Iran, ammazza lo scrittore col videogioco

L'associazione degli studenti islamici ha realizzato un videogame sulla tormentata esistenza di Salman Rushdie, condannato a morte con una fatwa dell'Ayatollah Khomeini. Si gioca per uccidere lo scrittore britannico
L'associazione degli studenti islamici ha realizzato un videogame sulla tormentata esistenza di Salman Rushdie, condannato a morte con una fatwa dell'Ayatollah Khomeini. Si gioca per uccidere lo scrittore britannico

Correva l’anno 1989. L’Ayatollah Ruhollah Khomeini lanciava una fatwa contro lo scrittore indiano (naturalizzato britannico) Salman Rushdie , autore dei celebri Versi Satanici . Rushdie veniva così condannato a morte per aver offeso la figura del Profeta Maometto e dunque dell’intera religione islamica .

Più di 20 anni dopo, Salman Rushdie è ancora vivo, sfuggito alla terribile scure iraniana. Sarà per questo che i membri dell’associazione studentesca islamica – organizzazione controllata a livello centrale – hanno realizzato un videogame dedicato alla tormentata esistenza dello scrittore di Bombay.

Presentata nel corso di un evento per la promozione dei valori islamici nel settore videoludico, la nuova esperienza di gioco permetterà agli utenti di assassinare Rushdie in diverse occasioni, ad esempio nel corso di un cocktail party nel quartiere newyorchese Upper East Side. Dopo tre anni di sviluppo, il gioco dovrebbe uscire a breve sul mercato iraniano. (M.V.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 07 2012
Link copiato negli appunti