iPhone fa lo shopping assistant

Il negozio più vicino lo indica My Location. Disponibile ora anche su iPhone, ma solo in lingua inglese

Roma – Con una semplice e veloce ricerca sarà possibile trovare il negozio di mazze da golf più vicino o dove andare a mangiare senza allontanarsi troppo: grazie al melafonino. L’applicazione My Location è ora, infatti, disponibile per iPhone – purché aggiornato al firmware 3.0.

Ecco come funziona: visitando Google.com con Safari si decide se permettere al browser di utilizzare il proprio posizionamento GPS (sempre che sia attivo tra le opzioni). A quel punto, invece di inserire il generico codice postale della zona, sarà possibile ottenere tutte le informazioni sulle attività commerciali più vicine con precisione crescente a seconda della precisione della localizzazione satellitare.

La posizione geografica verrà salvata e le ricerche continueranno quindi a riferirsi a quella zona. A meno che non si decida di modificarla o aggiornarla.

L’applicazione My Location, lanciata nel 2007 per Google Maps, rimarrà disponibile dalla home page Google così da poter essere aggiornata di volta in volta e potrà in ogni caso essere disabilitata dall’utente.

Attualmente è disponibile per utenti statunitensi e britannici, solo in lingua inglese, non essendo stata rilasciata la versione per le altre lingue. Basta comunque collegarsi a google.com in luogo del più comune (in Italia) google.it per sfruttarla. Resta da capire se questa funzione sarà disponibile, ad esempio, per i terminali Android dotati di GPS. (F.R.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Già fatto in Italia
    in varie città girano macchine dei carabinieri / polizia con una telecamera che legge le targhe, e le confronta automaticamente con un database di auto rubate / ricercate.Non c'è nulla di male, finché i dati dei cittadini onesti vengono distrutti immediatamente e non usati per altri motivi.
    • p4in scrive:
      Re: Già fatto in Italia
      Vorrei dunque che qualcuno mi spiegasse perché quando l'auto di mia madre è stata rubata anni fa venne poi ritrovata grazie ai venditori del mercato e questo mirabolante capolavoro della tecnologia non ha trovato proprio niente.Possibili soluzioni al quesito:- Il sistema non funziona- Non fanno sufficienti ronde (e quella è una zona problematica)- Nessuno ca*a le segnalazioni sul monitor del computer di bordo- Se ne fre***o[ot]Notare poi che i suddetti venditori hanno chiamato la ex-municipale per ben tre settimane di fila segnalando la presenza di un veicolo abbandonato, la quale si limitava a mettere una multa (che nessuno ha pagato, essendo stato denunciato il furto del veicolo) e andare via. Alla terza settimana hanno dovuto quasi usare cattive maniere per fargli fare un controllo e scoprire che il mezzo risultava rubato.
    • Redpill scrive:
      Re: Già fatto in Italia
      Esatto, sempre che i carabinieri sappiano di averlo XD- Scritto da: Funz
      in varie città girano macchine dei carabinieri /
      polizia con una telecamera che legge le targhe, e
      le confronta automaticamente con un database di
      auto rubate /
      ricercate.
      Non c'è nulla di male, finché i dati dei
      cittadini onesti vengono distrutti immediatamente
      e non usati per altri
      motivi.
  • Redpill scrive:
    Streetview???
    Il paragone mi sembra decisamente azzardato, nel caso di Google si tratta di foto che vanno in rete e diventano pubbliche, oltretutto una volta in rete sono alla mercè di chiunque le voglia salvare. In questo caso la videosorveglianza mi sembra più che giustificata, accade già in diverse città italiane, per non parlare di molte linee di mezzi pubblici dove anziché le targhe riprendono le facce delle persone, e le stazioni ferroviarie e gli aeroporti?Ci sono telecamere ovunque che riprendono e tengono in memoria per 60 giorni o anche meno.Cosa ha di strano questa notizia? Che si sia reclamata l'iniziativa, avrebbero potuto farlo senza tanto clamore semplicemente non dicendolo.
Chiudi i commenti