Italia, DownloadZone al cimitero warez

Su ordine del Tribunale di Monza, il popolare forum che raccoglieva link a file protetti da diritto d'autore è stato sottoposto a sequestro. Secondo le indiscrezioni, sarebbero indagati due amministratori

Roma – “Certo che stiamo parlando seriamente. È morto per sempre. Dimenticatevelo”. Dopo i pressanti interrogativi degli utenti, gli amministratori di DownloadZone hanno consigliato l’immediata rimozione di tutti i mi piace dalla pagina Facebook dedicata al sito, dal momento che, si spiega, “2 admin (tra cui 1 ex admin) sono sotto custodia cautelare” e il sito è stato sottoposto a sequestro dal nucleo mobile della Guardia di Finanza di Paderno Dugnano (Milano) .

All’improvviso, sulla homepage di downloadzoneforum.net è apparso il sigillo delle fiamme gialle con un avviso di sequestro per violazione dell’art. 171-ter della legge 633/1941 sulla protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio. Su ordine della Procura della Repubblica al Tribunale di Monza, il portale per la condivisione di film e libri elettronici è stato sequestrato per violazione del copyright .

pecetta guardia di finanza

Facendo riferimento ai dati relativi al traffico web di Alexa, il 92 per cento dei visitatori del forum warez proviene dall’Italia, in particolare dalle città di Bergamo e Catania. Tra i vari cinguettii di condoglianze digitali , si apprende come due amministratori di DownloadZone sarebbero in attesa di processo dopo 6 anni di attività. “Hanno oscurato il sito e sequestrato il server, il mio PC e i miei hard disk”, ha raccontato uno degli admin su Facebook. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti