Intel, galateo ovvero de' mobile

Lo rivela uno studio sponsorizzato dall'azienda di Santa Clara: l'etichetta nell'uso di smartphone e laptop è importante. Collegarsi durante un pranzo delle festività o un appuntamento galante potrebbe costare caro

Roma – Più della metà dei cittadini statunitensi considererebbe un collegamento ad Internet durante un pranzo domenicale alla stregua di un’offesa. Al contrario, il 75 per cento di essi non vedrebbe nulla di particolarmente strano nell’utilizzare un netbook comodamente seduto su un water. Sono solo alcuni tra i risultati di un recente studio dal titolo Intel Holiday Mobile Etiquette , condotto dalla società di ricerca Harris Interactive e sponsorizzato da Intel. Esiste un galateo nell’uso della tecnologia mobile, regole non scritte che gli adulti statunitensi non vorrebbero vedere mai violate , soprattutto durante le festività.

Esiste dunque un’etichetta, apparentemente sacra per il 69 per cento dei 2.625 cittadini intervistati online tra il 1 e il 5 ottobre scorso. Sarebbe decisamente poco carino mettersi a controllare l’email durante un pasto, nonostante il fatto che oltre il 60 per cento si dichiara convinta che i dispositivi mobile facciano ormai parte della vita di tutti i giorni. È vero allora che la società deve adattarsi inevitabilmente a questa presenza ubiqua di smartphone e laptop, ma non dimenticando mai le buone maniere: soprattutto a tavola.

“L’etichetta continuerà a cambiare e ad adattarsi nel corso del tempo – ha dichiarato Genevieve Bell, responsabile dell’ User Experience Group di Intel – con la tecnologia che diventa sempre più radicata nella vita quotidiana delle persone, le regole sociali e culturali per un comportamento appropriato in merito al mobile subiranno continui sviluppi e cambiamenti”. Come dire che bisognerà comprendere a fondo le sottili differenze tra l’essere connessi in coda al check-in e utilizzare un netbook durante il taglio del tacchino del Ringraziamento.

Quasi il 90 per cento dei cittadini intervistati non si riterrebbe per nulla infastidito dal ricevere una cartolina elettronica di auguri piuttosto che un biglietto scritto a mano. Prodigi dei cambiamenti tecnologici, ma esistono ancora dei luoghi sociali inviolabili per le persone connesse. La stragrande maggioranza crede che sia intollerabile accedere ad un dispositivo mobile durante un’omelia, mentre il 60 per cento ritiene sconveniente collegarsi durante un appuntamento galante. Forse per paura di andare in bianco.

Proprio sulle paure si è concentrato un recente studio da parte del Unisys Security Index che ogni due anni traccia una panoramica sui timori della nazione in vari settori come quello finanziario, sociale, personale. È emerso un dato curioso, ma significativo: i cittadini a stelle e strisce sono più preoccupati delle frodi online che di uno scippo o rapina reale. Ad esempio, il 65 per cento di essi si dichiara estremamente preoccupato dalla pratica del furto d’identità sul Web . In definitiva, però, c’è più allarmismo sul virus A che su quelli da computer.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Cri scrive:
    La soluzione? Rendere MySQL indipendente
    Segnalo la soluzione proposta della Free Software Foundation Europe, in un comunicato stampa (http://www.fsfe.org/news/2009/news-20091023-02.it.html) e in una analisi dettagliata del caso (http://blogs.fsfe.org/gerloff/?p=274).
  • Matteo scrive:
    Il titolo è falso e tendenzioso
    Il titolo è falso e tendenzioso: Stallman in realtà sta cercando di proteggere MySQL e non ha nulla contro la licenza GPL che tra l'altro ha scritto lui.
    • Daniele scrive:
      Re: Il titolo è falso e tendenzioso
      - Scritto da: Matteo
      Il titolo è falso e tendenzioso... perchè, il contenuto no? ;)
      • iRoby scrive:
        Re: Il titolo è falso e tendenzioso
        È che gli autori di PI speravano che i troll si scannassero anche qua perché nell'articolo su Winzozz 7 hanno superato il migliaio di post e il sistema sta per andare KO.
  • Federico scrive:
    e no, adesso basta ipocrisia!
    Stallman, pur essendo rigoroso e pragmatico su alcuni aspetti, ha sempre voluto considerare libera ogni forma di scambio basata esclusivamente sul denaro. Egli ha sempre sostenuto che, se un software GPL costa 1000 miliardi di miliardi di miliardi, è libero... in fondo è sufficiente rapinare una banca per poterlo acquistare. Il fatto che tale credenza sia ridicola non lo ha mai turbato. Ora si scontra con l'idiozia di alcune idee che non ha mai ritenuto vere ma che, per comodità, ha sempre scelto di sostenere pubblicamente. E allora cosa fa? Rigira la frittata in modo incoerente per mascherare il fatto che alcune frasi contenute nei suoi vangeli sono palesemente ingenue - o peggio.Peraltro, il fatto che Stallman abbia improvvisamente cominciato a recepire come un problema la propria ingenuità non ha rapporti con l'attuale situazione del software. In altre parole: è vero che la GPL non dovrebbe permettere a Oracle di acquistare un software libero fondamentale per l'ecosistema GNU/Linux, ma è altrettanto vero che tale acquisizione in realtà non causerà alcun problema. Mentre lui si interroga su cosa potrebbe mai accadere su cosa accadrebbe se nascessero dei fork di MySQL, tutti i core developers hanno lasciato il progetto da molti mesi proprio per dare vita a dei fork. Non è chiaro in quale modo la GPL impedirebbe, secondo Stallman, al creatore di MySQL di creare un fork completamente libero del dbms; l'unica cosa chiara è che MariaDB sta andando benissimo, mentre MySQL sta vantando di aver implementato delle feature che non ha implementato, di aver corretto bug che non ha corretto e, soprattutto, che la maggioranza delle modifiche al codice non vengono integrate nei trunk principali perchè scritte da persone che non conoscono a sufficienza il programma nel suo complesso.
    • Daniele scrive:
      Re: e no, adesso basta ipocrisia!
      Vai a leggere la lettera originale, in inglese.Capirai di aver scritto cose totalmente fuori contesto: nulla di ciò che scrivi ha a che fare con il contenuto della lettera.Certo che questo brutto articolo ne ha creata, di confusione.
  • bubu scrive:
    PostgreSQL Firebird SQLite
    Le alternative ci sono e sono eccellenti, riuscendo a coprire tutte le richieste. MySQL è comodo xchè si trovano un sacco di tools per farci tutto, magari è la volta buona che vengano sviluppati anche x gli altri db open
  • canguro di scorta scrive:
    Sono pienamente d'accordo a 3/4 ...
    A parte che più che : "Nella vita può succedere di tutto"Sarebbe più consono dire : "Con RMS di mezzo può succedere di tutto"... però questa volta ha pienamente ragione, solo che non penso ci possa fare qualcosa.L'equilibrio tra ORACLE e MYSQL è molto labile, nel senso che la maggior parte delle grandi aziende usa ORACLE perché se lo può permettere, ma la maggior parte delle piccole e medie giochicchiano con LAMP sulla quale ormai girano applicazioni professionali o quasi.Ora questo equilibrio è nelle mani di una sola entità che gestisce il suo diretto concorrente, eeehhh .... insomma .... forse un piccolo pensiero bisognerebbe farcelo ! Oingb !
