In Thailandia il web è sotto assedio

Ma la giunta militare vuol far credere di essere vittima di aggressioni verbali. E così spiega l'oscuramento o il sequestro di decine di migliaia di siti web. La rete in Thailandia è a rischio

Roma – Il governo militare instauratosi in Thailandia dopo il golpe dello scorso settembre sta alzando il tiro per “correggere” il modo in cui gli utenti Internet thailandesi sfruttano la rete per dire la propria: dallo scorso ottobre ad oggi il numero dei siti ai quali gli utenti non possono accedere, perché sgraditi al regime, ha raggiunto proporzioni notevolissime. Si parla di un totale di quasi 50mila siti bloccati .

Come sottolineava qualche giorno fa FACT – Freedom Against Censorship Thailand , questi numeri si raggiungono perché il ministero dell’Informazione e della Comunicazione ne blocca oggi circa 13.450 mentre la polizia militare ha ammesso di oscurarne più di 32mila.

I dati della FACT stanno facendo il giro del mondo in questi giorni, ripresi da blogger locali e considerati emblema del giro di vite sulle libertà civili disposto dal nuovo governo e implementato di giorno in giorno in televisione , sulla stampa e su Internet.

FACT, che già lo scorso novembre aveva denunciato la situazione paradossale del blocco di siti pornografici o schierati politicamente, ora sottolinea che né il Ministero né la polizia si degnano di far sapere quali sono i siti bloccati e perché vengono bloccati , un mutismo che genera naturalmente ogni sorta di speculazione sulle ragioni dietro questa censura di massa.

Alcuni blogger evidenziano come l’accelerazione sul fronte della censura web decisa dal Ministero thailandese sia stata in qualche modo giustificata dal- l’ attacco che le nuove istituzioni del paese si troverebbero a fronteggiare in rete. C’è anche chi pensa che il prossimo passo sarà perseguire il legalmente gli autori thailandesi di siti sgraditi, come già avviene in molti altri paesi che hanno adottato forme di censura di massa per “ragion di stato”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Morpheus61 scrive:
    NON SOLO RICARICHE
    Non parliamo solo di ricariche visto che in italia esiste anche un'altra fregatura, forse ancora maggiore dei costi di ricarica.Sapete tutti benissimo che ogni piano tariffario presenta costi diversi a seconda che si chiami un telefono facente parte del proprio operatore o di operatore diverso, nel secondo caso i costi sono nettamente superiori,ora grazie alla tanto pubblicizzata portabilità del numero, ci troviamo nella condizione di non sapere mai a quale operatore appartiene il numero che stiamo chiamando, il risultato è che è impossibile sapere quanti soldi stiamo spendendo per una telefonata.La portabilità del numero che ci è stata proposta come una comodità non è altro che un modo per spillarci dei soldi senza che noi possiamo controllare.Quindi ben venga l'abolizione dei costi di ricarica , ma sarebbe il caso che il governo intervenisse anche su questo problema che sicuramente fà guadagnare le compagnie telefoniche molto di più dei costi delle ricariche ed è non controllabile per il cliente, dato che è impossibile risalire all'operatore del numero che si sta chiamando dal prefisso come si faceva una volta.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SOLO RICARICHE
      - Scritto da: Morpheus61
      Non parliamo solo di ricariche visto che in
      italia esiste anche un'altra fregatura, forse
      ancora maggiore dei costi di
      ricarica.
      Sapete tutti benissimo che ogni piano tariffario
      presenta costi diversi a seconda che si chiami un
      telefono facente parte del proprio operatore o di
      operatore diverso, nel secondo caso i costi sono
      nettamente superiori,ora grazie alla tanto
      pubblicizzata portabilità del numero, ci troviamo
      nella condizione di non sapere mai a quale
      operatore appartiene il numero che stiamo
      chiamando, il risultato è che è impossibile
      sapere quanti soldi stiamo spendendo per una
      telefonata.
      La portabilità del numero che ci è stata proposta
      come una comodità non è altro che un modo per
      spillarci dei soldi senza che noi possiamo
      controllare.
      Quindi ben venga l'abolizione dei costi di
      ricarica , ma sarebbe il caso che il governo
      intervenisse anche su questo problema che
      sicuramente fà guadagnare le compagnie
      telefoniche molto di più dei costi delle
      ricariche ed è non controllabile per il cliente,
      dato che è impossibile risalire all'operatore del
      numero che si sta chiamando dal prefisso come si
      faceva una
      volta.Ogni compagnia telefonica ha un metodo per sapere di che operatore fa parte il numero che si sta chiamando. Per esempio per la Vodafone è possibile aggiungere 456 al numero che vuoi chiamare e ti risponderà la voce automatica cominucandoti se il numero che hai selezionato fa parte della clientela Vodafone o meno.
      • Morpheus61 scrive:
        Re: NON SOLO RICARICHE
        - Scritto da:

        - Scritto da: Morpheus61

        Non parliamo solo di ricariche visto che in

        italia esiste anche un'altra fregatura, forse

        ancora maggiore dei costi di

        ricarica.

        Sapete tutti benissimo che ogni piano tariffario

        presenta costi diversi a seconda che si chiami
        un

        telefono facente parte del proprio operatore o
        di

        operatore diverso, nel secondo caso i costi sono

        nettamente superiori,ora grazie alla tanto

        pubblicizzata portabilità del numero, ci
        troviamo

        nella condizione di non sapere mai a quale

        operatore appartiene il numero che stiamo

        chiamando, il risultato è che è impossibile

        sapere quanti soldi stiamo spendendo per una

        telefonata.

        La portabilità del numero che ci è stata
        proposta

        come una comodità non è altro che un modo per

        spillarci dei soldi senza che noi possiamo

        controllare.

        Quindi ben venga l'abolizione dei costi di

        ricarica , ma sarebbe il caso che il governo

        intervenisse anche su questo problema che

        sicuramente fà guadagnare le compagnie

        telefoniche molto di più dei costi delle

        ricariche ed è non controllabile per il cliente,

        dato che è impossibile risalire all'operatore
        del

        numero che si sta chiamando dal prefisso come si

        faceva una

        volta.

        Ogni compagnia telefonica ha un metodo per sapere
        di che operatore fa parte il numero che si sta
        chiamando. Per esempio per la Vodafone è
        possibile aggiungere 456 al numero che vuoi
        chiamare e ti risponderà la voce automatica
        cominucandoti se il numero che hai selezionato fa
        parte della clientela Vodafone o
        meno.Questo è vero ma bisogna ammettere che non è una procedura comoda e trasparente, in oltre è anche poco pubblicizzata dato che a nessun operatore fà comodo che la gente sappia che operatore si sta chiamando, sarebbe opportuno che questo servizio fosse automatico in modo che ci sia più trasparenza,ma quasto non conviene alle compagnie dato che in questo modo riescono a guadagnare molto di più.Un altra soluzione potrebbe essere, che non ci sia differenza se si sta chiamando il proprio o un altro operatore, ma anche questa è una soluzione che alle compagnie non conviene,in ogni caso il modo di operare delle compagnie telefoniche non brilla certo di trasparenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SOLO RICARICHE
      sia con la tim che con la vodafone (con gli altri gestori non lo so ma forse sarà uguale) se fai 456 prima del numero da chiamare ti dicono se il numero è o non dello stesso operatore...
      • Morpheus61 scrive:
        Re: NON SOLO RICARICHE
        - Scritto da:
        sia con la tim che con la vodafone (con gli altri
        gestori non lo so ma forse sarà uguale) se fai
        456 prima del numero da chiamare ti dicono se il
        numero è o non dello stesso
        operatore...Qesto lo sò ma come ho scritto prima non è una procedura trasparente, dato che poca gente la conosce, e soprattutto pocchissima gente la usa dato che non è comoda, sarebbe opportuno che la cosa fosse automatica sempre ,ovvero che prima di ogni telefonata un avviso automatico dicesse quale operatore si sta chiamando e questo senza la necessità di inserire il 456 prima del numero,in questo modo si avrebbe una gestione più trasparente delle telefonate, ma questo non conviene alle compagnie telefoniche, dato che in questo modo riescono a drenare molti più soldi agli utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SOLO RICARICHE
      Non è cosi per tutti gli operatori...Vai a guardare le tariffe della Wind e vedrai che non fa "discriminazioni" per gli operatori diversi da Wind...E se proprio vuoi vedere l'operatore di appartenenza basta anteporre 456 al numero da verificare.. Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: NON SOLO RICARICHE
        Menomale che non lo sapeva nessuno :D
      • Morpheus61 scrive:
        Re: NON SOLO RICARICHE
        - Scritto da:
        Non è cosi per tutti gli operatori...
        Vai a guardare le tariffe della Wind e vedrai che
        non fa "discriminazioni" per gli operatori
        diversi da
        Wind...
        E se proprio vuoi vedere l'operatore di
        appartenenza basta anteporre 456 al numero da
        verificare..
