In Sudan è tornata Internet

Gli utenti di nuovo online a 24 ore dall'estesa disconnessione tra le proteste di piazza. Il governo locale assicura: non siamo stati noi. Bruciate le strutture del provider Canar Telecom

Roma – Tutte le comunicazioni elettroniche sono state ripristinate , a circa 24 ore dall’ esteso blackout che aveva disconnesso l’intero stato del Sudan. Nella notte tra ieri e oggi gli analisti della società d’intelligence Renesys hanno registrato la ripresa di Internet nel paese africano, finito completamente offline in seguito all’ondata di protesta popolare contro il presidente al-Bashir e la sua decisione di sospendere le sovvenzioni petrolifere.

grafico internet sudan

Subito identificata come la più estesa disconnessione dopo quella egiziana (2011), la caduta di Internet in Sudan sarebbe stata causata – almeno secondo gli stessi analisti di Renesys – da un ordine emanato a livello governativo per frenare il dissenso e la proliferazione di informazioni online. Dall’ambasciata sudanese negli Stati Uniti è arrivata la smentita: le autorità di Khartum non avrebbero nulla a che vedere con il blackout cibernetico .

Nello specifico , la caduta di Internet sarebbe da imputare agli stessi manifestanti sudanesi, che avrebbero bruciato le strutture di Canar Telecom – tra i principali gateway internazionali per il paese – provocando il blackout. Le rilevazioni di Renesys hanno tuttavia precisato che la disconnessione di Canar Telecom è avvenuta circa 90 minuti dopo quella provocata dagli altri due provider Sudatel e Zain . Un dettaglio piuttosto sospetto. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • contenuto scrive:
    è da anni ormai che ho chiuso con google
    Ossia da quando hanno cercato di estorcermi il numero di cellulare o "quello di un tuo amico" per accedere ai loro servizi NSA-POWERED. No grazie.
  • Marco Spacone scrive:
    ve ne siete accorti adesso?
    La moneta di Internet è la nostra privacy. I tanti bei servizi "gratuiti" che ci danno li paghiamo con i nostri dati. E' inutile indignarsi per quel che fa Gmail, se qualcuno pensava di avere un servizio gratis è un vero ingenuo.
    • krane scrive:
      Re: ve ne siete accorti adesso?
      - Scritto da: Marco Spacone
      La moneta di Internet è la nostra privacy. I
      tanti bei servizi "gratuiti" che ci danno li
      paghiamo con i nostri dati. E' inutile indignarsi
      per quel che fa Gmail, se qualcuno pensava di
      avere un servizio gratis è un vero ingenuo.Da li' allo spionaggio insustriale pero'... In altri tempi si sarebbe dichiarato guerra per molto meno.
    • panda rossa scrive:
      Re: ve ne siete accorti adesso?
      - Scritto da: Marco Spacone
      La moneta di Internet è la nostra privacy. I
      tanti bei servizi "gratuiti" che ci danno li
      paghiamo con i nostri dati. E' inutile indignarsi
      per quel che fa Gmail, se qualcuno pensava di
      avere un servizio gratis è un vero
      ingenuo.E tu allora paga, e illuditi pure che pagando non vieni tracciato.
      • aphex_twin scrive:
        Re: ve ne siete accorti adesso?
        Quindi visto che i furti in casa c'erano , ci sono e sempre ci saranno, perché pagare per avere una serratura ? Tanto vale avere una tendina raccolta dallo smaltimento del tuo vicino.
  • Macdonald scrive:
    Gmail inutilizzabile
    Il problema con gmail é che blocca gli account chiedendo numeri telefonici.Con qualsiasi pretesto blocca l'acXXXXX, citando "attivitá sospette" e chiede un numero telefonico per lo sblocco. In realtá il numero di telefono viene venduto ai venditori di telemarketing, assieme alle mie mail. Cosí da potermi bombardare di pubblicitá per telefono.Questo avviene per "proteggere gli account" ed in caso di "attivitá sospette". In realtá é una truffa e l'unica attivitá sospetta notata é che uso un servizio senza che loro ci prendano dei soldi. La dimostrazione é che questa XXXXXXXta se la sono inventata loro e non si puó disabilitare.Dopo aver perso quattro account sono passato a yandex e ne sono felicissimo.
    • Ricky Portera scrive:
      Re: Gmail inutilizzabile

      Il problema con gmail é che blocca gli account
      chiedendo numeri
      telefonici.E solo cellulari. Numeri fissi non accettati. :
      Con qualsiasi pretesto blocca l'acXXXXX, citando
      "attivitá sospette" e chiede un numero telefonico
      per lo sblocco. In realtá il numero di telefono
      viene venduto ai venditori di telemarketing,
      assieme alle mie mail. Cosí da potermi bombardare
      di pubblicitá per
      telefono.
      Questo avviene per "proteggere gli account" ed in
      caso di "attivitá sospette". In realtá é una
      truffa e l'unica attivitá sospetta notata é che
      uso un servizio senza che loro ci prendano dei
      soldi. La dimostrazione é che questa XXXXXXXta se
      la sono inventata loro e non si puó
      disabilitare.
      Dopo aver perso quattro account Idem con patate. :-) Io di account ne ho sacrificati solo due. 8)Per la verità mi sembra che questa pratica l'abbiano molto attenuata, nel senso che il telefono lo chiedono sempre, ma non è più obbligatorio. Però con gli account residui che ancora gestisco non è che faccia granché, mentre gli altri due erano impegnati quotidianamente per il login a blogger, e quindi magari usano criteri diversi.
  • Enjoy with Us scrive:
    Veramente Gmail ha un ben altro problema
    Provate ad inviare un allegato eseguibile anche dentro un qualsiasi archivio zip, anche rinominando l'estensione del file... Gmail vi segherà l'allegato e senza neppure dirvelo, se volete che il file in questione arrivi dovete criptarlo (un file zip con password va benone) e questo per una supposta prevenzione delle infezioni!Cavolo segnalare che l'allegato eseguibile potrebbe essere causa di problemi o magari sottoporlo a scansione per evidenziare se ci sono minacce no? E addirittura andare a verificare il contenuto del file Zip anche se rinominato non è un tantino eccessivo?
    • nome e cognome scrive:
      Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
      Veramente gmail mi sembra abbia problemi ben più seri visto che io continuo a ricevere mail ovviamente destinata ad altre persone, e se degli inviti a cena possono anche fregarmene quando vedo fatture complete o dettagli di gare di appalto un po' mi preoccupo.
    • bubba scrive:
      Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Provate ad inviare un allegato eseguibile anche
      dentro un qualsiasi archivio zip, anche
      rinominando l'estensione del file... Gmail vi
      segherà l'allegato e senza neppure dirvelo, se
      volete che il file in questione arrivi dovete
      criptarlo (un file zip con password va benone) e
      questo per una supposta prevenzione delle
      infezioni!
      Cavolo segnalare che l'allegato eseguibile
      potrebbe essere causa di problemi o magari
      sottoporlo a scansione per evidenziare se ci sono
      minacce no? E addirittura andare a verificare il
      contenuto del file Zip anche se rinominato non è
      un tantino
      eccessivo?pratica antica.. e piu che eccessivo, e' triste... e' ovviamente fatta per "venire incontro alle limitate capacita' mentali" (cit.) dei win users. Come, in altro ambito, i bastion firewall degli ISP che filtrano le porte 135-139.
    • panda rossa scrive:
      Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Provate ad inviare un allegato eseguibile anche
      dentro un qualsiasi archivio zip, anche
      rinominando l'estensione del file... Gmail vi
      segherà l'allegato e senza neppure dirvelo, se
      volete che il file in questione arrivi dovete
      criptarlo (un file zip con password va benone) e
      questo per una supposta prevenzione delle
      infezioni!
      Cavolo segnalare che l'allegato eseguibile
      potrebbe essere causa di problemi o magari
      sottoporlo a scansione per evidenziare se ci sono
      minacce no? E addirittura andare a verificare il
      contenuto del file Zip anche se rinominato non è
      un tantino
      eccessivo?Magari fossero solo gli exe.Il problema c'e' anche coi com, coi bat, coi vbs, con tutte le estensioni che un certo sistema operativo di M-E-R-D-A considera eseguibili.In compenso non dice nulla riguardo a files .sh, .perl, .py, .tar.gz, .pkg, e tutte le varie estensioni dei paccketti...Basta usare un sistema operativo intelligente e gmail non ha nulla da obiettare.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Provate ad inviare un allegato eseguibile
        anche

