Il nanobot si muove nel sangue

I ricercatori continuano a spingere lo sviluppo tecnologico verso traguardi da singolarità tecnologica. Siamo alle nanomacchine per la chirurgia interna

Roma – Il 2029 si avvicina a grandi passi, e in attesa che si avverino le previsioni di Ray Kurzweil sull’uomo-macchina e la tecnologia auto-cosciente, la nanotecnologia sviluppa soluzioni potenzialmente in grado di rendere tali scenari qualcosa di molto più concreto di una trovata sci-fi cinematografica. Prendi il caso di Proteus , un nanomotore di nuova concezione che porta lo stesso nome del “sottomarino umano” di Fantastic Voyage ma è tutto fuorché fantascienza vintage.

dal celebre film Sviluppato presso la University of Monash in Australia da un team guidato dal professore associato James Friend, Proteus è la risposta alla difficoltà di miniaturizzare i motori elettrici convenzionali, che su scala millimetriche non sono in grado di fornire sufficiente energia ai dispositivi che dovrebbero almeno potersi spostare da un punto a un altro.

La tecnologia elettronica si è evoluta grandemente grazie alla miniaturizzazione, dice Friend, dando origine a “ogni sorta di sensori, LED, chip di memoria” e quant’altro. Storia del tutto diversa è quella dei motori, cambiati di poco rispetto a quanto “disponibile nel 1950” continua il ricercatore.

Proteus, che vorrebbe dare il via allo stesso avanzamento nanotecnologico che attualmente caratterizza i microchip ed gli altri apparati elettronici “statici”, è un motore che sfrutta la capacità dei materiali piezoelettrici (come i cristalli) di espandersi o contrarsi in risposta all’applicazione di un voltaggio, a cui il team di Friend ha applicato una struttura a spirale che permette al micro-dispositivo di sviluppare movimenti rotatori.

È lo stesso principio utilizzato dai batteri con strutture a flagello, che in risposta a una pressione applicata alla loro base producono una forma a elica che spinge i microrganismi all’interno dei fluidi organici dell’ospite. Il prototipo realizzato in Australia è largo un quarto di millimetro, non esattamente un batterio ma sufficiente per ipotizzarne l’impiego in scenari quali interventi chirurgici all’interno del corpo umano senza la necessità di incisioni di sorta.

La forza di Proteus è la semplicità del principio su cui si il dispositivo si basa, una semplicità che fa il paio con gli altri avanzamenti nel campo delle nanotecnologie applicate alla medicina come nel caso delle “micropinze” realizzate presso la Johns Hopkins University , uno strumento chirurgico dalle dimensioni di un granello di polvere in grado di sezionare selettivamente un piccolo gruppo di cellule una volta iniettato nel corpo del paziente.

