Il W3C rifinisce il linguaggio dei Web service

Il World Wide Web Consortium ha emanato la prima bozza pubblica del WSDL 1.2, il linguaggio standard alla base dei Web service


Cambridge (USA) – In quel processo di formalizzazione e rifinitura degli standard alla base dei Web service, il World Wide Web Consortium ( W3C ) ha rilasciato le prime Public Working Draft di WSDL (Web Services Description Language) 1.2 e WSDL 1.2 Bindings, due specifiche che si avvicinano a divenire standard definitivi.

WSDL 1.2 è un linguaggio basato su XML che descrive un Web Service, incluso i dati scambiati, il protocollo da utilizzare e la locazione nel Web. WSDL 1.2 Bindings descrive invece le modalità d’utilizzo del WSDL 1.2 con SOAP 1.2, HTTP, e MIME. Queste prime bozze passeranno ora per il tradizionale processo di valutazione e revisione da parte della comunità di sviluppo del Web.

WDSL, insieme a SOAP (Simple Object Access Protocol), XML a UDDI (Universal Description, Discovery, and Integration) costituisce il nucleo centrale dei protocolli che l’industria del settore ha – chi più chi meno – accettato come standard per la costruzione dei Web service.

Il W3C sostiene che WSDL 1.2 fornisce una migliore definizione dei componenti, chiarisce il linguaggio, fornisce supporto per le W3C Recommendation, rimuove le caratteristiche non necessarie e non interoperabili presenti nel precedente WSDL 1.1, ed è in grado di interagire meglio con SOAP e HTTP 1.1.

“Molti sviluppatori e manager IT – si legge in un comunicato del W3C – hanno conosciuto WSDL come una specifica creata da singole aziende. Dopo WSDL 1.1 è stato pubblicato un documento informativo presso il W3C, aziende e sviluppatori hanno espresso interesse nell’approfondire all’interno del W3C lo sviluppo di un linguaggio di descrizione dei Web services che fosse basato su WSDL 1.1, ma soggetto al Processo e ai requisiti tecnici W3C, come il supporto delle W3C Recommendations, e il coordinamento con le altre Attività tecniche W3C. Altri si sono mostrati interessati nell’avere le componenti dei Web Services sviluppate con un mandato per tecnologie Royalty-Free”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ogni commento è superfluo
    Windows verrà portato per Itanium2... e allora? Mi sembra ovvio che dovesse succedere. Non capisco perchè qualcuno si scaldi tanto...
  • Anonimo scrive:
    DIO [LINUX] e' qui ...
    SI.
  • Anonimo scrive:
    LINUX was here
    il monopolio microsoft arriva tardi all'appuntamento con i 64 bit. A metà degli anni '90 LINUX era già stato portato sui 64 bit della piattaforma Aplha.Ma anche su Itanium, il monopolio microsoft arriva tardi rispetto a LINUX, e i lettori di PI lo possono verificare rileggendo gli articolihttp://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38648http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=36308Itanium era stato rilasciato da poco e già con LINUX lo si poteva strausare.La morale è: da un monopolio non aspettatevi innovazione, ma aspettatevi che si vanti di esserne l'alfiere
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX was here
      - Scritto da: zap
      A metà degli anni '90 LINUX era già stato
      portato sui 64 bit della piattaforma Aplha.E sti cazzi... infatti tutti si potevano permettere un Alpha nel '90... eh già... si si...Visto?! Anche supponendo che quanto dici sia vero, cosa di cui io dubito, resti sempre il solito pistola... PS: mettici ANCHE del tabacco in quello che fumi!Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        Bella Zeross ti dico una cosa, ma ricompila il kernel... :)Frozen
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          - Scritto da: Frozen
          Bella Zeross ti dico una cosa, ma ricompila
          il kernel... :)

          Frozen... ma chi paga??? :)Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        Ciò che lui dice é vero.Linux é stato il primo O.S. a supportare alpha e amd a 64 bit. Addirittura il kit di emulazione e sviluppo amd lo fece uscire prima per linux. Poi dice che linux non serve a niente :))) "Io con win mi ci faccio tutto"... si anche le seghe mentali sul suo funzionamento...
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: Zeross
        E sti cazzi... infatti tutti si potevano
        permettere un Alpha nel '90... eh già... si
        si...Eh, si si, hai ragione si, oggi tutti possono permettersi un bidone carrozzato M$, anche gli analfabeti...
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        Si certo perche' attualmente una stazione itanium 2 e' alla portata di tutti vero ?
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          - Scritto da: Bianco
          Si certo perche' attualmente una stazione
          itanium 2 e' alla portata di tutti vero ?sicuramente di piu rispetto a 10 anni fa.... questo mi sembra lapalissiano (tranne che a te)
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: zap

        A metà degli anni '90 LINUX era già stato

        portato sui 64 bit della piattaforma
        Aplha.

        E sti cazzi... infatti tutti si potevano
        permettere un Alpha nel '90... eh già... si
        si...e pensare che il mio intervento prendeva spunto dal porting di LINUX su Alpha per parlare del porting su Itanium.In questo caso non conta il fatto che la piattaforma alpha fosse di accesso limitato. Conta il fatto che LINUX ha già avuto un precedente porting su macchine a 64 bit, cosa che non si può dire per windows.
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          vabbe con te non c'è niente da fare, di al tuo programmatore di sistemarti la rete neurale di apprendere altre cose oltre alle solite 3 (monopolio-ms-posizione dominante), windows è stato portato su alpha (e mips) molti anni fa, nt è nato come sistema multipiattaforma, dai mo incollami una sentenza anti-ms però, ne sento la mancanza
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here

          e pensare che il mio intervento prendeva
          spunto dal porting di LINUX su Alpha per
          parlare del porting su Itanium.

          In questo caso non conta il fatto che la
          piattaforma alpha fosse di accesso limitato.
          Conta il fatto che LINUX ha già avuto un
          precedente porting su macchine a 64 bit,
          cosa che non si può dire per windows.Purtroppo ti sbagli.Windows NT versione 4 supportava alpha e anche mips e sparc.Poi MS ha supportato solo intel e alpha nelle versioni beta di Windows 2000.Windows 2000 a 64 bit per alpha esiste e molto probabilmente è da lì che sono partiti per la versione Itanic.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            non contraddire zap!!! sennò comincia a dirti che non hai argomenti, che sei un win-maniac, che sei in posizione dominante, ecc..., finche non gli dici che ha ragione, pure se gli porti Win2000 per alpha ti dice che è finto! lui ha sempre ragione no!
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            - Scritto da: ...
            non contraddire zap!!! sennò comincia a
            dirti che non hai argomenti, che sei un
            win-maniac, che sei in posizione dominante,
            ecc..., finche non gli dici che ha ragione,
            pure se gli porti Win2000 per alpha ti dice
            che è finto! lui ha sempre ragione no!Dai, niente polemiche :)Da parte mia, comunque sono un felice utente di debian GNU/Linux Alpha 3.0 ed accanito sostenitore del modello open source, per quello che posso.Dicevo solo che windows è esistito per un processore a 64 bit e quindi alla M$ non partono da zero.ciao :)glPS: go debian! go woody! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here

        E sti cazzi... infatti tutti si potevano
        permettere un Alpha nel '90... eh già... si
        si...

        ZerossSi, e chi si può permettere un itanium nel 2002?Ad esempio:HP I2000 733MHz Itanium 1GB RAM 2MB cache 18GB disk per la modica cifra di 10.000 euro più ivaHP I2000 2 800MHz Itanium 2GB RAM 2MB cache 18GB disk per la modica cifra di 18.000 euro più ivaIntellistation Z PRO 6894-10G Dual Itanium 800MHz per la modica cifra di 22.000 euro più iva.Avanti chi se lo può permettere alzi la mano... che glielo vendo volentieri :)I sistemi high end sono sistemi high end e non si comprano al supermercato, per fortuna.Credi che un alpha costi di più?Non ho il listino, ma il target è quello, quindi anche i prezzi.Per non parlare del fatto che Alpha è tecnologia di gran lunga più raffinata e più testata degli itanium.Dalle parti di Washington (o giù di lì) hanno acquistato 750 sistemi di ES45 a 4 processori e probabilmente questi 750 esemplari sono più di tutto il parco macchine itanium venduti sul pianeta.Ciaogl
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX was here
      - Scritto da: zap
      La morale è: da un monopolio non aspettatevi
      innovazione, ma aspettatevi che si vanti di
      esserne l'alfiereCome sempre, sei la brutta copia di te stesso.Non ti sei posto il problema che FORSE linux e .net fanno due cose leggermente diverse? Non ti sei posti il problema che NT girava su alpha quando linux andava in crash per un ping?Ti dispiacerebbe intervenire a proposito per una volta, invece di vomitarci addosso i tuoi soliti taglia-e-incolla delle stesse, identiche, pedanti e cavillose osservazioni?(sono sicuro che lo prenderai come un complimento e ti sentirai un martire della libertà che tutti i servi del monopolio vogliono mettere a tacere, quindi ti ho anche fatto un favore)
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: MCSE
        Non ti sei posti il problema che NT girava
        su alpha quando linux andava in crash per un
        ping?Peccato che NT non abbia mai funzionato decentemente, sugli Alpha...
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here

          Peccato che NT non abbia mai funzionato
          decentemente, sugli Alpha...Già, e oltretutto la M$ non ci dava il minimo di supporto per i problemi che avevamo (ma avete messo il SP? Avete provato a riavviare? Questo erano le risposte che ottenevamo :( ).La verità è che difficilmente un OS chiuso può essere manutenuto facilmente su due architetture (in effetti imho win2k su intel va benissimo)... io mi aspetto che una volta iniziato lo sviluppo e la commercializzazione a 64bit nel giro di due anni abbandondoneranno lo sviluppo del vecchio core a 32 bit. Il tutto molto imho...
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: BSD_like
        Prima di Linux su Alpha girava BSD, arch. su
        cui è nato.Eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          Tutti i BSD girano su Alpha, perchè da li derivano.A Berkeley il primo fu sul VAX.
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            - Scritto da: BSD_like
            Tutti i BSD girano su AlphaSi'...
            perchè da li derivano.... non certo per questo motivo.
            A Berkeley il primo fu sul VAX.Che c'entra il VAX...
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            I primi kernel sperimentali dell'o.s. che si andava a sviluppare a Berkeley, giravano su PDP (11/45).Con lo stabilizzarsi del codice e l'arrivo della vers. 2BSD, venne portato il codice su VAX, che divenne la piataforma di riferimento. Il BSD si sviluppò per l'appunto su questa piattaforma. Si abbandonò (anche perchè obsoleti) i PDP.La nuova vers. nacque su Alpha su cui si fece il porting: la 4.xBSD, quella attuale che diede il gruppo di Berkeley prima di sciogliersi.A sua volta la 4BSD venne portata su IA nacque 386BSD. Oggi il VAX è supportato solo da NetBSD.http://www.oreilly.com/catalog/opensources/book/kirkmck.htmlhttp://perso.wanadoo.fr/levenez/unix/http://www.stlbsd.org/html/history/history_of_bsd.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        l'importante è che ne sei convinto, la storia però dice che linux è nato nel 1991, nt è nato (NON PORTATO) per essere multi piattaforma gia nel 1993, infatti se dai un'occhiata all'header dei file exe c'è un campo bello bello che indica l'architettura per cui quel file exe è compilato, nt 4.0 girava tranquillamente su alpha, x86, e mips, tanto è vero che la gestione dell'hardware su nt è un componenete separato a se (hal.dll, Hardware Abstraction Layer) che gestisce l'architettura e tutte le funzioni di basso livello (comunicazione con le periferiche, dma, paging, ecc...), poi per il kernel basta solo ricompilare, ultimamente la ms ha lasciato un po' andare il supporto per le altre piattaforme concentrandosi su x86 e ia64 (Win64 esiste da 2 anni come prototipo, come l'itanium esiste da più di 5 anni (anche 6 o 7))
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          - Scritto da: ...
          l'importante è che ne sei convinto, la
          storia però dice che linux è nato nel 1991,
          nt è nato (NON PORTATO) per essere multi
          piattaforma gia nel 1993, infatti se dai
          un'occhiata all'header dei file exe c'è un
          campo bello bello che indica l'architettura
          per cui quel file exe è compilato, nt 4.0
          girava tranquillamente su alpha, x86, e
          mips, tanto è vero che la gestione
          dell'hardware su nt è un componenete
          separato a se (hal.dll, Hardware Abstraction
          Layer) che gestisce l'architettura e tutte
          le funzioni di basso livello (comunicazione
          con le periferiche, dma, paging, ecc...),
          poi per il kernel basta solo ricompilare,
          ultimamente la ms ha lasciato un po' andare
          il supporto per le altre piattaforme
          concentrandosi su x86 e ia64 (Win64 esiste
          da 2 anni come prototipo, come l'itanium
          esiste da più di 5 anni (anche 6 o 7))scusate l' ignoranza , ma ho sentito dire che win nt agli albori non fosse altro che laversione 'ridotta' dell' OS/2 warp ,che c'era un tempo in cui MS e IBM andavano d'amore e d' accordo e che win ntnon fosse altro che il frutto del 'divorzio ' ibm/ms, che se non sbaglio avvenne proprio in quel periodo (ribadisco che sulle tecnologie microsoft sono ingnorante [per scelta] .. aspetto conferme e/o smentite )
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            da una parte è vero, os2/warp implementa molte cose dell'architettura Win32 (addirittura il visual c puoi linkare e produrre eseguibili per os2/warp) ma ormai è da un bel po' che è finito tutto
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        Linux faceva un webserver su un 486 senza crashare quando win95 non faceva girare neanche la calcolatrice... e winnt non esisteva... se é per questo. E nel frattempo, come hanno già detto altri, linux girava anche sugli alpha.
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          Dubito fortemente che NT non esistesse quando il 95 è uscito.3.51??
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            tra l'altro win95 è uscito nel 96, il primo concetto di architettura Win32 risale al 1993, ben 3 anni prima, quando usci nt 3.5 e successivamente in contemporanea con Win95 usci nt 4.0, e linux su un 486 non fa girare niente, al massimo iptables con 3-4 rules, e puoi usarlo come firewall, non di più, basta co ste cavolate che linux funziona pure su 486 come web server e gestisce 2 milioni e mezzo di connessioni al secondo senza crashare
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX was here
      - Scritto da: zap
      il monopolio microsoft arriva tardi
      all'appuntamento con i 64 bit.
      A metà degli anni '90 LINUX era già stato
      portato sui 64 bit della piattaforma Aplha.
      Ma anche su Itanium, il monopolio microsoft
      arriva tardi rispetto a LINUX, e i lettori
      di PI lo possono verificare rileggendo gli
      articoli