        SalutiQuesto non modifica il problema, il fatto che un operatore non preveda differenze tra chiamate a suoi numeri e chiamate a numeri di altri operatori,non elimina il fatto che gli altri lo facciano in maniera non molto trasparente, quanto al numero 456 da anteporre al numero chiamato è solo un mezzo abbastanza scomodo per raggiungere un informazione che dovrebbe essere data in automatico solo componendo il numero da chiamare.Questa è mancata trasparenza e questo modo di operare non avviene solo per la portabilità del numero am anche in altri campi che riguardano al telefonia mobile, ad esempio anche nella pubblicità che le compagnie telefoniche fanno esiste poca trasparenza, tutte quelle campagne pubblicitarie dove si usano le parole "gratis","per sempre" sono poco trasparenti dato che poi andando a leggere bene le condizioni si scopre che "gratis" e "per sempre" non sono, dato che comunque prevedono ad esempio lo scatto alla risposta o limitazioni di tempo, ora nessuno pretende che le compagnie forniscano un servizio totalmente gratuito dato che comunque devono guadagnare, ma almeno si dovrebbe pretendere che quando si fà una campagna pubblicitaria i limiti del gratis ovvero scatto alla risposta e tempo della chamata dovrebbero essere almeno evidenziati come viene evidenziata la parola gratis e non relegate a scritte minuscole che passano velocemente sotto lo schermo.Molte campagne promozionali sembrano soprattutto trappole per allocchi, quindi và bene intervenire su cose evidenti come i costi di ricarica ma si dovrebbe intervenire anche su aspetti molto meno evidenti ma che se analizzati hanno un peso molto maggiore su quanto gli utenti spendono per telefonare,e questo non per penalizzare le compagnie ma per creare quel clima di trasparenza che nella telefonia mobile in questo momento non esiste.E questo lo dico non per partito preso contro le compagnia dato che io ho 4 schede,una per ogni operatore,ma semplicemente perche mi sembra che in questo campo ci sia molta poca informazione da parte delle compagnie.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2007 11.06-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SOLO RICARICHE
      ciao..sono perfettamente d'accordo con quasi tutto quello ke hai detto tranne ke x una cosa...non è assolutamente vero ke è impossibile risalire al gestore di un dato numero di telefono...tent'è vero ke basta digitare 456" prima del numero di tel e prima ke parta la telefonata 6 in grado di sapere esattamente qual'è il gestore!saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: NON SOLO RICARICHE
      INFORMATI prima di accusare gli altri di cose che non sono vere .Con TIM basta anteporre al numero da chiamare il 4884 oppure il 456 per sapre gratuitamente se l'operatore è TIM o meno, così facendo non fai partire la telefonata ma usufruisci di un servizio.
  • Anonimo scrive:
    e la TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA?
    Recita il nostro presidente:"IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAVisti gli articoli...(bla bla bla)...; Ritenuta la straordinaria necessità ed urgenza di rimuovere ostacoli allo sviluppo economico e di adottare misure a garanzia dei diritti dei consumatori; Ritenuta, altresì, la straordinaria necessità ed urgenza di intervenire per rendere più concorrenziali gli assetti del mercato e favorire la crescita della competitività del sistema produttivo nazionale , assicurando il rispetto dei principi comunitari; Vista la deliberazione del Consiglio.... (bla bla bla).Ecco la mia ultima bolletta aziendale:http://img214.imageshack.us/img214/3381/01612am7.jpg :@
    • Anonimo scrive:
      Re: e la TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIV
      - Scritto da:
      Recita il nostro presidente:

      "IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
      Visti gli articoli...(bla bla bla)...; Ritenuta
      la straordinaria necessità ed urgenza di
      rimuovere ostacoli allo sviluppo economico
      e di adottare misure a garanzia dei diritti dei
      consumatori; Ritenuta, altresì, la straordinaria
      necessità ed urgenza di intervenire per rendere
      più concorrenziali gli assetti del mercato e
      favorire la crescita della competitività del
      sistema produttivo nazionale , assicurando il
      rispetto dei principi comunitari; Vista la
      deliberazione del Consiglio.... (bla bla
      bla).

      Ecco la mia ultima bolletta aziendale:

      http://img214.imageshack.us/img214/3381/01612am7.j

      :@Trovo giusta l'osservazione!!! Ma solo per gli enti esempio pubblici che non possono scaricare le spese sostenute!I privati aziendali se non sbaglio compreso te possono scaricare la tassa governativa!
      • Anonimo scrive:
        Re: e la TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIV
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Recita il nostro presidente:



        "IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

        Visti gli articoli...(bla bla bla)...; Ritenuta

        la straordinaria necessità ed urgenza di

        rimuovere ostacoli allo sviluppo
        economico

        e di adottare misure a garanzia dei diritti dei

        consumatori; Ritenuta, altresì, la straordinaria

        necessità ed urgenza di intervenire per rendere

        più concorrenziali gli assetti del mercato e

        favorire la crescita della competitività del

        sistema produttivo nazionale , assicurando il

        rispetto dei principi comunitari; Vista la

        deliberazione del Consiglio.... (bla bla

        bla).