Per completare la funzionalità di un tale dispositivo per micro-biopsie interne l’elemento mancante è appunto un motore in grado di direzionare l’apparato senza l’obbligo di controllo diretto da remoto, una lacuna che potrebbe essere già stata colmata grazie al lavoro di Friend e colleghi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paolo Rosso scrive:
    Congratulazioni
    Di fronte ad un' ottima notizia del genere, mi farò carico personalmente di approfondire il caso e semmai anche di riproporlo sul territorio comunale di Monteu Roero in provincia di Cuneo.complimenti anocora.Paolo Rosso
  • Francesco_Holy87 scrive:
    A San Giorgio a Cremano...
    ...il wifi libero c'è da anni, solo che nessuno lo usa perchè complicato da configurare il PC e i punti d'acXXXXX non coprono totalmente la zona.
  • Ernesto da Soveria. scrive:
    Ironia ? .... Non ne vedo!
    L'ironia è un'arte e come tale dovrebbe essere usata, con intelligenza e garbo.L'ironia può anche infastidire chi la subisce ma solo quando non è sagace, la stessa poi diventa odiosa e lesiva quando viene usata (se di ironia in questo caso si può parlare) farcita di luoghi comuni consunti che possono usare e divertire solo coloro che non conoscono, "ignorano".Invito a digitare su google "Soveria Mannelli cultura" e ciscuno potrà farsi un'idea della "vivacità" di questo paesino di 3.500 anime che, per la tranquillità del "Pantalone del nord", con una spesa non eccessiva produce servizi ed innovazione. Molto spesso le innovazioni non necessitano di grandi spese ma solo di grandi idee e capacità nel realizzarle.Tranquilli non sono un amministratore di Soveria ... sono un utente, occasionale, di quei servizi.
  • theusualidiot scrive:
    ahaha
    ahahahahahah grande commento
  • AnonimoMaNo nTroppoSov eritano scrive:
    Preghiera del buon soveritano.
    1. Per la qualità del progetto;2. Per la sicurezza dei dati sensibili;3. Per il segnale di copertura;4. Per la competenza del personale dedicato;5. Per l'alfabetizzazione informatica del territorio;6. Per la reale necessità di un simile investimento;7. Per il principio di precauzione;8. Per il signore (feudale);9. Per i vassalli;10. Per i valvassori;10. Per il super_mega_guro ICT;11. Per il giornalista estroso;12. Per i pc distribuiti ed andati in malora;13. Per Obiettivo Lavoro;14. Per la zona industriale;15. Per le strade, i lampioni, la pulizia urbana;16. Per la raccolta differenziata farlocca;17. Per i dipendenti comunali "je-m'en-foutiste";18. Per le grandi opere sul territorio;19. Per le idee innovative;20. Per i cumpari e le cummari;TUTTO A POSTO A FERRAGOSTO! TUTTO A POSTO A FERRAGOSTO!
  • Sceicco Elmer scrive:
    Cittadini accusano sindaco di magia nera
    I cittadini di Zoveria Pannelli, piccolo borgo di 461 abitanti nel califfato di Calabria, da alcuni giorni sono in rivolta contro il sindaco.Le accuse sono pesanti: stregoneria, magia nera, simpatie comuniste.I cittadini accusano il sindaco di aver liberato nell'aria presenze invisibili dopo l'introduzione del servizio di Wi-Fi comunale, che dovrebbe servire a connettere i 3 PC presenti sul territorio.Per alcuni queste "onde invisibili" avrebbero scacciato gli angeli custodi, lasciando il paese alla mercé degli spiriti malvagi.Sedondo la ventenne Rosalia Scannacapre "da quannu lu wifi essuto mettu, u spirtu malvagiu a me ha toltuto la vigginità, e ura niuno me sposerebbi ppiù".Ma il capo della rivolta, il maestro elementare Orzudilio Picchiaturi, esponente dell'UDC locale, ha le idee chiare: "se u sindagh nun getta indu puzzu lu scatolo elettronigu du maligno, addovremmo gettare lui indu u puzzu, comme u sindaghe precedento!".
    • Tony Iommi scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      Ahahahahahahahahahah bellissima!!!!
    • Undertaker scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      - Scritto da: Sceicco Elmer
      I cittadini di Zoveria Pannelli, piccolo borgo di
      461 abitanti nel califfato di Calabria, da alcuni
      giorni sono in rivolta contro il
      sindaco.
      comuniste.
      Sedondo la ventenne Rosalia Scannacapre "da
      quannu lu wifi essuto mettu, u spirtu malvagiu a
      me ha toltuto la vigginità, e ura niuno me(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)degna di nonciclopedia !!
    • battagliacom scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      ti rendi conto di aver scritto il commento più divertente da quando leggo PI?
    • Discolo scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      HAHAHAHAHA mitico!!
    • Ernesto da Soveria. scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      Leggendo quello che scrive Sceicco stavo per rispondergli con il suo stesso tono, ma vedendo che non conosce nemmeno quel dialetto che tenta di usare... non ne vale davvero la pena. Sceicco ti consiglio, per la prossima estate, fai un viaggio a Soveria Mannelli il tuo livello culturale, prossimo allo zero, sicuramente ne trarrà grande beneficio.
    • Ernesto da Soveria. scrive:
      Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
      L'ironia è un'arte e come tale dovrebbe essere usata, con intelligenza e garbo.L'ironia può anche infastidire chi la subisce ma solo quando non è sagace, la stessa poi diventa odiosa e lesiva quando viene usata (se di ironia in questo caso si può parlare) farcita di luoghi comuni consunti che possono usare e divertire solo coloro che non conoscono, "ignorano".Invito a digitare su google "Soveria Mannelli cultura" e ciscuno potrà farsi un'idea della "vivacità" di questo paesino di 3.500 anime che, per la tranquillità del "Pantalone del nord", con una spesa non eccessiva produce servizi ed innovazione. Molto spesso le innovazioni non necessitano di grandi spese ma solo di grandi idee e capacità nel realizzarle.Tranquilli non sono un amministratore di Soveria ... sono un utente, occasionale, di quei servizi.
      • Mr.God scrive:
        Re: Cittadini accusano sindaco di magia nera
        - Scritto da: Ernesto da Soveria.
        L'ironia è un'arte e come tale dovrebbe essere
        usata, con intelligenza e
        garbo.

