iPad, il pacco del mattone

Walmart avrebbe venduto una finta tavoletta Apple. Nessun rimborso per lo sfortunato cliente accusato di essere l'autore della truffa

Roma – Secondo quanto riferito da fonti locali, un uomo avrebbe acquistato in un Walmart di Atlanta un iPad, ma avrebbe trovato al suo posto nella scatola solo un finto tablet, di quelli usati per l’esposizione del prodotto sugli scaffali della nota catena di grandi magazzini.

Case identico all’originale, finto display, l’immagine di uno screenshot dell’home della tavoletta, peso inferiore: questa la brutta sorpresa che ha trovato Ken Lemal all’interno della scatola al posto dell’agognato tablet e che lo ha spinto a chiedere un rimborso a Walmart .

Il grande magazzino ha tuttavia rifiutato di cedere alle richieste: per una versione dei fatti avrebbe scaricato la responsabilità su Apple, per un’altra accuserebbe lo stesso Lemal di aver provveduto a scambiare il vero iPad con uno falso.

La situazione si complica perché non è affatto chiaro cosa sia successo: alcuni giornali locali seguono la teoria per cui potrebbe essere stato, appunto, Lemal a tentare la truffa, mentre per altri la colpa è di un altro cliente che avrebbe scambiato l’iPad con il suo simulacro, usufruendo poi del rimborso.

Lemal, nel frattempo, ha acquistato un iPad vero in un Apple Store.

Se non verrà rimborsato da Walmart ricorrerà al tribunale. Azione legale a cui la catena di negozi si starebbe già preparando a rispondere.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Valentina Regno scrive:
    Offerta di prestito di denaro
    Buongiorno a tutti. Sono persone che mette propone di pronta di denaro a disposizione delle persone nella necessità di un prestito e capace di rimborsare entro fine ben ragionevole. Accordo prestiti ad un tasso d'interessi del 3% su ogni solo un'ultima domanda. Di 5000 euro a 7.000.000 euro per ogni solo un'ultima domanda ed all'impresa nel fabbisogno finanziario. Per più informazione, ecco il mio indirizzo di posta:( regnovalentina@gmail.com )
  • Valentina Regno scrive:
    Offerta di prestito di denaro
    Buongiorno a tutti;Sono una persona di buona moralità che vi offre un'opportunità di realizzare il vostro sognati ed i vostri progetti. Questo è offre di prestito di denaro alle persone nel fabbisogno di molto urgente. Li offro di 7000 a 7.500.000 ad ogni persona capace di rimborsare entro un termine ragionevole. Per ulteriori informazioni, ecco il mio contatto: ( regnovalentina@gmail.com )
  • Valentina Regno scrive:
    Offerta di prestito di denaro
    Buongiorno a tutti;Siete vietato bancario, non arrivate più a a farne uscire finanziariamente. Per aiutarli a realizzare il vostro sognati ed i vostri progetti, metto a vostra disposizione un'opportunità di prestito di denaro a breve e lungo termine sul 3% di interessi. Di 6000 a 7.000.000 ad ogni persona capace di rimborsare. Per ulteriori informazioni, contatta per mail: ( regnovalentina@gmail.com )
  • Valentina Regno scrive:
    Offerta di prestito di denaro
    Denaro offerta di prestito a chi ha bisogno urgente. 5000 a 7.000.000. Per ulteriori informazioni, contattare me attraverso il mio indirizzo e-mail: ( regnovalentina@gmail.com )
  • oggettivo scrive:
    precisazioni
    - Scritto da: PPPS
    Perché non racconti di come ha fatto costituire
    un sindacato giallo pur di far firmare un
    contratto assolutamente
    indegno?solo per amore di cronaca questo è un estratto dell'contratto assolutamente indegno..... a voi i giudizi!!?!?! 11,04 di ticket restaurantpolizza sanitaria gratis3% di fondo integrativo versato dall'aziendapermessi sanitari retribuiti illimitatipremio di produzione fino al 30% con 19% garantito(si avete capito bene!!!)€ 180.000 per il 2011 e 90.000 per gli altri anni di circolo ricreativo per i pacchi di natale per pagare perte delle vacanze, delle palestre, dei biglietti del cinema e dei teatri etc etc....ed altro che non vi descrivo perchè mi vergogno ......
    perchè non racconti degli altri tre provvedimenti
    disciplinari, di cui uno irrogato perchè il
    collega in questione non ha salutato il
    presidente ed il
    direttore?legettevi la lettera pubblicata da repubblica e giudicate voi se è stato per il saluto.......caro ppps sei un privileggiato, c'è gente che fa la fame senza lavoro e tu hai il coraggio di scrivere certe cose.......VERGOGNATI!!!!!!!
    • PPPS scrive:
      Re: precisazioni
      ...come svendere la propria dignità per pochi euro.
      • Marco B. scrive:
        Re: precisazioni
        Salve a tutti,sono un dottore commercilista di Roma, stavo seguendo con molta passione la discussione sulla NOSTRA Cassa di previdenza......sono venuto a conoscienza delle miriadi di contestazioni disciplinari avviate dall'amministrazione verso i dipendenti compresa questa "bomba" di facebook...Penso che tutta la categoria sia molto contenta delle spese legali che codesta amministrazione sta spendendo per FUTILI motivi!Prima di ricoprire "ruoli" così importanti in una CASSA NAZIONALE penso sia necessario "crescere" un pò di cervello non continuando a giocare al più forte ed alzare un POLVERONE SIMILE per una vignetta pubblicata ed insultata (se posso usare questo termine, per due parole che si usano anche alle elementari "XXXXXXX") bah......le cose non posso certamente contiuare così, siamo PARECCHI ad essere stufi!scusate il disturbo.
      • oggettivo scrive:
        Re: precisazioni
        - Scritto da: PPPS
        ...come svendere la propria dignità per pochi
        euro.non mi sembra che tu ci abbia rinunciato ai pochi euro.......quindi oltre a doverti vergognare sei anche un vigliacco
        • PPPS scrive:
          Re: precisazioni
          Sai evidenntemente non conosci l'ordinamento giuridico italiano in materia DI LAVORO, il concetto di Erga Omnes...cose così.evidentemente la tua concezione di rapporto di lavoro è imprescindibile da una necessità di prostrarsi al proprio datore di lavoro...punti di vista.non vedo francamente dove sia la vigliaccheria?mentre appare evidente l'essersi messi (o sottomessi?) a disposizione di un'amministrazione che, noto con piacere, inizia a riscuotere successi anche tra i professionisti di cui dovrebbe rappresentare gli interessi.caro oggettivo, ti ripeto, il tempo è galantuomo e noi non abbiamo fretta.riposati nel we e soprattuto rilassati...PSmagari quando scrivi qui evita certi toni: i messaggi te li cancellano. o sei così nervoso da non riuscire a mantenere la calma?
          • Paul Pot scrive:
            Re: precisazioni
            - Scritto da: PPPS
            Sai evidenntemente non conosci l'ordinamento
            giuridico italiano in materia DI LAVORO, il
            concetto di Erga Omnes...cose
            così.
            evidentemente la tua concezione di rapporto di
            lavoro è imprescindibile da una necessità di
            prostrarsi al proprio datore di lavoro...punti di
            vista.
            non vedo francamente dove sia la vigliaccheria?
            mentre appare evidente l'essersi messi (o
            sottomessi?) a disposizione di un'amministrazione
            che, noto con piacere, inizia a riscuotere
            successi anche tra i professionisti di cui
            dovrebbe rappresentare gli
            interessi.
            caro oggettivo, ti ripeto, il tempo è galantuomo
            e noi non abbiamo
            fretta.
            riposati nel we e soprattuto rilassati...

