Impossibile creare software filtro per il Net

Lo affermano i giudici di Philadelphia che per questo motivo bocciano la legge che due anni fa fu firmata da Clinton. Il CIPA è incostituzionale


Roma – Un’ottima notizia per i sostenitori della rete libera e della libertà di accesso è arrivata nelle scorse ore da Philadelphia, dove una corte speciale di tre giudici ha bocciato il terzo tentativo del Congresso americano di far passare una legge che imponga filtri nell’uso della Rete.

Secondo la Corte non è lecito che il “Children’s Internet Protection Act” imponga alle biblioteche americane di installare sistemi di filtraggio che possono bloccare l’accesso anche a siti web importanti e di studio e non riescano invece a bloccare integralmente la pornografia in rete come si prefiggono.

I giudici hanno dunque stabilito che il CIPA è una legge contraria al Primo Emendamento della Costituzione americana, quello che protegge la libertà di espressione e che è stato più volte richiamato dalle associazioni che, come la ACLU, hanno più volte chiesto la bocciatura di questa normativa e delle altre due leggi che l’hanno preceduta (vedi anche Random048/ Filtri e Tabù ).

Il CIPA fu firmato un paio d’anni fa dall’allora presidente americano Bill Clinton e di fatto lega l’installazione di software filtro alla possibilità per le biblioteche di ottenere fondi pubblici per l’acquisto di computer e la predisposizione di postazioni di accesso alla rete.

Secondo i giudici, che hanno testato ampiamente i software di filtraggio, la situazione è tale che “oggi è impossibile, data la dimensione della rete, la velocità della sua crescita e dei suoi cambiamenti, anche nell’architettura, e dato lo stato attuale dei sistemi di classificazione, sviluppare un filtro che impedisca del tutto l’accesso ad una certa quantità di contenuti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti