Intercettazioni, RIM collabora con l'India

Sembra aver aperto un centro a Mumbai per smaltire le richieste legali di intercettazioni del Governo indiano. Che però vorrebbe vedersela da sé, senza intermediari

Roma – Secondo indiscrezioni Research In Motion avrebbe aperto un’infrastruttura a Mumbai per assistere il governo indiano nella sorveglianza legale sui suoi servizi BlackBerry.

La mossa sembra non soddisfare pienamente le autorità locali che da ormai più di un anno stanno facendo pressione sull’azienda canadese, minacciando anche il blocco dei dispositivi BlackBerry, per avere accesso alle comunicazioni cifrate che passano sulle sue reti e in particolare quelle che passano attraverso il suo servizio di email e BlackBerry Messenger.

Per rispondere a queste richieste RIM avrebbe ora messo a disposizione l’infrastruttura di Mumbai attraverso cui intenderebbe gestire le richieste di intercettazioni legali del Governo indiano.

RIM ha spiegato la situazione in una nota: “non stiamo più operando sotto scadenze e ora il governo indiano può estendere la sua policy in materia di sicurezza a tutti i dispositivi e i servizi forniti nel paese”. RIM non avrebbe più motivo per sentirsi discriminata.

Tuttavia il governo indiano sembrerebbe preferire la possibilità di procedere indipendentemente alle intercettazioni decifrando le comunicazioni senza passare attraverso gli uomini RIM: in questo modo non sarebbe costretto a comunicare ad un’azienda privata i nomi dei sospettati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IlCieco scrive:
    I 32 bit....
    Premetto che per lavoro sono sound engineer e utilizzo principalmente Mac.Vorrei esprimere innanzi tutto il mio disprezzo per tutti quei commenti che servono solo a a fare campanilismo becero e non hanno la minima utiltà. Che siate pro Mac, pro Win o pro Linux, se venite sui forum a vomitare i vostri odi o amori senza affrontare mai dialetticamente un argomento, sappiate di essere COMPLETAMENTE INUTILI AL MONDO. È triste ma è così. Venendo all'articolo, non penso che il mondo sentisse il bisogno di ALAC. Il .flac, il .wv e l'.ogg lossless direi che già sopperiscono appieno alle esigenze di chi ha bisogno di audio lossless. Quello che farebbe bene alla comunità sarebbe piuttosto garantire piena compatibilità tra i formati e i sw. Personalmente trovo iTunes un po' frustrante sotto vari aspetti, ma so che questo è soggettivo e ognuno di noi avrà un player che predilige. Che sia VLC, Foobar, Winamp, Windows Media Player, Songbird, etc etc. Trovo grave l'omessa compatibilità tra iTunes e i file flac e ogg, ma ne comprendo i motivi. Fa parte della politica Apple, che è un'azienda che fa soldi e non una Onlus, dunque che attui politiche volte a massimizzare i propri interessi è un suo diritto. Da professionista dell'audio piuttosto vorrei rimarcare il bisogno di aggiornare un po' la cultura dell'utente comune circa la qualità dell'audio. Perché siamo fermi alla risoluzione PCM lineare (Pulse Code Modulation) del CD audio, per intenderci i famosi 44,100 samples al secondo quantizzati a 16 bit, uno standard di circa 30 anni fa. Questo è tipicamente il massimo della qualità che ascoltiamo da CD, formati PCM come wav e aiff o lossless. Peccato che in ambito professionale si possa lavorare fino a 192,000 Hz (o 384,000? )e 32 bit. Il mondo del video digitale è alla continua ricerca delle risoluzioni più cristalline e ogni anno macina innovazioni (a volte inutili), mentre nell'audio a parte l'interesante SACD (codificato DSD) mai esploso ed il meno interessante DVD-Audio, siamo regrediti all'mp3.Per carità, anche io ascolto gli mp3/ogg/aac ogni giorno e non mi scandalizzo di certo, ma sarebbe ora di cestinare per sempre lo standard Red Book del CD Audio ed aprire definitivamente la porta almeno ai 32 bit.
    • r1348 scrive:
      Re: I 32 bit....
      Guarda, condivido l'intenzione di massima, ma non analizzi perché i formati lossy si sono imposti sui formati ad alta qualità: la portabilità. L'mp3 è cascato a fagiolo in concomitanza con Napster, ed il successivo avvento dei lettori portatili, che hanno definitivamente slegato la musica dal supporto fisico. Ai tempi di Napster era impensabile condividere in lossless causa lentezza della connessione internet.Ora le connessioni sarebbero sufficientemente veloci, e ci sarebbe abbondanza di codec audio migliori dell'mp3 in ogni senso, ma vi è un enorme ecosistema basato sull'mp3 che di fatto si auto-replica. Qualche azienda tipo Apple ha provato a muovere oltre, ma ha sostanzialmente fallito causa eccessiva chiusura dei propri formati, o con demenziali politiche di DRM. D'altro canto, formati aperti di qualità come ogg e flac sono poco supportati dall'industria. Ergo lo status quo non cambia, forse anche perché l'utente medio non ne vede la necessità.Puntare su un nuovo formato fisico tipo SACD o DVD-Audio al giorno d'oggi sarebbe un fallimento.
      • ruppolo scrive:
        Re: I 32 bit....
        - Scritto da: r1348
        Qualche azienda tipo Apple ha
        provato a muovere oltre, ma ha sostanzialmente
        fallito causa eccessiva chiusura dei propri
        formati, o con demenziali politiche di DRM.Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver rivoluzionato il mondo della musica con oltre 300 milioni di iPod e 16 miliardi di brani venduti?
        D'altro canto, formati aperti di qualità come ogg
        e flac sono poco supportati dall'industria. Ergo
        lo status quo non cambia, forse anche perché
        l'utente medio non ne vede la
        necessità.Nessuno ne vede l'utilità.
        Puntare su un nuovo formato fisico tipo SACD o
        DVD-Audio al giorno d'oggi sarebbe un
        fallimento.Ovvio.
        • Ego scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: r1348

          Qualche azienda tipo Apple ha

          provato a muovere oltre, ma ha
          sostanzialmente

          fallito causa eccessiva chiusura dei propri

          formati, o con demenziali politiche di DRM.

          Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver
          rivoluzionato il mondo della musica con oltre 300
          milioni di iPod e 16 miliardi di brani
          venduti?


          D'altro canto, formati aperti di qualità
          come
          ogg

          e flac sono poco supportati dall'industria.
          Ergo

          lo status quo non cambia, forse anche perché

          l'utente medio non ne vede la

          necessità.

          Nessuno ne vede l'utilità.


          Puntare su un nuovo formato fisico tipo SACD
          o

          DVD-Audio al giorno d'oggi sarebbe un

          fallimento.

          Ovvio.ennesima dimostrazione del fatto che non ha capito niente
        • gnammolo scrive:
          Re: I 32 bit....


          D'altro canto, formati aperti di qualità
          come
          ogg

          e flac sono poco supportati dall'industria.
          Ergo

          lo status quo non cambia, forse anche perché

          l'utente medio non ne vede la

          necessità.

          Nessuno ne vede l'utilità.
          Le tue solite sciocchezze
        • r1348 scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: r1348

          Qualche azienda tipo Apple ha

          provato a muovere oltre, ma ha
          sostanzialmente

          fallito causa eccessiva chiusura dei propri

          formati, o con demenziali politiche di DRM.

          Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver
          rivoluzionato il mondo della musica con oltre 300
          milioni di iPod e 16 miliardi di brani
          venduti?Ha fallito nell'imporre i propri formati al di fuori del proprio ecosistema, che nonostante il sucXXXXX dell'iPod, rappresenta tutt'ora una minoranza.

          D'altro canto, formati aperti di qualità
          come
          ogg

          e flac sono poco supportati dall'industria.
          Ergo

          lo status quo non cambia, forse anche perché

          l'utente medio non ne vede la

          necessità.

          Nessuno ne vede l'utilità.FLAC è il formato lossless più diffuso, il problema è che i formati lossless sono generalmente poco diffusi.La questione mp3 è emblematica, difatti è un formato patentato (come aac) e di qualità inferiore sia ad aac che ad ogg, eppure nessuno riesce a scollarsene. Ogg può essere implementato senza costi acXXXXXri, considerando che esiste anche libtremor per i dispositivi embedded, eppure non viene fatto, o se viene fatto non è pubblicizzato. E' un anno che cerco un'autoradio che riproduca ogg e possiblmente FLAC, invano.
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: r1348
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: r1348


            Qualche azienda tipo Apple ha


            provato a muovere oltre, ma ha

            sostanzialmente


            fallito causa eccessiva chiusura dei
            propri


            formati, o con demenziali politiche di
            DRM.



            Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver

            rivoluzionato il mondo della musica con
            oltre
            300

            milioni di iPod e 16 miliardi di brani

            venduti?

            Ha fallito nell'imporre i propri formati al di
            fuori del proprio ecosistema,Intanto fuori dall'eco sistema Apple c'è il vuoto pneumatico, quindi di ciò che accade fuori, chi se ne frega.Secondo, il formato "imposto" è il formato STANDARD AAC, a differenza del formato PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO ECOSISTEMA".
            che nonostante il
            sucXXXXX dell'iPod, rappresenta tutt'ora una
            minoranza.Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo guardi: fatturato, utile, utilizzo, eccetera.


            D'altro canto, formati aperti di qualità

            come

            ogg


            e flac sono poco supportati
            dall'industria.

            Ergo


            lo status quo non cambia, forse anche
            perché


            l'utente medio non ne vede la


            necessità.



            Nessuno ne vede l'utilità.

            FLAC è il formato lossless più diffuso, il
            problema è che i formati lossless sono
            generalmente poco
            diffusi.E allora hai parlato di aria fritta.
            La questione mp3 è emblematica, difatti è un
            formato patentato (come aac)No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un formato standard.
            e di qualità
            inferiore sia ad aac che ad ogg, eppure nessuno
            riesce a scollarsene.Di fatto non conta più nulla, visto che iPod ha il 70% del mercato mondiale.
            Ogg può essere implementato
            senza costi acXXXXXri, considerando che esiste
            anche libtremor per i dispositivi embedded,
            eppure non viene fatto, o se viene fatto non è
            pubblicizzato. E' un anno che cerco un'autoradio
            che riproduca ogg e possiblmente FLAC,
            invano.Prova invece a cercarne una con il collegamento per iPod...
          • gnammolo scrive:
            Re: I 32 bit....

            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai
            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo
            guardi: fatturato, utile, utilizzo,
            eccetera.
            Questa è un po una leggenda, mi spiego: se conti solo i players portatili è vero ipod ha la maggioranza, ma se conti tutti i dispositivi atti a riprodurre musica non lo è più. Ci sono le autoradio con gli mp3 sia su cd che su usb (e nessuna apple). Ci sono gli stereo compatti da casa, i player con HDD e/o cv/dvd/usb multimediali, le televisioni con integrato il lettore USB, insomma c'è una varietà molto più ampia di quello che pensi. Non conta l'uso come dici sempre? E allora il formato con il maggior uso al mondo è l'MP3, AAC lo conoscono in pochi.
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: gnammolo

            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai

            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato
            lo

            guardi: fatturato, utile, utilizzo,

            eccetera.


            Questa è un po una leggenda, mi spiego: se conti
            solo i players portatili è vero ipod ha la
            maggioranza, ma se conti tutti i dispositivi atti
            a riprodurre musica non lo è più.Ma stai vaneggiando? Dovremmo conteggiare radio, amplificatori e megafoni?
            Ci sono le
            autoradio con gli mp3 sia su cd che su usb (e
            nessuna apple).No, non esiste in commercio nessun cd e usb con audio mp3. Nemmeno 1.
            Ci sono gli stereo compatti da
            casa, i player con HDD e/o cv/dvd/usb
            multimediali, le televisioni con integrato il
            lettore USB, insomma c'è una varietà molto più
            ampia di quello che pensi.Ah, grazie, in 50 anni non mi ero accorto che ci fossero tutti questi apparecchi audio...
            Non conta l'uso come
            dici sempre? E allora il formato con il maggior
            uso al mondo è l'MP3, AAC lo conoscono in
            pochi.Lo conoscono in pochi perché non è necessario conoscere il formato della musica per acquistare 16 miliardi di brani e ascoltarli sull'iPod, il player PORTATILE più diffuso al mondo.Vorrei comunque portare a tua conoscenza che gli altri formati audio più utilizzati al pianeta, ovvero quelli che ascolti via radio, TV e satellite, non sono mp3.
          • gnammolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            <b
            Un mucchio di sciocchezze un'altra volta </b
            E' veramente complicato scriverne tante in un solo post ma tu ci riesci ogni volta.- Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: gnammolo


            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se
            sai


            cos'è) a livello mondiale, da qualunque
            lato

            lo


            guardi: fatturato, utile, utilizzo,


            eccetera.




            Questa è un po una leggenda, mi spiego: se
            conti

            solo i players portatili è vero ipod ha la

            maggioranza, ma se conti tutti i dispositivi
            atti

            a riprodurre musica non lo è più.

            Ma stai vaneggiando? Dovremmo conteggiare radio,
            amplificatori e
            megafoni? <b
            Ma come dici tu l'importante non è l'utilizzo? Non si utilizza principalmente l'mp3? CHi ha l'ipod pensi non ci metta dentro montagne di mp3? E un'autoradio non utilizza i files musicali tanto quanto un lettore portatile come l'ipod? CHe differenza ci sarebbe? La mela? Suvvia... </b



            Ci sono le

            autoradio con gli mp3 sia su cd che su usb (e

            nessuna apple).

            No, non esiste in commercio nessun cd e usb con
            audio mp3. Nemmeno
            1. <b
            http://www.doxaliber.it/il-nuovo-album-dei-white-stripes-sara-venduto-su-una-chiavetta-usb-personalizzata/558http://www.rockol.it/news-107208/Tour-europeo-dei-Kiss--registrazioni-in-vendita-anche-su-chiavetta-USBhttp://www.rockol.it/news-249299/Carl-Cox,-il-nuovo-album-su-chiavetta-USB-auto-aggiornantee via di questo passo.... (NB. la trovo una stronz..ta comprarsi uno di questi prodotti ma era solo per evidenziare quante stupidaggini scrivi) </b



            Ci sono gli stereo compatti da

            casa, i player con HDD e/o cv/dvd/usb

            multimediali, le televisioni con integrato il

            lettore USB, insomma c'è una varietà molto
            più

            ampia di quello che pensi.

            Ah, grazie, in 50 anni non mi ero accorto che ci
            fossero tutti questi apparecchi
            audio...Prego (e non mi stupisce...)


            Non conta l'uso come

            dici sempre? E allora il formato con il
            maggior

            uso al mondo è l'MP3, AAC lo conoscono in

            pochi.

            Lo conoscono in pochi perché non è necessario
            conoscere il formato della musica per acquistare
            16 miliardi di brani e ascoltarli sull'iPod, il
            player PORTATILE più diffuso al
            mondo. <b
            16 miliardi brani AAC contro quanti mp3? trilioni di copie? </b


            Vorrei comunque portare a tua conoscenza che gli
            altri formati audio più utilizzati al pianeta,
            ovvero quelli che ascolti via radio, TV e
            satellite, non sono
            mp3.Sentiamo quali sarebbero questi standard utilizzati per lo streaming? sono curioso...
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: gnammolo
            <b
            Un mucchio di sciocchezze un'altra
            volta </b
            E' veramente complicato
            scriverne tante in un solo post ma tu ci riesci
            ogni
            volta.Se non comprendi il problema è tuo e dei tuoi neuroni.

            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: gnammolo



            Rappresenta la MAGGIORANZA
            ASSOLUTA
            (se

            sai



            cos'è) a livello mondiale, da
            qualunque

            lato


            lo



            guardi: fatturato, utile, utilizzo,



            eccetera.






            Questa è un po una leggenda, mi spiego:
            se

            conti


            solo i players portatili è vero ipod ha
            la


            maggioranza, ma se conti tutti i
            dispositivi

            atti


            a riprodurre musica non lo è più.



            Ma stai vaneggiando? Dovremmo conteggiare
            radio,

            amplificatori e

            megafoni?
            <b

            Ma come dici tu l'importante non è l'utilizzo?Certo!
            Non si utilizza principalmente l'mp3? No, ovviamente.
            CHi ha
            l'ipod pensi non ci metta dentro montagne di mp3?Esatto, lo penso.
            E un'autoradio non utilizza i files musicali
            tanto quanto un lettore portatile come l'ipod?La radio si, ma quando io parlo di utilizzi, parlo delle PERSONE che utilizzano, NON degli OGGETTI o DISPOSITIVI. Vista la diffusione degli iPod, la gente attacca l'iPod all'autoradio, così ha sempre la sua musica con sé. Ah specifichiamo: averla con sé significa poterla ascoltare, con averla su una chiavetta USB.
            CHe differenza ci sarebbe? La mela? Suvvia...
            </b
            Differenze sostanziali.






            Ci sono le


            autoradio con gli mp3 sia su cd che su
            usb
            (e


            nessuna apple).



            No, non esiste in commercio nessun cd e usb
            con

            audio mp3. Nemmeno

            1.
            <b

            http://www.doxaliber.it/il-nuovo-album-dei-white-sMa almeno leggi quello posti? <i
            Le chiavette USB conterrano la versione completa, in formato Apple Lossles format </i
            "formato Apple Lossless"... (rotfl) Com'è stata la zappa sui piedi? Gustosa?
            http://www.rockol.it/news-107208/Tour-europeo-dei-E dove sta scritto che la chiavetta conterrà file mp3?Secondo FAIL.
            http://www.rockol.it/news-249299/Carl-Cox,-il-nuovE dove sta scritto che la chiavetta conterrà file mp3? <i
            una chiavetta USB auto-aggiornante </i
            Questa me la spieghi...
            e via di questo passo.... (NB. la trovo una
            stronz..ta comprarsi uno di questi prodotti ma
            era solo per evidenziare quante stupidaggini
            scrivi) </b
            Non sei riuscito ad evidenziare che tali chiavette contengano file mp3. Mentre sei riuscito ad evidenziare che una chiavetta contiene musica in formato Apple lossless.




            Ci sono gli stereo compatti da


            casa, i player con HDD e/o cv/dvd/usb


            multimediali, le televisioni con
            integrato
            il


            lettore USB, insomma c'è una varietà
            molto

            più


            ampia di quello che pensi.



            Ah, grazie, in 50 anni non mi ero accorto
            che
            ci

            fossero tutti questi apparecchi

            audio...

            Prego (e non mi stupisce...)Ovvio, i pochi neuroni in tuo possesso ti impediscono di cogliere l'ironia.





            Non conta l'uso come


            dici sempre? E allora il formato con il

            maggior


            uso al mondo è l'MP3, AAC lo conoscono
            in


            pochi.



            Lo conoscono in pochi perché non è necessario

            conoscere il formato della musica per
            acquistare

            16 miliardi di brani e ascoltarli sull'iPod,
            il

            player PORTATILE più diffuso al

            mondo.

            <b
            16 miliardi brani AAC contro quanti
            mp3? trilioni di copie? </b
            "trilioni di copie"? Stai parlando di pirateria o di cosa?



            Vorrei comunque portare a tua conoscenza che
            gli

            altri formati audio più utilizzati al
            pianeta,

            ovvero quelli che ascolti via radio, TV e

            satellite, non sono

            mp3.

            Sentiamo quali sarebbero questi standard
            utilizzati per lo streaming? sono
            curioso...L'importante ai fini del discorso è che NON SONO MP3.
          • Le Marchand scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: r1348

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: r1348



            Qualche azienda tipo Apple ha



            provato a muovere oltre, ma ha


            sostanzialmente



            fallito causa eccessiva chiusura
            dei

            propri



            formati, o con demenziali
            politiche
            di

            DRM.





            Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo
            aver


            rivoluzionato il mondo della musica con

            oltre

            300


            milioni di iPod e 16 miliardi di brani


            venduti?



            Ha fallito nell'imporre i propri formati al
            di

            fuori del proprio ecosistema,

            Intanto fuori dall'eco sistema Apple c'è il vuoto
            pneumatico, quindi di ciò che accade fuori, chi
            se ne
            frega.
            Secondo, il formato "imposto" è il formato
            STANDARD AAC, a differenza del formato
            PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO
            ECOSISTEMA".


            che nonostante il

            sucXXXXX dell'iPod, rappresenta tutt'ora una

            minoranza.

            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai
            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo
            guardi: fatturato, utile, utilizzo,
            eccetera.




            D'altro canto, formati aperti di
            qualità


            come


            ogg



            e flac sono poco supportati

            dall'industria.


            Ergo



            lo status quo non cambia, forse
            anche

            perché



            l'utente medio non ne vede la



            necessità.





            Nessuno ne vede l'utilità.



            FLAC è il formato lossless più diffuso, il

            problema è che i formati lossless sono

            generalmente poco

            diffusi.

            E allora hai parlato di aria fritta.


            La questione mp3 è emblematica, difatti è un

            formato patentato (come aac)

            No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un
            formato
            standard.


            e di qualità

            inferiore sia ad aac che ad ogg, eppure
            nessuno

            riesce a scollarsene.

            Di fatto non conta più nulla, visto che iPod ha
            il 70% del mercato
            mondiale.


            Ogg può essere implementato

            senza costi acXXXXXri, considerando che
            esiste

            anche libtremor per i dispositivi embedded,

            eppure non viene fatto, o se viene fatto non
            è

            pubblicizzato. E' un anno che cerco
            un'autoradio

            che riproduca ogg e possiblmente FLAC,

            invano.

            Prova invece a cercarne una con il collegamento
            per
            iPod...Hai detto una caterva di XXXXXXX enormi, ti ribatto solo in una cosa perchè non mi va di discutere con un religioso, gli ipod venduti sono 300 milioni? al momento sono stati prodotti oltre un miliardo di lettori mp3, il primato come lo intendi tu è stato fatto su una classifica di 5 lettori ed è risultato il piu venduto, ha perso in classifica per la qualità sonora, ha perso nella classifica degli auricolari, ha perso nella classifica dei formati supportati, ha perso nella classifica della durata della batteria ma ha visto quella del prezzo piu alto e del prodotto piu venduto
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: Le Marchand
            Hai detto una caterva di XXXXXXX enormi, ti
            ribatto solo in una cosa perchè non mi va di
            discutere con un religioso, gli ipod venduti sono
            300 milioni? al momento sono stati prodotti oltre
            un miliardo di lettori mp3, il primato come lo
            intendi tu è stato fatto su una classifica di 5
            lettori ed è risultato il piu venduto, ha perso
            in classifica per la qualità sonora, ha perso
            nella classifica degli auricolari, ha perso nella
            classifica dei formati supportati, ha perso nella
            classifica della durata della batteria ma ha
            visto quella del prezzo piu alto e del prodotto
            piu
            vendutoUn link a riprova delle tue fantasticherie?
          • gnammolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            e poi saltano fuori i dati taroccati...http://www.macobserver.com/tmo/article/iPod_Claims_82_HD-Based_Retail_Market_Share_42_All_Players_UPDATE/
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: gnammolo
            e poi saltano fuori i dati taroccati...
            http://www.macobserver.com/tmo/article/iPod_ClaimsQualcosa di più recente di Ottobre 2004 non hai?
          • Poseidone scrive:
            Re: I 32 bit....
            Magari postare dati aggiornati... sono del 10 ottobre, ma del 2004!!!Infatti puzzava la presenza di Rio, IRiver...
          • r1348 scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: r1348

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: r1348



            Qualche azienda tipo Apple ha



            provato a muovere oltre, ma ha


            sostanzialmente



            fallito causa eccessiva chiusura
            dei

            propri



            formati, o con demenziali
            politiche
            di

            DRM.





            Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo
            aver


            rivoluzionato il mondo della musica con

            oltre

            300


            milioni di iPod e 16 miliardi di brani


            venduti?



            Ha fallito nell'imporre i propri formati al
            di

            fuori del proprio ecosistema,

            Intanto fuori dall'eco sistema Apple c'è il vuoto
            pneumatico, quindi di ciò che accade fuori, chi
            se ne
            frega.Vi sono molte più periferiche non-Apple che periferiche Apple in giro, quindi anche se nessuno dei concorrenti raggiunge Apple singolarmente, complessivamente Apple è in minoranza e non può imporre i propri formati (altrimenti col cavolo che avrebbe aperto ALAC).
            Secondo, il formato "imposto" è il formato
            STANDARD AAC, a differenza del formato
            PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO
            ECOSISTEMA".Vedi sotto.

            che nonostante il

            sucXXXXX dell'iPod, rappresenta tutt'ora una

            minoranza.

            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai
            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo
            guardi: fatturato, utile, utilizzo,
            eccetera.Se così fosse, Apple avrebbe la forza di imporre i propri formati, ma la realtà è differente...



            D'altro canto, formati aperti di
            qualità


            come


            ogg



            e flac sono poco supportati

            dall'industria.


            Ergo



            lo status quo non cambia, forse
            anche

            perché



            l'utente medio non ne vede la



            necessità.





            Nessuno ne vede l'utilità.



            FLAC è il formato lossless più diffuso, il

            problema è che i formati lossless sono

            generalmente poco

            diffusi.

            E allora hai parlato di aria fritta....e allora Apple ha sviluppato aria fritta.

            La questione mp3 è emblematica, difatti è un

            formato patentato (come aac)

            No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un
            formato
            standard.http://www.vialicensing.com/licensing/aac-fees.aspxA me sembra che AAC abbia un patent pool esattamente come MPEG-LA...

            e di qualità

            inferiore sia ad aac che ad ogg, eppure
            nessuno

            riesce a scollarsene.

            Di fatto non conta più nulla, visto che iPod ha
            il 70% del mercato
            mondiale.Già, ed allora per quale strano motivo Apple continua a supportare il formato sulle proprie periferiche?

            Ogg può essere implementato

            senza costi acXXXXXri, considerando che
            esiste

            anche libtremor per i dispositivi embedded,

            eppure non viene fatto, o se viene fatto non
            è

            pubblicizzato. E' un anno che cerco
            un'autoradio

            che riproduca ogg e possiblmente FLAC,

            invano.

            Prova invece a cercarne una con il collegamento
            per
            iPod...Preferisco avere meno passaggi analogici possibile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 novembre 2011 20.11-----------------------------------------------------------
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            piccola nota, itunes non vende mp3.
          • r1348 scrive:
            Re: I 32 bit....
            Retconned!
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: r1348
            Vi sono molte più periferiche non-Apple che
            periferiche Apple in giro,Guarda, se parliamo di periferiche audio (stiamo parlando di audio, vero?) le periferiche per i prodotti Apple sono ordini di grandezza di più delle altre.
            quindi anche se
            nessuno dei concorrenti raggiunge Apple
            singolarmente, complessivamente Apple è in
            minoranza No, complessivamente è in maggioranza, visto che il 70% del mercato significa "maggioranza".
            e non può imporre i propri formatiInfatti ha scelto un formato standard.
            (altrimenti col cavolo che avrebbe aperto
            ALAC).L'ha aperto perché non è strategico.

            Secondo, il formato "imposto" è il formato

            STANDARD AAC, a differenza del formato

            PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO

            ECOSISTEMA".

            Vedi sotto.



            che nonostante il


            sucXXXXX dell'iPod, rappresenta
            tutt'ora
            una


            minoranza.



            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai

            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato
            lo

            guardi: fatturato, utile, utilizzo,

            eccetera.

            Se così fosse, Apple avrebbe la forza di imporre
            i propri formati, ma la realtà è
            differente...Avere la forza di imporre un proprio formato non comporta l'obbligo di imporre un proprio formato.




            D'altro canto, formati aperti
            di

            qualità



            come



            ogg




            e flac sono poco supportati


            dall'industria.



            Ergo




            lo status quo non cambia,
            forse

            anche


            perché




            l'utente medio non ne vede la




            necessità.







            Nessuno ne vede l'utilità.





            FLAC è il formato lossless più diffuso,
            il


            problema è che i formati lossless sono


            generalmente poco


            diffusi.



            E allora hai parlato di aria fritta.

            ...e allora Apple ha sviluppato aria fritta.Beh, visti i risultati vorrei svilupparla anch'io, quel tipo di aria.



            La questione mp3 è emblematica, difatti
            è
            un


            formato patentato (come aac)



            No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un

            formato

            standard.

            http://www.vialicensing.com/licensing/aac-fees.asphttp://en.wikipedia.org/wiki/Aac <i
            Advanced Audio Coding (AAC) is a <u
            standardized </u
            , lossy compression and encoding scheme for digital audio. </i
            http://en.wikipedia.org/wiki/Mp3 <i
            MPEG-1 or MPEG-2 Audio Layer III,[4] more commonly referred to as MP3, is a <u
            patented </u
            digital audio encoding format </i

            A me sembra che AAC abbia un patent pool
            esattamente come
            MPEG-LA...http://en.wikipedia.org/wiki/Aac#Licensing_and_patents <i
            No licenses or payments are required to be able to stream or distribute content in AAC format. <u
            This reason alone makes AAC a much more attractive format to distribute content than MP3 </u
            , particularly for streaming content (such as Internet radio) </i



            e di qualità


            inferiore sia ad aac che ad ogg, eppure

            nessuno


            riesce a scollarsene.



            Di fatto non conta più nulla, visto che iPod
            ha

            il 70% del mercato

            mondiale.

            Già, ed allora per quale strano motivo Apple
            continua a supportare il formato sulle proprie
            periferiche?Forse perché a suo tempo hanno pagato per una licenza con una certa durata.


