Italia, nuova campagna di BSA

L'associazione dei produttori di software proprietario scrive alle imprese italiane spiegando che l'illegalità è... salata. Un'azione definita di moral suasion

Roma – Annunciata nei giorni scorsi, sta ora partendo una nuova campagna di BSA Italia indirizzata alle imprese italiane, ancora una volta per indurre imprenditori ed industriali a non ricorrere a software illegale e a non installare programmi proprietari in quantità superiore a quanto previsto dalle rispettive licenze.

Sono 20mila società su tutto il territorio nazionale quelle che verranno contattate da BSA, imprese che gestiscono un “parco computer” compreso tra 25 e 250 PC. Tutte riceveranno nei prossimi giorni una lettera, concepita come lo strumento “che meglio ci consente – per dirla con una nota dell’ associazione dei produttori di software proprietario – di sviluppare un dialogo diretto con i responsabili delle imprese”.

“Scopri il gusto dell’illegalità”, recita il banner che promuove la campagna, che associa a contenitori da tavola per il sale il concetto secondo cui “l’Illegalità è salata”.

Norberto Didier, vicepresidente di BSA Italia, ha sottolineato che alle campagne precedenti, pensate per “sollevare la consapevolezza del problema (pirateria, ndr.) nel pubblico in generale” seguono ora nuove strategie. “Noi – ha spiegato – abbiamo sviluppato strumenti di software asset management che possono aiutare le aziende a non incorrere nei rigori della legge previsti per chi utilizza illegalmente il software. Inviare una busta direttamente sulla scrivania del manager ci consente di attivare un canale di comunicazione assai più focalizzato ed efficace presso chi effettivamente è responsabile di queste risorse all’interno dell’organizzazione”.

Il messaggio di fondo della campagna è ribadire le conseguenze economiche, fiscali ed occupazionali dell’uso illegale del software nelle imprese, un “costume” non certo solo italiano, ma che in Italia è particolarmente sviluppato, e che a detta dei produttori provoca anche un danno alla competitività internazionale delle imprese nostrane.

“La probabilità di incorrere in situazioni di duplicazione abusiva è quindi abbastanza elevata – spiega BSA – con conseguenze potenziali molto serie per l’azienda ed i suoi responsabili; tra queste rientrano anche il sequestro dei PC, che potrebbe anche compromettere seriamente la continuità operativa aziendale, e il danno all’immagine ed alla reputazione se la notizia dell’illecito commesso si diffondesse nella “comunità” (clienti, fornitori, partner,…) a cui l’azienda appartiene e si rivolge”.

L’idea di fondo, dunque, è prevenire , spiega BSA, perché ciò che potrebbe accadere a chi non sta alle regole del gioco può rivelarsi molto pesante, anzi molto “salato”.

In questo senso BSA ricorda che oltre alle conseguenze dirette della violazione del diritto d’autore, sul piano civile e su quello penale, ci sono altri rischi in ballo , ad esempio il fatto che eventuali pendenze di tipo penale e civile rientrano tra i numerosi parametri di valutazione del rischio di credito di un’impresa “ed incidono quindi sul suo default rate, ovvero l’indice che misura il merito creditizio e, quindi, l’affidabilità dell’azienda. Anche l’eventuale coinvolgimento dei responsabili aziendali in procedimenti giudiziari innalza il profilo di rischiosità dell’azienda, fattore che, con il precedente, potrebbe rendere decisamente più difficile ed oneroso l’accesso alle fonti di finanziamento”.

Con l’occasione, BSA ricorda alle aziende italiane che sul proprio sito sono attivi una serie di strumenti pensati tanto per analizzare il parco software a disposizione dei propri computer quanto per individuare eventuali situazioni di illegalità.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • luMax scrive:
    DTT e videoregistrazione
    E' veramente una cosa disdicevole. Non ditemi che si era pronti a partire con il DTT. Chi non ha il decoder incorporato fatica anche solo ad accendere la TV (in particolare gli anziani). I soldi spesi in videoregistratori , "cassette" e "dvd-rw", possiamo considerarli persi. In compenso, i SOLITI, guadagnano sempre di piu (decoder, nuovi TV, abbonamenti alle pay tv) e presentano denunce dei redditi sempre più povere. E' questa la democrazia, la libertà, il libero mercato, l'uguaglianza fra i cittadini, etc.? Provate a chiarirmi questi concetti! LuMax
    • ILCrueione scrive:
      Re: DTT e videoregistrazione
      - Scritto da: luMax
      Provate a chiarirmi questi concetti! LuMaxSemplice: visto l'andazzo generale se una persona in difficoltà vuole sbarcare il lunario gli conviene fare il rapinatore :(...male che gli vada si ritrova con vitto e alloggio pagati dallo statoSaluti
  • gionni gionni scrive:
    bravi
    ma perchè non eliminate questi articoli di 3 anni fa, che per di più annunciavano cose che non sono avvenute. Non fate altro che impallare i motori di ricerca!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e Valle d'Aosta
    Ma perche' in un paese libero e democratico le persone devono essere obbligate a utilizzare il decoder- perche' non lasciare l'opzione a sky e agli altri enti a pagamento e comunque diluire nel tempo- perche' oscurare completamente ilsegnale analogico- e' incompatibile con il digitale? du chi e' la ditta che vende i decoder?..............vedi Dini e company
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

      Ma perche' in un paese libero e democratico le
      persone devono essere obbligate a utilizzare il
      decoderPerché l'Unione Europea ha stabilità così, quando era presieduta da Romano Prodi.
      perche' oscurare completamente
      ilsegnale analogicoPerché tutto nel mondo sta passando al digitale, se non te ne fossi accorto. Dalle tv ai telefoni, dal termometro ad internet, alla fotografia. Dalla musica ai film. Tutto quanto.Forse non l'avevi ancora notato......sei rimasto indiestro?
      e' incompatibile con il
      digitale?Un LP è compatibile con i cd?Eppure ti hanno obbligato a passare da lp a cd, visto che nessuno produce più lp e i pochi giradischi rimasti costano un patrimonio.Hai fatto fuoco e fiamme al passaggio?L'Ue e gli Stati Uniti hanno deciso il passaggio al digitale. Perché permette di ridurre l'inquinamento elettromagnetico, permette di avere servizi aggiuntivi, applicazioni della pubblica amministrazione (anche se molto semplici), permette di avere audio bilingue, video di qualità superiore.Ecco che il passaggio è stato stabilito.E noi ci dobbiamo adeguare.
      di chi e' la ditta che vende i
      decoder?Ma ti pare che ci sia una sola ditta?Poi devi distinguere fra chi produce e chi distribuisce. Non puoi dire solo "chi vende".Chi produce è ovviamente la Cina. Visto che la quasi totalità dei prodotti elettronici viene prodotta lì o in India. Quando ai produttori, ce ne sono un po' di tutti i Paesi...tranne italiani, visto che la Mivar, unica impresa italiana del settore, sta fallendo.I distributori invece sono, almeno in Italia, quasi tutti francesi o tedeschi. L'unica catena distributiva grande e italiana è la Coop, società cooperativa che in quanto tale non può crescere molto.Hai chiarito i tuoi dubbi?Ora rasegnati e corri a prendere un decoder.Tanto lo switch off ci sarà ovunque, dalla Finlandia nel Nord alla Spagna nel Sud, pure se tu continui a lamentarti.
  • Anonimo scrive:
    INCREDIBILE vicenda solo italiana
    http://www.yos.it/it/video/clip_view.asp?id=216
    • Anonimo scrive:
      Re: INCREDIBILE vicenda solo italiana
      - Scritto da:
      http://www.yos.it/it/video/clip_view.asp?id=21Guarda che il digitale terrestre c'è in tutta Europa e in Usa.Idem per la pay tv.Solo in Italia ci sono i soliti coglioni retrogradi che hanno paura del progresso.Ricordo ancora quando sinistri personaggi di un tempo marciavano contro la tv a colori e volevano che la rai continuasse a trasmettere solo in bianco e nero.Va bene che siamo in Italia, ma certe cose sono davvero ridicole.
  • Anonimo scrive:
    MADOOOOOOOOOOOO
    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1471825&m_rid=0
  • ignazio scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
    Vorrei anche io dire la mia ca...taSe anzicché vendere quei carramponi da 150 euro che permettono l'interattività (bloccando la linea telefonica e quindi pagando come se si telefonasse)e che permettono pagando ulteriormente di vedere un film stravecchio perché nelle altre reti c'è un film ultravecchio o un reality, ci avessero dato o pure venduto per pochi euro dei semplici decodificatori di segnale digitale-analogico, permettendoci così di vedere la nostra seconda TV, forse le cose sarebbero andate un pò meglio.Ma siccome l'obiettivo non è farci vedere meglio la TV ma farci spendere di più, allora.....
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

      Se anzicché vendere quei carramponi da 150 euroVeramente costano intorno agli 80 euro.Se te li vendono a più, ti stanno quasi derubando.
      che permettono l'interattività (bloccando la
      linea telefonica e quindi pagando come se si
      telefonasse)Veramente òa maggior parte delle applicazioni è gratuita. Si paga solo il televoto.
      e che permettono pagando
      ulteriormente di vedere un film stravecchioVeramente ci sono film in prima tv in contemporanea all'uscita su dvd.Ora c'è pure OC e la serie completa de I SOPRANO, per chi è interessato i prezzi sono abbordabili. In più non si vede nessuna pubblicità.
      ci avessero dato o pure venduto per
      pochi euro dei semplici decodificatori di segnale
      digitale-analogico, permettendoci così di vedere
      la nostra seconda TVVeramente sei libero di non comprare le tessere ricaricabili ed usare solo l'interattività free.Se vuoi puoi anche comprare un semplice zapper a 40 euro o giù di lì (come negli altri Paesi).Diciamo di sì...hai sparato la tua cazzata.
  • wyxyx scrive:
    DTT di destra e di sinistra.
    OTMi sembra che quelli daccordo al DTT siano sopratutto quelli destrosi, quelli cotrari sopratutto quelli si nistrosi.Il DTT è stato voluto dall'ultimo governo Dalema, in seguito a direttive comunitarie.Io vivo in sardegna ed il segnale è ottimo, maglio del satellite. Ho un solo decoder, regalato dal contributo, aspetto con ansia lo swith off per farmi due grasse risate...Mi immagino le telefonate ai carabinieri per dire... "AIUTO non vedo più la tv!!"I poveracci come faranno a comprare 3 decoder per ogni tv? Ma se sono poveracci come fanno ad avere 3 tv?Uhm.... mi verrebbe voglia di trollare, ma poi mi mettono nella sezione x...Ciao Giancarlo
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT di destra e di sinistra.

      Mi sembra che quelli daccordo al DTT siano
      sopratutto quelli destrosi, quelli cotrari
      sopratutto quelli si
      nistrosi.Sembra anche a me: una gran cazzata, visto e considerato che il digitale terrestre è nato in Italia con legge della sinistra poi riconfermata dalla destra.Il dtt è europeo, non un'invenzione di Prodi o di Berlusconi.Poi c'è sempre chi per cagnara parla di conflitti dove in realtà non ci sono.Il dtt ci sarà in tutta Europa, così come le direttive europee impongono.E questo indipendentemente da quel che dicano sinistri e destri.
      Mi immagino le telefonate ai carabinieri per
      dire... "AIUTO non vedo più la
      tv!!"LOL. C'è pure un numero verde che si può chiamare per avere informazioni sul dtt...
      I poveracci come faranno a comprare 3 decoder
      per ogni tv? Ma se sono poveracci come fanno ad
      avere 3
      tv?Questo lo penso pure io.Non si deve per forza avere la tv in casa.Chi vuole averla paga.Cmq ho sentito dire che in Sardegna i contributi statali non vengono utilizzati, eppure nei centri commerciali appena si fa un'offerta sui decoder dtt, quest subito vengono venduti...non sarà che nessuno paga il canone?
  • Anonimo scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e Valle d'Aosta
    L'italia è sempre indietro anche grazie a chi crede che le nuove tecnologie e i soldi per attuarle non servano a niente, Io abito a Selargius a 2 chilometri da cagliari è il digitale terrestre funziona benissimo. Anche a quartu funziona benissimo, se due persone a Cagliari non lo vedono bene chiamino l'antennista invece di far da sè.
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      - Scritto da:
      L'italia è sempre indietro anche grazie a chi
      crede che le nuove tecnologie e i soldi per
      attuarle non servano a niente, Io abito a
      Selargius a 2 chilometri da cagliari è il
      digitale terrestre funziona benissimo. Anche a
      quartu funziona benissimo, se due persone a
      Cagliari non lo vedono bene chiamino l'antennista
      invece di far da
      sè.hai capito tutto...bravo, complimenti anzi complimentoni!!!!! :@ :@ :@ :@ :@ Guarda sei un genio...è un piacere parlare con gente come te!!!Se Il decoder lo si deve pagare (e anche caro)...se lo possono tirare su per il deretano!!!Non possono costringere milioni di utenti a spendere una barca di soldi solo per fare contenti loro e il nano trapiantato per vedere la TV (che è diventatta una merda oltretutto)!!!Se non l'hanno ancora capito...a breve l'Italia entrerà in guerra civile altro che DTT ;)
      • borg_troll scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:
        Se Il decoder lo si deve pagare (e anche
        caro)...se lo possono tirare su per il
        deretano!!!
        Invece la gente lo comprerà, quanto scommetti?
        Non possono costringere milioni di utenti a
        spendere una barca di soldi solo per fare
        contenti loro e il nano trapiantato per vedere la
        TV (che è diventatta una merda
        oltretutto)!!!
        Eccome se possono, e lo faranno.
        Se non l'hanno ancora capito...a breve l'Italia
        entrerà in guerra civile altro che DTT ;)
        Non ci sarà nessuna guerra civile. Il DTT è qui e ce lo terremo, volenti o nolenti.Fattene una ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        L'italia è sempre indietro anche grazie a chi

        crede che le nuove tecnologie e i soldi per

        attuarle non servano a niente, Io abito a

        Selargius a 2 chilometri da cagliari è il

        digitale terrestre funziona benissimo. Anche a

        quartu funziona benissimo, se due persone a

        Cagliari non lo vedono bene chiamino
        l'antennista

        invece di far da

        sè.
        Se Il decoder lo si deve pagare (e anche
        caro)...se lo possono tirare su per il
        deretano!!!Ma che credi che ti sia tutto dovuto?I decoder sono a pagamento, visto che ci sono imprese e lavoratori che devono sopravvivere.Se tu non pagassi nulla, i lavoratori non mangerebbero! E se pagasse lo Stato, sarebbe come far pagare te indirettamente. In ogni caso paghi.Cmq per la Sardegna c'è il contributo statale e regionale di ben 90 euro. Alcuni decoder sono sotto gli 80 euro, quindi in pratica paga lo Stato.
        Non possono costringere milioni di utenti a
        spendere una barca di soldiInvece Europa e Usa hanno deciso così. Ci si deve adeguare.
        solo per fare
        contenti loro e il nano trapiantatoMa tu sei ossessionato da Berlusconi?Guarda che ora c'è il Prodino, non puoi prendertela a vita con Berlusconi...il Digitale Terrestre c'è pure in America, in Finlandia, Francia e nel resto dell'Europa...è c'è nonostante manchi Berlusconi.Sarà perché non è stato Berlusconi, ma la Commissione Europea a definire come standard il Digitale Terrestre in sostituzione dell'analogico?
  • Anonimo scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
    Allora ho fatto bene a non farmi abbindolare e prendere questo famoso DGTT... ;) ;) ;) ;) ;) ;)Oltretutto 70 o più mi sembrano del tutto fuori luogo per una cosa che in teoria dovrebbe essere data quasi gratis..visto che il DGTT lo faranno diventare come la TV analogica...e quindi normale.Io l'avevo detto al mio amico...ocio che ti fai fregrare solo i soldi, vedrai che sto DGTT sarà una bella trollata e lui bello che contento ha buttato nel water 90 (e si c'era il pacchetto mediaset...)Oltretutto mi piace che secondo lui dal 2007 la tv si potrà vedere solo sul dgtt: Ancora in ITALIA forse non si son resi conto...che abbiamo i maroni girati...e che L'Italia va sempre più in giù...altro che dgtt :@
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

      Allora ho fatto bene a non farmi abbindolare e
      prendere questo famoso DGTT.Hai fatto bene?Tra qualche anno sarai costretto a comprare ugualmente un decoder...solo che lo acquisterai senza contributo statale...vedi tu se hai fatto bene...
      Oltretutto 70 o più mi sembrano del tutto fuori
      luogo per una cosa che in teoria dovrebbe essere
      data quasi gratis..visto che il DTT lo faranno
      diventare come la TV analogica...e quindi
      normale.Il tuo ragionamento non significa nulla.I decoder sono prodotti da delle imprese con dei lavoratori. I lavoratori vanno pagati, quindi i decoder hanno un prezzo che remunera imprenditore e lavoratori. = i decoder si pagano.Se fossi stato meno fesso avresti usufruito dell'incentivo statale riservato a chi paga onestamente il canone rai. E avresti preso il decoder "quasi" gratis.
      L'Italia va sempre più in
      giù...altro che dttL'Italia va giù? In cosa?Chiarisci il tuo pensiero. Non fare la solita sinistra propaganda del tutto va male, tutto andrà peggio...si stava meglio quando si stava peggio...sti proverbi esistono dalla notte dei tempi.Il dtt va adottato in tutta quanta l'Europa. Fattene una ragione.
  • Anonimo scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e Valle d'Aosta
    Per quanto mi riguarda, ancora una volta "Cristo si...è fermato ad Eboli". Infatti abito 5 km a sud-est di questo grosso centro. Ho acquistato, con molta riluttanza, l'anno scorso il decoder...ma il segnale qui da me non arriva, nessun canale...Ad Eboli, qualcosa si vede...Da Carlo Levi ad oggi...pare non esser cambiato nulla (sorrido). Grazie e cordialitàFrancesco A.
  • pomata scrive:
    Ma il satellite...
    Ma il satellite adotta la stessa tecnica, ha già i stessi canali presenti sul dtt e molti altri gratis, può fare le stesse identiche cose, raggiunge chiunque e ovunque senza salti mortali per il puntamento dell'antenna, ed in più, gia in molti lo avevano e sopratutto... NON C'ERA BISOGNO DI SPENDERE MILIONI DI EURO DEI CONTRIBUENTI PER RICONVERTIRE I TRASMETTITORI ATTUALI, senza dimenticare che con l'adozione totale del satellite si sarebbe abbattuto e non di poco l'inquinamento elettromagnetico oltre ad evitare ulteriori deturpazioni del paesaggio!!! Dimenticavo, se no certi personaggi come facevano ad arricchire ulteriormente le loro tasche?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il satellite...

      PS. ma Voi.. dove vivete? nel mondo che non c'è?Se tu sapessi scrivere meglio, capiremmo qualcosa del tuo post...Il dtt permette di ridurre l'elettrosmog. Questo è un dato di fatto. Se poi le onde elettromagnetiche possano fare male o meno, non si sa ancora. Se tu hai già la risposta, rendila nota al mondo.
  • Anonimo scrive:
    UNICA CERTEZZA: CONSUMATORI FORTI
    La Fondazione Bordoni rappresentata dall'Ing. Trigila fa molte considerazioni a sproposito.Sarebbe stato più onesto ammettere i propri errori e proporre qualcosa di nuovo.Nella sua intervistà, però, finalmente fa un'affermazione inportante. RICONOSCE UN RUOLO FONDAMENTALE ALLE ASSOCIAZIONI CONSUMATORI.SONO RIUSCITE, SECONDO LUI, A FERMARE IL DIGITALE TERRESTRE. Credo che faccia piacere sapere che i cittadini riescono a far modificare le cose, spesso siamo convinti del contrario.
  • sirbone72 scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
    Nell'intervista ho letto due "bestialità": la prima, relativa al fatto che 100 e ro non sono poi molti per acquistare un decoder (inutile); la seconda, che un computer con solo una connessione a 56k non sarebbe obsoleto!In che mani siamo! E questo sarebbe un ingegnere? Io vivo in Sardegna e non voglio sborsare soldi per un decoder: si tratta di una tassa camuffata e come tale dovrebbe essere catalogata!Sono indignato!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 12.43-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

      Nell'intervista ho letto due "bestialità": la
      prima, relativa al fatto che 100 e ro non sono
      poi molti per acquistare un decoder (inutile); la
      seconda, che un computer con solo una connessione
      a 56k non sarebbe
      obsoleto!
      In che mani siamo! E questo sarebbe un ingegnere?Dal tuo post si evince solo la tua ignoranza.Col digitale terrestre si riceve ad una velocità di 24Megabit/s, un'enormità rispetto alle adsl attualmente in commercio.Il modem a 56k non serve per la ricezione ma per l'invio dei dati (ad oggi è usato pochissimo). E t'assicuro che per inviare i pochissimi dati che si possono inserire con un telecomando, pure un modem a 14k sarebbe stato sufficiente. Ce n'è uno a 56k, che vuoi di più?
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

        che vuoi di più?Nulla, teneteveli pure i vostri decoder DDT
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

          Nulla, teneteveli pure i vostri decoder DDTE' divertente notare come chi è contro il Dtt non abbia mai alcun argomento.Ti riscrivo, per comodità tua, quel che ho scritto sopra:Col digitale terrestre si riceve ad una velocità di 24Megabit/s, un'enormità rispetto alle adsl attualmente in commercio.Il modem a 56k non serve per la ricezione ma per l'invio dei dati (ad oggi è usato pochissimo). E t'assicuro che per inviare i pochissimi dati che si possono inserire con un telecomando, pure un modem a 14k sarebbe stato sufficiente. Ce n'è uno a 56k.Vediamo se puoi contraddire qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    SEMPLICEMENTE NON HA RAGION D'ESISTERE
    soldi buttati al vento, e sono sempre gli stessi che li raccolgono.
    • Anonimo scrive:
      Re: SEMPLICEMENTE NON HA RAGION D'ESISTE

      soldi buttati al ventoNe sai più tu dell'Unione Europea intera, dell'Italia, degli Stati Uniti? Tutti luoghi in cui i8l dtt si sta affermando. Tutti luoghi in cui a breve ci sarà lo switch off.Per una volta siamo avanti rispetto agli altri e dobbiamo tornare indietro? Mica siamo coglioni...
      • Anonimo scrive:
        Re: SEMPLICEMENTE NON HA RAGION D'ESISTE
        - Scritto da:
        Per una volta siamo avanti rispetto agli altri e
        dobbiamo tornare indietro? Mica siamo
        coglioni...Cribbio ben detto.. che shennò mi chiudon Rete4! L'Emilio shul shatellite non ce lo posso mica mandare eh!
        • Anonimo scrive:
          Re: SEMPLICEMENTE NON HA RAGION D'ESISTE
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Per una volta siamo avanti rispetto agli altri e

          dobbiamo tornare indietro? Mica siamo

          coglioni...

          Cribbio ben detto.. che shennò mi chiudon Rete4!Ma ancora con la storia di Rete4?Fede probabilmente si ritirerà. Avrai ancora da ridire su Rete4? L'odio verso Berlusconi avrà ancora vita lunga?Qui si parla di digitale terrestre, una tecnologia che si sta sviluppando nel mondo intero, non solo in Italia. E qui chi è contro lo fa solo per odio personale e ossessivo verso un uomo politico.Fai e fate pena.Torna a parlare di fatti concreti, lascia perdere la politica. Ora c'è il Prodino, tienitelo stretto finché dura.Il digitale terrestre c'è qui e c'è ora. E in futuro, sarà obbligatorio per tutti gli europei. Così stabiliscono le direttive europee. Così ci dobbiamo adeguare.
  • Anonimo scrive:
    Il DTT in Italia ..
    è stato voluto solo per far arricchire una persona , solo per evitare che una rete televisiva che utilizza abusivamente ancora oggi una frequenza regolarmente acquistata da una piccola rete privata non venisse spedita sul satellitare.Il DTT in italia è stato fatto solo per far felice quella persona che finalmente ieri ha dato le sue dimissioni e spero che non torni più a fare le zozzerie che ha fatto in questi ultimi 5 anni.http://italy.indymedia.org/news/2005/12/937231.phpUn Lampeggio ThEViRuZ
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DTT in Italia ..

      è stato voluto solo per far arricchire una
      persona,Chi? Prodi? No...perché la legge di passaggio al digitale è stata fatta dalla sinistra nel marzo 2001...e le prime sperimentazioni in Italia si sono avute nel 1996, quando al governo c'era proprio il prodino...E in Germania, Francia, Inghilterra, Spagna, Finlandia (non vorrai che ti scriva tutti i Paesi dell'Ue...), Stati Uniti...tutti Paesi in cui è stato Berlusconi a richiedere il passaggio al Digitale Terrestre?Dai, la campagna elettorale è finita, i coglioni sono pochini, rispetto a quanto si credeva, ora si può tornare a ragionare senza piazzare in mezzo ogni volta l'odio verso Berlusconi: il digitale terrestre è una realtà nel mondo, non in Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il DTT in Italia ..
        - Scritto da:

        è stato voluto solo per far arricchire una

        persona,
        Chi? Prodi? No...perché la legge di passaggio al
        digitale è stata fatta dalla sinistra nel marzo
        2001...e le prime sperimentazioni in Italia si
        sono avute nel 1996, quando al governo c'era
        proprio il
        prodino...

        E in Germania, Francia, Inghilterra, Spagna,
        Finlandia (non vorrai che ti scriva tutti i Paesi
        dell'Ue...), Stati Uniti...tutti Paesi in cui è
        stato Berlusconi a richiedere il passaggio al
        Digitale
        Terrestre?

        Dai, la campagna elettorale è finita, i coglioni
        sono pochini, rispetto a quanto si credeva, ora
        si può tornare a ragionare senza piazzare in
        mezzo ogni volta l'odio verso Berlusconi: il
        digitale terrestre è una realtà nel mondo, non in
        Italia.Quto in toto!!!I co..... sono pochini?Il 50 per cento, purtroppo...Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Il DTT in Italia ..
          Io mi sono affacciato da queste parti solo perché speravo di poter dare un qualche contributo con umiltà e buona educazione, ma soprattutto per ottenere risposte...Qui tra chi si sente un dio perché chiama l'antennista e non SA far da sé, tra chi dice che la campagna elettorale è finita e continua a far capire perché gli piace Berlusconi (usa spesso il termine "coglioni" forse perché gli viene facile la rima con il cognome oppure perché, spesso, chi si vanta di certi attributi evidentemente non li ha...)c'è poco da capire.Siamo d'accordo: il digitale non l'ha voluto Berlusconi, ma poi visto che c'era, la sua famiglia (non lui, per carità) ha acquisito il monopolio della vendita dei decoder...D'accordo: l'allora governo di centro-sinistra, per non ferire la sensibilità di tutti coloro che non si sentono "coglioni" sol perché magari credono che i "comunisti" mangino i bambini...ha graziosamente concesso al Sig. Berlusconi di salvare una delle sue reti...D'accordo: il DTT lo vuole l'U.E. ma, adesso, se è possibile...si potrebbe sapere da qualcuno che ne sa davvero qualcosa, insomma con competenza,con educazione ed intelligenza per favore, se non è troppo chiedere,... chi sono davvero i "coglioni"?Attenzione, dato il clima "amichevole e raffinato" avverto: non mandatemi a quel Paese perché ci vado già da solo...magari cerco compagnia...Se qualcuno vuole... Mi scuso per l'involontaria, eventuale, scurrilità. Del resto ho cercato di adeguarmi al livello. Grazie per la cortese attenzione. Ciao.Franz(P.S.) Qualcuno [un certo Giolitti] quasi un secolo fa ha detto: "Governare gl'Italianinon è difficile...E' inutile"...Che avesse ragione?!?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 maggio 2006 21.31----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 maggio 2006 21.36-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..

            Siamo d'accordo: il digitale non l'ha voluto
            Berlusconi, ma poi visto che c'era, la sua
            famiglia (non lui, per carità) ha acquisito il
            monopolio della vendita dei
            decoder...Mi piacerebbe farti sapere che Berlusconi e la sua famiglia non hanno affatto il monopolio dei decoder...Semmai è Sky che lo ha per il satellite, ma quello è un altro discorso.Per avere il monopolio della vendita di decoder, Berlusconi (o la sua famiglia, come preferisci) dovrebbero essere proprietari della Telesystem, della ADB, della Humax, della Philips, della Nokia, della Samsung, della Thomson, della Nordmende, della Siemens, della Motorola e di altre decine di produttori di decoder. Ci sono circa un centinaio di diversi decoder. La famiglia Berlusconi ha venduto fino a qualche tempo fa un solo decoder targato Amstrad che in realtà era un semplice scatolotto cinese che i Berlusconi compravano in Cina e rivendevano in Italia attraverso una mera attività distributiva, né più né meno quel che fa Carrefour o Auchan. Se questo per te è monopolio, mi sa che hai le idee molto confuse.O forse sei qui solo per trollare e fare la solita sinistra propaganda politica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..
            Mi rendo conto che essendo tu un fan e, probabilmente uno che non riesce a guardare il complesso delle cose, continui a prendere, di un intervento un po' più articolato anche se modesto, solo quello che t'interessa...Prendo atto del fatto che non hai risposto alla mia domanda fondamentale: ...o forse devo ritenere di sì...Mi dispiace per te...Ultras Berlusconiano...perché persino coloro che lo hanno votato, per lo più appartenenti agli alleati, almeno i più obiettivi ritengono ed ammettono che il cavaliere sia indifendibile...In ogni caso a me la polemica politica interessa poco...Tuttavia sottolineo che non sono io ad aver citato più volte Il Signore che tu e solo tu ritieni un santo...Fatto sta che il livello di cultura politica è diventato così basso da quando certe persone sono scese in politica con la scusa di salvare l'Italia da una dittatura comunista che, a chi mi chiama coglione perché non lo voto, io posso ben dargli del "delinquente, agitatore politico, bugiardo e corrotto" con pochi timori di essere smentito...Quanto all'accusa che mi rivolgi...Non c'è bisogno di essere ricercatori universitari per capire che un tizio può avere interessi sparsi in tutte le aziende di un certo settore...direttamente o indirettamente...La tua accusa o difesa è davvero risibile, anche nel caso dovessi aver esagerato.Del resto, non è pregiudizio ti assicuro, basterebbe voler vedere davvero chi fa girare i capitali nel nostro Paese, intorno a chi girano, e quanti sono "i veri ricchi", per rendersi conto che ci sono molti interessi e pochi interessati...Insomma le oligarchie economiche non le ho inventate io...E oggi come ieri, chi controlla l'economia controlla anche la politica...Comunque, mi scuso, ma non ho alcuna intenzione di proseguire questa squallida ma purtroppo vera discussione...Mi resta sullo stomaco l'acquisto di un apparecchio che per ora non mi serve, e che forse non mi servirà più quando la DTT si vedrà anche a casa mia...Ma i veri problemi sono altri...Ripeto: diceva Giolitti- "Non è difficile governare gl'Italiani...E' inutile..."Aurevoir ai coglioni di sinistra...ma pure a quelli di destra...A proposito: ma esiste un Pensiero di Destra...??? Un'ideologia di destra???...Ah già, tanto che importa? Questa parola di questi tempi non è più di moda...Ciao, buon divertimento...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..

            continui a prendere, di un
            intervento un po' più articolato anche se
            modesto, solo quello che t'interessa...Allora. Parlavi di monopolio nella vendita di decoder e ti ho dimostrato, come se ce ne fosse bisogno, che hai detto una grandissima stronzata. Ci sono decine e decine di decoder diversi in vendita. E nessuno di questi è prodotto dalla Fininvest o da Mediaset o dalla famiglia Berlusconi. Il fatto che u alcuni decoder trovi la carta MP deriva da puri accordi commerciali (ma immagino che tu nemmeno sappia cosa sono).
            a me la polemica politica interessa
            poco...Dalla foga con cui scrivi cose palesemente sbagliate, sempre andando contro un'unica persona...mi pare proprio che a te interessi solo fare propaganda.
            Il Signore che tu e solo tu
            ritieni un santoFalso. E lo sai!Nessuno è un Santo, se non quelli nominati dalla Santa Madre Chiesa.
            di salvare l'Italia da una dittatura comunistaChe palle, ma non dicevi di non voler parlare di politica? Tutto il tuo intervento sembra scritto per fare campagna elettorale...ma ti ricordo che le elezioni sono passate da un pezzo. Qui si parla di Digitale Terrestre. E ancora non hai detto cosa ci sia di sbagliato in questa tecnologia. E soprattutto non hai spiegato per ché in Italia se c'è il dtt è per fare il favore a Berlusconi, mentre se c'è all'estero (in tutta Europa e in Usa) nessuno si scandalizza.
            io posso ben dargli del "delinquente,Mi are che tu stia offendendo qualcuno che nemmeno può difendersi.Ma non avevi detto che non ti vuoi mettere a parlare di politica?
            ci sono molti interessi e pochi
            interessati.E questo solo in Italia?Si chiamano lobby ed hanno tutto il diritto di esistere. Hai presente gli Usa?Il Digitale Terrestre andrebbe fermato a causa dell'esistenza delle lobby? Se ragioni in modo così insensato e puerile, probabilmente sei contro l'introduzione di qualsiasi tecnologia. Visto che in ogni caso c'è qualcuno che ci guadagna denaro. Ma ti faccio fare la scoeprta dell'acqua calda: il progresso non arricchisce solo qualcuno in termini di denaro, ma permette il progresso di tutti. Sono benefici reciproci.
            ma non ho alcuna intenzione
            di proseguire questa squallida ma purtroppo vera
            discussione.A me sembra che stai continuando a portare avanti a tua propaganda...poi giudicheranno i pochi lettori rimasti a seguirti.
            Ma i veri problemi sono
            altriLa fame nel mondo?
            ma esiste un Pensiero di
            Destra...??? Un'ideologia di destra???Per carità...e tu eri quello che non voleva parlare di politica! Come sei coerente con le tue posizioni!Il centro-destra italiano non ha un'ideologia. E questo per nostra fortuna. Con le ideologie vecchie di un secolo non si va da nessuna parte.Torna a parlare di pro e contro del Dtt, sempre che tu sia in grado di indicare qualche contro. Visto che fino ad ora, oltre ad urlare al conflitto di interessi o all'odio che provi per Berlusconi, non hai saputo dire altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..
            L'ultima risposta che meriti...ma nemmeno te ne accorgerai, data la tua ottusità ....bocca e tasto luridi di latte acido ( a me puerile?)...è il silenzio...Avevo cominciato con intenzioni pacifiche...ma ho trovato uno dei pochi veri coglioni...Ho sprecato solo tempo e parole...questo l'unico rammarico...Caro signor so tutto...Ennesima tua castroneria: il povero sig. Berlusconi non può difendersi...povero cocco, solo contro tutti...Lascio il campo libero ai sapientoni come te...Non posso nemmeno prendermela, poiché la tua maleducazione è pari soltanto alla tua vigliaccheria (mi riferisco al non autenticato)...In quanto a superbia...i tuoi infiniti lettori giudicheranno ...Ciao bello...Continua tu a deliziare la tua vasta platea...E grazie...Ah se vuoi rispondere per farti "ammirare" dai tuoi amici, fallo pure...ma non dartene pena...poiché se dovessi rileggerti potrei morire di dispiacere per come sei messo...male.Tanto basta...poiché il tuo livello è questo...ti saluto con tanta vergogna per aver corrisposto...Stammi bene
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..
            Di "Stronzate" ne dici molte anche tu e nessuno ti ferma...Ti permettono di fraintendere, andare oltre le righe, sparare sentenze su persone di cui non conosci nulla...con atteggiamento a dir poco arrogante...Tra le tante cose frutto della tua opinione personale (che provi a spacciare per verità apodittiche), affermi che le lobby hanno tutto il diritto di esistere, solo perché esistono in tutto il mondo e soprattutto nel Paese guida del peggior capitalismo possibile, quello dal volto inumano...Confermo: non faccio politica, ma se rispondere a delle palesi e infondate accuse, se avere un minimo d'interscambio di pensiero e d'opinione, se guardare a ciò che avviene intorno...e in questo forum è politica, allora si, faccio politica (dal greco politheia= letteralmente: occuparsi delle cose della città o cittadinanza)...Non ho particolari certezze, ma una si...Credo fermamente di aver incrociato sul mio cammino un vero i d i o t a ed un maleducato al quale ho cercato di ricambiare, ma evidentemente senza essere all'altezza di cotanta malagrazia...Riguardo Al DTT: non rifiuto questa tecnologia, come non rifiuto il progresso in genere (che non può essere solo tecnologico e basta), tuttavia ho acquistato a malincuore un decoder, ma non l'ho mai potuto utilizzare, perché non ho il segnale (e l'antenna non c'entra)...Mi chiedo: mi servirà un giorno non troppo lontano??? Puerile, ignorante, e altri termini offensivi da te usati li respingo al mittente...Posso accettare di essere talvolta in contraddizione con me stesso: può accadere, ma si dice, da parte di chi si occupa di comune umanità, che capiti alle persone intelligenti, non agl'imbecilli.Confermo tutto il mio disprezzo (che ad un certo punto sa diventare indifferenza) per gente che si esprime come ti esprimi tu e che difende persone indifendibili (non indifese)...e senza falsi moralismi.Confermo: sei messo proprio male (ma è solo la mia modesta opinione...) soprattutto per l'alta opinione che hai di te stesso...Io non cerco pubblicità, non me ne importa nulla (a quanto pare invece tu ti preoccupi del numero dei lettori miei e tuoi - cosa c'entri non l'ho so)...E impara a leggere meglio...sapientone.A mai più, esimio trollone, stavolta te lo assicuro.P.S. Per la redazione: vediamo se ancora una volta viene censurato chi si difende dalle offese o chi tenta di offendere senza riuscirci, essendo un nulla...
          • Anonimo scrive:
            Re: Il DTT in Italia ..
            Mi piacerebbe capire se sei un troll o se l'hai fatto senza accorgertene.(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
            Di "Stronzate" ne dici molte anche tu e nessuno
            ti ferma.Indica le stronzate che avrei detto sul Digitale Terrestre.Altrimenti lascia perdere.
            tua opinione personale che
            provi a spacciare per veritàEsattamente cosa non è vero?
            affermi che le lobby hanno tutto il
            diritto di esistere, solo perché esistono in
            tutto il mondoEsatto. Esistono. E non fanno nulla contro la legge.Oppure hai in mano informazioni del contrario?
            Confermo: non faccio politicaSi è visto il contrario.
            ma se rispondere a
            delle palesi e infondate accusePerché fai il vago?Quali accuse avrei fatto sul Dtt?
            questo forum è politica, allora si, faccio
            politicaCambi spesso opinione...
            ho [cut] incrociato sul mio cammino un
            vero i d i o t a ed un maleducatoIndica cosa ti ha offeso.Tu vorresti affossare il dtt perché esistono le lobby e ti ho spiegato che le lobby esistono indipendentemente dal Digitale Terrestre.A questo non hai risposto se non con un'invettiva contro gli Usa che ho trovato - modesto parere - fuori luogo.
            Riguardo Al DTT: non rifiuto questa tecnologiaTu rifiuti dei rappresentanti del popolo italiano e su quella base tutta partigiana sparli del Digitale Terrestre.Vorrei che spiegassi cosa non va in questa tecnologia.Potevi parlare della mancanza di alta definizione (un problema per me secondario, anche se superabile) o del mancato switch off bloccato in Sardegna per i conflitti di interesse di Soru con Tiscali. Oppure potevi attaccarti al fatto che i contenuti pay interessanti su dtt sono soltanto il calcio, i telefilm, i film e i reality a basso costo.Nulla di ciò, hai fatto polemica su...sul nulla.
            come non rifiuto il progresso in genere (che non
            può essere solo tecnologico e bastaIl progresso NON è solo tecnologico. Ma non discutiamo di questo perché finiremmo troppo OT. Giusto per darti un input, la salute può progredire, se ad esempio diminuisce il tasso di mortalità infantile grazie al progresso della medicina. Non si tratta di tecnologia in senso stretto, ma di innovazione sempre si parla.
            ma non l'ho
            mai potuto utilizzare, perché non ho il segnaleCapisco i tuoi problemi e in parte mi permetto di deriderli.Nelle pubblicità di Mediaset è ripetuto fino alla nausea di non acqustare un decoder prima di aver verificato la copertura della propria zona tramite call center (o, ti suggerisco in ritardo io, tramite amici e/o conoscenti).
            (e l'antenna non c'entra)Quindi è un problema di copertura.Non prendi alcun canale? Nemmeno un mux?Probabilmente vivi in qualche paesino sperduto.Oppure sei stato sfigato, può capitare.Come hai capito che il problema non è l'antenna?Vedi, sarebbero questi i problemi di cui discutere, non la tua avversione verso Silvio Berlusconi.[MEGA CUT su una serie infinita di insulti e parole che non hanno nulla a che vedere con il Digitale Terrestre]
            Io non cerco
            pubblicità, non me ne importa nulla (a quanto
            pare invece tu ti preoccupi del numero dei
            lettori mieiPer farti notare che puoi smettere con la propaganda. Nulla più.
            P.S. Per la redazione: vediamo se ancora una
            volta viene censurato chi si difende dalle offeseNon sono riuscito a trovare il tuo post dopo il blocco di PI...chissà che trollata mega avevi fatto!
            o chi tenta di offendere senza riuscirci,Non ho cercato in alcun modo di offenderti, ma solo di farti notare la completa inconsistenza delle tue argomentazioni contro il Digitale Terrestre, che in pratica qui non hai quasi nominati se non per dire che non hai copertura.
            essendo
            un
            nulla...E chi è che offende?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il DTT in Italia ..

        il digitale terrestre è una realtà nel mondo,

        non in Italia.Infine qualcosa di cui potersi vantare!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il DTT in Italia ..


          il digitale terrestre è una realtà nel mondo,

          non in
          Italia.
          Infine qualcosa di cui potersi vantare!MA a parte le battute, non hai altro da scrivere?Non ti vergogni di te stesso?Hai argomentazioni? Scrivile. Altrimenti non trollare come al solito.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DTT in Italia ..
      - Scritto da:
      è stato voluto solo per far arricchire una
      personaIn Italia? E in Inghilterra? Pure lì c'è la pay tv. Anche lì la Commissione Europea ha richiesto il passaggio al digitale per far arricchire una persona?E in Francia? Anche lì il governo ha stabilità il passaggio al digitale terrestre con la pay tv. Idem la Spagna, la Germania, la Finlandia, Gli Stati Uniti e potrei continuare ancora.In tutti questi Stati, il dtt esiste solo per far arricchire Berlusconi? Non ti pare di avergli dato troppa importanza?Fatti una ragione del fatto che lo switch off ci sarà, indipendentemente da Berlusconi e indipendentemente dal tuo odio personale verso una persona che ha più soldi di te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il DTT in Italia ..

      http://italy.indymedia.org/news/2005/12/97231.phpHo appena letto quell'articolo...e vedo subito che è del 2005.In pratica è roba vecchia fatta per le elezioni passate dalla sinistra. Ma era roba prevedibile.Quei decoder di cui si parla in realtà sono decoder prodotto da cinesi in cina, comprati da Paolo Berlusconi e rivenduti nel mercato italiano a basso costo (erano sotto i 70 euro, quando tutti li vendevano oltre 150) dopo aver appiccicato sopra il marchio amstrad.In pratica appena è uscita fuori sta cosa, Silvio Berlusconi ha chiesto al fratello di bloccarne la vendita. tanto che ormai da mesi e mesi quei decoder non si trovano più in vendita.Ora ci sono solo marche straniere in Italia. Dalla nokia alla samsung, dalla telesystem alla humax, dalla adb alla siemens, dalla motorola alla thomson, dalla philips alla nordmende...se poi qualcuno vuole sostenere che tutte queste imprese sono di Berlusconi...faccia pure. Risulterà solo ridicolo.
  • Anonimo scrive:
    A cosa serve il DTT?
    ..intendo dire, era stato pubblicizzato come un'innovazione culturale e sociologica... ma mi pare che l'utilizzo principale sia quello di far votare più semplicemente ai reality e di offrire nuovi modi per spendere solti con la payXview...Peccato... a me i canali tematici piacciono molto, immaginavo che ci sarebbe stata un'esplosione di nuovi canali.. invece (saranno si e no 5/7 i canali tematici accessibili su DTT... dove arriva il segnale)
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve il DTT?

      ..intendo dire, era stato pubblicizzato come
      un'innovazione culturale e sociologica... ma mi
      pare che l'utilizzo principale sia quello di far
      votare più semplicemente ai reality e di offrire
      nuovi modi per spendere solti con la
      payXview.Il dtt riduce l'inquinamento elettromagnetico.A seguito dello switch off si potranno utilizzare le frequenze rimaste libere per creare nuovi canali (fino a 5 volte quelli attuali).Inoltre si potranno creare nuove applicazioni interattive che funzionano con Java.In ricezione ci sono 24Mega per ogni frequenza, abbastanza per farci stare qualsiasi cosa.E il bello è che se si hanno 10 tv, i 24 mega non vanno divisi per 10, cosa che invece accade per l'adsl e l'iptv.In ricezione c'è un semplice modem a 56k che è più che sufficiente per inviare qualche dato inserito da telecomando.La qualità è migliore, si può avere l'audio originale al fianco di quello nella nostra lingua, si può avere la ppv.Insomma i vantaggi sono molti. Il problema è che alcuni di questi saranno tangibili sono DOPO lo switch off e NON PRIMA. Questo perché l'etere è saturo. Non ci sono frequenze libere
      Peccato... a me i canali tematici piacciono
      molto, immaginavo che ci sarebbe stata
      un'esplosione di nuovi canali.Esattamente. Ci sarà. Ma a switch off avvenuto.Al momento non è possibile perché le frequenze sono occupate dall'analogico. Dopo lo switch off ci saranno frequenze libere da destinare ai servizi della PA (ora in sperimentazione) e a nuovi canali tematici.L'innovazione non dà risultati nell'immediato, ma nel lungo periodo...abituatici.
  • Anonimo scrive:
    Domandina semplice semplice...
    Se il digitale terrestre da oltre due anni viene presentato come il futuro certo della televisione, com'è che TUTTI i televisori (o per lo meno il 99,9%) in commercio, per lo più di recente produzione (basti pensare a tutti i modelli LCD, sicuramente prodotti da non oltre 2 anni...) non prevedono già al loro interno il decoder DTT?Se due anni fa si pensava che dal primo gennaio 06 si sarebbe avuto lo switch off, com'è che i produttori di TV non si sono adeguati?...forse perché non ci ha mai creduto nessuno??
    • Anonimo scrive:
      Re: Domandina semplice semplice...
      la risposta è semplice:perchè il DTT non è ancora totalmente standard, vi sono piccole cose da sistemare, ancora.tu ti metteresti a produrre TV che magari tra qualche anno sono fuori standard (e quindi inutili)?io no, loro neanche!
      • Mendocino 433 scrive:
        Re: Domandina semplice semplice...
        no, è ancora più semplice. Non fanno TV con anche il DTT perchè non c'è richiesta!Non importa se il tuner DTT non è al massimo dell'evoluzione, basta che garantisca le funzioni base, come tutti i decoder.Inoltre il tuner analogico sarebbe comunque presente. Tutte le TV attualmente in vendita che hanno solo l'analogico, sarebbero invece da considerarsi obsolete già prima dell'acquisto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Domandina semplice semplice...
          Rispostina semplice semplice, ci sono scorte di magazzino enormi di televisori senza ddt, pensi che le ritirino tutte per farle rimanere invendute?Siamo ancora in fase di sperimentazione, purtroppo e le case produttrici non hanno interesse a dotare i loro televisori di qualcosa che potrebbe non andare mai in porto.Ciao Giancarlo
        • Anonimo scrive:
          Re: Domandina semplice semplice...
          - Scritto da: Mendocino 433
          no, è ancora più semplice. Non fanno TV con anche
          il DTT perchè non c'è
          richiesta!Ma tu non hai capito che le tv con dtt integrato esistono e vengono già vendute.Ma costano care.
      • Anonimo scrive:
        Re: Domandina semplice semplice...
        - Scritto da:
        la risposta è semplice:
        perchè il DTT non è ancora totalmente standard,
        vi sono piccole cose da sistemare,
        ancora.
        tu ti metteresti a produrre TV che magari tra
        qualche anno sono fuori standard (e quindi
        inutili)?

        io no, loro neanche!ok, allora ha meno senso ancora parlare di switch off...Vogliamo costringere gli italiani a spendere soldi x un decoder (per ogni singolo televisore posseduto) per poi farlo cambiare entro qualche mese?NO.. il discorso non tiene. O siamo in grado di affrontare uno switch-off, e allora esiste uno standard abbastanza accettabile da implementarlo nei televisori (tanto più che tipicamente i ricevitori sono aggiornabili), oppure no...
        • Anonimo scrive:
          Re: Domandina semplice semplice...


          perchè il DTT non è ancora totalmente standard,
          ok, allora ha meno senso ancora parlare di switch
          off...
          Vogliamo costringere gli italiani a spendere
          soldi x un decoder (per ogni singolo televisore
          posseduto) per poi farlo cambiare entro qualche
          mese?Infatti non dovrai cambiarlo.Il tipo che ti ha risposto è un ignorante.Il dtt ha già il suo standard e non verrà cambiato.Si parla per il futuro (ben oltre il 2010) di passaggio all'alta definizione, ma è una cosa (seppur bella) alquanto remota. Si parla di utilizzo dell'mpeg4, ma al momento si continua ad usare l'mpeg2, più vecchio ma più sicuro e meno vorace in termini di risorse hw, quindi meno costoso. Inoltre le emittenti dtt difficilmente passeranno a breve all'alta definizione, perché le tv ad hd sono troppo poche.Pensa che il 16/9 che esiste da anni e anni, ancora non è utilizzato da nessuno, se non per tv a pagamento su sat e dtt...Quindi la tv digitale terrestre funzionerà coi decoder attuali, che SONO lo standard. E lo saranno per moltissimo tempo ancora, in Italia e in Europa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...

            Pensa che il 16/9 che esiste da anni e anni,
            ancora non è utilizzato da nessuno, se non per tv
            a pagamento su sat e
            dtt...FALSO!La BBC trasmette praticamente quasi tutto in formato 16/9 e in chiaro.Per le olimpiadi invernali di Torino ha dedicato 4 canali 24h su 24 in formato 16/9 per seguire in contemporanea i vari eventi.Ricordo che la maggior parte delle riprese delle olimpiadi di Torino sono state effettuate in formato 16/9 e in alta definizione e convertite in 4/3 e definizione standard sui canali RAI. (In pratica le olimpiadi si vedevano meglio sulle emittenti straniere, che su mamma RAI :-x)Stessa cosa per i canali pubblici e privati tedeschi.Film e spettacoli in formato 16/9 e audio in Dolby Digital.Inoltre su satellite sono gia' presenti trasmissioni in Alta Definizione sia in formato MPEG2 che MPEG4
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...

            La BBC trasmette praticamente quasi tutto in
            formato 16/9 e in
            chiaro.La bbc non è in Italia...la bbc a breve trasmetterà pure in hd...ma la bbc sta in Inghilterra. Qui le cose sono moooolto diverse.Non puoi portare ad esempio una tv straniera...
            Per le olimpiadi invernali di Torino ha dedicato
            4 canali 24h su 24 in formato 16/9 per seguire in
            contemporanea i vari
            eventi.Guarda, per le Olimpiadi di Torino 2006, pure la rai non è stata da meno, visto che trasmetteva in hd. E trasmetteva pure in dvb-h, prima in Italia e ra le prime al mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...
            Per far capire che non servono i miliardi per avere una televisione con integrato rcevitore DTT, nella fattispecie denominato (in francese) TNT.In poche parole in Italia non ci sono televisori con il decoder integrato perchè sono di fatto impossibilitati ad importarli perchè solo unn'azienda li può importare, di qualsiasi marca.http://www.pixmania.com/fr/fr/261320/art/sharp/televiseur-lcd-16-9eme-32.htmlroberto
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...

            Per far capire che non servono i miliardi per
            avere una televisione con integrato rcevitore
            DTT, nella fattispecie denominato (in francese)
            TNT.
            In poche parole in Italia non ci sono televisori
            con il decoder integratoGuarda che le tv con tuner digitale terrestre integrato sono in vendita da un pezzo.Se ne trovano pochissime e sono care, come tutte le novità. Ma esistono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...
            - Scritto da:
            Guarda che le tv con tuner digitale terrestre
            integrato sono in vendita da un
            pezzo.
            Se ne trovano pochissime e sono care, come tutte
            le novità. Ma
            esistono.Sinceramente 1300 per un lcd 32" sharp non mi sembrano un'esagerazione, visto il prezzo medio degli lcd!!Prima si parlava di televisori da "un anno di stipendio..". Se tu prendi 1300 all'anno mi dispiace veramente tanto per te!! :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Domandina semplice semplice...


            Guarda che le tv con tuner digitale terrestre

            integrato sono in vendita da un

            pezzo.

            Se ne trovano pochissime e sono care, come tutte

            le novità. Ma

            esistono.
            Sinceramente 1300 per un lcd 32" sharp non mi
            sembrano un'esagerazione, visto il prezzo medio
            degli
            lcdIo non ho scritto che costano quanto uno stipendio. Cmq 1300 euro sono davvero molti soldi per guardare la tv. Poi certo che c'è pure chi spende di più. Per la gente normale va più che bene un decoder da 70-80 euro. Tanto l'Europa ha già deciso il passaggio. Se non sarà nel 2008, sarà nel 2009 o giù di lì. Ma in ogni caso il passaggio ci sarà. E quindi è meglio prepararsi acquistando per tempo un decoder digitale terrestre. Possibilmente mhp, visto che permettono l'interattività e l'accesso a programmi java.
      • Anonimo scrive:
        Re: Domandina semplice semplice...

        la risposta è semplice:
        perchè il DTT non è ancora totalmente standard,
        vi sono piccole cose da sistemare,
        ancora.Ma che cacchio dici?Il dtt è già uno standard.Non c'è nulla da sistemare.Perché scrivi messaggi disinformativi su cose che non conosci?Il dtt esiste da 10 anni. E' uno standard.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domandina semplice semplice...

      com'è che i televisori in commercio, per lo più di
      recente produzione (basti pensare a tutti i
      modelli LCD, sicuramente prodotti da non oltre 2
      anni...) non prevedono già al loro interno il
      decoder
      DTT?Solo in Italia ce ne sono pochi...In realtà i modelli esistono, ma in Italia non vengono ancora proposti. In più sono costosi.Qui in Italia si vendono tv con dtt integrato della humax o di altre marche che già sono conosciute nel sat. Ma ai costi che hanno, è molto più conveniente comprare decoder, piuttosto che nuove tv.Poi mi spieghi che hai contro i decoder?Chi ha tv vecchie e non vuole accattare tv nuove, perché dovrebbe buttare la tv comprata 10 anni fa? Basta prendere un decoder e la tv vecchia è come nuova.Un altro problema è la poca lungimiranza dei produttori: se hanno tv vecchie, mica le possono lasciare in magazzino, prima devono venderle, poi si parlerà di dtt.E' una questione economica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domandina semplice semplice...
      - Scritto da:
      Se il digitale terrestre da oltre due anni viene
      presentato come il futuro certo della
      televisione, com'è che TUTTI i televisori (o per
      lo meno il 99,9%) in commercio, per lo più di
      recente produzione (basti pensare a tutti i
      modelli LCD, sicuramente prodotti da non oltre 2
      anni...) non prevedono già al loro interno il
      decoder
      DTT?
      Se due anni fa si pensava che dal primo gennaio
      06 si sarebbe avuto lo switch off, com'è che i
      produttori di TV non si sono
      adeguati?

      ...forse perché non ci ha mai creduto nessuno??Ma per spillare più soldi agli utonti italiani ovviamente!!In teoria ci dovrebbero guadagnare di più vendendo decoder (secondo loro ovviamente... a mio avviso se lo possono ficcare in quel posto....) considerando che una famiglia italiana ha più tv in casa (almeno due)Il DTT al momento non sà da fare, se lo regalano ben venga (il decoder dico) ma pagare canone alla RAI per vedere minchiate e dargli pure 160 per una cosa a cui mi obbligano..se lo scordano..piuttosto vendo i tv di casa!!!Vendere un TV anche LCD non è da tutte le ore... ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Domandina semplice semplice...

        Ma per spillare più soldi agli utonti italiani
        ovviamente!!Falso. Nessuno ti obbliga a comprare una tessera Telecom o Mediaset. Se vuoi la compri, altrimenti no.Nessuno ti obbliga a comprare un decoder mhp. Se vuoi ti compri un semplice zapper e vivi felice senza pay tv.Se sei furbo invece ti compri un decoder mhp e quando c'è qualcosa di interessante, tipo la juve o altra squadra, ti vedi le tue belle partite ad un prezzo di molto inferiore rispetto ai quasi 500 euro che ti chede Sky.
  • Anonimo scrive:
    Sono molto deluso
    All'inizio mi piaceva l'idea di una televisione di alta qualità, digitale, con un audio limpido e tanti canali tematici senza dover montare la parabola.Così, nel 2004, approfittando dello sconto, ho comprato decoder (tra l'altro, non vi paiono un po' prezzolati questi decoder??).Sono passati due anni, a conti fatti i canali utili in aggiunta a quelli già a disposizione nel "vecchio sistema" sono pochissimi...L'unica cosa che è prolificata sono i canali pay-per-view...Oggi come oggi, a chi serve questo digitale terrestre?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono molto deluso
      Credo che il livello di soddisfazione vari a seconda della zona; dalle mie parti Sud-Ovest di Milano il DTT mi ha permesso di abbandonare quasi completamente la televisione analogica ( esistono ancora alcuni canali locali che ahime' trasmettono ancora all'antica). Certo non tutto e' rose e fiori, ancora oggi capita che le trasmissioni vengano sospese oppure il segnale sia troppo debole per cui non si vede nulla.L'immagine e' davvero nitida e cristallina (come quella satellitare). Personalmente pensavo che il DTT fosse un modo da parte della RAI di limitare la piaga degli utenti che decidono di non pagare il canone e da parte di Fininvest la possibilita' di aggiungere i canali pay-per-view. Non sono convinto sia una gran cosa l'interattivita' via telefono, Internet e' un'altra cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono molto deluso

      L'unica cosa che è prolificata sono i canali
      pay-per-view...Veramente 5 erano e 5 sono rimasti per Mediaset.Idem per Telecom (che ne ha qualcuno in più).I nuovi canali possono arrivare con la digitalizzazione di quelli vecchi. E la digitalizzazione di quelli analogici avviene con lo switch off. Questo significa che prima si passa al digitale, prima avremo nuovi canali. Prima ci sarà maggior pluralismo.
  • Anonimo scrive:
    La vera FREGATURA del DTT?
    Per ogni televisore ci vuole un decoder. Siccome molti hanno due o più TV in casa, è facile prevedere un consistente esborso per le famiglie...
    • Anonimo scrive:
      Re: La vera FREGATURA del DTT?
      - Scritto da:
      Per ogni televisore ci vuole un decoder. Siccome
      molti hanno due o più TV in casa, è facile
      prevedere un consistente esborso per le
      famiglie...Veramente anche per il sat è lo stesso.E persino per le tv normali.Se prendi un lcd, devi comprare il decoder per vederci la tv sopra.Se compri una tv trovi già il tuner analogico incorporato, ma in futuro (e già alcuni lo fanno) ci saranno sempre più tv con tuner digitale incorporato.Inoltre pure per l'iptv devi avere n decoder per n tv. Con la differenza che per l'iptv serve pure tanta banda che l'adsl ancora non può dare (e nemmeno i doppini in rame dei nostri cavi telefonici).Quindi il dtt è meglio dell'iptv.Il dtt c'è già oggi. L'iptv forse solo domani e forse solo su una singola tv.
    • teknotv scrive:
      Re: La vera FREGATURA del DTT?
      la vera fregatura del dtt???è che quando funzionera a pieno regime e tutti noi avremo almeno un decoder dtt in casa,pagheremo per guardare anche quelle cose che adesso "scartiamo".tutto questo viene creato per controllare la massa ancora di piu. es.:se in futuro qualcuno non paghera il canone rai gli verra oscurato il segnale.Quindi (escludendo i furbi)pensiamo a tante di quelle famiglie e anziani che non riescono a pagare il canone!!!.............. La tv diventera un lusso?
  • Anonimo scrive:
    Sara' un fiasco.. fidatevi...
    Sara' un fiasco.. fidatevi... a chi serve questa mmmerda quando posso vedere tutti i canali su internet... ancora pochi hanni e la tv sarà finita...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sara' un fiasco.. fidatevi...
      - Scritto da:
      Sara' un fiasco.. fidatevi... a chi serve questa
      mmmerda quando posso vedere tutti i canali su
      internet... ancora pochi hanni e la tv sarà
      finita...eh gia' mo mi fido...la copertura dell'adsl in italia e' quasi meno diffusa di quella del dtt.ma se si tratta di aspettare ancora pochi Hanni allora si puo' fare
    • Anonimo scrive:
      Re: Sara' un fiasco.. fidatevi...
      Non tutti la vedono cosi', pensa all'utente un po' piu' anziano che accende la Tv e si vede la telenovela; con internet accendi il pc, dopo 10 minuti di errori di boot scopri che la versione di browser non e' compatibile con il programma TV per cui scarica e installa l'aggiornamento che ti da' un errore, vai sul forum, trovi un altro navigatore che ti suggerisce di mettere un service pack e un patch su quel tal modulo, disinstallare tale utility e sostituirla con altra... sono piu' le bestemmie che altro. Io li vedo come due mondi diversi magari integrabili e compatibile ma diversi..
      • Anonimo scrive:
        Re: Sara' un fiasco.. fidatevi...
        - Scritto da:
        Non tutti la vedono cosi', pensa all'utente un
        po' piu' anziano che accende la Tv e si vede la
        telenovela; con internet accendi il pc, dopo 10
        minuti di errori di boot scopri che la versione
        di browser non e' compatibile con il programma TV
        per cui scarica e installa l'aggiornamento che ti
        da' un errore, vai sul forum, trovi un altro
        navigatore che ti suggerisce di mettere un
        service pack e un patch su quel tal modulo,
        disinstallare tale utility e sostituirla con
        altra... sono piu' le bestemmie che altro. Io li
        vedo come due mondi diversi magari integrabili e
        compatibile ma
        diversi..Guarda che non tutti usano Winzozz.Per fortuna esiste anche Linux e soprattutto esistono i Mac.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sara' un fiasco.. fidatevi...

