Il nettop di MSI alla conquista dell'Oriente

L'atteso PC desktop all-in-one del produttore taiwanese ha fatto il suo debutto in Giappone. Schermo più grande ma senza touch, stesso prezzo dell'Asus. Prossimamente anche in Europa

Roma – Annunciato allo scorso CES di Las Vegas, il Wind NetOn di MSI ha raggiunto negli scorsi giorni il mercato giapponese, dove viene venduto nella versione con schermo da 18,5 pollici (modello AE1900-WH) al prezzo di 60mila yen, pari a circa 515 euro.

Nettop, l'all-in-one di MSI sbarca in Giappone A prima vista, il Wind NetOn si potrebbe considerare come la risposta di MSI all’ Eee Top di Asus, ed in modo particolare al modello ET1602, che come il NetOn è privo di una batteria integrata. I due sistemi condividono in effetti buona parte delle caratteristiche hardware, inclusa l’ormai onnipresente accoppiata costituita dalla CPU Atom N270 e dal chipset 945GSE, ma differiscono per due caratteristiche importanti: la dimensione del display, pari a 15,6 pollici quella dell’Eee Top e a 18,5 pollici quella del NetOn, e l’assenza in quest’ultimo del touch screen. Questa è forse la tecnologia che più contraddistingue l’Eee Top, e quella che ha portato Asus a sviluppare un’interfaccia grafica ad hoc che gira al di sopra di Windows.

Il nettop di MSI include 1 GB di memoria RAM espandibile a 2 GB, hard disk da 160 GB, modulo WiFi 802.11g, adattatore Gigabit Ethernet, drive DVD super multi integrato, lettore di schede SD/MMC/MS/XD, cam da 1,3 megapixel, quattro porte USB, uscita VGA e sistema operativo Windows XP. Il tutto in 4,75 Kg di peso. La risoluzione del display widescreen è di 1366 x 768 punti, dunque adatta per visualizzare video HD in formato 720p.

Lo spessore del PC di MSI è di circa 3,5 centimetri, ed a pieno carico non dovrebbero superare il consumo di 35 watt e la rumorosità di 26 decibel.

Secondo il sito Akihabara News la CPU utilizzata dal modello AE1900-WH commercializzato in Giappone non è l’Atom N270 annunciato al CES bensì la versione a più alto consumo, il 230. Per il momento, tuttavia, non ci sono ancora conferme ufficiali in merito.

Sebbene l’Atom 230 condivida buona parte delle specifiche tecniche dell’N270, inclusa frequenza di clock, quantità di cache e frequenza dell’FSB, questa CPU è stata specificamente progettata per i PC desktop della categoria nettop: come tale, ha un TDP più elevato (4 watt contro 2,5) e manca del supporto alla tecnologia di risparmio energetico Enhanced SpeedStep. Rispetto al 230, l’N270 manca invece del supporto ai 64 bit.

Nel corso dell’anno il produttore taiwanese dovrebbe lanciare anche una versione da 22 pollici del NetOn, eventualmente corredandola di un lettore Blu-ray opzionale.

Attualmente non è ancora nota la data di lancio italiana del Wind NetOn. Il modello atteso qui è l’ AP1900 , ed il suo prezzo in dollari equivale all’incirca a 500 euro: è tuttavia probabile che il prezzo ufficiale, comprensivo di IVA e altri balzelli, sia di 549 euro, ovvero lo stesso dell’Eee Top 1602. Rispetto a quest’ultimo, NetOn non dispone della tecnologia touch screen, mancanza che compensa però con una dimensione dello schermo maggiore e con l’integrazione di un drive DVD.

Per chi utilizza NetOn come PC da scrivania, la mancanza di uno schermo touch screen non dovrebbe farsi troppo sentire. Quest’ultima caratteristica è utile soprattutto nell’utilizzo di tali sistemi in modalità tablet, che nel NetOn come nell’Eee Top 1602 è però avversata dall’assenza di una batteria integrata.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Beppe scrive:
    Atomica? guerra? perchè?
    A sembrate tutti dei gran fessi, se fate un flame fatelo bene, questo è un flame.State a discutere sull'utilizzo di bombe atomiche? ma siete scemi o ci fate?Il problema iniziale che non si deve mai fare la guerra, ma se si è attaccati ci si deve difendere, quindi facciamo un calcolo probalistico di una guerra atomica adesso.Risultato = fine del mondoCome ci sono arrivato?Usando la testa, cosa che dovreste fare anche voi!!!La zona irradiata rimane inabitabile per 1000/10000 anni salvo pazzia del popolo con cancri e degenerazioni genetiche.I sistemi difensivi delle nazioni Atomiche funzionano in automatico in caso di attacco nucleare, quindi anche se li ammazzate tutti, i missili contro di voi arriverebbero lo stesso, calcolate che ogni nazione ha alcuni nemici comuni e altri alleati, quindi israele ed america, iran e russia e cina, se partisse un solo missile su una di queste nazioni "usa, russia o cina" partirebbero in automatico tutti gli altri con uno scenario simulato di 300 bombe atomiche sul nostro pianetino, "simulazione minimale o ottimistica", la più piccola delle nuove bombe è 40 volte più potente di quelle usate nella scorsa guerra,cosa causerebbero? un innalzamento nell'atmosfera di polveri radioattive che farebbero 2 volte il giro del mondo in pochi ore.Quindi anche se Voi foste in una grotta sotto Lampedusa morireste o per fame o per radiazioni, non potreaste nemmeno figliare,e se per sfiga succeddesse nascerebbe una cosa abnorme, dopo questo pensate ancora che le atomiche ci proteggano?Le guerre ci saranno sempre, si spera che tutti siano così saggi da non utilizzarle, ma aimè se lo facessero, non sparibbe solo israele o L'iraq, ma anche i pinguini del polo morirebbero come topi dopo un lauto pasto di pesticida!!!La atomica è troppo distruttiva per essere usata, per nessun motivo si dovrà ripetere l'o/errore, se non capite questo siete solo dei poverini intellettualmente parlando!!!
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Atomica? guerra? perchè?
      - Scritto da: Beppe...
      Il problema iniziale che non si deve mai fare la
      guerra, ma se si è attaccati ci si deve
      difendere, quindi facciamo un calcolo
      probalistico di una guerra atomica
      adesso.

      Risultato = fine del mondo

      Come ci sono arrivato?

      Usando la testa, cosa che dovreste fare anche
      voi!!!l'altro sistema per arrivarci, è far giocare il supercomputer a Tic Tac Toe contro se stesso. ;)
    • me_medesimo scrive:
      Re: Atomica? guerra? perchè?
      - Scritto da: Beppe
      A sembrate tutti dei gran fessi, se fate un flame
      fatelo bene, questo è un
      flame.
      grazie del consiglio
      State a discutere sull'utilizzo di bombe
      atomiche? ma siete scemi o ci
      fate?
      illuminaci d'immenso
      Il problema iniziale che non si deve mai fare la
      guerra, ma se si è attaccati ci si deve
      difendere, quindi facciamo un calcolo
      probalistico di una guerra atomica
      adesso.
      hai scoperto l'acqua calda
      Risultato = fine del mondo
      un fine matematico
      Come ci sono arrivato?
      troppe canne????
      Usando la testa, cosa che dovreste fare anche
      voi!!!
      la testa di .....???
      La zona irradiata rimane inabitabile per
      1000/10000 anni salvo pazzia del popolo con
      cancri e degenerazioni
      genetiche.
      A hiroshima ci sono 1.162.215 abitanti. Tutti amanti del rischio? Tutti coglXXni???
      I sistemi difensivi delle nazioni Atomiche
      funzionano in automatico in caso di attacco
      nucleare, quindi anche se li ammazzate tutti, i
      missili contro di voi arriverebbero lo stesso,
      calcolate che ogni nazione ha alcuni nemici
      comuni e altri alleati, quindi israele ed
      america, iran e russia e cina, se partisse un
      solo missile su una di queste nazioni "usa,
      russia o cina" partirebbero in automatico tutti
      gli altri con uno scenario simulato di 300 bombe
      atomiche sul nostro pianetino, "simulazione
      minimale o ottimistica", la più piccola delle
      nuove bombe è 40 volte più potente di quelle
      usate nella scorsa guerra,cosa causerebbero? un
      innalzamento nell'atmosfera di polveri
      radioattive che farebbero 2 volte il giro del
      mondo in pochi
      ore.
      magari uscire prendere un po' d'aria fresca no, eh??? Ossigenazione dei polmoni e delle idee...
      Quindi anche se Voi foste in una grotta sotto
      Lampedusa morireste o per fame o per radiazioni,
      non potreaste nemmeno figliare,e se per sfiga
      succeddesse nascerebbe una cosa abnorme, dopo
      questo pensate ancora che le atomiche ci
      proteggano?
      ma a Lampedusa, non erano arrivati i missili di Gheddafi??? brrrrrr... paura...
      Le guerre ci saranno sempre, si spera che tutti
      siano così saggi da non utilizzarle, ma aimè se
      lo facessero, non sparibbe solo israele o L'iraq,
      ma anche i pinguini del polo morirebbero come
      topi dopo un lauto pasto di
      pesticida!!!
      e tu, sei cosi' saggio da utilizzare un dizionario d'italiano???
      La atomica è troppo distruttiva per essere usata,
      per nessun motivo si dovrà ripetere l'o/errore,
      se non capite questo siete solo dei poverini
      intellettualmente
      parlando!!!scusa la domanda, ma c'è ancora un posto libero al CEPU???
      • Beppe scrive:
        Re: Atomica? guerra? perchè?
        ok come dice mia moglie se nasci tondo non puoi morire quadrato, nel senso se sei stupido e privo di QI anche se uno ti spiega una cosa non la puoi capire, semplicemente perchè non ci arrivi, spero che chi sia preposto alla gestione dei tasti delle atomiche non sia un deficente fatto e finito come te, vai a vedere due documentari sull'atomica, le radiazioni, le alterazione genetetiche causate da un petardone atomico, pensa al risultato della stessa amplificato per 50 o 100 sul singolo in una globalità di minimo 300 ordigni, tu pensi di salvarti?Ammesso che tu sia fornito di un bunker antiatomico con una autonomia di 10 anni, a che prò, quando fuori è tutto morto?Comunque grazie, mi hai risposto al post come speravo, ti sei rivelato ciò che sei, un cretino!!!
    • Primo scrive:
      Re: Atomica? guerra? perchè?
      - Scritto da: Beppe
      A sembrate tutti dei gran fessi, se fate un flame
      fatelo bene, questo è un
      flame.