        L'ironia può anche infastidire chi la subisce ma
        solo quando non è sagace, la stessa poi diventa
        odiosa e lesiva quando viene usata (se di ironia
        in questo caso si può parlare) farcita di luoghi
        comuni consunti che possono usare e divertire
        solo coloro che non conoscono,
        "ignorano".

        Invito a digitare su google "Soveria Mannelli
        cultura" e ciscuno potrà farsi un'idea della
        "vivacità" di questo paesino di 3.500 anime che,
        per la tranquillità del "Pantalone del nord", con
        una spesa non eccessiva produce servizi ed
        innovazione.


        Molto spesso le innovazioni non necessitano di
        grandi spese ma solo di grandi idee e capacità
        nel
        realizzarle.

        Tranquilli non sono un amministratore di Soveria
        ... sono un utente, occasionale, di quei
        servizi.Pietá per te, fatte na risata!
  • El Castigador scrive:
    Tra dieci anni....
    Ne riparleremo tra dieci anni, quando il tasso di tumori a Soveria Mannelli sarà clamorosamente e "misteriosamente" lievitato...
    • Cameo scrive:
      Re: Tra dieci anni....
      iniziamo a togliere tutte le antenne di telefonia mobile, prima di prendercela con il wi-fi.
      • PGStargazer scrive:
        Re: Tra dieci anni....
        - Scritto da: Cameo
        iniziamo a togliere tutte le antenne di telefonia
        mobile, prima di prendercela con il
        wi-fi.Praticamente una cosa umanamente impossibileTogliere utili stragonfi alle multinazuionali lol
    • jfk scrive:
      Re: Tra dieci anni....
      - Scritto da: El Castigador
      Ne riparleremo tra dieci anni, quando il tasso di
      tumori a Soveria Mannelli sarà clamorosamente e
      "misteriosamente"
      lievitato...Si, in effetti e' vero. Inizia a far togliere le decine di antenne di telefonica mobile dai tetti delle abitazioni. Iniza a non usare piu' il cellulare. Poi ne riparliamo.Gia' che ci sei fai una cosa: chiama l'asl e fai mandare l'ARPA a controolare la potenza di una delle antenne dei cellulari e poi falli andare da qualcno che ha il wifi. Scoprirai delle potenze di emissione mostruose dei primi...
    • user scrive:
      Re: Tra dieci anni....
      Inizia a buttare il cellulare, poi fai pure il moralista quanto vuoi.
  • Paolino scrive:
    WI-FI segnali d'allarme
    Ritengo che prima di entusiasmarsi tanto verso una tecnologia che esperti accreditati definiscono come una semplice comodity, sarebbe meglio ricordare la trasmissione "REPORT" e dei problemi riguardanti questo tipo di emissioni.Ma la fibra ottica non sarebbe meglio???Saluti
    • tirabuscion scrive:
      Re: WI-FI segnali d'allarme
      adoro report,ma peccato che poi abbiano fallato.intanto il servizio inchiestadella bbc,e'stato smentito dalla stessa bbc poche settimane dopo con tantodi scuse;la legge italiana prevede un limite di emissioni che e'un terzo di quelloinglese ed i problemi di cui parli riferendoti al servizio di report,sono "ipotesi diproblemi" perche' oggi,dopo 15 anni di cellulari,ancora non si hanno riscontricerti sulla pericolosita',figuraiamoci sul wifi....bisogna semplicemte non abusareed adottare semplici accorgimenti.sulla fibra posso darti ragione,pero'con pochissimo lavoro e volonta' porto,col wifi,internet dovunque.quanto ci vuolecon la fibra????
      • jfk scrive:
        Re: WI-FI segnali d'allarme
        - Scritto da: tirabuscion
        wifi,internet dovunque.quanto ci
        vuole
        con la fibra????Ancor meno con la fibra. I dolori invece sono economici
      • PGStargazer scrive:
        Re: WI-FI segnali d'allarme
        - Scritto da: tirabuscion
        adoro report,ma peccato che poi abbiano
        fallato.intanto il servizio
        inchiesta
        della bbc,e'stato smentito dalla stessa bbc poche
        settimane dopo con
        tanto
        di scuse;la legge italiana prevede un limite di
        emissioni che e'un terzo di
        quello
        inglese ed i problemi di cui parli riferendoti al
        servizio di report,sono "ipotesi
        diTi lascio il beneficio del dubbio:e se la bbc è stata plagiata? Parliam opur sempre di colossi multinazionaliguardiamo com'è finita la macchina ad aria che vendono solo in sud africa perchè qui i potenti del petrolio hanno zittito tutto e tutti.Cè pure voluta una bella crisi mi pare per far capire agli americani che ci vogliono macchine ibride e soluzioni di energia alternativaE poi legge italiana?Ma se hanno costruito centrali nucleari negli anni 70 di craxi su territorio agricolo e non risulta ovviamente alcuna centrale al catasto!Ma legge di cosa?la legge è uguale solo per tutti gli idioti non certo per i vip politici
        problemi" perche' oggi,dopo 15 anni di
        cellulari,ancora non si hanno
        riscontri
        certi sulla pericolosita',figuraiamoci sul
        wifi....bisogna semplicemte non
        abusare
        ed adottare semplici accorgimenti.sulla fibra
        posso darti ragione,pero'conNon si hanno riscontri perchè lo stanno nascondendo benequanti sono i malati terminali in reparti nascosti dei vari ospedali milanesi e resto d'italia compresi?
        pochissimo lavoro e volonta' porto,col
        wifi,internet dovunque.quanto ci
        vuole
        con la fibra????Ci vuole che è troppo costoso, la fibra è troppo efficiente, costerebbe troppo poco essendo serivizio a internet fisso quindi canoni molto economici
    • PGStargazer scrive:
      Re: WI-FI segnali d'allarme
      - Scritto da: Paolino
      Ritengo che prima di entusiasmarsi tanto verso
      una tecnologia che esperti accreditati
      definiscono come una semplice comodity, sarebbe
      meglio ricordare la trasmissione "REPORT" e dei
      problemi riguardanti questo tipo di
      emissioni.Purtroppo come quando in vari contesti politici o di stampo sociale non scappa il morto non si muovonoci vorrebbe che tutti i dirigenti abbiano parenti o figli malati di leucemia allora vedi come si muovono...anche nella mia regione le cosiddette malattie del sangue sono in aumentoè un buon segno visto che contare su api che non tornano ai nidi nu glie po' frega' de meno
      Ma la fibra ottica non sarebbe meglio???
      SalutiNon meglio mille volte meglio, ma proprio perchè "funziona" estremamente meglio non bisogna attuarla e per 2 motivi1) costa troppo2) non si ricava alcun utile meglio quindi trovare soluzioni alternative che oltre al costo producano utili con servizi a tempo nuovi e diavolerie varie lasciando pur sempre un contentino al consumatore no?Ecco quindi che il via ethere secondo loro è più efficientel'unico vantaggio del via ethere è la comodità, nient'altroanzi grazie all'ethere subentrano fattori negativi su sicurezza, affidabilità e efficienzaIn soldoni: sono più svantaggi che vantaggi per un consumatore e vantaggi a iosa per un produttore-venditore
    • Mattia scrive:
      Re: WI-FI segnali d'allarme
      Il servizio mandato in onda da Report era una ritrasmissione in Italia di un servizio creato da un emittente estera (non ricordo se BBC, CNN, o altro) che successivamente ha pubblicato un controservizio di smentita.Ulteriore prova che soprattutto qui da noi, la disinformaizone regna..
  • zu_pippinu scrive:
    ...perplessità...
    Evviva la connessione Wi-Fi...ma se è stata progettata e funziona come il sito ufficiale (http://www.wireless.soveria.it) mi sorgono i soliti dubbi che a parte i cittadini qualcuno ci abbia guadagnato di più...
    • Mimmus scrive:
      Re: ...perplessità...
      E' pregevole il fatto che la progettazione sia avvenuta in un ufficio interno al Comune e non con i soliti appalti/favori
  • Luca scrive:
    Antiterrorismo
    E come fanno in base alle norme antiterrorismo a mantenere i log di connessione con tutti gli utenti abilitati? Forniscono un'utente ed una password a tutti (e mantengono almeno 2 sysadm per la gestione quotidiana?) oppure lasciano perdere?Nel nord la polpost sarebbe giunta alla prima occasione a chiedere info
    • gino scrive:
      Re: Antiterrorismo
      leggere l'articolo? c'è scritto che ogni cittadino va in comune e si iscrive al servizio. naturale che ci sia un sistema di autenticazione e se sono capaci di farlo bene dovrebbe essere qualcosa tipo radius.
    • bah scrive:
      Re: Antiterrorismo
      Ma perchè dare per scontato che non ci sia un sistema di log? Se l'articolo avesse riguardato un comune dell'Alto Adige ti sarebbero venuti gli stessi dubbi per caso? Sempre i soliti vecchi pregiudizi, svegliaaa, la rete wi-fi di sicuro non è stata allestita dalla suocera del sindaco...
    • Schifato scrive:
      Re: Antiterrorismo
      - Scritto da: Luca
      Nel nord la polpost sarebbe giunta alla prima
      occasione a chiedere
      infoSi, difatti vedo come funziona bene la polpost o quel che sia...Non ti dico dove devi andare a parare.Prima di parlare a vanvera ASSICURATI di collegare il cervello, perche' mi sa che BOSSI ve lo ha scollegato alla grande...
    • Ernesto da Soveria. scrive:
      Re: Antiterrorismo
      Dati al 2001Popolazione Residente 3.511 Numero Famiglie ..... 1.253
      • 01234 scrive:
        Re: Antiterrorismo
        secondo me numeri gestibilissimi senza troppa spesa/fatica...parliamone... :-) (senza contare che non so quanti avranno poi modo di accedere etc)
  • Alesso scrive:
    Si ma...
    CON IL SERVIZIO WIRELESS COMUNE DI SOVERIA MANNELLI È VIETATO: * attivare sessioni peer to peer; * accedere a siti che per contenuti ed immagini siano in contrasto con le finalità pubbliche del servizio (siti XXXXXgrafici, erotici, ecc.).Capisco la prima per problemi di banda ma l'ultima potevano anche evitarsela
    • 01234 scrive:
      Re: Si ma...
      che poi, vietato....basterebbe agire sulle regole del router...e il p2p l'hai bell'e strozzato...cmq era ovvioquanto al secondo punto :-D
      • Mr.God scrive:
        Re: Si ma...
        - Scritto da: 01234
        che poi, vietato....basterebbe agire sulle regole
        del router...e il p2p l'hai bell'e
        strozzato...Tutti hackerelli da mercato rionale di caserta, sogna bello.
        • 01234 scrive:
          Re: Si ma...
          hai capito XXXX eh?io sogno, ma tu svejati e impara l'italiano: intendevo (mado') che l'admin del router fa presto a "strozzare" le connessioni, quindi non c'è bisogno di vietare, basta impedire senza dirlo...c'è chi non vede l'ora di sfogarsi eh?.... :-|
          • eTomm scrive:
            Re: Si ma...
            - Scritto da: 01234
            hai capito XXXX eh?

