ITU: presto 2 miliardi di netizen

Entro la fine del 2010 il 30 per cento della popolazione mondiale sarà online. In aumento gli utenti dai paesi emergenti, ma il divario con l'Occidente del web rimane ancora profondo. Soluzioni? Più broadband per tutti

Roma – Più di 2 miliardi di persone connesse ad Internet entro la fine di quest’anno . In altre parole, il 30 per cento della popolazione mondiale, attualmente stimabile in circa 7 miliardi di individui.

Questi i primi risultati di un recente report pubblicato dalla International Telecommunication Unit (ITU), l’agenzia delle Nazioni Unite che definisce gli standard nell’ambito delle TLC.

Nel solo anno 2010 sono dunque finiti per la prima volta online 226 milioni di persone , con una consistente fetta – 162 milioni – di nuovi netizen proveniente da paesi emergenti.

Il report ITU ha tuttavia sottolineato come solo il 21 per cento dei netizen globali proverrà entro la fine del 2010 da paesi come l’India. Mentre il 71 per cento del totale di 2 miliardi avrà residenza in un qualche paese del mondo ricco.

Un divario più che consistente, che secondo il Segretario Generale di ITU Hamadoun Toure andrebbe colmato con lo sviluppo del broadband e un più alto livello d’accesso pubblico .

A livello regionale, il continente più connesso sarà l’Europa (65 per cento della popolazione), seguito dalle Americhe (55 per cento) e dalle regioni asiatico-pacifiche (21,9 per cento). Ultima l’Africa, con il 9,6 per cento.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Davila scrive:
    Prestito
    Ciao, io sono la Signora Celine è in cerca di un prestito per più di 3 mesi,Sono stato molte volte ingannato su siti di prestito tra particolarevolendo è un prestito tra individuo in diverse persone.Ma ogni volta che ho da false istituti di credito ealla fine ho nulla sul mio conto. Ma per fortuna io sonocaduta su una donna di nome LYSE davvero semplice e gentile aiutotrovare il mio prestito di 60.000 euro che ho ricevuto sul mio conto 48 oredopo senza troppi protocolli.Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui elysemarie3@gmail.com
  • eheheh scrive:
    Luddismo
    anche i luddisti sostenevano qualcosa del genere e gli schiavisti sostenevano che senza gli schiavi non si potevano mandare avanti le aziende agricoleperò così si guarda solo metà del problema e non i vantaggi
  • Silvan scrive:
    Rimedio
    Caro Polemik il rimedio sarebbe molto più indolore, ovvero limitazione delle nascite, ma questo risulta attualmente più difficile, viste le accanite opposizioni delle religioni in generale, e di coloro che sfruttano gli altri uomini in particolare.
    • collione scrive:
      Re: Rimedio
      sai qual'è la fregatura? tu diminuisci le nascite, loro provvedono a far nascere robotpoi è facile parlare di diminuzione delle nascite, le pensioni chi le pagherà? dovremmo piuttosto smetterla di mantenere in vita gente fino a 90 annioppure, come le elite propongono, eliminare la pensione e far lavorare la gente fino alla mortequello che sta succedendo è che si sta creando un mondo zeppo di gente vecchia e improduttiva
      • attonito scrive:
        Re: Rimedio
        - Scritto da: collione
        sai qual'è la fregatura? tu diminuisci le
        nascite, loro provvedono a far nascere
        robot

        poi è facile parlare di diminuzione delle
        nascite, le pensioni chi le pagherà? dovremmoognuno si deve pagare la propria, accumolando in gioventu' quello che gli servira' in vecchiaia. Dire "la mia pensione la paghera' mio figlio" e' una sonora XXXXXXX e si vede a che dissesti ha portato, tano e' vero che si sta forzatamente cambiano il modello.
  • Silvan scrive:
    Inflazione.
    Il problema non sono i robot, ma l'inflazione di umani che fanno concorrenza alle macchine. Perchè costruire un sofisticato e costoso robot quando ci sono miliardi di uomini disposti per necessita a fare gli stessi lavori per una misera paga. Questa bella pensata si chiama globalizzazione e immigrazione; e il motore di tutto risiede nello spaventoso aumento della popolazione mondiale.
    • Polemik scrive:
      Re: Inflazione.
      Intendi dire che per rimediare servirebbe la Terza Guerra Mondiale?
      • collione scrive:
        Re: Inflazione.
        è triste ammetterlo ma è cosìoppure ci sono la terza rivoluzione mondialesperiamo nella Francia perchè se fosse dipeso da noi saremmo ancora sudditi dei Savoia :D
  • guast scrive:
    Re: Acqua calda
    Non hai considerato che i periodi di passaggio tra un epoca e l'altra non sono mai indolori. Questi cambiamenti distruggono dei lavori e ne creano altri, ma tra quali persone. Che si fa fare agli ex bigliettai e alle ex cassiere del supermercato ?
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Acqua calda
      - Scritto da: guast
      Non hai considerato che i periodi di passaggio
      tra un epoca e l'altra non sono mai indolori.Sono stati i grandi dolori a determinare i cambi d'epoca (soprattutto guerre e rivoluzioni armate)
      Questi cambiamenti distruggono dei lavori e ne
      creano altri, ma tra quali persone.Sostianzalmente in quasi tutti i settori sebbene , ovviamente, non in nella stessa maniera o nella stessa percentuale e molto dipendedal potere contrattuale/politico/economico di una certa attività.In fondo i notai sono inutili da almeno 30 anni, quindi ben prima dell'informatizzazione di massa, eppure stanno ancora lì a guadagnare una fortuna solo per rilasciare indesiderati autografi
      Che si fa
      fare agli ex bigliettai e alle ex cassiere del
      supermercato
      ?Ma anche a tanta altra gente.Il punto di partenza per sapere cosa farne è decidere che mondo si vuole avere, poichè nulla vieta che una certa percentuale minima di gente si crei un'economia di grandi capitali che gira solo fra loro oppure che i sodli girino un po' più diffusamente.Da un punto di vista economico, quel che conta è il totale dei soldi non il numero dei suoi possessori.Chiaramente poi a seconda di chi ha i soldi cambia la tipologia di produzioni e di domanda.Se preferiamo un futuro equo e democratico dove ognuno abbia almeno una vita degna bisognerà fare in modo che ci sia una costante redistribuzione delle possibilità e delle risorse, anche se questo non piacerà a molti ma non è che ci sia altro sistema.Se i robot tolgono i lavoro, si deve tassare i robot (per esempio)
      • Albatros scrive:
        Re: Acqua calda
        - Scritto da: Surak 2.0
        In fondo i notai sono inutili da almeno 30 anni,
        quindi ben prima dell'informatizzazione di massa,
        eppure stanno ancora lì a guadagnare una fortuna
        solo per rilasciare indesiderati
        autografi
        Pure gli avvocati per molti versi(ce ne sono più nella sola roma, circa 250.ooo, che in tutta la Francia!).
        Se preferiamo un futuro equo e democratico dove
        ognuno abbia almeno una vita degna bisognerà fare
        in modo che ci sia una costante redistribuzione
        delle possibilità e delle risorse, anche se
        questo non piacerà a molti ma non è che ci sia
        altro
        sistema.Il sistema è il npon sistema. òla gingla. purtropp. E' così da sempre.
        Se i robot tolgono i lavoro, si deve tassare i
        robot (per
        esempio)Vecchia proposta già dagli anni in cui la Fiat inseriva i roobot nelle linee di montaggio. Proposta allora provocatoria di alcuni scienziati, ma mai applicata!!!!
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Acqua calda
          - Scritto da: Albatros

          Se i robot tolgono i lavoro, si deve tassare i

          robot (per

          esempio)
          Vecchia proposta già dagli anni in cui la Fiat
          inseriva i roobot nelle linee di montaggio.
          Proposta allora provocatoria di alcuni
          scienziati, ma mai
          applicata!!!!Non è una proposta provocatoria, ma è quella logica se non si vuole davvero la giungla.Nel dopoguerra fu deciso di far pagare ai giovani le pensioni dei vecchi di allora perchè era impensabile farli morire di fame dopo che magari avevano pure perso tutto in guerra (e poi si voleva solidificare la nuova democrazia), perchè oggi non dovrebbero poter decidere di far pagare alle "macchine" la pensione di oggi?Perchè sennò i soldi emigrano? Tanto se ai soldi fai fare quel che gli pare, andranno comunque dove ci sono meno diritti o tasse, quindi il problema è un altro
          • iii scrive:
            Re: Acqua calda
            A me risulta che le pensioni le abbia introdotte Mussolini.
          • iii scrive:
            Re: Acqua calda
            Con guerra intendi la prima guerra mondiale?
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Acqua calda
            Io parlavo del sistema attuale anche se modificato nel tempo.Cercando in rete si trova che già prima del fascismo c'era una sorta di pensione e che durante il ventennio venne migliorata tipo rendendola obbigatoria, etc.Fatto sta che non credo si possa parlare di una continuità con il sistema antecedente la II guerra mondiale poichè con essa l'Italia è stata mandata in rovina e le casse della relativa INPS siano state a secco mentre il Paese era pieno di invalidi di guerra, gente che per anni ha avuto solo la paga da soldato e magari manco quella ed altri che nel frattempo sono invecchiati.Quindi nel dopoguerra è stato deciso di prendere i soldi ai giovani per pagare le pensioni del momento, senza quindi creare il capitale e senza manco decidere che fosse una cosa provvisoria (una sorta di prestito allo Stato) o almeno è questo che ci raccontano.Poi sai, di pensioni ne esistono diversi tipi gestiti da diversi enti (alcuni fusi nel tempo) quindi le cose sono un po' più complicate
          • iii scrive:
            Re: Acqua calda
            Interessante delucidazione
      • guast scrive:
        Re: Acqua calda


        Questi cambiamenti distruggono dei lavori e ne

        creano altri, ma tra quali persone.

        Sostianzalmente in quasi tutti i settori sebbene
        , ovviamente, non in nella stessa maniera o nella
        stessa percentualeNon parlavo di settori. Ma di preparazione delle persone a lavorare con le nuove tecnologie. I cambiamenti arriveranno nonostante la concorrenza e creeranno tanti disoccupati tra chi non è in grado di fare nuovi lavori. Bisognerebbe parlarne bisognerebbe iniziare a prepararsi.


        Che si fa

        fare agli ex bigliettai e alle ex cassiere del

        supermercato

        ?

        Ma anche a tanta altra gente.
        Il punto di partenza per sapere cosa farne è
        decidere che mondo si vuole avereSu questo sono d'accordo. Peccato che la decisione che ha preso l'Italia come sistema paese non sia quella che speriamo.
        poichè nulla
        vieta che una certa percentuale minima di gente
        si crei un'economia di grandi capitali che gira
        solo fra loro oppure che i sodli girino un po'
        più
        diffusamente.
        Da un punto di vista economico, quel che conta è
        il totale dei soldi non il numero dei suoi
        possessori.Ragionamento all'americana. Però in Europa (nord) si vive meglio.
        Se preferiamo un futuro equo e democratico dove
        ognuno abbia almeno una vita degna bisognerà fare
        in modo che ci sia una costante redistribuzione
        delle possibilità e delle risorse,La costante redistribuzione delle risorse finisce per favorire i peggiori, in fondo è quello che succede in Italia adesso, uno che lavora e altri due che campano sul suo lavoro. Solo che in futuro non sarà più sostenibile.La costante redistribuzione delle possibilità dovrebbe essere l'obiettivo. Ma bisognerebbe iniziare adesso a prepararsi.
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Acqua calda
          - Scritto da: guast


          Questi cambiamenti distruggono dei lavori e ne


          creano altri, ma tra quali persone.



          Sostianzalmente in quasi tutti i settori sebbene

          , ovviamente, non in nella stessa maniera o
          nella

          stessa percentuale

          Non parlavo di settori. Ma di preparazione delle
          persone a lavorare con le nuove tecnologie.Quali nuove tecnologie?Molte di esse poi hanno programmi facili da usare e comunque fanno il lavoro di "dieci braccia".
          I
          cambiamenti arriveranno nonostante la concorrenza
          e creeranno tanti disoccupati tra chi non è in
          grado di fare nuovi lavori.Soptrattutto tra chi non avrà posizioni di forza
          Bisognerebbe parlarne
          bisognerebbe iniziare a
          prepararsi.Sarebbe già da 20 anni che dovevano iniziare a far qualcosa, ma se nel generico queste cose le hanno dette in tanti, poi nel particolare scendono in pochi (soprattutto poi perchè vanno fatti "nomi" ed allorala cosa non piacerebbe più ad alcuni)




          Che si fa


          fare agli ex bigliettai e alle ex cassiere del


          supermercato


          ?



          Ma anche a tanta altra gente.

          Il punto di partenza per sapere cosa farne è

          decidere che mondo si vuole avere

          Su questo sono d'accordo. Peccato che la
          decisione che ha preso l'Italia come sistema
          paese non sia quella che
          speriamo.Ormai parlare di "Italia" ha ben poco senso.L'economia e la concorrenza è a livello globale e solo una visione continentale può avere il giusto peso anche perchè l'UE nel suo insieme è il primo mercato e la prima potenza economica, con non discutibili livelli tecnologici avanzati (se poi aggiungiamo gli altri Paesi europei "non ce n'è più per nessuno).

          poichè nulla

          vieta che una certa percentuale minima di gente

          si crei un'economia di grandi capitali che gira

          solo fra loro oppure che i sodli girino un po'

          più

          diffusamente.

          Da un punto di vista economico, quel che conta è

          il totale dei soldi non il numero dei suoi

          possessori.

          Ragionamento all'americana.Ormai è una cosa globale
          Però in Europa (nord)
          si vive
          meglio.?Solo per ora e perchè godiamo degli strascichi della lunga civiltà che finora abbiamo avuto in Europa (con i suoi alti e bassi), ma ormaiin UE comandano le banche e la finanza e molto benessere viene sacrificato in nome di un'ideologia sciagurata come il liberismo ottuso.Basta vedere le posizioni tenute dai vari Paesi nel recente G20, dove i seppure incivili, Stati Uniti hanno cercato d'imporre una serie di regole per riequilibrare l'economia ed altri Paesi (GB, Germania e Francia) invece hanno fatto di tutto per mantenere le cose come stanno quindi con Paesi che non rispettano alcuna regola solo perchè gli comprano qualcosa (ma soprattutto le regole frenano la speculazione)

          Se preferiamo un futuro equo e democratico dove

          ognuno abbia almeno una vita degna bisognerà
          fare

          in modo che ci sia una costante redistribuzione

          delle possibilità e delle risorse,

          La costante redistribuzione delle risorse
          finisce per favorire i peggiori,Dipende da quanto eccedi con al rpetesa di redistribuzione.
          in fondo è
          quello che succede in Italia adesso, uno che
          lavora e altri due che campano sul suo lavoro.?Se è per questo, in Italia c'è gente che lavora pur se sta facendo un lavoro del tutto inutile oppure c'è gente che farebbe meglio e meno dnano se stesse a casa sebbene con un vitalizio un po' più basso
          Solo che in futuro non sarà più
          sostenibile.Buffa, perchè in teoria la maggior facilità di produzione dovrebbe diminuire il lavoro e aumentare la possibilità di mantenere gente inattivà.Forse è solo questione di quale logica applichi
          La costante redistribuzione delle
          possibilità dovrebbe essere l'obiettivo. Ma
          bisognerebbe iniziare adesso a
          prepararsi.Non puoi!Per fare questo occorrono soldi per fare corsi d'aggiornamento e i soldi non ci sono poichè stanno finendo tutti in Cina, visto che tiene la moneta bassa, è una dittatura sanguinaria e se ne frega abbastanza dei diritti dell'uomo, figuriamoci dei lavoratori ...ma tutto questo è insignificante poichè, dicono, il vero problema è la gente che in Occidente va in pensione due o tre anni troppo presto e dobbiamo invece prendere esempio dalla Cina (meno la svalutazione della moneta poichè noi siamo onesti).Ovviamente l'ultima parte era sarcastica, seppure ci sia chi lo dice sul serio
          • guast scrive:
            Re: Acqua calda
            Quanto hai scritto ! Se non ci fosse stata la pioggia non ti avrei risposto.

            Non parlavo di settori. Ma di preparazione delle

            persone a lavorare con le nuove tecnologie.

            Quali nuove tecnologie?
            Molte di esse poi hanno programmi facili da usare
            e comunque fanno il lavoro di "dieci
            braccia".
            Nei casi più semplici per gestire una macchina a controllo numerico ci vuoleun po' di conoscenza di matematica e almeno un esame di maturità (liceo o istituto tecnico). Invece la nuova disciplina sul lavoro modifica il contratto di apprendistato dando una scappatoia per lasciare la scuola dell'obbligo un anno prima.


            I

            cambiamenti arriveranno nonostante la
            concorrenza

            e creeranno tanti disoccupati tra chi non è in

            grado di fare nuovi lavori.

            Soptrattutto tra chi non avrà posizioni di forza
            Vero

            Bisognerebbe parlarne

            bisognerebbe iniziare a

            prepararsi.

            Sarebbe già da 20 anni che dovevano iniziare a
            far qualcosa, ma se nel generico queste cose le
            hanno dette in tanti, poi nel particolare
            scendono in pochi (soprattutto poi perchè vanno
            fatti "nomi" ed
            allora la cosa non piacerebbe più ad alcuni)
            Non è questione di fare nomi. E' solo questione di avidità, chi ha i soldi e il potere non ha nessun interesse ad investire in educazione e formazione.

            Ormai parlare di "Italia" ha ben poco senso.
            L'economia e la concorrenza è a livello globale e
            solo una visione continentale può avere il giusto
            pesoStai scherzando ? E' proprio l'Italia che rischia di passarsela male.Le nazioni del nordeuropa stanno già investando tantissimo in educazione. Già ora c'è molto più lavoro, ma mica potranno assumere tutti i disoccupati italiani. Guarda le statistiche su quelli che hanno risposto al sondaggio della Repubblica sugli emigrati. Ora come ora stanno assorbendo i laureati e i diplomati non quelli con la licenza media. Poi ci sono ancora tanti che hanno solo la licenza elementare, cosa potrebbero fare ? I pizzettari? Di pizzerie e rstoranti italiani già ce ne sono tanti.



            Ragionamento all'americana.

            Ormai è una cosa globale
            Mica tanto

            Però in Europa (nord)

            si vive

            meglio.

            ?
            Solo per ora e perchè godiamo degli strascichi
            della lunga civiltà che finora abbiamo avuto in
            Europa (con i suoi alti e bassi), ma
            ormai
            in UE comandano le banche e la finanza e molto
            benessere viene sacrificato in nome di
            un'ideologia sciagurata come il liberismo
            ottuso.L'Europa sta diventando un po' più liberista, ma è sempre molto lontana dai livelli americani.
            Basta vedere le posizioni tenute dai vari Paesi
            nel recente G20, dove i seppure incivili, Stati
            Uniti hanno cercato d'imporre una serie di regole
            per riequilibrare l'economia ed altri Paesi (GB,
            Germania e Francia) invece hanno fatto di tutto
            per mantenere le cose come stanno quindi con
            Paesi che non rispettano alcuna regola solo
            perchè gli comprano qualcosa (ma soprattutto le
            regole frenano la speculazione)
            Erano solo regole che facevano comodo a loro. L'america tramite Wall Street e le igrandi banche assorbe la maggior parte dei capitali mondiali. Ma gli americani vogliono che ci sia un equilibrio solo dal punto di vista produttivo, non dal punto di vista della finanza.


            in fondo è

            quello che succede in Italia adesso, uno che

            lavora e altri due che campano sul suo lavoro.

            ?
            Se è per questo, in Italia c'è gente che lavora
            pur se sta facendo un lavoro del tutto inutile
            oppure c'è gente che farebbe meglio e meno dnano
            se stesse a casa sebbene con un vitalizio un po'
            più basso


            Solo che in futuro non sarà più

            sostenibile.

            Buffa, perchè in teoria la maggior facilità di
            produzione dovrebbe diminuire il lavoro e
            aumentare la possibilità di mantenere gente
            inattivà.Finchè quei pochi che lavorano, vedendo che mantengono tanti parassiti, o smettono di lavorare pure loro o se ne vanno all'estero.
            Forse è solo questione di quale logica applichi


            La costante redistribuzione delle

            possibilità dovrebbe essere l'obiettivo. Ma

            bisognerebbe iniziare adesso a

            prepararsi.

            Non puoi!
            Per fare questo occorrono soldi per fare corsi
            d'aggiornamento e i soldi non ci sono poichè
            stanno finendo tutti in Cina, Stanno finendo nelle tasche di Berlusconi e della sua cricca
            visto che tiene la
            moneta bassa, è una dittatura sanguinaria e se ne
            frega abbastanza dei diritti dell'uomo,
            figuriamoci dei lavoratori ...ma tutto questo èInizia a preoccuparti del tuo paese.
            insignificante poichè, dicono, il vero problema è
            la gente che in Occidente va in pensione due o
            tre anni troppo presto e dobbiamo invece prendere
            esempio dalla Cina (meno la svalutazione della
            moneta poichè noi siamo onesti).La svalutazione è solo una scuasa americana.La Germania con l'Euro forte esporta tantissimo in Cina
            Ovviamente l'ultima parte era sarcastica, seppure
            ci sia chi lo dice sul
            serioNeanche per scherzo mi attacco alle americanate.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2010 15.28-----------------------------------------------------------
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Acqua calda
            - Scritto da: guast
            Quanto hai scritto ! Se non ci fosse stata la
            pioggia non ti avrei
            risposto.Qui non piove, infatti a breve esco ;-)
            Nei casi più semplici per gestire una macchina a
            controllo numerico ci
            vuole
            un po' di conoscenza di matematicaSì, nella maggior parte dei casi..a livello di scuole elementari
            e almeno un
            esame di maturità (liceo o istituto tecnico).Infatti, per mettere due numeri su una tastiera chiedono propsio 'sta roba e poi si stupiscono se gente di emzz'età che ha perso il lavoro fatica a ritrovarlo (ai tempi la III media era l'equivalente del liceo).
            Invece la nuova disciplina sul lavoro modifica il
            contratto di apprendistato dando una scappatoia
            per lasciare la scuola dell'obbligo un anno
            prima.Resta comunque che un tempo una macchina tradizionale necessitava sì di una manualità e precisione che si prendeva con il tempo, oggi, se non in casi particolari, si pretende di avere un diplomato specifico e magari con un po' di epserienza per gestire una macchina poco diversa da un distributore automatico a cui prendi il caffè.Più si va avanti poi e più semplice diventa la gestione della macchina e ne aumenterà il numero di pezzi che produce, a quel punto pure molti di quelli diplomati che faranno?




            I


            cambiamenti arriveranno nonostante la

            concorrenza


            e creeranno tanti disoccupati tra chi non è in


            grado di fare nuovi lavori.



            Soptrattutto tra chi non avrà posizioni di forza



            Vero



            Bisognerebbe parlarne


            bisognerebbe iniziare a


            prepararsi.



            Sarebbe già da 20 anni che dovevano iniziare a

            far qualcosa, ma se nel generico queste cose le

            hanno dette in tanti, poi nel particolare

            scendono in pochi (soprattutto poi perchè vanno

            fatti "nomi" ed

            allora la cosa non piacerebbe più ad alcuni)



            Non è questione di fare nomi.Per nomi intendevo "settori economici" (attività, produzioni, tipi d'impiego, etc).Per riformare qualcosa devi dispiacere qualcuno
            E' solo questione
            di avidità, chi ha i soldi e il potere non ha
            nessun interesse ad investire in educazione e
            formazione.Ma si torna lì...quali sono i futuri lavori di massa necessari?Devono essere necessari poichè sennò c'è il rischio che non vengano utilizzati seppure suonino bene





            Ormai parlare di "Italia" ha ben poco senso.

            L'economia e la concorrenza è a livello globale
            e

            solo una visione continentale può avere il
            giusto

            peso

            Stai scherzando ? E' proprio l'Italia che rischia
            di passarsela
            male.?Hai visto quel che sucecde in Francia? In Spagna? In Grecia?Hai sentito degli enormi tagli decisi dal Governo inglese?Non è solo l'Italia, ce ne sono tanti che stanno male nonostante abbiano posizioni molto più di forza
            Le nazioni del nordeuropa stanno già investando
            tantissimo in educazione."nord Europa" è un sacco grande, quindi magari spiega quali Paesi
            Già ora c'è molto più
            lavoro, ma mica potranno assumere tutti i
            disoccupati italiani. Guarda le statistiche su
            quelli che hanno risposto al sondaggio della
            Repubblica sugli emigrati.Devo cercarlo, visto che non l'ho letto ma nello specifico ti rispondo quando hai detto di quali Paesi parli, visto che ci sono diverse sorprese
            Ora come ora stanno
            assorbendo i laureati e i diplomati non quelli
            con la licenza media. Poi ci sono ancora tanti
            che hanno solo la licenza elementare, cosa
            potrebbero fare ? I pizzettari? Di pizzerie e
            rstoranti italiani già ce ne sono
            tanti.Ma su una politica di aggiornamento di massa sono d'accordo, il problema sono i soldi
            L'Europa sta diventando un po' più liberista, ma
            è sempre molto lontana dai livelli
            americani.Certo, ma solo per rendità...in compenso sta facendo scelte assurde in nome di questa nuova moda
            Erano solo regole che facevano comodo a loro.Invece lasciare che la Cina tenga la moneta debole, è da furbi?
            L'america tramite Wall Street e le igrandi banche
            assorbe la maggior parte dei capitali mondiali.
            Ma gli americani vogliono che ci sia un
            equilibrio solo dal punto di vista produttivo,
            non dal punto di vista della
            finanza.Il lavoro lo dà la produzione

            Buffa, perchè in teoria la maggior facilità di

            produzione dovrebbe diminuire il lavoro e

            aumentare la possibilità di mantenere gente

            inattivà.

            Finchè quei pochi che lavorano, vedendo che
            mantengono tanti parassiti, o smettono di
            lavorare pure loro o se ne vanno
            all'estero.Puoi sempre suddividere il lavoro e se poi se ne vanno, bene! lasciano il posto libero

            Non puoi!

            Per fare questo occorrono soldi per fare corsi

            d'aggiornamento e i soldi non ci sono poichè

            stanno finendo tutti in Cina,

            Stanno finendo nelle tasche di Berlusconi e della
            sua
            criccaE vabbè! Il tipo è un pagliaccio, però se mi scadi da un problema globale a questi livelli, diventa solo chiacchiera

            visto che tiene la

            moneta bassa, è una dittatura sanguinaria e se
            ne

            frega abbastanza dei diritti dell'uomo,

            figuriamoci dei lavoratori ...ma tutto questo è

            Inizia a preoccuparti del tuo paese.Infatti mi preoccupo.

            insignificante poichè, dicono, il vero problema
            è

            la gente che in Occidente va in pensione due o

            tre anni troppo presto e dobbiamo invece
            prendere

            esempio dalla Cina (meno la svalutazione della

            moneta poichè noi siamo onesti).

            La svalutazione è solo una scuasa americana.Sì, come no!Ed allora lascino che aumenti il valore
            La Germania con l'Euro forte esporta tantissimo
            in
            CinaSì, bravo..guarda cosa gli manda!Un po' come un cassiere di banca che allo sportello vende pistoleCiao!
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Acqua calda
            - Scritto da: guast

            Sì, nella maggior parte dei casi..a livello di

            scuole elementari

            No. La fai troppo facileSe fosse più complicato basta un programma che faccia i calcoli al posto del tipo
            Se veramente tutti i macchinari avessero bisogno
            di gente così poco preparata per farli funzionare
            lo spostamento delle fabbriche nei paesi a basso
            costo sarebbe ancora più
            rapido.Beh, in 20 anni la Cina è passata da un paese del terzo mondo alla seconda potenza economica del mondo e probabilmente la prima in produzione quantitativa... se calcoli che in Italia ci vogliono almeno 10 anni per fare una zona industriale da zero (magari nel nulla).Il resto poi è ovvio che non tutte le fabbriche possono fuggire in Cina per vari motivi (segreto industriale, svantaggio nel trasporto, ritorsioni governative, etc)
            (guarda che sta succedendo ai bancari)Che gli succede?

            Ma si torna lì...quali sono i futuri lavori di

            massa necessari?

            Devono essere necessari poichè sennò c'è il

            rischio che non vengano utilizzati seppure

            suonino bene



            Lavori di massa non ne vedo. Vedo Vedi? Le masse disoccupate?

            Hai visto quel che sucecde in Francia? In
            Spagna?

            In

            Grecia?

            Hai sentito degli enormi tagli decisi dal
            Governo

            inglese?

            Non è solo l'Italia, ce ne sono tanti che stanno

            male nonostante abbiano posizioni molto più di

            forza



            Anche loro hanno i loro problemi. Ma almeno
            stanno facendo qualcosa per
            affrontarli.Sì, cariche della polizia, lacrimogeni e manganellate ;-)

            "nord Europa" è un sacco grande, quindi magari

            spiega quali

            Paesi



            Germania, Olanda e i paesi scandinaviAhe! Propio la Germania ti volevo sentire dire.Quel Paese che ogni 20-30 anni deve fare un'enorme boiata sennò non è contenta (ovviamente finchè é stata divisa era stata calmata).Qurella attuale è quella di aver spinto per una UE delle banche ed ora di difendere la Cina (che gioca sXXXXX) solo perchè gli compra i macchinari e le tecnologie, quindi ha una buona vendita.Sai cosa succederà poi?Conosci Prato?I tedeschi sono pragmatici, pure fintroppo, ma scelgono dsempre dei XXXXX a governarli.Tra l'altro la Germania non è che sia poi così prospera e felice se pure una come la Merkel ha dovuto dire che vogliono gli immigrati ma senza le famiglie


            Già ora c'è molto più


            lavoro, ma mica potranno assumere tutti i


            disoccupati italiani. Guarda le statistiche su


            quelli che hanno risposto al sondaggio della


            Repubblica sugli emigrati.



            Devo cercarlo, visto che non l'ho letto ma nello

            specifico ti rispondo quando hai detto di quali

            Paesi parli, visto che ci sono diverse

            sorprese


            non è più in prima pagina:
            http://racconta.repubblica.it/italiani-estero/risuAh, ho capito di cosa parlavi anche se non l'avevo letto
            Comunque il 16% ha dichiarato di essere in UK,Già...gli italiani hanno uan certa mania per la GB sebbene non mi sia chiaro il perchè un postaccio tanto brutto, freddo e demenziale (guidano dalla parte sbagliata, alcuni uomini portano la gonna, hanno la monarchia...) sia così amato.Probabilemnte è solo la lunga scia degli anni '60-'70 quando dalla GB venivano mode e cantanti famosi e sembrava un posto davvero ganzo (a loro)
            poi tra il 9% e il 10% ci sono in serie Stati
            Uniti, Francia , Spagna,
            GermaniaOk, già ci possono essere motivi vari e un po' più sensanti.Da dire però che i sondaggi di quel tipo sono molto poco attendibili per vari motivi
            Come ho scritto prima i soldi ci sarebbero, ma
            sono destinati ad
            altro.Scusa, ma pure rileggendo i messaggi precedenti non mi sembra che sia chiaro dove siano.Se vuoi specificare meglio dove si possono prendere varie decine di miliardi di euro ogni anno, sarebbe utile.
            Alcune scelte non sono belle, ma il liberismo
            degli Stati Uniti rimane lontano anni
            luce.Sicuramente, ma siamo noi che rischiamo di andare indietro nella scala della civiltà (loro sono sempre stati in basso)



            Erano solo regole che facevano comodo a loro.



            Invece lasciare che la Cina tenga la moneta

            debole, è da

            furbi?



            Primo, anche se si aumentasse lo yuan quelle
            produzioni andrebbero in Vietnam e simili, mica
            tornerebbero in Italia.Prima però si devono organizzare e se poi sono Paesi che rispettano i diritti dell'uomo (non il Vietnam, ovvviamente) la concorrenza è già un po' più onesta
            Secondo sei andato OT, rileggiti l'articoloIl nocciolo dell'articolo era che i robot togleivano lavoiro, il parlare di cosa fare degli obsoleti umani, non mi pare così OT.



            Il lavoro lo dà la produzione



            E già. Quelle centinaia di migliaia di posti di
            lavoro strapagati nelle banche e nelle
            finanziarie americane non contano
            niente.Tu, come tanti altri, continui a pensare al termine "produzione" collegata al "prodotto materiale" eppure è da decenni che l'interpretazione non è più quella.Se un contadino oggi produce 100 pomodori e li vende a 10 euro,ma domani ne produce sempre 100 ma li vende a 11 euro, il suo fatturato è aumentato del 10%..idem il PIL nazionale nelle stesse condizioni.Non è un conceto che condivido, però così stanno le cose.I soldi di un bancario che in vita sua non ha prodotto manco un chiodo valgono quanto quelli di un operaio ed entrambi possono essere usati per dare lavoro all'idraulico che gli cambia un rubinetto.Anzi, visto che il bancario guadagna di più, può farsi installare un rubinetto ganzo che costa due volte solo perchè c'è su un marchio(altro PIL immateriale)

            Puoi sempre suddividere il lavoro e se poi se ne

            vanno, bene! lasciano il posto

            libero


            Bene, sempre che ci sia qualcuno in grado di
            occuparloCe n'è..ce n'è!I super geni esistono solo nei telefilm
            Forse il problema è globale. Ma il non fare
            niente per affrontarlo è specifico
            dell'Italia
            Si lo so. Tra le altre cose esporta macchinari.
            Però loro investono parecchio nella ricerca,
            magari saranno loro stessi a rendere obsoleti
            quei macchinari che hanno
            esportato.Già, perchè invece la Cina non investe in ricerca?Hai presente quanti ingegneri sforna?Per il momento tiene un basso profilo poichè sa che in una reale guerra totale economica ci rimetterebbe.Tutta la Cina al momento ha un PIl di poco superiore a quello della Germania e buona parte di esso è dato dall'esportazione. Inoltre ha enormi sacche di povertà a cui ha promesso ricchezza.Infatti si sta armando in tal senso (investimenti immotivati in Occidente, accordi per il mondo).La Cina non va vista come uno Stato ma come un'azienda rampante, che deve crescere in mezzo a colossi vecchi ma sempre pericolosi.Appena gli altri non gli servono più...
          • guast scrive:
            Re: Acqua calda
            Mi rendo conto che scrivi, scrivi, ma non hai la minima idea di cosa scrivi.Probabilmente hai messo il naso fuori dal tuo cortile pochissime volte.Ci credo che non ti puoi spiegare perchè tanti italiani se ne vadano in UK dato che non ne sai niente, come non sai niente della Germania.Sostenere che gli altri paesi europei non stiano preparandosi per il futuro è un discorso inutile che cerca solo di coprire il totale immobilismo italiano. Sveglia tra pochi anni sara dura. E' inutile piagnucolare e lamentarsi della Cina, fanno gli affari loro come loro gli occidentali hanno sempre fatto gli affari loro e non li puoi fermare.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Acqua calda
            Sì, ok!
    • mosfet scrive:
      Re: Acqua calda
      - Scritto da: guast
      Non hai considerato che i periodi di passaggio
      tra un epoca e l'altra non sono mai indolori.
      Questi cambiamenti distruggono dei lavori e ne
      creano altri, ma tra quali persone. Che si fa
      fare agli ex bigliettai e alle ex cassiere del
      supermercato
      ?La storia ci insegna che quando l'economia andava in picchiata si cercava il pretesto per una guerra forse oggi le guerre sono silenziosi in nome della democrazia , ma quale democrazia? I robot sarà la goccia che farà traversare il vaso per un altra guerra alla lunga.Non dimentichiamo che i robot potranno alimentare l'economia dei potenti ma il resto che fa?sarà un film di fantascienza terminetor ma una verità con una frase la detta."é nella natura umana distruggersi"Ciao
  • guast scrive:
    Urgenza
    Beh l'articolo di PI è un po' più futurista di quello linkato.I robot anche se si stanno facendo strada nelle fabbriche sono comunque visti come un problema futuro.Ma i bancomat stanno già riducendo il numero di impiegati necessari allo sportello. Nelle stazioni già si vedono da un pezzo le biglietterie automatiche, immaginate se iniziassero a comparire anche in cinema teatri e dovunque serva un bigliettaio.Non sono pochi i lavori che già possono essere fatti da una macchina riducendo il numero delle persone impiegate. In pochi anni potremmo trovarci con tanti disoccupati soprattutto tra quelli meno preparati. Il modo migliore per prepararsi ad un simile scenario ? Proprio l'opposto di quello che si sta facendo in Italia, investire nell'educazione.
  • collione scrive:
    Re: Acqua calda
    e Berlusconi come farebbe ad occultare i suoi soldi nelle 64 società offshore che possiede? :D
  • attonito scrive:
    i bambini umani...
    "i bambini umani possono essere convinti che i robot siano esseri senzienti."A. Esistono bambini NON umani?!?!?!?!B. I bambini possono essere convinti di qualungue cosa (infatti sono i soggetti migliori per essere indottrinati con qualunque stupidaggine: religione, politica, uomo nero, befana, babbo natale, etc etc)
    • collione scrive:
      Re: i bambini umani...
      - Scritto da: attonito
      A. Esistono bambini NON umani?!?!?!?!
      si[img]http://www.scriptol.com/robotics/robots/images/icub.jpg [/img]
      B. I bambini possono essere convinti di qualungue
      cosa (infatti sono i soggetti migliori per essere
      indottrinati con qualunque stupidaggine:
      religione, politica, uomo nero, befana, babbo
      natale, etc
      etc)come gli adulti del resto [img]http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/library/vani4-o.jpg[/img]
      • krane scrive:
        Re: i bambini umani...
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: attonito

        A. Esistono bambini NON umani?!?!?!?!
        si
        [img]http://www.scriptol.com/robotics/robots/imageNon secondo i dizionari online o wikipedia o l'enciclopedia medica.
      • attonito scrive:
        Re: i bambini umani...
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: attonito


        A. Esistono bambini NON umani?!?!?!?!



        si

        [img]http://www.scriptol.com/robotics/robots/imagea me sembra solo un pupazzo di plastica e metallo, e a voi?
        • il signor rossi scrive:
          Re: i bambini umani...
          - Scritto da: attonito
          a me sembra solo un pupazzo di plastica e
          metallo, e a
          voi?esatto, un bambino robot!
          • krane scrive:
            Re: i bambini umani...
            - Scritto da: il signor rossi
            - Scritto da: attonito

            a me sembra solo un pupazzo di plastica e

            metallo, e a voi?
            esatto, un bambino robot!Quindi non un bambino ma un robot.Come un cane robot non e' un cane ma un robot
          • pippo75 scrive:
            Re: i bambini umani...


            Quindi non un bambino ma un robot.
            Come un cane robot non e' un cane ma un robotè una battuta, dovevi ridere e basta, non fare il sofistico.
          • attonito scrive:
            Re: i bambini umani...
            - Scritto da: il signor rossi
            - Scritto da: attonito


            a me sembra solo un pupazzo di plastica e

            metallo, e a

            voi?

            esatto, un bambino robot!pupazzo != banbino
          • Stronzetto primo della classe scrive:
            Re: i bambini umani...
            - Scritto da: attonito

            pupazzo != banbinopupazzo != bambinoFixed... 8)
        • collione scrive:
          Re: i bambini umani...
          - Scritto da: attonito
          a me sembra solo un pupazzo di plastica e
          metallo, e a
          voi?dovresti vedere quanti se ne trovano nelle scuole italiane, ma sono fatti di carne e ossa invece che di plastica e metallo :D
      • Funz scrive:
        Re: i bambini umani...
        Secondo te la massoneria non esiste?Con tutte le organizzazioni di fantasia tra cui potevi scegliere...
    • antonio scrive:
      Re: i bambini umani...
      - Scritto da: attonito
      "i bambini umani possono essere convinti che i
      robot siano esseri
      senzienti."

      A. Esistono bambini NON umani?!?!?!?!

      B. I bambini possono essere convinti di qualungue
      cosa (infatti sono i soggetti migliori per essere
      indottrinati con qualunque stupidaggine:
      religione, politica, uomo nero, befana, babbo
      natale, etc
      etc)C) qualunGue?!?! wtf
  • uno qualsiasi scrive:
    Ottimo!
    È assurdo pagare qualcuno per fare un lavoro che può essere fatto da una macchina a un prezzo più basso.Gli umani potranno lavorare meno, e ci saranno più risorse per tutti.
    • collione scrive:
      Re: Ottimo!
      questo ovviamente a patto di instaurare il comunismo in tutto il mondo, no perchè i capitalisti se vuoi lavorare 4 ore al giorno ti dimezzano lo stipendio e con 500-600 euro al mese ( quando va bene ) non vai da nessuna parte
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Ottimo!
        - Scritto da: collione
        questo ovviamente a patto di instaurare il
        comunismo in tutto il mondo, no perchè i
        capitalisti se vuoi lavorare 4 ore al giorno ti
        dimezzano lo stipendio e con 500-600 euro al mese
        ( quando va bene ) non vai da nessuna
        parteLe macchine non si fanno pagare uno stipendio, i beni prodotti dai robot costano meno, e quindi tale stipendio basta e avanza.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: collione

          questo ovviamente a patto di instaurare il

          comunismo in tutto il mondo, no perchè i

          capitalisti se vuoi lavorare 4 ore al giorno ti

          dimezzano lo stipendio e con 500-600 euro al
          mese

          ( quando va bene ) non vai da nessuna

          parte

          Le macchine non si fanno pagare uno stipendio, i
          beni prodotti dai robot costano meno, e quindi
          tale stipendio basta e
          avanza.esatto.Nel momento in cui il settore primario sara' completamente automatizzato, le materie prime avranno un costo ancora piu' basso, e quelle rinnovabili addirittura saranno a costo zero.Arriveremo al pane gratis e la gente avra' finalmente tutto il tempo che vorra' per leggere ed istruirsi.
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Gratis... a parte le tasse
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion
            Gratis... a parte le tasseL'iva sul pane e' del 4%.Quant'e' il 4% di zero?
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Ah, perchè secondo te non inventeranno un'imposta per non farti pagare il pane? che ne so, "imposta sulla produzione robotica" che non sarà il 4% del costo ma magari un euro ogni tot chili, tho, già l'idea gliela ho data, manco fanno la fatica di pensarla... pure il nome gli ho trovato...
          • krane scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion
            Ah, perchè secondo te non inventeranno un'imposta
            per non farti pagare il pane? che ne so, "imposta
            sulla produzione robotica" che non sarà il 4% del
            costo ma magari un euro ogni tot chili, tho, già
            l'idea gliela ho data, manco fanno la fatica di
            pensarla... pure il nome gli ho trovato...E io non la pago, che fai mi mandi i robot a riscuotere ?
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Sì, tanto manco li pagano ;)
          • collione scrive:
            Re: Ottimo!
            tutto questo premettendo di vivere in un mondo di Santi, ma se così fosse avremmo il marxismo universale e saremmo tutti solidali e collaborativila verità è che i capitalisti sono dei cani assetati di ricchezza e tirano la corda fin dove possonoti pagano oggi perchè hanno bisogno di te e nonostante ciò cercano di sfruttarti il più possibilefigurati quando, grazie ai robot, tu non gli servirai più, semplicemente organizzeranno qualche bell'attentato terroristico in grande stile e usandolo come scusa giustificheranno lo sterminio degli "inutili"sai che vuol dire mettere nelle mani di un'elite un esercito di robot? a confronto l'Apocalisse sembrerebbe un giochino
          • Polemik scrive:
            Re: Ottimo!
            Non funzionerebbe lo stesso. Fai finta di collaborare, poi quando li hai a tiro (quelli dell'elite, non i robot, poverini) li polverizzi facilmente, perché all'epoca ci saranno probabilmente le pistole al plasma. :D
          • collione scrive:
            Re: Ottimo!
            il problema è che le pistole al plasma ce le avranno solo quelli dell'elite
          • pippo75 scrive:
            Re: Ottimo!

            esatto.
            Nel momento in cui il settore primario sara'
            completamente automatizzato, le materie prime
            avranno un costo ancora piu' basso, e quelle
            rinnovabili addirittura saranno a costo
            zero.sono anni che sento che il costo delle materie prime è in aumento, diminuisce il loro uso ( guarda quanto metallo avevo le macchine di 30 anni fa e guarda quello di oggi ).
          • iii scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: panda rossa
            Arriveremo al pane gratis e la gente avra'
            finalmente tutto il tempo che vorra' per leggere
            ed
            istruirsi.O più tempo per guardare la spazzatura che mandano in onda in TV.Quanti di quelli che conosci vorrebbero tempo per leggere e istruirsi? Se sono tanti, probabilmente non è un campione significativo
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: iii
            Quanti di quelli che conosci vorrebbero tempo per
            leggere e istruirsi? Se sono tanti, probabilmente
            non è un campione
            significativoIo le mie conoscenze le so selezionare.Non perdo il mio tempo in compagnia di spettatori del grande fratello!
          • Orfheo scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: uno qualsiasi

            - Scritto da: collione


            questo ovviamente a patto di instaurare il


            comunismo in tutto il mondo, no perchè i


            capitalisti se vuoi lavorare 4 ore al giorno
            ti


            dimezzano lo stipendio e con 500-600 euro al

            mese


            ( quando va bene ) non vai da nessuna


            parte



            Le macchine non si fanno pagare uno stipendio, i

            beni prodotti dai robot costano meno, e quindi

            tale stipendio basta e

            avanza.

            esatto.
            Nel momento in cui il settore primario sara'
            completamente automatizzato, le materie prime
            avranno un costo ancora piu' basso, e quelle
            rinnovabili addirittura saranno a costo
            zero.

            Arriveremo al pane gratis e la gente avra'
            finalmente tutto il tempo che vorra' per leggere
            ed
            istruirsi.Non credo funzioni cosi' il capitalismo.Negli USA, il 70% del wealth, della ricchezza disponibile, e' in mano al 5% della popolazione. E il differenziale e' in crescita.Nel giro di una ventina di anni, anche i lavori intellettuali saranno alla portata delle macchine.E dopo?Agli "umani" che rimarra'?Temo di conoscere la risposta e non so se mi piace.Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 ottobre 2010 09.47-----------------------------------------------------------
        • Consumatore scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Le macchine non si fanno pagare uno stipendio, i
          beni prodotti dai robot costano meno, e quindi
          tale stipendio basta e avanza.Giusto, però... la produzione, la gestione, la manutenzione e lo smaltimento delle macchine costa non poco, i prezzi di beni e servizi non sono più determinati dai costi quanto piuttosto dal "massimo a cui riesco a venderli" e quindi si rischia che nessun regolare stipendio sarà comunque sufficiente. :)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ottimo!
            Il "massimo a cui riesco a venderli" corrisponde al "massimo a cui un altro riesce a comprarli"Se scendono gli stipendi, anche la possibilità di comprare a certi prezzi scende.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Il "massimo a cui riesco a venderli" corrisponde
            al "massimo a cui un altro riesce a
            comprarli"
            Se scendono gli stipendi, anche la possibilità di
            comprare a certi prezzi
            scende.Come se gli stipendi o le rese (che oggi contano molto di più in economia) fossero tutti collegati, neh?Al contrario succederà quel che è sempre sucXXXXX e cioè che una parte notevole s'impoverirà ed un'altra si arricchirà e quest'ultima stabilirà i prezzi, poichè il mercato lo fanno i soldi, non la miseria.Magari se l'impoverimento sarà generalizzato, questo equilibrio sarà un po' più in basso come cifre ma sempre a questo porta il "mercato".
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: Consumatore
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Le macchine non si fanno pagare uno stipendio, i

            beni prodotti dai robot costano meno, e quindi

            tale stipendio basta e avanza.

            Giusto, però... la produzione, la gestione, la
            manutenzione e lo smaltimento delle macchine
            costa non poco, i prezzi di beni e servizi non
            sono più determinati dai costi quanto piuttosto
            dal "massimo a cui riesco a venderli" L'ultima parte è vera* a prescindere dai costi, anzi direi che è alla basedell'economia moderna sebebene sia una regola ben meno nota e detta del presunto "domanda offerta" che dà l'impresisone di uan certa parità tra la amssa consumatrice e i produttori, peccato che la domanda non sia quasi mai "equilibrata" e l'offerta facilmente distorta.In fondo basta vedere che per lo stesso prodotto i prezzi vengono adattati all'economia ed al costo della vita locale cioè a quanto ritengono di poterlo vendere e quindi a prescindere dal costo di produzione e costante margine di guadagno ipotizzato (chessò, una percentuale).Basta poi vedere che i prezzi di molte cose sono stabiliti per non colpire altri settori della stessa industria quando poi non sono regoati da leggi che obbligano ad usare certi materiali o prodotti *mi hai battuto sul tempo, perchè è quel che avrei dteto io se non avessi già letto la stessa cosa
            e quindi si
            rischia che nessun regolare stipendio sarà
            comunque sufficiente.
            :)
        • Findi scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: collione

          questo ovviamente a patto di instaurare il

          comunismo in tutto il mondo, no perchè i

          capitalisti se vuoi lavorare 4 ore al giorno ti

          dimezzano lo stipendio e con 500-600 euro al
          mese

          ( quando va bene ) non vai da nessuna

          parte

          Le macchine non si fanno pagare uno stipendio, i
          beni prodotti dai robot costano meno, e quindi
          tale stipendio basta e
          avanza.IMHO...Errore grossolano, ragionamento ai limiti del fanciullo!Pensi davvero che le grandi aziende (che si possono permettere tali macchinari) diminuiranno i prezzi?...oppure prenderanno la palla al balzo per aumentare a dismisura i profitti?Chiedi ad un qualsiasi AD cosa farebbe...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ottimo!

            IMHO...Errore grossolano, ragionamento ai limiti
            del
            fanciullo!

            Pensi davvero che le grandi aziende (che si
            possono permettere tali macchinari) diminuiranno
            i
            prezzi?Certo che no: le grandi aziende moriranno.Le grandi aziende non possono riconvertirsi e licenziare in blocco il personale, avrebbero grane con i sindacati.Ma nasceranno dal niente nuove aziende, basate sui robot, e tali aziende non abbasseranno i prezzi: li avranno bassi fin dall'inizio, perchè altrimenti non potrebbero competere con la concorrenza delle aziende già esistenti.

            ...oppure prenderanno la palla al balzo per
            aumentare a dismisura i
            profitti?

            Chiedi ad un qualsiasi AD cosa farebbe...Irrilevante: non saranno loro a prendere questa decisione.
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!

            Ma nasceranno dal niente nuove aziende, basate
            sui robot, e tali aziende non abbasseranno i
            prezzi: li avranno bassi fin dall'inizio, perchè
            altrimenti non potrebbero competere con la
            concorrenza delle aziende già
            esistenti.E come faranno ad avere prezzi bassi considerando il capitale iniziale investito per comprare un robot? all'inizio un robot gli costerà moltissimo (più di un macchinario attuale) mentre un operario circa 2000 al mese...
          • krane scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion

            Ma nasceranno dal niente nuove aziende, basate

            sui robot, e tali aziende non abbasseranno i

            prezzi: li avranno bassi fin dall'inizio, perchè

            altrimenti non potrebbero competere con la

            concorrenza delle aziende già esistenti.
            E come faranno ad avere prezzi bassi considerando
            il capitale iniziale investito per comprare un
            robot? all'inizio un robot gli costerà moltissimo
            (più di un macchinario attuale) mentre un
            operario circa 2000 al mese...Prendi un robot a prezzo altissimo e gli fai costruire un altro robot, a quei due fai costruire un robot a testa, ai 4 fai costruire un robot a testa, agli 8 fai costruire un robot a testa, 16, 32, 64, 128, 256k, 521, 1024, 2048, 4096, il bramino Sissa non ti ha insegnato niente ?
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Resta il fatto che magari non riesco a comprare il primo robot, e che cmq i mille mila robot che costruirei sono fatti di erba voglio o di materia prima che devo acquistare? Dai siamo seri...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion
            Resta il fatto che magari non riesco a comprare
            il primo robot, e che cmq i mille mila robot che
            costruirei sono fatti di erba voglio o di materia
            prima che devo acquistare? Dai siamo
            seri...La materia prima la produrranno direttamente i robot lavorando loro stessi nei campi e nelle miniere.Se l'obiettivo e' quello di avere materie prime completamente rinnovabili basta dare tempo al tempo e i costi scenderanno a zero molto rapidamente.
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Se ti serve del rame, il rame in quanto esistente ha un costo, che sia estratto da un robot, da un uomo o dal mago di Oz.resta il fatto che tu secondo me hai anche ragione, ma non pensare che i nostri discendenti si culleranno tutto il giorno in svaghi, trovarenna il modo di farli lavorare, robot o non robot.Anche adesso si potrebbe tranquillamente fare a meno di lavorare 8 ore al giorno per 5 giorni la settimana, ma non te lo fanno fare... come mai?
          • krane scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion
            Se ti serve del rame, il rame in quanto esistente
            ha un costo, che sia estratto da un robot, da un
            uomo o dal mago di Oz.
            resta il fatto che tu secondo me hai anche
            ragione, ma non pensare che i nostri discendenti
            si culleranno tutto il giorno in svaghi,
            trovarenna il modo di farli lavorare, robot o non
            robot.
            Anche adesso si potrebbe tranquillamente fare a
            meno di lavorare 8 ore al giorno per 5 giorni la
            settimana, ma non te lo fanno fare... come mai?Perche' non esiste piu' lo schiavismo in (quasi) tutto il pianeta allora ? Sono cosi' convenienti li schiavi, costano: pane, acqua e una frusta.
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            Mi spiace deluderti, ma una delle Lezioni del mio prof di economia era proprio sulla spiegazione del perchè non esistono più gli schiavi: per motivi economici. Sembra strano ma conviene stipendiare un individuo che si arrangi per il vitto, l'alloggio e il resto piuttosto che far lavorare gratis uno schiavo dandogli i minimi livelli di sussistenza. Pensando ad una micro-economia la cosa pare sbagliata ma se pensi al modello attuale di economia capirai che senza schiavi non hai alcuna spesa di mantenimento e in più tutti i dipendenti (non i tuoi, ma quegli degli altri, e sono tatni, potenzialmente tutto il mondo a parte i tuoi dipendenti!!!) portano maggiori entrate comprando le cose che produci...Eì triste ma è così, se gli schiavo erano renumerativi esisterebbero ancora oggi :(
          • krane scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: fesion
            Mi spiace deluderti, ma una delle Lezioni del mio
            prof di economia era proprio sulla spiegazione
            del perchè non esistono più gli schiavi: per
            motivi economici. Sembra strano ma conviene
            stipendiare un individuo che si arrangi per il
            vitto, l'alloggio e il resto piuttosto che far
            lavorare gratis uno schiavo dandogli i minimi
            livelli di sussistenza. Pensando ad una
            micro-economia la cosa pare sbagliata ma se pensi
            al modello attuale di economia capirai che senza
            schiavi non hai alcuna spesa di mantenimento e in
            più tutti i dipendenti (non i tuoi, ma quegli
            degli altri, e sono tatni, potenzialmente tutto
            il mondo a parte i tuoi dipendenti!!!) portano
            maggiori entrate comprando le cose che
            produci...
            Eì triste ma è così, se gli schiavo erano
            renumerativi esisterebbero ancora oggi
            :(Non avevo il minimo dubbio a riguardo :)Bhe, allora e' ancora piu' facile: facciamo comprare i robot (rotfl)
          • fesion scrive:
            Re: Ottimo!
            :DOddio si aprirebbero una miriade di conseguenze... però non ci avevo pensato :P
          • OldDog scrive:
            Re: Ottimo!
            - Scritto da: krane
            Bhe, allora e' ancora piu' facile: facciamo
            comprare i robot (rotfl)Guarda, esiste almeno un romanzo di fantascienza e dei racconti scritti svariati anni fa che proponevano un modello economico paradossale come quello che illustri:le macchine producevano talmente tanto che gli umani spendevano sempre più tempo a consumare per tenere equilibrata la bilancia, fino a mandare in crisi il sistema.L'uovo di Colombo era quello di incaricare i Robot di consumare la sovrapproduzione: mettendo macchine a entrambi i lati della catena l'autore cercava di convincerci che ogni problema veniva a svanire.Peccato che un sistema del genere non ha alcuna speranza di reggersi nel mondo reale: nessun sistema può conservare un bilancio positivo, finendo quindi con il consumare più risorse (e valore) di quanto ne produce (o ricicla). Quindi basta la cara vecchia entropia a ridicolizzare queste fantasie, il che non significa che l'attuale sistema di produzione, distribuzione e consumo sia il migliore dei modelli possibili, visti anche gli scompensi che genera nel pianeta e tra i diversi "strati" della popolazione. :-)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ottimo!
            Se i robot costano più degli operai, non ti devi preoccupare della concorrenza.
          • collione scrive:
            Re: Ottimo!
            sai quante volte l'hanno detto? le grandi aziende hanno soldi, potere e politici in parlamentoil tuo ragionamento è molto ingenuo e non considerare l'esistenza di lobby, interessi trasversali e massonerie varieriguardo gli AD, provaci tu a schiodarli, vedrai che ti ritroverai con una palla in fronte in men che non si dicadavvero credi che il mondo sia così trasparente e buonista? là fuori è una giungla fatta di gente disposta ad uccidere la propria madre per far soldi
          • collione scrive:
            Re: Ottimo!
            cosa che peraltro stiamo già vivendogli extracomunitari, i cinesi, non dovevano essere il tramite per diminuire i prezzi? mi pare che invece i prezzi siano aumentati nonostante quegli operai vengano sfruttati come bestie subumaneper questo ho lanciato la provocazione del "mondo comunista"
        • collione scrive:
          Re: Ottimo!
          si certo, pure la globalizzazione doveva abbassare i prezzi, invece sono aumentati a dismisura e questo perchè i capitalisti hanno pensato bene di ingrossare/ingrassare i loro portafoglila verità è che in una società di robot noi comuni essere umani saremo inutili, basteranno le elite e i loro schiavi robot
        • Lord Kap scrive:
          Re: Ottimo!
          - Scritto da: uno qualsiasi
          Le macchine non si fanno pagare uno stipendio,
          i beni prodotti dai robot costano meno, e
          quindi tale stipendio basta e avanza.I beni prodotti dai robot costano meno, quindi li venderanno allo stesso prezzo e ci guadagneranno di più.-- Saluti, Kap
    • pippo75 scrive:
      Re: Ottimo!
      - Scritto da: uno qualsiasi
      È assurdo pagare qualcuno per fare un lavoro che
      può essere fatto da una macchina a un prezzo più
      basso.non volevo dirtelo, ma in Italia succede questo da anni, si chiamano M.A.C.N., hanno fatto la fiera poche settimane fa.MACN: Macchine a controllo numerico.
  • panda rossa scrive:
    Spauracchio? E gli schiavi allora?
    Il mondo e' andato avanti per millenni demandando agli schiavi il lavoro piu' faticoso, e nessuno si e' mai lamentato o ha mai detto che gli schiavi portano via il lavoro alla gente, anzi, si sono dovute combattere guerre per debellare la schiavitu' e ancora non ci siamo riusciti del tutto.Adesso che finalmente abbiamo nel robot la soluzione definitiva per relegare alla macchina i lavori piu' faticosi che nessuno vuole fare, ci si lamenta perche' questi tolgono il lavoro alla gente?
    • Svetonio scrive:
      Re: Spauracchio? E gli schiavi allora?
      - Scritto da: panda rossa
      Il mondo e' andato avanti per millenni demandando
      agli schiavi il lavoro piu' faticoso, e nessuno
      si e' mai lamentato o ha mai detto che gli
      schiavi portano via il lavoro alla gente, Insomma, uno dei principali motivi per cui Cesare fù ucciso è perché impose il 30% del lavoro salariato a discapito di quello schiavile, la plebe aveva bisogno del lavoro. insomma qualcuno se ne lamentava eccome.
      • panda rossa scrive:
        Re: Spauracchio? E gli schiavi allora?
        - Scritto da: Svetonio
        - Scritto da: panda rossa

        Il mondo e' andato avanti per millenni
        demandando

        agli schiavi il lavoro piu' faticoso, e nessuno

        si e' mai lamentato o ha mai detto che gli

        schiavi portano via il lavoro alla gente,

        Insomma, uno dei principali motivi per cui Cesare
        fù ucciso è perché impose il 30% del lavoro
        salariato a discapito di quello schiavile, la
        plebe aveva bisogno del lavoro. insomma qualcuno
        se ne lamentava
        eccome.Ma come? Non bastava piu' il panem et circenses?Poteva mandare tutti quegli scontenti a bonificare il pontino, no?
        • collione scrive:
          Re: Spauracchio? E gli schiavi allora?
          si vede che anche il pane cominciava a scarseggiare :D
        • guast scrive:
          Re: Spauracchio? E gli schiavi allora?

          Ma come? Non bastava piu' il panem et circenses?

          Poteva mandare tutti quegli scontenti a
          bonificare il pontino, no?Certo ! Visto che il quel periodo non esistevano le idrovore avrebbero potuto anche metterli a portare via l'acqua con i secchi.Sai quante volte i romani hanno provato a bonificare quella zona ?
        • Svetonio scrive:
          Re: Spauracchio? E gli schiavi allora?
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Svetonio

          - Scritto da: panda rossa


          Il mondo e' andato avanti per millenni

          demandando


          agli schiavi il lavoro piu' faticoso, e
          nessuno


          si e' mai lamentato o ha mai detto che gli


          schiavi portano via il lavoro alla gente,



          Insomma, uno dei principali motivi per cui
          Cesare

          fù ucciso è perché impose il 30% del lavoro

          salariato a discapito di quello schiavile, la

          plebe aveva bisogno del lavoro. insomma qualcuno

          se ne lamentava

          eccome.

          Ma come? Non bastava piu' il panem et circenses?eehh mica tanto, bastava un pò. Alla fine se non c'è abbastanza panem per tutti, i circenses servono a poco.

          Poteva mandare tutti quegli scontenti a
          bonificare il pontino,
          no?In effetti creò colonie civili.Dai, comunque non intendevo lodare Cesare ma dire che la mancanza di necessità di lavoro salariato impoveriva la plebe e che questa non ne era contenta.Mica possiamo essere tutti tecnici informatici.
Chiudi i commenti