        Ecco la mia ultima bolletta aziendale:




        http://img214.imageshack.us/img214/3381/01612am7.j



        :@

        Trovo giusta l'osservazione!!! Ma solo per gli
        enti esempio pubblici che non possono scaricare
        le spese
        sostenute!
        I privati aziendali se non sbaglio compreso te
        possono scaricare la tassa
        governativa!E' detraibile al 50%, quindi il tuo discorso non ha senso.Ma non avrebbe senso nemmeno se fosse stata detraibile al 100%.Non vedo il motivo per cui la persona fisica titolare dell'azienda debba sostenere le spese aziendali finanziando di tasca propria, stiamo scherzando?Tornando in topic, la tassa di concessione governativa è solo una italianata bella e buona! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: e la TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIV
      e il bollo sul c/c?ed il bollo sul dossier titoli?ed il bollo su ogni documento del cacchio?e le accise?ecc.
  • Mijato scrive:
    Le policy aziendali
    Faccio un paragone con l'estero dove per lavoro mi reco spesso, soprattutto in USA, e devo dire che le grandi compagnie (multinazionali o meno) qui da noi hanno una pessima reputazione. Guardate i commenti a questa notizia: quanti ipotizzano una fregatura nascosta o che le telco troveranno comunque il modo di mettercelo in ... tasca!E probabilmente sarà pure così, perchè da noi (sarà la mancanza delle class actions?) l'utente esce sempre scontento ma le grandi compagnie prosperano. Sarà la mancanza di concorrenza "vera" (in molti settori c'è monopolio, oligopolio o comunque un cartello), sarà l'abitudine delle grandi aziende a chiedere tanto senza dare un granchè, sarà l'abitudine del cliente a scegliere il meno peggio o non avere scelta del tutto. Però che tristezza...
  • Anonimo scrive:
    non limitiamoci ai costi di ricarica.
    Perchè non abolire per decreto legge anche i costi proprio delle telefonate?tutti felici come pasque saremmo.ma come cz. fa lo stato a permettersi di intervenire nei rapporti tra un fornitore di servizio e gli utenti?con quale criterio?se i costi di ricarica erano messi a bilancio dagli operatori, essi li compenseranno semplicemente aumentando le tariffe, così chi telefona di più sarà il più tartassato.O pensate forse che gli operatori si limiteranno a incassare la perdità?Siamo proprio un paese di cucù dove il governo per rendersi simpatico fa cose di questo tipo e la gente abbocca come pesci.
    • reXistenZ scrive:
      Re: non limitiamoci ai costi di ricarica

      Perchè non abolire per decreto legge anche i
      costi proprio delle
      telefonate?
      tutti felici come pasque saremmo.
      ma come cz. fa lo stato a permettersi di
      intervenire nei rapporti tra un fornitore di
      servizio e gli
      utenti?
      con quale criterio?http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1473614&r=Telefonia
    • Anonimo scrive:
      Re: non limitiamoci ai costi di ricarica
      - Scritto da:
      Perchè non abolire per decreto legge anche i
      costi proprio delle
      telefonate?
      tutti felici come pasque saremmo.
      ma come cz. fa lo stato a permettersi di
      intervenire nei rapporti tra un fornitore di
      servizio e gli
      utenti?
      con quale criterio?
      se i costi di ricarica erano messi a bilancio
      dagli operatori, essi li compenseranno
      semplicemente aumentando le tariffe, così chi
      telefona di più sarà il più
      tartassato.
      O pensate forse che gli operatori si limiteranno
      a incassare la
      perdità?
      Siamo proprio un paese di cucù dove il governo
      per rendersi simpatico fa cose di questo tipo e
      la gente abbocca come
      pesci.Ti sei dimenticato di dire che è un governo comunista, che lo stato non può interferire nelle libere imprese ecc. ecc....
      • Anonimo scrive:
        Re: non limitiamoci ai costi di ricarica

