Jailbreak a pagamento? Frutta

Uno studente di Washington ha guadagnato fino a 50mila dollari annui offrendo lo sblocco a decine e decine di clienti della Mela. Mentre il mercato alternativo Cydia può ormai contare su 4,5 milioni di utenti settimanali

Roma – C’è chi ha sottolineato come l’ormai nota pratica del jailbreaking si sia trasformata in un vero e proprio business, al servizio di milioni di consumatori in tutto il mondo. Un articolo pubblicato tra le pagine online del Washington Post ha ora parlato di uno strano annuncio apparso su Craigslist.

A caricarlo è stato Kevin Lee, studente iscritto alla George Mason University di Washington D.C. Il ragazzo si è in pratica messo a disposizione di tutti quei possessori di iPhone che vorrebbero strumenti o servizi non autorizzati dall’azienda di Cupertino . Kevin Lee ha così pensato bene di mettere il suo talento da smanettone a loro disposizione.

Le cifre guadagnate dal ragazzo sono certamente degne di nota: fino a 50mila dollari l’anno , con una clientela di 30-40 utenti alla settimana . Pare che persino un ambasciatore – in procinto di partire per la Mongolia – abbia pagato Kevin Lee per poter usare tranquillamente il suo iPhone nel paese asiatico.

I pacchetti di servizi veicolati con il jailbreaking offerti dal ragazzo sono infatti svariati, a partire dalla possibilità di connettere il proprio iPhone ad un laptop o iPad senza pagare costi extra legati al tethering di AT&T . Per non parlare delle più classiche manomissioni legate agli schermi o alle icone.

Trucchetti che non piacciono affatto ad Apple, proprio recentemente scagliatasi contro Toyota per un’app pubblicitaria che aveva trasformato radicalmente il display del Melafonino. Secondo il Washington Post , il mercato nero alternativo Cydia potrebbe attualmente contare su 4,5 milioni di utenti alla settimana .

Le varie app presenti su Cydia avrebbero finora fruttato un totale di circa 10 milioni di dollari . Nonostante le lamentele della Mela, le autorità statunitensi hanno decretato che la pratica del jailbreaking non costituisce una violazione del copyright di Apple.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qwerty scrive:
    facebook finanziato e usato dalla CIA???
    vabbè e quindi??? bene. anzi, benissimo! gli onesti cittadini che non hanno nulla da nascondere possono solo esserne contenti
    • krane scrive:
      Re: facebook finanziato e usato dalla CIA???
      - Scritto da: qwerty
      vabbè e quindi??? bene. anzi, benissimo!
      gli onesti cittadini che non hanno nulla da
      nascondere possono solo esserne contentiOnesti cittadini di che paese scusa ? Perche' lo spionaggio industriale e non e' dietro l'angolo...
  • . . . scrive:
    Data center
    Ok tutto bello. Tutto green... Ma scusate un'attimo, mi sono perso forse qualcosa ?!!Mettere in piedi un data center di tale portata da parte di un azienda privata senza apparente scopo di lucro mi sembra al quanto improbabile e incomprensibile se non attraverso l'utilizzo di ingenti finanziamenti statali o di proventi derivanti da altre "entrate".Di sicuro le donazioni non bastano. Quindi...Quali sono le altre "entrate" ?
    • krane scrive:
      Re: Data center
      - Scritto da: . . .
      Ok tutto bello. Tutto green...
      Ma scusate un'attimo, mi sono perso forse
      qualcosa ?!!
      Mettere in piedi un data center di tale portata
      da parte di un azienda privata senza apparente
      scopo di lucro mi sembra al quanto improbabile e
      incomprensibile se non attraverso l'utilizzo di
      ingenti finanziamenti statali o di proventi
      derivanti da altre "entrate".
      Di sicuro le donazioni non bastano.
      Quindi...
      Quali sono le altre "entrate" ?http://marcos61.wordpress.com/2009/06/25/facebook-e-della-cia/
      • . . . scrive:
        Re: Data center
        Immaginavo... finanziamenti statali dunque !!!Bene (si fa per dire) e sicuramente ci sarà anche dell'altro, figuriamoci !!!Ma è mai possibile che a nessuno balzi all'occhio questa cosa, che nessuno ne parli ?Gia il fatto di valutare un azienda senza scopo di lucro ben 15 Mld di $ fa riflettere. O no ?Almeno a me fa riflettere...
    • Francesco scrive:
      Re: Data center
      Spero tu stia scherzando... ma senza scopo di lucro dove? Che Zucherberg potesse essere un disinteressato filantropo davvero mi è nuova :PNon so se hai presente quella cosa chiamata pubblicità, su cui si regge più o meno tutto il web.
  • lellykelly scrive:
    report mi ha convinto
    non a ricancellarmi da facebook, ma a svuotare completamente il mio profilo, tanto per essere inutile a "quelli la".
    • pippO scrive:
      Re: report mi ha convinto
      - Scritto da: lellykelly
      non a ricancellarmi da facebook, ma a svuotare
      completamente il mio profilo, tanto per essere
      inutile a "quelli
      la".troppo tardi...
    • hermanhesse scrive:
      Re: report mi ha convinto
      A prop. di report, ho girato su Rai 3 nel momento in cui stavano mostrando un attacco nel quale si potevano rubare le credenziali ad un altro.E dicevano che molti siti sono attaccabili (solo gmail e un antrlo che non ricordo hanno sistemato la faccenda).Di che tipo di attacco si tratta? Possibile che non ne sapessi nulla!!!Se qualcuno ne sa di più o sa suggerirmi dove trovare il video completo di quella parte mi farebbe un gran favore ;)
      • Alfio Muschio scrive:
        Re: report mi ha convinto
        - Scritto da: hermanhesse
        A prop. di report, ho girato su Rai 3 nel momento
        in cui stavano mostrando un attacco nel quale si
        potevano rubare le credenziali ad un
        altro.
        E dicevano che molti siti sono attaccabili (solo
        gmail e un antrlo che non ricordo hanno sistemato
        la
        faccenda).http://en.wikipedia.org/wiki/Firesheep
        Di che tipo di attacco si tratta? Possibile che
        non ne sapessi
        nulla!!!
        Se qualcuno ne sa di più o sa suggerirmi dove
        trovare il video completo di quella parte mi
        farebbe un gran favoreSul sito di Report dovrebbe essere già disponibile la trascrizione della puntata, a breve trovi anche il video completo.
    • All scrive:
      Re: report mi ha convinto
      Io non mi sono mai iscritto, anche se qualche mio dato sicuramente sarà finito nella sua rete!Cmq la puntata di ieri è stata davvero illuminante, infatti Google rispetto a Facebook fa un'ottima figura in termini di privacy utente :-)
    • Funz scrive:
      Re: report mi ha convinto
      - Scritto da: lellykelly
      non a ricancellarmi da facebook, ma a svuotare
      completamente il mio profilo, tanto per essere
      inutile a "quelli
      la".Pure io ho fatto la stessa cosa, tanto uso FB solo come discarica di link che voglio segnalare agli amici, e una volta passati in seconda pagina non ha senso tenerli lì a disposizione di dogs & pigs... certo, FB ne terrà una copia, i potenziali datori di lavoro no :)Tra l'altro ci sono un paio di comodi script greasemonkey per fare lo sXXXXX lavoro: facebook: remove recent activity e facebook: remove all activity (non ricordo più quale ho usato!)
Chiudi i commenti