        dentro un qualsiasi archivio zip, anche

        rinominando l'estensione del file... Gmail vi

        segherà l'allegato e senza neppure dirvelo,
        se

        volete che il file in questione arrivi dovete

        criptarlo (un file zip con password va
        benone)
        e

        questo per una supposta prevenzione delle

        infezioni!

        Cavolo segnalare che l'allegato eseguibile

        potrebbe essere causa di problemi o magari

        sottoporlo a scansione per evidenziare se ci
        sono

        minacce no? E addirittura andare a
        verificare
        il

        contenuto del file Zip anche se rinominato
        non
        è

        un tantino

        eccessivo?


        Magari fossero solo gli exe.Infatti non ho parlato di exe ma più genericamente di eseguibili!
        Il problema c'e' anche coi com, coi bat, coi vbs,
        con tutte le estensioni che un certo sistema
        operativo di M-E-R-D-A considera
        eseguibili.

        In compenso non dice nulla riguardo a files .sh,
        .perl, .py, .tar.gz, .pkg, e tutte le varie
        estensioni dei
        paccketti...
        Ah no prova a comprimere un eseguibile in un file .tar o .zip o .gz, puoi anche provare a rinominare l'estensione.... ma se non cripti l'allegato eseguibile non passa lo stesso!
        Basta usare un sistema operativo intelligente e
        gmail non ha nulla da
        obiettare.Beh è Gmail che opera certi controlli indesiderati, non windows!
        • panda rossa scrive:
          Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Ah no prova a comprimere un eseguibile in un
          file .tar o .zip o .gz, puoi anche provare a
          rinominare l'estensione.... ma se non cripti
          l'allegato eseguibile non passa lo
          stesso!Appena provato.Passa.
          Beh è Gmail che opera certi controlli
          indesiderati, non
          windows!Ma e' windows il target.L'eseguibile che ho appena compilato e che mi sono autospedito dopo averlo messo in un tar.gz, arriva tranquillamente.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
            https://code.google.com/p/googlebugs/issues/detail?id=126Forse che forse stai usando Windows ? :|Oh my God !!! Come mai usi Windows ? Non riesci a fare tutto, piú velocemente, piú semplicemente e con una singola fantomatica macro ?Se ne raccontano di favole dietro ad una tastiera mangiucchiata dai ratti , vero Branda Rossa ? :D
          • cicciobello scrive:
            Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
            Sai, vero, che su un sistema operativo serio il flag di eseguibile si può impostare come si vuole?
          • panda rossa scrive:
            Re: Veramente Gmail ha un ben altro problema
            - Scritto da: aphex_twin
            https://code.google.com/p/googlebugs/issues/detail

