DDLFantasy: addio e grazie per tutti i download

Messaggio di commiato da parte del gestore della piattaforma dedicata a videogame, film e manga. Una chiusura dettata dai recenti casi di cronaca nell'universo globale del file sharing. Qualcuno punzecchia su Facebook
Messaggio di commiato da parte del gestore della piattaforma dedicata a videogame, film e manga. Una chiusura dettata dai recenti casi di cronaca nell'universo globale del file sharing. Qualcuno punzecchia su Facebook

“Mi spiace molto dare questa brutta notizia, ma visti i recenti avvenimenti credo sia meglio chiudere baracca prima che lo faccia qualcun altro”: inizia così un sintetico messaggio d’addio apparso sulla homepage del sito DDLFantasy.net , divenuto popolare in Italia per la possibilità di scaricare film, videogame e manga.

“Dopo diversi anni che DDLFantasy regna nel mondo del direct download , e dopo tutto quello che abbiamo passato insieme, come una grande famiglia – si legge ancora nell’avviso agli utenti – purtroppo è arrivato anche questo momento che nessuno di noi avrebbe potuto immaginare arrivasse cosi presto”.

Gli stessi gestori della piattaforma hanno ricordato i più recenti casi di cronaca, dalla chiusura di Megaupload all’arresto del serial releaser SIDCrew . “La caccia alle streghe sul diritto d’autore è aperta – conclude il gestore di DDLFantasy – Ringrazio di cuore tutto lo staff, i releaser e tutti gli utenti registrati. Addio!”.

Alcune precisazioni sono poi apparse sulla pagina Facebook del sito: il dominio DDLFantasy.net – e non il database, si precisa – sarebbe stato venduto. Alcuni utenti in blu hanno mostrato il più sentito cordoglio, altri hanno invece inveito contro il presunto sfruttamento dei downloader per guadagnare .

“Le donazioni erano libere – hanno spiegato i responsabili della piattaforma – nessuno vi ha mai chiesto di donare per usufruire del sito. Il sito era gratis e non a pagamento. Anche con i server su Marte si è ugualmente perseguibili, in quanto le leggi in Italia le fa chi ha potere e soldi!”.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 03 2012
Link copiato negli appunti