        Ti sei dimenticato di dire che è un governo
        comunista, che lo stato non può interferire nelle
        libere imprese ecc.
        ecc....Dimenticavo: anche io sono un comunista dato che non la penso come te...
    • Anonimo scrive:
      Re: non limitiamoci ai costi di ricarica.
      Se non ti va bene....quando ricarichi i classici 5 euro puoi sempre darli in beneficenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: non limitiamoci ai costi di ricarica
      .....si è vero siamo gli ultimi cucù che in europa pagano i costi di ricarica.....quindi cucù parla per te...simpatico
  • seguso scrive:
    Il modo di favorire il consumatore...
    A mio modesto parere, il modo giusto di favorire il consumatore non è porre limitazioni alle tariffe, ma favorire la concorrenza, eliminando le barriere all'ingresso.In questo caso, i gestori telefonici aboliranno lo scatto alla risposta e alzeranno le tariffe o faranno sconti per chi ricarica di più, e saremo punto e daccapo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2007 12.53-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    recesso ADSL
    buongiorno,sbaglio o nel pacchetto di liberalizzazioni di Bersani c'e' anche la possibilita' di recedere da un contratto ADSL prima della sua scadenza?Ne sapete qualcosa,grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: recesso ADSL
      E' proprio così, se ne è parlato molto meno, ma forse alle compagnie dà ancora più fastidio questo provvedimento rispetto alle ricariche.Purtroppo non so dirti le modalità, ed eventuale retroattività.
      • Anonimo scrive:
        ... continua
        rileggendo meglio ho visto che se ne parla nel terzo comma
      • Anonimo scrive:
        Re: recesso ADSL
        A quanto pare, la liberazione dal vincolo di pagare tutte le rate residue in caso di recesso, e la possibilità di recedere con preavviso massimo di 30 giorni anzichè gli attuali 2 mesi vale:- da subito per i contratti stipulati successivamente all'entrata in vigore del decreto.- al massimo dopo 60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto per tutti gli altri contratti.Era ora!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: recesso ADSL
          Siccome questo mi interessa in modo particolare (Tiscali ADSL mi ha fatto riscoprire le gioie del 56k...) e ho sempre avuto difficoltà a leggere il linguaggio giuridico, potete confermarmi che se ho stipulato il contratto adsl a dicembre 2006 potrò disdirlo ed evitare di pagare le rate aggiuntive al massimo dopo il 3 aprile 2007???Grazie!- Scritto da:
          A quanto pare, la liberazione dal vincolo di
          pagare tutte le rate residue in caso di recesso,
          e la possibilità di recedere con preavviso
          massimo di 30 giorni anzichè gli attuali 2 mesi
          vale:
          - da subito per i contratti stipulati
          successivamente all'entrata in vigore del
          decreto.
          - al massimo dopo 60 giorni dalla data di entrata
          in vigore del decreto per tutti gli altri
          contratti.

          Era ora!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: recesso ADSL
          Ma scusate, il decreto recita:"I contratti per adesione stipulati con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, devono prevedere la facoltà del contraente di recedere dal contratto o di trasferirlo presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi delloperatore e non possono imporre un obbligo di preavviso superiore a trenta giorni. Le clausole difformi sono nulle, fatta salva la facoltà degli operatori di adeguare alle disposizioni del presente articolo i rapporti contrattuali già stipulati alla data di entrata in vigore del presente decreto entro i successivi sessanta giorni."Ma vi chiedo di soffermarvi sul que "FATTA SALVA", che io interpreto in "E' FACOLTA' DEGLI OPERATORI DI ADEGUARE O MENO I CONTRATTI GIA' STIPULATI ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE DECRETO."O sto interpretando male???
  • Strappapanni scrive:
    E gli scatti alla risposta?
    Questo provvedimento populista, sicuramente utile in regime di finta concorrenza fra gli operatori, mi lascia con un timore (quello che aumentino le tariffe) e con una nuova domanda:Perché non abolire per decreto anche gli scatti alla risposta?Mi direte: ma non ti basta mai nulla, sta zitto e prenditi quello che arriva (per inciso i costi di ricarica non gli ho mai pagati perché il mio operatore per alcune ricariche non chiede commissione)!E invece questo problema non mi sembra da meno.Un tempo, quando le centrali collegavano due utenti con complesse sequenze di attuatori elettromeccanici, una buona parte di costi di mantenimento era determinata dall'usura di questi apparati che funzionavano solo al momento della connessione.Adesso le centraline elettroniche non risentono più di questo problema e i costi delle telefonate sono determinati soprattutto dall'occupazione della banda, proporzionale quindi al tempo di connessione.Questa considerazione non vi pare sufficiente per rinnovare la mobilitazione per l'abolizione di questo odioso balzello?!
    • Anonimo scrive:
      Re: E gli scatti alla risposta?
      Giusto, ben detto!Pensa un pò, io ho x il telefono di casa Wind 1088 Light (scelto xchè senza scatto alla risposta anche per i cellulari).Dopo circa un anno dall'attivazione le condizioni sono cambiate: arrivato lo scatto alla risposta x i cellulari :@
    • Anonimo scrive:
      Re: E gli scatti alla risposta?
      Sono pienamente d'accordo con te. E' ora di finirla anche con gli scatti alla risposta!E sono anche d'accordo che il provvedimento è zoppo: manca purtroppo un sistema per garantire che le compagnie telefoniche non facciano il "trucchetto" (ma sono pronto a scommettere che lo faranno) di aumentare le tariffe per "compensare" l'abolizione del costo di ricarica e per continuare così a guadagnare miliardi ingiustificatamente, facendoci fessi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E gli scatti alla risposta?
      scegli un profilo tariffario senza scatto alla risposta, io per esempio uso tim 0 scatti...
  • Anonimo scrive:
    E' solo l'ennesima bufala.....
    E secondo voi ci levavano le ricariche così....x farci un regalo???Come sempre nel paese dei mandolini e dei maccaroni....ecco la magagna che come sempre le fervide menti delle compagnie telefoniche italiote si sono inventate.....Se voi fate una ricarica 3....per es.....NON PAGATE IL COSTO DELLA RICARICA....nel senso che se comprate una ricarica da 20 euro...vi danno:15 euro di ricarica del tel5 euro di navigazione web via UMTStotale sono sempre 20 euro.....MA:la navigazione è COSI' LENTA E COSI' POCO UTILIZZATA CHE I 5 euro pagati finiscono nel nulla......E così......voila'....e come se pagaste 20 euro e ne avete sempre e solo 15!!!L'italica virtù del fottere il prossimo è mantenuta....la legge è rispettata e il cliente è fregato.....SIAMO ALLE SOLITE....CALIMERO.....
    • magobone scrive:
      Re: E' solo l'ennesima bufala.....
      E' proprio così. Quando ho effettuato l'ultima ricarica (un mesetto fa) appariva la scritta secondo la quale "ottieni credito da spendere sul portale tre pari al costo di ricarica". Ora hanno cambiato la scritta in:"La ricarica standard non ha più il classico costo di ricarica ma tanti contenuti dal Pianeta 3"Signori della TRE, spero vivamente che gli altri operatori si comportino in maniera diversa e aboliscano i costi di ricarica...così vi lascerò per sempre. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' solo l'ennesima bufala.....
      Ma di che parli ?Questa era un'offerta 3, prima che entrasse in vigore il decreto.Non c'entra niente con quello di cui si parla qui.LEGGITI LA NORMA.- Scritto da:
      E secondo voi ci levavano le ricariche così....x
      farci un regalo???Come sempre nel paese dei
      mandolini e dei maccaroni....ecco la magagna che
      come sempre le fervide menti delle compagnie
      telefoniche italiote si sono
      inventate.....
      Se voi fate una ricarica 3....per es.....NON
      PAGATE IL COSTO DELLA RICARICA....nel senso che
      se comprate una ricarica da 20 euro...vi
      danno:
      15 euro di ricarica del tel
      5 euro di navigazione web via UMTS
      totale sono sempre 20 euro.....
      MA:
      la navigazione è COSI' LENTA E COSI' POCO
      UTILIZZATA CHE I 5 euro pagati finiscono nel
      nulla......
      E così......voila'....e come se pagaste 20 euro e
      ne avete sempre e solo
      15!!!
      L'italica virtù del fottere il prossimo è
      mantenuta....la legge è rispettata e il cliente è
      fregato.....
      SIAMO ALLE SOLITE....CALIMERO.....
  • Max-B scrive:
    E i soldi che abbiamo speso?
    E i soldi che abbiamo speso fino ad oggi per le ricariche telefoniche?Max-B
    • Anonimo scrive:
      Re: E i soldi che abbiamo speso?
      Incul.....Risposta breve e concisa.Non c´e´ niente da fare!
    • Anonimo scrive:
      Re: E i soldi che abbiamo speso?
      - Scritto da: Max-B
      E i soldi che abbiamo speso fino ad oggi per le
      ricariche
      telefoniche?

      Max-B
      Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato e scurdammose o' passato. Simmu napule paisa' Te' capì?
  • Anonimo scrive:
    Ricarica DIGITALE TERRESTRE
    Secondo voi il decreto si può applicare anche alle ricariche del digitale terrestre e alla scadenza della tessera?
    • Strappapanni scrive:
      Re: Ricarica DIGITALE TERRESTRE
      Si può applicare a tutto e a niente...Come tutti i provvedimenti demagocici privi di concretezza ;)
    • danieleMM scrive:
      Re: Ricarica DIGITALE TERRESTRE

      Secondo voi il decreto si può applicare anche
      alle ricariche del digitale terrestre e alla
      scadenza della
      tessera?dall'articolo: "..è vietata, da parte degli operatori della telefonia mobile, l'applicazione di costi fissi e di contributi per la ricarica..." specifica telefonia mobilee non credo che il digitale terrestre rientri nella categoria...leggete l'articolo prima di far domande
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricarica DIGITALE TERRESTRE
      no, sarebbe una ritorsione degli sporchi comunisti contro il capo dell'opposizione ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricarica DIGITALE TERRESTRE
        Che hai da dire sui comunisti, gli unici che vogliono il bene della gente??Sporco semmai è il capo ( per poco ancora..) dell'opposizione che sta lì da anni senza meriti e con un'ondata di scheletri nell'armadio!Vergogna..
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricarica DIGITALE TERRESTRE
      infatti dite che si può applicare anche qui?
  • Anonimo scrive:
    Era ora!
    L'abolizione dei costi di ricarica pone fine ad una anomalia tutta italiana. Le compagnie si sono fin troppo arricchite, anche sul fatto che il credito dopo un anno "scade": chissa quante persone soprattutto anziane sono state fregate.Adesso se vorranno far sconti o promozioni su chi ricarica di + benissimo: le tariffe difficilmente saranno rialzate ormai, ma finalmente se ricaricherò 25 euro saranno tutti di traffico!Maxscom.
  • Anonimo scrive:
    Succederà come in Francia
    Al prossimo rialzo dei prezzi nasceranno delle offerte con sconti per chi ricarica di più e tutto tornerà ad essere come prima.L'abolizione dei costi di ricarica è una mossa stupida, o demagogica, o una combinazione delle 2.
    • Anonimo scrive:
      Re: Succederà come in Francia
      - Scritto da:
      Al prossimo rialzo dei prezzi nasceranno delle
      offerte con sconti per chi ricarica di più e
      tutto tornerà ad essere come
      prima.
      L'abolizione dei costi di ricarica è una mossa
      stupida, o demagogica, o una combinazione delle
      2.QUOTO al 100%.E´ che spendere gli stessi 100 euro sapendo che non hai costi di ricarica da´ un senso di "sicurezza" al cliente.Pero´ gira e rigira lo stesso cliente prende sempre la solita inc..ata! E pure a secco.
    • Angelone scrive:
      Re: Succederà come in Francia
      Ma non vi va mai bene nulla eh?
    • danieleMM scrive:
      Re: Succederà come in Francia

      Al prossimo rialzo dei prezzi nasceranno delle
      offerte con sconti per chi ricarica di più e
      tutto tornerà ad essere come
      prima.
      L'abolizione dei costi di ricarica è una mossa
      stupida, o demagogica, o una combinazione delle
      2.i contratti telefonici non scadonoè sufficiente non cambiarli!possono anche alzare le tariffe del 10000%se io mi tengo la mia vecchia tariffa mi tengo pure i costi associati alla vecchia tariffala gente abbocca a "offerte con sconti per chi ricarica di più" ? beh.. chi ci abbocca è un allocco.. e forse si merita di pagare di piùnon vedo perché sputare su qualcosa di positivosiamo noi che decidiamo alla fine! basta saper ragionare un brigiolo e saper fare qualche rinuncia subito per aver di meglio dopoma pare sia qualcosa di troppo complesso per l'italiano medio..
      • Anonimo scrive:
        Re: Succederà come in Francia

        ma pare sia qualcosa di troppo complesso per
        l'italiano
        medio..Già gli itagliani 2 neuroni: 1 per la squadra del cuore e l'altro per le gambe delle veline.
  • Anonimo scrive:
    Vittoria Importante
    Le compagnie telefoniche probabilmente faranno ricorso in quanto questa legge ostacola il libero mercato.Cmq è una buona cosa visto che adesso il mio credito è di 0,84 . Ci sarà un sicuro innalzamento delle tariffe che potrà cmq essere bloccato da qualche associazione di consumatori.
  • Anonimo scrive:
    Hanno mollato il colpo troppo presto ...
    ... per non esserci l'inc***ta! :o
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno mollato il colpo troppo presto
      - Scritto da:
      ... per non esserci l'inc***ta!
      :oQUOTO.In Italia c´e´ sempre l´inc...ta !E, sempre in italia, uno e´ furbo quando e´ parte attiva e non passiva.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno mollato il colpo troppo presto
      1 di scatto alla risposta ;)
  • Alessandrox scrive:
    Ho come l' impressione....
    Che in qualche modo, prima o poi, vorranno rivalersi su qualcu£o...Spero rimanga solo un impressione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho come l' impressione....
      - Scritto da: Alessandrox
      Che in qualche modo, prima o poi, vorranno
      rivalersi su
      qualcu£o...
      Spero rimanga solo un impressione.Io la stessa impressione.È un gruzzoletto troppo ingente e allettante perché vi rinuncino così, senza battere ciglio.Dagli qualche mese di tempo e vedi come aumenteranno le tariffe, e tanto per cambiare, dato che siamo in regime di libero mercato, di tutti gli operatori, alla stessa maniera, alla faccia dell'Anti-Trust.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho come l' impressione....

