Internet Archive vince un premio

Glielo ha conferito SIIA. Che ha riconosciuto l'importanza dell'opera di digitalizzazione della piattaforma di Brewer Kahle

Roma – La Software and Information Industry Association ( SIIA ) ha conferito il premio “Peter Jackson per l’Innovazione” a Brewster Kahle, creatore di Internet Archive .

Peter Jackson è stato chief scientist di Thomson Reuters e consigliere della SIIA . Nella sua carriera ha svolto diverse ricerche sull’intelligenza artificiale.

Il premio in suo onore è destinato alle “persone che hanno avuto un profondo impatto sulla tecnologia e l’informazione e ispirato l’intera industria di contenuti digitali”. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lol scrive:
    Le solite idee inutili!
    Esiste gia un linguaggio per tale scopo e non e' java! si chiama "D"!!! informatevi! supporta: codice nativo, scope(exit) (oltre che eccezzioni) che semplifica la gestione degli errori, contract programming, unit test integrati, compile time execution, costrutti per la programmazzione parallela...
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Le solite idee inutili!
      Quello della Digital Mars? Me lo ricordo!Il compilatore è closed, ma il front-end è open, ed è stato implementato anche sul GCC (così ne esiste anche una versione open)Peccato che sia poco diffuso (e quindi poco supportato), perchè è promettente.
  • Axel scrive:
    Riassumendo:
    un linguaggio multipiattaforma che semplifica la gestione dell'allocazione della memoria, che controlla i puntatori, votato al parallelismo... praticamente Java con librerie per il parallelismo... a che pro tutto questo sforzo per creare l'ennesimo nuovo linguaggio (con tutto l'ecosistema di sviluppo) che non apporta NULLA che già non esista di stra-collaudato??????????????
    • attonito scrive:
      Re: Riassumendo:
      - Scritto da: Axel
      un linguaggio multipiattaforma che semplifica la
      gestione dell'allocazione della memoria, che
      controlla i puntatori, votato al parallelismo...
      praticamente Java con librerie per il
      parallelismo... a che pro tutto questo sforzo per
      creare l'ennesimo nuovo linguaggio (con tutto
      l'ecosistema di sviluppo) che non apporta NULLA
      che già non esista di
      stra-collaudato??????????????beh nuovi paradigmi programmatori, agile coding, nuovi modelli di business, web-on-the-road... insomma, bisogna reinventare la ruota ogni 10-15 anni.
      • UbuPinguino scrive:
        Re: Riassumendo:
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: Axel

        un linguaggio multipiattaforma che semplifica la

        ...

        praticamente Java con librerie per il

        parallelismo... a che pro tutto questo sforzo per

        creare l'ennesimo nuovo linguaggio (con tutto

        l'ecosistema di sviluppo) che non apporta NULLA

        che già non esista di

        stra-collaudato??????????????

        beh nuovi paradigmi programmatori, agile coding,
        nuovi modelli di business, web-on-the-road...
        insomma, bisogna reinventare la ruota ogni 10-15
        anni.Forse che Rust compila in binario e non in bytecode, genera codice compatibile con il c/c++?Come dire: il meglio di C7C++/Java tutto assieme!
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Riassumendo:
          - Scritto da: UbuPinguino
          genera codice compatibile con il
          c/c++?Scusa ma cosa significa che genera codice compatibile con il c++?
          • Luc scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Nome e cognome
            Scusa ma cosa significa che genera codice
            compatibile con il
            c++?Linkabile
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Riassumendo:
            Basta paragonare il consumo di RAM tra JAVA e applicazioni native per mettere il JAVA nel bidone.Applicazione in JAVA che mostra un form vuoto: 56MB di RAMApplicazione in C++ che mostra un form vuoto: 12KB di RAM
          • Paul scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Nome e cognome
            Basta paragonare il consumo di RAM tra JAVA e
            applicazioni native per mettere il JAVA nel
            bidone.
            Applicazione in JAVA che mostra un form vuoto:
            56MB di
            RAM
            Applicazione in C++ che mostra un form vuoto:
            12KB di
            RAMApplicazione in assembly che visualizza una form vuota -
            ancora meno Kb di RAM.Quindi, seguendo il tuo discorso logico, dovremmo buttare anche C++ nel bidone.Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?
          • brain scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: Nome e cognome

            Basta paragonare il consumo di RAM tra JAVA e

            applicazioni native per mettere il JAVA nel

            bidone.