            Forse che forse stai usando Windows ? :|Certo che no.E' passato qualche annetto da quella segnalazione che tu hai evidenziato (di cui per altro non mi sono mai accorto che io uso gmail da parecchio e di tgz ne ho inviati e ricevuti a quintali).Ad ogni modo ho fatto una verifica e ti posso garantire (per quanto tu ti possa fidare di me) che .tgz o tar.gz riesco a mandarli e a riceverli.Invece files con estensioni subdole di winsozz, tra cui anche un file.reg, non sono inviabili con gmail.Peggio per chi usa winsozz, dico io.
  • bubba scrive:
    il giudice Luccio non e' quella
    il giudice Luccio non e' quella che ha firmato un pacco di ingiunzioni preliminari contro samsung, nella famosa battaglia Apple vs Samsung? gh...No, cmq ha un bel caratterino la tizia... in effetti quei kg di ads nella webmail sono fastidiosi... ma siam sicuri che non lo faccia praticamente OGNI webmail provider? Se considerata bad pratice dovrebbe essere piu espressamente indicata dalla legge, e cavata a tutti.
  • topolinik scrive:
    Ma non sarà che...
    Pensate che ironia del destino se i più grossi rompiscatole del pianeta Google se li ritrovasse in casa!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Altro che quei principianti che stanno a sindacare su dove hai la sede legale, dove vai a pagare le tasse sugli introiti che fai in un certo Paese...
  • Ignorante scrive:
    Solo gente ignorante non capisce...
    ... come funziona la posta, anche l'SMTP server che legge il from ed il to per consegnare la posta viola la privacy, ed anche lui è un softwareVogliamo parlare di spamassassin o di qualsiasi altro software antispam, e di quello che fanno per bloccare lo spam? Allora il client di posta che la legge tutta la posta? Vogliamo citare in giudizio anche quello? Connettevi con il telnet e parlate direttamente con i server, anzi no anche quello viola la vostra privacy, collegate il cavo di rete al vostro corpo ed inviati i bit sulla rete per poter leggere la posta.Tornare a zappare la terra che è meglio....
    • Andrea Goodguy scrive:
      Re: Solo gente ignorante non capisce...
      Vorrei far notare che tu ricadi nella categoria "Solo gente ignorante non capisce..." visto il tuo sproloquio. Non si parla di tutela della privacy, che è ovviamente un paliativo, ma di come un sistema usi quelle informazioni profilate per indirizzare spam pubblicitario mirato. Questo genera un potenziale giro di affarri, un introito che benchè potenziale è concretamente pagato da chi si affida a google per gli ads.Questo è il punto, violando la mia privacy la usi per far soldi. Qui allora la gente si sbigottisce. Se la frase sopra fosse stata solo : "violando la mia privacy la usano per farsi i fatti miei" non si sarebbe mosso un solo giudice "serio" xD
      • Panda Rosa scrive:
        Re: Solo gente ignorante non capisce...
        Se non ti piace, non lo usi. Non puoi obbligare una società a fare quello che vuoi te.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Solo gente ignorante non capisce...
          contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Panda Rosa

            Non puoi obbligare

            una società a fare quello che vuoi

            te.

