Il mantello invisibile (non) è un miraggio

Ricercatori statunitensi mimano gli effetti ottici del miraggio per nascondere oggetti dietro fogli di nanotubi al carbonio. Promettenti le applicazioni pratiche della tecnologia

Roma – I ricercatori della University of Dallas hanno sviluppato un mantello dell’invisibilità capace di mimare l’effetto ottico del miraggio , una tecnologia che trae vantaggio dalle peculiari qualità dei nanotubi di carbonio per “nascondere” un oggetto qualsiasi piegando i raggi luminosi riflessi.

I miraggi sono fenomeni ottici in cui la visione di un oggetto o una caratteristica naturale viene celata o distorta agli occhi di un osservatore quando l’alta temperatura (in un deserto, su una strada di asfalto arroventata) “piega” i raggi luminosi, i quali piuttosto che rimbalzare dalla superficie colpiscono direttamente il bulbo oculare “impressionando” il nervo ottico con qualcosa che in realtà non esiste o si trova altrove.

Gli scienziati a stelle e strisce hanno impiegato i nanotubi di carbonio per mimare la capacità del calore di distorcere le fonti luminose: una capacità che ben si adatta all’alta conducibilità termica dei nanotubi e al veloce rilascio del calore nell’aria circostante.

Il risultato, come dimostra chiaramente il video presente in questa pagina, è la possibilità di celare un oggetto alla vista e di farlo con un meccanismo di accensione/spegnimento del “mantello” nanotubico quasi istantaneo. L’effetto miraggio, dicono i ricercatori, funziona al meglio sott’acqua.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hermanhesse scrive:
    Incredibile
    Dai al popolo uno strumento che fa di meno e ti ingabbia di più, e il popolo lo comprerà.Ragazzi, c'è qualcosa che non va.
    • Shrike scrive:
      Re: Incredibile
      condivido.Addirittura si vede sempre più spesso gente che DIFENDE il fatto che non si può fare questo o quello!! Come se le mancanze fossero innovative features...
      • hermanhesse scrive:
        Re: Incredibile
        Difatti sembra che la SCELTA stia diventando un problema.La gente non prova, la gente compra, non si domanda "a cosa mi serve" ma "chi lo usa, di che marca è".Con tanta gioia di chi vuole pilotarci.
    • froyone scrive:
      Re: Incredibile
      - Scritto da: hermanhesse
      Dai al popolo uno strumento che fa di meno e ti
      ingabbia di più, e il popolo lo
      comprerà.

      Ragazzi, c'è qualcosa che non va.Pensavo anche io la stessa cosa ma poi ho cambiato idea quando ho letto che sara' molto probabile farci girare una rom cm7.Credo che lo comprero'.Peccato che non ha la camera ma skype lo tengo sul telefono.Peccato che ha solo 8gb di memoria, ma a casa ho un nas wifi che funziona benissimo con android, quindi il problema e' relativo.Sai che e', credo che per un uso casalingo, tipo navigare sul divano mentre vedi la tv, mentre sei al XXXXX o a letto, credo sia molto piu' utile che il coso che hai in mano sia piccolo e leggero.Credo che sia piu' importante che un telefonino abbia una porta usb, camera per fare le foto, camera per skype, gps e tanta memoria da portare in giro piuttosto che un tablet che rimane quasi sempre a casa o in ufficio.
      • Shrike scrive:
        Re: Incredibile

        Sai che e', credo che per un uso casalingo, tipo
        navigare sul divano mentre vedi la tv, mentre sei
        al XXXXX o a letto, credo sia molto piu' utile
        che il coso che hai in mano sia piccolo e
        leggero.Non ti preoccupare, dicono non conti quant'è grosso, ma come lo usi...:D scusate... non ho resistito :D
  • webguide scrive:
    Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
    Anche il Kindle precedente era in versione WiFi o 3G limitato a Wikipedia e acquisti su Amazon, non vedo la novità, e le inutili polemiche.Io sono un felice possessore del precedente Kindle Wifi.Ho comprato a parte anche una chiavetta 3G wifi, che mi permette di avere in tasca la connettività per il Kindle ma volendo anche per un tablet a colori wifi, un ipod touch wifi o un ipad wifi, un pc portatile, uno smartphone...Insomma, ci tenete ad avere il 3G direttamente nel dispositivo? Questo vuol dire una SIM con piano internet dedicata a quell'apparecchio: complimenti, fate il gioco dei gestori di telefonia, peggio per voi. Io penso che con un'unica chiavetta wifi, vi liberiate della necessità di avere il 3G sul kindle, sull'ipad, e magicamente vi accorgerete che l'ipod touch è come un iphone, solo che costa meno della metà...Meditate gente, meditate...
    • Mariangelo Melato scrive:
      Re: Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
      - Scritto da: webguide
      Anche il Kindle precedente era in versione WiFi o
      3G limitato a Wikipedia e acquisti su Amazon, non
      vedo la novità, e le inutili
      polemiche.
      Io sono un felice possessore del precedente
      Kindle
      Wifi.
      Ho comprato a parte anche una chiavetta 3G wifi,
      che mi permette di avere in tasca la connettività
      per il Kindle ma volendo anche per un tablet a
      colori wifi, un ipod touch wifi o un ipad wifi,
      un pc portatile, uno
      smartphone...
      Insomma, ci tenete ad avere il 3G direttamente
      nel dispositivo? Questo vuol dire una SIM con
      piano internet dedicata a quell'apparecchio:
      complimenti, fate il gioco dei gestori di
      telefonia, peggio per voi. Io penso che con
      un'unica chiavetta wifi, vi liberiate della
      necessità di avere il 3G sul kindle, sull'ipad, e
      magicamente vi accorgerete che l'ipod touch è
      come un iphone, solo che costa meno della
      metà...
      Meditate gente, meditate...Non so in italia, ma in una il kindle 3G da internet gratis senza nessun abbonamento.Non che sia il massimo andare in internet con il kindle... dato che molti siti manco, ma e' gratis.
    • ciccio pasticcio quello vero scrive:
      Re: Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
      - Scritto da: webguide
      Anche il Kindle precedente era in versione WiFi o
      3G limitato a Wikipedia e acquisti su Amazon, non
      vedo la novità, e le inutili
      polemiche.
      Io sono un felice possessore del precedente
      Kindle
      Wifi.
      Ho comprato a parte anche una chiavetta 3G wifi,
      che mi permette di avere in tasca la connettività
      per il Kindle ma volendo anche per un tablet a
      colori wifi, un ipod touch wifi o un ipad wifi,
      un pc portatile, uno
      smartphone...
      Insomma, ci tenete ad avere il 3G direttamente
      nel dispositivo? Questo vuol dire una SIM con
      piano internet dedicata a quell'apparecchio:
      complimenti, fate il gioco dei gestori di
      telefonia, peggio per voi. Io penso che con
      un'unica chiavetta wifi, vi liberiate della
      necessità di avere il 3G sul kindle, sull'ipad, e
      magicamente vi accorgerete che l'ipod touch è
      come un iphone, solo che costa meno della
      metà...
      Meditate gente, meditate...veramente in UK il piano 3G lo pagano tutto loro, dato che se lo ripagano quando compri i libri. Non hai nessun costo, tu. Forse è meglio documentarsi prima di sparale.. che ne dici?
      • webguide scrive:
        Re: Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
        Innanzitutto grazie per la critica costruttiva. Il 3G lo pagano loro (per l'intera durata della vita dell'apparecchio), senza canoni per noi, MA la connettività serve veramente a poco dato che non puoi navigare né leggere la posta, tantomeno chattare o utilizzare applicazioni, ma solo andare su wikipedia o sul sito di amazon... per comprare da loro.Siamo proprio sicuri che valga la pena spendere 50 dollari per avere una connettività così limitata? O è meglio risparmiarli e piuttosto usare il tethering dal cellulare quelle poche volte che vi potrà servire usare internet dal kindle? La mia naturalmente è solo un'opinione, ma il fatto che la connettività 3G di Amazon sia (sempre stata) limitata è un fatto.
    • Luca scrive:
      Re: Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
      Ciao, scusa la mia ignoranza, ma con "una chiavetta 3G WiFi" intendi una chiavetta USB oppure la WebPocket?Se la USB, la colleghi direttamente al Kindle?Grazie
      • webguide scrive:
        Re: Il 3G è inutile, ma lo era anche prima
        tipo la webpocket, e la colleghi tramite wifi.guarda che adesso la tim la vende a 69 eurocon quella vai su internet con più dispositivi, non solo il kindle, e non hai le limitazioni di poter andare solo su wikipedia. ovviamente paghi per internet, ma, ripeto, la puoi usare da tutti i dispositivi mobili, compreso il pc portatile, l'ipod touch...
  • Talking Head scrive:
    Continuo a non capire...
    ... il touch per un reader. E a quanto pare non sono il solo.
    • pampinello scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      a me sembra comodissimo... come sfogli un libro, sfogli il dispositivo. Come per i telefoni, é piú naturale.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      - Scritto da: Talking Head
      ... il touch per un reader. E a quanto pare non
      sono il
      solo.Guarda che è comodissimo, ho provato alcuni giorni un Sony ed proprio simpatico poter voltare pagina mimando il normale gesto che faresti con un libro cartaceo
    • idomeneo scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      Il solo fatto di ridurre la grandezza complessiva del dispositivo, rispetto alla versione con una tastiera (Kindle 3) vale da solo la scelta fatta.
    • eleirbag scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      Guarda da fortunato possessore di un Kobo-Touchposso dirti che per leggere Epub o altri testiil touch non serve una cippa! E' solo più cooltoccare lo schermo piuttosto che premere un pulsante,ma visto che il touch è la moda del momento praticamenteanche lo sciacquone del XXXXX tra un po l'avrà.Per quanto riguarda i PDF o le immagini il discorsocambia. Nel senso che il touch non dico siaindispensabile ma può far la differenza, o quantomenopuò essere molto comodo.In quest'ultimo caso, ovvero lettura di PDF et similarissono piuttosto le dimensioni dello schermo a farela differnza; 10"' contro i 7" sono un abisso.Concludo dicendo che qualsiasi Kindle reader per mesarebbe completamente inutile, nel senso che non sapreipraticamente che farmene visto che non legge ilformato erader per eccellenza, ovvero l'ePub.Questo touch o non touch che sia.Di recinti chiusi ce ne sono già tanti in giro nonvedo perchè dovrei preferire lo steccato di Amazona quello degli altri.
      • chris scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        Un colpo di calibre e il problema è risolto, soopattuto se si tiene conto del catalogo soprattutto in inglese per il K, oltre ad essere un eccellente terminale dal prezzo insuperabile.
        • eleirbag scrive:
          Re: Continuo a non capire...
          Si lo uso anch'io Kalibre,per usi inversi logico! ;-)In quale formato li "traduci" perdarli in pasto al Kindle in modotale da mantenere la miglior pseudoformattazione ?
          • Ozymandias scrive:
            Re: Continuo a non capire...
            - Scritto da: eleirbag
            Si lo uso anch'io Kalibre,
            per usi inversi logico! ;-)

            In quale formato li "traduci" per
            darli in pasto al Kindle in modo
            tale da mantenere la miglior pseudoformattazione ?.mobi
          • eleirbag scrive:
            Re: Continuo a non capire...
            Grazie della risposta, non tanto perme ma per chi magar ci legge ed èinteressato al tutto.
      • malto scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        - Scritto da: eleirbag
        Guarda da fortunato possessore di un Kobo-Touch
        posso dirti che per leggere Epub o altri testi
        il touch non serve una cippa! E' solo più cool
        toccare lo schermo piuttosto che premere un
        pulsante,
        ma visto che il touch è la moda del momento
        praticamente
        anche lo sciacquone del XXXXX tra un po l'avrà.
        Ma è già cosi quando ti siedi è puro touch e quando tiri l'acqua pure... :D
      • Tzi scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        Non potrei essere più d'accordo con te =)Forse il mio "vecchio" Cybook Gen3 ha i bottoni fisici che stan diventando un po' artritici, ma li preferisco comunque al dare ditate sullo schermo (peggio ancora se fossi addirittura costretto a "mimare" il gesto di voltare la pagina....)
    • histor91 scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      - Scritto da: Talking Head
      ... il touch per un reader. E a quanto pare non
      sono il
      solo.Per la sottolineatura del testo. Nessuno c'aveva pensato tra voi?
      • A s d f scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        QUOTO- Scritto da: histor91
        - Scritto da: Talking Head

        ... il touch per un reader. E a quanto pare
        non

        sono il

        solo.

        Per la sottolineatura del testo. Nessuno c'aveva
        pensato tra
        voi?
    • ciccio pasticcio quello vero scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      - Scritto da: Talking Head
      ... il touch per un reader. E a quanto pare non
      sono il
      solo.io ho il nook touch, e non lo cambierei con nessun altro lettore. Cambiare pagina mimando il movimento come con l'ipad? e perché mai? è scomodissimo trascinare ogni volta.. io basta che appoggio appena il polpastrello in un angolo, e cambia pag. Non fai pressione sul lettore come quando premi i tasti, ed è stracomodo in metropolitana quando tieni il lettore con una mano sola, e cambi le pagine con il pollice. fidati che il touch (implementato come è sul nook) è una benedizione.
    • Talking Head scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      Commento me stesso per evitare di ripetere le stesse cose a tutti.- "mimare il gesto del libro" non mi interessa, non è un gioco. Può divertire i primi 5 minuti, poi ti rompi le scatole. In particolare se, orrore, ti costringe a usare entrambe le mani (forse con l'abitudine passi a usarne una, io usavo una mano per tenerlo e una per girarle). Se devo leggere un testo, la pressione di un tasto è la cosa più comoda.- "sottolineare" è l'azione che faccio meno in assoluto. I reader sono per i libri di narrativa, se sottolineo una frase ogni tre libri è tanto. Farlo con il joystick o con il touch di quanto può velocizzare? 2 secondi ogni tre libri letti?- il nook di quelli che ho provato è meno fastidioso. Premi un angolo e via. Ma meno fastidioso non vuol dire migliore. Se tutto quello che faccio con uno schermo touch è premere un tasto (che è quello che ho fatto quando ho provato il nook), meglio un tasto. Non rischi di premerlo per sbaglio, fa un click percettibile alla pressione, meno soggetto a rotture. E soprattutto, visto che il touch causa un sovrapprezzo, non mi basta che sia altrettanto valido rispetto ad un tasto.Infine, sul recinto chiuso, Amazon legge i .mobi che sono privi di DRM. E' vero, non è standard internazionale, ma personalmente mi interessa il giusto. L'importante è che sia un formato aperto da cui posso convertirli in quello che voglio all'occorrenza, se in futuro il miglior lettore leggerà solo epub convertirò tutto e via.
      • pacca scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        Non voglio contribuire nella discussione su come e' comodo/cool usare il touch per sfogliare le pagine invece del pulsante.Ma sicuramente il touch permette di eliminare tutta quella serie di bottoni che occorrerebbero per gestire il dispositivo: menu, settaggi dell'ora, del wifi, ecc... permettendo di realizzare un dispositivo + compatto e magari meno soggetto a guasti (meno pulsanti/parti meccaniche = meno polvere che si infila tra i contatti = meno possibilità di malfunzionamenti)
        • Talking Head scrive:
          Re: Continuo a non capire...
          - Scritto da: pacca
          Ma sicuramente il touch permette di eliminare
          tutta quella serie di bottoni che occorrerebbero
          per gestire il dispositivo: menu, settaggi
          dell'ora, del wifi, ecc... permettendo di
          realizzare un dispositivo + compatto e magari
          meno soggetto a guasti (meno pulsanti/parti
          meccaniche = meno polvere che si infila tra i
          contatti = meno possibilità di
          malfunzionamenti)Tutto quello che dici si fa con il cursore, si tratta di un bottone con quattro direzioni, che tipicamente rimane anche nei dispositivi touch. L'unica cosa per cui potrà essere effettivamente utile è la sostituzione della tastiera QWERTY per i dispositivi che ne hanno una. Parliamo però degli svantaggi. Costo più alto. Più facile cambiare pagina per sbaglio mentre si tiene il lettore con una mano sola. La necessità di fare schermi eink touch, sovrapponendo layers, crea constrainsts tecnologici in progettazione.Comunque ripeto, un touch alla nook ha vantaggi e svantaggi rispetto ai bottoni, per alcuni può sicuramente essere vagamente superiore, sono d'accordo. La chiave è nel vagamente, a cui si ricollega il mio "sostanzialmente inutile". Consistentemente con questo, sembrerebbe che di consumatori disposti a pagare anche un modesto sovrapprezzo ce ne siano pochi.
      • A s d f scrive:
        Re: Continuo a non capire...

        - "sottolineare" è l'azione che faccio meno in
        assoluto. I reader sono per i libri di narrativa,
        se sottolineo una frase ogni tre libri è tanto.
        Farlo con il joystick o con il touch di quanto
        può velocizzare? 2 secondi ogni tre libri
        letti?Non credo che un reader abbia moltissimo senso con i libri di narrativa. Non ne possiedo uno, ma se l'avessi lo userei per la manualistica tecnica e per i libri di testo / tutorial, per evitare di portarmi dietro chili e chili di "bibbie" varie.In questo contesto... sottolineare ha MOLTO senso..
        • Talking Head scrive:
          Re: Continuo a non capire...

          Non credo che un reader abbia moltissimo senso
          con i libri di narrativa.

          Non ne possiedo uno, ma...Non possedendone uno, la tua opinione è giustificabile. Se ne avessi invece mai provati, capiresti che non ha senso.Anche io quando avevo acquistato il reader speravo di utilizzarlo per evitare di portare appresso manuali o stampare articoli scientifici.Invece, nonostante sia un acquisto di cui sono profondamente contento, leggere manuali su un reader è sicuramente peggiore di leggerli al computer, e infinitamente peggiore della carta: non ha alcun senso.Non lo dico solo io comunque, le vendite di libri di narrativa su ebook sono esplose, tanto che in questo settore negli USA il mercato degli ebook è pari al mercato paperback e superiore all'hardcover. Mentre nei manuali si sono diffusi pochissimo.Nel frattempo il lettore sempre più diffuso è quello che dall'inizio non aveva il touch, il nuovo modello touch della stessa casa vende meno dei modelli non touch e tutte le persone che vogliono il touch* sono persone che non hanno mai visto un ebook reader e, tipicamente, non leggono narrativa.Per chiarire, non sto dicendo che il touch non si imporrà. Costa sempre meno, un touch "alla Nook" non è più scomodo dei bottoni e ora che i prezzi sono scesi nella zona d'acquisto d'impulso si attira un po' di fascia d'utenza che lo compra senza usarlo, solo per il gusto del gadget e tutti quelli che, non avendo mai avuto un reader, pensano di usarlo per sottolineare e studiare.Ma rimane il fatto che tutte le cassandre che dicevano "per imporsi tra i lettori devono essere a colori e touch", dicevano cagate. Si sono imposti nel loro mercato, tra le persone che leggono, con bottoni e in bianco e nero. Ora aggiungeranno optional per attirare qualche gonzo marginale, ma né il touch né i colori sono caratteristiche essenziali del prodotto.* non capisco perché qualcuno dovrebbe voler fare un movimento scomodo come "girare la pagina", movimento che richiede entrambe le mani e quasi un secondo, quando la nuova tecnologia non lo richiede. Non penso che qualcuno, agli albori dell'automobile, avesse chiesto che si potesse guidare con due cinghie di cuoio e colpetti di tallone sul fianco. Se il mezzo nuovo richiede meno movimenti si festeggia, chi potrebbe volerli indietro (se non, appunto, senza avere idea di cosa sia un'automobile)?
          • malto scrive:
            Re: Continuo a non capire...
            - Scritto da: Talking Head
            Ma rimane il fatto che tutte le cassandre che
            dicevano "per imporsi tra i lettori devono essere
            a colori e touch", dicevano cagate.Pienamente d'accordo, ricordati solo che è il colore è fondamentale per vendere riviste.
          • dexter scrive:
            Re: Continuo a non capire...
            quelli che vogliono girare la pagina come se fosse un libro con i reader sono come quelli che andranno a comprare gli ebook in libreria, cose senza senso.. A scusate, mi son dimenticato il... " ma vuoi mettere l'odore della pagina stampata?!" non se ne può più...
        • pacca scrive:
          Re: Continuo a non capire...
          Se pensi di utilizzare un reader per leggere i manuali magari tecnici (con grafici e tabelle), allora secondo me deve avere uno schermo molto grande perchè di solito la maggioranza dei manuali sono in formato .pdf che non sono "reimpaginabili" come gli .epub. L'alternativa di "zoommare" e spostare la finestra del visore sulla pagina del manuale è troppo macchinosa. A questo punto io mi prenderei un netbook.
    • Shrike scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      più che il touch io continuo a non capire come fa un e-reader ad avere schermo LCD.
      • dexter scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        non ce l'ha
        • Shrike scrive:
          Re: Continuo a non capire...
          che intendi? mi era parso di capire che il display fosse analogo a quello dell'iPad ma con una maggiore risoluzione... quindi pannello LCD retroilluminato a led con tecnologia IPS. sbaglio?
          • Leggi la legge scrive:
            Re: Continuo a non capire...
            - Scritto da: Shrike
            che intendi? mi era parso di capire che il
            display fosse analogo a quello dell'iPad ma con
            una maggiore risoluzione... quindi pannello LCD
            retroilluminato a led con tecnologia IPS.
            sbaglio?Se parli del Kindle Fire sì, ma nel thread si parlava del Kindle Touch. Il Fire non è un e-reader, è un tablet.
    • hermanhesse scrive:
      Re: Continuo a non capire...
      Guarda io più che altro sfoglio manuali sul mio galaxy tab, e qualche fumetto (i libri li preferisco ancora di carta).però devo dire che sfogliare è più comodo, soprattutto a letto. È un gesto più naturale, al quale siamo più abituati e che credo coinvolga aree del cervello differenti da quelle "premo il pulsante per sfogliare".un gesto più fisico e meno "matematico", se mi si concede il termine.
      • Talking Head scrive:
        Re: Continuo a non capire...
        - Scritto da: hermanhesse
        Guarda io più che altro sfoglio manuali sul mio
        galaxy tab, e qualche fumetto (i libri li
        preferisco ancora di
        carta).Sì, ma appunto non stai leggendo un libro. Muovere la mano in orizzontale o verticale è un gesto più utile di "premere un bottone" per molte attività:- sfogliare libri cartacei- scacciare le mosche- mettere la cera, togliere la cera- benedire la follaIl problema è che non è il gesto più comodo per leggere un libro di narrativa elettronico, tutto qui. Ci son sempre state parti del demografico che cercano, di fronte ad un cambiamento tecnologico, di adattarlo a essere il più simile possibile alla tecnologia precedente. E poi ci sono gli user seri che in breve sfruttano al massimo il nuovo.Ho provato a sfogliare le pagine. Abituato al bottone ho retto una serata, poi ho trasferito il libro sul Kindle. Se devi fare la prova tanto per farla, può anche divertire. Se leggi un libro a settimana dopo 1000 volte che fai un gesto inutile al giorno il romanticismo lo butti nel XXXXX. Solo se non leggi puoi pensare al romanticismo della lettura piuttosto che a leggere.
Chiudi i commenti