  • bubba scrive:
    articolo bruttino
    da questo articolo non e' in realta per niente chiaro perche stallman & co sono preoccupati.Per capirlo bisogna leggere la lettera, che contiene 2 fondati motivi:A) perche il fork non bastaMySQL uses the parallel licensing approach to generate revenue to continue the FLOSS development of the software. If Oracle acquired MySQL, it would then be the only entity able to release the code other than under the GPL. Oracle would not be obligated to diligently sell or reasonably price the MySQL commercial licenses. More importantly, Oracle is under no obligation to use the revenues from these licenses to advance MySQL. In making decisions in these matters, Oracle is facing an obvious conflict of interest the continued development of a powerful, feature rich free alternative to its core product.As only the original rights holder can sell commercial licenses, no new forked version of the code will have the ability to practice the parallel licensing approach, and will not easily generate the resources to support continued development of the MySQL platform.B) gpl v.2 contro gpl.v3GPL version 2.0 (GPLv2) and GPL version 3.0 (GPLv3) are different licenses and each requires that any modified program carry the same license as the original. There are fundamental and unavoidable legal obstacles to combining code from programs licensed under the different GPL versions. Today MySQL is only available to the public under GPLv2.Many other FLOSS software projects are expected to move to GPLv3, often automatically due to the common use of the "any later version" clause. Because the current MySQL license lacks that clause, it will remain GPLv2 only and it will not be possible to combine its code with the code of many GPLv3-covered projects in the future. Given that forking of the MySQL code base will be particularly dependent on FLOSS community contributions - more so than on in-company development - the lack of a more flexible license for MySQL will present considerable barriers to a new forked development path for MySQL.
  • Daniele scrive:
    articolo fuorviante
    A me pare che il problema sollevato da Stallman e dagli altri cofirmatari della lettera non sia derivante dalla licenza GPL, ma dal regime di doppia licenza attraverso cui MySQL è distribuito: GPL o licenza commerciale. I fork non potrebbero distribuire codice in altro modo che sotto licenza GPL, mentre i diritti sulla licenza commerciale sono acquisiti da Oracle.La difficoltà non è sviluppare un prodotto commercialmente valido sotto licenza GPL (c'è un mondo di software libero *commerciale* là fuori, anche se - a giudicare dagli articoli pubblicati in questi ultimi mesi - qui a Punto Informatico sembrano non volersene accorgere), il punto è quanto tempo ci vuole per aggregare intorno ad un ipotetico fork di MySQL un gruppo di sviluppatori sufficientemente esteso ed attrezzato per fare di esso un prodotto commercialmente competitivo nel breve periodo.In altre parole: un fork potrebbe benissimo diventare un competitore per Oracle, ma potrebbe volerci troppo tempo. Nel frattempo, Oracle si sarebbe tolta di mezzo uno scomodo avversario (MySQL, appunto).Infine, scrivere che «GNU GPL farebbe secondo Stallman in modo da trattare gli sviluppi commerciali biforcati del codice in maniera non paritaria» non ha alcun senso. Come detto, il problema non è la licenza GPL (semmai, la disponibilità di MySQL *solo* sotto licenza GPLv2 e l'impossiblità di portarlo sotto licenza GPLv3 - passaggio che dovrebbe essere compiuto da Oracle e che Oracle avrà tutto l'interesse a non fare).
    • matik scrive:
      Re: articolo fuorviante
      Grazie.Ho letto l'articolo e non ho capito nulla.Ho letto il tuo commento e ho capito qualcosa.Quelli di PI a volte dovrebbero scrivere meno parole,ma più chiare.
      • Daniele scrive:
        Re: articolo fuorviante
        Se mastichi un po' di inglese, il modo migliore di farti un'idea della questione è leggere direttamente la lettera originale. L'interpretazione che ne dà l'articolo mi pare decisamente fuorviante e piuttosto superficiale.
      • puffo scrive:
        Re: articolo fuorviante