            Ogg può essere implementato


            senza costi acXXXXXri, considerando che

            esiste


            anche libtremor per i dispositivi
            embedded,


            eppure non viene fatto, o se viene
            fatto
            non

            è


            pubblicizzato. E' un anno che cerco

            un'autoradio


            che riproduca ogg e possiblmente FLAC,


            invano.



            Prova invece a cercarne una con il
            collegamento

            per

            iPod...

            Preferisco avere meno passaggi analogici
            possibile.Il numero di passaggi analogici resta invariato.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo

            Intanto fuori dall'eco sistema Apple c'è il vuoto
            pneumatico, quindi di ciò che accade fuori, chi
            se ne
            frega.
            Secondo, il formato "imposto" è il formato
            STANDARD AAC, a differenza del formato
            PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO
            ECOSISTEMA".Mamma mia: "Se non è apple non va considerato", molto male ruppolo, molto male.Io vedo ancora più mp3 che AAC, parlando dei concorrenti di itunes store.nel file sharnig non ne parliamo proprio è assai raro trovare musica codificata in AAC! E' più facile trovare formati lossless.Anche se ipod ha avuto il suo enorme sucXXXXX, questo non ha portato la fine della diffusione del formato mp3, tanto che ancora adesso la apple lo supporta.

            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai
            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo
            guardi: fatturato, utile, utilizzo,
            eccetera.Ma la apple è l'unica che usa dei formati diversi rispetto alla concorrenza è guarda bene che apple è in minoranza sotto quel punto di vista, perchè gli altri sono superiori numericamente parlando, come entità.

            E allora hai parlato di aria fritta.Perchè non è apple o perchè son poco diffusi ?Guardala cosi, la apple forse in futuro vuole vendere la musica in formato lossless.Però vista la natura di non rendere ormai la muscia acquistata, legata ad un solo software o hardware (vedi appunto il DRM levato via negli ultimi anni, deve permettere agli utenti che acquistano di usufruire dei propri brani, con HW e software che vogliono.E rendere Opensource un loro codec lossless, mi sembra una idea ottima, senza legare mani e piedi in assurde royalty i produttori terzi.

            No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un
            formato
            standard.Patentato = Brevettato ego devi pagare le royalty per usarlo. Stantard o meno che sia.Ti sei mai chiesto perchè certi software che danno supporto a quel codec, sono a pagamento ?

            Di fatto non conta più nulla, visto che iPod ha
            il 70% del mercato
            mondiale.Ma non vuol dire che quel 70% che abbia un ipod usi solo i brani presi esclusivamente dal negozio online di apple.Se poi consideriamo che ipod era uscito ben prima di tale negozio.

            Prova invece a cercarne una con il collegamento
            per
            iPod...Oh si, ma proprio sei fissato con la diffusione del ipod che non è un fattore che ha fatto dimunire la diffusione degli mp3.
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: ruppolo




            Intanto fuori dall'eco sistema Apple c'è il
            vuoto

            pneumatico, quindi di ciò che accade fuori,
            chi

            se ne

            frega.

            Secondo, il formato "imposto" è il formato

            STANDARD AAC, a differenza del formato

            PROPRIETARIO "AL DI FUORI DEL PROPRIO

            ECOSISTEMA".

            Mamma mia: "Se non è apple non va considerato",
            molto male ruppolo, molto
            male.
            Io vedo ancora più mp3 che AAC, parlando dei
            concorrenti di itunes
            store.Mostra pure quello che vedi...
            nel file sharnig non ne parliamo proprio è assai
            raro trovare musica codificata in AAC! E' più
            facile trovare formati
            lossless.La pirateria non mi interessa (del resto vorrei vedere quale garanzia e/o fiducia potresti avere sulla natura di qui file... prendo un mp3 lo converto il lossless e lo carico nei circuiti del file sharing, tanto per il gusto di inc*lare i fessi).
            Anche se ipod ha avuto il suo enorme sucXXXXX,
            questo non ha portato la fine della diffusione
            del formato mp3, tanto che ancora adesso la apple
            lo
            supporta.Il fatto che lo supporti a livello di compatibilità non significa nulla.



            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai

            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato
            lo

            guardi: fatturato, utile, utilizzo,

            eccetera.

            Ma la apple è l'unica che usa dei formati diversi
            rispetto alla concorrenzaSe la concorrenza preferisce la bassa qualità, prego. Infatti i risultati si vedono.
            è guarda bene che apple
            è in minoranza sotto quel punto di vista, perchè
            gli altri sono superiori numericamente parlando,
            come
            entità.Dimostralo...



            E allora hai parlato di aria fritta.

            Perchè non è apple o perchè son poco diffusi ?
            Guardala cosi, la apple forse in futuro vuole
            vendere la musica in formato
            lossless.Probabile, visto che la rete Internet ha raggiunto la capacità necessaria.
            Però vista la natura di non rendere ormai la
            muscia acquistata, legata ad un solo software o
            hardware (vedi appunto il DRM levato via negli
            ultimi anni,Al costo di una aumento del prezzo da 0,99 a 1,29 centesimi. GRAZIE, BARBONI E PIRATI. GRAZIE.
            deve permettere agli utenti che
            acquistano di usufruire dei propri brani, con HW
            e software che
            vogliono."deve"?
            E rendere Opensource un loro codec lossless, mi
            sembra una idea ottima, senza legare mani e piedi
            in assurde royalty i produttori
            terzi.Certo, ottima idea, così invece di migliaia di brani nel tuo lettore poi ce ne staranno decinaia e decinaia. Un vero passo avanti.



            No, MP3 è un formato proprietario, AAC è un

            formato

            standard.

            Patentato = Brevettato ego devi pagare le royalty
            per usarlo. Stantard o meno che
            sia.Già, ma AAC e MENO patentato di MP3.
            Ti sei mai chiesto perchè certi software che
            danno supporto a quel codec, sono a pagamento
            ?Non mi chiedo MAI perché un software sia a pagamento. A volte invece mi chiedo perché sia gratuito.



            Di fatto non conta più nulla, visto che iPod
            ha

            il 70% del mercato

            mondiale.

            Ma non vuol dire che quel 70% che abbia un ipod
            usi solo i brani presi esclusivamente dal negozio
            online di
            apple.Infatti può benissimo usare i brani dei suoi CD, convertiti in AAC.
            Se poi consideriamo che ipod era uscito ben prima
            di tale
            negozio.No, non "ben" prima, ma poco prima.Comunque l'aver adottato AAC al posto di MP3 è stata una scelta RAZIONALE.



            Prova invece a cercarne una con il
            collegamento

            per

            iPod...

            Oh si, ma proprio sei fissato con la diffusione
            del ipod che non è un fattore che ha fatto
            dimunire la diffusione degli
            mp3.Non l'ha fatta diminuire, l'ha fatta quasi sparire.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo

            Mostra pure quello che vedi...Fatti un giro del filesharing o oppure nei negozi online concorrenti ad apple è vedrai che trovi mp3 come se piovesse.

            La pirateria non mi interessa (del resto vorrei
            vedere quale garanzia e/o fiducia potresti avere
            sulla natura di qui file... prendo un mp3 lo
            converto il lossless e lo carico nei circuiti del
            file sharing, tanto per il gusto di inc*lare i
            fessi).Mio caro, non ingorare questo fatto che è molto importate (oltre ad aver contribuito al sucXXXXX del ipod), oltre alle leggende metropolitane che racconti per non rispondere, ti ho fatto notare un dato di fatto sulla diffusione che hanno ancora oggi gli mp3.

            Il fatto che lo supporti a livello di
            compatibilità non significa
            nulla.Ti sbagli! Lo supporta perchè è il formato audio più diffuso ancora adesso, tra l'altro ipod era nato COME LETTORE MP3, per l'appunto.Tra l'altro itunes ti permette di rippare le tracce dei CD pure con quel formato, come mai secondo te ?
            Se la concorrenza preferisce la bassa qualità,
            prego. Infatti i risultati si
            vedono.Bhe mp3 con il massimo di bitrate disponibile, offre poche perdite di qualità, mica vendono file da 128 di bitrate!Comunque hai sviato pure stavolta.

            Dimostralo...Ma sai leggere ? Ho detto che dal punto di vista del formato apple è in minoraza perchè è l'unica che vede brani in AAC, mentre gli altri usano ancora mp3!Svagliati ed impara a leggere.
            Probabile, visto che la rete Internet ha
            raggiunto la capacità
            necessaria.Grazie per aver tagliato il quote mutando quello che dicevo.

            Al costo di una aumento del prezzo da 0,99 a 1,29
            centesimi. GRAZIE, BARBONI E PIRATI.
            GRAZIE.Hai ritagliato il mio quote ancora, comunque sei un felino sciocco, lasciatelo dire. Che cosa centrano i "pirati" con l'eliminazione del DRM dei brani, che datta da molti c'erano limitazioni assurde, come il numero limitato di computer e l'utilizzo del solo ipod per i brani acquistati ?La stessa apple voleva già dall'inizio non vendere brani con il DRM, perchè sapeva bene che frenava potenziali clienti.Ma te, sei veramente strano.Dai dei berboni a chi non compra un brano su itunes, magari ignorando che non hanno una carta di credito, oppure compra i CD ? :DSei triste.

            "deve"?Mi piace come prima travisi quello che dico, poi non capisci nemmeno quello CHE TI DICO."DOVE"? Sai, il DRM di itunes t'impediva ad esempio di mettere i TUOI brani acquistati sun un lettore diverso dal ipod, t'impediva di poter fare delle copie di sicurezza per il numero limitato di pc ecc ecc.L'unica cosa "buona" era il formato audio che apparteneva ad uno stantard, tutti potevano supportarlo, Royalty e DRM permettendo.Levato il DRM ha fatto in modo che la tua musica che acquisti, non è più vincolata da un solo software o riproduttore fisico.Ti è chiaro ?

            Certo, ottima idea, così invece di migliaia di
            brani nel tuo lettore poi ce ne staranno decinaia
            e decinaia. Un vero passo
            avanti.Perchè, poi diventa obbligatorio mettere solo formati lossless ? :DSvegliati, perfavore.

            Già, ma AAC e MENO patentato di MP3.Non cambia nulla, non è libero della implementazione senza pagare.MP3 almeno c'è un vincolo legale per aggirare il problema (vedi il LAME).

            Non mi chiedo MAI perché un software sia a
            pagamento. A volte invece mi chiedo perché sia
            gratuito.Rispondi alla domanda invece di eludere, perfavore.

            Infatti può benissimo usare i brani dei suoi CD,
            convertiti in
            AAC.Oppure in Mp3, visto che lo stesso itunes può ripparli in quel formato.Strano che hai accennato all'alternativa del ripping su CD!Ma il punto non è quello, molti usano ipod per mettere i propri mp3 anche.

            No, non "ben" prima, ma poco prima.Un bel pò prima visto che dopo anni è uscito questo negozio, come risposta alle accude dementi delle major che apple favorisse la pirateria.
            Comunque l'aver adottato AAC al posto di MP3 è
            stata una scelta
            RAZIONALE.Per ricevere le royalty dai concorrenti visto che fa parte del consorzio che spinge tale formato ?

            Non l'ha fatta diminuire, l'ha fatta quasi
            sparire.Vivi una realtà alternativa. Mp3 non è affatto "quasi sparito" ma vivo e vegeto e di difficile scalfitura.
          • Meh scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo
            Rappresenta la MAGGIORANZA ASSOLUTA (se sai
            cos'è) a livello mondiale, da qualunque lato lo
            guardi: fatturato, utile, utilizzo,
            eccetera.Fai una ricerca su google o un qualunque altro motore di ricerca.Cerca nome artista + mp3 e poi nome artista + m4a e vedi quale delle dure ricerche porta più risultati.
        • Sgabbio scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: ruppolo

          Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver
          rivoluzionato il mondo della musica con oltre 300
          milioni di iPod e 16 miliardi di brani
          venduti?
          Ti rendi conto che non hai capito quello che ha detto sto tizo ?Il fallimenti non è inteso delle vendite, ma di sradicare MP3 come formato più usato, cosa che a parte il loro negizio online, non è sucXXXXX.Gli altri vendono in mp3.

          Nessuno ne vede l'utilità.Forse tu, perchè la apple non lo supporta nativamente da itunes, ma supportare formati tencologicamente migliori del mp3, male non farebbe.Ironia della sorte, dove non arriva il mercato, arrivano le vie alternative, ormai rippano anche in formato lossless come i flac e i software che supportano nativamente il formato non sono pochi.
          Ovvio.Forse si o forse no, dipende da come lo si vuole fare. Se le major non fossero state cosi miope quando volevano sostiuire il CD, molto probabilmente il supporto fisico per la muscia, non sarebbe stato cosi in stallo.
          • ruppolo scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: ruppolo




            Cos'è che avrebbe fallito Apple, dopo aver

            rivoluzionato il mondo della musica con
            oltre
            300

            milioni di iPod e 16 miliardi di brani

            venduti?



            Ti rendi conto che non hai capito quello che ha
            detto sto tizo
            ?
            Il fallimenti non è inteso delle vendite, ma di
            sradicare MP3 come formato più usato, cosa che a
            parte il loro negizio online, non è
            sucXXXXX.Il fatto stesso che il loro negozio online non venda mp3, ha di fatto sradicato l'MP3.
            Gli altri vendono in mp3.Gli altri non contano.Se non concordi con questa affermazione non hai che da portare dei dati che la smontino.




            Nessuno ne vede l'utilità.

            Forse tu, perchè la apple non lo supporta
            nativamente da itunes, ma supportare formati
            tencologicamente migliori del mp3, male non
            farebbe.Questo la fa da 10 anni, il formato si chiama AAC.
            Ironia della sorte, dove non arriva il mercato,
            arrivano le vie alternative, ormai rippano anche
            in formato lossless come i flac e i software che
            supportano nativamente il formato non sono
            pochi.I software non contano un fico secco, la gente non va in giro col PC nella carriola e la prolunga, e nemmeno col notebook appeso al collo.

            Ovvio.

            Forse si o forse no, dipende da come lo si vuole
            fare. Se le major non fossero state cosi miope
            quando volevano sostiuire il CD,Loro volevano cosa????????!
            molto
            probabilmente il supporto fisico per la muscia,
            non sarebbe stato cosi in
            stallo.Ma cosa vaneggi?I supporti fisici hanno avuto il loro sucXXXXX: vinile, cassette, CD. Poi, dopo il sucXXXXX, hanno giustamente vissuto il declino. Non ci sono stalli.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: ruppolo.

            Il fatto stesso che il loro negozio online non
            venda mp3, ha di fatto sradicato
            l'MP3.Eppure mp3 e il più diffuso ancora adesso, sia a livello legale (vedi il concorrente numero uno di Apple nel settore, ovvero amazon), che per le vie travese, come il filesharing dove vedi quasi unicamente mp3.Non che è se apple ha sucXXXXX con un formato audio nel suo negozio, quasto pone fine del longevo mp3, non pasta solo questo.