            Applicazione in JAVA che mostra un form
            vuoto:

            56MB di

            RAM

            Applicazione in C++ che mostra un form vuoto:

            12KB di

            RAM

            Applicazione in assembly che visualizza una form
            vuota -
            ancora meno Kb di
            RAM.
            Quindi, seguendo il tuo discorso logico, dovremmo
            buttare anche C++ nel
            bidone.
            Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?Forse Intel non venderebbe più e i "point and click programmerZ" resterebbero disoccupati? :D
          • e contribuis ca scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: Paul

            - Scritto da: Nome e cognome


            Basta paragonare il consumo di RAM tra
            JAVA
            e


            applicazioni native per mettere il JAVA nel


            bidone.


            Applicazione in JAVA che mostra un form

            vuoto:


            56MB di


            RAM


            Applicazione in C++ che mostra un form
            vuoto:


            12KB di


            RAM



            Applicazione in assembly che visualizza una form

            vuota -
            ancora meno Kb di

            RAM.

            Quindi, seguendo il tuo discorso logico,
            dovremmo

            buttare anche C++ nel

            bidone.

            Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?
            Forse Intel non venderebbe più e i "point and
            click programmerZ" resterebbero disoccupati?
            :DSì perché i programmatori C++ sono tutti "point and click programmerZ", tu sei l'unico genio al mondo che riesce a scrivere tutto il software direttamente di assembly. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • brain scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: e contribuis ca
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: Paul


            - Scritto da: Nome e cognome



            Basta paragonare il consumo di RAM tra

            JAVA

            e



            applicazioni native per mettere il JAVA
            nel



            bidone.



            Applicazione in JAVA che mostra un form


            vuoto:



            56MB di



            RAM



            Applicazione in C++ che mostra un form

            vuoto:



            12KB di



            RAM





            Applicazione in assembly che visualizza una
            form


            vuota -
            ancora meno Kb di


            RAM.


            Quindi, seguendo il tuo discorso logico,

            dovremmo


            buttare anche C++ nel


            bidone.


            Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?

            Forse Intel non venderebbe più e i "point and

            click programmerZ" resterebbero disoccupati?

            :D

            Sì perché i programmatori C++ sono tutti "point
            and click programmerZ", tu sei l'unico genio al
            mondo che riesce a scrivere tutto il software
            direttamente di assembly.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)genio leggi dall'inizio: giava :D
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Riassumendo:
            Tra un programma in C e un in C++ c'è differenza, effettivamente se scritto in C occupa ancora meno memoria.Tra C e assembly la differenza non c'è affatto.Anzi (ma questo cambia a seconda del programmatore....) con le ottimizzazioni automatiche del compilatore, è probabile che a scrivere in C si ottenga un risultato migliore che a scrivere lo stesso programma direttamente in asm.Lo stesso concetto non si applica se confronti il JAVA col C e nemmeno col C++
          • Paul scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Nome e cognome
            Tra un programma in C e un in C++ c'è differenza,
            effettivamente se scritto in C occupa ancora meno
            memoria.

            Tra C e assembly la differenza non c'è affatto.

            Anzi (ma questo cambia a seconda del
            programmatore....) con le ottimizzazioni
            automatiche del compilatore, è probabile che a
            scrivere in C si ottenga un risultato migliore
            che a scrivere lo stesso programma direttamente
            in
            asm.
            Lo stesso concetto non si applica se confronti il
            JAVA col C e nemmeno col
            C++E' probabile, ma non è detto. Infatti moltissimi applicativi fino a poco tempo fa contenevano blocchi in assembly per ottimizzare al meglio certe procedure. Il motore grafico di Quake 3 è un esempio.Il punto comunque era che confrontare due linguaggi di programmazione paragonando esclusivamente l'utilizzo della memoria, e dire X è meglio di Y perché consuma meno RAM, è una delle cose più stupide che si possa fare.
          • krane scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: Nome e cognome

            Basta paragonare il consumo di RAM tra

            JAVA e applicazioni native per mettere

            il JAVA nel bidone.