        QUOTO IN PIENOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOH!La maggior parte delle volte millemila parole e alla fine cosa hai? Solo la domanda "Embè XXXXX mi significa?"
    • elio storti scrive:
      Re: articolo fuorviante
      - Scritto da: Daniele
      A me pare che il problema sollevato da Stallman e
      dagli altri cofirmatari della lettera non sia
      derivante dalla licenza GPL, ma dal regime di
      doppia licenza attraverso cui MySQL è
      distribuito: GPL o licenza commerciale.Bravo Daniele. Stavolta Maruccia ha preso un granchiogrosso così.
  • Klut scrive:
    Manca il punto...
    Di solito non mi piace chi critica a priori gli articoli di PI, ma leggendo questo ho faticato molto a capirne il senso, in quanto manca completamente il punto centrale della lettera, che sono dovuto andare a leggermi in inglese...Il problema è che MySQL è stato sempre distribuito in due versioni, una gratuita con licenza GPL2 per chi volesse integrarlo in prodotti compatibili e una Enterprise, a pagamento con licenza proprietaria e non restrittiva.Le vendite di quest'ultima hanno sempre permesso di raccogliere i fondi per pagare lo sviluppo di entrambe.Un eventuale fork di MySQL sarebbe ovviamente un fork della versione GPL2, e come tale dovrebbe essere sottoposto per sempre a GPL2.Questo fork potrebbe essere utilizzato dunque solo in prodotti compatibili, al contrario del MySQL di proprietà di Oracle, che potrebbe continuare a vendere la versione Enterprise. E purtroppo sembra molto poco probabile che il ricavato verrebbe reinvestito nello sviluppo di MySQL stesso come è stato finora.E' questo il motivo per cui l'acquisizione, anche in caso di successivo fork, porterebbe in ogni caso grossi svantaggi per il futuro di MySQL.La parte virgolettata invece è estrapolata da un altro punto del discorso, nel quale si fa notare che la licenza libera di MySQL è una GPL2 senza la clausola "any later version" (è per questo che lui la chiama "meno flessibile"), che quindi in caso di fork verrebbe congelata in questa forma e non potrà mai essere aggiornata a GPL3.Si sa che Stallmann spinge molto sul passaggio a GPL3, e fa notare che il codice del fork GPL2 di MySQL non potrà mai essere integrato con codice GPL3, che a causa della clausola di cui sopra è la stragrande maggioranza.Questo costituirebbe un altro svantaggio rispetto alla versione di Oracle, che in quanto proprietaria del codice potrebbe passarlo a GPL3, rubando l'interesse di sviluppatori esterni al fork.
    • robinhood scrive:
      Re: Manca il punto...
      Grazie per avere spiegato chiaramente quello che l'articolo non prova nemmeno lontanamente a fare.
    • Valeren scrive:
      Re: Manca il punto...
      Grazie, l'articolo era davvero oscuro e lontano.
    • skyeye scrive:
      Re: Manca il punto...
      premetto che la vedo come te riguardo all'articolo e condivido quanto hai aggiunto. Ma..- Scritto da: Klut
      Di solito non mi piace chi critica a priori gli
      articoli di PI, sono uno di quelli che ogni tanto critica (in bene e in male) gli articoli perche' credo che serva a qualche cosa.. per lo meno a far restare gli autori di serie A (e ce ne sono su PI, tra tutti Mantellini) e a far andar fuori dalle p.. quelli di serie Z tipo MarRuccHia e TamburrELLino che scrivono tanto per far perdere tempo alle persone che leggono la loro fuffa..
  • nome cogniome scrive:
    "Animatore"?
    Cosa vuol dire che Stallman è "l'animatore di FSF"? Mica è Fiorello.
  • anonimo pasticcere scrive:
    c'è sempre PostgreSQL
    che a detta di molti è migliorecerto che convertire tutti gli applicativi Mysql sarà una bella impresa
    • anonimo pasticcere scrive:
      Re: c'è sempre PostgreSQL
      il linkhttp://tweakers.net/reviews/657/6
      • canguro di scorta scrive:
        Re: c'è sempre PostgreSQL
        - Scritto da: anonimo pasticcere
        il link
        http://tweakers.net/reviews/657/6Ma stra stra stra stra Boing !!! :o :o :o
    • MAH scrive:
      Re: c'è sempre PostgreSQL
      Postgresql non ha ancora binari ufficiali Windows x64.
    • WE WANT U scrive:
      Re: c'è sempre PostgreSQL
      PostgreSQL e' molto limitato rispetto a mysql enterprise
      • c_s scrive:
        Re: c'è sempre PostgreSQL
        In cosa?Grazie.Ciao.
        • markoer scrive:
          Re: c'è sempre PostgreSQL
          - Scritto da: c_s
          In cosa?

          Grazie.

          Ciao.Clustering? adozione delle aziende? knowledge degli sviluppatori? funzionamento su Windows? eccetera...Cordiali saluti
          • WE WANT U scrive:
            Re: c'è sempre PostgreSQL
            non sono un dbacomunque postgreesql prestazioni sintassi sql limitatasicurezza assistenza
          • c_s scrive:
            Re: c'è sempre PostgreSQL
            Fino a qualche anno fa postgresql a livello di sql era notevolmente evoluta, possibile sia tornata così indietro?Grazie per avermi risposto.Ciao.
          • R1gEtt0 scrive:
            Re: c'è sempre PostgreSQL
            - Scritto da: c_s
            tornata così
            indietro?Tranquillo, hanno dato fiato alla bocca, senza aver ACCESO il cervello. AMMESSO che ne abbiano uno.Negli usa ci sono aziende che stanno facendo lo switch da oracle verso postgresql, e non da ora. Mysql Enterprise? :-))))))))))
          • R1gEtt0 scrive:
            Re: c'è sempre PostgreSQL
            - Scritto da: WE WANT U
            non sono un dbaSi VEDE
            comunque postgreesql
            prestazioni Si se lo vuoi usare con il pc di casa
            sintassi sql limitataEh, allora non hai letto il manuale. Vai di corsa a leggerlo e quando finisci torna qui a scrivere. Ammesso che non sia morto prima di vecchiaia :-)
            sicurezza Di grazia, in cosa e' INSICURO postgresql?
            assistenzaVai a farti un bel giro sul sito e vedi quanti bei fornitori di sono che ti fanno assistenza.
  • stargazer scrive:
    Sensazionalismo
    Questo articolo sa di sensazionalismo, con Stallman che sarebbe in polemica con la sua stessa licenza. Al contrario mi pare di capire che la preoccupazione di Stallman sia soltanto una dispersione di sviluppatori, che non gioverebbe a nessuno.E poi mi permetto di sorridere di fronte a quelli che direbbero a Stallman "ci lasci lavorare", magari mentre scrivono applicazioni che girano su GNU/Linux, con Apache e PHP, utilizzando framework liberi e un backend MySQL... senza pagare ovviamente un soldo...
    • Shu scrive:
      Re: Sensazionalismo
      - Scritto da: stargazer
      Questo articolo sa di sensazionalismo, con
      Stallman che sarebbe in polemica con la sua
      stessa licenza. Al contrario mi pare di capire
      che la preoccupazione di Stallman sia soltanto
      una dispersione di sviluppatori, che non
      gioverebbe a
      nessuno.Leggendo la lettera originale, mi pare di capire che la sua preoccupazione maggiore è che MySQL è sotto GPL2, e non sotto GPL3.Se Oracle acquista MySQL sotto GPL2 non solo può "cannibalizzare" gli introiti derivanti dalla versione commerciale di MySQL (e quindi farlo lentamente morire in favore del suo database), ma se mantiene la stessa licenza, anche tutti i fork saranno obbligati a mantenerla, e quindi non potrà mai essere pubblicato sotto GPL3 (che è la cosa che a lui sta più a cuore).La soluzione più semplice sarebbe che Sun, dopo aver avuto il permesso da tutti gli sviluppatori, rilasciasse un'ultima versione di MySQL sotto GPL3, prima di cedere tutto a Oracle, ma probabilmente:1- ci vorrebbe un sacco di tempo per raccogliere le dichiarazioni degli sviluppatori2- ci sono già accordi che impediscono di cambiare le licenze dei software prima del termine dell'acquisizione.Io mi sto preparando a spostare tutto (quello che nonlo è già) sotto PostgreSQL, un po' alla volta... :)Bye.
      • Carlo scrive:
        Re: Sensazionalismo
        - Scritto da: Shu