            Gli altri non contano.

            Se non concordi con questa affermazione non hai
            che da portare dei dati che la
            smontino.La Tua affermazione e solo da fanboy. dite che gli altri non contano perchè tu ami apple, ti rende poco obbietivo, oltre che antipatico.

            Questo la fa da 10 anni, il formato si chiama AAC.Non è la risposta per quel che ho chiesto, stai sviando.Io intendevo il supporti di altri formati in maniera nativa, come fanno altri player, senza bisogno di usare plug in terzi.

            I software non contano un fico secco, la gente
            non va in giro col PC nella carriola e la
            prolunga, e nemmeno col notebook appeso al
            collo.Io ti ho indicato la luna, ma tu stai guardando il dito, come al solito, capisci solo quello che ti fa comodo credere.

            Loro volevano cosa????????!Se ti leggi la storia, le major volevano su sucXXXXXre le CD, sia per motivi commerciali, sia per altri motivi, ma per la loro miopia, un sucXXXXXre non era mai arrivato, tra SACD e DVD Audio, per non parlare dei DAT, tutti affossati da loro.

            Ma cosa vaneggi?Guarda che il mercato "dei file musicali" è praticamente un infante, se paragonata alla vita commerciale dei CD redbook.Ma come al solito spezzi i miei discorsi e poi rispondi a caso.
            I supporti fisici hanno avuto il loro sucXXXXX:
            vinile, cassette, CD. Poi, dopo il sucXXXXX,
            hanno giustamente vissuto il declino. Non ci sono
            stalli.Mamma mia, sei cieco come pochi, levati le tue iFette di iProsciuto nei tuoi iEyes!C'è stato lo stallo da parte del CD, non c'è stata nessuna evoluzione. Quando qualcuno aveva proposto un sucXXXXXre superiore al comcat disc, pretendevano l'impossibile, portando poi alla nichia i formati proposti.vedi il SACD che tra l'altro con una protezione che avevano imposto le mojor ne azzopavano le qualità, oppure i DAT della Sony, relegati solo in certi ambiti, con prezzi molto alti al pezzo.
          • Ego scrive:
            Re: I 32 bit....
            guarda, fai prima a prenderlo per il XXXX ed umiliarlo come fanno tutti perchè tanto ruppolo non ha capito un XXXXX
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            Ma ruppolo non è cattivo alla fine, basta che non parli di Apple e pirateria, alla fine puoi parlare di tutto con lui, volendo :D
        • Meh scrive:
          Re: I 32 bit....

          D'altro canto, formati aperti di qualità
          come
          ogg

          e flac sono poco supportati dall'industria.
          Ergo

          lo status quo non cambia, forse anche perché

          l'utente medio non ne vede la

          necessità.

          Nessuno ne vede l'utilità.Io, utente Mac, sì.Scarico molti album in Flac e tutte le volte devo convertirli in Alac con XLD per poterli importare su iTunes e sull'iPhone.Quelli che voglio importare me li tengo in Flac e li apro con Cog, che tra l'altro preferisco ad iTunes.
      • Sgabbio scrive:
        Re: I 32 bit....
        itunes store non ha più DRM sulla musica da qualche annetto ormai.
    • ruppolo scrive:
      Re: I 32 bit....
      - Scritto da: IlCieco
      Venendo all'articolo, non penso che il mondo
      sentisse il bisogno di ALAC. Il .flac, il .wv e
      l'.ogg lossless direi che già sopperiscono
      appieno alle esigenze di chi ha bisogno di audio
      lossless.Io non credo che la gente abbia bisogno di audio in un formato o un in altro, ma semplicemente di ascoltare musica.
      Quello che farebbe bene alla comunità
      sarebbe piuttosto garantire piena compatibilità
      tra i formati e i sw.I software non sono più necessari da quando esiste iPod, che è stato per la musica ciò che è stato il cellulare per il telefono: la libertà di fruizione ovunque ti trovi.
      Personalmente trovo iTunes
      un po' frustrante sotto vari aspetti, ma so che
      questo è soggettivo e ognuno di noi avrà un
      player che predilige.Si, in questo momento prediligo iPhone.
      Che sia VLC, Foobar,
      Winamp, Windows Media Player, Songbird, etc etc.Cose del passato.
      Trovo grave l'omessa compatibilità tra iTunes e i
      file flac e ogg, ma ne comprendo i motivi. Fa
      parte della politica Apple, che è un'azienda che
      fa soldi e non una Onlus, dunque che attui
      politiche volte a massimizzare i propri interessi
      è un suo diritto.Non solo i suoi interessi, ma anche quelli degli utenti.Infatti è stato scelto il formato standard AAC, invece del proprietario MP3.
      Da professionista dell'audio piuttosto vorrei
      rimarcare il bisogno di aggiornare un po' la
      cultura dell'utente comune circa la qualità
      dell'audio. Perché siamo fermi alla risoluzione
      PCM lineare (Pulse Code Modulation) del CD audio,
      per intenderci i famosi 44,100 samples al secondo
      quantizzati a 16 bit, uno standard di circa 30
      anni fa.Più che sufficiente per le nostre orecchie. Questo è tipicamente il massimo della
      qualità che ascoltiamo da CD, formati PCM come
      wav e aiff o lossless. Peccato che in ambito
      professionale si possa lavorare fino a 192,000 Hz
      (o 384,000? )e 32 bit.E chi se ne frega? Alla fine è il nostro orecchio, che deve ascoltare la musica.
      Il mondo del video
      digitale è alla continua ricerca delle
      risoluzioni più cristalline e ogni anno macina
      innovazioni (a volte inutili),Ovvio, il video è ancora inferiore alle capacità dei nostri occhi.
      mentre nell'audio
      a parte l'interesante SACD (codificato DSD) mai
      esploso ed il meno interessante DVD-Audio, siamo
      regrediti
      all'mp3.Concordo sulla regressione al MP3. Purtroppo accade spesso che il formato peggiore prenda il sopravvento, vedi VHS e USB.
      Per carità, anche io ascolto gli mp3/ogg/aac ogni
      giorno e non mi scandalizzo di certo, ma sarebbe
      ora di cestinare per sempre lo standard Red Book
      del CD Audio ed aprire definitivamente la porta
      almeno ai 32
      bit.Come formati da impiegare durante la lavorazione è giusto utilizzare il meglio, ma poi per la fruizione un AAC a 256Kbit è ben più che sufficiente, IMHO.
      • Mor scrive:
        Re: I 32 bit....

        I software non sono più necessari da quando
        esiste iPod, che è stato per la musica ciò che è
        stato il cellulare per il telefono: la libertà di
        fruizione ovunque ti
        trovi.Questo lo vuoi vedere tu, che palesemente eviti la realtà dei fatti...Non è stata certo Apple a inventarlo, l'ha solo reso più fico, cossì la gente si è messa a comprarlo in massa spendendo molto di più di un lettore base (pur usandolo come un lettore base), solo perchè "fa fico" avere un ipod.Vuoi sapere il colmo: ho appena scoperto (non mi interesso tanto al mondo apple, quindi mi è capitato di sentirlo per caso) la cosa più assurda degli ultimi anni in fatti tecnologici: la gente pensa che sia stata Apple ad inventare il "lettore mp3", con l'ipod.Questo ovviamente è falso, ma il punto non è quello: ho scoperto che l'ipod manco li leggi gli mp3!!! Mi dicono che itunes converte al volo gli mp3.Questo fa molto pensare a quanto sia pecorona la gente....Meditate gente...
        • bertuccia scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: Mor

          Non è stata certo Apple a inventarlo, l'ha solo
          reso più ficol'ha reso usabile.provalo con itunes e capirai.playlist smart per musica e podcast, create in pochi secondi, genius, selezione per generi/album/artisti poi se vuoi gli dici di riempire il rimanente spazio libero con altra musica a caso della tua libreriainsomma ogni volta che colleghi ipod ad itunes la tua libreria si aggiorna automaticamente in base alle tue preferenze, e se vuoi in pochi secondi puoi completamente rivoluzionarlatutto questo non te lo danno gli altri player, e non te lo da nemmeno iPod gestito da programmi diversi di iTunes (io stesso ho usato iPod nano per un bel po' con rhythmbox, anni luce da iTunes... la musica da caricare e le playlist me le gestivo tutte a mano)
          Questo ovviamente è falso, ma il punto non è
          quello: ho scoperto che l'ipod manco li leggi gli
          mp3!!! Mi dicono che itunes converte al volo gli
          mp3.

          Questo fa molto pensare a quanto sia pecorona la
          gente....
          Meditate gente...
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Mor



            Non è stata certo Apple a inventarlo, l'ha
            solo

            reso più fico

            l'ha reso usabile.
            provalo con itunes e capirai.

            playlist smart per musica e podcast, create in
            pochi secondi, genius, selezione per
            generi/album/artisti poi se vuoi gli dici di
            riempire il rimanente spazio libero con altra
            musica a caso della tua
            libreria

            insomma ogni volta che colleghi ipod ad itunes la
            tua libreria si aggiorna automaticamente in base
            alle tue preferenze, e se vuoi in pochi secondi
            puoi completamente
            rivoluzionarla

            tutto questo non te lo danno gli altri player, e
            non te lo da nemmeno iPod gestito da programmi
            diversi di iTunes (io stesso ho usato iPod nano
            per un bel po' con rhythmbox, anni luce da
            iTunes... la musica da caricare e le playlist me
            le gestivo tutte a
            mano)
            In effetti l'integrazione tra iTunes ed iPod/iPhone è eccellente, e lo è sempre stata. E devo dire che la invidio un tantino! Sia su pc che su Android ci sono eccellenti applicazioni audio, ma raramente si parlano tra loro, e se lo fanno lo fanno in modo parziale. Un esempio su tutti il Winamp su pc e su Android: la versione pc è molto buona, mentre quella Android è a dir poco penosa! Così su pc sono passato a foobar2000, almeno posso esportare i file e le cartelle con un semplice click (su Winamp non è per niente chiaro). Ovviamente mi scordo qualsiasi possibile sync tra i 2... :(In compenso foobar2000 ho scoperto che è dannatamente sofisticato, solo che un utente comune non riuscirebbe a stargli dietro! Tuttavia una volta configurato in maniera giusta, non ha praticamente nulla da invidiare ad iTunes e co. Peccato sia così poco user-friendly!
          • bertuccia scrive:
            Re: I 32 bit....
            esiste un app per sincronizzare iTunes e Android.. in wifi tra l'altro.. non ricordo se avevo provato tunesync o airsyncè a pagamento ma c'è una free trialpoi va bè iTunes su windows non è il masismo della vita, ma ti permette appunto quella gestione automatizzata della musica di cui parlavo sopra
          • Izio01 scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Mor



            Non è stata certo Apple a inventarlo, l'ha
            solo

            reso più fico

            l'ha reso usabile.
            provalo con itunes e capirai.

            playlist smart per musica e podcast, create in
            pochi secondi, genius, selezione per
            generi/album/artisti poi se vuoi gli dici di
            riempire il rimanente spazio libero con altra
            musica a caso della tua
            libreria
            La mia autoradio legge gli mp3, ma mi ha grandemente deluso sotto tutta una serie di aspetti. Oggi sento la musica in random, ma noto che ci sono canzoni che ricorrono con una certa frequenza e altre mai caricate. Effetto della casualità, forse, ma a me puzza di pessima funzione pseudo-casuale.Ha anche l'interfaccia per iPod; se compro un iPod da 64 Gb, per avere sempre dietro tutta la mia collezione, l'arnese mi dà comunque le playlist intelligenti, che evitano questo tipo di situazione ciclando tutti i brani esclusi quelli che marchio, oppure devo periodicamente collegarlo ad iTunes?Grazie :-)
          • bertuccia scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: Izio01

            Ha anche l'interfaccia per iPod; se compro un
            iPod da 64 Gb, per avere sempre dietro tutta la
            mia collezione, l'arnese mi dà comunque le
            playlist intelligenti, che evitano questo tipo di
            situazione ciclando tutti i brani esclusi quelli
            che marchio, oppure devo periodicamente
            collegarlo ad iTunes?allora, ti posso parlare di iPod Touch dal momento che presumo sia uguale ad iPhone.. lì sopra puoi creare playlist "statiche" (aggiunta manuale di brani) oppure usare la funzione genius: scegli un brano e a partire da quello lui ti crea una playlist di brani similile playlist smart, per quanto ne so, le devi creare su iTunes: ogni volta che sincronizzi la playlist si aggiornerà con i cambiamenti occorsi nel frattempo.c'è poi ovviamente la riproduzione casuale all'interno dell'intera libreria, album, artista, genere, raccoltaps. non penserai mica di usare un iPod senza iTunes?
          • Izio01 scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Izio01



            Ha anche l'interfaccia per iPod; se compro un

            iPod da 64 Gb, per avere sempre dietro tutta
            la

            mia collezione, l'arnese mi dà comunque le

            playlist intelligenti, che evitano questo
            tipo
            di

            situazione ciclando tutti i brani esclusi
            quelli

            che marchio, oppure devo periodicamente

            collegarlo ad iTunes?

            allora, ti posso parlare di iPod Touch dal
            momento che presumo sia uguale ad iPhone.. lì
            sopra puoi creare playlist "statiche" (aggiunta
            manuale di brani) oppure usare la funzione
            genius: scegli un brano e a partire da quello lui
            ti crea una playlist di brani
            simili

            le playlist smart, per quanto ne so, le devi
            creare su iTunes: ogni volta che sincronizzi la
            playlist si aggiornerà con i cambiamenti occorsi
            nel
            frattempo.

            c'è poi ovviamente la riproduzione casuale
            all'interno dell'intera libreria, album, artista,
            genere,
            raccolta


            ps. non penserai mica di usare un iPod senza
            iTunes?Ho ritrovato il post su cui avevo letto di queste caratteristiche, non tuo ma di FinalCut. La cosa mi ha incuriosito, per cui oggi ho lanciato iTunes per la prima volta - è che improvvidamente gli ho detto di scaricare i vari update senza farci troppa attenzione, e adesso sto tirando giù 1,12 Gb di Lion Recovery Update. Tempo mezz'ora e proverò iTunes.Per l'iPod, tieni conto che non ne ho mai avuto uno, quindi non ho idea di cosa comporterebbe usarlo senza iTunes. Dal punto di vista dell'utilizzo automobilistico, però, mi piace dover fare il meno possibile avanti e indietro dal cassetto. In effetti il vantaggio sarebbe solo l'interfaccia proprietaria di connessione, per cui dovrei poter usare il touch screen dell'autoradio per pilotare l'iPod ben chiuso nel cassetto, senza dover toccare i suoi comandi, ma giustamente dovrei ben ricaricare la batteria. O forse si ricarica anche dal connettore ausiliario?Uff... alla fine mi sa che continuerò con la scheda SD attaccata alla radio, con il solo grande rimpianto di essermi fidato troppo di una marca (Alpine) raccomandatami da tutti. Niente da dire sul reparto audio, soprattutto con il proXXXXXre ausiliario, ma in termini di utilizzabilità lascia parecchio a desiderare IMHO.Diciamo che prima gioco con iTunes sul Mac e vedo quanto mi piace, FinalCut ha descritto un tipo di utilizzo che è nuovo per me, poi casomai ci rifaccio un pensierino.Intanto grazie! :-)
      • zomas scrive:
        Re: I 32 bit....
        - Scritto da: ruppolo
        I software non sono più necessari da quando
        esiste iPod, che è stato per la musica ciò che è
        stato il cellulare per il telefono: la libertà di
        fruizione ovunque ti
        trovi.Ok...presa per buona questa tua affermazione, ti chiedo: a parte Steve, che imponeva le mani su iMac e iPOD e questi si sincronizzavano e aveva la sua musica sul dispositivo (poi portarlo come un miracolo, in vista della beatificazione... ;) ), TU come porti le canzoni su iPOD?!?!?Con iTunes?E iTunes cos'e'? un software... ergo sei di Peonis o di Trieste!!(rotfl)Ruppolo caro, usiamolo il cervello, non si chiama iBrain ma, fidati, dovresti averlo in bundle...
      • nome e cognome scrive:
        Re: I 32 bit....

