iPad, lavorare

Si può usare il tablet Apple per fare più che navigare e controllare la posta? iPad messo alla prova con PDF, Adobe Ideas, Evernote, Stanza, Wordpress, eBay, QuickSilver, Skype, TweetDeck, Shazam, Pro Keys e Accordeòn

Roma – Chiariamo subito: iPad non potrà mai sostituire un PC o un Mac nella vita lavorativa di tutti i giorni. Può comunque costituire un valido complemento, magari per situazioni nelle quali un computer vero è d’intralcio: si pensi alla serata sul divano, all’attesa in aeroporto, magari al viaggio in treno . In questi casi il peso e l’ingombro ridotto sembrano davvero quelli giusti: alla consistenza e alla massa del tablet con la mela ci si fa rapidamente l’abitudine, superando alcune perplessità della prima ora, e l’ergonomia e la postura seduti in poltrona non sono per niente male.

Come chiarito ampiamente nei commenti (a proposito, grazie a tutti per gli spunti e i contributi), tuttavia, senza applicazioni non ha molto senso discutere di tutto questo. Innanzi tutto occorre chiarire se i propri documenti e manuali siano leggibili e consultabili: la risposta è sì. Tanto per fare un esempio, abbiamo chiesto alla redazione de Il Fatto Quotidiano un PDF di un loro numero: 20 pagine, circa 8 megabyte, ricche in foto e “complesse” sotto il profilo del layout. Come si vede nel video, la tavoletta non ha fatto una piega: se il proprio quotidiano preferito offre una versione PDF, si può pensare tranquillamente di scaricarla e leggerla su iPad.

Quello che invece per iPad ancora non c’è, ma è ipotizzabile ci sarà presto, è Stanza : si tratta di un autentico best seller su iPhone (e non solo), visto che l’applicazione consente di scaricare o acquistare migliaia di libri e di visualizzarli perfettamente formattati sul proprio schermo. Stanza funziona su iPad , risente parecchio rispetto a Kindle e iBooks della ridotta risoluzione a cui funziona attualmente, ma è auspicabile che presto compia il grande salto e venga rilasciata in versione nativa per iPad.

Altra possibile ipotesi: realizzare qualche schizzo, o qualche disegno . Ci sono molte applicazioni con questo scopo in giro, ma Adobe Ideas è senz’altro meritevole di un’occhiata per due motivi: è gratis, e questo non guasta, e permette di lavorare con due layer – uno per il disegno e uno per una immagine – in modo da poter eventualmente anche ottenere un “lucido” di una foto presente in memoria (ad esempio per rivedere un layout di un sito). Se invece si vogliono prendere appunti , anche geotaggati, c’è Evernote : l’app è gratuita, c’è anche per iPhone, il servizio cloud prevede alcuni limiti rispetto alla dimensione delle note e del traffico generabile in un mese; se non basta, ci sono sempre dei piani a pagamento per avere di più.

Collaborare: GTalk, ovvero il servizio di instant messaging di Google, non dispone di una app neppure su iPhone, ma esistono parecchi surrogati. QuickSilver (gratis per iPhone) funziona adeguatamente anche su iPad. Lo stesso dicasi per Skype (che nonostante possa, da mesi si ostina a non rilasciare una versione della sua App che supporti il VoIP via 3G), che certifica pure la compatibilità con iPhone OS 3.2. Per ciò che attiene il messaging di nuova generazione, poi, c’è TweetDeck : ovvero un client per Twitter molto noto e molto efficace, che trasporta anche nella sua versione iPad lo stesso layout e lo stesso look già visto su desktop e iPhone. Deludenti, almeno per il momento, le app di eBay e WordPress .

Infine, spazio anche per un po’ di alleggerimento. Shazam , stranota applicazione per identificare e acquistare musica (magari dopo aver ascoltato un brano alla radio), è presente su iPad con versione apposita: mostra più info della versione iPhone, è godibile e funzionale. Per gli appassionati di musica non mancano poi applicazioni come Pro Keys (0,99 dollari), doppia tastiera con effetti che mostra fino a 2 ottave contemporaneamente sullo schermo, e infine Accordeòn (2,99 dollari): una divertente fisarmonica che, dopo qualche minuto di pratica, restituisce parecchio divertimento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Scipione Africano scrive:
    È tutta una questione di propellente
    lasciamo perdere i raggi cosmici: son dannosi ma col tempo ci si industria per trovare una soluzione, lavortando sui materiale... ma attualmente, con l'attuale propulsione a jet non si va molto lontani e soprattutto ci si impiega tantissimo tempo. 6-7 mesi, in un abitacolo ristretto, senza gravità, senza comodità, con altre 5-6 persone sono davvero troppi.Lavoriamo sui carburanti, utilizziamo sta benedetta nucleare, almeno per questi scopi
    • anonimo ita scrive:
      Re: È tutta una questione di propellente
      non ce bisogno di lavorare sui carburanti....http://www.youtube.com/watch?v=lNda58_Vj80
    • angros scrive:
      Re: È tutta una questione di propellente
      Che ne pensate di questo?http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_242
      • anonimo ita scrive:
        Re: È tutta una questione di propellente
        niente male il progetto 242, un impulso ricavato sfruttando le proprietà fissili del americio242. cè da dire pero che resta un minerale rarissimo. il motore al plasma vasimr funziona diversamente. può utilizzare gas come idrogeno, molto diffuso in natura. inoltre con il motore al plasma si ha un impulso specifico, una accelerazione debole ma costante che puo essere utilizzata, oltre che per raggiungere enormi velocità, per creare una sorta di gravità artificiale all'interno della navicella. il plasma prodotto può essere inoltre sfruttato per schermare la navicella dalle radiazioni cosmiche.
      • fox82i scrive:
        Re: È tutta una questione di propellente
        Bello il progetto di Rubbia, sempre innovativo peccato che è visto più come un eretico che come un vero scienziato!Purtroppo , come riporta l'articolo, l'Americio 242 è rarissimo. Troppo raro per poter inizare una produzione di questi nuovi propulsori.E cmq, a mio avviso, una spinta di 40 Km/s sono ancora pochi per poter fare un viaggio interplanetario.. (è una mia opinione)
        • anonimo ita scrive:
          Re: È tutta una questione di propellente
          infatti, con un motore che espelle plasma costantemente grazie ad "impulsi elettromagnetici" le velocità possono essere veramente enormi. nel primo prototipo da 100 kw si parla di 55 km/s ma è stato calcolato che utilizzando un generatore nucleare di energia elettrica la potenza può salire a 200 megawatt che potrebbe spingere l'ipotetica nave gia al 40% 50% della tanto fatidica velocità della luce. si potrebbe addirittura raggiungere marte in giorni e non mesi senza esporre l'equipaggio alle radiazioni.
          • ... scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            si bella, così quando tornano sulla terra trovano mogli e figli invecchiati di qualche anno...aoh la fisica mica è quella di star trek, premesso che non puoi assolutamente portare un oggetto di massa significativa a velocità confrontabili con quella della luce, ma ammettiamo che ci riesciper andare/tornare da marte per te passerebbero si e no 1 settimana, per tutti gli altri anni, dubito che ci sia qualcuno che accetterebbe qualcosa di simileconsiderando pure che in 3 anni può cambiare TUTTO, metti che tagliano i fondi alla missione, tu sei partito da 1 giorno ma ne sono passati 365 sulla terra, che fai poi? metti che scoppia una guerra, che ne puoi saperel'unico scenario realistico è un viaggio a velocità MOLTO inferiori a quella della luce (tipo le attuali dello shuttle), per evitare sfasamenti temporali troppo traumaticidiscorso diverso se si riuscisse a trovare il modo di "imbrogliare" e viaggiare a velocità prossime (o addirittura superiori) a quella della luce con qualche truccone, ma per ora è pura speculazione, non c'è alcun supporto teorico
          • anonimo ita scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            va bene era tutta una balla.. Non dico più niente.. Buona fortuna
          • attonito scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            - Scritto da: ...
            si bella, così quando tornano sulla terra trovano
            mogli e figli invecchiati di qualche
            anno...
            aoh la fisica mica è quella di star trek,
            premesso che non puoi assolutamente portare un
            oggetto di massa significativa a velocità
            confrontabili con quella della luce, ma
            ammettiamo che ci riesci
            per andare/tornare da marte per te passerebbero
            si e no 1 settimana, per tutti gli altri anni,
            dubito che ci sia qualcuno che accetterebbe
            qualcosa di simile
            considerando pure che in 3 anni può cambiare
            TUTTO, metti che tagliano i fondi alla missione,
            tu sei partito da 1 giorno ma ne sono passati 365
            sulla terra, che fai poi? metti che scoppia una
            guerra, che ne puoi
            sapere
            l'unico scenario realistico è un viaggio a
            velocità MOLTO inferiori a quella della luce
            (tipo le attuali dello shuttle), per evitare
            sfasamenti temporali troppo
            traumatici
            discorso diverso se si riuscisse a trovare il
            modo di "imbrogliare" e viaggiare a velocità
            prossime (o addirittura superiori) a quella della
            luce con qualche truccone, ma per ora è pura
            speculazione, non c'è alcun supporto
            teoricostavo scrivendo tutto il pistolotto di spiegazione ma poi rileggendo il tuo scritto ho capito che arei perso trempo e basta... macera pure nella tua inconsapevolezza. Stammi bene.
          • krane scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            - Scritto da: ...
            si bella, così quando tornano sulla terra trovano
            mogli e figli invecchiati di qualche anno...
            aoh la fisica mica è quella di star trek,
            premesso che non puoi assolutamente portare un
            oggetto di massa significativa a velocità
            confrontabili con quella della luce, ma
            ammettiamo che ci riesci
            per andare/tornare da marte per te passerebbero
            si e no 1 settimana, per tutti gli altri anni,
            dubito che ci sia qualcuno che accetterebbe
            qualcosa di simile considerando pure che
            in 3 anni può cambiare TUTTO, metti che
            tagliano i fondi alla missione, tu sei partito
            da 1 giorno ma ne sono passati 365
            sulla terra, che fai poi? metti che
            scoppia una guerra, che ne puoi sapere
            l'unico scenario realistico è un viaggio a
            velocità MOLTO inferiori a quella della luce
            (tipo le attuali dello shuttle), per evitare
            sfasamenti temporali troppo traumatici
            discorso diverso se si riuscisse a trovare il
            modo di "imbrogliare" e viaggiare a velocità
            prossime (o addirittura superiori) a quella della
            luce con qualche truccone, ma per ora è pura
            speculazione, non c'è alcun supporto teoricoQuanto hai detto che ci si metterebbe dalla terra a marte viaggiando alla velocita' della luce ?(rotfl)
        • anonimo ita scrive:
          Re: È tutta una questione di propellente
          restano però dei problemi: con quelle potenze ci sarebbero degli enormi disturbi su comunicazioni radio... poi la navicella non risolve i problemi come lo sbarco e il rientro.
          • SardinianBoy scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            ...quì Kirk...passo e chiudo! Clikkkk! :)
          • anonimo ita scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            sono tornato a riparlare.. premetto.. non sono affatto pro USA anzi in alcuni casi devo criticarli. sono italiano. ma qui si tratta di cose che non sono fantascienza. sono convinto che il motore al magneto-plasma ideato dal costaricano f.c. Diaz potrebbe offrire l'unica cosa valida per una missione su marte allo stato attuale. Poi, che la nasa decida di fare con quello o con altri mezzi, sono problemi sua. buona giornata a tutti.
          • anonimo ita scrive:
            Re: È tutta una questione di propellente
            e poi un ultima cosa. andare o non andare su marte. è giusto se questo possa creare posti di lavoro e ricchezza non solo in USA.. oltre alle ricadute tecnologiche. se si vedessero spiragli di ripresa economica mondiale allora si direbbe.. andiamo su marte, per lo meno usciamo dalla crisi economica.
  • attonito scrive:
    Re: Dubbi di altra natura

    Tra l'altro c'è chi punta a colonizzare Marte con
    la convinzione di potervi riportare la vita,
    quando tutti sanno che è un pianeta morto (forse
    una volta era come la terra...), senza attività
    interna, quindi senza quei movimenti tettonici
    che combattono l'erosione degli elementi.
    Riportandovi l'acqua e un'atmosfera densa
    probabilmente ci si ritroverebbe con un pianeta
    coperto d'acqua come su "Waterworld".basta non metterci troppa acqua cosi' un po' di terre restano emerse, no? :D
    Senza contare l'assenza di campo magnetico, la
    bassa forza di gravità e la lontananza dal sole
    che in qualche centinaio di anni porterebbe allaPei i giusti sopra citati motivi, Marte NON puo' essere il destinatario di sforzi tesi ad una sua "rinascita" e stabilita' nel tempo, si veda http://it.wikipedia.org/wiki/Terraformazione per ulteriori informazioni.
  • Guybrush scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: lukker
    Andare su Marta / Vedere qualcuno che lo fa per
    tutti sarebbe unaXXXXXta (essendo nato nel 1981
    mi sono perso lo sbarco sulla Luna)
    però...[...]
    Sono nel torto o no?Hai torto.Stiamo parlando di 3.000.000.000$, vogliamo vedere quanto e' stato speso tra iraq, afghanistan e lotta al terrorismo? Ciao e buona giornata.GT
    • lukker scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      Ehmm...ammetto di essermi sbagliato e di aver scritto Marta al posto di Marte, ma lo hai letto il messaggio originario?
  • McCulloch scrive:
    USA in decadenza
    Gli USA, trenta o quarant'anni fa erano in assoluto la prima potenza mondiale, economicamente e tecnologicamente, poi sono iniziate le varie lotte per i "diritti civili" delle minoranze, l'immigrazione selvaggia dal terzo mondo ed oggi sono una nazione multirazziale, quindi in decadenza: esattamente come il Brasile, il sudamerica ed i paesi arabi si avviano a diventare un grande paese sottosviluppato:altro che Marte, tra trent'anni gli usa saranno il terzo mondo !http://www.detroityes.com/home.htmhttp://www.white-history.com/UScities.htm
    • Pursia scrive:
      Re: USA in decadenza
      - Scritto da: McCulloch
      Gli USA, trenta o quarant'anni fa erano in
      assoluto la prima potenza mondiale,
      economicamente e tecnologicamente, poi sono
      iniziate le varie lotte per i "diritti civili"
      delle minoranze, l'immigrazione selvaggia dal
      terzo mondo ed oggi sono una nazione
      multirazziale, quindi in decadenza: esattamente
      come il Brasile, il sudamerica ed i paesi arabi
      si avviano a diventare un grande paese
      sottosviluppato:
      altro che Marte, tra trent'anni gli usa saranno
      il terzo mondo
      !

      http://www.detroityes.com/home.htm
      http://www.white-history.com/UScities.htmCerto e la civiltà Inca è caduta perché gli europei sono immigrati in America. Le pagine web più idiote che abbia mai letto. Basterebbe conoscere un minimo di storia per capire che razza di forzature faziose siano.
    • MrT. scrive:
      Re: USA in decadenza
      Parliamo noi, che siamo italiani e discendenti dei Romani, che avevano praticamente conquistato quasi tutto il mondo conosciuto in quel periodo! E' ovvio che le civiltà non durano per sempre, seguono dei cicli. E comunque sia non vedo la fine dell'America tanto presto!!
      • guast scrive:
        Re: USA in decadenza
        Ehm veramente c'è rimasto molto poco dei Romani nel nostro DNA.Noi siamo un popolo meticcio che discende un po' dagli schiavi dei romani e un po' da tutti i barbari che hanno invaso la penisola nel corso dei secoliI romani si erano già estinti prima dell'anno 1000
        • MrT. scrive:
          Re: USA in decadenza
          Ma si infatti... era per dire che non c'entra nulla quel suo discorso sulle razze e sulla decadenza USA(che non vedo)
    • Against racism scrive:
      Re: USA in decadenza

      poi sono
      iniziate le varie lotte per i "diritti civili"
      delle minoranze, l'immigrazione selvaggia dal
      terzo mondo ed oggi sono una nazione
      multirazziale, quindi in decadenza(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma ci credi davvero a queste m1nch1ate?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Come giusta celebrazione, ora mi stampo la pagine linkate e vado in XXXXX a farne l'uso corretto...
      • McCulloch scrive:
        Re: USA in decadenza
        - Scritto da: Against racism

        poi sono

        iniziate le varie lotte per i "diritti civili"

        delle minoranze, l'immigrazione selvaggia dal

        terzo mondo ed oggi sono una nazione

        multirazziale, quindi in decadenza
        Ma ci credi davvero a queste m1nch1ate?http://www.detroityes.com/home.htmhttp://www.white-history.com/UScities.htmimmigrazione e meticciato=terzomondohttp://www.niggermania.com/raptorman/niggerama/niggerama1/17468.jpg
        Come giusta celebrazione, ora mi stampo la pagine
        linkate e vado in XXXXX a farne l'uso
        corretto...sai qual é il XXXXX del mondo ?http://www.niggermania.com/tom/gallery/pages/africashitholeofworld_jpg.htm
        • Against racism scrive:
          Re: USA in decadenza


          Come giusta celebrazione, ora mi stampo la

          pagine linkate e vado in XXXXX a farne l'uso

          corretto...
          sai qual é il XXXXX del mondo ?Si, è la scatola cranica degli infami razzisti.
    • ... scrive:
      Re: USA in decadenza
      il brasile, il sudamerica in generale e i paesi arabi sono in decadenza perché il potere è nelle mani di dittatori che gestiscono i traffici di droga internazionali (o di petrolio nel caso dei paesi arabi), con la ricchezza distribuita su 3 persone e il resto della popolazione a fare la fame
      • McCulloch scrive:
        Re: USA in decadenza
        - Scritto da: ...
        il brasile, il sudamerica in generale e i paesi
        arabi sono in decadenza perché il potere è nelle
        mani di dittatori che gestiscono i traffici di
        droga internazionali (o di petrolio nel caso dei.. e questo perché succede ?ci sará un motivo ?
        • ... scrive:
          Re: USA in decadenza
          che motivo? semplicemente è gente potente che può comprare qualsiasi cosa e sono saliti al potere con la violenza, oppure sono stati messi li dagli usa
          • McCulloch scrive:
            Re: USA in decadenza
            - Scritto da: ...
            che motivo? semplicemente è gente potente che può
            comprare qualsiasi cosa e sono saliti al potere
            con la violenza, oppure sono stati messi li dagli
            usaribattere é diverso da controargomentare: non porti alcun elemento di prova valido, limitandoti a girare la frittata all'infinito inventando scuse su scuseI "razzisti" affermano che le razze esistono e che differiscono in abilitá , gli antirazzisti affermano che tutti gli uomini sono uguali.l' evidenza dei fatti da' ragione ai razzisti, sono gli antirazzisti, quindi a dover giustificare la loro teoria portando prove convincenti e a dare spiegazioni, non chiedendone.Inutile dire che i sostenitori "antirazzisti" non hanno portatoprove convincenti delle loro affermazioni, che rimangono tuttora inconfutabili e quindi non scientifiche.
          • Against racism scrive:
            Re: USA in decadenza

            I "razzisti" affermano che le razze esistono e
            che differiscono in abilitá , gli antirazzisti
            affermano che tutti gli uomini sono uguali.Gli infami razzisti raccontano solo BALLE , allo scopo di difendere i loro patetici deliri di supremazia.http://it.wikipedia.org/wiki/Razza L'attuale variabilità genetica della specie umana è estremamente bassa. I genetisti Lynn Jorde e Henry Harpending dell'università dello Utah hanno suggerito che la variazione interna alla specie del DNA umano è piccolissima, se comparata con altre specie, e che, durante il Tardo Pleistocene, la popolazione umana fosse ridotta a un piccolo numero di coppie genitoriali, non più di 10000 e forse intorno a 1000, con la conseguenza di un pool genico residuo molto ristretto.
          • Against racism scrive:
            Re: USA in decadenza


            Gli infami razzisti raccontano solo BALLE ,

            allo scopo di difendere i loro patetici deliri di

            supremazia.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Razza

            L'attuale variabilità genetica della specie

            umana è estremamente bassa. I genetisti Lynn

            Jorde e Henry Harpending dell'università dello

            Utah hanno suggerito che la variazione interna

            alla specie del DNA umano è piccolissima, se

            comparata con altre specie, e che, durante il

            Tardo Pleistocene, la popolazione umana fosse

            ridotta a un piccolo numero di coppie

            genitoriali, non più di 10000 e forse intorno a

            1000, con la conseguenza di un pool genico

            residuo molto ristretto.
            panzana anglosassone-giudea-buonista per cui
            non esisterebbero razze.Rassegnati.Le razze non esistono, lo dice la genetica.Quelli che parlano di presunte supremazie di una presunta razza sulle altre presunte razze sono solo un branco di patetici c0gl10n1 che cercano una scusa per giustificare il loro odio che è frutto solo di ignoranza e stupidità.
          • ... scrive:
            Re: USA in decadenza
            ma mi stai dando del razzista? mi sa che non hai proprio capito...un conto è essere razzisti un conto è essere ipocritiè da ipocriti dire che in brasile stanno bene per non passare da razzisti..in brasile la gente sta fuori di testa come in pochi altri posti (ma ti pare normale che vai in vacanza e se ti sposti di 10 metri dalla comitiva ti rapiscono, tu uccidono e vieni ritrovato 2 settimane dopo SENZA organi? è capitato a delle persone che stavano in una comitiva con alcuni miei parenti, non me lo sto inventando), ma c'entra poco la razza, la colpa è della povertà in cui sono costretti e ormai sono troppo rXXXXXXXXXti per ribellarsi al regime, un po' come gli italiani di orama è così non solo in brasile, è così in tutti i posti in cui ci sono regimi militari/paramilitari da anni, vedi gran parte del sudamerica, gli stati arabi del petrolio (sono tutti dei regimi militari di fatto), la cina, la korea del nord, ecc...sono posti in cui se vai in vacanza la popolazione fa a gara per rapirti e farti fuori o peggio, in cui la polizia si comporta peggio dei criminalinon è razzismo parlare di queste cose, soprattutto quando si spera che prima o poi cambino, soprattutto per chi ci vivema deve partire da loro, non possiamo certo andare noi a "portargli la democrazia" come piace fare agli usa
      • Albert scrive:
        Re: USA in decadenza
        - Scritto da: ...
        il brasile, il sudamerica in generale e i paesi
        arabi sono in decadenza perché il potere è nelle
        mani di dittatori che gestiscono i traffici di
        droga internazionali (o di petrolio nel caso dei
        paesi arabi), con la ricchezza distribuita su 3
        persone e il resto della popolazione a fare la
        fameNon sapevo che Lula fosse un dittatore. Mah; si impara sempre qualcosa di nuovo.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: USA in decadenza
      Ehm ... il Brasile attualmente ha una super crescita economica e si stima che entro pochi anni diventerà la prima delle economie emergenti superando anche la Cina.Quindi, parlare di decadenza mi sembra un po esagerato.
      • Albert scrive:
        Re: USA in decadenza
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Ehm ... il Brasile attualmente ha una super
        crescita economica e si stima che entro pochi
        anni diventerà la prima delle economie emergenti
        superando anche la
        Cina.

        Quindi, parlare di decadenza mi sembra un po
        esagerato.Giusto: e aggiungo anmche che il Brasile ha pure prestato 35 miliardi di dollari al fondo monetario. Altro che nazione in decadenza. Anzi se vogliamo indicare una nazione in decadenza basta guardare in casa nostraInoltre non credo che l'America sarà mai subalterna di qualcuno. Certo oggi è un po sottotono rispetto ad altri paesi emergenti. Tuttavia per come la vedo io l'America è un po come quei pugili che incassano per tutto l'incontro sornioni. Ma che all'ultima ripresa reagiscono sferrando il colpo del ko. l'America non morirà mai
        • ... scrive:
          Re: USA in decadenza
          il brasile non è in decadenza?prova ad andare in brasile in vacanza va...è tanto se torni, nel 90% dei casi ti ritrovano appeso senza organi, e non parlo di "mio cuGGino", sono cose successe per davverouna donna straniera viene scippata in brasile? se va alla polizia prima la violentano e poi forse la rimandano a casa, nelle peggiori delle ipotesi sarà un'altra persona misteriosamente scomparsapurtroppo sono paesi dove la gente è impazzita completamente a causa dell'eccessiva povertà
          • MrT. scrive:
            Re: USA in decadenza
            Anche se vai a Napoli o Foggia o Palermo accado cose simili(non quelle), non ti preoccupare!!!
          • ... scrive:
            Re: USA in decadenza
            lo so benissimo, e ti pare normale?qua ci scherzate invece di arrabbiarvi, boh...che paese idiota l'italia, spero finisca in malora
          • Albert scrive:
            Re: USA in decadenza
            - Scritto da: ...
            il brasile non è in decadenza?
            prova ad andare in brasile in vacanza va...è
            tanto se torni, nel 90% dei casi ti ritrovano
            appeso senza organi, e non parlo di "mio
            cuGGino", sono cose successe per
            davvero
            una donna straniera viene scippata in brasile? se
            va alla polizia prima la violentano e poi forse
            la rimandano a casa, nelle peggiori delle ipotesi
            sarà un'altra persona misteriosamente
            scomparsa
            purtroppo sono paesi dove la gente è impazzita
            completamente a causa dell'eccessiva
            povertàForse stai parlando del Brasile di 20 anni fa. Oggi il Brasile è molto cambiato, e non si puo neanche piu definire un paese emergente, in quanto è già emerso da tempo. Io conosco gente che è stata e che va tuttora in Brasile e non hanno mai avuto problemi.Che poi ci siano ancora delle sacche di povertà questo à vero , ma quale paese non ne ha? Allora se in Brasile ti appendono senza organi, in Mozambico(uno dei paesi piu poveri al mondo) che fanno? Ti affettano appena scendi dall'aereo? Mi sa che ti devi aggiornare un po.
      • McCulloch scrive:
        Re: USA in decadenza
        - Scritto da: Alvaro Vitali
        Ehm ... il Brasile attualmente ha una super
        crescita economica e si stima che entro pochi
        anni diventerà la prima delle economie emergenti
        superando anche la
        Cina.veramente lo dicevano anche trent'anni fa, ma continua ad essere un immondezzaio terzomondiale.India e Cina sono destinate ad emergere, grazie anche alle politiche EUGENETICHE messe in pratica negli ultimi anni.La politica del figlio unico, in Cinahttp://en.wikipedia.org/wiki/One-child_policytende a limitare la prolificitá dei nuclei familiari a basso reddito, favorendo la riproduzione di quelli di livello sociale e culturale piú alto, quindi piú figli a medici, insegnanti, ingegneri, fisici e funzionari, meno fligli a minatori e contadini semianalfabeti.Queste sono politiche EUGENETICHE che, se gli eugenisti avessero ragioneavrebbero fatto nascere persone piú intelligenti.I fatti sono che i cinesi immigrati hanno spesso un quoziente di intelligenza piú alto degli stessi europei ed il livello tecnico-scientifico ed industriale della Cina non ha fatto altro che salire.Continuate a chiacchierare, ma i fatti sono questi
        • guast scrive:
          Re: USA in decadenza
          Be se credi che eugenetica e politica del figlio unico siano la stessa cosa il motivo delle tuo idee è chiarissimo. Ignoranza colossale
          • Bof scrive:
            Re: USA in decadenza
            Oltretutto ci sono anche contadini intelligentissimi e idioti con la laurea. La cultura e l'intelligenza sono due cose diverse e la professione lascia il tempo che trova, per non parlare di quelli il cui unico merito è di essere dei raccomandati o dei figli di papà.
    • guast scrive:
      Re: USA in decadenza
      Vedo che almeno in qualche cosa i politici nostrani stanno al passo con i tempi.In tutto il mondo si critica gli immigrati per costringerli a rimanere nell'illegalità e sfruttarli meglio.Questi fanatici non sono tanto diversi dalla lega nostrana. Solo che per loro è una pratica consolidata da tempo. Da quando gli immigrati li prendevano di forza in Africa e li mettevano a lavorare nelle piantagioni di cotone. Poi la popolazione mondiale è cresciuta e loro hanno smesso di impegnarsi, la fame lavora per loro portandogli sempre nuovi schiavi.
    • soulista scrive:
      Re: USA in decadenza
      - Scritto da: McCulloch
      Gli USA, trenta o quarant'anni fa erano in
      assoluto la prima potenza mondiale,
      economicamente e tecnologicamente, poi sono
      iniziate le varie lotte per i "diritti civili"basta questo(troll2)
  • Pietro Cecchi scrive:
    programma NASA di Obama
    Grazie Alfonso per l'interessante articolo.cecchi-piero.net
  • Caveman scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: poiuy
    3 miliardi di dollari sembrano tanti, ma sono
    spiccioli rispetto al costo delle guerre (e non
    solo
    quelle).Infatti, guarda quanto spendono ogni anno gli USA in armamenti. A momenti abbandonavano il telescopio spaziale, che pure sono bruscolini in confronto. Anche Paesi dove c'è gente che muore di fame, non ci si fa mancare le armi, ad esempio l'Eritrea si è dotata di Su-27. Spendiamo un mare di soldi per avere i mezzi migliori per menarci a vicenda o minacciare di farlo. Poi se qualcuno cerca di raccattare qualche spicciolo per fare progredire l'umanità, ci si lamenta come se fossero soldi sciupati.
  • Caveman scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: lukker
    Andare su Marta / Vedere qualcuno che lo fa per
    tutti sarebbe unaXXXXXtaSì!!! Andare su Marta e chi non vorrebbe? Quella gnoccona!!! Mi offro volontario! :D Ah, sì, guardate pure, tanto sono voyeur.
    Non sarebbe saggio provare a risolvere
    SUL SERIO qualche problemuccio sulla Terra e poi
    andare su
    Marte?Meglio pensare prima SUL SERIO a cacciare conigli e raccogliere radici, che a fantasticherie come il fuoco, la ruota, allevare animali o fare crescere piante. Ah i giovani d'oggi!
  • Picchiatell o scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: lukker
    Sono nel torto o no?dipende se la gente muore di fame che fai?: apri un macdonaldsse muore di sete?gli dai la coca colaquindi se va tutto a rotoli tu spendi miliardi e miliardi di dollari per mandare qualcuno su marte a fare non si sa bene cosa per poi bestemmiare centinaia di ingegneri/tecnici per farloritornare indietro...e qualcuno ancora crede che obama sia diverso da qualsiasi altro presidente di un qualsiasi stato "occidentale"
  • Mark scrive:
    peccato
    Io non potro' vederlo, tra 30 anni saro' morto e sepolto da un pezzo...
    • angros scrive:
      Re: peccato
      Spero che questo possa tirarti un po' su il morale:http://it.wikipedia.org/wiki/Shigechiyo_IzumiForse, tra 30 anni, anche tu...
    • petrestov scrive:
      Re: peccato
      - Scritto da: Mark
      Io non potro' vederlo, tra 30 anni saro' morto e
      sepolto da un
      pezzo...eccolo quello che crede alla fine del mondo nel 2012! ;) :p
  • MrT. scrive:
    10 motivi per andare su Marte
    Credo che Obama abbia letto questo articolo:http://www.wired.it/magazine/archivio/2009/05/storie/giovanni-bignami-non-voglio-mica-la-luna.aspx:-)
  • Il Profeta scrive:
    E adesso che è morto Kubrick...
    ...che regista chiameranno per le riprese in studio?Siccome lo sbarco sulla Luna è stata una montatura, girata negli studi di "2001, Odissea nello Spazio" e diretta dal regista inglese, cosa faranno per lo sbarco su Marte? Questa volta cercheranno di andare lassù per davvero o, avvalendosi delle immagini delle varie sonde inviate in questi anni, faranno un altro bel film? Le tecnologie cinematografiche ora sono molto più evolute, quindi il risultato sarebbe perfetto.Penso che, al momento, i candidati sarebbero James Cameron o Ridley Scott... Staremo a vedere...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E adesso che è morto Kubrick...
      - Scritto da: Il Profeta
      ...che regista chiameranno per le riprese in
      studio?

      Siccome lo sbarco sulla Luna è stata una
      montatura, girata negli studi di "2001, Odissea
      nello Spazio" e diretta dal regista inglese, cosa
      faranno per lo sbarco su Marte? Questa volta
      cercheranno di andare lassù per davvero o,
      avvalendosi delle immagini delle varie sonde
      inviate in questi anni, faranno un altro bel
      film? Le tecnologie cinematografiche ora sono
      molto più evolute, quindi il risultato sarebbe
      perfetto.

      Penso che, al momento, i candidati sarebbero
      James Cameron o Ridley Scott... Staremo a
      vedere...Eccolo la il solito complottista... e l'11 settembre è un'invenzione americana, Berlusconi si è tirato da solo la statuetta in faccia e Gesù Cristo è morto dal sonno!Vedi le persone come te meritano solo una cosa, rimanere all'età della pietra, immerse nella loro madre natura, senza medicine, senza tecnologia alla mercè degli animali feroci e dei capricci climatici, sperando se tutto va bene in una aspettativa di vita di 30-35 anni.
      • soulista scrive:
        Re: E adesso che è morto Kubrick...
        - Scritto da: Enjoy with Us
        - Scritto da: Il Profeta

        ...che regista chiameranno per le riprese in

        studio?



        Siccome lo sbarco sulla Luna è stata una

        montatura, girata negli studi di "2001, Odissea

        nello Spazio" e diretta dal regista inglese,
        cosa

        faranno per lo sbarco su Marte? Questa volta

        cercheranno di andare lassù per davvero o,

        avvalendosi delle immagini delle varie sonde

        inviate in questi anni, faranno un altro bel

        film? Le tecnologie cinematografiche ora sono

        molto più evolute, quindi il risultato sarebbe

        perfetto.



        Penso che, al momento, i candidati sarebbero

        James Cameron o Ridley Scott... Staremo a

        vedere...


        Eccolo la il solito complottista... e l'11
        settembre è un'invenzione americana, Berlusconi
        si è tirato da solo la statuetta in faccia e Gesù
        Cristo è morto dal
        sonno!
        Vedi le persone come te meritano solo una cosa,
        rimanere all'età della pietra, immerse nella loro
        madre natura, senza medicine, senza tecnologia
        alla mercè degli animali feroci e dei capricci
        climatici, sperando se tutto va bene in una
        aspettativa di vita di 30-35
        anni.Scusa ma se lui pecca di complottismo, tu pecchi di ingenuità... L'evoluzione di cui parli non è niente di meglio dell'età della pietra: è solo una coperta troppo corta. Le medicine? sono solo un rattoppo mal fatto su un danno creato dallo stesso progresso... non mi viene in mente una sola malattia che non sia stata causata dall'uomo, a te?Alla mercè degli animali feroci... certo doveva essere brutto doversi guardare le spalle ma c'è chi sostiene che a causa del fatto che non dobbiamo più cacciare ne difenderci da predatori stiamo perdendo capacità fisiche, capacità sensoriali e pure intelligenza.Aspettativa di vita: oggi viviamo 80-90-100 anni, però dopo i 50 ogni persona può essere soggetta ad infarti. Forse la natura non è riuscita a star dietro alla crescita esponenziale della nostra aspettativa di vita, quindi il cuore rimane programmato per durare 50 anni? E poi... 90 anni di che vita? Tanti momenti magici di sicuro... ma la gran parte passata a lavorare per 8 ore al giorno, aspettando il weekend e le ferie o, peggio, la pensione per poter stare un po' tranquillo (cosa che raramente si verifica) :-)(ok sono un po' qualunquista :-D )
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: E adesso che è morto Kubrick...
          - Scritto da: soulista
          - Scritto da: Enjoy with Us



          Eccolo la il solito complottista... e l'11

          settembre è un'invenzione americana, Berlusconi

          si è tirato da solo la statuetta in faccia e
          Gesù

          Cristo è morto dal

          sonno!

          Vedi le persone come te meritano solo una cosa,

          rimanere all'età della pietra, immerse nella
          loro

          madre natura, senza medicine, senza tecnologia

          alla mercè degli animali feroci e dei capricci

          climatici, sperando se tutto va bene in una

          aspettativa di vita di 30-35

          anni.

          Scusa ma se lui pecca di complottismo, tu pecchi
          di ingenuità... L'evoluzione di cui parli non è
          niente di meglio dell'età della pietra: è solo
          una coperta troppo corta. Le medicine? sono solo
          un rattoppo mal fatto su un danno creato dallo
          stesso progresso... non mi viene in mente una
          sola malattia che non sia stata causata
          dall'uomo, a
          te?A me risulta che all'età della pietra, grazie alle splendide condizioni di vita concesse da madre natura la vita media si aggirasse sui 20 anni circa, oggi se non erro stiamo intorno agli 80...
          Alla mercè degli animali feroci... certo doveva
          essere brutto doversi guardare le spalle ma c'è
          chi sostiene che a causa del fatto che non
          dobbiamo più cacciare ne difenderci da predatori
          stiamo perdendo capacità fisiche, capacità
          sensoriali e pure
          intelligenza.Prego accomodati pure allora, nessuno ti trattiene, così non inquinerai più e potrai campare ben 20 anni in media, con questa tecnica potremmo risolvere la maggior parte dei problemi attuali della terra, dal consumo delle risorse al crescente inquinamento alla sovrappopolazione... basta che altri 5 miliardi ti seguano!
          Aspettativa di vita: oggi viviamo 80-90-100 anni,
          però dopo i 50 ogni persona può essere soggetta
          ad infarti. Forse la natura non è riuscita a star
          dietro alla crescita esponenziale della nostra
          aspettativa di vita, quindi il cuore rimane
          programmato per durare 50 anni? E poi... 90 anni
          di che vita? Tanti momenti magici di sicuro... ma
          la gran parte passata a lavorare per 8 ore al
          giorno, aspettando il weekend e le ferie o,
          peggio, la pensione per poter stare un po'
          tranquillo (cosa che raramente si verifica)
          :-)
          (ok sono un po' qualunquista :-D )A me risulta che i soggetti cardiopatici dopo i 50 anni siano una netta minoranza... in ogni caso meglio cardiopatico a 50 anni, che morto a 20 come capitava ai bei tempi andati... quanto alle condizioni di lavoro, sono sicuro che la vita in caverna e la caccia di tigri o altre fiere dei bei tempi andati sia veramente invidiabile... vuoi mettere? Altro che pc 8 ore al giorno a pensare quale modello di smartphone comprare...
        • shevathas scrive:
          Re: E adesso che è morto Kubrick...

          Scusa ma se lui pecca di complottismo, tu pecchi
          di ingenuità... L'evoluzione di cui parli non è
          niente di meglio dell'età della pietra: è solo
          una coperta troppo corta.quindi per mandare messaggi in questo forum devo scalpellare sul granito ?
          Le medicine? sono solo
          un rattoppo mal fatto su un danno creato dallo
          stesso progresso... non mi viene in mente una
          sola malattia che non sia stata causata
          dall'uomo, a
          te?anche le epidemie di peste della guerra del peloponneso ?
          Aspettativa di vita: oggi viviamo 80-90-100 anni,
          però dopo i 50 ogni persona può essere soggetta
          ad infarti. anche prima ma questo cosa significa ?
          Forse la natura non è riuscita a star
          dietro alla crescita esponenziale della nostra
          aspettativa di vita, quindi il cuore rimane
          programmato per durare 50 anni? E poi... 90 anni
          di che vita? Tanti momenti magici di sicuro... ma
          la gran parte passata a lavorare per 8 ore al
          giorno, aspettando il weekend e le ferie o,
          peggio, la pensione per poter stare un po'
          tranquillo (cosa che raramente si verifica)
          :-)mah sei sempre libero di prendere la clava e andare a vivere "a contatto con la natura".
    • il Profiterol scrive:
      Re: E adesso che è morto Kubrick...
      - Scritto da: Il Profeta
      ...che regista chiameranno per le riprese in
      studio?Kubrick non e' morto, e' tutto un complotto per far credere che lo sia. E' vivo come Elvis e Michael Jackson
      • soulista scrive:
        Re: E adesso che è morto Kubrick...
        - Scritto da: il Profiterol
        - Scritto da: Il Profeta

        ...che regista chiameranno per le riprese in

        studio?

        Kubrick non e' morto, e' tutto un complotto per
        far credere che lo sia. E' vivo come Elvis e
        Michael
        JacksonMi spiace ma Elvis in realtà è morto.E' deceduto qualche mese fa nell'isola dorata dove ha trascorso le ultime decadi della sua vita ed ora è sepolto sotto la statua di un dio pagano, su terra sacra dei nativi.Hanno partecipato ai funerali anche Lucio Battisti e Moana Pozzi.
      • Thescare scrive:
        Re: E adesso che è morto Kubrick...
        - Scritto da: il Profiterol
        - Scritto da: Il Profeta

        ...che regista chiameranno per le riprese in

        studio?

        Kubrick non e' morto, e' tutto un complotto per
        far credere che lo sia. E' vivo come Elvis e
        Michael
        JacksonSono nascosti a Roma a far la bella vita....
  • anarchico scrive:
    notizia informatica?
    non mi sembra una notizia informatica.. semmai molto politica.. ma PI non si occupava solo di informatica?
    • soulista scrive:
      Re: notizia informatica?
      - Scritto da: anarchico
      non mi sembra una notizia informatica.. semmai
      molto politica.. ma PI non si occupava solo di
      informatica?eh... servono tanti compiute' per mandare i razzi nello spassio.
      • anarchico scrive:
        Re: notizia informatica?
        ma non servono computer per capire che questa e' solo propaganda politica: quando (se) inizieranno a fare qualcosa o meglio quando (se) partiranno, allora si potra' parlare dei mirabolanti computer di bordo.. al momento c'e' solo un politico che promette fuffa come quella della sconfitta del cancro..
        • yeah scrive:
          Re: notizia informatica?
          Poiché dal politico che promette fuffa dipende la paghetta di chi sta alla NASA, la notizia significa che la NASA potrà continuare a lavorare sull'esplorazione spaziale, invece di chiudere solo la baracca Constellation come sembrava fino a poco tempo fa. Scusa se è poco...
      • guast scrive:
        Re: notizia informatica?


        eh... servono tanti compiute' per mandare i razzi
        nello
        spassio.Mica tanti. Lo Shuttle ha ancora apparecchiature basate sugli 8086
        • soulista scrive:
          Re: notizia informatica?
          - Scritto da: guast



          eh... servono tanti compiute' per mandare i
          razzi

          nello

          spassio.

          Mica tanti. Lo Shuttle ha ancora apparecchiature
          basate sugli
          8086giusto mi sono confuso... servono per far girare l'interfaccia grafica di windows... :-D
    • Il Profeta scrive:
      Re: notizia informatica?
      - Scritto da: anarchico
      non mi sembra una notizia informatica.. semmai
      molto politica.. ma PI non si occupava solo di
      informatica?Se proprio vogliamo essere pignoli questa notizia avrebbero dovuto pubblicarla su IMDB...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2858451&m=2859300#p2859300
      • yeah scrive:
        Re: notizia informatica?
        - Scritto da: Il Profeta
        Se proprio vogliamo essere pignoli questa notizia
        avrebbero dovuto pubblicarla su
        IMDB...

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2858451&m=285... ma per fortuna non sono quei boccaloni che credono alle boiate di certi complottisti che fumano troppa erba.
    • nome e cognome scrive:
      Re: notizia informatica?
      - Scritto da: anarchico
      non mi sembra una notizia informatica.. semmai
      molto politica.. ma PI non si occupava solo di
      informatica?Non hai capito, per andare su marte... c'è un app...
  • ... scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    si, e te sei uno di quelli scappato da un centro di detenzione, considerando le cose che dici...nel sistema solare apparte la terra non c'è traccia di vita, forse batteri su marte di qualche secolo fa, ma il resto non è assolutamente in grado di sostenere la vitala terra si trova nella posizione adatta, la luna non può sostenere la vita (con cosa? non c'è atmosfera, non c'è acqua, non c'è NIENTE), marte potrebbe ma non avendo atmosfera al massimo può sostenere batteri tipo i nostri E.Coli (che sono molto resistenti) con la poca acqua presente ai poligli altri pianeti? non scherziamo, sono palle di gas con condizioni proibitive pure per un'ameba, i pochi che sono solidi sono troppo piccoli per trattenere un atmosfera utile alla vita
    • il solito scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      ti è morto il gatto?o ti si è suicidato l' ultimo neurone per la solitudine...
    • il solito scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      oppure vuoi provare piacere e cerchi di usare violenza ai miti che popolano questo forum?
    • zaadum scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      non so se odio di più l' ipocrisia o la violenza, tu comunque mi aiuti, ne sembri il manifesto
    • giucam scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      - Scritto da: ...
      si, e te sei uno di quelli scappato da un centro
      di detenzione, considerando le cose che
      dici...
      nel sistema solare apparte la terra non c'è
      traccia di vita, forse batteri su marte di
      qualche secolo fa, ma il resto non è
      assolutamente in grado di sostenere la
      vita
      la terra si trova nella posizione adatta, la luna
      non può sostenere la vita (con cosa? non c'è
      atmosfera, non c'è acqua, non c'è NIENTE), marte
      potrebbe ma non avendo atmosfera al massimo può
      sostenere batteri tipo i nostri E.Coli (che sono
      molto resistenti) con la poca acqua presente ai
      poli
      gli altri pianeti? non scherziamo, sono palle di
      gas con condizioni proibitive pure per un'ameba,
      i pochi che sono solidi sono troppo piccoli per
      trattenere un atmosfera utile alla
      vitaquoto quasi tutto, ma nell'elenco si possono includere anche alcuni interessanti satelliti di giove o saturno che sono rocciosi, grossi (relativamente), a volte con atmosfera e acqua. il problema più grosso sono le temperature che a quelle distanze dal sole in superficie sono molto basse.
  • soulista scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: poiuy
    Per cui fatemi il piacere di smettere di dire
    "invece che spendere X soldi in scienza, non si
    potrebbe prima risolvere un problema più
    concreto?".
    Ma risolviamoli tutti 'sti problemi! Se ci
    riusciamo...Non è una questione di semplici azioni, ma di mentalità. La razza umana manca totalmente di etica; ci definiamo esseri "intelligenti" ma sprechiamo la nostra intelligenza per cercare profitto da qualsiasi cosa, senza preoccuparci per le conseguenze delle nostre azioni; il legame con il mondo da cui dipendiamo si va dissolvendo, e ci dissolveremo anche noi ma videntemente vale la pena morire felici con una mazzetta di banconote stretta tra le mani.Il modello economico che regola le nostre vite inneggia allo spreco e alla distruzione, e finché non ci sarà un tornaconto a risolvere il problema della fame nel mondo, nessuno ci penserà.Del resto la sopravvivenza stessa del concetto di "denaro" presuppone che ci siano pochi che abbiano tanto e tanti che non abbiano niente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 aprile 2010 14.33-----------------------------------------------------------
    • il solito scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      Modificato dall' autore il 16 aprile 2010 14.33
      --------------------------------------------------"...l' uomo bianco si accorgeràche non può managiare denaro"+ perdono per le sicure imprecisioni
    • il solito scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      Quando l'ultima fiamma sarà spenta, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce catturato, allora capirete che non si può mangiare denaro.(Toro Seduto)
    • ... scrive:
      Re: Dubbi di altra natura
      la razza umana prima di tutto ha istinti animali, e come tale ci sono persone che vogliono prevalere sulle altre, o accetti la tua condizione umana o ti suicidi, c'è poco da fare40000 anni fa si prevaleva con la clava, 10000 anni fa con i capi di bestemiame e le pietre, oggi con i soldi, è cambiato il mezzo, ma non la sostanzasiamo animali e come tali il nostro istinto è prevalere sugli altri, il più forte sul più debole, sarà sempre così almeno per altri 10-20000 anni (il tempo minimo necessario per avere cambiamenti evolutivi significativi)oppure te pensi che esistano persone "buone e brave"? chiunque prova piacere nel prevalere sugli altri, anche se non se ne rende conto, è la nostra naturapremesso questo, io sono assolutamente a favore dell'esplorazione spaziale, bisogna espandere la conoscenza che ormai da oltre 50 anni su determinati campi sta dormendo (soprattutto a causa della fine della guerra fredda e l'assenza di concorrenti seri per gli usa, ma con la cina che sta arrivando giustamente gli usa vogliono ripartire)
      • il solito scrive:
        Re: Dubbi di altra natura
        credo che quanto dici potrebbe essere espresso in maniera più elegante, il fatto che la tua esperienza ti insegni che per "provare piacere" devi prevaricare, usare violenza, non significa che rappresenti necessariamente l'istinto umano.mi sembra abbastanza presuntuosola storia è piena di popoli, tradizioni millenarie, dove la prevaricazione non conosce alibi
        • ... scrive:
          Re: Dubbi di altra natura
          non è questione di una mia esperienza, basta aprire gli occhi e vedere quello che succede nel mondo, senza pensare che siamo chissà quanto illuminatici sono 2 cose che muovono il mondo, una è il potere (soldi), l'altra penso l'hai indovinatail resto sono belle storie per i libri e i film
          • zaadum scrive:
            Re: Dubbi di altra natura
            non voglio perdere la speranza, sarà colpa degli star treck che ho visto da giovane! (dove gli uomini non perseguono il profitto o il potere, dove il denaro è stato abolito e uno si arruola nella flotta solo per arrivare ... devo nessuno è mai giunto prima)Quanto vediamo è una frazione della storia umana,strategie più illuminate in altri contesti culturali, non è il caso europeo, comunque hanno funzionato.è il motivo per cui esistono ancora i pacifisti, qualcuno ci crede... non si sono estinti
          • franius scrive:
            Re: Dubbi di altra natura
            - Scritto da: zaadum
            non voglio perdere la speranza, sarà colpa degli
            star treck che ho visto da giovane! (dove gli
            uomini non perseguono il profitto o il potere,
            dove il denaro è stato abolito e uno si arruola
            nella flotta solo per arrivare ... devo nessuno è
            mai giunto
            prima)
            - Scritto da: zaadum
            non voglio perdere la speranza, sarà colpa degli
            star treck che ho visto da giovane! (dove gli
            uomini non perseguono il profitto o il potere,
            dove il denaro è stato abolito e uno si arruola
            nella flotta solo per arrivare ... devo nessuno è
            mai giunto
            prima)
            Ni.Anche nella finzione di Star Trek c'è l'istinto umano di "prevalere"...C'e' la carriera, ci sono i gradi militari ed arrivare a essere capitano di una nave stellare è frutto dell'ambizione umana.Anche solo far parte dell'equipaggio della nave X, invece che della Y è motivo di prestigio.Anche in Star Trek esistono la ricerca, i premi, la carriera politica, i complotti, le macchinazioni ecc. ecc.Siamo umani, possiamo scrivere poesie e lasciar mortire di fame il nostro vicino.Siamo capaci di arrivare fino alle stelle e contemporaneamente di sopraffare il nostro prossimo....E' il dualismo della nostra
          • zaadum scrive:
            Re: Dubbi di altra natura
            è perchè dovevi "metterci il cappello" ?...la mia era solo una risposta laconica ad un XXXXXXXXX che si divertiva a rappresentare gli uomini come pazzi sanguinari che provano piacere nel causare dolore e nell' usare violenza contro i propri simili.Mentre tu ti perdi mistificando quello che non è nient' altro se non una naturale rivalità, come se questa, annullasse il principio a cui mi riferivoHai scoperto l' acqua calda, ti informo che non a caso esistono campi sportivi e arenela differenza è che, al contrario dei nostri antenati, l' uomo "moderno" si accontenta con una partita di football o con un incontro di boxe...mi sembra che schiavi, prigionieri e dissidenti non vengano più dati in pasto ai leoni nel Colosseo!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 aprile 2010 13.48-----------------------------------------------------------
      • soulista scrive:
        Re: Dubbi di altra natura
        - Scritto da: ...
        la razza umana prima di tutto ha istinti animali,
        e come tale ci sono persone che vogliono
        prevalere sulle altre, o accetti la tua
        condizione umana o ti suicidi, c'è poco da
        fare
        40000 anni fa si prevaleva con la clava, 10000
        anni fa con i capi di bestemiame e le pietre,
        oggi con i soldi, è cambiato il mezzo, ma non la
        sostanza
        siamo animali e come tali il nostro istinto è
        prevalere sugli altri, il più forte sul più
        debole,scusa ma il paragone mi sembra azzardato. Qui non si parla solo di prevalere sugli altri ma di accumulare ricchezze virtuali e, in nome di questo, calpestare sia i nemici che la propria gente. Una volta ci massacravamo con lance e clave ma c'era comunque una simbiosi con l'ecosistema e la propria comunità.E poi tirare in ballo l'istinto animale con il profitto non capisco che c'azzecchi... forse è un modo deviato di canalizzarlo, infatti, spesso, il vero istinto animale esce e un padre di famiglia ammazza moglie e figli. L'istinto animale è tutto quello che di fisico va da sessualità ad aggressività... tutti tabù al giorno d'oggi.
        sarà sempre così almeno per altri
        10-20000 anni (il tempo minimo necessario per
        avere cambiamenti evolutivi
        significativi)Sei ottimista. Io non do più di 500 anni all'umanità.
        oppure te pensi che esistano persone "buone e
        brave"? chiunque prova piacere nel prevalere
        sugli altri, anche se non se ne rende conto, è la
        nostra
        naturanon ti sembra malsano che rinneghiamo la nostra natura animale quando parliamo di istinti puramente fisici e rinneghiamo la nostra natura sociale quando si tratta di condividere con gli altri?
        premesso questo, io sono assolutamente a favore
        dell'esplorazione spaziale, bisogna espandere la
        conoscenza che ormai da oltre 50 anni su
        determinati campi sta dormendo (soprattutto a
        causa della fine della guerra fredda e l'assenza
        di concorrenti seri per gli usa, ma con la cina
        che sta arrivando giustamente gli usa vogliono
        ripartire)Se è una conoscenza basata sulla guerra, sul terrore e sullo spreco, che dorma pure. Tutta questo cosiddetto "progresso" e conoscenza portano ciclicamente ad un'illusione di ricchezza e puntualmente, ciclicamente, arriva il brusco risveglio.Come si è arrivati a tutto questo? Quando abbiamo sbagliato strada? Forse mai... forse questa è la nostra strada: andremo avanti sempre più vuoti, soli e deboli, finché spariremo lasciando dietro di noi la miseria della nostra civilta. (secondo il documentario "la terra dopo l'uomo" di History Channel [fonte non autorevole, ammetto], se l'umanità sparisse ora, tra mille anni tutto ciò che rimarrà della nostra civiltà "moderna" saranno tre immense isole di spazzatura nel mezzo dei tre oceani)
        • zaadum scrive:
          Re: Dubbi di altra natura
          - Scritto da: soulista
          - Scritto da: ...

          la razza umana prima di tutto ha istinti
          animali,

          e come tale ci sono persone che vogliono

          prevalere sulle altre, o accetti la tua

          condizione umana o ti suicidi, c'è poco da

          fare

          40000 anni fa si prevaleva con la clava, 10000

          anni fa con i capi di bestemiame e le pietre,

          oggi con i soldi, è cambiato il mezzo, ma non la

          sostanza

          siamo animali e come tali il nostro istinto è

          prevalere sugli altri, il più forte sul più

          debole,

          scusa ma il paragone mi sembra azzardato. Qui non
          si parla solo di prevalere sugli altri ma di
          accumulare ricchezze virtuali e, in nome di
          questo, calpestare sia i nemici che la propria
          gente. Una volta ci massacravamo con lance e
          clave ma c'era comunque una simbiosi con
          l'ecosistema e la propria
          comunità.
          E poi tirare in ballo l'istinto animale con il
          profitto non capisco che c'azzecchi... forse è un
          modo deviato di canalizzarlo, infatti, spesso, il
          vero istinto animale esce e un padre di famiglia
          ammazza moglie e figli. L'istinto animale è tutto
          quello che di fisico va da sessualità ad
          aggressività... tutti tabù al giorno
          d'oggi.


          sarà sempre così almeno per altri

          10-20000 anni (il tempo minimo necessario per

          avere cambiamenti evolutivi

          significativi)

          Sei ottimista. Io non do più di 500 anni
          all'umanità.


          oppure te pensi che esistano persone "buone e

          brave"? chiunque prova piacere nel prevalere

          sugli altri, anche se non se ne rende conto, è
          la

          nostra

          natura

          non ti sembra malsano che rinneghiamo la nostra
          natura animale quando parliamo di istinti
          puramente fisici e rinneghiamo la nostra natura
          sociale quando si tratta di condividere con gli
          altri?


          premesso questo, io sono assolutamente a favore

          dell'esplorazione spaziale, bisogna espandere la

          conoscenza che ormai da oltre 50 anni su

          determinati campi sta dormendo (soprattutto a

          causa della fine della guerra fredda e l'assenza

          di concorrenti seri per gli usa, ma con la cina

          che sta arrivando giustamente gli usa vogliono

          ripartire)

          Se è una conoscenza basata sulla guerra, sul
          terrore e sullo spreco, che dorma pure. Tutta
          questo cosiddetto "progresso" e conoscenza
          portano ciclicamente ad un'illusione di ricchezza
          e puntualmente, ciclicamente, arriva il brusco
          risveglio.
          Come si è arrivati a tutto questo? Quando abbiamo
          sbagliato strada? Forse mai... forse questa è la
          nostra strada: andremo avanti sempre più vuoti,
          soli e deboli, finché spariremo lasciando dietro
          di noi la miseria della nostra civilta. (secondo
          il documentario "la terra dopo l'uomo" di History
          Channel [fonte non autorevole, ammetto], se
          l'umanità sparisse ora, tra mille anni tutto ciò
          che rimarrà della nostra civiltà "moderna"
          saranno tre immense isole di spazzatura nel mezzo
          dei tre
          oceani)hai ragione... ma lui è un troll e non dovevi perdere troppo tempo
          • soulista scrive:
            Re: Dubbi di altra natura
            - Scritto da: zaadum
            hai ragione...
            ma lui è un troll e non dovevi perdere troppo
            tempo"I like telling stories"(Homer Simpson):-D
  • il solito scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    l' Italia non vale il tempo che perdiamo a parlarne...dicesi DECLINO... fortunatamente non contiamo quasi niente ormai e il mondo saprà cavarsela anche senza di noi
  • il solito scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    penso piacerebbe a molti, quello che dici, ma pure io...uno di quelli che "vuole crederci"non sono mai riuscito a trovare una prova indiscutibile...puoi illuminarmi/ci oppure sei tornato nel manicomio(vedi sopra)?
  • Elf scrive:
    Re: Dubbi di altra natura
    - Scritto da: lukker
    ...però il nostro Mondo (non Marte) sta andando
    in rovina.Non sarebbe saggio provare a risolvere
    SUL SERIO qualche problemuccio sulla Terra e poi
    andare su
    Marte?Se tutti gli esseri umani ragionassero così, staremmo ancora a selezionare la migliore varietà di alberi dai cui rami possiamo penzolare.
  • Elf scrive:
    Trascrizione integrale del discorso
    Per chi fosse interessato, la trascrizione integrale del discorso di Obama si trova qui (in inglese):http://www.redorbit.com/news/space/1850742/transcsript_president_obama_on_space_exploration_in_the_21st_century/
    • Elf scrive:
      Re: Trascrizione integrale del discorso
      Dovete aggiungere un "/" alla fine dell'URL, altrimenti la pagina non viene trovata (mi sembra un problema del forum di PI)
  • soulista scrive:
    ... ma perché?
    Mi chiedo il perché di questa retromarcia di Obama sulle missioni "marziane": mossa propagandistica o c'è una qualche reale utilità nella ricerca che ci spingerebbe sul pianeta rosso? (comunista...)Obama secondo me è stato il traghettatore ideale per gli USA in questa crisi: è una persona molto concreta. Forse troppo. Tagliando i fondi alla NASA avrà tagliato anche il morale di quegli americani ancora convinti dagli anni '60 poter di conquistare l'universo?
    • chojin999a scrive:
      Re: ... ma perché?
      - Scritto da: soulista
      Mi chiedo il perché di questa retromarcia di
      Obama sulle missioni "marziane": mossa
      propagandistica o c'è una qualche reale utilità
      nella ricerca che ci spingerebbe sul pianeta
      rosso?
      (comunista...)
      Obama secondo me è stato il traghettatore ideale
      per gli USA in questa crisi: è una persona molto
      concreta. Forse troppo. Tagliando i fondi alla
      NASA avrà tagliato anche il morale di quegli
      americani ancora convinti dagli anni '60 poter di
      conquistare
      l'universo?Obama persona concreta? E' uno scherzo o ci credi davvero? Che tristezza. L'unica cosa concreta che sa fare Barack Hussein Obama è aiutare i terroristi islamici facendo a pezzi gli USA sotto ogni profilo, economico, sanitario, istituzionale, militare.
      • casuale scrive:
        Re: ... ma perché?
        - Scritto da: chojin999a
        - Scritto da: soulista

        Mi chiedo il perché di questa retromarcia di

        Obama sulle missioni "marziane": mossa

        propagandistica o c'è una qualche reale utilità

        nella ricerca che ci spingerebbe sul pianeta

        rosso?

        (comunista...)

        Obama secondo me è stato il traghettatore ideale

        per gli USA in questa crisi: è una persona molto

        concreta. Forse troppo. Tagliando i fondi alla

        NASA avrà tagliato anche il morale di quegli

        americani ancora convinti dagli anni '60 poter
        di

        conquistare

        l'universo?

        Obama persona concreta? E' uno scherzo o ci credi
        davvero?

        Che tristezza. L'unica cosa concreta che sa fare
        Barack Hussein Obama è aiutare i terroristi
        islamici facendo a pezzi gli USA sotto ogni
        profilo, economico, sanitario, istituzionale,
        militare.hanno aperto un manicomio che si erano dimenticati!!!
  • ciliani scrive:
    Pubblicita' subliminale?
    Vi ho scoperto, la pubblicita' del troglodita che prende a martellate il server (e che ci martella un po' i maroni pure a noi) rappresenta in realta' Gasparri, mentre il personaggio che si arricchisce alla fine facendo click e' Fini (con la moglie Tulliani al fianco).Sempre piu' politicizzato questo punto informatico!!!
  • claudio scrive:
    NON SI PUO' FARE!!!!
    Il problema non e' andare e tornare ma sono i raggi cosmici.Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o si fa' una breve capatina sulla luna....Ma quando per mesi si viene bombardati... penso che non arriverebbero vivi a marte e gli eventuali scudisarebbero piu' grossi di tutto il materiale USA mai posto fuori dall'orbita fino ad oggi. Semplicemente ingestibile.http://allarovescia.blogspot.com/
    • lurker scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      Scusami non ti voglio contraddire perchè tu ne sai più di me... ma credo che tutte le migliaia di dipendendi, tra scenziati, tecnici e quant'altro che lavorano alla nasa, e un presidente degli stati uniti quale obama (che non è "smart" alla g.w.bush), credo che se tutte queste persone ipotizzano probabile questa data, le basi concrete per affermare questo le avranno pure, ti pare?Ciao :)
      • soulista scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: lurker
        Scusami non ti voglio contraddire perchè tu ne
        sai più di me... ma credo che tutte le migliaia
        di dipendendi, tra scenziati, tecnici e
        quant'altro che lavorano alla nasa, e un
        presidente degli stati uniti quale obama (che non
        è "smart" alla g.w.bush), credo che se tutte
        queste persone ipotizzano probabile questa data,
        le basi concrete per affermare questo le avranno
        pure, ti
        pare?
        Ciao :)Hm i dipendenti NASA non sono poi granché... hai visto Armageddon? (rotfl)
      • scettico scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: lurker
        pure, ti
        pare?
        Ciao :)Si Hollywood, oramai ha dei cluster favolosi per il rendering...Se sono riusciti a darla a bere con l'allunaggio, immagina cosa faranno adesso.
    • angros scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      Si era parlato anche di una schermatura magnetica: il fatto è che non si sa quali siano gli effetti a lungo termine di una esposizione ad un campo magnetico intenso (forse nessuno... la risonanza magnetica, tranne che in casi particolari, non ha effetti collaterali)
    • terran scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      NON SI PUO' VOLARE!!! SIAMO TROPPO PESANTI!!!!!
    • il solito scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      ma cosa mi tocca leggere!!!non c'è nessun problema...e poi controlla prima di dire {][]##][}il campo magnetico terrestre non protegge minimamente la Lunanon protegge neppure la ISS...soluzioni ce ne sono tantissime, basta solo che nelle future amministrazioni non ci siano sprovveduti che guardano il dito quando il "capo" indicherà Marte
      • MeX scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        ma la ISS non sta 24 ore al giorno al sole, anzi, per la maggior parte del tempo é nel cono d'ombra terrestre
      • Fiamel scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: il solito
        ma cosa mi tocca leggere!!!Allora leggi meglio, perché...

        non c'è nessun problema...
        e poi controlla prima di dire {][]##][}
        il campo magnetico terrestre non protegge
        minimamente la
        Luna..ha detto "o" si fa una breve capatina sulla Luna, non "e". Non ha detto che la Terra protegge la Luna.Delle volte anch'io mi accendo cosí, ma prima di postare rileggo tre volte e spesso vedo che non ho capito.
    • panda rossa scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.Il problema e' noto e si sta lavorando ad una soluzione.Non e' che arrivi tu e dici che non si puo'.Il modo di schermare i raggi cosmici esiste: non sara' certo questo che fara' fallire la missione su marte.
      • scettico scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: panda rossa
        Il modo di schermare i raggi cosmici esiste: non
        sara' certo questo che fara' fallire la missione
        su
        marte.Lo stesso dicevano a Ben Grim, prima che diventasse la cosa :-D
    • The Real Gordon scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.
      Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o
      si fa' una breve capatina sulla
      luna....
      Ma quando per mesi si viene bombardati...
      penso che non arriverebbero vivi a marte e gli
      eventuali
      scudi
      sarebbero piu' grossi di tutto il materiale USA
      mai posto

      fuori dall'orbita fino ad oggi. Semplicemente
      ingestibile.


      http://allarovescia.blogspot.com/metteranno gli occhiali da sole. Se sono marchiati D&G, funzionano meglio.
      • Nicolaus scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        no mio caro! quelli della Dior sono molto più ampi.. sono praticamente una visiera! quelli proteggono a bomba.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 aprile 2010 20.13-----------------------------------------------------------
    • Luke1 scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      Non è che non si può fare, è che lo sforzo non è proporzionato ai vantaggi. E' un discorso lungo ma forse oggi anche il grande pubblico dovrebbe rendersi conto che non siamo già giunti all'ultimo stadio del progresso tecnologico e che non dobbiamo per forza ostinarci ad una impresa impossibile con i mezzi inadeguati di cui disponiamo *adesso*. Tutti a stupirsi del perchè e del percome 40 anni fa si sia arnata l'esplorazione spaziale, perlomeno nelle forme previste nell'immaginario collettivo. Ma il punto è che all'epoca la nostra tecnologia aerospaziale non ci permetteva di fare altro se non toccare la Luna, dire che c'eravamo stati, e tornarcene indietro. Per dirla con Star Trek lo spazio è "l'ultima frontiera". Per esplorarlo sul serio occorre un concentrato di tecnologie, in gran parte ancora sconosciute, che saranno lo zenith di quanto oggi conosciamo in merito a fisica quantistica, nanotecnologie e biotecnologie. Primitivi. Primitivi. Primitivi. Qualcuno ha detto: "perchè non pensiamo prima a....". Ci sono almeno 1000 "pensiamo prima a", e d'altraparte non mi pare che l'amministrazione USA degli ultimi 40 anni abbia dissentito da questo punto di vista. Mettere in orbita satelliti, costruire le costellazioni GPS, questi sono stati i risvolti pratici dell'esplorazione spaziale, che hanno in effetti cambiato la nostra vita. Ma per quanto riguarda l'esplorazione del sistema solare, le distanze sono enormi, quasi impraticabili, occorre la ricerca di un diverso sistema di propulsione al di là da venire. E prima di pensare alla stella più vicina dovremo essere in grado di deformare artificialmente lo spazio-tempo come dice Alcubierre per poter davvero pensare ad un'impresa simile. Altro che navi generazionali e stupidaggini simili. Guardate l'aspetto positivo: il Sole non ci darà problemi per un altro miliardo di anni, direi che abbiamo tempo a sufficienza, per fare questo oppure estinguerci.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: Luke1
        Non è che non si può fare, è che lo sforzo non è
        proporzionato ai vantaggi. E' un discorso lungo
        ma forse oggi anche il grande pubblico dovrebbe
        rendersi conto che non siamo già giunti
        all'ultimo stadio del progresso tecnologico e che
        non dobbiamo per forza ostinarci ad una impresa
        impossibile con i mezzi inadeguati di cui
        disponiamo *adesso*. Tutti a stupirsi del perchè
        e del percome 40 anni fa si sia arnata
        l'esplorazione spaziale, perlomeno nelle forme
        previste nell'immaginario collettivo. Ma il punto
        è che all'epoca la nostra tecnologia aerospaziale
        non ci permetteva di fare altro se non toccare la
        Luna, dire che c'eravamo stati, e tornarcene
        indietro. Per dirla con Star Trek lo spazio è
        "l'ultima frontiera". Per esplorarlo sul serio
        occorre un concentrato di tecnologie, in gran
        parte ancora sconosciute, che saranno lo zenith
        di quanto oggi conosciamo in merito a fisica
        quantistica, nanotecnologie e biotecnologie.
        Primitivi. Primitivi. Primitivi. Qualcuno ha
        detto: "perchè non pensiamo prima a....". Ci sono
        almeno 1000 "pensiamo prima a", e d'altraparte
        non mi pare che l'amministrazione USA degli
        ultimi 40 anni abbia dissentito da questo punto
        di vista. Mettere in orbita satelliti, costruire
        le costellazioni GPS, questi sono stati i
        risvolti pratici dell'esplorazione spaziale, che
        hanno in effetti cambiato la nostra vita. Ma per
        quanto riguarda l'esplorazione del sistema
        solare, le distanze sono enormi, quasi
        impraticabili, occorre la ricerca di un diverso
        sistema di propulsione al di là da venire. E
        prima di pensare alla stella più vicina dovremo
        essere in grado di deformare artificialmente lo
        spazio-tempo come dice Alcubierre per poter
        davvero pensare ad un'impresa simile. Altro che
        navi generazionali e stupidaggini simili.
        Guardate l'aspetto positivo: il Sole non ci darà
        problemi per un altro miliardo di anni, direi che
        abbiamo tempo a sufficienza, per fare questo
        oppure
        estinguerci.Tutto vero, certo che se non investi in ricerca certe scoperte non le farai mai!Senza satelliti non avremmo le telecomunicazioni moderne, ne tantomeno il tanto in voga GPS, il Teflon e una miriade di altre coase che non sto qui ad elencare.Se uno non si confronta con un problema non lo risolverà mai, certo bisogna essere graduali, nessuno pensa con la tecnologia attuale di fare un viaggio su qualche stella vicina, ma certo incominciare a colonizzare lo spazio da qui a Marte è cosa plausibile e porterebbe sicuramente ad una serie di ricadute tecnologiche importanti.Il dire sempre ci sono altre priorità è il comodo alibi di chi alla fine non combina nulla!
        • Nexus scrive:
          Re: NON SI PUO' FARE!!!!
          Le grandi sfide poste dall'esplorazione spaziale spingono a cercare nuove soluzioni, che diverranno invenzioni e nuove tecnologie. La ricerca poi non sai mai a quale scoperte andrà incontro. Se non fossimo spinti dalla curiosità e dal cercare di superare i nostri limiti, saremmo ancora nelle caverne.
    • shevathas scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.
      Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o
      si fa' una breve capatina sulla
      luna....ROTFL
      Ma quando per mesi si viene bombardati...
      penso che non arriverebbero vivi a marte e gli
      eventuali
      scudi
      sarebbero piu' grossi di tutto il materiale USA
      mai posto
      esimio come ha calcolato lo spessore del materiale occorrente ?
      fuori dall'orbita fino ad oggi. Semplicemente
      ingestibile.
      pigliati fisica for dummies e poi ne riparliamo
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.
      Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o
      si fa' una breve capatina sulla
      luna....
      Ma quando per mesi si viene bombardati...
      penso che non arriverebbero vivi a marte e gli
      eventuali
      scudi
      sarebbero piu' grossi di tutto il materiale USA
      mai posto

      fuori dall'orbita fino ad oggi. Semplicemente
      ingestibile.


      http://allarovescia.blogspot.com/Fonti per queste tue affermazioni?
      • claudio scrive:
        Re: NON SI PUO' FARE!!!!
        - Scritto da: Enjoy with Us
        - Scritto da: claudio

        Il problema non e' andare e tornare ma sono i

        raggi



        http://allarovescia.blogspot.com/

        Fonti per queste tue affermazioni?Almeno tu non fai blabla ma chiedi una cosa precisa.Non leggo solo il web e non ricordo su quali dei libri/rivistevi erano calcoli precisi. Cmq son sempre gli stessi che rileggo da decenni.e' dagli anni 80 che si sa che quello e' il primo problema grosso da risolvere. Il secondo e' quello della massa carburante - payload. Gli altri sono bazzecole, al confronto.Per avere una protezione pari a quella dell'atmosfera terrestre,si dovrebbe avere uno scudo schermante contenente acqua, ma la MASSA sarebbe troppa 1000 tonnellate, se non ricordo male, per 6 persone. Un centinaio di viaggetti con lo shuttle... E' il motivo della ricerca di acqua sul nostro satellite.La seconda ipotesi fatta è quella di uno scudo magnetico o elettrostatico.La fonte di energia dovrebbe essere comunque enorme anche usando un reattore atomico.Quindi non lo dico io perche' mi alzo storto alla mattina ma perche' 30anni fa e' stato fatto un calcolo e nessuno lo ha smentito con nuove tecnologie. Le nuove tecnologie sarebbero avereuno shuttle 30 volte piu' grosso per portare su tutta quella roba.Oppure un nuovo sistema di produzione energetica grande un decimo.Tutta roba "facile" secondo i commentatori. Se e' cosi facile: fatelo!La corsa a marte e' per il momento solo una mossa politica per poter costruire un po' di affari come spirit e opportunity senza che il pubblico che vuole sentire cose piu' sensazionali, come fullhd, pixel e uomini su marte rompa le scatole.
        • shevathas scrive:
          Re: NON SI PUO' FARE!!!!

          ma la MASSA sarebbe troppa
          1000 tonnellate, se non ricordo male, per 6
          persone.
          oppure scudi con materiale molto più denso come il piombo. d'altra parte 10 cm di piombo di schermo, se non ricordo male, equivalgono, come protezione, a svariati metri d'acqua.
          • claudio scrive:
            Re: NON SI PUO' FARE!!!!
            - Scritto da: shevathas

            ma la MASSA sarebbe troppa

            1000 tonnellate, se non ricordo male, per 6

            persone.


            oppure scudi con materiale molto più denso come
            il piombo. d'altra parte 10 cm di piombo di
            schermo, se non ricordo male, equivalgono, come
            protezione, a svariati metri
            d'acqua.L'acqua e' piu' idonea alla bisogna, tanto che viene usata anche nei reattori, no?Cmq ammettendo che tu abbia ragione, e non e' cosi', uno strato di 10 centimetri di piombo non avrebbe massa molto diversa...Il piombo haime' e' denso.Se hai mai provato a sollevare un panetto di piombo sai che neanche roky usava un bilanciere di piombo, troppo peso.Figurati scagliarlo in orbita.
          • guast scrive:
            Re: NON SI PUO' FARE!!!!


            L'acqua e' piu' idonea alla bisogna, tanto che
            viene usata anche nei reattori,
            no? :| :| :|Alludi all'acqua utilizzata come moderatore ?
    • MaestroX scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      Una volta si diceva che l'uomo non poteva volare.Le cose che oggi sembrano impossibili non è detto che lo saranno per sempre.Però bisogna provarci...
    • petrestov scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.
      Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o
      si fa' una breve capatina sulla
      luna....
      Ma quando per mesi si viene bombardati...
      penso che non arriverebbero vivi a marte e gli
      eventuali
      scudiguarda si conoscono gli effetti dei raggi cosmici sugli esseri umani. basta vedere questo video di un documentario:[yt]qu9HBXOzGx0[/yt]e a meno di diventare la Cosa, ci sono solo vantaggi.P.S. Scherzo (non t'offendere). ;)
    • attonito scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      - Scritto da: claudio
      Il problema non e' andare e tornare ma sono i
      raggi
      cosmici.
      Finche' si sta' vicino al campo mag terrestre, o
      si fa' una breve capatina sulla
      luna....
      Ma quando per mesi si viene bombardati...
      penso che non arriverebbero vivi a marte e gli
      eventuali scudiperche' credi che abbiano preventivato di mandare gente matura?per vari motivi tra cui:A. gente a finie cariera e' esperta ed ha dato prova di affidabilita'B. minore trauma spicologico nel lasciare figli gia' grandi o almeno adolescenti.C. chi andra' - e si spera tornera' - da Marte sara' gente che poi nello spazio non ci andra' piu, proprio perche' si saranno gia cotti abbastanza di radiazioni cosmiche per il resto della loro vita.
    • MrT. scrive:
      Re: NON SI PUO' FARE!!!!
      Sicuramente ci sono dei problemi, come spiegato a pag 5 di questo PDF:http://prometeo.sif.it:8080/papers/online/sag/020/03-04/pdf/05.pdf
  • sal salli scrive:
    voglio vedere
    Perchè non vi sbrigate ??? Vorrei vedere l'impresa prima di morire cavolo !!
  • Steve Robinson Hakkabee scrive:
    E' da 40 anni che lo dicono....
    dovremmo esserci già andati da 10... per me finiscono qua:http://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=marte&ie=UTF8&hq=&hnear=Marte,+Piove+di+Sacco+Padova,+Veneto&ll=45.275792,12.033548&spn=0.04095,0.06197&z=14&iwloc=A
Chiudi i commenti