            PS
            magari quando scrivi qui evita certi toni: i
            messaggi te li cancellano. o sei così nervoso da
            non riuscire a mantenere la
            calma?Il suo livore nei tuoi confronti deve avere un che di personale, probabilmente non lo hai salutato in ascensore (forse non lo hai visto perché era troppo impegnato a genuflettersi).
          • oggettivo scrive:
            Re: precisazioni
            - Scritto da: Paul Pot
            - Scritto da: PPPS

            Sai evidenntemente non conosci l'ordinamento

            giuridico italiano in materia DI LAVORO, il

            concetto di Erga Omnes...cose

            così.

            evidentemente la tua concezione di rapporto di

            lavoro è imprescindibile da una necessità di

            prostrarsi al proprio datore di lavoro...punti
            di

            vista.

            non vedo francamente dove sia la vigliaccheria?

            mentre appare evidente l'essersi messi (o

            sottomessi?) a disposizione di
            un'amministrazione

            che, noto con piacere, inizia a riscuotere

            successi anche tra i professionisti di cui

            dovrebbe rappresentare gli

            interessi.

            caro oggettivo, ti ripeto, il tempo è galantuomo

            e noi non abbiamo

            fretta.

            riposati nel we e soprattuto rilassati...



            PS

            magari quando scrivi qui evita certi toni: i

            messaggi te li cancellano. o sei così nervoso da

            non riuscire a mantenere la

            calma?

            Il suo livore nei tuoi confronti deve avere un
            che di personale, probabilmente non lo hai
            salutato in ascensore (forse non lo hai visto
            perché era troppo impegnato a
            genuflettersi).io sono calmissimo e non ho nessun livore.faccio solo i conti con la realtà........sicuramente non sono un esperto di questioni di diritto del lavoro ma una cosa è certa e la puoi verificare quando vuoi da qualunque giuslavorista.Chiunque si poteva rifiutare di sottoscrivere il contratto, o meglio richiedere la non applicazione personale....... quindi per questo ti ho dato del vigliacco se volevi ti potevi rifiutare e continuare la tua lotta con l'amministrazione.Poi ripeto non so fuori dal lavoro con chi tu ti confronti ma nella vita reale noi siamo dei privilegiati rispetto a milioni di lavoratori che se li sognano contratti come il nostro.Cmq hai proprio ragione il tempo è galantuomo ed IO non ho fretta mica come te e gli amichetti tuoi a cui il giocattolo sta sfuggendo di mano.
  • PPPS scrive:
    distorsione della realtà
    11,04 di ticket restaurantin linea con gli altri entipolizza sanitaria gratisattualmente i lavoratori della cassa sono senza polizza3% di fondo integrativo versato dall'aziendain linea con gli altri entipremio di produzione fino al 30% con 19% garantito(si avete capito bene!!!)è il premio di produzione più basso del comparto. tra l'altro il costo del personale nella cnpadc è sostanzialmente fermo da 4 anni, a fronte dell'aumento del 22% del costo degli organi collegiali.180.000 per il 2011 e 90.000 per gli altri anni di circolo falso. il dg e presidente li hanno vincolati ad attività assistenziali.....ed altro che non vi descrivo perchè mi vergogno ......dovresti vergognarti di come distorci la realtà.legettevi la lettera pubblicata da repubblica e giudicate voi se è stato per il saluto.......appunto: leggetevi la lettera con cui sono state irrogate le sanzioni disciplinari e vi farete un idea.caro ppps sei un privileggiato, c'è gente che fa la fame senza lavoro e tu hai il coraggio di scrivere cerete cose.......VERGOGNATI!!!!!!!caro "oggettivo", non credo di essere un privilegiato e soprattutto non mi vergogno di quel che dico e di quel che penso.
  • matte26 scrive:
    guai di Facebook??? no, cultura assente!
    A mio modesto parere, questo articolo, pur corretto, rischia davvero di sovvertire la realtà dei fatti. Qui non si tratta di Facebook che crea guai, o di un datore di lavoro che controlla i dipendenti. Il problema principale che traspare da questa sfortunata vicenda è un utilizzo totalmente cieco e inconsapevole di Facebook e, più in generale, dei social network. Il problema non è che qualcuno abbia letto un commento e ne abbia tratto, più o meno legittimamente (non sta a noi deciderlo), le proprie conclusioni. Il problema sta in realtà nella credenza che dare sfogo alle proprie frustrazioni su una bacheca pubblica e in orario di lavoro non porti mai ad alcuna conseguenza. Non sappiamo quali fossero le impostazioni di privacy del profilo di questo utente, e se dunque la visibilità di tali messaggi fosse limitata, ma la sostanza non cambia. al più il dipendente potrà contestare la violazione della propria privacy, ma Facebook non deve essere, e non potrà mai essere, il luogo in cui condividere commenti di questa natura.
    • rover scrive:
      Re: guai di Facebook??? no, cultura assente!
      Esatto.Ma questi strumenti hanno introdotto presso molti utilizzatori di FB e simili un concetto di privacy (o meglio privato) molto blando, anzi proprio inadeguato.
  • sentinel scrive:
    Soluzione
    Soluzione:Creare su fessobùk un profilo fittizio tipo "Carlo Pravettoni"e scrivere liberamente il proprio pensiero.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Soluzione
      - Scritto da: sentinel
      Soluzione:
      Creare su fessobùk un profilo fittizio tipo
      "Carlo
      Pravettoni"
      e scrivere liberamente il proprio pensiero.CarCarlo Pravettoni è gia preso.
  • KeS scrive:
    Che buffoni...
    Secondo me Blog e pagine personali andrebbero equiparati alla propria residenza privata. Questa è libertà di espressione.Mi spiego:se nel mio blog scrivo che tizio è un ladro non ci può essere diffamazione perchè è un luogo privato; questo perchè nessuno ti obbliga ad entrare in casa mia ed ascoltare quello che sto dicendo.Se lascio entrare le persone a casa mia e gli dico "buongiorno, tizio è un ladro" è diffamazione?
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Che buffoni...
      - Scritto da: KeS
      Se lascio entrare le persone a casa mia e gli
      dico "buongiorno, tizio è un ladro" è
      diffamazione?Si
      • KeS scrive:
        Re: Che buffoni...
        E perchè?
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Che buffoni...
          - Scritto da: KeS
          E perchè?Perchè basta che ti senta + di una persona in assenza dell'interessato ed è gia diffamazione.Lo dice la legge, mica io.
          • KeS scrive:
            Re: Che buffoni...
            Vero, ho letto un po di http://it.wikipedia.org/wiki/Diffamazione_(diritto_italiano)Però, secondo me, se io penso che Tizio è un ladro e lo dico solo a chi ha chiesto la mia opinione su Tizio, dovrebbe essere libertà di espressione.Che dici?
          • shevathas scrive:
            Re: Che buffoni...
            - Scritto da: KeS
            Vero, ho letto un po di
            http://it.wikipedia.org/wiki/Diffamazione_(diritto
            Però, secondo me, se io penso che Tizio è un
            ladro e lo dico solo a chi ha chiesto la mia
            opinione su Tizio, dovrebbe essere libertà di
            espressione.
            Che dici?basta che lo dica a due persone per far scattare il reato.
          • KeS scrive:
            Re: Che buffoni...
            Boh, anche se è così, SECONDO ME, è eccessivo...
          • Tokugawa scrive:
            Re: Che buffoni...
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: KeS

            Vero, ho letto un po di


            http://it.wikipedia.org/wiki/Diffamazione_(diritto

            Però, secondo me, se io penso che Tizio è un

            ladro e lo dico solo a chi ha chiesto la mia

            opinione su Tizio, dovrebbe essere libertà di

            espressione.

