Il micro-drone al servizio di Sua Maestà

L'esercito britannico ha schierato una nuova unità nei plotoni impegnati a combattere in Afghanistan, un drone volante comandato da remoto di dimensioni a dir poco ridotte

Roma – Si chiama Black Hornet ed è l’ ultima aggiunta alle “armi” a disposizione dei soldati britannici in Afghanistan. Più che un’arma, in realtà, il “calabrone” in oggetto è un drone volante comandato da remoto, una spia discreta e di piccole dimensioni pensato per l'”accoppiamento” con un singolo soldato.

black hornet Realizzato dalla società norvegese Prox Dynamics per un contratto da 4 milioni di dollari, Black Hornet pesa appena 16 grammi e misura poco più di 10 centimetri di lunghezza: poco spazio per le armi (non presenti), ma sufficiente a ospitare una videocamera direzionabile che cattura un flusso video in tempo reale e lo spedisce al soldato che controlla l’UAV.

Tale controllo prevede l’utilizzo di un dispositivo non più grande di una console videoludica portatile con schermo: sta al soldato la responsabilità di dirigere i due rotori di Black Hornet per infilare la piccola spia negli angoli più angusti e pericolosi prima del passaggio delle truppe.

Nelle parole di chi lo ha già messo all’opera in Afghanistan, infatti, il micro-drone è utilissimo per “cercare le postazioni di fuoco degli insorgenti e controllare le zone esposte sul terreno prima di passarci”.

Ma non è solo l’esercito britannico a puntare sulla robotica sul campo di battaglia. La strategia di un uso massiccio di droni in funzione di meno truppe schierate sul campo è stata confermata anche dalla nuova amministrazione Obama.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pignolo scrive:
    Re: C'è da pregare...
    - Scritto da: enoquick
    Mi risulta che il problema sia trovare un
    algoritmo efficiente capace di scomporre un
    numero <s
    primo nei </s
    in due <i
    suoi eventuali </i
    componenti moltiplicativi,
    non trovare un algoritmo efficiente che dato n
    primo trovi il prossimo
    primoFIXED!E comunque anche per l'altro problema, alla fine tutti gli algoritmi si riducono a provare a dividere il numero candidato per i vari primi fino almeno a radice di n, o quasi... con qualche piccola miglioria ma la complessità rimane quella...
  • Lammy scrive:
    Avanti il prossimo
    Se 2^x-1 (dove x è primo) è un buon candidato (di Mersenne) per un numero primo, il prossimo buon candidato potrebbe essere 2^(2^57885161-1)-1Aspettiamo l'avvento dei qubit per avventurarci in questo calcolo ;-)cordialmente
    • panda rossa scrive:
      Re: Avanti il prossimo
      - Scritto da: Lammy
      Se 2^x-1 (dove x è primo) è un buon candidato (di
      Mersenne) per un numero primo, il prossimo buon
      candidato potrebbe essere
      2^(2^57885161-1)-1
      Aspettiamo l'avvento dei qubit per avventurarci
      in questo calcolo
      ;-)
      cordialmenteIo sono pronto a scommettere che invece il prossimo lo troveranno entro il 2020 visto l'andamento della ricerca.http://primes.utm.edu/mersenne/
    • Funz scrive:
      Re: Avanti il prossimo
      - Scritto da: Lammy
      Se 2^x-1 (dove x è primo) è un buon candidato (di
      Mersenne) per un numero primo, il prossimo buon
      candidato potrebbe essere
      2^(2^57885161-1)-1Senza dubbio
      Aspettiamo l'avvento dei qubit per avventurarci
      in questo calcolo
      ;-)Ma no, adesso arriva Ruppolo che ti dimostra che con 5 mac mini in cluster te lo fattorizza in meno tempo che fare la coda fuori dall'Apple store all'uscita del nuovo iphone :p
  • grande scienziato scrive:
    Complimenti a Curtis Cooper....ma
    ...vale anche chi ce l'ha più lungo? Chi XXXXXX più lontanto? Chi rutta più forte?La XXXXXXXXX più puzzolente?
    • Sbroftl scrive:
      Re: Complimenti a Curtis Cooper....ma
      - Scritto da: grande scienziato
      ...vale anche chi ce l'ha più lungo?
      Chi XXXXXX più lontanto?
      Chi rutta più forte?
      La XXXXXXXXX più puzzolente?Posso gareggiare per tutte e tre le categorie?
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Complimenti a Curtis Cooper....ma
        - Scritto da: Sbroftl
        - Scritto da: grande scienziato

        ...vale anche chi ce l'ha più lungo?

        Chi XXXXXX più lontanto?

        Chi rutta più forte?

        La XXXXXXXXX più puzzolente?
        Posso gareggiare per tutte e tre le categorie?contemporaneamente?
  • thebecker scrive:
    il migliore Numero Primo di sempre
    In onore del loro maggior inserzionista PI doveva fare un titolo così:il migliore Numero Primo di sempre :D (rotfl)
    • prugnoso scrive:
      Re: il migliore Numero Primo di sempre
      O anche: Il Numero Primo top di gamma :D
    • attonito scrive:
      Re: il migliore Numero Primo di sempre
      - Scritto da: thebecker
      In onore del loro maggior inserzionista PI doveva
      fare un titolo
      così:

      il migliore Numero Primo di sempre

      :D (rotfl)credo che annunziata si stia mangando le mani pensando alla bellissima occasione, purtroppo perduta, per compiere l'ennesimo atto di servile piaggeria. Ma poco male, se la e' segnata e la usera' la prossima volta.
  • uno qualsiasi scrive:
    I numeri primi sono infiniti
    Non esiste "il numero primo più grande in assoluto", e si può dimostrare in un modo molto semplice: ipotizziamo, per assurdo, che tale numero esista: dal momento che i numeri primi sono, per definizione, tutti numeri naturali (quindi, numeri interi e positivi), l'esistenza di un numero primo massimo implicherebbe che l'insieme dei numeri primi sia un insieme finito (i numeri primi sarebbero tutti compresi tra 2 e il massimo primo possibile, e dal momento che i numeri naturali compresi tra due limiti non sono infiniti, e che i numeri primi sono un sottoinsieme dei numeri naturali, anche i numeri primi non sarebbero infiniti).Se però ammettessimo che esista solo una quantità finita di numeri primi, potremmo elencarli tutti, e moltiplicarli tutti tra loro: chiamiamo X il prodotto di tutti i numeri primi. Ora, consideriamo il valore X+1: tale numero, se diviso per un qualunque divisore di x, darebbe resto 1: quindi, visto che i divisori di x sono tutti i numeri primi, ciò implica che X+1 non sia divisibile per nessun numero dell'insieme dei numeri primi. Quindi, o X+1 è primo (pur non facendo parte dell'insieme dei numeri primi), oppure i suoi divisori sono numeri primi che non fanno parte dell'insieme dei numeri primi: dal momento che entrambe queste conclusioni sono assurde, consegue che l'insieme dei numeri primi non può essere un insieme finito (perchè per qualunque insieme finito di numeri primi è possibile trovare dei numeri primi che non facciano parte di tale insieme).
    • Punto Zerbino scrive:
      Re: I numeri primi sono infiniti
      Non c'era bisogno della pappardella che hai scritto per dimostrarlo, visto che è OVVIO per chiunque abbia due neuroni funzionanti che i numeri primi sono infiniti.
      • panda rossa scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        - Scritto da: Punto Zerbino
        Non c'era bisogno della pappardella che hai
        scritto per dimostrarlo, visto che è <b
        OVVIO </b

        per chiunque abbia due neuroni funzionanti che i
        numeri primi sono
        infiniti.C'era bisogno eccome, invece.Tu frequenti il forum di PI da poco, evidentemente.Qui bazzica gente che neppure mischiando tutti i loro cervelli si riescono a mettere insieme due neuroni funzionanti...
        • ruttolo scrive:
          Re: I numeri primi sono infiniti
          - Scritto da: panda rossa
          Qui bazzica gente che neppure mischiando tutti i
          loro cervelli si riescono a mettere insieme due
          neuroni
          funzionanti...Giusto, bastava che leggessero un tuo commento per capire. Ne sei un esempio lampante
          • panda rossa scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            - Scritto da: ruttolo
            - Scritto da: panda rossa

            Qui bazzica gente che neppure mischiando
            tutti
            i

            loro cervelli si riescono a mettere insieme
            due

            neuroni

            funzionanti...
            Giusto, bastava che leggessero un tuo commento
            per capire. Ne sei un esempio
            lampanteSi, io sono uno di quelli che ci mette i due neuroni.Tu sei l'altro che serve a fare la media di due neuroni a testa.
          • ruttolo scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            La cosa triste è che ci sono individui che non si rendono neanche conto che non utilizzano i neuroni e pensano anche di scrivere cose sensate (http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3710933&m=3712907#p3712907)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        Scusa, se TU non ne avevi bisogno e lo trovavi ovvio, perchè non ti sei limitato a saltare il mio post? Nel topic era scritto chiaramente di cosa parlavo, se non ti interessava ti bastava passare oltre.
        • Punto Zerbino scrive:
          Re: I numeri primi sono infiniti
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Scusa, se TU non ne avevi bisogno e lo trovavi
          ovvio, perchè non ti sei limitato a saltare il
          mio post?Perché sì.
          • Certissimam ente scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            E' ovvio perchè i numeri sono infiniti?beata ignoranza :)la dimostrazione di eulero (?) mi pare un po' fuori luogo,ma d'altronde con un titolo così allarmistico posso capire...Sicuramente non è una cosa ovvia,non è manco ovvia l'alternanza di numeri pari e dispari ( vabbè,non ''così ovvia'' :P ) figuriamoci questo.
          • Punto Zerbino scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            - Scritto da: Certissimam ente
            E' ovvio perchè i numeri sono infiniti?
            beata ignoranza :)Ma XXXXXXXXXXXX.
          • Punto Zerbino scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            - Scritto da: Certissimam ente
            E' ovvio perchè i numeri sono infiniti?
            beata ignoranza :)

            la dimostrazione di eulero (?)Infatti è Euclide...Beata ignoranza.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            contenuto non disponibile
      • Pietro scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        - Scritto da: Punto Zerbino
        Non c'era bisogno della pappardella che hai
        scritto per dimostrarlo, visto che è <b
        OVVIO </b

        per chiunque abbia due neuroni funzionanti che i
        numeri primi sono
        infiniti.Non è ovvio per niente, fino a quando una affermazione matematica non la dimostri non è detto che sia vera
      • Commodore64 scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        - Scritto da: Punto Zerbino
        Non c'era bisogno della pappardella che hai
        scritto per dimostrarlo, visto che è OVVIO
        per chiunque abbia due neuroni funzionanti che i
        numeri primi sono
        infiniti.No, invece non è affatto ovvio. Anzi.Applicando la semplice logica, uno potrebbe dire che più un numero è grande e più aumenta la probabilità di riuscire a fattorizzarlo con sucXXXXX, e quindi che "ad un certo punto" tale probabilità assume il valore 1 e quindi i numeri primi sarebbero in quel punto "terminati".Chiaramente, il teorema (ottimamente) esposto sopra ti dice che viceversa tale idea non è corretta, ma nulla è banale nel campo dei numeri primi e infatti la stessa dimostrazione deve fare una serie di giri di logica prima di arrivare alla conclusione corretta.
      • franco.ff scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        Invece era necessario. Perchè l'ovvio deve essere dimostrato altrimenti che ovvio è.
    • girovago scrive:
      Re: I numeri primi sono infiniti
      Hai detto un'ovvietà. L'articolista si riferisce al numero primo più grande scoperto fino a oggi. Se sei tanto bravo e se la tua testa straborda di neuroni, perchè non scrivi qui un numero primo ancora più grande? Se è troppo lungo puoi sempre usare la notazione esponenziale. ;-)
      • vbncvncvncv ncvncvbnvc scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        - Scritto da: girovago
        Hai detto un'ovvietà. L'articolista si riferisce
        al numero primo più grande scoperto fino a oggi.
        Se sei tanto bravo e se la tua testa straborda di
        neuroni, perchè non scrivi qui un numero primo
        ancora più grande? Se è troppo lungo puoi sempre
        usare la notazione esponenziale.
        ;-)se puoi scriverlo in notazioe esponenziale, allora non può essere un numero primo, ci arriverebbe anche quella salma di mia nonna morta a capirlo
        • embe scrive:
          Re: I numeri primi sono infiniti

          se puoi scriverlo in notazioe esponenziale,
          allora non può essere un numero primo, ci
          arriverebbe anche quella salma di mia nonna morta
          a
          capirloforse quella salma di tua nonna arriverebbe a capire anche che un numero in notazione esponenziale, seguito dal -1, può benissimo essere un numero primo, come nell'articolo che evidentemente manco hai letto.
          • krane scrive:
            Re: I numeri primi sono infiniti
            - Scritto da: embe

            se puoi scriverlo in notazioe esponenziale,

            allora non può essere un numero primo, ci

            arriverebbe anche quella salma di mia nonna
            morta

            a

            capirlo

            forse quella salma di tua nonna arriverebbe a
            capire anche che un numero in notazione
            esponenziale, seguito dal -1, può benissimo
            essere un numero primo, come nell'articolo che
            evidentemente manco hai
            letto.Leggere gli articoli qua ? Ti consiglio quello delle sonde per asteroidi...
    • Sbroftl scrive:
      Re: I numeri primi sono infiniti
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Non esiste "il numero primo più grande in
      assoluto", [cut]bla bla blai numeri primi che non
      facciano parte di tale
      insieme).Errato.I numeri primi finiranno con l'uomo stesso.Ciò a cui noi crediamo è una nostra definizione.Finito l'uomo, finiti i numeri, pure quelli primi, e pure quello scemo di P greco.
      • Leguleio scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        - Scritto da: Sbroftl
        I numeri primi finiranno con l'uomo stesso.
        Ciò a cui noi crediamo è una nostra definizione.
        Finito l'uomo, finiti i numeri, pure quelli
        primi, e pure quello scemo di P
        greco.In questo caso, si cita la poesia di Gianni Rodari: <I
        Un punto piccoletto,superbioso e iracondo"Dopo di me - gridava -verrà la fine del mondo!"Le parole protestarono:"Ma che grilli ha pel capo?Si crede un Punto-e-basta,e non è che un Punto-e-a-capo".Tutto solo a mezza paginalo piantarono in asso,e il mondo continuòuna riga più in basso. </I
        Portando la discussione su un piano più alto, l'atteggiamento filosofico che tu descrivi si chiama solipsismo (più precisamente, solipsismo gnoseologico-metafisico).
        • Sbroftl scrive:
          Re: I numeri primi sono infiniti
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: Sbroftl



          I numeri primi finiranno con l'uomo stesso.

          Ciò a cui noi crediamo è una nostra
          definizione.

          Finito l'uomo, finiti i numeri, pure quelli

          primi, e pure quello scemo di P

          greco.

          In questo caso, si cita la poesia di Gianni
          Rodari:

          <I
          Un punto piccoletto,
          superbioso e iracondo
          "Dopo di me - gridava -
          verrà la fine del mondo!"

          Le parole protestarono:
          "Ma che grilli ha pel capo?
          Si crede un Punto-e-basta,
          e non è che un Punto-e-a-capo".

          Tutto solo a mezza pagina
          lo piantarono in asso,
          e il mondo continuò
          una riga più in basso. </I



          Portando la discussione su un piano più alto,
          l'atteggiamento filosofico che tu descrivi si
          chiama solipsismo (più precisamente, solipsismo
          gnoseologico-metafisico).e poi c'è pure qualcuno che parla male di PI e del forum !! ;) ;)
      • Shedar scrive:
        Re: I numeri primi sono infiniti
        Dimostralo.Se non ne sei capace, sei al pari di quel mio amico che dopo una cannetta disse la sua.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 febbraio 2013 14.14-----------------------------------------------------------
        • krane scrive:
          Re: I numeri primi sono infiniti
          - Scritto da: Shedar
          Dimostralo.
          Se non ne sei capace, sei al pari di quel
          mio amico che dopo una cannetta disse la
          sua.E se per dimostrarlo fa sparire l'umanita ??? :|(anonimo)
  • danilo scrive:
    La crittografia usa numeri primi
    A chi dice che sia tutta fuffa, ricordo che la crittografia attuale, che usiamo per fare acquisti online, accessi alla banca online, e mille altre attivita', e' basata sui numeri primi.Senza ricerche come queste, apparentemente inutili, tutto cio' non esisterebbe (o sarebbero servizi molto piu' rischiosi).Ciao.
    • Leguleio scrive:
      Re: La crittografia usa numeri primi
      - Scritto da: danilo
      A chi dice che sia tutta fuffa, ricordo che la
      crittografia attuale, che usiamo per fare
      acquisti online, accessi alla banca online, e
      mille altre attivita', e' basata sui numeri
      primi.Ti rimando a una puntualizzazione di devnull, che potrei aver scritto io. Non tutti i sistemi di crittografia usano i numeri primi (anche se questi sono i più pratici per il web, attualmente).http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3710933&m=3711591#p3711591
      Senza ricerche come queste, apparentemente
      inutili, tutto cio' non esisterebbe (o sarebbero
      servizi molto piu'
      rischiosi).Di numeri primi ne conosciamo a sufficienza anche più piccoli di questo appena scoperto, neh?!? Per la crittografia di tutti i giorni non sono necessari numeri del genere.
      • prova123 scrive:
        Re: La crittografia usa numeri primi
        ma tanto negli USA "dimenticare" in giro notebook con tutti i dati in chiaro sembra essere uno sport nazionale ...
  • seifer777 scrive:
    mah
    utilità della XXXXXXX....forse meglio usare quella capacità di calcolo per altro
  • INCAZZATO scrive:
    ma dov'è la scoperta.
    Io non capisco dove sta la notizia. Se io lascio il mio PC calcolare i numeri primi per un periodo indefinito non è plausibile che si arrivi al numero appena scoperto e anche oltre? Non è solo una questione di tempo di elaborazione?
    • krane scrive:
      Re: ma dov'è la scoperta.
      - Scritto da: XXXXXXXTO
      Io non capisco dove sta la notizia. Se io lascio
      il mio PC calcolare i numeri primi per un periodo
      indefinito non è plausibile che si arrivi al
      numero appena scoperto e anche oltre? Non è solo
      una questione di tempo di elaborazione?Si, ed ogni volta che ne scopri uno piu' lungo puoi dire di aver scoperto un nuovo numero primo. Quando Colombo ha scoperto l'america il continente era li' anche prima che lui ci arrivasse no ? Solo che nessuno ci era mai arrivato prima.
      • Leguleio scrive:
        Re: ma dov'è la scoperta.
        - Scritto da: krane

        Io non capisco dove sta la notizia. Se io
        lascio

        il mio PC calcolare i numeri primi per un
        periodo

        indefinito non è plausibile che si arrivi al

        numero appena scoperto e anche oltre? Non è
        solo

        una questione di tempo di elaborazione?

