Inkscape ora maneggia anche i PDF

Il noto software di grafica vettoriale open source arriva in una nuova versione che, oltre a portare con sé decine di nuove funzionalità e strumenti, guadagna il supporto nativo ai documenti PDF
Il noto software di grafica vettoriale open source arriva in una nuova versione che, oltre a portare con sé decine di nuove funzionalità e strumenti, guadagna il supporto nativo ai documenti PDF

Questa settimana Inkscape , uno fra i più noti programmi di grafica vettoriale open source, è stato rilasciato in una nuova versione, la 0.46, che incorpora un gran numero di novità, migliorie e nuovi strumenti, a cominciare dal supporto al popolarissimo formato PDF.

Inkscape 0.46 “Inkscape 0.46, sviluppato anche con l’aiuto del Google Summer of Code 2007 sfruttando le librerie open source Cairo e Poppler, è di fatto ora anche un ottimo ed immediato software per la modifica di documenti PDF”, si legge nel comunicato diffuso dalla comunità di sviluppo del programma.

Frutto della sponsorizzazione di Google è anche l’aggiunta di un nuovo strumento per i solidi 3D , che permette di creare e modificare in prospettiva parallelepipedi in tre dimensioni, e la funzionalità Effetti su Tracciato , utilizzabili invece per creare trame ed effetti organici, lasciando inalterati e modificabili i tracciati originali. I nuovi strumenti di ritocco permettono inoltre di rifinire gli oggetti grafici con una modalità di manipolazione diretta.

La modifica dei gradienti avviene ora direttamente sul disegno, in maniera visiva: i passaggi del gradiente sono equiparati a nodi, e più nodi possono essere selezionati e spostati simultaneamente.

È stata poi perfezionata la funzione di gestione e calibrazione del colore , che oltre al classico sRGB supporta ora altri spazi colorimetrici come Adobe RGB e CMYK calibrato. Restando in tema di colori, il nuovo strumento Secchiello permette di colorare aree delimitate con un semplice click del mouse: questa nuova funzione crea un tracciato chiuso basandosi sugli elementi visibili del disegno, ed è molto utile per colorare velocemente disegni solo abbozzati.

Il filtro di sfocatura gaussiana , introdotto con la versione 0.45, è stato il primo Filtro SVG ad essere implementato. Inkscape 0.46 ora estende l’uso dei filtri standard aggiungendo i filtri più diffusi e comunemente usati, quali Miscela , Proiezione , Illuminazione Diffusa , Offset e Turbolenza . È stata scritta anche una nuova interfaccia per la gestione di tutti i filtri e la loro composizione.

In ultimo, Inkscape 0.46 introduce diversi miglioramenti all’interfaccia utente . Le sottofinestre possono ora essere raggruppate e minimizzate in un pannello, riducendo l’ingombro visuale e rendendo più chiara l’interazione con gli elementi del disegno soprattutto quando si lavora su più documenti in diverse istanze.

Inkscape 0.46 ( qui le note di rilascio) si trova già incluso nell’ attuale beta di Ubuntu 8.04, e su SourceForge sono già presenti i pacchetti in formato Universal per gli utenti di Mac OS X. I pacchetti per Fedora, Debian, Windows e altre piattaforme saranno disponibili a breve.

La comunità di Inkscape è già all’opera sulle future versioni del software: l’obiettivo è raggiungere la piena compatibilità
allo standard SVG Mobile/Tiny con la release 0.50 e la completa implementazione della specifica SVG 1.1 con la versione 1.0.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 03 2008
Link copiato negli appunti