      State a discutere sull'utilizzo di bombe
      atomiche? ma siete scemi o ci
      fate?
      Non offendiamo l'amico me_medesimo, lui ha delle ragioni inoppugnabili dalla sua parte, le informazioni tecniche e quelle di filosofia morale le ha ricevute direttamente da sua nonna, come graziosamente ci informa sopra, e con questo e' il massimo esperto nel settore.E a proposito, cosa direbbe tua nonna me_medesimo di fronte a queste foto?http://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/813475/30.jpghttp://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/10873/13.jpghttp://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/511816/f3tierra-0.jpgAffermerebbe in 5 minuti con bella sicumera che in fondo in fondo e' stato il male peggiore? Oppure ti direbbe che prima di giudicare qualcuno o qualcosa e' meglio fare qualche kilometro nelle sue scarpe?
      • Primo scrive:
        Re: Atomica? guerra? perchè?

        Affermerebbe in 5 minuti con bella sicumera che
        in fondo in fondo e' stato il male peggiore?Ops minore ovviamente, male minore.
        • me_medesimo scrive:
          Re: Atomica? guerra? perchè?
          - Scritto da: Primo

          Affermerebbe in 5 minuti con bella sicumera che

          in fondo in fondo e' stato il male peggiore?

          Ops minore ovviamente, male minore.ubi major, minor cessat.ma che te lo dico a fare???Salutami tuo zio Ciano...
      • me_medesimo scrive:
        Re: Atomica? guerra? perchè?
        - Scritto da: Primo
        - Scritto da: Beppe

        A sembrate tutti dei gran fessi, se fate un
        flame

        fatelo bene, questo è un

        flame.



        State a discutere sull'utilizzo di bombe

        atomiche? ma siete scemi o ci

        fate?



        Non offendiamo l'amico me_medesimo, lui ha delle
        ragioni inoppugnabili dalla sua parte, le
        informazioni tecniche e quelle di filosofia
        morale le ha ricevute direttamente da sua nonna,
        come graziosamente ci informa sopra, e con questo
        e' il massimo esperto nel
        settore.

        E a proposito, cosa direbbe tua nonna me_medesimo
        di fronte a queste
        foto?

        http://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/

        http://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/

        http://photos1.blogger.com/x/blogger/7114/258/400/

        Affermerebbe in 5 minuti con bella sicumera che
        in fondo in fondo e' stato il male peggiore?
        Oppure ti direbbe che prima di giudicare qualcuno
        o qualcosa e' meglio fare qualche kilometro nelle
        sue
        scarpe?visto che la metti sul personale, magari i tuoi nonni non avevao problemi, perchè essendo amici del regime avevano trovato il modo di far esonerare i loro figli dall'andare al fronte.magari mi sbaglio, ma come dice Andreotti: "a pensar male si fa peccato, ma spesso si ha ragione..."vergogna
        • Primo scrive:
          Re: Atomica? guerra? perchè?

          visto che la metti sul personale, magari i tuoi
          nonni non avevao problemi, perchè essendo amici
          del regime avevano trovato il modo di far
          esonerare i loro figli dall'andare al
          fronte.
          C'entra poco, sai io non ergo i miei antenati a misura di tutta la storia umana. Piu' modestamente preferisco scindere storia famigliare dalla Storia Mondiale e usare fonti un po' piu' oggettive che non i ricordi del prozio se devo capirci qualcosa su di un argomento.
          magari mi sbaglio, ma come dice Andreotti: "a
          pensar male si fa peccato, ma spesso si ha
          ragione..."
          Hai proprio ragione, in questo momento sto pensando che tu sei un Troll galattico, comunque bene cosi' si da il caso che ho del tempo da perdere.
    • Giggetto scrive:
      Re: Atomica? guerra? perchè?
      Mi piaci, sembri uno di quei predicatori pazzoidi e infervorati che ho visto a Londra nei parchi :-)
  • Sci_fi scrive:
    Già Richard Feynman...
    ...aveva dimostrato la mancanza di sicurezza nei centri di ricerca militare. Le sue osservazioni non portarono ad un miglioramento, anzi venne isolato dai colleghi (cfr. "Sta scherzando, mr Feynman", ISBN: 9788808037183)http://en.wikipedia.org/wiki/Richard_Feynman#The_Manhattan_ProjectDue to the top secret nature of the work, Los Alamos was isolated. In Feynman's own words, "There wasn't anything to do there". Bored, he indulged his curiosity by learning to pick the combination locks on cabinets and desks used to secure papers. Feynman played many jokes on colleagues. In one case he found the combination to a locked filing cabinet by trying the numbers a physicist would use (it proved to be 27-18-28 after the base of natural logarithms, e = 2.71828...), and found that the three filing cabinets where a colleague kept a set of atomic bomb research notes all had the same combination. He left a series of notes as a prank, which initially spooked his colleague, Frederic de Hoffman, into thinking a spy or saboteur had gained access to atomic bomb secrets. On several occasions Feynman drove to Albuquerque to see his ailing wife in a car borrowed from Klaus Fuchs, who was later discovered to be transporting nuclear secrets in his car to Albuquerque for the Soviets.
  • Uno del settore scrive:
    PEBKAC
    Diciamo che sono un po' del settore, almeno più di tanti altri.Innanzi tutto confermo e ribadisco che bisognerebbe stare più attenti a trattare certi dati, dall'altra parte non posso fare a meno di far notare che bisognerebbe essere anche dei bravi informatici per fare certi lavori.Non c'è niente da fare, la cultura informatica è carente a tutti i livelli e questo è un problema ENORME.Tornando ai dati... non è per dire, ma sulle tecnologie nucleari ci sono decine e decine di siti con tutte le informazioni più disparate, nonché decine e decine di libri.Un fisico/ingegnere nucleare è come un chimico: certe cose le sa perché le ha studiate e ovviamente perché non erano nascoste!Oltre a questo vorrei ricordare che sarebbe un errore l'equazione LANA = bomba, perché le tecnologie nucleari rivestono n-mila altri aspetti della nostra vita quotidiana (chi non si è rotto un braccio? chi ha bevuto un succo di frutta? ecc.)P.S. per i "paurosi": la sorgente radioattiva si usa per capire quando il brick del succo è pieno... non c'è nulla dentro :-)
    • Daniel F scrive:
      Re: PEBKAC

      ... chi ha bevuto un succo di
      frutta?
      ecc.)

      P.S. per i "paurosi": la sorgente radioattiva si
      usa per capire quando il brick del succo è
      pieno... non c'è nulla dentro
      :-)Uhm, questa mi è nuova.. Mi ha incuriosito: spiegamela un pò meglio sta cosa, pls ^_^
      • Uno del mestiere scrive:
        Re: PEBKAC
        - Scritto da: Daniel F

        P.S. per i "paurosi": la sorgente radioattiva si

        usa per capire quando il brick del succo è

        pieno... non c'è nulla dentro :-)
        Uhm, questa mi è nuova.. Mi ha incuriosito:
        spiegamela un pò meglio sta cosa, pls
        ^_^Beh, è semplice.Il problema è: come faccio a capire quando ho raggiunto il giusto livello nel brick di succo di frutta, immaginando di doverlo riempire da un recipiente molto più grande?Fra i tanti modi possibili uno molto semplice usa una piccola sorgente radioattiva ad una estremità del recipiente ed un detector dall'altra parte.Più liquido c'è, maggiore sarà l'attenuazione dei raggi gamma, quindi ad un certo momento il detector segnalerà di essere sceso sotto una certa intensità di radiazione (il brick è pieno) e il sistema di controllo fermerà l'erogazione del succo.Semplice no?Sistema analogo è la sterilizzazione con radiazioni delle patate, ma in questo caso si usa una sorgente molto intensa, quindi è bene che solo persone con la testa vadano a toccare i macchinari.Il problema della contaminazione non esiste, visto che si usano sorgenti gamma e non neutroni.Al massimo massimo uccidi tutti i batteri (effetto voluto), ma non lasci contaminazione, visto che la sorgente resta sigillata e mai entra in contatto con il sistema.
  • me_medesimo scrive:
    la bomba atomica: valutazione storica
    la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma orribile, nessuno vorrebbe che esistesse.eppure, grazie alla bomba atomica la seconda guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha risparmiato la bomba atomica?Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo contro un male estremo (come disse il presidente USA ai tempi di Hiroshima)?Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI, prego!!!
    • guast scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica

      Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,
      prego!!!Veramente ci vorrebbe lo psichiatra
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: guast

        Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,

        prego!!!