        Si, ed ogni volta che ne scopri uno piu' lungo
        puoi dire di aver scoperto un nuovo numero primo.
        Quando Colombo ha scoperto l'america il
        continente era li' anche prima che lui ci
        arrivasse no ? Solo che nessuno ci era mai
        arrivato
        prima.Come no?Gli abitanti del continente americano, dai Thule della Groenlandia fino ai fuegini della terra del Fuoco, senza dimenticare i Taíno delle Bahamas e delle Antille (oggi estinti), sono giunti in quel continente in epoca preistorica, passando probabilmente dallo stretto di Bering. Anche limitandosi agli europei, il norvegese Leif Ericson era arrivato in Groenlandia e in Terranova (all'epoca la chiamò Vinland) 500 anni prima di Cristoforo Colombo. Il quale fu semplicemente il primo dei conquistatori interessati allo sfruttamento commerciale di nuove terre a raggiungere l'isola di Hispaniola, e niente di più.
        • krane scrive:
          Re: ma dov'è la scoperta.
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: krane
          Come no?
          Gli abitanti del continente americano, dai Thule
          della Groenlandia fino ai fuegini della terra del
          Fuoco, senza dimenticare i Taíno delle
          Bahamas e delle Antille (oggi estinti), sono
          giunti in quel continente in epoca preistorica,
          passando probabilmente dallo stretto di Bering.
          Anche limitandosi agli europei, il norvegese Leif
          Ericson era arrivato in Groenlandia e in
          Terranova (all'epoca la chiamò Vinland) 500 anni
          prima di Cristoforo Colombo. Il quale fu
          semplicemente il primo dei conquistatori
          interessati allo sfruttamento commerciale di
          nuove terre a raggiungere l'isola di Hispaniola,
          e niente di più.E quindi ? Probabilmente tutte le nostre scoperte sono gia' state scoperte in passato da altri popoli nella galassia, quindi ?
          • Leguleio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane

            Come no?

            Gli abitanti del continente americano, dai
            Thule

            della Groenlandia fino ai fuegini della
            terra
            del

            Fuoco, senza dimenticare i Taíno delle

            Bahamas e delle Antille (oggi estinti), sono

            giunti in quel continente in epoca
            preistorica,

            passando probabilmente dallo stretto di
            Bering.


            Anche limitandosi agli europei, il norvegese
            Leif

            Ericson era arrivato in Groenlandia e in

            Terranova (all'epoca la chiamò Vinland) 500
            anni

            prima di Cristoforo Colombo. Il quale fu

            semplicemente il primo dei conquistatori

            interessati allo sfruttamento commerciale di

            nuove terre a raggiungere l'isola di
            Hispaniola,

            e niente di più.

            E quindi ? E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono qui per questo.
            Probabilmente tutte le nostre scoperte
            sono gia' state scoperte in passato da altri
            popoli nella galassia, quindi
            ?Limitiamoci agli esseri umani, e alle prove storiche, grazie. Che ci dicono che il continente Americano era già noto agli europei, e figuriamoci a chi ci viveva in pianta stabile. La fantascienza non mi interessa, qui.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio
            E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono qui
            per
            questo.Ovvero sei pagato dalla redazione per "correggere" gli interventi? @^
          • Leguleio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Nome e cognome

            E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono qui

            per

            questo.

            Ovvero sei pagato dalla redazione per
            "correggere" gli interventi?
            @^No, è un passatempo. Ed è peggio, nota bene: chi svolge un compito per passione ci mette una dedizione che raramente applica chi lo fa per mestiere. 8)
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Nome e cognome


            E quindi hai detto un'inesattezza. Io


            sono qui per questo.

            Ovvero sei pagato dalla redazione per

            "correggere" gli interventi?

            @^
            No, è un passatempo.
            Ed è peggio, nota bene: chi svolge un compito per
            passione ci mette una dedizione che raramente
            applica chi lo fa per mestiere.
            8)Intanto di la' aspetto ancora che spieghi come sia legale fare uso di una sostanza di cui e' vietato il possesso...
          • Leguleio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane
            Intanto di la' aspetto ancora che spieghi come
            sia legale fare uso di una sostanza di cui e'
            vietato il
            possesso...Risposto.
          • panda rossa scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: Nome e cognome




            E quindi hai detto un'inesattezza. Io
            sono
            qui


            per


            questo.



            Ovvero sei pagato dalla redazione per

            "correggere" gli interventi?

            @^

            No, è un passatempo.
            Ed è peggio, nota bene: chi svolge un compito per
            passione ci mette una dedizione che raramente
            applica chi lo fa per mestiere.
            8)Se riesci a spiegare questo concetto banale anche a quei geni che preferiscono spendere soldi per un software commerciale perche' pensano che ci sia dietro professionalita', ti offro un caffe'.
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: krane


            Come no?


            Gli abitanti del continente


            americano, dai Thule della Groenlandia


            fino ai fuegini della terra del


            Fuoco, senza dimenticare i Taíno


            delle Bahamas e delle Antille (oggi


            estinti), sono giunti in quel continente


            in epoca preistorica, passando probabilmente


            dallo stretto di Bering.


            Anche limitandosi agli europei, il


            norvegese Leif Ericson era arrivato in


            Groenlandia e in Terranova (all'epoca la


            chiamò Vinland) 500 anni prima


            di Cristoforo Colombo. Il quale fu


            semplicemente il primo dei


            conquistatori interessati allo


            sfruttamento commerciale di nuove


            terre a raggiungere l'isola di

            Hispaniola, e niente di più.

            E quindi ?
            E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono
            qui per questo.

            Probabilmente tutte le nostre scoperte

            sono gia' state scoperte in passato da

            altri popoli nella galassia, quindi ?
            Limitiamoci agli esseri umani, e alle prove
            storiche, grazie. Che ci dicono che il
            continente Americano era già noto agli
            europei, e figuriamoci a chi ci viveva in
            pianta stabile. La fantascienza non mi
            interessa, qui.Ed a genova e spagna non interessava di 4 selvaggi.
          • porco oddio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane
            Ed a genova e spagna non interessava di 4
            selvaggi.Mai ammettere di aver detto una fesseria! Bravo, continua così.
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: XXXXX oddio
            - Scritto da: krane

            Ed a genova e spagna non interessava di

            4 selvaggi.
            Mai ammettere di aver detto una fesseria!
            Bravo, continua così.Grazie !Fa sempre piacere quando il proprio atteggiamento trova conferma e approvazione, e complimenti per il nickname, mi piace.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            Modificato dall' autore il 07 febbraio 2013 17.00
            --------------------------------------------------Si dice che i vichinghi giunsero nel continente ammericano bau bau , secoli prima.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            contenuto non disponibile
          • Leguleio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Sgabbio


            Si dice che i vichinghi giunsero nel
            continente

            ammericano bau bau , secoli

            prima.

            Fra 40000 e 12000 anni fa gli uomini primitivi si
            sono spostati dal continente asiatico a quello
            americano. Per questo esistevano già persone
            quando fu 'scoperta'
            l'America.Non vale, lo avevo già scritto io! :@http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3710933&m=3712574#p3712574
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            contenuto non disponibile
          • di passaggio scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio
            E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono qui
            per
            questo.
            krane non è nuovo alle inesattezze lo sanno tutti su PI.avresti dovuto vedere l'altro giorno la figuraccia che ha fatto parlando dei puntatori.se ti metti a correggerle tutte potreste rovinarti la vita.
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: di passaggio
            - Scritto da: Leguleio

            E quindi hai detto un'inesattezza. Io

            sono qui per questo.
            krane non è nuovo alle inesattezze lo sanno
            tutti su PI.
            avresti dovuto vedere l'altro giorno la
            figuraccia che ha fatto parlando dei
            puntatori.
            se ti metti a correggerle tutte potreste
            rovinarti la vita.Del resto nessuno e' perfetto, anche se qualcuno pensa di esserlo.
          • nessuno scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane
            Del resto nessuno e' perfetto, anche se qualcuno
            pensa di
            esserlo.Esatto, come hai detto tu questo sono io...
          • qualcuno scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane
            Del resto nessuno e' perfetto, anche se qualcuno
            pensa di
            esserlo.Non è assolutamente vero, mai detto di essere perfetto...
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: qualcuno
            - Scritto da: krane

            Del resto nessuno e' perfetto, anche

            se qualcuno pensa di esserlo.
            Non è assolutamente vero, mai detto di
            essere perfetto...E chi ti dice che io parlassi di te ?
          • qualcuno scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: qualcuno

            - Scritto da: krane


            Del resto nessuno e' perfetto, anche


            se qualcuno pensa di esserlo.

            Non è assolutamente vero, mai detto di

            essere perfetto...

            E chi ti dice che io parlassi di te ?Del resto nessuno e' perfetto, anche se <b
            qualcuno </b
            pensa di esserlo.
          • krane scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: qualcuno
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: qualcuno


            - Scritto da: krane



            Del resto nessuno e' perfetto,
            anche



            se qualcuno pensa di esserlo.


            Non è assolutamente vero, mai detto di


            essere perfetto...



            E chi ti dice che io parlassi di te ?
            Del resto nessuno e' perfetto, anche se
            <b
            qualcuno </b
            pensa di
            esserlo.In effetti....
          • perfetto scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: qualcuno
            Del resto nessuno e' perfetto, anche se
            <b
            qualcuno </b
            pensa di
            esserlo.Qualcuno pensa di esserlo, ma qualcun altro lo è. E non mi riferisco a nessuno.
          • nessuno scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: perfetto
            - Scritto da: qualcuno


            Del resto nessuno e' perfetto, anche se

            <b
            qualcuno </b
            pensa di

            esserlo.

            Qualcuno pensa di esserlo, ma qualcun altro lo è.
            E non mi riferisco a nessuno.Come no ? E io che mi sentivo gia' protagonista :(
          • protagonist a scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: nessuno
            - Scritto da: perfetto

            - Scritto da: qualcuno




            Del resto nessuno e' perfetto, anche se


            <b
            qualcuno </b
            pensa di


            esserlo.



            Qualcuno pensa di esserlo, ma qualcun altro
            lo
            è.

            E non mi riferisco a nessuno.

            Come no ? E io che mi sentivo gia' <b
            protagonista </b

            :(ti piacerebbe...
          • Passante scrive:
            Re: ma dov'è la scoperta.
            - Scritto da: Leguleio

            E quindi hai detto un'inesattezza. Io sono qui
            per
            questo. BECCATO ! ;) (rotfl)
      • Povero voi scrive:
        Re: ma dov'è la scoperta.
        cut
        Quando Colombo ha scoperto l'america il
        continente era li' anche prima che lui ci
        arrivasse no ? Solo che nessuno ci era mai
        arrivato
        prima.No, non è detto che fosse realmente lì.Lì c'era sicuramente nel momento in cui ha attraccato, dove fosse prima non lo possiamo sapere.
        • panda rossa scrive:
          Re: ma dov'è la scoperta.
          - Scritto da: Povero voi
          cut

          Quando Colombo ha scoperto l'america il

          continente era li' anche prima che lui ci

          arrivasse no ? Solo che nessuno ci era mai

          arrivato

          prima.
          No, non è detto che fosse realmente lì.
          Lì c'era sicuramente nel momento in cui ha
          attraccato, dove fosse prima non lo possiamo
          sapere.Si puo' pero' stimare con buona approssimazione.[img]http://2.bp.blogspot.com/_q7aKDejDr18/S63wjJyGlqI/AAAAAAAAAIw/NIDVfDJQ41k/s320/deriva+dei+continenti.jpg[/img]
    • Certissimam ente scrive:
      Re: ma dov'è la scoperta.
      1) finiresti la memoria,quindi ''numero più grande'' un par di ciufoli.2) ammettendo di avere la memoria necessaria ''metto il computer a calcolare primi'',con che algoritmo? no perchè tempo infinito non ne abbiamo,un numero del genere anche con super pc senza un algoritmo adeguato fa prima a finire l'universo che a verificare se è primo o meno.quindi nì,non è una notizia perchè ne trovano un sacco,ma sì è una notizia perchè prima non era possibile trovare un numero del genere,vuoi per hardware vuoi per algoritmo.
  • sandalo scrive:
    sottotitolo demente...
    "Scoperto il più grande numero primo sin qui noto"Ma cosa vuol dire?Anche il prossimo sarà il "più grande sino ad allora noto"...E anche quello precedente era "il più grande sino ad allora noto".Bastava scrivere: "Individuato un nuovo numero primo".
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: sottotitolo demente...
      contenuto non disponibile
      • attonito scrive:
        Re: sottotitolo demente...
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: sandalo



