In Brasile Apple perde il marchio iPhone

Dalle indiscrezioni all'ufficialità: l'ufficio dei brevetti e dei marchi registrati ha negato alla Mela i diritti di sfruttamento. Ma il gadget mobile manterrà il suo nome sul mercato
Dalle indiscrezioni all'ufficialità: l'ufficio dei brevetti e dei marchi registrati ha negato alla Mela i diritti di sfruttamento. Ma il gadget mobile manterrà il suo nome sul mercato

Ha perso i diritti di sfruttamento del marchio iPhone, ma potrà continuare a vendere il suo celebre cellulare sul mercato brasiliano . Ufficializzata dopo le indiscrezioni di una settimana fa, la decisione dell’ufficio verdeoro dei brevetti e dei marchi registrati ha assegnato al produttore locale Gradiente Eltronica un punto fondamentale nella sfida legale con il gigante di Cupertino.

Applicata ai soli dispositivi mobile , la decisione dell’ufficio brasiliano non bloccherà le vendite di Apple sul mercato locale. I vertici di Gradiente Eletronica potranno però avviare una causa legale per ottenere i diritti di sfruttamento esclusivo del marchio legato al celebre Melafonino, dopo il lancio del modello IPHONE Neo One con la versione 2.3 di Android (Gingerbread) al prezzo di circa 600 real (222 euro).

Nella tesi sostenuta da Apple, Gradiente Eletronica avrebbe iniziato a sfruttare il termine IPHONE solo nello scorso dicembre, molti anni dopo l’introduzione della prima generazione di iPhone. L’ufficio brasiliano ha però sottolineato come la registrazione del marchio IPHONE risulti effettuata nel lontano 2000 , ben sette anni prima del telefono Apple. Cupertino ha già confermato il suo ricorso in appello. ( M.V. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 02 2013
Link copiato negli appunti