Il pet-robot si comanda via cellulare

Sanyo sta sviluppando una famiglia di robot a quattro zampe in grado di essere comandati attraverso un telefono cellulare e fungere da cani da guardia

Tokyo (USA) – Anche il colosso giapponese dell’elettronica Sanyo si getta nel mercato dei pet-robot, animaletti metallici a quattro zampe che spopolano dopo il successo dell’ Aibo di Sony.

Sanyo, in collaborazione con Tmsuk, sta realizzando una serie di robottini a quattro zampe che, come caratteristica saliente, avranno quella di poter essere controllati, grazie ad un sistema di riconoscimento vocale, attraverso un telefono cellulare.

I robot, al momento in fase di prototipo, arriveranno sul mercato nel 2003 ad un prezzo che dovrebbe essere di diverse migliaia di euro.

Il produttore giapponese intende collocare le sue bestioline meccaniche nella fascia degli “utility robot”: questi, oltre che avere lo scopo di far divertire grandi e piccini, saranno infatti dotati di utili funzioni per la comunicazione e la sicurezza. I robot di Sanyo saranno in grado, ad esempio, di sorvegliare la casa, muoversi nel buio e spedire immagini ad un cellulare attraverso la propria videocamera integrata.

Al momento Sanyo ha prodotto due prototipi: il T7S TYPE1, in grado di camminare e muoversi a con piccoli passi, ed il T7S TYPE2, incapace di camminare ma in grado, attraverso delle rotelline poste sotto le zampe, di muoversi più velocemente. Entrambi pesano circa 40 Kg ed hanno un’autonomia di 45 ore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Formati proprietari?
    Mpeg4 si contrapporrebbe a formati propritari come il WMA? Allora, se e' cosi' libero, perche' ci sono da pagare quelle salate licenze?
    • Anonimo scrive:
      Re: Formati proprietari?
      - Scritto da: Dubbioso

      Mpeg4 si contrapporrebbe a formati
      propritari come il WMA? Allora, se e' cosi'
      libero, perche' ci sono da pagare quelle
      salate licenze?Perchè la licenza è se si vuol sviluppare un codec basato su quell'algoritmo (poi ovviamente paghi chi l'ha sviluppato). Per il WMA invece, paghi per utilizzare il codec sviluppato da M$ sui loro algoritmi, senza possibilità di implementarlo come può interessare a te.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Formati proprietari?


        Mpeg4 si contrapporrebbe a formati

        propritari come il WMA? Allora, se e'
        cosi'

        libero, perche' ci sono da pagare quelle

        salate licenze?


        Perchè la licenza è se si vuol sviluppare un
        codec basato su quell'algoritmo (poi
        ovviamente paghi chi l'ha sviluppato). Per
        il WMA invece, paghi per utilizzare il codec
        sviluppato da M$ sui loro algoritmi, senza
        possibilità di implementarlo come può
        interessare a te.Esatto. Vorrei aggiungere che anche l'MP3 è a pagamento. Chiunque scrive un programma per codificare in MP3 (ma non per decodificare) è tenuto a pagare royalties.Chi vuole un formato di qualità superiore all'MP3, e soprattutto libero, dovrebbe provare ogg-vorbis (www.xiph.org).
      • Anonimo scrive:
        Re: Formati proprietari?
        - Scritto da: MaurizioB
        Perchè la licenza è se si vuol sviluppare un
        codec basato su quell'algoritmo (poi
        ovviamente paghi chi l'ha sviluppato).Cioè? L'algoritmo è disponibile e ben documentato? Allora io ci cambio una virgola e lo rivendo come mio.
        Per
        il WMA invece, paghi per utilizzare il codec
        sviluppato da M$ sui loro algoritmi, senza
        possibilità di implementarlo come può
        interessare a te.Che mi interessa modificarlo? Mi basta importare la dll (free) nei miei progetti ed usarla.
Chiudi i commenti