iPad, Financial Times scavalca la staccionata

Con la nuova app web based supera le regole imposte da Apple per gli abbonamenti
Con la nuova app web based supera le regole imposte da Apple per gli abbonamenti

Il Financial Times supererà l’intermediazione di iTunes per gli abbonamenti digitali dei suoi utenti : il giornale invita così i lettori a passare alla nuova applicazione browser per iPad e iPhone.

Il Financial Times intende così, in particolare, mantenere il controllo sui dati dei propri abbonati , senza dover passare attraverso l’intermediazione del sistema di pagamento di in-app di Apple, il 30 per cento richiesto su ogni transazione, la condizione di migliore offerta possibile e le informazioni degli utenti concesse agli editori in sede di sottoscrizione dell’abbonamento, vero nocciolo della questione. “Non vogliamo perdere la relazione diretta instaurata con i nostri abbonati: cuore del nostro modello di business”, ha riferito recentemente il diretto generale di FT Rob Grimshaw.

Lo stratagemma impiegato dal giornale per evitare l’intermediazione di iTunes è quella di un’app web based raggiungibile all’indirizzo app.ft.com .

Tecnicamente si tratta di una versione in HTML5 che pur essendo accessibile via browser funziona esattamente come un’app .
Per il momento disponibile per iOS, presto esordirà anche una versione per dispositivi Android e BlackBerry.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti