Il comune di New York finanzia le startup tecnologiche

L'amministrazione comunale, in collaborazione con numerosi fondi di investimento, promette dobloni alle startup più promettenti. Assistenza e 200mila dollari per creare un polo di innovazione

Roma – Creare un ambiente nel quale le imprese innovative possano germogliare, attrarle verso quello che si auspica diverrà un epicentro per l’innovazione e la sede di un ecosistema dalle potenzialità dirompenti: New York chiama a raccolta gli innovatori e promette loro condizioni favorevoli perché possano dare vita alle proprie idee e alle proprie aziende.

New York Ad annunciare la svolta è il sindaco Bloomberg: nel corso della Internet Week che si sta tenendo nella Grande Mela, ha disegnato grandi progetti per l’area cittadina. La vede come un terreno fecondo per imprese innovative , fertilizzate dalle grandi possibilità di tessere relazioni con altre aziende e investitori dell’area, innaffiate con il denaro stanziato da NYC Seed , un fondo di investimento creato ad hoc.

Alle startup che ancora devono assumere una forma, NYC Seed propone guida e assistenza, un appoggio per sviluppare il proprio modello di business e un’iniezione di denaro che le supporti nell’avviare un’attività di successo. Il progetto di attrarre nella Grande Mela aziende giovani e dinamiche sarà supportato da ITAC , un incubatore di innovazione che, in collaborazione con la stessa amministrazione comunale, da tempo supporta le imprese che sbocciano nella città di New York, dal New York City Investment Fund , dalla New York State Foundation for Science, Technology and Innovation dalla New York City Economic Development Corporation e dal Politecnico di New York.

Per ora, ha annunciato Bloomberg, sono stati stanziati 2 milioni di dollari: ogni startup hi-tech che abbia in cantiere un’idea di valore e un modello di business sostenibile, potrà fare richiesta per ottenere un capitale fino a 200mila dollari per avviare la propria attività .

Non si tratterà del solo supporto economico: i giovani imprenditori che faranno richiesta avranno la possibilità di crescere in un ambiente protetto, attorniati da professionisti pronti ad aiutarli ad affinare le idee e a trasformarle in un business plan che possa attrarre l’attenzione di ulteriori investitori. L’incubatore di innovazione di New York farà inoltre convergere l’attenzione delle aziende che operano su scala globale, interessate a valutare le idee e le proposte scaturite dai giovani della Grande Mela.

Mentre sulla Silicon Valley sembra allungarsi l’ombra della recessione, mentre in Europa le imprese tecnologiche chiedono a gran voce agevolazioni e sovvenzioni minacciando di dirigersi verso ambienti più favorevoli e stimolanti per l’innovazione, New York ambisce a diventare la culla di nuove imprese radicate nel territorio , imprese che possano dare l’impulso per creare un polo per l’innovazione.

Sul sito dedicato è già possibile compilare il modulo per richiedere di partecipare al programma. Le istruzioni dispensate ai giovani imprenditori della tecnologia sono chiare: “Finanzieremo le aziende così che possano dare vita ad un prodotto di partenza mentre hanno base a New York”. Non si transige sulla localizzazione: “Se non vivi a New York dovrai trasferirti”.

Gaia Bottà

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Duda scrive:
    moto in GTA IV
    la guida della moto in GTA IV secondo me è la cosa che meglio di tutte chiarifica che se si vuole usare il movimento per controllare un VG tutto deve ruotare intorno a questo fatto, dal design dei livelli alla disposizione dei bottoni sul controller.Non si può prendere un six axis aggiungere dei sensori di movimento e basta, né si può prendere un gioco come GTA e renderlo motion controlled (anche solo parti di esso) senza averlo pensato da subito così.Infatti la moto di GTA IV secondo me è inguidabile ed anche quando ti ci abitui il movimento del controller risulta solo d'intralcio.Che bella la concorrenza, non vedo l'ora che la sony azzecchi il controller con motion sensor per vedere sia giochi simil wii sport sulla ps3 sia la risposta della nintendo sperando che sarà un wii no. 2 con grafica buona. (non che ora mi dispiaccia non poter contare i pori di mario in alta definizione ma un po più di poligoni non guasterebbero)
  • Severissimus scrive:
    Ma il WiiMote
    Non era una cosa inaccettabile per hardcore gamer? Non era robetta per casual gamer inadatti a GTA & Co.? :D
    • pentolino scrive:
      Re: Ma il WiiMote
      non hai capito bene: finchè la roba la fa Nintendo allora è per gente che di VG non capisce un acca, se la fa Sony allora è tutto un altro discorso!A parte gli scherzi chi dice che il wiimote non è l' invenzione videoludica del decennio IMHO non sa proprio cosa sia un videogioco e cosa lo renda speciale
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Ma il WiiMote
      contenuto non disponibile
      • Severissimus scrive:
        Re: Ma il WiiMote
        I puzzle game non sono un'esclusiva Nintendo e se anche così fosse, vorrebbe solo dire che la WII ha un'offerta più ampia. In fondo basta non comprare quei titoli di cui, francamente, nemmeno io sentivo la mancanza.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Ma il WiiMote
          contenuto non disponibile
          • Severissimus scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Ampissima, varda....E se ti metti a contestare pure i dati di fatto, è inutile perdere tempo

            In fondo basta non

            comprare quei titoli

            il 'problema' è che troppo spesso vendono più dei
            titoli delle saghe storiche di
            Nintendo.E chissenefrega non ce lo vogliamo mettere? A parte che non credo che Big Brain abbia venduto più di SuperMario Galaxy.
            E se un giorno decidessero che lo zoccolo duro
            dei giocatori può andare a farsi benedire...
            chessò... iniziando ad eliminare la saga di
            F-zero perchè brain training vende 3 volte di più
            e richiede un investimento
            50
            volte inferiore?E se la Sony facesse lo stesso, visto che sta compiando il WiiMote e l'investimento è così vantaggioso come dici tu? E se domani un meteorite colpisse la Terra distruggendola? Perché devo perdere tempo a preoccuparmi di un'ipotesi tanto assurda? Stiamo parlando della Nintendo di un'azienda che ha mostrato grande lungimiranza. Visto che alla fine tutti la copiano, quindi personalmente sono più che sicuro che non faranno una scelta tanto idiota.
            Tu sai quando uscirà f-zero per wii?No e francamente me ne infischio! Casomai mi dispiace che non uscirà GTA IV, ma comunque questo è un altro discorso: un conto è dire che la WII è una console non adatta agli hardcore gamers è un conto è dire che alcune software house per uno stupido pregiudizio rinunciano a quote importanti di mercato... e se non ci credi guardati le statistiche di vendita di giochi come "Resident Evil 4 - WII Edition).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2008 14.18-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            contenuto non disponibile
          • Severissimus scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            Siccome ho una vita da vivere, i giochi te li cerchi da solo, se ti interessano! Li trovi più o meno tutti qui:www.wiitalia.it e da resindent evil a Need for speed, passando per splinter cell e quant'altro vuoi, c'è tutto quelli che dici!Per quanto riguarda le tue statistiche di vendita, non raggiungeresti quelle cifre nemmeno considerando tutte le vendite per Nintendo DS! Ho usato il verbo credere, solo perché ogni tanto dimentico che alle volte mancano i requisiti per utilizzare l'ironia.Alle tue spiegazioni sull'abbandono del mercato ho già ampiamente risposto: chi ti dice che la Sony non farà lo stesso, visto che sta intraprendendo la stessa strada? E Chi ha detto che sarà per forza questa la strada?Investire su ciò che è più remunerativo non è assurdo, assurdo e non investire su altro perché è il 5% meno remunerativo e tagliare il mercato riducendolo di più di metà: fatti due conti.Sulle strategie della Nintendo puoi anche non essere d'accordo, ma si sono dimostrate vincenti.Senza contare che non è qui la questione che io sia un intenditore o meno, se tu sia deputato a stabilirlo e se il criterio di f-zero, sarebbe carino, quando si replica, rispondere a tutto, non solo a quello che ci fa comodo. Certo posso capire che sia difficile controbattere quando si ha torto e si è solo guidato dal tifo. Io mi accontento del dato incrontovertibile del bisogno della Sony di scopiazzare la Nintendo per tentare di arginare la voragine che la separa dalla Nintendo. A me personalmente non frega niente se la Sony o la Nintendo vendono di più, mi dà solo fastidio essere considerato un player di serie b, perché non ho come priorità la qualità dell'immagine, ma il divertimento e mi gusto l'odore di fegato irrancidito di tutti questi veri professionisti della videoludica che sono costretti a leggere tali notizie.Detto questo, siccome ho una vita da vivere oltre ai videogiochi e penso di aver perso anche troppo tempo sulla questione, preferisco chiudere qui. Buona PS3 di tutto cuore!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            contenuto non disponibile
          • Severissimus scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            Io funghetti in Need for Speed non li ho visti, comunque, ripeto, fa come vuoi! Io pensavo che tutto sommato si potesse avere una conversazione civile, invece vedo che hai la pessima abitudine, come molti in questo forum, di passare all'insulto quando si finiscono gli argomenti, quindi fa pure quello che vuoi: con questo ultimo post hai definitivamente cessato di essere soggetto degno di attenzione per me. Vai vai, insulta pure. Buon divertimento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 giugno 2008 15.57-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            contenuto non disponibile
          • Zarbon scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            Modificato dall' autore il 04 giugno 2008 15.57
            --------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma il WiiMote
            contenuto non disponibile
  • Zarbon scrive:
    In fondo..
    ..La sony aveva copiato anche la vibrazione del controller, preso dal rumble pack del nintendo 64 e messa nel dual shock della sua playstation...la nintendo è quella che fa scuola
    • pentolino scrive:
      Re: In fondo..
      quoto, mi pare che più o meno tutte le innovazioni significative nell' ambito dei controller da gioco le abbia introdotte Nintendo per prima e Sony abbia sempre seguito a ruota aggiungendo solo i MHz/GHz...
  • 0verture scrive:
    Ma neanche la fantasia nelle simulazioni
    Simulazioni di tennis... ma una simulasiun d'andè a ciapè i rat ?
    • Conte Mascetti scrive:
      Re: Ma neanche la fantasia nelle simulazioni
      - Scritto da: 0verture
      Simulazioni di tennis... ma una simulasiun d'andè
      a ciapè i rat
      ?E una simulazione di lavorare come manovale in un cantiere edile? :D
      • Ramarro scrive:
        Re: Ma neanche la fantasia nelle simulazioni
        Ehi! Conte Mascetti! Che piacere! La supercazzora brematurata con lo scappellamento a destra! Antani!Comunque Nintendo docet. E questa n'è la prova.
Chiudi i commenti