Il prossimo metamondo sarà LEGOland

Non si conoscono ancora i dettagli della nuova avventura in cui si sta infilando il produttore dei celebri mattoncini colorati. Ma la curiosità è tanta
Non si conoscono ancora i dettagli della nuova avventura in cui si sta infilando il produttore dei celebri mattoncini colorati. Ma la curiosità è tanta

Da sempre estremamente attento alle novità tecnologiche, il LEGO Group sembra anche pronto a tentare di giocare la carta del gioco massivo multiplayer online ( MMOG ) che verrà presentato ufficialmente l’anno prossimo. Ad annunciare che i mattoncini tentano la carta del MMOG è NetDevil , la società a cui LEGO si è rivolta per sviluppare il nuovo ambiente immersivo.

Ma come sarà il nuovo MMOG? Cosa dovranno affrontare i giocatori? In quale ambiente si muoveranno? Sono tutte domande che per il momento rimangono senza risposta. “Il marchio LEGO – ha dichiarato uno dei funzionari del gruppo – rappresenta costruzioni, creatività e soluzione dei problemi, valori (…); fondendo i mondi online della socialità interattiva con il gioco fisico, LEGO intende fornire nuove esperienze ai bambini e agli appassionati”.

E il presidente di NetDevil, Scott Brown, sostiene che “giocare con i mattoncini LEGO e sviluppare mondi virtuali sono entrambe attività creative. Metterle insieme è qualcosa di professionalmente molto soddisfacente”.

Pensare a LEGO come ad un gioco per bambini è riduttivo, specialmente su Internet dove orde di fan, ormai anche in età, si prodigano a raccontare le proprie esperienze con un marchio che è entrato nell’ hacking , nel mondo dei robot e che vanta un vasto seguito sui videoportali come YouTube , dove si possono scovare cose come questo “remake” di un celeberrimo videoclip:

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 03 2007
Link copiato negli appunti