Java, la terza dimensione è open source

Sun ha rilasciato il codice sorgente di alcuni spicchi di Java relativi alla costruzione di ambienti 3D, comprese le interfacce utente. A breve sarà aperto altro codice. Il destino di Java è open source?


San Francisco (USA) – Con una mossa pensata per incontrare il favore della comunità open source, Sun ha rilasciato il codice sorgente delle API (Application Programming Interface) e dei tool sviluppati in seno a Java 3D , un progetto che mira a fare di Java la tecnologia cross-platform di riferimento per lo sviluppo di applicazioni e interfacce 3D.

Diversi osservatori sostengono che questa decisione rappresenti un primo ed importante passo di Sun nel riconoscere i benefici che il modello di sviluppo open source può apportare all’evoluzione e alla diffusione della tecnologia Java. Altri fanno tuttavia notare come il futuro del progetto Java 3D fosse da tempo in dubbio, soprattutto per via della scarsa partecipazione al progetto mostrata dagli sviluppatori Java.

La speranza di Sun è che la disponibilità del codice sorgente di Java 3D possa favorire la nascita, attorno al progetto, di una più numerosa comunità di sviluppatori e di “curiosi” (o “observer”, come li chiama Sun) che, oltre a contribuire al miglioramento della tecnologia, ne favoriscano l’approdo sul mercato .

“In passato abbiamo già dimostrato come con Java 3D si possa realizzare un’applicazione CAD o un’intera interfaccia grafica utente in 3D”, ha affermato John Loiacono, executive vice president of software di Sun.

Fra i progetti di Sun basati sulle API Java 3D c’è Looking Glass , un’interfaccia utente utilizzabile per creare un ambiente desktop in cui finestre e applicazioni sono oggetti poligonali che si possono ruotare di 360 gradi e disporre come in una sorta di libreria virtuale: un approccio del genere rende possibile, ad esempio, scrivere delle note sul “retro” di una pagina Web o di un qualsiasi altro documento. Il codice dell’interfaccia è ora disponibile sotto licenza GPL.

Java 3D include vari componenti il cui sviluppo è affidato a diversi sottoprogetti : j3d-core, l’insieme base di interfacce di programmazione; j3d-core-utils, costituito da vari tool per sviluppatori; vecmath, una libreria matematica per la grafica vettoriale; e j3d-examples, una collezione di programmi di esempio. Per il codice delle utility e degli esempi Sun ha scelto la licenza BSD, mentre per le API ha adottato due licenze differenti, entrambe gratuite: la Java Research License ( JRL ), che permette la modifica e ridistribuzione del codice per uso non commerciale, e la Java Distribution License ( JDL ), che consente di distribuire a fini commerciali versioni compatibili di Java 3D con o senza modifiche.

Sun afferma che le proprie licenze hanno il compito di garantire l’ integrità e la compatibilità delle API Java 3D, scongiurando così “il pericolo” di eventuali forking del codice.

“La specifica delle API – ha spiegato Sun in un comunicato – continuerà ad evolvere come parte del Java Community Process”, quella stessa comunità di aziende che guida lo sviluppo della tecnologia Java.

L’obiettivo di Sun è quello di coadiuvare l’interesse della comunità di sviluppatori e utilizzatori di Java con la volontà di conservare nelle proprie mani il controllo dello standard . È per tale motivo che la società ha accolto con un certo scetticismo la proposta, avanzata da IBM, di rendere Java open source . Il maggior timore di Sun, infatti, è che lo standard Java possa frammentarsi in più linguaggi incompatibili fra loro, perdendo in tal modo il suo valore.

Sun afferma che gli sviluppatori Java, nel mondo, sono circa 4,2 milioni, oltre un milione in più rispetto ad un anno fa. L’obiettivo è quello di raggiungere i 10 milioni di “proseliti” entro 5 anni.

Per raggiungere quest’obiettivo l’azienda conta di rilasciare sul canale open source altre porzioni “periferiche” della propria piattaforma, fra cui JDesktop Network Components, un toolkit per creare diagrammi, tabelle e form, e JDesktop Integration Components, che aiuta gli sviluppatori ad integrare il software desktop basato su Java con le applicazioni preesistenti, quali browser Web e client di e-mail.

Durante la conferenza JavaOne, attualmente in corso a San Francisco, uno degli annunci più attesi è quello di Java 2 Standard Edition 5.0 (precedentemente noto come J2SE 1.5), nuova versione della piattaforma Java per i computer desktop. Stando a quanto anticipato da Sun, J2SE 5.0 rappresenta un’importante major release capace di velocizzare lo sviluppo e il debugging del software, ottimizzare l’esecuzione dei programmi (in alcuni casi fino al 50%) e fornire un miglior insieme di strumenti per la grafica. Anche se la nuova piattaforma sarà compatibile con le precedenti versioni, i programmi scritti per J2SE 5.0 non potranno girare sull’attuale release 1.4.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    TS e mobile 2003
    Ma è possibile che terminal service in pocket PC 2002 va benissimo mentre in mobile 2003 è completamente instabile?carlo
    • Anonimo scrive:
      Re: TS e mobile 2003
      - Scritto da: Anonimo
      Ma è possibile che terminal service
      in pocket PC 2002 va benissimo mentre in
      mobile 2003 è completamente
      instabile?

      carloCondivido totalmente quanto hai detto nel tuo intervento
  • avvelenato scrive:
    spero che porti miglioramenti al SO
    provando win 2003 pocket pc mi sono reso conto di quanto esso sia limitato.io spero che questa mossa consenta a terze parti di produrre con facilità appz in grado di renderlo più elastico e flessibili alle esigenze di ogni utente... anche perché, nonostante la crescente diffusione delle periferiche embedded, ancora spesso queste si rivolgono ad un target più verticale rispetto ai pc, ma per avere una certa diffusione di questo genere di prodotti è necessario dare agli utenti finali la possibilità di personalizzare il prodotto (anche tramite tools realizzati da ditte esterne, o perché no, da studentelli cantinari :D )
  • Anonimo scrive:
    Ma Win CE 5 è Windows mobile 2003 SE?
    Sul nuovo motorola MPX e sui nuovi palmari HP verrà montato Windows mobile 2003 second edition, ma sto Win CE è quello o no? non ci sto a capì una mazza... ci sono troppi windows a giro, dal Pocket PC2002 al Mobile 2003 allo smatphne 2004...uffa.!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma Win CE 5 è Windows mobile 2003 SE?
      no... la base per Windows Mobile 2003 e Windows Mobile 2003 SE è Windows CE 4.2...Windows CE 5 sarà la base per una nuova versione di Windows Mobile...http://www.ipaqabilities.com/
  • Anonimo scrive:
    60-70 %del codice non serve a nulla
    serve la possibilita' di ricompilarlo tutto non di cambiare il colore e la forma delle finestre,e altre cavolatine
    • argo scrive:
      Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
      ma uno come fa a gestire 2,5 milioni di righe di codice?
      • avvelenato scrive:
        Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
        - Scritto da: argo
        ma uno come fa a gestire 2,5 milioni di
        righe di codice?alcuni di questi openari sono ridicoli.l'open-source è una forza e sta cambiando e cambierà la faccia dell'it: ma pretendere che un progetto così complesso sia gestibile da uno che si spaccia per programmatore solo perché ha preso il diploma di perito informatico (come potrei essere io l'anno prossimo) è pura follia.infatti il target di MS sono le aziende, che possiedono risorse, know-how, coordinazione sufficiente a poter gestire una mole di codice così' onerosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
      In ogni applicativo o SO mediamente complesso c'è appena un 20% di codice che si sobbarca l'80% del lavoro vero. Lo sanno benissimo tutti i Programmatori e chi si dedica all'ottimizzazione del codice. Il resto è un additivo volumetrico che fa il restante 20%.
      • Anonimo scrive:
        Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
        - Scritto da: Anonimo
        In ogni applicativo o SO mediamente
        complesso c'è appena un 20% di codice
        che si sobbarca l'80% del lavoro vero. Lo
        sanno benissimo tutti i Programmatori e chi
        si dedica all'ottimizzazione del codice. Il
        resto è un additivo volumetrico che
        fa il restante 20%.Magari nelle applicazioni a livello utente. Nei kernel l'1% del codice fa il 99% del lavoro. Chi scrive che quello che serve e' la possibilita' di ricompilare tutto non ha idea di come sia fatto un SO, soprattutto quelli della famiglia Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
      Lo pensavo anche io, ma dopo che l'hai detto te è sicuramente il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: 60-70 %del codice non serve a nulla
  • Anonimo scrive:
    Grandissimo Gates
    Ottima mossa. Commerciale sicuramente, ma ottima.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grandissimo Gates
      amen fratello :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandissimo Gates
        Ti ruga eh? ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandissimo Gates
          - Scritto da: Anonimo
          Ti ruga eh? ;)se non è linus ... non può mai andare bene!codice closed: si ma così ci sono gli spyware (si come no anche nel forno a microonde allora, visto che non posso sapere cosa fa), e poi serve per non far vedere le sporche che fanno...codice shared: si ma allora non va bene così perchè...un po di calma....te lo prendo il pinguino......a me tre..tre polaretti al limone :):):):):):):):):):)p.s. scusate il sarcasmo ma siete ridicoli!Gates afferma che il nemico pubblico numero uno è la pirateria...notizia e relativi post...c'è ne fosse mezzo che parla della pirateria e dell'impatto che ha sulle software house per valutare se gates parla a sproposito...NO! gates parla sempre a sproposito a priori!Perchè non è linus....solo post demenziali che voglio raccontare le loro visioni!nemico numero 1 la libertà....gates si è arrichito con la pirateria..si ma il monopoli..le schermate blu..winzzoz utonti..che dire dei Corsi Microsoft per docenti qualche comento diverso dal tipo:raccapricciante...si formano le nuove schiere (ma che è una guerra con tanto di eserciti schierati?)..qualcuno lo fermi (e perchè fa quello che il mondo linux si sogna, avvicina la gente ai proprio sistemi e linguggi, ed in un mondo scolastico stagnante e antiquato come quello italiano una ventata di novità non fa certo male!)be che dire bravi!ma mi pare le vostre siano posizioni di fede e non reali..... (win)
          • Anonimo scrive:
            Gates vende fuffa. A caro prezzo.
            - Scritto da: Anonimo
            avvicina la gente ai
            proprio sistemi e linguaggi, ed in un mondo
            scolastico stagnante e antiquato come quello
            italiano una ventata di novità non fa
            certo male!)
            be che dire bravi!
            ma mi pare le vostre siano posizioni di fede
            e non reali..... (win)Non reali? Vai su http://stream.apple.akadns.net/ e comincia a seguire dal 35° minuto, poi mi dici cosa dovrebbero mettere in mano agli insegnanti, tecnologia di OGGI o anticaglia copiata spacciata per "innovazione"......Basta girarci intorno: Bill Gates vende FUFFA vecchia e stantia, vende PROBLEMI, vende l'obbligo di aggiornare il PC ogni anno, vende...perchè sa SOLO VENDERE. Di innovare non se ne parla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates vende fuffa. A caro prezzo.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            avvicina la gente ai

            proprio sistemi e linguaggi, ed in un
            mondo

            scolastico stagnante e antiquato come
            quello

            italiano una ventata di novità
            non fa

            certo male!)

            be che dire bravi!

            ma mi pare le vostre siano posizioni di
            fede

            e non reali..... (win)


            Non reali?
            Vai su stream.apple.akadns.net / e comincia
            a seguire dal 35° minuto, poi mi dici cosa
            dovrebbero mettere in mano agli insegnanti,perchè apple non si muove e lo fa??nooooo, perchè mai....tanto poi basta criticare!
            tecnologia di OGGI o anticaglia copiata
            spacciata per "innovazione"......??????la solita storia!!!!!troll è basta!

            Basta girarci intorno: Bill Gates vende
            FUFFA vecchia e stantia,o kakkio....avvisa subito il mondo perchè ms ha quasi il 90% del mercato...e visto che tu sei stato illuminato e meglio che fai presente anche agli altri!presto corri..non stare a scrivere in questo forum vai a farti ridere dietro da chi con il computer ci lavora e non va in giro a evangelizzare la gente! vende PROBLEMI,
            vende l'obbligo di aggiornare il PC ogni
            anno, vende...perchè sa SOLO VENDERE.

            Di innovare non se ne parla.Troll

            mettere nelle mani di studenti pc apple che costano il triplo di macchine x86?e perchè?per sperare di trovare lavoro in una fetta del 5% del mercato informatico?non credi sia meglio preparare gli studenti per rapportarsi con quasi il 90 % del mercato???nooooo, ma solo perchè a te piace il tuo 5%!non credi sia meglio preparare gli studenti?stai qui a trollare ma apple non ha mai fatto iniziative simili...smuoviamo un po i culetti invece di dare aria alla bocca..
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates vende fuffa. A caro prezzo.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            avvicina la gente ai


            proprio sistemi e linguaggi, ed in
            un

            mondo


            scolastico stagnante e antiquato
            come

            quello


            italiano una ventata di
            novità

            non fa


            certo male!)


            be che dire bravi!


            ma mi pare le vostre siano
            posizioni di

            fede


            e non reali..... (win)





            Non reali?

            Vai su stream.apple.akadns.net / e
            comincia

            a seguire dal 35° minuto, poi mi dici
            cosa

            dovrebbero mettere in mano agli
            insegnanti,

            perchè apple non si muove e lo fa??
            nooooo, perchè mai....tanto poi basta
            criticare!
            ???


            tecnologia di OGGI o anticaglia copiata

            spacciata per "innovazione"......

            ??????
            la solita storia!!!!!
            troll è basta!E' la solita storia per la solita anticaglia spacciata per software. Se non vuoi sentirla lamentati con zio Bill, non con chi ti dice che è fuffa, perché E' fuffa.



            Basta girarci intorno: Bill Gates vende

            FUFFA vecchia e stantia,

            o kakkio....avvisa subito il mondo
            perchè ms ha quasi il 90% del
            mercato...e visto che tu sei stato
            illuminato e meglio che fai presente anche
            agli altri!Io non sono illuminato, sono quelli come te che hanno il prosciutto sugli occhi. Se permetti è ben diverso.Io faccio provare ai MIEI amici OSX, perché si rendano conto da soli NON di quello che è OSX ma di quello che è Windows!!!!!!
            presto corri..non stare a scrivere in questo
            forum vai a farti ridere dietro da chi con
            il computer ci lavora e non va in giro a
            evangelizzare la gente!
            Evangelizzare? Io OSX l'ho scoperto da solo mentre giravo in un Mediaworld, se stavo a sentire i talebani Microsoft come te, ero ancora ad impazzire con Norton e driver.
            vende PROBLEMI,

            vende l'obbligo di aggiornare il PC ogni

            anno, vende...perchè sa SOLO
            VENDERE.



            Di innovare non se ne parla.

            Troll
            Troll a me? Mi dici una innovazione vera, una sola, introdotta dal sig. Gates negli ultimi 20 anni? Una sola....




            mettere nelle mani di studenti pc apple che
            costano il triplo di macchine x86?E io sarei il troll..........le macchine Apple costano 20 volte tanto...A parte gli scherzi a un terzo del prezzo di un eMac non prendi neanche un cellulare e comunque quello che costa in un computer NON è l'hardware ma il software. Continuiamo così, continuiamo a far credere ai ragazzi che il software va solo scroccato.
            e perchè?Perché è meglio. Anzi...perché vale quello che costa, al contrario di un PC con Windows che NON VALE quello che costa, per quanto poco lo puoi pagare.Una Yaris vale 10.000 Euro e costa 10.000 Euro, una Panda vale 5.000 Euro e costa 5.000 Euro, ora che ho un termine di paragone posso affermare in tutta coscenza che uso Windows solo se pagano me per farlo....
            per sperare di trovare lavoro in una fetta
            del 5% del mercato informatico?Allora ammetti di non aver MAI usato altro che Windows!!!!Su Mac si usano gli STESSI documenti che sulle altre piattaforme, un jpeg o un xls sono LA STESSA COSA, solo che li gestisci con applicazioni che girano su un Sistema Operativoi, non su un accrocchio meno che ridicolo.
            non credi sia meglio preparare gli studenti
            per rapportarsi con quasi il 90 % del
            mercato???Ci fai o ci sei? Sai almeno che Office per OSX, a detta di Bill Gates stesso, è meglio della versione per Windows? L'unica, enorme differenza che gli studenti troverebbero sarebbe la mancata perdita di tempo per le incongruenze logiche di un sistema idiota e obsoleto, scomodo e illogico.E, peccato dei peccati, troverebbero piacevole usare uno strumento didattico. Questo sarebbe grave, per questo continueranno a subire quell'ignominia di Windows.
            nooooo, ma solo perchè a te piace il
            tuo 5%!
            non credi sia meglio preparare gli studenti?
            stai qui a trollare ma apple non ha mai
            fatto iniziative simili...Gli studenti vanno preparati a gestire i contenuti, non le bizze e le incongruenze di un sistema sbagliato. Quanto ti ci vuole per connetterti da zero in una rete? Quanto ci metti a settare una condivisione Wi-Fi? Con un Mac non ci vuole il tempo di pensarlo.....ed è così per TUTTO, che tu ci creda o no. L'errore sta nel subire passivamente quello che il "mercato" ha deciso per noi, senza fare paragoni seri e reali, solo così pefino gli utenti Windows potranno usufruire di innovazione VERA e non solo raccontata.....smuoviamo un po i
            culetti invece di dare aria alla bocca..A me è sufficiente aprire il powerbook per essere circondato da persone che con WIndows non vogliono più avere NIENTE a che fare, esattamente come è successo a me.E ti dirò di più: a gennaio 2005 festeggio pure l'anniversario della fine dell'assedio di Redmond nei miei confronti!
  • Anonimo scrive:
    PAURA?
    eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: PAURA?
      Appena Linux diventerà REALMENTE una minaccia, Gates troverà il modo di quadruplicare i suoi clienti. Per ora non gli serve, lo farà quando ne avrà bisogno.
      • avvelenato scrive:
        Re: PAURA?
        - Scritto da: Anonimo
        Appena Linux diventerà REALMENTE una
        minaccia, Gates troverà il modo di
        quadruplicare i suoi clienti. Per ora non
        gli serve, lo farà quando ne
        avrà bisogno.quando gates migliorerà i suoi prodotti e ci sarà reale concorrenza, il mondo sarà migliore, ti pare?
  • pikappa scrive:
    ma come?
    L'open source non era il male assoluto per Microsoft?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma come?
      Così dicono (i linari ;)).
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come?
        - Scritto da: Anonimo
        Così dicono (i linari ;)).Bhe mica troppo solo i linari...Ricordo di qualche fantomatico winaro certificato microsoft (quello dei denti di suo nonno) e qualche suo amichetto, che affermavano che closed è bello open è cacca....Evviva i denti del suo nonno!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma come?
      - Scritto da: pikappa
      L'open source non era il male assoluto per
      Microsoft?In realtà ci sono un paio di gingilli open source di MS su sourceforge.Lui ce l'ha in particolare con la GPL, se ricordo bene
      • Terra2 scrive:
        Re: ma come?

        Lui ce l'ha in particolare con la GPL, se ricordo bene...ed anche con la licenza BSD... che probabilmente rischierebbe di rendere tutto il codice di win pubblico e gratuito.E non si capisce di cosa abbia paura... OS X è basato su Darvin che è bubblico e scaricabile gratuitamente essendo basato su FreeBSD ed è uno dei punti di forza del sistema, non una pecca.(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma come?
      per micro$oft è male tutto ciò che non le porta soldi. e basta.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come?
        - Scritto da: Anonimo
        per micro$oft è male tutto ciò
        che non le porta soldi. e basta.beh mi pare ovvio ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come?
        - Scritto da: Anonimo
        per micro$oft è male tutto ciò
        che non le porta soldi. e basta.come per tutte le aziende....siamo in una società capitalista non comunista se per chissà non lo avessi notato!inizia ad andare a lavorare gratis poi ti permeti di dire ming****
        • Anonimo scrive:
          Re: ma come?
          c'è una bella differenza tra il concetto di concorrenza e "monopolio simil-concorrenza" . quest'ultimo in nome del dio $porta persino a fare simili annunci che altro non sono che menzogne dettate dalla paura di non poter controllare più ilmercato. ma quando mai microzozz ha consentito anche la piùpiccola libertà sul proprio software pagato a suon di $ dagliutenti? e dovrebbe adesso cambiare con una promessa?si si come no
          • Iperion scrive:
            Re: ma come?
            - Scritto da: Anonimo
            c'è una bella differenza tra il
            concetto di concorrenza e
            "monopolio simil-concorrenza" . quest'ultimo
            in nome del dio $
            porta persino a fare simili annunci che
            altro non sono che
            menzogne dettate dalla paura di non poter
            controllare più il
            mercato. ma quando mai microzozz ha
            consentito anche la più
            piccola libertà sul proprio software
            pagato a suon di $ dagli
            utenti? e dovrebbe adesso cambiare con una
            promessa?
            si si come noMica è una promessa: è una licenza con valore legale. Poi magari in America funziona come in Italia, dove un'azienda di telefonia può siglare un contratto per le tariffe flat e poi reciderlo a piacimento senza pagar penali di sorta...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come?
        Un ragionamento che condivido e che condivide il 99% degli imprenditori.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma come?
      - Scritto da: pikappa
      L'open source non era il male assoluto per
      Microsoft?Assolutamente no: il male assoluto per Microsoft è la GPL.
Chiudi i commenti