Italia, operazione contro i pirati delle pay TV

La Guardia di Finanza di Trento mette a segno un colpo contro un'organizzazione sparsa in tutta Italia, dedicata alla decodifica del segnale delle emittenti a pagamento e alla sua distribuzione mediata dalla Rete ai clienti finali. Che risparmiavano parecchio

Roma – Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Trento ha rovinato il weekend ai fruitori abusivi delle piattaforme di pay TV con l’ operazione Web pirates , un’azione di contrasto alla pirateria portata avanti con ben 92 provvedimenti di perquisizione e sequestro condotti in tutta Italia.

Servendosi della collaborazione di Digital Content Protection (DcP), organizzazione che è espressione diretta delle major discografiche mondiali (IFPI) e italiane (FIMI), e dei comandi provinciali sparsi in giro per l’Italia, la GdF ha così portato a compimento un’indagine durata un anno contro una vera e propria organizzazione criminale dedita alla pirateria del segnale delle pay TV.

Sequestri e perquisizioni sono stati condotti in Trentino Alto Adige, Lazio, Abruzzo, Veneto e Calabria, e hanno portato al rinvenimento di numerosi decoder, “decine” di hard disk o anche computer completi usati sia dai membri dell’organizzazione che dai clienti.
La “gang” riforniva i suddetti clienti di “chiavi” digitali per l’accesso ai server localizzati all’estero, e pensati per la ritrasmissione del segnale in chiaro delle Pay TV. Il “pacchetto” comprendeva l’intera programmazione delle principali emittenti di settore, l’abbonamento era mensile e il risparmio sul costo originale poteva arrivare anche all’80 per cento.

Particolarmente efficiente risultava essere la struttura dell’organizzazione pirata, comprensiva persino di un servizio di supporto e assistenza H24, 7 giorni su 7 attivo online, via telefono o a domicilio. I clienti “storici” stimati dalla GdF ammontano ad alcune centinaia, mentre il danno complessivo al business delle pay TV è stimato in 1 milione di euro.

Nel salutare l’intervento dei finanzieri per il contrasto al fenomeno , certamente non nuovissimo , della pirateria dei segnali televisivi criptati, DcP sottolinea la fine di “una vera e propria distorsione per il mercato audio visivo in Italia oltre che una frode informatica estremamente articolata”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mister C scrive:
    Meglio di prima forse... ma...
    citazione dall'articolo: "ci sono voluti 20 mesi di lavoro e il contributo di 127 diversi committer".Mettendo insieme tutte ste persone in un progetto serio si potrebbe creare skynet.Finchè continueranno a scriverlo in questo modo dubito che risolveranno i problemi del cms a prescindere dal linguaggio o dalla logica su cui è costruito.Wordpress è un CMS equivalente ad una cozzaglia di codice PHP scritto malissimo che però funziona bene ed è facile da usare.Forse ora avranno migliorato la struttura interna. Tanto di cappello.
  • Shu scrive:
    Wordpress rimane in PHP
    Quello che sembra nessuno abbia capito è che WP rimane in PHP.Wordpress.com NON È Wordpress. È la "parte commerciale" di Automattic, che vende servizio di blogging hosted.Calypso è solo un'interfaccia verso le API di wordpress.com (e di un plugin per wordpress).Non è il nuovo Wordpress.
    • povero me scrive:
      Re: Wordpress rimane in PHP
      - Scritto da: Shu
      Quello che sembra nessuno abbia capito è che WP
      rimane in
      PHP.
      Non è il nuovo Wordpress. Quindi sempre XXXXX è!
  • asdf scrive:
    Innovasciun

    statistiche, "like" e notifiche.Basta che non sia come il sistema dei pingback, causa di diverse vulnerabilità
    una nuova incarnazione (attualmente disponibile solo per Mac OS X, in arrivo per Windows e Linux) "traduce" l'intera interfaccia di WordPress.com in una applicazione per computer con cui poter gestire i siti WordPress senza l'inutile - e sovente fastidioso - ingombro di un intero browser Web. Ed è solo l'inizio, promette Mullenwag, una versione 1.0 che promette bene per il futuro.Se l'installer occupa 42Mb probabilmente è solo un bundle contenente node.js e webkit.
    • Shiba scrive:
      Re: Innovasciun
      - Scritto da: asdf
      Se l'installer occupa 42Mb probabilmente è solo
      un bundle contenente node.js e webkit.Benvenuto nell'informatica degli anni 2010.
  • bubba scrive:
    booom!
    e' CERTAMENTE un grosso cambiamento...... ....certo, in apparenza scarica molte cose sulle spalle dei client (e anche sui weird behaviour delle differenti implementazioni di javascript & co ). poi sui server remoti non sempre node.js c'e'. vedremo...
  • KraziCax scrive:
    tutto molto bello ma...
    il sucXXXXX di wordpress è legato a php, chi può o è in grado di avere nodejs sul proprio hosting? Resterà un progetto di nicchia e il 90% di quelli che utilizzavano Il vecchio wordpress continueranno a farlo.Wordpress è un mattone non a causa di php ma a causa come è stato scritto, fare un sucXXXXXre in un altro linguaggio non ha alcun senso.
  • povero me scrive:
    rettifica
    post scritto prima di leggere l' articolo. Vedo php è il sangue sale in testa.Ma tornando in tema, vedo che finalmente hanno capito che bisogna stare lontano dal php, anche se tutto in javascript forse si faranno un pò meno male.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: rettifica
      php il male ? LOL
    • Shiba scrive:
      Re: rettifica
      - Scritto da: povero me
      post scritto prima di leggere l' articolo. Vedo
      php è il sangue sale in
      testa.

      Ma tornando in tema, vedo che finalmente hanno
      capito che bisogna stare lontano dal php, anche
      se tutto in javascript forse si faranno un pò
      meno
      male.https://youtu.be/FqhZZNUyVFM?t=1m22s
      • povero me scrive:
        Re: rettifica
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: povero me

        post scritto prima di leggere l' articolo.
        Vedo

        php è il sangue sale in

        testa.



        Ma tornando in tema, vedo che finalmente
        hanno

        capito che bisogna stare lontano dal php,
        anche

        se tutto in javascript forse si faranno un pò

        meno

        male.

        https://youtu.be/FqhZZNUyVFM?t=1m22sbeh oggi sembra che javascript sia la panacea a tutti i mali moderni del web. :(
    • ego scrive:
      Re: rettifica
      Si guarda, javascript e visual basicWordpress: gestionale edition
  • povero me scrive:
    promette proprio bene per il futuro
    [OT on]Forse dovrebbero capire che il vero problema, è il linguaggio usato per scrivere il CMS, mette i brividi solo guardarci dentro al codice.Non per niente quando si fa strada un worm per php sulla rete, le infezioni si propagano peggio dell' Ebola. @^[OT off]
Chiudi i commenti