      http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38648
      http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=36308

      Itanium era stato rilasciato da poco e già
      con LINUX lo si poteva strausare.

      La morale è: da un monopolio non aspettatevi
      innovazione, ma aspettatevi che si vanti di
      esserne l'alfiere
      a me non interessa che ginux sia arrivato primo ne che windows sia arrivato dopo, l'importante è esserci al momento giusto, e mi pare di poter dire chi se ne frega se linux 10 anni fa era già a 64 bit.
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        troll !
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        Microsoft arriva di corsa, linux era li ad aspettarti.
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: birillom
        mi pare di poter dire chi se ne frega se
        linux 10 anni fa era già a 64 bit.beh, 10 anni in più di testing non mi sembrano bruscolini...
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          eh gia 10 anni in più, quindi adesso un'alpha è diventato un'itanium, o che bello, allora mo prendo un elf compilato e lo faccio girare su itanium, tanto è uguale, se poi non funziona faccio causa all'intelcomunque, giusto per fartelo sapere, tanto non ci crederai, Win64 esiste da più di 2 anni, linux su itanium da appena 1 (e su x86-64 l'unico testo è stato fatto su un simulatore, come per NetBSD)
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            - Scritto da: ...
            eh gia 10 anni in più, quindi adesso
            un'alpha è diventato un'itanium, o che
            bello, allora mo prendo un elf compilato e
            lo faccio girare su itanium, tanto è uguale,
            se poi non funziona faccio causa all'intelmi stai prendendo in giro?il codice che dipende dal processore specifico è infinitesimo e tutto il resto è ben testato (glibc, per esempio), forse non è ottimizzato per il processore specifico, ma è sicuramente testato.
            comunque, giusto per fartelo sapere, tanto
            non ci crederai, Win64 esiste da più di 2
            anni, linux su itanium da appena 1 (e su
            x86-64 l'unico testo è stato fatto su un
            simulatore, come per NetBSD)ho detto il contrario? che motivo ho di non crederti? che motivo hai di attaccarmi così?tu hai detto: "chi se ne frega se linux è arrivato 10 anni prima a 64bit" e io ti ho risposto che ha il vantaggio di essere più testato, visto che esiste da più tempo, non mi pare di averti preso in giro, di aver detto che win fa schifo (a parte quello su alpha, su cui nessuno sano di mente avrebbe voglia di contraddirmi...), che win è in ritardo o chissà cos'altro hai pensato...se parlo a favore di Linux non significa che Win mi fa schifo, e viceversa...
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            ma itanium e alpha sono due architetture diverse!!! sveglia!!! (anzi neanche tanto diverse, però sono sempre due architetture) se un prodotto è testato e funziona su alpha non significa automaticamente che funzioni su ia64, e comunque il codice va sempre e comunque ricompilato
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            ripeto... la parte dipendente dall'architettura è PICCOLISSIMA il resto è già testato perché è IDENTICO o forse credi che MS abbia riscritto tutto Windows per farlo andare su IA64? Mai sentito parlare di HAL?
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            e non capisci, l'hal so cos'è (hardware abstraction layer) ma il codice va comunque ricompilato!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            sì, ma il codice è lo stesso, quindi è testato, ammesso che il compilatore funzioni... ma nel caso di gcc si ripete il discorso: si è dovuto riscrivere solo il backend, non tutto il compilatore, quindi tutti i frontend e il traduttore sono già testati e funzionanti.la stessa cosa si applica anche a Windows: per portarlo su IA64 è stato necessario riscrivere solo l'HAL e probabilmente qualche driver, tutto il resto del codice (le MFC, per esempio) andrebbe solo ricompilato, se fosse già stato scritto per un'altra architettura a 64bit...
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            si infatti, ma le mfc non fanno parte di windows,sono un framework di sviluppo
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            uffa... era un esempio (cmq le MFC fanno parte del SO a tutti gli effetti)... gran parte del kernel di NT (e di Linux) sono rimasti gli stessi passando a 64bit, quindi tutto quel codice è già testato, perché é *lo stesso*, solo ricompilato.ci saranno porzioni adattate per trarre vantaggio dai 64bit in genere e altre (POCHE!) per trarre vantaggio dall'architettura specifica...
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            - Scritto da: ...

            comunque, giusto per fartelo sapere, tanto
            non ci crederai, Win64 esiste da più di 2
            anni, non basta: LINUX su piattaforma a 64 bit c'era già da metà degli anni '90
            linux su itanium da appena 1 infatti *appena* itanium è stato commercializzato, è stato *immediatamente* utilizzatohttp://www.punto-informatico.it/p.asp?i=36308http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38648un windows ci arriva solo adesso, su itanium, + di 1 anno dopo.Questo è quanto volevo dimostrare: il monopolio è sempre di peso al mercato che lo ospita
          • Anonimo scrive:
            Re: LINUX was here
            miiiii, zap te non capisci allora, Win64 esiste da più di 2 anni!!!!!!!!!!!!!! cacchio! ma leggi solo le cose anti-ms??? informarsi prima di parlare no? ah vabbe, non è nel tuo stile, non sei un bot programmato per parlare con cognizione di causa
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX was here
        - Scritto da: birillom
        - Scritto da: zap

        il monopolio microsoft arriva tardi

        all'appuntamento con i 64 bit.

        A metà degli anni '90 LINUX era già stato

        portato sui 64 bit della piattaforma
        Aplha.

        Ma anche su Itanium, il monopolio
        microsoft

        arriva tardi rispetto a LINUX, e i lettori

        di PI lo possono verificare rileggendo gli

        articoli




        http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=38648


        http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=36308



        Itanium era stato rilasciato da poco e già

        con LINUX lo si poteva strausare.



        La morale è: da un monopolio non
        aspettatevi

        innovazione, ma aspettatevi che si vanti
        di

        esserne l'alfiere


        a me non interessa che ginux sia arrivato
        primo ne che windows sia arrivato dopo,
        l'importante è esserci al momento giusto, per gli utenti-consumatori il momento giusto è: IERI.Certo che questo momento non è lo stesso del monopolio microsoft. Il momento giusto per microsoft è dipendente dai tempi geologici caratteristici di un monopolio, cioè i tempi che servono a microsoft per gestire l'immissione di prodotti innovativi di altre aziende (Intel) della filiera che controlla (il PC). C'è da ricordarsi che un intero mercato è sotto un monopolio mondiale già condannato per attività anti-competitive: gli utenti-consumatori non possono che subire come in Italia ancora subiamo dall'ex-monopolista Telecom (ancora troppo potente).
        e
        mi pare di poter dire chi se ne frega se
        linux 10 anni fa era già a 64 bit.
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX was here
          - Scritto da: zap
          Certo che questo momento non è lo stesso del
          monopolio microsoft. Il momento giusto perdehe che 2 palle
Chiudi i commenti