        Bastava scrivere: "Individuato un nuovo
        numero

        primo".

        sì, ma questo è il più grande individuato
        fin'ora, non è uno qualsiasi che si trova nel
        mezzo.
        Ce ne sono tantissimi più piccoli non ancora
        individuati (ovviamente è un'affermazione
        statistica, ma posso scommettere tranquillamente
        qualsiasi cosa) semplicemente perché non sono
        della forma
        2^n-1"tra un numero ed il suo doppio (cioe' tra X e 2*X) esiste ALMENO un numero primo". Teorema di P. Erdos.
    • davedave scrive:
      Re: sottotitolo demente...
      Ma il punto non e` che e` grande, ma che e` un primo di Mersenne. I primi sono infiniti, lo sapeva gia` Euclide. se n e` primo, n!+1 e` ancora primo e piu`grande di n.
      • davedave scrive:
        Re: sottotitolo demente...
        Ma Maruccia forse non lo sa
        • attonito scrive:
          Re: sottotitolo demente...
          - Scritto da: davedave
          Ma Maruccia forse non lo sanon lo sapevi che solo un ignorante puo' parlare con disinvoltura di qualunque argomento?
        • iRoby scrive:
          Re: sottotitolo demente...
          Mi sa che Maruccia non fosse proprio il "primo" della classe in matematica... :)
      • came88 scrive:
        Re: sottotitolo demente...
        - Scritto da: davedave
        Ma il punto non e` che e` grande, ma che e` un
        primo di Mersenne. I primi sono infiniti, lo
        sapeva gia` Euclide. se n e` primo, n!+1 e`
        ancora primo e piu`grande di
        n.Mi stai dicendo che 5! + 1 = 120 + 1 = 121 = 11^2 è primo?
        • davedave scrive:
          Re: sottotitolo demente...
          Mmm.... hai ragione.. mi riferivo al fatto che se fai in prodotto dei primi inferiori o uguali a n (non il fattoriale) e sommi 1 e` primo. Ma immagino che cosi` i numeri primi grandi non li trovi, perche` appunto devi avere a disposizione tutti i primi inferiori. I test di primalita` sono piu` efficienti per fortuna, e trovi primi come sopra. Mi scuso per il commento errato. Trovo comunque l'articolo malfatto.
          • came88 scrive:
            Re: sottotitolo demente...
            No problem, la cosa interessante è comunque che n!+1 è coprimo con tutti gli interi <= n, da cui deriva in modo naturale il fatto che i numeri primi sono infiniti: se scelgo n come il più grande numero primo n!+1 non è primo ma non è divisibile per nessun numero primo (perché sono tutti <= n e allora sono coprimi con n!+1), assurdo, quindi n non poteva essere il numero primo più grande, quindi i numeri primi sono infiniti :-)
    • attonito scrive:
      Re: sottotitolo demente...
      - Scritto da: sandalo
      "Scoperto il più grande numero primo sin qui noto"

      Ma cosa vuol dire?
      Anche il prossimo sarà il "più grande sino ad
      allora
      noto"...
      E anche quello precedente era "il più grande sino
      ad allora
      noto".

      Bastava scrivere: "Individuato un nuovo numero
      primo".tranquillo, il fatto e' con le traducono in fretta e furia con google translator, rileggono in modo raffazzonato ed ecco la cappella linguistica che sfugge. E' un po' il marchio distintoivo di di PI.
  • devnull scrive:
    Re: C'è da pregare...
    La trovata sarebbe una bella gatta da pelare per i sistemisti, ma non sarebbe assolutamente la fine della crittografia. A parte il fatto che la cosa riguarderebbe solo gli algoritmi di cifratura asimmetrica, non tutti sono basati sui numeri primi, ad esempio la crittografia ellittica. Si passa in massa da RSA ad ECDMA e passa la paura.
    • devnull scrive:
      Re: C'è da pregare...
      ECDSA*
    • hp fiasco scrive:
      Re: C'è da pregare...
      ecdma significa percaso "E Ci Dovrebbero Mandare A ...."? ok, mi sa che la devo smettere con iphoneparodia
    • came88 scrive:
      Re: C'è da pregare...
      - Scritto da: devnull
      La trovata sarebbe una bella gatta da pelare per
      i sistemisti, ma non sarebbe assolutamente la
      fine della crittografia.
      ...
      Si passa in massa da RSA ad ECDMA e
      passa la
      paura.Il problema vero è se si trovasse un modo veloce per calcolare il logaritmo discreto: la stragrande maggioranza degli algoritmi asimmetrici si basano in qualche modo sull'intrattabilità computazionale del logaritmo discreto (RSA, El Gamal su cui è basato ECDSA, ma è vulnerabile anche lo scambio di chiavi Diffie-Hellman...)Ci sono (pochi) sistemi asimmetrici che si basano solo sulla difficoltà di fattorizzare un intero e non sul logaritmo discreto, ma non mi sembra siano usati in pratica.Sarebbe un bel botto se domani qualcuno trovasse un modo per calcolare velocemente un qualunque logaritmo discreto...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: C'è da pregare...
        contenuto non disponibile
      • devnull scrive:
        Re: C'è da pregare...
        Uh? La sicurezza della chiave pubblica RSA è basata sulla difficoltà di fattorizzazione.
        • came88 scrive:
          Re: C'è da pregare...
          La sicurezza di una catena è pari al suo anello più debole, e la catena su cui si basa RSA è composta sia dalla difficoltà di fattorizzazione che da quella del logaritmo discreto, per cui rotto un anello qualunque si rompe RSA.
  • porco oddio scrive:
    Fantastico!!
    Fantastico! Davvero una bellissima notizia e una grandissima scoperta che incrementerà notevolmente la qualità della vita in tutto il mondo
    • devnull scrive:
      Re: Fantastico!!
      Vero, e questo tuo commento è molto utile per il progresso scientifico del genere umano.
      • porco oddio scrive:
        Re: Fantastico!!
        - Scritto da: devnull
        Vero, e questo tuo commento è molto utile per il
        progresso scientifico del genere
        umano.Un commento su una notizia è tale in quanto esprime un'opinione su di essa.L'obiettivo di un commento non è il medesimo della ricerca scientifica
  • Boh scrive:
    seti@Home ?
    Se come scritto nell'articolo è stata usata la potenza computazionale dell'ateneo in maniera simile a seti@home, che usa il grid computing, ossia il calcolo suddiviso tra più computer, e poi si dice che è stato usato un computer solo per 39 giorni, forse non è proprio in maniera simile a seti@home.
    • Andrea scrive:
      Re: seti@Home ?
      Per individuare un numero primo bisogna prendere un certo numero di numeri candidati e uno alla volta verificare se si tratta di un NP o no.Quindi il progetto GIMPS assegna ad ogni partecipante un gruppo di numeri da verificare.Per questo si può dire che la scoperta viene fatta su un singolo computer anche se si sono utilizzati molti computer all'interno del progetto.
  • mela marcia doc scrive:
    Non ti piace vincere facile?
    Non ho capito perché prima hanno effettuato il test su un computer che ci ha impiegato 39 giorni e solo per le verifiche computer più potenti che ci hanno messo 4 giorni soltanto.
    • sbrotfl scrive:
      Re: Non ti piace vincere facile?
      - Scritto da: mela marcia doc
      Non ho capito perché prima hanno effettuato il
      test su un computer che ci ha impiegato 39 giorni
      e solo per le verifiche computer più potenti che
      ci hanno messo 4 giorni
      soltanto.Cosi' sono riusciti a ottenere 39 + 4 giorni di incentivi :DMi stupisco che non abbiano impiegato gli stessi computer per fare la verifica, cosi' i giorni sarebbero stati 39 + 39 :D
    • Calimero scrive:
      Re: Non ti piace vincere facile?
      Perchè per trovarlo devi, partendo dall'ultimo numero primo trovato, testare tutti i successivi.Ad ognuno di questi applichi le regole di determinazione del numero primo. Quando tutte le regole saranno soddisfatte troverai un "nuovo" numero primo.Nel test invece applichi le regole al solo numero da verificare
      • mela marcia doc scrive:
        Re: Non ti piace vincere facile?

        Nel test invece applichi le regole al solo numero
        da
        verificareQuindi che senso ha specificare che per le verifiche è stato usato hardware diverso e che ci hanno messo solo 4 giorni? Messa così sembra che i tempi si siano drasticamente ridotti non perché la verifica non faceva le stesse operazioni del test iniziale ma perché l'hardware era più performante.
        • trottolo scrive:
          Re: Non ti piace vincere facile?

          Quindi che senso ha specificare che per le
          verifiche è stato usato hardware diverso Si usano test su hardware diversi per mettersi al riparo da eventuali bachi nell'hardware: il famigerato baco del Pentium IV fu trovato proprio mentre si facevano calcoli sui numeri primi, riscontrando delle incongruenze nei risultati.
      • NonHaSenso scrive:
        Re: Non ti piace vincere facile?
        il test fatto così non ha senso.
    • devnull scrive:
      Re: Non ti piace vincere facile?
      Perchè non sai come funziona la ricerca di un nuovo numero primo.
    • panda rossa scrive:
      Re: Non ti piace vincere facile?
      - Scritto da: mela marcia doc
      Non ho capito perché prima hanno effettuato il
      test su un computer che ci ha impiegato 39 giorni
      e solo per le verifiche computer più potenti che
      ci hanno messo 4 giorni
      soltanto.Perche' per la ricerca dei numeri primi di mersenne non si usa una dimostrazione esaustiva, ma dei test di primarita' che hanno valore statistico, e questo viene effettuato mediante calcolo distribuito.Quando il numero supera tutti i test, allora viene passato al server piu' potente, dedicato unicamente a quello scopo, che verifica in modo esaustivo l'effettiva primarita' del numero.I 39 giorni dei primi server servono per analizzare un insieme di tanti numeriI 4 giorni dell'altro server sono tutti dedicati a passare il numero al caro vecchio crivello di Eratostene.
      • attonito scrive:
        Re: Non ti piace vincere facile?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: mela marcia doc

        Non ho capito perché prima hanno effettuato
        il

        test su un computer che ci ha impiegato 39
        giorni

        e solo per le verifiche computer più potenti
        che

        ci hanno messo 4 giorni

        soltanto.

        Perche' per la ricerca dei numeri primi di
        mersenne non si usa una dimostrazione esaustiva,
        ma dei test di primarita' che hanno valore
        statistico, e questo viene effettuato mediante
        calcolo
        distribuito.

        Quando il numero supera tutti i test, allora
        viene passato al server piu' potente, dedicato
        unicamente a quello scopo, che verifica in modo
        esaustivo l'effettiva primarita' del
        numero.

        I 39 giorni dei primi server servono per
        analizzare un insieme di tanti
        numeri
        I 4 giorni dell'altro server sono tutti dedicati
        a passare il numero al caro vecchio crivello di
        Eratostene.pare che il cervello del macaco medio sia cosi' piccolo da passare comodamente attraverso un signolo "foro" del suddetto crivello. ;D
        • panda rossa scrive:
          Re: Non ti piace vincere facile?
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: mela marcia doc


          Non ho capito perché prima hanno
          effettuato

          il


          test su un computer che ci ha impiegato
          39

          giorni


          e solo per le verifiche computer più
          potenti

          che


          ci hanno messo 4 giorni


          soltanto.



          Perche' per la ricerca dei numeri primi di

          mersenne non si usa una dimostrazione
          esaustiva,

          ma dei test di primarita' che hanno valore

          statistico, e questo viene effettuato
          mediante

          calcolo

          distribuito.



          Quando il numero supera tutti i test, allora

          viene passato al server piu' potente,
          dedicato

          unicamente a quello scopo, che verifica in
          modo

          esaustivo l'effettiva primarita' del

          numero.



          I 39 giorni dei primi server servono per

          analizzare un insieme di tanti

          numeri

          I 4 giorni dell'altro server sono tutti
          dedicati

          a passare il numero al caro vecchio crivello
          di

          Eratostene.

          pare che il cervello del macaco medio sia cosi'
          piccolo da passare comodamente attraverso un
          signolo "foro" del suddetto crivello.
          ;DLa conosci la barzelletta dei numeri primi?C'e' un Fisico, un Chimico, un Architetto, un Avvocato e un macaco che devono dimostrare che tutti i numeri dispari sono primi.Fisico:3 primo,5 primo,7 primo,9 errore sperimentale11 primo,13 primo ...Chimico:3 primo,5 primo,7 primo,9 primo,11 primo,13 primo ...Architetto:"Che cos'e' un numero primo?"Avvocato:"Che cos'e' un numero dispari?"Macaco:"Che cos'e' un numero?"
          • franco.ff scrive:
            Re: Non ti piace vincere facile?