            Che dici?

            basta che lo dica a due persone per far scattare
            il
            reato.Non è mica così semplice. Sono molte le variabili coinvolte e la Cassazione ha spesso ribaltato sentenze che sembravano ovvie.
    • Maestro Miyagi scrive:
      Re: Che buffoni...
      Stando al tuo discorso, mi spieghi allora perché "vai nella tua residenza privata" durante l'orario d'ufficio? ;)
    • Francesco scrive:
      Re: Che buffoni...
      Se per entrare in casa tua c'è una porta od un cancello, è uno spazio privato.Ma se casa tua è un open space dove chiunque può entarre perché non ci sono barriere, cosa c'è di privato?Se lasci qualcosa in un edificio che non ha porte e te lo portano via, tecnicamente non è un furto.E poi qui il problema sembra essere, a mio avviso molto più serio, che fessbook veniva usato in orario d'ufficio... se così fosse, un parassita in meno da mantenere per la società.bye
      • Tokugawa scrive:
        Re: Che buffoni...
        - Scritto da: Francesco
        Se per entrare in casa tua c'è una porta od un
        cancello, è uno spazio
        privato.

        Ma se casa tua è un open space dove chiunque può
        entarre perché non ci sono barriere, cosa c'è di
        privato?

        Se lasci qualcosa in un edificio che non ha porte
        e te lo portano via, tecnicamente non è un
        furto.

        E poi qui il problema sembra essere, a mio avviso
        molto più serio, che fessbook veniva usato in
        orario d'ufficio... se così fosse, un parassita
        in meno da mantenere per la
        società.A parte il fatto che se, ad esempio, in pausa mensa io accedo a FB nessuno può dirmi niente, questo tizio usava pure mezzi personali (magari uno smartphone) perché quelli aziendali erano bloccati. Pur avvenendo la cosa in orario d'ufficio, non è detto che avvenisse in orario di lavoro. Poi, detto fuori dai denti, uno che ti manda una lettera di ammonizione perché non lo saluti in ascensore merita solo uno sputo in un occhio, altro che diffamazione.
  • Teo_ scrive:
    Social network durante il lavoro
    "La partecipazione a blog o social network durante l'orario di lavoro, è in palese contrasto con la diligente e puntuale esecuzione del lavoro"Mi auguro sia portata anche in Parlamento come norma, oppure ci ritroveremo atri casi come questo:http://affaritaliani.libero.it/mediatech/vitadafacebook/matteo-salvini-oscurato-facebook271108_1.html
    • KeS scrive:
      Re: Social network durante il lavoro
      SI però loro stanno facendo questioni sul contenuto, e cosa centra da dove è stato postato, si arrampicano ai vetri!
      • Teo_ scrive:
        Re: Social network durante il lavoro
        - Scritto da: KeS
        SI però loro stanno facendo questioni sul
        contenuto, e cosa centra da dove è stato postato,
        si arrampicano ai
        vetri!Scrivono anche:"partecipazione a blog o social network durante l'orario di lavoro, è in palese contrasto con la diligente e puntuale esecuzione del lavoro e il ripetuto e reiterato utilizzo di mezzi personali, stante l'inutilizzabilità dei mezzi tecnici messi a disposizione dalla Cassa, testimonia e conferma la volontà pienamente cosciente di contravvenire alle norme per il regolare svolgimento dell'attività lavorativa"
        • Tokugawa scrive:
          Re: Social network durante il lavoro
          - Scritto da: Teo_
          - Scritto da: KeS

          SI però loro stanno facendo questioni sul

          contenuto, e cosa centra da dove è stato
          postato,

          si arrampicano ai

          vetri!

          Scrivono anche:
          "partecipazione a blog o social network durante
          l'orario di lavoro, è in palese contrasto con la
          diligente e puntuale esecuzione del lavoro e il
          ripetuto e reiterato utilizzo di mezzi personali,
          stante l'inutilizzabilità dei mezzi tecnici messi
          a disposizione dalla Cassa, testimonia e conferma
          la volontà pienamente cosciente di contravvenire
          alle norme per il regolare svolgimento
          dell'attività
          lavorativa"Strano. Si sono dimenticati di aggiungere che anche andare a XXXXXXre "è in palese contrasto con la diligente e puntuale esecuzione del lavoro". Non è che basta scrivere una XXXXXXX per renderla valida.
  • Ghostdog scrive:
    bha
    una delle quali per non aver salutato in ascensore il Presidentequesto dice tutto sulla dirigenza in questione
  • nome cognome scrive:
    ?????

    L'altro provvedimento, scattato nei confronti del secondo dipendente
    che prestava il suo servizio alla Cassa da oltre sette anni, è stato
    più pesante in quanto quest'ultimo era stato sospeso da lavoro
    nell'ultimo mese tre volte, una delle quali per non aver salutato in
    ascensore il PresidenteHo smesso di leggere qui. E' uno scherzo vero ?
    • Funz scrive:
      Re: ?????
      - Scritto da: nome cognome

      L'altro provvedimento, scattato nei confronti
      del secondo dipendente


      che prestava il suo servizio alla Cassa da
      oltre sette anni, è
      stato

      più pesante in quanto quest'ultimo era stato
      sospeso da
      lavoro

      nell'ultimo mese tre volte, una delle quali per
      non aver salutato
      in

      ascensore il Presidente

      Ho smesso di leggere qui. E' uno scherzo vero ?Non solo, all'entrata non si era genuflesso davanti alla statua della mamma del MegaPresidente Galattico!Altro che licenziamento: crocifissione in sala mensa!
    • PPPS scrive:
      Re: ?????
      no. purtroppo.
  • sharing scrive:
    mazzate
    La risposta e semplice bisogna prendere a calci in XXXX lo XXXXXXX di direttore che fa queste porcherie nei confronti dei dipendenti,anzi una bella ripassata di mazzate non potrebbe che fargli bene...Spesso sono questi elementi che fomentano le liti aziendali ,poveri repressi falliti.
    • shevathas scrive:
      Re: mazzate
      - Scritto da: sharing
      La risposta e semplice bisogna prendere a calci
      in XXXX lo XXXXXXX di direttore che fa queste
      porcherie nei confronti dei dipendenti,anzi una
      bella ripassata di mazzate non potrebbe che
      fargli
      bene...
      Spesso sono questi elementi che fomentano le liti
      aziendali ,poveri repressi
      falliti.ha parlato il docente di gestione aziendale di marchionne.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: mazzate
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: sharing

        La risposta e semplice bisogna prendere a calci

        in XXXX lo XXXXXXX di direttore che fa queste

        porcherie nei confronti dei dipendenti,anzi una

        bella ripassata di mazzate non potrebbe che

        fargli

        bene...

        Spesso sono questi elementi che fomentano le
        liti

        aziendali ,poveri repressi

        falliti.

        ha parlato il docente di gestione aziendale di
        marchionne.E vabbè, pero' non è che sia cristalino, per quello ch eleggiamo qui, il comportamento della dirigenza.
        • shevathas scrive:
          Re: mazzate
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: shevathas

          - Scritto da: sharing


          La risposta e semplice bisogna prendere a
          calci


          in XXXX lo XXXXXXX di direttore che fa queste


          porcherie nei confronti dei dipendenti,anzi
          una


          bella ripassata di mazzate non potrebbe che


          fargli


          bene...


          Spesso sono questi elementi che fomentano le

          liti


          aziendali ,poveri repressi


          falliti.



          ha parlato il docente di gestione aziendale di

          marchionne.

          E vabbè, pero' non è che sia cristalino, per
          quello ch eleggiamo qui, il comportamento della
          dirigenza.tu hai eletto il tuo capoufficio ?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: mazzate
            - Scritto da: shevathas

            E vabbè, pero' non è che sia cristalino, per

            quello ch eleggiamo qui, il comportamento della

            dirigenza.

            tu hai eletto il tuo capoufficio ?E che c'entra?Siccome non è stato eletto, ha diritto a essere XXXXXXX?Pensa una parte politica crede nell'inverso, è proprio perchè qualcuno è stato eletto che ha diritto a essere XXXXXXX.In realtà sono false entrambe le cose.
          • shevathas scrive:
            Re: mazzate
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: shevathas



            E vabbè, pero' non è che sia cristalino, per


            quello ch eleggiamo qui, il comportamento
            della


            dirigenza.



            tu hai eletto il tuo capoufficio ?

            E che c'entra?beh hai parlato tu di "per quello che eleggiamo qui"
            Siccome non è stato eletto, ha diritto a essere
            XXXXXXX?saranno bip! suoi.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: mazzate
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: shevathas





            E vabbè, pero' non è che sia cristalino, per



            quello ch eleggiamo qui, il comportamento

            della



            dirigenza.





            tu hai eletto il tuo capoufficio ?



            E che c'entra?

            beh hai parlato tu di "per quello che eleggiamo
            qui"per quello "ch" "spazio vuoto partito a XXXXX" "e del che precedente" "leggiamo qui".Siamo svegli al mattino, eh?
          • shevathas scrive:
            Re: mazzate
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: shevathas

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: shevathas







            E vabbè, pero' non è che sia cristalino,
            per




            quello ch eleggiamo qui, il comportamento


            della




            dirigenza.







            tu hai eletto il tuo capoufficio ?





            E che c'entra?



            beh hai parlato tu di "per quello che eleggiamo

            qui"


            per quello "ch" "spazio vuoto partito a XXXXX" "e
            del che precedente" "leggiamo
            qui".

            Siamo svegli al mattino, eh?poteva anche essere una e mancata ;)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: mazzate
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: shevathas


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: shevathas









            E vabbè, pero' non è che sia cristalino,

            per





            quello ch eleggiamo qui, il
            comportamento



            della





            dirigenza.









            tu hai eletto il tuo capoufficio ?







            E che c'entra?





            beh hai parlato tu di "per quello che
            eleggiamo


            qui"





            per quello "ch" "spazio vuoto partito a XXXXX"
            "e

            del che precedente" "leggiamo

            qui".



            Siamo svegli al mattino, eh?

            poteva anche essere una e mancata ;)vabè, colpa mia, dai.
  • myskin scrive:
    libertà?
    chiariamo bene:1) difficilmente sarà dimostrabile che utente registrato, persona che ha postto e dipendente siano la stessa persona2) esiste in italia libertà di opinione3)mi sembra assurdo che mi si tenga sotto controllo il profilo e che questo mi venga pure annotato...mi pare anche piuttosto illegale...io ho una vita al di fuori del mio lavoro ed io NON sono il mio lavoro.se nella mia vita privata esprimo opinioni anche attraverso fb o altro chi autorizza chi a controllarmi e sanzionarmi?mi pare che il licenziamento sia del tutto impugnabile e credo che siano sanzionabili invece i vertici che han licenziato
    • spartaco er ventresca scrive:
      Re: libertà?
      il problema è che questa è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso..dopo la quarta la lettera di ammonizione se non sbaglio si va a casa...poi sul fatto che si spii il profilo di facebook..qui mi trovi daccordo con te...secondo me non si dobrebbe fare..pero XXXXX....dai...sei dipendente, nell'orario di lavoro con l'Iphone pubblichi vignette su FB dove praticamente dai del gay al tuo direttore generale...li chiami XXXXXXX...letamaio..fascisti ecc...e ti lamenti pure se ti si inculano...sei stato stupido...punto..e ora ne paghi le conseguenze!Vi ripeto, io ci lavoro...con me i dirigenti si sono sempre comportati bene...anzi..sono sempre loro che salutano per primi...se fai il tuo lavoro...e non rompi le palle..puo stare certo che nessuno ti viene a scocciare.
      • rtdfnkdfdfk scrive:
        Re: libertà?
        No, permettimi. Se fai il tuo lavoro, sei sicuro di farne sempre di più. Perchè quello che non fanno gli altri poi lo danno a te che sei uno sgobbone. Te lo dice uno che lavora!
        • KeS scrive:
          Re: libertà?
          Parole sante!
          • shevathas scrive:
            Re: libertà?
            - Scritto da: KeS
            Parole sante!beh poi non inXXXXXXXvi se danno tanto lavoro a quegli sgobboni dei polacchi. Alla fine potrete stare a cazzeggiare su faccialibro come vi pare e piace, ammesso che troviate i soldi per pagarvi la connessione.
        • Jack Rackham scrive:
          Re: libertà?
          - Scritto da: rtdfnkdfdfk
          No, permettimi. Se fai il tuo lavoro, sei sicuro
          di farne sempre di più. Perchè quello che non
          fanno gli altri poi lo danno a te che sei uno
          sgobbone. Te lo dice uno che
          lavora!Quoto totalmente e globalmente.--JackRackham
      • Tokugawa scrive:
        Re: libertà?
        - Scritto da: spartaco er ventresca
        il problema è che questa è stata solo la goccia
        che ha fatto traboccare il
        vaso..
        dopo la quarta la lettera di ammonizione se non
        sbaglio si va a
        casa...
        poi sul fatto che si spii il profilo di
        facebook..qui mi trovi daccordo con te...secondo
        me non si dobrebbe
        fare..
        pero XXXXX....dai...sei dipendente, nell'orario
        di lavoro con l'Iphone pubblichi vignette su FB
        dove praticamente dai del gay al tuo direttore
        generale...
        li chiami XXXXXXX...
        letamaio..
        fascisti ecc...

        e ti lamenti pure se ti si inculano...
        sei stato stupido...punto..
        e ora ne paghi le conseguenze!
        Vi ripeto, io ci lavoro...
        con me i dirigenti si sono sempre comportati
        bene...
        anzi..sono sempre loro che salutano per primi...
        se fai il tuo lavoro...e non rompi le palle..
        puo stare certo che nessuno ti viene a scocciare.Quarta lettera ? Con la terza presa perché NON HA SALUTATO IL CAPO IN ASCENSORE ??? Ma neanche Fantozzi, andiamo...
      • PPPS scrive:
        Re: libertà?
        evidentemente sei uno di quelli che ha svenduto la propria dignità e quella dei suoi colleghi pur di andare incontro alle richieste del presidente e del dg.Se ci lavori perché invece di insultare i tuoi colleghi non racconti gli ultimi sei mesi?Perché non racconti di come il dg tratta le persone (eccetto quelle che si chinano fino a toccare terra col naso) che non sono d'accordo con lui?Perché non racconti di come ha fatto costituire un sindacato giallo pur di far firmare un contratto assolutamente indegno?Perché non racconti che per le XXXXXXX di questa amministrazione inadeguata ora i lavoratori sono senza polizza sanitaria?perchè non racconti di come vengono assegnati i premi di produzione, le indennità, i passaggi di livello?perchè non racconti degli altri tre provvedimenti disciplinari, di cui uno irrogato perchè il collega in questione non ha salutato il presidente ed il direttore?racconta questi fatti, altrimenti più che er ventresca sei er buffone...
        • EEE scrive:
          Re: libertà?
          Er ventresca s'è dato....
        • oggettivo scrive:
          Re: libertà?
          - Scritto da: PPPS
          Perché non racconti di come ha fatto costituire
          un sindacato giallo pur di far firmare un
          contratto assolutamente
          indegno?solo per amore di cronaca questo è un estratto dell'contratto assolutamente indegno..... a voi igiudizi!!?!?! 11,04 di ticket restaurantpolizza sanitaria gratis3% di fondo integrativo versato dall'aziendapermessi sanitari retribuiti illimitatipremio di produzione fino al 30% con 19% garantito(si avete capito bene!!!) 180.000 per il 2011 e 90.000 per gli altri anni di circolo ricreativo per i pacchi di natale per pagare perte delle vacanze, delle palestre, dei biglietti del cinema e dei teatri etc etc....ed altro che non vi descrivo perchè mi vergogno ......
          perchè non racconti degli altri tre provvedimenti
          disciplinari, di cui uno irrogato perchè il
          collega in questione non ha salutato il
          presidente ed il
          direttore?legettevi la lettera pubblicata da repubblica e giudicate voi se è stato per il saluto.......caro ppps sei un privileggiato, c'è gente che fa la fame senza lavoro e tu hai il coraggio di scrivere cerete cose.......VERGOGNATI!!!!!!!
          • PPPS scrive:
            Re: libertà?
            11,04 di ticket restaurantin linea con gli altri entipolizza sanitaria gratisattualmente i lavoratori della cassa sono senza polizza3% di fondo integrativo versato dall'aziendain linea con gli altri entipremio di produzione fino al 30% con 19% garantito(si avete capito bene!!!)è il premio di produzione più basso del comparto. tra l'altro il costo del personale nella cnpadc è sostanzialmente fermo da 4 anni, a fronte dell'aumento del 22% del costo degli organi collegiali.180.000 per il 2011 e 90.000 per gli altri anni di circolo falso. il dg e presidente li hanno vincolati ad attività assistenziali.....ed altro che non vi descrivo perchè mi vergogno ......dovresti vergognarti di come distorci la realtà.legettevi la lettera pubblicata da repubblica e giudicate voi se è stato per il saluto.......appunto: leggetevi la lettera con cui sono state irrogate le sanzioni disciplinari e vi farete un idea.caro ppps sei un privileggiato, c'è gente che fa la fame senza lavoro e tu hai il coraggio di scrivere cerete cose.......VERGOGNATI!!!!!!!caro "oggettivo", non credo di essere un privilegiato e soprattutto non mi vergogno di quel che dico e di quel che penso.
          • PPPS scrive:
            Re: libertà?
            anche al Senato della Repubblica italiana si dovrebbero vergognare?http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=512357http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=16&id=525259
          • oggettivo scrive:
            Re: libertà?
            lo vedi quello che scrivi!?!?!?che se non era per delle persone sane di mente non avevi neanche quel contratto che tanto disperezzi.....quelli come te mi fanno veramente pena........e poi se stai tanto male perchè non te ne vai che fai un favore a tutti?!?!ah ho capito .....dato che sul mercato vali meno di zero chi vuoi che ti assuma.....ma almeno fai il favore di stare zitto!!!
          • PPPS scrive:
            Re: libertà?
            quella che tu chiami sanità mentale io la chiamo meretricio....sono punti di vista.rispetto al valore di mercato stai tranquillo che, a breve, usciranno i reali valori delle persone.comunque sei veramente uno spasso....sarà bello tra qualche tempo vedere come cambierai di nuovo bandiera...
          • oggettivo scrive:
            Re: libertà?
            - Scritto da: PPPS
            anche al Senato della Repubblica italiana si
            dovrebbero
            vergognare?

            http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tip


            http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipah ah ah ah......qui rasenti il ridicolo 2 interrogazioni, una pilotata da un senatore ex cgil ....ma guarda un pò che coincidenza........e l'altra fatta da uno dell'IDV che mischia argomenti talmente scorrelati tra di loro che non si capisce che vuole dire.......e poi effettivamente il ministro lo vedo molto preso da queste interrogazioni .... e si decidere se rispondere a queste interrogazioni oppure preoccuparsi dei problemi delle aziende che chiudono o di pomigliano.....e si è proprio una difficile situazione.....ma falla finita e pensa a lavorare invece di scrivere fesserie.ti ribadisco....... fatti una passeggiata a piazza barberini ogni tanto e ,se hai il coraggio, vai a dire a quei poveretti che manifestano perchè sono senza lavoro che tu sei indignato perchè il tuo contratto non è proprio ricco come lo vorresti....VERGOGNATI!!!!!!
          • PPPS scrive:
            Re: libertà?
            caro oggettivo,mi auguro per te che i tuoi protettori restino in carica all'infinito...il tempo è galantuomo e noi non abbiamo fretta.
    • Frigghenaue i scrive:
      Re: libertà?
      - Scritto da: myskin
      chiariamo bene:
      1) difficilmente sarà dimostrabile che utente
      registrato, persona che ha postto e dipendente
      siano la stessa
      personaA meno che non scatti una denuncia per furto d'identità è palese che l'utente su facebook corrisponde al vero tizio.
      2) esiste in italia libertà di opinioneAttenzione alla diffamazione, alla calunnia, ad atti offensivi o istigazione a delinquere.
      3)mi sembra assurdo che mi si tenga sotto
      controllo il profilo e che questo mi venga pure
      annotato...mi pare anche piuttosto illegale...io
      ho una vita al di fuori del mio lavoro ed io NON
      sono il mio
      lavoro.Se il tizio è tanto scaltro da tenere il tuo profilo aperto, non vedo il motivo per cui non si possa andare a leggerlo. Lo statuto dei lavoratori esige il divieto, per il datore di lavoro, di assegnare del personale di vigilanza al controllo dell'attività lavorativa dei lavoratori e il divieto d'uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori.Si parla di controlli automatizzati non "manuali".
      se nella mia vita privata esprimo opinioni anche
      attraverso fb o altro chi autorizza chi a
      controllarmi e
      sanzionarmi?
      Attenzione alla diffamazione, alla calunnia, ad atti offensivi o istigazione a delinquere.
      mi pare che il licenziamento sia del tutto
      impugnabile e credo che siano sanzionabili invece
      i vertici che han
      licenziatoImpugnasse il licenziamento, po si vede chi ci rimette i dindi.
      • krane scrive:
        Re: libertà?
        - Scritto da: Frigghenaue i
        - Scritto da: myskin

        chiariamo bene:

        1) difficilmente sarà dimostrabile che utente

        registrato, persona che ha postto e dipendente

        siano la stessa persona
        A meno che non scatti una denuncia per furto
        d'identità è palese che l'utente su facebook
        corrisponde al vero tizio.Cioe' ognuno dovrebbe mettersi a monitorare la rete per controllare che non esistano propri cloni ?

        2) esiste in italia libertà di opinione
        Attenzione alla diffamazione, alla calunnia, ad
        atti offensivi o istigazione a delinquere.Bhe, mi sembra tutto ben regolato no ?

        3)mi sembra assurdo che mi si tenga sotto

        controllo il profilo e che questo mi venga pure

        annotato...mi pare anche piuttosto illegale...io

        ho una vita al di fuori del mio lavoro ed io NON

        sono il mio lavoro.
        Se il tizio è tanto scaltro da tenere il tuo
        profilo aperto, non vedo il motivo per cui non si
        possa andare a leggerlo. Lo statuto dei
        lavoratori esige il divieto, per il datore di
        lavoro, di assegnare del personale di vigilanza
        al controllo dell'attività lavorativa dei
        lavoratori e il divieto d'uso di impianti
        audiovisivi e di altre apparecchiature per
        finalità di controllo a distanza dell'attività
        dei lavoratori.
        Si parla di controlli automatizzati non "manuali".Ma se tu esponi cartelli sulla scrivania non dovresti lamentarti che li possano leggere anche i superiori.

        se nella mia vita privata esprimo opinioni anche

        attraverso fb o altro chi autorizza chi a

        controllarmi e sanzionarmi?
        Attenzione alla diffamazione, alla calunnia, ad
        atti offensivi o istigazione a delinquere.Ed attenzione alle informazioni che si decide consapevolmente di pubblicare, e' un po' come scegliere una maglietta con una scritta piuttosto che un'altra.

        mi pare che il licenziamento sia del tutto

        impugnabile e credo che siano sanzionabili

        invece i vertici che han licenziato
        Impugnasse il licenziamento, po si vede chi ci
        rimette i dindi.Infatti, fateci sapere come va a finire.
        • Marco B. scrive:
          Re: libertà?
          i NOSTRI soldi spendeteli per migliorare i servizi che ci avete resi obbligatori come la comunicazione annuale!Io usando il mio browser OPERA sono stato IMPOSSIBILITATO a comunicare con voi!!Siamo nel 2011, vergogna!
      • Marco B. scrive:
        Re: libertà?
        ...appunto...ecco come vanno via i nostri soldi......in decine di cause INUTILI, vergogna, vergogna, vergogna a nome di tutta la categoria!QUESTA DOVREBBE ESSERE LA NOSTRA CASSA DI PREVIDENZA......amministrazione, COMPLIMENTI!
  • Guido Lavespa scrive:
    Forse non ho capito
    Un tizio, durante l'orario di lavoro, cazzeggia su facebook, fa l'upload di foto che prendono per il XXXX il suo capo e per finire gli da dello XXXXXXX, però i licenziamenti sono ingiusti. Cosa mi sono perso???
    • infame scrive:
      Re: Forse non ho capito
      - Scritto da: Guido Lavespa
      Un tizio, durante l'orario di lavoro, cazzeggia
      su facebook, fa l'upload di foto che prendono per
      il XXXX il suo capo e per finire gli da dello
      XXXXXXX, però i licenziamenti sono ingiusti. Cosa
      mi sono
      perso???che sei in italia (il minuscolo è voluto), forse...;-)
    • KeS scrive:
      Re: Forse non ho capito
      Ti sei perso che:


      Dovrebbero licenziarlo perchè non lavora!
  • Spartaco er ventresca scrive:
    cassa
    Lavoro in cassa,nn voglio difendere la dirigenza, ma i miei colleghi sono due XXXXXXX assodati...arroganti e spregiudicati...che gia in passato si sono resi protagonisti di attegiamente a dir poco strafottenti....il licenziamento ci sta tutto...saluti,spartaco
    • rtdfnkdfdfk scrive:
      Re: cassa
      Sicuramente è come hai detto tu. Ma con questo tipo di licenziamento rischiano di vedersi annullare il licenziamento e di dover fare il reintegro. Credo che anche tu potresti essere sanzionato per aver scritto questo commento! :-)
  • Vindicator scrive:
    Molto pericoloso
    Se i fatti stanno così il licenziamento ci sta tutto.Però questo fa sorgere un dubbio. Visto che in facebook possono aprire account praticamente dogs&pigs chi garantisce l'identità di chi posta?Io potrei tranquillamente aprire un finto profilo su facebook di un collega che mi sta antipatico e da qui partire ad inveire contro i miei datori di lavoro, amici, magari persino la fidanzata o moglie.Il problema è molto serio ma credo che non molti diano peso alla questione dell'autenticità della persona che sta dietro ad un profilo.
    • Every scrive:
      Re: Molto pericoloso
      - Scritto da: Vindicator
      Se i fatti stanno così il licenziamento ci sta
      tutto.Ma scherzi ? Se il dirigente è idiota e la gente si lamenta....licenziamo il dirigente: i dipendenti vanno trattati bene per rendere bene.Tranquillo che quando uno dei licenziati non avrà più nulla da perdere nella vita, oppure un momento di depressione acuta o quant'altro.... imbraccerà un canne mozze. Il resto già lo conosciamo per fatti realmente accaduti.E' ora di finirla con la dittatura da capi idioti (perchè se sei idiota dove vuoi che ti mettano? a Lavorare seriamente ? Naaaaa :) ).
      • Punto scrive:
        Re: Molto pericoloso
        - Scritto da: Every
        - Scritto da: Vindicator

        Se i fatti stanno così il licenziamento ci sta

        tutto.

        Ma scherzi ? Se il dirigente è idiota e la gente
        si lamenta....licenziamo il dirigente: i
        dipendenti vanno trattati bene per rendere
        bene.A dire il vero gli unici idioti in questa storia sono i due dipendenti
        Tranquillo che quando uno dei licenziati non avrà
        più nulla da perdere nella vita, oppure un
        momento di depressione acuta o quant'altro....
        imbraccerà un canne mozze. Il resto già lo
        conosciamo per fatti realmente
        accaduti.
        E' ora di finirla con la dittatura da capi idioti
        (perchè se sei idiota dove vuoi che ti mettano? a
        Lavorare seriamente ? Naaaaa :)
        ).Guarda che di idioti ce ne sono molti di più tra i dipendenti specie quelli che giustificano i colleghi che cazzeggiano su Facebook invece di lavorare, il tuo mi sembra più uno sfogo di chi è una nullità che non riesce ad emergere nel lavoro, e quindi dà la colpa ai suoi superiori.
        • Every scrive:
          Re: Molto pericoloso
          Affatto: io son felicissimo di ciò che faccio e dove sono arrivato.Specialmente perchè son qua senza aver calpestato nessuno, anzi, il contrario.Nullità ? Grazie comunque della dimostrazione delle tue attitudini.
      • rover scrive:
        Re: Molto pericoloso
        IL dipendente ha delle clausole di riservatezza e delle norme di comportamento che è tenuto a rispettare (giuste o sbagliate fanno parte del rapporto di lavoro). Anche fuori orario di lavoro.In tutte le aziende.
        • kaiserxol scrive:
          Re: Molto pericoloso
          Esatto!Ci sono regole ben precise ovunque. Hanno sbagliato? Pagano!Sono pagati per lavorare, non per usare Facebook, nè tantomeno per scrivere frasi ingiuriose verso chi paga loro lo stipendio...in più lo fanno al posto di lavorare!!!Anni e anni a giustificare i dipendenti e prendersela con i vertici delle società...tutti brutti cattivi in Italia eh??O nessuno ha più voglia di fare nulla?
          • rtdfnkdfdfk scrive:
            Re: Molto pericoloso
            Ma vi rendete conto che questo è stato sanzionato per non aver salutato il capo in ascensore? Dai su non scherziamo...Magari è un fanXXXXXsta ed è giusto redarguirlo, ma che lo si faccia su questioni sostanziali come la produttività. Il problema è che anche i posti di lavoro sono diventati dei leccaculai, e che si pensa di poter gestire le persone solo con l'autorità e non magari con l'autorevolezza.Poveri illusi. Vi XXXXXXXXranno a vita...
    • Talking Head scrive:
      Re: Molto pericoloso
      Questi discorsi mi fanno andare il sangue alla testa. Separiamo completamente il contenuto diffamatorio dall'uso di facebook in ufficio, sono due cose completamente scollegate. Parliamo solo del secondo."Non sono pagati per andare su facebook"... Non sono pagati neanche per urinare, ma possono farlo.Se sottraggono tempo al lavoro, è un conto. Ma questo si vede sulla produttività, non contando le volte che si va al bagno o i messaggi che si mandano su facebook.Se mi arriva una telefonata mentre lavoro, rispondo. Se mi arriva un sms, idem. Non vedo perché un messaggio su FB dovrebbe essere diverso. Nota che parla di mezzi privati, non di mezzi aziendali. Io ho l'android, neanche mi accorgo se il messaggio viene da sms, gtalk o fb, se qualcuno mi deve dire qualcosa gli rispondo. O il lavoratore non può rispondere al telefono?Poi, per carità, probabilmente era un pessimo lavoratore e l'azienda cercava un modo per cacciarlo. Solo che invece di ideare un modo coerente e ragionevole di stimare la produttività del singolo, ha trovato più facile appellarsi ad una cavolata. Di modo da convincere, già che ci sono, tutti gli altri che è meglio andare in bagno un po' meno.Sul contenuto diffamatorio o meno, non ne ho idea. Non so se rientra nel diritto di critica, è sempre la solita questione di definire facebook luogo privato o pari alla pubblicazione su carta stampata. Ma è appunto un discorso parallelo, senza punti di contatto. Se avesse scritto su facebook in orario d'ufficio cose non diffamanti e in orario non d'ufficio cose diffamanti, non sarebbe cambiato niente. Non vi sono relazioni tra le due cose, quindi si possono discutere separatamente.
      • topo gigio scrive:
        Re: Molto pericoloso
        Non sono d'accordo,a parte che quando siamo a lavoro si lavora,perche siamo pagati per farlo,per dirla tutta ad esempio dove lavoro io,sono proibiti qualsiasi mezzo di comunicazione personale:dal telefonino al netbok,il collegamento aziendale ad internet è con la psw e solo i dirigenti la hanno,ed in piu sono anche proibiti li chiamano"mp3 :D" perche fanno perdere la concentrazione--Inutile dire che sono totalmente d'accordo.
        • rtdfnkdfdfk scrive:
          Re: Molto pericoloso
          bello sto posto di lavoro. Ma tu lo sai che anche nei posti di lavoro il dipendente deve avere la possibilità di vivere la sua socialità nelle pause? Vatti a leggere i provvedimenti del Garante sull'uso della posta personale durante l'orario di lavoro...Sveglia!!!! Il lavoro non è un carcere, ma un luogo dove si lavora per un ritorno economico. Con dei diritti che devono essere garantiti, come le pause e la possibilità di coltivare le proprie relazioni personali, purché lo si faccia nel rispetto del datore di lavoro.
        • Aleph72 scrive:
          Re: Molto pericoloso
          - Scritto da: topo gigio
          Non sono d'accordo,a parte che quando siamo a
          lavoro si lavora,perche siamo pagati per
          farlo,per dirla tutta ad esempio dove lavoro
          io,sono proibiti qualsiasi mezzo di comunicazione
          personale:dal telefonino al netbok,il
          collegamento aziendale ad internet è con la psw e
          solo i dirigenti la hanno,ed in piu sono anche
          proibiti li chiamano"mp3 :D" perche fanno perdere
          la concentrazione--Inutile dire che sono
          totalmente
          d'accordo.Non lavorerei dove lavori tu per tutto l'oro del mondo...E' un carcere quello!
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Molto pericoloso
          Che lavoro fai?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Molto pericoloso
          contenuto non disponibile
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Molto pericoloso
            - Scritto da: unaDuraLezione
            roffff...
            che fate? Scavate carbone nelle miniere?con picconi di carta.
        • Civil Servant scrive:
          Re: Molto pericoloso
          Scusa, dove lavori all'entrata c'è scritto Arbeit Macht Frei?
      • shevathas scrive:
        Re: Molto pericoloso

        "Non sono pagati per andare su facebook"... Non
        sono pagati neanche per urinare, ma possono
        farlo.
        come in tutte le cose ci deve essere misura. Che dire di un dipendente che si chiude per due ore in bagno ogni giorno ?
        Se mi arriva una telefonata mentre lavoro,
        rispondo. Se mi arriva un sms, idem. Non vedo
        perché un messaggio su FB dovrebbe essere
        diverso. Nota che parla di mezzi privati, non di
        mezzi aziendali. Io ho l'android, neanche mi
        accorgo se il messaggio viene da sms, gtalk o fb,
        se qualcuno mi deve dire qualcosa gli rispondo. O
        il lavoratore non può rispondere al
        telefono?
        quello che emerge dal tuo messaggio è che fai distinzione fra i tuoi beni personali e quelli dell'azienda. Il cellulare è tuo e lo puoi usare come ti pare e piace. Il computer, ed il telefono sono dell'azienda e devi usarli come dice l'azienda.
        Poi, per carità, probabilmente era un pessimo
        lavoratore e l'azienda cercava un modo per
        cacciarlo. Solo che invece di ideare un modo
        coerente e ragionevole di stimare la produttività
        del singolo, ha trovato più facile appellarsi ad
        una cavolata. Di modo da convincere, già che ci
        sono, tutti gli altri che è meglio andare in
        bagno un po'
        meno.
        anche il tipo è stato abbastanza ingenuo di suo.
        Sul contenuto diffamatorio o meno, non ne ho
        idea. Non so se rientra nel diritto di critica, è
        sempre la solita questione di definire facebook
        luogo privato o pari alla pubblicazione su carta
        stampata.
        io lo definirei in piazza. Una cosa è se dico ad un amico qualcosa di riservato e senza lasciare tracce evidenti. Un'altra cosa è se lo urlo in piazza davanti ad un sacco di testimoni o lo scrivo con la vernice sulla parete di casa mia.

        Ma è appunto un discorso parallelo, senza punti
        di contatto. Se avesse scritto su facebook in
        orario d'ufficio cose non diffamanti e in orario
        non d'ufficio cose diffamanti, non sarebbe
        cambiato niente. Non vi sono relazioni tra le due
        cose, quindi si possono discutere
        separatamente.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Molto pericoloso
          - Scritto da: shevathas

          "Non sono pagati per andare su facebook"... Non

          sono pagati neanche per urinare, ma possono

          farlo.


          come in tutte le cose ci deve essere misura. Che
          dire di un dipendente che si chiude per due ore
          in bagno ogni giorno
          ?Non so, rispetta le consegne?E' mediamente produttivo?


          Se mi arriva una telefonata mentre lavoro,

          rispondo. Se mi arriva un sms, idem. Non vedo

          perché un messaggio su FB dovrebbe essere

          diverso. Nota che parla di mezzi privati, non di

          mezzi aziendali. Io ho l'android, neanche mi

          accorgo se il messaggio viene da sms, gtalk o
          fb,

          se qualcuno mi deve dire qualcosa gli rispondo.
          O

          il lavoratore non può rispondere al

          telefono?


          quello che emerge dal tuo messaggio è che fai
          distinzione fra i tuoi beni personali e quelli
          dell'azienda. Il cellulare è tuo e lo puoi usare
          come ti pare e piace. Il computer, ed il telefono
          sono dell'azienda e devi usarli come dice
          l'azienda.
          Anche questo è discutibile, cos'è la versione moderna de "il pallone è mio"?Quando sei a lavoro devi lavorare, ovvio, ma se mi leggo "repubblica" (o se sono pazzo il "giornale") con il pc aziendale non muore nessuno, basta che faccio il mio lavoro.

          Poi, per carità, probabilmente era un pessimo

          lavoratore e l'azienda cercava un modo per

          cacciarlo. Solo che invece di ideare un modo

          coerente e ragionevole di stimare la
          produttività

          del singolo, ha trovato più facile appellarsi ad

          una cavolata. Di modo da convincere, già che ci

          sono, tutti gli altri che è meglio andare in

          bagno un po'

          meno.


          anche il tipo è stato abbastanza ingenuo di suo.

          No questo è indubbio, è fesso proprio.Ora, io sono anni che sostengo che bisognerebbe istituire il reato di stupidità, e gli stupidi dovrebbero essere messi in condizioni di non nuocere a se stessi o agli altri, ma ad oggi così non è.

          Sul contenuto diffamatorio o meno, non ne ho

          idea. Non so se rientra nel diritto di critica,
          è

          sempre la solita questione di definire facebook

          luogo privato o pari alla pubblicazione su carta

          stampata.


          io lo definirei in piazza.Mah, dipende dai settaggi di privacy.Se a cena con i miei 10 amici dico che il mio capo è uno XXXXXXX, non lo sto urlando in piazza. E' diritto di critica e sacrosanto sfogo con i miei intimi.
          • shevathas scrive:
            Re: Molto pericoloso

            Anche questo è discutibile, cos'è la versione
            moderna de "il pallone è
            mio"?no, semplici regole di correttezza aziendale
            Quando sei a lavoro devi lavorare, ovvio, ma se
            mi leggo "repubblica" (o se sono pazzo il
            "giornale") con il pc aziendale non muore
            nessuno, basta che faccio il mio
            lavoro.
            dipende sempre dalle direttive dell'azienda. Non esiste il diritto a leggere questo o quello con gli strumenti di lavoro. Generalmente piccole pause si tollerano ma è una concessione non un diritto del lavoratore.
            No questo è indubbio, è fesso proprio.
            Ora, io sono anni che sostengo che bisognerebbe
            istituire il reato di stupidità, e gli stupidi
            dovrebbero essere messi in condizioni di non
            nuocere a se stessi o agli altri, ma ad oggi così
            non
            è.
            beh la palle se le è tagliate da solo lui.
            Mah, dipende dai settaggi di privacy.
            Se a cena con i miei 10 amici dico che il mio
            capo è uno XXXXXXX, non lo sto urlando in piazza.
            E' diritto di critica e sacrosanto sfogo con i
            miei
            intimi.appunto a cena con i tuoi 10 amici, che si spera fidati. E in caso di tradimento di 1 sarebbe la tua parola contro la sua. Diverso se scrivi un proclama e lo consegni datato e firmato autografo ai tuoi amici. Se finisce nelle mani del capo puoi dare del giuda ad un tuo amico, XXXXXXXX al capo e XXXXXX a te stesso.
          • Jack Rackham scrive:
            Re: Molto pericoloso
            - Scritto da: shevathas
            dipende sempre dalle direttive dell'azienda. Non
            esiste il diritto a leggere questo o quello con
            gli strumenti di lavoro. Generalmente piccole
            pause si tollerano ma è una concessione non un
            diritto del lavoratore.Manco per niente. Le pause sono un diritto del lavoratore, previste con modalità diverse a seconda del contratto. Nelle aziende più grandi con presenza sindacale puoi metterti a tavolino e decidere quanto far durare queste pause e quanto spesso farle, ma non meno di quello che è previsto dal contratto nazionale della tua categoria.In alcuni casi, le pause non sono solo un diritto, ma addirittura un dovere: se il lavoratore non le fa è sanzionabile sia lui che l'azienda.--JackRackham
          • shevathas scrive:
            Re: Molto pericoloso
            - Scritto da: Jack Rackham
            - Scritto da: shevathas


            dipende sempre dalle direttive dell'azienda. Non

            esiste il diritto a leggere questo o quello con

            gli strumenti di lavoro. Generalmente piccole

            pause si tollerano ma è una concessione non un

            diritto del lavoratore.

            Manco per niente. Le pause sono un diritto del
            lavoratore, previste con modalità diverse a
            seconda del contratto. Forse avevo espresso male: le pause sono un diritto, non l'usare il PC aziendale per leggere il giornale.
      • Maestro Miyagi scrive:
        Re: Molto pericoloso
        Be', dai, dipende a quante telefonate/messaggi ecc.. rispondi! Se uno passa la giornata lavorativa al telefono per questioni non attinenti alla sua attività, non è che può farsi passare per verginello, eh?La via di mezzo è sempre la migliore, è giusta un po' di tolleranza verso pause e cazzeggi (se limitati migliorano la produttività, non la diminuiscono affatto), ma è anche giusto che un dipendente non rubi lo stipendio facendosi gli affari suoi ..Che poi alcuni dirigenti ricordino gli SL di davidiana memoria (storie della sala-macchine www.soft-land.org per intenderci, per chi non ne è a conoscenza), o modelli fantozziani da megadirettorenaturale, purtroppo capita ..
Chiudi i commenti