            io sogno, ma tu svejati e impara l'italiano:
            intendevo (mado') che l'admin del router fa
            presto a "strozzare" le connessioni, quindi non
            c'è bisogno di vietare, basta impedire senza
            dirlo...

            c'è chi non vede l'ora di sfogarsi eh?.... :-|Non è proprio così semplice.
          • 01234 scrive:
            Re: Si ma...
            no, aspetta, questo è l'ABCpoi se ci metti offuscamenti, tunneling XXXXX e mazzi, allora no (ma si può bloccare lo stesso, eccome)...però la base quella è :-)e funziona nel 99% dei casi
  • Undertaker scrive:
    Chi paga ?
    Mi sembra che la Calabria abbia molti altri problemi molto piú seri del wi-fi gratuito per tutti.Mi sembra la classica regalia agli elettori del sindaco di quel paesino, finanziata come al solito dai pantaloni del nord che il wi-fi devono pagarselo.
    • gionni scrive:
      Re: Chi paga ?
      Certo, al nord non esistono hotspot gratuiti... solo connessioni da 3 euro al minuto... ma finiamola una volta per tutte con la barzelletta delle tasse del nord.
    • ZioBilly scrive:
      Re: Chi paga ?
      Io invece, dal nord (polenton puro sangue), applaudo all'iniziativa. Che i nostri amministratori padani abbiano qualcosa da imparare, almeno per questa volta, da questa amministrazione del sud ?Complimenti al sindaco! Se tutti facessero così, Telecom abbasserebbe la cresta in qualche settimana. Ma forse a non tutti piace l'idea di detronizzare Telecom... che dite ?
    • 01234 scrive:
      Re: Chi paga ?
      verissimo che il problema di chi paga si pone, però se paga la collettività, ossìa indirettamente tutti noi, io trovo che sia giusto colmare il digital divide mediante intervento stataleverissimo anche che la calabria in particolare ha ben altr problemi, però forse - chissà - qualche beneficio internet lo porterà...(promozione di aziende locali, cicolazione di idee etc)
      • Mr.God scrive:
        Re: Chi paga ?
        - Scritto da: 01234
        verissimo anche che la calabria in particolare ha
        ben altr problemi, Eh, vuol dire che da oggi hanno una connessione per mandare una mail a striscia e denunciare la mancanza d´acqua."Lo denuncio alla polizia o lo dico a striscia?" cit.
  • Dti Revenge scrive:
    nUbuntu
    Gli utilizzatori di questa distro si divertiranno un sacco in quel paese! @^(rotfl) :D
    • 01234 scrive:
      Re: nUbuntu
      mah...in generale bast avere la scheda di rete giusta (supportata) e win o lin non fa differenza ;-) cmq sì! ci sarebbe da ridere :-D
Chiudi i commenti