondo in cui tutti
            coloro

            che rispettano le regole siano liberi di fare

            tutto quello che vogliono

            è non è il caso reale....


            mentre un controllo

            continuo impedisce a chi non le rispetta di
            avere

            vita

            facile.

            anche qui non è il caso reale + le forze
            dell'ordine sono sempre inferiori rispetto a chi
            compie un crimine,ma,la cosa più bella è che
            possono agire solo per vie legali cosa che invece
            il criminale se ne frega
            altamente.


            nessuno vuole vietare nulla

            e quello nell'articolo come lo chiami ?
            Dai per scontato
            che chiunque usi un proxy stia facendo qualcosa
            di
            illegale..


            si vuole solo

            impedire di aggirare disposizioni di un
            giudice.

            Che nella vita reale sono carta straccia,in
            particolar modo in ambito informatico dove conta
            l'abilità dell'utente non quello che ordina il
            giudice.Ma dove vivi, in una foresta vergine? Che c'entrano le abilità del'utente con la legge, se si dispone un provvedimento si deve rispettare a prescindere dalle abilità dell'utente. Se poi ti senti + furbo e poi ti bastonano, i cattivi non solo quelli col bastone.
          • Etype scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Allibito
            Ma dove vivi, in una foresta vergine?Non sarebbe una foresta vergine allora,non trovi ? :D
            Che c'entrano le abilità del'utente con la legge, se
            si dispone un provvedimento si deve rispettare a
            prescindere dalle abilità dell'utente.Si in teoria,nella vita reale faccio quel che voglio,lo sai benissimo che è così.Quindi dovrei rispettare un provvedimento anche se vivo in uno stato tiranno ?
            Se poi ti
            senti + furbo e poi ti bastonanosto dicendos solo che la differenza la fa l'utente con le sue conoscenze, non un giudice con la sentenza X
            i cattivi non
            solo quelli col
            bastone.Non sei GetReal vero ? :D
        • Lorenzo scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          si lo immagino ... si chiama tirannia, appena esprimi un pensiero fuori dagli schemi permessi vieni eliminato .
          • Allibito scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            - Scritto da: Lorenzo
            si lo immagino ... si chiama tirannia, appena
            esprimi un pensiero fuori dagli schemi permessi
            vieni eliminato
            .Qui non si parla di libertà di pensiero, evitiamo di intorbidire l'acqua, qui si parla di reati che è ben altra cosa. Non c'entra nulla la tirannia.
          • Lorenzo scrive:
            Re: Mi sembra più che sensato.
            invece purtroppo si parla anche di liberta' di pensiero ...
        • bubba scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: Lorenzo

          Mi sembra completamente fuori di senno invece ,

          il proxy di per se e' neutro, tra un po'

          vieteranno internet , le linee telefoniche ed il

          libero pensiero ... e qualcuno li difendera'

          anche

          !
          Riesci ad immaginare un mondo in cui tutti coloro
          che rispettano le regole siano liberi di fare
          tutto quello che vogliono, mentre un controllo
          continuo impedisce a chi non le rispetta di avere
          vita
          facile.
          nessuno vuole vietare nulla, si vuole solo
          impedire di aggirare disposizioni di un giudice.
          Se si accettano le sentenze PRO si deve fare
          altrettanto per quelle
          CONTRO.gh... ma almeno leggi quello che scrivi? sei da TSO......
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          nessuno vuole vietare nulla, si vuole solo
          impedire di aggirare disposizioni di un giudice.Forse volevi dire un magistrato, perché le disposizioni che tu difendi sono di PM e quasi mai di giudici.Tipo quel PM che ha fatto bloccare MAIL.RU ed è stato preso a pernacchi da un giudice (non un PM, un giudice) che l'ha fatto sbloccare?
        • abc scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          Riesci ad immaginare un mondo in cui tutti coloro
          che rispettano le regole siano liberi di fare
          tutto quello che vogliono, mentre un controllo
          continuo impedisce a chi non le rispetta di avere
          vita facile.Il mondo degli unicorni alati e degli arcobaleni eterni?Torna coi piedi per terra: la realtà non è, e non sarà mai così.La gente rispetterà sempre e solo ciò che gli è conveniente rispettare.Tra l'altro, non si capisce per quale motivo uno dovrebbe essere costretto a rispettare qualcosa che gli è sconveniente...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Mi sembra più che sensato.
          - Scritto da: Allibito
          nessuno vuole vietare nulla, si vuole solo
          impedire di aggirare disposizioni di un giudice.Diglielo a questi:https://www.eff.org
          Se si accettano le sentenze PRO si deve fare
          altrettanto per quelle CONTRO.Come quelle del giudice (non PM, ma <b
          GIUDICE </b
          , e c'è differenza) che ha SBLOCCATO mail.ru dicendo che non era stato neanche contattato da Wider Film PRIMA di sporgere denuncia?
    • gnammolo scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      certo che non avrei mai sperato di doverlo scrivere e spiegare: è come se tu arresti quelli di google perché con il loro motore di ricerca hai trovato materiale piratato.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      - Scritto da: Allibito
      Se da sempre si dice che le sentenze vanno
      rispettate, vi pare normale che un sito reso
      irraggiungibile dall'autorità giudiziaria possa
      continuare indisturbato perchè qualcuno mette a
      disposizione il sistema per aggirare il blocco?Sì perché non è "il sistema per aggirare il blocco".https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202372703627128&set=a.1472623623763.65092.1478845911&type=3&permPage=1
      Se si tolgono i sigilli per entrare in un locale
      sequestrato è così diverso?Se i sigilli sono alla porta principale e tu entri dalla porta di servizio non stai violando nulla.
      perchè guardate le
      cose sempre dal punto di vista della convenienza
      personale?Perché è stupido mettere i sigilli solo alla porta principale e pretendere che la porta di servizio non venga usata.Ed è stupido pretendere di mettere i sigilli anche ad una porta di servizio che NON E' SIGILLABILE.
      In un paese civile degno di questo
      nome le regole vanno rispettate.Le regole, se il sito è all'estero, sono contattare l'INTERPOL o l'AMBASCIATA e chiedere ALLO STATO ESTERO di intervenire.A quel punto, se lo stato estero lo riterrà opportuno, verranno sequestrati i server.Se invece il sito non commette alcun reato per quello stato estero e quindi continuerà a rimanere online, non si capisce perché debba rispondere alla legge italiana.Tua moglie gira senza il burqa, perché non risponde alla legge iraniana?
    • collione scrive:
      Re: Mi sembra più che sensato.
      - Scritto da: Allibito
      irraggiungibile dall'autorità giudiziaria possa
      continuare indisturbato perchè qualcuno mette a
      disposizione il sistema per aggirare il blocco?vedi, nel diritto civile e penale esiste una differenza tra ciò che è espressamente creato per certi scopi ( una pistola è fatta per ammazzare ) e ciò che può abusato per raggiungere certi scopi ( un coltello da cucina è fatto per tagliare il pane, non la gola di un poveraccio )qui ci troviamo nel secondo caso ( per chiunque sappia esattamente come funziona un proxy ), per cui la condanna è assolutamente impropria, oltre che in aperta violazione delle norme europee sulla fornitura di servizi telematici
      Se si tolgono i sigilli per entrare in un locale
      sequestrato è così diverso? perchè guardate lee che c'enta con un proxy? ripeto, il proxy si trova nella seconda fattispecie, tu stai citando un fatto che invece si trova nella prima
      cose sempre dal punto di vista della convenienza
      personale? In un paese civile degno di questo
      nome le regole vanno
      rispettate.e le regole vanno fatte dalla maggioranza e non dalle major
  • prova123 scrive:
    UK come la Cina
    come da topic!
    • collione scrive:
      Re: UK come la Cina
      no peggioalmeno i cinesi non dicono che lo fanno per proteggere i poveri bambini indifesi o i poveri oligarchi del copyright
      • Allibito scrive:
        Re: UK come la Cina
        - Scritto da: collione
        no peggio