            Se la società non rispetta la legge, posso eccome.Non solo puoi DEVI se non lo fai ti ritrovi con ICMESA ETERNIT e ILVA che dopo aver lucrato sulla pelle di tutti ti spiegano che il "wellfare" costa troppo e loro non ci vogliono mettere una lira....Ovviamente tutto questo viene spacciato per "liberalismo-economico"... come se il liberalismo consistesse nel guadagnare da ciò che è di tutti e addossare i costi alla collettività.C'è un altro termine per questa pratica e non è liberalismo si chiama rubare.E questo si trova scritto non nel capitale di Marx o nel manifesto del partito comunista ma nella ricchezza delle nazioni di Adam Smith..
          • Panda Rosa scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            Ah beh gmail è ILVA sono proprio uguali...
          • Leguleio scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            - Scritto da: Panda Rosa
            Ah beh gmail è ILVA sono proprio uguali...Certo che sono uguali: sono aziende.Entita' che esistono al solo scopo di produrre profitto per pochi (idealmente uno) a spese di molti (idealmente tutti gli altri).Simili abomini vanno tenuti costantemente sott'occhio......
          • Trollollero scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            - Scritto da: Panda Rosa
            Ah beh gmail è ILVA sono proprio uguali...Certo che sono uguali: sono aziende.Ovvero, entita' legali il cui solo e' unico scopo e' generare profitto in favore di pochi (i proprietari) a scapito di molti (tutti gli altri).Regolamentare severamente abomini del genere non solo e' giusto, e' doveroso....Ah, giusto per la cronaca: no, non credo minimamente al diritto alla "libera impresa" intesa come viene intesa ora e no, non credo nemmeno alla supposta (termine non causale) supremazia del privato nei confronti del pubblico.
          • Panda Rosa scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            Lo dici tu.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Solo gente ignorante non capisce...
            contenuto non disponibile
      • collione scrive:
        Re: Solo gente ignorante non capisce...
        la situazione è ridicola per vari motivi:1. parlano di privacy quando spiano tutti?2. gmail ha i suoi termini di servizio e, usandolo, li accetti3. ci sono già leggi che stabiliscono quando la profilazione diventa violazione ( es: ammassare per intero tutte le informazioni di un individuo )
      • dendra75 scrive:
        Re: Solo gente ignorante non capisce...
        Quando ho aperto la mia casella Gmail sapevo benissimo che i miei messaggi sarebbero stati "letti" da un software, alla ricerca di determinate parole chiave, allo scopo di fornirmi della pubblicità mirata (e non spam come sostieni tu). Quindi se lo sapevo a priori, e ho accettato queste condizioni, dove sta il problema?!! Non posso svegliarmi dopo anni e dire "non lo sapevo", "non voglio che i miei messaggi siano 'spiati'" ecc.Scusate, posso usufruire IMHO del miglior servizio di posta del mondo gratuitamente, ricevo della pubblicità che sono quasi certo che mi possa interessare (mirata appunto) e allora? Di che accidenti mi dovrei lamentare?!! Preferite la pubblicità (in questo caso SPAM) cartacea che vi trovate nella cassetta delle lettere condominiale? Tipo la gita sul lago con annessa vendita di batterie di pentole, tanto per fare un esempio? Io non capisco questi paranoici che vedono cospirazioni ovunque. Violano la tua privacy (quale violazione? Gli hai dato tu il consenso!!!) per fare soldi? In quale modo dovrebbero coprire le spese di tutta la struttura (che milioni di persone utilizzano gratuitamente?) Ad ogni modo, se non vi piace, non volete che i vostri messaggi siano "spiati" (non li legge nessun essere umano!!! E' un software!) usate pure un altro servizio, ma non rompete le balle al resto del mondo, che poi ci tocca pagare anche quello che è sempre stato gratis per colpa delle vostre paranoie, cari teorici della cospirazione. (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 settembre 2013 23.29-----------------------------------------------------------
        • Izio01 scrive:
          Re: Solo gente ignorante non capisce...
          - Scritto da: dendra75
          Quando ho aperto la mia casella Gmail sapevo
          benissimo che i miei messaggi sarebbero stati
          "letti" da un software, alla ricerca di
          determinate parole chiave, allo scopo di fornirmi
          della pubblicità mirata (e non spam come sostieni
          tu). Quindi se lo sapevo a priori, e ho accettato
          queste condizioni, dove sta il problema?!! Non
          posso svegliarmi dopo anni e dire "non lo
          sapevo", "non voglio che i miei messaggi siano
          'spiati'" ecc.
          (...)Concordo su tutto, e aggiungo che dove c'è una pubblicità mirata, Google ti mette il link "Why this ad?" con le istruzioni per disabilitare la funzionalità.Se penso ai giochi - giochi PAGATI - di Square Enix o Ubisoft, dove nella EULA c'è scritto che all'interno del gioco si potrà ricevere pubblicità contestualizzata e senza possibilità di opt-out, mi viene da pensare che questa class action miri solo a racimolare qualche soldo.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Solo gente ignorante non capisce...
      contenuto non disponibile
    • t a n y s t r o p h e u s scrive:
      Re: Solo gente ignorante non capisce...
      - Scritto da: Ignorante
      ... come funziona la posta, anche l'SMTP server
      che legge il from ed il to per consegnare la
      posta viola la privacy, ed anche lui è un
      softwareVerissimo. Ma questo viene fatto per espletare la funzione del server stesso, cioe` smistare la posta. Stesso discorso per spamassassin.Google non legge From e To delle email per gestire la posta, ma per un fine (piu` o meno biasimabile) di somministrare pubblicita`, che non c'entra con il servizio di posta.Mi pare che, tra le altre cose, il giudice osservi che tale finalita` non sia ben evidenziata.
  • Ricky Portera scrive:
    Che eleganza!
    Che eleganza, e che rispetto per le azioni di classe, definire "un manipolo di cittadini della Rete" tutti quelli che hanno protestato per quella pratica di Google.La prossima volta che ci sarà un'azione di classe, magari contro Apple, scriverà "un'accozzaglia di cittadini", "una posse". Siamo lì...
  • pippoplutop aperino scrive:
    Mi meraviglio..
    ..di chi si meraviglia!!
Chiudi i commenti