        Leggendo la lettera originale, mi pare di capire
        che la sua preoccupazione maggiore è che MySQL è
        sotto GPL2, e non sotto
        GPL3.Temo che l'opzionalità dell' "any later version" della GPL2 si sia rivelata un baco della licenza stessa.
        • Klut scrive:
          Re: Sensazionalismo
          Tu nella licenza del tuo software ci scrivi quello che vuoi, mica devi copiare per forza una licenza già esistente...Puoi anche prendere la GPL2 e modificarla sostenendo che per modificare il tuo software bisogna farlo indossando un cappello fucsia:P
      • PinguinoCattivo scrive:
        Re: Sensazionalismo
        - Scritto da: Shu[...]
        Io mi sto preparando a spostare tutto (quello che
        nonlo è già) sotto PostgreSQL, un po' alla
        volta...[...]Non vorrei darti una brutta notizia, ma anche su PostgreSQL il contributo (soprattutto economico) dato da Sun è stato linfa vitale per l'evoluzione del prodotto.Non sono in grado di dire quale destino avrà MySQL, ma non credo che Oracle manterrà quasta linea nei confronti di PostgreSQL...
    • AMEN scrive:
      Re: Sensazionalismo
      - Scritto da: stargazer

      E poi mi permetto di sorridere di fronte a quelli
      che direbbero a Stallman "ci lasci lavorare",Se Stallman si dedicasse un pò di più a "The Hurd" e un pò meno a pontificare, magari riuscirebbe a fare un OS funzionante...
  • Antonio scrive:
    MariaDB
    che nome attraente il fork....
  • petrestov scrive:
    Help - cercasi guru dell'open source...
    per decifrare e spiegare che diamine vuol dire Stallman con queste sue affermazioni. Io fatico a capirle e più di tutto: non entrano in contraddizione con quello che nella propaganda del free software doveva essere il più grande vantaggio del free software GPL, ovvero che avesse una tendenza a sopravvivere oltre i destini del suo sviluppatore (team o azienda)? come mai se ne esce oggi con queste affermazioni: The acquisition of MySQL by Oracle will be a major setback to the development of a FLOSS database platform, potentially alienating and dispersing MySQL's core community of developers. It could take several years before another database platform could rival the progress and opportunities now available to MySQL, because it will take time before any of them attract and cultivate a large enough team of developers and achieve a similar customer base. tenuto conto che MySQL è da poco entrata nell'orbita di Sun (con una acquisizione da 1 mld di dollari) e che il database era esistita prima di questo evento come entità separata grazie a suoi finanziamenti e a proprie capacità di sviluppo?p.s. un'altra domanda: anche OOo quindi potrebbe quindi subire una considerevole battuta d'arresto (seguendo le parole di Stallman) come conseguenza di un eventuale disinteresse di Oracle per il suo sviluppo futuro?
    • Emoticon scrive:
      Re: Help - cercasi guru dell'open source...
      Tieni conto che per mantenere la notorietà, Stallman deve sempre essere contro qualcosa a costo di inventarlo.Che smetta di lavorare ad emacs, forki il mysql e non rompa le scatole della gente che lavora
      • Eretico scrive:
        Re: Help - cercasi guru dell'open source...
        Non hai capito un tubo !
      • AMEN scrive:
        Re: Help - cercasi guru dell'open source...
        - Scritto da: Emoticon

        Che smetta di lavorare ad emacs, forki il mysql e
        non rompa le scatole della gente che
        lavoraVogliamo parlare di Hurd?? No, meglio di no....Facile dipingere windows 7 come il demonio e poi non proporre nulla come controparte (Linus Torvald, invece ha fatto molto e parlato molto meno).Da Wiki: "Viene sviluppato a partire dal 1990.Attualmente lo stato dello HURD è altamente sperimentale." Beh, 19 anni per essere altamente sperimentale non è male... :-(
    • iRoby scrive:
      Re: Help - cercasi guru dell'open source...
      Ma no, Stallman vuole che MySQL abbia un'evoluzione e i soldi di Oracle non fanno schifo.E questo è comunque coerente con la filosofia di Stallman ossia free as in freedom e non free as in free beer.MySQL deve rimanere libero ma sviluppato. E se si sviluppa coi soldi di Oracle ben venga. Ne gioveranno gli utenti, ne gioverà il progetto, non si sa come e quanto ne gioverà anche Oracle però...
    • MAH scrive:
      Re: Help - cercasi guru dell'open source...
      Quoto il tuo intervento.In sostanza Stallman sta dicendo che la GPLNON E' SUFFICIENTE a tutelare la community.E' una novità questa, serve qualche linaro colto.
      • Funz scrive:
        Re: Help - cercasi guru dell'open source...
        - Scritto da: MAH
        Quoto il tuo intervento.

        In sostanza Stallman sta dicendo che la GPL
        NON E' SUFFICIENTE a tutelare la community.

        E' una novità questa, serve qualche linaro colto.Giusto, la GPL tutela il codice, ma se il team di sviluppatori viene disperso sarà difficile che il progetto venga portato avanti altrettanto efficacemente da altri.Effettivamente dall'articolo non si capisce tanto bene, questo è leggere tra le righe.
        • MAH scrive:
          Re: Help - cercasi guru dell'open source...
          "ma se il team di sviluppatori viene disperso sarà difficile che il progetto venga portato avanti altrettanto efficacemente da altri."E questa OVVIETA' salta fuori oggi?In realtà Stallman dice che l'INTERESSE a forkare il progetto sarebbe minore se già ci fosse una versione Oracle,ma anche questa è una OVVIETA'.Il vero GPLISTA fino a ieri avrebbe detto"Oracle compra mysql? Chissenefrega, faccia pure,se la politica di Oracle non ci soddisferà potremoforkare il progetto in qualsiasi momento".E oggi? Cosa è cambiato?
        • petrestov scrive:
          Re: Help - cercasi guru dell'open source...
          - Scritto da: Funz
          Giusto, la GPL tutela il codice, ma se il team di
          sviluppatori viene disperso sarà difficile che il
          progetto venga portato avanti altrettanto
          efficacemente da
          altri.forse anche questa è una spiegazione parziale. probabilmente altri post su questo articolo hanno gettato una luce più chiara su come interpretare le dichiarazioni di Stallman. la inclusione di una clausola any later version alla licenza GPLv.2 che accompagna MySQL renderebbe meno appetibile per gli sviluppatori contribuire al suo codice visto che 1) potrebbero preferire sviluppare codice con la versione 3 della GPL; 2) non è possibile collegare una qualsiasi cosa rilasciata con licenza 3 ad un progetto GPLv.2. quindi è un problema di licenza, o meglio di incompatibilità tra due versioni successive della stessa licenza, unita al fatto che in questo caso specifico solo il detentore dei copyright (Sun ora e Oracle in un probabile futuro) possono licenziare il codice di MySQL con la GPL v. 3. naturalmente Stallman crede che Oracle non lo farà mai e cesserà ogni supporto al codice lasciandolo così morire.
          • petrestov scrive:
            Re: Help - cercasi guru dell'open source...
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: Funz


            Giusto, la GPL tutela il codice, ma se il team
            di

            sviluppatori viene disperso sarà difficile che
            il

            progetto venga portato avanti altrettanto

            efficacemente da

            altri.

            forse anche questa è una spiegazione parziale.
            probabilmente altri post su questo articolo hanno
            gettato una luce più chiara su come interpretare
            le dichiarazioni di Stallman. la *inclusione* esclusione
            di
            una clausola any later version alla licenza
            GPLv.2 che accompagna MySQL renderebbe meno
            appetibile per gli sviluppatori contribuire al
            suo codice visto che 1) potrebbero preferire
            sviluppare codice con la versione 3 della GPL; 2)
            non è possibile collegare una qualsiasi cosa
            rilasciata con licenza 3 ad un progetto GPLv.2.


            quindi è un problema di licenza, o meglio di
            incompatibilità tra due versioni successive della
            stessa licenza, unita al fatto che in questo caso
            specifico solo il detentore dei copyright (Sun
            ora e Oracle in un probabile futuro) possono
            licenziare il codice di MySQL con la GPL v. 3.
            naturalmente Stallman crede che Oracle non lo
            farà mai e cesserà ogni supporto al codice
            lasciandolo così
            morire.
      • iRoby scrive:
        Re: Help - cercasi guru dell'open source...
        Insomma ci vuole una licenza più potente assai di molto? :)
    • pabloski scrive:
      Re: Help - cercasi guru dell'open source...
      no OO non c'entra e anzi è avvantaggiatomysql è rivale dei dbms oracle, per quanto oracle dica che non è così....oracle non produce solo mega dbms, ma anche dbms di medio livello che vanno in conflitto con mysqlquesto porterebbe oracle a ridimensionare volutamente ( e magari eliminare nel lungo periodo ) mysqlla parte seguente però non mi trova d'accordo....postgresql brucia mysql praticamente in ogni ambito, quindi non mi pare che non ci siano le alternative
  • Emoticon scrive:
    Negare l'approvazione dell'accordo
    "negare l'approvazione dell'accordo tra Oracle e Sun"?e le persone che rischiano il posto le mantiene Stallman?lo vai a fare tu, caro RMS, il taglio di 3000 persone?( http://punto-informatico.it/2732283/PI/News/ue-oracolo-negativo-oracle.aspx )
    • skyeye scrive:
      Re: Negare l'approvazione dell'accordo
      - Scritto da: Emoticon
      "negare l'approvazione dell'accordo tra Oracle e
      Sun"?

      e le persone che rischiano il posto le mantiene
      Stallman?

      lo vai a fare tu, caro RMS, il taglio di 3000
      persone?Non e' che MySql coincide con Sun, quindi quelle 3000 non sono riconducibili proprio per niente a MySql!!
      (
      http://punto-informatico.it/2732283/PI/News/ue-oranon e' che se linki un caco-articolo dimostri qualcosa di piu'..
    • Thescare scrive:
      Re: Negare l'approvazione dell'accordo
      Linko la lettera originale http://keionline.org/ec-mysqlPer quanto molte volte non sono d'accordo con Stallman, questa volta devo riconoscere che tutti i torti non li ha.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2009 17.46-----------------------------------------------------------
    • pabloski scrive:
      Re: Negare l'approvazione dell'accordo
      guarda che gli ingegneri sono merce preziosa, disoccupati non restano non temeresventolare la storia dei posti di lavoro ci ha portati dove siamo, cioè in un mercato bloccato con pochi monopolisti intoccabili
      • Gino Lattino scrive:
        Re: Negare l'approvazione dell'accordo

        sventolare la storia dei posti di lavoro ci ha
        portati dove siamo, cioè in un mercato bloccato
        con pochi monopolisti
        intoccabili... e un folto gruppo di encefalogrammi piatti che difendono gli interessi dei monopolisti a scapito dei propri... ;)
    • Daniele scrive:
      Re: Negare l'approvazione dell'accordo
      - Scritto da: Emoticon
      e le persone che rischiano il posto le mantiene
      Stallman?Capisco la preoccupazione, ma è una motivazione che getta solo fumo negli occhi. In realtà, da che mondo è mondo, una fusione genera sempre un surplus di occupati. Ovvero, se due società si fondono si accorgono sempre, presto o tardi, di avere reparti duplicati: due gruppi di persone che fanno lo stesso lavoro. Ed iniziano a tagliare quel che non serve. D'altronde in economia si parla di "economie di scala", no?In altre parole: i posti di lavoro SUN si perderanno proprio per la fusione con Oracle.
    • markoer scrive:
      Re: Negare l'approvazione dell'accordo
      - Scritto da: Emoticon
      "negare l'approvazione dell'accordo tra Oracle e
      Sun"?

      e le persone che rischiano il posto le mantiene
      Stallman?

      lo vai a fare tu, caro RMS, il taglio di 3000
      persone?[...]La CEE non ha niente a che vedere con l'acquisizione Sun-Oracle. Vorrei ben vedere, essendo due aziende americane.La CEE vuole tutelare i lavoratori di MySql in Svezia... non c'entrano nulla i dipendenti amministrativi che ovviamente in una fusione sono sempre duplicati.Cordiali saluti
      • Daniele scrive:
        Re: Negare l'approvazione dell'accordo

        La CEE non ha niente a che vedere con
        l'acquisizione Sun-Oracle. Vorrei ben vedere,
        essendo due aziende
        americane.Quel che scrivi non è vero.L'antitrust comunitario ha ben diritto di dire la sua su una fusione che rischia di limitare fortemente la concorrenza nel mercato unico europeo.Sul sito della Commissione Europea trovi tutti i dettagli sui poteri in materia di tutela della concorrenza: http://ec.europa.eu/competition/mergers/overview_en.htmlUn solo passo chiarificatore: «These rules [cioè le regole antitrust di diritto comunitario] apply to all mergers no matter where in the world the merging companies have their registered office, headquarters, activities or production facilities. This is so because even mergers between companies based outside the European Union may affect markets in the EU if the companies do business in the EU».In altre parole: anche se le aziende sono statunitensi, il fatto che operino nel mercato europeo le rende soggette ai poteri dell' antitrust europeo.
        • markoer scrive:
          Re: Negare l'approvazione dell'accordo
          Possono sscrivere quello che vogliono, ma chi li caga? :-)Sun ed Oracle non rientrano nella legislazione Europea. E non dirmi che la CEE bloccherà loro la possibilità di far business in Europa.Cordiali saluti
          • Daniele scrive:
            Re: Negare l'approvazione dell'accordo
            - Scritto da: markoer
            Possono sscrivere quello che vogliono, ma chi li
            caga?
            :-)

            Sun ed Oracle non rientrano nella legislazione
            Europea. E non dirmi che la CEE bloccherà loro la
            possibilità di far business in
            Europa.Il diritto europeo dice altro.Non è il tuo campo, non avventurartici oltre.
          • markoer scrive:
            Re: Negare l'approvazione dell'accordo
            - Scritto da: Daniele
            - Scritto da: markoer

            Possono sscrivere quello che vogliono, ma chi li

            caga?

            :-)



            Sun ed Oracle non rientrano nella legislazione

            Europea. E non dirmi che la CEE bloccherà loro

            la

            possibilità di far business in

            Europa.

            Il diritto europeo dice altro.
            Non è il tuo campo, non avventurartici oltre.LOL, invece è il tuo :-) si vedeBuona vita
  • botero scrive:
    Se ne sentono di ogni!
    Boh... mi verrebbe da dire che non si capisce piu' nulla!!Tempi che cambiano o tanta politica? Cosa c'e' dietro?La prima cosa che mi viene in mente e' che forse la GPL incontra per la prima volta delle contraddizioni in merito alla propria missione, generate dal sucXXXXX e dalla diffusione delle opere sotto la propria tutela. Che il limite di questa licenza venga fuori proprio attarverso una diffusione di massa per capillarita' di Internet?E adesso, e' evidente che si e' aperto un precedente... come influenzera' le scelte future?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2009 15.26-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti