Italia tra i leader dello spam

Le classifiche internazionali segnalano un aumento dello spam generato dalla rete italiana. Sophos parla anche di nuove forme di spam su commissione

Roma – Nel giro di sei mesi la quantità di spam generata dalla rete italiana è passata dal 13esimo posto all’8 della classifica internazionale dei “paesi spammer” realizzata dalla società di sicurezza Sophos : questo significa che attualmente, nelle stime di Sophos, il 3 per cento di tutto lo spam globale è “made in Italy”.

Di interesse segnalare che l’Italia non rientra invece nella top 10 redatta e aggiornata da Spamhaus : in questo caso infatti la classifica riguarda i paesi che “ospitano” spammer e non computer o reti di provider da cui proviene spam. In questo senso non sorprende, evidentemente, che da lunghi anni lo Spamhaus Project inserisca un network italiano tra i dieci peggiori in termini di spam generato.

Ad alimentare le classifiche di Sophos sono infatti gli zombie sparaspam , vale a dire i PC infettati da trojan che consentono agli autori dello spam da remoto di farli agire come basi di partenza per massicce quantità di spam. In questo senso è singolare che in Europa, paese dove è alto il livello di informatizzazione, lo spam prodotto continui ad aumentare, più che in America del Nord.

Analizzando i messaggi girati sulla rete di rilevazione di Sophos, gli esperti posizionano gli Stati Uniti in cima alla classifica dei “paesi peggiori”: nonostante le recenti normative antispam, il paese “produce” il 23,2 per cento di tutto lo spam. Seguono Cina e Corea sebbene in entrambi i paesi si noti un calo. Ma ecco la top ten dei paesi spammer formulata con le rilevazioni effettuate tra aprile e giugno di quest’anno:

1. Stati Uniti 23,2%
2. Cina (inclusa Hong Kong) 20,0%
3. Corea del Sud 7,5%
4. Francia 5,2%
5. Spagna 4,8%
6. Polonia 3,6%
7. Brasile 3,1%
8. Italia 3,0%
9. Germania 2,5%
10. Gran Bretagna 1,8%

Da segnalare che sebbene la Russia non compaia nella classifica, Sophos ritiene che molte botnet di zombie siano gestite proprio da spammer russi. “Di recente – spiega una nota dell’azienda – Sophos ha scoperto un tariffario russo dello spamming che offriva la distribuzione di messaggi a undici milioni di indirizzi email russi alla modica cifra di 500 dollari. Inoltre, per soli 50 dollari, le società potevano ordinare l’invio di messaggi a un milione di indirizzi email in qualsiasi Paese”.

Altri dati di interesse riguardano l’aumento dello spam grafico , in cui al tradizionale messaggio testuale invasivo si sostituiscono le immagini, spesso capaci di bypassare i filtri basati sul riconoscimento del contenuto testuale.

Così come suscita attenzione il fenomeno dello spam finanziario , ovvero spam pensato per “spingere” titoli borsistici in modo fraudolento per consentire grossi guadagni agli spammer. “Assistiamo con preoccupazione – spiega Sophos – all’aumento delle email fraudolente di tipo pump-and-dump , che vengono inviate in massa a utenti che non sono investitori esperti. Persone che quindi non sono consapevoli del fatto che i soli a guadagnarci dall’acquisto delle azioni sono gli spammer, che in questo modo causano un danno economico anche alle imprese interessate”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma che roba inutile...
    Cioè davvero secondo voi la gente perde 2 ore a andare a vedere sul cellulare se c'è traffico? Tanto vale comprarsi un navigatore di quelli che ricevono il segnale traffico radio che c'è fortunatamente pure in italia.E poi quando l'italia sarà coperta dal servizio di google probabilmente sarà già sommersa a causa del global warming.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che roba inutile...
      - Scritto da:
      Cioè davvero secondo voi la gente perde 2 ore a
      andare a vedere sul cellulare se c'è traffico?2 ore per vedere se c'è traffico???Non hai mai provato Google Mappe sul tuo cell, vero?E' molto rapido a scaricare e nel caso di percorsi già utilizzati, con la cronologia degli indirizzi, è velocissimo anche l'input.In ogni caso non più di 3 minuti per tutto, compreso l'inserimento dei nuovi indirizzi. Ciao, dgali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che roba inutile...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Cioè davvero secondo voi la gente perde 2 ore a

        andare a vedere sul cellulare se c'è traffico?

        2 ore per vedere se c'è traffico???
        Non hai mai provato Google Mappe sul tuo cell,
        vero?
        E' molto rapido a scaricare e nel caso di
        percorsi già utilizzati, con la cronologia degli
        indirizzi, è velocissimo anche
        l'input.
        In ogni caso non più di 3 minuti per tutto,
        compreso l'inserimento dei nuovi
        indirizzi.

