Il Regno Unito rispolvera il grande occhio sulla Rete

Il Ministro degli Interni d'Oltremanica ventila una nuova ipotesi di modifica alle regole sulla data-retention. Gli ISP potrebbero dover fare i conti con nuovi obblighi per limitare l'anonimato

Roma – Theresa May, segretario di stato per gli Affari Interni del Regno Unito, sembra decisa a spazzare via il concetto di anonimato in rete: una nuova legge anti-terrorismo in preparazione conterrebbe delle modifiche significative agli obblighi relativi alla data-retention cui sono sottoposti i fornitori di servizio che operano in UK, con una portata del provvedimento che si spingerebbe oltre il solo contrasto al terrorismo per allargarsi a cyberbullismo e altri tipi di reato commessi online. A farne le spese l’idea stessa di anonimato online .

Nelle anticipazioni, fornite dalla stessa May prima della presentazione del provvedimento il prossimo mercoledì alla Camera dei Comuni, si parla della istituzione di un registro di durata annuale nel quale conservare l’elenco dei dispositivi a cui viene associato uno specifico indirizzo IP . In altre parole, quello che si propone il Ministro degli Interni UK è l’abolizione dell’anonimato: per scongiurare i casi nei quali le forze dell’ordine non riescano a risalire a un nome o un computer specifico a partire dall’indirizzo assegnatogli temporaneamente dall’ISP, le nuove liste gli fornirebbero una nuova arma da usare contro alcuni tipi di reati finiti tutti sotto lo stesso ombrello costituito dallo spettro del terrorismo. Un passo indietro rispetto alle proposte contenute in un provvedimento precedente, molto discusso e poi archiviato, ma in ogni caso una misura che muta decisamente l’approccio attuale in materia.

L’ipotesi di questa modifica all’ordinamento del Regno Unito è stata accolta con un certo favore da sir Bernard Hogan-Howe, della Met Police , che descrive il provvedimento come “un passo nella giusta direzione”. Anche i liberal-democratici, avversari politici del Governo di cui il segretario May fa parte, sembrerebbero inclini ad approvare questa nuova proposta: la precedente Communications Data Bill , chiamata “snooper’s charter” dai suoi detrattori (la “legge dei ficcanaso”) che aveva persino ricevuto l’ approvazione di Elisabetta II , si era arenata proprio per la sua portata che aveva fatto scattare le proteste degli attivisti per il rischio che la privacy dei sudditi di Sua Maestà stava correndo. Il consenso dei lib-dem sembra legato alla interpretazione della mossa del Governo come una retromarcia rispetto all’azione precedente , mentre questa nuova ipotesi potrebbe essere meglio digerita dall’opinione pubblica: giocare la carta del terrorismo rende più digeribili parecchie medicine amare, e il Regno Unito è tra le nazioni più arrembanti sul fronte del tracciamento dei cittadini in Rete.

Se approvata, questa misura avrebbe un sicuro impatto sugli operatori del settore: al momento nessuno tiene traccia dei dati necessari a identificare in modo univoco un navigatore, e dover effettuare le modifiche necessarie potrebbe costare complessivamente anche parecchi milioni di sterline. Nonostante l’approvazione dell’opposizione , poi, l’impatto sulla sfera della privacy non sarebbe banale: il rischio che certe informazioni sulle attività di un dato computer ha svolto in Rete a una data ora sono parecchio personali e parecchio sensibili, e di sicuro farebbero gola a parecchi. Infine, c’è un fattore non da poco da considerare: il limite principale del provvedimento sarebbe tecnico , visto che chiunque decida di utilizzare tecnologie di anonimizzazione come TOR o una VPN sfuggirebbe a una schedatura su vasta scala con il semplice sforzo di un clic.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Leguleio scrive:
    Google bombing, mi par di capire
    Se l'ignoto o gli ignoti diffamatori di Daniel Hegglin hanno usato la tecnica del Google bombing, la disseminazione di link a pagine diffamatorie con conseguente elevato ranking nei risultati di ricerca, mi pare anche giusto che sia Google a metterci una pezza.
    • panda rossa scrive:
      Re: Google bombing, mi par di capire
      - Scritto da: Leguleio
      Se l'ignoto o gli ignoti diffamatori di Daniel
      Hegglin hanno usato la tecnica del Google
      bombing, la disseminazione di link a pagine
      diffamatorie con conseguente elevato ranking nei
      risultati di ricerca, mi pare anche giusto che
      sia Google a metterci una
      pezza.E perche' non anche il motore di ricerca del colapasta, che e' pure preconfigurato?
      • Leguleio scrive:
        Re: Google bombing, mi par di capire


        Se l'ignoto o gli ignoti diffamatori di
        Daniel

        Hegglin hanno usato la tecnica del Google

        bombing, la disseminazione di link a pagine

        diffamatorie con conseguente elevato ranking
        nei

        risultati di ricerca, mi pare anche giusto
        che

        sia Google a metterci una

        pezza.

        E perche' non anche il motore di ricerca del
        colapasta, che e' pure
        preconfigurato?Intendi Bing?Non è escluso che la richiesta sia inviata anche a quello, solo che non fa notizia, l'80 % e oltre del mercato della ricerca sul web è di Google. Non saprei dire se è altrettanto facile effettuare un Bing bombing, come lo è con un Google bombing: le modalità sono chiaramente esposte qui:http://tinyurl.com/9rnua
        • panda rossa scrive:
          Re: Google bombing, mi par di capire
          - Scritto da: Leguleio


          Se l'ignoto o gli ignoti diffamatori di

          Daniel


          Hegglin hanno usato la tecnica del
          Google


          bombing, la disseminazione di link a
          pagine


          diffamatorie con conseguente elevato
          ranking

          nei


          risultati di ricerca, mi pare anche
          giusto

          che


          sia Google a metterci una


          pezza.



          E perche' non anche il motore di ricerca del

          colapasta, che e' pure

          preconfigurato?

          Intendi Bing?Io non nomino certe cose che potrebbero suscitare disgusto in taluni.
          Non è escluso che la richiesta sia inviata anche
          a quello, solo che non fa notizia, l'80 % e
          oltre del mercato della ricerca sul web è di
          Google.Sottolineiamo invece che lo zero virgola della ricerca su web e' del preinstallato. Seguita da una bella sghignazzata.
          Non saprei dire se è altrettanto facile
          effettuare un Bing bombing, come lo è con un
          Google bombing: le modalità sono chiaramente
          esposteNon e' questione se sia facile o difficile.La questione e' che e' perfettamente inutile.
  • panda rossa scrive:
    Io lo vengo a sapere solo ora.
    Questo tizio e' stato talmente diffamato dalla rete che io lo vengo a sapere solo ora.E' riuscuto ad autodiffamarsi piu' lui con questa azione, che tutta quella gente che ha postato notizie, documenti e commenti su di lui.Sta di fatto che questi precedenti sono pericolosi.E gira e rigira, e' sempre gente con ingenti disponibilita' economiche che se ne avvale.Tanto vale fare un bel tariffario.
    • iRoby scrive:
      Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
      Io ho un amico che col vizio di dire a tutte le signorine dell'est ti amo e ti voglio sposare per scoparsele e poi sparire, alla fine ne ha trovata una esperta di web che ha aperto un sito pieno di accuse di pedofilia, tradimenti, e XXXXXte varie, che lui non è riuscito a far chiudere neppure con sentenze di giudici e mandati internazionali.Internet è pericoloso è vero... Ed a maggior ragione anche la gente dovrebbe agire con un minimo di giudizio...
      • panda rossa scrive:
        Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
        - Scritto da: iRoby
        Io ho un amico che col vizio di dire ...Certo che anche tu hai certi amici...
      • ... scrive:
        Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
        - Scritto da: iRoby
        Io ho un amico che col vizio di dire a tutte le
        signorine dell'est ti amo e ti voglio sposare per
        scoparsele e poi sparire, alla fine ne ha trovata
        una esperta di web che ha aperto un sito pieno
        di accuse di pedofilia, tradimenti, e XXXXXte
        varie, che lui non è riuscito a far chiudere
        neppure con sentenze di giudici e mandati
        internazionali.

        Internet è pericoloso è vero... Ed a maggior
        ragione anche la gente dovrebbe agire con un
        minimo di
        giudizio...posta il link che voglio farmi due risate :D
        • sentinel scrive:
          Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: iRoby

          Io ho un amico che col vizio di dire a tutte le

          signorine dell'est ti amo e ti voglio sposare
          per

          scoparsele e poi sparire, alla fine ne ha
          trovata

          una esperta di web che ha aperto un sito pieno

          di accuse di pedofilia, tradimenti, e XXXXXte

          varie, che lui non è riuscito a far chiudere

          neppure con sentenze di giudici e mandati

          internazionali.



          Internet è pericoloso è vero... Ed a maggior

          ragione anche la gente dovrebbe agire con un

          minimo di

          giudizio...

          posta il link che voglio farmi due risate :DIl brutto è che questa strategia è vecchissima, tutti gliuomini italiani l'applicano da sempre. Ancora più bruttoè il fatto che le straniere in Italia continuano adabboccare.
          • ... scrive:
            Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
            direi che è un fenomeno mondiale, non solo italiano. anzi probabilmente molto più ammerigano
      • Funz scrive:
        Re: Io lo vengo a sapere solo ora.
        - Scritto da: iRoby
        Io ho un amico che col vizio di dire a tutte le
        signorine dell'est ti amo e ti voglio sposare per
        scoparsele e poi sparire, alla fine ne ha trovata
        una esperta di web che ha aperto un sito pieno
        di accuse di pedofilia, tradimenti, e XXXXXte
        varie, che lui non è riuscito a far chiudere
        neppure con sentenze di giudici e mandati
        internazionali.(rotfl)Spiacente ma non riesco proprio a empatizzare né ad andare oltre a un "se l'è voluta" :DLink? :D
Chiudi i commenti