            C'e' un Fisico, un Chimico, un Architetto, un
            Avvocato e un macaco che devono dimostrare che
            tutti i numeri dispari sono
            primi.

            Fisico:
            3 primo,
            5 primo,
            7 primo,
            9 errore sperimentale
            11 primo,
            13 primo ...

            Chimico:
            3 primo,
            5 primo,
            7 primo,
            9 primo,
            11 primo,
            13 primo ...

            Architetto:
            "Che cos'e' un numero primo?"

            Avvocato:
            "Che cos'e' un numero dispari?"

            Macaco:
            "Che cos'e' un numero?"cos'è un macaco?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non ti piace vincere facile?
            - Scritto da: franco.ff

            C'e' un Fisico, un Chimico, un Architetto, un

            Avvocato e un macaco che devono dimostrare che

            tutti i numeri dispari sono

            primi.



            Fisico:

            3 primo,

            5 primo,

            7 primo,

            9 errore sperimentale

            11 primo,

            13 primo ...



            Chimico:

            3 primo,

            5 primo,

            7 primo,

            9 primo,

            11 primo,

            13 primo ...



            Architetto:

            "Che cos'e' un numero primo?"



            Avvocato:

            "Che cos'e' un numero dispari?"



            Macaco:

            "Che cos'e' un numero?"

            cos'è un macaco?[img]http://cdn.funkyspacemonkey.com/wp-content/uploads/2011/12/monkey-ipad.jpg[/img]
      • came88 scrive:
        Re: Non ti piace vincere facile?

        Perche' per la ricerca dei numeri primi di
        mersenne non si usa una dimostrazione esaustiva,
        ma dei test di primarita' che hanno valore
        statistico, e questo viene effettuato mediante
        calcolo
        distribuito.

        Quando il numero supera tutti i test, allora
        viene passato al server piu' potente, dedicato
        unicamente a quello scopo, che verifica in modo
        esaustivo l'effettiva primarita' del
        numero.

        I 39 giorni dei primi server servono per
        analizzare un insieme di tanti
        numeri
        I 4 giorni dell'altro server sono tutti dedicati
        a passare il numero al caro vecchio crivello di
        Eratostene.Scordati pure il crivello di Eratostene (o il suo fratello maggiore crivello di Atkin o qualunque altro crivello): un crivello ti dice quali sono tutti i numeri primi da 1 fino a n, ma mica li hanno calcolati tutti quei numeri, computazionalmente sarebbe un inferno.Ci sono test di primalità deterministici applicabili a un qualunque numero che sono decisamente molto più veloci del crivello di Eratostene, per non parlare dei numeri di Mersenne per i quali ci sono test appositi ancora più veloci, come ad esempio http://it.wikipedia.org/wiki/Test_di_Lucas-Lehmer
  • panda rossa scrive:
    Titolo da Studio Aperto
    Non e' il piu' grande che c'e', visto che i numeri primi sono infiniti.E' il piu' grande trovato ad oggi.
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: Titolo da Studio Aperto

      Non e' il piu' grande che c'e', visto che i
      numeri primi sono
      infiniti.Lo puoi dimostrare?
      • bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs scrive:
        Re: Titolo da Studio Aperto
        - Scritto da: TuttoaSaldo

        Non e' il piu' grande che c'e', visto che i

        numeri primi sono

        infiniti.

        Lo puoi dimostrare?http://it.wikipedia.org/wiki/Teorema_dell%27infinit%C3%A0_dei_numeri_primi
        • TuttoaSaldo scrive:
          Re: Titolo da Studio Aperto
          - Scritto da: bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs
          - Scritto da: TuttoaSaldo


          Non e' il piu' grande che c'e', visto che i


          numeri primi sono


          infiniti.



          Lo puoi dimostrare?

          http://it.wikipedia.org/wiki/Teorema_dell%27infiniNon avevo chiesto a te ;-)
          • bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs scrive:
            Re: Titolo da Studio Aperto
            - Scritto da: TuttoaSaldo
            - Scritto da: bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs

            - Scritto da: TuttoaSaldo



            Non e' il piu' grande che c'e', visto che i



            numeri primi sono



            infiniti.





            Lo puoi dimostrare?




            http://it.wikipedia.org/wiki/Teorema_dell%27infini


            Non avevo chiesto a te ;-)è un forum pubblico, non credevo servisse il permesso per intervenire in un thread
          • krane scrive:
            Re: Titolo da Studio Aperto
            - Scritto da: bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs
            - Scritto da: TuttoaSaldo

            Non avevo chiesto a te ;-)
            è un forum pubblico, non credevo servisse il
            permesso per intervenire in un threadQuando i troll sono in saldo e' cosi...Ci vuol pazienza (rotfl)(rotfl)
          • sandalo scrive:
            Re: Titolo da Studio Aperto
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: bcxvbfthbuh bgnbkdfbns fgs

            - Scritto da: TuttoaSaldo



            Non avevo chiesto a te ;-)


            è un forum pubblico, non credevo servisse il

            permesso per intervenire in un thread

            Quando i troll sono in saldo e' cosi...
            Ci vuol pazienza (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • sagat scrive:
        Re: Titolo da Studio Aperto
        è stato dimostrato da Euclide (più di 2000 anni fa) ed Eulero ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2013 10.56-----------------------------------------------------------
        • sagat scrive:
          Re: Titolo da Studio Aperto
          2000... ;)
        • TuttoaSaldo scrive:
          Re: Titolo da Studio Aperto
          Modificato dall' autore il 07 febbraio 2013 10.56
          --------------------------------------------------Non avevo chiesto a te ;-)
          • attonito scrive:
            Re: Titolo da Studio Aperto
            - Scritto da: TuttoaSaldo
            - Scritto da: sagat

            è stato dimostrato da Euclide (più di 2000 anni

            fa) ed Eulero

            ;)


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 07 febbraio 2013
            10.56


            --------------------------------------------------

            Non avevo chiesto a te ;-)sei un XXXXXXXX, anche se non lo avevi chiesto a nessuto te lo dico io.
Chiudi i commenti