Impara l'arte del prompt con questo gioco di Google

Impara l'arte del prompt con questo gioco di Google

Say what you see è il nuovo gioco di Google che insegna ad avere a che fare con i prompt da sottoporre ai sistemi di IA generativa.
Impara l'arte del prompt con questo gioco di Google
Say what you see è il nuovo gioco di Google che insegna ad avere a che fare con i prompt da sottoporre ai sistemi di IA generativa.

Google Arts & Culture ha appena lanciato un nuovo esperimento: si chiama Say what you see ed è raggiungibile attraverso la pagina dedicata. Purtroppo, in via ufficiale, non è ancora accessibile dall’Italia, ma connettendosi attraverso una VPN come NordVPN o con un indirizzo IP statunitense tutto funziona senza problemi.

IA generativa e prompt: il gioco Say what you see

In cosa consiste? Sostanzialmente, mostra alcune immagini create dall’IA generativa di bigG e chiede di fare altrettanto, attraverso prompt coerenti con quanto visualizzato. L’invito che introduce al primo livello spiega bene questa dinamica: Sei pronto a imparare l’arte del prompting?.

Say what you see, il gioco su IA generativa e prompt di Google Arts & Culture

Durante il nostro test, la prima immagine mostrata è quella visibile qui sotto a sinistra. Nell’area di testo a destra abbiamo inserito una descrizione coerente con quello che potrebbe essere il prompt sottoposto all’intelligenza artificiale ovvero A plate of ramen.

Say what you see, il primo livello del gioco

È andata piuttosto bene, il risultato è un match dell’80%. L’input completo è A soft focus close-up photograph of a bowl of ramen with an egg and spring onions, dunque con dettagli aggiuntivi sul tipo di fotografia e sul contenuto del piatto.

Il risultato ottenuto nel primo livello di Say what you see

L’obiettivo è ottenere un match almeno del 50% per andare avanti. Avanzando, ovviamente, il livello di sfida si innalza.

Durante la partita abbiamo incontrato qualche rallentamento o blocco, con tutta probabilità dovuto alle tante richieste, dovendo ricominciare. Il messaggio di errore mostrato è Non posso generare la tua immagine in questo momento, per favore riprova più tardi.

Google, all-in sull’intelligenza artificiale

Say what you see di Google è una delle tante iniziative che, in questo periodo, il gruppo di Mountain View sta mettendo in campo sul fronte dell’intelligenza artificiale generativa. L’obiettivo, come ribadito in occasione del recente lancio di Gemini, è quello di far sempre più leva sulle potenzialità di questa tecnologia rendendola onnipresente, integrandola nell’intero catalogo di prodotti e servizi offerti agli utenti, per le finalità più disparate.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione nel rispetto del codice etico. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 dic 2023
Link copiato negli appunti