        I software non sono più necessari da quando
        esiste iPod, che è stato per la musica ciò che è
        stato il cellulare per il telefono: la libertà di
        fruizione ovunque ti
        trovi.Mh, come te lo spieghiamo che i lettori mp3 esistevano prima dell'ipod, costavano meno, funzionavano su tutti i computer (quel bidone dell'ipod 1 si sincronizzava solo con un macachintosh, tanto per parlare di libertà di fruizione) e erano gia parecchio diffusi?
        Non solo i suoi interessi, ma anche quelli degli
        utenti.
        Infatti è stato scelto il formato standard AAC,
        invece del proprietario
        MP3.Buggolo, l'mp3 è standard tanto quanto l'aac vedi "ISO/IEC 11172-3:1993", gli unici interessi sono stati quelli di apple e delle major, infatti la differenza tra mp3 e aac è che il primo non supporta il drm.
        • Sgabbio scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: nome e cognome

          Mh, come te lo spieghiamo che i lettori mp3
          esistevano prima dell'ipod, costavano meno,
          funzionavano su tutti i computer (quel bidone
          dell'ipod 1 si sincronizzava solo con un
          macachintosh, tanto per parlare di libertà di
          fruizione) e erano gia parecchio diffusi?I lettori mp3 erano di nicchia, costavano comunque sia tanto, ma avevano pochissimo spazio, rispetto al primo ipod. .
          Buggolo, l'mp3 è standard tanto quanto l'aac vedi
          "ISO/IEC 11172-3:1993", gli unici interessi sono
          stati quelli di apple e delle major, infatti la
          differenza tra mp3 e aac è che il primo non
          supporta il
          drm.PS: Nemmeno la apple voleva il DRM per il suo store, infatti appena hanno potuto l'hanno levato via.
          • nome e cognome scrive:
            Re: I 32 bit....

            I lettori mp3 erano di nicchia, costavano
            comunque sia tanto, ma avevano pochissimo spazio,
            rispetto al primo
            ipod.Per favore, prima dell'ipod c'erano altri lettori con hard disk di capacità anche superiore e prezzo inferiore... PJB 100, nomad, ecc tutti con capacità uguale o superiore. E tanto per gradire, il famoso jog... [img]http://images.amazon.com/images/P/B00000JBAT.01.MZZZZZZZ.jpg[/img]
            PS: Nemmeno la apple voleva il DRM per il suo
            store, infatti appena hanno potuto l'hanno levato
            via.Semplicemente perché ora è Apple stessa il DRM, niente esce e niente entra negli iBidoni senza che apple lo voglia e va sempre peggio.
          • Sgabbio scrive:
            Re: I 32 bit....
            - Scritto da: nome e cognome.

            Per favore, prima dell'ipod c'erano altri lettori
            con hard disk di capacità anche superiore e
            prezzo inferiore... PJB 100, nomad, ecc tutti con
            capacità uguale o superiore.


            E tanto per gradire, il famoso jog...

            [img]http://images.amazon.com/images/P/B00000JBAT.Immaginoe che tu abbia un listino alla mano ed immagino che già quel simpatico aggeggio vintage, fosse ingrado di sincronizzarsi al pc.

            Semplicemente perché ora è Apple stessa il DRM,
            niente esce e niente entra negli iBidoni senza
            che apple lo voglia e va sempre
            peggio.Infati al di fuori di itunes i brani che compri li non funzionano e non vengono letti...tristezza!
      • Sgabbio scrive:
        Re: I 32 bit....
        - Scritto da: ruppolo
        Io non credo che la gente abbia bisogno di audio
        in un formato o un in altro, ma semplicemente di
        ascoltare
        musica.Bhe, sostanzialmente hai ragione, la maggioranza non guarda bene questo dettaglio, nel bene o nel male :(

        I software non sono più necessari da quando
        esiste iPod, che è stato per la musica ciò che è
        stato il cellulare per il telefono: la libertà di
        fruizione ovunque ti
        trovi.hai risposto un cosa che non c'entra niente, quello che dice lui, in paratica e la necessità di usare un codec che possa essere usato da tutti indipendentemente dalla piattaforma dove la si fruisce. Ti è chiaro cosi ?E poi i Software sono necessari pure per ipad...se no come te la gestisci la musica ?

        Si, in questo momento prediligo iPhone.IOS limitato a parte. A parte questo non era una risposta da dare HIMO.

        Cose del passato.Cose del passato non direi, trovami un player che supporti nativamente un sacco di codec video come VLC! Viene usato pure molto da chi ha un mac è non si chiama ruppolo.

        Non solo i suoi interessi, ma anche quelli degli
        utenti.
        Infatti è stato scelto il formato standard AAC,
        invece del proprietario
        MP3.Molti utenti manco sanno che formato usa itunes, visto che li chiamano "mp3" quando non lo sono.Fai un filino confusione tra stantard e proprietario. Come se uno stantard non fosse proprietario di qualcuno....

        Più che sufficiente per le nostre orecchie.Su quali basi scentifiche al di fuori del marketing apple ?

        E chi se ne frega? Alla fine è il nostro
        orecchio, che deve ascoltare la
        musica.Non sai distinguere la differenza tra audio sterio o audio in 7.1 ?

        Ovvio, il video è ancora inferiore alle capacità
        dei nostri
        occhi.Semplice, l'industria del video non è miope come quella musicale.
        Concordo sulla regressione al MP3. Purtroppo
        accade spesso che il formato peggiore prenda il
        sopravvento, vedi VHS e
        USB.Facciamo ordine nella tue idee.Mp3 e si una regressione qualitativa, per via di come funzione, ma il suo sucXXXXX è duvuto per il fatto che era tra i pirmi è all'epoca non c'erano connessioni veloci per ditribuire file qualitivamente superiore, ma di dimensioni assai più grosse. VHS ha avuto succeso, perchè chi lo promuoveva non ha fatto la puzza sotto il naso come sony, con la XXXXXgrafia.USB si è diffuso perchè la apple con il suo standard chiedeva un'esagerazione per le royalty.Chiaro ?

        Come formati da impiegare durante la lavorazione
        è giusto utilizzare il meglio, ma poi per la
        fruizione un AAC a 256Kbit è ben più che
        sufficiente,
        IMHO.Ma sempre inferiori della qualità di un CD purtroppo.La stessa apple sta di sta cosa, non è un caso che ha espresso la volontà di cambiare la qualità della musica venduta, mesi fa, con la qualità pari allo studio di registrazione.
    • Ego scrive:
      Re: I 32 bit....
      ho visto un sistema raffreddato ad azoto che diminuiva il nyquist in un prototipo preentato ad una fiera a berlino qualche anno fa, qualcuno che si spinge verso i 32 bit ci sta, vedremo che ne esce fuori tra qualche anno
      • bertuccia scrive:
        Re: I 32 bit....
        lol sei il classico wannabe fai abbastanza ridere :)
        • Le Marchand scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: bertuccia
          lol sei il classico wannabe fai abbastanza ridere

          :)Ti chiami bertuccia, hai l'ignoranza media di un macaco che quando prega si volta verso Cupertino e chi fa ridere è lui?
    • Bad Sapper scrive:
      Re: I 32 bit....
      E poi cosa fai ? Per ascoltarti l'ultimo sucXXXXX di Lady Gaga devi comprarti un blue ray audio o mettere su una dorsale in fibra ?E poi con cosa l'ascolti ? Ti fai un impianto celebrale e spari i bit nella corteccia ? Leggi in numeri a 32 bit e immagini ?Perché per un cavolo di stadio analogico ci dovrai passare, se non altro per il cono di un altoparlante da studio di registrazione che può essere anche realizzato in fibra di carbonio rinforzato al titanio dorato da arigiani dorati viventi nel mondo dorato degli orefici, con i collegamenti interni che sono della stessa lunghezza per evitare di dissincronizzare le due tracce (come ti raccontano nei negozi che vendono impianti professionali) ma che poi solo nella tua immaginazione possono percepire la differenza tra un volt e un volt più mezzo miliardesimo di volt.44 KHz sono sicuramente pochi e ci vorrebbe tirare un po` di più, su questo concordo ma vedo molto più drammatico il fatto che molta gente ha ancora il coraggio di ascoltarsi gli mp3 a 128kbit/s o di modificare una traccia audio, immagine jpeg o un video salvandolo tutte le volte in lossless e lamentandosi che poi il colore non è granchè. - Scritto da: IlCieco
      Premetto che per lavoro sono sound engineer e
      utilizzo principalmente
      Mac.
      Vorrei esprimere innanzi tutto il mio disprezzo
      per tutti quei commenti che servono solo a a fare
      campanilismo becero e non hanno la minima utiltà.
      Che siate pro Mac, pro Win o pro Linux, se venite
      sui forum a vomitare i vostri odi o amori senza
      affrontare mai dialetticamente un argomento,
      sappiate di essere COMPLETAMENTE INUTILI AL
      MONDO. È triste ma è così.


      Venendo all'articolo, non penso che il mondo
      sentisse il bisogno di ALAC. Il .flac, il .wv e
      l'.ogg lossless direi che già sopperiscono
      appieno alle esigenze di chi ha bisogno di audio
      lossless. Quello che farebbe bene alla comunità
      sarebbe piuttosto garantire piena compatibilità
      tra i formati e i sw. Personalmente trovo iTunes
      un po' frustrante sotto vari aspetti, ma so che
      questo è soggettivo e ognuno di noi avrà un
      player che predilige. Che sia VLC, Foobar,
      Winamp, Windows Media Player, Songbird, etc etc.
      Trovo grave l'omessa compatibilità tra iTunes e i
      file flac e ogg, ma ne comprendo i motivi. Fa
      parte della politica Apple, che è un'azienda che
      fa soldi e non una Onlus, dunque che attui
      politiche volte a massimizzare i propri interessi
      è un suo diritto.

      Da professionista dell'audio piuttosto vorrei
      rimarcare il bisogno di aggiornare un po' la
      cultura dell'utente comune circa la qualità
      dell'audio. Perché siamo fermi alla risoluzione
      PCM lineare (Pulse Code Modulation) del CD audio,
      per intenderci i famosi 44,100 samples al secondo
      quantizzati a 16 bit, uno standard di circa 30
      anni fa. Questo è tipicamente il massimo della
      qualità che ascoltiamo da CD, formati PCM come
      wav e aiff o lossless. Peccato che in ambito
      professionale si possa lavorare fino a 192,000 Hz
      (o 384,000? )e 32 bit. Il mondo del video
      digitale è alla continua ricerca delle
      risoluzioni più cristalline e ogni anno macina
      innovazioni (a volte inutili), mentre nell'audio
      a parte l'interesante SACD (codificato DSD) mai
      esploso ed il meno interessante DVD-Audio, siamo
      regrediti
      all'mp3.
      Per carità, anche io ascolto gli mp3/ogg/aac ogni
      giorno e non mi scandalizzo di certo, ma sarebbe
      ora di cestinare per sempre lo standard Red Book
      del CD Audio ed aprire definitivamente la porta
      almeno ai 32
      bit.
    • gnammolo scrive:
      Re: I 32 bit....
      concordo in pieno, direi che 96khz a 24bit siano già ben oltre ogni possibile percezione umana. Però cambiamoli sti cavolo di 44.1 a 16 bit!
    • MacGeek scrive:
      Re: I 32 bit....
      Per essere sound engineer mi sembri un po' ignorante sulla fisiologia dell'orecchio umano. Se siamo sostanzialmente "fermi" ai 16 bit di quantizzazione dei CD di 30 anni fà, è perché sono più che sufficienti per coprire la risposta del nostro orecchio, e il formato CD era nato proprio con quell'obiettivo in mente: avere una qualità definitiva, a prova di orecchio.Arrivare a "192,000 Hz (o 384,000? )" non serve assolutamente a niente, spreca solo spazio sull'HD.E negli ultimi 30 anni le nostre orecchie non sono migliorate. Anzi. Sicuramente hanno perso un bel po' di Hz in alto...
      • IlProf scrive:
        Re: I 32 bit....
        Mai sentito parlare di HDCD e DVD audio ? E di Fourier ?Ci sono persone che quando ascoltano Sharazade vogliono riuscire a capire anche la marca del violino e l'anno di fabbricazione, e se all'ultima ottava gli piazzi un onda leggermente sinusoidale si XXXXXXXno pure come delle biscie.- Scritto da: MacGeek
        Per essere sound engineer mi sembri un po'
        ignorante sulla fisiologia dell'orecchio umano.
        Se siamo sostanzialmente "fermi" ai 16 bit di
        quantizzazione dei CD di 30 anni fà, è perché
        sono più che sufficienti per coprire la risposta
        del nostro orecchio, e il formato CD era nato
        proprio con quell'obiettivo in mente: avere una
        qualità definitiva, a prova di
        orecchio.

        Arrivare a "192,000 Hz (o 384,000? )" non serve
        assolutamente a niente, spreca solo spazio
        sull'HD.

        E negli ultimi 30 anni le nostre orecchie non
        sono migliorate. Anzi. Sicuramente hanno perso un
        bel po' di Hz in
        alto...
        • IlProf scrive:
          Re: I 32 bit....
          Anzi scusa mi sono incespiscato con la tastiera, in effetti è difficile da scrivere : Scheherazade.
        • Izio01 scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: IlProf
          Mai sentito parlare di HDCD e DVD audio ?

          E di Fourier ?

          Ci sono persone che quando ascoltano Sharazade
          vogliono riuscire a capire anche la marca del
          violino e l'anno di fabbricazione, e se
          all'ultima ottava gli piazzi un onda leggermente
          sinusoidale si XXXXXXXno pure come delle
          biscie.
          Però mi risulta che queste persone con le orecchie HiFi finiscano spesso per fare delle figure barbine, quando qualcuno organizza una prova in doppio cieco, senza dire loro anticipatamente cosa stiano ascoltando... :-)
        • Scola scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: IlProf
          Mai sentito parlare di HDCD e DVD audio ?

          E di Fourier ?Tirare fuori Fourier cosi' dimostra solo di avere un vago concetto di teoria del segnale. Se avessi parlato di Nyquist o di rumore di quantizzazione, ti avrei dato un po' piu' di credito...
    • ruppolo scrive:
      Re: I 32 bit....
      - Scritto da: IlCieco
      Io i blind test li ho
      fatti anche ed è vero che diventa molto, molto
      difficile se non impossibile distinguere con
      certezza un aac 256kbps cbr da un 44,100 Hz 16
      bit, ma francamente non distinguere un 44,100 da
      un mp3 a 128 kbps secondo me significa
      semplicemente non avere un buon
      orecchio.Concordo.
    • FDG scrive:
      Re: I 32 bit....
      - Scritto da: IlCieco
      Peccato che in ambito
      professionale si possa lavorare fino a 192,000 Hz
      (o 384,000? )e 32 bit.Che te ne fai di 192,000 Hz per ascoltare musica? Che io sappia non possiamo udire frequenze sopra i 20 Khz.
      • IlCieco scrive:
        Re: I 32 bit....

        Che te ne fai di 192,000 Hz per ascoltare musica?
        Che io sappia non possiamo udire frequenze sopra
        i 20
        Khz.YA Ragionare così ti dovresti domandare per quale sadica ragione i Cd non li abbiano fatti a 25 kHz.... La risposta è che la frequenza di campionamento minima per riprodurre i 20kHz audio evitando il fenomeno dell'aliasing è 40kHz. Non lo dico io, lo dice Nyqvist e lo dice la matematica. L'oversampling, ovvero l'eccedere verso l'alto nella frequenza di campionamento (e non nella frequenza da campionare) è un proXXXXX che garantisce alcuni benefici nella digitalizzazione dei segnali (ma anche qualche criticità, specie se poi è necessario tornare ai nostri 44,100 Hz). Ad ogni modo quando si parla di 44,1 kHz piuttosto che di 192kHz, non si sta parlando di frequenza del segnale audio, ma di frequenza a cui si campiona tale segnale. Le due cose seppur interconnesse tra loro, sono aspetti distinti. Un campionamento a 96kHz per esempio non serve certo a sentir i 55kHz... ma ad avvicinare la discretizzazione della banda dell'udibile alla reale costituzione analogica del segnale.
        • FDG scrive:
          Re: I 32 bit....
          - Scritto da: IlCieco
          A Ragionare così ti dovresti domandare per quale
          sadica ragione i Cd non li abbiano fatti a 25
          kHz.... La risposta è che la frequenza di
          campionamento minima per riprodurre i 20kHz audio
          evitando il fenomeno dell'aliasing è 40kHz. Non
          lo dico io, lo dice Nyqvist e lo dice la
          matematica.Ok, non 20 ma 40kHz (una cosa che ai tempi avevo studiato pure io). Ma anche se fossero 40, il senso è, se l'udito umano non percepisce differenze, a che serve avere per la riproduzione un file che riproduce un segnale a frequenze più elevate? Poi se nel trattamento del segnale, per ridurre gli errori (parlo da profano) è meglio mantenere una frequenza più elevata, è un altro discorso. Ma a che serve nel segnale distribuito, quello che poi viene riprodotto dai nostri apparecchi?
  • Giggetto scrive:
    differenze con FLAC?
    quali sono le differenze?un codec lossless non è che lo puoi fare in 1000 modi realmente differenti..
    • ruppolo scrive:
      Re: differenze con FLAC?
      La differenza rispetto gli altri è che lo puoi usare in tutti gli iPod, dal più vecchio al più nuovo, oltre che iPhone e iPad.
      • Ego scrive:
        Re: differenze con FLAC?
        - Scritto da: ruppolo
        La differenza rispetto gli altri è che lo puoi
        usare in tutti gli iPod, dal più vecchio al più
        nuovo, oltre che iPhone e
        iPad.esatto, solo sui prodotti apple ed in nessun altro, quindi non serve proprio a niente rilasciarlo se non tentare di richiamare qualche sviluppatore che lo implementi in qualcosa, come ogni cosa apple è inutile al resto del mondo
        • Sgabbio scrive:
          Re: differenze con FLAC?
          Invece di essere contento che permettano a chiunque di supportarlo, ci sputi sopra ?Meglio un formato lossless in più che uno in meno (Si, non esiste solo il FLAC)
          • Ego scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: Sgabbio
            Invece di essere contento che permettano a
            chiunque di supportarlo, ci sputi sopra
            ?

            Meglio un formato lossless in più che uno in meno
            (Si, non esiste solo il
            FLAC)visto che esiste solamente nel mondo apple e visto che lavora solamente con programmi del mondo apple, che tra una decina di formati lossless non è certo il migliore, che dal 2004 da che è stato presentato ha migliorato davvero poco, che viene usato per airport altro software solo per roba apple quindi utile solo per airtunes e quicktime, insieme ad itunes tra i programmi peggiori che esistano sulla faccia della terra, quindi, visto che potrebbero essere usati per il mondo apple che con l'open source c'entra come un applefan all'informatica mi spieghi per quale motivo dovrebbero essere supportati visto che attualmente ci sta di estremamente meglio come codec lossless e per tutte le piattaforme?
          • mmmm scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            un pò di punteggiatura in più e condivido anch'io!
          • ruppolo scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: mmmm
            un pò di punteggiatura in più e condivido anch'io!È talmente ignorante che non sa nemmeno scrivere. Sarebbe scusato solo se stesse frequentando le scuole elementari.
          • Mor scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: mmmm

            un pò di punteggiatura in più e condivido
            anch'io!

            È talmente ignorante che non sa nemmeno
            scrivere. Sarebbe scusato solo se stesse
            frequentando le scuole
            elementari.Potrebbe benissimo frequentare le elementari, visto che nel 2011 ci sono tanti bambini di quell'età che sanno usare un pc (almeno quanto basta per scrivere commenti).Poi comunque mi sembra abbastanza ovvio che Ego abbia scritto il post in quella forma ed in quello stile _apposta_ ed il commento di mmmm credo fosse ironico, sulla stessa motivazione di Ego, ma te subito a dar contro senza neanche pensare che magari sei tu a non aver inteso il senso del discorso...
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: mmmm
            un pò di punteggiatura in più e condivido anch'io!La punteggiatura è sempre stata un pò sopravvalutata. Sarebbe anche ora di andare avanti! :D
          • Mario Stello Germoglio scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: Mela avvelenata
            un pò di punteggiatura in più e condivido
            anch'io!

            La punteggiatura è sempre stata un pò
            sopravvalutata. Sarebbe anche ora di andare
            avanti!Vale anche per l'ortografia?
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            - Scritto da: Mario Stello Germoglio
            - Scritto da: Mela avvelenata

            un pò di punteggiatura in più e condivido

            anch'io!



            La punteggiatura è sempre stata un pò

            sopravvalutata. Sarebbe anche ora di andare

            avanti!

            Vale anche per l'ortografia?Anke qeulla!
          • Sgabbio scrive:
            Re: differenze con FLAC?
            A parte le solite cretinate da apple haters: Ma tu pensi che adesso che sia open, non potrà essere migliorare e supportato da chiunque ?Che poi quel formato sia peggio rispetto agli altri, lo metto in dubbio visto che non hai mostrato niente che dimostri la tua tesi.Del resto, sei il ruppolo la contrario te.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 novembre 2011 00.34-----------------------------------------------------------
    • MacGeek scrive:
      Re: differenze con FLAC?
      - Scritto da: Giggetto
      quali sono le differenze?
      un codec lossless non è che lo puoi fare in 1000
      modi realmente differenti..E' che funziona con iTunes e gli iDevices.Come compressione (e qualità) sono sostanzialmente identici. Forse l'Apple Lossless era superiore come metadati, ma credo che anche i Flac oggi li supportino (non conosco bene perché se mi capitano la prima cosa che faccio è convertirli in Apple Lossless con l'eccellente XLD).
    • Darwin scrive:
      Re: differenze con FLAC?
      Ha il marchio della Mela.Pertanto è magico e rivoluzionario.
  • Sgabbio scrive:
    lossless nell'eco sistema apple ?
    Mi sfugge qualcosa, da quel che so io, Apple aveva si fatto un codec lossless come quello citato nell'articolo, però non mi risulta l'abbia mai usato nel suo store, anzi ha preferito gli aac, che sono lossy.
    • Paolo T. scrive:
      Re: lossless nell'eco sistema apple ?
      Non è che la compressione audio si usi solo per vendere canzoncine. Il codice loseless è usato per i materiali di Logic, GarageBand, SoundTrack ecc.
      • Sgabbio scrive:
        Re: lossless nell'eco sistema apple ?
        ah ecco, hai ragione, questa cosa non l'avevo considerata.Però solitamente qui quando parlano di "ecosistema apple" considerano la trinita iMac(ed altri computer apple) icosini (ipod, ipod touch, iphone ecc ecc) e iTunes e affini.Comunque facendo un paio di congetture, credo che il rilascio open di questo codec non sia un caso! Mesi fa la apple aveva espresso la volontà di vendere brani lossless o addirittura qualitvamente superiori ai CD, pari ad uno studio di registrazione.Che questo sia il primo passo ?
  • max scrive:
    apple e l'opensource
    http://www.opensource.apple.com/
    • Darwin scrive:
      Re: apple e l'opensource
      Certo....e le marmotte incartavano la cioccolata.Mi fai vedere come compilare i sorgenti di quei fantastici software?Come? Davvero? Basta solo usare Xcode? Caspita! Non ci avevo pensato!!!E si! Apple e buona e santa!! O) O) O) O) O)Ma....un momento...XCode è solo disponibile per Mac! :@Bell'esempio di Open Source. Facevi prima a non postare nulla. :
      • FDG scrive:
        Re: apple e l'opensource
        - Scritto da: Darwin
        Come? Davvero? Basta solo usare Xcode? Caspita!
        Non ci avevo
        pensato!!!Il progetto per XCode non è realmente un problema. Se vuoi il progetto te lo compili come vuoi. Al liminte sarebbe un problema la dipendenza da librerie di OS X. Ma lo stesso discorso vale per tutto il software che dipende da windows (linux o quello che vuoi).
        • Darwin scrive:
          Re: apple e l'opensource
          - Scritto da: FDG
          Il progetto per XCode non è realmente un
          problema. Se vuoi il progetto te lo compili come
          vuoi.Non proprio. Non basta scriversi un Makefile nuovo.XNU dipende da xcrun.Cosa veramente assurda, visto che XCode in realtà non serve a niente (nel caso della compilazione dei sorgenti).
          Al liminte sarebbe un problema la
          dipendenza da librerie di OS X.Non ci sono dipendenze specifiche che mi impediscano di compilare i sorgenti. C'è solo XCode che è obbligatoriamente richiesto. ;)
          Ma lo stesso
          discorso vale per tutto il software che dipende
          da windows (linux o quello che
          vuoi).Beh aspetta: un conto è un software come Notepad++ che dipende dalle API di Windows, un conto è un kernel che dipende da un IDE.È un pò diverso. :)
  • Ego scrive:
    e le pecore belano
    utilissimo rilasciarlo open source visto che viene usato solo nel mondo apple, senza dubbio apporta alla comunità open source un pezzo di gran valore
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: e le pecore belano
      - Scritto da: Ego
      utilissimo rilasciarlo open source visto che
      viene usato solo nel mondo appleMagari adesso verrà usato anche al di fuori. È sempre una buona notizia quando un nuovo pezzo di codice diventa open.
      • Bad Sapper scrive:
        Re: e le pecore belano

        Magari adesso verrà usato anche al di fuori.
        È sempre una buona notizia quando un nuovo
        pezzo di codice diventa
        open.MAH ! Bisogna vedere la questione brevetti. Magari l'hanno fatto solo per permettere agli apparecchi audio non Apple di diventare compatibili con i loro apparecchi.Ricordo che l'unica volta che ho visto un apparecchio APPLE interfacciarsi fisicamente con qualcosa non certificato Apple è stato quando hanno sviluppato su Linux un driver per collegare l'iPOD ad Amarok, tempo tre mesi e i nuovi iPOD appena COLLEGATI ad una macchina Linux si autoformattavano ... Bah !
    • Ego scrive:
      Re: e le pecore belano
      molto difficile visto che il flac è ben testato e supportato
      • r1348 scrive:
        Re: e le pecore belano
        Dev'esserci qualcosa di sbagliato nel tuo sistema, io ascolto file FLAC senza problemi in gapless e con replaygain sul mio Sansa Fuze con Rockbox.
      • Baluba scrive:
        Re: e le pecore belano
        Anch'io su sistema Mac uso Flac e va tutto alla perfezione, nessun ritardo nemmeno tramite Quicklook...
      • Ego scrive:
        Re: e le pecore belano
        itunes non legge nativamente i flac hai bisogno di un plugin come Fluke che logicamente per lion non funziona bene visto che lo deve far funzionare a 32 bit e naturalmente puo andare solo sui 16bit/44.1KHz e quindi hai un rallentamento della traccia, itunes continua ad essere uno dei programmi peggiori della storia dell'informatica
        • FinalCut scrive:
          Re: e le pecore belano
          - Scritto da: Ego
          itunes non legge nativamente i flac hai bisogno
          di un plugin come

          Fluke che logicamente per lion non funziona bene
          visto che lo deve far funzionare a 32 bit e
          naturalmente puo andare solo sui 16bit/44.1KHz e
          quindi hai un rallentamento della traccia, itunes
          continua ad essere uno dei programmi peggiori
          della storia
          dell'informaticaCioè scusa, un plugin che gira a 32 bit su un OS a 64 bit non gira bene e la colpa è di iTunes? Se il plugin non è scritto con i piedi "DEVE" funzionare e funzionare BENE...Mi dispiace per voi ma iTunes ha fatto la fortuna di Apple (tramite iPod) per la sua praticità e praticità d'uso. Se poi a queste ci aggiungi un minimo di cervello gestisci musica e film e fai fare ad iTunes cose che gli altri software non fanno. E per quanto questa realtà risulti sgradita a voi troll apple-hater rimane pur sempre una verità imprescindibile...Buona rosicata....(apple)(linux)
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Ego

            itunes non legge nativamente i flac hai
            bisogno

            di un plugin come



            Fluke che logicamente per lion non funziona
            bene

            visto che lo deve far funzionare a 32 bit e

            naturalmente puo andare solo sui
            16bit/44.1KHz
            e

            quindi hai un rallentamento della traccia,
            itunes

            continua ad essere uno dei programmi peggiori

            della storia

            dell'informatica

            Cioè scusa, un plugin che gira a 32 bit su un OS
            a 64 bit non gira bene e la colpa è di iTunes? Se
            il plugin non è scritto con i piedi "DEVE"
            funzionare e funzionare
            BENE...

            Mi dispiace per voi ma iTunes ha fatto la fortuna
            di Apple (tramite iPod) per la sua praticità e
            praticità d'uso. Se poi a queste ci aggiungi un
            minimo di cervello gestisci musica e film e fai
            fare ad iTunes cose che gli altri software non
            fanno. E per quanto questa realtà risulti
            sgradita a voi troll apple-hater rimane pur
            sempre una verità
            imprescindibile...

            Buona rosicata....

            (apple)beh, a dire il vero sia per gestire che per ascoltare ci sta di estremamente meglio di itunes, se itunes ha fatto la fortuna di apple pensa tu chme stavate messi a software, se poi dici che quell'accrocchio che tutti odiano tranne gli applefan è semplice e comodo allora significa che tu e l'informatica siete su galassie diverse, se poi credi come mai la colpa viene data ad un programma che non riesce a gestire in maniera nativa i flac e col plugin su lion (altra porcheria di apple) chiediti come mai non accetta file flac cosi cominci a renderti conto di come ti infila la trave la cara ed amata apple
          • FinalCut scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Ego
            beh, a dire il vero sia per gestire che per
            ascoltare ci sta di estremamente meglio di
            itunes, No ci sono programmi fotocopia perché iTunes ha fatto scuola...
            se itunes ha fatto la fortuna di apple
            pensa tu chme stavate messi a software, se poiEcco questa l'hai detto giusta "stavate" e state messi male
            dici che quell'accrocchio che tutti odiano tranne
            gli applefan è semplice e comodo allora significaVorrei farti notare che ci sono 150 milioni di account iTunes attivi senza calcolare quanti utenti usano iTunes con il loro iPod senza aver mai registrato un account iTunes...Alla luce di questo... le tue affermazioni suonano piuttosto ridicole, non trovi?
            che tu e l'informatica siete su galassie diverse,Che c'entra l'informatica con la gestione delle propria musica personale?Ci faccio cose con iTunes che voi nerds non riuscite nemmeno a immaginare...Fino a ieri su questo forum c'era gente che osannava il fatto di potersi copiare i file mp3 organizzati in directory sul loro lettore mp3 invece di usare iTunes... non so se mi spiego...Io invece ho impostato una playlist che in base ad alcune variabili mi va a ripescare brani che non sento più da un certo periodo di tempo, lasciando però fuori i brani che mi "piacciono" poco e che non voglio sentire se non richiesti... come fa a sapere iTunes se un brano mi piace o meno? Benvenuto nel futuro...il "mio" iTunes ha al suo attivo più di 960.000 "riproduzioni" di brani e puoi scommetterci che (anche con l'aiuto di Genius) sa esattamente cosa mi piace e cosa mi piace meno...Ho playlist intelligenti che mi propongo musica e generi diversi per quando la ascolto in auto con la mia donna e playlist per quando sto da solo alla guida o per quando mi alleno in palestra...Immagino solo quando l'A.I. di "Siri" incontrerà iTunes cosa potrebbe uscire fuori... altro che "Genius"....Tu invece sei li... che sei felice ogni 3 mesi quando ti crei una nuova playlist perché ti sei rotto le O.O di ascoltare quella vecchia...
            se poi credi come mai la colpa viene data ad un
            programma che non riesce a gestire in maniera
            nativa i flac e col plugin su lion (altra
            porcheria di apple) chiediti come mai non accetta
            file flac cosi cominci a renderti conto di come
            ti infila la trave la cara ed amata
            appleA cosa serve "flac" quando iTunes di suo gestisce AIFF e WAF non compressi e il Codec loseless oggetto dell'articolo?Siamo nel 2011 convertire anche centinaia di brani da flac a loseless o mp4 è questioni di pochi minuti di calcolo in batch....(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2011 19.39-----------------------------------------------------------
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: Ego

            beh, a dire il vero sia per gestire che per

            ascoltare ci sta di estremamente meglio di

            itunes,

            No ci sono programmi fotocopia perché iTunes ha
            fatto
            scuola...


            se itunes ha fatto la fortuna di apple

            pensa tu chme stavate messi a software, se
            poi

            Ecco questa l'hai detto giusta "stavate" e state
            messi
            maleio direi che siete messi male se itunes è la punta di diamante di apple


            dici che quell'accrocchio che tutti odiano
            tranne

            gli applefan è semplice e comodo allora
            significa

            Vorrei farti notare che ci sono 150 milioni di
            account iTunes attivi senza calcolare quanti
            utenti usano iTunes con il loro iPod senza aver
            mai registrato un account
            iTunes...ho colleghi che hanno anche 3 account itunes, io ne ho uno registrato e uno fake

            Alla luce di questo... le tue affermazioni
            suonano piuttosto ridicole, non
            trovi?


            che tu e l'informatica siete su galassie
            diverse,

            Che c'entra l'informatica con la gestione delle
            propria musica
            personale?
            Ci faccio cose con iTunes che voi nerds non
            riuscite nemmeno a
            immaginare...wow sei bravo, peccato che quelle cose le fai con itunes

            Fino a ieri su questo forum c'era gente che
            osannava il fatto di potersi copiare i file mp3
            organizzati in directory sul loro lettore mp3
            invece di usare iTunes... non so se mi
            spiego...

            Io invece ho impostato una playlist che in base
            ad alcune variabili mi va a ripescare brani che
            non sento più da un certo periodo di tempo,
            lasciando però fuori i brani che mi "piacciono"
            poco e che non voglio sentire se non richiesti...
            come fa a sapere iTunes se un brano mi piace o
            meno? Benvenuto nel
            futuro...ah, io uso winamp per non farmi il mazzo

            il "mio" iTunes ha al suo attivo più di 960.000
            "riproduzioni" di brani e puoi scommetterci che
            (anche con l'aiuto di Genius) sa esattamente cosa
            mi piace e cosa mi piace
            meno...a me darebbe molto fastidio

            Ho playlist intelligenti che mi propongo musica e
            generi diversi per quando la ascolto in auto con
            la mia donna e playlist per quando sto da solo
            alla guida o per quando mi alleno in
            palestra...si anche io ma evito ste cose, preferisco farmi le playlist per conto mio

            Immagino solo quando l'A.I. di "Siri" incontrerà
            iTunes cosa potrebbe uscire fuori... altro che
            "Genius"....io invece mi immagino quando faranno una ia realistica

            Tu invece sei li... che sei felice ogni 3 mesi
            quando ti crei una nuova playlist perché ti sei
            rotto le O.O di ascoltare quella
            vecchia...tanto ho tutti i brani online senza spendere un soldo


            se poi credi come mai la colpa viene data ad
            un

            programma che non riesce a gestire in maniera

            nativa i flac e col plugin su lion (altra

            porcheria di apple) chiediti come mai non
            accetta

            file flac cosi cominci a renderti conto di
            come

            ti infila la trave la cara ed amata

            apple

            A cosa serve "flac" quando iTunes di suo gestisce
            AIFF e WAF non compressi e il Codec loseless
            oggetto
            dell'articolo?beh, se non sai perchè è meglio il flac è inutile come discorso

            Siamo nel 2011 convertire anche centinaia di
            brani da flac a loseless o mp4 è questioni di
            pochi minuti di calcolo in
            batch....ah, io ci devo solo cliccare soprama apple non era quella delle cose semplici?
          • CagoEgo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Ego
            - Scritto da: FinalCut

            - Scritto da: Ego


            beh, a dire il vero sia per gestire che
            per


            ascoltare ci sta di estremamente meglio
            di


            itunes,



            No ci sono programmi fotocopia perché iTunes
            ha

            fatto

            scuola...




            se itunes ha fatto la fortuna di apple


            pensa tu chme stavate messi a software,
            se

            poi



            Ecco questa l'hai detto giusta "stavate" e
            state

            messi

            male

            io direi che siete messi male se itunes è la
            punta di diamante di
            apple





            dici che quell'accrocchio che tutti
            odiano

            tranne


            gli applefan è semplice e comodo allora

            significa



            Vorrei farti notare che ci sono 150 milioni
            di

            account iTunes attivi senza calcolare quanti

            utenti usano iTunes con il loro iPod senza
            aver

            mai registrato un account

            iTunes...

            ho colleghi che hanno anche 3 account itunes, io
            ne ho uno registrato e uno
            fake




            Alla luce di questo... le tue affermazioni

            suonano piuttosto ridicole, non

            trovi?




            che tu e l'informatica siete su galassie

            diverse,



            Che c'entra l'informatica con la gestione
            delle

            propria musica

            personale?

            Ci faccio cose con iTunes che voi nerds non

            riuscite nemmeno a

            immaginare...

            wow sei bravo, peccato che quelle cose le fai con
            itunes




            Fino a ieri su questo forum c'era gente che

            osannava il fatto di potersi copiare i file
            mp3

            organizzati in directory sul loro lettore mp3

            invece di usare iTunes... non so se mi

            spiego...



            Io invece ho impostato una playlist che in
            base

            ad alcune variabili mi va a ripescare brani
            che

            non sento più da un certo periodo di tempo,

            lasciando però fuori i brani che mi
            "piacciono"

            poco e che non voglio sentire se non
            richiesti...

            come fa a sapere iTunes se un brano mi piace
            o

            meno? Benvenuto nel

            futuro...

            ah, io uso winamp per non farmi il mazzo




            il "mio" iTunes ha al suo attivo più di
            960.000

            "riproduzioni" di brani e puoi scommetterci
            che

            (anche con l'aiuto di Genius) sa esattamente
            cosa

            mi piace e cosa mi piace

            meno...

            a me darebbe molto fastidio




            Ho playlist intelligenti che mi propongo
            musica
            e

            generi diversi per quando la ascolto in auto
            con

            la mia donna e playlist per quando sto da
            solo

            alla guida o per quando mi alleno in

            palestra...

            si anche io ma evito ste cose, preferisco farmi
            le playlist per conto
            mio




            Immagino solo quando l'A.I. di "Siri"
            incontrerà

            iTunes cosa potrebbe uscire fuori... altro
            che

            "Genius"....

            io invece mi immagino quando faranno una ia
            realistica




            Tu invece sei li... che sei felice ogni 3
            mesi

            quando ti crei una nuova playlist perché ti
            sei

            rotto le O.O di ascoltare quella

            vecchia...

            tanto ho tutti i brani online senza spendere un
            soldo





            se poi credi come mai la colpa viene
            data
            ad

            un


            programma che non riesce a gestire in
            maniera


            nativa i flac e col plugin su lion
            (altra


            porcheria di apple) chiediti come mai
            non

            accetta


            file flac cosi cominci a renderti conto
            di

            come


            ti infila la trave la cara ed amata


            apple



            A cosa serve "flac" quando iTunes di suo
            gestisce

            AIFF e WAF non compressi e il Codec loseless

            oggetto

            dell'articolo?

            beh, se non sai perchè è meglio il flac è inutile
            come
            discorso




            Siamo nel 2011 convertire anche centinaia di

            brani da flac a loseless o mp4 è questioni di

            pochi minuti di calcolo in

            batch....

            ah, io ci devo solo cliccare sopra

            ma apple non era quella delle cose semplici?Vorresti rispondere scimmiottando Ruppolo ma non ce la puoi fare.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            ma puoi provarci tu, un applefan vale l'altro, non capite un XXXXX di nulla, siete tutti ignoranti ma in compenso vi piace farvi umiliare
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            senza offesa, ma winamp permetteva di fare delle librerie ben prima di itunes.Comunque concordo sul fatto che se un plug in su un nuovo sistema operativo a problemi, non vedo perchè dare colpe ad itunes, semmai e il plug in che dovrebbe essere sistemato.Un pò come dire che Firefox fa schifo perchè un estensione che usi a dei problemi.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Sgabbio
            senza offesa, ma winamp permetteva di fare delle
            librerie ben prima di
            itunes.

            Comunque concordo sul fatto che se un plug in su
            un nuovo sistema operativo a problemi, non vedo
            perchè dare colpe ad itunes, semmai e il plug in
            che dovrebbe essere
            sistemato.

            Un pò come dire che Firefox fa schifo perchè un
            estensione che usi a dei
            problemi.no, itunes fa schifo a prescindere, mai programma è stato peggiore nella storia dell'informatica, che non funzioni l'unico plugin che gli permetteva di leggere i flac è solo una logica conseguenza del fatto che fa schifo come programma
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            iTunes è uno dei migliori programmi al mondo, ma come tutti i programmi Apple dà il meglio nella propria piattaforma. Tu ne sei ovviamente fuori, e va bene così: solo la tua presenza ne diminuirebbe il prestigio.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            iTunes è uno dei migliori programmi al mondo, ma
            come tutti i programmi Apple dà il meglio nella
            propria piattaforma. Tu ne sei ovviamente fuori,
            e va bene così: solo la tua presenza ne
            diminuirebbe il
            prestigio.fa pena a prescindere dalla piattaforma, e poi visto che ne parli, credi che tu porti prestigio alla apple? BWAHAHAHAHAHAHAHAHA
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Ma di sicuro itunes essendo infrarcito di mille cose che vanno al di fuori del suo scopo originario, un pò ha risentito, ma da qui a definirlo schifoso a prescindere c'è ne vuole.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma di sicuro itunes essendo infrarcito di mille
            cose che vanno al di fuori del suo scopo
            originario, un pò ha risentito, ma da qui a
            definirlo schifoso a prescindere c'è ne
            vuole.non hai mai aspettato piu di un'ora prima di usarlo perchè hai attaccato al pc ipod?
          • aphex twin scrive:
            Re: e le pecore belano
            NO :o
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            un ora no, che non sai veloce all'avvio, almeno si windows è una cosa assodata.Tra l'altro ci sono dei problemi con la sincronia via wifi.
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            iTunes è uno dei migliori programmi al mondo,(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            ma
            come tutti i programmi Apple dà il meglio nella
            propria piattaforma.[img]http://www.lamarmottacheconfezionavalacioccolata.it/marmotta.gif[/img]
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            bhe seriamente su osx e messo molto meglio, credimi.
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Tu usi Itunes su windows ? Se è cosi non ti biasimo visto che fa un po schifo sotto li (oltre ad avere alcuni limiti abbastanza discutibili)Ma dire che faccio schifo a prescindere non direi. Su OSX fa il suo sXXXXX lavoro tranquillamente.
          • FDG scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Ego
            no, itunes fa schifo a prescindere...Solo una domanda: parli di iTunes in generale o di iTunes per Windows?
          • leonardo cinque scrive:
            Re: e le pecore belano
            "A cosa serve "flac" quando iTunes di suo gestisce AIFF e WAF non compressi e il Codec loseless oggetto dell'articolo?Siamo nel 2011 convertire anche centinaia di brani da flac a loseless o mp4 è questioni di pochi minuti di calcolo in batch...."Ottimo concentrato di cose senza senso. "Flac"(?) e alac servono a risparmiare spazio, centinaia di mega in un iPod, in più wav non supporta tags. "Da flac a loseless" non lo commento neppure, a meno che non stia per apple lossless (lossless, non loseless).In generale, è un altro esempio di come avere qualcosa in meno sia visto dai fanboys Mac come una superiorità.E' invece una buona notizia che alac sia free adesso, che uno lo usi o meno.
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Concordo, un'altro formato lossless in più male non fa.
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            A parte le prese per il cu*o a ruppolo, che non possono mancare, concordo.Un formato in più non fa altro che rendere più varia la scelta per noi utenti.Il problema più grande è IMHO il supporto da parti dei grandi produttori di dispositivi.Rimanere legati al PC per ascoltare musica non è il massimo della vita :(
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Ma sceglieremo prodotti di nicchia che li supportano :D
          • Mor scrive:
            Re: e le pecore belano

            Siamo nel 2011 convertire anche centinaia di
            brani da flac a loseless o mp4 è questioni di
            pochi minuti di calcolo in
            batch....
            Si, ma un programma "fatto bene" non credi che dovrebbe comunque supportare _nativamente_ un codec così diffuso?!? E' una questione di libertà dell'utente: perchè dovrebbe mettersi a convertire file... Sono i programmi che devono venire in contro agli utenti, non il contrario!
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            L'utente non deve convertire un bel nulla, la musica non nasce in flac.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            L'utente non deve convertire un bel nulla, la
            musica non nasce in
            flac.HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA una perla di ignoranza all'ennesima potenza :) ^n
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Nemmeno nasce in mp3 o del formato usato nel itunes store.Hai sbagliato assolutamente frase.Tra l'altro se sei passivo nell'uso del computer in termini multimediali, mi spiace per te.
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Sgabbio
            Nemmeno nasce in mp3 o del formato usato nel
            itunes
            store.Si, nasce proprio in quel formato, quello usato da iTunes Store.
            Hai sbagliato assolutamente frase.Per niente, sei tu che non la comprendi.
            Tra l'altro se sei passivo nell'uso del computer
            in termini multimediali, mi spiace per
            te.Non ti devi dispiacere, io non mi dispiaccio del fatto che molto probabilmente tu sei passivo nella cucina.
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            Si, nasce proprio in quel formato, quello usato
            da iTunes
            Store.(rotfl) (rotfl) (rotfl)
            Per niente, sei tu che non la comprendi.Diciamo che ti stai arrampicando sugli specchi..
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            Non nasce in AAC, ma in altri formati lossless, poi dopo viene convertita in quel formato.Oppure vuoi dire che album album di oltre ventanni, erano già in AAC ? :DMa perfavore.Comunque in cucina non si è passivi, perchè impari a cucinare qualcosa, tu invece usi solo il fastfood.
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Sgabbio
            Oppure vuoi dire che album album di oltre
            ventanni, erano già in AAC ?
            :DCerto....non lo sapevi che i vecchi LP erano in AAC ed erano disponibili su iTunes Store? (rotfl) (rotfl)PS: In realtà è Apple che ha inventato la musica.Prima non la conoscevano. :D
            Comunque in cucina non si è passivi, perchè
            impari a cucinare qualcosa, tu invece usi solo il
            fastfood.Beh ma che ci vuoi fare....Con Apple si diventa passivi...se non altro per le travi che salgono dal basso.... :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 novembre 2011 22.33-----------------------------------------------------------
          • gnammolo scrive:
            Re: e le pecore belano


            No ci sono programmi fotocopia perché iTunes ha
            fatto
            scuola...Tipo copiare a mani basse da winamp?
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: gnammolo



            No ci sono programmi fotocopia perché iTunes
            ha

            fatto

            scuola...

            Tipo copiare a mani basse da winamp?Si certo, due gocce d'acqua.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            rubato l'ipodcopiate le playlistcopiate le sincronizzazioni delle playlistdi buono ci sta che itunes lo avete comprato HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            te deliri senza argomentare. Ruppolo a comunque torto, perchè molte cose che faceva anni prima il winamp, adesso le fa itunes.La librerie musicali tra l'altro lo si faceva da anni prima che apple creo tale software.
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Sgabbio
            te deliri senza argomentare. Ruppolo a comunque
            torto, perchè molte cose che faceva anni prima il
            winamp, adesso le fa
            itunes.
            La librerie musicali tra l'altro lo si faceva da
            anni prima che apple creo tale
            software.Di che librerie parli?
          • Sgabbio scrive:
            Re: e le pecore belano
            sai, quelle dove raggruppi la tua musica e la ordini in base all'anno, autore, album, preferenze ecc ecc.
          • gnammolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            continui a guardare l'aspetto e non le funzionalità (cmq non mi riferisco all'itunes e winamp del 2011 ma a quelli usati 10/12 anni fa)
          • Funz scrive:
            Re: e le pecore belano
            bah.Io scelgo di ascoltare un album dalla libreria, e lo ascolto. Non mi interessa un aggeggio che scelga per me, posso anche perderci 5 secondi ogni tanto... Poi la conta delle riproduzioni di ciascuna canzone la fa(ceva) anche il mio Zen micro di 8 anni fa (RIP)... mai usato quella funzionalità.
          • Bad Sapper scrive:
            Re: e le pecore belano
            Visto che parliamo di Open avrei bisogno di una informazione.Ho visto che sei un melafan ma in fianco ci hai messo anche il pinguino, quindi immagino sarai grande conoscitore di entrambi questi mondi.Saresti allora così gentile da indicarmi dove scaricare la versione di iTunes per Linux ?Grazie.
            Buona rosicata....

            (apple)(linux)
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Bad Sapper
            Visto che parliamo di Open avrei bisogno di una
            informazione.

            Ho visto che sei un melafan ma in fianco ci hai
            messo anche il pinguino, quindi immagino sarai
            grande conoscitore di entrambi questi
            mondi.

            Saresti allora così gentile da indicarmi dove
            scaricare la versione di iTunes per Linux
            ?

            Grazie.


            Buona rosicata....



            (apple)(linux)purtroppo se hai comprato un prodotto apple hai scelto di non avere linux (come ben specificato del produttore, non so se lo facciano per motivi religiosi o altro, ma è così)
          • Bad Sapper scrive:
            Re: e le pecore belano
            Appunto, siccome di natura non rosico, qualche volta ho pure pensato di comprare qualcosa della Apple che per altro fa prodotti techologicamente avanzati, ma quando incomincio a far domande sulla compatibilità e sulla loro apertura mi sembra di avere a che fare con scientology.Sentire parlare questa gente di open source, mi fa venire l'orticaria così come vedere la mela affiancata al pinguino, quando non esiste uno straccio di possibilità di mettere in contatto i due mondi.Siccome le mie sensazioni di fastidio, sono nate fin dalle questioni KHML, SAMBA e H/X264 vedendoli lì affiancati pensavo che le cose fossero cambiate, ma a quanto pare l'open source per Apple è ancora a senso unico, loro prendono a man bassa e poi snobbano, - Scritto da: Ego
            - Scritto da: Bad Sapper

            Visto che parliamo di Open avrei bisogno di
            una

            informazione.



            Ho visto che sei un melafan ma in fianco ci
            hai

            messo anche il pinguino, quindi immagino
            sarai

            grande conoscitore di entrambi questi

            mondi.



            Saresti allora così gentile da indicarmi dove

            scaricare la versione di iTunes per Linux

            ?



            Grazie.




            Buona rosicata....





            (apple)(linux)

            purtroppo se hai comprato un prodotto apple hai
            scelto di non avere linux (come ben specificato
            del produttore, non so se lo facciano per motivi
            religiosi o altro, ma è
            così)
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            Un discorso che fatto qui, a commento di questa notizia, lo rende un discorso idiota. In ogni caso Apple è un mondo chiuso, dove non manca nulla, si sta benissimo.
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            Un discorso che fatto qui, a commento di questa
            notizia, lo rende un discorso idiota.


            In ogni caso Apple è un mondo chiuso, dove non
            manca nulla, si sta
            benissimo.per te tutti sono discorsi idioti visto che non capisci di cosa si discute
          • Bad Sapper scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            Un discorso che fatto qui, a commento di questa
            notizia, lo rende un discorso idiota.

            Eh già, perché in un post dal titolo "Il sonoro aperto di Apple" non si dovrebbe parlare di interoperabilità e di open source, ma di salumi e formaggi.Complimenti, ancora una volta ti sei dimostrato una vera volpe.
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Bad Sapper
            - Scritto da: ruppolo

            Un discorso che fatto qui, a commento di
            questa

            notizia, lo rende un discorso idiota.





            Eh già, perché in un post dal titolo "Il sonoro
            aperto di Apple" non si dovrebbe parlare di
            interoperabilità e di open source, ma di salumi e
            formaggi.

            Complimenti, ancora una volta ti sei dimostrato
            una vera
            volpe.E tu un ipocrita: <i
            ma a quanto pare l'open source per Apple è ancora a senso unico, loro prendono a man bassa e poi snobbano, </i
          • Ego scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Bad Sapper

            - Scritto da: ruppolo


            Un discorso che fatto qui, a commento di

            questa


            notizia, lo rende un discorso idiota.









            Eh già, perché in un post dal titolo "Il
            sonoro

            aperto di Apple" non si dovrebbe parlare di

            interoperabilità e di open source, ma di
            salumi
            e

            formaggi.



            Complimenti, ancora una volta ti sei
            dimostrato

            una vera

            volpe.

            E tu un ipocrita:

            <i
            ma a quanto pare l'open source per
            Apple è ancora a senso unico, loro prendono a man
            bassa e poi snobbano, </i

            perchè ipocrita, perchè scrive la verità al contrario di te che non sai neanche di cosa si discute?
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: Ego
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: Bad Sapper


            - Scritto da: ruppolo



            Un discorso che fatto qui, a
            commento
            di


            questa



            notizia, lo rende un discorso
            idiota.













            Eh già, perché in un post dal titolo "Il

            sonoro


            aperto di Apple" non si dovrebbe
            parlare
            di


            interoperabilità e di open source, ma di

            salumi

            e


            formaggi.





            Complimenti, ancora una volta ti sei

            dimostrato


            una vera


            volpe.



            E tu un ipocrita:



            <i
            ma a quanto pare l'open source per

            Apple è ancora a senso unico, loro prendono
            a
            man

            bassa e poi snobbano, </i




            perchè ipocrita, perchè scrive la verità al
            contrario di te che non sai neanche di cosa si
            discute?Vai a studiare, su.
          • krane scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Ego

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: Bad Sapper



            - Scritto da: ruppolo




            Un discorso che fatto qui, a

            commento

            di



            questa




            notizia, lo rende un discorso

            idiota.

















            Eh già, perché in un post dal
            titolo
            "Il


            sonoro



            aperto di Apple" non si dovrebbe

            parlare

            di



            interoperabilità e di open source,
            ma
            di


            salumi


            e



            formaggi.







            Complimenti, ancora una volta ti
            sei


            dimostrato



            una vera



            volpe.





            E tu un ipocrita:





            <i
            ma a quanto pare l'open
            source
            per


            Apple è ancora a senso unico, loro
            prendono

            a

            man


            bassa e poi snobbano, </i







            perchè ipocrita, perchè scrive la verità al

            contrario di te che non sai neanche di cosa
            si

            discute?

            Vai a studiare, su.Beh, di fronte ad argomenti cosi' tecnici cosa dire...
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: krane
            Beh, di fronte ad argomenti cosi' tecnici cosa
            dire...C'è il momento per gli argomenti tecnici e c'è il momento di mandare i bambini a letto o a scuola.
          • krane scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: krane

            Beh, di fronte ad argomenti cosi' tecnici

            cosa dire...
            C'è il momento per gli argomenti tecnici e c'è il
            momento di mandare i bambini a letto o a scuola.Infatti, quando parli tu di solito e' il secondo.
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            Argomenti? Zero? Come al solito, insomma...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: e le pecore belano

            In ogni caso Apple è un mondo chiuso, dove non
            manca nulla, si sta
            benissimo.Mancano solo utenti intelligenti, tutto il resto c'è.
          • ruppolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            - Scritto da: uno qualsiasi

            In ogni caso Apple è un mondo chiuso, dove
            non

            manca nulla, si sta

            benissimo.

            Mancano solo utenti intelligenti, tutto il resto
            c'è.Che ne sai tu?
          • Darwin scrive:
            Re: e le pecore belano
            Beh i tuoi post sono uno spunto interessante per capire. :)
          • gnammolo scrive:
            Re: e le pecore belano
            Se poi a queste ci aggiungi un
            minimo di cervello gestisci musica e film e fai
            fare ad iTunes cose che gli altri software non
            fanno. Tipo? Svuotarti la carta di credito?
  • MeX scrive:
    e i troll...
    rosikano.
    • r1348 scrive:
      Re: e i troll...
      Applaudo sempre quando del software diventa aperto, ora però aspetto una chiarificazione dell'aspetto brevettuale di questo codec. La licenza Apache se non sbaglio prevede una protezione automatica dai brevetti del licentiatario (Apple...), ma bisogna controllare che ALAC non contenga tecnologie brevettate da terzi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2011 01.17-----------------------------------------------------------
      • Sherpya scrive:
        Re: e i troll...
        Beh si è quello il punto se vogliono royalty anche se è opensource l'implementazione è pacco come mpeg4
        • ruppolo scrive:
          Re: e i troll...
          e come Android.
          • Ego scrive:
            Re: e i troll...
            - Scritto da: ruppolo
            e come Android.non capisci un XXXXX ma non perdi tempo per farlo capire a tutti, questo mi piace di te, fai di tutto per umiliarti e rendere pubblica la tua ignoranza
          • Sherpya scrive:
            Re: e i troll...
            - Scritto da: ruppolo
            e come Android.un codec apple e' come android? che steve ti fulmini!
    • dfghjk scrive:
      Re: e i troll...
      Perché rosiki ?
    • Funz scrive:
      Re: e i troll...
      - Scritto da: MeX
      rosikano.Ma che rosicata, io sono ben contento... e sarei ancora più contento se levassero tutte le blindature da iOS. :)Semi-OT-personaleUna prece per il mio Zen Micro che l'altro ieri ha tirato le cuoia (batteria) dopo otto anni di onorato servizio ;_;
Chiudi i commenti