        Dagli qualche mese di tempo e vedi come
        aumenteranno le tariffe, e tanto per cambiare,
        dato che siamo in regime di libero mercato, di
        tutti gli operatori, alla stessa maniera, alla
        faccia
        dell'Anti-Trust.Non sapevo avessimo l'antitrust in itaglia
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho come l' impressione....
      Io invece ho come l'impressione che questi delle compagnie telefoniche in tutti questi anni abbiano sondato il mio deretano con i piu' disparati strumenti di dolore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho come l' impressione....
        non credo possano far sparire piani teriffari consolidati nel tempo..almeno spero...però da qualche parte vorrano rifarsi.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho come l' impressione....
          - Scritto da:
          non credo possano far sparire piani teriffari
          consolidati nel tempo..almeno
          spero...
          però da qualche parte vorrano rifarsi.....
          vorrà dire che invece di far fare la pubblicità a Paris Hilton, useranno Pietro Taricone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho come l' impressione....
      Io invece ho l'impressione che dando al popolo bue il contentino di eliminare l'odiato - ed iniquo - balzello sulle ricariche, sotto sotto ci infiocchettano con una bella legge sui pacs usando questo provvedimento come vasella.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho come l' impressione....
        Beh io e la mia compagna stiamo aspettando la legge sui pacs visto che entrambi non vogliamo sposarci ma nello stesso tempo siamo stufi di essere cittadini di serie B
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho come l' impressione....
          - Scritto da:
          Beh io e la mia compagna stiamo aspettando la
          legge sui pacs visto che entrambi non vogliamo
          sposarci ma nello stesso tempo siamo stufi di
          essere cittadini di serie
          B[OT] Beh, se voi non siete sposati e non volete sposarvi non vedo perche´ pretendiate un regime fiscale e sociale di persone sposate.Vi sentite di serie B?Allora andate in comune a sposarvi LASAGNONI!E visto che il topic del thread non e´ giusto vi farei anche pagare i costi di ricarica per 3 anni-extra. SOLO PER VOI DUE LASAGNONI!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho come l' impressione....

            [OT] Beh, se voi non siete sposati e non volete
            sposarvi non vedo perche´ pretendiate un regime
            fiscale e sociale di persone
            sposate.
            Vi sentite di serie B?
            Allora andate in comune a sposarvi LASAGNONI!
            E visto che il topic del thread non e´ giusto vi
            farei anche pagare i costi di ricarica per 3
            anni-extra. SOLO PER VOI DUE
            LASAGNONI!Guarda che il thread l'ha iniziato il tuo camerata...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho come l' impressione....
            - Scritto da:
            [OT] Beh, se voi non siete sposati e non volete
            sposarvi non vedo perche´ pretendiate un regime
            fiscale e sociale di persone
            sposate.
            Vi sentite di serie B?
            Allora andate in comune a sposarvi LASAGNONI!Per non parlare di quanto stiate minando le fondamenta della nostra società fondata sulla famiglia, unita da sani sentimenti e valori Cristiani!!All'inferno finirete.P.S.E mi raccomando niente profilattico!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho come l' impressione....
        Non vedo come un provvedimento sui PACS possa in qualche modo influire sulla tua vita.A meno che tu e la tua/tuo compagna/o non formiate una coppia di fatto ovviamente!Si tratta solo di dare dei diritti a persone che in questo momento non ne hanno. Non vengono tolti diritti a nessuno.Dimmi tu che danno subisci se con questa legge due persone che convivono potranno accudire il partner in ospedale oppure non essere sfrattati dall'appartamento in affitto nel caso di morte del partner.Solo perchè alcune persone non vivono la vita e il rapporto di coppia come piace a te non significa che debbano essere considerati di serie B.A giudicare dal tuo commento forse non hai ben riflettuto sulla cosa e ti sei limitato a seguire i commenti di Casini e company. (Casini è divorziato, lo sapevi?).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho come l' impressione....
      Si rifaranno sulle tariffe telefoniche!Rincari a GoGo!
Chiudi i commenti