        almeno i cinesi non dicono che lo fanno per
        proteggere i poveri bambini indifesi o i poveri
        oligarchi del
        copyrightLe regole, si fanno solo rispettare le regole. Lo so che è una cosa difficile da capire ma una società è fondata su regole e non puoi pensare che vengano rispettate solo quelle che fanno comodo a te.
        • Etype scrive:
          Re: UK come la Cina
          Quali regole ? :D
        • Lorenzo scrive:
          Re: UK come la Cina
          se la maggioranza della polopolazione non rispetta una regola e' ovvio e palese che quella regola e' sbagliata o percepita come tale .
          • Allibito scrive:
            Re: UK come la Cina
            - Scritto da: Lorenzo
            se la maggioranza della polopolazione non
            rispetta una regola e' ovvio e palese che quella
            regola e' sbagliata o percepita come tale
            .Quindi se si passasse al 51% di evasori fiscali, dovrebbero togliere le tasse? Ho capito bene?
          • collione scrive:
            Re: UK come la Cina
            Populus delinquere non potestMassima del diritto romano che esprime il concetto scritto dall'amico sopra.Le regole le fa la maggioranza non le major. E in democrazia poi!!!
          • Lorenzo scrive:
            Re: UK come la Cina
            Se non toglierle quantomeno ripensarle ! Le tasse non sono tributi a fondo perduto sono un contributo per cui si ricevono in cambio una serie di servizi , ordine pubblico sanita' previdenza sociale ecc ... Se il 51% non le paga vuol dire che i servizi non vengono erogati come si deve ...
          • Giulia scrive:
            Re: UK come la Cina

            Quindi se si passasse al 51% di evasori fiscali,
            dovrebbero togliere le tasse? Ho capito
            bene?E' gia sucXXXXX (vedi rivoluzione francese), ovviamente salterebbero parecchi teste(e non solo in senso metaforico), ma un rinnovamento violento della classe dirigente non e' sempre un male assoluto.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: UK come la Cina
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Lorenzo

            se la maggioranza della polopolazione non

            rispetta una regola e' ovvio e palese che quella

            regola e' sbagliata o percepita come tale

            .
            Quindi se si passasse al 51% di evasori fiscali,
            dovrebbero togliere le tasse? Ho capito
            bene?Il fatto che TU sia un evasore fiscale non toglie il fatto che la stragrande maggioranza della popolazione (che sono pensionati o dipendenti) si trovano a pagare le tasse.
          • pippo75 scrive:
            Re: UK come la Cina
            - Scritto da: Lorenzo
            se la maggioranza della polopolazione non
            rispetta una regola e' ovvio e palese che quella
            regola e' sbagliata o percepita come tale
            .Lo dicono anche i politici, se il 90% di loro ruba soldi vuol dire che deve essere giusto cosi.Se il 90% o oltre delle persone non ha senso critico vuole dire che avercelo deve essere sbagliato.E' ovvio.
          • Lorenzo scrive:
            Re: UK come la Cina
            il 90% dei politici e' ben lontano dal 51% della popolazione ...
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Aggirare la censura è giusto a patto che non si violi il copyright, altrimenti è giusto che vengano arrestati quelli che agevolano la violazione. Il copyright va difeso a qualsiasi costo! @^
    • abc scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Aggirare la censura è giusto a patto che non si
      violi il copyright, altrimenti è giusto che
      vengano arrestati quelli che agevolano la
      violazione.Il problema è che aggirando la censura in generale, necessariamente aggiri anche quella imposta contro le violazioni di copyright (caso particolare).Ma la cosa è incidentale, nel senso che i proxy non esistono al solo ed unico fine di "agevolare" la pirateria.Tu e Andy dovreste riflettere un attimo prima di parlare.
      • Allibito scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: abc
        - Scritto da: Pianeta Video


        Aggirare la censura è giusto a patto che non si

        violi il copyright, altrimenti è giusto che

        vengano arrestati quelli che agevolano la

        violazione.

        Il problema è che aggirando la censura in
        generale, necessariamente aggiri anche quella
        imposta contro le violazioni di copyright (caso
        particolare).
        Ma la cosa è incidentale, nel senso che i proxy
        non esistono al solo ed unico fine di "agevolare"
        la
        pirateria.
        Tu e Andy dovreste riflettere un attimo prima di
        parlare.Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un proxy se non per aggirare disposizioni della magistratura o rendere meno identificabile un IP? Descrivimi uno scopo legale e trasparente.
        • cucu cucu scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Allibito
          Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un
          proxy se non per aggirare disposizioni della
          magistratura o rendere meno identificabile un IP?
          Descrivimi uno scopo legale e
          trasparente.Forse ad aggirare la censura nei paesi antidemocratici? E magari anche in Italia, la "culla della democrazia"... ;)
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: cucu cucu
            - Scritto da: Allibito


            Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un

            proxy se non per aggirare disposizioni della

            magistratura o rendere meno identificabile un
            IP?

            Descrivimi uno scopo legale e

            trasparente.

            Forse ad aggirare la censura nei paesi
            antidemocratici? E magari anche in Italia, la
            "culla della democrazia"...
            ;)Da noi a me sembra che ci sia anche troppa tolleranza, per rispettare libertà o privacy spesso non si interviene come sarebbe giusto fare.
          • ... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            Da noi a me sembra che ci sia anche troppa
            tolleranza, per rispettare libertà o privacy
            spesso non si interviene come sarebbe giusto
            fareNon sono d'accordo con quello che dici.
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Allibito

            Da noi a me sembra che ci sia anche troppa

            tolleranza, per rispettare libertà o privacy

            spesso non si interviene come sarebbe giusto

            fare

            Non sono d'accordo con quello che dici.Libero di non essere d'accordo ma non vuol dire che che sia giusto il tuo pensiero e sbagliato il mio. Vorrei solo che si fosse più obiettivi e non chiamare la polizia se qualcuno ti ruba le mele dal giardino e poi sentirsi liberi di rubare opere altrui. le regole fanno bene a tutti oppure scegliamo l'anarchia completa, accettare solo le regole che ci fanno comodo è un tantino disonesto.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            Ci mancava il paragone fallato tra i beni fisici e i beni immateriali riproducibili all'infinito.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Allibito


            Da noi a me sembra che ci sia anche troppa


            tolleranza, per rispettare libertà o
            privacy


            spesso non si interviene come sarebbe
            giusto


            fare



            Non sono d'accordo con quello che dici.
            Libero di non essere d'accordo ma non vuol dire
            che che sia giusto il tuo pensiero e sbagliato il
            mio. Vorrei solo che si fosse più obiettivi e non
            chiamare la polizia se qualcuno ti ruba le mele
            dal giardino e poi sentirsi liberi di rubare
            opere altrui.Se qualcuno prende i semi lasciando le mele al loro posto e permettendo anche a me di avere i semi, e si fa crescere il melo con i semi delle mie mele, io non ho nulla in contrario, non riesco proprio a capire perché tu o le major dobbiate pretendere che i semi delle mele li dobbiate usare soltanto voi.Noi non rubiamo niente, le mele rimangono a te, a noi bastano i semi per far crescere le mele da soli perché abbiamo il terreno, l'acqua e la tecnologia per farlo, e non capiamo perché dobbiamo pagare voi per usare il vostro terreno, la vostra acqua e la vostra tecnologia.
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: ...


