Il successore di Itanium sfida le CPU RISC

Svelati nuovi dettagli su McKinley, l'ormai imminente chippone a 64 bit con cui Intel sfiderà da vicino le piattaforme RISC


San Francisco (USA) – Durante l’Intel Developer Forum, il big di Santa Clara ha fornito maggiori dettagli sulle future generazioni di chip a 64 bit, fra cui il diretto successore di Itanium: McKinley.

Intel sostiene che McKinley avrà una capacità computazionale, a parità di megahertz, sensibilmente maggiore rispetto a Itanium, e sarà particolarmente adatto per le applicazioni enterprise e scientifiche più complesse e gravose.

Il bus di sistema di McKinley avrà una frequenza doppia rispetto a quello di Itanium e capace, dall’alto dei suoi 400 MHz, di gestire data-rate fino a 64 Gbps. Un’altra miglioria è data dall’integrazione su chip della cache di terzo livello (L3) che, rispetto a Itanium, funzionerà dunque a piena frequenza.

McKinley debutterà prima dell’estate ad una frequenza di 1 GHz e sarà accompagnato dal chipset i870, in grado di supportare configurazioni fino a 512 processori.

“Le prestazioni di McKinley sono competitive con quelle dei processori RISC”, ha affermato Nathan Brookwood, analista presso Insight 64. “Potrebbe non essere veloce quanto i Power4 di IBM in alcune configurazioni, ma sarà molto più economico”.

Intel sostiene che non sarà necessario ricompilare il codice già scritto per Itanium per farlo girare con McKinley, tuttavia farlo significherebbe ottimizzare ulteriormente le prestazioni.

Gli analisti sembrano convinti che, nonostante McKinley si possa considerare la prima vera CPU commerciale a 64 bit di Intel – qualcuno accusa infatti Itanium di essere poco più di un semplice chip di test – per poter decretare il successo o meno della famiglia di CPU IA-64 di Intel bisognerà attendere processori più maturi come Madison, Montecito e Chivano. Questi, tutti successori di McKinley, introdurranno novità importanti fra cui, come si è riportato recentemente , l’integrazione di alcune idee e funzionalità mutuate dai chip Alpha e processi produttivi più spinti (sotto gli 0,1 micron).

E se queste CPU dovessero fallire, o impiegare più tempo del dovuto a conquistare il mercato, pare che Intel abbia pronto un piano B : un chip ibrido in grado di eseguire, come i futuri processori Hammer di AMD, istruzioni sia a 32 e che a 64 bit.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    no ma adesso basta pero'
    no ma ora e' ora di dire adesso basta fate tutti come me ad esempio io registro la musica nel centro sociale sotto casa e in cambio lascio un cd di installazione di debian gnu/linux e loro mi fanno registrare la musica cosi' io aiuto i nuovi artisti e loro usano linux e alla fine c'e' piu' liberta' per tutti tranne che per le major e bill gates ma tanto le major sono alleate di bill gates basta vedere media player e quindi si lotta sempre tutti insieme per uno scopo comune ovviamente
    • Anonimo scrive:
      se tu fossi intelligente
      caro amico,se tu fossi intelligenteavresti tentato di scrivere qualcosa VERAMENTE di sinistra ... qualcosa che fa incazzare i destrini convinti come te ...ma invece ti è uscita solo questa accozzaglia
      • Anonimo scrive:
        Re: se tu fossi intelligente
        - Scritto da: nonuindouscomunkue
        caro amico,
        se tu fossi intelligente
        avresti tentato di scrivere qualcosa
        VERAMENTE di sinistra ... qualcosa che faguarda che destra e sinistra non esistono esiste solo linux e l'opensource e anche se sei di destra lo puoi usare basta che rispetti la gpl
      • Anonimo scrive:
        Re: se tu fossi intelligente
        - Scritto da: nonuindouscomunkue
        caro amico,
        se tu fossi intelligente
        avresti tentato di scrivere qualcosa
        VERAMENTE di sinistra ... qualcosa che fa
        incazzare i destrini convinti come te ...

        ma invece ti è uscita solo questa accozzagliaNon dare retta a Linucs, ormai lo sanno tutti che è uno che fa finta di essere pro-opensource e spara cazzate per screditare la gente. Ciao !
  • Anonimo scrive:
    e a quanto pare
    anche hollywood sta andando su la stessa strada...invece di tagliare i costi e fare prodotti di qualita migliore...mah...quando si dice imparare dagli errorri di quelli che ci hanno preceduto...nella tomba...;-0)
  • Anonimo scrive:
    Consiglio per le majors
    Ho un consiglio per le majors: una tecnologia già esistente e ben collaudata, copiabile, sì, ma con costi elevatissimi...Perchè non tornate al vinile ? ; )(tanto la qualità non dobrebbe essere inferiore ad un CD protetto)
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio per le majors
      - Scritto da: Whishper
      Ho un consiglio per le majors: una
      tecnologia già esistente e ben collaudata,
      copiabile, sì, ma con costi elevatissimi...

      Perchè non tornate al vinile ? ; )

      (tanto la qualità non dobrebbe essere
      inferiore ad un CD protetto)LOL ! Ma poi per metterlo nel lettore cdrom devo tagliuzzarlo ??? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio per le majors
        - Scritto da: Hakkar
        - Scritto da: Whishper

        Ho un consiglio per le majors: una

        tecnologia già esistente e ben collaudata,

        copiabile, sì, ma con costi
        elevatissimi...



        Perchè non tornate al vinile ? ; )



        (tanto la qualità non dobrebbe essere

        inferiore ad un CD protetto)

        LOL ! Ma poi per metterlo nel lettore cdrom
        devo tagliuzzarlo ??? :)Dico sul serio (seee...) Sarebbe anche un impulso per Sony & co.Un nuovo tipo di lettore da farci comprare... quasi portatile : )
        • Anonimo scrive:
          Re: Consiglio per le majors
          - Scritto da: Whishper
          Dico sul serio (seee...)
          Sarebbe anche un impulso per Sony & co.
          Un nuovo tipo di lettore da farci
          comprare... quasi portatile : )Beh per girare in metrò non sarebbe niente male ! A patto che la vecchietta seduta vicino non si arrabbi se le fai tenere in grembo la piastra :)))
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio per le majors

            Beh per girare in metrò non sarebbe niente
            male ! A patto che la vecchietta seduta
            vicino non si arrabbi se le fai tenere in
            grembo la piastra :)))Non scherzare !!!! Pensa ad un lettore 48x ... sarebbe un'arma letale. ;))L'ideale in metrò nell'ora di punta. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Consiglio per le majors
            - Scritto da: io

            Beh per girare in metrò non sarebbe niente

            male ! A patto che la vecchietta seduta

            vicino non si arrabbi se le fai tenere in

            grembo la piastra :)))

            Non scherzare !!!! Pensa ad un lettore 48x
            ... sarebbe un'arma letale. ;))
            L'ideale in metrò nell'ora di punta. :)Eh Eh Eh....ideale per terminare la suddetta vecchietta :) (scherzo non me ne vogliano le gentili vecchiette !)
  • Anonimo scrive:
    Non solo anticopia
    Perchè ancora poche persone, più che lamentarsi del fatto di non poterlo ascoltare dove e come volgliono, non si appellano a un diritto sacrosanto al momento dell'acquisto? ossia che il CD deve essere il più pulito e preciso possibile non pino zeppo di errori? Se permettete io spendo anche 32K e passa per un CD, ma per un CD buono, non per uno pieno di errori che il mio lettore dovrà faticare a leggere!!Saluti,
    • Anonimo scrive:
      Re: Non solo anticopia
      - Scritto da: Zagor
      Perchè ancora poche persone, più che
      lamentarsi del fatto di non poterlo
      ascoltare dove e come volgliono, non si
      appellano a un diritto sacrosanto al momento
      dell'acquisto? ossia che il CD deve essere
      il più pulito e preciso possibile non pino
      zeppo di errori? Se permettete io spendo
      anche 32K e passa per un CD, ma per un CD
      buono, non per uno pieno di errori che il
      mio lettore dovrà faticare a leggere!!

      Saluti,E' vero è sempre la stessa storia. Si puniscono i clienti onesti. La cosa paradossale è che le major preferiscono spendere un mucchio di soldi in protezioni inutili (dov'è la convenienza nel mettere una protezione che non cambia di una virgola la realtà della pirateria??) invece che investire su una modifica radicale del loro modo di produrre e vendere musica. Per esempio io sarei disponibile a pagare tipo 6/7 EURO un'album in formato MP3 scaricato dai server della casa discografica. Se invece voglio il cd, che ha qualità maggiore ed è più bello per i collezionisti allora posso pagare di più (magari abbassando cmq i prezzi, sui 15/16 EURO). Così si realizzerebbe una diversificazione dell'offerta, magari dando la possibilità di scaricare anche canzoni singole o di crearsi "compilations" personalizzate. Chi vuole la qualità e la scatola spende un po' di più, chi vuole solo ascoltare la musica con le cuffiette spende meno. Così si darebbe un bel colpo alla pirateria (che rimarrebbe comunque, ma allora a quel punto si potrebbe davvero stigmatizzare e combattere con ogni mezzo, anche il log di chi usa sistemi di file sharing e una mega multa a chi scarica cose protette da copyright). Altrimenti è tutta una farsa, non si può avere la moglie piena e la botte ubriaca (o era il contrario, LOL!) :))
  • Anonimo scrive:
    Il Disgusto
    Voi ragazzini vi lamentate tanto del prezzo dei cd, delle protezioni, delle assurdità del mercato discografico... ma non vi fermate a pensare un attimo a quello che dite? Non siete forse i primi ad avere 3 o 4 giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?Non siete forse voi quelli che si vantano di aver trovato il migliore sistema di file sharing e che passano le proprie (vuote) serate a intasare banda scaricando musica a più non posso?Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si fa al massimo una volta sola per verificare l'integrità o la qualità del file, poi si archivia.Le case discografiche corrono goffamente ai ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, ma la colpa è solo vostra.Sono disgustato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      Concordo assolutamente. Questa gente crede che fare musica debba essere un piacere e che chi ci guadagna sia un mostro mentre e' l'unico modo per fare una cosa di qualita'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto
        - Scritto da: Hilary
        Concordo assolutamente. Questa gente crede
        che fare musica debba essere un piacere e
        che chi ci guadagna sia un mostro mentre e'
        l'unico modo per fare una cosa di qualita'.Veramente mi sembra che quelli che ci guadagnano veramente spesso siano quelli che sono più insulsi ! Svegliati ! Non capisci che la "qualità" la decidono le majors ? Secondo te la musica commerciale che c'è in giro adesso è di "qualità" ? Io direi che il 10% vale i soldi che costa un cd. Non di più.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Disgusto
          - Scritto da: Hakkar
          giro adesso è di "qualità" ? Io direi che il
          10% vale i soldi che costa un cd. Non di
          più. LEgge di Sturgeon
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Disgusto

          Veramente mi sembra che quelli che ci
          guadagnano veramente spesso siano quelli che
          sono più insulsi ! E' una tua opinione. Ma se faccio musica che chiami insulsa ho comunque il diritto di commercializzarla come mi pare, con chi mi pare e con i prezzi che mi pare. Se a te non piace non la compri, non e' che me la rubi.
          Svegliati ! Non capisci
          che la "qualità" la decidono le majors ?La mia musica e' come decido io che sia punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?
          Secondo te la musica commerciale che c'è in
          giro adesso è di "qualità" ? Io direi che il
          10% vale i soldi che costa un cd. Non di
          più. Questo e' del tutto ininfluente. Se si compra va se non si compra non va. Quello che per te o per me e' di qualita' al mercato non gliene puo' fregare di meno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hilary
            E' una tua opinione. Ma se faccio musica che
            chiami insulsa ho comunque il diritto di
            commercializzarla come mi pare, con chi mi
            pare e con i prezzi che mi pare. Se a te non
            piace non la compri, non e' che me la rubi.Non ti rubo proprio niente, perchè non comprerei mai il tuo cd. Un mancato guadagno non va contabilizzato come perdita, è semplicemente un mancato guadagno. Esattamente come se non ci fosse la pirateria, che anzi spesso spinge a comprare i cd (io per esempio ho comprato cd di vari artisti, tra cui Cranberries e Roxette proprio perchè scaricando delle loro canzoni mi sono piaciute).
            La mia musica e' come decido io che sia
            punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?Fa male solo alla tua avidità.
            Questo e' del tutto ininfluente. Se si
            compra va se non si compra non va. Quello
            che per te o per me e' di qualita' al
            mercato non gliene puo' fregare di meno.Non è ininfluente ! E' OVVIO che per una musica di bassa qualità chiunque è disposto a scaricarsela per averla, visto che tanto la qualità non cambia. Se i cd fossero davvero di qualità, la gente sarebbe disposta a comprarli. Il punto non è che la pirateria causa i prezzi alti, ma che i prezzi alti causano la pirateria. E' questo l'errore che fate voi sostenitori di chi vi frega.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            Non ti rubo proprio niente, perchè non
            comprerei mai il tuo cd. Un mancato guadagno
            non va contabilizzato come perdita, è
            semplicemente un mancato guadagno.Mah, la ragioneria non dice proprio questo. Tantovero che in una causa per danni puoi citare sia la perdita, sia il mancato guadagno allo stesso modo. Lo so per esperienza.
            Esattamente come se non ci fosse la
            pirateria, che anzi spesso spinge a comprare
            i cd (io per esempio ho comprato cd di vari
            artisti, tra cui Cranberries e Roxette
            proprio perchè scaricando delle loro canzoni
            mi sono piaciute).Ok, è vero. Sacrosanto. Peccato che riguarda l'1% di chi scarica musica...

            Fa male solo alla tua avidità. Ridaje... :-) Ma ci siamo già scontrati su questo, no ? :-)))


            Non è ininfluente ! E' OVVIO che per una
            musica di bassa qualità chiunque è disposto
            a scaricarsela per averla, visto che tanto
            la qualità non cambia. Se i cd fossero
            davvero di qualità, la gente sarebbe
            disposta a comprarli. Il punto non è che la
            pirateria causa i prezzi alti, ma che i
            prezzi alti causano la pirateria. E' questo
            l'errore che fate voi sostenitori di chi vi
            frega.Ci riprovo: in ogni caso non autorizza a compiere un furto ? Perché di furto si tratta, o apperteniamo a giusrisprudenze dierse ??Hakkar, non ce l'ho con te, tento di costruire un dialogo....
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: The Maty
            Mah, la ragioneria non dice proprio questo.
            Tantovero che in una causa per danni puoi
            citare sia la perdita, sia il mancato
            guadagno allo stesso modo. Lo so per
            esperienza.Sì hai ragione, io non metto in dubbio che usufruire gratis di una cosa che si dovrebbe pagare sia legale, io metto in dubbio che sia più immorale di quello che fanno le major. Loro sparano dati sul calo delle vendite calcolando quanti utenti scaricano, solo che è sbagliato: la maggior parte di chi scarica non comprerebbe il cd originale, quindi se un calo delle vendite c'è, e da ricercarsi in altri fattori.
            Ok, è vero. Sacrosanto. Peccato che riguarda
            l'1% di chi scarica musica...Non è solo l'1%. Certo, non è il 90% di chi scarica, ma è il 100% di chi scarica giusto per vedere cosa c'è di nuovo, e che è disposto cmq a comprare un cd se gli piace. Gli altri non toccano minimamente l'artista, semplicemente diffondono la sua musica, e questa a casa mia si chiama pubblicità.
            Ci riprovo: in ogni caso non autorizza a
            compiere un furto ? Perché di furto si
            tratta, o apperteniamo a giusrisprudenze
            dierse ??Non sto mettendo in dubbio l'illegalità del file sharing. Sto mettendo in dubbio la moralità delle majors. E' diverso. Parliamo di piani differenti. Le leggi non sono la "verità assoluta". Le leggi vanno seguite finchè sono così, ma intanto si può anche cercare di fare qualcosa per cambiarle in meglio. Per esempio per distruggere il TRUST delle case discografiche, che crea danni sia agli artisti (obbligati a sottostare alle restrizioni delle majors) sia al mercato.
            Hakkar, non ce l'ho con te, tento di
            costruire un dialogo....Neanche io ce l'ho con te, ci mancherebbe. Si discute e basta :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hakkar
            Sì hai ragione, io non metto in dubbio che
            usufruire gratis di una cosa che si dovrebbe
            pagare sia legale, Intendevo ovviamente, sia illegale, non legale :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            Mah, la ragioneria non dice proprio questo.
            Tantovero che in una causa per danni puoi
            citare sia la perdita, sia il mancato
            guadagno allo stesso modo. Lo so per
            esperienza.ed e sbagliato come puoi pensare che siano uguali...una cosa che hai perso con una cosa che avresti potuto avere per poi perdere ??? LOGICO no ???;-0)
            Ci riprovo: in ogni caso non autorizza a
            compiere un furto ? Perché di furto si
            tratta, o apperteniamo a giusrisprudenze
            dierse ??se tu sei robin hood e rubi al sheriffo di nottingham...sempre ladro sei...sei colpevole ma NON PUNIBILE (perche moralmente giusto)...purtroppo in questo mondo sei sia colpevole che GRAVEMENTE punibile...pena SPROPORZIONATA all'effettiva gravita dell'azione sbagliata...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            ed e sbagliato come puoi pensare che siano
            uguali...una cosa che hai perso con una cosa
            che avresti potuto avere per poi perdere ???
            LOGICO no ???
            ;-0)Te lo spiego io. La giurisprudenza lo chiama "lucro cessante". Ovvero il danno che io posso chiedere a colui le cui azioni mi causano:un danno al patrimonio esistente (ES. mi sfasci un PC e me lo ripaghi) e/o un danno finanziario (cd lucro cessante) conteggiabile sul mio mancato guadagno (es. mi sfasci il PC con il quale dovevo fare un lavoro stimato X ?, mi devi rimborsare ANCHE X ?). Dai un'occhiata al codice civile....
            se tu sei robin hood e rubi al sheriffo di
            nottingham...sempre ladro sei...sei
            colpevole ma NON PUNIBILE (perche moralmente
            giusto)...Da quando in qua la LEGGE fa distinzioni di moralità nella sua applicazione ?? Non sono un avvocato, ma non mi risulta....
            purtroppo in questo mondo sei sia colpevole
            che GRAVEMENTE punibile...pena
            SPROPORZIONATA all'effettiva gravita
            dell'azione sbagliata...Qui ti posso anche dare ragione.... ma tu confondi la causa con l'effetto...C'è qualche avvocato che mi legge ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: The Maty
            Te lo spiego io. La giurisprudenza lo chiama
            "lucro cessante". Ovvero il danno che io
            posso chiedere a colui le cui azioni mi
            causano:
            un danno al patrimonio esistente (ES. mi
            sfasci un PC e me lo ripaghi) e/o un danno
            finanziario (cd lucro cessante)
            conteggiabile sul mio mancato guadagno (es.
            mi sfasci il PC con il quale dovevo fare un
            lavoro stimato X ?, mi devi rimborsare ANCHE
            X ?). Dai un'occhiata al codice civile.... E' un po' diverso il concetto di mancato guadagno di cui parli, da quello che stavo cercando di definire io. Il problema è che non bisogna contabilizzare un guadagno inesistente, ma solo possibile! Se io non te lo compro il cd, tu non mi puoi denunciare perchè ti ho procurato un mancato guadagno ! Così se io scarico un cd pirata, tu, major, mi denunci perchè ho scaricato il cd pirata. Ma non puoi dire "Ho avuto un calo delle vendite di 1 cd, perchè tu l'hai scaricato". Io non te l'avrei comprato cmq, quindi non hai avuto nessun calo di vendite. In più ho fatto girare le canzoni del tuo artista. In pratica io non ti ho fatto nessun danno.
            Da quando in qua la LEGGE fa distinzioni di
            moralità nella sua applicazione ?? Non sono
            un avvocato, ma non mi risulta....Non lo fa perchè la moralità è un concetto aleatorio, ma dovrebbe comunque provarci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            E' un po' diverso il concetto di mancato
            guadagno di cui parli, da quello che stavo
            cercando di definire io. Il problema è che
            non bisogna contabilizzare un guadagno
            inesistente, ma solo possibile! Se io non te
            lo compro il cd, tu non mi puoi denunciare
            perchè ti ho procurato un mancato guadagno !No, ma posso contestarti il fatto che tu ottieni lo stesso prodotto, privandomi dei diritti d'autore, senza pagare.... questo almeno me lo lasci ? O vogliamo contestare anche il concetto di "diritto d'autore ?
            Così se io scarico un cd pirata, tu, major,
            mi denunci perchè ho scaricato il cd pirata.
            Ma non puoi dire "Ho avuto un calo delle
            vendite di 1 cd, perchè tu l'hai scaricato".Beh, le cause si intentano per dimostrare questo. Alla fine il giudice dirà chi ha ragione. Se tu non lo scarivcavi lo avresti comprato se PROPRIO lo volevi...
            Io non te l'avrei comprato cmq, quindi non
            hai avuto nessun calo di vendite. E allora cosa lo hai scaricato a a fare ? Per provarlo, ok, ma poi lo cancelli ? O ti ci fai il tuo CD da tenere in auto ?
            Non lo fa perchè la moralità è un concetto
            aleatorio, ma dovrebbe comunque provarci.Andiamo, è un confine sottile e allo stesso tempo impossibile dda raggiungere.Ciò che per te è immorale per qualcun altro lo è. Solo che la legge è SOVRANA su tutti. Non lo dico io, lo dice il DIRITTO....
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: The Maty
            No, ma posso contestarti il fatto che tu
            ottieni lo stesso prodotto, privandomi dei
            diritti d'autore, senza pagare.... questo
            almeno me lo lasci ? O vogliamo contestare
            anche il concetto di "diritto d'autore ?Non sto contestando quello. Non sto dicendo che non sarei denunciabile, ma che non è la pirateria la causa di questo presunto (ma in realtà inesistente) calo delle vendite, punto. Quello che le major vogliono far credere, cioè che stanno andando in rovina a causa di chi si scarica la roba da Morpheus & Co è falso. Finisce lì la cosa. Che poi sia giusto o meno dal punto di vista legale il file sharing quello dipende dalle leggi. In paesi dove la pirateria non è reato è giusto, da noi è sbagliato. Io sto dando un giudizio morale, semplicemente, che prescinde da quello legale, cioè che uno che guadagna già 100, non può lamentarsi perchè non guadagna 101 perchè uno che guadagna 0,5 gli sta fregando quell'1....
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto


            ed e sbagliato come puoi pensare che siano

            uguali...una cosa che hai perso con una
            cosa

            che avresti potuto avere per poi perdere
            ???

            LOGICO no ???

            ;-0)
            Te lo spiego io. La giurisprudenza lo chiama
            "lucro cessante". Ovvero il danno che io
            posso chiedere a colui le cui azioni mi
            causano:
            un danno al patrimonio esistente (ES. mi
            sfasci un PC e me lo ripaghi) e/o un danno
            finanziario (cd lucro cessante)
            conteggiabile sul mio mancato guadagno (es.
            mi sfasci il PC con il quale dovevo fare un
            lavoro stimato X ?, mi devi rimborsare ANCHE
            X ?). Dai un'occhiata al codice civile.... d'accordo allora uno scarica il cd ma dov'e il lucro cessante ??? l'esempio non c'entra niente con quello di cui parlavamo (secondo me)

            se tu sei robin hood e rubi al sheriffo di

            nottingham...sempre ladro sei...sei

            colpevole ma NON PUNIBILE (perche
            moralmente

            giusto)...
            Da quando in qua la LEGGE fa distinzioni di
            moralità nella sua applicazione ?? Non sono
            un avvocato, ma non mi risulta....dovrebbe invece...mi risulta che la legge e solo una definizione delle regole normalmente accettate da un gruppo di persone su un territorio...o comunque qualcosa di simile...anche se ultimamente mi pare che il mondo cambia...

            purtroppo in questo mondo sei sia
            colpevole

            che GRAVEMENTE punibile...pena

            SPROPORZIONATA all'effettiva gravita

            dell'azione sbagliata...
            Qui ti posso anche dare ragione.... ma tu
            confondi la causa con l'effetto...causa con effetto ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            d'accordo allora uno scarica il cd ma dov'e
            il lucro cessante ???
            l'esempio non c'entra niente con quello di
            cui parlavamo (secondo me)Beh, se tu ottieni illegalmente una cosa che io vendo (e ci guadagno) mi privi del giusto guadagno. E parlo di "me" come artista (non a caso i primi a ribellarsi a Napster & co.).Altrimenti te la regalo io e facciamo prima.In ogni caso è ILLEGALE.

            dovrebbe invece...mi risulta che la legge e
            solo una definizione delle regole
            normalmente accettate da un gruppo di
            persone su un territorio...o comunque
            qualcosa di simile...anche se ultimamente mi
            pare che il mondo cambia... Qui andiamo OT e si sfocia in una discussione sui massimi sistemi. La legge per quanto cinica, ottusa, rigida o quant'altro è stata inventata da oltre 2.000 anni per far convivere le persone.In ogni caso, libero di andartene. Su un atollo del pAcifico non ti rompe le scatole nessuno.... :-))
            causa con effetto ???Si, causa con effetto! Nel senso: una cosa è giudicare la colpevolezza o meno; un'alra è la pena commisurata. Non a caso per lo stesso fatto possono essere commisurate pene o sanzioni diverse a seconda di molteplici fattori.Volevo dire: daccordo con te che la pena (o sanzione) può essere sproporzionata. Una cosa è trasformare un colpevole in un innocente.......ma qui andiamo OT...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            A me non rispondi più perchè non riesci a ribattere o perchè non ci vedi ??? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hakkar
            A me non rispondi più perchè non riesci a
            ribattere o perchè non ci vedi ??? :)No, semplicemente perché ogni tanto devo far finta di lavorare.... :-)))Cmq, non è una guarra la mia, come ti dicevo prima.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            Beh, se tu ottieni illegalmente una cosa che
            io vendo (e ci guadagno) mi privi del giusto
            guadagno.GIUSTO guadagno ??? stai scherzando vero ???;-0)non faccio i conti delle altre persone, ma non mi sembra giusto che uno guadagni con una canzone quanto una persona normale guadagnera in una vita intera...e gia ti vedo che tiri fuori le solite cose dei mercati, offerta e domanda, gente intelligente e scema...lasciamo stare...
            E parlo di "me" come artista (non
            a caso i primi a ribellarsi a Napster &
            co.).ma lucro cessante di cosa...tu hai gia lavorato per fare il cd o no ??? ora stai con le balle al sole ad invocare il lucro cessante ??? dopo averci gia guadagnato tanto...;-0)diciamo le cose come stanno...
            Altrimenti te la regalo io e facciamo prima.
            In ogni caso è ILLEGALE.il furto se guardi nel codice presupone la materialita delle cose...adesso lo stanno cambiando per metterci dentro anche le cose immateriali...d'accordo, am di questo ritmo a quando i ladri di aria ???
            Volevo dire: daccordo con te che la pena (o
            sanzione) può essere sproporzionata. Una
            cosa è trasformare un colpevole in un
            innocente...questo ovviamente no...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            Chi scrive ha scaricato 1 canzone dell' ultimo album degli 883 dal loro sito (la versione in realplayer). Non la avevo mai sentita alla radio. Volevo comprare il cd originale per ragalarlo alla mia ragazza (non si regalano cd masterizzati!). Scusate la brutalità, ma MI HA FATTO SCHIFO. Le canzoni erano a mio parere, orribili, ed anche la mia ragazza ha concordato. Non oso pensare al cattivo sangue che avrei fatto comprando il cd. Le major hanno ragione: diffondere la musica su internet danneggia la musica, quella cattiva, almeno :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto. Si ma verso le major


            non va contabilizzato come perdita, è

            semplicemente un mancato guadagno.
            Mah, la ragioneria non dice proprio questo.
            Tantovero che in una causa per danni puoi
            citare sia la perdita, sia il mancato
            guadagno allo stesso modo. Lo so perMotivo per cui coi prezzi possono continuare a tirare i numeri al lotto.Sono anni che non compro cd a prezzo doppio/triplo, pero' quando ne trovo qualcuno che mi piace ad un prezzo onesto lo prendo.Sempre secondo il precedente ragionamento mentecatto (di ragioneria, di major, non tuo), ogni volta che compro musica in cassetta originale, o cd originali (a prezzi onesti) causo un mancato guadagno al @#@XZ (*) di turno.Che diventi illegale anche comprare a prezzi ritenuti corretti invece che a quelli sparati a capocchia? (*) lascio alla malizia di chi legge cosa metterciPosso pure aiutarti a fare quattro conti:non compro mai dischi sopra i ?.12. Quindi ogni mio (legittimo) acquisto e' un mancato guadagno di almeno ?.10. Se tieni presente che fino alla vaccata dei cd protetti ne compravo quasi una decina al mese, eccoti una perdita di almeno ?.100 COMPRANDO musica.Cosa prendo adesso? Cassette. Almeno il livello di qualita' e' certo e non aleatorio, in piu' evito prodotti monchi.Quando i produttori rinsaviranno non sara' mai troppo tardi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hilary
            La mia musica e' come decido io che sia
            punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?Va bene invece se registro i pezzi dalla radio e poi la rimonto a mano con le cassette facendo play e stop? =)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            Bisogna vedere se ha pagato abbastanza per farla passare alla radio quel paio di volte.- Scritto da: Amigo
            - Scritto da: Hilary


            La mia musica e' come decido io che sia

            punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?

            Va bene invece se registro i pezzi dalla
            radio e poi la rimonto a mano con le
            cassette facendo play e stop? =)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            E' una tua opinione. Ma se faccio musica che
            chiami insulsa ho comunque il diritto di
            commercializzarla come mi pare, con chi mi
            pare e con i prezzi che mi pare. Se a te non
            piace non la compri, non e' che me la rubi.e la gente come te che rovina il mondo...non solo riuscite a tirare (per non usare altre parole) fuori i soldi a persone incapaci di intendere e di volere, ma pensate pure di essere nel giusto...VERGOGNATEVI...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hilary

            Veramente mi sembra che quelli che ci

            guadagnano veramente spesso siano quelli
            che

            sono più insulsi !

            E' una tua opinione. Ma se faccio musica che
            chiami insulsa ho comunque il diritto di
            commercializzarla come mi pare, con chi mi
            pare e con i prezzi che mi pare. Se a te non
            piace non la compri, non e' che me la rubi.



            Svegliati ! Non capisci

            che la "qualità" la decidono le majors ?

            La mia musica e' come decido io che sia
            punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?



            Secondo te la musica commerciale che c'è
            in

            giro adesso è di "qualità" ? Io direi che
            il

            10% vale i soldi che costa un cd. Non di

            più.

            Questo e' del tutto ininfluente. Se si
            compra va se non si compra non va. Quello
            che per te o per me e' di qualita' al
            mercato non gliene puo' fregare di meno.cara Hilary, infatti la tua musica manco la scarico gia' la vedo come quella della Pausini che si intrufola nelle nostre vita parlando sempre delle stesse stronzate.Anche io so fare le canzoni se mi ci metto ma non le faccio perche' so di far ridere la gente e se mi scaricassero da winmx direi : "CAZZO! la mia cacca piace a qualcuno! che bello...nel mondo c'e' sempre chi capisce di meno "
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hilary

            Veramente mi sembra che quelli che ci

            guadagnano veramente spesso siano quelli
            che

            sono più insulsi !

            E' una tua opinione. naturalmente, come la tua del resto, è tua.ognuno ha la propria.e di questo scrive.
            Ma se faccio musica che
            chiami insulsa ho comunque il diritto di
            commercializzarla come mi pare, io non te lo impedisco di certo.e comunque critico il modo che hanno le case discografiche di farlo.ma il punto che hai voluto citare o criticare è quello sul PREZZO DELLA QUALITA'.non sui modi della commercializzazione.Per fare tecno (= il contrario della qualità) oppure per produrre il 70% della musica maggiormente commercializzata non serve tutto quel denaro di cui parla il disgustone.QUESTO SI DICE.se poi tu vuoi produrre sterco vario, non importa.ma più dello sforzo dello sfintere non ti serve.non apparati tecnologici, non tecnici specializzati, non supporti di qualità.un sequencer, un buon rack di suoni, qualche effettino e via;e poi tu provaci ad inserirti in quel mondo.è tutta una mafia.
            con chi mi
            pare e con i prezzi che mi pare. Se a te non
            piace non la compri, non e' che me la rubi.non te la compro e non te la prendo.ne ho una copia.esattamente come non avrei un libro se ne facessi una fotocopia.


            Svegliati ! Non capisci

            che la "qualità" la decidono le majors ?

            La mia musica e' come decido io che sia
            punto. Poi vederla su winMX mi fa male ok?il punto era il prezzo della qualità.la tua musica richiede dispiego di mezzi e di esperienze di professionisti o tu suoni e uno registra?HAI CAPITO DI COSA SI PARLA?


            Secondo te la musica commerciale che c'è
            in

            giro adesso è di "qualità" ? Io direi che
            il

            10% vale i soldi che costa un cd. Non di

            più.

            Questo e' del tutto ininfluente. Se si
            compra va se non si compra non va.infatti è influente sul discorso del prezzo della qualità, non sul comprare o no.sono tutte cazzate quelle che dicono che per fare buona musica si spendono tanti soldi ... perché la musica difesa da questi signori è solo la kakka commerciale che vendono a palate per un anno per poi cambiarla con altra fresca.
            Quello
            che per te o per me e' di qualita' al
            mercato non gliene puo' fregare di meno.QUESTA è l'unica grande verità.infatti il MERCATO difende roba NON di qualità dicendo che invece è di qualità, roba per cui non ha speso una pippa dicendo che per avere quella SPLENDIDA qualità ha speso un sacco di soldi.invece di venderti per 10-15 mila un cd di roba accettabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto

        Concordo assolutamente. Questa gente crede
        che fare musica debba essere un piacere e
        che chi ci guadagna sia un mostro mentre e'
        l'unico modo per fare una cosa di qualita'.QUALITA ??? e per questo che abbiamo i vari backstreet boyz e la britney invece di gente come MOZART, BACH, WAGNER ???e perche c'e SOLO qualita, che dagli anni 80 in poi non e piu uscito quasi nulla degno di chiamarsi musica (e meno male che qualcuno ancora si salva)...e poi GUADAGNARE...si ma come ??? passando sui cadaveri degli altri mentre lo stai prendendo ???no grazie...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto
        - Scritto da: Hilary
        Concordo assolutamente. Questa gente crede
        che fare musica debba essere un piacere e
        che chi ci guadagna sia un mostro mentre e'
        l'unico modo per fare una cosa di qualita'.Hilary vai a fare la calzetta per favore.
      • Anonimo scrive:
        motivazioni e suppor(s)to
        - Scritto da: Hilary
        Concordo assolutamente.io no
        Questa gente scusa chi?fai di tutta l'erba un fascio?voi del medesimo?(così vedi come è bello generalizzare)
        crede
        che fare musica debba essere un piacere no ma perché mai?la musica nasce storicamente assieme agli operai, assieme allo zappare la terra, assieme al costruire navi, al commercio dei fenici, anche l'uomo di nehandertal per procaccarsi il cibo suonava il piffero del suo amico uomo OetziAnzi, dirò di più, la musica nasce per far SOFFRIRE sia il musicista, sia coloro che ascoltano.Nasce per tenere dentro i propri sentimenti e non mostrarli a nessuno.Nasce come grigio desiderio di uniformare i suoni e di inaridire il tempo libero o le feste di tutta l'umanità.Nasce con l'unico scopo di guadagnare denaro. Altrimenti NESSUNO nel mondo prenderebbe in mano una chitarra, nessuno suonerebbe una batteria, nesusno fischierebbe.Della musica, da ascoltare o da suonare, non frega un emerita ceppa a nessuno!Se non ci fossero i soldi di mezzo, nessuno avrebbe mai suonato.Ne è dimostrazione la natura: suonano forse le scimmie? no! Le tigri?al massimo tutti scorreggiano e questo è il massimo.
        e
        che chi ci guadagna sia un mostro mentre e'
        l'unico modo per fare una cosa di qualita'.Sono d'accordissimo hai ragione.Saper suonare e avere gusto, essere in grado di ottenere un prodotto ottimo sotto ogni punto di vista facendo il solo investimento su strumentazione personale e poca roba con un pc, tutte queste sono FANDONIE!!!!Ciò che rende grande la musica è la televisione!! Sono i VIDEO!!!La pubblicità, la ripetizione continua alla radio! Questo è fare musica! Questa è arte.E poi chi se ne impippa dell'arte. Altri modi per fare ottima musica non stanno comuque mai nella musica stessa. Ma nelle commissioni per determinati studi di registrazione, determinate VECCHIE tecnologie, tempi assurdi di produzione (o troppo lunghi in studio per chi non ne ha bisogno o pressioni commerciali per chi ha tempi creativi lunghi)... oppure altre cose che rendono grande la musica sono creazioni di gruppi inesistenti messi assieme da pierre o discografici (ah, li amo!).Oppure spezzare quelle insulse band che suonano da una vita buttando fuori gli elementi che non ci piacciono per sostituirli con dei turnisti, che alla band piaccia o meno (ma come si permettono??) ... oppure inserendo musica di altri autori perché hai debiti con loro (ah, di questo sono orgoglioso! due piccioni con una fava!!)Altre cose belle che rendono la musica grande sono gli standard ... la gente non deve pensare, non deve sapere nulla, deve sciropparsi quello che gli diamo e amarlo.Creare una coscienza (e per giunta critica!) è un male per il commercio!E il commercio è l'unica cosa importante, è quello che rende degna di esistere la musica!la vera Ate è il commercio, il marketing.Il resto sono tutte cazzate.A chi vuoi che freghi sentire una voce melodiosa, provare dei sentimenti irrefrenabili, essere allietato...E soprattutto, chi diavolo è così STUPIDO da suonare perché gli piace?Ma perché non si mette a fare un secondo lavoro se ha del tempo? Perché non si riposa così può lavorare meglio nella mia azienda domani?PUAH!!!!Artisti! Che schifo!!!!Evviva invece il denaro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      veramente ne ho 40gb!!E non li archivio li condivido.ciaoW LO SHARING E INTERNET
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo MaufrediIl Disgusto lo fai venire tu a me, che credi alle baggianate che ti inculcano nella mente le major. Sei davvero convinto che sia il file sharing la colpa dei prezzi alti ? E sei davvero convinto che noi siamo contro i guadagni degli artisti ? Mi spiace, ma se sei convinto di queste cose, significa che non hai capito niente, ed è meglio che ti occupi di cose che conosci meglio. 1) Il file sharing non ha assolutamente nessun legame con il prezzo dei cd. I cd costano tanto, per cui più gente utilizza questi sistemi. Personalmente sarei ben felice di comprare cd originali, ma non posso farlo, per cui sostanzialmente non li acquisto, ma se capita qualche canzone la scarico. 2) Noi non vogliamo certo che i cantanti facciano la fame. Altrimenti come faresti a tu ad ascoltare la robaccia che ti piace tanto ? Noi vogliamo semplicemente che il sistema si riequilibri. Vedere gente insulsa che guadagna miliardi (capisco fossero tutti degli Elthon John, ma anche il più cretino tra loro vedi Gazosa deve essere straricco!) e poi si lamenta che la pirateria gli ruba qualcosa, è disgustoso ! (Sì questo è disgustoso, non la gente che si arrangia). E' disgustoso vedere le televisioni come MTV che inculcano nei ragazzini il bisogno assoluto di avere l'ultimo disco dei Pirla Boys, o di mettersi sotto le finestre in San Babila ad osannarli manco fossero dei. E' disgustoso vedere le industrie discografiche che campano su questi bisogni indotti alzando il più possibile il prezzo dei cd per avere più introiti. E' disgustoso vedere lo sperpero di soldi di questa gente, ed è disgustoso vedere gente che ti dice "io con i miei soldi ci faccio quello che voglio" quando poi si condanna il povero immigrato che, reso disperato dalle proprie condizioni di miseria, viene qui in Italia con il miraggio della ricchezza, visto che qui in Italia dobbiamo per forza essere tutti ricchi visti i vari Quiz Show, il lotto, il superenalotto,etc...Queste cose, caro mio, sono disgustose. Vediamo di moderare i termini, e di non cadere nell'atmosfera di terrore che stanno cercando di inculcarti nel cervello quelli che difendono soltanto i propri interessi (e non quelli degli artisti).
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto
        - Scritto da: Hakkar
        E' disgustoso vedere le televisioni come MTV
        che inculcano nei ragazzini il bisognoForse il problema e' che i ragazzini sono sempre piu' stupidi e vuoti e insulsi e manovrabili. Anche questo e' abbastanza disgustoso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Disgusto
          - Scritto da: Amigo
          - Scritto da: Hakkar


          E' disgustoso vedere le televisioni come
          MTV

          che inculcano nei ragazzini il bisogno

          Forse il problema e' che i ragazzini sono
          sempre piu' stupidi e vuoti e insulsi e
          manovrabili. Anche questo e' abbastanza
          disgustoso.Hai ragione, ma chi è che ha creato questa gioventù vuota che se non ha il cellulare da 400 Euro si sente perdente ? Sono proprio quelli che poi ti vendono la roba a prezzi esorbitanti a volere che la gente (in generale, non solo i ragazzini) sia vuota e non sia capace di pensare autonomamente, ma segua solo le mode.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Hakkar
            Hai ragione, ma chi è che ha creato questa
            gioventù vuota che se non ha il cellulare da
            400 Euro si sente perdente ? Sono proprioForse mamma e papa' sarebbero dovuti andare al cinema quella sera...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto

            Hai ragione, ma chi è che ha creato questa
            gioventù vuota che se non ha il cellulare da
            400 Euro si sente perdente ? Sono proprio
            quelli che poi ti vendono la roba a prezzi
            esorbitanti a volere che la gente (in
            generale, non solo i ragazzini) sia vuota e
            non sia capace di pensare autonomamente, ma
            segua solo le mode. Ma perché dare sempre colpa al "sistema" ???A me, mia madre, non mi ha mai messo addosso la felpa della Nike per sentirmi fico, ma -magari- mi comprava i jeans Levi's perché duravano di più.......sarà anche una truffa questo famigerato marketing, ma -santocielo- vogliamo proprio offendere l'intelligenza delle persone ??Capisci cosa voglio dire ??Se i ragazzini sono idioti (e i loro vecchi ancor di +) vogliamo imbrigliare tutto per forza ???Non lo so, fammi capire.....(seriamente...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: The Maty
            Ma perché dare sempre colpa al "sistema" ???
            A me, mia madre, non mi ha mai messo addosso
            la felpa della Nike per sentirmi fico, ma
            -magari- mi comprava i jeans Levi's perché
            duravano di più....
            ...sarà anche una truffa questo famigerato
            marketing, ma -santocielo- vogliamo proprio
            offendere l'intelligenza delle persone ??
            Capisci cosa voglio dire ??
            Se i ragazzini sono idioti (e i loro vecchi
            ancor di +) vogliamo imbrigliare tutto per
            forza ???
            Non lo so, fammi capire.....
            (seriamente...)Non capisco dove stia il problema: le mode esistono, è un dato di fatto, ed è un dato di fatto anche che la maggior parte di esse siano sbagliate (non tutte). Per esempio: qualche hanno fa andavano di moda le scarpe con le zeppone. Ti pare che sia comodo, o salutare camminare con zeppe di 15cm ? No ovviamente, ma i giovani per sentirsi fighi (come molti miei compagni di liceo a quel tempo) lo facevano. E' semplicissimo: le aziende inducono nelle persone dei bisogni falsi per vendere un prodotto. Ma non è una cosa che dico io, lo dicono le stesse aziende (leggevo un articolo in cui una nota industria di giocattoli ammetteva di fare degli studi su alcuni bambini che hanno capacità di "leader" all'interno del proprio gruppo di amici e di regalare loro un nuovo gioco solo per diffonderlo tra gli altri bambini).Non sto certo offendendo nessuno, dire la verità non è offendere. Se uno fa una cosa solo per moda, in quel caso è stato uno stupido, un ignorante. Tutti lo facciamo, ma non significa che sia una cosa corretta.E poi scusa non capisco perchè dici "vogliamo imbrigliare tutto perforza ???". Cosa significa ??? Chi sta imbrigliando cosa ??? Stiamo solo denunciando una situazione che ha autocreato delle valvole di sfogo, che sono la pirateria e il filesharing. Se non ci fossero, allora sì che il mercato scoppierebbe. Quello che stanno facendo ora le majors è punire gli utenti onesti per colpe che risiedono nella mancata capacità di previsione propio delle major stesse. Questo è semplicemente inaccettabile. Non è un concetto difficile. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: The Maty
            marketing, ma -santocielo- vogliamo proprio
            offendere l'intelligenza delle persone ??Credo che basti entrare dentro una qualsiasi scuola per farsi un'idea.
            Se i ragazzini sono idioti (e i loro vecchi
            ancor di +) vogliamo imbrigliare tutto per
            forza ???A questo punto non resta che rassegnarsi, fra ragazzini rincoglioniti dai cellulari e i loro genitori che fanno i debiti per avere il fuoristrada piu' grande di quello del vicino.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto


            marketing, ma -santocielo- vogliamo
            proprio

            offendere l'intelligenza delle persone ??
            Credo che basti entrare dentro una qualsiasi
            scuola per farsi un'idea.vabbe le eccezzioni nonostante tutto esistono (per fortuna) ancora...

            Se i ragazzini sono idioti (e i loro
            vecchi

            ancor di +) vogliamo imbrigliare tutto per

            forza ???
            A questo punto non resta che rassegnarsi,
            fra ragazzini rincoglioniti dai cellulari e
            i loro genitori che fanno i debiti per avere
            il fuoristrada piu' grande di quello del
            vicino.hahhahahahahahahahahahahhahahaavuoi mettere guardare il vicino dal alto dei tuoi 5cm in piu di fuoristrada ???hahhahahahahahaper non parlare del logo in bella mostra...quella gente fa pena...ma peggio ancora fanno pena quelli che li ammirano...vai a capire la gente...e il punto e che dicono a noi (che la pensiamo cosi) che siamo anormali, frustati e il resto delle stronzate a go go...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: blah
            per non parlare del logo in bella
            mostra...Io l'unico logo che porto in giro è quello Ferrari !!! Forza Schumi !!! Tornando nel selciato, le cose vanno scelte per la qualità, non per i marchi. Chi sceglie una cosa solo perchè è griffata è un idiota, e non mi dispiace di offendere la sua sensibilità :))))
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto


            per non parlare del logo in bella

            mostra...
            Io l'unico logo che porto in giro è quello
            Ferrari !!! Forza Schumi !!! mah io tifo per gli altri...;-0)
            Tornando nel selciato, le cose vanno scelte
            per la qualità, non per i marchi.ovviamente...meta di un bmw e un mercedes lo paghi per la marca non per la qualita...ma vuoi mettere sentirti superiore agli altri perche tu sei fiko e hai una mercedes ??? e questo che rovina il mondo...sentirsi (SOPRATUTTO SENZA ESSERLO) SUPERIORE AGLI ALTRI...del tipo io sono speciale, voi tutti barboni...e questa la cosa che mi fa incazzare di piu...
            Chi
            sceglie una cosa solo perchè è griffata è un
            idiota, e non mi dispiace di offendere la
            sua sensibilità :))))nemmeno a me...;-0)anzi appena ho occassione faccio dell'ironia...peccato che non riescono a notare la "sottile" ironia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il Disgusto
            - Scritto da: Amigo
            Credo che basti entrare dentro una qualsiasi
            scuola per farsi un'idea.vedrai i giovani dell'opensource che lavorano anche per te
            il fuoristrada piu' grande di quello del
            vicino.se usassero linux avanzerebbero soldi per il fuoristrada!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo Maufredi
      Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd [...]
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola Il genere di persone di cui stai parlando non crea nessun danno alle Major, perchè nello stesso modo in cui non ascolta le canzoni scaricate, non si sarebbe mai sognato di comprarle originali, indipendentemente dal prezzo.Il problema è che il target della musica oggi sono i ragazzi, che normalmente non hanno soldi. Gli adulti hanno soldi, ma non hanno tempo, quindi sono un mercato più ricco ma meno interessato.La soluzione (ripetiamo sempre la stessa cosa) è abbassare i prezzi in modo da permettere all'ampio mercato dei giovani di accedere al prodotto. Non ci vuole un master in economia di mercato per capire certe cose.
      • Anonimo scrive:
        vedi SMS
        esatto.vedi SMS ... non credo che ci siano molti che aspettano di potersi collegare ad internet per sparare un freesms ...si, molti ...ma quanti milardi stanno incassando in sms le compagnie telefoniche?perché gli sms sono vincenticostano pochissimo e si usano tantissimo.un mp3 scaricabile a 30-50 centesimi e magari pagabile in credito telefonico (tipo omnipay) controllabile e scalabile non darebbe più problemi a nessuno.Vuoi masterizzare e copiare?fa pure, me ne fotto.Guadagno talmente tanto con canzoni anche vecchissime ... e così spingi per la produzione di canzoni buone, che facciano gola.(ha ha!!! già mi immagino gli amanti del progmetal che si trovano un sovrapprezzo al mega per la suite da 42 minuti dei Dream Theater!!! ha ha!!!! scherzo amici, sono tra loro)- Scritto da: Repetita Juvant
        Il problema è che il target della musica
        oggi sono i ragazzi, che normalmente non
        hanno soldi. Gli adulti hanno soldi, ma non
        hanno tempo, quindi sono un mercato più
        ricco ma meno interessato.
        La soluzione (ripetiamo sempre la stessa
        cosa) è abbassare i prezzi in modo da
        permettere all'ampio mercato dei giovani di
        accedere al prodotto.

        Non ci vuole un master in economia di
        mercato per capire certe cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo Maufredi
      dite? Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina
      di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?Cd pieni di mp3 neanche uno, però ho i miei bei 58 giga di mp3 in un bel sistemozzo in RAID5 su dischi SCSI da 36Gb... ;)
      Non siete forse voi quelli che si vantano di
      aver trovato il migliore sistema di file
      sharing e che passano le proprie (vuote)
      serate a intasare banda scaricando musica a
      più non posso?Le mie vuote serate sono ca%%i miei e poi penso proprio che le uniche due serate in cui sono a casa e non esco con la mia ragazza le possa tranquillamente passare a convertire i miei cd originali e regolarmente pagati in mp3. E prima di comprarli, li scarico, per vedere se ne vale la pena. Così ho scoperto gruppi metal stupendi come gli Edguy e gli Amorphis, che altrimenti non avrei avuto modo di conoscere.
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola per verificare
      l'integrità o la qualità del file, poi si
      archivia.Esattamente. C'è chi colleziona francobolli, chi colleziona conchiglie e chi, come me, colleziona mp3. Liberissimo quindi di farlo senza incorrere in giudizi idioti da parte di qualcuno.
      Le case discografiche corrono goffamente ai
      ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi
      di tutti, ma la colpa è solo vostra.
      Sono disgustato.Io sono più disgustato dal fatto che tu non abbia attaccato il cervello prima di scrivere, dato che sulle tue abitudini nessuno ha commentato.
    • Anonimo scrive:
      innanzitutto complimenti
      innanzitutto complimenti, era da anni che sognavo di conoscere un comico di grande fama e tu, mio caro Arturo, devi sicuramente esserlo.A meno che la tua comicità non sia involontaria...Ma come? 1) I CD costavano + - come oggi in proporzione anche quando eravamo in 2 o 3 ad avere un masterizzatore e la pirateria era molto più bassa di oggi...2) Se il mercato (la domanda) vuole pagare un cd 5 ? le major (l'offerta) glielo deve dare, riorganizzandosi magari per rispondere alla nuova realtà di mercato come hanno fatto e stanno facendo tutti i settori in cui esista un libero mercato e non uno squallido e dequalificante cartello oligopolistico come nel settore della grande distribuzione musicale.3) La cosidetta pirateria non esiste, per copiare o ascoltare CD, MP3 e quant'altro ho bisogno di atrezzature elettroniche, connessione a internet ecc ecc ecc... quindi i cosidetti pirati (per il settore musicale) sono in realtà clienti regolari per il settore tecnologico e della telefonia, i due giganti in travolgente espansione del mondo di oggi. A livello legislativo per ora la ragione è dei discografici, ma vedremo da qui a pochi anni se vinceranno i due giganti che tirano il carro dello sviluppo industriale e terziario globale o il piccolo nano avaro della discografia!Ocio che un giorno potrebbero essere loro a finire in tribunale se continueranno ad intalciare lo sviluppo del nuovo modello di mercato musicale che la domanda richiede a gran voce!
      • Anonimo scrive:
        un po' di qua e un po' di la...
        - Scritto da: Ocio!
        innanzitutto complimenti, era da anni che
        sognavo di conoscere un comico di grande
        fama e tu, mio caro Arturo, devi sicuramente
        esserlo.
        A meno che la tua comicità non sia
        involontaria...su questo sono d'accordo con Vossia.
        2) Se il mercato (la domanda) vuole pagare
        un cd 5 ? le major (l'offerta) glielo deve
        dare, riorganizzandosi magariattenzione.questo è un pericolo.perché loro non pensano che sia possibile guadagnarci MENO.NO!!!MAI.pernsano che bisogna che LORO *SPENDANO* MENO.questo causa grossi danni a chi svolge effettivamente il lavoro.Peggio di quanto non accada oggi.
        per rispondere
        alla nuova realtà di mercato come hanno
        fatto e stanno facendo tutti i settori in
        cui esista un libero mercato e non uno
        squallido e dequalificante cartello
        oligopolistico come nel settore della grande
        distribuzione musicale.e anche su questo non posso che dirti che sono completamente d'accordo.Bravo bene bis.
        3) La cosidetta pirateria non esiste, per
        copiare o ascoltare CD, MP3 e quant'altro ho
        bisogno di atrezzature elettroniche,
        connessione a internet ecc ecc ecc... quindi
        i cosidetti pirati (per il settore musicale)
        sono in realtà clienti regolari per il
        settore tecnologico e della telefonia, i due
        giganti in travolgente espansione del mondo
        di oggi.Su questo però non posso essere d'accordo.Artisti e compagnie discografiche non sono azioniste/i delle (TUTTE) compagnie di telecomunicazioni, di produttori di masterizzatori, lettori, cd vergini, modem, computer, cavi ...Se fosse così, sarebbe vero e giusto. Ma non è così. Questa non è una motivazione valida, se pur posso concordare con te su molte altre questioni comiche dell'amico disgustato. A livello legislativo per ora la
        ragione è dei discografici, ma vedremo da
        qui a pochi anni se vinceranno i due giganti
        che tirano il carro dello sviluppo
        industriale e terziario globale o il piccolo
        nano avaro della discografia!MMHqui mi sa che gli fai da spalla , attento!
        Ocio che un giorno potrebbero essere loro a
        finire in tribunale se continueranno ad
        intalciare lo sviluppo del nuovo modello di
        mercato musicale che la domanda richiede a
        gran voce!su questa cosa non mi associo ... ma ci tenevo a dirti quella cosa sui profitti di ditte di telecomunicazioni e tecnologiche a scapito della produzione musicale.Ciao e non fraintendermi, se vuoi.
        • Anonimo scrive:
          Re: un po' di qua e un po' di la...
          imho non c'entra se le major del cartello dei discografici siano o meno azioniste delle società tecnologiche che gli stanno fregando il mercato.Anzi, al contrario, 4me il punto è che esiste un mercato (tutto ciò che i così detti pirati spendono per scaricare e masterizzare musica) che i discografici non vogliono riconoscere e che cercano di stroncare a colpi di tribunale perchè a colpi di marketing non possono (xchè la loro organizzazione è ridicola e obsoleta sei i prezzi che ci fanno sono ciò che effettivamente spendono per fare i CD!). Dovrebbero semplicemente prendere atto di quello che il mercato vuole e darglielo anzichè rifugiarsi dietro la pagliuzza del protezionismo e/o cercare di tenere su artificilamente il mercato prendendosela con chi ("pirati", siti, produttori hw, ecc...) lo capisce meglio di loro!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto

      Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina
      di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?no...
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola per verificare
      l'integrità o la qualità del file, poi si
      archivia.allora dov'e il danno si ascolta una volta e via...dov'e il problema no ???
      Le case discografiche corrono goffamente ai
      ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi
      di tutti, ma la colpa è solo vostra.certo come no...
      Sono disgustato.di te stesso ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      Il comportamento da bucanieri adottato e' ancora piu' deleterio per il venditore di turno.La presenza di cd fallati ha avuto come risultato quello di farmi scansare qualsiasi cd (a favore delle cassette) a prescindere dal prezzo.Il loro comportamento scorretto (nei confronti di chi compra) gli ha fatto perdere un cliente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo Maufredi
      Voi ragazzini vi lamentate tanto del prezzo
      dei cd, delle protezioni, delle assurdità
      del mercato discografico... ma non vi
      fermate a pensare un attimo a quello che
      dite? Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina
      di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?
      Non siete forse voi quelli che si vantano di
      aver trovato il migliore sistema di file
      sharing e che passano le proprie (vuote)
      serate a intasare banda scaricando musica a
      più non posso?
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola per verificare
      l'integrità o la qualità del file, poi si
      archivia.
      Le case discografiche corrono goffamente ai
      ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi
      di tutti, ma la colpa è solo vostra.
      Sono disgustato.
      Dei tuoi disgusti ce ne sbattiamo le palle.O almeno io.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo Maufredi
      Voi ragazzini vi lamentate tanto del prezzo
      dei cd, delle protezioni, delle assurdità
      del mercato discografico... ma non vi
      fermate a pensare un attimo a quello che
      dite?Si penso che quello che dico io non ha importanza perchè nessuno vuole ascoltarmi (parlo delle major)
      Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina
      di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?Ho qualche giga di mp3 sull'hd ma non ho canzoni sullo scaffale.Solo cd musicali regolarmente acquistati.
      Non siete forse voi quelli che si vantano di
      aver trovato il migliore sistema di file
      sharing e che passano le proprie (vuote)
      serate a intasare banda scaricando musica a
      più non posso?Scarico una canzone per sentirla e conoscerla, poi se mi piace la tengo ed eventualmente se mi piacciono più canzoni dello stesso artista compro il cd altrimenti le cancello se mi fanno schifo. (Britney Spears)
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola per verificare
      l'integrità o la qualità del file, poi si
      archivia.si è vero...tante canzoni che mi piacciono non le ascolto.Anche quando compro i cd non sto ad ascoltarli uno dopo l'altro a ripetizione tutto il giorno.E sai come mai? Devi avere il tempo per ascoltarle.Anche i film che compro (dvd) me li vedo una volta o due e poi mi fermo.Dovrei guardarmi ogni sera lo stesso film????
      Le case discografiche corrono goffamente ai
      ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi
      di tutti, ma la colpa è solo vostra.
      Sono disgustato.Prima quando ero più piccolo internet era una cosa ancora (relativamente) piccola e non esisteva napster e il resto.Però compravo più cd di ora....compravo festival bar mi registravo dal cd su cassetta le 2 o 3 canzoni che mi piacevano.E mi pentivo sempre...ho speso 40.000 £ per avere 3 canzoni....che stupido...Poi esce Napster e prima di comprare festival bar vedevo un po' quali canzoni valeva davvero la pena...nessuna...dopo che l'ascoltavi 3 volte non mi andava più. Però ho risparmiato 40.000 £.perchè i prezzi sono rimasti li stessi?Strano...eppure non esisteva Naspter e non costavano poco i masterizzatori.E non c'era il ragazzo di colore sotto la metropolitana che ti vendeva l'ultimo cd dei ingazzosa...al limite ti vendevano la cassettina che come qualità faceva un po' pena.Però ora diciamocelo chiaro e tondo: perchè comprare un cd costa di più che comprare una musicassetta?i cd ormai sono uno standard in tutto (cd-rom cd-audio cd-video cd-photo cddi tutto quello che ti pare.un cd vuoto mi costa 700 £ a me consumatore.Quanto costerà alla major di turno farne 10.000 ?E se invece ne fanno un paio di milioni?Si prendono tutto loro e la SIAE agli artisti non arriva neanche la metà della metà del costo di un cd.la SIAE dovrebbe proteggere gli artisti...be..devo dire che ci riesce la major gli spillano il sangue.Quelli sono ultramiliardari...ci dovrebbe essere una legge che impone alla major un prezzo.Se non lo fanno io non compro i loro cd...mi ascolta la radio...mi ascolto mtv....mi vedo i film su mediaset. E mi ascolta ANCHE gli mp3.So di sbagliare però so dentro di me che loro sbagliano di più.Sono loro che come la Nestlè (ora stò andando in OT e mi scuso con voi) che rovinano poco alla volta questo mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto
        Dimenticavo: i cd che vendono a 40.000 £ non li compro più da prima di Napster.Perchè i soldi li spendo in altro quindi il mio non è un danno alla major di turno.Non è un mancato guadagno perchè comunque non avrei preso nulla.è come dire che io sono uno ultra povero e che non ho i soldi materiali per comprare nulla e mi faccio masterizzare per un decimo di quello che costa il cd originale una copia.io ho speso 4.000 £ perchè ho 4.000£.Potevo con 4.000£ comprare un cd di tale artista? NO.ho in qualche modo causato danni alla major? NO.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Il Disgusto
          no, basta.io e te dobbiamo pomiciare immediatamente.su dai facciamolo!!!!!!!!!!!!!!BRAVVVoooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!clapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapclapstanding ovation.sono d'accordo su tutta la linea(l'omosessualità era simulata):-)- Scritto da: MarLaw
          Dimenticavo: i cd che vendono a 40.000 £ non
          li compro più da prima di Napster.
          Perchè i soldi li spendo in altro quindi il
          mio non è un danno alla major di turno.
          Non è un mancato guadagno perchè comunque
          non avrei preso nulla.

          è come dire che io sono uno ultra povero e
          che non ho i soldi materiali per comprare
          nulla e mi faccio masterizzare per un decimo
          di quello che costa il cd originale una
          copia.

          io ho speso 4.000 £ perchè ho 4.000£.
          Potevo con 4.000£ comprare un cd di tale
          artista? NO.
          ho in qualche modo causato danni alla major?
          NO.

          Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Disgusto
        - Scritto da: MarLaw


        - Scritto da: Arturo Maufredi

        Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello
        si

        fa al massimo una volta sola per
        verificare

        l'integrità o la qualità del file, poi si

        archivia.

        si è vero...tante canzoni che mi piacciono
        non le ascolto.
        Anche quando compro i cd non sto ad
        ascoltarli uno dopo l'altro a ripetizione
        tutto il giorno.
        E sai come mai? Devi avere il tempo per
        ascoltarle.

        Anche i film che compro (dvd) me li vedo una
        volta o due e poi mi fermo.
        Dovrei guardarmi ogni sera lo stesso film????
        TI AMO.è vero, avevo dimenticato questo particolare.io un libro lo leggo e poi lo passo a tutto il mondo circostante, dopodichè lo passo alla BIBLIOTECA (BOOKSHARING per eccellenza)E chissà come mai, gli autori continuano a guadagnare.MAH!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]
      - Scritto da: Arturo Maufredisalve.
      Voi ragazzini
      e già qui ... ma chi sei?che ne sai?da quando il padre del mio amico, con cui avevo un buon dialogo cybernetico, ha scoperto napster e discendenti, è finita.Sta sempre attaccato sera e notte (ovviamente dorme, ma lascia li a scaricare) a tirare giù roba anni 60, anni 70 e quello che gli pare.E lo stesso fanno un sacco di persone piuttosto "attempate" a mio vedere.Quindi già stai li a sparare caate su fatti che non conosci ma che supponi.Se tuo figlio fa così, non vuol dire che facciano così tutti quanti.Quindi guarda i parenti tuoi.
      vi lamentate tanto del prezzo
      dei cd, delle protezioni, delle assurdità
      del mercato discografico...certo.confermo, ripeto e sottoscrivo.
      ma non vi
      fermate a pensare un attimo a quello che
      dite?da che pulpito viene la predica? tu tu sei fermato a leggere?no, avevi troppa voglia di sventagliare il mitraglione.tutti noi "lamentosi" siamo coerentiprezzo 15-20 mila lire?vediamo chi e quanto scarica.io no di certo.L'ADSL mi costa 250 carte a bimestre (prima avevo solo il cellulare) ...
      Non siete forse i primi ad avere 3 o 4
      giga di mp3 sul vostro hd e qualche dozzina
      di cdrom pieni di mp3 sullo scaffale?certo, gli stessi che avevano 2 o 3 metri di LP qualche anno fa e 6-700 cd originali sugli scaffali.Un buon risparmio di spazio.Grande praticità.In fondo sono state inventate per questo le tecnologie.Lettori Mp3, lettori cd, lettori cd-mp3, computer, autoradio Mp3 ...Quando sono a casa attacco il pc e per tutto il tempo in cui sono a casa la mia playlist sopperisce alle MOSTRUOSE compilation-commerciali+pubblicità delle radio.Ho finito di subire quello che vogliono gli altri, ho finito di farmi fregare.
      Non siete forse voi quelli che si vantano di
      aver trovato il migliore sistema di file
      sharing e che passano le proprie (vuote)
      serateora io pacatamente, vorrei risponderti.ma lo farò dopo.ora ti dico inveceMA TU CHECCATZO NE SAI????????chi ti credi di essere?ora torno pacato.Il sistema di filesharing è eccellente, sono d'accordo.Per il fatto delle vuote serate ... ma tu che fai filomeno eh?Caro il mio barba, io non so cosa tu consideri "pieno" o qualsiasi altro appellativo tu voglia dare alle porzioni della tua per me inutile vita.Io so che le mie serate sono allietate dalla musica. E anche le giornate. E anche Pirandello la pensava così, se non sbaglio.Certo non sarà la musica da te approvata, ma me ne sciacquo le gonadi dei tuoi gusti, se permetti.Detto questo, non credo che tu ti possa ergere a giudice di come spendere il tempo.E neanche la banda.La banda la pago e la uso.Oppure stai condividendo la MIA connessione?Ogni bit della mia connessione è MIO e me lo ciuccio finché mi pare.E se hai qualcosa in contrario, parla con coloro che hanno sottoscritto un contratto assieme a me.In altri casi stai usando male il tuo momento VUOTO.La musica riempie la mia vita.Ed è un gradevole sottofondo (ma aborro questo uso della musica come sua applicazione principale, sia chiaro!) in caso di sesso e qualsiasi altra pratica o attività da me compiuta in casa mia o in altri luoghi.Quindi come ti permetti?Sei libero di esprimerti, ovviamente , ma anche io.
      a intasare banda scaricando musica a
      più non posso?Come sopra.La TUA banda io non te la intaso.Anzi, mi dai un po' fastidio intasando la banda del MONDO con le tue assurdità inutili.Io sono utile ad un po' di amici e alla tranquillità spirituale (la musica calma, in certi casi) di altri.
      Per poi farne che? Ascoltarla? No, quello si
      fa al massimo una volta sola per verificare
      l'integrità o la qualità del file, poi si
      archivia.Senti, già che ci sei, mi sai dire i risultati sportivi di qualsiasi evento per i prossimi 10 anni?No perché vedo che la sai lunga su quello che succede a casa degli altri.Sai anche se scarico musica per mia mamma e mia nonna che mi chiedono roba ultravecchia, musica classica, cazzate del liscio ... lo sai vero?ma che vuoi sapere?a te serve sapere? No! A te basta credere in ciò che dici.Allora prova a dire questo "IO SONO UN MILIARDARIO" ... vedrai, dato che lo hai detto, sarà subito vero!
      Le case discografiche corrono goffamente ai
      ripari e le conseguenze sono sotto gli occhi
      di tutti, ma la colpa è solo vostra.certo.goffamente.hai ragione.e in modo totalmente distante dall'interesse del consumatore e degli autori.15-20 mila lire sul prezzo del cd NUOVO e in diminuzione con il passare degli anni, non far uscire di catalogo le opere (prova a comprare il secondo album di Marina Rei e dimmi se lo trovi facile, oppure "box" o "43 Minutes" di Sam Brown ... diventata famosa perché con la A&M nel 92 e adesso chi la vede più? dove è l'interesse dell'artista? e quello del consumatore?) e tenerle in vendita on line in MP3 (gestibili con libnertà del consumatore) senza tanti DRTSTSMSDGT e scadenze.Perché? Perché vendi l'mp3 a 50 centesimi (variabili ma mai per più di 80 centesimi) e quindi nessun idiota farebbe cose controproducenti.E a te conviene da morire vendere un file, perché è un clone infinitamente riproducibile, puoi tenere il conto dei downloads e fartene quello che vuoi (diritti d'autore, royalties, studio sulle abitudini ...)
      Sono disgustato.altrettanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]

        La banda la pago e la uso.
        Oppure stai condividendo la MIA connessione?
        Ogni bit della mia connessione è MIO e me lo
        ciuccio finché mi pare.Non credo.I signori che ti forniscono la connettività non hanno banda infinita, se tu e tutti gli altri subscribers vi mettete a scaricare a manetta voglio vedere se raggiungi ugualmente il massimo bit rate consentito.In generale, nelle reti a commutazione di pacchetto, le prestazioni non sono affatto prescindibili dall'uso che il singolo utente fa del canale.Non a caso le connessioni a banda garantita costano un fracco di soldi.
        • Anonimo scrive:
          Re: La sUpponenza e la Saccenteria [un-engineered]
          ti rispetto perché hai mirato prima di sparare.- Scritto da: Tecnico

          La banda la pago e la uso.

          Oppure stai condividendo la MIA
          connessione?

          Ogni bit della mia connessione è MIO e me
          lo

          ciuccio finché mi pare.

          Non credo.
          I signori che ti forniscono la connettività
          non hanno banda infinita, se tu e tutti gli
          altri subscribers vi mettete a scaricare a
          manetta in generale devo dire che non scarico 24/24, dopo il primo mese o sei il dio della conoscenza o scarichi qualcosa, ascolti il resto, nevighi tranquillo e lasci che il mondo scarichi (a seconda della tua coscienza di ex-scaricatore)Comunque come diceva un signore un bel po' di articoli fa, le nuove centrali sopportano/supportano una quantità di trasferimenti e di banda enormemente superiore a qualche tempo fa.Io scarico a manetta e non sto molto attento. In generale cerco di non avere di comportamenti inutili ... ma se ho acquistato un servizio, è stato per servirmene.ma questa cosa non mi dà più ragione, me ne rendo conto.
          voglio vedere se raggiungi
          ugualmente il massimo bit rate consentito.
          In generale, nelle reti a commutazione di
          pacchetto, le prestazioni non sono affatto
          prescindibili dall'uso che il singolo utente
          fa del canale.
          Non a caso le connessioni a banda garantita
          costano un fracco di soldi.
      • Anonimo scrive:
        Re: La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]
        - Scritto da: melomane
        Io so che le mie serate sono allietate dalla
        musica. E anche le giornate. E anche
        Pirandello la pensava così, se non sbaglio.
        Certo non sarà la musica da te approvata, ma
        me ne sciacquo le gonadi dei tuoi gusti, se
        permetti.mamma mia mi avete fatto cadere le balle siete uno piu' noioso dell'altro e detto da me e' quasi un nobel :o(
        • Anonimo scrive:
          Re: La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]
          - Scritto da: Linucs

          mamma mia mi avete fatto cadere le balle
          siete uno piu' noioso dell'altro e detto da
          me e' quasi un nobel :o(1) non ti ho obbligato a leggere fino in fondo, potevi smettere in qualsiasi istante.2) il messaggio non era qui per allietarti ma per discutere.
          • Anonimo scrive:
            Re: La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]
            - Scritto da: melomane
            2) il messaggio non era qui per allietarti
            ma per discutere.in teoria hai ragione tu ma in pratica ho ragione io e queste sono le due facce del tao comunque se usi linux va bene lo stesso pero' dovreste essere piu' calmi e tranquilli dato che l'opensource vincera'
          • Anonimo scrive:
            Re: La sUpponenza e la Saccenteria [lungo]
            in teoria hai ragione tu ma in pratica horagione io e queste sono le due facce del tao comunque se usi audiogalaxy va bene lo stesso pero' dovresti essere piu' calmo e tranquillo dato che non è detto che l'opensource vincera' e quindi andiamo tutti a scopare a manetta con ragazze carine e porcelle che hanno voglia di divertirsi invece che stare li a guardarsi il kernel di pinux o di scaricare patch per winflox- Scritto da: Linucs
            - Scritto da: melomane


            2) il messaggio non era qui per allietarti

            ma per discutere.

            in teoria hai ragione tu ma in pratica ho
            ragione io e queste sono le due facce del
            tao comunque se usi linux va bene lo stesso
            pero' dovreste essere piu' calmi e
            tranquilli dato che l'opensource vincera'
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Disgusto
      - Scritto da: Arturo Maufredi
      Non siete forse voi quelli che si vantano di
      aver trovato il migliore sistema di file
      sharing e che passano le proprie (vuote)
      serate a intasare banda scaricando musica a
      più non posso?ah, le serate sono vuote se la musica la scarico da internet, però se la ascolto da un cd regolarmente acquistato, allora diventano immediatamente un fulgido esempio per l'integrità morale dell'universo.Diventano un utile modo di impiegare il mio tempo.Brava!Molto brava.Solo SPENDENDO la vostra vita si riempirà!.Bravo. SI. Giusto.di spese.
  • Anonimo scrive:
    Ritirate queste protezioni !
    Queste protezioni servono solo a far capire quanto sono arretrate le vedute delle major ! Ormai moltissima gente ascolta cd audio dal lettore del computer, magari mentre lavora (come mio padre), e limitare questa possibilità è non solo lesivo di diritti primari dell'individuo, ma pone anche forti sospetti su presunti accordi tra le major e i produttori di stereo "tradizionali". Perchè io devo essere obbligato ad avere uno stereo in casa ? Se per esempio io sono uno studente con un miniappartamento per motivi di studio e ho già un pc con delle buone casse (magari con una Audigy), per quale assurdo motivo dovrei comprarmi uno stereo ??? E' ovvio che in casi come questi, anche chi normalmente non lo farebbe, si attacca al suo bel programma di file sharing e se lo scarica da Internet....(ci perdi un po' in qualità, è vero, ma tanto per ascoltare le canzoni commerciali di oggi va benissimo anche un bitrate di 128Kb/s...). Risultato: più gente che pirata, e più gente inkazzata con le Major. Beh....in effetti questo è un bene :) Viva le protezioni !!!
  • Anonimo scrive:
    Giusto!
    Giusto così. E con l'augurio che questo indegno sistema di protezione possa sparire per sempre. Che assurdità ... uno compra il cd originale e si ritrova a non poterne fare copie di sicurezza, o ascoltarlo con il lettore del computer, o estrarre mp3 ... Tanto chi vuole copiarlo ci riuscirà ugualmente (con un lettore di cd audio collegato alla scheda sonora, per esempio).Se ne pensano tante per combattere la pirateria.Abbassare il prezzo dei cd, proprio no, eh ?
Chiudi i commenti