          Guarda che non tutti usano Winzozz.
          Per fortuna esiste anche Linux e soprattutto
          esistono i
          Mac.E tu ti vedi i vecchietti ad installare linux?E a programmare un pc per l'accesso ad internet?Suvvia, non parliamo di fuffa. Internet è una gran bellca cosa, ma non c'entra nulla con la tv. E non c'entrerà ancora per molti anni. La banda in download è troppo bassa e anche venisse aumentata, il problema di mantenere connesse milioni e milioni di tv contemporaneamente per vedere l'iptv farebbe collassare tutto il sistema.Il digitale terrestre non soffre di questi problemi e garantisce 24mega per ogni frequenza.
  • Anonimo scrive:
    No innovation no party
    A me questa del digitale terrestre sembra proprio una manovra di quelle per "fare girare l'economia" a danno dei solito stupido consumatore...- è vero non si vede la rai... c'è chi dice che volutamente non trasmette per non occupare frequenze ... io non mi fido e non capisco perchè alla fine questa sperimentazione è di reti mediaset.... invece che rai...- il segnale digitale ha bisogno di una potenza molto più alta di quello analogico ed è per questo che si vedono immagini speso cubettose e di qualità paragonabile a quelle di un telefonino ingrandite sul televisore-il numero di canali è lo stesso di quelli analogici (mediaset ne ha una 15cina)- la qualità è pressochè identica se non inferiore.. domenica stavo guardando il motomondiale ed ho optato per l'analogico dove ho visto che vi era più dettaglio nelle inquadrature da lontanoperchè la gente dovrebbe buttare via i suoi videoregistratori o masterizzatori DVD analogici non si capisce... a parte la necessità di liberare frequenze non si ottiene nulla di innovativo e spero proprio che a luglio non si spenga l'analogico. Inoltre quasi tutti hanno più di una televisione a casa e si ha il contributo per un unico decoder.per adesso w l'analogico... abbasso il digitale terrestre....
  • Anonimo scrive:
    Fifty-seven channels and nothing on
    Cantava Bruce Springsteen... non sarà anche per questo che il DTT non frega a nessuno?Quanto poi all'aiuto alle famiglie meno abbienti, è proprio il DTT la sola cosa di cui hanno bisogno? Circenses senza panem, addirittura? Così si bruciano i neuroni con qualche reality in più e stanno buoni senza rompere le palle al governo?Per quel che mi riguarda i loro decoder se li possono anche tenere, la tv-spazzatura è ora che finisca nel bidone dell'immondizzia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fifty-seven channels and nothing on
      quoto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fifty-seven channels and nothing on
      Hai detto bene ma il problema non e' la DTT ma il contenuto; potresti fare un reality anche in bianco e nero. DTT vuole solo essere un modo piu' efficace di inviare delle immagini.Puo' essere discutibile il tentativo da parte di Rai di introdurre un meccanismo che impedira' la visione a scrocco delle trasmissioni da parte dei disobbedienti che unilateralmente decidono di non pagare il canone. Ho acquistato un decoder DTT 2 anni fa ma ti assicuro che non me ne sono pentito anche se ancora le trasmissioni a volte zoppicano.I contenuti sono spesso delle ciofeche ma il decoder non puo' nulla...
      • picchio9999 scrive:
        Re: Fifty-seven channels and nothing on
        - Scritto da:
        Puo' essere discutibile il tentativo da parte di
        Rai di introdurre un meccanismo che impedira' la
        visione a scrocco delle trasmissioni da parte dei
        disobbedienti che unilateralmente decidono di non
        pagare il canone.Scrocco? La rai incassa gia` i quattrini della pubblicita`.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fifty-seven channels and nothing on
      - Scritto da:
      Per quel che mi riguarda i loro decoder se li
      possono anche tenere, la tv-spazzatura è ora che
      finisca nel bidone
      dell'immondizzia.Concordo pienamente, aggiungo che ho anche forti dubbi su tutta questa fretta, non è che qualche canale terrestre rischia di dover migrare sul satellite e bisogna assolutamente salvarlo?
  • Anonimo scrive:
    Ohhhhh....
    Ma guarda, è fuffa... ma non lo sapevamo, per fortuna arriva un grande progresso... la TV su telefonino, facciamo ohhh.. anche per questa grande novità !!!
  • Anonimo scrive:
    Ecco perche' la sperimentazione fallisce

    ST: Assolutamente sì. Sono state scelte Sardegna e Valle d'Aosta perché la prima ha un vasto territorio ed è geograficamente facile da coprire con il segnale in più è molto popolosa, la seconda invece...Come si puo' definire la Sardegna molto popolosa? Basta guardare una qualunque tabella in cui sono riportate le densità di popolazione (http://www.regione.emilia-romagna.it/statistica/tabelle/ita_ter_sup_den.htm) per capire che il caro Triglia oltre ad essere ignorante di DTT è anche ignorante di geografia.La Sardegna infatti è la terz'ultima regione su venti in ordine di densità di popolazione!!!E poi ci si chiede perchè la sperimentazione stà fallendo... non sono capaci! non sono capaci!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco perche' la sperimentazione fallisce
      Dando per assodata la boiata digitale ti elenco i motivi per cui la Valle d'Aosta e ' il pilota del digitale terrestre, lo e' stata per il GSM e lo e' tuttora per il wi-max.Il motivo sta' nel fatto che su una superfice molto esigua (se poi conteggiamo la superficie calpestabile delle montagne, ovvero se le stirassimo, la valle e sarebbe grossa come la puglia) e' possibile ricreare le peggiori condizioni di trasmissione radio possibili e stimare l'impatto dei costi al peggio.Ci sono poi alcuni motivi secondari come riuscire al piu' presto a dare copertura video a tutti i piccoli centri di montagana dove tutt'oggi si vedono a malapena i tre canali RAI tsr1 (svizzera romanda) e france2.L'impatto di una sperimentazione su un campione ristretto (148.000 abitanti totali)quindi piu' facilmente informabile e assistibile (e per la valle queste cose sono state fatte sia per le informazioni che per il supporto).Concludendo, la valle per i test di telecomunicazione e' una bestia nera che se affrontata e superata da certezze della bonta tecnologica e maturita' dei progetti. Ma faremmo cmq a meno di digitale terrestre per un po' piu' di banda a basso costo.Un Valdostano
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco perche' la sperimentazione fallisce
      - Scritto da:

      ST: Assolutamente sì. Sono state scelte
      Sardegna e Valle d'Aosta perché la prima ha un
      vasto territorio ed è geograficamente facile da
      coprire con il segnale in più è molto popolosa,
      la seconda
      invece...

      Come si puo' definire la Sardegna molto popolosa?
      Basta guardare una qualunque tabella in cui sono
      riportate le densità di popolazione
      (http://www.regione.emilia-romagna.it/statistica/t

      La Sardegna infatti è la terz'ultima regione su
      venti in ordine di densità di
      popolazione!!!

      E poi ci si chiede perchè la sperimentazione stà
      fallendo... non sono capaci! non sono
      capaci!bhe scusa, le pecore non mancano :) :) forse hanno conteggiato anche quelle... che strano censimento :)riguardo a ST, al di la dell'ignoranza da te sottolineata ha detto una balla dietro l'altra, ma daltronde ognuto "tira l'acqua al suo mulino" come il sig. berlusconi.perchè invece di "creare nuove" frequenze per cominciare a mettere in ORDINE non si è chiuso RETE4 che le usa illegalmente?????? vabbe lasciamo stare...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco perche' la sperimentazione fall

        perchè invece di "creare nuove" frequenze per
        cominciare a mettere in ORDINE non si è chiuso
        RETE4 che le usa illegalmente??????Forse perché grazie ad una legge di D'Alema rete4 non è più illegale? PIantala con sto discorso, non attacca più.Rete4 non è illegale e trasmette alla pari di rai3. Con la differenza che rai3, pur essendo servizio pubblico fa solo programmi di parte. Rete4 invece è privata e non costa ai cittadini.Le frequenze non si creano...mi piacerebbe capire come vorresti crearle.Le frequenze sono già tutte assegnate ed è cosi da anni e anni. Quando ci sarà lo switch off, le frequenze passate al digitale potranno ospitare nuovi canali, fino a 5 volte quelli attuali.Ecco perché dobbiamo spingere sull'acceleratore per avere il dtt in ogni casa. Per avere più pluralismo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco perche' la sperimentazione fall
          - Scritto da:
          Forse perché grazie ad una legge di D'Alema rete4
          non è più illegale?aah ok scusa... e come mai DOVEVA andare sul satellite allora? (come rai3 doveva smetterla con la pubblicità se non ricordo male) e guardacaso hanno tirato fuori il dt proprio in quel momento non si poteva aspettare? non si poteva sperimentare un pò di più? non cerano proprio altre alternative? piantala con ste discorso non ha mai attaccato :) e affonderete con il vostro digitale terrestre UAHAHAHAHHriguardo al discorso "mediaset non fa pagare nulla al cittadino" l'ho gia sentita... sui canali mediaset guarda un pò :s
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutta la verità su Rete4


            Forse perché grazie ad una legge di D'Alema
            rete4

            non è più illegale?
            aah ok scusa... e come mai doveva andare sul
            satellite allora?Non ci doveva andare.Mi sa che tu sei troppo piccolo per capire come funzionano 'ste cose.Il settore televisivo mancava totalmente di liberalizzazione e di regole.La sinistra e i democristiani al potere hanno sempre bloccato una riforma del settore in modo da mantenere il totale controllo dei Media televisivi e della rai in particolare.Poi è arrivato Berlusconi che ha distrutto il giochetto della sinistra abolendo di fatto il monopolio pubblico della tv. Ti ricordo che solo in Italia non potevano esistere tv private nazionali (e in Cina). Una cosa assurda, ma da un Paese in cui alcuni si ritengono ancora comunisti ci si può aspettare pure di peggio.Fu intimato a Berlusconi di chiudere le tv. Cosa che lui prontamente fece. Ci fu una sommossa popolare contro la chiusura delle reti fininvest tale che la politica si dovette immediatamente muovere per legalizzare i canali fininvest. (se ricordo bene c'era lascia o raddoppia al tempo, trasmissione ultra seguita).Poi vennero date le concessioni per trasmettere, ma la fininvest l'ottenne solo per C5 e I1. Per rete4, di cui la Fininvest già aveva le frequenze, regolarmente comprate, mancava la concessione. Concessione che fu vinta da EuropaTv. Peccato che EuropaTv, per poter trasmettere doveva tirar fuori i quattrini e comprarsi delle frequenze nazionali. Cosa che non fece mai, pensò bene di portare la Fininvest in causa. E si arrivò fino alla Corte Costituzionale, dove si ribadì che non si poteva espropriare la Fininvest delle sue frequenze regolarmente acquistate, ma che al massimo ogni emittente televisiva nazionale poteva detenere il 20% delle tv.Così Mediaset doveva chiudere dall'analogico una propria rete.Siccome però rete4 era patrimonio nazionale, la sinistra dovette continuamente fare proroghe in modo che rete4 non dovesse effettivamente chiudere lasciando a casa un migliaio di lavoratori.Nel frattempo è arrivata la direttiva comunitaria che obbliga al passaggio al Digitale. La sinistra ha messo una bella legge per lo switch off al 2006 (poi spostata dal c-dx al 2008). Garantendo ancora una volta a Rete4 di restare su analogico fino allo switch off. Così come prevedeva la sentenza della corte (sentenza che tra l'altro imponeva pure che non ci fossero eventuali proroghe).La Gasparri approvata dal Parlamento non fece altro che confermare quanto già scritto con la legge del marzo 2001 (governo di sinistra).Ma il rinvio alle camere fu un grosso problema che Ciampi divette risolvere. Se vai a leggere il messaggio di rinvio alle Camere di Ciampi trovi anche la soluzione un po' tecnica.In pratica Ciampi consigliò al centro destra di scrivere una legge (o un decreto) che facesso terminare immediatamente il periodo entro il quale rete4 (e rai3) dovevano perdere i loro diritti sull'analogico. E da quel momento sarebbe cominciato il periodo transitorio al termine del quale rete4 e tutte le altre reti televisive sarebbero passate al digitale. In questo modo non solo r4 ma tutti i canali sarebbero passati al dtt, peraltro così come già indicato nella legge del 2001.Questo è un artificio un po' complicato, ma che regge bene e che Berlusconi accettò (non potendo fare diversamente). Ci fu però da rispettare l'obbligo del 20% per ciascuna emittente, obbligo indicato dalla Corte e sancito dalla Gasparri. Oltre a quel limite la Gasparri ne dà un altro: il 40% dei canali di ciascuna frequenza digitale dovrà essere affittato a terzi. Questo per ampliare il pluralismo.Questo è, molto sinteticamente, quel che è successo.Se hai da ridire su rete4, prenditela con Ciampi, possibilmene dopo aver letto il messaggio di rinvio alle Camere.
            riguardo al discorso "mediaset non fa pagare
            nulla al cittadino" l'ho gia sentita sui
            canali mediasetTi pare strano? E' la realtà.E mi pare che tu pure sia d'accordo visto che non hai trovato nulla da ribattere. Se non con battute vecchie e stravecchie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ecco perche' la sperimentazione fall

          Ma quale pluralismo?Il pluralismo in Italia esiste già.Ma se se ne vuole di più bisogna puntare sul digitale terrestre, che è l'unica piattaforma che può far aumentare il numero di canali televisivi.
          E che avrebbe fatto D'Alema?L'ignoranza è dura a morire...D'Alema ha bloccato il passaggio di rete4 al sat e ha lasciato a rai3 la pubblicità.D'Alema ha motivato dicendo che Mediaset e Rai sono patrimonio nazionale.Ma non senti mai i tg??? Proprio ora che qualcuno ha candidato D'Alema al quirinale, 'sta cosa si sta ripetendo continuamente.E c'è qualcuno che persino dice che Forza Italia sarebbe disposta a votare D'Alema proprio per quelle sue prese di posizione favorevoli a Mediaset.
          Rete4 è stata salvata da GasparriAncora? Ma questa è una buffonata. Rete4 prima della Gasparri già trasmetteva. E la sentenza della corte (di cui forse tu non sai nemmeno l'esistenza) era uscita molto ma molto prima. Tanto che fu la sinistra la prima a dover salvare rete4. Inoltre c'è stato un referendum in cui si è detto chiaro e tondo che mediaset non deve essere fatta a pezzi. O vuoi andare contro la volontà popolare?
          D'Alema fece una revoca dello spostamento di
          Rete4 sul
          satellite.D'Alema ha bloccato il passaggio.
          Rai 3 fa forse le trasmissioni più utili e
          intelligenti di tutta la televisione
          italiana.Per te che sei un sinistro sicuramente rai3 è la bibbia. Ma il 50% degli italiani la pensa in modo diverso da te. E questo significa che rai3 fa un pessimo servizio pubblico, visto che si rivolge ad una piccola parte della popolazione. Basta guardare i loro pessimi ascolti. Solo quando Berlusconi va su rai3, ballarò ha picchi di ascolti...Ma questo che c'entra col dtt?
          E di Rete4 ne farei volentieri a meno per la
          qualità scadente delle trasmissioniLa rai è pubblica e da lei ci si aspetta servizio pubblico che non sia partigiano.Rete4 è privata, mediaset ne ha le frequenze ed è legittimata a trasmetterci quello che vuole.Se a te non sta bene basta che cambi canale.Solo un comunista sfegatato come te cancellerebbe un canale televisivo solo perché non gli piace quello che ci trasmettono. Mi fai pena.Vedo con immenso piacere che non hai alcun argomento contro il Digitale Terrestre. Parli solo di politica.Odi Berlusconi? Chi se ne frega. Qui si sta discutendo di Digitale Terrestre.
  • Anonimo scrive:
    COME MAI NON LI COMPRANO?
    Semplice. a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltreb) ne devi comprare anche UNO PER OGNI VIDEOREGISTRATORE o DVD RECORDER, ed ancorac) PERDI la possibilità di programmare le registrazioni su canali diversi, dato che il VCR non può cambiare canale sul decoder. (ah ma forse cercheranno un modo per vendere tutti quegli SHOWVIEW che hanno in magazzino a marcire)Sistema sperimentale + costo elevato per non ottenere neanche gli stessi servizi di prima = se lo possono tenere. E poi, se il DTT (ma meglio dire DDT) doveva essere tutta questa "innovazione", com'è che in tutti questi anni non è saltato fuori neanche uno straccio di VCR o di DVD recorder o semplicemente di TV con ricezione DTT integrata? (non parlo di TV che costano quanto un anno di stipendio, eh, parlo di roba che potresti trovare al supermercato di turno)...
    • ishitawa scrive:
      Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
      io ho provato a comprare la chiavetta USB per vedere il DTT sul PCa parte che il sw è una schifezza, occupa il 98% della potenza di calcolo del PC, si pianta volentieri etc (beh, ho comprato il modello meno costoso, ci sarà un motivo...)a parte questo vedo:- canale 5, rete4 italia 1- varie Mediasetpremium che però sono a pagamento- italia7 (l'unico motivo per cui l'ho comprato)- SI e SIcalcioE BASTA !!! nemmeno la rai !!!bella roba....PS: qualcuno vuole comprare una chiavetta USB etc etc....
      • Anonimo scrive:
        Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

        io ho provato a comprare la chiavetta USB per
        vedere il DTT sul
        PC
        a parte che il sw è una schifezza, occupa il 98%
        della potenza di calcolo del PCQuello è un problema hw non sw...si vede che ne capisci molto!
        a parte questo vedo:
        - canale 5, rete4 italia 1
        - varie Mediasetpremium che però sono a pagamentoMP non è visibile da pc.Se tu fossi stato furbo avresti preso un decoder da tavolo e avresti collegato quello al pc. Va una meraviglia e registri tutto ciò che vuoi in qualità superiore a quella dell'analogico.
        • Anonimo scrive:
          Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
          - Scritto da:

          io ho provato a comprare la chiavetta USB per

          vedere il DTT sul

          PC

          a parte che il sw è una schifezza, occupa il 98%

          della potenza di calcolo del PC
          Quello è un problema hw non sw...si vede che ne
          capisci
          molto!


          a parte questo vedo:

          - canale 5, rete4 italia 1

          - varie Mediasetpremium che però sono a
          pagamento
          MP non è visibile da pc.

          Se tu fossi stato furbo avresti preso un decoder
          da tavolo e avresti collegato quello al pc. Va
          una meraviglia e registri tutto ciò che vuoi in
          qualità superiore a quella
          dell'analogico.Come fai a sapere che e' un problema hw senza conoscere le specifiche del pc?Visto che ti ne capisci molto, saprai perfettamente che un sw poco ottimizzato o con pessimi algoritmi fatica ovunque. Peggio ancora se e' bacato.Ma tu sei furbo...
          • Mendocino 433 scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:

            a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltre
            Idem per il sat


            b) ne devi comprare anche UNO PER OGNI

            VIDEOREGISTRATORE o DVD RECORDER, ed

            ancora
            Idem per il sat


            c) PERDI la possibilità di programmare le

            registrazioni su canali diversi, dato che il VCR

            non può cambiare canale sul decoder.
            Questo è falso. Si può programmare il decoder e tutto fila liscio.
            Ma lo stesso è per il sat.
            Sì ma il sat e l'ipTV sono una scelta tua, non vengono imposti da nessuno e non c'è nessuno switch off.- Dove sono allora i TV, VCR, DVD recorder con almeno un tuner aggiuntivo DTT? C'era una data mi sembra il 2004, in cui sarebbe diventato obbligatorio nei TV!- Dov'è la qualità visiva? Le trasmissioni hanno un bitrate indecente. Se li vedi meglio sul DTT vuol dire solo che l'analogico lo prendi molto di merda. E per di più l'analogico lo rivcevi in videocomposito, mentre il DTT esce dal decoder in RGB (se lo setti giusto) che sarebbe 100 volte meglio. Confronta con la qualità dei canali tedeschi sul sat (in RGB), sembrano l'alta definizione, e il formato del segnale video è praticamente lo stesso del DTT.Questo succede quando la tecnologia è im mano solo ad incompetenti politicizzati.- Dove sono i canali? Un sacco di TV locali sparse ovunque e che non vendono solo tappeti, sparirebbero.- dove sono gli ingressi/uscite digitali per registrare su DVD senza perdita di qualità? Senza questo il tutto è un aborto sterile fra digitale e analogico.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 10.33-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

            Sì ma il sat e l'ipTV sono una scelta tua, non
            vengono imposti da nessuno e non c'è nessuno
            switch
            off.Lo switch off c'è per l'analogico.Tu non sei obbligato a comprare un decoder dtt.A switch off avvenuto sta a te la scelta se affidarti al Digitale Terrestre o se rifare tutto l'impianto di casa e mettere il sat o se, ancora, aspettare che qualche buon gestore ti faccia arrivare una 20Mega in casa...
            - Dove sono allora i TV, VCR, DVD recorder con
            almeno un tuner aggiuntivo DTT?Ci sono le tv con tuned digitale.Così come ci sono i decoder con hd integrato.Il problema è che costano molto.Fai un giro in rete e li trovi.Marche Humax e Jepssen, vado a memoria.I videoregistratori con dtt integrato non usciranno mai. Le vhs sono superate da tempo.Mentre non ho ancora visto dvd recorder con dtt.
            C'era una data mi
            sembra il 2004, in cui sarebbe diventato
            obbligatorio nei
            TV!??? Ma di che parli?Una cosa del genere esiste in Usa.Loro faranno lo switch poche settimane dopo dell'Italia.
            - Dov'è la qualità visiva? Le trasmissioni hanno
            un bitrate indecente.Ti ho spiegato che il bitrate è 24Mega per mux.Se mettono 10 canali su un mux, il bitrate per canale è basso.A switch off avvenuto però si potranno avere bitrate molto migliori, proprio perché si saranno liberate le frequenze occupate dall'analogico. e solo in quel momento si potrà avere più pluralismo.Ma se non partiamo noi con l'acquistare i decoder, non si avrà switch off e non si potranno avere più canali a qualità migliore.Cmq già ora i canali Rai e Mediaset sono a qualità migliore rispetto all'analogico.
            - Dove sono i canali? Un sacco di TV locali
            sparse ovunque e che non vendono solo tappeti,
            sparirebbero.E chi l'ha detto? Basta che investano nella tecnologia.Chi non investe non può lamentarsi.Il settore televisivo non è più fisso come una volta. C'è la pay tv, c'è Sky, c'è il dvb-t e il dvb-h, nonché l'iptv. Il settore si amplia sempre più e solo chi è in grado di offrire buoni contenuti riuscirà a prevalere.Le tv locali hanno un grosso vantaggio: hanno frequenze che negli ultimi anni sono notevolmente aumentate di valore. Se sono capaci e rischiano, possono ottenere dei ritorni dagli investimenti. Altrimenti staranno lì a iangersi addosso. E' il mercato.
          • Mendocino 433 scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:
            Lo switch off c'è per l'analogico.
            Tu non sei obbligato a comprare un decoder dtt. A switch off avvenuto sta a te la scelta se
            affidarti al Digitale Terrestre o se rifare tutto l'impianto di casa e mettere il sat o se, ancora, aspettare che qualche buon gestore ti faccia arrivare una 20Mega in casa...
            e perchè devo essere costretto a cambiare da uno switch off? Cambio solo se ho a disposizione una tecnologia che risponde alle mie esigenze, e in questo momento non ce n'è nessuna funzionante.
            Ti ho spiegato che il bitrate è 24Mega per mux. Se mettono 10 canali su un mux, il bitrate per canale è basso. A switch off avvenuto però si potranno avere bitrate molto migliori, proprio perché si saranno liberate le frequenze occupate dall'analogico.Sì guarda contaci pure, con l'incompetenza che c'è in Italia bisognerà fare i salti se solo la qualità raggiungerà quella del videocomposito, altro che RGB full rate...Anche sul sat la qualità dei canali italiani è indecente rispetto a quelli tedeschi, chissà perchè... eppure dopo anni di servizio è sempre uguale, e li vedo MOLTO meglio sull'analogico in videocomposito che dal sat in RGB. Inaccettabile dopo anni di servizio.Inoltre bella stronzata che è lanciare in questo modo una nuova tecnologia che come primo vantaggio sbandierato a oltranza dovrebbe avere appunto una qualità visiva migliore. Se mai fossi interessato al DTT sarebbe solo in virtù della qualità a full rate RGB, e non sono certo dosposto a spendere soldi prima che questo non sia disponibile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 11.01----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 11.03-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            Lo switch off c'è per l'analogico.

            Tu non sei obbligato a comprare un decoder dtt.
            A switch off avvenuto sta a te la scelta
            se

            affidarti al Digitale Terrestre o se rifare
            tutto l'impianto di casa e mettere il sat o se,
            ancora, aspettare che qualche buon gestore ti
            faccia arrivare una 20Mega in
            casa...
            e perchè devo essere costretto a cambiare da uno
            switch off?Lo switch off è obbligatorio per legge in tutta Europa. Perché devi usare l'euro4 se vuoi andare in centro? Perché la legge così dispone.Idem per l'analogico. Va staccato per ridurre l'inquinamento elettromagnetico e per aumentare il pluralismo televisimo.Ma se non sei d'accordo col dtt puoi sempre aspettare nella favola dell'iptv. A te la scelta.
            Inoltre bella stronzata che è lanciare in questo
            modo una nuova tecnologia che come primo
            vantaggio sbandierato a oltranza dovrebbe avere
            appunto una qualità visiva migliore.La qualità visiva è infinitamente migliore dell'analogico.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:

            La qualità visiva è infinitamente migliore
            dell'analogico.allora o l'analogico lo prendi da cani, o solo nella tua zona il canale ha a disposizione tutto il bitrate possibile (cosa più unica che rara oggi).Il bitrate del DTT di tutta la mia zona (milano ovest) fa pena come quello di rai1 su Astra. Li vedo 1000 volte meglio sull'analogico in composito che non da decoder RGB.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            La qualità visiva è infinitamente migliore

            dell'analogico.
            allora o l'analogico lo prendi da cani,No. Si prendono benissimo entrambi.Ma la qualità digitale è migliore.In digitale si ha il doppio audio (italiano inglese). Inoltre nei canali ppv c'è pure l'audio 5.1 e il 16/9 cose che persino Sky ha in pochissimi canali.
            Il bitrate del DTT di tutta la mia zona fa penaIl bitrate è basso sui canali di Telecom Italia. E questo però succederà ancora per poco, visto che breve apriranno un secondo bux e potranno finalmente distribuire meglio tutti i canali.Quanto a Mediaset e Rai, già ora si vedono benissimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

            Altrimenti staranno lì a iangersi addosso. E' il mercato.Di tutto quello che hai scritto, l'unica cosa saggia: è il mercato.Il mercato lo fa chi compra. E in questo caso il mercato ha detto che così com'è il DTT non interessa.E' il mercato...
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            Altrimenti staranno lì a iangersi addosso. E'
            il
            mercato.
            Il mercato lo fa chi compra. E in questo caso il
            mercato ha detto che così com'è il DTT non
            interessa.Veramente sono stati comprati oltre 3,6 milioni di decoder in un paio di anni.Il sat ha lo stesso numero di decoder, ma in oltre 10...vedi tu cosa ha scelto il mercato.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            e secondo te 4 milioni di decoder in TUTTA italia sono tanto??? A me sembrano pochissimi!!!! Calcolando che a occhio e croce in italia ci saranno 70 milioni di TV!!!!!!!La scusa del sat nn regge dato che il Decoder satellitare nn ha mai avuto il contributo STATALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:
            e secondo te 4 milioni di decoder in TUTTA italia
            sono tanto???

            A me sembrano pochissimi!!!!

            La scusa del sat nn regge dato che il Decoder
            satellitare nn ha mai avuto il contributo
            STATALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Appunto.. 4 milioni di soprammobili omaggio. Taluni mi riferiscono che pero' son buoni come schiaccianoci.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            e secondo te 4 milioni di decoder in TUTTA
            italia

            sono tanto???
            Appunto.. 4 milioni di soprammobili omaggio.Ma che fai, rispondi ai tuoi stessi messaggi? Non sei un po' infantile?Se lo usi come soprammobile, cazzi tuoi.Qui il dtt prende alla grande e ci sono più canali digitali che analogici. E si vedono tutti senza effetto nebbia. Tutti con l'audio in stereo. Tutti sebnza squadrettamenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

            e secondo te 4 milioni di decoder in TUTTA italia
            sono tanto???
            A me sembrano pochissimi!!!! Calcolando che a
            occhio e croce in italia ci saranno 70 milioni di
            TVMa guarda che 4 milioni sono moltissimi in due anni.E a questi devi aggiungere tutti gli altri decoder digitali (sat e iptv).Il passaggio è al digitale. Poi quel che usi va bene ugualmente.Ci sono 10-15 milioni di famiglie che già hanno il digitale, le famiglie in tutto sono circa 22 milioni. Siamo a buon punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            io ho provato a comprare la chiavetta USB per


            vedere il DTT sul


            PC


            a parte che il sw è una schifezza, occupa il
            98%


            della potenza di calcolo del PC

            Quello è un problema hw non sw...si vede che ne

            capisci

            molto!




            a parte questo vedo:


            - canale 5, rete4 italia 1


            - varie Mediasetpremium che però sono a

            pagamento

            MP non è visibile da pc.



            Se tu fossi stato furbo avresti preso un decoder

            da tavolo e avresti collegato quello al pc. Va

            una meraviglia e registri tutto ciò che vuoi in

            qualità superiore a quella

            dell'analogico.

            Come fai a sapere che e' un problema hw senza
            conoscere le specifiche del
            pc?
            Visto che ti ne capisci molto, saprai
            perfettamente che un sw poco ottimizzato o con
            pessimi algoritmi fatica ovunque.Già. Ma le chiavette usb per il dtt hanno un hw di basso livello, scarso insomma. Il problema sta tutto lì. Tu invece parli di sw fatti male...se il problema fosse solo sw, dall'alto della tua intelligenza avresti girato un po' in rete per cercare sw free migliori, visto che esistono.
        • Anonimo scrive:
          Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

          Va una meraviglia e registri tutto ciò che vuoi
          in qualità superiore a quella dell'analogico.Uhh.. mi immagino che goduria la Zanicchi in DTT...
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            Va una meraviglia e registri tutto ciò che vuoi

            in qualità superiore a quella dell'analogico.
            Uhh.. mi immagino che goduria la Zanicchi in
            DTT...Che problema hai?Non hai alcun argomento contro il dtt e l'unica cosa che riesci a tirar fuori è la Zanicchi?Se non ti pace, cosa vuoi che ci freghi?Non è un problema di contenuti, ma di tecnologia.E il dtt è a basso costo, poco inquinante e amplia il pluralismo. Questo come tecnologia.Quanto ai contenuti, tutto dipende da chi li fa.Non è che per parlarti bene del dtt io ti possa dire che puoi vederti il bel culetto della Canalis in qualità digitale...
    • Anonimo scrive:
      Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

      a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltreIdem per il sat
      b) ne devi comprare anche UNO PER OGNI
      VIDEOREGISTRATORE o DVD RECORDER, ed
      ancoraIdem per il sat
      c) PERDI la possibilità di programmare le
      registrazioni su canali diversi, dato che il VCR
      non può cambiare canale sul decoder.Questo è falso. Si può programmare il decoder e tutto fila liscio.Ma lo stesso è per il sat.
      Sistema sperimentale + costo elevato per non
      ottenere neanche gli stessi servizi di prima Il dtt esiste da anni, non è affatto sperimentale.Ma chi ti ha messo in testa queste stupidaggini?In sperimentazione ci sono i servizi di t-gov, non la tecnologia.E' come se mi dicessi che il computer o il processore sono sperimentali perché Firefox 2 ancora non è completo.
      • Anonimo scrive:
        Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
        - Scritto da:

        a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltre
        Idem per il sat


        b) ne devi comprare anche UNO PER OGNI

        VIDEOREGISTRATORE o DVD RECORDER, ed

        ancora
        Idem per il sat


        c) PERDI la possibilità di programmare le

        registrazioni su canali diversi, dato che il VCR

        non può cambiare canale sul decoder.
        Questo è falso. Si può programmare il decoder e
        tutto fila
        liscio.
        Ma lo stesso è per il sat.



        Sistema sperimentale + costo elevato per non

        ottenere neanche gli stessi servizi di prima
        Il dtt esiste da anni, non è affatto sperimentale.
        Ma chi ti ha messo in testa queste stupidaggini?
        In sperimentazione ci sono i servizi di t-gov,
        non la
        tecnologia.
        E' come se mi dicessi che il computer o il
        processore sono sperimentali perché Firefox 2
        ancora non è
        completo.infatti io non ho il sat. E tra pc e dtt non ci si azzecca.
        • Anonimo scrive:
          Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

          infatti io non ho il sat. E tra pc e dtt non ci
          si
          azzecca.Quindi resta nel tuo guscio protetto della tv analogica. Resta indietro, problemi tuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            infatti io non ho il sat. E tra pc e dtt non ci

            si

            azzecca.
            Quindi resta nel tuo guscio protetto della tv
            analogica. Resta indietro, problemi
            tuoi.E tu continua pure a PAGARE per fare da cavia :D Almeno la vaselina è compresa con il decoder?
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:


            infatti io non ho il sat. E tra pc e dtt non
            ci


            si


            azzecca.

            Quindi resta nel tuo guscio protetto della tv

            analogica. Resta indietro, problemi

            tuoi.

            E tu continua pure a PAGARE per fare da caviaPerché da cavia? Da cavia per cosa?Mi sa che non hai capito un cazzo.Il digitale terrestre NON E' sperimentale.Il dtt funziona alla perfezione da oltre 10 anni in tutto il mondo.Ciò che è in sperimentazione sono i programmi applicativi che le amministrazioni pubbliche stanno sviluppando per il t-gov. Ma questo non ha niente a che vedere con i telespettatori.Se tu fai un programma su pc e lo testi sul tuo pc (così come fanno le amministrazioni pubbliche) puoi forse dire che i pc di tutta Italia sono sperimentali?Torna alla realtà.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

            Quindi resta nel tuo guscio protetto della tv
            analogica. Resta indietro, problemi
            tuoi.Vai avanti tu che a me mi vien da ridere.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            Quindi resta nel tuo guscio protetto della tv

            analogica. Resta indietro, problemi

            tuoi.
            Vai avanti tu che a me mi vien da ridere.???
      • Anonimo scrive:
        Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


        a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltre
        Idem per il satAssolutamente vero, ma non cambia il punto del discorso, ed inoltre nessuno sta tentando di obbligarmi a comprare un decoder sat.

        b) ne devi comprare anche UNO PER OGNI

        VIDEOREGISTRATORE o DVD RECORDER, ed

        ancora
        Idem per il satAssolutamente vero, ma non cambia il punto del discorso, ed inoltre nessuno sta tentando di obbligarmi a comprare un decoder sat.

        c) PERDI la possibilità di programmare le

        registrazioni su canali diversi, dato che il VCR

        non può cambiare canale sul decoder.
        Questo è falso. Si può programmare il decoder e
        tutto fila
        liscio.Seee beata innocenza. Già la casalinga media canna il programma sul VCR una volta su due, figurati se ne deve pure programmare due...
        Ma lo stesso è per il sat.Assolutamente vero, ma non cambia il punto del discorso, ed inoltre nessuno sta tentando di obbligarmi a comprare un decoder sat.

        Sistema sperimentale + costo elevato per non

        ottenere neanche gli stessi servizi di prima
        Il dtt esiste da anni, non è affatto sperimentale.Non so se ti sei guardato in giro ultimamente.
        Ma chi ti ha messo in testa queste stupidaggini?NDA. Comunque, compratelo pure e tanti auguri.
        • Anonimo scrive:
          Re: COME MAI NON LI COMPRANO?



          a) ne devi comprare UNO PER OGNI TV ed inoltre

          Idem per il sat
          Assolutamente vero, ma non cambia il punto del
          discorso, ed inoltre nessuno sta tentando di
          obbligarmi a comprare un decoder
          sat.E nessuno di obbliga a comprare il decoder dtt.Se ti incentivano, non ti obbligano.Se danno l'incentivo per l'acquisto della macchina, tu non sei obbligato a comprare la macchina nuova...Lo Stato spegne per legge l'analogico ed è così in Europa e in America.Sta a te scegliere se utilizzare poi il sat, l'iptv o il migliore Digitale Terrestre.

          Questo è falso. Si può programmare il decoder e

          tutto fila

          liscio.
          Seee beata innocenza. Già la casalinga media
          canna il programma sul VCR una volta su due,
          figurati se ne deve pure programmare due.La casalinga media di cui parli nemmeno sa accendere il vcr...nemmeno sa che è. Quindi per loro il problema non si pone nemmeno.Per chi vuole programmare un vcr, si suppone che saprà anche programmare un decoder...

          Il dtt esiste da anni, non è affatto
          sperimentale.
          Non so se ti sei guardato in giro ultimamente.Per vedere cosa?Non sei molto chiaro.Il dtt in Inghilterra c'è da oltre 10 anni.In Italia senza incentivo statale, nemmeno si parlerebbe di dtt. Eravamo molto indietro in Europa e ultimamente siamo tra i primi nel settore. E' stato fatto un grosso passo avanti.Mi pare che tu non abbia molti argomenti a tuo favore, se non il dire che non ti obbligano ad usare il sat...vabbe', mi spiace per te.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            Guarda che secondo la loro tabella di marcia, al termine della sperimentazione, bisognerà obbligatoriamente comprare il digitale terrestre per poter ricevere i canali televisivi. Quindi è una costrizione.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
            - Scritto da:
            Guarda che secondo la loro tabella di marcia, al
            termine della sperimentazione, bisognerà
            obbligatoriamente comprare il digitale terrestre
            per poter ricevere i canali televisivi. Quindi è
            una
            costrizione. e non possono farlo...se li danno gratis o a al prezzo simbolico di 5 uno ben venga, ma non possono costringerti a pagare una barcata di sldi per vedere la TV!!!Oltretutto alla Rai paghiamo il canone...come la mettiamo se io non lo pago..perchè tanto non la posso vedere più (il DTT se lo possono tenere per quel che mi riguarda)...ma mi mandano la finanza a casa??E le TV del nanetto...sono free ma senza dgt non me le fanno più vedere...bene!Fanc.....TV :)
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?


            Guarda che secondo la loro tabella di marcia, al

            termine della sperimentazione, bisognerà

            obbligatoriamente comprare il digitale terrestre

            per poter ricevere i canali televisivi.
            e non possono farlo...se li danno gratis o a al
            prezzo simbolico di 5 uno ben venga, ma non
            possono costringerti a pagare una barcata di sldi
            per vedere la
            TVMa tu non sei costretto a guardare la tv...Se vuoi vederla paga.Tu sei contro gli incentivi statali al dtt?Li hai utilizzati?Se non li hai utilizzati sei un fesso, o sei incoerente.Perché con gli incetivi styatali chiunque poteva acquistare i decoder ad un prezzo simbolico di 1 euro (un quindo di quel che saresti stato disposto a pagare).In Sardegna gli incentivi ci sono ancora e sono pari a 90 euro. E i decoder costano tra i 70 e i 110 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: COME MAI NON LI COMPRANO?

            Guarda che secondo la loro tabella di marcia, al
            termine della sperimentazione, bisognerà
            obbligatoriamente comprare il digitale terrestre
            per poter ricevere i canali televisivi. Quindi è
            una
            costrizione.Non è vero. La commissione europea non obbliga al passaggio al digitale terrestre, ma al digitale.Questo vuol dire che si potrà usare il digitale terrestre, il digitale satellitare, l'iptv o il dvb-h. Ognuno potrà fare la sa scelta.L'unico obbligo è lo spegnimento dell'analogico.
    • teknotv scrive:
      Re: COME MAI NON LI COMPRANO?
      prima di comprare un un decoder dtt dovresti controllare quale copertura c'è nella tua zona.Poi su certi siti ti dicono che tipo di programmi trasmettono nella tua zona e se un canale viene trasmesso da piu di un ripetitore.purtoppo il dtt è ancora una "fregnaccia" a cui pero non basta avere un po di "fortuna " per sintonizzarsi. Per quando riguarda le tv con sintonizzattore dtt gia ci sono e costano circa 1000E e sono lcd.
  • Anonimo scrive:
    capirai che problema
    basta semplicemente adeguarsi ai tempi previsti dall'europa e nel frattempo mandare sul satellite rete 4 ridando le frequenze al legittimo proprietario, italia7 (gia', il nano e' un ladro abusivo di frequenze da molti anni se qualcuno se lo e' scordato: le sentenze a riguardo parlano chiaro).poi si vende raidue ad un editore terzo, magari estero, che non sia murdoch che ha gia' sky e che non sia il nano o un suo tirapiedi e si tira avanti tranquillamente fino al 2020 con piu' editori in analogico come dovrebbe essere nella realta' delle cose.Se proprio vogliamo farla tutta per gli altri due canali pubblici scegliamo: o canone e niente pubblicita' o niente canone e quota pubblicitaria in poporzione con gli altri competitori, fermo restando che un canale e' nazionale, mentre l'altro sperimentale e a vocazione regionale come gia' lo e' ora.se poi vogliamo essere civili come in un paese civile allora spingiamo affinche' ogni editore abbia al massimo un canale tv a disposizione (stato incluso) e vi sia l'ineleggibilita' dei medesimi a cariche di governo.Per inciso mi risulta che il nano, in virtu' di un decreto del 1958 inerente i possessori di licenza governativa, sarebbe ineleggibile da quando e' entrato in politica: e poi si permette di fare il pistolotto sulla legalita' :)nel frattempo vediamo di rendere la banda larga VERA un servizio universale e quindi accessibile a tutti su tutto il territorio italiano.
    • Anonimo scrive:
      Perchè
      Non mettiamo rai 3 sul satellite ? E' covo di comunisti, però salviamo Report che è l'unica buona trasmissione, con Mi manda Rai 3, due cose buone ci sono, il resto è tutto propaganda politica per rassicurare i rossi
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè

        Non mettiamo rai 3 sul satellite ? E' covo di
        comunisti, però salviamo Report che è l'unica
        buona trasmissione, con Mi manda Rai 3, due cose
        buone ci sono, il resto è tutto propaganda
        politica per rassicurare i
        rossiRai3 non può andare su sat per espresso interesse di Bertinotti.Cmq quando tutti andranno su dtt, le frequenze libere potranno essere usate per aumentare il pluralismo.Mi sconvolge che tanti ignoranti vogliano più pluralismo ma non il dtt. Il dtt è l'UNICO mezzo tecnologico che in Italia può ovviare alla mancanza di reti private nazionali (e allo strapotere di Rai, rotto solo in parte da Telecom e Mediaset).Vogliamo altri competitor? Dobbiamo passare in massa al Digitale Terrestre. Perché così stando le cose, non c'è spazio per altre tv in Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: capirai che problema

      basta semplicemente adeguarsi ai tempi previsti
      dall'europa e nel frattempo mandare sul satellite
      rete 4Rete4 è legittimata a trasmettere da sinistra e da destra.
      ridando le frequenze al legittimo
      proprietario, italia7Qui sei male informato.Italia7 ha la concessione per trasmettere, ma non è lo Stato o Mediaset a dover scucire le frequenze. Avrebbero dovuto loro stessi (Europa7...) una volta ottenuta la licenza acquistare le frequenze per trasmettere. Esattamente come hanno fatto gli altri.Il resto dei tuoi discorsi è fuffa politica.E andrebbero messi in OT (sempre che PI abbia il coraggio di farlo e di non limitarsi a mettere in OT i post in favore della destra).
      • Anonimo scrive:
        Re: capirai che problema

        Rete4 è legittimata a trasmettere da sinistra e
        da
        destra.dx? sx? si parla di Mediaset, mica di politica... ha, è vero, il conflitto di interessi per voi esiste quando vi fa comodo...e cmq R4 doveva essere sul satellite a quest'ora, se non fosse per una leggina ad-hoc varata poco tempo fa...non dirmi che te ne sei già dimenticato, vero?mmm....a volte gli Italiani soffrono di memoria corta, sembra...
        Italia7 ha la concessione per trasmettere, ma non
        è lo Stato o Mediaset a dover scucire le
        frequenze. Avrebbero dovuto loro stessi
        (Europa7...) una volta ottenuta la licenza
        acquistare le frequenze per trasmettere.
        Esattamente come hanno fatto gli
        altri.guarda caso Europa7 se le era comperate leggitimamente le frequenze...leggihttp://www.girodivite.it/Rete4-e-Europa7-storia-di-un.htmlse non ti disturba troppo leggere un testo "di parte"...
        Il resto dei tuoi discorsi è fuffa politica.
        E andrebbero messi in OT (sempre che PI abbia il
        coraggio di farlo e di non limitarsi a mettere in
        OT i post in favore della
        destra).questo si chiama "fare la vittima", uno sport molto diffuso, da 5 anni a questa parte... meno male che il sugo cambia (speriamo!)...NL
    • Marlenus scrive:
      Re: capirai che problema
      - Scritto da:
      se poi vogliamo essere civili come in un paese
      civile allora spingiamo affinche' ogni editore
      abbia al massimo un canale tv a disposizione
      (stato incluso) e vi sia l'ineleggibilita' dei
      medesimi a cariche di
      governo.
      nel frattempo vediamo di rendere la banda larga
      VERA un servizio universale e quindi accessibile
      a tutti su tutto il territorio
      italiano.Un ottimo modo per dare banda larga a tutti è dare ai singoli utenti non serviti da almeno un operatore che gli offra la banda larga ad almeno 10 Mbit/s con banda garantita non inferiore a 6 Mbit/s (per vedere in streaming)un incentivo statale pari a quello dato per il DTT. L'utente girerà tale incentivo all'operatore di sua scelta che gli porta la banda larga. Si aggiunge l'obbligo per tutte le TV satellitari, nazionali e regionali di mettere a disposizione il segnale in onda sotto forma di stream in internet (la tecnologia c'è e costa poco) più l'obbligo per gli ISP di gestire il multicasting (per non saturare la rete) ed ecco che il mercato televisivo è liberato. Con vantaggi enormi per il paese: primo a creare un mercato del genere, potrebbero nascere quì prodotti e tecnologie utili (=posti di lavoro); con qualche piccola aggiunta (spegnimento del segnale analogico, come vogliono già fare con quella porcata del DTT) si obbliga la cablatura completa del paese. Con ricadute positive per tutti. Se poi aggiungiamo l'obbligo per godere dei finanziamenti statali di offrire all'utente la possibilità di gestire il rapporto up/down della sua linea (se sono 10 Mbit/s, decido io -utente- se assegnarli al download o all'upload) otteniamo una rivoluzione della comunicazione (e per primi, così poi rivendiamo le tecnologie).Peccato che il DTT nasca proprio come argine a questa rivoluzione, è pensato per ritardare il più possibile la nascita di operatori "atipici" cioè che non ragionino come tutti gli altri già esistenti e non vendano la solita minestra.E' così dannatamente facile fare politiche lungimiranti quando si capisce la possibile evoluzione della tecnologia e la si vuole usare nella direzione voluta (magari ancora inconsapevolmente) dagli utenti. E' spingere la mandria nel recinto, passando per la stretta porta, che è difficile e controverso (per fortuna).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 10.13-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: capirai che problema
        Con l'unico problema...gli isp non vanno in multicasting...non funziona così...e i 200 milioni utilizzati per il dtt non sono minimamente comparabili con i costi di cui tu parli.Poi mi piacerebe sapere come sarebbe possibile avere la tv su 4 televisori di casa con una banda in download di 6 mega...il dtt viaggia a 24 mega su ogni frequenza e il numero di tv non riduce la ricezione (cosa che invece accade per l'adsl).
        • Anonimo scrive:
          Re: capirai che problema
          - Scritto da:
          Con l'unico problema...gli isp non vanno in
          multicasting...non funziona
          così...Tutto si può fare, se c'è una buona motivazione per farlo. Chi lo fa per primo di solito prende un vantaggio difficilmente colmabile. L'importante è fare la cosa giusta.Con questa filosofia, tentare di imporre il DTT non è un cattivo tentativo, se non fosse che essendo l'idea sbagliata (troppo vecchia la tecnologia, non è HDTV, non è interattiva, algoritmo di compressione video obsoleto, la qualità è fino più bassa della TV analogica) servirebbe a poco dal punto di vista della creazione di opportunità per il paese.Implementare per primi una rete che permette anche il multicast (conosci IPv6?), essere i primi ad avere un mercato di utenti svincolati dalla mera selezione dei canali esistenti, spingere le tecnologie del futuro (IPTV) sarebbe una grande opportunità per il sistema paese. Ne riparliamo tra dieci anni, quando sarà evidente a tutti che abbiamo perso anche questo treno.
          e i 200 milioni utilizzati per il dtt non sono
          minimamente comparabili con i costi di cui tu
          parli.Davvero? Quato costa un DSLAM VSDL2? Quanti utenti supporta?
          Poi mi piacerebe sapere come sarebbe possibile
          avere la tv su 4 televisori di casa con una banda
          in download di 6 mega...Al di là della moltiplicazione delle linee che farebbe tanto piacere alla Telecom, guardarne meno per guardarla meglio? O magari creato il mercato per migliori algoritmi di compressione, qualcuno spenderà i soldi in ricerca che servono per trovare di meglio?
          il dtt viaggia a 24 mega
          su ogni frequenza e il numero di tv non riduce la
          ricezione (cosa che invece accade per
          l'adsl).A parte il fatto che "up to 24 Mbps for 64QAM" non significa che tutti i canali andranno a quella velocità, visto che è solo il limite superiore, con il decoder piloti una sola TV (a meno di non voler vedere lo stesso canale su più TV, cosa certamente molto utile).Quindi dovendo moltiplicare i decoder, non vedo perchè non prendere in considerazione la moltiplicazione delle linee, giusto per par condicio. Da illuso quale sono, mi aspetto che al crescere del numero di linee, dovrebbe dimimuire il costo. Quì purtroppo potresti avere ragione, siamo in Italia. Ma la sostanza è che invece di prendere la via difficile e piena di opportunità (IPTV) si è scelta la scorciatoia facile del DVB-T che è uno standard già vecchio (non è HDTV, usa MPEG2, ecc.) e già affollato di produttori di altri paesi. E l'impegno dell'Italia in sede UE di scegliere solo tra gli standard internazionali potrebbe banalmente essere aggirato rilascinado ad ETSI o a ISO o chi vuoi tu le specifiche del sistema di IPTV prescelto.
          • Anonimo scrive:
            Re: capirai che problema


            Con l'unico problema...gli isp non vanno in

            multicasting...non funziona

            così...
            Tutto si può fare, se c'è una buona motivazione
            per farlo.LOL. Non si può tecnicamente...
            Con questa filosofiaGuarda che non è questione di filosofia.Il multicasting non si può fare sull'adsl.
            non è HDTVNemmeno il sat lo è...eppure non sento nessuno contro il sat.
            non è interattiva,Il dtt può far girare applicazioni Java. Non sarà il massimo, ma l'interattività c'è. Il sat non ha nemmeno quella.
            algoritmo di compressione video obsoletoHa lo stesso algoritmo del sat. Mpeg2.L'mpeg4 non è ancora utilizzato. E c'è in pochissimi decoder che costano oltre 400-500 euro. Non credo si possa imporre alle famiglie di prendere decoder mpeg4 per tutte le tv di casa a quei prezzi. E poi che ci frega dell'hd se non abbiamo tv hd?
            qualità è fino più bassa della TV analogicaQuesto è falso. E' migliore.Migliore il video (esclusa Telecom) e migliore l'audio, che al minimo è in stereo. Al massimo è in doppio audio (inglese italiano, pure nei proprammi free di mediaset tipo csi). Nelle tv pay del dtt l'audio è pure in 5.1.
            Implementare per primi una rete che permette
            anche il multicast (conosci IPv6?)
            Poi mi piacerebe sapere come sarebbe possibile

            avere la tv su 4 televisori di casa con una
            banda

            in download di 6 mega...Mi pare che a questo non hai trovato risposta.Era prevedibile.

            il dtt viaggia a 24 mega

            su ogni frequenza e il numero di tv non riduce
            la

            ricezione (cosa che invece accade per

            l'adsl).
            non significa che tutti i canali andranno a
            quella velocità, visto che è solo il limite
            superiore, con il decoder piloti una sola TV
            Quindi dovendo moltiplicare i decoder, non vedo
            perchè non prendere in considerazione la
            moltiplicazione delle lineeE tu te la sentiresti di far pagare quattro canoni di abbonamento a Telecom per avere 4 tv in casa? Più 4 canoni per l'adsl?Ma sei fuori o sei miliardario? Noi non lo siamo.Il dtt non richiede alcun abbonamento.
            mi aspetto che al
            crescere del numero di linee, dovrebbe dimimuire
            il costo.Ma che cavolo dici? Aumentare il numero delle linee fa aumentare i costi. Se poi questi diminuiscono per unità, non è dato saperlo a priori. Chi ti dice che i costi non salgano più di quanto salga il numero di linee attive?In pratica tu parli di una soluzione inesistente al momento e che forse potrà esistere fra una decina di anni almeno.Il Digitale Terrestre esiste già ora. Già ora ha più canali dell'analogico e già ora si vede e si sente meglio dell'analogico.Se in futuro ci sarà l'iptv per tutti e a basso costo, ben venga. Ma di certo non ha senso aspettare a vita, quando qualcosa di meglio esiste già ora.
  • Anonimo scrive:
    Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
    Rileggetevi l'intervento dell'anno scorsohttp://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/greenchimica/grillodigitale/grillodigitale.htmlcon l'imminente esplosione dell'iptv stiamo davvero a parlare di zombies digitali.Ma forse qualcuno ha preferito conservare il digital divide legato all'accesso broadband in Italia.E infatti ci mancava solo di sentire Sebastiano Triglia che nell'intervista difende i modem 56K.che strano paese...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
      no, se permetti è strano quel paese che si fida ciecamente di quello che dice beppe grillo piuttosto che di un ingegnere o un fisico...
      • Davz scrive:
        Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
        A volte Beppe Grillo ha opinioni che reputo giuste, altre volte no. Ma intanto accende più discussioni lui che l'intero sistema dell'informazione italiana, e questo la dice lunga sullo stato di quest'ultima. Il fatto che varie persone seguano come pecore quello che dice (stile popolazione di Springfield de "I Simpson") è conseguenza della spiccata abitudine di limitarsi a recepire una informazione senza la voglia di approfondire per farsi una opinione propria. Questo vale per Beppe Grillo, per un ingegnere, fisico, giornalista, politico o qualunque altra persona: tutti possono avere ragione o torto, inconsciamente (e questo si può risolvere discutendo e mettendosi in gioco) o con precise finalità (e questo è il problema).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
          - Scritto da: Davz
          A volte Beppe Grillo ha opinioni che reputo
          giuste, altre volte no.Su internet ha fallito clamorosamente...quando diceva che bisogna stare lontani dalla Rete...Ora ha scoperto che con Internet può guadagnarci e lo fa. Mica è scemo.Gli scemi sono quelli che gli vanno dietro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

            - Scritto da: Davz

            A volte Beppe Grillo ha opinioni che reputo

            giuste, altre volte no.
            Su internet ha fallito clamorosamente...quando
            diceva che bisogna stare lontani dalla
            Rete...
            Ora ha scoperto che con Internet può guadagnarci
            e lo fa. Mica è
            scemo.
            Gli scemi sono quelli che gli vanno dietro.Nel suo libro ha ammesso di essersi sbagliato su internet.Quindi furbone, se uno sbaglia una dichiarazione 10 anni fa automaticamente perde di credibilità? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
            - Scritto da:

            - Scritto da: Davz


            A volte Beppe Grillo ha opinioni che reputo


            giuste, altre volte no.

            Su internet ha fallito clamorosamente...quando

            diceva che bisogna stare lontani dalla

            Rete...

            Ora ha scoperto che con Internet può guadagnarci

            e lo fa. Mica è

            scemo.

            Gli scemi sono quelli che gli vanno dietro.

            Nel suo libro ha ammesso di essersi sbagliato su
            internet.E fra qualche anno scriverà un altro libro per dire di aver sparato altre cazzate in questi anni?Furbone chi lo ascolta...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
            Pensa che Enrico Mentana diceva nel suo TG5 solo 2 anni fa "maledetto Internet", e ne ha sempre enfatizzato la natura maligna ogni volta che si è parlato di pedofili e crimini informatici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

            Pensa che Enrico Mentana diceva nel suo TG5 solo
            2 anni fa "maledetto Internet", e ne ha sempre
            enfatizzato la natura maligna ogni volta che si è
            parlato di pedofili e crimini
            informatici.Guarda che era Beppe Grillo, non Mentana. E dire che sono ben diversi. Mentana fa informazione. Il grillo parlante fa disinformazione e propaganda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

        no, se permetti è strano quel paese che si fida
        ciecamente di quello che dice beppe grillo
        piuttosto che di un ingegnere o un
        fisico...Gli ignoranti si fidano di tutti, tranne di chi sa le cose...non per nulla siamo gli unici coglioni senza nucleare...
        • Anonimo scrive:
          OT: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
          - Scritto da:
          Gli ignoranti si fidano di tutti, tranne di chi
          sa le cose...non per nulla siamo gli unici
          coglioni senza
          nucleare...E perche non aggiungiamo che mentre molti stati che usano il nucleare da anni (con il quale hanno coperto un fabbisogno energetico basso) stanno diminuendo gli investimenti sul nucleare e valutano soluzioni alternative, ci sono coglioni che oggi stanno pensando di utilizzarlo???http://it.wikipedia.org/wiki/Abbandono_dell'energia_nucleare
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
          - Scritto da:

          no, se permetti è strano quel paese che si fida

          ciecamente di quello che dice beppe grillo

          piuttosto che di un ingegnere o un

          fisico...
          Gli ignoranti si fidano di tutti, tranne di chi
          sa le cose...non per nulla siamo gli unici
          coglioni senza
          nucleare...Vuoi il nucleare? Accomodati.Pero' le scorie le portiamo sotto casa TUA e non ti azzardare a rifiutare!Tanto sono innocue..no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

          Gli ignoranti si fidano di tutti, tranne di chi
          sa le cose...non per nulla siamo gli unici
          coglioni senza
          nucleare...E VERO!!!POssibile che siamo gli unici idioti che in Europa non usano il nucleare.Sapevate che l'Italia era all'avanguardia nello studio sul nucleare pulito? Addirittura eravamo più avanti della Francia...E in seguito a quello sciagurato referendum, l'enel e l'eni non poterono neppure continuare gli studi sul nucleare all'estero...semplicemente perché la legge italiana vietava il nucleare non solo in Italia, ma anche alle imprese italiane operanti all'estero. Che coglioni che siamo stati!Ora abbiamo davanti a noi una grande sfida sul settore televisivo e sul digitale terrestre. Speriamo di saper coglierne le opportunità e di essere noi a conquistare con le nostre imprese l'estero e non il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

      con l'imminente esplosione dell'iptv stiamo
      davvero a parlare di zombies
      digitali.Il tuo grillo parlante straparla, come sempre.E come sempre tanti allocchi gli vanno dietro.Tornando alla realtà, il broadband è una gran bella cosa. Ma anche quello necessita di un decoder per ogni tv che si ha in casa (tipo la videostation di Fastweb).Inoltre l'iptv ha bisogno, per essere visibile da tutte le tv di casa di molta, molta, molta banda.Minimo 20 Mega. E più sono le tv, più banda serve.E se poi volessi navigare in rete (magari col p2p) e contemporaneamente vedere la iptv? Ah...non si può fare perché la banda non basta!Senza contare che molti comprano la 4mega per viaggiare a velocità inferiori al 56k...Un ultimo particolare: il Digitale Terrestre ha per ogni frequenza per 24Mega in download.E' visibile su ogni tv utilizzando l'impianto d'antenna già esistente e senza rompere i muri (o inserire il wi-fi o altre diavolerie costose).Per la tv di casa è il futuro. Ed è stato scelto da Europa, Italia compresa, e dagli Usa.Ci sarà un motivo (anzi, più d'uno).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

        Il tuo grillo parlante straparla, come sempre.
        E come sempre tanti allocchi gli vanno dietro....non entro in discussione; mi limito a dire che su molte cose mi trovo d'accordo con lui, molte altre in disaccordo. Ma come sempre, se non ascolti non puoi fartene un opinione. penso che tu beppe grillo neanche sai di che parla...
        Tornando alla realtà, il broadband è una gran
        bella cosa. Ma anche quello necessita di un
        decoder per ogni tv che si ha in casa (tipo la
        videostation di
        Fastweb).cavolo! per sky questo potrebbe essere un problema! forse non ci han pensato? hei genio, presto telefona a murdoch prima che...troppo tardi.
        Inoltre l'iptv ha bisogno, per essere visibile da
        tutte le tv di casa di molta, molta, molta
        banda.
        Minimo 20 Mega.a me risulta 6, ma comunque proseguiamo...
        E più sono le tv, più banda serve.????????????????? COSA ??????????????????????ciòè, vuoi dirmi che per più canali ci sono più serve banda per vederli?Ha, immagino che tu a casa abbia una T3+"costellazione di satelliti COM"+"Oceanic backbone" per poter navigare sul web, sai, tutti questi miliardi di siti, ti servirà una banda MMMMMmostruosa!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        E se poi volessi navigare in rete (magari col
        p2p) e contemporaneamente vedere la iptv?
        Ah...non si può fare perché la banda non
        basta!

        Senza contare che molti comprano la 4mega per
        viaggiare a velocità inferiori al
        56k...

        Un ultimo particolare: il Digitale Terrestre ha
        per ogni frequenza per 24Mega in
        download.[ BEGIN SPOT ]
        E' visibile su ogni tv utilizzando l'impianto
        d'antenna già esistente e senza rompere i muri (o
        inserire il wi-fi o altre diavolerie
        costose).
        Per la tv di casa è il futuro. Ed è stato scelto
        da Europa, Italia compresa,[ END SPOT]
        e dagli Usa.maddai? e io che pensavo che vedessero la tv via cavo...
        Ci sarà un motivo (anzi, più d'uno).economico?NL
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

          tu beppe grillo neanche sai di che
          parla.Beppe grillo prima di emigrare sul web, era in tv e parlava di internet come di qualcosa da evitare accuratamente.Sono abbastanza anziano da avere ben in mente quel che diceva. E quel che dice ora non è da meno. Tutte cazzate. Si vorrebbe sostituire ad economisti, fisici ed ingegneri. Un coglione insomma.

          Tornando alla realtà, il broadband è una gran

          bella cosa. Ma anche quello necessita di un

          decoder per ogni tv che si ha in casa (tipo la

          videostation di

          Fastweb).
          cavolo! per sky questo potrebbe essere un
          problema! forse non ci han pensato?Infatti ci hanno pensato...7 euro in più al mese. Che bel pensiero...Cmq sky non usa l'adsl...si parlava di Fw...

          Inoltre l'iptv ha bisogno, per essere visibile
          da

          tutte le tv di casa di molta, molta, molta

          banda.

          Minimo 20 Mega.
          a me risulta 6, ma comunque proseguiamo.6 per un singolo canale? Certo, ma poi devi avere internet...e poi se hai più tv in casa? 6 mega non bastano affatto.

          E più sono le tv, più banda serve.
          ????????????????? COSA ??????????????????????
          ciòè, vuoi dirmi che per più canali ci sono più
          serve banda per
          vederli?No. Ho detto che più tv ci sono e più banda serve. Mi sa che tu non hai ben presente l'adsl...Se vuoi avere 3 tv accese, devi avere banda a sufficienza per trasmettere su tutte e tre le tv. 6 mega non bastano per trasmettere, perché avresti su ogni tv 2 mega appena.Il dtt invece non soffre di questo problema.Si hanno 24 mega per ogni tv e er ogni frequenza usata.Se ci sono 10 tv accese o mille non cambia nulla.Per l'adsl, avere 10 o 1000 utenti che guardano l'iptv c'è una bella differenza.Ai problemi dell'iptv che ho esposto non hai dato soluzione (non c'è)...e quanto ai vantaggi del dtt, li hai targati come spot. Ridicolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

            Beppe grillo prima di emigrare sul web, era in tv
            e parlava di internet come di qualcosa da evitare
            accuratamente.
            Sono abbastanza anziano da avere ben in mente
            quel che diceva. E quel che dice ora non è da
            meno. Tutte cazzate. Si vorrebbe sostituire ad
            economisti, fisici ed ingegneri. Un coglione
            insomma.Beppe grillo ha ammesso di essersi sbagliato.Si può dire così di molta altra gente?Inoltre, sei un coglione se 10 anni fa eri di un parere che poi hai cambiato (ed ammesso l'errore)?Se è così, penso che neanche le Mamme siano in salvo da tale insulto.
            Infatti ci hanno pensato...7 euro in più al mese.
            Che bel
            pensiero...
            Cmq sky non usa l'adsl...si parlava di Fw...hei, si parla di tv+decoder, che tu ritenevi impossibile da inserire in ogni salotto...Fw? Adsl?
            No. Ho detto che più tv ci sono e più banda
            serve. Mi sa che tu non hai ben presente
            l'adsl...in questo momento sto guardando 8 canali.[con il mulo che scarica sotto, per giunta]in neanche 640x480 (ris. PAL) cosa vuoi che occupi di banda 'sto stream?

            Ai problemi dell'iptv che ho esposto non hai datoforse perchè non ho visto problemi?
            soluzione (non c'è)...e quanto ai vantaggi del
            dtt, li hai targati come spot.vantaggi?Se chiami vantaggi pagare per vedere m%%%a (GF, "la fattoria", miusic farm, film[nuovi e travecchi], i soliti telefilm, caxxate varie)...Se chiami vantaggio NON poter cambiare canale mentre fanno pubblicità...Se chiami vantaggio il nulla che si vede durante i temporali (almeno in analogico qlc si vedeva)...Se chiami vantaggi avere una trasmissione che sgrana e sqadretta nelle scene 'veloci' (dato l'algoritmo di compressione usato)...Se chiami vantaggi tutto cio...
            Ridicolo.Già ridicolo.Sai cosa trovo io ridicolo?i "Convinti".Cioè quelli che sono talmente convinti di un fatto, da non riuscire ad accettare possibili alternative, che neanche se gliele sbatti sotto il naso ammettono che forse si, effettivamente hanno sopravalutato la cosa.ecco, quelli li trovo ridicoli. fatti un piacere, spegni la tv, spegni il tuo beneamato decoder digitale e vai fuori all'aria aperta.e se vai a caccia di informazioni, usa internet, non la tv...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo


          Il tuo grillo parlante straparla, come sempre.

          E come sempre tanti allocchi gli vanno dietro.
          ...non entro in discussione; mi limito a dire che
          su molte cose mi trovo d'accordo con lui, molte
          altre in disaccordo.Ma se parlava male persino di internet...
          cavolo! per sky questo potrebbe essere un
          problema!Ma che dici???Hai argomenti? Mettili sul campo. Invece di piagnucolare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
        Si il motivo è Mediaset Premium, Media Shopping e Rete4.Il Berlusca spinge il DTT per i suoi affari privati e lo fa coi soldi delle nostre tasse.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

          Si il motivo è Mediaset Premium, Media Shopping e
          Rete4.Mediashopping è un canale che esisteva già prima del dtt. Si chiamava HSE.Mediaset quando ha acquisito la frequenza di hse ha dovuto garantire la trasmissione di quel canale, che ha semplicemente cambiato nome da Home Shopping Europe a MediaShopping.
          Berlusconi spinge il DTT per i suoi affari
          privatiMediaset è per il 70 % in mano ad altri che non fanno parte della famiglia Berlusconi. Quindi gli affari vanno bene a Berlusconi solo per il 30%.E il 50% di questi affari va all'estero, visto che i soci sono esteri.I vantaggi di Mediaset si ripercuotono sulla bellezza di 200mila soci sparsi in tutto il mondo.E tu stai qui ancora a prendertela con berlusconi? Non riesci proprio ad avere una visione più complessiva?Tanto per dirne una, perché il dtt è spinto in tutta Europa e persino negli Usa? In questi continenti Berlusconi praticamente non esiste con le sue aziende (salvo in Spagna dove ha un singolo canale, che è il più visto in quel Paese). Eppure il dtt esiste in tutti questi Stati. Come mai?
      • digital scrive:
        Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo
        I motivi sono le lobby che ci stanno dietro, il digitale terrestre è una grossa sciochezza, qualcuno ha detto che il sat ha dei difetti, sarà ma sono difetti aggirabili, mentre i vantaggi sono molti di più, è vero che sul sat i canali son criptati per via dell'estero però a questo io vedo una soluzione semplicissima, sei abbonato rai paghi il canone eccoti la SCHEDA OMAGGIO PER LA VISIONE DEI CANALI FREE ITALIA, sarebbe la soluzione definitiva per contrastare gli scrocconi, i decoder sat ormai costano una sciochezza, in molti già l'hanno e anche + di uno, avrebbero speso meno anzichè investire soldi pubblici per cablare male l'italia, come pure per l'adsl ci sono zone di serie a e di serie b nonchè di c essendo le zone diversamente servite, di certo un piccolo paesino di montagna sarà sempre servito male, dimenticano però una cosa anche loro sono tenuti a pagare un canore uguale e non diverso da chi è servito (Il discorso che ho fatto sarebbe da estendere all'adsl se io non la posso avere o meglio non posso avere gli stessi analoghi servizi che il monopolista da alla maggior parte degli italiani perchè io devo pagare un canone uguale a chi gli viene dato di +, tengo a precisare che nel mio paese la centrale è cablata dato che è presente nei paesi vicini che sono cablati solo che la maggior parte non ha l'adsl perchè i cavi sono vecchi è usurati e non possono gestire un traffico superiore ai 2 mb, ma sopratutto perchè i cavi passano dentro un mux vecchio e non idoneo a gestire il traffico, alla telecom costerebbe poco dare la linea al mio paese a tutti ma non lo farà mai almeno finchè riusciranno a reggere la baracca utilizzando pezzi di fortuna e fil di ferro per riparare i guasti e utilizzando i centralini dismessi da centri + importanti, e guardate che una situazione simile non accade solo da me scusate lo sfogo un pò OT). Non dimentichiamo poi il furto del contributo statale per il dtt ma se decoder satellitari si trovano a meno di quanto viene venduto il decoder ddt senza il contributo statale e chiaro che ci mangiano sopra, per la cronaca per i fessi che si comprano il ddt con il contributo statale (che poi è un'altra fregatura e se ho + di un tv color non era meglio magari cominciare a vendere le tv con il doppio tuner per poi eventualmente cambiare fra 4 o 5 anni) ci sono modelli che hanno tutto e che costano 70-80 euro senza contributo, solo che in pochi sanno dove comprarli perchè i venditori onesti son pochi è anche perchè il contributo se lo devono mangiare le varie lobby che fanno capo a Berlusconi o suoi simili, contributo elargito dagli italiani con le tasse che costoro si fregano bellamente, il decoder sarebbe dovuto essere gratis o quasi dato che già con il contributo si pagano i costi di produzione e vendita, in + dato che qui si parla di costrizione e non di scelta non si può obbligare un consumatore a spendere per un qualcosa in + di cui non sente la necessità, al consumatore o almeno alla maggior parte di essi non serve ne l'accesso alla pay tv ne il televoto, quindi perchè non regalare a tutti gli abbonati il modulo per aggiornare la tv anzichè costringerli a comprare qualcosa che non gli serve minacciandoli di rendere inutilizzabile qualcosa che hanno già e che hanno pagato con il loro lavoro. I vantaggi del sat poi sono indiscutibili un antenna con installazione costa poco, se perfino sky la regala ai suoi abbonati decoder + antenna, anzichè spendere soldi e inquinare servendo male poi l'utenza,sarebbe bastato che lo stato fornisse l'antenna e un decoder chiunque in italia sarebbe stato servito, i costi dell'intallazione e del servizio tra l'altro gestito male sarebbero stati inferiori. Infine chissà perchè sempre e solo mediaset si prende, almeno dalle mie parti mediaset a parte nessuno trasmette in dtt e qui paghiamo il canone rai per non vederla dato che è quasi sempre non funzionante, l'unico modo per vederla e pagare anche l'abbo a sky ma a sto punto perchè dobbiamo pagare 2 canoni se uno è abbonato a sky per poterla vedere non sarebbe + giusto non fargli pagare il canone rai (ma mi illudo d'altronde il canone rai non è altro che una tassa per il possesso della tv).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni tanto ha ragione Beppe Grillo

          sei abbonato
          rai paghi il canone eccoti la SCHEDA OMAGGIO PER
          LA VISIONE DEI CANALI FREE ITALIACazzate. Nessuno lo farebbe erché altrimenti la rai perderebbe immediatamente tutti i suoi abbonati.
          e non possono gestire un traffico superiore ai 2
          mb, ma sopratutto perchè i cavi passano dentro un
          mux vecchio e non idoneo a gestire il trafficoEsatto. Questo è un problema che taglia le gambe all'iptv in partenza. Il dtt non soffre di questi problemi.
          e se ho + di un tv color non era meglio magari
          cominciare a vendere le tv con il doppio tunerNo. se ho già la tv, perché devo essere costretto a cambiare tv? Basta il decoder.Il decoder costa molto meno dell'acquisto di una tv nuova.Poi per chi vuole dtt e tv integrati, ci sono prodotti fatti a posta, ma costano un occhio.Ci fossero solo tv con dtt integrato, il dtt non avrebbe mai conquistato 4 milioni di famiglie.
          mangiare le varie lobby che fanno capo a
          BerlusconiE ti pareva che non saltasse fuori pure qui l'odio personale contro Berlusconi.Guarda che le lobby esistono da quando esiste l'uomo. Fattene una ragione. Poi perché non dovrebbero esistere? E' nella natura umana.Esistevano pure nel comunismo. e in nome delle lobby si ammazzavano milioni di persone. Vedi tu.
  • Anonimo scrive:
    A Cagliari non ci sono problemi !!!!
    Contesto assolutamente l'affermazione secondo la quale a Cagliari ci sarebbero problemi di ricezione con il DTT. Si ricevono dal ripetitore di Monte Serpeddì (il principale ripetitore da cui viene servita Cagliari) più di 50 canali tra Free e pay per view.Mancano solo i canali Raiuno-2-3 , che verranno resi disponibili dalla Rai nel momento in cui verrà fatto lo switch-off . Infatti nelle ore notturne (tra le 3 e le 5 a.m. per qualche giorno ) la rai ha già veicolato sulle sue frequenze analogiche in test i canali digitali del Multiplex A . Quindi in realtà è tutto pronto a Cagliari per lo switch-off dal punto di vista tecnico, le emittenti televisive (nazionali e locali) sono pronte, il tasso di penetrazione del DTT è dell' 80% delle famiglie sarde.Probabilmente quello che manca è solo la volontà politica di farlo, ma non si diano informazioni errate su difficoltà tecniche che non ci sono .
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
      Ma Soru presidente di regione é anche quello proprietario di Tiscali?
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
        Si lui. Se stai per dire "legge sul conflitto di interessi" non ce n'è traccia neanche qui (siamo una regione a statuto speciale e avremmo potuto farla) nonostante Soru faccia parte della stessa coalizione che negli ultimi anni ci ha strafracassato i testicoli a furia di chiederla...
        • Anonimo scrive:
          Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
          se non è di destra allora non ci possono essere conflitti di interesse
          • Anonimo scrive:
            Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
            Per me conflitto di interessi significa che porti avanti il digitale terrestre per evitare che una tua tv vada sul satellite (rete 4) e nel contempo vendi una valanga di carte prepagate per il calcio (mediaset premium) e contemporaneamente consenti a tuo fratello di vendere, grazie al contributo statale, una valanga di decoder DDT.Se in sardegna partisse regolarmente il Digitale terrestre pensate che soru non venderebbe più l' ADSL ?Digitale terrestre e Banda larga sono due cose diverse.
          • Anonimo scrive:
            Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
            - Scritto da:
            Per me conflitto di interessi significa che porti
            avanti il digitale terrestre per evitare che una
            tua tv vada sul satellite (rete 4)Guarda che questa è una bufala.Prima non c'era il digitale terrestre e non c'era Berlusconi al Governo, eppure nessuno s'è mai sognato di far andare Rete4 su satellite, né si sono sognati di azzoppare la rai.Le parole di D'Alema non ti sovvengono?
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!

        Ma Soru presidente di regione é anche quello
        proprietario di
        Tiscali?Sì...ed è lo stesso che sta dando soldi pubblici per ampliare la copertura dell'adsl, in modo da ingrossare Tiscali...alla faccia dei conflitti di interesse...Pensa che voleva pure i decoder dtt con adsl inclusa...in modo da aumentare i guadagni di Tiscali...assurdo.
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
        Soru NON E' più presidente ne proprietario di Tiscali perchè ha lasciato la carica e venduto le azioni.I conflitti di interesse sono ben altri ... e il digitale terrestre è un esempio : la legge Gasparri per evitare lo spostamento su satellite di Rete4 e la ridefinizione del tetto massimo di quota pubblicitaria raccolgibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
          ha lasciato la carica ma ha ancora circa il 27% delle azioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!

          Soru NON E' più presidente ne proprietario di
          Tiscali perchè ha lasciato la carica e venduto le
          azioni.Pure Berlusconi...ha solo venduto al resto della famiglia...ma non per questo i problemi sono svaniti...Soru ha venduto, ma è ancora dentro Tiscali, con la sua famiglia.
          I conflitti di interesse sono ben altriTipo quelli sull'adsl di Tiscali pagata con i soldi della regione Sardegna?
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
      Confermo...
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!

        Confermo...Confermi tutte le cazzate espresse dal tuo amico?Ma non ti vergogni del'ignoranza espressa?Guarda che la potenza del digitale è più bassa di quella dell'analogico, non più alta.E questo ermette di ridurre l'inquinamento elettromagnetico.E la qualità dei programmi non dipende dalla potenza...accidenti che ignoranza! Ma dipende dal numero di canali messi su ogni frequenza.Telecom continua a mettere troppi canali su un singolo mux (quando ne avrebbe già un altro pronto), quindi la banda per ciascun canale si riduce, riducendo la qualità.
    • Anonimo scrive:
      Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
      A me questa del digitale terrestre sembra proprio una manovra di quelle per "fare girare l'economia" a danno dei solito stupido consumatore...- è vero non si vede la rai... c'è chi dice che volutamente non trasmette per non occupare frequenze ... io non mi fido e non capisco perchè alla fine questa sperimentazione è di reti mediaset.... invece che rai...- il segnale digitale ha bisogno di una potenza molto più alta di quello analogico ed è per questo che si vedono immagini speso cubettose e di qualità paragonabile a quelle di un telefonino ingrandite sul televisore-il numero di canali è lo stesso di quelli analogici (mediaset ne ha una 15cina) - la qualità è pressochè identica se non inferiore.. domenica stavo guardando il motomondiale ed ho optato per l'analogico dove ho visto che vi era più dettaglio nelle inquadrature da lontanoperchè la gente dovrebbe buttare via i suoi videoregistratori o masterizzatori DVD analogici non si capisce... a parte la necessità di liberare frequenze non si ottiene nulla di innovativo e spero proprio che a luglio non si spenga l'analogico. Inoltre quasi tutti hanno più di una televisione a casa e si ha il contributo per un unico decoder.per adesso w l'analogico... abbasso il digitale terrestre....
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
        - Scritto da:
        A me questa del digitale terrestre sembra proprio
        una manovra di quelle per "fare girare
        l'economia" a danno dei solito stupido
        consumatore...

        - è vero non si vede la rai... c'è chi dice che
        volutamente non trasmette per non occupare
        frequenze ... io non mi fido e non capisco
        perchè alla fine questa sperimentazione è di reti
        mediaset.... invece che
        rai...

        - il segnale digitale ha bisogno di una potenza
        molto più alta di quello analogico ed è per
        questo che si vedono immagini speso cubettose e
        di qualità paragonabile a quelle di un telefonino
        ingrandite sul
        televisore

        -il numero di canali è lo stesso di quelli
        analogici (mediaset ne ha una 15cina)


        - la qualità è pressochè identica se non
        inferiore.. domenica stavo guardando il
        motomondiale ed ho optato per l'analogico dove ho
        visto che vi era più dettaglio nelle inquadrature
        da
        lontano

        perchè la gente dovrebbe buttare via i suoi
        videoregistratori o masterizzatori DVD analogici
        non si capisce... a parte la necessità di
        liberare frequenze non si ottiene nulla di
        innovativo e spero proprio che a luglio non si
        spenga l'analogico. Inoltre quasi tutti hanno più
        di una televisione a casa e si ha il contributo
        per un unico
        decoder.

        per adesso w l'analogico... abbasso il digitale
        terrestre....
        Che il digitale abbia bisogno di piu' potenza e' una fuffa.E mi basta il vecchio fondamenti di comunicazioni per dirlo.Per i decoder, i produttori di tv avrebbero dovuto integrarli nei nuovi televisori, cosa che accade di rado.Quanto alla qualita',tutto sta nell'uso che si fa del digitale: spesso vengono trasmesse immagini a risoluzione inferiore all'analogico per risparmiare banda in trasmissione. E' per questo che si vedono le immagini cubettose, la potenza non c'entra nulla.Il numero dei canali possibili sara' molto superiore all'analogico, poiche' ogni trasmissione digitale usa meno frequenze dell'analogico.l'ignoranza... :(
        • Anonimo scrive:
          Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!
          E' normale che sia ignorante sul digitale terrestre perchè non penso a questo quando mi alzo e prima di andare a letto...la mia era una visione dal punto di vista utente.... di uno che deve valutare se è meglio il digitale terrestre o l'analogico in base a quello che vede... e bene quello che si vede è che per ora il digitale terrestre è una cagata... per quanto riguarda la potenza del segnale confermo il fatto che non ne capisco una mazza e ma che il segnale che mi appare sui canali con la barra basso,medio, alto è fisso sul basso.... da quì la mia considerazione...buon viaggio...
          • Anonimo scrive:
            Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!

            E' normale che sia ignorante sul digitale
            terrestreSpero che te ne vergogni un po'.
            il digitale terrestre o l'analogico in base a
            quello che vede...Ci sono già oggi più canali in digitale che in analogico. Quindi è bene passare al digitale, secondo il tuo ragionamento.Sono d'accordo con te.
            per quanto riguarda la potenza del segnale
            confermo il fatto che non ne capisco una mazzaL'avevamo capito.
            il segnale che mi appare sui canali con la
            barra basso,medio, alto è fisso sul bassoQuesto vuol solo dire che il tuo antennista non ha fatto un buon lavoro quando ti ha montato l'antenna.Vedi, se basi la tua avversione per il Dtt sulla tua ignoranza e sul tuo odio verso Berlusconi, dimostri solo di non capir niente di tecnologia.
      • Anonimo scrive:
        Re: A Cagliari non ci sono problemi !!!!

        A me questa del digitale terrestre sembra proprio
        una manovra di quelle per "fare girare
        l'economia" a danno dei solito stupido
        consumatore...Cercare di far girare l'economia è stupido?Deciditi...
        non capisco
        perchè alla fine questa sperimentazione è di reti
        mediaset.... invece che
        rai...Hai mai sentito dire che il privato funziona meglio del pubblico?Mediaset ha interessi propri e si muove da sè. E fa bene a tutti, non solo a se stessa, aumentando i servizi che ci offre.La rai invece è guidata dalla politica, che non sempre ha in mente gli interessi dei cittadini.Quindi è normale vedere Mediaset in gran forma e la rai che, sebbene ad ascolti stia migliorando molto, non sia in grado di svilupparsi.
        - il segnale digitale ha bisogno di una potenza
        molto più alta di quello analogicoQuesta è una cazzata colossale. E' l'esatto opposto.Il dtt permette di ridurre l'inquinamento elettromagnetico (sempre che faccia davvero male) proprio perché la potenza necessaria è inferiore.
        ed è per
        questo che si vedono immagini speso cubettoseAltra cazzata. La potenza non ha niente a che vedere con i "cubetti".I cubetti dipendono dal fatto che su un singolo mux (frequenaza) mettono, in particolare La7, troppi canali. Su un singolo mux ci stanno 24Mega, dividili per tutti i canali che mettono e vedrai che il motivo è la scarsità di banda, non la potenza.Questo però è un problema passeggero. Una votla passati al Digitale Terrestre, a switch off avvenuto, ci saranno molte frequenze libere e i canali potranno essere divisi meglio: mettendo fino a 5 canali su ogni mux.Mediaset, d'altra parte, divide già oggi abbastanza bene i propri canali, tanto che le sue trasmissioni non hanno i cubi in movimento.
        -il numero di canali è lo stesso di quelli
        analogici (mediaset ne ha una 15cina)altra cazzata.Mediaset ha 5 canali free.C5,I1,R4,Boing,Mediashopping.Telecom ha La7, MTV, La7 Sport.Rai ha R1,R2,R3,Rai News, Rai Sport, Rai Edu, RaiUtile, RaiFutura.Dfree ha Si, SoloCalcio, Live24.L'Espresso ha AllMusic, RepubblicaTv.In totale:Mediaset 5Telecom 3Rai 8DFree 3Espresso 2Le tv pay invece sono:Mediaset MP1,2,3,4,5Telecom Carta+A,B,C,D,E,FQuindiMediaset 5Telecom 6Inoltre Telecom sta per aprire un canale allNews.
        - la qualità è pressochè identica se non
        inferiore..Questo è falso. Solo Telecom soffre di questi problemi.
  • Anonimo scrive:
    Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
    Io sono per l'affondamento del DTT: è solo una scatola per succhiare danaro alle masse.Sarò banale ma sfido chiunque a contraddrmi
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      sarebbe un bene invece fare questo passaggio.Non si può rimanere sempre con tecnologie vecchie
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:
        sarebbe un bene invece fare questo passaggio.
        Non si può rimanere sempre con tecnologie vecchieFallo con il satellite su sky scusa (l'offerta e' senz'altro migliore li')... perche' cazzo vuoi dare ancora soldi a quel coglione di Arcore?Sei masochista?
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
          Ma scusa tu.. io al "coglione di Arcore" soldi non ne do, al massimo gliene danno la knorr, la Rocchetta etc.. contenti loro... Seguendo il tuo consiglio, invece, li darei di tasca a quel coglione di Sidney.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            Alle reti private i soldi li danno le aziende che fanno pubblicità, ma le suddette aziende quei soldi li ricaricano sul prodotto che tu acquisti al supermercato percui alla fine sei tu che paghi l' emittente televisiva anche se in modo indiretto.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            Alle reti private i soldi li danno le aziende che
            fanno pubblicità, ma le suddette aziende quei
            soldi li ricaricano sul prodotto che tu acquisti
            al supermercato per cui alla fine sei tu che paghi
            l' emittente televisiva anche se in modo
            indiretto.In modo molto indiretto.Perché anche se non vedi la tv paghi ugualmente il prodotto.Il prodotto se non fa pubblicità su Mediaset la fa da un'altra parte, quindi il costo maggiorato c'è sempre. Indipendentemente dal mezzo utilizzato per propagandare gli spot.Poi, se stai a vedere, pure Sky ha un mare di pubblicità...e in più paghi il canone mensile...minimo 250 euro ogni anno per avere un mucchio di canali che non si guardano.
          • sirbone72 scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            Mi dispiace deluderti, ma chi credi che produca i decoder per il digitale terrestre?
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            Mi dispiace deluderti, ma chi credi che produca i
            decoder per il digitale
            terrestre?La ADB, la philips, la humax, la samsung, la nokia e moltissimi altri. Un centinaio circa di decoder.Tutti prodotti in Cina.
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


          sarebbe un bene invece fare questo passaggio.

          Non si può rimanere sempre con tecnologie
          vecchie
          Fallo con il satellite su sky scusa (l'offerta e'
          senz'altro migliore li')L'offerta è senza ombra di dubbio più cara.Da una parte pago quel che vedo. Dall'altra pago tutto, anche quell che non vedo.Da una parte mi basta spendere 4 euro per un film, o 12 euro per tutta una serie televisiva, dall'altra devo obbligatoriamente pagare Sky per 12 mesi, minimo 250 euro ogni anno (e se voglio il calcio costa ancora di più: quasi 470 euro...).Con Mediaset Premium si pagano 100 euro per avere il calcio di serieA, con Sky si paga quasi 5 volte tanto. L'offertas è migliore su Sky? Certo...ma paghi una valanga in più per vedere quattro coglioni che si tirano la palla.
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:
        sarebbe un bene invece fare questo passaggio.
        Non si può rimanere sempre con tecnologie vecchieti quoto in pieno perche nel articolo dicono che decoder costa 100 , ma perche in Francia costa 30
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


          sarebbe un bene invece fare questo passaggio.

          Non si può rimanere sempre con tecnologie
          vecchie
          ti quoto in pieno perche nel articolo dicono che
          decoder costa 100 , ma perche in Francia costa
          30In Italia costano meno di 100 euro, basta girare.I decoder francesi non hanno l'mhp. ecco perché costano meno. I decoder francesi sono semplici zapper. I decoder italiani no. Permettono di far girare sul decoder applicazioni java. E quindi costano di più. Si trovano a 80 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            I decoder francesi sono semplici
            zapper. I decoder italiani no. Permettono di far
            girare sul decoder applicazioni java.Ooooooh!!!.... :o
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


            I decoder francesi sono semplici

            zapper. I decoder italiani no. Permettono di far

            girare sul decoder applicazioni java.
            Oh.Non lo sapevi? Beata ignoranza!Ad ogni modo sei libero di comprare un decoder non interattivo se non sei interessato.
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:
        sarebbe un bene invece fare questo passaggio.
        Non si può rimanere sempre con tecnologie vecchieSi, ma deve essere un passaggio naturale, non imposto per decreto ed a scpese dei contribuenti!Guarda i cellulari: stanno gradualmente sostituendo le cabine telefoniche ed i fissi; e senza nessun decreto che l'imponga.Oppure Cd che hanno sostituito gradualmente e NATURALMENTE i vinili, e le mc.Ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

          Si, ma deve essere un passaggio naturale, non
          imposto per decreto ed a scpese dei
          contribuenti!Il passaggio è così in tutta europa.E pure gli Usa hanno deciso per legge.In Italia però eravamo troppo indietro e senza incentivi non sarebbe partito nulla.Quindi ben vengano gli incentivi, se riescono a farci passare prima al digitale.
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      Quali masse scusa !!!Ma credi veramente di essere piu intelligente di oltre 50 Milioni di persone ? Ma davvero credi che siamo tutti pecoroni ? dai .....Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:
        Quali masse scusa !!!

        Ma credi veramente di essere piu intelligente di
        oltre 50 Milioni di persone ?


        Ma davvero credi che siamo tutti pecoroni ? Il 49,8% lo è...se hanno votato Prodi...
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
          - Scritto da:
          Il 49,8% lo è...se hanno votato Prodi...Con il tuo stesso metro di giudizio, anche quelli che hanno votato Berlusconi sono pecoroni. Proprio perché non hanno votato per se stessi, ma hanno seguito qualcun altro.Ciao, trollone!
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Il 49,8% lo è...se hanno votato Prodi...

            Con il tuo stesso metro di giudizio, anche quelli
            che hanno votato Berlusconi sono pecoroni.Veramente Berlusconi ha governato per 5 anni, senza problemi. Il prodino durerà qualche mese...i pecoroni son quelli che ci hanno consegnato all'instabilità e alla dittatura di bertinotti che ha già vinto su D'Alema.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            Veramente Berlusconi ha governato per 5 anni,
            senza problemi. Che cu£o!!
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


            Veramente Berlusconi ha governato per 5 anni,

            senza problemi.
            Che fortunaPer l'Italia sicuramente.Tant'è che il Financial Times appena Prodi ha garantito l'instabilità ci ha subito messo in guardia da una sinsitra che ci porterà al macello sociale.
    • Ics-pi scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      Hai ragione, il DTT è una boiata mostruosa non tanto come tecnologia (che e' sicuramente un miglioramento alla vecchia TV analogica) ma per come è stata proposta in Italia, facendo credere che sia la panacea di tutti i mali, quando invece il vero problema è la qualità dei programmi trasmessi.In pratica avendo io una Punto con le ruote forate, vengo incitato dal meccanico a cambiare la mia povera Punto con una Ferrari con le ruote forate. Miglioramenti? Beh ho una Ferrari....ma in pratica vado a piedi comunque perchè sia la Punto che la Rossa hanno entrambe, le ruote bucate.Io credo che ai vertici della cupola (politica, mafia e sa il caxxo chi) abbia deciso che 60 milioni di Italiani si debba comprare una Ferrari (il DTT se non l'avevate capito) senza interessarsi che questo servizio ha "le ruote bucate", cioè i programmi trasmessi sono di bassissimo livello.Meditate pecoroni Italioti, miei compatrioti... (cylon)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2006 07.22-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

        proposta in Italia, facendo credere
        che sia la panacea di tutti i mali, quando invece
        il vero problema è la qualità dei programmi
        trasmessi.La qualità dei programmi è cosa diversa dalla tecnologia.La ppv esiste in Italia così come esiste negli altri Stati europei.
        • Ics-pi scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
          Si ma nell'immaginario comune il DTT è qualcosa di meraviglioso (conosco un botto di gente che ha il decoder da un anno o forse piu'), in realtà l'infima qualità dei programmi è identica a quella analogica, quindi mi chiedo:a che serve il DTT se non per ingrassare i politici, industriali, mafiosi etc?Che beneficio mi dovrebbe dare oltre a far diventare ancora piu' ricche persone che già lo sono alla grande? (newbie)
          • borg_troll scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            - Scritto da: Ics-pi
            a che serve il DTT se non per ingrassare i
            politici, industriali, mafiosi
            etc?
            Che beneficio mi dovrebbe dare oltre a far
            diventare ancora piu' ricche persone che già lo
            sono alla grande?Esatto. Serve a quello. A te non dà alcun beneficio, ma non sei tu che conti.Contano le grosse imprese. Di fronte a loro, i nostri diritti e le nostre richieste non contano nulla.E non ci possiamo fare nulla.Fattene una ragione.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            Si ma nell'immaginario comune il DTT è qualcosa
            di meraviglioso (conosco un botto di gente che ha
            il decoder da un anno o forse piu'), in realtà
            l'infima qualità dei programmi è identica a
            quella analogicaMa che c'entra la qualità del programma con la tecnologia?
            a che serve il DTT se non per ingrassare i
            politici, industrialiMi sa che hai la mentalità dell'800...Il dtt c'è ovunque e non per ingrassare qualcuno, ma per avere vantaggi per tutti.Minore inquinamento, minore potenza erogata (quindi meno radiazioni elettromagnetiche), maggior numero di canali disponibili, avvio di applicazioni java interattive e così via.Miglir audio, stereo e 5.1, tv di qualità superiore, pari a quella di un dvd, doppio audio, più flussi video contemporaneamente eccetera.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            - Scritto da:
            Ma che c'entra la qualità del programma con la
            tecnologia?Ma c'entra il mercato con gli switch-off?PS. ma gia' si switcha, lo switch-off dei 56K no? Non è possibile obbligare tutti ad avere ed usefruire, che so, di una modesta adsl?
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


            Ma che c'entra la qualità del programma con la

            tecnologia?
            Ma c'entra il mercato con gli switch-off?C'entra eccome.Perché con lo switch off si liberano frequenze che possono essere utilizzate per nuovi canali e nuovi servizi. In questo modo si liberalizza il settore ancora di più e si dà la possibilità di aumentare il pluralismo.
            PS. ma gia' si switcha, lo switch-off dei 56K no?Il 56k serve per inviare dati col telecomando.Dici che col telecomando scriverai dei romazi che necessiteranno dell'adsl?Oppure col telecomando pensi di dar vita a dei contenuti audio/video da inviare all'emittente televisiva?Il modem serve per invivare il tuo codice identificativo (ad esempio il tuo codice fiscale) per accedere ad applicazioni che permettono di prenotare una visita medica- Tutte cose per cui l'adsl non servwe ad una cippa.
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      Mmm... io mi guardo la tv sul digitale e non mi stanno succhiando niente a dire il vero...
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      - Scritto da:
      Io sono per l'affondamento del DTT: è solo una
      scatola per succhiare danaro alle
      masse.

      Sarò banale ma sfido chiunque a contraddrmiBasta non comprare le tessere.La qualità è migliore dell'analogico (sempre escludendo Telecom), inoltre ci sono più canali e più servizi. Audio in lingua originale senza pagare nulla.Ci sono i giochi, i servizi bancari, una guida tv migliore e un televideo più efficiente ed efficace.Il tutto con la stessa tv di prima ed una piccola scatoletta collegata.Se poi vuoi puoi pure vedere un singolo film in ppv senza abbonarti per 12 mesi spendendo 250 euro...ma solo 4 euro. Che vuoi di più?
      • sirbone72 scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Io sono per l'affondamento del DTT: è solo una

        scatola per succhiare danaro alle

        masse.



        Sarò banale ma sfido chiunque a contraddrmi
        Basta non comprare le tessere.
        La qualità è migliore dell'analogico (sempre
        escludendo Telecom), inoltre ci sono più canali e
        più servizi. Audio in lingua originale senza
        pagare
        nulla.
        Ci sono i giochi, i servizi bancari, una guida tv
        migliore e un televideo più efficiente ed
        efficace.
        Il tutto con la stessa tv di prima ed una piccola
        scatoletta
        collegata.

        Se poi vuoi puoi pure vedere un singolo film in
        ppv senza abbonarti per 12 mesi spendendo 250
        euro...ma solo 4 euro. Che vuoi di
        più?Vorrei non essere costretto...
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


          Se poi vuoi puoi pure vedere un singolo film in

          ppv senza abbonarti per 12 mesi spendendo 250

          euro...ma solo 4 euro. Che vuoi di

          più?
          Vorrei non essere costretto...Ma ancora con questa tiritera?Mi sa che sei sempre tu a scriverlo...NON SEI COSTRETTO.Non devi per forza comprare la tessera Mediaset Premium, né avere per forza un decoder dtt.Puoi sempre decidere di acquistare un decoder sat, vedere Sky a pagamento a mezzo milione l'anno o vedere l'iptv di fw se è già arrivata da te.
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
            Vorrei vedere la televisone analogica!!!! Non posso?? E' una forma di abuso !!!! Punto fine!!! Non hai ragione smettila di scirvere FALSITA'
          • Anonimo scrive:
            Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

            Vorrei vedere la televisone analogica!!!! Non
            posso?? E' una forma di abusoPrenditela con l'Unione Europea...a quel tempo presieduta da Romano Prodi...
            Non hai ragione smettila di scirvere FALSITA'Indica quali sono le falsità è controbatti.E smetti di fare il troll. Fai pena.
      • Anonimo scrive:
        Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

        Ci sono i giochitipo quelli del cellulare..
        una guida tv migliore e un televideo più efficiente ed efficace.Ma lentissimo a caricarsi e pieno di bugs..
        • Anonimo scrive:
          Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e


          Ci sono i giochi
          tipo quelli del cellulareChe schifo di cellulare hai?

          una guida tv migliore e un televideo più
          efficiente ed
          efficace.
          Ma lentissimo a caricarsi e pieno di bugs..Veramente no.E' molto più veloce del televideo cassico è non si blocca mai.Forse ti riferisci alle applicazioni esistenti prima dell'ultimo aggiornamento. Le cose sono cambiate parecchio e in meglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e
      - Scritto da:
      Io sono per l'affondamento del DTT: è solo una
      scatola per succhiare danaro alle
      masse.

      Sarò banale ma sfido chiunque a contraddrmiil solito komunista koglione !te l'ha ordinato il medico di abbonarti alle (ok alla!) payperView di mediaset?si può avere il decoder e non aver nessuna tesserina per vedersi il Glande Fardello...
    • Anonimo scrive:
      Re: DTT, rischio naufragio in Sardegna e

      Io sono per l'affondamento del DTT: è solo una
      scatola per succhiare danaro alle
      masse.Cazzata. Chi ti dice che devi comprare un decoder con tessera Telecom o Mediaset?Puoi benissimo comprare un decoder senza tessera.O puoi addirittura comprare un decoder che non abbia l'ingresso per le schede (si chiamano decoder zapper).
      Sarò banale ma sfido chiunque a contraddrmiLo ho appena fatto. La tua banalità era solo pari alla tua ignoranza, che spero ora sia sanata.
Chiudi i commenti