            Applicazione in JAVA che mostra un form

            vuoto: 56MB di RAM

            Applicazione in C++ che mostra un form vuoto:

            12KB di RAM
            Applicazione in assembly che visualizza una form
            vuota -
            ancora meno Kb di RAM.
            Quindi, seguendo il tuo discorso logico, dovremmo
            buttare anche C++ nel bidone.No, prima dovremmo vedere quanti k e' la differenza.
            Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?Perche' nessuno si mette a scrivere il programma in asm, e chi lo fa si accorge che e' uguale o cambia di 1k quindi nasconde tutto...
          • brain scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Paul

            - Scritto da: Nome e cognome



            Basta paragonare il consumo di RAM tra


            JAVA e applicazioni native per mettere


            il JAVA nel bidone.


            Applicazione in JAVA che mostra un form


            vuoto: 56MB di RAM


            Applicazione in C++ che mostra un form
            vuoto:


            12KB di RAM


            Applicazione in assembly che visualizza una
            form

            vuota -
            ancora meno Kb di RAM.

            Quindi, seguendo il tuo discorso logico,
            dovremmo

            buttare anche C++ nel bidone.

            No, prima dovremmo vedere quanti k e' la
            differenza.


            Ti sei mai chiesto perché questo non avviene?

            Perche' nessuno si mette a scrivere il programma
            in asm, e chi lo fa si accorge che e' uguale o
            cambia di 1k quindi nasconde
            tutto...Prova a scrivere un demo da 256 BYTE in C ;)
          • Paul scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: krane
            No, prima dovremmo vedere quanti k e' la
            differenza.Seguendo il suo discorso si evince che un linguaggio di programmazzione automaticamente diventa migliore di un altro se produce applicativi che consumano meno RAM.Anche una scimmia capirebbe che più ci sia astrae dall'hardware e più si realizzano linguaggi di programmazione meno efficienti.Ma ovviamente ci sono tantissimi vantaggi nell'usare un linguaggio di alto livello.La sua è la solita affermazione da Punto Disinformatico, e seguendo questo ragionamento allora dovremmo buttare via ogni linguaggio di programmazione e tornare a scrivere codice macchina.
            Perche' nessuno si mette a scrivere il programma
            in asm, e chi lo fa si accorge che e' uguale o
            cambia di 1k quindi nasconde1 KB di RAM non fa la differenza, ma anche 50 MB non fanno la differenza su una macchina che ne 4 GB installati.Tutto dipende dal contesto, dai requisiti, dai costi di sviluppo e da quelli di mantenimento.
          • krane scrive:
            Re: Riassumendo:
            - Scritto da: Paul
            - Scritto da: krane

            No, prima dovremmo vedere quanti k e' la

            differenza.

            Seguendo il suo discorso si evince che un
            linguaggio di programmazzione automaticamente
            diventa migliore di un altro se produce
            applicativi che consumano meno
            RAM.

            Anche una scimmia capirebbe che più ci sia astrae
            dall'hardware e più si realizzano linguaggi di
            programmazione meno
            efficienti.
            Ma ovviamente ci sono tantissimi vantaggi
            nell'usare un linguaggio di alto
            livello.

            La sua è la solita affermazione da Punto
            Disinformatico, e seguendo questo ragionamento
            allora dovremmo buttare via ogni linguaggio di
            programmazione e tornare a scrivere codice
            macchina.


            Perche' nessuno si mette a scrivere il
            programma

            in asm, e chi lo fa si accorge che e' uguale
            o

            cambia di 1k quindi nasconde

            1 KB di RAM non fa la differenza, ma anche 50 MB
            non fanno la differenza su una macchina che ne 4
            GB installati.
            Tutto dipende dal contesto, dai requisiti, dai
            costi di sviluppo e da quelli di mantenimento.E considererei anche il fatto che se io avessi scritto la stessa frase 15 o 20 anni fa dopo due secondi mi sarebbe arrivato qualcuno con il listato in asm scritto al volo e testato a dirmi quanti k fanno.Mentre ora evidentemente si esce a comprare un altro banco di ram per poter dire: non c'e' problema :D
Chiudi i commenti