            - Scritto da: Allibito



            Da noi a me sembra che ci sia
            anche
            troppa



            tolleranza, per rispettare libertà
            o

            privacy



            spesso non si interviene come
            sarebbe

            giusto



            fare





            Non sono d'accordo con quello che dici.

            Libero di non essere d'accordo ma non vuol
            dire

            che che sia giusto il tuo pensiero e
            sbagliato
            il

            mio. Vorrei solo che si fosse più obiettivi
            e
            non

            chiamare la polizia se qualcuno ti ruba le
            mele

            dal giardino e poi sentirsi liberi di rubare

            opere altrui.

            Se qualcuno prende i semi lasciando le mele al
            loro posto e permettendo anche a me di avere i
            semi, e si fa crescere il melo con i semi delle
            mie mele, io non ho nulla in contrario, non
            riesco proprio a capire perché tu o le major
            dobbiate pretendere che i semi delle mele li
            dobbiate usare soltanto
            voi.
            Noi non rubiamo niente, le mele rimangono a te, a
            noi bastano i semi per far crescere le mele da
            soli perché abbiamo il terreno, l'acqua e la
            tecnologia per farlo, e non capiamo perché
            dobbiamo pagare voi per usare il vostro terreno,
            la vostra acqua e la vostra
            tecnologia.Peccato che ancora non sei arrivato a capire la differenza tra un disco di plastica e un'opera d'ingegno, quando colmerai questa lacuna ne possiamo riparlare.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: ...



            - Scritto da: Allibito




            Da noi a me sembra che ci sia

            anche

            troppa




            tolleranza, per rispettare
            libertà

            o


            privacy




            spesso non si interviene come

            sarebbe


            giusto




            fare







            Non sono d'accordo con quello che
            dici.


            Libero di non essere d'accordo ma non vuol

            dire


            che che sia giusto il tuo pensiero e

            sbagliato

            il


            mio. Vorrei solo che si fosse più obiettivi

            e

            non


            chiamare la polizia se qualcuno ti ruba le

            mele


            dal giardino e poi sentirsi liberi di
            rubare


            opere altrui.



            Se qualcuno prende i semi lasciando le mele al

            loro posto e permettendo anche a me di avere i

            semi, e si fa crescere il melo con i semi delle

            mie mele, io non ho nulla in contrario, non

            riesco proprio a capire perché tu o le major

            dobbiate pretendere che i semi delle mele li

            dobbiate usare soltanto

            voi.

            Noi non rubiamo niente, le mele rimangono a te,
            a

            noi bastano i semi per far crescere le mele da

            soli perché abbiamo il terreno, l'acqua e la

            tecnologia per farlo, e non capiamo perché

            dobbiamo pagare voi per usare il vostro terreno,

            la vostra acqua e la vostra

            tecnologia.

            Peccato che ancora non sei arrivato a capire la
            differenza tra un disco di plastica e un'opera
            d'ingegno, quando colmerai questa lacuna ne
            possiamo riparlare.L'opera è di chi l'ha creata (e non di chi l'ha pubblicata o di chi la vende). Io mi limito ad ascoltarla, mica dico che l'ho fatta io.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            Ma se oscurano a caso interi siti web quando è più semplice contattare i gestori del servizio per rimuovere certe cose!
          • Lorenzo scrive:
            Re: ...
            come il maggior provider email russo bloccato per due film ?Anzi ancora meglio ... bloccato senza avvisarli ?
          • Pianeta Video scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Lorenzo
            come il maggior provider email russo bloccato per
            due film
            ?
            Anzi ancora meglio ... bloccato senza avvisarli ?Se questo è servito a fermare anche un solo pirata, ben venga! La pirateria va fermata senza tante manfrine! @^
          • Lorenzo scrive:
            Re: ...
            Non ha bloccato nessun pirata ... in compenso ha fatto un sacco di danni economici a servizi ed utenti legali ...
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Lorenzo
            come il maggior provider email russo bloccato per
            due film
            ?
            Anzi ancora meglio ... bloccato senza avvisarli ?Senza avvisarlo lo dici tu, esistono procedure ben precise che prevedono l'obbligo di contattare i responsabili del sito e chiedere la rimozione dei file incriminati. Solo dopo nessuna risposta o risposta negativa, si passa alla fase successiva. Chi non rispetta le regole sta dall'altra parte, non certo da quella che vuole farle rispettare.
          • Lorenzo scrive:
            Re: ...
            Infatti quelli di mail.ru sono cascati dalle nuvole !svegliaaaaa !
          • Sg@bbio scrive:
            Re: ...
            A dire il vero hanno oscurato senza avvisare nulla, la tipica prassi italiana, come fecero anche con altri siti, che senza un DNS alternativo, non li puoi visitare.Vogliamo parlare di quando azzopparono un server d'imageshack o mezzo tumblr per una presunta immagine pedoXXXXXgrafica, senza avvisare i gestori ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Lorenzo

            come il maggior provider email russo bloccato
            per

            due film

            ?

            Anzi ancora meglio ... bloccato senza avvisarli
            ?
            Senza avvisarlo lo dici tu,No, "senza avvisarlo" lo hanno detto quelli che hanno fatto la denuncia. Si sono messi a fare la denuncia direttamente.LO HANNO DETTO LORO (sulla loro pagina Facebook).https://www.facebook.com/wider.films/posts/683079748438659?comment_id=683135758433058&offset=0&total_comments=8"Wider si è limitata a segnalare alle autorità postali italiane l'indebita pubblicazione di alcuni suoi titoli online con sottotitolazione italiana su diversi siti principalmente stranieri. In seguito - apprendiamo da organi di stampa - la Procura di Roma - nella sua piena autonomia - si è attivata per procedere all'oscuramento in tutto o in parte di questi siti."La stessa mail.ru inoltre ha detto di non essere mai stata contattata ed è dovuta ricorrere ad avvocati stranieri (PAGANDOLI e spero vivamente che abbiano richiesto i danni a WIDER FILM) per far rimuovere un blocco causato da INCOMPETENZA TERRITORIALE (se una procura italiana ravvisa un reato commesso all'estero deve limitarsi a contattare l'INTERPOL o l'AMBASCIATA e non certo censurare senza nemmeno che ci sia la certezza del reato, cosa che può accertare esclusivamente lo stato estero dove il sito è registrato, secondo le proprie leggi).Quindi tu sei in palese malafede.
            esistono procedure
            ben precise che prevedono l'obbligo di contattare
            i responsabili del sito e chiedere la rimozione
            dei file incriminati.Peccato che non l'abbiano fatto.
            Solo dopo nessuna risposta
            o risposta negativa, si passa alla fase
            successiva.Peccato che non l'abbiano fatto.AMMESSO DA PARTE DI WIDER FILM E DA PARTE DI MAIL.RU.
            Chi non rispetta le regole sta
            dall'altra parte,No, chi non rispetta le regole sono stati WIDER FILM E LA PROCURA.Cioè quelli che "pretendono" si rispettino le regole sono stati i primi a non rispettarle.E noi dovremmo permettere che LORO, persone che NON rispettano le regole, decidano dove NOI possiamo andare su internet?L'unica risposta diventa questa:https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202372703627128&set=a.1472623623763.65092.1478845911&type=3&permPage=1
            non certo da quella che vuole
            farle rispettare.MAIL.RU, in questo caso, ha preteso che venissero rispettate.E WIDER FILM, come la PROCURA, hanno PERSO perché un giudice terzo ha riconosciuto che avevano <b
            TORTO MARCIO </b
            .Stavi parlando di regole da rispettare, no?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 agosto 2014 16.07-----------------------------------------------------------
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            Modificato dall' autore il 12 agosto 2014 16.07
            --------------------------------------------------Non sei molto informato. La rimozione non la richiede il detentore dei diritti ma l'organo preposto a tutelarli. Ti basterebbe dare un'occhiata al sito dell'Agcom per vedere tutte le procedure in corso e quante vengono archiviate per avvenuta rimozione dei file incriminati.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Lorenzo



            come il maggior provider email russo

            bloccato


            per



            due film



            ?



            Anzi ancora meglio ... bloccato senza

            avvisarli


            ?


            Senza avvisarlo lo dici tu,



            No, "senza avvisarlo" lo hanno detto quelli che

            hanno fatto la denuncia. Si sono messi a fare la

            denuncia

            direttamente.

            LO HANNO DETTO LORO (sulla loro pagina
            Facebook).


            https://www.facebook.com/wider.films/posts/6830797

            "Wider si è limitata a segnalare alle autorità

            postali italiane l'indebita pubblicazione di

            alcuni suoi titoli online con sottotitolazione

            italiana su diversi siti principalmente

            stranieri. In seguito - apprendiamo da organi di

            stampa - la Procura di Roma - nella sua piena

            autonomia - si è attivata per procedere

            all'oscuramento in tutto o in parte di questi

            siti."



            La stessa mail.ru inoltre ha detto di non essere

            mai stata contattata ed è dovuta ricorrere ad

            avvocati stranieri (PAGANDOLI e spero vivamente

            che abbiano richiesto i danni a WIDER FILM) per

            far rimuovere un blocco causato da INCOMPETENZA

            TERRITORIALE (se una procura italiana ravvisa un

            reato commesso all'estero deve limitarsi a

            contattare l'INTERPOL o l'AMBASCIATA e non certo

            censurare senza nemmeno che ci sia la certezza

            del reato, cosa che può accertare esclusivamente

            lo stato estero dove il sito è registrato,

            secondo le proprie

            leggi).



            Quindi tu sei in palese malafede.




            esistono procedure


            ben precise che prevedono l'obbligo di

            contattare


            i responsabili del sito e chiedere la

            rimozione


            dei file incriminati.



            Peccato che non l'abbiano fatto.




            Solo dopo nessuna risposta


            o risposta negativa, si passa alla fase


            successiva.



            Peccato che non l'abbiano fatto.

            AMMESSO DA PARTE DI WIDER FILM E DA PARTE DI

            MAIL.RU.




            Chi non rispetta le regole sta


            dall'altra parte,



            No, chi non rispetta le regole sono stati WIDER

            FILM E LA

            PROCURA.

            Cioè quelli che "pretendono" si rispettino le

            regole sono stati i primi a non

            rispettarle.

            E noi dovremmo permettere che LORO, persone che

            NON rispettano le regole, decidano dove NOI

            possiamo andare su

            internet?

            L'unica risposta diventa questa:


            https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1020237270




            non certo da quella che vuole


            farle rispettare.



            MAIL.RU, in questo caso, ha preteso che
            venissero

            rispettate.

            E WIDER FILM, come la PROCURA, hanno PERSO
            perché

            un giudice terzo ha riconosciuto che avevano

            <b
            TORTO MARCIO </b


            .

            Stavi parlando di regole da rispettare, no?


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 12 agosto 2014 16.07


            --------------------------------------------------


            Non sei molto informato. La rimozione non la
            richiede il detentore dei diritti ma l'organo
            preposto a tutelarli.http://en.wikipedia.org/wiki/DMCA
            Ti basterebbe dare
            un'occhiata al sito dell'Agcom per vedere tutte
            le procedure in corso e quante vengono archiviate
            per avvenuta rimozione dei file
            incriminati.Infatti l'Agcom non ha nessuna tutela giuridica per fare quella roba, visto che dovrebbe proteggere la libertà nelle comunicazioni, non il copyright (che è una LIMITAZIONE della libertà).https://www.youtube.com/watch?v=GK2vLQl6saI"La libertà di chi? La libertà dei produttori di contenuti?"
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: cucu cucu

            - Scritto da: Allibito




            Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un


            proxy se non per aggirare disposizioni della


            magistratura o rendere meno identificabile un

            IP?


            Descrivimi uno scopo legale e


            trasparente.



            Forse ad aggirare la censura nei paesi

            antidemocratici? E magari anche in Italia, la

            "culla della democrazia"...

            ;)
            Da noi a me sembra che ci sia anche troppa
            tolleranza, per rispettare libertà o privacy
            spesso non si interviene come sarebbe giusto
            fare.http://censura.bofh.it/elenchi.htmlDa cui si evince:1) In almeno un terzo dei siti lì indicati non è stato commesso alcun reato.2) In almeno un altro terzo, i siti non sono più esistenti da tempo (spesso lo erano già al momento della censura) eppure il provvedimento continua a rimanere.3) Alcuni dei siti (come ibld.net) sono stati censurati senza una legge che autorizzasse detta censura e senza nemmeno che un giudice abbia autorizzato detta censura.4) In NESSUNO dei siti lì indicati si è arrivati ad una condanna definitiva (e i primi siti censurati risalgono a SETTE anni fa).5) La lista dei siti censurati dall'AAMS include tutti siti che non violano alcuna legge, né italiana né europea.6) La lista parziale uscita su wikileaks riguardante i siti censurati dal CNCPO include centinaia di siti che con la pedoXXXXXgrafia non hanno nulla a che vedere, la stragrande maggioranza sono normalissimi siti XXXXXgrafici (con adulti), in alcuni casi addirittura censurarono server generici di siti di image hosting (come il server n.5 di imageshack, poi tolto dall'elenco).
        • Lorenzo scrive:
          Re: ...
          Serve anche a bypassare un routing difettoso ... E da quando in qua nascondere un ip per la privacy e' diventato reato ?
          • Allibito scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Lorenzo
            Serve anche a bypassare un routing difettoso ...
            E da quando in qua nascondere un ip per la
            privacy e' diventato reato
            ?Da quando esistono i documenti d'identità e le targhe delle auto. pensare che c'è chi vorrebbe un numero identificativo dei cellerini... Un peso, due misure, come sempre.
          • Lorenzo scrive:
            Re: ...
            Parliamoci chiaro ... i reati sono quelli contemplati nel codice penale ... non quelli che tu pensi siano reato ! Tra l'altro oscurare una targa non e' reato , e' un illecito amministrativo !
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Lorenzo

            Serve anche a bypassare un routing difettoso
            ...


            E da quando in qua nascondere un ip per la

            privacy e' diventato reato

            ?
            Da quando esistono i documenti d'identitàSai che non c'è nessun obbligo di portarseli dietro?
        • PinguinoCattivo scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Allibito
          Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un
          proxy se non per aggirare disposizioni della
          magistratura o rendere meno identificabile un IP?
          Descrivimi uno scopo legale e
          trasparente.Dai un'occhiata qui, proprio sulla home page:http://www.squid-cache.org/Sono sufficienti come scopi legali e trasparenti?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: abc

          - Scritto da: Pianeta Video




          Aggirare la censura è giusto a patto che non
          si


          violi il copyright, altrimenti è giusto che


          vengano arrestati quelli che agevolano la


          violazione.



          Il problema è che aggirando la censura in

          generale, necessariamente aggiri anche quella

          imposta contro le violazioni di copyright (caso

          particolare).

          Ma la cosa è incidentale, nel senso che i proxy

          non esistono al solo ed unico fine di
          "agevolare"

          la

          pirateria.

          Tu e Andy dovreste riflettere un attimo prima di

          parlare.

          Forse dovresti riflettere tu, a cosa serve un
          proxy se non per aggirare disposizioni della
          magistratura o rendere meno identificabile un IP?
          Descrivimi uno scopo legale e
          trasparente.A cosa servono le pareti di casa tua se non per nascondere gli smerci di droga e prostituzione minorile che ci fai all'interno? Descrivimi uno scopo legale per cui tu non debba vivere in una casa con le pareti trasparenti. Se è per coprire le parti intime basta che hai un asciugamano. Al massimo puoi tenere dei giornali davanti alle pareti trasparenti del bagno. Per il salone perché non hai tutto aperto e visibile? Cos'hai di così privato da nascondere? Vogliamo saperlo!
    • sgabbo scrive:
      Re: ...
      01/10
  • Mufasa scrive:
    Uhm
    Quindi se compro un cellulare SamsungApple e lo uso per chiamate-stalker o reati vari, qualcuno della SamsungApple viene arrestato ? è chiaramente favoreggiamento :O
    • Allibito scrive:
      Re: Uhm
      - Scritto da: Mufasa
      Quindi se compro un cellulare SamsungApple e lo
      uso per chiamate-stalker o reati vari, qualcuno
      della SamsungApple viene arrestato ? è
      chiaramente favoreggiamento
      :OAssolutamente no. ma se commercializzi un cellulare impossibile da intercettare o da localizzare e lo proponi agli stalker, ti chiudono la fabbrichetta.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Uhm
        Ma anche no.
        • sgabbiano scrive:
          Re: Uhm
          - Scritto da: Sg@bbio
          Ma anche no.02/10
        • Allibito scrive:
          Re: Uhm
          - Scritto da: Sg@bbio
          Ma anche no.E sei con me che non perseguirlo sarebbe un errore... o sei pro-stalker?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Uhm
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Sg@bbio

            Ma anche no.
            E sei con me che non perseguirlo sarebbe un
            errore... o sei
            pro-stalker?Mai sentito parlare di "neutralità del mezzo" ? Sai, seguendo la tua logica, i coltelli da cucina non li venderebbero più.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Uhm
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Mufasa

        Quindi se compro un cellulare SamsungApple e lo

        uso per chiamate-stalker o reati vari, qualcuno

        della SamsungApple viene arrestato ? è

        chiaramente favoreggiamento

        :O
        Assolutamente no. ma se commercializzi un
        cellulare impossibile da intercettare o da
        localizzare e lo proponi agli stalker, ti
        chiudono la
        fabbrichetta.Dillo a loro:http://www.cryptophone.de
        • Allibito scrive:
          Re: Uhm
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          Dillo a loro:
          http://www.cryptophone.deOoooh, un telefono che non ha bisogno di agganciarsi a una cella, quindi non tracciabile, unaXXXXXta. Vabbè, non telefoni, ma questo è solo un particolare. Prova a cliccare sul tasto "acquista" e vedi cosa ti dicono. ma tu lo compreresti? Come mai politici e imprenditori non ce l'hanno? Semplice, non esiste nulla di non tracciabile.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Uhm
            - Scritto da: Allibito
            Ooooh, un telefono che non ha bisogno di
            agganciarsi a una cella, quindi non tracciabile,
            unaXXXXXta. Vabbè, non telefoni, ma questo è solo
            un particolare. Prova a cliccare sul tasto
            "acquista" e vedi cosa ti dicono. ma tu lo
            compreresti? Come mai politici e imprenditori non
            ce l'hanno? Semplice, non esiste nulla di non
            tracciabile.Tracciabile è tracciabile, ma al massimo ascolti una conversazione criptata, non intellegibile... puoi pure mettere il computer della NASA a lavorarci su, ti tirerà fuori qualcosa di intellegibile, sì, ma nel giro di qualche secolo... nel frattempo, qualsiasi cosa io avrò detto sarò morto e sepolto da tanto tempo, puoi venire ad arrestare il mio cadavere ammesso di trovarlo...
          • Allibito scrive:
            Re: Uhm
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Allibito

            Ooooh, un telefono che non ha bisogno di

            agganciarsi a una cella, quindi non
            tracciabile,

            unaXXXXXta. Vabbè, non telefoni, ma questo è
            solo

            un particolare. Prova a cliccare sul tasto

            "acquista" e vedi cosa ti dicono. ma tu lo

            compreresti? Come mai politici e
            imprenditori
            non

            ce l'hanno? Semplice, non esiste nulla di non

            tracciabile.

            Tracciabile è tracciabile, ma al massimo ascolti
            una conversazione criptata, non intellegibile...
            puoi pure mettere il computer della NASA a
            lavorarci su, ti tirerà fuori qualcosa di
            intellegibile, sì, ma nel giro di qualche
            secolo... nel frattempo, qualsiasi cosa io avrò
            detto sarò morto e sepolto da tanto tempo, puoi
            venire ad arrestare il mio cadavere ammesso di
            trovarlo...Dipende da chi sia il tuo interlocutore... se devi parlare con uno solo che possiede lo stesso apparecchio, hai molti altri sistemi più economici, ammesso che quel trespolo funzioni.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    L'Inghilterra domina...
    ... ah no, quello era "solo" un fumetto (e un film)...
    • bubba scrive:
      Re: L'Inghilterra domina...
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ... ah no, quello era "solo" un fumetto (e un
      film)...in effetti la somiglianza tra IL cancelliere inglese e certa gente 'di sane tradizioni' :) e' impressionante... lombroso vince sempre...[img]http://2.bp.blogspot.com/_XJGTeEWrtzs/TQ90QEu06QI/AAAAAAACr4I/vVXYAthKpm8/s1600/Pubblicazione2.jpg[/img]
  • ... scrive:
    psicopolizia, prossimo passo.
    ed ecco che anche il Regno Unito sta diventando sempre piu' fascista, per compiacere il potente alleato-padrone d'oltre oceano.
  • Etype scrive:
    Proxy
    Nottingham ? C'era anche Robin Hood ? :DIl proxy è illegale ? :D quante se ne inventano .... Ma chi lo usa è anche un terrorista ?Non vi preccupate,ci sarà solo qualche milione di proxy in giro :D
    • Allibito scrive:
      Re: Proxy
      - Scritto da: Etype
      Nottingham ? C'era anche Robin Hood ? :D

      Il proxy è illegale ? :D quante se ne inventano
      .... Ma chi lo usa è anche un terrorista
      ?

      Non vi preccupate,ci sarà solo qualche milione di
      proxy in giro
      :DAnche se fossero miliardi, questo non basterebbe a renderli legali. Anche i ladri sono milioni, non per questo hanno legalizzato il furto. Poi se intendevi che morto un papa se ne fa un altro, ok, ma si discute dal punto di vista del gestore arrestato non da chi usa i proxy.
      • Etype scrive:
        Re: Proxy
        - Scritto da: Allibito
        Anche se fossero miliardi, questo non basterebbe
        a renderli legali.spesso si rende legale quello che fa più comodo a duna certa elite
        Anche i ladri sono milioni,
        non per questo hanno legalizzato il furto.quello politico c'è :D
        Poi se
        intendevi che morto un papa se ne fa un altro,
        ok, ma si discute dal punto di vista del gestore
        arrestato non da chi usa i
        proxy.Fornisce un servizio,è per caso un terrorista ?
        • Allibito scrive:
          Re: Proxy
          - Scritto da: Etype
          - Scritto da: Allibito

          Anche se fossero miliardi, questo non
          basterebbe

          a renderli legali.

          spesso si rende legale quello che fa più comodo a
          duna certa
          elite


          Anche i ladri sono milioni,

          non per questo hanno legalizzato il furto.

          quello politico c'è :D


          Poi se

          intendevi che morto un papa se ne fa un
          altro,

          ok, ma si discute dal punto di vista del
          gestore

          arrestato non da chi usa i

          proxy.

          Fornisce un servizio,è per caso un terrorista ?Non esistono solo i terroristi, compie un reato diverso ma sempre un reato è. Anche Mega, a parer tuo offriva un servizio, solo che infrangeva diverse leggi per proprio tornaconto e questo non rientra nella categoria "servizi".
          • Etype scrive:
            Re: Proxy
            - Scritto da: Allibito
            Non esistono solo i terroristi, compie un reato
            diverso ma sempre un reato è.Il reato dell'essere scomodo ? :D
            Anche Mega, a parer
            tuo offriva un servizio, solo che infrangeva
            diverse leggi per proprio tornaconto e questo non
            rientra nella categoria
            "servizi".Cioè che faceva Mega,reclutava Mujaheddin ? :D
      • PinguinoCattivo scrive:
        Re: Proxy
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Etype

        Nottingham ? C'era anche Robin Hood ? :D



        Il proxy è illegale ? :D quante se ne inventano

        .... Ma chi lo usa è anche un terrorista

        ?



        Non vi preccupate,ci sarà solo qualche milione
        di

        proxy in giro

        :D
        Anche se fossero miliardi, questo non basterebbe
        a renderli legali. Anche i ladri sono milioni,
        non per questo hanno legalizzato il furto. Poi se
        intendevi che morto un papa se ne fa un altro,
        ok, ma si discute dal punto di vista del gestore
        arrestato non da chi usa i
        proxy.Ce ne sono tonnellate di legalissimi.Praticamente ce n'è uno in ogni azienda e non sono pochi quelli nelle LAN domestiche.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Proxy
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Etype

        Nottingham ? C'era anche Robin Hood ? :D



        Il proxy è illegale ? :D quante se ne inventano

        .... Ma chi lo usa è anche un terrorista

        ?



        Non vi preccupate,ci sarà solo qualche milione
        di

        proxy in giro

        :D
        Anche se fossero miliardi, questo non basterebbe
        a renderli legali. Anche i ladri sono milioni,
        non per questo hanno legalizzato il furto. Poi se
        intendevi che morto un papa se ne fa un altro,
        ok, ma si discute dal punto di vista del gestore
        arrestato non da chi usa i
        proxy.Mi dici se uso un proxy per accedere a NETFLIX che legge italiana sto violando? No così, per sapere...
  • Skywalker scrive:
    Mah...
    sempre più convinto che il Copyright/Diritto d'Autore nella versione attuale sia sempre di più dannoso per la Società ed il Vivere Civile e sia ormai lontano anni luce da quel "patto civile" che trovava la sua giustificazione nell'incentivazione della creatività nel breve periodo a vantaggio della collettività nel lungo periodo.Già il "breve periodo" si è esteso ad una media di 140/150 dopo la comunicazione al pubblico......il famoso film dei Fratelli Lumiere è del 1895! Ma Auguste è morto nel 1954! Il che implica che quello che tradizionalmente è considerato il PRIMO FILM non ritornerà "a vantaggio della collettività" prima del 2024!Nel frattempo al "Diritto d'Autore" abbiamo aggiunto anche i "diritti connessi" e di "editore"...Nel frattempo per la gioia di un ristretto numero di persone si "tends to turn law-abiding subjects into lawbreakers", come diceva una famosa sentenza britannica degli anni '50!
    • Free Internet scrive:
      Re: Mah...
      In una societá in cui si venera il Dio Denaro non puó essere altrimenti.Comunque condivido in pieno il tuo intervento.
  • Alessio scrive:
    Google
    Tempo per raggiungere siti in black list bastava anche il sol traduttore di google. Che fanno, hanno intenzione di arrestare anche i referenti fi google in UK?
    • Allibito scrive:
      Re: Google
      - Scritto da: Alessio
      Tempo per raggiungere siti in black list bastava
      anche il sol traduttore di google. Che fanno,
      hanno intenzione di arrestare anche i referenti
      fi google in
      UK?Loro li rimuovono dal sistema automatico che li genera.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Google
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Alessio

        Tempo per raggiungere siti in black list bastava

        anche il sol traduttore di google. Che fanno,

        hanno intenzione di arrestare anche i referenti

        fi google in

        UK?
        Loro li rimuovono dal sistema automatico che li
        genera.no.
        • sgabbiano scrive:
          Re: Google
          - Scritto da: Sg@bbio
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: Alessio


          Tempo per raggiungere siti in black list
          bastava


          anche il sol traduttore di google. Che fanno,


          hanno intenzione di arrestare anche i
          referenti


          fi google in


          UK?

          Loro li rimuovono dal sistema automatico che li

          genera.

          no.[img]http://img834.imageshack.us/img834/2695/emf.gif[/img]Rigirata di frittata.
  • abc scrive:
    mah...
    "Agiremo con durezza nei confronti delle persone che riteniamo stiano mettendo a disposizione illegalmente materiale protetto dal diritto d'autore o che stiano deliberatamente agevolando questo tipo di attività "Che non è lo scopo primario di un proxy.Suggerirei al nostro caro Andy di prepararsi un po' meglio prima di spararle così grosse.
    • sonoioquind inontu scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: abc
      "Agiremo con durezza nei confronti delle persone
      che riteniamo stiano mettendo a disposizione
      illegalmente materiale protetto dal diritto
      d'autore o che stiano deliberatamente
      agevolando questo tipo di
      attività "

      Che non è lo scopo primario di un proxy.
      Suggerirei al nostro caro Andy di prepararsi un
      po' meglio prima di spararle così
      grosse.probabilmente sarà andato alla stesso corso di della testina da vitello marcio di Franceschini
      • collione scrive:
        Re: mah...
        "persone che riteniamo stiano mettendo a disposizione illegalmente materiale protetto dal diritto d'autore"stralciato dalla Corte UE in 3..2..1..ma questi le leggono le direttive UE o agiscono ad cazzum?un proxy è un servizio di mediazione per l'acXXXXX ad internet, alla stregua di un ISP, ed è utilizzabile per praticamente qualsiasi attivitàcome fanno a dire che lo scopo era far accedere a materiale protetto? ma soprattutto il frasario è completamente sballato, dato che si usa il termine "mettere a disposizione", termine utilizzabile per il vu cumprà che vende i cd per strada, non certo per chi offre un servizio di proxy
        • Etype scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: collione
          come fanno a dire che lo scopo era far accedere a
          materiale protetto?E' lo stesso ragionamento di comodo preso dagli USA quando vogliono muovere guerra a qualcuno."nello stato X ci sono dei ribelli,sono tutti terroristi,bisogna intervenire,il mondo ce lo chiede!!!" :Dche fa il paio con"In Iraq ci sono armi di distruzione di massa (con Powell che agita la fialetta con della presunta antrace)" :D"La Russia vuole invadere l'Ucraina,bisogna intervenire in nome della libertà" :D"Israele si sta solo difendendo,appoggiamo le sue scelte contro i terroristi" :D
    • Allibito scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da: abc
      "Agiremo con durezza nei confronti delle persone
      che riteniamo stiano mettendo a disposizione
      illegalmente materiale protetto dal diritto
      d'autore o che stiano deliberatamente
      agevolando questo tipo di
      attività "

      Che non è lo scopo primario di un proxy.
      Suggerirei al nostro caro Andy di prepararsi un
      po' meglio prima di spararle così
      grosse.Non sarà il primario ma è uno degli scopi per cui esistono. Gli altri scopi sono tutti in violazioni di leggi o disposizioni dell'autorità giudiziaria. Se in un paese una data cosa è proibita, resta proibita.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: mah...
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)RENDIAMO ILLEGALI I PROXY!
        • sgabbiano scrive:
          Re: mah...
          (cylon)(cylon)(cylon)- Scritto da: Sg@bbio
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          RENDIAMO ILLEGALI I PROXY!
          • Allibito scrive:
            Re: mah...
            - Scritto da: sgabbiano
            (cylon)(cylon)(cylon)
            - Scritto da: Sg@bbio

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            RENDIAMO ILLEGALI I PROXY!Questa sentenza mi pare che dica proprio la cosa per cui tu ridi. :-)
      • Lorenzo scrive:
        Re: mah...
        Quanta ignoranza ... I proxy sono importantissimi in tutti i casi la banda sia limitata dato che sono in grado di fare caching , uno degli scopi fondamentali del proxy e' di "espandere" la banda verso i client caricando poco il server originaleche poi se si usa un proxy all'estero si bypassa la censura e' solo un effetto collaterale non uno scopo originario.
        • Allibito scrive:
          Re: mah...
          - Scritto da: Lorenzo
          Quanta ignoranza ...

          I proxy sono importantissimi in tutti i casi la
          banda sia limitata dato che sono in grado di fare
          caching , uno degli scopi fondamentali del proxy
          e' di "espandere" la banda verso i client
          caricando poco il server
          originale

          che poi se si usa un proxy all'estero si bypassa
          la censura e' solo un effetto collaterale non uno
          scopo
          originario.Hai detto niente...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: mah...
            No bello mia, non ribaltare le frasi, il fatto che un proxy aggiri i metodi censori dei vari stati è per la natura tecnica per cui funziona la censura.Il proxy fa il suo lavoro, che per il modo che funzioni, ti porta ad un percorso diverso da quello imposto dagli ISP locali, non li rende illegali.
          • Allibito scrive:
            Re: mah...
            - Scritto da: Sg@bbio
            No bello mia, non ribaltare le frasi, il fatto
            che un proxy aggiri i metodi censori dei vari
            stati è per la natura tecnica per cui funziona la
            censura.

            Il proxy fa il suo lavoro, che per il modo che
            funzioni, ti porta ad un percorso diverso da
            quello imposto dagli ISP locali, non li rende
            illegali.Questa sentenza mi pare dica tutt'altro...
          • Lorenzo scrive:
            Re: mah...
            quale sentenza ? Sembra sia stata una azione di polizia ... con tanto di "tu chiudi il sito e noi ti rimandiamo a casa " , se ci fosse stato reato questa cosa non sarebbe stata possibile .
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: mah...
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: abc

        "Agiremo con durezza nei confronti delle persone

        che riteniamo stiano mettendo a disposizione

        illegalmente materiale protetto dal diritto

        d'autore o che stiano <b
        deliberatamente

        agevolando questo tipo di

        attività </b
        "



        Che non è lo scopo primario di un proxy.

        Suggerirei al nostro caro Andy di prepararsi un

        po' meglio prima di spararle così

        grosse.

        Non sarà il primario ma è uno degli scopi per cui
        esistono. Gli altri scopi sono tutti in
        violazioni di leggi o disposizioni dell'autorità
        giudiziaria.Ma anche no.Se voglio andare su NETFLIX devo usare un proxy.E non sto violando nessuna legge né disposizione dell'autorità giudiziaria.E ti sfido a dimostrare il contrario, citandomi quale legge o quale disposizione, ma devi dire l'articolo preciso e motivarlo.
        Se in un paese una data cosa è
        proibita, resta proibita.Infatti non c'è nessuna legge italiana che vieta di usare un proxy.Anzi, nemmeno di crearne uno.E qualora tu non lo sappia, in democrazia è permesso fare tutto ciò che non è esplicitamente vietato.E stai bene attento a quella parola: <b
        <u
        esplicitamente </u
        </b
        .Il sistema operativo che uso non prevede di default il DHCP, quindi tendo ad immettere, per abitudine, i DNS di Google (8.8.8.8 - 8.8.4.4) o gli OpenDNS (208.67.222.222 - 208.67.220.220).Di conseguenza, se vado su un sito che hanno censurato a livello DNS, lo visito normalmente e non so nulla della censura.Se invece vado su un sito censurato a livello IP, non mi appare alcuna pagina che dice che il sito è censurato, di conseguenza posso pensare a due cose:1) il sito non è online2) la mia connessione internet ha qualche problemaPer verificare che il sito sia online, provo a visitarlo tramite un proxy.Se il sito funziona, per me non è censurato, semplicemente ho problemi di routing, magari più tardi tornano a posto.Da chi usa Internet da tre lustri la cosa non è nemmeno strana, visto che non era raro, agli inizi, avere problemi di routing.Inoltre, usare un proxy per visitare un sito potrebbe essere più veloce che visitarlo con la normale connessione: questo perché i pacchetti tramite il proxy potrebbero seguire un'altra strada, più breve o più rapida, rispetto a quelli istradati normalmente.Sono tutte cose che chi conosce come funziona il TCP/IP sa bene.Agli altri basta sapere che il sito funziona e basta usare il proxy per arrivarci.Se le connessioni italiane hanno diversi problemi, è colpa del provider. Quindi usare un proxy risolve il problema.Se prendi un manuale di internet risalente alla fine degli anni 90 (tipo quello che davano con l'abbonamento ad italia online) vedrai che il proxy, in molti casi, è non solo citata come opzione, ma è addirittura consigliato. Questo perché il proxy conservava nella cache le pagine più visitate, rendendo la loro visualizzazione molto più veloce. In un'epoca in cui il 56k era il santo graal dei navigatori internet, poter contattare un proxy era un'ancora di salvezza per il tempo di connessione (che all'epoca si pagava a parte, e anche caro).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 agosto 2014 16.42-----------------------------------------------------------
        • Allibito scrive:
          Re: mah...
          Modificato dall' autore il 12 agosto 2014 16.42
          --------------------------------------------------Parti dalla fine che è tutto più semplice. A me dei proxy non importa un fico secco, se tu lo usi per scopi legali, per quanto mi riguarda continua pure a farlo. Se al contrario ti agevola per bypassare una disposizione di un giudice, o lo impedisce o si denuncia chi mette a disposizione il mezzo o chi viola la disposizione, lascio a te la scelta, ma non può esistere che una disposizione del giudice venga del tutto ignorata senza conseguenze. E' tutto molto semplice. Non è il mezzo ma l'uso che se ne fa, vale anche per la morfina o le droghe leggere date ai malati. nessuno dice di chiudere tutti i proxy o distruggere tutti i PC perchè partecipano al reato.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: mah...
            - Scritto da: Allibito
            Parti dalla fine che è tutto più semplice. A me
            dei proxy non importa un fico secco, se tu lo usi
            per scopi legali, per quanto mi riguarda continua
            pure a farlo. Se al contrario ti agevola per
            bypassare una disposizione di un giudice,Ma io <b
            non sono a conoscenza della disposizione del giudice </b
            , perché non ricevo alcuna pagina che me ne informa.Ci arrivi o no?Fai tanto il paragone con i sigilli al palazzo, ma quelli si vedono quando vado al palazzo e c'è scritto pure il nome e cognome quindi so con chi devo prendermela.Qui non solo non ho un nome e cognome ma non ho nemmeno una pagina in cui mi si dice quale ente avrebbe deciso di non farmi accedere e nemmeno per quale motivo.Come farei a sapere che il sito è censurato da un giudice e non è un problema della mia connessione?Me lo dici?E' la legge (potere LEGISLATIVO) a non ammettere ignoranza, non le sentenze dei pm (potere ESECUTIVO) o dei giudici (potere GIUDIZIARIO). Quelle non stanno manco in Gazzetta Ufficiale, non ne parla il telegiornale, non è scritto sul televideo.
  • tucumcari scrive:
    Due domande
    Ma potrebbe accadere anche qui, dopo che l'AgCom ha bloccato i siti? Oppure una legge del genere e' incostituzionale in Italia?Come fanno ad arrestare i numerosi Proxy che stanno al di fuori del Regno Unito? Chiedono l'estradizione? Oscurano i proxy?
    • terza domanda scrive:
      Re: Due domande
      E se oscurassero i cloni?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Due domande
      Agcom per le sue azioni pro copyright si limita ad usare i DNS, moltissime attività usano DNS loro, non sono nemmeno tenuti per legge ad impostare i filtri (nemmeno chi gestisce un DNS pubblico in italia), quindi ho fanno un orrore legale per vietare l'uso di DNS alternativi oppure si attaccano.
      • dizionario scrive:
        Re: Due domande
        - Scritto da: Sg@bbio
        quindi ho fanno un orrore
        legale per vietare l'uso di DNS alternativi
        oppure si
        attaccano. quindi o fanno
      • Allibito scrive:
        Re: Due domande
        - Scritto da: Sg@bbio
        Agcom per le sue azioni pro copyright si limita
        ad usare i DNS, moltissime attività usano DNS
        loro, non sono nemmeno tenuti per legge ad
        impostare i filtri (nemmeno chi gestisce un DNS
        pubblico in italia), quindi ho fanno un orrore
        legale per vietare l'uso di DNS alternativi
        oppure si
        attaccano.Non sarebbe un orrore legale far rispettare le sentenze, non più del tuo "ho". (scherzo ho già visto che hai corretto.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Due domande
          Orrore legale vietare l'uso di DNS alternativi ? Ma sai quello che dici ?
          • Lorenzo scrive:
            Re: Due domande
            considerato che spesso i dns dei provider sono inefficienti e/o con dati scaduti ... sarebbe si un orrore legale costringere ad usarli
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Lorenzo
            considerato che spesso i dns dei provider sono
            inefficienti e/o con dati scaduti ... sarebbe si
            un orrore legale costringere ad
            usarliCi stava un periodo che non si riusciva a navigare per problemi dei DNS di telecom tra l'altro.
          • Allibito scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Sg@bbio
            Orrore legale vietare l'uso di DNS alternativi ?
            Ma sai quello che dici
            ?Non credo sia diverso da entrare attraverso la finestra di un locale a cui siano stati messi i sigilli alla porta...
          • Lorenzo scrive:
            Re: Due domande
            No i sigilli sono a milioni di km di distanza ... e' come se a roma ci fosse un cartello " vietato salire sulla torre eiffel "una volta a parigi chi lo rispetterebbe ?
          • Allibito scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Lorenzo
            No i sigilli sono a milioni di km di distanza ...
            e' come se a roma ci fosse un cartello " vietato
            salire sulla torre eiffel
            "
            una volta a parigi chi lo rispetterebbe ?No, la destinazione è a Km di distanza, il cartello è qui. La sentenza dice che non puoi andare fuori dal paese verso la torre Eiffel.
          • Lorenzo scrive:
            Re: Due domande
            quindi riconosci che la sentenza e' inapplicabile perche' bisogna impedire di entrare in francia ... per vietare di salire sulla torre eiffel si blocca un'intera nazione ...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Lorenzo

            No i sigilli sono a milioni di km di distanza
            ...


            e' come se a roma ci fosse un cartello " vietato

            salire sulla torre eiffel

            "

            una volta a parigi chi lo rispetterebbe ?

            No, la destinazione è a Km di distanza, il
            cartello è qui. La sentenza dice che non puoi
            andare fuori dal paese verso la torre
            Eiffel.Quindi a chi me lo chiede qui dico che vado a vedere il Louvre, poi quando sarò lì un salto sulla Tour Eiffel me lo vado a fare comunque, tanto sto in Francia, mica devo rispondere a quei mangiaspaghetti degli italiani...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Due domande
            Come al solito confondi le cose, non ci sono dei sigilli, non hanno chiuso fisicamente nulla.
          • Allibito scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Sg@bbio
            Come al solito confondi le cose, non ci sono dei
            sigilli, non hanno chiuso fisicamente
            nulla.Hanno chiuso la porta... come altro vuoi descrivere un blocco?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Sg@bbio

            Come al solito confondi le cose, non ci sono dei

            sigilli, non hanno chiuso fisicamente

            nulla.
            Hanno chiuso la porta... come altro vuoi
            descrivere un
            blocco?La guardia doganale in uscita dal tuo Paese che ti chiede dove stai andando di preciso all'estero e a farci cosa.Nota bene: in uscita dal tuo Paese, non in entrata quando arrivi nel Paese di destinazione.
          • Allibito scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: Sg@bbio


            Come al solito confondi le cose, non ci
            sono
            dei


            sigilli, non hanno chiuso fisicamente


            nulla.

            Hanno chiuso la porta... come altro vuoi

            descrivere un

            blocco?

            La guardia doganale in uscita dal tuo Paese che
            ti chiede dove stai andando di preciso all'estero
            e a farci
            cosa.
            Nota bene: in uscita dal tuo Paese, non in
            entrata quando arrivi nel Paese di
            destinazione.Quindi nemmeno dovresti raggiungere la dogana dell'altro paese... se lo fai infrangi le leggi del tuo paese.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Due domande
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Sg@bbio



            Come al solito confondi le cose, non
            ci

            sono

            dei



            sigilli, non hanno chiuso fisicamente



            nulla.


            Hanno chiuso la porta... come altro vuoi


            descrivere un


            blocco?



            La guardia doganale in uscita dal tuo Paese che

            ti chiede dove stai andando di preciso
            all'estero

            e a farci

            cosa.

            Nota bene: in uscita dal tuo Paese, non in

            entrata quando arrivi nel Paese di

            destinazione.

            Quindi nemmeno dovresti raggiungere la dogana
            dell'altro paese... se lo fai infrangi le leggi
            del tuo
            paese.No, perché puoi benissimo rispondere "sto andando in Olanda a farmi dieci canne e a pagare 30 prostitute" e non può farti assolutamente nulla. Il fatto stesso che non può farti nulla è la dimostrazione che ho ragione io e tu hai torto.
Chiudi i commenti