        Veramente ci vorrebbe lo psichiatraNon solo lo psichiatra, ma neppure la bomba atomica avrebbe effetto sul cervello di chi scrive cose simili ...
        • Pilerus scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          Le risposte precedenti Sono dei Troll....anche se loro neganoLo sai che queste cose non si possono dire....altrimenti non è corretto....Nel contesto in cui viviamo l'atomica non avrebbe senso...siamo cresciuti e diamo più importanza alla vita rispetto all'agosto del 45.Penserei più a una atomica tattica....con danni meno significativi rispetto a un ordigno strategico.Senza estremisimi e senza essere politicizzati
          • il sucator cortese scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            mavaff@nXXXX non basta tenere metà mondo nella XXXXX per poter vivere meglio noi, no, adesso oltre alla democrazia facciamo piovere anche le atomiche che si risparmiano un sacco di vita... scommetto che stavate melgio quando si stava peggio è??? amm@zzatevi
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: il sucator cortese
            mavaff@nXXXX non basta tenere metà mondo nella
            XXXXX per poter vivere meglio noi, no, adesso
            oltre alla democrazia facciamo piovere anche le
            atomiche che si risparmiano un sacco di vita...
            scommetto che stavate melgio quando si stava
            peggio è???
            amm@zzatevigrazie per la gentilezza espressa nel tuo post.E comunque: - no, non si stava meglio quando si stava peggio.- no, la metà del mondo non vive nella XXXXX, ma molto di più- se pensi davvero quello che dici, agisci di conseguenza. Abbandona il mondo "civilizzato", fatti missionario e utilizza la tua vita per aiutare il mondo che soffre.Se non lo fai, per mille-mila ragioni, vuol dire che accetti lo status quo, quindi ora stai sputando nel piatto in cui stai mangiando.mi sa tanto che tu sei uno di quei "pacifisti" "altermondisti" con i mocassini, la smart pagata dal paparino e iPod, blackberry e carta di credito illimitata inclusi nel prezzo...
          • ombra scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: il sucator cortese
            mavaff@nXXXX non basta tenere metà mondo nella
            XXXXX per poter vivere meglio noi, no, adesso
            oltre alla democrazia facciamo piovere anche le
            atomiche che si risparmiano un sacco di vita...
            scommetto che stavate melgio quando si stava
            peggio è???
            amm@zzateviInvece hanno ragione. Siccome già teniamo nella XXXXX gli altri (e siccome io voglio continuare a vivere meglio di loro), sarei assolutamente d'accordo sull'uso delle armi atomiche per l'eliminazione di chi già sta male.Diciamo una bella eutanasia di massa come rimedio dei problemi del terzo e del quarto mondo. D'altronde, l'eliminazione degli individui più deboli di una determinata specie è quanto di più naturale ci sia.Io non sono disposto a rinunciare a nulla di quello che ho, tu, invece, se proprio vuoi, fatti atomizzare a Gaza. Così potrai essere solidale con la loro causa anche nell'aldilà!Troll e comunisti astenersi, prego.
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Pilerus
            Le risposte precedenti Sono dei Troll....anche se
            loro
            negano
            Lo sai che queste cose non si possono
            dire....altrimenti non è
            corretto....
            Nel contesto in cui viviamo l'atomica non avrebbe
            senso...siamo cresciuti e diamo più importanza
            alla vita rispetto all'agosto del
            45.

            Penserei più a una atomica tattica....con danni
            meno significativi rispetto a un ordigno
            strategico.

            Senza estremisimi e senza essere politicizzatiAlleluja! Finalmente una risposta sensata, grazie ;)effettivamente, è vero che il concetto di rispetto della vita ha subito una stupenda evoluzione, grazie a Dio. Il fatto è che la nostra generazione non ha subito sulla pelle il peso della bomba guerra, a differenza dei nostri nonni. Parlando con mia nonna, lei mi diceva che si ricorda dell'orrore che aveva provato quando la bomba atomica era scoppiata. Era a casa con sua mamma e piangeva. Sua mamma (mia bisnonna, nata nell'800 e totalmente analfabeta) le disse: "è una cosa brutta tutti questi morti, ma magari adesso i tuoi fratelli tornano a casa dal fronte".Cinismo o semplice "saggezza atavica"?Se QUATTRO dei miei figli fossero al fronte, che cosa preferirei? che tornassero a casa sani e salvi, ovviamente. A qualsiasi costo. Anche se il prezzo fosse una seconda Hiroshima.Ma hai ragione tu, queste cose non si possono dire, soltanto pensare...ciao
          • Aname scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            Ma vi rendete cosa di cosa è una bomba H? Bambini innocenti che muiono in modo terribile, conseguenze nefaste negli anni a venire, no, basta! Non voglio più spendere parole per gente come voi! Siete solo dei pezzenti figli di putt@na, vergognatevi!
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Aname
            Ma vi rendete cosa di cosa è una bomba H? Bambini
            innocenti che muiono in modo terribile,
            conseguenze nefaste negli anni a venire, no,
            basta! Non voglio più spendere parole per gente
            come voi! Siete solo dei pezzenti figli di
            putt@na,
            vergognatevi!tu invece sei un vero democratico, complimenti!
          • blix scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            - Scritto da: Pilerus

            Le risposte precedenti Sono dei Troll....anche
            se

            loro

            negano

            Lo sai che queste cose non si possono

            dire....altrimenti non è

            corretto....chissà perchè ? te lo sei mai chiesto ?

            Nel contesto in cui viviamo l'atomica non
            avrebbe

            sensoe chissà xchè gli statunitensi si prodigano per non farne costruire + ......siamo cresciuti e diamo più importanza

            alla vita rispetto all'agosto del

            45.sembri sicuro, io invece non lo sarei ... con i discorsi che fai ...



            Penserei più a una atomica tattica....con danni

            meno significativi rispetto a un ordigno

            strategico.



            Senza estremisimi e senza essere politicizzati

            Alleluja! Finalmente una risposta sensata, grazie
            ;)

            effettivamente, è vero che il concetto di
            rispetto della vita ha subito una stupenda
            evoluzione, grazie a Dio....magari non proprio grazie a Dio, se ti riferisci agli ultimi 50 anni


            Il fatto è che la nostra generazione non ha
            subito sulla pelle il peso della bomba guerra, a
            differenza dei nostri nonni.


            Parlando con mia nonna, lei mi diceva che si
            ricorda dell'orrore che aveva provato quando la
            bomba atomica era scoppiata. Era a casa con sua
            mamma e piangeva. Sua mamma (mia bisnonna, nata
            nell'800 e totalmente analfabeta) le disse: "è
            una cosa brutta tutti questi morti, ma magari
            adesso i tuoi fratelli tornano a casa dal
            fronte".lo diceva anche la mia, ma in realtà ogni volta che gli arrivava una notizia brutta pensava potesse essere una buona scusa per tornare dal fronte...

            Cinismo o semplice "saggezza atavica"?disperazione, come dici tu : la nostra generazione non hasubito sulla pelle (non la bomaba ma la guerra)
            Se QUATTRO dei miei figli fossero al fronte, che
            cosa preferirei? che tornassero a casa sani e
            salvi, ovviamente. A qualsiasi costo. Anche se il
            prezzo fosse una seconda
            Hiroshima.... io avrei preferito che non ce li avessero mandati a forza a combattere con le scarpe di cartone, ma forse è questo che per te non si può dire... mi sbaglio ?

            Ma hai ragione tu, queste cose non si possono
            dire, soltanto
            pensare......ma magari ci avessi pensato prima di scriverle...bastavono 5 min di ricerche su google...

            ciao
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: blix
            - Scritto da: me_medesimo

            - Scritto da: Pilerus


            Le risposte precedenti Sono dei Troll....anche

            se


            loro


            negano


            Lo sai che queste cose non si possono


            dire....altrimenti non è


            corretto....

            chissà perchè ? te lo sei mai chiesto ?perchè nella società "asettica" in cui viviamo è considerato "politically uncorrect" anche solo farsi delle domande?



            Nel contesto in cui viviamo l'atomica non

            avrebbe


            senso
            e chissà xchè gli statunitensi si prodigano per
            non farne costruire +
            ...
            come scusa? gli americani si prodigano a fare cosa? Guarda che negli USA esiste un'industria che *VENDE* tecnologia per costruire armi nucleari, soltanto ai paesi considerati *AMICI*. Tutto alla luce del sole, eh?
            ...siamo cresciuti e diamo più importanza


            alla vita rispetto all'agosto del


            45.

            sembri sicuro, io invece non lo sarei ... con i
            discorsi che fai
            ...in quei tempi simpatici, se soltanto eri omosessuale, potevi dichiararlo pubblicamente?se volevi divorziare, potevi farlo?se eri marxista (come mio padre), potevi trovare lavoro facilmente?se eri una donna, potevi denunciare delle molestie sessuali?se eri una bambina, non eri fors tu che avevi "aizzato" l'adulto a darti una "semplice toccatina"?se eri una donna, non era colpa tua se eri vestita troppo succintamente e avevi provocato il tuo stupratore?Ma perfavore, non cambiamo la Storia a nostro piacimento, eh?






            Penserei più a una atomica tattica....con
            danni


            meno significativi rispetto a un ordigno


            strategico.





            Senza estremisimi e senza essere politicizzati



            Alleluja! Finalmente una risposta sensata,
            grazie

            ;)



            effettivamente, è vero che il concetto di

            rispetto della vita ha subito una stupenda

            evoluzione, grazie a Dio.

            ...magari non proprio grazie a Dio, se ti
            riferisci agli ultimi 50
            anni
            grazie a Dio è un'espressione della lingua italiana.





            Il fatto è che la nostra generazione non ha

            subito sulla pelle il peso della bomba guerra, a

            differenza dei nostri nonni.verissimo





            Parlando con mia nonna, lei mi diceva che si

            ricorda dell'orrore che aveva provato quando la

            bomba atomica era scoppiata. Era a casa con sua

            mamma e piangeva. Sua mamma (mia bisnonna, nata

            nell'800 e totalmente analfabeta) le disse: "è

            una cosa brutta tutti questi morti, ma magari

            adesso i tuoi fratelli tornano a casa dal

            fronte".

            lo diceva anche la mia, ma in realtà ogni volta
            che gli arrivava una notizia brutta pensava
            potesse essere una buona scusa per tornare dal
            fronte...
            il famoso "meglio storpio che morto" che dicevano le mamme dei soldati in un film di kusturica... tristissimo ma vero.



            Cinismo o semplice "saggezza atavica"?

            disperazione, come dici tu : la nostra
            generazione non
            ha
            subito sulla pelle (non la bomaba ma la guerra)
            appunto, se non hai scelta, scegli il meno peggio, per quanto orribile sia.

            Se QUATTRO dei miei figli fossero al fronte, che

            cosa preferirei? che tornassero a casa sani e

            salvi, ovviamente. A qualsiasi costo. Anche se
            il

            prezzo fosse una seconda

            Hiroshima.

            ... io avrei preferito che non ce li avessero
            mandati a forza a combattere con le scarpe di
            cartone, ma forse è questo che per te non si può
            dire... mi sbaglio
            ?Scusami? perchè non se ne potrebbe parlare? Se proprio proprio vuoi sapere la mia opinione, Benito Mussolini non avrebbe dovuto essere ucciso sommariamente, ma processato per crimini contro l'umanità, condannato a morte da un tribunale "equo" e appeso in pubblica piazza.Ma non c'entra ASSOLUTAMENTE NULLA con il nostro discorso.Se tu fossi la mamma di un soldato, non avresti alcuna scelta, alcun potere sulle scelte militari del tuo paese. OVVIAMENTE molto meglio non andarci neppure, al fronte. Potresti rispondere alla mia domanda di prima? Se tuo figlio è al fronte, lo preferisci vedere tornare a casa vivo o morto? Anche a costo di veder esplodere una bomba atomica?Questa è la domanda "terribile".Attenzione, io non so darti una risposta definitiva. Pensa ai genitori dei soldati USA: ovviamente pazzi di gioia per aver visto ritornare i loro figli, ma che cosa avranno sentito nello stomaco ogni volta che le immagini di Hiroshima e Nagasaki passavano alla televisione? Male necessario? Ubi major, minor cessat???

            Ma hai ragione tu, queste cose non si possono

            dire, soltanto

            pensare...

            ...ma magari ci avessi pensato prima di
            scriverle...bastavono 5 min di ricerche su
            google...
            mi sembra di averti fornito qualche argomentazione che mi a occupato per ben più di 5 minuti



            ciaociao
          • ullala scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            mi sembra di averti fornito qualche
            argomentazione che mi a occupato per ben più di 5
            minutiA quanto pare non ti ha "occupato" a sufficienza per dire che forse al fronte è meglio non andarci che tornare o tornare "storpi"...Questo è il tuo problemino!Vedi se riesci a impiegarci il tempo sufficiente a evitare di tornarci a tediare col tuo "male minore" da 4 palanche!
          • Paolo B scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            Azzz...pure la nonna "giapponese"
          • Mastro Ciliegia scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            1° Le atomiche di Hirosyma e Nagasaki furono sganciate essenzialmente per stabilire da subito il primato dell'America sul resto del mondo (sopratutto all'URSS) e solo consequenzialmente per far finire una guerra che ormai il Giappone AVEVA GIA' PERSO. Hyroshima e Nagasaky sancirono l'inizio della guerra fredda tra URSS e America (studiati Yalta).2° Negli attuali scenari delle varie guerre (esportate dai soliti noti) in giro per il mondo, il vero obbiettivo è la crescita del PIL delle nazioni industrializzate (America in testa a molti altri). Tutto questo, naturalmente, sulle spalle di civili inermi che muoiono quotidianamente senza nemmeno capire il vero perchè.Oggi la guerra si fa solo se economicamente redditizia: una volta messa in piedi, deve continuare fintanto che serve.3° I tuoi ragionamenti sono (sotto il profilo storico) estremamente ingenui e quindi non condivisibili.Ciao
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Mastro Ciliegia
            1° Le atomiche di Hirosyma e Nagasaki furono
            sganciate essenzialmente per stabilire da subito
            il primato dell'America sul resto del mondo
            (sopratutto all'URSS) e solo consequenzialmente
            per far finire una guerra che ormai il Giappone
            AVEVA GIA' PERSO. Hyroshima e Nagasaky sancirono
            l'inizio della guerra fredda tra URSS e America
            (studiati
            Yalta).immagino che tu abbia tonnellate di link da postare a sostegno di questa tesi
            2° Negli attuali scenari delle varie guerre
            (esportate dai soliti noti) in giro per il mondo,
            il vero obbiettivo è la crescita del PIL delle
            nazioni industrializzate (America in testa a
            molti altri). Tutto questo, naturalmente, sulle
            spalle di civili inermi che muoiono
            quotidianamente senza nemmeno capire il vero
            perchè.
            Oggi la guerra si fa solo se economicamente
            redditizia: una volta messa in piedi, deve
            continuare fintanto che
            serve.immagino che tu abbia tonnellate di link da postare a sostegno di questa tesi
            3° I tuoi ragionamenti sono (sotto il profilo
            storico) estremamente ingenui e quindi non
            condivisibili.
            Ciaoimmagino che tu abbia tonnellate di link da postare a sostegno di questa tesi
          • paul scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            memedesimo, se sei stupido ed ignorante non è colpa di mastro Ciliegiasenza offesa
          • Mastro Ciliegia scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            Ti accontento volentieri.http://web.tiscali.it/laurimarco/la_guerra_fredda.htmhttp://it.encarta.msn.com/encyclopedia_761557001/Truman_Harry_Spencer.htmlhttp://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico_di_Hiroshima_e_Nagasakida cui: "Primo atto della Guerra Fredda:Autorevoli studiosi hanno affermato che i bombardamenti atomici non solo miravano ad una pronta resa del Giappone, ma costituivano altresì un velato monito all'alleato sovietico. La resa del Giappone prima del concordato intervento sovietico in Estremo Oriente non solo avrebbe evitato la creazione di diverse zone d'occupazione, come era avvenuto in Germania. Si sarebbe altresì privata l'U.R.SS. di pegni territoriali da far valere al tavolo della pace. Sarebbe stata altresì l'ostentazione spettacolare di una nuova potenza distruttrice data dalla combinazione dell'aviazione strategica e dell'arma nucleare. Fattori non posseduti dall'U.R.S.S., potenza essezialmente terrestre e ritenuta molto vulnerabile ai bombardamenti strategici. In altre parole: bilanciare lo strapotere sovietico terrestre colla minaccia di una ritorsione spaventosa contro la quale non apparivano possibili difese. In tale logica va inquadrato il laconico accenno di Truman a Stalin, a Potsdam, ad una nuova arma ed il fatto che l'incursione su Hiroshima avvenne prima dello spirare del termine concordato per l'intervento sovietico in Estremo Oriente. (Fonti: PMS Blackett: "Conseguenze politiche e militari dell'energia atomica", Torino, Einaudi, 1949; Gar Alperowitz "Atomic Diplomacy" New York, 1965, traduzione italiana "Un asso nella manica", Torino, Einaudi, 1965)"http://www.liceoberchet.it/netday00/storia/2gm/hiroshima.htmda cui leggo:"La guerra che prima vedeva U.S.A. e U.R.S.S. contro il Giappone per la vittoria definitiva di una guerra già vinta, si stava trasformando in un conflitto tra Stati Uniti e Russia, tra due blocchi politicamente e ideologicamente contrapposti, per il dominio del mondo. Il 6 agosto 1945 la prima bomba atomica fu quindi sganciata sopra Hiroshima. Aveva una potenza pari a 12,5 chilotoni di TNT, al nucleo di uranio. Tre giorni dopo un'altra bomba di una potenza quasi doppia, con un nucleo di plutonio, fu sganciata su Nagasaki."Su quanto riguarda il secondo punto:http://www.girodivite.it/Le-guerre-illegali-dell-America.htmlpiuttosto emblematico (anche perchè scritto da un Professore universitario Canadese) ma ne trovi molti altri.Ciao
        • me_medesimo scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          - Scritto da: Alvaro Vitali
          - Scritto da: guast


          Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,


          prego!!!



          Veramente ci vorrebbe lo psichiatra

          Non solo lo psichiatra, ma neppure la bomba
          atomica avrebbe effetto sul cervello di chi
          scrive cose simili
          ...e tu che cosa mi consigli?e comunque state tutti evitando di rispondere nel merito della questione, che è molto importante ed attuale.
          • Undertaker scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            - Scritto da: Alvaro Vitali

            - Scritto da: guast

            Non solo lo psichiatra, ma neppure la bomba

            atomica avrebbe effetto sul cervello di chi

            scrive cose simili
            e tu che cosa mi consigli?
            e comunque state tutti evitando di rispondere nel
            merito della questione, che è molto importante ed
            attuale.Ci penserá l'Iran a rispondere, a te ed ai tuoi amici
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: guast

        Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,

        prego!!!

        Veramente ci vorrebbe lo psichiatrabene, vedo che hai un messaggio molto profondo da condividere con il mondo intero...quando non si hanno più argomenti, si attaccano le persone, eh???
        • guast scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica

          bene, vedo che hai un messaggio molto profondo
          da condividere con il mondo intero...Sai benissimo quanto bisognerebbe scrivere per dire qualcosa di sensato, e a giudicare dai post che hai scritto vedo che sei già partito con il gioco dell'ultima parola.TROLLallero TROLLallà
    • Might scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica
      Eh, già.E se trovassimo il modo di far esplodere di botto TUTTO il pianeta Terra, risolveremmo in un colpo solo tutti i guai dell'umanità.Gran bel ragionamento, complimenti.
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: Might
        Eh, già.
        E se trovassimo il modo di far esplodere di botto
        TUTTO il pianeta Terra, risolveremmo in un colpo
        solo tutti i guai
        dell'umanità.
        Gran bel ragionamento, complimenti.quindi, nella tua visione delle cose, ci sono soltanto due opzioni: lasciare le cose come sono o far saltare tutto.un pochino limitativo, eh???
        • ale scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          era ironico ... genio
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: ale
            era ironico ... genioio saro' anche uno sveglione, ma tu non hai risposto alla mia provocazione iniziale.
          • ullala scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            - Scritto da: ale

            era ironico ... genio

            io saro' anche uno sveglione, ma tu non hai
            risposto alla mia provocazione
            iniziale.Quale quella "del male ninore"?Minore di cosa di quale "male"?Chi dice cosa è male?Chi dice cosa è più male?Tu? ... tua nonna? bush? osama? hitler? e perché proprio loro e non il grande puffo?Pensaci poi facci sapere!In particolare sul grande puffo mi raccomando!
    • Uno del settore scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica
      - Scritto da: me_medesimo
      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che
      una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non
      potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo
      contro un male estremo (come disse il presidente
      USA ai tempi di Hiroshima)?E se qualcuno decidesse che sarebbe meglio farti fuori per risolvere i problemi?Usare la bomba in quel modo è stato un errore talmente grande da non essere giustificabile in NESSUN MODO.Potevano avvisarli prima e dirgli "evacua questa isola che ti faccio vedere la mia nuova arma". Facevano esplodere un'isola deserta e i Giapponesi si arrendevano lo stesso. Nessun morto con lo stesso risultato.La vita umana non ha prezzo. Non scordiamocelo!P.S.: non mi dire di Nagasaki e che il JP non voleva arrendersi dopo Hiroshima: gli USA avevano 2 tecnologie di bombe (Uranio e Plutonio) e volevano testarle entrambe... :-(
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: Uno del settore
        - Scritto da: me_medesimo

        Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che

        una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non

        potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo

        contro un male estremo (come disse il presidente

        USA ai tempi di Hiroshima)?

        E se qualcuno decidesse che sarebbe meglio farti
        fuori per risolvere i
        problemi?
        sarebbero razzi amari, ovviamente
        Usare la bomba in quel modo è stato un errore
        talmente grande da non essere giustificabile in
        NESSUN
        MODO.non giustifico assolutamente lo sterminio di una popolazione CIVILE con la bomba atomica!!! Ma cercare di capire e magari trarre una lezione dal passato, non significa giustificare.

        Potevano avvisarli prima e dirgli "evacua questa
        isola che ti faccio vedere la mia nuova arma".
        Facevano esplodere un'isola deserta e i
        Giapponesi si arrendevano lo stesso. Nessun morto
        con lo stesso
        risultato.non credo. I giapponesi non si sarebbero arresi tanto facilmente. Ma, purtroppo, non si puo' fare la Storia con i se e con i ma. Non possiamo cambiare cio' che è sucXXXXX, soltanto trarne una lezione.
        La vita umana non ha prezzo. Non scordiamocelo!
        ti straquoto. Ecco perchè ho voluto postare questa provocazione: se una guerra scoppiasse e destabilizzasse tutta un'area geografica (ho fatto l'esempio dell'IRAN, soltanto perchè è un argomento di attualità), sarebbe meglio avere 250.000 morti dovuti a bombardamenti "tradizionali" oppure 50.000 dovuti alla bomba atomica?Magari una risposta non esiste neppure, ma un giorno potremmo essere costretti a dover rispondere a questa domanda.
        P.S.: non mi dire di Nagasaki e che il JP non
        voleva arrendersi dopo Hiroshima: gli USA avevano
        2 tecnologie di bombe (Uranio e Plutonio) e
        volevano testarle entrambe...
        :-(Ci sono tesi che avvalorano questa ipotesi. Dopo aver visto che cosa gli USA hanno fatto in Vietnam, non mi stupirei più di nulla
        • Uno del settore scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica


          Potevano avvisarli prima e dirgli "evacua questa

          isola che ti faccio vedere la mia nuova arma".

          Facevano esplodere un'isola deserta e i

          Giapponesi si arrendevano lo stesso. Nessun

          morto con lo stesso risultato.
          non credo. I giapponesi non si sarebbero arresi
          tanto facilmente. Ma, purtroppo, non si puo' fare
          la Storia con i se e con i ma. Non possiamo
          cambiare cio' che è sucXXXXX, soltanto trarne una
          lezione.Ci sono più fonti che portano documenti che i Giapponesi stavano già trattando la resa con l'URSS, anche se i sovietici facevano un po' il doppio gioco.Uscì comunque un comunicato pubblico di quasi resa del Giappone, ma gli USA tradussero male una parola ambigua e da lì partirono le bombe.Se vuoi posto più dettagli in questo senso.Secondo me i Giapponesi si sarebbero arresi comunque anche senza nessuna bomba, ma con una nelle mie condizioni il "se" sparisce.Gli USA volevano provare la bomba, non far arrendere il Giappone. Per quello si poteva fare e già si stava facendo per via diplomatica.
    • tilli scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica


      eppure, grazie alla bomba atomica la seconda
      guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha
      risparmiato la bomba
      atomica?La guerra era gia' finita, il Giappone era in ginocchio.Diciamo che e' stato un "live test" per la bomba.Non era proprio necessaria e non ha risparmiato vite.D'altronde, non era fatta per risparmiare vite, ma per uccidere, e sembra che funzioni.

      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che
      una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non
      potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo
      contro un male estremo (come disse il presidente
      USA ai tempi di
      Hiroshima)?L'Islam (la parte estremista, minoritaria) dice che il grande male siamo noi. Potresti mandare un suggerimento, cosa ne dici?

      Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,
      prego!!!Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano? Posti argomenti del genere e se poi ottieni risposte adeguate sono troll/estremisti/... ?
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: tilli



        eppure, grazie alla bomba atomica la seconda

        guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha

        risparmiato la bomba

        atomica?

        La guerra era gia' finita, il Giappone era in
        ginocchio.
        Diciamo che e' stato un "live test" per la bomba.
        Non era proprio necessaria e non ha risparmiato
        vite.
        D'altronde, non era fatta per risparmiare vite,
        ma per uccidere, e sembra che
        funzioni.
        i fatti storici ci dicono che la guerra non era finita per i giapponesi, stavano continuando a combatterla.La bomba atomica era necessaria? Non lo so, e non lo sai nemmeno tu. I fatti storici, pero', ci dicono che il Giappone si è arreso DOPO l'atomica, non prima.



        Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che

        una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non

        potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo

        contro un male estremo (come disse il presidente

        USA ai tempi di

        Hiroshima)?
        L'Islam (la parte estremista, minoritaria) dice
        che il grande male siamo noi. Potresti mandare un
        suggerimento, cosa ne
        dici?
        Certo, è proprio questo il senso della mia provocazione: cosa fare se domani dovessimo essere confrontati ad un nemico che vuole ANNIENTARCI? Bomba atomica oppure ci lasciamo massacrare bellamente in nome di qualche "pacifismo altermondialista"?OVVIAMENTE non ho nulla contro l'islam, ho parlato di Iran perchè è l'argomendo d'attualità, ma è soltanto un esempio.



        Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,

        prego!!!
        Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano? Posti
        argomenti del genere e se poi ottieni risposte
        adeguate sono troll/estremisti/...
        ?no, assolutamente no. Tu mi hai fornito delle argomentazioni, alle quali ho risposto con piacere. ciao
        • tilli scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica


          La guerra era gia' finita, il Giappone era in

          ginocchio.

          Diciamo che e' stato un "live test" per la
          bomba.

          Non era proprio necessaria e non ha risparmiato

          vite.

          D'altronde, non era fatta per risparmiare vite,

          ma per uccidere, e sembra che

          funzioni.



          i fatti storici ci dicono che la guerra non era
          finita per i giapponesi, stavano continuando a
          combatterla.
          Non la combattevano piu'. Non erano piu' in grado di combattere nessuna guerra.La resa DOPO la bomba atomica e' stata solo una formalita'.
          La bomba atomica era necessaria? Non lo so, e non
          lo sai nemmeno tu. I fatti storici, pero', ci
          dicono che il Giappone si è arreso DOPO
          l'atomica, non
          prima.No. Semplicemente non era necessaria.
          Certo, è proprio questo il senso della mia
          provocazione: cosa fare se domani dovessimo
          essere confrontati ad un nemico che vuole
          ANNIENTARCI? Bomba atomica oppure ci lasciamo
          massacrare bellamente in nome di qualche
          "pacifismo
          altermondialista"?Non penso che esista un problema simile. Poi una bomba di simile potenza annienterebbe tutti, magari indirettamente.Quel poco che so di storia mi insegna che questo discorso e' pericoloso. Se non altro perche' Hitler attacco' la Polonia a seguito di attentati terroristici addebitati, ovviamente, ai polacchi. Non era vero niente.Chissa' perche' quando uno e' il piu' forte, si sente minacciato da tutti.Se uno ha una pistola in mano, sembra che trovi piu' di un buon motivo per usarlo. Sempre per la propria sicurezza, ovviamente....

          OVVIAMENTE non ho nulla contro l'islam,permettimi di dubitarne ;)
          no, assolutamente no. Tu mi hai fornito delle
          argomentazioni, alle quali ho risposto con
          piacere.Beh, sinceramente hai introdotto un argomento off-topic ad alto rischio di flame (ad esser buoni...)
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: tilli


            La guerra era gia' finita, il Giappone era in


            ginocchio.


            Diciamo che e' stato un "live test" per la

            bomba.


            Non era proprio necessaria e non ha
            risparmiato


            vite.


            D'altronde, non era fatta per risparmiare
            vite,


            ma per uccidere, e sembra che


            funzioni.






            i fatti storici ci dicono che la guerra non era

            finita per i giapponesi, stavano continuando a

            combatterla.


            Non la combattevano piu'. Non erano piu' in grado
            di combattere nessuna
            guerra.
            La resa DOPO la bomba atomica e' stata solo una
            formalita'.
            Io non sono uno storico, ma un appassionato.Le informazioni che ho trovato-letto-studiato mi dicono una cosa diversa, ma se hai qualche link sono molto interessato, non si finisce mai di imparare ;)

            La bomba atomica era necessaria? Non lo so, e
            non

            lo sai nemmeno tu. I fatti storici, pero', ci

            dicono che il Giappone si è arreso DOPO

            l'atomica, non

            prima.
            No. Semplicemente non era necessaria.


            Certo, è proprio questo il senso della mia

            provocazione: cosa fare se domani dovessimo

            essere confrontati ad un nemico che vuole

            ANNIENTARCI? Bomba atomica oppure ci lasciamo

            massacrare bellamente in nome di qualche

            "pacifismo

            altermondialista"?
            Non penso che esista un problema simile. Poi una
            bomba di simile potenza annienterebbe tutti,
            magari
            indirettamente.
            Quel poco che so di storia mi insegna che questo
            discorso e' pericoloso. Se non altro perche'
            Hitler attacco' la Polonia a seguito di attentati
            terroristici addebitati, ovviamente, ai polacchi.
            Non era vero
            niente.
            Chissa' perche' quando uno e' il piu' forte, si
            sente minacciato da
            tutti.
            Se uno ha una pistola in mano, sembra che trovi
            piu' di un buon motivo per usarlo. Sempre per la
            propria sicurezza,
            ovviamente....
            Guarda, siamo assolutamente sulla stessa lunghezza d'onda. Il problema non è se e quando si voglia utilizzare una bomba atomica.La mia domanda è: in caso di terza guerra mondiale, cosa si fa? Meglio altri 50 milioni di morti (perchè è di questo che si sta parlando, 50 milioni di morti durante la seconda guerra mondiale), o meglio una bomba atomica che metta in ginocchio una delle due parti e concluda il conflitto?La storia non si fa con il senno di poi, ovviamente. Ma, appunto, con il senno di poi, se tu avessi avuto una palla di cristallo, tu avresti fermato Hitler nel 1939 anche con l'uso di una bomba atomica?



            OVVIAMENTE non ho nulla contro l'islam,
            permettimi di dubitarne ;)


            no, assolutamente no. Tu mi hai fornito delle

            argomentazioni, alle quali ho risposto con

            piacere.
            Beh, sinceramente hai introdotto un argomento
            off-topic ad alto rischio di flame (ad esser
            buoni...)Off-topic? Si, assolutamente si... mea culpa ;)Alto rischio di flame? Assolutamente si, anzi sono sorpreso che la cosa non sia degenerata. Ma è sempre cosi' quando vuoi discutere di argomenti delicati...ciao
        • Paperoliber o scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          Forse il modo migliore sarebbe provare a creare un mondo migliore dove non sia necessario buttare bombe di ogni tipo, forse l'atomica è la meno peggio, se pensate a quelle a grappolo che creano vittime anche anni dopo la "resa" del nemico. La vera soluzione è la pace non la guerra per prevenirne un'altra, debbo dire che la lezione degli USA ha fatto molti proseliti.Saluti
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Paperoliber o
            Forse il modo migliore sarebbe provare a creare
            un mondo migliore dove non sia necessario buttare
            bombe di ogni tipo, forse l'atomica è la meno
            peggio, se pensate a quelle a grappolo che creano
            vittime anche anni dopo la "resa" del nemico. La
            vera soluzione è la pace non la guerra per
            prevenirne un'altra, debbo dire che la lezione
            degli USA ha fatto molti
            proseliti.
            SalutiTutti noi sogniamo un mondo di pace. Purtroppo, si vis pacem para bellum... brutto quanto vuoi, ma funziona cosi' dalla notte dei tempi. :(
          • ullala scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            - Scritto da: Paperoliber o

            Forse il modo migliore sarebbe provare a creare

            un mondo migliore dove non sia necessario
            buttare

            bombe di ogni tipo, forse l'atomica è la meno

            peggio, se pensate a quelle a grappolo che
            creano

            vittime anche anni dopo la "resa" del nemico. La

            vera soluzione è la pace non la guerra per

            prevenirne un'altra, debbo dire che la lezione

            degli USA ha fatto molti

            proseliti.

            Saluti

            Tutti noi sogniamo un mondo di pace.

            Purtroppo, si vis pacem para bellum... brutto
            quanto vuoi, ma funziona cosi' dalla notte dei
            tempi.
            :(No funziona così solo quando qualcuno ci crede a questa "perla di saggezza"!Prova ne sia che il "parare bellum" al "bellum" ha sempre portato!La storia (dalla notte dei tempi) proprio questo insegna e contro ogni smentita!Nessuna guerra ne ha mai evitato un altra!
        • ullala scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          - Scritto da: me_medesimo


          Certo, è proprio questo il senso della mia
          provocazione: cosa fare se domani dovessimo
          essere confrontati ad un nemico che vuole
          ANNIENTARCI? Bomba atomica oppure ci lasciamo
          massacrare bellamente in nome di qualche
          "pacifismo
          altermondialista"?Fammi capire il "nemico" ti vuole annientare perché é perfido e cattivo?E se lo avessero convinto (come hanno convinto te) che sei tu a essere perfido e cattivo?che si fa?

          OVVIAMENTE non ho nulla contro l'islam, ho
          parlato di Iran perchè è l'argomendo d'attualità,
          ma è soltanto un
          esempio.Neanche io ho nulla contro l'islam ma se per caso tu avessi qualcosa contro e idem dalla opposta parte ho qui la soluzione ....Chiamiamola il male "minore minore"!Ti mettiamo (te e il tuo "nemico" convintissimo e cattivissimo) in un bel gabbione con una meravigliosa mazza ferrata ciascuno e vi lasciamo li a discutere a vostro piacimento.... io e quelli come me invece ce ne andiamo a cena.... al ritorno se qualcuno dei due è sopravvissuto gli si fornisce un nemico nuovo di zecca arrabiatissimo (con la stessa mazza ferrata di prima).... e così via fino a che non abbiamo finito quelli "convinti" delle teorie dei mali minori e quelli che sono (altrettanto convinti delle stesse teorie) ma "nemici"....Quando tu, quelli come te e i vostri (o loro) "nemici" sarete finiti per autoeliminazione forse noi (a forza di andare a cena) saremo un pochino più grassi (ma distesi e tranquilli)... ma questo è un "male minore mooolto minore" credimi!Che ne dici?Ti va il gabbione? ;)
    • minnelli scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica

      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che
      una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non
      potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo
      contro un male estremo (come disse il presidente
      USA ai tempi di
      Hiroshima)?Dici che e' un buon modo per risolvere la siccita'?
      • domani_piov e scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: minnelli

        Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che

        una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non

        potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo

        contro un male estremo (come disse il presidente

        USA ai tempi di

        Hiroshima)?

        Dici che e' un buon modo per risolvere la
        siccita'?questa la vendo subito ;) ;) ;)
        • minnelli scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica


          Dici che e' un buon modo per risolvere la

          siccita'?

          questa la vendo subito ;) ;) ;)E' anche un ottimo rimedio per l'acne
    • Aname scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica

      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che una bomba
      atomica sull'Iran o su Gaza non potrebbe essere, un
      giorno, un rimedio estremo contro un male estremo (come
      disse il presidente USA ai tempi di Hiroshima)?
      Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI, prego!!!Se ti dico XXXXX è suffifciente?
    • Steve Austin scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica
      - Scritto da: me_medesimo
      la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma
      orribile, nessuno vorrebbe che
      esistesse.

      eppure, grazie alla bomba atomica la seconda
      guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha
      risparmiato la bomba
      atomica?

      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che
      una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non
      potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo
      contro un male estremo (come disse il presidente
      USA ai tempi di
      Hiroshima)?

      Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,
      prego!!!No, porterebbe "all'estremo estremismo" islamico.Presente i lemmings? Ecco gli islamici inizierebbero a farsi saltare in aria proprio come loro.Poi su Gaza c'é da dire che non si sa quale delle due parti sia il vero deliquente, perché anche Israele non si é comportata affatto bene, sparando su bambini e ambulanze.Per l'Iran l'atomica é tutta propaganda di Ahmadinejad, non ha un cavolo che va ad uranio, non vedo la necessità di colpire un paese armato solo dalle foto di una bomba nucleare.
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        :(- Scritto da: Steve Austin
        - Scritto da: me_medesimo

        la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma

        orribile, nessuno vorrebbe che

        esistesse.



        eppure, grazie alla bomba atomica la seconda

        guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha

        risparmiato la bomba

        atomica?



        Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che

        una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non

        potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo

        contro un male estremo (come disse il presidente

        USA ai tempi di

        Hiroshima)?



        Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,

        prego!!!

        No, porterebbe "all'estremo estremismo" islamico.
        Presente i lemmings? Ecco gli islamici
        inizierebbero a farsi saltare in aria proprio
        come
        loro.
        Poi su Gaza c'é da dire che non si sa quale delle
        due parti sia il vero deliquente, perché anche
        Israele non si é comportata affatto bene,
        sparando su bambini e
        ambulanze.
        Per l'Iran l'atomica é tutta propaganda di
        Ahmadinejad, non ha un cavolo che va ad uranio,
        non vedo la necessità di colpire un paese armato
        solo dalle foto di una bomba
        nucleare.effettivamente anche io penso che l'Iran sia puù un "bluff" che un reale pericolo atomico.Il problema è che anche l'Irak era un "bluff", eppure l'hanno bombardato lo stesso...
        • Steve Austin scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica
          - Scritto da: me_medesimo
          :(
          - Scritto da: Steve Austin

          - Scritto da: me_medesimo


          la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma


          orribile, nessuno vorrebbe che


          esistesse.





          eppure, grazie alla bomba atomica la seconda


          guerra mondiale è finita prima. Quanti morti
          ha


          risparmiato la bomba


          atomica?





          Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che


          una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non


          potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo


          contro un male estremo (come disse il
          presidente


          USA ai tempi di


          Hiroshima)?





          Troll, estremisti e politicizzati ASTENERSI,


          prego!!!



          No, porterebbe "all'estremo estremismo"
          islamico.

          Presente i lemmings? Ecco gli islamici

          inizierebbero a farsi saltare in aria proprio

          come

          loro.

          Poi su Gaza c'é da dire che non si sa quale
          delle

          due parti sia il vero deliquente, perché anche

          Israele non si é comportata affatto bene,

          sparando su bambini e

          ambulanze.

          Per l'Iran l'atomica é tutta propaganda di

          Ahmadinejad, non ha un cavolo che va ad uranio,

          non vedo la necessità di colpire un paese armato

          solo dalle foto di una bomba

          nucleare.

          effettivamente anche io penso che l'Iran sia puù
          un "bluff" che un reale pericolo
          atomico.

          Il problema è che anche l'Irak era un "bluff",
          eppure l'hanno bombardato lo
          stesso...Non si dovrebbe ricorrere a tanto fintantoché ci sono i democratici alla Casabianca, salvo che "diciamo servizi segreti deviati" non amazzino Obama e diano tutta la colpa all'Iran. Una "false flag" tipo Golfo del Tonchino potrebbe giustificare un attacco all'Iran.La menzogna fa parte non solo della politica italiana ma anche di quella americana.Tutto dipende dalla profondità della crisi attuale che potrebbe portare a rimedi estremi.Però il boomerang torna sempre indietro e più forte lo lanci e più ti bastona quando ritorna...
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica


            Non si dovrebbe ricorrere a tanto fintantoché ci
            sono i democratici alla Casabianca, salvo che
            "diciamo servizi segreti deviati" non amazzino
            Obama e diano tutta la colpa all'Iran. Una "false
            flag" tipo Golfo del Tonchino potrebbe
            giustificare un attacco
            all'Iran.
            La menzogna fa parte non solo della politica
            italiana ma anche di quella
            americana.
            Tutto dipende dalla profondità della crisi
            attuale che potrebbe portare a rimedi
            estremi.
            Però il boomerang torna sempre indietro e più
            forte lo lanci e più ti bastona quando
            ritorna...che bel mondo, eh??? :s
          • Steve Austin scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo



            che bel mondo, eh??? :sChe tuttavia ci garantisce pance piene e case calde.Piaccia o non piaccia.
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Steve Austin
            - Scritto da: me_medesimo







            che bel mondo, eh??? :s

            Che tuttavia ci garantisce pance piene e case
            calde.
            Piaccia o non piaccia.vero...
          • ullala scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: me_medesimo
            - Scritto da: Steve Austin

            - Scritto da: me_medesimo











            che bel mondo, eh??? :s



            Che tuttavia ci garantisce pance piene e case

            calde.

            Piaccia o non piaccia.

            vero...Bhe sai... dipende ... dalle pance!C'è Un miliardo e passa di persone che non la vedono esattamente in quel modo!Magari a "pancia piena" la smetterebbero di vedere come "nemico" chi si abboffa con l' 80% per cento delle risorse mondiali e col 20% della popolazione!Ci hai mai pensato?Potrebbe essere o no una ragione che alimenta qualche piccola antipatia... su cui magari non è neppure faticoso più di tanto fare propaganda.. e promettere "mari de tocio e monti de polenta"Non ti pare?
    • Primo scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica
      - Scritto da: me_medesimo
      la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma
      orribile, nessuno vorrebbe che
      esistesse.

      eppure, grazie alla bomba atomica la seconda
      guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha
      risparmiato la bomba
      atomica?
      Quando si interviene su argomenti cosi' delicati informarsi un po' sarebbe doveroso. Si potrebbe iniziare conhttp://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico_di_Hiroshima_e_NagasakiDove sono riportati i favorevoli e i contrari e, tra i contrari, viene riportato pure che il Giappone aveva comunque provato ad arrendersi solo che gli USA pretendevano una resa incondizionata ...La questione quindi non e' semplice e' molto discutibile, per tesi che negano l'uso e contestano palla del far finire la guerra primahttp://it.peacereporter.net/articolo/11879/Le+bugie+di+Hiroshima+sono+le+bugie+di+oggiE a mio parere sono abbastanza convincenti, gli USA sono da sempre guerrafondai e spacconi alla John Wayne, che volessero provare a tutti i costi il giocattolone non e' cosi' infondato. Del resto la storia recente ci racconta delle balle sulle Armi di Distruzioni di Massa e compagnia, piu' modestamente i morti del Cermis per giochicchioni militari americani (ma non usate il termine modestamente con i familiari per cortesia) o il funzionario Calipari ammazzato sempre da militari americani e per cui non c'e' giustizia, sta' gente ammazza gli alleati figurarsi quello che fanno agli altri. Senza contare i nostri militari morti grazie a quella gran cavolata delle pallattole all'uranio arricchito e a cui si contesta pure il diritto alla pensione.Insomma di chi sceglie come carriera e stile di vita quello del militare, ovvero accettare di uccidere e di essere ucciso, non c'e' troppo da fidarsi ha spesse volte la mentalita' da assassino, di stato, ma assassino. E un buon assassino difficile che sia sincero. Preferisco quelli che credono nella vita, propria e altrui e la difendono contro ogni violenza.
      • me_medesimo scrive:
        Re: la bomba atomica: valutazione storica
        - Scritto da: Primo
        - Scritto da: me_medesimo

        la bomba atomica fa paura, certo. è un'arma

        orribile, nessuno vorrebbe che

        esistesse.



        eppure, grazie alla bomba atomica la seconda

        guerra mondiale è finita prima. Quanti morti ha

        risparmiato la bomba

        atomica?



        Quando si interviene su argomenti cosi' delicati
        informarsi un po' sarebbe doveroso. Si potrebbe
        iniziare
        con

        http://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico
        comincia tu...
        Dove sono riportati i favorevoli e i contrari e,
        tra i contrari, viene riportato pure che il
        Giappone aveva comunque provato ad arrendersi
        solo che gli USA pretendevano una resa
        incondizionata
        ..sisisicomeno. Una guerra o la vinci o la perdi, non esiste il pareggio. I giapponesi volevano il pareggio.

        La questione quindi non e' semplice e' molto
        discutibile, per tesi che negano l'uso e
        contestano palla del far finire la guerra
        prima

        http://it.peacereporter.net/articolo/11879/Le+bugi
        sisisicomeno
        E a mio parere sono abbastanza convincenti, gli
        USA sono da sempre guerrafondai e spacconi alla
        John Wayne, che volessero provare a tutti i costi
        il giocattolone non e' cosi' infondato. Del resto
        la storia recente ci racconta delle balle sulle
        Armi di Distruzioni di Massa e compagnia, piu'
        modestamente i morti del Cermis per giochicchioni
        militari americani (ma non usate il termine
        modestamente con i familiari per cortesia) o il
        funzionario Calipari ammazzato sempre da militari
        americani e per cui non c'e' giustizia, sta'
        gente ammazza gli alleati figurarsi quello che
        fanno agli altri. Senza contare i nostri militari
        morti grazie a quella gran cavolata delle
        pallattole all'uranio arricchito e a cui si
        contesta pure il diritto alla
        pensione.
        insomma, Amerikkkkani brutti e cattivi
        Insomma di chi sceglie come carriera e stile di
        vita quello del militare, ovvero accettare di
        uccidere e di essere ucciso, non c'e' troppo da
        fidarsi ha spesse volte la mentalita' da
        assassino, di stato, ma assassino. E un buon
        assassino difficile che sia sincero. Preferisco
        quelli che credono nella vita, propria e altrui e
        la difendono contro ogni
        violenza.noto che alla fin fine non hai risposto alla mia domanda iniziale
        • Primo scrive:
          Re: la bomba atomica: valutazione storica


          Quando si interviene su argomenti cosi' delicati

          informarsi un po' sarebbe doveroso. Si potrebbe

          iniziare

          con




          http://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico



          comincia tu...
          Se segnalo un link come minimo me lo sono trovato, se l'ho trovato e ne riporto anche qualche estratto l'ho pure letto, direi che difetti di logica mr sisicomeno e adesso goto 1, ovvero leggiti bene bene tutto l'articolo di wikipedia e poi anche quello su peacelink, stabilito a questo punto che invece che ascoltare tua nonna come massima fonte qualche informazione l'hai recepita allora forse invece che sparare cavolate perche' ti vengono in testa puoi parlare di qualcosa su cui sai qualcosa.
          sisisicomeno. Una guerra o la vinci o la perdi,
          non esiste il pareggio. I giapponesi volevano il
          pareggio.
          mr sisicomeno quindi i trattati di pace non esistono? E in nessuno di questi trattati ci sono reciproche concessioni ma solo rese incondizionate da parte di una delle due parti? Mr sisicomeno accidenti a te, se invece che dormire quando facevano lezione di Storia perche' tu sai gia' tutto perche' te lo ha detto tua nonna stavi ad ascoltare magari eviteresti queste castronerie.
          insomma, Amerikkkkani brutti e cattivi
          Insomma gli americani che non hanno assunto responsabilita' per i morti del Cermis e per Calipari e per i proiettili all'uranio arricchito e per tante altre cose ancora. Gli americani che le armi di distruzioni di massa non c'erano vedi ... ohibo' W. Bushhttp://abcnews.go.com/WN/Politics/Story?id=6354012"biggest regret of all the presidency." dice e anche peggioPiu' in genere uno che ammazza cattivo lo e' per definizione a mio parere (e anche secondo un centinaio di religioni in giro per il mondo). Quindi spiacente ma mi fido poco della verita' degli assassini (americani, armeni, bulgari, belgi, ciprioti, danesi ecc. ecc. fai tu tutto l'alfabeto fino ad arrivare allo Zimbawe).
          noto che alla fin fine non hai risposto alla mia
          domanda
          inizialeNoto che a te piace fare domande ma non interessano le risposte, noto anche che ami darle tu le risposte ma ti guardi bene dall'informarti un po', tanto te l'ha detto tua nonna. Comunque la risposta c'era ed e' questa: quando si parla della morte di centinaia di migliaia di persone stabilire in 5 minuti che probabilmente e' stato un bene o un male e' da pressapochisti, moralmente infami. Quindi la risposta di nuovo e', studiati un po' la vicenda, pensaci sopra e tiratele tu le conclusioni io potrei dirti una cosa o l'altra solo dopo averci studiato anni, tutti quei morti meritano ben altro rispetto che i nostri cazzeggiamenti mentali, di massima comunque quando la gente muore non mi piace proprio per niente, di massima quando si colpiscono civili sta' cosa si chiama terrorismo quindi che la bomba atomica abbia evitato un male peggiore mi pone piu' di un dubbio. So di certo che se al mondo non ci fosse una sola testata nucleare io sarei piu' contento.
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: Primo


            Quando si interviene su argomenti cosi'
            delicati


            informarsi un po' sarebbe doveroso. Si
            potrebbe


            iniziare


            con








            http://it.wikipedia.org/wiki/Bombardamento_atomico






            comincia tu...



            Se segnalo un link come minimo me lo sono
            trovato, se l'ho trovato e ne riporto anche
            qualche estratto l'ho pure letto, direi che
            difetti di logica mr sisicomeno e adesso goto 1,
            ovvero leggiti bene bene tutto l'articolo di
            wikipedia e poi anche quello su peacelink,
            stabilito a questo punto che invece che ascoltare
            tua nonna come massima fonte qualche informazione
            l'hai recepita allora forse invece che sparare
            cavolate perche' ti vengono in testa puoi parlare
            di qualcosa su cui sai
            qualcosa.
            guarda che un link non è verità assoluta. Io non ho definito "cavolate" le tue idee, perchè tu attacchi le mie definendole "cavolate"? Sei tu che decide che cosa è giusto e cosa non lo è? E su che cosa ti basi per definire una "cavolata"? Su peacelink???andiamo bene...

            sisisicomeno. Una guerra o la vinci o la perdi,

            non esiste il pareggio. I giapponesi volevano il

            pareggio.



            mr sisicomeno quindi i trattati di pace non
            esistono? E in nessuno di questi trattati ci sono
            reciproche concessioni ma solo rese
            incondizionate da parte di una delle due parti?
            Mr sisicomeno accidenti a te, se invece che
            dormire quando facevano lezione di Storia perche'
            tu sai gia' tutto perche' te lo ha detto tua
            nonna stavi ad ascoltare magari eviteresti queste
            castronerie.
            immagino che tu sappia citarmi un SOLO esempio di trattato che indichi un sostanziale pareggio dopo una guerra. Ti prego, citamene uno soltanto. Uno...

            insomma, Amerikkkkani brutti e cattivi



            Insomma gli americani che non hanno assunto
            responsabilita' per i morti del Cermis e per
            Calipari e per i proiettili all'uranio arricchito
            e per tante altre cose ancora. Gli americani che
            le armi di distruzioni di massa non c'erano vedi
            ... ohibo' W.
            Bush
            Non esiste il bianco ed il nero in questo mondo, ma un'infinita tonalità di grigi. Se oggi tu vivi nell'occidente ricco, panciuto e "libero", devi dire grazie agli americani. O magari avresti preferito essere sotto l'influenza di Stalin nel 1945?
            http://abcnews.go.com/WN/Politics/Story?id=6354012

            "biggest regret of all the presidency." dice e
            anche
            peggio
            ed ha ragione, si porterà dietro la responsabilità di quelle morti innocenti fino alla tomba. Giustissimo che sia cosi'!
            Piu' in genere uno che ammazza cattivo lo e' per
            definizione a mio parere (e anche secondo un
            centinaio di religioni in giro per il mondo).
            Quindi spiacente ma mi fido poco della verita'
            degli assassini (americani, armeni, bulgari,
            belgi, ciprioti, danesi ecc. ecc. fai tu tutto
            l'alfabeto fino ad arrivare allo
            Zimbawe).
            magari non lo sai che praticamente TUTTE le religioni di questo sXXXXX mondo autorizzano (o per lo meno perdonano) l'omicidio verso un infedele? A partire proprio dalla religione cattolica romana. Oppure pensi che i plotoni d'esecuzione BENEDETTI dal cappellano militare fossero storia a parte?ah, dimenticavo: Gott mit uns non è un grido tipicamente musulmano.

            noto che alla fin fine non hai risposto alla mia

            domanda

            iniziale
            ripongo la questione in gioco...
            Noto che a te piace fare domande ma non
            interessano le risposte, noto anche che ami darle
            tu le risposte ma ti guardi bene dall'informarti
            un po', tanto te l'ha detto tua nonna. Comunque
            la risposta c'era ed e' questa: quando si parla
            della morte di centinaia di migliaia di persone
            stabilire in 5 minuti che probabilmente e' stato
            un bene o un male e' da pressapochisti,
            moralmente infami. Quindi la risposta di nuovo
            e', studiati un po' la vicenda, pensaci sopra e
            tiratele tu le conclusioni io potrei dirti una
            cosa o l'altra solo dopo averci studiato anni,
            tutti quei morti meritano ben altro rispetto che
            i nostri cazzeggiamenti mentali, di massima
            comunque quando la gente muore non mi piace
            proprio per niente, di massima quando si
            colpiscono civili sta' cosa si chiama terrorismo
            quindi che la bomba atomica abbia evitato un male
            peggiore mi pone piu' di un dubbio. So di certo
            che se al mondo non ci fosse una sola testata
            nucleare io sarei piu'
            contento.tu una risposta comincia a darla, oppure taci. Non è obbligatorio rispondermi, eh? Ma io ho lanciato una provocazione, come ho scritto nel PRIMO post: o stai al "gioco" (se possiamo chiamarlo cosi'), oppure passi la mano. Non venire qui a fare la lezioncina senza averne le referenze necessarie.Ciao comunque e grazie per la discussione, apprezzo davvero discutere in maniera intelligente, indipendentemente dalle opinioni esposte.
          • paul scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            scusa medesimo, ma io penso che tu abbia 12 anni.e non si può discutere seriamente con dei bambini, di bombe atomiche, e guerre. forse dovresti utilizzare il tuo tempo per cose più produttive al posto postare luoghi comuni da sedicenne su punto informaticosenza offesa
          • me_medesimo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica
            - Scritto da: paul
            scusa medesimo, ma io penso che tu abbia 12 anni.
            e non si può discutere seriamente con dei
            bambini, di bombe atomiche, e guerre. forse
            dovresti utilizzare il tuo tempo per cose più
            produttive al posto postare luoghi comuni da
            sedicenne su punto
            informatico
            senza offesaok, sei un troll
          • Primo scrive:
            Re: la bomba atomica: valutazione storica

            guarda che un link non è verità assoluta. Hai ragione
            Io non
            ho definito "cavolate" le tue idee,Sicomeno invece e' molto rispettoso vero?
            perchè tu
            attacchi le mie definendole "cavolate"?Perche' se tu basi le tue tesi citando come fonte tua nonna direi che come "link" e' un pochetto meno attendibile di wikipedia, a meno che abbia una cattedra di storia contemporanea da qualche parte.
            Sei tu
            che decide che cosa è giusto e cosa non lo è? E
            su che cosa ti basi per definire una "cavolata"?
            Su
            peacelink???
            E anzi ad essere precisi io di link ne ho citati due, quello su wikipedia, se te lo leggevi citava proprio la tesi "pro bomba" che tu sembri preferire. Ma a te le cose le dice tua nonna ... E detto questo io non decido niente, dico solo che per esprimere pareri che abbiano un senso servono informazioni da piu' fonti, cercatele dove ti pare, cita le fonti che ti pare ma fino adesso di citazione c'e' solo tua nonna e quindi, scusa, sono cavolate. Tu parli di cose che non hai studiato, nemmeno superficialmente, nemmeno leggendo una voce di enciclopedia, non ti piace wikipedia? Si accettano Treccani, la British ecc. ecc. Ma tua nonna proprio no.
            immagino che tu sappia citarmi un SOLO esempio di
            trattato che indichi un sostanziale pareggio dopo
            una guerra. Ti prego, citamene uno soltanto.
            Uno...
            Per esempio la Pace di Augusta del 1555 che poneva termine a una guerra di religione piuttosto cruenta o la pace di Vestfalia che pose fine alla guerra dei trent'anni. Ma i casi sono numerosissimi, molti trattati si sono risolti non con una resa incondizionata ma con reciproche concessioni.
            Non esiste il bianco ed il nero in questo mondo,
            ma un'infinita tonalità di grigi. Se oggi tu vivi
            nell'occidente ricco, panciuto e "libero", devi
            dire grazie agli americani. O magari avresti
            preferito essere sotto l'influenza di Stalin nel
            1945?
            Veramente se non intervenivano gli Stati Uniti saremmo probabilmente nazisti e non comunisti (anche se agli effetti pratici anche se molti stentano a capirlo sono la stessa identica cosa, due regimi totalitari) e di questo posso anche ringraziare. Ma anche qui le cose sono parecchio piu' complesse. Per esempio se dopo la prima guerra non si strozzava la germania con le sanzioni non ci sarebbe stato terreno per il nazionalismo che ha portato alla seconda di guerra. Ma andiamo a finire da un'altra parte e lasciamo perdere.

            Piu' in genere uno che ammazza cattivo lo e' per

            definizione a mio parere (e anche secondo un

            centinaio di religioni in giro per il mondo).

            Quindi spiacente ma mi fido poco della verita'

            degli assassini (americani, armeni, bulgari,

            belgi, ciprioti, danesi ecc. ecc. fai tu tutto

            l'alfabeto fino ad arrivare allo

            Zimbawe).



            magari non lo sai che praticamente TUTTE le
            religioni di questo sXXXXX mondo autorizzano (o
            per lo meno perdonano) l'omicidio verso un
            infedele?E dove l'hai letta su Topolino? Non e' per niente cosi' e piuttosto ci sono certe religioni, tipo cristianesimo e islamismo che in certe degenerazioni di apparato hanno approvato interpretazioni contro la lettera delle scritture riconosciute come sacre che portano a queste conclusioni. Per il cristianesimo e' scritto non uccidere e basta non ci sono postille sulle tavole della legge che puoi far fuori un miscredente. Poi certi apparati hanno confuso diavolo e acqua santa e per convenienza hanno avallato interpretazioni abnormi con la simpatica conseguenza che da una parte avevamo cappellani Gott Mitt Uns e dall'altra parte altrettanti cappellani Dio e' con noi. Non dimentichiamoci che a far fuori Cristo sono i farisei, cioe' gente religiosissima, a un certo punto uno fa il santo di mestiere da quello dipende la sua minestra e quando questo accade le preoccupazioni non sono spirituali ma tutte temporali, come mantenere il potere e non rispettare il messaggio da cui e per cui si e' nati.
            tu una risposta comincia a darla, E io la risposta te l'ho data, questa non e' roba su cui si gioca e per poter dare una risposta senza essere degli infami uno dovrebbe studiarci una vita e ancora alla fine dovrebbe sempre premettere: ho studiato la questione, ho molti dubbi ma forse secondo me ... E sottolineare mille volte forse.
            Ciao comunque e grazie per la discussione,
            apprezzo davvero discutere in maniera
            intelligente, indipendentemente dalle opinioni
            esposte.
    • Undertaker scrive:
      Re: la bomba atomica: valutazione storica
      - Scritto da: me_medesimo
      Provocazione (ma non troppo): siamo sicuri che
      una bomba atomica sull'Iran o su Gaza non
      potrebbe essere, un giorno, un rimedio estremo
      contro un male estremo (come disse il presidente
      USA ai tempi di
      Hiroshima)?Penso che tutti abbiano capito a quale, simpaticissima congrega appartenga questo demente.Altra provocazione:Perché una bomba atomica sull'Iran sarebbe un rimedio contro il male estremo ed una su uno stato razzista ed imperialista come Israele un terribile crimine ?
Chiudi i commenti