        Ciao, dgali.Sì ma la maggior parte delle volte il traffico si forma quando sei già in auto (ad es. quando prendi l'autostrada a causa di incidenti o altro). I navigatori con ricevitore di segnalazione traffico via radio ti avvisano subito in realtime della formazione del traffico e ti dicono di uscire. Col cell ti multano appena te lo vedono in mano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che roba inutile...
      - Scritto da:
      Cioè davvero secondo voi la gente perde 2 ore a
      andare a vedere sul cellulare se c'è traffico?
      Tanto vale comprarsi un navigatore di quelli che
      ricevono il segnale traffico radio che c'è
      fortunatamente pure in
      italia.

      E poi quando l'italia sarà coperta dal servizio
      di google probabilmente sarà già sommersa a causa
      del global
      warming.1) è comodo avere questa informazione sul cellulare anche se non ho il navigatore2) i navigatori come vengono concepiti oggi presto spariranno perchè integrari sui cellulari3) Per Google questa è una beta, un primo step verso il futuro
  • Anonimo scrive:
    speriamo che venga fatto anche in Italia
    anche perchè qui isoradio e tutte le info delle autostrade NON FUNZIONANO!!! Possibile che nel 2006 per radio e sui tabelloni luminosi girino informazioni incorrette, vecchie e quindi inutili? L'ultimo esempio, la settimana scorsa, "Incidente risolto" a sassomarconi.... in realtà c'era coda x il lavori in corso... 1 ora e non so quanti km di colonna, se me lo dicevano prima, io e gli altri km di coda che c'erano dietro di me uscivamo prima, ed evitavamo di ingorgare una delle poche autostrade che collegano nord e resto dell'italia, con ripercussioni su tutta la viabilità... sarebbe nell'interesse di tutti avere strade + efficienti e meno intasate...
  • Anonimo scrive:
    Ed ecco...
    che magicamente NSA saprà dove siete e dove andate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ed ecco...
      - Scritto da:
      che magicamente NSA saprà dove siete e dove
      andate.'Zzo dici... L'NSA da mo lo sa gia'...Google usa le info sulla posizione della gente per farti gentili avvertimenti sul traffico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ed ecco...
        - Scritto da:
        Google usa le info sulla posizione della gente
        per farti gentili avvertimenti sul
        traffico.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ed ecco...
      Per questo non c'era bisogno di Google, il solo fatto di avere un cellulare acceso e collegato alla rete permette comunque di individarti.Quindi se non vuoi far sapere dove sei, dovresti spegnere il cellulare, ma a cellulare spento il servizio di Google non è molto utile.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Ed ecco...
        - Scritto da:
        Per questo non c'era bisogno di Google, il solo
        fatto di avere un cellulare acceso e collegato
        alla rete permette comunque di
        individarti.Ma non di sapere dove stai andando e quanto traffico troverai sul tuo percorso.Ne' di incrociare tali dati con tutto quello che scrivi per posta o le ricerche che fai su internet, e tante altre mille cose...
        Quindi se non vuoi far sapere dove sei, dovresti
        spegnere il cellulareCosì è.
  • Anonimo scrive:
    Fatemi capire
    Ma posso installare gratuitamente Google Maps e sostituirlo al mio TOM TOM ??questo non riesco a capire :(Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatemi capire
      Quale parte di TRAFFICO REALTIME IN AMERICA non t'è chiara?
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da:
        Quale parte di TRAFFICO REALTIME IN AMERICA non
        t'è
        chiara?quale parte di GOOGLE MAPS non ti è chiara?parlavo del software di GOOGLE MAPS e non del servizio sul trafficoma va beh, sei un deficiente, si vede.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da:
        Quale parte di TRAFFICO REALTIME IN AMERICA non
        t'è
        chiara?quindi gli stai dando dell'idiota ?emerito imbecille ?ignorante ?spero ti denunci
  • AnyFile scrive:
    Intano in Italia siamo a questo punto
    ma avete mai visto il sito del CISS?http://www.radio.rai.it/cciss/(vi metto il link idretto, perche' se uno vuole arrivarci passando dalla home page della rai, deve aspettare quasi mezz'ora che si carichi e poi deve riuscire a scoprire dove il link si nasconde sotto imamgini varie che compaino sopra il testo)
    • Michele scrive:
      Re: Intano in Italia siamo a questo punto
      A parte il sito del CCISS è possibile vedere le informazioni sul traffico in tempo reale qui https://distanzechilometriche.net/traffico/
  • Anonimo scrive:
    Bisogna aggiornare il client?
    Ho appena provato a seguire un percorso a New York, ma non mi ha visualizzato le condizioni del traffico...Qualcuno sa se si deve aggiornare il client Google Mappe o se funziona solo da terminali sul suolo americano? Ciao, dgali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna aggiornare il client?
      Funziona sui cellulari in USA.Non in Italia, non sulla versione per PC.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bisogna aggiornare il client?
        - Scritto da:
        Funziona sui cellulari in USA.
        Non in Italia, non sulla versione per PC.Infatti io ho provato dal mio cellulare, non dal PC...Quindi tu dici che i server di google mandano i dati del traffico al cellulare solo se la connessione è dagli USA?Io pensavo che guardando un percorso in una delle 30 città coperte dal servizio, le condizioni del traffico fossero mandate comunque, indipendentemente dalla provenienza della richiesta. Ciao, dgali.
  • Brontoleus scrive:
    W Google
    Sarà un colosso stile Microsoft, sarà piegata agli interessi cinesi, starà facendo forse concorrenza più o meno sleale a svariati concorrenti (PayPal, Hotmail, Yahoo)... però quello che fa FUNZIONA. Fin da quando comprò l'archivio di Dejanews le ha azzeccate tutte.Gli manca, seriamente parlando, solo un servizio di messaggistica istantanea, magari combinato col VoIP stile Skype e pure compatibile coi servizi concorrenti (visto che MSN e Yahoo si sono uniti, e ovviamente PayPal di Skype non ci starebbe, magari potrebbe pensare a unirsi con AIM e ICQ più i vari servizi gratuiti di messaggistica).L'unica cosa che mi lascia perplesso è che Google Video non ha la stessa popolarità di Youtube, e francamente non capisco il motivo: a me sembra che i due si equivalgano. Sbaglio?
    • opazz scrive:
      Re: W Google
      Perchè GTalk te fa schifo? A me pare ottimo.Tra l'altro permette di essere usato anche come alternativa ad altri popolari IM.
      • Brontoleus scrive:
        Re: W Google
        - Scritto da: opazz
        Perchè GTalk te fa schifo? A me pare ottimo.Me l'ero perso. Ottimo, serve solo che si diffonda ora ;)
        Tra l'altro permette di essere usato anche come
        alternativa ad altri popolari
        IM.Già :)
    • mister_xyz scrive:
      Re: W Google
      - Scritto da: Brontoleus
      L'unica cosa che mi lascia perplesso è che Google
      Video non ha la stessa popolarità di Youtube, e
      francamente non capisco il motivo: a me sembra
      che i due si equivalgano.
      Sbaglio?Non ho seguito molto la cosa, ma mi pare che sino a poco tempo fa google avesse maggiori restrizioni per l'upload.Ma con firefox su linux c'è un modo per vedere i video di entrambi a schermo intero?
      • longinous scrive:
        Re: W Google
        schermo intero completo no, ma puoi aprire un popup a tutto schermo con dentro solo il video, è il pulsante in parte a quello del size.Tornando a parlare della notizia:Figata! speriamo non costi tanto!
        • Anonimo scrive:
          Re: W Google
          - Scritto da: longinous
          schermo intero completo no, ma puoi aprire un
          popup a tutto schermo con dentro solo il video, è
          il pulsante in parte a quello del
          size.Ke distro'?
          • Anonimo scrive:
            Re: W Google
            - Scritto da:

            - Scritto da: longinous

            schermo intero completo no, ma puoi aprire un

            popup a tutto schermo con dentro solo il video,
            è

            il pulsante in parte a quello del

            size.

            Ke distro'?distro?si parla di servizio, non di OS
          • longinous scrive:
            [OT]Distro che uso
            hai ragione, siamo OT, cmq uso FoxLinux basato sulla Fedora Core 4
    • Anonimo scrive:
      Re: W Google
      - Scritto da: Brontoleus
      ................................ però
      quello che fa FUNZIONA. :| :| :|
    • Anonimo scrive:
      Re: // Google
      sinceramente a me inizia a non piacere molto....mi ricorda tanto un'altra azienda, imho si sta allargando troppo lasciando pressochè 0 possibilità "ai piccoli"
    • Anonimo scrive:
      Re: W Google
      - Scritto da: Brontoleus
      Sarà un colosso stile Microsoft, sarà piegata
      agli interessi cinesi, starà facendo forse
      concorrenza più o meno sleale a svariati
      concorrenti (PayPal, Hotmail, Yahoo)... però
      quello che fa FUNZIONA. Fin da quando comprò
      l'archivio di Dejanews le ha azzeccate
      tutte.
      Gli manca, seriamente parlando, solo un servizio
      di messaggistica istantanea, magari combinato col
      VoIP stile Skype e pure compatibile coi servizi
      concorrenti (visto che MSN e Yahoo si sono uniti,
      e ovviamente PayPal di Skype non ci starebbe,
      magari potrebbe pensare a unirsi con AIM e ICQ
      più i vari servizi gratuiti di
      messaggistica).
      L'unica cosa che mi lascia perplesso è che Google
      Video non ha la stessa popolarità di Youtube, e
      francamente non capisco il motivo: a me sembra
      che i due si equivalgano.
      Sbaglio?Fa 200 cose e ne finisce solo una.Ovviamente gratis per attirare, il supporto poi muore li.
Chiudi i commenti